Sei sulla pagina 1di 12

+ S. P. Q. R.

Prot. Rag. Gen. N. 96963/19.12.2008 Deliberazione N.

Prot. Serv. Delib. N. del

COMUNE DI ROMA
Ragioneria Generale
2^ U.O. Bilancio e Peg
22^ U.O. Bilancio di parte straordinaria

Schema di deliberazione che si sottopone all'approvazione della Giunta Comunale

OGGETTO: Bilancio previsione annuale 2009, Bilancio pluriennale 2009-2011 e Relazione


previsionale e programmatica.

AL SEGRETARIATO GENERALE
Premesso che, l'ordinamento finanziario e
contabile degli enti locali è disciplinato dal
Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267;

Che, in particolare, gli artt. 162, 164, 165,


IL DIRIGENTE L’ASSESSORE 170 e 171 del soprarichiamato D.Lgs. n.
267/2000 disciplinano rispettivamente i principi,
le caratteristiche e la struttura del bilancio
annuale, del bilancio pluriennale e della relazione
VISTI DEGLI UFFICI previsionale e programmatica;

Che con il D.P.R. 31 gennaio 1996, n. 194


modificato dal D.P.R. 326/98 è stato emanato il
regolamento per l'approvazione dei modelli
relativi al bilancio di previsione, ai quadri
riepilogativi nonché al sistema di codifica del
bilancio;

PARERI RESI AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELL'ART. 49 DELLA LEGGE 18 AGOSTO 2000 N. 267

PARERE TECNICO UFFICIO PARERE ATTESTAZIONE DEL PARERE SEGRETARIO GENERALE


PROPONENTE RAGIONIERE GENERALE

Visto, si esprime parere favorevole Visto, si esprime parere


Visto, si esprime parere favorevole in ordine alla regolarità contabile. favorevole sotto il profilo delle
in ordine alla regolarità tecnica. legittimità dell’atto.

IL DIRIGENTE
Che alla formazione del bilancio annuale, di quello pluriennale nonché della

1
relazione previsionale e programmatica si è proceduto, sulla base del quadro
normativo vigente, ivi comprese le disposizioni contenute nella “legge 22
dicembre 2008, n. 203”;

Che, tali disposizioni interessano, in particolare, la nuova metodologia di


calcolo per il rispetto del patto di stabilità interno (art. 19), la fissazione al 15%
delle entrate relative ai primi tre titoli delle entrate del rendiconto del penultimo
anno precedente quello dell’assunzione dei prestiti, quale limite di importo degli
interessi per operazioni di ricorso al mercato creditizio già in ammortamento o
che si prevede di assumere nel corso dell’esercizio, la fissazione per l’anno 2009
della destinazione dei proventi delle concessioni edilizie e delle sanzioni per una
quota non superiore al 50% al finanziamento delle spese correnti, l’invarianza
dell’aliquota della compartecipazione comunale IRPEF;

Che, in particolare per quanto riguarda il Patto di stabilità, prevede che per il
Comune di Roma – per la gestione ordinaria, si applica quanto previsto dall’art.
18 della Legge 2 del 28 gennaio 2009 , ovvero l’assoggettamento alle regole del
Patto di stabilità interno dall’anno 2011, assumendo quale base di calcolo su cui
applicare le regole le risultanze nell’anno 2009;

Che si è inoltre tenuto conto dell’art. 43 della L.R. n. 16/2005 in relazione agli
stanziamenti attribuibili al trasporto pubblico integrativo nelle aree periferiche;

Che nella formazione del documento contabile sono stati osservati i principi
della unità, annualità, universalità, integrità, veridicità e pareggio finanziario di
cui all'art. 151 del D.Lgs. n. 267 del 18 agosto 2000;

Che per quanto concerne le entrate correnti, le previsioni, oltre che in base
alle disposizioni sopra richiamate, sono state formulate tenendo conto, per le
entrate proprie, degli accertamenti risultanti dal conto consuntivo 2007,
dell'andamento della gestione 2008, dell’eventuale espansione del gettito, del
recupero delle aree di evasione nonché dei provvedimenti tariffari adottati
dall'Amministrazione;

2
Che la previsione del gettito dell'Imposta Comunale sugli Immobili è stata
formulata sulla base della normativa istitutiva del tributo e delle successive
modificazioni ed integrazioni nonché delle deliberazioni del Consiglio Comunale
n. 8 e n. 9 del 1 febbraio 2007 ;

Che, l’aliquota dell’addizionale comunale all’IRPEF viene confermata in 0,5


punti percentuali così come consentito dall’art. 1, comma 142 della legge
finanziaria 2007 (n. 296 del 27 dicembre 2006);

Che, in base a quanto statuito dall’art. 7 della legge regionale 9 marzo 1990,
n. 27, tra le entrate del titolo IV è allocato un fondo pari all’8% delle somme che
si prevedono di riscuotere per oneri di urbanizzazione secondaria delle aree
destinate all’edilizia residenziale, da devolvere agli Enti religiosi per la
costruzione di nuove chiese ed edifici religiosi e per gli interventi di
manutenzione, ampliamento, ristrutturazione, restauro e dotazione di impianti dei
luoghi di culto esistenti;

Che in relazione a quanto stabilito nel Documento di Programmazione


Finanziaria 2009-2011, art 38 dello Statuto, deliberato con atto n.54 dal
Consiglio Comunale nella seduta del 12-13 dicembre 2008, si è inteso avviare un
processo di valorizzazione del patrimonio immobiliare finalizzato al
miglioramento della gestione finanziaria e patrimoniale con il quale si prevede la
costituzione di un Fondo immobiliare comunale, ai sensi dall’articolo 58 del
decreto Legge 25 giugno 2008 n.112 convertito dalla legge 133 del 6 agosto
2008, il cui primo “asset” è stimato, in termini di valore catastale in 70 milioni
di euro, di cui all’allegato elenco;

Che, per quanto attiene alle spese correnti, le stesse sono iscritte in bilancio
avuto riguardo alla loro derivazione da leggi, contratti, sentenze definitive e, in
generale, da obblighi validamente assunti con specifici atti nonché alle effettive
esigenze dell'esercizio in rapporto alle risorse disponibili e, per quanto riguarda
gli oneri di ammortamento dei mutui, in relazione al prevedibile andamento dei
tassi d'interesse e agli esiti delle operazioni di apertura di credito e prestito
flessibile avviate nel corso dei precedenti esercizi;

Che per le spese di personale è stato allocato uno stanziamento di 1.189,82


milioni di Euro (di cui 74,54 milioni di Euro per IRAP) al netto degli incentivi
per le progettazioni;

Che, per il diritto allo studio e l'educazione permanente, così come previsto
dall'art. 14 della legge regionale 30 marzo 1992, n. 29, sono iscritti in bilancio
stanziamenti pari a 2,89 milioni di Euro;

3
Che, per le attività di assistenza e beneficenza pubblica già esercitate dalla
Regione ed attribuite al Comune di Roma ai sensi del D.P.R. 24 luglio 1977 n.
616, in carenza di specifica comunicazione regionale, si è provveduto ad allocare
prudenzialmente lo stanziamento di 16,88 milioni di Euro;

Che in via cautelativa sono stati allocati stanziamenti per oneri straordinari
per 6,7 milioni di Euro che potranno essere utilizzati qualora dovessero emergere
eventuali debiti fuori bilancio, che dovranno comunque essere riconosciuti con
specifiche deliberazioni del Consiglio Comunale;

Che per la individuazione e la valutazione delle risorse destinate agli


investimenti, si è avuto riguardo sia alle risorse derivanti da alienazioni, contributi
(statali, regionali, provinciali e di privati), concessioni edilizie che, alle entrate
derivanti dal ricorso al mercato del credito;

Che, in particolare, la quantificazione delle risorse da acquisire mediante


ricorso al mercato del credito è stata determinata nel rispetto dei limiti consentiti
dalle vigenti disposizioni di legge, tenuto conto altresì dell’esigenza di assicurare
l’equilibrio di bilancio;

Che la previsione delle entrate derivanti dall’alienazione di beni del


patrimonio disponibile, e formulata sulla base dei presumibili tempi occorrenti
per il procedimento di alienazione e loro destinazione, rispetta il disposto dell’art.
3 del D.L. 31 ottobre 1990, n. 310 convertito, con modificazioni, nella legge n.
403/1990;

Che il programma triennale approvato dalla Giunta Comunale con atto n…


(prot. R.G. n. 96975/19.12.2008) relativo al piano delle opere pubbliche 2009-
2011, ammonta per il triennio a complessivi € 2.053,876 ml ed è cosi’ distribuito
€ 1.122,018 ml (annualità 2009) € 606,845 (annualità 2010) ed € 325,012 ml
(annualità 2011) somme che includono risorse provenienti anche da fondi privati.

Che il Piano degli Investimenti 2009-2011 comprensivo delle opere


pubbliche, degli investimenti finanziari e delle opere strumentali risulta così
distribuito:
Fondi di bilancio Fondi Privati Totale
Annualità 2009- € 1.712,808 ml € 188,022 ml €1.900,830
Annualità 2010- € 706,418 ml € 110,586 ml € 817,004
Annualità 2011- € 470,094 ml € 42,892 ml € 512,986
Totale € 2.889,32 ml € 341,500 ml €3.230,820

Che, in ottemperanza delle disposizioni di cui all’art. 172 del D.Lgs 18 agosto
2000, n. 267 sono confermate per l’anno 2009 le seguenti deliberazioni:

4
1. C.S. n. 19 del 12 marzo 2001 relativa alla “Disciplina delle modificazioni delle
destinazioni d’uso degli immobili. Determinazione dei contributi concessori”;
2. Consiglio Comunale n. 260 del 20 ottobre 2005 relativa alla “Modifica ed
integrazione al regolamento scavi approvato con deliberazione del Consiglio
Comunale n. 56 del 17 maggio 2002”;
3. Consiglio Comunale n. 29 del 3 marzo 2003 “ Revisione ed aggiornamento dei
diritti di segreteria dovuti per l’istruttoria dei fascicoli di concessioni edilizie
in sanatoria - integrazione e modifica delle deliberazioni del C.S. n. 84 del 4
maggio 1993 e del C.C. n. 67 del 6 maggio1996”- Aggiornata con
adeguamento ISTAT come da D.D: n. 307 del 4 dicembre 2007 del
Dipartimento VI;
4. Consiglio Comunale n. 210 del 3 novembre 2003 relativa all’ “Adeguamento
delle sanzioni amministrative pecuniarie per le violazioni dei regolamenti e
delle ordinanze in materia di polizia urbana, edilizia, igiene e servizio
veterinario. Revoca della deliberazione consiliare n. 81 del 6 settembre 2001”;
5. Giunta Comunale n. 11 del 13 gennaio 2007 “Determinazione del canone di
locazione degli impianti di proprietà comunale";
6. Consiglio Comunale n. 15 del 1 febbraio 2007 “Determinazione del canone a
tariffa delle iniziative pubblicitarie per l’anno 2007", parzialmente modificata
dalla delibera di C.C. del C.S. n. 92 del 15 aprile 2008;
7. Consiglio Comunale n. 144 del 20/21 dicembre 2001 relativa alla
“Determinazione delle tariffe dell’Imposta Comunale sulla Pubblicità e del
Diritto sulle Pubbliche Affissioni per l’anno 2002”;
8. Consiglio Comunale n. 12 del 1 febbraio 2007 avente per oggetto:
“Aggiornamento del contributo per il permesso di costruire, relativamente agli
oneri di urbanizzazione di cui all’art. 16 del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 e
della quota del corrispettivo di ubanizzazione dovuto per cessioni o
concessioni di aree nel P.E.E.P. ";
9. Consiglio Comunale n. 288 del 20 dicembre 2007 relativa alla “Verifica della
quantità di aree destinate ad insediamenti per attività produttive industriali ed
artigianali da cedere in diritto di superficie nell’anno 2008 e determinazione
dei relativi corrispettivi”;

Che le risorse stanziate in bilancio tengono conto dei riflessi delle seguenti
deliberazioni:
1. Consiglio Comunale n. ……(prot. Dip. II 463060/12.12.2008)………..
avente per oggetto: “Determinazione delle aliquote da applicare sul valore
dei fabbricati, dei terreni agricoli e delle aree fabbricabili e delle ulteriori
detrazioni ai fini dell’Imposta Comunale sugli Immobili (ICI) per l’anno
2009”;
2. Consiglio Comunale n. …(prot. Dip. IX 72001/30.10.2008)………….
concernente “Aggiornamento del preventivo di spesa compreso nella
relazione finanziaria al secondo piano P.E.E.P. di cui alla legge 18 aprile

5
1962, n. 167, approvato con deliberazione della Giunta Regionale Lazio n.
7387 dell'1 dicembre 1987. Individuazione delle aree disponibili da
destinare all’edilizia residenziale pubblica. Anno 2009”;
3. Consiglio Comunale n. …(prot. R.G. n. 96971/19.12.2008)………………
concernente “Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267 concernente il
Testo Unico degli Enti Locali. Applicazione dell’art. 172 lett. E)
concernente la determinazione delle tariffe ed i tassi di copertura del costo
di gestione dei servizi pubblici a domanda individuale anno 2009”;
4. Giunta Comunale n. ……(prot. R.G. n. 96975/19.12.2008) ……………..
avente per oggetto: “Adozione dello schema di programma triennale dei
lavori pubblici 2009-2010-2011, ai sensi dell’art. 128 del D.Lgs. n.
163/2006 e sua pubblicazione nella sede centrale e nelle sedi decentrate
dell’Amministrazione Comunale”;
5. Consiglio Comunale n. ........(prot. Dip. II 463057/12.12.08) ……………
concernente “Modifiche al Regolamento I.C.I. approvato con delibera del
Consiglio Comunale n. 335 del 21 dicembre 1998 e successive
modificazioni ed integrazioni e ripubblicazione integrale dello stesso”;
6. Consiglio Comunale n. ………(prot. Dip. II n. 462953/12.12.2008) ..........
concernente “Regolamento per la definizione delle liti pendenti relative a
tributi comunali aboliti”;
7. Consiglio Comunale n.……(prot. Dip. II 463056/12.12.2008) ……….
concernente “Modifiche al Regolamento Generale delle Entrate adottato
con deliberazione del Consiglio Comunale n. 334 del 21.12.1998 e ss.mm.
e ripubblicazione integrale del regolamento stesso”;
8. Consiglio Comunale n.…(prot. Dip. XI 45190/24.12.2008) …………….
concernente “Modifiche al Regolamento per la ristorazione scolastica nella
forma autogestita ex deliberazioni Consiglio Comunale n. 198 e n. 391 del
1991”;
9. Consiglio Comunale n. ………(prot. Dip. VIII 89026/16.12.2008) …….
concernente “Modifiche ed integrazioni alla deliberazione Consiliare n. 100
del 12 aprile 2006 riguardante Il Regolamento Comunale recante le norme
in materia di esposizione della pubblicità e di pubbliche affissioni”;
10. Giunta Comunale n. ………….. (prot. Dip. II 24443 / 27.1.09) ……….
concernente: “Indirizzi e modalità di funzionamento dei servizi erogati per
via telematica dal Dipartimento II Politiche delle Entrate”;
11. Giunta Comunale n. ………….. (prot. Dip. II 24506 / 27.1.09) ……….
concernente: “Indirizzi per le attività di lotta dell’evasione fiscale e
tariffaria e di recupero dei crediti per il triennio 2009/2011”;
12. Consiglio Comunale n. ………(prot. R.G. 9846/9.02.2009) ………….
concernente: “Approvazione Regolamento atto a promuovere misure
economiche a sostegno della cittadinanza e delle piccole e medie imprese;
13. Consiglio Comunale n. …… Prot. Dip. XV 419 / 3.2.2009……………..
concernente “Determinazioni del Comune di Roma in ordine agli

6
argomenti iscritti all'ordine del giorno dell'Assemblea dei Soci di Risorse -
R.p.R. S.p.A. - Modifiche allo statuto sociale e ricapitalizzazione”;
14. Consiglio Comunale n. …… Prot. Dip. XV 459/9.2.2009………
concernente “Riordino organizzativo e societario del sistema Trasporto
Pubblico Locale del Comune di Roma”;
15. Consiglio Comunale n. …… Prot. Dip. XVII 9815/ 9.2.2009 concernente
“L’utilizzo del mercato elettronico da parte dei dirigenti
dell’amministrazione comunale. Aggiornamento dei criteri e delle
modalità organizzative per l’approvvigionamento di beni e servizi
mediante il MEPA, di cui alla deliberazione della Giunta Comunale
951/2004”;
16. Giunta Comunale n. …… Prot Dip V 5079/9.2.2009.concernente
“Determinazione della tariffa per l’inumazione e per la cremazione di
salma, resti mortali e parti anatomiche riconoscibili”;
17. Consiglio Comunale n. ……….prot Dip II 38525/9.2.2009 concernente
“Approvazione del Piano finanziario e determinazione delle misure della
Tariffa Rifiuti (Ta.Ri) per l’anno 2009 in applicazione dell’articolo 49 del
D.Lgls 5 febbraio 1997, n.22”;

Che, in relazione alle risorse come sopra previste, si è proceduto alla


definizione dei programmi e dei progetti, tenuto conto dei documenti
programmatici adottati dall’Amministrazione;

Che, ai sensi dell'art. 208 del codice della strada emanato con D.Lgs. 30 aprile
1992, n. 285, così come modificato dall’art. 10 della legge 19 ottobre 1998, n.
366, dall’art. 31, comma 17, della legge 23 dicembre 1998, n. 488, nonché
dall’art. 18 della legge 7 dicembre 1999, n. 472, è previsto l'obbligo di destinare
le quote dei proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie alle violazioni
previste dal Codice stesso alle finalità di cui ai commi 1 e 4 del medesimo articolo
e, pertanto, gli stanziamenti complessivi della spesa corrente per interventi
afferenti la circolazione stradale e viabilità risultano uguali alle entrate iscritte per
i titoli di cui sopra;

Che i costi 2009 per la raccolta e lo smaltimento rifiuti sono integralmente


coperti dalla relativa tariffa;

Che, al bilancio, giusta disposizione dell'art. 172 del citato Decreto


Legislativo n. 267/2000, oltre ai provvedimenti deliberativi dianzi citati, sono
allegati:
1) Il Rendiconto anno 2007 del Comune, deliberato dal Consiglio Comunale
con atto n 86 del 20/12/2008;
2) Le risultanze dei rendiconti dell'anno 2007 delle società partecipate e
controllate e delle istituzioni come di seguito specificato:
- A.C.E.A. S.p.A.;

7
- A.T.A.C. S.p.A.;
- Trambus S.p.A.;
- Met.Ro. S.p.A.;
- Roma metropolitane S.r.l.
- Risorse R.p.r. S.p.A.
- AMA S.p.A.;
- Le Assicurazioni di Roma ;
- Centro Agroalimentare S.c.p.a.;
- Fiera di Roma S.p.A.;
- Centrale del Latte S.p.A;
- G.E.M.M.A. S.p.A.;
- EUR S.p.A.;
- Zètema Progetto Cultura S.r.l.;
- Roma Entrate S.p.A.;
- Centro Ingrosso Fiori S.p.A. ;
- Roma Multiservizi S.p.A.;
- Aeroporti di Roma ADR S.p.A.;
- Agenzia comunale per le tossicodipendenze;
- Istituzione “Sistema delle Biblioteche e Centri Culturali”;
- Azienda Speciale Farmacap;
- Azienda Speciale Palaexpo;
- Agenzia Regionale per la Promozione Turistica del Lazio S.p.A.;
- ACEA ATO2 S.p.A;
- Servizi Azionista Roma – SAR;
3) il Programma triennale delle opere pubbliche 2009 – 2011;
4) la tabella relativa ai parametri di riscontro della situazione di deficitarietà
strutturale inserita nel rendiconto 2007;

Che per quanto riguarda le indennità agli amministratori comunali per il


triennio 2009 – 2011 , previste dalla Legge 3 agosto 1999, n. 265 nonchè dal
Decreto Ministeriale n. 119 del 4 aprile 2000 recepito con deliberazioni della
Giunta Comunale n. 879 del 1 agosto 2000 e del Consiglio Comunale n.147 del 5
agosto 2000, è stata prevista una riduzione del 10%, così come previsto dalla
legge 23 Dicembre 2005, n. 266 (legge finanziaria 2006);

Che in data …./…/……. il Dirigente della II e della XXII U.O. della


Ragioneria Generale. , ha espresso il parere che di seguito integralmente si
riporta: <<Ai sensi e per gli effetti dell’art. 49 del Decreto Legislativo 18 agosto

8
2000 n. 267, si esprime parere favorevole in ordine alla regolarità tecnica della
proposta di deliberazione di cui all’oggetto.

Il Dirigente
F.to D. Magini>>

Che in data …/…/…… il Ragioniere Generale ha espresso il parere che di


seguito integralmente si riporta: <<Ai sensi e per gli effetti dell’art. 49 del
Decreto Legislativo 18 agosto 2000 n. 267, si esprime parere favorevole in ordine
alla regolarità contabile della proposta di deliberazione di cui all’oggetto.

Il Ragioniere Generale
F.to M. Salvi>>

Che in data ..../.... /2009 il Collegio dei Revisori dei Conti ha espresso, ai
sensi dell’art. 133, comma 6, del Regolamento di Contabilità approvato dal
Consiglio Comunale con atto n. 4 del 24 .01.1996 e dall’art. 239, comma 1, del
Decreto Legislativo 18 agosto 2000 n. 267, parere favorevole sulla proposta di
bilancio, come da relazione prot. .................................., che forma parte
integrante, in allegato del presente provvedimento;

Che sul testo originario della proposta in esame, è stata svolta, da parte del
Segretario Generale, la funzione di assistenza giuridico - amministrativa ai sensi
dell’art. 97, comma 2, del T.U. delle leggi sull’ordinamento degli Enti Locali,
approvato con D.Lgs. 18 agosto 2000, n.267;

IL CONSIGLIO COMUNALE
delibera:

9
1) di approvare, secondo le risultanze di seguito riportate, il bilancio di
previsione 2009:

10
2) di approvare, secondo le risultanze di seguito riportate, il bilancio di
previsione di competenza per il triennio 2009– 2011:

11
3) di approvare i seguenti allegati al bilancio:
-Bilancio annuale 2009 (mod 02)
-Bilancio pluriennale 2009-2011 (mod 09)
-Relazione Previsionale e Programmatica 2009-2011;
-Piano degli Investimenti 2009-2011;
-Relazione tecnica 2009-2011;
-Elenco degli immobili da conferire per la costituzione di un Fondo
immobiliare il cui valore catastale è pari a 70 ml di euro;

12