Sei sulla pagina 1di 28

No 26

La rivista per i clienti del Gruppo SAUTER

Jerry Yudelson Intervista allesperto di Green Building Vision Center di SAUTER Una nuova categoria di software per il building management Il clima ideale per lo studio Impiantistica degli edifici intelligenti per futuri ingegneri Alta e intelligente La Tamkeen Tower di Riad

Godfather of Green Jerry Yudelson spiega quando un edificio davvero a impatto zero

Enviro nmen t & su staina bility

Laeroporto di Francoforte Laeroporto di fama internazionale punta su standard infrastrutturali

La vera interoperabilit Lintervista a Helmut Zirbs sui vantaggi di BACnet

10 Vision Center di SAUTER Una nuova categoria, per tutti i gruppi di utenti 12 Innovazione per il futuro Verso una casa unifamiliare, autonoma dal punto di vista energetico 14 Laria pulita che favorisce lo studio Il Politecnico di Clausthal trae il massimo vantaggio dalla regolazione della ventilazione che assicura lottimizzazione dei costi

Innovation

hlights SAUTER hig

16 Robert Koch-Institut Il nuovo laboratorio di alta sicurezza di Berlino necessita della massima precisione in materia di building management 18 Baku Crystal Hall La moderna area polifunzionale punta sul sistema di building automation di SAUTER 20 Sapere e potere Unimpiantistica degli edifici ben pensata per il nuovo edificio dellistituto superiore di ingegneria meccanica di Tolone 22 58 piani, 1 sistema SAUTER monitora il terzo edificio pi alto di Riad per garantirne la massima efficienza energetica 24 Un universo di sensazioni In cinque centri commerciali tedeschi, il Facility Management di SAUTER si assume la responsabilit di far sentire a proprio agio i visitatori 26 Indirizzi SAUTER

Care lettrici e cari lettori, Vendor-ID 80: dietro a questa denominazione anonima, si nasconde una storia di successo della quale andiamo molto fieri, perch racchiude in s tutti i risultati pi eccellenti che scaturiscono dal forte impegno profuso a favore di una tecnologia efficace.
Si tratta del codice di identificazione di SAUTER BACnet. Come produttore con il numero 80 degli oltre 600 esistenti, SAUTER entrata presto a far parte della schiera di supporter BACnet. E ne valsa la pena: utenti e fornitori hanno accolto positivamente la norma internazionale, che rappresenta unalternativa ben accetta al sistema proprietario e agli inutili diritti di licenza. Edifici moderni ed intelligenti dipendono dallo scambio di informazioni tra una moltitudine di sistemi informatici. Un esempio attuale il progetto della casa unifamiliare energeticamente autonoma, messo a punto da SAUTER insieme al partner Fronius. Grazie a microprocessori sempre pi potenti, lintelligenza di gestione e regolazione pu essere decentralizzata sempre di pi. Uno standard come il BACnet semplifica il collegamento di numerosi componenti ad un sistema per edifici efficiente. Ma a dirla tutta, un collegamento simile possibile proprio solo in virt di questo standard. Il responsabile del Facility Management dellaeroporto di Francoforte (Germania) ed un noto progettista che si occupa SAUTER Vision Center, il nostro nuovo software di building management, un esempio. Questo innovativo prodotto ci rende orgogliosi per due motivi fondamentali: da un lato, perch supporta sistematicamente lintera serie EY-modulo e di conseguenza la soluzione BACnet; dallaltro, perch SAUTER Vision Center apre prospettive del tutto nuove. infatti anche in grado di combinare, per la prima volta in un unico strumento, il building automation e la gestione energetica, Il vostro Bertram Schmitz, CEO Non per ultimo, grazie al nostro tempestivo impegno a favore di questo standard, SAUTER dispone oggi di una delle gamme pi complete di soluzioni BACnet. In questo modo, SAUTER in grado di coprire tutti i livelli di building automation. Vogliamo sfruttare il nostro ruolo guida per accelerare, anche in futuro, tutte le innovazioni necessarie. Esistono, quindi, tanti buoni motivi a favore di SAUTER e BACnet. Quale fornitore leader di soluzioni BACnet complete, sappiamo apprezzare i vantaggi di una tecnologia che rende possibili continui processi di cambiamento ed ottimizzazione. Limpegno lungimirante profuso dal produttore numero 80 offre quindi potenziali da cui sia voi sia noi possiamo trarre benefici, in linea con il nostro principio: impegno a favore degli spazi vitali del futuro. delle gare di appalto pubbliche per gli edifici confermano il grande vantaggio offerto dallo standard BACnet. In unintervista con SAUTER Facts, spiegano perch linteroperabilit sia cos importante e quali vantaggi possano derivarne nel lungo termine. I collegamenti efficienti che realizziamo con BACnet contribuiscono inoltre a migliorare continuamente lefficienza energetica degli edifici. Limportanza di questa tecnologia stata sottolineata anche da Jerry Yudelson esperto di Green Building, famoso a livello internazionale in occasione di una visita presso SAUTER. ottimizzando cos i costi ed i consumi sul lungo termine.

Se ledificio non rende quanto deve, non pu essere definito a impatto zero
Jerry Yudelson, il famoso esperto di Green Building, ha fatto visita al team gestionale di SAUTER per presentare le sue idee e le sue conoscenze. Durante lincontro, ha sottolineato come un controllo e una misurazione completa del rendimento degli edifici siano indispensabili per ridurne le emissioni di CO2 ad un livello sostenibile.

Di recente, la rivista Wired Lha soprannominata il Godfather of Green Building (il Padrino del Green Building). Come sta oggi il Suo pupillo? Negli ultimi dieci anni, il Green Building s sviluppato in misura esponenziale. Oggi, negli USA il 20% di tutte le nuove costruzioni rientra nella categoria Green Building, ma la strada da percorrere ancora lunga. Entro il 2020, il 95% di tutte le nuove costruzioni e il 75% di quelle esistenti dovr disporre della certificazione di sostenibilit. un compito enorme ma se riusciremo a superarlo, potremo sfruttare al massimo i vantaggi della bioedilizia del Green Building e dello sviluppo sostenibile. Secondo Lei, sarebbe utile introdurre una legge che stabilisce la necessit di una certificazione secondo gli standard del Green Building, come si sta pensando di fare in alcuni Paesi? Oppure ritiene che la certificazione facoltativa rappresenti un vantaggio maggiore? Oggi, la certificazione facoltativa funziona nel segmento superiore degli edifici appartenenti alla categoria Green Building. Leggi e prescrizioni in materia di edilizia dovrebbero,

per, porre maggiori requisiti al segmento inferiore. Tuttavia, mi darebbe molto fastidio se uninutile burocrazia ostacolasse limplementazione di innovazioni necessarie. Qualcuno una volta disse: Puoi tagliare il burro con una sega circolare. Funziona, non c dubbio, ma un lavoro inutile e impreciso. La burocrazia come la sega circolare. Ritiene che i numerosi sistemi di certificazione nati nel mondo siano una cosa positiva? Il detto Se son rose, fioriranno rende bene lidea. Sar il mercato a decidere quali sistemi hanno i meriti maggiori e saranno quindi mantenuti. In realt, i sistemi di valutazione del Green Building di tutto il mondo si assomigliano sempre di pi. Valutano le stesse caratteristiche ambientali, utilizzando gli stessi criteri che sono ovviamente adattati alle peculiarit locali. Nel Medio Oriente, per esempio, il consumo di acqua ha unimportanza decisamente maggiore rispetto a quella che pu avere in Europa o America settentrionale; e in questo caso, i sistemi di valutazione riflettono questa esigenza. Vorrei, per, aggiungere anche che il sistema LEED del Green Building Council statunitense il sistema leader a livello mondiale ed applicato in oltre 130 Paesi.

Ritiene che si stia andando verso una maggiore frammentazione nel settore o ci si dovr attendere, invece, un certo consolidamento? Nel lungo termine, sar il consolidamento a prevalere, ma nel frattempo naturale che i diversi sistemi siano in competizione tra loro. In generale preferiamo sistemi aperti, sensibili ai contributi degli utilizzatori e di altri gruppi di interesse, piuttosto che i sistemi chiusi di organizzazioni non governative o governi. In questi termini, il LEED chiaramente un sistema aperto, mentre linglese BREEAM un sistema chiuso. Una volta che ledificio stato certificato, cosa consiglia ai proprietari? La certificazione solo il primo passo, soprattutto per una nuova costruzione. La vera sfida assicurarsi che tutti i sistemi delledificio funzionino come previsto e che, per esempio, i sistemi di gestione degli edifici non siano troppo complessi per i gestori. per questo che, per la gestione degli edifici, si ricorrer sempre pi a sistemi di gestione energetica basati su soluzioni di cloud computing.

Quale ruolo ha, secondo Lei, il sistema di gestione degli edifici (BMS) nel Green Building? Luomo dotato di un solo cervello, ma di milioni di sensori. Il BMS il cervello, ma quello che conta davvero disporre di migliaia di sensori per poter individuare tutti i possibili problemi e ottenere una performance quasi ottimale, prima che questi compromettano significativamente la gestione delledificio. Dobbiamo centralizzare lintelligenza e decentralizzare i sensori. cos che funziona il nostro corpo da milioni di anni e dovrebbe servire da chiaro esempio di biomimetica nella gestione degli edifici.

Quali saranno le prossime pietre miliari nel settore del Green Building? Nei prossimi cinque anni assisteremo alla crescita pi significativa del business del Green Building, ma dovremo anche affrontare sfide importanti nella modernizzazione delle costruzioni esistenti. In molti Paesi, per il requisito della sostenibilit sar fondamentale integrare i sistemi a risparmio energetico con altri per la gestione dellacqua, in modo da farne un uso razionale.

ility Environment & sustainab

BACnet: Fraport si fida degli specialisti certificati


A colloquio con: Bernd Hanke, responsabile del sistema AFM, Airport Facility Management, IFM-F Fraport AG Frankfurt Airport Services Worldwide
Laeroporto di Francoforte uno degli scali pi importanti del mondo. Cosa Lha spinta a rinnovare il sistema di automazione degli edifici di questo importante snodo per il traffico aereo? Tecniche di automazione degli edifici moderne e innovative sono componenti essenziali per una gestione economica, ottimizzata e sostenibile di un edificio. Il nostro aeroporto in continua espansione e uno degli obiettivi primari della nostra politica fare in modo che la sosta dei passeggeri che vi transitano sia il pi piacevole e ottimale possibile. anche per questo motivo che modifichiamo, ampliamo e ottimizziamo la nostra infrastruttura. Con tutti questi cambiamenti, tecniche moderne e innovative e un ampliamento a zero emissioni occupano una posizione di rilievo. Data la particolare importanza che il concetto di automazione degli edifici assume in questo contesto, a ogni intervento viene verificata anche lottimizzazione o la sostituzione di questa tecnica. Un aeroporto di fama internazionale ha bisogno che anche le infrastrutture lo siano, per poter mantenere e potenziare la sua posizione di vertice. Quali obiettivi ha perseguito con questo ambizioso progetto di modernizzazione? Il nostro obiettivo realizzare uninfrastruttura moderna nei terminali, negli edifici di servizio e amministrativi attraverso la modernizzazione delle centrali tecniche e dellautomazione degli edifici. Vista la complessit e la sicurezza dellapprovvigionamento indispensabili per i nostri immobili, lautomazione degli edifici Quanto ha pesato laspetto dellinteroperabilit tra sistemi di provenienza diversa nel processo decisionale? Come ho gi spiegato, linteroperabilit tra sistemi di provenienza diversa ha giocato un ruolo fondamentale nel processo decisionale. La dipendenza da singoli produttori deve appartenere al passato. Nelle attivit di coQuali argomenti hanno convinto la Fraport AG a puntare su BACnet per la comunicazione dati? Nella ricerca di una comunicazione dati aperta adatta, abbiamo vagliato diversi protocolli. La nostra scelta caduta su BACnet perch si tratta di un protocollo di comunicazione dati interoperabile unico e standardizzato, che per questo soddisfa le esigenze di Fraport. Insieme ai partner con cui abbiamo collaborato, abbiamo personalizzato questo protocollo strutturandolo, tramite un software di controllo, in modo da renderlo riproducibile. I nostri partner hanno, cos, potuto installare un sistema unitario e compatibile nei nostri immobili. assume una importanza particolare; allo stesso tempo, definendone standard e requisiti, intendiamo stimolare una vera e propria competizione tra i produttori. La necessit di sviluppare continuamente i nostri immobili, che si estendono su una superficie lorda di circa 2,4 milioni di metri quadrati, fa s che abbiamo un bisogno continuo di ottimizzazioni e novit nella tecnica di regolazione. La creazione dei presupposti per una concorrenza vera e libera da ogni tipo di dipendenza completa i nostri obiettivi. Quali sono state, secondo Lei, le sfide maggiori in questo progetto e come le avete superate? Una sfida importante stata fare in modo che un cambiamento di cos ampia portata fosse accettato sia allinterno, sia al di fuori di Fraport e acquisire allo stesso tempo i partner necessari per raggiungere questo obiettivo. Per fortuna ci siamo riusciti. Prima di potere vedere un utile, tutte le parti interessate hanno dovuto operare investimenti elevati per un lungo periodo di tempo e questo non viene sempre capito da tutti. La rinuncia ai tradizionali sistemi proprietari e la relativa opposizione iniziale dei produttori erano gi di per s una grossa sfida. Insieme ai nostri partner attuali, abbiamo fatto fronte al lungo periodo di magra con successo, superando quasi tutte le difficolt. Vorrei quindi dire grazie a tutte le parti coinvolte. Solo tenendo fede alle proprie convinzioni e allidea di essere sulla strada giusta con BACnet, stato possibile ottenere questo risultato. struzione dellaeroporto di Francoforte e nelle risorse disponibili, deve essere possibile attuare un processo di cambiamento indipendente dai produttori, anche allinterno di uno stesso edificio. Questo aspetto un ulteriore stimolo alla competizione. Ai nostri uffici di progettazione si chiede di supportare questo processo e, contemporaneamente, creare i presupposti necessari attraverso progetti adeguati.

Envir onme nt & su stainabi lity

Nella fase di progettazione, a cosa dovrebbe dare valore un committente che prende in considerazione una soluzione di automazione degli edifici con BACnet? Secondo me, sono soprattutto due gli elementi fondamentali da considerare. La scelta di un ufficio di progettazione indipendente esperto nel sistema BACnet gi di per s determinante per poter porre le giuste basi per limpianto di automazione degli edifici. La competenza nella progettazione, lapplicazione orientata al cliente e la prescrizione degli elementi necessari dello standard BACnet (non tutto quello che offre lo standard deve essere per forza

utilizzato) influiscono considerevolmente sui costi e la qualit. Con una gara dappalto e di progettazione neutrale rispetto al prodotto e al produttore, si assicura poi una vera concorrenza. Un altro elemento essenziale lesatta individuazione delle esigenze del cliente e la qualit dei dati della documentazione eventualmente da consegnare. Pi le richieste del cliente sono state individuate al meglio, pi possibile tenerle in considerazione nella progettazione. Una consulenza ottimale per il cliente, unita a una verifica permanente delle esigenze del cliente stesso allinterno delle singole

fasi prestazionali, aumentano la qualit della progettazione e del prodotto finale, senza dimenticare la soddisfazione del cliente. Se si devono assegnare pi progetti, si consiglia di stilare un capitolato di fornitura per assicurarsi che la qualit della progettazione sia costante, nonostante si utilizzino diversi uffici di progettazione. Nel frattempo, esiste un certo numero di direttive di progettazione per impianti di automazione di edifici, per esempio quelle dellAMEV, che possono essere utilizzate.

Foto: Fraport AG

Quando linteroperabilit funziona!


Se la si affronta correttamente, linteroperabilit molto pi di uno slogan utilizzato nel marketing. Durante lintervista, ling. Helmut Zirbs espone le sue idee e racconta tutte le esperienze raccolte come progettista specializzato in sistemi di building automation che gli hanno permesso di mettere in pratica con successo il concetto di interoperabilit.
Foto: R.Schuster

Cosa distingue il sistema BACnet dagli altri protocolli di comunicazione dati? BACnet stato sviluppato appositamente per essere utilizzato nei sistemi di building automation e non dipende da tecnologie o produttori specifici. I servizi per la comunicazione sono standardizzati. BACnet supportato da molti produttori e fornitori, pu utilizzare i mezzi di trasporto pi diversi e viene ampliato continuamente. Tra i proprietari degli edifici, il tema dellinteroperabilit suscita molto scetticismo, soprattutto per quel che riguarda i risultati. Cosa pu dire per sfatare questa credenza? Numerosi progetti BACnet gi realizzati documentano che una progettazione accurata e il rispetto delle norme e le prescrizioni garantiscono linteroperabilit. Per assicurare linteroperabilit, nello standard BACnet sono stati sviluppati moduli speciali che definiscono quali servizi e i processi necessario supportare per soddisfare determinati requisiti. Per ogni apparecchio BACnet esiste un Protocol Implementation Conformance Statement, il cosiddetto PICS, che definisce i moduli e gli ambiti di interoperabilit specifici dellapparecchio.

In qualit di esperto esterno, Lei come verifica e valuta linteroperabilit nei sistemi di building automation che utilizzano BACnet? Da una parte possibile verificare gli ambiti e i moduli di interoperabilit disponibili sotto forma di singoli PICS. Dallaltra, assolutamente sensato utilizzare solo componenti o apparecchi dotati di logo BTL, ogni volta che sia possibile. In questo modo, possibile verificare e certificare la conformit dellapparecchio BACnet allo standard da parte di un laboratorio di prova accreditato. In Internet, il BACnet Interest Group Europe gestisce un elenco aggiornato di tutti i componenti e gli apparecchi certificati, dove possibile visualizzare anche i rispettivi certificati. Esistono progetti con caratteristiche oppure obiettivi che li rendono particolarmente adatti allutilizzo di BACnet? A partire da un determinato ordine di grandezza, praticamente tutti i progetti sono adatti per lutilizzo di BACnet. Questo risulta evidente dal fatto che alcuni produttori utilizzano gi BACnet come protocollo standard; in pi, alcuni protocolli proprietari sono stati sostituiti da BACnet. Sono soprattutto i progetti strutturati in pi fasi di costruzione a essere particolarmente adatti per lutilizzo di BACnet perch, nelle sin-

gole fasi di realizzazione, si ricorre a prodotti diversi forniti da produttori diversi. Cosa rende BACnet, come standard di comunicazione aperto, la scelta giusta per gli edifici pubblici? Proprio nel settore degli edifici pubblici, spesso gli immobili sono suddivisi in pi parti di costruzione e nellambito di rinnovamenti dei sistemi, si pu procedere solo per elemento costruttivo o per immobile. In questi casi, un protocollo di comunicazione standardizzato, normalizzato e indipendente dal produttore si rivela particolarmente utile. Utilizzando BACnet , inoltre, possibile realizzare anche sistemi di gestione sovraordinati e universali, senza dover dipendere da un produttore specifico.

bility staina su ent & nvironm E


8

Pensando al futuro, in che direzione si svilupper BACnet secondo Lei e quale evoluzione Le piacerebbe vedere? Credo che BACnet si evolver sempre pi, fino a diventare il protocollo per eccellenza quando si parla di una comunicazione aperta, standardizzata e neutrale rispetto al produttore. Mi aspetto anche che aumenti lapplicazione di BACnet, non solo a livello di gestione e automazione ma anche nei sistemi di building automation.

Sarebbe bello che si evolvesse secondo la filosofia plug & play.


Attualmente, limpiego di BACnet presuppone una buona dose di competenza tecnica ed esperienza. La frase sistema di building automation con comunicazione BACnet non sufficiente per definire un sistema BACnet. Per questo, secondo me necessario fare passi avanti in termini di formazione e aggiornamento. Gi in fase di progettazione, indispensabile posare basi solide per raggiungere un risultato ottimale per tutte le figure coinvolte nel progetto, e in particolare per il committente.

ion Innovat

Vision Center di SAUTER: una categoria a s


SAUTER Vision Center crea una nuova formula relativa al software di gestione dedicato agli edifici. Questo portale per la supervisione ed il monitoraggio rappresenta un fondamentale anello di congiunzione tra diversi gruppi di utenti: dal gestore delledificio al facility manager, dallenergy manager al responsabile della sostenibilit.

Vista 3D dellimpianto

Lista dei valori e degli stati correnti di oggetti BACnet

Il nuovo Vision Center di SAUTER crea collegamenti innovativi, offrendo una risposta sicura e pronta alle future richieste del mercato per tutte le complesse esigenze inerenti all gestione degli edifici. Per esempio, il Vision Center di SAUTER collega, per la prima volta, tutti i livelli dellautomazione dalle singole stazioni al complesso distribuito degli edifici in un comune sistema di gestione facile da usare. Questa soluzione combina inoltre, in modo innovativo, le classiche funzioni di BMS a strumenti allavanguardia per una gestione efficace dellenergia. Senza dimenticare che il Vision Center di SAUTER integra processi e visualizzazioni specifiche dellazienda in un portale moderno e personalizzabile con un minimo sforzo. Accesso semplice e completo a tutti i livelli dellautomazione SAUTER Vision Center, insieme a moduWeb e moduWeb Vision, amplia la collaudata famiglia di prodotti SAUTER EY-modulo. stata posta particolare attenzione al fatto che sistemi indipendenti potessero essere uniti senza

difficolt in un unico prodotto e questa la filosofia che si riscontra ad ogni livello. Ora gli utenti possono passare da un livello di automazione ad un altro con semplicit evitando cos errori durante luso e riducendo i costi di apprendimento. Inoltre, i settaggi fatti con moduWeb e moduWeb Vision possono essere importati facilmente in SAUTER Vision Center. Il Vision Center di SAUTER consolida, ovviamente, i dati e le opzioni di accesso di ciascun livello. Come soluzione aperta compatibile con BACnet, questo software consente di collegare componenti e sistemi di diversa origine e generazione. In caso di edifici complessi o distribuiti, i responsabili fruiscono quindi di una supervisione globale e possono agire direttamente a tutti i livelli. Gestione dellenergia e degli edifici per la prima volta in un unico prodotto Il Vision Center di SAUTER unisce per la prima volta la funzionalit di un completo sistema di gestione SCADA ad un modulo di gestione dellenergia, in ununica interfaccia utente. Lo

stretto collegamento di entrambe le applicazioni apre nuove possibilit nel dimostrare e attestare lefficienza energetica, supportando per esempio i clienti nella certificazione di costruzioni sostenibili. Il Vision Center di SAUTER non accetta compromessi in termini di prestazioni, anzi. La funzionalit e la facilit duso di entrambi i settori di funzionamento offrono molte novit e semplificazioni. Mantenere la flessibilit con moduli e documenti Larchitettura modulare del software consente di adattarlo al meglio alle esigenze ed al budget personale dei clienti. Il modulo base contiene tutte le funzionalit della gestione operativa delledificio: in unimpostazione personale, con pochi click del mouse possibile configurare allarmi, statistiche, elenchi di indirizzi, grafici, programmazioni orarie ed elementi di navigazione.

10

Visio Vision Center sio io o

SAUTER AU ER AUTE UTE

Grafici settimanali

Il modulo di gestione energetica mostra gi oggi come componenti aggiuntivi specifici integrino il Vision Center di SAUTER, aprendo nuovi settori applicativi. Il sistema aggrega, infatti, i valori di punti dati qualsiasi e offre molte funzioni utili per il calcolo, lanalisi e la rappresentazione dei consumi energetici. Una centrale gestionale mobile Gli apparecchi mobili diventano sempre pi importanti perch consentono una

La massima sicurezza dei dati e dellaccesso sono garantite in ogni caso. Facile da usare e personalizzare Un tecnico necessita di informazioni diverse rispetto ad un esperto di sostenibilit. Con SAUTER Vision Center tutti gli utenti possono comporre insieme le loro diverse necessit personalizzandole con pochi click del mouse. Con Vision Center possono essere creati e configurati in pochi semplici passaggi sia processi specifici dellazienda che visualizzazioni dinamiche degli impianti e degli edifici. Anche i sommari ed i men standard a disposizione degli utenti possono essere inizializzati facilmente o perfino importati, per la maggior parte dei casi, direttamente dallo strumento di engineering CASE Vision. Sempre allavanguardia e vantaggioso nel lungo periodo Solo avendo un quadro attuale e completo possibile trarre le giuste conclusioni. Una gestione completa degli edifici con il Vision Center di SAUTER apre nuove strade, per

aumentare il rendimento energetico a tutti i livelli e ridurre cos i costi. Si pu migliorare in modo mirato e sostenibile, infatti, soltanto quello che si capisce davvero.

gestione istantanea e puntuale degli edifici, indipendentemente dal luogo in cui ci si trova. Con il Vision Center di SAUTER, in qualsiasi posto essi si trovino, gli utenti accedono ad informazioni personalizzate indipendentemente dalle sorgenti. La moderna interfaccia utente si gestisce comodamente anche con dispositivi mobili. Il Vision Center di SAUTER completamente basato sul web e pu girare su qualsiasi browser senza estensioni supplementari. La soluzione si integra senza problemi in ambienti IT preesistenti e pu funzionare come service sia su un proprio server, sia in un sistema cloud.

Panoramica completa del Vision Center di SAUTER Consente di accedere a tutti i livelli di automazione e consolida i dati Integra senza difficolt la gestione degli edifici e dellenergia Rappresenta la soluzione ideale per topologie eterogenee e complesse Si integra senza problemi nella famiglia di prodotti EY-modulo SAUTER basato sul web e ottimizzato per luso con dispositivi mobili un sistema facile, coerente e preciso da utilizzare facile da personalizzare e strutturare in modo modulare Funziona su un proprio server o in un sistema cloud

11

Innov ation

La casa unifamiliare del futuro: autonomia energetica grazie ad una partnership tecnologica
Insieme alla Fronius International GmbH, SAUTER ha messo a punto un sistema in grado di coprire con energia fotovoltaica una quota pari quasi al 100% dellenergia consumata dalle case unifamiliari. Finora, a causa della scarsa sincronizzazione tra produzione e consumo, questa quota ammonta in media solo al 30%.

Grazie ad un sistema innovativo che prevede la combinazione tra la cella energetica di Fronius e la tecnica di regolazione di SAUTER, in futuro i proprietari di case potranno beneficiare di un approvvigionamento di corrente elettrica e calore del tutto autonomo. Aspetto centrale di questa innovativa soluzione il connubio tra accumulo di energia elettrica prodotta mediante limpianto fotovoltaico e la regolazione di tutti i flussi energetici, commisurata alle esigenze dellabitazione. In questo modo, lenergia non viene solo prodotta autonomamente come avviene oggi, ma anche accumulata in base alle proprie necessit. Sfruttando anche il calore residuo che si crea per la preparazione di acqua calda, lefficienza dellimpianto aumenta notevolmente. Lunione fa la forza: gruppi di accumulo a breve e lungo termine Durante la giornata, quando lirradiazione solare sufficiente, gli apparecchi che consumano energia vengono alimentati direttamente dallinverter fotovoltaico. Nel farlo, eventuali eccedenze di corrente elettrica vengono sfruttate in modi diversi: innanzitutto vengono caricati i gruppi di accumulo a breve termine che nelle ore serali e notturne rilasciano lenergia necessaria. Inoltre, soprattutto nei mesi estivi, gli eccessi di corrente elettrica vanno ad alimentare un elettrolizzatore presente nella cella energetica di Fronius, che utilizza questi eccessi per produrre idrogeno, immagazzinandolo poi nel gruppo di accumulo a lungo termine. SAUTER: massimo controllo su tutti i flussi energetici Specialmente nei mesi invernali, lidrogeno viene riconvertito in corrente elettrica attraverso la cella a combustibile della cella energetica di Fronius. Questa corrente viene poi utilizzata per il fabbisogno energetico della casa. Allo stesso tempo, il calore residuo che si crea viene sfruttato per la preparazione di acqua calda destinata agli impianti sanitari ed al riscaldamento.

Per fare in modo che la regolazione sia commisurata alle esigenze dei flussi elettrici e termici viene impiegato il regolatore energetico di SAUTER (SEC) che permette alla casa del futuro di approvvigionarsi di energia in modo del tutto autonomo, sfruttando il fotovoltaico. Per raggiungere unefficienza energetica ottimale allinterno delledificio, il SEC controlla simultaneamente tutti i flussi energetici che si vengono a formare, convogliandoli nei punti della casa in cui sono necessari. Questo regolatore di energia di SAUTER si basa su un sistema EY-modulo 5, che rileva autonomamente il fabbisogno di calore e corrente elettrica allinterno delledificio, consentendone un approvvigionamento consono alle esigenze.

Consumo diretto dellenergia elettrica prodotta Conversione dellenergia elettrica in idrogeno per un uso successivo Riconversione dellidrogeno in corrente elettrica quando necessario

1 2 3 4

Impianto fotovoltaico Cella energetica di Fronius Serbatoio idrogeno Inverter

12

La soluzione perfetta per le applicazioni future Le strategie di regolazione sviluppate da SAUTER per ottimizzare il consumo privato della resa solare sono in grado di soddisfare la tendenza, sempre pi diffusa, verso un maggior grado di autonomia delle case. Grazie alla possibilit di collegare il SEC alla futura rete elettrica intelligente (smart grid), la gamma di applicazioni accessibili si estende. Le borse elettriche private e la smart distribution sono solo due esempi. Attualmente, questo innovativo progetto viene attuato per la prima volta in una sede di Fronius in Austria. Questa prova pratica mostra che sfruttando un sistema fotovoltaico decentralizzato possibile ottenere

lautonomia di corrente elettrica e di calore necessaria a coprire lintero fabbisogno energetico annuale di una casa. Impianti decentralizzati: un importante elemento per lapprovvigionamento energetico futuro Mentre in passato la produzione di energia elettrica veniva adeguata alle esigenze della rete, azionando e disattivando le centrali elettriche, oggi la gestione del consumo locale di energia acquisisce sempre pi importanza a seguito dellaumento degli impianti fotovoltaici ed eolici decentralizzati. Senza questi impianti, in futuro, non sar pi possibile garantire un approvvigionamento energetico efficiente. La casa unifamiliare del futuro, energeticamente autonoma, sar per5

3 1

fettamente in grado di affrontare questa nuova evoluzione. Gestiti dal regolatore energetico di SAUTER, i gruppi di accumulo decentralizzati non svolgeranno solo la funzione di sistemi di backup dellenergia fotovoltaica, ma potranno essere utilizzati anche con la smart grid per lac-

cumulo temporaneo dellenergia di rete in caso di carichi di rete ridotti.


1 2 3

(((

((

(((

((

(((

((

( ((

((

((( ((

((

(((

( ((

(((

((

((

((

((

((

(((

((

(((

((

((

(((

((

(((

((
10

((

((

((

((

((

Rete elettrica pubblica Smart meter Apparecchi che consumano energia Generatore FV Inverter FV Regolatore denergia SAUTER Termoaccumulo Cella energetica di Fronius Serbatoio idrogeno 1200 kWh (gruppo daccumulo a lungo termine) Batteria 10 kWh (gruppo daccumulo a breve termine)

((

((

4 5 6 7 8 9 10

13

Regolazione dellimpianto di ventilazione e ottimizzazione dei costi nelle aule del politecnico di Clausthal
Se si vuole risparmiare sulle spese, non si dovrebbe spendere pi del necessario. Il mercato offre programmi di risparmio soggetti a licenza, ma lapplicazione coerente di strategie di regolazione consolidate per una ventilazione adeguata alle necessit consente di ridurre le spese, risparmiando anche sui costi di licenza.

Il risparmio delle risorse energetiche e lottimizzazione dei costi desercizio sono gli aspetti chiave di un moderno sistema di gestione degli edifici.

Complessivamente, sono circa 17000 i punti dati collegati al bus di sistema. Al termine di discussioni congiunte, come progetto pilota si deciso di

Spinta dallamministrazione tecnica del politecnico di Clausthal, SAUTER ha sviluppato un sistema di regolazione della ventilazione che assicura lottimizzazione dei consumi.

equipaggiare unaula con un sistema di regolazione della ventilazione adeguato alle necessit che assicura lottimizzazione dei costi. Il sistema di regolazione impiegato assicura che, in funzione delluso

Sono soprattutto gli impianti di ventilazione delle numerose aule delluniversit a rappresentare un elevato potenziale di risparmio. Spesso, la particolarit delle grandi aule e il diverso uso che se ne fa costituiscono una grande sfida per il sistema di regolazione utilizzato.

fatto di volta in volta, sia condizionata e trasportata solo la quantit daria necessaria per assicurare una buona qualit dellaria stessa e una temperatura ambiente gradevole. Grazie alla notevole diminuzione del numero di giri del ventilatore

SAUTER da molti anni partner del politecnico di Clausthal e ha dotato circa 50 edifici del campus universitario di un sistema di automazione.

dellaria di alimentazione e alla riduzione del tempo di funzionamento del ventilatore estrattore, stato possibile ottenere un risparmio nel solo

Innovation

consumo di energia elettrica dellimpianto superiore al 50%. A questo vanno poi aggiunti i risparmi nei costi di condizionamento dellaria. Il risultato ottenuto ha convinto il politecnico di Clausthal: sono gi previsti, infatti, altri tre sistemi di regolazione della ventilazione per le aule. Ottimizzazione: valore aggiunto o compreso? I significativi risparmi nei costi desercizio e la mancanza di ulteriori costi di licenza documentano che lottimizzazione commisurata alle necessit e ottimizzata nei costi offerta da SAUTER presenta vantaggi considerevoli, rispetto ai programmi speciali soggetti a licenza! Negli impianti di condizionamento, il potenziale di risparmio energetico, ottenuto dalla chiara diminuzione della potenza frigorifera necessaria, dovrebbe essere ancora maggiore.

Con SAUTER: massima sicurezza nel laboratorio S4


In Germania, il Robert Koch-Institut la principale istituzione che si occupa della prevenzione delle malattie infettive. A Berlino, sta nascendo un nuovo edificio destinato a diversi laboratori, tra cui un laboratorio di alta sicurezza (S4), necessario per le attivit di ricerca incentrate su determinati agenti patogeni, come il virus Ebola e il virus Lassa. Il grado 4 richiede losservanza di precise direttive per quanto riguarda lermeticit e la regolazione della pressione allinterno dei locali. Per il building management del tratto dedicato al nuovo laboratorio S4 del Robert Koch-Institut (RKI) a Berlino stato, quindi, necessario mettere a punto un progetto pensato nei minimi dettagli. Per garantire, infatti, che laria contaminata dei locali non esca allesterno, la reazione dei regolatori della portata volumetrica e della pressione presente allinterno dei locali stessi deve essere particolarmente precisa e veloce. Lesperto di building management SAUTER stato incaricato di occuparsi di questo progetto. In passato, lazienda ha gi dotato dei suoi sistemi tutti gli altri laboratori S4, distribuiti in tutta la Germania.

In tutto il mondo esistono 34 laboratori di massima sicurezza, 3 dei quali si trovano in Germania, un quarto attualmente in fase di realizzazione. Dal mese di agosto del 2011, nellarea del Robert Koch-Institut di Berlino, allestito un edificio dotato di circa 250 locali a regolazione pneumatica. Di questi, circa la met sono laboratori S2. I locali dei laboratori comprendono anche zone di filtro, che secondo le direttive servono per laccesso ai locali. Queste zone di passaggio funzionano secondo il principio di un gradiente di pressione, che impedisce la diffusione dellaria contaminata presente nel laboratorio alla zona circostante. Anche nei locali stessi dei laboratori, gli elevati requisiti di sicurezza vengono soddisfatti mediante una speciale soluzione che sfrutta i livelli di pressione. Gestione di 13000 punti di rilevamento La tecnologia di SAUTER entra in gioco per lautomazione complessa degli edifici e degli ambienti. Nellambito della building automation, lintero sistema tecnologico per il riscaldamento, laerazione e la climatizzazione viene regolato e gestito dalle stazioni di automazione BACnet della serie EY-modulo 5. A livello di automazione degli ambienti, invece, i sistemi dei locali laboratori sono regolati e gestiti tramite SAUTER ecos 2. Per questo, sono impiegati regolatori che integrano tutte le funzioni dellambiente in un unico apparecchio. Tra queste funzioni rientrano i sistemi di riscaldamento e rinfrescamento, lilluminazione e le tapparelle. I dati aggiornati sullambiente riguardanti la temperatura, lumidit, la qualit dellaria, la presenza di persone o lintensit luminosa sono trasmessi attraverso dei sensori, che sono collegati direttamente ai regolatori, cos come gli attuatori necessari. Lintegrazione delle tapparelle e delle lampade avviene tramite protocolli di bus di campo aperto. Il software di monitoraggio visualizza tutte le informazioni in modo

chiaro e strutturato. Cos, 100 stazioni dautomazione registrano quasi 13000 punti di rilevamento. Mediante il sistema di monitoraggio possibile tenere traccia in qualsiasi momento degli avvenimenti e degli accessi degli utenti. Nel sistema di building management, lintegrazione aperta degli ambienti consente di trasmettere i dati in modo completo, rapido e sicuro. Le funzioni di automazione possono essere facilmente regolate a seconda delle singole esigenze. Il cliente dispone di una funzione calendario che gli consente di programmare le diverse funzioni degli ambienti in base al giorno, alla settimana o al mese, spiega Matthias Breternitz, responsabile di progetto in SAUTER. Questo permette, per esempio, di abbassare la temperatura dopo le 22.00 o spegnere lintero funzionamento durante il sabato. Inoltre, possibile impostare la modalit diurna o notturna. Misurazione della pressione: precisione fino a 1 Pa Per impedire la dispersione dellaria contaminata, laria in ingresso e quella di scarico sono regolate mediante la portata volumetrica. Per questo, viene impiegato un regolatore pneumatico, che combinato ad un motore pneumatico veloce, riesce a mantenere senza problemi la velocit di regime prescritta. Con una coppia di 10 Nm, il motore adatto anche a cassette di portata volumetrica di grandi dimensioni. Un sensore di pressione differenziale integrato nel regolatore della pressione ambiente raggiunge una precisione di misurazione fino a 1 Pa, anche nel caso si verifichino pressioni differenziali minime. E questo rappresenta un fattore decisivo, per esempio, per labbassamento notturno con portate volumetriche minime. Leventuale verificarsi di guasti alla regolazione dellaria di

16

scarico viene comunicato automaticamente con segnali visivi e acustici. Inoltre, viene impiegato un ulteriore trasduttore elettronico della pressione differenziale per il monitoraggio indipendente della pressione ambiente. Questo trasduttore rileva la pressione positiva e negativa nellintervallo compreso fino a 150 Pa. Mediante un software speciale, lintervallo di misurazione desiderato pu essere personalizzato e visualizzato su un display. Tra le disposizioni sulla sicurezza rivolte ai laboratori S4 rientra anche la possibilit di chiudere in modo ermetico i locali, per poter effettuare una disinfezione. In questo caso, lintero laboratorio viene sottoposto a fumigazione. questo il motivo per cui stato necessario assicurarsi in anticipo che i componenti dei sistemi dautomazione degli ambienti fossero in grado di resistere a questi processi di pulizia senza riportare danni. Sono stati, quindi, effettuati preventivamente diversi test di fumigazione, che i regolatori e le stazioni sono riusciti a superare senza problemi. Oltre ad unautomazione per laboratori affidabile, anche lefficienza energetica ha svolto un ruolo centrale prima dellinstallazione del sistema dautomazione. Per lRKI stato, quindi, installato anche un serbatoio per il ghiaccio che sfrutta le temperature notturne esterne e accumula il freddo nellacqua per pi ore, finch non necessario lutilizzo in laboratorio per raffreddare. Il Robert Koch-Institut (RKI) stato fondato nel 1891 a Berlino ed la principale istituzione del governo federale tedesco per il controllo e la prevenzione di malattie. Inoltre, svolge unattivit di ricerca biomedica, incentrata su applicazioni e misurazioni. Le attivit principali dellRKI sono lindividuazione, la prevenzione e la lotta alle malattie, in particolar modo quelle infettive. Listituto offre anche consulenza ai ministeri federali tedeschi competenti e partecipa attivamente allo sviluppo di norme e standard. Infine, fornisce anche informazioni e consulenza agli addetti del settore.

hts highlig AUTER S


17

SA UT ER

hig hlig hts

In un cristallo, gli atomi o le molecole non sono disposti a caso, ma in modo regolare in un reticolo. Anche nella Crystal Hall di Baku, niente stato lasciato al caso, perch mentre alcuni cristalli impiegano molti anni per formarsi, questa impressionante arena nella capitale dellAzerbaigian doveva essere pronta in sette mesi, per ospitare il primo grande evento internazionale. Tutto esaurito alla prima Baku un importante porto sul mar Caspio ed quindi sembrato pi che logico realizzare la rappresentativa Crystal Hall direttamente sul porto della capitale. Quando nel maggio del 2012 artisti provenienti da 42 Paesi si contendevano la vittoria allEurovision Song Contest, niente Andres Putting (EBU) faceva ricordare che solo nellagosto dellanno precedente questa costruzione esisteva solo sulla carta. Tuttavia, la struttura ha superato brillantemente il debutto sul palcoscenico internazionale davanti a 100 milioni di telespettatori. Come da programma, in futuro ospiter altre manifestazioni sportive e culturali: tra le star gi annunciate, figurano nomi del calibro di Jennifer Lopez e Shakira.

18 Andres Putting (EBU)

Il diamante di Baku
La moderna arena polifunzionale sul mar Caspio stata costruita a tempo di record, ma senza risparmiare su carisma e raffinatezza.

Un gruppo di star dietro le quinte Che questa nuova struttura polifunzionale sia diventata, in cos breve tempo, il manifesto di una nazione petrolifera in crescita, merito anche della attenta collaborazione di un gruppo di progettazione esperto. Sotto la responsabilit del gruppo austriaco ALPINE, in alcuni momenti, nel cantiere pi famoso di Baku, hanno lavorato fino a 500 tecnici specializzati per rendere possibile linaugurazione della struttura in quella data cos importante.

Ottimizzata per tutti i rami dellintrattenimento Oltre alla preparazione della bozza progettuale, SAUTER aveva anche la responsabilit di consegnare per tempo lintera gestione centralizzata degli impianti tecnici degli edifici. Oltre a criteri tecnici, per lassegnazione era quindi fondamentale che fosse disponibile sul posto anche un numero sufficiente di operai specializzati, con esperienza locale. La Crystal Hall di Baku impiega il sistema

Un racconto breve a lieto fine Che le condizioni quadro di questo progetto avrebbero chiesto molto a tutte le parti coinvolte era chiaro fin dallinizio. Il compito rappresentava una sfida entusiasmante sia per la grande fretta, sia per laspetto della polifunzionalit della costruzione come arena sportiva e culturale. Tuttavia, la pluriennale esperienza di SAUTER proprio in questi settori e la conoscenza delle condizioni locali hanno reso possibile portare a termine il progetto, nei tempi richiesti e con la soddisfazione massima del cliente.

Considerata la grande esperienza in innovativi sistemi di automazione per edifici e le referenze positive ottenute per i progetti portati a termine con successo in Azerbaigian, SAUTER stata incaricata di installare un sistema di gestione per gli edifici.

di automazione per gli edifici di SAUTER. Il sistema controlla circa 1800 punti dati e, grazie a oltre 62 stazioni di automazione, regola tutti gli impianti di riscaldamento e raffreddamento delledificio, i sistemi di evacuazione dellaria, gli impianti a cortina daria calda, quelli dellacqua calda sanitaria, le serrande tagliafuoco e tagliafumo e le prese daria dello stadio e della ventilazione a tetto. Tramite una connessione BACnet, il sistema controlla anche limpianto di condizionamento con sistema VRF del padiglione. Il sistema di gestione degli edifici di SAUTER consente di utilizzare questa costruzione polifunzionale per le manifestazioni pi diverse, ottimizzando costantemente il bilancio energetico.

Andres Putting (EBU)

AllInstitut Suprieur de Mcanique de Paris (in breve, Supmca) si d molta importanza al legame tra teoria e pratica. Listituto superiore di ingegneria meccanica offre ai suoi studenti una formazione sia scientifica sia applicata. Anche per la dotazione tecnica dei suoi edifici punta, di conseguenza, ad un equilibrio intelligente tra competenza ed abilit pratiche. Investimento nel futuro della sede Nelle due sedi di Parigi ed in quella di Tolone (Francia meridionale), il Supmca offre a circa 600 studenti una formazione ingegneristica nei campi dellimpiantistica dei sistemi, del trasporto e della produzione. Per la citt e per leconomia locale, il campus di Tolone una risorsa importante in grado di attirare molti talenti e formare una forza lavoro valida. Per consolidare ulteriormente la sua importanza, la regione ha progettato un nuovo edificio nellarea del Supmca. Entro la fine del 2012, su una superficie di 5133 m sorger, infatti,
2

Un clima mediterraneo ideale per lapprendimento Il nuovo edificio poggia su un terreno in discesa in modo da trarre il massimo beneficio dallinerzia termica del suolo. Una facciata in vetro consente alla luce naturale di penetrare abbondantemente allinterno. Il tetto verde si fonde senza soluzione di continuit con la vegetazione circostante ed offre un panorama incantevole. Linteressante architettura e leccezionale clima del Sud della Francia rappresentano sicuramente uno stimolo per gli studenti. Ma unatmosfera di apprendimento e lavoro piacevole dipende anche da altri fattori, in particolar modo dalla concentrazione di CO2 nellaria dei locali interni: se elevata, pu compromettere la capacit di concentrazione e apprendimento. Conciliare potenziale e rendimento Per la realizzazione del nuovo edificio, era quindi fondamentale scegliere tra tutte le soluzioni per la gestione del clima interno possibili quella pi adatta. La sfida consisteva nel fatto che molti offerenti soddisfacevano il requisito di base riguardante la compatibilit con BACnet e avevano nel loro assortimento i componenti necessari, tra cui per esempio i sensori di CO2.

un nuovo e spettacolare edificio ad uso scolastico che, oltre alle aule, ospiter aree dedicate alla ricerca, allamministrazione ed infrastrutture per il tempo libero.

20

Sapere e potere
Chi nella vita quotidiana in grado di mettere in pratica una superiorit gi accertata a livello teorico ha un chiaro vantaggio. Questo il principio che listituto superiore di ingegneria meccanica Supmca di Tolone presenta come modello ai suoi studenti e che ha adottato anche nella scelta dellimpiantistica per gli edifici.

Il processo decisionale comprendeva una precisa analisi costi-benefici ed un confronto in termini di disponibilit, qualit e flessibilit dimpiego di tutte le soluzioni offerte. E non poi cos sbagliato pensare che il principio dellistituto superiore di meccanica, vale a dire conciliare perfettamente la teoria con la pratica, abbia svolto un ruolo determinante nel far cadere la scelta su SAUTER. Sviluppo tecnologico ed efficienza pratica La soluzione SAUTER si basa su un sistema aperto ed impiega il BACnet IP per la comunicazione. Mediante novaPro Open Suite, il software di building management basato sul web di SAUTER, lamministrazione delledificio riceve un quadro sempre aggiornato ed il controllo diretto su tutte le stazioni di automazione SAUTER ecos500 per ambienti collegate. Gli attuatori delle valvole SAUTER per lingresso di aria fresca distribuiti nelledificio sono collegati, a loro volta, in zone modulari mediante i nuovi componenti IO ecoLink Remote di SAUTER. A seconda dei valori

di CO2 rilevati dai sensori degli ambienti di SAUTER, il sistema regola automaticamente la qualit dellaria. Allo stesso tempo, ottimizza il consumo energetico delledificio grazie ad una regolazione dei componenti adeguata alle esigenze. Soluzioni intelligenti e pratiche Sviluppo tecnologico ed efficienza pratica hanno rappresentato il vantaggio principale. La soluzione completa di SAUTER ha poi convinto in tutto e per tutto gli ingegneri in entrambi gli ambiti. Grazie a componenti dimostratisi efficienti in molte occasioni e sempre ben coordinati tra loro, il sistema stato scelto anche per i tempi brevi di istallazione, la facile manutenzione e il giusto rapporto qualit-prezzo.

ighlights SAUTER h
21

SAUT ER hig hlights

Un sistema BMS di qualit non pu soffrire di vertigini


La Tamkeen Tower di Riad ne la prova: anche i pi grandi edifici possono essere monitorati fin nei minimi dettagli, per garantirne la massima efficienza energetica.
Se si paragona la Riad di 50 anni fa con la metropoli di oggi, difficile credere che si tratti della stessa citt. Da allora, la capitale dallArabia Saudita ha avuto unevoluzione a ritmi serrati, trasformandosi da un agglomerato circoscritto e isolato ad una metropoli molto estesa. Soprattutto nel nord, interi sobborghi a forma di scacchiera sono stati ricostruiti in stile americano e collegati ai quartieri interni. Questa crescita ancora oggi sfrenata: si prevede che entro il 2020 la popolazione raddoppi arrivando a toccare i nove milioni circa di abitanti. Riad cresce anche in altezza Il Kingdom Centre, una torre alta 300 metri, il nuovo simbolo della citt che insieme allAl Faisaliyah Centre realizzato dallarchitetto britannico Norman Foster guida la crescita anche in altezza. Questi edifici occupano la prima e la seconda posizione nel duello tra gli edifici pi alti della citt. Con i suoi 260 metri daltezza invece, la Tamkeen Tower terminata recentemente il terzo edificio pi alto a Riad e mira a dettare nuovi e maggiori standard nel segmento smart building. Su una superficie di circa 10000 m2 e con i suoi 58 piani, questopera architettonica offre grande spazio ad uffici e appartamenti moderni. Inoltre, il podio della torre ospita un centro commerciale. Il costante monitoraggio dei valori rilevati dai sensori e ladeguamento dinamico dei flussi di aria consentono al BMS di SAUTER di regolare la concentrazione di CO2 ad ogni piano. Questo sistema crea anche un collegamento interattivo con i sistemi di rilevazione incendio e di evacuazione dei fumi e gestisce tutti i ventilatori dellaria di immissione e di aspirazione dei fumi, fungendo da sistema generale. Un nome una garanzia La parola araba Tamkeen significa consolidare o rendere possibile. Non sarebbe sbagliato dire quindi, che il nome del nuovissimo grattacielo di Riad racchiudeva in s, fin dal concepimento, lobiettivo di aspirare a massime prestazioni. Con lausilio di gateway Modbus, il sistema BMS di SAUTER consente anche un controllo preciso di tutte le pompe dellacqua fredda. Le stazioni di automazione SAUTER EY-modulo 5 monitorano e gestiscono queste pompe, coordinandole costantemente con il resto degli impianti di riscaldamento, aerazione e climatizzazione, integrati nella rete delledificio attraverso BACnet. Un gigante intelligente nei giardini dellArabia Saudita Tradotto, Riad significa i giardini e deve il suo nome alle zone circostanti del Wadi Hanifa, caratterizzate un tempo da abbondanti piogge. Ancora oggi, la metropoli vive delle riserve dacqua del sottosuolo. Tuttavia, la rapida espansione vissuta dalla citt degli ultimi 50 anni sta consumando queste riserve. Giganti intelligenti come la Tamkeen Tower forniscono un notevole contributo nellassicurare che questa continua crescita sia il pi sostenibile possibile. 22 Per SAUTER, questa realizzazione rappresenta unoccasione unica per mettere in pratica le sue intelligenti soluzioni di building management nellambito di un progetto ambizioso, nel segmento dei grattacieli. 58 piani ed un solo sistema Il compito di garantire lefficienza energetica del grattacielo spetta al sistema di building management (BMS), SAUTER EY-modulo 5. Questo sistema gestisce lanalisi, il controllo e la regolazione della performance della Tamkeen Tower. Per questo, le stazioni modulari dautomazione del sistema incorporano tutti gli impianti tecnici nella vasta rete BACnet dedicata al segmento dei grattacieli. Ci significa che nella Tamkeen Tower la struttura, la tecnologia delledificio ed i sistemi energetici sono perfettamente integrati tra loro. Solo cos possibile valutare i livelli di consumo per ogni utente ed ottimizzare costantemente lefficienza energetica, rimanendo fedeli allidea di uno smart building.

Al-Kawaser United Co. for Trading & Contracting KUC-Automation, un ramo dellAl-Kawaser United Co. for Trading & Contracting, ha avviato lattivit allinizio del 2004 e rappresenta oggi in Arabia Saudita il produttore leader di sistemi di controllo per riscaldamento, aerazione e climatizzazione. Con grande successo, lazienda commercializza e vende la sua gamma di prodotti a studi dingegneria, aziende e committenti di progetti edilizi, fornendo loro servizi eccellenti che vanno dalla progettazione allassistenza alla clientela. Al-Kawaser United Co. Al-Jaber Building (accanto allAl-Habeeb Hospital) Hospital Offices #11, 12 & 13 Riad Arabia Saudita

Sistema di building management (BMS) Il BMS (dallinglese Building Management System) della Tamkeen Tower gestisce e monitora tutti gli impianti tecnici e il consumo energetico delledificio. Nel sistema generale, sono integrati secondo lo standard BACnet nel dettaglio: impianti di climatizzazione (pompe, climatizzatori, ventilconvettori, ecc.); otto refrigeratori con una capacit complessiva di 8440 kW; sistema di rilevazione incendi; sistema di evacuazione di sicurezza; trasformatori e collettori di distribuzione; quadri per lilluminazione;

ascensori.

Descrizione del BMS impiegato SAUTER novaPro Open con 8000 punti di rilevamento 40 SAUTER EY-modulo 5: modu525 85 SAUTER EY-modulo 5: ecos502 4 gateway Modbus

Protocolli integrati BACnet/IP BACnet MS/TP Modbus


23

Prestazioni di spicco dietro le quinte


Con lacquisizione del facility management di cinque centri commerciali tedeschi, SAUTER assicura al gestore affidabilit e trasparenza al di l del singolo edificio. Lobiettivo di ottimizzare il rendimento energetico nel medio e lungo termine , quindi, a portata di mano.

Oltre 300000 m di superficie, 330 negozi e circa 200000 visitatori al giorno sono una grande sfida per il facility management. Con grandi aspettative, WealthCap Real Estate Management GmbH ha affidato a SAUTER la gestione di cinque centri commerciali, alcuni lussuosi, della Germania orientale: il facility management deve essere completamente riprogettato, senza che i visitatori se ne accorgano. Passaggio senza problemi e una gestione unitaria I moderni centri commerciali sono universi di sensazioni, in cui le persone si sentono a loro agio e al sicuro. Il facility management deve, quindi, assumersi la responsabilit di tutte le prestazioni tecniche e infrastrutturali, agendo dietro le quinte, possibilmente come se fosse invisibile.

Ci aspettiamo un facility management professionale ed efficiente che tenga conto della gestione continua del centro, ha affermato Stephan Klemmer, amministratore delegato di WealthCap. I cinque immobili devono essere gestiti e amministrati in modo unitario, dalla pulizia, alla sicurezza, fino alla demotica. Trasparenza al di l del singolo immobile La gestione completa dei cinque immobili un compito complesso, perch gli edifici sono concepiti e strutturati in modo molto diverso tra loro. A Potsdam, per esempio, sono ben 65 i negozi integrati nella galleria della stazione ferroviaria. E ogni giorno, sono circa 60000 i clienti e i viaggiatori che li affollano. Dallilluminazione, allimpianto di condizionamento fino alla scala mobile e alla gestione della sicurezza, tutto deve funzionare.

Per ottenere una gestione trasparente, SAUTER ha sviluppato un database su misura per tutti i dati relativi agli impianti e agli immobili. Ci siamo attenuti alle direttive di WealthCap e abbiamo creato una piattaforma, che abbiamo poi costantemente ottimizzato con applicazioni e funzioni supplementari, spiega Olaf Saddey, responsabile della fase di start-up in SAUTER. Nel database registrato, tra le altre cose, il ciclo di vita di ogni singolo impianto. Attraverso una rete extranet, tutti i dati possono essere visualizzati in qualsiasi momento sia dal facility manager, sia dal committente. Inoltre, numerosi progetti e istruzioni per luso sono stati digitalizzati in modo che i documenti siano sempre a portata di mano, per luso quotidiano o in caso di guasto.

24

SAUTER highlights

Individuazione dei punti deboli e riduzione del consumo di energia Per ottimizzare il rendimento energetico di tutti e cinque gli edifici, i valori dei consumi sono stati raccolti e analizzati in modo sistematico. Nel sistema, memorizzata una grande quantit di valori raccolti, che pu essere consultata in qualsiasi momento. EMS SAUTER, il software di gestione dei dati energetici, calcola il fabbisogno di corrente elettrica, rispetto alla superficie utile e al tempo, e visualizza i dati. Cos facendo, possibile trovare una soluzione ai punti deboli nel consumo di energia e compensare in modo mirato i valori nominali e quelli effettivi. Sulla base dei risultati del monitoraggio energetico, SAUTER realizza un progetto per uno sfruttamento sostenibile e a risparmio energetico degli edifici.

Tutto a portata di mano Fino alla consegna definitiva, i collaboratori di SAUTER hanno lavorato molte ore al giorno per conoscere anche gli angoli pi remoti delledificio. Sono stati testati casi di emergenza come rotture di tubi dellacqua, impiego dei vigili del fuoco e sistemi di evacuazione. La gestione della sicurezza sempre al primo posto, afferma Saddey.

Il SAUTER Facilitiy Management viene offerto soprattutto sul mercato tedesco ed austriaco.

25

Indirizzi SAUTER
SAUTER Schweiz
Sauter Building Control Schweiz AG Kgenstrasse 17 CH - 4153 Reinach BL 1 Tel. +41 61 717 75 75 Fax +41 61 717 75 00 www.sauter-building-control.ch

SAUTER Italia
Sauter Italia S.p.A. Via Dei Lavoratori, 131 I - 20092 Cinisello Balsamo (MI) Tel. +39 02 280 481 Fax +39 02 280 482 80 www.sauteritalia.it

SAUTER sterreich
Sauter Mess- u. Regeltechnik GmbH Niedermoserstrasse 11 A- 1220 Wien Tel. +43 1 250 230 Fax +43 1 259 95 35 www.sauter-controls.at

SAUTER Middle East


Sauter Middle East FZC (Joint Venture) PO Box: 7969 AE -SAIF ZONE Sharjah Tel. +971 6 557 8404 Fax +971 6 557 8405 www.sauter-controls.com

SAUTER Deutschland
Sauter-Cumulus GmbH Hans-Bunte-Str. 15 DE - 79108 Freiburg i. Br. Tel. +49 761 510 50 Fax +49 761 510 52 34 www.sauter-cumulus.com Sauter FM GmbH Werner-Haas-Str. 10 DE - 86153 Augsburg Tel. +49 821 906 73 0 Fax +49 821 906 73 29 www.sauter-fm.de

SAUTER Polska
Sauter Automatyka Sp. z o.o. ul. Rzymowskiego 30 PL - 02-697 Warszawa Tel. +48 22 853 02 92 Fax +48 22 853 02 93 www.sauter.pl

SAUTER Nederland
Sauter Building Control Nederland B.V. Gyroscoopweg 144a Postbus 20613 NL - 1001 NP Amsterdam Tel. +31 20 5876 700 Fax +31 20 5876 769 www.sauter-controls.com

SAUTER China
Sauter (Beijing) Co. Ltd. (Joint Venture) Suite 1703, Tower A G.T. International Centre, Building No.1 A3 Yongandongli Jianguomenwai Avenue RC - Beijing 100022 Tel. +86 10 5879 4358 Fax +86 10 5879 4362 www.sauter.com.cn

SAUTER esk republika


Sauter Automation Spol. s.r.o. Pod imickm hjem 13 a 15 CZ - 18100 Praha 8 Tel. +42 02 660 12 111 Fax +42 02 660 12 221 www.sauter.cz

SAUTER U.K.
Sauter Automation Ltd. Inova House Hampshire Intl Business Park Crockford Lane, Chineham UK - Basingstoke RG24 8WH Tel. +44 1256 37 44 00 Fax +44 1256 37 44 55 www.sauterautomation.co.uk

SAUTER Korea
LS Sauter Co., Ltd. No. 903, Jei Platz 459-11 Gasan-dong Geumcheon-gu KR - Seoul, 153-792 Tel. +82-2-3442 5544 Fax +82-2-3442 5546 www.sauter.co.kr

SAUTER France
Sauter Rgulation S.A.S. 56, rue de Jean Monnet F- 68057 Mulhouse Cedex 2 Tel. +33 3 89 59 32 66 Fax +33 3 89 59 40 42 www.sauter.fr

SAUTER Magyarorszg
Sauter Automatikai Kft. Fogarasi u. 2-6.III. em. H- 1148 Budapest Tel. +36 1 470 1000 Fax +36 1 467 9000 www.sauter.hu

SAUTER Sverige
Sauter Automation AB Krossgatan 22B S- 16250 Vllingby Tel. +46 8 620 35 00 Fax +46 8 739 86 26 www.sauter.se

SAUTER International
Sauter Building Control International GmbH Hans-Bunte-Str. 15 DE - 79108 Freiburg i. Br. Tel. +49 761 510 50 Fax +49 761 510 54 20 www.sauter-controls.com

SAUTER Ibrica
Sauter Ibrica S.A. Jacint Verdaguer, 3438 E - 08902 LHospitalet (Barcelona) Tel. +34 93 432 95 00 Fax +34 93 432 09 08 www.sauteriberica.com Sauter Ibrica S.A. Rua Henrique Callado, 8 - Edifcio Orange Fraco A03 Leio - Porto Salvo PT - 2740-303 Oeiras Tel. +351 21 441 18 27 Fax +351 21 441 18 48 www.sauteriberica.com

SAUTER Belgium
N.V. Sauter Controls S.A. t Hofveld 6-B-2 B- 1702 Groot Bijgaarden Tel. +32 2 460 04 16 Fax +32 2 460 58 97 www.sauter-controls.com

SAUTER Srbija
Sauter Building Control Serbia d.o.o. Alekse Nenadovica 15 SRB - 11000 Beograd Tel. +381 1 1383 5571 Fax +381 1 1245 2260 www.sauter.co.rs

SAUTER Slovensko
Sauter Building Control Slovakia spol. s r.o. Einsteinova 23 SK - 85101 Bratislava Tel. +421 2 6252 5544 Fax +421 2 6252 5543 www.sauter.sk

SAUTER Romania
Sauter Control srl Str. Agricultori Nr. 86, Ap.1 Parter RO - 010654 Bucuresti / Sector 2 Tel. +40 21 323 31 65 Fax +40 21 323 31 66 www.sauter-control.ro

26

La direzione Peter zum Wald, COO; Walter Reithofer, Head IT Global Solutions; Harald Ziegler, CFO; Bertram Schmitz, CEO; Jrg Bichsel, Head R&D Mechanic & Electronic; Jean Schwartzentruber, Head Sales & Marketing

SAUTER Head Office Fr. Sauter AG Im Surinam 55 CH - 4016 Basel Tel. +41 61 695 55 55 Fax +41 61 695 55 10 www.sauter-controls.com

Impressum SAUTER FACTS La rivista per i clienti del Gruppo SAUTER Progetto Corporate Communication Management SAUTER Head Office Stampa Hornberger Druck GmbH Maulburg Carta Heaven42 certificata FSC Contatto SAUTER Head Office Im Surinam 55 CH-4016 Basel Tel. +41 61 695 55 55 Fax +41 61 695 55 10 www.sauter-controls.com Contenuto Bertram Schmitz, Dorothe Kssler, int/ext Communications Titolo Auditorium principale, TU Clausthal liano, olandese e spagnolo citazione della fonte Edizione Autunno 2012 SAUTER FACTS esce in tedesco, inglese, francese, itaRiproduzione autorizzata previa

www.sauter-controls.com

70011590004