Sei sulla pagina 1di 22

TECNICHE E STRUMENTI

PER LA VIBROACUSTICA
Sistemi di Analisi Modale
per il Settore Avionico
Introduzione

• MODELLAZIONE DINAMICA DI SISTEMI E STRUTTURE

• MODI DI VIBRAZIONE – ANALISI E MISURE

• METODI DI ANALISI MODALE

• TECNICA DELLE FUNZIONI DI TRASFERIMENTO

• IDENTIFICAZIONE DEI PARAMETRI MODALI

• ESEMPI APPLICATIVI
MODELLAZIONE DINAMICA
• METODO AGLI ELEMENTI FINITI
- La risposta dinamica del sistema alle forze esterne è simulata
calcolando autovettori ed autovalori delle equazioni del moto
Gli effetti dissipativi delle forze sono in genere trascurati

- Analisi dei Carichi : Forze Esterne / Deformazioni Interne

- Analisi Modale : Identificazione delle Frequenze di Risonanza


e delle ampiezze delle vibrazioni a dette frequenze

AutoValori :
Frequenze di Risonanza

AutoVettori :
Ampiezza delle Vibrazioni
METODO AGLI ELEMENTI FINITI
• VANTAGGI
- Il modello matematico può essere sviluppato prima della
realizzazione del prototipo

- L'analisi di sensitività è più semplice e veloce rispetto alla


analisi di un prototipo hardware

• SVANTAGGI
- Modelli complessi sono molto complicati e costosi da
simulare

- I modelli posso essere non particolarmente accurati


(verifica delle condizioni al contorno)
ANALISI DINAMICA
• OBIETTIVI dell'ANALISI DINAMICA
- Verifica su prototipi dei modelli ad elementi finiti
- Ricerca di problemi di rumore e vibrazioni di sistemi meccanici
ed analisi delle soluzioni
- Realizzazione di modelli dinamici per componenti di strutture
di difficoltosa modellazione analitica

ANALISI MASSA
RIGIDEZZA
FUNZIONI DI TESTING
TRASFERIMENTO
ELEMENTI
ANALISI
SMORZAMENTO MODALE
FINITI

PARAMETRI PARAMETRI
MODALI MODALI
MODI DI VIBRAZIONE
• Il testing modale permette di eccitare artificialmente la
struttura così da identificare le frequenze, gli smorzamenti e le
deformate dei modi predominanti

• I modi di vibrazione sono definiti da alcuni parametri tipici di un


sistema lineare

- Frequenza di Risonanza
- Fattore di Smorzamento
- Deformata Elastica

Modo 1 Modo 2
Freq : 52.3 Hz Freq : 101.7 Hz
Smorzamento : 1.75% Smorzamento : 2.13%
METODI DI TEST MODALE
“NORMAL MODE”

• Multi-Shaker
• Eccitaizone Sinusoidale
• Un Modo per volta
• Strumentazione Tradizionale

“FUNZIONI di TRASFERIMENTO”

• Single Point o Multi-Shaker


• Eccitaizone a Larga Banda
• MultiModo per volta
• Strumenti basati su FFT
METODO delle F.d.T.
Le risposta infrequenza è data dal rapporto
complesso fra risposta e stimolo ed è
facilmente calcolabile con tecniche FFT

La FdT è rappresentata da due


numeri per ogni frequenza :
- Modulo e Fase
- Parte Reale ed Immaginaria

Metodo di Misura
- Eccitazione della Struttura
- Campionamento Simultaneo
Input : Forza – Output : Accelerazioni
- Analisi FFT
- Estrazione delle Funzioni di Trasferimento
- Curve Fitting e Calcolo Parametri Modali
VANTAGGI delle “F.d.T.”
• Semplice Processo di Misura
- Il metodo a “colpo di martello” è semplice e poco costoso
- Non è necessaria una conoscenza a priori dei modi di struttura

• Elevata Accuratezza e Ripetibilità delle Misura

• Elevata Risoluzione in Frequenza

• Minimizzazione degli effetti del rumore e della distorsione

• Stima statistica dei Parametri Modali

• Possibilità di Animazione delle Deformate Elastiche


LIMITI delle “F.d.T.”
I parametri modali possono essere identificati a partire da
una riga ed una colonna della matrice delle funzioni di
trasferimento se :

• Il moto strutturale può essere


descritto da un'equazione
lineare del secondo ordine
RISPOSTE MATRICE FUNZIONE FORZE
diTRASFERIMENTO APPLICATE
• La struttura presenta simmetrie

• Tutti i modi sono globali


IDENTIFICAZIONE DEI PARAMETRI MODALI

I parametri modali possono essere identificati anche per


sistemi a gradi di liberta multipli :

• Misura di almeno una riga ed una


colonna della matrice di trasferimento

• Identificazione Modale
- Frequenza
- Smorzamento
• - Residuo

• Sintesi dei vettori modali a


partire dai residui calcolati
alla medesima frequenza
NVA-MODAL : Un esempio
• I sistemi di calcolo ed analisi ad elementi finiti offrono
prestazioni sempre maggiori.

• L'analisi di tipo “What If” richiede pertanto la conoscenza


di condizioni al contorno sempre più precise.

• I sistemi di misura tradizionali richiedono spesso particolari


complessita di preparazione della prova.

• La scalabilità hw/sw della tecnologia NI ha permesso la


realizzazione di un sistema di test completo (sia Normal Mode
che FdT) ma di semplice uso.

• L'interoperabilità permette facilmente l'esportazione dei


risultati ottenuti verso i sistemi di simulazione
Piattaforma NI : Aperta e Scalabile
NVA-Modal : HW
• Piattaforma di Calcolo
Notebook + MXI oppure PXI Embedded

• Front-End di Acquisizione
Chassis PXI Multislot oppure CompactDAQ
Schede di Acquisizione per Analisi Segnale Dinamica
Campionamento Simultaneo fino a 204800 C/S
con convertitori a 24bit
Gamma Dinamica > 120 dB
Reiezione di Immagine > 120 dB
Alimentazione Supplementare per Trasduttori di tipo IEPE (24V – 4 mA)
Supporto per Trasduttori TEDS
NVA-Modal : SW
• Il sw applicativo, sviluppato in LabVIEW, è multipiattaforma e può essere
utilizzato con hw fino a 64 canali, offrendo le medesime funzioni sia in
real-time che in post-processamento

• Caratteristiche Tipiche
- Acquisizione con Trigger o Free-Run
- Generazione Stimoli (Sine o Broadband) fino
ad 8 canali indipendenti
- Analisi Normal-Mode o FdT
- Analisi FFT con Finestrature
- Curve Fitting
- Estrazione Parametri Modali
- Display Deformate Elastiche
- Esportazione Risultati vs Formati Standard
- Registrazione Segnali su HD per Post-Analisi
NVA : Configurazione Sistema
NVA : Acquisizione ed Analisi FFT
NVA : Analisi FdT – Modulo e Fase
NVA : Analisi FdT – Parte Reale ed Immaginaria
NVA : Estrazione Parametri Modali
NVA : Display Deformate Elastiche
Per Informazioni

WINTEK sas
Via Val Seriana, 3 – 20052 Monza MI
Tel 039.740106 – Fax 039.740156
www.wintek-it.com - info@wintek-it.com