Sei sulla pagina 1di 24

Diario de la Cefalea ARIZIC.

pdf

26/11/12

12:44 p.m.

CM

MY

CY

CMY

Diario de la Cefalea ARIZIC.pdf

26/11/12

01:01 p.m.

ndice
up
El diario Clasificacin de las cefaleas Cefalea primaria 3 4 5 6 7 8 9

CM

MY

CY

CMY

Al Mo lr m ig e ht nt s o re M se ed rv ic ed o G ro
Factores desencadenantes Consejos tiles Cmo organizar el diario Ejemplo de organizacin
Copyright 2007 GM-One Medicina Global LTD C.so Buenos Aires, 37 - 20124 Miln Tel. 02.20241664 (ra) - Fax 02.2043000 - Publishing Services & Communication Proyecto editorial, grficos, composicin tipogrfica e impresin a cargo de OGM Estn reservados todos los derechos de traduccin y reproduccin, ya sea total o parcial, por cualquier medio (incluyendo microfilmacin, fotocopia o reproduccin xerogrfica) Edicin exclusiva para mdicos, no se autoriza su venta

Il diario
Nome

FARMACI UTILIZZATI
Cronici

Saltuari

Altre malattie o disturbi

Medico curante

La compilazione accurata di questo diario, che ricostruisce la storia personale del mal di testa, pu aiutare sensibilmente il medico a identicare la frequenza, la durata e lintensit della cefalea, gli eventuali sintomi a questa associati ed anche importante per stabilire i fattori che scatenano gli attacchi (cibi, ciclo mestruale, viaggi, stress, ecc.). In questo modo il medico pu indirizzarti verso la scelta del farmaco migliore.

Al Mo lr m ig e ht nt s o re M se ed rv ic ed o

Telefono

Indirizzo

ro
3

Sesso

Et

up

Cognome

La cefalea, pi comunemente conosciuta come mal di testa, un disturbo estremamente diffuso che colpisce circa otto milioni di persone, in prevalenza di sesso femminile: in Italia circa il 6% degli uomini e il 18% delle donne. Le cefalee si distinguono in primarie e secondarie: La cefalea primaria, che rappresenta il 90% dei casi, una forma di mal di testa non riconducibile a cause precise. La cefalea secondaria, invece, costituisce il sintomo di una patologia sottostante (infettiva, vascolare, traumatica, metabolica). Le forme pi diffuse di cefalea primaria sono lemicrania, la cefalea tensiva e la cefalea a grappolo. Lemicrania caratterizzata da un dolore unilaterale, di intensit medio-severa, pulsatile, aggravata dallattivit sica, accompagnata da nausea, vomito, intolleranza alla luce e ai suoni. Se lattacco emicranico preceduto, come nel 20% dei casi, da sintomi premonitori quali disturbi visivi (visione di luci scintillanti, punti luminosi o righe), formicolii e perdita di sensibilit agli arti, difcolt nel linguaggio, viene denita emicrania con aura . La cefalea di tipo tensivo caratterizzata da un dolore tipicamente compressivocostrittivo, bilaterale a fascia o a casco, di intensit lieve-moderata non aggravata dallattivit sica. La cefalea a grappolo caratterizzata da un dolore di intensit estrema, unilaterale, intorno allocchio e allo zigomo, associato a lacrimazione, arrossamento congiuntivale, ostruzione nasale e agitazione. La cefalea a grappolo spesso caratterizzata da attacchi ripetuti da 1 a 8 volte al giorno. dunque fondamentale descrivere:

Al Mo lr m ig e ht nt s o re M se ed rv ic ed o
Intensit del dolore: lieve, moderato, forte.

Tipo di dolore: sordo e cupo, come un peso; trattivo, come una tta; lancinante, come una pugnalata, ecc. Durata del dolore: pu essere molto variabile, da persona a persona e a volte anche da crisi a crisi, andando da diverse ore o anche a giorni. Ciclicit: le crisi possono presentarsi a intervalli ssi, ad esempio in corrispondenza dei giorni delle mestruazioni, oppure vericarsi in maniera irregolare e del tutto imprevedibile. Modalit di insorgenza: improvvisa, oppure preceduta da segni premonitori, come laura emicranica.

ro

up

Classicazione delle cefalee

Cefalee primarie
Dolore pulsante Dolore ad un solo lato della testa (monolaterale)

Al Mo lr m ig e ht nt s o re M se ed rv ic ed o
Lieve intolleranza ai rumori

Intolleranza alla luce Lampi visivi o improvvisi bagliori Intolleranza ai rumori Nausea e/o vomito

Cefalea a grappolo

Dolore lancinante e trattivo che si pu manifestare da 1 a 8 volte al giorno Dolore ad un solo lato della testa (monolaterale) intorno ad occhio, zigomo e tempia Irritazione congiuntivale e lacrimazione Congestione nasale

Cefalea cronica di tipo tensivo


Dolore sordo e cupo Dolore ad ambedue i lati della testa (bilaterale) a fascia Lieve intolleranza alla luce

ro

Emicrania

up
5

Fattori scatenanti
Anche se le cause speciche responsabili della cefalea non sono state ancora identicate, si riconosce una serie di numerosi fattori in grado di scatenare lattacco. Di seguito sono riportati i pi comuni.

Bisogna tenere presente che alcune forme di cefalea, in particolare lemicrania, possono essere in parte di natura genetica, quindi ereditarie; infatti si osserva spesso che pi membri della stessa famiglia soffrono di cefalea. Ovviamente ci non vuol dire per che chi ha un parente stretto (padre, madre, fratelli/sorelle, nonni, zii) che soffre di emicrania sar anche lui inevitabilmente colpito dallo stesso disturbo, ma non vi dubbio che la probabilit di incorrere in questo problema pi alta se vi sono gi altri parenti affetti.

Al Mo lr m ig e ht nt s o re M se ed rv ic ed o
Alimenti Bevande Farmaci Caff, t, vino, liquori Situazioni psicologiche Ciclo mestruale Cause ambientali Altri fattori

Cioccolato, formaggi, agrumi, insaccati, frutta secca Sostanze che provocano dilatazione dei vasi sanguigni (farmaci usati nellangina o nellipertensione), ormoni (pillola anticoncezionale) Emozioni, stress, rilassamento successivo a situazioni stressanti Riduzione dei livelli degli estrogeni che si verica negli ultimi giorni del ciclo Variazioni meteorologiche, altitudine, esposizione al sole o al freddo, luce troppo intensa, rumori, odori pungenti, gas di scarico dei motori Digiuno, affaticamento, sonno prolungato o troppo breve

ro

up

Consigli utili
G
Alcuni semplici accorgimenti possono aiutare a evitare o diminuire gli attacchi.

Anche se non stato dimostrato un rapporto diretto tra cibi e dolore, consigliabile seguire alcuni accorgimenti, perch si visto che in molti casi un riequilibrio alimentare riduce lincidenza degli attacchi. Evitare lalcol e i superalcolici. Limitare luso dei dadi da brodo: pare che il glutammato di sodio di cui sono ricchi possa scatenare lattacco di emicrania. Limitare o evitare cioccolato, formaggi stagionati, frutta secca, insaccati. Fare tre pasti al giorno. Evitare di saltare i pasti o di mangiare in fretta a pranzo e di mangiare eccessivamente la sera. Aumentare nella dieta ortaggi e cereali, importanti per un corretto apporto di sali minerali. Evitare di coricarsi subito dopo aver mangiato. Fare attivit sica regolare.

Stile di vita Smettere di fumare o almeno diminuire il numero delle sigarette giornaliere unottima regola per evitare un fastidioso mal di testa. Evitare sbalzi di temperatura e coprirsi molto bene collo e nuca. In caso di caldo eccessivo, occorre bere molto e rinfrescare il pi possibile il corpo. Dormire troppo o troppo poco pu scatenare il mal di testa. Posizioni sbagliate Una posizione scorretta del corpo o una postura errata possono provocare uneccessiva tensione dei muscoli della testa e del collo e quindi mal di testa. Evitare le posizioni che mettano a dura prova nervi e muscoli.

Al Mo lr m ig e ht nt s o re M se ed rv ic ed o

Alimentazione

ro

up
7

Il diario va compilato a ogni attacco di cefalea. Si devono annotare, in modo accurato, sintomi e dettagli sulla crisi dolorosa e sul trattamento usato per curarla. Le informazioni essenziali che devono comparire nel diario sono: Giorno: barrare la casella corrispondente al giorno dellattacco emicranico. : barrare una o pi caselle nella colonna in cui compare questo simbolo in corrispondenza dei giorni del ciclo mestruale (a partire dal primo giorno). Ora inizio: annotare lora esatta in cui comparso il mal di testa. Intensit: barrare la casella corrispondente indicando il grado del dolore con: 0=assente 1=lieve 2=moderato 3=forte. Aura: barrare questa casella se la cefalea accompagnata da aura (disturbi visivi). Altri sintomi: annotare accuratamente la presenza di altri disturbi associati, quali nausea (N), vomito (V), intolleranza alla luce (L), intolleranza ai rumori (R). Durata attacco: annotare in questo spazio la durata totale (in ore) del mal di testa, considerando risolto lattacco quando si raggiunge una situazione di sollievo completo. Farmaco e dosaggio: annotare in questo spazio il nome commerciale del farmaco utilizzato e il dosaggio. Ora assunzione: in questa casella va annotata lora in cui si assunto il farmaco. Ora recidiva: in questa casella va annotata lora in cui eventualmente ricomparso il mal di testa.

Al Mo lr m ig e ht nt s o re M se ed rv ic ed o

ro

up

Come compilare il diario

Giorno

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15

Al Mo lr m ig e ht nt s o re M se ed rv ic ed o
0 0 15:45 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0 11:20 0 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 1 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 2 3 3 3 No 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 3 No N,V 12 N,V 18

Ora inizio

Intensit Aura Altri sintomi Durata s/no attacco (ore)

Mese di

Febbraio

ro
Farmaco e dosaggio Ora Ora assunzione recidiva (Nome farmaco)2,5mg 15:55 (Nome farmaco)2,5mg 11:30 18:30

Nel corso del mese di Febbraio la signora Luisa ha avuto due volte lemicrania: il giorno 3, con inizio alle 15:45 e il giorno 15, con inizio alle 11:20. Lintensit dellattacco stata moderata nel primo caso (casella 2) e forte nel secondo caso (casella 3), con sintomi di nausea (N) e vomito (V) sempre presenti, ma entrambe le volte lemicrania si presentata senza aura. Il primo attacco ha avuto complessivamente la durata di 12 ore, mentre il secondo di 18. Inoltre il giorno 15 lattacco si ripresentato, dopo lassunzione del farmaco e dopo un iniziale miglioramento, anche alle ore 18:30 (ora della recidiva). Luisa ha anche segnato sul diario quale farmaco ha assunto e con quale dosaggio. La signora, inoltre, ha avuto le mestruazioni tra il giorno 2 e il giorno 6, e ha barrato cos tutte le caselle corrispondenti.

up
9

Esempio di compilazione

Mese di
Giorno Ora inizio Intensit Aura Altri sintomi Durata attacco (ore)

1 2 3 4 5 6 7 8 9

0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3

10

Al Mo lr m ig e ht nt s o re M se ed rv ic ed o
10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

ro

up


Farmaco e dosaggio

Al Mo lr m ig e ht nt s o re M se ed rv ic ed o G ro
Ora assunzione Ora recidiva

up

11

Mese di
Giorno Ora inizio Intensit Aura Altri sintomi Durata attacco (ore)

1 2 3 4 5 6 7 8 9

0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3

12

Al Mo lr m ig e ht nt s o re M se ed rv ic ed o
10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

ro

up


Farmaco e dosaggio

Al Mo lr m ig e ht nt s o re M se ed rv ic ed o G ro
Ora assunzione Ora recidiva

up

13

Mese di
Giorno Ora inizio Intensit Aura Altri sintomi Durata attacco (ore)

1 2 3 4 5 6 7 8 9

0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3

14

Al Mo lr m ig e ht nt s o re M se ed rv ic ed o
10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

ro

up


Farmaco e dosaggio

Al Mo lr m ig e ht nt s o re M se ed rv ic ed o G ro
Ora assunzione Ora recidiva

up

15

Mese di
Giorno Ora inizio Intensit Aura Altri sintomi Durata attacco (ore)

1 2 3 4 5 6 7 8 9

0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3

16

Al Mo lr m ig e ht nt s o re M se ed rv ic ed o
10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

ro

up


Farmaco e dosaggio

Al Mo lr m ig e ht nt s o re M se ed rv ic ed o G ro
Ora assunzione Ora recidiva

up

17

Mese di
Giorno Ora inizio Intensit Aura Altri sintomi Durata attacco (ore)

1 2 3 4 5 6 7 8 9

0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3

18

Al Mo lr m ig e ht nt s o re M se ed rv ic ed o
10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

ro

up


Farmaco e dosaggio

Al Mo lr m ig e ht nt s o re M se ed rv ic ed o G ro
Ora assunzione Ora recidiva

up

19

Mese di
Giorno Ora inizio Intensit Aura Altri sintomi Durata attacco (ore)

1 2 3 4 5 6 7 8 9

0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3

20

Al Mo lr m ig e ht nt s o re M se ed rv ic ed o
10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

ro

up


Farmaco e dosaggio

Al Mo lr m ig e ht nt s o re M se ed rv ic ed o G ro
Ora assunzione Ora recidiva

up

21

Mese di
Giorno Ora inizio Intensit Aura Altri sintomi Durata attacco (ore)

1 2 3 4 5 6 7 8 9

0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3 0 1 2 3

22

Al Mo lr m ig e ht nt s o re M se ed rv ic ed o
10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31

ro

up


Farmaco e dosaggio

Al Mo lr m ig e ht nt s o re M se ed rv ic ed o G ro
Ora assunzione Ora recidiva

up

23