Sei sulla pagina 1di 3

SATA (Servizio di Assistenza Tecnica agli Allevamenti)

Aflatossine nel latte e negli alimenti : Aggiornamento dei risultati del monitoraggio SATA sulla presenza di Aflatossina negli alimenti e di Aflatossina M1 nel latte al 3/3/13
Continuiamo a rilevare dati preoccupanti in relazione al livello di inquinamento, rispettivamente, di Aflatossine M1 nel latte e di Aflatossine B1 negli alimenti, principalmente mais e mangimi concentrati che contengono mais inquinato. E noto che sufficiente ingerire 4 kg di mais a 10 g/Kg (ppb) di Afla B1 (materiale commercializzabile fino al limite di 20 ppb!!!) per arrivare a superare la soglia dei 50 ng/kg di Afla M1 nel latte. I dati, aggiornati allultima settimana, delle analisi su campioni di latte lombardi effettuate presso il Laboratorio Agroalimentare dellARAL, ci segnalano ancora un quadro preoccupante. I risultati dei campioni di latte analizzati sono riportati in Tab 1. Non si tratta di una campionatura randomizzata, ovvero rappresentativa di tutto il latte lombardo ma sia di campioni di latte gi identificati come sospetti in quanto segnalati come appartenenti a botti definite in allarme o addirittura eccedenti il limite di legge, dal primo acquirente che da latte che normalmente alcuni allevatori o loro consulenti monitorano nel tempo. Il valore di inquinamento del latte, com noto, non deve superare i 50 ng/kg (ppt) o gli 0,05 g/Kg (ppb) per quanto riguarda le M1 nel latte, pena la non commercializzazione del prodotto. Come si rileva dalla tabella, vengono analizzati quasi 200 campioni di latte alla settimana, ripetiamo che si tratta di campioni sospetti , ma i risultati ci mostrano che siamo ancora in situazione di forte allerta. Infatti ben il 62,21% dei campioni analizzati segnala una situazione di attenzione e il 24,63% supera il limite di legge. Sempre in Tab 1 si rileva come le percentuali di latte con contenuto inferiore alle 5 ppt, quindi assolutamente esente da inquinamento, si stia assestando a solo il 13% dei campioni analizzati. La realt dellintero settore molto pi positiva, ma necessaria grande attenzione e un continuo monitoraggio del proprio latte, necessit che continuer probabilmente per lintera annata, fino allarrivo dei nuovi mais. Si conferma dai risultati della Tab 2, che riguarda la ricerca dellAflatossina B1 negli alimenti, che, come atteso, i fieni non risultano inquinati. I silo mais, hanno inquinamento contenuto ma poich sono inseriti in razioni anche in elevati quantitativi, sempre necessario calcolarne lapporto in B1. I pastoni di mais (sia integrali che di granella) presentano qualche rischio superiore in quanto il 12% dei campioni analizzati presentava inquinamenti sufficienti a portare il latte oltre il livello soglia. I mangimi completi, infine, richiedono attenzione ed analisi pi continue proprio perch quasi sempre contengono mais e possono risultare in qualche misura inquinati (17,97% dei campioni problematici (>5 ppb) ). E, infine, la Tab 3 riporta i risultati di inquinamento da Aflatossine B1 su mais suddiviso nelle diverse settimane dal 1/1/13 al 3/3/13.

Si conferma che il problema delle Aflatossine M1 nel latte resta principalmente riconducibile a questo alimento. Vediamo ancora che solo il 61% dei campioni portati in laboratorio risulta avere un contenuto di Aflatossine B1<5 ppb, ovvero rappresenta i campioni puliti . Rimane attorno al 23% lincidenza dei campioni che si posizionano tra le 5 e 20 ppb, ovvero commerciabili, ma che tuttavia richiedono molta attenzione perch somministrabili solo in basse quantit. Troviamo, infine, a quota 15,82% la percentuale di campioni di mais che superano le 20 ppb e quindi NON commercializzabili. Anche in questo caso si tratta non di campioni prelevati a random ma di campioni prelevati in aziende in cui il latte era stato segnalato in allarme o inquinato. Nellinsieme delle analisi ci sono anche partite di mais sicuramente inquinato e destinato al biogas. Da qui consegue la necessit di analizzare le derrate acquistate ma anche auto prodotte con un monitoraggio continuo, rinnovando lanalisi del mais laddove si rilevi un valore basso di Afla B1 a fronte di un valore elevato di Afla M1 nel latte. Tra il mais e il latte ha ragione sempre il latte. La tossina facilmente misurabile nel latte in quanto si distribuisce uniformemente in questa matrice, cosa che invece non succede per le Afla b1 negli alimenti solidi. Quindi esiste un forte problema di campionamento dovuto alla non uniforme distribuzione della tossina negli alimenti, tossina che cos pu sfuggire allanalisi. Lallarme rimarr attivo per tutto lanno fino allarrivo sul mercato dei mais di nuova campagna. In questi ultimi mesi bisogna alzare moto la guardia a causa della possibile reimmissione sul mercato di mais inquinati che a ottobre erano stati prudentemente trattenuti nei magazzini, dato lallarme. Per saperne di pi sulle cause del problema e sulle linee guida per lallevatore e lagricoltore, si rimanda ai documenti precedentemente pubblicati . Tab 1:Aflatossina M1 nel latte dal 1/1713 al 3/3/13 Laboratorio Agroalimentare ARAL

LATTE
Aflatossina M1 (1-1-2013 - 3-3-2013)
range espresso in ng/kg (ppt)

settimana 01/01-06/01 07/01-13/01 14/01-20/01 21/01-27/01 numero % numero % numero % numero % numero % numero % numero % numero % numero %

28/01-03/02 04/02-10/02 11/02-17/02 18/02-24/02 25/02-03/03

<5 6 7,41% 4 1,67% 17 8,13% 20 8,03% 8 4,91% 25 11,85% 15 8,57% 40 19,80% 21 12,80%

5-30 28 34,57% 137 57,08% 117 55,98% 151 60,64% 86 52,76% 113 53,55% 94 53,71% 98 48,51% 97 59,15%

30-50 20 24,69% 52 21,67% 44 21,05% 46 18,47% 34 20,86% 40 18,96% 41 23,43% 37 18,32% 26 15,85%

> 50 ( 51-6636) 27 33,33% 47 19,58% 31 14,83% 32 12,85% 35 21,47% 33 15,64% 25 14,29% 27 13,37% 20 12,20% 277 16,35%

Totale 81 100,00% 240 100,00% 209 100,00% 249 100,00% 163 100,00% 211 100,00% 175 100,00% 202 100,00% 164 100,00% 1694 100,00%

2013

numero totale 156 % totale 9,21%

921 340 54,37% 20,07%

Tab 2. Aflatossina B1 nei diversi alimenti dal 24/8 al 3-3-2013 Lab Agroalimentare ARAL
Aflatossina B1negli alimenti (al 3-3-2013)
range espresso in g/Kg (ppb)

cotone fieno mangime pastone silomais altro numero totale % totale

numero % numero % numero % numero % numero % numero %

<5 5-20 > 20 Totale 148 17 3 168 88,10% 10,12% 1,79% 100,00% 26 26 100,00% 0,00% 0,00% 100,00% 251 46 9 306 82,03% 15,03% 2,94% 100,00% 247 31 8 286 86,36% 10,84% 2,80% 100,00% 385 10 395 97,47% 2,53% 0,00% 100,00% 166 6 2 174 95,40% 3,45% 1,15% 100,00% 1223 90,26% 110 8,12% 22 1,62% 1355 100,00%

Tab. 3 : Inquinamento da Aflatossina B1 nel mais ( 1/1/2013 3/3/2013)

MAIS
Aflatossina B1
range espresso in g/Kg (ppb)

01/01-06/01 07/01-13/01 14/01-20/01 21/01-27/01

28/01-03/02 04/02-10/02 11/02-17/02 18/02-24/02 25/02-03/03

numero % numero % numero % numero % numero % numero % numero % numero % numero % numero totale % totale

17 44,74% 26 60,47% 32 59,26% 28 68,29% 18 47,37% 36 58,06% 19 59,38% 25 78,13% 27 81,82% 228 61,13%

11 28,95% 15 34,88% 11 20,37% 9 21,95% 13 34,21% 11 17,74% 9 28,13% 3 9,38% 4 12,12% 86 23,06%

10 26,32% 2 4,65% 11 20,37% 4 9,76% 7 18,42% 15 24,19% 4 12,50% 4 12,50% 2 6,06% 59 15,82%

38 100,00% 43 100,00% 54 100,00% 41 100,00% 38 100,00% 62 100,00% 32 100,00% 32 100,00% 33 100,00% 373 100,00%

2013