Sei sulla pagina 1di 36

Quindicinale Anno XXXV

07.02.2013
Numero

608
PERIODICO DI ATTUALIT DEI COMUNI DI ALANO DI PIAVE, QUERO, VAS, SEGUSINO

Quero: grande affluenza al documentario storico - pag. 1 Speciale Elezioni Politiche 2013 - pag. 2/6 10 Carnevalando - pag. 7 I dati metereologici del 2012 - pag. 8 Il nuovo sistema di patenti - pag. 14 La mostra di oggetti di culto e capolavori di Arte Sacra a Quero - pag. 18
http://digilander.libero.it/tornado
Tassa pagata/Taxe Perue/Ordinario Autorizzazione Tribunale BL n. 8 del 18/11/80

Chiuso in redazione il 28.01.2013


Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in A. P. - D.L. 353/2003 - (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art.1, comma 1, DCB BL

AL MOLIN
RISTORANTE - PIZZERIA

TABACCHERIA EDICOLA
di Massimo e Paolo Pagamenti di tutti i bollettini postali Voucher

Emissione pagamenti Nuovo servizio di invio denaro Western Union Biglietti treno e autobus Cambio pile a orologi e telecomandi Via della Vittoria, 30 Fener di Alano di Piave - lungo la Feltrina Tel. 0439.776139

SPECIALIT PESCE
PIAZZA DEI MARTIRI, 13 - TEL. 0439.779129
- CHIUSO IL MARTED -

ALANODIPIAVE

TERMOIDRAULICA

GIERRE
di Gallina E. & Rizzotto P. snc 32031 ALANO DI PIAVE (BL) - Via Antonio Nani, 14 E-mail: termoidraulica.gierre@virgilio.it

Edoardo cell. 335.5958833

Paolo cell. 347.7091740

TODOVERTO

Per rinnovare la tua casa


di Todoverto Paolo & C.

Statale Feltrina, 25 - Quero (BL)

Jger sport

S.N.C.

NOVIT: ABBIGLIAMENTO

BIMBO/A da 0 a 14 anni
Abbigliamento: Running, caccia, trekking, completi sci e accessori MARCHI: SAUCONY - NICO - AST - GREAT ESCAPES - KARPOS MARCHI CACCIA: CBC - UNIVERS DAL MARTED AL SABATO 9.00-12.30/16.00-19.00 CHIUSO IL LUNED

imbiancature interni - esterni termocappotti - spatolati


ALANO DI PIAVE Via Caduti e Dispersi in Russia Tel. 0439.779208 - Cell. 348.7346084

Per ulteriori informazioni Tel. 347 6631699

IL TORNADO Sede: Via J.Kennedy - 32031 FENER (Belluno). DIRETTORE RESPONSABILE: Mauro Mazzocco. REDATTORI: Sandro Curto, Silvio Forcellini. COLLABORATORI: Alessandro Bagatella, Francesco Dal Canton, Ivan Dal To, Gianni De Girardi, Antonio Deon, Foto Comaron, Fotocolor Resegati, Silverio Frassetto, Ermanno Geronazzo, Cristiano Mazzoni, Sergio Melchiori, Antonio Spada, Andrea Tolaini. ABBONAMENTI: ITALIA Abbonamento annuale (18 numeri) 20,00 ESTERO Abbonamento annuale (18 numeri) 50,00. LABBONAMENTO PU ESSERE SOTTOSCRITTO O RINNOVATO NEI SEGUENTI MODI: 1- versando la quota sul c/c postale n. 10153328 intestato alla PRO LOCO di FENER; 2- pagando direttamente ad uno dei nostri seguenti recapiti: NEGOZIODAMILIO - Alano; GELATERIA DUE VALLI - Fener - BAR JOLE - Fener; MAUROMAZZOCCO - Quero; ALESSANDROBAGATELLA - Quero; BAR PIAVE Carpen - LOCANDASOLAGNA - Vas; ANTONIODEON - Vas; BARBOLLICINE - Scalon; BAZAR di A.Verri - Segusino.

CRONACA

Grande Grande affluenzadi di dipubblico pubblico pubblico Grande affluenza affluenza

alla alla proiezione proiezionedel del del documentario documentario storico storico alla proiezione documentario storico

(M.M.) (M.M.) Numerosissimo Numerosissimo pubblico pubblico accorso accorso al centro centro culturale culturale querese, querese, chi (M.M.) Numerosissimo ililil pubblico accorso al al centro culturale querese, chi chi per per rinnovare rinnovarela la lamemoria, memoria, memoria, chi chi per per conoscere conoscere un pezzo pezzo di di storia storia del paese, paese, per rinnovare chi per conoscere unun pezzo di storia del del paese, che che durante durante il ilil periodo periodo periododel del del secondo secondo conflitto conflitto mondiale mondiale ha ospitato ospitato un che durante secondo conflitto mondiale ha ha ospitato un un gruppo gruppodi diebrei, ebrei,il ililcui cui cui destino destino si poi poi perso perso nella nella nebbie nebbie della della storia. storia. Merito Merito gruppo ebrei, destino sisi poi perso nella nebbie della storia. Merito di Doriano Dalla Dalla DallaPiazza Piazza Piazza e dei dei suoi suoi collaboratori, collaboratori, Germano Germano Susanetto Susanetto fra i i di Doriano Doriano ee dei suoi collaboratori, Germano Susanetto fra ifra primi, primi, quello quello di di di aver aver averriacceso riacceso riacceso i riflettori riflettori su vicende vicende quotidiane quotidiane su cui cui primi, quello i iriflettori susu vicende quotidiane su su cui incombeva incombeva ilildramma dramma dramma delle delle legge legge razziali. razziali. Sullo Sullo schermo schermo si si sono sono succeduti succeduti incombeva delle legge razziali. Sullo schermo si sono succeduti numerosi numerosi testimoni testimonia a aportare portare portare proprio proprio contributo contributo di memoria memoria per episodi episodi numerosi testimoni il ilil proprio contributo di di memoria per per episodi che che nella nella loro loro normalit normalit normalit lasciavano lasciavano comunque comunque trasparire trasparire la la tragedia tragedia della della che nella lasciavano comunque trasparire la tragedia della cond queste persone. lavoro trasmesso due volte condizione izionedi diqueste queste persone. Illoro loro lavoro stato stato trasmesso due volte da cond izione persone. Il Il loro lavoro stato trasmesso due volte da da Telebelluno, domenica 27 gennaio, ma chi desidera conservare questa Telebelluno, domenica domenica 27 gennaio, ma chi desidera conservare questa Telebelluno, 27 gennaio, ma chi desidera conservare questa testimonianza storica potr farlo procurandosi ililDvd realizzato, chiedendo testimonianzastorica storica potr farlo procurandosi Dvd realizzato, chiedendo testimonianza potr farlo procurandosi il Dvd realizzato, chiedendo informazioni Lara Gallina, dellassociazione Quero3, chiamando ililnumero informazioniaaLara Lara Gallina, dellassociazione Quero3, chiamando numero informazioni Gallina, dellassociazione Quero3, chiamando il numero 338.2476731 o passando nel suo ufficio: studio in 338.2476731 o o passando passando nel suo ufficio: lo studio di architettura architettura in via via 338.2476731 nel suo ufficio: lo lo studio di di architettura in via padre Berton 2, sopra la farmacia. Oppure trovare padre Carlo Carlo Berton Berton2, 2,sopra sopra la farmacia. Oppure si possono possono trovare in padre Carlo la farmacia. Oppure si si possono trovare in in vendita presso lo stand della proloco del 10 febbraio manifestazioni durante tutto l'anno..... vendita presso lolo stand della proloco durante ilcarnevale carnevaledel del 10 febbraio enelle nelle manifestazioni durante tutto l'anno..... vendita presso stand della prolocodurante durante il il carnevale 10 febbraio ee nelle manifestazioni durante tutto l'anno.....

Le Le impressioni a caldo caldo caldodi di diun un untestimone testimone testimone Leimpressioni impressioni a
Ho HoHo assistito assistito ilil giorno giorno 26.01.2013 26.01.2013 al Centro Culturale di diQuero Quero Queroalla alla alla presentazione presentazione del del documentario, documentario, "IL CAMPO CAMPO DI assistito il giorno 26.01.2013al alCentro Centro Culturale Culturale presentazione del documentario, "IL "IL CAMPO DI DI INTERNAMENTO INTERNAMENTO DI DI QUERO" QUERO" e, e, bench bench lamia miatestimonianza testimonianza possa possa mancare mancare di obbiettivit obbiettivit essendone essendone anch'io anch'io parteparteINTERNAMENTO DI QUERO" e, benchla mia testimonianza possa mancare didi obbiettivit essendone anch'io partecipe, cipe, sia sia pur pur in inin minima minima parte, parte, tuttavia tuttavia non possoesprimermi esprimermi dal dal comunicare comunicare qui qui le emozioni emozioni e ecommozione la lacommozione commozione che l'avcipe, sia pur minima parte, tuttavianon nonposso posso esprimermi dal comunicare qui lele emozioni e la cheche l'av-l'avvenimento, venimento, per per le lele motivazioni motivazioni pi pi disparate, disparate, miha haprocurato. procurato. Innanzitutto Innanzitutto iltoccare toccare con con mano mano che che ililmio mio paese paese sa sacreacreavenimento, per motivazioni pi disparate, mi mi ha procurato. Innanzitutto il il toccare con mano che il mio paese sa creare, re,re, e esoprattutto soprattutto far far funzionare, funzionare, grazie grazie adautorit autorit edenti entivari vari vari ma ma anche anche acomuni comuni cittadini cittadini e evasto al alvasto vasto volontariato volontariato chevi vi e soprattutto far funzionare, graziead autorit ed ma anche aa comuni cittadini e al volontariato che che vi hanno hanno generosamente generosamente contribuito, contribuito, un un ambiente comeililnuovo nuovo nuovo Centro Centro Culturale, Culturale, rappresenta rappresenta una una grande grande vittoria vittoria contro contro hanno generosamente contribuito, unambiente ambiente come come Centro Culturale, rappresenta una grande vittoria contro la laparte parte peggiore peggiore del del mondo mondo attuale attuale che cipresenta presentain intutte tutte tuttele le le salse salse ed ed in in tutte tutte le aree aree e esoprattutto soprattutto in inquelle quelle deipotenpotenla parte peggiore del mondo attualeche checi presenta salse ed in tutte lele aree e soprattutto in quelle dei dei potenti, ti,cose cose orrende orrende che che non non voglio voglio qui qui nemmeno nemmeno nominareperch perch perch ne ne siamo siamo gi gi tragicamente tragicamente e epienamente pienamente coscienti coscienti tutti. ti, cose orrende che non voglio qui nemmeno nominare nominare ne siamo gi tragicamente e pienamente coscienti tutti.tutti. Al Alcontrario contrario quello quello ben ben presentato presentato dalla Dott. Enis Enis Pocchetto Pocchetto e e a a cui cui ho ho assistito, assistito, un un insieme insieme di di disinteressata disinteressata genegeneAl contrario quello ben presentatodalla dallaDott. Enis Pocchetto e a cui ho assistito, un insieme di disinteressata generosit, rosit, di di saper saper divertire divertire la la gente gente comune, creare una unadocumentazione documentazione documentazione di fatti fatti importanti importanti di cui cui molti molti non non sapevano sapevano rosit, di saper divertire la gentecomune, comune, di di creare creare didi fatti importanti di di cui molti non sapevano nemmeno nemmeno l'esistenza, l'esistenza, di di far far capire capire come ognuno di di noi, noi,cittadini cittadini cittadini comuni, comuni, si possa possa contribuire contribuire a a far far cose cose belle belle ed ed a a didinemmeno l'esistenza, di far capirecome comeognuno ognuno comuni, sisi possa contribuire a far cose belle ed a divertire vertire documentando documentando la la storia storia ma ma sempre standoalla allalarga larga larga non non solo solo dai dai fatti fatti orrendi orrendi cui cui ho fatto fatto cenno cenno maanche anche dalvertire documentando la storia ma sempre semprestando stando non solo dai fatti orrendi cui hoho fatto cenno ma ma anche dal- dalle lebanalit banalit ed ed insulsaggini insulsaggini che che ci ci propinano propinano quotidianamente televisione televisione e mass mass media media vari. vari. Ma Ma poi, poi, come come ha haben ben prele banalit ed insulsaggini che ci propinano quotidianamente quotidianamente televisione ee mass media vari. Ma poi, come ha ben pre-precisato cisato ilil dott. dott. Doriano Doriano Dalla Dalla Piazza Piazza che assieme a Susanetto Susanetto SusanettoGermano Germano Germano il principale principale artefice artefice dellopera, dellopera, abbiamo abbiamo cisato il dott. Doriano Dalla Piazzache che assieme assieme a il il principale artefice dellopera, abbiamo avuto avuto conferma conferma delle delle qualit qualit migliori migliori dei queresi queresi i iquali quali qualihanno hanno hanno saputo saputo sostituire sostituire ilil razzismo, razzismo, ai ai tempi tempi del racconto racconto avuto conferma delle qualit miglioridei queresi saputo sostituire il razzismo, ai tempi del del racconto tragicamente tragicamente perseguito perseguito dalla dalla politica politica centrale, con la lasolidariet solidariet solidariet , laccoglienza laccoglienza e l'aiuto l'aiuto a a chi chi ne aveva aveva bisogno. bisogno. Mi tragicamente perseguito dalla politicacentrale, centrale, con con , ,laccoglienza ee l'aiuto a chi ne ne aveva bisogno. Mi Mi ha haha colpito colpito anche anche ilil silenzio, silenzio, lattenzione, lattenzione, in poche poche parole parolela la lacondivisione condivisione condivisione a quanto quanto scorreva scorreva sullo sullo schermo schermo da da parte parte di colpito anche il silenzio, lattenzione,in poche parole aa quanto scorreva sullo schermo da parte di di tutti tutti i i presenti, presenti, attenzione attenzione confermata confermata alla fine fine dagli dagli interventi interventi dei dei qualificati qualificati personaggi personaggi che che lo hanno hanno commentato. commentato. Attutti i presenti, attenzione confermataalla fine dagli interventi dei qualificati personaggi che lo lo hanno commentato. At- Attualmente tualmente disponibile disponibile un un DVD DVD con con quale si si pu pu vedere vedereil ilildocumentario documentario documentario comodamente comodamente nella nella televisione televisione di di casa casa e, tualmente disponibile un DVD conilil ilquale si pu vedere comodamente nella televisione di casa e, e, con con lacquisto, lacquisto, contribuire contribuire alle alle opere opere buone che iii volontari volontaristanno stanno stanno attuando attuando sempre sempre a Quero. Quero. Mipiacere fa fa piacere piacere che nella nella con lacquisto, contribuire alle operebuone buone che che volontari attuando sempre aa Quero. Mi Mi fa cheche nella copertina copertina del del disco disco sia sia riportata riportata una una foto didue duegemelli gemelliebrei ebrei ebreia a a quel quel tempo tempo rifugiati rifugiati anche anche loro loro a aQuero Quero e econ con i iquali quali io copertina del disco sia riportata unafoto fotodi due gemelli quel tempo rifugiati anche loro a Quero e con i quali io io ed eded altri altri ragazzi ragazzi figuriamo figuriamo abbracciati. abbracciati. Vorrei quiripetere ripeterequanto quanto quanto risulta risulta nel nel documentario. documentario. Ioho ho passato passato molti molti decenni decenni rialtri ragazzi figuriamo abbracciati.Vorrei Vorreiqui qui ripetere risulta nel documentario. Io Io ho passato molti decenni ri- riflettendo flettendo dolorosamente dolorosamente sul sul fatto fatto che quei due due gemelli, gemelli,che che checon con con un un largo largo sorriso sorriso mi mi stanno stanno abbracciando abbracciando nella nella foto, foto, flettendo dolorosamente sul fattoche chequei due gemelli, un largo sorriso mi stanno abbracciando nella foto, senza senza dubbio dubbio avevano avevano passato passato chiss chiss qualitormenti tormentiper perfinire finire finire la la loro loro breve breve vita vita nei nei campi campi diconcentramento concentramento tedeschi. tedeschi. senza dubbio avevano passato chissquali tormenti la loro breve vita nei campi di di concentramento tedeschi. Invece Invece emerso emerso recentemente recentemente che che si sonosalvati salvatied edhanno hanno hanno potuto potuto svolgere svolgere pienamente pienamente inAmerica America la laloro loro vita. vita. Tutto Tutto Invece emerso recentemente chesi sisono salvati potuto svolgere pienamente in in America la loro vita. Tutto questo questo ben ben rappresentato rappresentato nel nel documentario documentario e,volendo volendoaverne averne averne pi pi dettagli, dettagli, si pu pu cliccare cliccare in ininternet internet come come segue: segue: questo ben rappresentato nel documentario e, e, volendo pi dettagli, sisi pu cliccare in internet come segue: http://www.altratecnica.it/indicemiscellaneanuova/miscellaneaindicegenerale/prealpi/SitiPrea2009/cinemaprealpib/preal http://www.altratecnica.it/indicemiscellaneanuova/miscellaneaindicegenerale/prealpi/SitiPrea2009/cinemaprealpib/preal http://www.altratecnica.it/indicemiscellaneanuova/miscellaneaindicegenerale/prealpi/SitiPrea2009/cinemaprealpib/preal pi_cap3.3_ott2006.html pi_cap3.3_ott2006.html pi_cap3.3_ott2006.html La LaLa stessa stessa nota nota si sisi pu pu rintracciare rintracciare su internet semplicementecon con con google google chiedendo chiedendo notizie notizie in un un modo modo conforme conforme al stessa nota pu rintracciaresu suinternet internet semplicemente semplicemente google chiedendo notizie in in un modo conforme al al luogo luogo di dicui cui sopra sopra e ecio cio Quero Cinema Cinema Prealpi.E Einfatti infatti infattiben ben ben noto noto come come ilCentro Centro Culturale Culturale di diQuero Quero si sichiamasse chiamasse filuogo di cui sopra e cioQuero Quero CinemaPrealpi. Prealpi. noto come il il Centro Culturale di Quero si chiamasse fi- fino nono a a poco poco tempo tempo fa fa Cinema Cinema Prealpi. Prealpi. In maniera maniera deltutto tutto tuttoanaloga analoga analoga Cinema Cinema Prealpi Prealpi anche anche ilil titolo titolo del racconto racconto che a poco tempo fa Cinema Prealpi.In maniera del Cinema Prealpi anche il titolo deldel racconto che che figura figura su susu internet. internet. Un Un ultimo ultimo particolare. particolare. Ilbreve brevecommento commentomusicale musicale musicale che che fa fa da da sottofondo sottofondo aldocumentario documentario molto molto belfigura internet. Un ultimo particolare.Il breve commento che fa da sottofondo al al documentario molto bel- bello: lo: mi mimi ha haha cos cos colpito colpito che che non non ho ho potuto potuto evitare diricercare ricercareil ilil nome nome del del suo suo autore, autore, euna una volta volta trovato, trovato, parlare parlare con lui lui lo: cos colpito che non ho potutoevitare evitare di di ricercare nome del suo autore, ee una volta trovato, parlare con con lui non non solo solo per per complimentarmi complimentarmi ma ma anche anche perfargli fargliun unaugurio augurio augurio che che ora ora ribadisco ribadisco in questa questa nota. nota. Spero Spero che che Quero, Quero, oltre oltre non solo per complimentarmi ma ancheper fargli che ora ribadisco inin questa nota. Spero che Quero, oltre ai aigrandi grandi personaggi personaggi di di cui cui ho ho parlato parlato sopra abbia,tra trabreve breve breve anche anche un un valido valido compositore compositore dimusica. musica. ai grandi personaggi di cui ho parlatosopra sopraabbia, abbia, anche un valido compositore di di musica. II nomi nomi della della foto-copertina foto-copertina del del Dvd :::da da sinistra: sinistra: Antonio AntonioDegli Degli Degli Angeli, Angeli, 1 1 gemello gemello ebreo, ebreo, Marcello Marcello Meneghin, Meneghin, 2 2 gegeI nomi della foto-copertina delDvd Dvd sinistra: Antonio Angeli, 1 gemello ebreo, Marcello Meneghin, 2 gemello mello ebreo, ebreo, Nino Nino Corr. Corr. Il IlIl secondo secondo bambino bambino inprima primafila fila filada da da sinistra sinistra Italo Italo Meneghin. Meneghin. mello ebreo, Nino Corr. secondo bambino in in prima sinistra Italo Meneghin.

di di Marcello MarcelloMeneghin Meneghin Meneghin di Marcello

SPECIALE ELEZIONI

Elezioni politiche 2013, liste e candidati


a cura di Silvio Forcellini
Presentiamo di seguito - nellordine in cui compariranno sulla scheda elettorale - le liste dei candidati per le quali potremmo votare (in quanto elettori di Alano, Quero, Vas e Segusino) alle prossime Politiche del 24-25 febbraio 2013. Ricordo che sia per la Camera dei Deputati (18 liste) che per il Senato (23 liste) lelettore deve tracciare un solo segno sul simbolo della lista prescelta. Non possibile esprimere un voto di preferenza, in quanto la lista dei candidati bloccata: i nomi sono stati presentati e depositati in un ordine prestabilito, come prescrive il famigerato Porcellum, ossia la legge elettorale vigente. Per quanto riguarda le alleanze dichiarate prima del voto, la coalizione di centrosinistra con a capo Pierluigi Bersani composta da Partito Democratico, Sinistra Ecologia e Libert e Centro Democratico; la coalizione di centro con a capo Mario Monti composta da Scelta Civica - Con Monti per lItalia, Unione di Centro e Futuro e Libert; la coalizione di centrodestra con a capo Silvio Berlusconi composta da Popolo della Libert, Lega Nord, Fratelli dItalia, La Destra e Moderati Italiani in Rivoluzione. Unultima cosa: possono votare per la Camera coloro che hanno compiuto il diciottesimo anno di et, mentre per votare per il Senato bisogna aver compiuto venticinque anni. Si vota dalle 8 alle 22 della domenica e dalle 7 alle 15 del luned, presentandosi al proprio seggio con documento di identit valido e certificato elettorale.

CAMERA 2 ( VENEZIA-TREVISO-BELLUNO )
FORZA NUOVA 1. Alessandro Arboit, 2. Giuseppe Zito, 3. Davide Zanchetta, 4. Davide Visentin, 5. Matteo Pasqualato, 6. Enrico Grespan, 7. Andrea Pavan, 8. Emanuele Campolonghi, 9. Loris Fagaraz, 10. Massimiliano Signoretti, 11. Alberto Ciamini, 12. Andrea Peracin, 13. Dario Bandiera, 14. Fabio Polesel, 15. Loris Bortignon, 16. Elisa De Faveri, 17. Giacomo Dalla Nora, 18. Francesco Sarli, 19. Jimmy Bernardi. SCELTA CIVICA CON MONTI PER LITALIA 1. Alberto Bombassei, 2. Enrico Zanetti, 3. Andrea Causin, 4. Maria Assunta Botteon, 5. Riccardo Scattaretico, 6. Giancarlo Ingrosso, 7. Silvano Martini, 8. Enrico Renosto, 9. Luca Marusso, 10. Irina Freguia, 11. Roberto Zanchetta, 12. Massimo Boscolo Zemelo, 13. Vanna Baldan, 14. Armando De Zordo, 15. Giorgia Tagliapietra, 16. Silvia Lucia Marta Carniato, 17. Luca Zullo, 18. Gianpiero Boriello, 19. Massimo Andreoli, 20. Maria Luisa Muratore. FUTURO E LIBERTA PER LITALIA - FINI 1. Gianfranco Fini, 2. Roberto Menia, 3. Giorgio Conte, 4. Gimmi Tormena, 5. Giuseppe Muzzupappa, 6. Caterina Mengotti, 7. Roberto Cappelli, 8. Paolo Vannini, 9. Francesco Angelo Perlotto detto Franco, 10. Marina Felisi, 11. Lucilla Di Zane, 12. Andrea Gasparini, 13. Giuseppemaria Pilo di Capaci, 14. Elisabetta Bonato, 15. Leonardo Marino, 16. Tamara Gottardi, 17. Giovanna Pavan, 18. Massimo Moro, 19. Isabella Furlan, 20. Mauro Fantuz. UNIONE DI CENTRO CASINI 1. Gian Luca Galletti, 2. Gianna Galzignato, 3. Enrica Pontello, 4. Marco Da Rin Zanco, 5. Graziano Bortolato, 6. Luciano Compagno, 7. Matteo Bianchi, 8. Arthur Francesco Carponi-Schittar, 9. Angelo Facchin, 10. Giuseppe Mattiello, 11. Ilaria Pempinella, 12. Silvia Bertato, 13. Christian Guerra, 14. Gianluigi Corletto, 15. Giacomo Masucci, 16. Giuliano Bortolin, 17. Adriana Lanza, 18. Raffaella Ferronato, 19. Tiziana Menegon, 20. Franco Bernardi. LA DESTRA STORACE 1. Francesco Storace, 2. Teodoro Buontempo, 3. Alberto Filippi, 4. Andrea Camilli, 5. Giuseppe Buffoni, 6. Roberto Paladin, 7. Vincenzo Moggi, 8. Antonio De Virgiliis, 9. Giulio Tartuferi, 10. Leonardo Anastasia, 11. Carlo Berlin, 12. Pietro Andreatta, 13. Mirco Lunardi, 14. Antonio Asin, 15. Lucio Biban, 16. Andrea Carraro, 17. Giovanni Berto, 18. Chirveno Fontana, 19. Livio Toldo. MODERATI ITALIANI IN RIVOLUZIONE SAMORI 1. Gianpiero Samor, 2. Alessio De Mitri, 3. Michele Basso, 4. Jacopo Beltrame, 5. Andrea De Vido, 6. Silvia Moro, 7. Antonello Baseggio, 8. Egidio Barbon, 9. Manuela Baron, 10. Eddi Frezza, 11. Antonella Pol, 12. Alessandro Basso, 13. Roberto Cardazzi, 14. Roberta Turchet, 15. Fabio Colbertaldo, 16. Valentina Zanoni, 17. Bruna Milanese, 18. Diletta Maggiolo, 19. Paolo Zabeo, 20. Angelo Gregucci.

SPECIALE ELEZIONI

IL POPOLO DELLA LIBERTA BERLUSCONI 1. Renato Brunetta, 2. Valentino Valentini, 3. Maurizio Paniz, 4. Michele Zuin, 5. Fabio Chies, 6. Orazio Dal Rold, 7. Giovanni Battista Mestriner, 8. Christian Barzazi, 9. Renata Dal Farra, 10. Silvia Biscaro, 11. Eugenio Pasqual, 12. Gianbruno Panizzutti, 13. Lorenzo Bortoluzzi, 14. Salvatore Cauchi, 15. Franco Bonesso, 16. Stefania Fagotto, 17. Nicoletta Coccia, 18. Lucia Calgaro, 19. Beniamino Boscolo Capon, 20. Lorenza Lavini. FRATELLI DITALIA CENTRODESTRA NAZIONALE 1. Giorgia Meloni, 2. Raffaele Speranzon, 3. Marina Buffoni, 4. Andrea Selva Volpi, 5. Antonio Da Col, 6. Lucas Pavanetto, 7. Nicola Sonego, 8. Giuseppe Sambati, 9. Alberto Bortolazzi, 10. Michele Zampedri, 11. Simone Autiero, 12. Nicola Boscolo Pecchie, 13. Anna Angela Bortoluzzi, 14. Caterina Pinelli, 15. Mario Ceotto, 16. Donatella Benetazzo, 17. Alarico Memo, 18. Emma Barozzi, 19. Lauro Lorenzetto, 20. Luisella Ongaro. LEGA NORD MARONI 1. Marco Marcolin, 2. Emanuele Prataviera, 3. Arnaldo Stefano Pitton, 4. Loris Da Ros, 5. Sabina Fabi, 6. Francesco Chiaranda, 7. Leonardo Colle, 8. Tiziana Milani, 9. Donatella Zambolin, 10. Elsa Colomberotto, 11. Danilo Bortoluzzi, 12. Corrado Callegari, 13. Firmino Vettori, 14. Barbara Solin, 15. Angela Colmellere, 16. Ketty Fogliani, 17. Michele Pagotto, 18. Gianpaolo Bottacin, 19. Noemi Zanette, 20. Pierangelo Del Zotto. PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI 1. Luigi Sorge, 2. Enzo Tataranni, 3. Andrea Botto, 4. Fabio Cacciamani, 5. Antonio De Vincenti, 6. Florenzo Doino, 7. Simone Faini, 8. Claudio Ferro, 9. Valentina Fumagalli, 10. Eugenio Gemmo, 11. Giuseppe Mazzoli, 12. Mirto Paris, 13. Luca Prini, 14. Giovanni Roccaro, 15. Ruggero Rognoni, 16. Gianmarco Satta, 17. Michele Terra, 18. Mario Tommasi, 19. Nicola Tradori. RIVOLUZIONE CIVILE INGROIA 1. Antonio Ingroia, 2. Stefano Leoni, 3. Ivan Rota, 4. Augusto Rocchi, 5. Pierfelice Zazzera, 6. Nicoletta Zago, 7. Franca Marcomin, 8. Marina Alfier, 9. Alfonso Delfino, 10. Cristina Muratore, 11. Domenico Felice, 12. Nadia Breda, 13. Gianpietro Francescon, 14. Daniele Zandonella, 15. Giulio Zotti, 16. Angelo Morini, 17. Maria Bruschi, 18. Silvano Lazzarin, 19. Simone Bardelle, 20. Nicoletta Pampaloni.

CENTRO DEMOCRATICO 1. Massimo Donadi, 2. Marco Benozzi, 3. Gianluca Maschera, 4. Guido Ambrosini, 5. Valentina Buzzo, 6. Danila Tirabeni, 7. Roberto Baldan, 8. Massimiliano Scarpa, 9. Daniel Casagrande Napolin, 10. Giorgio Conte, 11. Maria Gioia Penzo, 12. Marco Frigelli, 13. Fabrizio Traversaro, 14. Sandra Santi, 15. Luca Pistolato, 16. Maurizio Martinisi, 17. Michela Barban, 18. Diego Pacchiarotta, 19. Mario Nisotti, 20. Paolo Minato. PARTITO DEMOCRATICO 1. Pierpaolo Baretta, 2. Michele Mognato, 3. Simonetta Rubinato, 4. Delia Murer, 5. Andrea Martella, 6. Floriana Casellato, 7. Roger De Menech, 8. Oreste Pastorelli, 9. Sara Moretto, 10. Giovanni Tonella, 11. Marco Stradiotto, 12. Francesca Zottis, 13. Barbara De Nardi, 14. Jessica Pavan, 15. Claudio Dus, 16. Elisabetta Populin, 17. Irma Visalli, 18. Jacopo Molina, 19. Claudio Niero, 20. Marco Rizzetto. SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA' VENDOLA 1. Nicola Vendola detto Nichi, 2. Giulio Marcon, 3. Rita Zanutel, 4. Luigi Solimini, 5. Raffaella Gorza Pretty, 6. Moreno Chinellato, 7. Renata Mannise, 8. Luca De Marco, 9. Marco Barluzzi, 10. Davide Buldrini, 11. Manola Bullo, 12. Andrea Campagnaro, 13. Anna Maria Da Re, 14. Zoubida Ghezali, 15. Renato Vignato, 16. Barbara Ferrazzo, 17. Federico Camporese, 18. Heidi Crocco, 19. Arcangelo Varlese, 20. Mattia Orlando. MOVIMENTO 5 STELLE BEPPE GRILLO 1. Arianna Spessotto, 2. Marco Da Villa, 3. Federico DInc, 4. Emanuele Cozzolino, 5. Leonardo Brunetta, 6. Simone Scarabel, 7. Omar Baseggio, 8. Daniele Vidotto, 9. Federico Bonollo, 10. Diego Zanatta, 11. Marzia Val, 12. Raffaella Pasqualin, 13. Barbara Candeago, 14. Carmine Dauria, 15. Sonia Xausa, 16. Cristiano Farina, 17. Barbara Lando, 18. Nicola Mainardi, 19. Davide Zamuner.

SPECIALE ELEZIONI

FARE PER FERMARE IL DECLINO 1. Oscar Fulvio Giannino, 2. Roberto Pea, 3. Alessandra Pegorer, 4. Maurizio Milan, 5. Maria Teresa Bighi, 6. Massimo Caneva, 7. Mariano Roman, 8. Andrea Alexandre, 9. Maria Enrica Lion, 10. Marco Fabbrini, 11. Marco Catto, 12. Tommaso Trucolo, 13. Achille Santin, 14. Luigi Grillo, 15. Rudi De Gasperin, 16. Diego Menegon, 17. Luca Galante, 18. Fabio Chiocchetti, 19. Riccardo Visinoni. INDIPENDENZA VENETA 1. Lodovico Pizzati, 2. Nicola Gardin, 3. Michele Sarti, 4. Stefano Favero, 5. Massimiliano Berchioni, 6. Mary Helen Balbinot, 7. Federico De Marchi, 8. Lucia Baggio, 9. Daniele Cenedese, 10. Michela Sarti, 11. Gottardo Zanoni, 12. Gianluca Dandolo, 13. Gianluigi Sette, 14. Maria Luisa Giordano, 15. Marcellino Luise, 16. Marianna Davanzo, 17. Cristiano Scatolin, 18. Moreno Santi, 19. Simone Corsi, 20. Beatrice Pege. VENETO STATO 1. Antonio Guadagnini, 2. Patrik Riondato, 3. Valerio Bergamin, 4. Ivan Salvador, 5. Alessandro De Zolt Ponte, 6. Francesco Minetto, 7. Michele Fiorot, 8. Sandra De Bacco, 9. Michele Tornabene, 10. Geremia Agnoletti, 11. Marilena Doimo, 12. Gaetano Zuanetti, 13. Alberto Pigozzo, 14. Bruno Trentin, 15. Gianfranco Borsoi, 17. Domenico Gerardi, 18. Daniele Pellizzer, 19. Gianluigi Canzian.

SENATO ( VENETO )
SCELTA CIVICA CON MONTI PER LITALIA 1. Gianpiero Dalla Zuanna, 2. Antonio De Poli, 3. Fabio Gava, 4. Maurizio Fistarol, 5. Maria Possamai, 6. Raffaele Bazzoni, 7. Graziano Gianmichele Visentin, 8. Fiorella Cappato, 9. Diego Vianello, 10. Massimo Casotto, 11. Fiorenzo Silvestri, 12. Giorgio Barro, 13. Stefano DallAra, 14. Andrea Pederiva, 15. Cristina Toso, 16. Luca Cancian, 17. Gianluca Dal Borgo, 18. Luigi Losacco, 19. Marco Trombini, 20. Michele Scibelli, 21. Paola Conti, 22. Marco Bovo, 23 Giulia Elisabetta Zanon, 24 Valter Rosato. RIVOLUZIONE CIVILE INGROIA 1. Antonio Borghesi, 2. Giuliano Tallone, 3. Daniele Ruffini, 4. Giuseppe detto "Tiziano" Quaini, 5. Piera Paola Bortolami, 6. Giovanni Battista Di Masi, 7. Sabrina Di Napoli, 8. Cosetta Sartori, 9. Daniele Sessolo, 10. Antonella Zarantonello, 11. Ezio Lovato, 12. Gianluigi, Bergamo, 14. Marisa Velardita, 15. Cristiano Maria Pavarin, 16. Renata Toppan, 17. Maurizio Nazari, 18. Giovanna Bruna Pineda, 19. Iulia Iemma, 20. Oscar Tosini, 21. Giuseppe Pisano, 22. Marcello Albanello. PARTITO DEMOCRATICO 1. Laura Puppato, 2. Felice Casson, 3. Giorgio Santini, 4. Rosanna Filippin, 5. Giancarlo Piva, 6. Emilia Grazia Laugelli, 7. Clara Scapin, 8. Deniele Ceschin, 9. Laura Negri, 10. Claudia Bettiol, 11. Stefania Busatta, 12. Claudio Piron, 13. Meri Ballico, 14. Alessandra Salardi in Tommasoli, 15. Rodolfo Giuliano Viola, 16. Marisa Galbussera, 17. Keren Ponzo, 18. Emma Benedetti, 19. Franco Zanata, 20. Pierangelo Molena, 21. Fernando Zaramella, 22. Angelo Zanellato, 23. Carola Arena, 24. Amadio Gonella. CENTRO DEMOCRATICO 1. Alfio Capizzi, 2. Antonio Soffiati, 3. Giovanni Mazzonetto, 4. Franca Longo, 5. Rocco Vianello, 6. Anna Simeone in Landi, 7. Massimo Zanella, 8. Cinzia Gattuso, 9. Nicola Prati, 10. Maria Elena Frusciante, 11. Raffaele Ciriello, 12. Daniele Comerci, 13. Davide Rossi, 14. Doriana Fiorio, 15. Sergio Zilio, 16. Franco Carnevale, 17. Matteo Mantovan, 18. Giovanna Sattin, 19. Salvatore Parlatore, 20. Emilio Manfrin, 21. Cristina Ranzato, 22. Elio Castagnini, 23. Luigi Scarinzi, 24. Ivano Penzo. SINISTRA ECOLOGIA LIBERTA' VENDOLA 1. Mbaye Diaw detto Pape, 2. Mariateresa Di Riso, 3. Leonida Facchini detto Dino, 4. Federica Panizzo, 5. Attilio Motta, 6. Cinzia Sivier, 7. Stefano DallAgata, 8. Nadio Grillo, 9. Beatrice Andreose, 10. Pio DEmilia, 11. Lorenza Annoni, 12. Vittorio Alberti, 13. Lia Arrigoni, 14. Luigi Amendola, 15. Pia Colleoni, 16. Antonio Composta, 17. Claudia DAmbros, 18. Claudio Magagna, 19. Teresa Lapis. PARTITO PENSIONATI 1. Gianni Guglielmo Pozzani, 2. Germano Zanella, 3. Giuseppe Canestrari, 4. Enzo Mainenti, 5. Fabrizio Martini, 6. Gian Alberto Andreis, 7. Fausto Brentaro, 8. Luciano Colognese, 9. Luigi Perella, 10. Adriano Zoccoletti, 11. Diego Avesani.

SPECIALE ELEZIONI

MODERATI ITALIANI IN RIVOLUZIONE SAMOR 1. Roberto Fava, 2. Gerardo Meridio, 3. Riccardo Meneghel, 4. Elisabetta Carrato, 5. Katia Spadetto, 6. Marina Salmaso, 7. Aldo Salvalaggio, 8. Levis Majer, 9. Marisa Dolos Borsoi, 10. Ashraf Masih, 11. Alessandro Zagonel, 12. Alessandra Brazzale, 13. Silvio Ferro, 14. Emilio Pascon, 15. Luciano Sartore, 16. Ruggero Peretti, 17. Adriana Mattiazzi, 18. Renato Giacometti, 19. Stelvio Cesarotto, 20. Debora Varaschin, 21. Diego Beltramelli, 22. Luigino De Zorzi, 23. Simonetta Mora, 24. Rosanna Cavallin. LA DESTRA STORACE 1. Fabiano Bosetti, 2. Ampelia Berto, 3. Vitto Favaretto, 4. Stefania Bianchin, 5. Antonio De Gasper, 6. Antonio Pezzolo, 7. Silvio Destro, 8. Sergio Lise, 9. Gusso Elisabetta, 10. Curzio Ferri, 11. Luca Paolo Bertocco, 12. Pier Marino Veronese, 13. Vito De Luca, 14. Carmine DErrico, 15. Giuseppe Di Tusa, 16. Pierluigi Bussola, 17. Dario Roan, 18. Andrea Vigan, 19. Gianpaolo Turrina, 20. William Dapiran, 21. Gianfranco Zenari, 22. Renato Realdon, 23. Francesco Giorgi, 24. Roberto Lazzaretti. FRATELLI DITALIA CENTRODESTRA NAZIONALE 1. Guido Crosetto, 2. Paola Frassinetti, 3. Raffaele Zanon, 4. Massimo Parravicini, 5. Danilo Montanari, 6. Antero Cecchetto, 7. Bruno Rossetto, 8. Gianantonio Bona, 9. Italo Tassinari, 10. Sandro Mantovani, 11. Valsiro Scotti, 12. Matteo De Marchi, 13. Gianni Luigi Capraro, 14. Augusto Balzi, 15. Paola Briani, 16. Consolazione Gulisano detta Lionella, 17. Armando Tiozzo Campanaro, 18. Laura Mancini, 19. Margherita Fiore, 20. Renata Gandini, 21. Franco Bressan, 22. Cristina Cuneo, 23. Daria Mantovani, 24. Lorenzo Toffanin. IL POPOLO DELLA LIBERTA BERLUSCONI 1. Silvio Berlusconi, 2. Niccol Ghedini, 3. Maurizio Sacconi, 4. Anna Bonfrisco, 5. Pierantonio Zanettin, 6. Marco Marin, 7. Maria Elisabetta Alberti Casellati, 8. Mario Dalla Tor, 9. Giovanni Piccoli, 10. Franco Conte, 11. Bartolomeo Amidei, 12. Stefano Bertacco, 13. Renato Meneghel, 14. Gianni Stival, 15. Giovanni Maria Forte, 16. Edoardo Pallaro, 17. Elisabetta Ballin, 18. Fiorella Bedin, 19. Roberta Toffanin, 20. Rossella Olivo, 21. Marina Balleello, 22. Alessandro Ferlin, 23. Andrea Sanguin, 24. Roberto Ferrara. LEGA NORD MARONI 1. Massimo Bitonci, 2. Patrizia Bisinella, 3. Raffaela Bellot, 4. Emanuela Munerato, 5. Erika Stefani, 6. Paolo Tosato, 7. Franco Zorzo, 8. Manuela Lanzarin, 9. Flavio Zebellin, 10. Maurizio De Lorenzi, 11. Maurizio Malizia, 12. Gianpaolo Vallardi, 13. Fabio Pietro Radere, 14. Luciano Cagnin, 15. Carla De Beni, 16. Gianvittore Vaccari, 17. Dante Vascon, 18. Giampaolo Zaramella, 19. Giuseppe Donin, 20. Monica Corazza, 21. Andra Molinari, 22. Mariella Mazzetto, 23. Gianni Cestaro, 24. Adolfo Zordan. VENETO STATO 1. Marco Busato, 2. William Marsura, 3. Luigi Giacon, 4. Eraldo Barcaro, 5. Guido De Lorenzo, 6. Carlo Trevisan, 7. Enrico Bonazzi, 8. Piergiuliano Beltrame, 9. Ruggero Zigliotto, 10. Meris Barban, 11. Guerrino Ferronato, 12. Lara Puppin, 13. Cinzia Bertacche, 14. Ferdinando Marcassa, 15. Ivan Carollo, 16. Stefano Bolgan, 17. Giordano Aggio, 18. Luigi Battistin, 19. Mauro Passudetti, 20. Flavio Fetta, 21. Laura Basso, 22. Giacomo Falier. LIGA VENETA REPUBBLICA 1. Fabrizio Comencini, 2. Ennio De Pieri, 3. Gian Pietro Piotto, 4. Remo Cavaletto, 5. Carlo Riondato, 6. Alberto Battistella, 7. Salvatore Cuzari, 8. Alessandro Bonamigo, 9. Roberto Dal Pan, 10. Vittorio De Rossi, 11. Mario Ciriello, 12. Giorgio Bazzi, 13. Maria Dorigato, 14. Luigino Mariotto, 15. Valter Specia, 16. Francesco Zeffiro, 17. Marina Maria Dessabo, 18. Lina Tenca. PARTITO COMUNISTA DEI LAVORATORI 1. Marco Ferrando, 2. Gianbattista Mineni, 3. Lidia Deppieri, 4. Lara Tegon, 5. Giuseppe Angione, 6. Ivana Aglietti, 7. Francesco Anfossi, 8. Ciro Attanasio, 9. Natale Azzaretto, 10. Federico Bacchiocchi, 11. Maria Laura Beretta, 12. Alessandro Borin, 13. Alessandro Busetto, 14. Gian Franco Camboni, 15. Rossana Canfarini, 16. Dario Casati, 17. Tiziano Di Clemente, 18. Giovanni Di Marco, 19. Chiara Di Stanislao, 20. Chiara Gasparini, 21. Maria Lombardo, 22. Tiziana Mantovani, 23. Filippo Piacere, 24. Sergio Padovan.

SPECIALE ELEZIONI

IO AMO LITALIA 1. Salvatore Frattallone, 2. Gianfranco Sacchetti, 3. Gabriele Cappato, 4. Carlo Nicoletti, 5. Edda Fogarollo, 6. Francesco Castellani, 7. Amedeo Petrella, 8. Alfonso Maria Ferrara, 9. Letizia Ingrosso, 10. Petro Grassi, 11. Fausto Favero, 12. Francesco Sartori, 13. Andrea Zambelli, 14. Mirko Panizzolo, 15. Davide Della Rocca, 16. Francesco Bombarda, 17. Gennaro Esposito, 18 Mario Albertin, 19. Liana Bosello, 20. Paola Luppi, 21. Eugenio Cammillucci, 22. Piergiorgio Carinci. RIFORMISTI ITALIANI STEFANIA CRAXI 1. Manuela Bevilacqua, 2. Silvia Franchin, 3. Andrea Golo, 4. Gabriela Leonardi, 5. Angelo Lippolis, 6. Paolo Marconi, 7. Angelino Masin, 8. Fausto Perazzolo Marra, 9. Luigi Strazzabosco.

PROGETTO NAZIONALE 1. Bruno Cesaro, 2. Michele Recchia, 3. Isabella Boscolo, 4. Luca Zampini, 5. Francesco GuglielmoMancini, 6. Alessandro Castorina, 7. Marco Cesare Demetrio Bresaola, 8. Paolo Rinaldi, 9. Amedeo Bolzonello, 10. Vittorio Bonfante, 11. Carlo Giacomo Granzotto, 12. Paolo Conte, 13. Elisa Pasini, 14. Marco Zamboni, 15. Claudio Sancinito, 16. Massimo Campostrini, 17. Luigino Tasso, 18. Annarosa De Grandis. DONNE PER LITALIA 1. Maria Cristina Sandrin, 2. Annalisa Levorato, 3. Laura Lunadei, 4. Patrizia Patti, 5. Loredana Bavasso, 6. Paola Crema, 7. Graziella Castagnedi, 8. Alessandro Miozzo, 9. Rita Murabito, 10. Enzo Rizzuti, 11. Santina Leprini, 12. Simonetta Morelli, 13. Rosaria Di Blasi, 14. Marilena Elleri, 15. Stefano Mancuso, 16. Salvatore Macchia, 17. Marialuisa Bonito. FORZA NUOVA 1. Nicola Vettorato, 2. Luca Vardanega, 3. Paolo Ferraro, 4. Firmino Dal Canton, 5. Federico Mist, 6. Concetto Costa, 7. Gianluigi Onori, 8. Simona Benetti, 9. Damiano Signorelli, 10. Stefania Gerosa, 11. Leonardo Pegoraro, 12. Lino Bacelle, 13. Luigi Polesel, 14. Giovanni Dimazzoni, 15. Giuseppe Margadonna, 16. Sebastiano Sartori, 17. Alessandro Rossi, 18. Massimo Veronese. FARE PER FERMARE IL DECLINO 1. Franco Bocchini, 2. Susanna Magnabosco, 3. Davide Merigliano, 4. Pier Giovanni Toniolo, 5. Antonio Monesi, 6. Anna Zampieron, 7. Anna Maria Costalunga, 8. Mario Marchese, 9. Piero Comparoto, 10. Carlo Mosca, 11. Rino Bedeschi, 12. Giuliano Borella, 13. Maria Veronica Ceria, 14. Silvano Faresin, 15. Leonardo Granata, 16. Loris Bell, 17. Stefano Simionato, 18. Giovanni Sambo, 19. Loris Mattei, 20. Diego Vaccari, 21. Carlo Mazza. INDIPENDENZA VENETA 1. Alessio Morosin, 2. Cantarutti Azzano, 3. Davide Pozzobon, 4. Teresa Davanzo, 5. Umberto Vecchiato, 6. Gianluca Panto, 7. Anna Maria Ferro, 8. Selena Veronese, 9. Pietro Bortolin, 10. Alessandro Panto, 11. Cesare Busetto, 12. Nicola Vianello, 13. Antonio Perozzo, 14. Daniele Soligo, 15. Imerio Righetto, 16. Paolo Pendenza, 17. Giovanni Lucchetta. CASAPOUND ITALIA 1. Monica Pasetto, 2. Stefano Dal Forno, 3. Pietro Righetti, 4. Monica Gasparotto, 5. Daniela Polastri, 6. Andrea Ballini, 7. Natalino Walter Boscato, 8. Riccardo Tomezzoli, 9. Paolo Padovani, 10. Pierfrancesco Dal Collo Vita.

MOVIMENTO 5 STELLE BEPPE GRILLO 1. Enrico Cappelletti, 2. Paola De Pin, 3. Giovanni Endrizzi, 4. Gianni Pietro Girotto, 5. Tiziana Michelotto, 6. Marzia De Giusti, 7. Dario Conti, 8. Federico Munerotto, 9. Annalisa Marani, 10. Susanna Michieli, 11. Francesco Celotto, 12. Giacomo Bortoluzzi, 13. Enrico Maggi, 14. Alessandro Michieletto, 15. Tarcisio Bonotto, 16. Tommaso Capriuoli, 17. Massimiliano Leone, 18. Alessandro Lenza, 19. Roberto Scolari, 20. Adriano Marengon, 21. Silvia Tedesco, 22. Mariano Zilio, 23. Vittorio La Paglia, 24. Gino De Pauli.

LA PRO LOCO DI QUERO


organizza

DOMENICA 10 FEBBRAIO 2013


in Piazza Marconi, Quero

VI ASPETTIAMO NUMEROSI ALLE ORE 14:00

PROGRAMMA: Apertura carnevale con intrattenimento musicale e arrivo delle mascherine A SEGUIRE:

Premi al gruppo pi originale, alla maschera pi bella alle tre mascherine pi simpatiche, oltre a premi di consolazione per tutte le mascherine.
IN CASO DI MALTEMPO LA MANIFESTAZIONE SARA ANNULLATA

ATTUALIT

Cos il traffico sul ponte Bailey


Con ordinanza nr. 1438 del 07.12.2012 stata regolamentata la circolazione sul ponte Bailey, meglio conosciuto come la passerella, che collega le sponde fra Quero e Vas nelle vicinanze della stazione ferroviaria di Quero-Vas. Di seguito il dispositivo del documento, che ordina: listituzione lungo tutto il ponte Bailey del limite massimo di velocit di 10 Km/h; listituzione lungo tutto il ponte Bailey dellobbligo di stanziamento minimo di 50 ml tra i veicoli che percorrono lo stesso; istituire un divieto di transito, eccetto i residenti di Quero e Vas, mezzi di soccorso e Forze di Polizia.

Tra Quero e Vas

8
Uniniziativa delle Pro Loco di Alano e di Fener

CRONACA

Domenica 10 febbraio il Carnevale alanese


di Silvio Forcellini
Ricordiamo, dopo averlo anticipato nei numeri scorsi, che domenica 10 febbraio avr luogo il Carnevale alanese con la tradizionale sfilata dei carri mascherati. Questo il programma dettagliato: alle ore 12.30 ritrovo in piazza a Campo (con i carri posizionati in direzione di Fener); alle ore 13.00 partenza della sfilata; alle ore 13.20 arrivo ai Faveri; alle ore 14.00 arrivo a Fener; alle ore 15.05 arrivo ad Alano; alle ore 16.10 arrivo a Colmirano e inizio delle votazioni; alle ore 16.20 premiazioni in piazza a Comirano; alle ore 17.00 partenza per Uson (facoltativa); alle ore 17.15 arrivo ad Uson per la tradizionale conclusione. Allappuntamento proposto dalle Pro Loco di Alano e di Fener in collaborazione con lAmministrazione Comunale di Alano, far da appendice, marted 12 febbraio, Oggi Trippa (vedi locandina), su iniziativa della Pro Loco di Fener.

PRO LOCO DI FENER

OGGI TRIPPA
marted 12 febbraio alle ore 20.00 presso la sala parrocchiale di Fener
per le prenotazioni rivolgersi alla Gelateria Due Valli o alla presidente (cell. 348-8710535) entro il 9 febbraio
E stato un anno mediamente piovoso e piuttosto caldo

I dati meteorologici del 2012


di Silvio Forcellini
Come tradizione, eccoci anche questanno pronti a dare i numeri riguardanti le osservazioni pluvio-nivometriche e le temperature registrate nel 2012 nella nostra zona. Dai dati fornitici dallamico (e neo-pap) Gioacchino Conte, responsabile della stazione di Fener del Consorzio di Bonifica Piave che ringraziamo per la preziosa collaborazione che non viene mai meno, lanno appena trascorso, con i suoi 1.622,2 mm di pioggia, risultato mediamente piovoso (nel 2011 si sono avuti 1.507,1 mm, nel 2010 2.233,6 mm, nel 2009 1.671,2 mm, nel 2008 2.084,7 mm e nel 2007 1.195,2 mm). 107 sono stati i giorni bagnati del 2012 (contro i 104 del 2011, i 131 del 2010, i 112 del 2009, i 138 del 2008 e i 99 del 2007), pi 1 contrassegnato da pioggia mista a neve. Date le eccezionali precipitazioni nei giorni 10 e 11, il record di pioggia si avuto ovviamente in novembre con 486,2 mm (nel 2011 giugno con 286,0 mm), con il livello pi alto registrato il 12 novembre con 124,2 mm (nel 2011 il 26 ottobre con 168,6 mm). La quantit minima invece caduta in marzo con 9,4 mm (nel 2011 agosto con 21,0 mm). Queste le precipitazioni mese per mese con, tra parentesi, quelle del 2011: gennaio 11,3 mm (nel 2011: 34,4); febbraio 12,8 (71,7); marzo 9,4 (176,8); aprile 204,6 (36,3); maggio 186,8 (99,0); giugno 92,7 (286,0); luglio 103,2 (213,2); agosto 43,8 (21,0); settembre 263,3 (107,3); ottobre 167,6 (226,2); novembre 486,2 (194,4); dicembre 40,5 (40,8). Per quanto riguarda le precipitazioni nevose, nel 2012 sono state monitorate il 5, il 7, il 10, il 12 e il 13 febbraio, l8, il 14 e il 21 dicembre, per un totale di 8,7 cm (contro gli 0 cm del 2011, i 10,5 cm del 2010, i 10 cm del 2009, i 14 cm del 2008 e gli 1,5 cm del 2007). Passando alle temperature, la minima pi bassa in assoluto (-11) stata registrata il 6 febbraio, mentre 54 sono state le giornate sottozero (contro le 42 del 2011, le 66 del 2010, le 56 del 2009 e le 52 del 2008). Il mese pi freddo si rivelato febbraio, con 23 giornate sottozero (nel 2011 gennaio con 20). Si sono anche avute 21 giornate sottozero in gennaio e 10 in dicembre. Agosto si rivelato invece il mese pi caldo, con la massima pi alta in assoluto (+37) registrata il 21 agosto (oltre che il 2 e 3 luglio) e con il termometro che ha raggiunto o superato i 30 ben 28 volte (nel 2011 sempre agosto e sempre in 28 occasioni). La temperatura, nellintero 2012, anno piuttosto caldo, ha raggiunto o superato i 30 73 volte (nel 2011 la soglia in questione era stata raggiunta o superata 90 volte, nel 2010 26 volte, nel 2009 37 volte e nel 2008 29 volte). Nel dettaglio, riferendoci sempre al 2012: 3 in maggio, 13 in giugno, 22 in luglio, 28 in agosto, 7 in settembre. Nel 2011 invece, per un ultimo raffronto, si erano avuti un valore massimo di 39 il 24 agosto e un valore minimo di -5 il 5 gennaio e il 24 febbraio. Per i dati meteo del 2012 tutto, arrivederci allanno prossimo.

CRONACA

I figli di genitori immigrati rappresentano il 26% della popolazione scolastica del Basso Feltrino

I dati percentuali degli alunni stranieri iscritti allIstituto Comprensivo di Quero


di Silvio Forcellini

Il 26%. E questa la percentuale degli alunni stranieri iscritti allIstituto Comprensivo di Quero, che raggruppa la scuola dellinfanzia di Alano e di Vas, la scuola primaria di Alano e di Quero e la scuola secondaria di 1 grado di Alano e di Quero. Su 653 alunni iscritti nellanno scolastico 2012/2013, 170 sono infatti figli di immigrati. Di questi 170, 49 frequentano la scuola dellinfanzia (su 149 iscritti complessivi, pari al 32,9%); 77 la scuola primaria (su 286 iscritti, pari al 26,9%); 44 la secondaria di 1 grado (su 218 iscritti, pari al 20,2%). Le loro famiglie sono originarie di: Marocco (80), Cina (54), Macedonia (8), Albania (5), Croazia (4), Senegal (4), Repubblica Dominicana (3), Madagascar (2), Romania (2), Brasile (1), Burkina Faso (1), Camerun (1), Colombia (1), Moldavia (1), Nigeria (1), Tunisia (1) e Vietnam (1), per un totale di diciassette paesi di provenienza. Insomma, un alunno su quattro iscritto allIstituto Comprensivo di Quero figlio di genitori immigrati, percentuale che non si discosta di molto da quella degli anni precedenti, che era infatti del 26,7% nellanno scolastico 2011/2012 (169 su 632), del 24,8% nellanno scolastico 2010/2011 (154 su 622) e del 28,4% nellanno scolastico 2009/2010 (175 su 617). Va ricordato che, giuridicamente, detti alunni - anche se nati in Italia - verranno considerati stranieri sino al compimento del 18 anno di et, e solo poi potranno richiedere - se lo vorranno - la cittadinanza italiana. Per tutti gli altri dati rimandiamo alle tabelle che seguono, forniteci dallIstituto Comprensivo di Quero, che ringraziamo per la collaborazione. Un grazie particolare a Nadia Rizzotto e alla massima dirigente dellIstituto, la dottoressa Ginetta Doro, entrambe sempre estremamente disponibili nei nostri confronti. INFANZIA ALANO 80 iscritti PRIMARIA QUERO 175 iscritti Alunni stranieri 21 (26,25%) Alunni stranieri 39 (22,3%) PRIMARIA ALANO 111 iscritti SECONDARIA QUERO 130 iscritti Alunni stranieri 38 (34,2%) Alunni stranieri 19 (14,6%) SECONDARIA ALANO 88 iscritti INFANZIA VAS 69 iscritti Alunni stranieri 25 (28,4%) Alunni stranieri 28 (40,6%)

LETTERE AL TORNADO

A proposito del porta a porta: precisazioni


Alcune precisazioni in merito al contenuto della lettera di Irven Zanolla, pubblicata sul Tornado n. 607 a pag. 24: a) dati alla mano, appurato che, durante le festivit, le persone sono portate a fare le cosiddette pulizie di primavera e, quindi, a produrre pi immondizia; b) la scelta del porta a porta va nella direzione in cui vanno i Comuni pi virtuosi e che hanno a cuore lambiente. Sul fattore estetico: molto dipende da civilt e buona educazione delle persone che, a raccolta effettuata, dovrebbero ritirare i bidoncini o dimostrare senso di responsabilit se il conferimento stato effettuato in modo sbagliato (cosa che viene segnalata dagli incaricati alla raccolta). Su i calendari: il calendario del corrente anno (fino al mese di giugno) stato pubblicizzato adeguatamente su questo giornale e sui locali pubblici, mentre lo scorso anno era stato consegnato a tutti gli utenti in occasione della consegna del bidoncino. Su lecocentro: lecocentro aperto il mercoled, oltre che per pensionati e disoccupati, anche per grandi utenze, mentre il sabato, a differenza di quanto affermato, il fatto che si creino code e fastidi per i cittadini significa che parecchio frequentato e non inutile, grazie alla disponibilit di dipendenti e volontari che hanno a cuore lambiente e che dedicano il loro tempo volontariamente. Riguardo alle assunzioni, le normative per il contenimento della spesa pubblica prevedono che si possa assumere un dipendente a fronte del pensionamento di cinque dipendenti. Riteniamo dunque improbabile la possibilit di recepire la sua proposta. Il servizio porta a porta, proprio per evitare disagi alle persone impossibilitate a recarsi allecocentro, ci sembra la via ottimale per la soluzione del problema. Per quanto riguarda lidentificazione dei rifiuti, lAmministrazione puntava sul corretto conferimento (come da manuale in possesso dei cittadini), anzi ringraziamo quelli che si sono comportati in maniera corretta. Stiamo inoltre provvedendo allidentificazione dei trasgressori tramite appositi codici. Siamo comunque sempre pronti ad accogliere proposte e suggerimenti propositivi in materia. LAmministrazione Comunale di Alano

In risposta alla lettera di Irven Zanolla apparsa sul numero scorso

10

ATTUALIT

ASSOCIAZIONE FELTRINA DONATORI VOLONTARI SANGUE - ONLUS


C.F. 9100786 025 6 Segreteria: c/o Ospedale Via Bagnols sur Cze, 3 - 32032 FELTRE ( BL ) Tel. e Fax 0439-883359 E-mail : afdvs@ulssfeltre.veneto.it

32032 FELTRE ( BL )

Per festeggiare i 60 anni dalla fondazione dellAFDVS sar presentato un libro testimonianza di questo importante segmento di storia Associativa. Storia che ha visto protagoniste tantissime persone e tantissime sofferenze, gioie,speranze unite a una profonda solidariet. Lopera sar presentata il giorno:

Celebrazione del 60 dellA.F.D.V.S. 2 marzo 2013 - alle ore 10

presso lAula Magna dellIstituto Colotti di FELTRE


60 anni non sono pochi e i donatori meritano di essere degnamente ricordati e quindi tocca a noi farlo nel migliore dei modi. Il Presidente - Saverio Marchet

Rivoluzione nel sistema di chiamata


Dal primo febbraio i donatori di sangue feltrini si dotano di un nuovo sistema informatico che consente non solo di tener traccia delle donazioni effettuate, ma anche di contattare in maniera rapida, tramite sms o e.mail, i donatori stessi, in modo da ricordare loro lavvicinarsi della data di donazione. Diventare donatori di sangue, oltre a rappresentare un autentico atto damore, anche prendersi un preciso impegno: effettuare donazioni periodiche. Con leffettuazione della prima donazione, il donatore conferma la sua reale volont di diventare "PERIODICO" ed entra a far parte di un sistema sanitario organizzato che ha lo scopo di tutelare il diritto alla salute dei cittadini.

Donatori di sangue feltrini

I vantaggi
La donazione periodica rende molto pi sicuro il sangue, in quanto il donatore viene sottoposto ad un programma di monitoraggio e controllo continuo del suo stato di salute. Ad ogni donazione infatti viene effettuata una rivalutazione totale della sua idoneit, attraverso la compilazione del questionario, la visita medica, gli esami del sangue e ogni anno, e comunque tutte le volte che il medico responsabile lo ritiene opportuno, vengono effettuati controlli sanitari adeguati. Inoltre la donazione periodica garantisce un costante approvvigionamento ed una adeguata programmazione delle scorte di sangue e conseguentemente la possibilit di gestire in piena sicurezza tutte le necessit in condizioni ordinarie ed in emergenza.

Il servizio di chiamata ha importante valore organizzativo e duplice scopo: 1. mantenere costanti le scorte di sangue 2. evitare al donatore attese estenuanti grazie alla possibilit di programmazione della donazione. Le principali novit che saranno attuate dal primo febbraio
Chiamata sistematica dei donatori che non donano da pi di un anno, per far in modo che non

sicurezza tutte le necessit in condizioni ordinarie ed in emergenza.

Il servizio di chiamata ha importante valore 11 organizzativo e duplice scopo: ATTUALIT 1. mantenere costanti le scorte di sangue 2. evitare al donatore attese estenuanti grazie alla possibilit di programmazione della donazione. Le principali novit che saranno attuate dal primo febbraio
Chiamata sistematica dei donatori che non donano da pi di un anno, per far in modo che non superino i due anni dallultima donazione. per il donatore che lo desidera vi la possibilit di fissare lappuntamento per la donazione presso il Centro Trasfusionale, cos come gi in atto per le plasmaferesi. Tale meccanismo libero a tutti stato messo in atto in particolare per quelle categorie che non possono o non vogliono chiedere la giornata sul posto di lavoro.

al tuo caposezione. Sar usata solo per gli scopi dellassociazione e ricordarti le scadenze della donazione o per eventuali emergenze sanitarie.
Non basta fare il bene, bisogna anche farlo bene. Denis Diderot

Lappello ai donatori segnala il tuo numero di cellulare e la tua mail

LETTERE AL TORNADO

Alano: valle chiusa o finestra spalancata verso l'alto?


Breve riflessione sul nostro territorio.
(A.S.) Anni fa, un medico mi diceva che ad Alano qualcuno potrebbe soffrire della sindrome della valle chiusa. Non saprei statisticamente quanti hanno sofferto di questa malattia o si sentano imprigionati tra i nostri monti. Dipende molto dal rapporto che ciascuno ha con il territorio in cui vive, dipende dalla situazione storica e culturali di ciascuno. Se chiediamo agli anziani che ricordano ancora i sentieri e i nomi di ogni zona, i duri lavori svolti nelle diverse stagioni, i canti da un colle all'altro dopo le lunghe giornate estive della fienagione,...pero loro no c'era la sindrome della valle chiusa. E forse neppure per i molti emigranti che dovettero lasciare queste terre. Se chiediamo ai numerosi giovani che anche oggi, anche con il mal tempo, salgono a piedi verso Spinoncia, verso Camparona o la Val delle Mure....certo per loro c' piuttosto la sindrome del lavoro in fabbrica o dello stress quotidiano. Alano comunque si adagia su un territorio abbastanza vasto e vario, in una conca spaziosa ed aperta sia verso Nordest che verso la pianura. Qualcuno forse potrebbe desiderare di abbassare il Monfenera perch ci arrivi anche pi sole. Ma i nostri monti ci difendono anche dai venti di cui soffrono zone vicine come Quero e Pederobba. Ogni zona ha i suoi vantaggi e i suoi limiti. Certo la conoscenza, il rispetto, l'amore per il territorio in cui viviamo importante per anziani e per giovani, per alanesi di vecchia data e per nuovi arrivati.

La foto di copertina

ASTERISCO

(M.M.) Omaggio alla neve, poca, che si depositata questanno sulle nostre terre. La foto risale al 31 gennaio del 2010, fatta a Quero con una Sony DSC-W12, tempo di otturazione 1/320, F=5.6, ISO 100. Il ricordo della neve mi offre il destro anche per ricordare le nevi del nostro artista Francesco Guerra e ringrazio la moglie Fabriella Zauli per avermi mandato queste belle istantanee dei primi quadri di Francesco, che voglio condividere con i nostri abbonati. Gentile Mauro, oggi, mentre riordinavo le mie foto, ho trovato queste tre. Sono le foto di tre acquerelli dipinti da Francesco nella met degli anni cinquanta. Mostrano la bellezza della campagna di Quero con le vecchie case, le "mede" di fieno e le viti dopo una nevicata. Mi sembrano molto suggestive,cos gliele invio. La saluto, Gabriella Zauli

12
La relazione sullo stato di attuazione dei programmi 2012

CRONACA

Comune di Alano, gli interventi in campo sociale e culturale


di Silvio Forcellini
Nel consiglio comunale alanese dello scorso 24 settembre Martina Dal Zuffo, insegnante elementare e consigliere di maggioranza di NuovAlano (nella foto), aveva relazionato i presenti sugli interventi dellAmministrazione in campo sociale e culturale. Considerato che il Comune di Alano da decenni in prima fila in questo settore e che anche lattuale Amministrazione - nonostante la sempre minore disponibilit di fondi - ha meritoriamente scelto di continuare sulla strada intrapresa, abbiamo chiesto a Martina - che segue con grande passione e molta competenza ci che riguarda sociale e cultura - di entrare nel dettaglio degli interventi posti in essere. Ecco le sue risposte, che abbiamo riassunto di seguito. Per tutto lanno sono state assicurate le attivit relative ai servizi sociali con personale della cooperativa Energia Sociale con sportello aperto al pubblico due volte alla settimana. E, questa, unimportante risorsa viste le notevoli situazioni di disagio sociale. A tale riguardo lAmministrazione alanese ha anche aderito a due progetti: 1) Come sassi nellacqua, progetto rivolto ai giovani in et scolare che coinvolge diverse amministrazioni ed istituti scolastici con lobiettivo di favorire un giusto approccio alla diversit e alla cittadinanza attiva; 2) Indipendente, progetto promosso dal Rotary Club di Belluno in collaborazione con lUlss con lobiettivo di sensibilizzare e informare i giovani sulle tematiche legate alle dipendenze (con particolare riguardo alle problematiche legate al consumo di alcolici in considerazione del continuo aumento dei casi e dellabbassamento della soglia di approccio allalcol). Per quanto concerne i contributi erogati nellambito del sostegno alle famiglie: contributo del Consorzio BIM per il trasporto scolastico che diventa gratuito per tutti i ragazzi residenti nelle frazioni; contributo di 900 a sostegno di una famiglia in momentaneo disagio economico; pagamento regolare delle integrazioni delle rette agli istituti di ricovero in cui sono alloggiati anziani indigenti; applicazione delle riduzioni sui buoni mensa per secondi e terzi figli; fornitura gratuita dei libri di testo per la scuola primaria agli alunni residenti; contributo per lacquisto dei libri di testo triennali per la scuola secondaria di primo grado ( 115 a studente); riproposizione di SOS compiti, il progetto di studio assistito rivolto agli studenti della scuola primaria (13) e secondaria (9) mirato a promuovere lintegrazione scolastica e realizzato grazie al contributo della Regione ( 1400) e degli stessi amministratori alanesi ( 600). Per quanto riguarda ancora la scuola, continua limpegno dellAmministrazione nel sostenere le spese daffitto dello stabile di propriet della Parrocchia di Alano dove dislocata la scuola dellinfanzia ( 20.219); sono state inoltre sostenute regolarmente le spese relative a luce, riscaldamento, telefonia, servizio mensa, manutenzione degli stabili; sono stati infine sostenuti i progetti per lampliamento dellofferta formativa. Passando ai centri estivi, le tre settimane di attivit dedicate al gioco e a numerose esperienze vissute a contatto con la natura organizzate dal Comune di Alano in collaborazione con la Cooperativa Sociale Kirik nel mese di luglio hanno raccolto i consensi dei bambini e delle famiglie. Consistente il numero di partecipanti, circa 35 bambini (tra i 5 e i 10 anni). Punto di forza delle Settimane verdi stata senza dubbio la collaborazione con alcune associazioni locali che si sono rese disponibili a presentare ai ragazzi, attraverso diverse attivit stimolanti, la specificit del mondo dellassociazionismo e del volontariato. In ambito culturale, lAmministrazione si fatta promotrice, grazie a un finanziamento della Regione, del Festival del Paesaggio, rassegna di spettacoli e concerti nei mesi di luglio e agosto nei tre Comuni (Alano-Quero-Vas), iniziative che hanno visto una buona partecipazione da parte della popolazione. Tra le altre cose, sono stati assegnati degli spazi per le associazioni (Libero pensiero - Judo - Donatori di Sangue in Villa Cinespa, Banda Cittadina di Alano in palestrina), mentre il Comune si reso disponibile per stage formativi impiegando quattro ragazzi: due in biblioteca, uno in ufficio tecnico e uno in ragioneria. E chiudiamo con la biblioteca comunale, che pu essere definita un fiore allocchiello, resa pi funzionale negli spazi (angolo morbido per i pi piccoli, laboratorio e forno per la ceramica, angolo lettura, sala incontri), al passo con i tempi (con collegamento internet in 3 personal computer e rete wi-fi) e con un incremento del patrimonio librario. Molte le iniziative proposte: incontri, laboratori, progetti di promozione alla lettura, attivit con le scuole In pi, la sala incontri frequentemente usata per serate culturali o corsi, mentre i suoi spazi sono utilizzati dallAuser per incontri settimanali. Va ricordato, infine, che il Comune affiancato nelle scelte gestionali dal Comitato di Biblioteca.

13

CRONACA

La querese Francesca Rech ci racconta la sua esperienza ad Avanti un altro di Bonolis


a cura di Silvio Forcellini
Dopo Elda Franzoia (vedi Tornado n. 605), unaltra querese recentemente balzata agli onori delle cronache per la sua partecipazione a un quiz televisivo. Si tratta della ventunenne Francesca Rech, che ha preso parte alla trasmissione di Canale 5 Avanti un altro condotta da Paolo Bonolis, sfiorando una vincita di ben 47mila euro. Cos infatti, allindomani della partecipazione, la stampa locale (Corriere delle Alpi del 10 gennaio 2013, ritaglio in alto a destra) aveva descritto la sua performance: Ha sfiorato la vincita di 47mila euro cadendo sulla penultima domanda nella finale di Avanti un altro, il quiz preserale condotto da Paolo Bonolis su Canale 5. Francesca Rech si dimostrata brava e spigliata tanto che, proprio sul finire del programma, ha guadagnato la finale giocando per 180mila euro. Anche nelle insidiosi domande finali Francesca stata brava (bisogna dare la risposta sbagliata), ma caduta sulla penultima domanda quando avrebbe ancora potuto vincere 47mila euro. E di seguito la stessa Francesca Rech racconta ai lettori del Tornado la sua esperienza. COME MI HANNO SELEZIONATO Questestate ho mandato una simpatica e-mail in rima alla redazione del programma che, dopo qualche settimana, mi ha contattato proponendomi di partecipare a un casting a Verona. Durante il provino, con la scusa di farmi una foto da allegare ai miei dati, il selezionatore mi punta lobiettivo e registra un video chiedendomi di improvvisare una presentazione e facendomi domande di cultura generale. Dopo un mese di silenzio, ricevo a lezione una chiamata della redazione che mi propone di raggiungere gli studi Mediaset il giorno dopo e di mettermi in fila con gli altri concorrenti. Cos, senza pensarci molto, accetto e prendo il treno per Roma. LA TRASMISSIONE Dopo unora di trucco e parrucco, si registra la trasmissione e, mentre in fila aspetti di giocare, provi sensazioni diverse: in certi momenti credi di essere davanti alla tv, ma quando la fila davanti a te si sta esaurendo iniziano a prevalere lansia e la preoccupazione (Che cosa noter di te Bonolis da prendere in giro?). Poi, inevitabilmente, arriva il mio turno e Bonolis esclama: Avanti un altro!. Con imbarazzo mi siedo, mi presento e spero di non fare brutte figure, ma Paolo bravo a distendere la situazione. CONCLUSIONI Ho avuto molta fortuna (e si nota!), ma purtroppo non abbastanza per vincere! Ricorder sempre il divertimento e le esperienze che ho vissuto in quei due giorni a Roma e consiglio a tutti di partecipare come pubblico alla trasmissione se ne hanno la possibilit! CURIOSITA SUL PROGRAMMA Si registrano due puntate al giorno: i concorrenti in fila che non hanno giocato sono gli stessi ma cambiano di posto e indossano abiti diversi. La Bonas ha realmente quella buffa risata, mentre il Bonus gira in canottiere negli studi. Lalieno non crede negli alieni ma parla davvero in modo strano e purtroppo ha solo quattro denti. Bonolis molto pi bello dal vivo e chiede ai concorrenti di non indossare nulla di verde per scaramanzia. Francesca Rech

Notizie in breve
a cura di Sandro Curto
CONSIGLIO COMUNALE DI ALANO Breve seduta del consiglio alanese, venerd 25 gennaio, con tre punti allordine del giorno tutti approvati allunanimit. Si trattava del regolamento per i controlli interni, della conferma dellotto per mille delladdizionale comunale IRPEF per lanno 2013 e di un piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari che permetter la vendita di due piccoli terreni, uno a Fener e laltro a Balzan, sanando cos una situazione mai regolamentata. Al termine il sindaco Serenella Bogana ha ringraziato pubblicamente Silvano Mondin di Campo per limpegno e la disponibilit in occasione delle nevicate. DECESSI Sono venuti a mancare in questultimo periodo, oltre a Bruna Collavo e Giovanni Scandiuzzi di cui parliamo in altra parte del giornale, Clemente Mondin, classe 1930 di Campo, Lina Mondin vedova Curto di 89 anni a Quero e Rocco Zucchetto di 88 anni sempre di Quero. Condoglianze alle famiglie dalla Redazione.

14

ATTUALIT

In vigore in Italia a partire dal 19 gennaio 2013


Dal 19 gennaio le categorie delle licenze di guida passano da 9 a 15. Abolito il patentino per i motorini, a 16 anni le microcar, C1 e D1 con14 anni, solo in Italia, purAM (Assente nel- Ciclomotori: L1e, L2e e L6e (a 2,3,4 ruote di cilindrata seguibili a 18 e 21 anch non trasportino altri. 18 l'attuale codice) fino a 50 c.c. e velocit massima fino a 45 km/h) ni, C (camion) e D (auanni con trasportato tobus) a 21 e 24 anni. Motociclidi cilindrata fino a 125 cc, potenza max di 16 anni, purch non traNuove patenti di guida, A1 11Kw ed un rapporto potenza/peso non superiore a 0,1 sportino altri. 18 anni con una nuova disciplina Kw/Kg; tricicli di potenza non superiore a 15 kw trasportato che dal 19 gennaio riMotocicli di potenza non superiore a 35 Kw (fino al disegna le regole per A2 (oggi A ad ac18 anni gennaio 2013 non superiore a 25 Kw) ed un rapporto ottenerle: pi categorie cesso limitato) potenza/peso non superiore a 0,2 Kw/Kg di patenti, abolito il pa20 anni (sempre che il con- tentino per i motorini, ducente sia titolare della Motocicli con o senza carrozzetta, di cilindrata superiodecurtazione dei punti patente A2 da almeno 2 A re a 50 c.c. e velocit massima superiore a 45 km/h; trianche ai minorenni in anni); 24 se il titolare non cicli di potenza superiore a 15 kw caso di infrazione. ha la patente A2; 21 per i Queste alcune delle tricicli novit introdotte da Quadricicli della categoria L7e, la cui massa a vuoto due direttive europee 16 anni, purch non trainferiore o pari a 400 kg (550 kg per i veicoli destinati al sportino altri. 18 anni con la 2006/126 e la B1 trasporto di merci), esclusa la massa delle batterie per 2009/113 - recepite nel veicoli elettrici, e la cui potenza massima netta del motrasportato nostro ordinamento tore inferiore o uguale a 15 kW con il decreto legislatiAutoveicoli (max 9 posti) con massa max fino a 3500 vo 59/2011 con l'obietKg, anche con rimorchio fino a 750 Kg o superiore a tivo di migliorare il livel750 Kg, sempre che la massa max della combinazione B 18 anni lo di sicurezza stradale non superi 4250 kg. Se la massa totale della combinae la formazione dei zione supera i 3500 kg richiesta una prova di capacit conducenti, oltre che di e comportamento su veicolo specifico armonizzare e facilitare Complesso di veicoli composti da una motrice della la libera circolazione di BE 18 anni categoria B e da un rimorchio o semirimorchi di massa merci e persone in Eumax non superiore a 3500 kg ropa. Patenti europee, Autoveicoli con massa max superiore a 3500 kg, ma quindi, uguali per tutti i C1 18 anni inferiore a 7500 kg, per il trasporto di non pi di 8 pascittadini europei, in forseggeri, oltre al conducente mato card, con la foto Complesso di veicoli composti da una motrice della digitale del conducencategoria C1 e da un rimorchio o semirimorchi di massa te. Nuove patenti, pemax superiore a 750 kg, sempre che la massa max del ne inasprite e la novit complesso non superi 12000 Kg. Complesso di veicoli C1E 18 anni della scadenza che composti da una motrice della categoria B e da un rimorchio o semirimorchi di massa max superiore a 3500 coincider, per la guida kg, sempre che la massa max del complesso non superi di ciclomotori, moto e 12000 Kg autovetture, con il Autoveicoli con massa max superiore a 3500 kg, per il compleanno del titolaC 21 anni trasporto di non pi di 8 passeggeri, oltre al conducente, re. Non cambia nulla anche con rimorchio di massa max fino a 750 kg per coloro che la paComplesso di veicoli composti da una motrice della tente ce l'hanno gi, CE 21 anni categoria C e da un rimorchio o semirimorchi di massa mentre tutti gli altri domax superiore a 750 kg vranno scegliere tra nuovi tipi di licenze, Autoveicoli per trasporto di non pi di 16 persone (oltre D1 21 anni il conducente) di lunghezza max fino a 8 metri che passano da 9 a 15, con sottocategorie Complesso di veicoli composti da una motrice della D1E 21 anni categoria D1 e da un rimorchio di massa max superiore che consentono di guia 750 kg dare solo una parte dei Autoveicoli per trasporto di pi di 8 persone (oltre il veicoli inseriti nella caD 24 anni conducente) tegoria principale, cos Complesso di veicoli composti da una motrice della come mostra la scheda DE 24 anni categoria D e da un rimorchio di massa max superiore a qui riprodotta. Le pre750 kg cedenti categorie C e D vengono sostituite dalla C1 e dalla D1, conseguibili a 18 e 21 anni; per ottenere la C (camion) e la D (autobus) occorre avere rispettivamente 21 e 24 anni. La patente B1 consente la guida di microcar con massa superiore a 400 kg ed conseguibile a 16 anni. Per i minorenni viene introdotta la nuova categoria AM, per motorini e microcar, che rimpiazza il Certificato di idoneit guida ciclomotore, il cosiddetto Patentino. La AM potr essere presa a 14 anni sostenendo un esame identico a quello per la patente A. Anche ai possessori di patente AM verranno tolti i punti per le infrazioni che lo prevedono; nei casi di sospensione della licenza di guida, dovranno sottoporsi alla revisione. La A1 per le moto 125 di cilindrata si pu prendere a 16 anni mentre la nuova A2 a 18 e consente di guidare moto fino a 35 kw. Per avere la A 'principale', per la guida di tutte le moto senza limitazioni, occorrono almeno 20 anni ma solo se si ha la A2 da almeno 2 anni, altrimenti occorrono 24 anni. fonte: http://www.interno.gov.it/

Il nuovo sistema di patenti

Nuove patenti, punti decurtati anche ai minorenni

15

CRONACA

Auguri, Ninetta !
(S.C.) La nostra abbonata di Segusino Benvenuta De Rui, meglio conosciuta come Ninetta, mamma, nonna e bisnonna, ha recentemente compiuto 87 primavere e si avvia spedita verso i 90. Con lei nella foto (a destra) i figli Giorgio, Sonia, Antonio, Diana e Loretta Spader.

Buon compleanno, Aurora !


Ha festeggiato il suo primo anno di vita la piccola Aurora Zucchetto, di Quero. La vediamo posare (foto a sinistra) davanti alla torta, assieme alla mamma Elena e al pap Roberto. Si associano agli auguri le bisnonne, i nonni, gli zii e i cugini.

Oreste e Maria Luisa presentano Isabel !


I nonni Oreste e Maria Luisa Dalla Piazza, nostri affezionati abbonati alanesi, presentano orgogliosi a tutti i lettori del Tornado la loro nipotina Isabel Dalla Piazza (foto a destra), nata il 4 marzo 2012 per la gioia del pap Eddy Dalla Piazza e della mamma Luciana Dal Canton, entrambi originari di Alano ma ora residenti a Signoressa.

CURIOSIT

Al d de Santa Agnese le viole par le iese


di Alessandro Bagatella
Questo detto antichissimo per Paolo e Viviana Berra si rivelato veritiero al cento per cento, come possiamo vedere dalla fato fattaci pervenire in redazione. Mentre facevano la loro consueta passeggiata, anche con la neve, in localit Cilladon, lungo la strada hanno potuto ammirare questa viola primula che, nonostante il freddo, ha fatto capolino. Che dellinverno siamo fuori? Questo lo vedremo il d della Ciriola, se sar vero il detto: S.Paolo ciar, e Ciriola scura, de linverno no avon p paura

16

ATTUALIT

Tornano gli appuntamenti con Alba, l'ostetrica del Consultorio Familiare dell'ULSS 2 di Feltre che propone alle mamme e ai loro piccolissimi bambini gli INCONTRI DOPO IL PARTO, momenti per condividere l'esperienza del parto, per parlare di allattamento, massaggi al neonato, sviluppo, giochi, pappe e pannolini, ogni marted alle 14 in Biblioteca ad Alano e a Quero. Per chi volesse partecipare le prossime date sono: 19 febbraio ad Alano e 26 a Quero, 5-12-19 marzo ad Alano, il 26 a Quero. Per qualsiasi informazione ci si pu rivolgere direttamente al Consultorio familiare 0439.883170. E' una proposta nata dalla collaborazione fra Biblioteche e Consultorio nell'ambito delle iniziative del progetto Nati per Leggere che mira al benessere dei piccoli e delle loro famiglie.

COCCOLAmamma... e non solo!

COCCOLAmamma
Marted 19 febbraio e Marted 19 marzo alle 17 in Biblioteca ad Alano

A grande richiesta torna anche

Storie, filastrocche e piccole canzoni con Giorgia Golfetto.


Un momento per stare insieme in biblioteca dedicato alle mamme, ai pap e ai loro bambini da 2 a 5 anni.

Segui le news della biblioteca di Alano di Piave sul profilo FACEBOOK

LETTERE AL TORNADO

Elezioni politiche 2013 Appuntamento da non perdere!!


Incontro con i candidati del PD per la provincia di Belluno

CIRCOLO DEL BASSO FELTRINO

GIOVEDI 21 FEBBRAIO 2013 Ore 20.30


PRESSO GLI IMPIANTI SPORTIVI DI VAS

TUTTA LA POPOLAZIONE EINVITATA

17

PUTTON GABRIELE
JOGURT MLLER

Alimentari

Via D. Alighieri, 26 - FENER (BL) Tel. 0439 789388

RICOTTA BIRAGHI BIRRA CERES LATTINA 500 ml TORTA CAMEO RICOTTA O STRACCIATELLA SUCCO DERBY VETRO 750 ml CARTA IGIENICA NOI/VOI 10 rotoli RAG BARILLA BOLOGNESE CARCIOFI SOTTOLIO CITRES OLIO CUORE SALVIETTE DERMOGELLA INTIME WAFER ASSORTITI 175 g GNOCCHI RANA RIPIENI PANNA REGGIANO TONNO PESCHERECCIO x 3 MINI BRIOCHE RUGGERI

0,59 E 0,99 E 0,69 E 1,99 E 0,99 E 1,99 E 1,29 E 1,99 E 3,99 E 2,55 E 0,50 E 1,99 E 0,50 E 1,99 E 0,99
E

18

LETTERE AL TORNADO

Mostra di oggetti di culto e capolavori di arte sacra


a cura di Alberto Coppe
Grande soddisfazione e ammirazione ha ottenuto la mostra di oggetti di culto e capolavori di arte sacra, allestita nella chiesa arcipretale di Quero dal 5 al 13 gennaio scorso. Lidea prende spunto dal libro di Alberto Coppe Cse e Ceste del Comune di Quero, grazie al quale sono stati catalogati ed archiviati, a cura della Curia Vescovile di Padova, tutti gli oggetti e le vesti sacre conservate nella chiesa di Quero ed in quella di Schievenin. Oltre 300 persone hanno visitato la mostra che si snodava lungo il perimetro della chiesa arcipretale e nella sacrestia. Tutti gli altari sono stati addobbati con gli antichi oggetti di culto e con lesposizione dei paramenti sacri, alcuni dei quali risalenti al 1700. Allaltare di San Giuseppe sono stati esposti gli oggetti liturgici appartenenti alla chiesa di Santo Stefano di Schievenin, tra i quali un antico calice ed una pisside risalenti al 1800. Negli altri altari laterali, invece, sono stati ben disposti i paramenti sacri e gli oggetti liturgici utilizzati per lEucarestia, appartenenti alla chiesa di Quero. Calici dorati, pissidi, ampolline contenenti gli olii santi, preziosi reliquari, tabernacoli, croci, campanelli, turiboli, navicelle, molti dei quali risalenti al periodo 1700-1800. Allaltare maggiore invece stato dato risalto alla sua storia; totem fotografici ci hanno fatto capire come era costruito lantico altare monumentale, alto ben sette metri, risalente al 1600 e come andato completamente distrutto durante i bombardamenti della Grande Guerra. Alcuni pannelli fotografici, allestiti a fianco dellaltare, hanno invece descritto i quadri e le pitture che decorano linterno della nostra bella chiesa. In sacrestia sono stati esposti copia di antichi documenti risalenti alla fine dell800 e al periodo subito dopo la Grande Guerra, conservati presso larchivio diocesano di Padova, che raccontano e testimoniano le attivit effettuate per la ricostruzione degli altari della chiesa, la loro intitolazione, la costruzione del campanile della chiesa di Santa Maria e labbellimento dellOratorio di San Valentino. In fondo alla chiesa stata allestita una mostra fotografica che ha voluto rappresentare nel tempo, dalla fine dell800 ai giorni nostri, i cambiamenti architettonici della chiesa arcipretale e degli altri edifici parrocchiali. Molto ben preparato anche langolo vicino al presbiterio con lesposizione dellantico ombrellino processuale del monsignore e della bellissima veste sacra dorata in preziosa seta rosa appartenente alla chiesa di Schievenin. Tanto risalto e venerazione hanno avuto anche le diverse reliquie esposte, appartenenti alla storia della chiesa dal lontano 1700. La mostra si poneva come obiettivo quello di far conoscere ai nostri giovani il prezioso tesoro custodito nella chiesa di Quero e far rivivere ai pi anziani i ricordi di quando questi oggetti sacri e le antiche e colorate vesti venivano indossate dal sacerdote durante i vari periodi liturgici. Un tuffo nella storia, una storia che ci appartiene e che giusto ricordare perch rappresenta nei secoli la vita religiosa della nostra Comunit. Un particolare ringraziamento va a tutti i collaboratori che hanno messo a disposizione il loro tempo, le loro idee per far rivivere questangolo di bellezza e di ricchezza che abbiamo e che tanti ancora non conoscevano. Sperando di non dimenticare nessuno, grazie a: don Stefano, Lara, Alberto e Claudio Dal Pos per la progettazione del percorso della mostra, Settimo e Roberto per la mostra fotografica ed i pannelli espositivi, Fulvio per la rassegna stampa, Wilmer, Sergio, Piero, Olga, Enis, Germano, Lorenzo, Oscar, Thomas, Oliva, Guerrino, Diego, Giulio, Silvio, Silente, Ivana, Aurora, Claudio C., Nicola e Gianmartino per la collaborazione nellallestimento, la presenza durante la mostra e la sistemazione di tutti i materiali a fine mostra. Inoltre un particolare ringraziamento a Dalla Favera Franco e ai suoi aiutanti Sandro e Mattia per aver aggiustato ed installato in chiesa lallarme anti intrusione, Rosanna e Stefano per aver allestito i manichini con le preziose e bellissime vesti sacre dei sacerdoti, Emiliana e Luigi per aver addobbato con fiori e piante gli altari della chiesa.

Parrocchia Annunciazione della Beata Vergine Maria Quero Comitato per Ristrutturazione Quero 13

di Simioni Giovanni & C.


VENDITA LEGNA DA ARDERE IN BANCALI, SFUSA, IN SCATOLA, PELLET - PULIZIA CANNE FUMARIE
Via F. De Rossi, 16/C - ALANO DI PIAVE (BL) - Tel. 347 2644491

S. M. s.n.c.

19

CRONACA

Dino, ingegnere di fresca nomina


La nostra fedelissima abbonata querese Maria Beda, che legge il mitico quindicinale con passione, gioisce del ritorno in Patria, seppur momentaneo, di suo nipote Dino Michelon, dopo 2 anni di proficuo studio in Francia, nella scuola di Ingegneria Elettronica de l'ENSEIRB-MATMECA di Bordeaux dove, nellautunno scorso, si laureato, a 25 anni, di seguito alla laurea triennale in ingegneria elettronica conseguita a Padova nel 2010. In realt gli ultimi 6 mesi della sua permanenza francese sono trascorsi nel laboratorio di ricerca IMS di Bordeaux. Pi precisamente nell'equipe di Elettronica di Potenza: gruppo impegnato nello sviluppo di veicoli elettrici/ibridi. Qui ha lavorato alla creazione di un sistema integrato di misura dell'invecchiamento dei supercondensatori, divenuto poi tema della sua tesi finale. La foto qui sotto lo ritrae in occasione della consegna del diploma, uno dei pochi a venir fregiato della menzione"Trs Bien" e secondo classificato su un centinaio. Ora per dialogare direttamente col suo nipotino Maria dovr affidarsi ancora a Skype, -ho caro vederlo, mi!- poich Dino sar ancora in giro per il mondo, inseguendo nuovi traguardi, stavolta nel mondo del lavoro. (nelle altre foto: la nonna controlla il nostro periodico e Dino con la sorella Elena e mamma Ivana, volate a Bordeaux, mentre pap Giuseppe faceva il tifo da casa)

TEATRO

Prossimi spettacoli al centro culturale di Quero

20

CRONACA

La morte di Bruna Collavo


di Sandro Curto
Ai primi di gennaio venuta a mancare, dopo lunga malattia, Bruna Collavo, classe 1922, molto nota ad Alano per aver gestito per alcuni decenni il negozio di alimentari e tabacchi di via Antonio Nani, prima col defunto marito Luigino Codemo Menoli, poi da sola e infine quale aiutante della figlia Maria, attuale titolare. Persona affabile e sempre attenta alla realt che la circondava, aveva, nonostante la veneranda et, uno spirito giovane e non era difficile trovarla alla Locanda Alpina o al bar AllOrso per un caff, una chiacchierata, a leggere il giornale o anche per una partita a carte. Alla famiglia le condoglianze della Redazione.

Un invidiabile traguardo
di Maria Angela Berton

LETTERE AL TORNADO

Nel mese di gennaio di quest'anno, Giacomo (Toni) e Oliva Berton, di Quero, hanno voluto ricordare con gioia, commozione e un pizzico di orgoglio il 63 anniversario del loro matrimonio, celebrato nella Chiesa Arcipretale da don Antonio, cappellano di Monsignor Angelo Maddalon. La loro famiglia di origine era numerosa, patriarcale con dieci, undici figli! Gente che coltivava la terra e allevava qualche bestia; una vita di sacrifici, allietata la sera dai fil nelle stalle. Ma Giacomo non era uno che si accontentava facilmente e cos, nel 1947, part per le miniere di carbone del Belgio, ospite della zia Pina, sorella di suo padre Angelo (ucciso dai tedeschi nel secondo conflitto mondiale). Da poco si era innamorato di Oliva, una delle ragazze pi carine di Cilladon. Era mora, piccolina e con un sorriso puro e delizioso. Lui cap che era la donna della sua vita e quindi le promise di scriverle e di spedirle tante lettere finch non sarebbe tornato e l'avrebbe sposata. Era stata un giovane uomo di parola ed infatti se ne ritorn a Quero tre anni dopo e si unirono in matrimonio il 12 gennaio del 1950. Part nuovamente per il Belgio, dove nel frattempo aveva affittato un piccolo appartamento in periferia di Liegi, in attesa che lei lo raggiungesse. E fu una buona scelta perch, a quei tempi, le plat pays era considerato la piccola America, per la presenza nel sottosuolo di carbone e ferro che gli permise un elevato sviluppo industriale. Dopo 10 anni di risparmi, Giacomo disse alla moglie che potevano tornare al paese natio e comperare un'abitazione tutta loro, come sempre avevano sognato. Egli era stato solito prestare (oltre al duro turno di lavoro in miniera) le sue abili doti di floricoltore nella cura dei giardini di un architetto, di una botanica, etc. Ma anche Oliva si era sempre dimostrata una brava moglie: fedele, parsimoniosa, un'ottima cuoca. Una donna d'altri tempi, attenta ai veri valori della vita e tutta dedita alla famiglia ed alla casa. All'inizio del 1960, per, l'economia querese era ancora tradizionalmente agricola; solo alla fine si avvi sulla strada di una proficua trasformazione industriale. Quindi Giacomo riprese la valigia e part per la Svizzera. Questa volta fu per un breve periodo di tempo; mentre Oliva rimase a Quero ad accudire la figlia di otto anni e la madre inferma. Quando ritorn definitivamente, lavor con l'impresa edile di Oreste Fontana di Valdobbiadene fino alla meritata pensione. Poi partecip attivamente alla ristrutturazione della sua casa in via per Campo, rendendola ancor pi decorosa e confortevole. Si fecero anziani... E adesso vivono la loro vita di nonni, accogliendo con grande ospitalit i figli Maria Angela e Corrado, il genero Giordano e gli adorati nipoti: Enrica, coordinatrice dell'Alta Automazione del nuovo laboratorio di analisi cliniche e patologiche del S.Chiara di Trento e Cristiano, agrotecnico, esperto di fitofarmaci, a Novaterra di Cornuda. Si pu dire che il loro stato un matrimonio felice, con un'intesa che non ha bisogno di parole. La loro voce, i loro consigli sono sempre ascoltati con rispetto, per tutta quella saggezza che ci avvolge e ci protegge. A volte lamentano di non avere pi la salute e la forza della giovinezza, ma lo spirito sempre quello che rivedo con gli occhi di quando ero bambina. A nome di tutta la famiglia, vi auguro ancora tanti anni lieti e sereni! Con affetto, Maria Angela. P.S. Abbiamo festeggiato Oliva e Giacomo il 20 gennaio durante il pranzo nel rinomato ristorante Castel di Prada di Andrea e familiari, ai quali va il mio personale ringraziamento per la squisita e genuina cucina e per l'encomiabile ospitalit. In foto: gli sposi in diverse fasi della loro vita e, qui sopra, nel giorno della festa con le rose offerte da Andrea.

21

CRONACA

Alano.classe classe1972 1972 in in festa festa Alano. segnalazione Donatella Codemo Alano. classe 1972 in festa segnalazione didi Donatella Codemo
segnalazione di Donatella Codemo

Il 7 dicembre ci siamo ritrovati presso il ristorante da Chichibio, a Fener, per la cena della classe occasione perritrovati festeggiare i nostri primi 40 da anni Il 7 1972, dicembre ci siamo presso il ristorante Chichibio, classe Il 7 dicembre ci siamo ritrovati presso il ristorante da Chichibio,a aFener, Fener, per per la la cena cena della classe 1972, occasione per festeggiare i nostri primi 40 anni 1972, occasione per festeggiare i nostri primi 40 anni

SP Calcio 2005 sempre pi ultimo in classifica


Partite campionato: 9a giornata: SP Calcio 2005 San Giorgio 13a giornata: Careni Pievigina SP Calcio 2005 14a giornata: SP Calcio 2005 Real Martellago 15a giornata: Laguna Venezia SP Calcio 2005 16a giornata: Cavarzano Oltrardo SP Calcio 2005 17a giornata: SP Calcio 2005 Graticolato 18a giornata: SP Calcio 2005 Portomansu 0 a 2 (recupero) 4a0 1a2 2a0 rinviata rinviata 1a4

Calcio - Promozione

CALCIO

Classifica Campionato dopo 18a giornata: Careni Pievigina S. Giorgio 36, Calvi Noale 34, Union Pro 33, Portomansu 27, Villorba 26, Real Martellago 25, Miranese 21, Codogn Gazzera Chirignago 19, Fontanelle Musile 17, Graticolato 14, Cavarzano Oltrardo 12, Laguna Venezia 8, SP Calcio 2005 6.

Piave Tegorzo fuori dalla zona play-out


Partite Campionato: 9a giornata: Piave Tegorzo Bessica 13a giornata: Piave Tegorzo Riese Vall 14a giornata: Giovanile Ezzelina Piave Tegorzo 15a giornata: Piave Tegorzo Eagles Pedemontana 16a giornata: Piave Tegorzo Aurora San Giuseppe 17a giornata: Lamonese Piave Tegorzo 18a giornata: Piave Tegorzo Virtus Sernaglia QDP 2 a 0 (recupero) 0a4 0a1 1a1 rinviata rinviata 3a0

Calcio - Seconda Categoria

Classifica campionato dopo 18a giornata: Riese Vall 40, Valdosport 33, Fulgor Trevignano 30, Vidor QDP 29, Eagles Pedemontana Barbisano 28, Virtus Sernaglia QDP 25, Lentiai 24, Real Campese 23, Spineda 19, Piave Tegorzo 18, Bessica 16, Lamonese 15, Aurora S. Giuseppe 11, Montello 10, Giovanile Ezzelina 7.

22

LETTERE AL TORNADO

RUBRICA FOLKLORE LOCALE PATRIOTTICO DENOMINAZIONE DI ORIGINE INCONTROLLABILE RUBRICA DIDI FOLKLORE LOCALE EE PATRIOTTICO AA DENOMINAZIONE DI ORIGINE INCONTROLLABILE QUARANTACINQUESIMA PUNTATA A CURA DI PROCOPIO COLETTI QUARANTACINQUESIMA PUNTATA A CURA DI PROCOPIO COLETTI

NERONE, PIERINO E I SPINDEL DELSIGNOR SIGNOR NERONE, PIERINO E I SPIN


State tranquilli! Non ho alcuna intenzione di propinarvi la storia dellimperatore romano Lucio State tranquilli! Non ho alcuna intenzione di propinarvi la storia dellimperatore romano Lucio Domizio ( in arte Nerone), e delle sue malefatte. Ricorder solo che regn fra il 54 e il 68 Domizio ( in arte Nerone), e delle sue malefatte. Ricorder solo che regn fra il 54 e il 68 dopo Cristo, che da giovane ebbe maestri di altissimo valore morale e civile come Seneca, e dopo Cristo, che da giovane ebbe maestri di altissimo valore morale e civile come Seneca, e che fu educato alla danza, alla musica e alla pittura secondo i desideri della madre Agrippina. che fu educato alla danza, alla musica e alla pittura secondo i desideri della madre Agrippina. Questultima, poi, fu cos amorevolmente ricambiata dal suo adorato figliolo che questi se ne Questultima, poi, fu cos amorevolmente ricambiata dal suo adorato figliolo che questi se ne liber facendola assassinare Stesso affettuoso trattamento Nerone lo riserv, qualche liber facendola assassinare Stesso affettuoso trattamento Nerone lo riserv, qualche anno pi tardi, alla prima moglie, essendosi perdutamente invaghito di Poppea. Quando, nel anno pi tardi, alla prima moglie, essendosi perdutamente invaghito di Poppea. Quando, nel 64 d.C., un terrificante incendio bruci mezza Roma, tutti dissero che il responsabile del 64 d.C., un terrificante incendio bruci mezza Roma, tutti dissero che il responsabile del disastro era lui, che cercava lo spazio necessario alla realizzazione di unimmensa reggia disastro era lui, che cercava lo spazio necessario alla realizzazione di unimmensa reggia (che poi effettivamente fece costruire e che in parte visibile (che poi effettivamente fece costruire e che in parte visibile ancor oggi col nome di domus aurea). Quattro anni dopo ancor oggi col nome di domus aurea). Quattro anni dopo lincendio, inviso dalla popolazione e al centro di continue lincendio, dalla e al centro continue congiure, inviso Nerone non popolazione trov di meglio che farsi di sgozzare da congiure, Nerone non trov di meglio che farsi sgozzare da uno schiavo uno schiavo Ma perch questo veloce ritratto del buon Nerone? Perch Ma perch veloce del buon Nerone questo diventato, in ritratto un certo qual Nerone? modo, il Perch patrono, Nerone diventato, in un certo qual modo, il patrono, lispiratore e il protettore dei piromani, ossia di quanti, per divertimento, per lispiratore e oilper protettore dei piromani, ossia di quanti, divertimento, per vandalismo altre misteriose ragioni, amano il fuoco in tutteper le sue manifestazioni. vandalismo o per altre misteriose ragioni, amano il fuoco in tutte le sue manifestazioni. Chi non ricorda i grandi incendi appiccati alle nostre montagne? Puntualmente ogni Chi non vaste ricorda i grandi venivano incendi appiccati nostre modo, montagne? Puntualmente ogni estate superfici ripulite alle in questo creando grossi danni ma estate vaste superfici venivano ripulite in questo modo, creando grossi danni ma anche incredibili spettacoli notturni. Per rendersi conto della portata di questo hobby, anche incredibili spettacoli rendersi conto della portata di trasformata questo hobby, basta seguire le cronachenotturni. di questiPer ultimi anni, che presentano l Italia in un basta seguire le cronache di questi ultimi anni, che presentano l Italia trasformata in un colossale braciere che divora intere pinete, boschi secolari e parchi naturali. colossale braciere divora intere pinete, boschi di secolari parchi naturali. confessione: A questo punto, che udite udite, sento il bisogno fare e una clamorosa A ebbene questo s, punto, udite udite, sentoanchio il bisogno di fare una clamorosa confessione: da ragazzo sono stato un piccolo Nerone. Di certo non ho dato alle ebbene s, da ragazzo sono stato anchio un piccolo Nerone. certo non ho dato fiamme citt o patrimoni boschivi, e sicuramente tra le mie Di prime letture non c alle mai fiamme citt o patrimoni boschivi, e sicuramente tra le mie prime letture non c mai stato il Manuale del piccolo piromane. Per mi fece molta stato il Manuale del piccolo Per mi fece molta impressione ed ho ancora vivopiromane. nel ricordo Lincendio di Chicago, impressione ed ho ancora vivo nel ricordo Lincendio di Chicago, il bellissimo film in bianco e nero del 1937 che, con immagini il bellissimo film in biancoricostruiva e nero del che, con immagini davvero impressionanti, la1937 spaventosa tragedia della davvero ricostruiva della grandeimpressionanti, citt americana distrutta la dalspaventosa fuoco nel tragedia 1871. La mia grande citt americana dal allora. fuocoDovete nel 1871. Lasapere mia piromania dev essere distrutta nata proprio dunque piromania essere proprio allora. dunque sapere che vicinodev a casa mianata crescevano alcuni Dovete splendidi alti larici e pini che vicino a casa mia crescevano alcuni splendidi alti larici e pinisi marittimi, e che sotto di loro cera un ampio spazio dove marittimi, e che sotto giochi. di loro Fu cera un ampio dove svolgevano i nostri proprio l che spazio radunai tutti si gli svolgevano nostri giochi. Fu proprio l che che radunai tutti gli scatoloni ei gli imballaggi che potei, e fu l li trasformai in case, scatoloni e gli imballaggi che potei, e fu l che li trasformai case, ville e palazzi, rimpinzandoli di cartaccia e foglie secche.in Poi, una ville e palazzi, rimpinzandoli di cartaccia e foglie secche. Poi, una radunai i miei amichetti (tra i quali voglio ricordare sera allimbrunire, sera allimbrunire, radunai i miei amichetti (tra i quali ricordare Claudia, la figlia dellufficiale di posta, che mi voglio forn dellottimo Claudia, la figlia dellufficiale posta, che mi forn combustibile (paglietta, ritagli ediquantaltro). Fattosi buio, dellottimo bast una combustibile (paglietta, ritagli e quantaltro). Fattosi buio, bast e una bella spruzzata di alcol (che allora si chiamava spirito) un bella spruzzata di alcol allora ebbe si chiamava spirito) e un fuminante da napa, e lo(che spettacolo inizio. Prima una casa, poi fuminante dapoi napa, spettacolo ebbe inizio. una casa, poi un palazzo, tutta e lalo citt divent preda dellePrima fiamme che si fecero un palazzo, poi tutta la citt divent preda delle fiamme si fecero sempre pi alte. Uno spettacolo fantasmagorico, che che si svolse con sempre alte. Uno da spettacolo fantasmagorico, che svolse con grandepi divertimento parte di tutti. Solo pi tardi misi resi conto del grande divertimento dapotuto parte capitare di tutti. Solo pi tardi di mifuoco resi conto disastro che sarebbe se una lingua un podel pi disastro che sarebbe capitare se o una lingua trasudante di fuoco unresina po pi alta avesse lambito potuto un ramo di larice il tronco di un avesse pino marittimo. ladi fortuna, evidentemente, protegge gli alta lambito un Ma ramo larice o il tronco trasudante resina di incoscienti. un pino marittimo. Ma la fortuna, evidentemente, protegge gli Poi ci fu un altro episodio, di cui dovrei sentirmi vittima piuttosto che incoscienti. protagonista irresponsabile. avevo 12 anni ed ero a casa per Poi ci fu un altro episodio, diAllepoca cui dovrei sentirmi vittima piuttosto che le vacanze di Pasqua. I pi anziani ricorderanno certamente la fitta siepe Allepoca di spin del Signor che ed costeggiava il per lato protagonista irresponsabile. avevo 12 anni ero a casa di Via Monte Tomba (dove furicorderanno poi costruito certamente lHotel Susin), Piazza aldel Capitl. spine lunghissime, le ovest vacanze di Pasqua. I pi anziani la dalla fitta siepe di fino spin SignorErano che costeggiava il lato costituite un aculeo e da aghi laterali corti.dalla Se ne facevano corone, a somiglianza quelle che ovest di Via da Monte Tomba centrale (dove fu poi costruito lHotelpi Susin), Piazza fino al Capitl. Erano spine di lunghissime, circondano il capo di Cristo nei e crocefissi. talmente intricata, quella siepe, da rendere impossibile ildi recupero dell costituite da un aculeo centrale da aghi Era laterali pi corti. Se ne facevano corone, a somiglianza quelle che erba che il vi cresceva in nei mezzo. Non Era ci riuscivano nemmeno le pecore e le capre,impossibile cosicch erba e sterpi vi circondano capo di Cristo crocefissi. talmente intricata, quella siepe, da rendere il recupero dell prosperavano. Un ragazzotto che abitava quelle parti, sapendole che fumacchiavo di nascosto e che quindi dotato erba che vi cresceva in mezzo. Non ci da riuscivano nemmeno pecore e le capre, cosicch erba e ero sterpi vi prosperavano. Un ragazzotto che abitava da quelle parti, sapendo che fumacchiavo di nascosto e che quindi ero dotato

23

LETTERE AL TORNADO

anche di fuminanti, mi convinse ad appiccare il fuoco alla siepe. Cosa che feci senza pensarci su neanche un momento, e lo spettacolo, ve lo garantisco, fu davvero straordinario, anche se brevissimo. Unalta vampata percorse, in un paio di minuti, lintera siepe. Per un momento mi sentii il protagonista di un episodio biblico: quello di Mos ed il roveto ardente ma non ebbi neanche il tempo di rincorrere le fiamme, che lincendio si era gi spento. I spin del Signor erano rimasti l, un po anneriti ma intatti e minacciosi, esemplarmente ripuliti di tutte le erbacce che vi erano cresciute in mezzo. Tanto che io rimasi convinto di aver compiuto un intervento altamente ecologico. Solo che il giorno dopo il proprietario della siepe and da mia madre a chiedere i danni. E mia madre pag. A me, inconsapevole protagonista di tanto disastro, rest solo il soprannome di Nerone. A confermare il sospetto che fossi davvero un pericoloso incendiario, quasi subito dopo lepisodio dei spin del Signor me ne capit unaltra. Mi ero ritirato nella mia cameretta con il Vittorioso (il mitico settimanale per ragazzi con le splendide vignette di Jacovitti) appena acquistato dalla Betarela. Disteso di traverso sul letto a pancia in gi, per rendere pi piacevole la lettura mi accesi una sigaretta gettando via il cerino dopo averlo spento o, meglio, credendo di averlo spento Purtroppo il cerino non si era affatto estinto, ed era andato a finire su una tenda provocando una grande fiammata. In un attimo il sipario mi cal addosso sotto forma di piccole fulische nerastre. Spaventato, cercai di rimediare al disastro, ma ovviamente non riuscii a cancellare tutte le tracce della buberata. Ritenni perci che il male minore fosse quello di costituirmi spontaneamente, Fu cos che venni consacrato piromane a vita, da una madre sbigottita e disperata. Quellonorificenza mi rimase sul bavero per tanto tempo. Mio fratello mi ribattezz Piermane, e mia madre divenne la sola incolpevole responsabile di tutte le malefatte che, dopo lepisodio dei spin del Signor, mi venivano attribuite. Come quella volta che lungo i camp de panoce della campagna ignoti vandali avevano incendiato alcuni muci de cane. Anche in quel caso un proprietario si present a mia madre per batter cassa, perch tuti i ava vist Pierino che l brusa le cane. Per fortuna in quel caso la mia innocenza fu certa e dimostrabile, in quanto al momento dei fatti io non potevo essere ad Alano perch segregato in collegio da ormai due mesi. Cos venni almeno parzialmente riabilitato, e soprattutto la Ninetta non dovette ancora una volta metter mano al cassetto dei soldi le foto: dallalto in basso: il busto di Nerone il poster del film Lincendio di Chicago ramo di una variet di spin del Signor una corona di spine come si pu acquistare a Loreto Mos e il roveto ardente un covone di canne pronto per essere incendiato dai soliti ignoti

Piero

Ricordando Giovanni Scandiuzzi


di Angelo Ceccotto
Giovanni Scandiuzzi, classe 1920, nato a Montebelluna, ha abbandonato la sua vita terrena lasciando un profondo vuoto in famiglia, oltre ad assottigliare la lista della Sezione Fanti di Alano-Quero di cui sempre stato partecipe e orgogliosamente iscritto. Nel sentire la sua vicinanza, riportiamo in sintesi un suo ricordo cos come ci stato riferito dai familiari. Persona versatile, Giovanni partecipa al travagliato secondo conflitto mondiale. Il 31 gennaio 1940 entra nellesercito nella caserma L. Cadorin di Treviso inquadrato nel 33 Reggimento Divisionale di Artiglieria Meccanizzata. Fa il suo primo addestramento ad Alano di Piave, poi a Mas di Belluno. Nel giugno 1940 viene inviato sul fronte francese, rientrando dopo venti giorni a Treviso. Nel gennaio 1941 viene imbarcato per il fronte grecoalbanese e slavo a fianco della Divisone di Fanteria Aqui. Rientra in Italia alla fine del 1942, rimanendo a Treviso fino al giugno 1943 per poi essere inviato con il suo reparto a fianco dei tedeschi in Sicilia come portaordini tra Catania e Ragusa. Dopo l8 settembre, rientrando tra i disertori dellesercito, dopo rocambolesche ed avveniristiche situazioni, risale da solo la penisola, raggiungendo Maserada di Piave dove era in atto la resistenza. Da l si aggrega alla lotta attiva partigiana nella pedemontana trevigiana e nel basso feltrino con azioni di disturbo e di sabotaggio contro i tedeschi. Nel nascondersi dal rastrellamento in atto nella zona di Campo di Alano di Piave, il nobile e fortunato destino lo porta presso la famiglia Dalle Prane dove, in seguito, prende in moglie la giovane Caterina Dalle Prane, che segue con amorosa devozione fino al suo ultimo giorno tra noi. Per il suo nobile servizio di soldato e partigiano viene insignito della Croce di Guerra e di una medaglia come partigiano. E stato assiduo cantore nel Coro di Alano, come pure amministratore comunale. I Fanti della Sezione Alano-Quero porgono sentite condoglianze alla famiglia. .

24

CRONACA

50 anniversario per Quinto e Maria

Quinto Schievenin e Maria De Martini, di Quero, si sono sposati il 29 dicembre del 1962 e il 30 dicembre 2012 hanno festeggiato il loro 50 di matrimonio presso la trattoria da Bastian, a Pederobba. Tanti auguri dalle figlie Gloria e Loretta e dai nipoti Rossana, Chantal e Simone.

LETTERE AL TORNADO

Non mai troppo tardi


di Maria Angela Berton
Recita un vecchio adagio: Non mai troppo tardi Sar sempre cos? Lo stato per Giordano Rizzotto, di Quero, in pensione da quattro anni, che stato lieto di ritrovarsi con tutti i suoi cari al Castel di Prada, domenica 20 gennaio, per festeggiare lambito (anche se ormai collaudato) traguardo. Nato a Quero nel 1951, frequenta le scuole medie a Vellai di Feltre. Nel 1969 congegnatore meccanico e viene assunto alla MM Lampadari di Quero. Svolge il servizio militare, a Ceva (Cn) e poi a Belluno, come centralinista. Sposatosi con Maria Angela nel 1972, avr due figli: Enrica e Cristiano. Uomo schivo, ma dotato di uno spiccato senso del dovere, trascorre lintera vita lavorativa alla MM, dapprima con i titolari Tullio Mazzocco e Antonio Miotto e poi con limprenditrice Lenzia Mondin. Giordano, i tuoi figli ed io vogliamo ringraziarti dalle pagine de Il Tornado per tutto quello che hai sempre fatto per noi, per la bellissima giornata, per lottimo pranzo. Era da tempo che non ci divertivamo cos, in un ambiente tanto allegro e sereno. Ancora un grazie. Maria Angela

ATTUALIT

Tradizionale appuntamento nell'amena area attrezzata in riva al torrente Tegorzo, dove sorge l'oratorio di San Valentino. La manifestazione, organizzata dal comitato Festeggiamenti San Valentino, prevede alle ore 14,00 la Santa Messa con la benedizione delle arance e, a seguire, la distribuzione e il lancio delle arance lungo un pendio e ai bordi di un ruscello per la gioia dei bambini che si impegnano per catturarne il pi possibile. In foto: ledizione 2011

14 febbraio ore 14

Quero: festa di San Valentino

25

LETTERE AL TORNADO

Una sede Amplifon anche ad Alano


di Angelo Ceccotto
Da sabato 12 gennaio aperta, anche se in forma non ancora ufficiale, la sede Amplifon, un servizio per i soggetti che hanno difficolt dudito. Lambulatorio si trova presso Villa Cinespa ad Alano e per ora vi si pu accedere ogni secondo sabato del mese (data a cui far poi seguito quella definitiva). Un traguardo non facile, con molteplici ricerche per una tipologia di logistica idonea alle esigenze dei pi anziani, al fine approdata e concordata con la presidente della Pro Loco di Alano a nome del Comune. Tale servizio va a facilitare i fruitori che evitano cos di recarsi, con le conseguenti difficolt del caso, presso la sede di Feltre. Tengo a precisare che questo impegno va inserito nelle iniziative della Sezione Fanti di Alano-Quero.

Il tricolore
di Angelo Ceccotto

Il tricolore il simbolo dunit nazionale per eccellenza, il quale lega i cuori e i sentimenti del popolo Italiano. Limportanza di questo simbolo sidentifica spiccatamente nel ruolo istituzionale che esso rappresenta, messo a costrizione da unevidente anomalia da parte dei Sindaci, che lo indossano a mio avviso in modo scorretto. Questa deformazione non passata e non passa inosservata ai nostri amici doltralpe confermando con sarcasmo la superficialit italiana anche sulle cose serie che identificano limmagine nazionale. Sentire allestero queste affermazioni, specie in cerimonie commemorative, crea imbarazzo, mortificazione e risentimento. Non so come la pensino i lettori in merito, sta di fatto che, per togliermi una curiosit sul caso, scrissi al Presidente della Repubblica On. Napolitano. Nellesporre la mia discreta osservazione gli esponevo tra laltro che: Fin dalla scuola elementare mi stato insegnato che la nostra bandiera italiana composta correttamente, partendo da sinistra, dal Verde, poi dal Bianco, e a seguire dal Rosso. Questo ordine una regola istituzionale deliberata, riscontrando a mio avviso unanomalia quando la fascia tricolore indossata dai Sig. Sindaci, presentando una lettura invertita della prestabilita simbologia del tricolore. Osservazione questa, spesso rimarcata da autorit oltre i confini nazionale, ritenendo poco serio questo modo di indossare la fascia, poich viene recepito pressoch a bandiere di altri stati. Signor Presidente, questo non ci fa onore, ancor pi verso chi sente nellanimo lamor patrio e la devozione nel tricolore, considerando che mai si verificherebbe tale situazione in unaltra nazione, poich ci ricadrebbe sullo stile, la seriet, la disciplina e lorgoglio nazionale del proprio popolo. La risposta perveniva a tempo debito tramite la Prefettura, affermando che lattuale modo di indossare la fascia dei sindaci era ormai una prassi consolidata. Stando cos le cose, assorbiremo eternamente lumiliazione dessere derisi. Non tutti, per, la pensano cos. Curiosamente, nellassistere un giorno a un giudizio in televisione, notavo i giurati della Corte dAssise dAppello indossare, chiss per quale motivo e per quale sentimento, la fascia del tricolore come da protocollo, dimostrando una visione realistica di esporre il tricolore. Come pure in unaltra circostanza in cui i ragazzi delle scuole superiori, nel fare unesperienza in Parlamento, sicuri del fatto loro, indossavano la fascia tricolore nel medesimo modo. Ma qualche minuto dopo un esponente parlamentare, gridando e intimorendo i giovani, li invitava a girare la loro fascia. Chi aveva ragione, i giovani o il parlamentare? A ognuno la sua valutazione. Sicuramente i giovani, ricchi di spontaneit e innocente convinzione, hanno dimostrato la poca intelligenza parlamentare

1 corso di apicoltura
Alano di Piave
Presso la Palestrina in via San Francesco, Alano di Piave (Bl) In collaborazione con lAssociazione Apicoltori del Veneto sezione Belluno si svolger con il programma indicato nelle sotto segnate date il primo corso di apicoltura gratuito, aperto a tutti gli apicoltori, simpatizzanti e interessati del settore

ATTUALIT

Venerd 22 Marzo ore 20.00 Dott. Matteo Villa


Morfologia dellApe Biologica Polline blocco covata Attivo

Venerd 12 Aprile ore 20.00 Pres. Apicol. del Grappa Giuseppe Morosin Venerd 26 Aprile ore 20.00 Tecnico apistico Luigi Sartor
Anti sciamatura Invernamento Propoli Idromiele

Venerd 3 Maggio ore 20.00 Pres. Reg. Gianni Stoppa Venerd 24 Maggio ore 20.00 Dott. Stefano De Rui
Piccole produzioni locali

Sabato 1 Giugno ore 14.00 Tecnici apistici: A. Toigo e G. Dalla Vedova

Presso lapiario di Aldo Toigo, Regine Pappa Reale Per informazioni: Scopel Romeo 3496217966 - Da Canal Andriano 366.9756711

26

JUDO

Inizia molto bene il primo anno agonistico per la nuova societ A.S.D. Judo Alano di Piave che ha accompagnato latleta Francesca Vidorin alla fase di qualificazione cadetti (U18) lo scorso 20 gennaio ad Eraclea (VE). Dopo una splendida prestazione di tre incontri, Francesca vince la finale del 3 e 5 posto e si aggiudica il 3 gradino del podio, conquistando cos laccesso alla finale nazionale che si svolger ad Ostia il 10 febbraio 2013. Sogno che Francesca riuscita finalmente a coronare grazie alla sua tenacia, costanza e passione. La gara di Eraclea ha qualificato 44 cadetti veneti su 131 judoka U18 partecipanti. Attendiamo ora la qualificazione Juniores che sar il 2 febbraio prossimo a Dueville (VI) e vedr impegnati gli alanesi Fabio Licini e Hramyka Vadzim. Augurando un in bocca al lupo a Francesca per la finale, il Judo Alano ringrazia quanti finora hanno vivamente partecipato e collaborato a tutta lattivit della societ.

Francesca Vidorin vola ad Ostia (Roma)

Al Campionato Italiano Cadetti

Judo Alano

CODICI QR
di Marcello Meneghin

LETTERE AL TORNADO

Ho constatato con piacere che il Tornado prosegue nella pubblicazione di alcuni articoli preannunciandoli con il relativo codice QR. Si tratta di un piccolo quadrato in bianco e nero denso di strani segni grafici, cui forse non viene attribuita l'importanza che merita. Penso di far cosa utile spiegando che si tratta di un nuovo e potente mezzo che consente, a chi possiede un telefonino dell'ultima generazione, di leggere note, vedere dei filmati o fotografie, ascoltare musica, sentire la recitazione di colloqui o la lettura di brani oppure di interi libri e molte altre cose direttamente nel cellulare senza dover compiere complicate operazioni ma semplicemente puntando il cellulare stesso sul codice di cui si tratta. Per poterlo fare sufficiente aver preventivamente scaricato nel cellulare stesso l'apposito programmino. Uno dei vantaggi quello di permetterne luso in tutti i frangenti ad esempio anche quale riempitivo di tempi morti come le attese negli uffici pubblici, i periodi di permanenza forzata a letto ecc. Trovo quindi molto lodevole l'iniziativa del Tornado ed invito tutti i lettori a sperimentarla. Mi rivolgo non solo ai giovani che sono i padroni assoluti delle nuove tecniche digitali ma anche ad anziani e vecchi come il sottoscritto, che trovano notevoli difficolt ed una innata avversione per un progresso che sconvolge le abitudini consolidate. Per farlo basta puntare il telefonino e compiere poche azioni sempre ripetitive: se ne ricava un modo straordinario per poter usufruire di un intero mondo come quello citato. Invito anche i lettori che usano internet avendone archiviato fotografie, filmati articoli ecc. ecc. a contribuire fornendo al Tornado gli elementi per la pubblicazione sulla base del codice QR secondo quanto detto. Faccio presente che la compilazione gratuita ed in automatico del codice Qr resa facile dai numerosi programmi presenti in internet.

Tutti conosciamo l'impegno profuso da questo artista per larte pittorica. Aprendo questo sito si possono leggere interessanti notizie sulla sua vita ed ammirare molte sue opere

FRANCESCO GUERRA = Una vita per l'arte

In ricordo di Angela Benato


(Quero 29.11.1921 19.12.2012) Non piangiamo per la tua dipartita, ma per le sofferenze che hai affrontato in questo ultimo periodo dElla tua esistenza e siamo sicuri che potrai ora godere della pace eterna. I figli ringraziano il dottor Augusto Longo per la premurosa assistenza prestata e tutti coloro che si sono prodigati nell'alleviare le sue difficolt, assistendola con affetto. I figli Luigino, Loretta, Sandra e Doriana

27
COMUNICATO STAMPA

LETTERE AL TORNADO

Separazione umido secco, occorre pi attenzione


Dolomiti Ambiente lancia lallarme sulla qualit del rifiuto conferito. De Biasi: Non basta la quantit, occorre puntare sulla qualit, altrimenti saremo costretti a inserire in tariffa i costi di smaltimento. La soluzione definitiva la raccolta porta a porta, ma gi adesso si pu fare qualcosa. Pi attenzione alla separazione tra rifiuto secco e umido, fino ad arrivare ad un consorzio unico di raccolta che implementi il sistema porta a porta in tutta la provincia di Belluno. Per Dolomiti Ambiente questo il percorso da intraprendere sulla strada del miglioramento continuo del sistema di raccolta e gestione dei rifiuti. Il Consiglio di amministrazione della societ spiega Giuseppe Luigi De Biasi, presidente di Dolomiti Ambiente ha fatto delle riflessioni su quale sia il modo migliore di gestire dinamiche complesse come quelle relative ai rifiuti nella nostra provincia. Riflessioni derivanti dall'esperienza diretta in impianto che pensiamo sia giusto mettere a disposizione di tutti i soggetti coinvolti, nella convinzione che la condivisione delle idee la vera forza che fa la differenza. Il primo passo riguarda il miglioramento dellesistente. In questi anni i bellunesi hanno dimostrato di capire limportanza della raccolta differenziata, le percentuali in continua crescita lo dimostrano analizza De Biasi ma adesso giunto il momento di puntare sulla qualit. Purtroppo sono ancora troppi i bacini di raccolta che conferiscono allimpianto del Maserot rifiuto umido di cattiva qualit, obbligandoci ad un lavoro supplementare di trattamento, con un conseguente aumento dei costi di lavorazione. Nellumido che arriva al Maserot, infatti, non raro trovare materiale di ogni tipo: legno, vetro, plastica: Solo negli ultimi giorni spiega De Biasi abbiamo dovuto scartare pentolame vario, vetro, pezzi di stufe a pellet e addirittura un monopattino. Per noi sono costi che diventano insostenibili, se le cose continuassero in questo modo saremo costretti a respingere i carichi irregolari o inserire nella tariffa i costi di smaltimento. La soluzione definitiva a questo problema arriver con limplementazione in tutta la provincia del sistema di raccolta porta a porta. Il costo pi alto per la raccolta un falso problema spiega De Biasi e si capisce facendo due conti. Il trattamento del rifiuto secco costa attualmente 175 euro per tonnellata, molto di pi del trattamento dellumido, che si attesta sui 70 euro a tonnellata. Migliorando la qualit della raccolta la quantit di rifiuto secco prodotto cala di molto, siamo nellordine del 40 50%, quindi i benefici, anche economici, alla lunga arrivano a tutti. Ma se introdurre ovunque la raccolta porta a porta richiede tempi lunghi, quello che si pu fare a breve termine migliorare, monitorandola costantemente, la qualit nella separazione dei rifiuti: Anche con i sistemi di raccolta attuali si pu fare qualcosa puntualizza De Biasi arrivando a conferire rifiuto umido di qualit migliore al Maserot. Questo permetterebbe allimpianto di funzionare al meglio, produrre compost di alta qualit che potr essere messo in vendita al dettaglio e utilizzato dai cittadini per le loro attivit agricole e domestiche, avendo a disposizione un prodotto ottimo e dai costi pi bassi (stimiamo un risparmio anche dell80%) rispetto agli ammendanti attualmente in commercio, sia chimici che naturali. Per finire, oltre al lato economico, non va trascurato il fattore comunitario e sociale. Limpianto del Maserot spiega De Biasi - della Provincia, quindi della collettivit bellunese, ed cresciuto a strati, un po come la citt di Troia. Nel tempo ha subto modifiche per rincorrere il territorio. Il nostro lavoro degli ultimi tre anni ha dato una decisa accelerata ai cambiamenti e adesso, per quanto riguarda la funzionalit, dal nostro punto di vista siamo messi bene. Restano delle cose da fare per puntare alleccellenza e qui i Comuni e gli altri enti devono fare la loro parte. Una migliore raccolta differenziata porta a una diminuzione del peso del rifiuto secco e di conseguenza a minori costi per la collettivit. Con un occhio puntato sul futuro, che significa consorzio unico di raccolta: A nostro giudizio una strada obbligata conclude De Biasi perch lunico modo di risolvere i problemi che ancora sono sul tavolo, come la differenza di qualit nei conferimenti e gli alti costi di raccolta. Non pi il tempo di guardare solo alloggi, ma bisogna avere uno sguardo lungimirante. Siamo il paese che da sempre riconosciuto nel mondo per la qualit della vita, dobbiamo essere in grado di trasportare questa caratteristica anche nel settore dei rifiuti. I benefici saranno molti e per tutti, anche dal punto di vista economico. Basta saper uscire dallottica del piccolo risparmio immediato. Anche perch, come detto, se la qualit dei conferimenti non migliorer, i costi di trattamento e smaltimento attuali non saranno pi sostenibili.
Santa Giustina (Belluno), 04 dicembre 2012

chiu

so il

lune

PER TUTTO IL MESE DI FEBBRAIO SALDI DI FINE STAGIONE


Creazioni su misura, riparazioni, trasformazioni scarpe con accorgimenti personalizzati

Linea riposo, classiche e da tempo libero

NEGOZIO CALZATURE

Via Roma, 16/A - Quero (BL) - Tel. 0439 788188

tanti anni di esperienza, al vostro servizio: visitateci!

28

COME ERAVAMO

A scuola di catechismo c'era una suora molto ferrea


di Nella Botto Tadozzi Un giorno, a scuola di dottrina a Quero, ci spieg la Trinit (un dio unico composto da tre persone) e per imprimere maggior forza alle sue parole us le dita tuonando: Tre persone - e qui sollev il pollice, lindice e il medio e un unico do e ci mostr lindice. Scoppiai a ridere, perch effettivamente quello che ci mostrava era un solo dito. Logico. Mi mand a confessarmi altrimenti non mi avrebbero dato la prima comunione. Non appena rivelai il mio peccato e come avvenne, sentii nel confessionale dei rumori, una via di mezzo tra dei ragli e il russare. Ero preoccupata, alle prove non ce lavevano detto. E forse don Ireneo si era arrabbiato e se nera andato. Mi alzai e tirai la sua tendina: invece era l, piegato dal ridere. La foto della mia prima comunione, mi pare avvenne nel 64 e riguardava alcuni bambini nati nel 56 ed altri nel 57.

Fila in alto partendo da sinistra: Antonella Miglioranza, x, x, Ornella (de la Fifi), Patrizia Cossalter, Vanda Mondin, Donatella Bizzotto, Bruna Sacco Comis Dall'Oste (questa serie di cognomi me la ricordo dai tempi dell'appello in seconda elementare), Mirca Mazzocco. Fila centrale partendo da sinistra: x, Silvana (Perlo), Nadia Mazzocco, Luciana Quattrocchi, Don Maddalon, Cristina Mazzocco, Fernanda Curto, Lorenza Furlan, Liliana Berton Prima fila partendo da sinistra: x, x, x, Daniele Quattrocchi (fratello di Luciana che nella fila centrale), Dorino Schievenin, Sandro (di Menico Tronca), x (poi era andato via da Quero), Claudio Mazzocco, Giuseppe Sasso, Alessio (non ricordo il cognome, anche lui and via da Quero poco dopo), Franco Dal Canton e Giuseppe Secco.

C entro d i R icerca P iant e O f f icinali


Il pi im po r ta n te s it o de lla R e gi one Ve ne t o c o n 4 .0 0 0 c on ta t ti m e nsil i e qua t tr o E rb or is te rie a l V os tr o se r viz i o.

> Di sf unzi oni d el l app a rato di gere nte (c oliti e ga stri ti ) > I nsuf f ici e nza de lla C irc ol azi one Ve nosa e Li nfatic a > Preve nzi one Oste op orosi e problem ati che a r tic ola ri
Siamo aperti il marted - mercoled <> venerd - sabato: 09,30 - 12,00 - 16,00 - 19,00 Gioved giornata dedicata solo alle Consulenze, s u appuntamento al: 366 45 95 970 Info: armonia.salute@fastwebnet.it < > http://centroricercapianteofficinali.blogspot.it/

29

LETTERE AL TORNADO

Osteoporosi
L'osteoporosi, pu essere definita come la situazione in cui lo scheletro soggetto ad un maggiore rischio di fratture, in seguito alla diminuzione di massa ossea e alle modificazioni della microarchitettura. menopausa, squilibri ormonali, poco movimento, cattiva alimentazione, fumo, problemi digestivi, carenza vitaminica e luso di alcuni farmaci.

Le cause dellosteoporosi sono: et, predisposizioni di famiglia, Latte e formaggi i nemici delle nostre ossa.

Il primo elemento scientificamente accertato che predispone allosteoporosi leccessivo uso di latte e formaggi, sia durante linfanzia sia durante la maturit, che porterebbe allalterazione delle capacit del nostro organismo dassimilare il calcio. Vi ricordiamo che il latte causa, nella razza mediterranea, gravi problematiche intestinali (coliti), mentre la massiccia presenza dei grassi nei formaggi impedisce la biodisponibilit del calcio e la sua perdita nel lume intestinale. Pertanto nei vegetariani e vegani sia lanemia sia la carenza di calcio sono totalmente assenti, mentre sono molto presenti nelle persone che mangiano latticini, proteine animali ed alimenti raffinati ricchi di zuccheri aggiunti.

Acidificazione - Lutilizzo di cibi industriali raffinati, di zucchero ed in modo


particolare di proteine animali, acidifica il nostro organismo interferendo sui legami ematici del Calcio-Fosforo e Calcio-Albumina, causando squilibri della bio-disponibilit del calcio e predisponendo lorganismo allosteoporosi.

Vit. D - La vitamina D - (Lergocalciferolo o vitamina D2 e

in collaborazione con il Paratormone (PTH) interviene nella regolazione dellassorbimento del calcio a livello intestinale e della sua eliminazione a livello renale.

il colecalciferolo o vitamina D3,),

Come intervenire per prevenire losteoporosi


ALIMENTAZIONE Fare una buona alimentazione significa mangiare alimenti in variet, che non significa di tutto (pensate alle schifezze da supermercato), ma significa alimentarsi con ci che ci fa bene e nutre il nostro organismo come: vegetali e frutta di stagione in variet, cerali in variet (grano, mais, miglio, farro, orzo e segale); legumi in variet (fagioli, ceci, lenticchie, fave, grano saraceno); semi oleosi (sesamo, zucca, lino, noci, nocciole e mandorle) .; CIBI DA ELIMINARE IN TERMINI ASSOLUTI Latte dolcificanti cibi e prodotti contenenti latte in polvere - oli da supermercato cibi trattati con forno a microonde acqua e bibite in bottiglia di plastica (PET), il quale, PET, cede alle bevande in esso contenute, ormoni sintetici femminili che determinano squilibri ormonali. CIBI DA RIDURRE PER TUTTI Sale zucchero dolci - pepe maionese salse pane bianco cibi in scatola insaccati formaggi carne rossa carne bianca pesce - alcoolici caff dolci e bibite analcooliche.

Integratori utili per prevenire o assistere losteoporosi


Manganese, oligoelento necessario per il normale sviluppo osseo e favorisce l'efficienza muscolare. Calcio pidolato, la forma pi evoluta degli integratori di calcio, essendo un calcio veicolato dallacido pidolico. Pertanto il Calcio pidolato sar utile: osteoporosi accertata - nella prevenzione dell'osteoporosi nella caduta dei capelli - nella fragilit dei denti - nel favorire la formazione del callo osseo in caso di fratture Olio Di Fegato Di Merluzzo, ricco vitamina D, fondamentale per la regolazione dellassimilazione del calcio (con PTH). Particolarmente indicato nelle persone anziane o che per, per motivazioni personali, non riescono a prendere il sole.
Ci scusiamo per linevitabile semplificazione di questo articolo Consultare sempre il Vostro medico di fiducia.

Centro di Ricerca Consulenze Divulgazione scientifica - Scuola di Nhaturopatia Visite guidate ai giardini alpini

Centro Ricerca Piante Officinali Belluno

Visitate i nostri siti: http://centroricercapianteofficinali.blogspot.com/ <> http://scuoladinaturopatia.blogspot.it/ info: armonia.salute@fastwebnet.it

30

LETTERE AL TORNADO

Corso di cucina base


E' il corso giusto per chi vuole apprendere le basi di una cucina semplice e genuina. Per chi vuole "mettere le mani in pasta" e scoprire nuovamente la soddisfazione di preparare da s. Si elaborano piatti semplici ma sfiziosi per una serata con gli ospiti o per dare un tocco di novit alla quotidianit. OBIETTIVI: il corso mira a fornire ai partecipanti le conoscenze e le abilit per elaborare gli impasti base, preparare almeno quattro men completi, dall'antipasto al dolce, nonch acquisire conoscenze sui valori nutrizionali e la conservazione degli alimenti, nuove idee per gestire al meglio la spesa, il frigo e gli avanzi CONTENUTI: gli argomenti principali del corso: gli impasti di base come fare la spesa in modo intelligente i valori nutrizionali e la conservazione degli alimenti come riconoscere le frodi conoscere i prodotti DOP e IGP Tra i piatti elaborati: barchette di formaggio, flan di carciofi, gnocchi ripieni, tasche di pollo, patate nocciola, millefoglie e tante altre sorprese. Ogni sera i partecipanti chiudono la serata gustandosi la cena preparata. DESTINATARI: chiunque voglia mettersi alla prova in cucina. INFORMAZIONI: Se siete interessati al corso e/o intendete iscrivervi, potete scrivere a: rebecca.broccon@enac.org feltre@enac.org Tel. 0439 840947 NB: la data e l'orario di inizio corso sono indicativi, il corso sar attivato al raggiungimento del minimo di iscrizioni. Per scoprire i men delle serate e avere altre informazioni su questo e altri corsi: www.facebook.com/enac.feltre feltre.enaclab.org 26-02-2013 Inizio previsto: 165,00 Costo 12 ore Durata 18.30 - 21.30 Orario 8 Min. Iscritti Istituto Canossiano Sede

Stampa Digitale

Stampa Offset

RASAI di Seren del Grappa (BL) - Via Quattro Sassi - Tel. e Fax. 0439 44360 - 0439 448300 grafica@tipografiadbs.it - occhio@tipografiadbs.it

31

ASTERISCO

Corso base di contabilit a Feltre


Il 5 febbraio partir il corso LABC DELLA CONTABILITA per tutti coloro che vogliano imparare le basi della contabilit o fare un bel ripasso dopo anni di digiuno. La gestione amministrativa necessaria in qualsiasi struttura: dalla grande azienda, allo studio professionale, dallassociazione allente pubblico: ecco perch avere competenze in questo ambito pu dare numerose opportunit di sbocco lavorativo.

Le 12 lezioni si terranno allIstituto Canossiano di Feltre tutti i marted dalle 18 alle 20.00.
Giorni e orari potranno subire variazioni in base alle richieste dei partecipanti.

Per le iscrizioni, rivolgersi allENAC Ente Nazionale Canossiano (0439 840947 feltre@enac.org). Per informazioni su questo e altri corsi: www.facebook.com/enac.feltre feltre.enaclab.org

32

"Al momento della chiusura del Tornado la proiezione del film di domenica 17 febbraio non era stata ancora autorizzata da chi di competenza. Pertanto il film potrebbe essere sostituito con un altro o annullato Per informazioni rivolgersi alla Biblioteca di Quero tel 0439 787097 marted 16.00-19.00 gioved 14.30-18.30 sabato 10.30-12.30 o al Punto Giovani tel 0439 788531 sabato 15.00-18.00"

BAR - GELATERIA - PASTICCERIA TORTE E RINFRESCHI SU PRENOTAZIONE


Zona industriale - 31040 Segusino (TV) Tel. 0423.979282

Via Dante, 20 - FENER (BL) - Cell. 328.2152835

DUE ESSE s.n.c. di Stramare Nicola e Oscar Via S. Rocco, 39 - 31040 SEGUSINO (TV) Telefono e Telefax 0423.979344 Via della Vittoria - 32030 FENER (BL) Telefono 0439.789470

via Monte Grappa, 28 Feltre tel. 0439 842 603 www.bancapopolare.it

ONORANZE FUNEBRI

di Ferdinando Carraro
PITTORE RESTAURATORE
Via Roma - Quero (BL) - Cell. 339.2242637

VIVAIO - PIANT E

di Mondin Duilio

ALANO DI PIAVE FENER - QUERO

Realizzazione e Manutenzione Giardini Prati - Irrigazione - Potature


Via Feltrina - 32030 QUERO (BL) - Cell. 338.1689292 E-mail: mondingiardini@gmail.com - mondingiardini.blogspot.com

www.unicredit.it

Stampa DBS - Rasai di Seren del Grappa (BL)