Sei sulla pagina 1di 7

Aspettative degli studenti

rispetto al corso

OSIA, settimana 1
23-24 febbraio 2009
contenuti
metodi
contenuti
“una conoscenza ed una capacità di visione più ampia di quella che ho oggi”

“le teorie che consentono uno studio dei sistemi informativi dal punto di vista sociale”

“pratiche dell’organizzare i sistemi informativi di un contesto organizzativo come può


essere l’azienda o qualunque altro tipo di organizzazione”

“avere una visione quanto più globale e organica di metodi e delle domande di ricerca
che stanno alla base della progettazione organizzativa di un’azienda, di un ente o di altri
fenomeni organizzativi”

“partecipare all’organizzazione dei processi aziendali, utilizzando al meglio la relazione che


intercorre tra tecnologie d’informazione e organizzazione. Gli aspetti informativi sono
sempre più parte del bagaglio culturale di ogni lavoratore, dal semplice impiegato a colui
che è dotato di qualche potere decisionale.”

“un buon uso dei sistemi informativi è indice di aziende competitive”.

“occasione in cui si impara ‘materialmente’ ad implementare conoscenze sociologiche


nell’attività lavorativa”
“la relazione tra l’uso dell’apparato tecnologico e la necessità di gestire problematiche
aziendali che possono essere di natura tecnica ma anche concernenti le risorse umane”

“...in un mondo dove informatica e automazione agli occhi di molti sembrano prendere il
sopravvento su ogni cosa”

“qui ribadiamo la strumentalità di tali applicazioni affinchè si possa raggiungere non solo
un’efficacia ma anche un’efficienza maggiore”

“se penso ai sistemi informativi un esempio che mi viene in mente (forse a sproposito) è
ESSE3, croce di ogni studente”

“analizzare le diverse fasi che costituiscono il memento di progettazione e di creazione di


un sistema informativo”

“come possa un sociologo collaborare con altri esperti nell’ambito aziendale per
migliorare i sistemi informativi aziendali”

“ci si concentrerà sugli aspetti ‘sociali’ che conducono all’adozione, progettazione e utilizzo
dei SIA, che credo includano la valutazione delle necessità dei diversi fruitori del SI, le
diverse alternative per rendere la comunicazione e l’interazione efficaci, le problematiche
relative alla partecipazione e alla gestione dei SI e i cambiamenti che l’uso di tali sistemi
comporta”
“il fine del corso suppongo sia quello di fornire conoscenze sui sistemi che relazionano i
diversi promotori di un’organizzazione, caratterizzata da un alto grado di integrazione in
un’economia sistemica.

“metterei in evidenza i sistemi informativi ma sempre in relazione a chi li usa”

“sarebbe interessante, visto che i mercati sono sempre in continuo sviluppo e le


organizzazioni devono essere perciò sempre aggiornate, analizzare i vari metodi/strategie
di formazione attraverso i sistemi informativi”

“un’informatizzazione delle informazioni può rendere più accessibile e conosciuta sia


all’esterno dell’azienda sia al suo interno, ove molto spesso non c’è una vera
comunicazione tra i vari dipendenti che porta, in alcuni casi, a svolgere lo stesso lavoro più
volte o, al contrario, non svolgerlo mai perché convinti che qualcuno l’abbia già fatto.”

“personalmente credo che il richiamo all’efficienza ed efficacia delle P.A. comporti una
continua razionalizzazione della spesa. Per poterne “pesare”-”quantificare” la spesa mi
sembra si capire sia indispensabile standardizzare”

“In ogni azienda, o ente, si necessita di un’organizzazione, sia essa contabile o meno”

“i sistemi informativi si occupano dei flussi di informazione a cui ogni azienda è oggi giorno
sottoposta”
metodi
“accrescere le mie competenze informatiche attraverso l’utilizzo di nuovi strumenti”

“lezioni dalla struttura dinamica...una continua interazione tra studenti e studentesse, macchine e docente”

“creare piccoli progetti di gruppo che poi andranno a creare un macro progetto, contenente diverse
soggettività e metodi d’analisi, uniti insieme dall’utilizzo di strumenti informatici e soprattutto dallo strumento
che permette la scrittura collettiva”

“I metodi didattici e le modalità di esame attraverso gruppi mi sembrano coerenti con la necessità di
collaborazione che è presente nell’ambito lavorativo aziendale”

“poco ho capito delle varie sigle presenti sul programma del corso OSIA, ma son rimasta incuriosita, oltre
che perplessa”

“il corso è fondato sull’implementazione di uno o più programmi utili all’elaborazione di un sistema che possa
coordinare una determinata organizzazione”

“spero che chi capiterò in gruppo con me sia maggiornemnte ferrato in materia”

“poter imparare ad avere un rapporto meno ostile con il computer”

“ho fatto una laurea triennale dove avevo una materia simile: abbiamo imparato ad usare excel, powerpoint,
ma anche l’utilizzo di internet”

“ero in una sala computer, come oggi e durante le lezioni ho lavorato col computer”
“credo quindi che questo corso punti a portare gli studenti alla creazione di un sistema
informativo che sia il più preciso e adeguato alla azienda per cui viene creato”