Sei sulla pagina 1di 4

LA BOCCA

di Stefano Anselmo

Prima parte

Perch le labbra? Perch sono un punto focale del fascino di una donna. Pensate solo a quante cose servono: una dichiarazione daffetto, di stima, damore. Ma anche nei riti quotidiani; ad esempio quando mastichiamo, le labbra, devono stare chiuse; quando si beve non bisogna indugiare a lungo con lorlo del bicchiere: si deve fare un sorso per poi richiuderle. Quando si parla fondamentale non aprire troppo la bocca si rischierebbe di scoprirne gli eventuali difetti. In questa sorta di galateo labiale rientra anche il non tener la sigaretta tra le labbra, lindirizzare velocemente il fumo inspirato verso il basso e cos via. Un punto focale del fascino di una donna, dicevamo. Gli studiosi dellanatomia, perplessi sul significato delle nostre labbra-mucosa, che non trovano riscontro nelle nostre specie, hanno dichiarato che la loro evoluzione non ancora chiarita. Secondo altri, invece, etologi ed antropologi, le labbra nettamente disegnate

intorno alla bocca non costituiscono altro che un elemento essenzialmente attrattivo. A sostegno di
ci, sottolineano che leccitazione sessuale ne produce un temporaneo arrossamento e tumefazione (Desmond Morris). Se ci vero, ne consegue che luso di arrossare artificialmente le labbra e di considerare pi sensuale una bocca carnosa traduce, in una lingua pi evoluta, ci che allinizio fu un semplice richiamo sessuale dellhomo sapiens. Al tempo stesso, per, vero che oggi molte donne si truccano soprattutto per piacere a se stesse e per il gusto di adottare uno stile, una moda che a loro aggrada. Seguire proprio quella moda che ci ha propinato anni di labbra microscopiche e poco sensuali (anni 20) (fig1), oppure assenti ed annullate dal trucco (1963-70), in netto contrasto con queste teorie che vogliono ridurre tutto ad un poco celebrativo, per la humana intellegentia, richiamo di tipo sessuale. D'altra parte le bellezze sovrabbondanti che il cinematografo ci ha regalato, le maggiorate dalle forme rigogliose, oltre ad un messaggio di abbondanza teso a compensare la reale pena post-bellica, comunicavano anche un chiaro ed indiscutibile messaggio erotico. Proprio in quegli anni venne ideato un disegno di labbra innovativo: la bocca doveva essere grande e procace e per ottenere ci il labbro superiore veniva disegnato tracciando due semicerchi che modellavano, per lappunto, una nuova bocca grande e sensuale dipinta di rosso fuoco (o sangue - impossibile evitare il riferimento con Sangue e Arena, passionale storia cinematografica dellepoca): una bocca grande e sensuale che primeggiava sul viso come la unica stella di un firmamento incantato.

Ricordate le labbra di Lana Turner, Rita Haywoth, Marilyn Monroe?, ecco! Del resto sono nate leggende sulla forma delle bocche di alcune artiste. Si dice ad esempio che la forma che abbiamo citato sopra caratterizzata dal labbro superiore composto da due semicerchi (passata alla storia come bocca alla Crawford (fig, 2), sia nata per puro caso: il regista aveva appena dichiarata chiusa la giornata di lavoro. Immediatamente lattrice si ripul le labbra dal trucco che evidentemente le creava disagio. Allorquando il regista ritenne di girare ancora una volta la scena. Ma doveva essere fatta nellimmediato visto che era ancora tutto pronto: set, troup e attori ancora vestiti e truccati. Ma non la nostra attrice. Ecco che il mago del trucco Max Factor decide di sporcarsi rapidamente i pollici di rossetto e con essi stampa letteralmente il trucco sulla bocca dellattrice troppo frettolosa. Il gesto tracci due line curve un po a semicerchio, e venne cos creata una nuova forma di bocca. Non poche donne di grande fascino hanno avuto la fortuna di possedere una bella bocca. Spesso si tratta di caratteristiche naturali che venivano valorizzate e/o corrette col trucco. Per esempio, la grande Gloria Swanson, (chi non la ricorda nel ruolo di Norma Desmond ne Il viale del tramonto mentre, ormai impazzita, scende quello che lei crede essere lo scalone del palazzo), portava un trucco che le disegnava una doppia commessura. S proprio cos due: una sopra e una sotto. La qual cosa contribuiva a darle quellaria un po sprezzante che lha caratterizzata (fig 3). La nostra Silvana Mangano non ne aveva proprio di commessura. Il suo 3 labbro superiore era a tutto tondo come un arco. La mangano non ha mai tentato di correggere questa sua conformazione naturale. Diversamente non sono poche quelle che se la sono annullata artificialmente col trucco. Lelenco potrebbe essere lungo. A cominciare da Bette Davies fino ad arrivare alle ultime Veline. Noi citeremo invece solamente B.B., Birgitte Bardot: la bocca pi sexy degli anni 60. Come si vede bene nellillustrazione, la Bardot disegnava un bel contorno rosso chiaro, debordando leggermente per ingrandire le labbra dipinte di rosa e, al tempo stesso, raddrizzando la commessura centrale (fig 4). Ancora pi interessante la complessit del ritocco della bocca della nostra Sophia nazionale. Le sue labbra superiori sono un po arrotondate e sembrerebbero pesare sulla la parte bassa del viso. Per questo motivo, la Loren, con un abile tratto di matita, raddrizza i lati della bocca e talvolta smussa anche il disegno della commessura che ha naturalmente molto marcato (fi 5). Poi, quale punto di attrazione, le labbra vengono adattate in base alle caratteristiche che si desidera evidenziare: dallinvisibile lucida-labbra nato per donare un tocco pi attrattivo a labbra adolescenziali, alla bocca rosso sangue della vamp. E qualche volta della vera e propria Vamp-ira come ironicamente ci mostra questa pubblicit di BIASIA, fig (6) Perfino sulle donne comuni, non star hollywoodiane una cohche de rouge a 4 lvres pu fare molto. Confrontiamo le due immagini della figura 2 e scopriamo come il fatto di avere una bocca, per cos dire, un po pi sofisticata e sensuale induca ad assumere un atteggiamento un po pi

fataleggiante. In basso figura 6, Katya Verduci, ragazza che si gentilmente prestata a farmi da modella porta un look da figlia dei fiori. Sembra quasi di sentire intonare Aquarius, la colonna sonora di HAIR. Sugli occhi ho disegnato l indispensabile mezzaluna e ho 5 applicato le ciglia finte a stella sia lungo la 6 palpebra superiore, sia lungo quella inferiore. In questo caso il rossetto chiaro mette la bocca in secondo piano come, del resto prescriveva la moda dellepoca. Nellaltra immagine, un look retr, ispirato agli anni 40 mi ha offerto la possibilit di colorare le labbra di rosso e di allargarne la forma proprio come fanno le modelle quando devono trasformarsi in dive sofisticate. Qui Katia assume un atteggiamento diverso: anche la bocca viene istintivamente schiusa e messa in evidenza. Potere della suggestione? Chiss! Ora, dopo alcune considerazioni e riflessioni veniamo al trucco di oggi e cerchiamo di capire come si pu truccare al meglio una bella bocca.

Il trucco della bocca


Iniziamo con luna dettagliata spiegazione tecnica. Sulla bocca preferibile non applicare fondotinta per evitare che si formi quell' antiestetico bordo biancastro, all'interno delle labbra, causato dall'accumulo del fondo stesso. Una leggera passata di cipria invece utile a preparare una buona base sulla quale applicare un trucco perfetto.

Il contorno delle labbra


Dopo aver incipriato le labbra, se ne disegnano i contorni e poi si stende il rossetto. La matita il primo cosmetico colorato del quale servirsi: essa permette di tracciare con precisione i contorni delle labbra e di apporre un primo tocco di colore, capace di rendere il trucco pi duraturo. La consistenza della matita deve essere preferibilmente media in modo da consentire un tratto nitido e al tempo stesso di scorrere facilmente lungo il contorno delle labbra. La matita permette di modellare, di riproporzionare la bocca (di dissimulare le eventuali asimmetrie; inoltre impedisce al rossetto di insinuarsi nelle piccolissime pieghe che possono formarsi dopo una certa et. Si inizia a delineare la bocca dal centro del labbro superiore. Poi si prosegue sulle altre parti, in modo da rendere armonioso il tracciato della bocca. Infine bisogna definire il disegno della parte che va verso il centro delle labbra: anche questa operazione va effettuata in modo perfettamente simmetrico (parte destra del labbro superiore / parte destra del labbro inferiore, o viceversa, e poi parte sinistra del labbro superiore / parte sinistra del labbro inferiore, o viceversa). Per far s che la linea tracciata sia sempre nitida, bisogna temperare la matita ogni volta che si sta per usarla: unazione professionale e igienica, al tempo stesso.

La scelta della matita


La matita pu essere: dello stesso colore del rossetto: in questo caso facilita la tenuta della sfumatura prescelta, ridisegnando nel contempo il contorno della bocca; di un colore appena pi scuro, cosa che permette di evidenziare il rilievo della bocca. CONTINUA

Fig 6 Katya Verduci diventata una figlia dei fiori: sugli occhi l indispensabile mezzaluna e le ciglia applica5te a stella sia lungo la palpebra superiore, sia lungo quella inferiore. Rossetto chiaro e per completare un tocco vezzoso: lentiggini disegnate col pennellino intinto nel marrone chiaro. A destra un look retr, anni 40: sopracciglia ben aperte, tratto di eye-liner e ciglia artificiali applicate in modo di conferire unespressione languida. Per evocare lo stile basta un pettinino tra i capelli sistemato nel modo giusto e rossetto rosso fiamma.

Fig 7 foto Stefano Galuzzi