Sei sulla pagina 1di 5

LA GIUNTA COMUNALE

Visto il parere, ai sensi dell’art. 49 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, del dirigente del servizio
interessato, come da scheda allegata;

Premesso che, nell’ambito dei lavori di riqualificazione di piazza della Rinascita, è stata prevista la
realizzazione di due importanti opere d’arte, una delle quali è il frutto della progettazione artistica
del celebre architetto giapponese Toyo Ito, che viene indicato oggi dalla stampa specializzata
internazionale come il più importante e innovativo “designer” del momento e l’altra sarà realizzata
dall’artista Ettore Spalletti;

che l’opera dell’artista Toyo Ito è stata presentata alla cittadinanza ed al mondo universitario e
professionale nella sala Consiliare del Municipio il giorno 14 ottobre 2005, nel corso di una
conferenza stampa alla presenza dello stesso Maestro giapponese, a seguito della quale sono stati
pubblicati numerosi articoli sulla stampa locale, nazionale ed internazionale, anche per via del fatto
che il monumento che sarà realizzato da Toyo Ito a Pescara costituisce un progetto bandiera
nell’ambito delle iniziative dell’anno dell’amicizia tra Giappone e Unione Europea;

che attualmente un prototipo di questa installazione è in esposizione permanente, in uno spazio


appositamente dedicato, nel Palazzo di Città.

Considerato che, come già sperimentato con successo in relazione alle opere di manutenzione e
cura del verde pubblico, attuate con il supporto degli istituti di credito cittadini, l’Ente ha deciso di
sollecitare la collaborazione di due realtà economiche fortemente radicate nel territorio come la
Cassa di Risparmio di Pescara e Loreto Aprutino e la Lafarge Adriasebina srl, per la realizzazione
dell’importante opera d’arte citata, attraverso l’attivazione di accordi di collaborazione;

Vista la lettera acquisita al protocollo dell’Ente con n. 18562 del 16.02.2006, con cui il Direttore
Generale della Caripe spa ha comunicato che il Comitato esecutivo della stessa ha deliberato di
accogliere la richiesta del Comune di Pescara di acquisto, da parte del medesimo istituto di credito,
di una quota della proprietà dell’opera d’arte da installare presso Piazza della Rinascita,
corrispondente all’importo comprensivo di IVA pari ad euro 250.000,00;

Vista la delibera di Giunta Comunale n. 123 del 16.02.2006, con cui l’Ente ha preso atto della
disponibilità manifestata dalla Caripe S.p.A. di finanziare parzialmente la realizzazione dell’opera
di Toyo Ito per l’importo di euro 250.000,00;

Vista la deliberazione di Giunta Comunale n. 263 del 27.03.2007 con cui l’Ente ha preso atto della
disponibilità manifestata dalla società Lafarge Adriasebina srl di corrispondere a questa
Amministrazione un contributo finalizzato alla realizzazione di iniziative di grande rilevanza
sociale, economica e culturale attivate dal Comune di Pescara, specificando che l’importo del
contributo è pari ad euro 120.000,00 per la durata di anni 15;

Vista la nota prot. n. 54277 con cui Lafarge Adriasebina s.r.l. dichiara la propria disponibilità a
corrispondere il canone annuo di euro 120.000 IVA compresa, per la realizzazione di iniziative di
grande rilevanza sociale nel Comune di Pescara;

Atteso che questa Amministrazione intende completare la copertura finanziaria per la realizzazione
dell’opera dell’artista Toyo Ito, considerata un’opera di estrema rilevanza sociale e culturale per la
nostra città;

Dato atto dei contatti intercorsi con alcuni operatori economici privati per la corresponsione di
contributi finalizzati alla realizzazione dell’opera di Spalletti, in conseguenza dei quali è stata
acquisita la disponibilità di due ditte, Saquella e Maresca, di finanziare la realizzazione dell’opera
per un totale di euro 100.000,00, di cui euro 50.000,00 a carico di ciascun operatore citato;

Tenuto conto del fatto che il Dirigente del Settore Lavori Pubblici, nell’ambito dei lavori di
riqualificazione del progetto denominato “ Piazza Salotto”, ha avviato l’indagine esplorativa per la
realizzazione del monumento “Huge Wine Glass”, consultando all’uopo le ditte Clax Italia, Nuova
Arte, Nippura, Defussa Rohm Gm Bh per la presentazione di un’offerta contenente il preventivo
dei lavori, eventuali elaborati tecnici e l’indicazione dei probabili tempi di esecuzione;

Vista la nota prot. 1101 con cui il Direttore dell’Area Lavori Pubblici comunica che a seguito di
formale indagine esplorativa per la realizzazione dell’opera di cui in oggetto, con la quale sono state
consultate n. 4 ditte esperte del settore anche a livello internazionale, risulta pervenuta presso l’Area
Tecnica e LL.PP. un’unica relazione tecnico – economica inerente la fattibilità dell’intervento, da
parte della CLAX Italia con sede a Pomezia (RM), prendendo atto del preventivo di euro
1.650.000,00 (con oscillazione del 10%) oltre IVA;

Dato atto che, sulla base delle prescrizioni tecniche fornite direttamente dall’artista Toyo Ito, la
Clax Italia risulta essere l’unica ditta idonea a realizzare l’opera nel pieno rispetto di dette
prescrizioni, per quanto riguarda la capacità tecnologica della ditta stessa di produrre singoli blocchi
di dimensioni rilevanti;

Vista la nota del 27.04.2007 con cui la Clax Italia ha comunicato che l’importo definitivo realtivo
alla realizzazione del monumento “Huge Wineglass” – dim. Mm. 2000 x 2000 x h. H. 5000 – è pari
ad euro 1.000.000,00 /unmilione/00) + IVA di legge, ed include l’idoneo imballaggio, il trasporto
con mezzi speciali a Piazza della Rinascita in Pescara e la collocazione in loco;

Dato atto che la differenza di euro 650.000,00 rispetto al preventivo a suo tempo trasmesso è da
considerarsi quale contributo della ditta in argomento alla realizzazione dell’opera di Toyo Ito:

Vista la deliberazione di Giunta Comunale n. 264 del 29.03.2007 avente ad oggetto “Approvazione
progetto esecutivo struttura temporanea tpo da installare presso Piazza della Rinascita ed
approvazione planimetria indicante le aree dei possibili ingombri delle opere e strutture” con la
quale, tra l’altro, si precisa e stabilisce che “il monumento in via di realizzazione, a cura dell’artista
Tooyo Ito, andrà spostato di 5 metri più a sud rispetto alla collocazione già prevista”;

Ritenuto di procedere all’approvazione di un documento “ricognitivo” dell’iter procedurale seguito


dall’Amministrazione per addivenire al finanziamento ed alla realizzazione dell’opera di Toyo Ito,
dando atto anche dei contributi previsti e delle attività svolte per l’individuazione del soggetto
realizzatore e procedendo altresì all’approvazione del progetto dell’opera in questione;

Visto l’art. 48 del D.lgs.vo n. 267/2000;

Con voto unanime, espresso nelle forme di legge

DELIBERA
Sulla base della puntuale e favorevole istruttoria degli uffici competenti

1) Di dare atto che la realizzazione dell’opera di Toyo Ito, il cui costo è pari ad euro
1.000.000,00 + IVA, verrà finanziata in parte dalla Caripe Spa per l’importo
omnicomprensivo di euro 250.000,00 a fronte dell’acquisto della proprietà di una quota
dell’opera d’arte in questione corrispondente alla somma indicata e in parte con il contributo
della Lafarge Adriasebina s.r.l. per l’importo omnicomprensivo di 840.000,00, così come
risulta agli atti dell’Amministrazione descritti nelle premesse;
2) Di precisare che gli operatori sopra citati cureranno direttamente la realizzazione dell’opera
attraverso la Clax Italia, la quale è stata individuata a seguito di “indagine esplorativa”,
interpellando, nell’ambito del progetto di riqualificazione denominato “Piazza Salotto”,
varie ditte operanti nell’ambito di riferimento, ossia Clax Italia, Nuova Arte, Nippura,
Defussa, Rohm Gm Bh, ha ricevuto un’unica relazione tecnico – economica da parte della
Clax Italia per l’importo di euro 1.650.000,00 con oscillazione del 10% + IVA, che è stato
in seguito rivisto al ribasso dalla medesima ditta in data 27.04.2007 stabilendolo ad euro
1.000.000,00 + IVA di legge;
3) Di dare atto in aggiunta che, sulla base delle prescrizioni tecniche fornite direttamente
dall’artista Toyo Ito, la Clax Italia risulta essere l’unica ditta idonea a realizzare l’opera nel
pieno rispetto di dette prescrizioni, per quanto riguarda la capacità tecnologica della ditta
stessa di produrre singoli blocchi di dimensioni rilevanti;
4) Di dare atto che la differenza di euro 650.000,00 rispetto al preventivo a suo tempo
trasmesso dalla Clax Italia è da considerarsi quale contributo della ditta medesima alla
realizzazione dell’opera di Toyo Ito;
5) Di dare atto che il Comune di Pescara nella fase di realizzazione dell’opera assumerà
l’onere dell’alta vigilanza, operando con funzioni di raccordo e supporto ai compiti di tutti i
soggetti interessati all’iniziativa;
6) Di stabilire che la formalizzazione degli impegni assunti dai soggetti economici con
riferimento ai contributi per la realizzazione dell’opera, dalla ditta individuata come
realizzatrice dei lavori e dal Comune di Pescara limitatamente agli spazi offerti per la
pubblicizzazione dei loghi e dei marchi dei soggetti, avverrà attraverso la sottoscrizione di
una convenzione tra le parti, che prevedrà in capo a questa Amministrazione compiti di
coordinamento, vigilanza e alta sorveglianza nell’iter di realizzazione dell’opera di Toyo Ito;
7) Di precisare che il Comune di Pescara e la Caripe spa stipuleranno apposita convenzione,
con la quale, tra l’altro, Caripe spa assumerà, a titolo gratuito, l’obbligo di curare per l’intero
e in via permanente la manutenzione ordinaria e straordinaria dell’opera e si impegnerà, una
volta realizzata e posizionata l’opera, anche a mantenerne permanentemente l’ iniziale
collocazione in Piazza della Rinascita, salve diverse decisioni dell’Amministrazione, nonchè
a garantirne il diritto alla piena ed integrale veduta gratuita da parte dei cittadini e dei
visitatori di Pescara;
8) Di dare mandato al Sindaco di precisare i rapporti contrattuali con la Caripe spa ai fini della
definizione e sottoscrizione della convenzione di cui al punto precedente;
9) Di dare atto che, come da contatti intercorsi in data 03.05.2007 tra il Dirigente del Settore
LL.PP. e l’impresa realizzatrice dell’opera, i lavori avranno inizio in data 1 giugno 2007 e
saranno completatati, con relativa posa in opera entro il 28 febbraio 2008;
10) Di dare mandato al Dirigente del Settore LL.PP. e del Settore Manutenzione di delimitare
con precisione l’area all’interno di Piazza della Rinascita in cui sarà ubicata l’opera di Toyo
Ito, assumendo i provvedimenti necessari a destinare il suolo pubblico così individuato al
collocamento permanente di detta opera;
11) Di precisare che la realizzazione della Fontana di Spalletti verrà finanziata con i contributi
degli operatori privati per euro 50.000,00 ciascuno dalle due ditte Saquella e Maresca, per
un totale di euro 100.000,00, salva la possibilità di individuare successivamente ulteriori
soggetti finanziatori qualora ve ne fosse la necessità;
12) Di dare mandato al Dirigente del Settore Lavori Pubblici del Comune di Pescara di
assumere le necessarie informazioni sul costo e sulla fornitura dei materiali per la
realizzazione della Fontana di Spalletti;
13) Di precisare che a breve avverrà la posa di n. 4 panchine in Piazza della Rinascita, fornite
all’Amministrazione Comunale a titolo di esclusiva liberalità da parte dell’Albergo Vittoria
di Via Piave della nostra città;
14) Di precisare che tra le priorità dell’Amministrazione da realizzarsi con il contributo degli
operatori economici privati rientra anche l’acquisizione e ristrutturazione della Torretta
Dannunziana, per l’importo di € 150.000,00, così come previsto con deliberazione di
Consiglio Comunale n. 48 del 20.03.2007;
15) Di approvare la progettazione delle sole opere in “metacrilato” previste per la realizzazione
dell’opera d’arte di pregio dell’Arch. Toyo Ito da collocare presso Piazza della Rinascita,
precisando che il progetto in questione è composto dai seguenti atti tecnici:
- relazioni tecniche e relazioni tecniche specialistiche;
- elaborati grafici;
16) di precisare che l’approvazione del progetto si intende effettuata ai soli fini del rispetto dei
canoni di estetica dell’”area di pregio” in cui sarà collocata l’opera di Toyo Ito e ai fini
dell’esatta ubicazione della stessa all’interno di Piazza della Rinascita.
17) Di impegnare il Capo dell’Amministrazione a stimolare e reperire le disponibilità di
ulteriori risorse finanziarie, contattando l’imprenditoria territoriale e regionale per la
copertura economica necessaria per la realizzazione di un Urban Center da localizzare sul
basamento appositamente predisposto nei pressi dello spazio confinante con la presenza
della statua dell’Elefante.

Indi,
LA GIUNTA COMUNALE

Con separata votazione e con voto unanime palesemente espresso, dichiara la presente
immediatamente eseguibile.