Sei sulla pagina 1di 3

PROCESSO DI COGNIZIONE Avv.

Marco Scognamiglio

CAPITOLO 1 LATTO INTRODUTTIVO


La mediazione Introduzione di una fase obbligatoria destinata alla mediazione prima che inizi il processo Caratteristiche 1. il procedimento non regolato ma si applica il regolamento dellorganismo scelto dalle parti 2. non ci sono criteri oggettivi atti ad individuare lorganismo deputato alla mediazione 3. indicazione generica della pretesa 4. amplissima delimitazione del campo di applicazione 5. il tempo massimo di svolgimento di quattro mesi 6. necessario il rispetto del contraddittorio 7. il mediatore tenuto alla riservatezza e gode di garanzia del segreto professionale 8. il procedimento pu concludersi: a. accordo amichevole: se il verbale positivo viene depositato dinanzi allA.G. acquista forza esecutiva in base ad omologazione giudiziaria e costituisce titolo per liscrizione dellipoteca giudiziale b. in caso di mancato accordo il mediatore pu formulare di sua iniziativa o su richiesta della parte una propria proposta conciliativa c. in caso di mancato accordo o di mancata formulazione della proposta il procedimento si chiude con un verbale negativo 9. Proposta formulata ma non accolta: conseguenze sulle spese a. Giudice accoglie interamente la proposta b. Giudice accoglie in parte la proposta 10. esenzioni varie degli atti e dei provvedimenti 11. rapporto tra processo ordinario e mediazione: a. la parte pu proporre domanda giudiziaria in pendenza del procedimento di mediazione il giudice rinvia fissando una successiva udienza la parte propone domanda senza aver dato inizio al procedimento di mediazione I. il giudice fissa una nuova udienza assegnando alle parti un termine di quindici giorni per la presentazione della domanda di conciliazione c. procedimento concluso senza accordo I. il giudice tratta la causa normalmente Atto introduttivo del ricorso b. Citazione Lattore invita direttamente il suo avversario a presentarsi dinanzi al giudice per discutere della causa, convenendolo in un luogo e per una data prefissata. 1. prevalente la funzione neutrale del giudice Ricorso Inizio del processo dinanzi al giudice di pace La parte che assume liniziativa si rivolge direttamente al giudice per esporgli i termini La parte pu presentarsi dinanzi al giudice della questione. per proporre la domanda verbalmente. Il giudice fa redigere processo verbale che, a 1. il giudice fissa ludienza 2. spetta al giudice cadenzare i termini del cura dellattore, viene notificato con citazione a comparire a udienza fissa. processo 3. Agevola lattiva partecipazione del giudice alla prima udienza I REQUISITI DI CONTENUTO-FORMA DELLATTO INTRODUTTIVO Necessaria cristallizzazione in una res corporalis: il documento Sanzioni per lavvocato che non indica il proprio indirizzo di posta elettronica certificata Il contenuto-forma come contenuto minimo dellatto di citazione Individuazione minima a. Giudice b. Parti c. Richiesta Diritti autodeterminati: il riferimento al fatto di vita ha rilievo pi che altro per determinare il tema probatorio II. Diritti eterodeterminati: necessaria la precisa individuazione III. La determinazione dei fatti alla base della richiesta costituiscono la causa pretendi d. La pretesa si sdoppia in: Utilit che il soggetto tende a voler raggiungere attraverso il provvedimento del giudice (oggetto mediato) II. Il provvedimento che la parte chiede al giudice loggetto immediato e. Sottoscrizione f. Indicazione dei mezzi di prova g. Procura h. Elementi specifici della citazione rispetto al ricorso I. Vocatio in ius A. Indicazione delludienza di comparizione B. Invito rivolto al convenuto a costituirsi con lavvertimento II. Termine a comparire III. Notificazione I VIZI DELLATTO INTRODUTTIVO 1. La sottoscrizione come requisito essenziale a. Superamento Art. 164 Nullit della citazione I. La citazione nulla se omesso o risulta assolutamente incerto alcuno dei requisiti stabiliti nei numeri 1 e 2 dell'articolo 163, se manca l'indicazione della data dell'udienza di comparizione, se stato assegnato un termine a comparire inferiore a quello stabilito dalla legge ovvero se manca l'avvertimento previsto dal numero 7 dell'articolo 163. II. Se il convenuto non si costituisce in giudizio, il giudice, rilevata la nullit della citazione ai sensi del primo comma, ne dispone d'ufficio la rinnovazione entro un termine perentorio. Questa sana i vizi e gli effetti

I.

1. 2. 3. 4.

I.

I.

PROCESSO DI COGNIZIONE Avv. Marco Scognamiglio sostanziali e processuali della domanda si producono sin dal momento della prima notificazione. Se la rinnovazione non viene eseguita, il giudice ordina la cancellazione della causa dal ruolo e il processo si estingue a norma dell'articolo 307, comma terzo. III. La costituzione del convenuto sana i vizi della citazione e restano salvi gli effetti sostanziali e processuali di cui al secondo comma; tuttavia, se il convenuto deduce l'inosservanza dei termini a comparire o la mancanza dell'avvertimento previsto dal numero 7 dell'articolo 163, il giudice fissa una nuova udienza nel rispetto dei termini. IV. La citazione altres nulla se omesso o risulta assolutamente incerto il requisito stabilito nel numero 3 dell'articolo 163 ovvero se manca l'esposizione dei fatti di cui al numero 4 dello stesso articolo. V. Il giudice, rilevata la nullit ai sensi del comma precedente, fissa all'attore un termine perentorio per rinnovare la citazione o, se il convenuto si costituito, per integrare la domanda. Restano ferme le decadenze maturate e salvi i diritti quesiti anteriormente alla rinnovazione o alla integrazione. VI. Nel caso di integrazione della domanda, il giudice fissa l'udienza ai sensi del secondo (2) comma dell'articolo 183 e si applica l'articolo 167. 2. Vizi della vocatio in ius

a. 3.

Possibile il recupero pieno dellatto introduttivo fin dalla sua origine

Vizi della editio ationis a. Necessaria lintegrazione con effetti che si producono dal momento della rinnovazione o della integrazione 4. Art. 164 I comma a. Individuazione del giudice e delle parti b. Mancata indicazione della data delludienza c. Assegnazione di un termine a comparire inferiore a quello previsto dalla legge i. Pu causare la rinnovazione dellatto d. Mancanza dellavvertimento previsto dallart. 163 n. 7 i. Pu causare la rinnovazione dellatto e. Indicazione del codice fiscale dellattore e del convenuto Convenuto costituito normalmente A. Atto ha raggiunto lo scopo: valido ed efficace sin dallinizio ii. Convenuto costituito deduce linosservanza dei termini a comparire o la mancanza dellavvertimento ex art. 7 dellart. 163 A. Il giudice fissa una nuova udienza nel rispetto dei termini iii. Convenuto contumace A. Il giudice dispone la rinnovazione dellatto entro un termine perentorio e questa sana i vizi e gli effetti sostanziali dallorigine I. Se la parte non rinnova si estingue il giudizio 5. Art. 164 IV comma Mancata enunciazione della pretesa o mancata esposizione dei fatti i. Il giudice fissa una nuova udienza ex art. 183 ii. Dalla data di questa nuova udienza retroagiranno i 20 giorni necessari al convenuto per costituirsi tempestivamente. iii. Restano ferme le decadenze maturate iv. Questo meccanismo opera anche se il convenuto ha avuto conoscenza del processo ex art. 294 Art. 294 Rimessione in termini I. Il contumace che si costituisce pu chiedere al giudice istruttore di essere ammesso a compiere attivit che gli sarebbero precluse, se dimostra che la nullit della citazione o della sua notificazione gli ha impedito di avere conoscenza del processo o che la costituzione stata impedita da causa a lui non imputabile. II. Il giudice, se ritiene verosimili i fatti allegati, ammette, quando occorre, la prova dell'impedimento, e quindi provvede sulla rimessione in termini delle parti. III. I provvedimenti previsti nel comma precedente sono pronunciati con ordinanza. IV. Le disposizioni dei commi precedenti si applicano anche se il contumace che si costituisce intende svolgere, senza il consenso delle altre parti, attivit difensive che producono ritardo nella rimessione al collegio della causa che sia gi matura per la decisione rispetto alle parti gi costituite.

i.

a.

6.

Nullit derivante da vizio della vocatio in ius

Il convenuto contumace costituitosi tardivamente sar rimesso in termini soltanto se il giudice si convinca che questi, a causa della nullit, non ha avuto notizia dellesistenza del processo. La costituzione dellattore La costituzione del convenuto 1. Portare a conoscenza del giudice 1. Latto di citazione deve essergli notificato entro i novanta giorni precedenti la prima udienza fissata a. Nota di iscrizione al ruolo e deposito del proprio fascicolo di 2. Termini per la costituzione (fino a venti giorni prima delludienza parte fissata a norma dellart. 168 bis) i. Successivamente alla notificazione (citazione) a. Deposito del fascicolo di parte ii. Preventivamente rispetto alla notificazione (ricorso) b. La nullit della comparsa di risposta pu mettere il convenuto b. Termini per liscrizione (dieci giorni) nella posizione di contumace involontario c. Possibilit da parte del convenuto di iscrivere i. Mancanza della sottoscrizione d. Inserimento nel registro cartaceo (pandetta alfabetica) o in ii. Mancanza della procura quello informatico con assegnazione di un numero di ruolo 3. Art. 167, I e II comma 2. Formazione del fascicolo dufficio a. Decadenza e inammissibilit relative ad alcune omissioni a. Trasmissione al capo dellufficio i. Mancata deduzione delle eccezioni di merito e processuali b. Assegnazione ad una sezione che non siano rilevabili dufficio c. Designazione del giudice per la trattazione ii. Mancata proposizione della domanda riconvenzionale 3. Se nel giorno fissato per la comparizione il giudice non ha iii. Mancata chiamata del terzo in causa udienza, la comparizione delle parti dufficio rimandata 4. Costituzione del convenuto il giorno delludienza di comparizione alludienza immediatamente successiva, con comunicazione da e di trattazione parte del cancelliere a. Non pu proporre domande n sollevare eccezioni riservate a. Il giudice pu differire la data della prima udienza per alla parte esigenze proprie di ruolo i. Prescrizione i. Il termine di differimento dovrebbe essere contenuto nei 45 ii. Incompetenza per territorio derogabile giorni, ma non prevista nessuna sanzione se il giudice non lo rispetta Interventi del legislatore 1. Svuotamento dellart. 180 a. Ludienza di prima comparizione ex art. 180 aveva la funzione di:

a.

PROCESSO DI COGNIZIONE Avv. Marco Scognamiglio i. Consentire al giudice istruttore di fissare la successiva udienza di trattazione in funzione delle esigenze del suo calendario di lavoro ii. Concedere al convenuto un ulteriore spazio temporale per proporre eccezioni non proposte nella comparsa di costituzione b. Conseguenze della soppressione delludienza ex art. 180 i. Il convenuto deve enunciare compiutamente le sue pretese e richieste rilevanti ai fini della determinazione del thema decidendum Mancata costituzione delle parti

1.

Una delle parti si costituisce tempestivamente mentre laltra parte non si costituisce

Laltra parte ha tempo per costituirsi fino alla prima udienza; b. Se laltra parte non si costituisce neppure alla prima udienza, il giudice ne dichiara la contumacia. c. Se la parte che si costituisce tardivamente il convenuto, va incontro alle decadenze ex art. 167 2. Nessuna delle due parti si costituisce a. Quiescenza b. Riassunzione

a.

3.
4.

5.

6.

1. 2. 3.

4.

Una delle due parti si costituisce tardivamente mentre laltra parte non si costituisce a. Il giudice istruttore dovr ordinare la cancellazione della causa dal ruolo Entrambe le parti si costituiscono tardivamente a. Sanatoria per raggiungimento dello scopo b. Nel costituirsi tardivamente il convenuto pu eccepire che il giudice doveva cancellare la causa dal ruolo Mancata comparizione alla prima udienza a. Il giudice istruttore fissa una nuova udienza che deve essere comunicata alle parti b. Se nessuno compare alla successiva udienza il giudice ordina che la causa sia cancellata dal ruolo e dichiara lestinzione del processo Lattore non compare alla prima udienza: decide il convenuto a. La causa prosegue b. Il convenuto chiede che il giudice fissi una nuova udienza, di cui il giudice d notizia allattore i. Se lattore non compare nemmeno alla nuova udienza e il convenuto non vuole proseguire, il giudice ordina che la causa sia cancellata dal ruolo e dichiara lestinzione del processo Orientamenti giurisprudenziali La consegna dellatto di citazione allufficiale giudiziario non interrompe la prescrizione poich linterruzione si ha con la notificazione. La nullit della citazione non travolge la procura a. La nullit della procura non determina linesistenza dellatto di citazione ma motivo valido di impugnazione della sentenza Spostamento delludienza ex art. 168 bis irrilevante per il convenuto, il quale deve costituirsi rispettando il termine originario se vuole evitare decadenze. a. Ai fini della tempestivit della costituzione del convenuto nel caso di differimento dudienza, occorre tenere conto delludienza differita ex art. 168 bis, comma 5, giusto il disposto dellart. 166 c.p.c.; occorre invece tenere conto delludienza fissata nellatto di citazione nel caso di differimento ex art. 168 bis, comma 4, giusto il disposto dellart. 70 bis disp. att. c.p.c. Se il convenuto non contesta specificamente i fatti dedotti nellatto introduttivo, questi non necessitano di essere provati