Sei sulla pagina 1di 3

Finalmente arrivata l'estate. E con l'estate il desiderio di aria aperta, movimento e tintarella. Proviamo ad abbronzarci naturalmente.

. I primi fine settimana all'aperto ci espongono inevitabilmente a un intensa dose di raggi ultravioletti UVA e UVB cui la pelle non pi abituata dopo mesi di 'riposo'. Si tratta, per l'organo tegumentario, di un vero e proprio 'bombardamento' che mette a dura prova l'organo stesso (in particolare il film idrolipidico che ne protegge l'area pi superficiale), ma anche il sistema immuniario.

Per la protezione dai raggi UVA e UVB bene usare 'prodotti solari naturali' ed evitare l'esposizione nelle ore pi calde. Non esistono solari viso che possano 'salvarvi' dai raggi uva e UVB di mezzogiorno a luglio/agosto! Proteggere la pelle con creme naturali, doposole e con un'alimentazione biologica, un modo coscienzioso e salutare di entrare nella calda atmosfera estiva.

Perch proteggersi dal sole d'estate

In realt non dobbiamo proteggerci dal Sole, ma dalle nostre cattive abitudini. Il Sole fa molto bene alla pelle, alle ossa, all'energia del corpo nel suo insieme, fa bene alle emozioni e la luce naturale migliora la concentrazione e favorisce l'attenzione. E' giustamente poi diffusa l'idea che bisogna proteggersi dal Sole, perch c' chi ne fa un abuso.

Una costante e lenta esposizione al sole quotidianamente, anche nelle stagioni invernali quando il tempo lo permette , non pu che far bene. Intendiamo una, due ore al giorno. Anche di pi se distanziate ed intervallate da idratanti dopo sole. Occorre proteggersi in questo senso dal sole per evitare un precoce invecchiamento della pelle, la presenza di macchie solari sulla pelle e l'insorgere di tumori della stessa.

Perch usare solari naturali per proteggersi dal sole

Usare prodotti solari naturali dovrebbe venir da s. Se bisogna usare prodotti con parabeni e derivati del petrolio a quel punto tanto vale farsi male col sole. Nel senso che i prodotti solari chimici contengono sostanze che potrebbero portare a gravi reazioni epidermiche e tumori della pelle. Tra le protezioni con filtri chimici bisogna accuratamente evitare quelle che contengono il benzofenone-3, una sostanza allergenica, e quelle che contengono i parabeni, dei conservanti dagli effetti particolarmente tossici.

Indicazioni generali per una sana abbronzatura naturale

L'alimentazione come sempre veramente fondamentale. Nella stagione estiva e per una buona abbronzatura sana e naturale bisogna fare ancor di pi scorta di vitamine. Mangiare molta frutta e verdura dal pigmento rosso/arancione. In particolare sono indicati gli alimenti ricchi di vitamina A: albicocche, anguria, asparagi, broccoli, carote, cachi, cavolo, indivia, lattuga, melone, peperoni rossi, pomodori, spinaci, zucca. L'idratazione della pelle parte da dentro, da fuori si riesce a mantenere una condizione gi sana con creme, burri ed oli idratanti. L'acqua, i frullati di frutta, le spremute sono consigliatissime per un refrigerio durante le ore calde e per l'idratazione e la reintroduzioni di sali minerali persi. Zinco, rame e biotina sono poi utilissimi per proteggere capelli da sole, sale e sabbia.

Quali sono i prodotti naturali

Non c' un prodotto naturale capace di proteggere dai raggi UVA e UVB, ma esistono diverse combinazioni di oli che aiutano di molto la protezione. Ad esempio buoni filtri naturali sono lolio di germe di grano e lolio di sesamo, che filtrano circa il dei raggi UVB. Lolio di oliva e di cocco e lolio di vinaccioli e di ricino. Filtri simili a quelli di origine minerale si estraggono dalla propoli e da piante come laloe, la calendula, la camomilla, la cascara, lelicriso e la frangola. Inoltre potrete trovare il mallo di noce che, pur non essendo un filtro UV, viene impiegato come protettivo ed abbronzante poich reagisce con le proteine della pelle pigmentandole di bruno con azione schermante, ma nello stesso tempo stimola la produzione di melanina. E unalternativa naturale agli autoabbronzanti.

Tra gli ingredienti naturali non possiamo dimenticare le vitamine, in particolare la E (che si trova abbondantemente nellolio di germe di grano) che limita i danni da foto esposizione prevenendo invecchiamento e disidratazione. Anche la vitamina A, che troverete nellolio di carotene, ha azione idratante, mantiene integra la cute e previene le formazioni tumorali. Inoltre potreste trovare prodotti solari naturali in stick, per specifiche zone della pelle.

Il burro di Karit, se usato la sera potete aggiungere una goccia di olio essenziale di lavanda perch cos rinfrescher la pelle riducendo gli arrossamenti da scottatura. E' un eccezionale idratante . ''L'olio di germe di grano aiuta ad eliminare le macchie solari dal viso ed a gestire le disfunzioni epidermiche come couperose ed arrossamenti . La scottatura, arrossamento della pelle che precede l'abbronzatura, una risposta infiammatoria acuta di un organo, la pelle, aggredito violentemente dai raggi UVB. Sottoporre continuativamente un organo cos delicato e sensibile a un tale livello di stress solo dannoso per la salute.

Prevenire l'eritema solare con rimedi naturali

Se proprio non si riusciti ad adottare le precauzioni per evitare l'eritema, la natura viene incontro con rimedi semplici e veramente a 'buon mercato'. Si tratta nella maggior parte dei casi di veri e propri 'rimedi della nonna' che si rivelano miracolosi consentendo, il pi delle volte, di evitare il ricorso alle tradizionali cure farmacologiche a base di corticosteroidi (cortisone) e antinfiammatori.

L'amido contenuto in molte verdure e nel pane ad esempio eccellente per disinfiammare e decongestionare velocemente le parti irritate. Quindi largo a: fette di patate, mele, cetrioli e certamente pane (imbevuto in acqua e avvolto in un canovaccio). Si possono applicare sulle parti lese per 10-20 minuti e ricavarne subito sollievo. Ma anche foglie di lattuga, dalle sorprendenti propriet antinfiammatorie. Senza dimenticare la sempre presente camomilla: antinfiammatoria e promuove il metabolismo cutaneo e contribuisce alla rigenerazione del derma. Sar sufficiente preparare un infuso e applicarlo mediante impacchi, rigorosamente freddi.

Un bagno fresco con olii essenziali e preferibilmente senza detergenti, particolarmente gradito alla pelle infiammata. Camomilla romana, lavanda vera, tea tree o eucalipto sono gradevoli, in grado di lenire l'infiammazione e promuovere la rigenerazione del tessuto ustionato.

Oleolito di Iperico o in alternativa Olio di Canapa applicati subito dopo il bagno fresco supportano la pelle idratandola, fornendo vitamine ed esercitando anch'essi un notevole effetto lenitivo e rigenerante.

Gel di Aloe, anch'esso molto efficace come doposole e in caso di irritazioni e infiammazioni cutanee e quindi perfetta per l'eritema solare.

Utilissimo in caso di eritema e in generale su ogni tipo di scottatura e abrasione il cataplasma di argilla ventilata.

Con questi semplici e pratici consigli la pelle torner rapidamente come prima e gradualmente si potr tornare ad esporsi ai raggi del Sole.