Sei sulla pagina 1di 23

Beatrice e Stefano

12 Dicembre 2012

Basilica San Nicol Lecco

RITI DI INTRODUZIONE CANTO INIZIALE: Dove vita davvero Cerchi un sorriso negli occhi degli uomini, sogni avventure che il tempo porta con s, danzi da sempre la gioia di vivere: hai conosciuto luomo che ti ha parlato di un tesoro. E quel tesoro sai cos: la tua vita nellamore! la gioia di chi annuncia luomo che torner. E allora: sciogli i tuoi piedi e va, tendi le mani e va dove vita davvero. Vivi nel mondo la storia degli uomini, apri il tuo cuore a chi nel mondo ha chiesto di te; chiedi emozioni che corrano libere ed hai creduto alluomo che ti ha parlato di un tesoro. E quel tesoro sai cos Canti la pace nei gesti degli uomini, offri speranze a chi da tempo domanda un perch. Vivi lattesa del dono che libera ed hai amato luomo che ti ha parlato di un tesoro. E quel tesoro sai cos Perch tu sai che Dio ama chi dona con gioia.

Sac: Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito santo Tutti: Amen Sac: La grazia e la pace di Dio nostro Padre e del Signore nostro Ges Cristo siano con tutti voi. Tutti: E con il tuo spirito MEMORIA DEL BATTESIMO Sac: Carissimi, celebriamo il grande mistero dellamore di Cristo per la sua Chiesa. Oggi Beatrice e Stefano sono chiamati a parteciparvi con il loro Matrimonio. Riconoscenti per essere divenuti figli nel Figlio, facciamo ora memoria del Battesimo, inizio della nuova vita nella fede, sorgente e fondamento di ogni vocazione. Dio nostro Padre, con la forza del suo santo Spirito, ravvivi in tutti noi il dono di quella benedizione originaria. Sac: Padre, nel Battesimo del tuo Figlio Ges al fiume Giordano hai rivelato al mondo lamore sponsale per il tuo popolo. Tutti: Noi ti lodiamo e ti rendiamo grazie. Sac: Cristo Ges, dal tuo costato aperto sulla Croce hai generato la Chiesa, tua diletta sposa. Tutti: Noi ti lodiamo e ti rendiamo grazie. Sac: Spirito Santo, potenza del Padre e del Figlio, oggi fai risplendere in Beatrice e Stefano la veste nuziale della Chiesa. Tutti: Noi ti lodiamo e ti rendiamo grazie. Sac: Dio onnipotente, origine e fonte della vita, che ci hai rigenerati nellacqua con la potenza del tuo Spirito, ravviva in noi la grazia del Battesimo, e concedi a Beatrice e Stefano un cuore libero e una fede ardente perch, purificati nellintimo,

accolgano il dono del Matrimonio, nuova via della loro santificazione. Per Cristo nostro Signore. Tutti: Amen GLORIA A DIO Tutti: Gloria a Dio nell'alto dei cieli e pace in terra agli uomini di buona volont. Noi ti lodiamo, ti benediciamo, ti adoriamo, ti glorifichiamo, ti rendiamo grazie per la tua gloria immensa, Signore Dio, re del cielo, Dio Padre onnipotente. Signore, Figlio unigenito, Ges Cristo, Signore Dio, Agnello di Dio, Figlio del Padre, tu che togli i peccati del mondo, abbi piet di noi; tu che togli i peccati del mondo accogli la nostra supplica; tu che siedi alla destra del Padre, abbi piet di noi. Perch tu solo il santo, tu solo il Signore, tu solo l'Altissimo, Ges Cristo, con lo Spirito santo nella gloria di Dio Padre. Amen. ALL'INIZIO DELL'ASSEMBLEA LITURGICA Sac: Preghiamo Dio onnipotente, concedi a Beatrice e Stefano, che oggi consacrano il loro amore, di crescere insieme nella fede che professano davanti a te e di arricchire con i loro figli la tua Chiesa. Per Ges Cristo, tuo Figlio, nostro Signore e nostro Dio, che vive e regna con te, nell'unit dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli. Tutti: Amen.

LITURGIA DELLA PAROLA Dal libro della Genesi (Gen 2,18-24)

Il Signore Dio disse: Non bene che l'uomo sia solo: gli voglio fare un aiuto che gli sia simile. Allora il Signore Dio plasm dal suolo ogni sorta di bestie selvatiche e tutti gli uccelli del cielo e li condusse all'uomo, per vedere come li avrebbe chiamati: in qualunque modo l'uomo avesse chiamato ognuno degli esseri viventi, quello doveva essere il suo nome. Cos l'uomo impose nomi a tutto il bestiame, a tutti gli uccelli del cielo e a tutte le bestie selvatiche, ma l'uomo non trov un aiuto che gli fosse simile. Allora il Signore Dio fece scendere un torpore sull'uomo, che si addorment; gli tolse una delle costole e rinchiuse la carne al suo posto. Il Signore Dio plasm con la costola, che aveva tolta all'uomo, una donna e la condusse all'uomo. Allora l'uomo disse: Questa volta essa carne dalla mia carne e osso dalle mie ossa. La si chiamer donna perch dall'uomo stata tolta. Per questo l'uomo abbandoner suo padre e sua madre e si unir a sua moglie e i due saranno una sola carne. Parola di Dio Tutti: Rendiamo grazie a Dio CANTO: Salmo 8 Se guardo il cielo la luna e le stelle, opere che tu con le dita hai modellato, che cosa , perch te ne curi, che cosa , perch te ne ricordi, luomo, luomo, luomo? Eppure lhai fatto poco meno degli angeli; di gloria e di onore lo hai coronato, gli hai dato potere sulle opere delle tue mani, su tutte le cose che tu avevi creato: gli uccelli del cielo, i pesci del mare, le greggi e gli armenti, gli animali della campagna.

Se guardo il cielo la luna e le stelle, opere che tu con le dita hai modellato, che cosa , perch te ne curi, che cosa , perch te ne ricordi, luomo, luomo, luomo? SECONDA LETTURA Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corinzi (1Cor 12,31b-14,1a) Fratelli, vi mostrer una via migliore di tutte. Se anche parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, ma non avessi la carit, sono come un bronzo che risuona o un cembalo che tintinna. E se avessi il dono della profezia e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza, e possedessi la pienezza della fede cos da trasportare le montagne, ma non avessi la carit, non sono nulla. E se anche distribuissi tutte le mie sostanze e dessi il mio corpo per esser bruciato, ma non avessi la carit, niente mi giova. La carit paziente, benigna la carit; non invidiosa la carit, non si vanta, non si gonfia, non manca di rispetto, non cerca il suo interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, non gode dell'ingiustizia, ma si compiace della verit. Tutto copre, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta. La carit non avr mai fine. Le profezie scompariranno; il dono delle lingue cesser e la scienza svanir. La nostra conoscenza imperfetta e imperfetta la nostra profezia. Ma quando verr ci che perfetto, quello che imperfetto scomparir. Quand'ero bambino, parlavo da bambino, pensavo da bambino, ragionavo da bambino. Ma, divenuto uomo, ci che era da bambino l'ho abbandonato. Ora vediamo come in uno specchio, in maniera confusa; ma allora vedremo a faccia a faccia. Ora conosco in modo imperfetto, ma allora conoscer perfettamente, come

anch'io sono conosciuto. Queste dunque le tre cose che rimangono: la fede, la speranza e la carit; ma di tutte pi grande la carit! Ricercate la carit Parola di Dio Tutti: Rendiamo grazie a Dio CANTO AL VANGELO Alleluia e poi Chiama, ed io verr da te: figlio nel silenzio mi accoglierai. Voce e poi la libert, nella tua parola camminer: Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia Alleluia (2v) VANGELO Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 19,3-6) In quel tempo si avvicinarono a Ges alcuni farisei per metterlo alla prova e gli chiesero: lecito ad un uomo ripudiare la propria moglie per qualsiasi motivo?. Ed egli rispose: Non avete letto che il Creatore da principio li cre maschio e femmina e disse: Per questo l'uomo lascer suo padre e sua madre e si unir a sua moglie e i due saranno una carne sola? Cos che non sono pi due, ma una carne sola. Quello dunque che Dio ha congiunto, l'uomo non lo separi. Parola del Signore Tutti: Lode a te, o Cristo OMELIA DEL SACERDOTE

CANTO DOPO IL VANGELO: Ogni Mia Parola Come la pioggia e la neve scendono gi dal cielo e non vi ritornano senza irrigare e far germogliare la terra; Cos ogni mia parola non ritorner a me senza operare quanto desidero, senza aver compiuto ci per cui lavevo mandata. Ogni mia parola, ogni mia parola.

RITO DEL MATRIMONIO Sac: Carissimi Beatrice e Stefano siete venuti nella casa del Signore, davanti al ministro della Chiesa e davanti alla comunit, perch la vostra decisione di unirvi in Matrimonio riceva il sigillo dello Spirito Santo, sorgente dellamore fedele e inesauribile. Ora Cristo vi rende partecipi dello stesso amore con cui egli ha amato la sua Chiesa, fino a dare se stesso per lei. Vi chiedo pertanto di esprimere le vostre intenzioni. Sposi: Compiuto il cammino del fidanzamento, illuminati dallo Spirito santo e accompagnati dalla comunit cristiana, siamo venuti in piena libert nella casa del Padre perch il nostro amore riceva il sigillo di consacrazione. Consapevoli della nostra decisione, siamo disposti, con la grazia di Dio, ad amarci e sostenerci lun laltro per tutti i giorni della vita. Ci impegniamo ad accogliere con amore i figli che Dio vorr donarci e a educarli secondo la Parola di Cristo e linsegnamento della Chiesa.

Chiediamo a voi fratelli e sorelle, di pregare con noi e per noi perch la nostra famiglia diffonda nel mondo luce, pace e gioia. MANIFESTAZIONE DEL CONSENSO Sac: Se dunque vostra intenzione di unirvi in matrimonio, datevi la mano destra ed esprimete davanti a Dio e alla sua Chiesa il vostro consenso. Sposo: Io, Stefano, accolgo te Beatrice, come mia sposa. Con la grazia di Cristo prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia, e di amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita.

Sposa: Io, Beatrice, accolgo te Stefano, come mio sposo. Con la grazia di Cristo prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia, e di amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita. Sac: Il Signore onnipotente e misericordioso confermi il consenso che avete manifestato davanti alla Chiesa e si degni di ricolmarvi della sua benedizione. L'uomo non osi separare, ci che Dio unisce. Tutti: Amen BENEDIZIONE E CONSEGNA DEGLI ANELLI Sac: Signore, benedici (+) e santifica lamore di questi sposi: lanello che porteranno come simbolo di fedelt li richiami continuamente al vicendevole amore. Per Cristo nostro Signore. Tutti: Amen

Sposo: Beatrice, ricevi questo anello, segno del mio amore e della mia fedelt. Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Sposa: Stefano, ricevi questo anello, segno del mio amore e della mia fedelt. Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. PREGHIERA DEI FEDELI Lett: Concedi che Beatrice e Stefano attraverso lunione santa del Matrimonio, godano della salute del corpo e della salvezza eterna Tutti: Ascoltaci,Signore Lett: Benedici lunione di questi sposi come santificasti le nozze di Cana Tutti: Ascoltaci, Signore Lett: Rendi fecondo lamore di Beatrice e Stefano e concedi loro pace e sostegno, perch siano testimoni fedeli di vita cristiana Tutti: Ascoltaci, Signore Lett: Dona al popolo cristiano di crescere di giorno in giorno nella certezza della fede. Tutti: Ascoltaci, Signore Lett: Concedi laiuto della tua grazia a oppressi dalle difficolt della vita. Tutti: Ascoltaci, Signore tutti coloro che sono

Lett: Effondi lo Spirito Santo perch rinnovi in tutti gli sposi qui presenti la grazia del sacramento. Tutti: Ascoltaci, Signore Sac: Accompagna, o Padre, con la tua benevolenza la famiglia umana, che dono del tuo provvido amore, e concedi lunghi anni nella serenit e nella grazia a questi tuoi figli che hanno

10

unito le loro vite nel mistero della Chiesa, sposa di Cristo, che vive e regna nei secoli dei secoli. Tutti: Amen SCAMBIO DELLA PACE Sac: Secondo l'ammonimento del Signore, prima di presentare i nostri doni all'altare, scambiamoci un segno di pace LITURGIA EUCARISTICA CANTO: Prima Corinzi Tredici Anche se io conoscessi e parlassi la lingua di ogni creatura di Dio, anche se un giorno arrivassi a capire i misteri e le forze che spingono il mondo, anche se dalla mia bocca venissero scienza e parole ispirate dal cielo e possedessi pienezza di fede da muovere i monti e riempire le valli, Ma non avessi la carit risuonerei come un bronzo. Se non donassi la vita ogni giorno sarei come un timpano che vibra da solo. Se non avessi la carit non servirebbero a nulla gesti damore, sorrisi di pace: sarei come un cembalo che suona per s. La carit paziente e benigna, conosce il rispetto, non cerca interesse; la carit non si adira, del torto subto non serba nessuna memoria. La carit non sopporta ingiustizie, dal falso rifugge, del vero si nutre; la carit si appassiona di tutto, di tutto ha speranza, di tutti ha fiducia:

11

non avr fine la carit scompariranno i profeti. Solo tre doni per noi resteranno: la fede, lamore e ancora speranza. Ma pi importante la carit, pi forte di ogni sapienza. Ci che perfetto verr, sar un mondo di gioia e di pace che ci attender.

PRESENTAZIONE DEI DONI Sac: Benedetto sei tu, Signore, Dio dell'universo: dalla tua bont abbiamo ricevuto questo pane, frutto della terra e del lavoro dell'uomo; lo presentiamo a te perch diventi per noi cibo di vita eterna. Tutti: Benedetto nei secoli il Signore Sac: Benedetto sei tu, Signore, Dio dell'universo: dalla tua bont abbiamo ricevuto questo vino, frutto della vite e del lavoro dell'uomo; lo presentiamo a te perch diventi per noi bevanda di salvezza. Tutti: Benedetto nei secoli il Signore Sac: Fratelli, raccolti dallo stesso Spirito di Cristo, proclamiamo con cuore sincero il simbolo della nostra fede: PROFESSIONE DI FEDE Credo in un solo Dio, Padre onnipotente, creatore del cielo e della terra,di tutte le cose visibili ed invisibili. Credo in un solo Signore, Ges Cristo, unigenito Figlio di Dio, nato dal Padre prima di tutti i secoli: Dio da Dio, Luce da Luce, Dio vero da Dio vero, generato, non creato, della stessa sostanza del Padre; per mezzo di lui tutte le cose sono state create. Per noi uomini e per la

12

nostra salvezza discese dal cielo e per opera dello Spirito santo si incarnato nel seno della vergine Maria e si fatto uomo. Fu crocifisso per noi sotto Ponzio Pilato, mor e fu sepolto. Il terzo giorno risuscitato secondo le Scritture, salito al cielo, siede alla destra del Padre. E di nuovo verr nella gloria, per giudicare i vivi e i morti, e il suo regno non avr fine. Credo nello Spirito santo, che Signore e d la vita, e procede dal Padre e dal Figlio. Con il Padre e il Figlio adorato e glorificato, e ha parlato per mezzo dei profeti. Credo la Chiesa, una santa cattolica e apostolica. Professo un solo battesimo per il perdono dei peccati. Aspetto la risurrezione dei morti e la vita del mondo che verr. Amen ORAZIONE SUI DONI Sac: Accogli, o Dio, i doni e le preghiere che ti presentiamo per Beatrice e Stefano, uniti nel vincolo santo; questo mistero, che esprime la pienezza della tua carit, custodisca sempre il loro amore sponsale. Per Cristo nostro Signore. Tutti: Amen PREGHIERA EUCARISTICA Sac: Il Signore sia con voi Tutti: E con il tuo spirito Sac: In alto i nostri cuori Tutti: Sono rivolti al Signore Sac: Rendiamo grazie al Signore, nostro Dio Tutti: E' cosa buona e giusta Sac: veramente cosa buona e giusta, nostro dovere e fonte di salvezza, rendere grazie sempre, qui e in ogni luogo, a te, Signore, Padre santo, Dio onnipotente ed eterno. Tu hai elargito all'uomo il dono dell'esistenza e lo hai innalzato a una dignit incomparabile; nella comunione tra l'uomo e la donna hai impresso un'immagine del tuo amore. Cos la tua immensa bont, che in principio ha creato la famiglia, incessantemente

13

la sospinge verso la gioia di una comunione perenne. E in questo disegno stupendo il sacramento che in Cristo consacra l'amore umano ci offre un segno e una primizia della tua carit. E noi, ammirati e riconoscenti, insieme con gli angeli e coi santi, cantiamo l'inno della tua gloria: CANTO AL SANTO: Osanna eh Santo, Santo Osanna (2v) Osanna eh Osanna eh Osanna a Cristo Signor (2v) I Cieli e la Terra o Signore, sono pieni di Te (2v) Osanna eh Osanna eh Osanna a Cristo Signor (2v) Benedetto colui che viene nel nome Tuo Signor (2v) Sac: Veramente santo sei tu, o Padre, e fonte di ogni santit, santifica questi doni con l'effusione del tuo Spirito perch diventino per noi il corpo e (+) il sangue di Ges Cristo nostro Signore. Egli, offrendosi liberamente alla sua passione, prese il pane e rese grazie, lo spezz, lo diede ai suoi discepoli, e disse: PRENDETE, E MANGIATENE TUTTI: QUESTO IL MIO CORPO OFFERTO IN SACRIFICIO PER VOI. Dopo la cena, allo stesso modo, prese il calice e rese grazie, lo diede ai suoi discepoli, e disse: PRENDETE, E BEVETENE TUTTI: QUESTO IL CALICE DEL MIO SANGUE PER LA NUOVA ED ETERNA ALLEANZA, VERSATO PER VOI E PER TUTTI IN REMISSIONE DEI PECCATI. FATE QUESTO IN MEMORIA DI ME. Mistero della fede.

14

Tutti: Annunciamo la tua morte, Signore, proclamiamo la tua risurrezione, nell'attesa della tua venuta. Celebrando il memoriale della morte e risurrezione del tuo Figlio, ti offriamo, Padre, il pane della vita e il calice della salvezza, e ti rendiamo grazie per averci ammessi alla tua presenza a compiere il servizio sacerdotale. Ti preghiamo umilmente: per la comunione al corpo e al sangue di Cristo lo Spirito Santo ci riunisca in un solo corpo. Ricordati, Padre, della tua Chiesa diffusa su tutta la terra: rendila perfetta nell'amore in unione con il nostro Papa Benedetto XVI, il nostro Vescovo Angelo, e tutto l'ordine sacerdotale. Accompagna, o Padre, col tuo aiuto sulla strada della vita questa nuova famiglia, che nata in Cristo dal tuo provvidente amore; serbala sempre fedele alla grazia del Sacramento, [donale la gioia di unesistenza feconda] e fa che crescendo nella santit edifichi la tua Chiesa. Ricordati dei nostri fratelli, che si sono addormentati nella speranza della risurrezione e di tutti i defunti che si affidano alla tua clemenza: ammettili a godere la luce del tuo volto. Di noi tutti abbi misericordia: donaci di aver parte alla vita eterna, insieme con la beata Maria, Vergine e Madre di Dio, con gli apostoli e tutti i santi, che in ogni tempo ti furono graditi: e in Ges Cristo tuo Figlio canteremo la tua gloria. Per Cristo, con Cristo e in Cristo, a te, Dio, Padre onnipotente, nell'unita dello Spirito Santo, ogni onore e gloria, per tutti i secoli dei secoli. Tutti: Amen. RITI DI COMUNIONE CANTO ALLO SPEZZARE DEL PANE: Pane Del Cielo Pane del cielo, sei Tu Ges, Via damore, Tu ci fai come Te (2v)

15

Sac: Obbedienti alla parola del Salvatore e formati al suo divino insegnamento, osiamo dire: Tutti: Padre nostro, che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome, venga il tuo regno, sia fatta la tua volont, come in cielo cos in terra. Dacci oggi il nostro pane quotidiano, e rimetti a noi i nostri debiti come noi li rimettiamo ai nostri debitori, e non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male. BENEDIZIONE NUZIALE Sac: Fratelli e sorelle, raccolti in preghiera, invochiamo su questi sposi, Beatrice e Stefano, la benedizione di Dio: egli che oggi li ricolma di grazia con il sacramento del matrimonio, li accompagni sempre con la sua protezione. Sac: Padre santo, creatore delluniverso, che hai formato luomo e la donna a tua immagine, e hai voluto benedire la loro unione, ti preghiamo umilmente per questi tuoi figli con il sacramento nuziale. Sac: Ti lodiamo, Signore, e ti benediciamo Tutti: Eterno il tuo amore per noi Scenda, o Signore, su questi sposi Beatrice e Stefano la ricchezza delle tue benedizioni e la forza del tuo santo Spirito infiammi dallalto i loro cuori, perch nel dono reciproco dellamore, allietino di figli la loro famiglia e la comunit ecclesiale. Sac: Ti lodiamo, Signore, e ti benediciamo Tutti: Eterno il tuo amore per noi Ti lodino, Signore, nella gioia, ti cerchino nella sofferenza; godano del tuo sostegno nella fatica e del tuo conforto nella necessit; ti preghino nella santa assemblea, siano tuoi testimoni nel mondo.

16

Vivano a lungo nella prosperit e nella pace, e con tutti gli amici che ora li circondano, giungano alla felicit del tuo regno. Per Cristo nostro Signore Tutti: Amen Sac: Benediciamo il Signore Tutti: A lui onore e gloria nei secoli Sac: Signore Ges Cristo, che hai detto ai tuoi apostoli: "Vi lascio la pace, vi do la mia pace", non guardare ai nostri peccati, ma alla fede della tua Chiesa, e donale unita e pace secondo la tua volont. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Tutti: Amen. Sac: La pace e la comunione del Signore nostro Ges Cristo siano sempre con voi. Tutti: E con il tuo spirito Sac: Beati gli invitati alla cena del Signore. Ecco l'Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo. Tutti: O Signore, non son degno di partecipare alla tua mensa: ma d soltanto una parola e io sar salvato. ALLA COMUNIONE Cristo ha amato la Chiesa, ha dato se stesso per lei e si preparato una sposa santa e immacolata. CANTO ALLA COMUNIONE: Il Vangelo Della Terra Guarda i campi vedi il grano ora pronto per il taglio vedi il frutto del lavoro dell'uomo quel terreno rigoglioso la culla del tuo seme nutrimento del germoglio riposto

17

Cosi tu hai voluto che fiorisse in me la parola che da origine alla vita tu hai scelto me per far crescere il tuo amore per rinascere e annunciare verit lo non lascer che alla pianta manchi l'acqua che la spiga non riceva luce e sole la custodir da ogni male e da ogni guerra il Vangelo della terra Guarda i frutti ormai maturi sono i figli della terra preparati e seminati col cuore Terra viva terra buona accogliente in ogni tempo coltivata con l'amore di un padre Cosi tu hai deciso di chiamarmi a te di affidarti il seme della tua parola mi consiglierai come un figlio mi amerai un terreno generoso io sar lo non lascer che alla pianta manchi l'acqua che la spiga non riceva luce e sole la custodir da ogni male e da ogni guerra il Vangelo della terra. AVE MARIA (Schubert)

18

ORAZIONE DOPO LA COMUNIONE Sac: Preghiamo O Dio, sorgente di ogni salvezza, la grazia del sacramento nuziale operi di giorno in giorno nella vita di questi sposi, e il sacrificio che abbiamo offerto ci edifichi tutti nella carit. Per Cristo nostro Signore. Tutti: Amen LETTURA DEGLI ARTICOLI DEL CODICE CIVILE Sac: Carissimi Beatrice e Stefano, avete celebrato il sacramento del Matrimonio manifestando il vostro consenso dinanzi a me ed ai testimoni. Oltre la grazia divina e gli effetti stabiliti dai sacri Canoni, il vostro Matrimonio produce anche gli effetti civili secondo le leggi dello Stato. Vi do quindi lettura degli articoli del Codice civile riguardanti i diritti e i doveri dei coniugi che voi siete tenuti a rispettare ed osservare: Art. 143: Con il matrimonio il marito e la moglie acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri. Dal matrimonio deriva l'obbligo reciproco alla fedelt, all'assistenza morale e materiale, alla collaborazione nell'interesse della famiglia e alla coabitazione. Entrambi i coniugi sono tenuti, ciascuno in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacit di lavoro professionale o casalingo, a contribuire ai bisogni della famiglia. Art. 144: I coniugi concordano tra loro l'indirizzo della vita familiare e fissano la residenza della famiglia secondo le esigenze di entrambi e quelle preminenti della famiglia stessa. A ciascuno dei coniugi spetta il potere di attuare l'indirizzo concordato.

19

Art. 147: II matrimonio impone ad ambedue i coniugi l'obbligo di mantenere, istruire ed educare la prole tenendo conto delle capacit, dell'inclinazione naturale e delle aspirazioni dei figli. RITI DI CONCLUSIONE Sac: Il Signore sia con voi Tutti: E con il tuo spirito. Kyrie elison. Kyrie elison. Kyrie elison Sac: Il Signore Ges, che santific le nozze di Cana, benedica voi, i vostri parenti e amici. Tutti: Amen Sac: Cristo, che ha amato la sua Chiesa sino alla fine, effonda continuamente nei vostri cuori il suo stesso amore.. Tutti: Amen Sac: Il Signore conceda a voi, che testimoniate la fede nella sua risurrezione, di attendere nella gioia che si compia la beata speranza. Tutti: Amen Sac: E su voi tutti, che avete partecipato a questa liturgia nuziale, scenda la benedizione di Dio onnipotente, Padre e Figlio (+) e Spirito Santo. Tutti: Amen Sac: Nella Chiesa e nel mondo siamo chiamati a essere testimoni del dono della vita e dellamore che abbiamo celebrato.Andiamo in pace. Tutti: Nel nome di Cristo. CANTO FINALE: Come Canto Damore Con il mio canto dolce Signore voglio danzare questa mia gioia, voglio destare tutte le cose, un mondo nuovo voglio cantare.

20

Con il mio canto dolce Signore voglio riempire lunghi silenzi, voglio abitare sguardi di pace, il tuo perdono voglio cantare Tu sei per me Come un canto damore. Resta con noi Fino al nuovo mattino. Con il mio canto dolce Signore voglio plasmare gesti damore, voglio arrivare oltre la morte la tua speranza voglio cantare. Con il mio canto dolce Signore voglio gettare semi di luce, voglio sognare cose mai viste, la tua bellezza voglio cantare. Tu sei per me Come un canto damore. Resta con noi Fino al nuovo mattino. Se Tu mi ascolti, dolce Signore, questo mio canto sar una vita, e sar bello vivere insieme finch la vita un canto sar. Tu sei per me Come un canto damore. Resta con noi Fino al nuovo mattino.

21

22

"Nella buona e nella cattiva sorte, io ho scelto te. Nella gioia e nel dolore, io ho scelto te. Nel cuore del mio cuore, io ho scelto te."

23