Sei sulla pagina 1di 26

Provincia Autonoma di Trento

DIPARTIMENTO RISORSE FORESTALI E MONTANE

Servizio Sistemazione Montana


SEMINARIO

VIBRAZIONI MECCANICHE Scelte tecniche e organizzative per il contenimento del rischio


dott. Roberto Coali
VIBRAZIONI MECCANICHE
valutazione e gestione del rischio D. Lgs. n. 187/2005

Trento, 18.01.2006

Azioni di prevenzione
Obiettivi identificare le condizioni di pericolo valutare i rischi per i lavoratori classificare i rischi in relazione allesposizione Protezione dei lavoratori gi esposti al rischio da vibrazioni meccaniche Salvaguardia della salute e della sicurezza dei lavoratori che sono o possono essere esposti al rischio da vibrazioni meccaniche Pianificazione delle azioni di prevenzione nei confronti dei lavoratori che potrebbero o potranno essere esposti in seguito allutilizzo di macchine ed attrezzature che trasmettono vibrazioni

Azioni svolte dal Servizio Sistemazione Montana


1996 - redazione del documento di valutazione dei rischi (DVR)
individuazione della problematica rischio vibrazioni
(analisi qualitativa si/no o semiquantitativa tanto/poco)

prime indicazioni sugli interventi da attuare


(in attesa del recepimento delle direttive comunitarie e di precise indicazioni sui valori di azione e di esposizione, sulla valutazione dei rischi e sulle misure di prevenzione e protezione).

dal 2002 (aggiornamenti del DVR)


implementazione di un sistema di prevenzione basato sullanalisi di processo e su conseguenti misure organizzative (tecniche, igienistiche e procedurali) per la gestione del rischio da vibrazioni meccaniche

Azioni svolte dal Servizio Sistemazione Montana

Campagna di misure - per individuare il livello di vibrazioni prodotte dalle macchine ed attrezzature in dotazione e trasmesse agli operatori
(aggiornamento banca dati ISPESL)

Attivit di rilevazione - su base personale-giornaliera dei tempi di effettivo utilizzo di macchine ed attrezzature

Azioni svolte dal Servizio Sistemazione Montana


Realizzazione del Registro macchine database con i livelli di vibrazione trasmesse agli operatori dalle macchine e con i tempi di utilizzo massimo giornaliero nel rispetto dei limiti di esposizione Realizzazione del Registro attivit, che gestisce le schede personali con un software che elabora i tempi di utilizzo e calcola i livelli di esposizione personalegiornaliera alle vibrazioni meccaniche Adozione di specifiche misure di ordine igienistico Elaborazione di un programma di misure tecniche ed organizzative per la riduzione al minimo del rischio

Aggiornamento delle misure di sicurezza allevoluzione tecnologica


D.Lgs. 626/1994 obbligo per il datore di lavoro e la dirigenza aziendale di adottare tutte le misure di protezione necessarie per la sicurezza e la salute dei lavoratori, potenziando ed aggiornando tali misure in funzione dei mutamenti organizzativi e produttivi ed in relazione al progresso tecnico e scientifico DPR 459/1996 -Direttiva macchine obbligo per i costruttori di dichiarare e certificare i valori delle vibrazioni cui sono esposti i lavoratori se la macchina comporta il superamento di determinati livelli di azione (2,5 m/s2 per il sistema mano-braccio e 0,5 m/s2 per il corpo intero) MASSIMA SICUREZZA TECNICAMENTE FATTIBILE prescindendo da qualsiasi calcolo di convenienza economica e produttiva seguendo levoluzione tecnica e lo sviluppo della tecnologia prevenzionale recependo le migliori tecnologie ed i presidi antifortunistici CONCRETA ATTUABILITA DELLE MISURE

Piano delle misure tecniche ed organizzative


NON SUPERABILITA DEI VALORI LIMITE DI ESPOSIZIONE ALLE VIBRAZIONI MECCANICHE
misure immediate per riportare lesposizione al di sotto del valore limite di esposizione (quando i valori di azione sono
superati o per prevenirne il superamento)

ELIMINAZIONE ALLA FONTE DEL RISCHIO cambiamenti nei processi organizzativi ed eliminazione delle fasi che comportano la trasmissione di vibrazioni meccaniche al lavoratore sostituzione delle attrezzature obsolete il cui uso non consente il rispetto dei valori limite di esposizione acquisto di nuove attrezzature che non espongano loperatore alle vibrazioni meccaniche

Piano delle misure tecniche ed organizzative


RIDUZIONE AL MINIMO DEL RISCHIO graduale sostituzione delle attrezzature obsolete il cui uso non consente il rispetto dei valori limite di esposizione acquisto di nuove attrezzature progettate con criteri ergonomici per ridurre al minimo i rischi dovuti alle vibrazioni trasmesse alloperatore in relazione al progresso tecnico ed alla disponibilit di mezzi e dispositivi atti a ridurre tali inconvenienti (attrezzature alternative) corretta gestione e periodica manutenzione del parco macchine e delle attrezzature in dotazione adeguamenti organizzativi per la riduzione dellesposizione utilizzo, se disponibili, di specifici dispositivi di protezione individuale (DPI)

Misure tecniche nella gestione delle attrezzature


STRUMENTI integrati nella realt produttiva ed organizzativa del Servizio SM e del suo sistema prevenzionale Sistema per la gestione delle schede macchine e delle attrezzature - cui sono associate le caratteristiche costruttive
essenziali e gli interventi di manutenzione eseguiti

Registro macchine - database che associa alla macchina i dati


relativi al rumore ed alle vibrazioni trasmesse al lavoratore e riporta i tempi massimi di utilizzo nel rispetto della direttiva (D.Lgs. 187/2005)

Procedura acquisto attrezzatura - modalit e responsabilit per


lacquisto di macchine ed attrezzature, nel rispetto di regole di trasparenza ed imparzialit, e per dotare lente di mezzi tecnicamente ed ergonomicamente funzionali e rispondenti ai requisiti di sicurezza

Procedura gestione e manutenzione attrezzature - modalit


operative e responsabilit per luso e la manutenzione periodica delle macchine, delle attrezzature e dei dispositivi di sicurezza

Bonifica delle macchine e delle attrezzature


Sostituzione di sedili rigidi con ammortizzati
(riduzione del livello di vibrazioni alla fonte)
- n. 4 su dumper betoniera - n. 7 su dumper meccanici - n. 10 su dumper idrostatici

Bonifica delle macchine e delle attrezzature


Sostituzione delle impugnature di martelli demolitori e perforatori pneumatici
(riduzione del livello di vibrazioni alla fonte)

maniglie rivestite con materiali smorzanti

Bonifica delle macchine e delle attrezzature


Navicella con appoggio per luso della lancia idrodemolitrice (riduzione del livello di vibrazioni)

Sostituzione delle macchine e delle attrezzature


Argani per teleferiche
(eliminazione delle vibrazioni trasmesse alloperatore)

n. 8 nuovi macchinari

Sostituzione delle macchine e delle attrezzature


Macchine per trasporto e movimentazione dei carichi (riduzione del livello di vibrazioni alla fonte)

Gruppo sedile su telaio, senza isolamento del posto operatore (mancano ammortizzatori e supporti antivibranti)

Scelta di macchine ergonomiche

SCELTA DI MACCHINARI ERGONOMICI


DOTAZIONE MEZZI ED ATTREZZATURE
(trasporto e movimentazione materiali)
60 55 50 45 40 N esemplari 35 30 25 20 15 10 5 0 1994

1996

1998

2000

2002

2004

2006

DUMPER

MINIPALA-MINITERNA

SOLLEVATORE TELESCOPICO

TRANSPORTER

Isolamento della cabina con dispositivi/materiali smorzanti


(supporti antivibranti fra telaio della cabina ed assali della macchina)

Fuori servizio e scarico delle attrezzature


FUORI USO E SCARICO ATTREZZATURE "vibranti"
Tipo dumper dumper betoniera decespugliatori motoseghe mototroncatrici smerigliatrici-levigatrici trapani pneumatici demolitori pneumatici scalpellatori pneumatici perforatrici pneumatiche aghi vibranti pneumatici
A(w)-mb A(w)-ci 2002 2003 2004 2005 2006
> 5,00 > 2,50 > 5,00 > 7,50 > 10,00 > 5,00 > 5,00 > 30,00 > 25,00 > 15,00 > 3,00 > 2,00 > 1,50

19 2

21 2 1 6 1 1 9 5 1 1 (1) () () ()

3 3

1 6 1 16 1

5 3 1 1 1 9 () () ()

Sostituzione delle macchine e delle attrezzature


Attrezzature per la perforazione dei massi
(riduzione del livello di vibrazioni alla fonte)

maniglia antivibrante (disaccoppiata + molla)

Sostituzione delle macchine e delle attrezzature


Attrezzature per la perforazione dei massi
(eliminazione del livello di vibrazioni alla fonte)

Slitte di perforazione

Sostituzione delle macchine e delle attrezzature


Attrezzature per la perforazione dei massi
(eliminazione del livello di vibrazioni alla fonte)

Perforatrici semoventi

Sostituzione delle macchine e delle attrezzature


Attrezzature per la perforazione dei massi
(eliminazione del livello di vibrazioni alla fonte)

ricerca e sperimentazione

Regolare manutenzione
Procedura gestione e manutenzione attrezzature individua e codifica le modalit operative e le responsabilit per luso e la manutenzione periodica delle macchine, delle attrezzature, degli utensili e dei dispositivi di sicurezza Cantiere Centrale
struttura operativa, incardinata nel sistema produttivo e prevenzionale aziendale, che garantisce la fornitura di macchine ed attrezzature periodicamente manutentate (noleggio interno transfer price), nonch assistenza tecnica sui cantieri

Misure organizzative per la riduzione del rischio


STRUMENTI integrati nella realt produttiva ed organizzativa del Servizio SM e del suo sistema prevenzionale
Software per la gestione delle risorse umane - database contenente le informazioni relative alle qualifiche, ai compiti assegnati, alla formazione ed alle idoneit (giudizi del MC) Archivio delle istruzioni del fabbricante - per consentire il facile reperimento e la duplicazione dei manuali di uso e manutenzione delle macchine e delle attrezzature da lavoro (formazione ed informazione dei lavoratori) Registro dei dispositivi di protezione individuale DPI database che consente di aggiornare e condividere le schede dei DPI, codificati per categorie a seconda dei campi di impiego e dei livelli di protezione conseguibili mediante un loro corretto utilizzo

Misure organizzative per la riduzione del rischio


Riduzione della durata e dellintensit dellesposizione (sinergie fra pi azioni e strumenti di organizzazione del lavoro)
Scelta di modalit lavorative alternative che richiedono minore esposizione alle sorgenti di rischio (studio dei processi di lavoro) Miglioramento delle condizioni ambientali e delle postazioni di lavoro - (condizioni di transito in cantiere, scelta di attrezzature idonee ed adeguate, ) Specifica informazione e formazione dei lavoratori e dei tecnici corretta progettazione dei luoghi di lavoro, corretta esecuzione delle lavorazioni, corretto utilizzo delle attrezzature da parte di operatori idonei ed esperti (addestramento con istruttori interni) Riorganizzazione degli orari di lavoro - turnazione delle squadre e rotazione degli operatori (riduzione del numero di azioni/giorno)

Misure organizzative per la riduzione del rischio


Riduzione della durata e dellintensit dellesposizione (sinergie fra pi azioni e strumenti di organizzazione del lavoro)
Utilizzo di DPI se disponibili (per vibranti a media frequenza)
Guanti antivibrazioni per motoseghe e decespugliatori
Per la protezione contro i rischi meccanici, vibrazioni ed urti.
Foto Cod. Anno N Marca Modello Inizio uso Fine uso

MA 05

2004

01

2G

2002

2003

Adeguata protezione dal freddo e dallumidit fornitura di abbigliamento e protezioni idonee, contro gli effetti indiretti di tali fattori

Conclusioni
Continuo miglioramento del sistema aziendale di prevenzione nei confronti del rischio vibrazioni, per ottenere dei cambiamenti effettivi delle condizioni di rischio Continua ricerca e sperimentazione di misure organizzative (tecniche, igienistiche e procedurali) necessarie per ridurre il rischio alla fonte o per mitigare le conseguenze dellesposizione lavorativa Stimolo per progettisti e costruttori, che dovranno immettere sul mercato attrezzature realizzate con criteri ergonomici, rispettose dei valori limite stabiliti dalla direttiva

grazie per lattenzione


VIBRAZIONI MECCANICHE
valutazione e gestione del rischio D. Lgs. n. 187/2005

Trento, 18.01.2006