Sei sulla pagina 1di 64

La copertina

Crimini e misfatti dietro il sipario del Bolshoj


NICOLA LOMBARDOZZI

Alle 19 linformazione su iPad e pc

Lo sport

Ogni giorno su Repubblica il codice per leggere gratis RSera

Mondiali di sci dramma Vonn stagione finita


ALESSANDRA RETICO

NZ
SS-1F

Fondatore Eugenio Scalfari

www.repubblica.it

Direttore Ezio Mauro


mercoled 6 febbraio 2013

Anno 38 - Numero 31

1,20 in Italia

9 770390 107009

ALVOHXEBbahaajA CRDEDGDEDU
30206

SEDE: 00147 ROMA, VIA CRISTOFORO COLOMBO, 90 - TEL. 06/49821, FAX 06/49822923. SPED. ABB. POST., ART. 1, LEGGE 46/04 DEL 27 FEBBRAIO 2004 - ROMA. CONCESSIONARIA DI PUBBLICIT: A. MANZONI & C. MILANO - VIA NERVESA, 21 - TEL. 02/574941. PREZZI DI VENDITA: PROV. VE CON LA NUOVA DI VENEZIA E MESTRE 1,20; (CON IL VEN E D 1,50). AUSTRIA, BELGIO, FRANCIA, GERMANIA, GRECIA, IRLANDA, LUSSEMBURGO, MALTA, MONACO P., OLANDA, PORTOGALLO, SLOVENIA, SPAGNA 2,00; CANADA $1; CROAZIA KN 15; REGNO UNITO LST 1,80; REPUBBLICA CECA CZK 64; SLOVACCHIA SKK 80/ 2,66; SVIZZERA FR 3,00; UNGHERIA FT 495; U.S.A $ 1,50

Segnali di accordo dopo il voto tra Pd e centro. Il Professore: nel primo Consiglio dei ministri dimezzeremo i parlamentari

La polemica

Monti e Bersani: pronti allintesa


Berlusconi: siamo in corsia di sorpasso. Maroni boccia il condono
Lanalisi
ALTAN

Primo s alle nozze gay anche a Londra

Il retroscena

Lalleanza possibile contro i populismi


CLAUDIO TITO
IDEA di normalit per un Paese abituato da quasi venti anni agli strappi istituzionali e alla finanza sgangheratamente creativa di Silvio Berlusconi spesso assomiglia ad una chimera. Eppure negli ultimi quattordici mesi lItalia era faticosamente riuscita a riconquistare quellidea. Ma sono bastate poche settimane di campagna elettorale e le tante sparate del Cavaliere per farla ripiombare nella spirale della inattendibilit e della confusione. SEGUE A PAGINA 25

Lallarme Silvio delle Cancellerie


FRANCESCO BEI ALBERTO DARGENIO
N TUTTE le Cancellerie europee e nelle istituzioni di Bruxelles allarme rosso. Il ritorno di Silvio Berlusconi e delle sue promesse elettorali fa temere il peggio. Non solo per lItalia, ma per il futuro delleuro. Rischiamo di tornare indietro al 2011, quando per colpa del governo Berlusconi la moneta unica si stava sgretolando, il commento che si rincorre da Parigi a Berlino passando per Bruxelles, Vienna, lAja e le altre grandi capitali. In ballo c il futuro di 500 milioni di europei, commenta un funzionario di alto grado che al Bundeskanzleramt ha accesso diretto ad Angela Merkel. SEGUE A PAGINA 4

SERVIZI ALLE PAGINE 18 E 19

LA NOSTRA VERGOGNA
CARLO VERDELLI
ON vero che il mondo piccolo, non sempre. Non per i gay. Negli stessi giorni, nello stesso mondo, accadono cose opposte e lontanissime. E stanno accadendo tutte insieme. Tranne che in Italia, dove pure in corso una campagna elettorale dove di tanto si parla, e si sparla, meno che di diritti civili, messi ai margini del dibattito per evitare, specie a sinistra, crepe nelle coalizioni. Eppure, altrove, la materia incandescente. A tal punto che persino il Vaticano, proprio laltro ieri, si sentito in dovere di aprire uno spiraglio nel portale di San Pietro: il suo ministro della Famiglia, monsignor Paglia, ha detto che anche le coppie omosessuali hanno dei diritti. Diritti privati, bene inteso, in campo patrimoniale, per esempio, terreni limitati, comprensibilmente, che per la politica, esorta Paglia, deve cominciare a percorrere tranquillamente. Notare il verbo: deve. SEGUE A PAGINA 25

Boom della campagna in rete: attivit aumentata di 5 volte

Le idee

Due messaggi al secondo la politica su Twitter e Facebook


SERVIZI DA PAGINA 2 A PAGINA 11 CIRIACO E DALESSANDRO A PAGINA 9

Se pure Keynes un estremista


BARBARA SPINELLI PRNCIPI che ci governano, il Fondo Monetario, i capi europei che domani si riuniranno per discutere le future spese comuni dellUnione, dovrebbero fermarsi qualche minuto davanti alla scritta apparsa giorni fa sui muri di Atene: Non salvateci pi!, e meditare sul terribile monito, che suggella un rigetto diffuso e al tempo stesso uno scacco dellEuropa intera. Si fa presto a bollare come populista la rabbia di parte della sinistra, oltre che di certe destre, e a non vedere in essa che arcaismo anti-moderno. SEGUE A PAGINA 24

Chiesto un risarcimento di 5 miliardi di dollari. Scaten la crisi dei mutui, ora deve pagare

Obama porta Standard&Poors in tribunale


Il Vaticano nega un coinvolgimento dello Ior
dal nostro corrispondente FEDERICO RAMPINI NEW YORK IL castigo di Obama contro i Signori dei rating. Cominciando dal peso massimo: Standard & Poors. Fino a 5 miliardi di dollari, sono i danni che lAmministrazione Usa pu chiedere al numero uno mondiale delle agenzie di rating. SEGUE A PAGINA 14

Scandalo Montepaschi oggi la verit sui derivati un buco da 700 milioni


ALLE PAGINE 12 E 13
Il presidente americano Barack Obama

R2
Si diffondono i bookstore che vendono di tutto: Cos comprano pi libri

R2

Passaparola

Il film-fiaba candidato allOscar un racconto epico tra Mark Twain e Malick

Cibo, magliette e profumi lultimo trucco delle librerie


MICHELE SMARGIASSI
ER tenersi stretti i lettori, le librerie dovranno prenderli per la gola. Come certi matrimoni in crisi che si salvavano solo davanti ai fornelli. Ma intanto, la sposa trascurata le prova tutte: gioielli, profumi, vestiti, cosmetici, per rendersi sexy e desiderabile. Lingresso in una libreria trendy, oggi, unesperienza straniante. SEGUE A PAGINA 46

La bimba della terra selvaggia capace di farci commuovere


CURZIO MALTESE
L VERO film dellera Obama non il sontuoso, magniloquente Lincoln di Spielberg, ma un piccolo film indipendente nato per un piccolo pubblico che diventato il caso cinematografico dellanno, Re della terra selvaggia. SEGUE A PAGINA 50 CON UNINTERVISTA DI SILVIA FUMAROLA

Denuncia anonima, i pm indagano Nando: vero, mio padre ce laveva

Dalla Chiesa la cartella sparita dopo lomicidio


SALVO PALAZZOLO A PAGINA 17

Il titolo perde il 26,7 per cento verso il concordato preventivo

Crollo in Borsa per le Pagine gialle la Seat alle corde


SARA BENNEWITZ A PAGINA 21

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

VERSO LE INTERNA POLITICA ELEZIONI

Il centrosinistra

Bersani-Monti, prove di intesa Pronti al dialogo. S ad alleanze


LaltdiVendola.Ilpremier:dimezzeriparlamentari,menoIrpefginel2013
GOFFREDO DE MARCHIS
ROMA Visto dalla Germania, Mario Monti non un Berlusconi con il loden. invece un possibile alleato in un governo di coalizione con il Pd, capace di rassicurare le Cancellerie europee a cominciare da quella di Angela Merkel. Il premier spiega Pier Luigi Bersani in visita a Berlino ha costruito una sua forza politica. Ci sono le schermaglie elettorali, ma ho sempre detto che sono prontissimo a una collaborazione con tutte le forze contrarie al berlusconismo e al leghismo, certamente anche con il professor Monti. Parole che chiudono la fase della polemica e riportano lorologio indietro ai giorni del dialogo. Poi, ovvio, lo sprint verso il 24 febbraio porter altri attacchi incrociati. Ma la strada sembra quella di unintesa: sulle riforme o sulla gestione della macchina Italia si vedr. Sono per parole che spaventano Nichi Vendola e Sel, gi sofferenti per il calo nei sondaggi. La prospettiva di un patto con il Professore li porte-

Pronti a collaborare

Bene lapertura

Noi siamo prontissimi a collaborare con tutte le forze contro il leghismo, contro il berlusconismo, contro il populismo. E quindi certamente anche con Monti
Pierluigi Bersani ieri a Berlino

Apprezzo ogni apertura e disponibilit, e anche questa frase di Bersani. Sar disponibile ad alleanze con tutti e con coloro che saranno impegnati in riforme
La replica di Mario Monti da Pordenone

Elsa Monti

Matteo Renzi

Il leader pd prova ad arginare la rimonta del Pdl Ma no ad alleanze a tutti i costi


rebbe ancora pi gi. Cos si giustifica il durissimo commento di Nicola Fratojanni, braccio destro del governatore: Se vogliono stare con Monti, auguri. Siamo pronti a rompere con il Pd. Dopo un vorticoso giro di telefonate, arriva anche la precisazione di Vendola: Monti incompatibile con me nel governo del Paese. Il centrosinistra non ha bisogno della sua presenza. Del resto, il pressing di Ingroia si fa sentire, Sel non pu permettersi passi falsi. A chiudere

ERO CONTRARIA ALLA SALITA IN CAMPO


Mio marito non deve diventare pi cattivo, ha il suo stile e spero lo mantenga sempre ha detto Elsa Antonioli, moglie di Monti. E sullimpegno in politica: Ero contraria, poi sono stata daccordo anchio

AL VIA IL TOUR ELETTORALE


Dopo la tappa fiorentina al fianco di Bersani, Matteo Renzi sar in tour elettorale in Emilia-Romagna, il 22 febbraio a Bologna e Modena, e in Lombardia, il 13 febbraio per sostenere Umberto Ambrosoli

lincidente ci prova Francesco Boccia, dopo aver parlato con Fratojanni al cellulare. Monti non credibile sulle tasse, dice. Ma al Bersani berlinese fa pi paura la rimonta di Berlusconi. Ed bene che questa rimonta trovi un argine definito anche agli occhi degli elettori italiani. Il segretario del Pd prova a precisare che non c nulla di nuovo. Dico la stessa cosa da tempo. E comunque non faccio alleanze a tutti i costi. Certi punti del programma del cen-

tro non mi convincono. Le unioni civili, per esempio. Il Professore coglie al volo la palla lo stesso. Allapertura risponde con unapertura. Apprezzo ogni apertura e ogni disponibilit e anche questa frase che Bersani ha detto dalla Germania. Le sue condizioni sono chiare: Sar pronto ad alleanze con coloro che saranno seriamente impegnati sul piano delle riforme strutturali. Poi, ovvio, anche lui ha la sua campagna elettorale. Torna a dire che gi dal 2013 si po-

tranno varare riduzione dellIrpef. Torna a promettere che nel primo consiglio dei ministri del suo governo dimezzeremo il numero dei parlamentari. Programma vero, realizzabile, dice. LImu restituita di Berlusconi, invece. Quella sembra essere una bella promessa e una polpetta avvelenata, perch poi ci sarebbero conseguenze finanziarie che sono quelle che gi oggi determinano qualche primo segnale di turbolenza nei mercati, spiega il premier uscente.

Dopo la prova di dialogo, adesso sia Bersani sia Monti si preoccuperanno di resettare la campagna elettorale. I toni potrebbero abbassarsi ma la sfida sui consensi rester. Gi oggi i sondaggisti consegneranno le rilevazioni, per valutare se leffetto alleanza non paghi un prezzo troppo alto alle percentuali di Pd e Scelta civica e soprattutto se non segner qualche punto a favore di Berlusconi. Ieri Swg ha diffuso una ricerca in cui Bersani risulta il pi credibile, fra i lea-

der, sulle tasse. E il Cavaliere ultimo dietro Monti. il segnale, quello che riguarda il Professore, che il Paese ha dei dubbi e questo pu essere preoccupante per la strategia del Partito democratico. Anche perch Monti cerca di pescare nellarea del centrosinistra, segnatamente tra i fan di Matteo Renzi. Mi hanno definito rottamatore. Non propagandiamolo troppo, ma un soprannome che mi d una piccola, intima soddisfazione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

PER SAPERNE DI PI www.partitodemocratico.it www.agenda-monti.it

IN GERMANIA
Il segretario del Pd Pierluigi Bersani ieri a Berlino ha incontrato il ministro delle Finanze tedesco Wolgang Schaeuble (a destra)

Il retroscena

E a Berlino il leader del Pd affronta lesame Schaeuble Da noi la forza per le riforme
Il Prof da solo non regge il disagio sociale
ELLEKAPPA

DAL NOSTRO INVIATO GIOVANNA CASADIO


BERLINO Ma come si pu pensare che con tanto malanimo e disagio sociale in giro, sia Monti a reggere da solo lurto? E davvero irritante che osservatori internazionali, cancellerie e un pezzo di borghesia italiana non comprendano il ruolo decisivo e limportanza del Pd e della coalizione dei Progressisti, senza i quali lItalia diventerebbe, allora s, un problema per lEuropa. Invece pu essere una parte della soluzione. Bersani appena atterrato allaeroporto di Schoenefeld, in una mattinata assolata di cui gli stessi berlinesi si meravigliano. Si sfoga, prima dellincontro-clou nel pomeriggio con il ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble, lesponente pi autorevole del governo Merkel. S, mi trovo nella tana del lupo scherza il segretario democratico. Cio nella Cancelleria europea pi filo montiana. E infatti dei suoi rapporti con Monti che il ministro tedesco chiede conto al leader italiano. Bersani non arrivato per a mani vuote. Tra la tappa allambasciata italiana e la Rauchstrasse dove ha sede il German Council on Foreign Relations e dove tiene una relazione e risponde a domande sullItalia per unora e mezza mette a punto la mossa della giornata: lapertura allalleanza con il Professore, vera carta di rassicurazione per la Cancelleria tedesca. Unalleanza come? Se sar per

Allarrivo Bersani confida: Davvero irritante che tanti osservatori non ci diano credito

Senza di noi lItalia un problema per lEuropa. Una parte di borghesia non riesce a capirlo

FOTO:AFP

REPUBBLICA.IT Sul sito, il videocommento di Massimo Giannini La paura fa alleanza

le riforme o per il governo, si vedr, risponde durante la conferenza stampa alla Willy Brandt Haus nella sede della Spd, che conclude la giornata berlinese del segretario. Per nellincontro riservato con Schaeuble in quattro attorno al tavolo, il responsabile esteri del Pd, Lapo Pistelli con Bersani e il sottosegretario Thomas Steffen con il ministro tedesco le domande sono state soprattutto sul futuro dei rapporti con Monti, sulla continuit della strada di riforme intrapresa, sulla tenuta dei conti e sulla credibilit italiana. E Bersani ha ripetuto a porte chiuse quel che dice spesso in pubblico: Monti arrivato da solo, era il Professor Monti, non aveva forza politica,

non aveva maggioranza parlamentare, glielabbiamo data noi, noi abbiamo affrontato il popolo per spiegare le riforme. Unintesa insomma nelle cose. Poi certo, al candidato premier del centrosinistra non piacciono le ricette del Professore su mercato del lavoro, articolo 18 e diritti civili: il rischio che il confronto si areni c. Le alleanze non si fanno a tutti i prezzi precisa. Ma il prezzo dellalleanza non era tema da affrontare con Schaeuble, al quale interessava di pi sapere delle politiche di stabilit, delle proposte dei Progressisti alla vigilia del Consiglio europeo sul passaggio complicato di bilancio. Bersani ha insistitoe: ok anche ai controlli di bilancio preventivi ma a patto che

ci sia un piano per investimenti e lavoro. La Merkel e il suo numero due Schaeuble non ci sentono da questorecchio. Litigare con la Germania per non ha alcun senso racconta poi il segretario del Pd . Bisogna far capire che la recessione se lasciata correre pu mettere a rischio la stabilit, che lEuropa va messa in equilibrio. Nella crisi insorgono tendenze populiste e anti europee. Ecco, il populismo stato laltro tema affrontato. Aveva confidato il segretario del Pd, prima del faccia a faccia: Mi preoccupa il fatto che lItalia sia spaccata a met, da un lato noi e le forze di centro europeiste, dallaltro quella nebulosa antieuropea che va dai berlusconiani ai leghisti, da Grillo a In-

groia. Questo dovrebbe impensierire, e invece se la prendono con Vendola. Ma Vendola la sinistra europea e radicale, che forse dovrebbe arginare meglio Ingroia. E nelle urne Monti secondo me sa la gioca con Grillo, che nei sondaggi mi sembra sottovalutato. Populismo uguale Berlusconi. Bersani non riferisce i timori del ministro tedesco, parla delle sue preoccupazioni e delle assicurazioni fornite: Di sicuro il mondo non tranquillo nellipotesi del ritorno di Berlusconi, non uomo che fa bene allo spread. Ma leterno ritorno non avverr. E delleffetto Berlusconi sui mercati e dello scandalo Mps? Diciamo che la speculazione aspetta solo loccasione e Berlusconi di occasioni ne offre a cesti. A far fronte alla destra solo noi Progressisti ce la facciamo. Il Pdl era scomparso, ora sono di nuovo sulla scena. Porteranno a casa un 20 per cento, un 24 tra Pdl e Lega. Schaeuble prende atto delle riforme nellagenda del candidato premier del centrosinistra, a cominciare da una vera legge anticorruzione (Primo atto di un mio governo); della volont dei Progressisti italiani di andare verso gli Stati Uniti dEuropa, dellidea bersaniana di una assise comune dei Parlamenti di Italia e Germania sullEuropa. La serata freddissima, pioviggina. Bersani riparte da Schoenefeld: La missione dice ai suoi andata a buon segno.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lintervista

Lamers, consigliere di Schaeuble: troppi attacchi alla Germania, per Berlusconi non dovrebbe esserci pi posto tra i popolari europei

Mario e i democratici sono i pi affidabili


DAL NOSTRO CORRISPONDENTE ANDREA TARQUINI
BERLINO Bersani convince Berlino: e una coalizione tra lui e il Professore sarebbe per lestablishment di Angela Merkel garanzia di continuit riformista. Berlusconi parla da populista, pi nulla a che vedere col Ppe. Lo dice Karl Lamers, vicinissimo a Schaeuble dai tempi del varo delleuro, uomo-chiave nella Cdu. Come vede Berlino le proposte di Bersani a Monti? Di recente si definito montiano. Lancia segnali di continuit politica molto importanti. essenziale che dopo le elezioni lItalia segua il corso riformatore di Monti, nellinteresse dellItalia e dellEuropa. Bersani per ha detto a Schaeuble che ci vuole anche la crescita. una posizione compatibile con quella tedesca? LItalia la condivide con Francia e Spagna. Il governo tedesco capisce che la crescita necessaria. difficile accordare risanamento e crescita. Il risparmio pu portare alla deflazione, una crescita mal gestita allinflazione. Riforme strutturali sono indispensabili ma creano effetti dopo un certo tempo, occorrono anche impulsi a breve alla crescita, e in democrazia non si pu chieKarl Lamers

S alle riforme

Spero che gli italiani capiscano che sono necessarie riforme e che i tedeschi non vogliono dettar loro una linea

dere troppo, specie ai lavoratori. Un governo Monti-Bersani come sarebbe per Berlino? Sappiamo quanto sia difficile la situazione italiana, anche con tentazioni populiste. Ci auguriamo un successo di quella via: la linea Monti ha gi avuto effetti positivi sui mercati, sullo spread, al contrario di uscite populiste. Spero che gli italiani capiscano la necessit di altre riforme e sacrifici, e che i tedeschi non vogliono dettar loro una linea, ma ricordano che il risanamento non ha alternative. Che valore ha la visita di Bersani qui? Molto utile. Per il dialogo in

Europa. Guida una forza politica importante e stabile con sviluppi positivi, di cui da apprezzare tra laltro la scelta recente delle primarie. Un ritorno della politica e della democrazia. Venendo a Berlino mostra di capire responsabilit e necessit del dialogo. Da voi gli sviluppi a sinistra sembrano pi importanti di quelli a destra, si vede con gli errori del partito di Berlusconi. Lui vuole rinnegare riforme di Monti, promette tagli alle tasse irresponsabili verso il paese e lEuropa: lItalia non la Grecia, un paese centrale, cuore delleurocrisi. E populismo irresponsabile. Anche quando definisce i rivali vassalli

della Germania. Spero nella ragionevolezza degli italiani. Noi tedeschi essendo il paese al momento pi forte, suscitiamo anche sentimenti e slogan negativi. Triste che vengano da chi ha sostenuto il governo Monti, speriamo che le elezioni portino chiarezza e una base pi forte per la linea di Monti. Berlusconi e i suoi si definiscono i soli a poter salvare lItalia dal colonialismo tedesco; hanno ancora posto nel Ppe? No, non hanno pi posto secondo me, se parlano cos non hanno pi posto nel Partito popolare europeo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

VERSO LE INTERNA POLITICA ELEZIONI

PER SAPERNE DI PI www.pdl.it www.europa.eu

Il centrodestra

Vicini al sorpasso. Solo col binocolo


Duello Berlusconi-Bersani. Lex premier: Dopo Imu e condono far altre proposte
ROMA Monti e Bersani? Mi attaccano perch sono disperati. Credevano di avere la vittoria a portata di mano e invece la distanza da noi continua a ridursi, li abbiamo quasi raggiunti e siamo in area sorpasso. A casa sua Studio Aperto e Tgcom 24 un torrenziale Berlusconi annuncia di aver messo la freccia per superare il centrosinistra nei sondaggi. Da Berlino la replica di Bersani ironica: Il sorpasso lo stanno vedendo col binocolo. Per il segretario democratico in realt Pdl e Lega messi insieme arriverebbero appena al 24 per cento. Il Cavaliere, galvanizzato dalla proposta shock sullImu, continua come un rullo compressore a insistere sul tema fiscale. Il programma di Monti e Bersani, va nella continuazione della politica adottata da questo governo e cio il mantenimento dellImu sulla prima casa, una nuova patrimoniale, laumento dellIva e nessuna riduzione dellIrap. Non riescono a fare altro. Il premier lo accusa di aver turbato i mercati con luscita sullImu? Per Berlusconi una panzana totale. Cos come il rialzo dello spread, che le banche daffari e la stampa economica attribuiscono alla prospettiva di un suo ritorno a palazzo Chigi. unaltra delle stupidaggini che abbiamo sentito da parecchio tempo, e soprattutto in questi giorni: gli interessi che dobbiamo pagare sui nostri titoli del debito pubblico sono assolutamente indifferenti sia allattivit di governo che ai programmi di governo. Il Cavaliere, in attesa del sondaggio sul rimborso dellImu che arriver oggi, rivela intanto di avere in serbo altri assi. Stiamo approfondendo quello che si pu fare sul condono tombale e credo che prima del 24 febbraio avremo ancora delle cose positive da comunicare. Non solo proposte ma anche un tono pi duro, ed una novit, sul caso del Monte dei Paschi. Berlusconi abbandona ogni garantismo e si lancia sulla responsabilit oggettiva dei vertici del Pd che non potevano non sapere: Lo escludo nella maniera pi assoluta, ci sarebbe comunque una responsabilit oggettiva che andrebbe loro imputata. Credo che ci sia da dare una risposta a una domanda: dove sono finiti i 3 miliardi di differenza tra il prezzo di base e quello pagato dal Mps?. Bersani cerca di nascondere il problema sotto il tappeto. A Tgcom24 il leader del Pdl reitera quindi linvito a Oscar Giannino a farsi da parte. Lo invito di tutto cuore a ritirare la sua lista. Segno che il giornalista comincia a far presa sugli elettori delusi del centrodestra. Ma Giannino, intervenendo a Ballar, si fa beffe del Cavaliere: La mia lista per farlo perdere in Lombardia. Berlusconi deve perdere, mi dispiace per Maroni a cui avevo detto di non allearsi con Berlusconi. Pi tardi nella trasmissione di Floris interviene anche il Cavaliere. Invertire la rotta di 180 gradi rispetto alla politica imposta dalla Germania, questa la ricetta ribadita dallex premier. In un servizio registrato Carlo De Benedetti gli augura un tramonto vissuto con pienezza, ma Berlusconi ribatte: In effetti ero indirizzato a un tramonto operoso, a costruire ospedali nel terzo mondo, poi sono stato richiamato a forza con la scusa che io solo potevo tenere insieme i moderati. (f. bei)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Panzana totale

Mps, il Pd sapeva

Spread pi alto per lannuncio sullImu? Unaltra panzana totale. I tassi sono indifferenti allattivit di governo e anche ai programmi
Silvio Berlusconi ieri sera a Ballar intervistato da Giovanni Floris

I vertici del Pd non potevano ignorare ci che accadeva allMps. Bersani tenta di nascondere il problema sotto il tappeto

Il retroscena

Bruxelles teme lallentamento del rigore: Segnali preoccupanti su condoni e tasse


IN CAMPO
Dopo aver promesso di restituire lImu agli italiani, Silvio Berlusconi punta a recuperare consensi rispetto agli avversari Li abbiamo quasi raggiunti e siamo in area sorpasso ha detto ieri

Cancellerie europee in allarme Con il Cavaliere saltano i conti E Grilli vola dagli investitori Usa
(segue dalla prima pagina)

I personaggi
BARROSO
Dietro le quinte la Commissione Ue di Barroso tifa per un governo MontiBersani. Con Berlusconi leuro sarebbe a rischio

FRANCESCO BEI ALBERTO DARGENIO


FFICIALMENTE a ridosso del voto i grandi dEuropa non parlano del caso Italia. Le loro parole, dettate dalla preoccupazione, sarebbero ribaltate dalla propaganda berlusconiana con laccusa di ingerenza nella politica interna italiana. Ma allEliseo cos come nella Cancelleria di Berlino e al Berlaymont la speranza una sola: che dalle elezioni esca una coalizione BersaniMonti che tenga lItalia sui binari del risanamento e delle riforme, gli unici giudicati in grado di ri-

HOLLANDE
Della situazione politica italiana il presidente francese ne ha parlato domenica allEliseo con Monti

La speranza diffusa che dalle urne esca una coalizione imperniata su Bersani e Monti
portare il nostro Paese a crescere. La stessa preoccupazione per il futuro dellItalia palpabile anche tra i ranghi dellamministrazione Obama, che non a caso per il 15 febbraio ha fissato un incontro alla Casa Bianca con il presidente Napolitano. Gli americani vanno rassicurati. E in fretta. Per questo il ministro dellEconomia, Vittorio Grilli, dopo che lo spread ha ripreso a salire sulla scia delle promesse del Cavaliere ha organizzato un viaggio a New York dove nel fine settimana incontrer i grandi investitori dOltreoceano per spiegare loro la situazione po-

litica nel tentativo di evitare nuove ondate di sfiducia verso Roma a ridosso del voto. Ma in queste ore sono le Cancellerie europee a sentirsi in prima linea di fronte al rischio Italia. La trincea corre lungo lasse Francoforte-Bruxelles. Alla Bce raccontano che Mario Draghi in stretto contatto con il governatore di Bankitalia Ignazio Visco. La task force che segue il Belpaese sta monitorando la situazione in modo ossessivo. Se lItalia ha un problema ricorda un esperto Bce automaticamente tutta

Europa ad avere un enorme problema. Di fronte alle promesse del Cavaliere e a una sua possibile rimonta si parla di grandissimo rischio. I mercati, spiega un analista Bce, sono ancora volatili e un ritorno di Berlusconi riporterebbe il Paese in una situazione drammatica. Gi, perch lo spread che da luned tornato a salire per gli economisti di Francoforte solo colpa di Berlusconi. Secondo i loro rapporti riservati il Monte dei Paschi non centra essendo un caso isolato che non mette a rischio la tenuta del

La diplomazia

Lambasciatore americano Thorne AllItalia serve un sistema politico stabile


ROMA Un sistema politico stabile e longevo. Secondo lambasciatore Usa, David Thorne, lItalia ha bisogno di queste componenti per continuare ad essere, come gi in passato, uno dei migliori mercati al mondo per gli Stati Uniti. Intervenendo nel corso di un convegno sul ruolo e il futuro dellindustria farmaceutica americana in Italia, Thorne ha poi spiegato come sia necessaria per il nostro Paese una politica che punti allinnovazione: mettendo invece un freno, ha infine sottolineato, alla frammentazione istituzionale.

sistema bancario italiano. Non potete rallentare risanamento e riforme, non potete allentare la lotta allevasione con un condono altrimenti serviranno altre manovre e altre tasse. E addio ripresa. Alla Commissione europea lanalisi si fa pi politica. Le preoccupazioni sono le stesse dellEurotower. E per gli uomini di Barroso lunica soluzione in grado di far stare in piedi il Paese e leuro sarebbe una coalizione Monti-Bersani. Allo stesso modo, assicurano dallEliseo, la pensa il socialista Hollande. Della situazione politica italiana il presidente francese ne ha parlato a quattrocchi domenica con Monti, al quale lo lega un eccellente rapporto. Ragionamenti fotocopia si sentono in Germania. La Merkel segue con grande apprensione la campagna elettorale italiana. Un suo consigliere racconta che in caso di vittoria di Berlusconi temiamo che Roma rinvii il pareggio di bilancio e rimetta in discussione gli altri impegni europei, compreso il Fiscal Compact. Il che porterebbe a un

nuovo deterioramento dei rapporti con la Germania ma soprattutto al crollo dellItalia. Che, con linterdipendenza creata dalleuro, darebbe il via a un riacutizzarsi della crisi della moneta unica in grado di mettere in difficolt anche la Francia. Dunque, spiegano a Berlino, a pagare sarebbero anche i contribuenti tedeschi e del resto dEuropa, che vedrebbero i loro risparmi a rischio. E anche a Berlino si tifa per un accordo Monti-Bersani. Bersani, dicono dalla Cancelleria, un leader affidabile e moderato, ma la sua coalizione che non sembra offrire sufficienti garanzie anche se gli imprenditori tedeschi presenti in Puglia rassicurano sullaffidabilit di Vendola. Ma la permanenza di Monti al governo, in coalizione con il Pd, resta lipotesi preferita dalla Cancelliera. E che Bersani non le sia inviso lo testimonia lincontro di ieri tra il segretario democratico e il potente ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble. Non inganni il fatto che per Bersani non si siano aperte le porte della Cancelleria: la Merkel ha preferito non incontrarlo per non fare uno sgarbo a Hollande, mai ricevuto in campagna elettorale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

VERSO LE INTERNA POLITICA ELEZIONI

Il fisco

Primo stop di Maroni al Pdl Il condono non nel programma Silvio deve rispettare i patti
La Lega laveva gi avvertito. Contrario anche Crosetto
RODOLFO SALA
MILANO il primo, vero, altol leghista allormai incontenibile Berlusconi. Arriva da Bobo Maroni, e riguarda il condono tombale, di cui ha parlato domenica nella sua Milano lex premier, che non sa pi cosa inventarsi per risalire nei sondaggi. Non mi piacciono i condoni e i colpi di spugna taglia corto, ai microfoni di Radio Anchio, il leghista candidato alla presidenza della Lombardia , questa proposta nel programma non c e io preferisco battere altre strade, a cominciare dalla lotta allevasione, consentendo la detrazione di tutti gli scontrini e le fatture fiscali. Quanto alla restituzione dellImu sulla prima casa anche questa una promessa di Berlusconi nessun problema: sta scritto nel programma della rinata alleanza di centrodestra, e per Maroni senzaltro una buona idea che pu aiutare la ripresa dei consumi. Carta canta, questo largomento che Bobo utilizza che i Fratelli dItalia, con Guido Crosetto: Il condono tombale non rappresenta di sicuro il modo giusto per affrontare il tema dellinsostenibile pressione fiscale, perch penalizza ancora una volta le persone pi serie; se invece Berlusconi si riferiva alle multe e alle cartelle di Equitalia, ci trova totalmente daccordo. Nulla di pi. E per il candidato governatore leghista si apre un caso legato alla gestione dei fondi di partito. Lo solleva Piergiorgio Stiffoni, ex tesoriere del Carroccio al Senato, che nel novembre scorso, in Procura a Milano, ha accusato Maroni di aver instaurato nel 2006, quando era capogruppo alla Camera la prassi di non rendere il conto della gestione a fine anno al partito in quanto riteneva che tale gestione fosse di sua insindacabile pertinenza; e questa prassi si trasferita anche al gruppo del Senato. Gabriele Albertini, candidato montiano in Lombardia, gongola: Interessanti le dichiarazioni di Stiffoni, quella che appare una situazione non limpida di gestione, e non certo unutile esperienza da inserire nel curriculum di Maroni. Che replica cos: vero, ho tenuto distinte la contabilit del gruppo da quella del partito, unoperazione di grande trasparenza.
RIPRODUZIONE RISERVATA

CONTRARIO
Il segretario della Lega, Roberto Maroni, candidato alla Presidenza della Lombardia

Il personaggio

Le previsioni di Casini sul Quirinale Prodi qualche possibilit ce lha


ROMA Se devo fare previsioni su chi sar il prossimo Capo dello Stato credo che Prodi qualche possibilit ce labbia. Anche Pierferdinando Casini dice la sua sul toto-Colle. Ospite della trasmissione La telefonata di Maurizio Belpietro, il leader dellUdc ha per specificato che lex presidente del Consiglio non il suo candidato, perch, dice, ne avrei altri. La mia infatti aggiunge solo una valutazione da osservatore politico.

Il retroscena Stiffoni ai pm: Nel 2006 Bobo decise di non rendere conto al partito dei soldi dei deputati
per respingere con nettezza la folle idea di Silvio: Dobbiamo attenerci tutti a ci che stato concordato. Forse lo dice anche ricordando quel che successe, secondo le ricostruzioni dei suoi colonnelli, subito dopo la firma del patto con Berlusconi, che consentiva a lui di candidarsi alla presidenza della Lombardia e al Cavaliere di avere di nuovo la Lega al suo fianco nella partitissima delle politiche. Il condono tombale, secondo queste ricostruzioni, Silvio avrebbe voluto inserirlo nel programma. Ma Maroni lo stopp. Anche a me spiega adesso, prima di infilarsi negli studi di Porta a Porta piacerebbe dire in questa campagna elettorale che in Lombardia voglio trattenere il 100 per cento delle tasse, e non il 75, com stato concordato; ma non si pu, bisogna rispettare i patti. Nel Pdl scatta lallarme, e Angelino Alfano corre, come pu, ai ripari: La nostra idea di condono unipotesi collegata al riordino tributario e fiscale, il Pdl punta alla revisione dei poteri sanzionatori di Equitalia, e non certo a rivedere il dovere dei cittadini di pagare. Una versione minimalista, che sembra correggere la sparata del Cavaliere. Ma che non basta a convincere Maroni: Ho letto le precisazioni di Alfano, ma mi dispiace, di condono nel programma non si parla proprio. Alzano gli scudi an-

Un team di economisti guidato da Brunetta, le scelte televisive gestite da Bonaiuti. E Palmieri invade il web

Niente guru e 2mila volontari virali la campagna alla Blair del Cavaliere
CARMELO LOPAPA
ROMA I temi li detto io, stiamo facendo una campagna alla Tony Blair. Noi lanciamo e loro ci inseguono. Gongolava ieri sera Silvio Berlusconi prima di entrare negli studi di Ballar, per unaltra tappa del tour nelle fosse dei leoni che si concluder venerd dalla Annunziata. Altro giro al quale si preparato per tutto il giorno a Palazzo Grazioli. La differenza col mio amico Tony si vanta che lui ha vinto tre volte, io sto per fare il quarto colpaccio. Dopo le due proposte shock, il Cavaliere si prepara a sganciare un paio di altre bombe negli ultimi 14 giorni. Ma la fabbrica del suo esplosivo assai artigianale. Niente guru americano in stile Monti. Al pi, un Casaleggio in salsa forzista riconducibile a quel rullo compressore sul web che Antonio Palmieri, dal quale dipendono i duemila volontari virali che stanno martellando su Twitter e Facebook rilanciando tutto quel che produce il motore Forzasilvio.it, sito al quale sono iscritti in 250 mila. l che sondiamo racconta Palmieri che raccogliamo suggerimenti, che lanciamo proposte e valutiamo le reazioni. Il modello, spiegano a Grazioli, in questo caso la

I protagonisti
GHISLERI
La sondaggista Alessandra Ghisleri tra i consiglieri pi ascoltati della campagna elettorale

BRUNETTA
Il deputato ed economista lispiratore di molte delle ultime proposte del candidato premier del centrodestra

PALMIERI
La strategia su Internet affidata al responsabile delle nuove tecnologie per il Pdl

campagna di Obama. La macchina elabora sul web per poi rilanciare al grande pubblico. Coi volontari che sui social funzionano come duemila gazebo virtuali aperti giorno e notte spiega il responsabile Pdl. Ma lavoriamo pi su Facebook, che assai pi popolare, piuttosto che su Twitter, pi elitario. Troppo poco tempo per far breccia coi manifesti 3x6, questa volta. S ma chi detta i contenuti sparati poi dal Cavaliere, chi lavora alle proposte shock? Giuliano Ferrara non viene visto a Palazzo Grazioli da settimane, raccontano. Non un caso se sulleditoriale del Foglio di ieri si leggeva che una campagna che finisca per girare attorno alle promesse irrealistiche di Berlusconi (...) non pu

Berlusconi: I temi li detto io. E faccio come Tony: noi lanciamo e loro devono inseguirci Ferrara non si vede da tempo a palazzo Grazioli e ha preso le distanze dalle promesse sul fisco

fare altro che creare allarme. Scettico, a dir poco. Nelle 48 ore che hanno preceduto lexploit di domenica da Milano sullImu, del resto, hanno lavorato altri fianco a fianco col leader: Luigi Casero, Renato Brunetta, Daniele Capezzone. Sulle proposte economiche di loro che si fida lex premier. Chiamarli spin doctor troppo e al contempo poco. Lui ascolta, valuta, ma poi decide. Da solo. Sempre di testa sua. Il guru lui stesso, caso unico di autoguru sintetizza Capezzone, capolista in Piemonte. Ma un ruolo da protagonista come ai vecchi tempi lo ha ancora Paolo Bonaiuti. Sua lidea di affrontare gli studi televisivi pi ostili, da Santoro a Floris allAnnunziata, nonostante le opinioni contrarie dei vertici

del Pdl. Lo spin doctor con Berlusconi non esiste e i guru nascono solo dalla fantasia provinciale italiana dice il portavoce Comunicare vuol dire occupare spazi e la vera novit della nostra campagna stata andare a farlo anche negli spazi mai frequentati, nei contesti pi difficili, con competitor di alto livello. Pubblico e elettori hanno apprezzato: il motivo per cui siamo passati in un mese e mezzo dal 12 al 23 per cento. Solo oggi Alessandra Ghisleri, altra ascoltatissima consigliera, fornir latteso sondaggio post-shock, ma il primo dato che trapela che, nelle 36 ore successive, la botta sullImu avrebbe penetrato, ovvero raggiunto, il 40 per cento degli elettori. Per il resto, il capo dice di ispirarsi a Blair ma rilascia interviste al free press Pocket, ordina una campagna alla Obama e parla da Toscana tv. Tanta tv e radio, soprattutto al mattino, perch poi viene ribattuto dai siti e resta in circolo per tutto il giorno, secondo la ricetta Bonaiuti. Uno dei risultati sta nella ricerca WebPolitics secondo cui Berlusconi il politico pi citato online a gennaio (42,8 per cento). Tutto, il vero paradosso berlusconiano, questa volta a costo zero. O quasi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

PER SAPERNE DI PI www.corteconti.it www.leganord.org

GIAMPAOLINO
Il Presidente della Corte dei Conti, Luigi Giampaolino, presenta lanno giudiziario 2013

Il caso

Gi le tasse, ma senza sanatorie Corte dei Conti, allarme recessione


La corruzione frena la crescita, rischio derivati per il Tesoro
lappello 4-5 miliardi). Il Procuratore Nottola, di fronte alla bufera politica, ha chiarito ulteriormente il suo pensiero: La Corte non ha alcun avviso favorevole al condono, ha mandato a dire con una nota ufficiale nel pomeriggio. E al telefono con Repubblica in serata ha tenuto a ribadire personalmente: La mia posizione di assoluta contrariet al condono come cittadino e come magistrato. Laltra questione veramente rilevante e rischiosa quella dei contratti derivati stipulati dal Tesoro italiano con banche internazionali negli Anni Novanta in vista dellingresso nelleuro. Come noto nel gennaio dello scorso anno stato chiuso il contratto in essere tra Tesoro e la banca

ROBERTO PETRINI
ROMA La corruzione sistemica pregiudica la crescita delleconomia, la pressione fiscale fuori linea e favorisce effetti recessivi, inoltre resta il pericolo di avvitamento (pi tagli, meno Pil, meno gettito, nuovi tagli) della nostra economia. Il presidente della Corte dei Conti Giampaolino lancia lennesimo monito della magistratura contabile, in occasione dellinaugurazione dellanno giudiziario 2013 che cade nel bel mezzo della campagna elettorale. La spirale recessiva stato il motivo conduttore della relazione di Giampaolino. L'asimmetria temporale tra gli effetti restrittivi delle ripetute manovre di riduzione del disavanzo e l'impatto positivo sulla crescita degli interventi di sostegno all'economia e delle riforme genera - ha avvertito il capo della magistratura

BREVIARIO

Berlusconi canta benissimo. Potrebbe andare a Sanremo e vincerebbe il festival


Michaela Biancofiore parlamentare del Pdl
RIPRODUZIONE RISERVATA

Morgan Stanley con una perdita - rileva la Corte dei Conti - di 2,6 miliardi per lItalia. La questione, filtrata allora sui circuiti internazionali e oggetto di un no comment di Via Venti Settembre, ha scatenato una interrogazione parlamentare alla quale, singolarmente, rispose il sottosegretario allIstruzione Marco Rossi Doria. Rivel che il valore di riferimento dei titoli oggetto delle operazioni di swap dello Stato italiano di 160 miliardi ma non espresse valutazioni sui rischi per i nostri conti pubblici. Oggi la Corte dei Conti osserva che non ancora dato sapere quanti di

questi contratti includano la clausola di chiusura anticipata (come quella esercitata con Morgan Stanley e foriera della perdita). La ragione dellinteresse della magistratura contabile che se la clausola scattasse comporterebbe un peso sui nostri conti pubblici di alcuni miliardi. Siccome la Corte dei Conti in sede di giudizio di parificazione a giugno deve esaminare un po tutti i conti dello Stato, dalle fatture delle Asl agli swap, la magistratura contabile sta preparando una richiesta ufficiale e pressante al Tesoro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

FOTO:ANSA

La scheda
CONDONO
Ha motivazioni fondate ha detto Nottola, procuratore generale della Corte dei Conti. Poi ha rettificato

Speculazione del centrodestra: dai magistrati s al condono. Poi arriva la smentita


contabile - un equilibrio fragile e una rincorsa incompiuta degli obiettivi di finanza pubblica. Mentre la Corte dei Conti si prepara a chiedere al Tesoro la lista dei contratti derivati con le banche straniere il condono fiscale ha tenuto banco ieri nel corso della giornata dellinaugurazione. Il nuovo procuratore generale Salvatore Nottola nel corso di una conferenza stampa si soffermato sulla sanatoria, come spiegher pi tardi, in funzione tecnica e astratta. Il condono fiscale, ha osservato spiegando la natura della misura in chiave accademica, ha motivazioni intuitive e fondate che sono di norma, la deflazione del contenzioso e lintroito in tempi rapidi di somme difficilmente recuperabili. Tanto bastato tuttavia al centrodestra e a Gasparri per montare un caso: La Corte dei Conti appoggia la proposta Berlusconi, hanno esultato. In realt Nottola, uscendo dallaccademia, ha spiegato gi durante la conferenza stampa che i condoni sono una sanatoria dellevasione fiscale e ha anche fatto esplicito riferimento allo scandaloso caso, gi denunciato dalla Corte dei Conti, verificatosi con il tombale del 2002-2003 quando molti contribuenti versarono solo la prima rata del condono sanando la propria posizione senza poi pagare le rate successive (mancano ancora al-

MANOVRE
La Corte dei Conti segnala il pericolo di un avvitamento delleconomia legato alle manovre correttive

CORRUZIONE
Secondo il presidente della Corte dei Conti, Giampaolino, la corruzione sistemica pregiudica leconomia

FONDI UE
Le frodi sui fondi comunitari in Italia hanno determinato la sottrazione di un miliardo di euro al bilancio Ue in dieci anni

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

VERSO LE INTERNA POLITICA ELEZIONI

PER SAPERNE DI PI www.eccecustomer.com www.repubblica.it/politica

Il web

Boom di Twitter e Facebook due messaggi ogni secondo cos i politici diventano social
Grillo il pi commentato, poi Bersani e Monti
JAIME DALESSANDRO
ROMA Un vero e proprio boom. Per i politici lultima settimana stata di autentica passione sui social network. Le loro attivit online, fra post, video e foto, sono aumentate di ben cinque volte. Questo significa che ogni secondo su Facebook sono comparsi di media due messaggi legati alle pagine dei principali protagonisti, mentre su Twitter abbiamo toccato i 480 al minuto. O almeno questo che sostiene la startup italiana Ecce/Customer, specializzata in analisi dei social network e indicata dal Mit di Boston come fra le 10 pi innovative del nostro Paese. Sui profili Facebook dei politici, siamo a un milione e 185 mila post in una manciata di giorni o poco pi, spiega Cosimo Palmisano, il trentaseienne fondatore di Ecce/Customer. Su Twitter invece si sono superati i quattro milioni e 600 mila. Se dovessimo ripartire il parlamento in base al volume di post e commenti, termometro pi sensibile rispetto al conto numerico dei fan, Beppe Grillo potrebbe contare sul 56 per cento fra deputati e senatori, staccando di gran lunga Silvio Berlusconi e Nichi Vendola rispettivamente al 9.3 e al 6.7 per cento. Il leader del MoVimento 5 Stelle, e non notizia di oggi, ha un milione di seguaci, contro il mezzo milione di Nichi cento dei casi. Nelle politiche del 2008 era quasi il 70 per cento. E in generale prima ci si limitava a commenti sporadici. Oggi Grillo ha una media di un post ogni 19 minuti e gli altri lo stanno seguendo sulla stessa strada. Tocchiamo cos il secondo punto, quello pi importante, prosegue Epifa-

120
MESSAGGI FB

Ogni minuto vengono postati 120 messaggi legati ai leader politici

Il docente Epifani: la prima campagna online, ma c il rischio che le decisioni ormai vengano prese sullonda dei mi piace
ni. Questa anche la prima campagna elettorale che apre le porte alla politica istantanea, quella fatta sullonda dei like su Facebook. Tanto innovativa quando pericolosa. O imprevedibile. La proposta shock di Berlusconi di domenica ad esempio non ha aumentato, se non marginalmente, il numero di

480
CINGUETTII

Ogni sessanta secondi si contano quasi 500 tweet sui politici

fruitori della politica via Web. Sabato le solite 10 mila persone hanno twittato seguendo la campagna elettorale, domenica dopo lo show televisivo erano saliti a 13 mila. Sui media tradizionali invece quella stessa proposta stata uno spartiacque con una eco molto maggiore. E vero, stata una sorpresa, continua Palmisano. Eppure il messaggio di Berlusconi era diretto a chi guarda la tv non a chi usa i social network, che infatti quella proposta lha derisa. La maggior parte dei politici sta adoperando i social network per parlare a tutti indistintamente. E una ingenuit: in America nelle elezioni del 2008 e 2012 si puntato su messaggi specifici e aree sociali e geografiche specifiche con risultati interessanti. Un consiglio velato. Se quelle strategie venissero applicate alla Lombardia, regione strategica per il controllo del Senato, chiss cosa potrebbe ancora succedere considerando lalto numero di indecisi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Oggi alle 12 diretta con Gianni Rivera, Centro Democratico. Domande a videoforum@repubblica.it

Vendola o i 400 mila di Silvio Berlusconi. Ma la pagina Facebook dellex-comico la scorsa settimana stata la met dalla politica italiana sui social network in termini di contenuti prodotti. Twitter, che pi immediato, offre una classifica diversa e in testa c Pierluigi Bersani, seguito da Mario Monti e da Oscar Giannino al terzo posto, addirittura prima di Beppe Grillo e di Nichi Vendola. Non c dubbio che la nostra prima vera campagna elettorale social appena esplosa, racconta Stefano Epifani, consulente di Antonio Ingoia, docente di comunicazione digitale alla Sapienza di Roma e autore di Manuale di comunicazione politica online uscito nel 2011. Una campagna i cui protagonisti principali sono tutti largamente over Sessanta. Forse anche per questo i social network per certi politici rischiano di essere il megafono per parlare non solo agli elettori, ma anche a tv e giornali. Tutta unaltra musica rispetto a pochi mesi fa. Secondo i dati raccolti da Epifani alle amministrative del 2011, i profili dei politici si sono spenti di colpo dopo le elezioni nel 35 per

Lo studio

Il Politecnico di Milano: lex premier usa molto poco Twitter, ed pi presente su Facebook. Ma lidea di restituire lImu derisa dalla Rete

E i cinguettii ignorano le proposte del Cavaliere


TOMMASO CIRIACO
ROMA Neanche la proposta shock fu galeotta, perch Silvio Berlusconi e Twitter non si amano e forse mai si ameranno. E quanto raccontano i dati dellOsservatorio politico del Politecnico di Milano, BlogMeter e Mimesi360, fotografando la reazione dei social network e della Rete alla proposta no Imu del Cavaliere. Il risultato che il popolo dei cinguettii discute dellex premier e lo martella con ironia, ma lo punisce con lindifferenza. Cio con pochi follower. Ma se Berlusconi arranca su Twitter, funziona invece molto bene su Facebook. Cos bene che il 3 febbraio, giorno dellannuncio Imu, ha pi che doppiato gli altri leader nel grado di coinvolgimento degli internauti a suon di mi piace. La sintesi la fornisce il professor Giuliano Noci: I numeri dicono che Berlusconi non sa usare Twitter, invia messaggi a grappolo e ha un account che non esprime autenticit. Ma su Facebook ha una capacit di coinvolgimento molto alta, anche facendo ricorso a molte foto. Durante la conferenza stampa per lannuncio shock si sono registrate quasi settemila citazioni in unora su social network, blog e testate online. Ma quel giorno i nuovi follower di Berlusconi si sono fermati a quota cinquecento. In quelle stesse ore Grillo ha guadagnato pi di duemila follower, Bersani mille. E questo perch Twitter - lo dimostra il tono dei messaggi pi ritweettati - ha accolto con scetticismo e ironia la proposta del Cavaliere. Con gli altri leader pronti a nutrirsi a suon di follower degli sfott anti Berlusconi. Su Facebook tutta unaltra musica. C chi a favore, chi molto critico. Ma i dati dimostrano che quasi novemila utenti ragionano attivamente sulla proposta choc. Anche se i nuovi fan si fermano a cinquecento, il grado di coinvolgimento rilevato alto. Berlusconi preferisce Facebook, insomma. E forse non un caso, visto che conta almeno venti milioni di utenti. Twitter solo quattro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

10

VERSO LE INTERNA POLITICA ELEZIONI

PER SAPERNE DI PI www.openpolis.it www.camera.it

Il Parlamento

99,9%
PRESENZE

Ok al salva-liste in una settimana ma per lanticorruzione 1400 giorni


Nel dossier Openpolis la doppia velocit delle leggi
TOMMASO CIRIACO
ROMA Un Parlamento defraudato del suo potere legislativo, costretto a inseguire lagenda del governo e sempre pi pressato dai voti di fiducia. E la fotografia fornita da Openpolis nel rapporto "Camere Aperte 2013", utiLuigi Li Gotti (Idv)

Luomo dei record il senatore del Pdl Cristiano De Eccher

65,3%
ASSENZE

Sono le sedute saltate dal senatore dellMpa Pistorio

sioni e Aula della Camera si nota un calo costante. Si passa dalle 3.279 ore del 2008 alle 1.995 del 2012. Tendenza inversa al Senato: 1.387 nel 2008, fino ad arrivare nel 2012 a 2.717 ore. ASSENTEISTI Al Senato il recordman Giovanni Pistorio (Mpa): ha saltato il 65,3% delle sedute. Lo insegue Domenico Nania (Pdl), 64,5%. A Palazzo Madama i senatori pi presenti sono stati Cristiano De Eccher (Pdl) con il 99,9% di presenze e Achille Totaro (Fratelli dItalia), 99,8%. Il migliore alla Camera stato Remigio Ceroni (Pdl), presente al 99,88% delle sedute, e Giorgio Lainati con il 99,84%. I pi assenti: Antonio Gaglione (91,7%) e Niccol Ghedini (81,2%). Openpolis fornisce anche una speciale classifica dei parlamentari che assentandosi hanno salvato il governo Berlusconi. Al primo posto c Pier Luigi Bersani, non presente a 2.313 voti, al terzo Antonio Di Pietro con 2.025 voti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Fiducia sul 16% dei provvedimenti di Berlusconi La percentuale con Monti sale al 44%
le a fare il punto sulla sedicesima legislatura ormai agli sgoccioli. LEGGI LEPRE E LUMACA E la speciale classifica dei provvedimenti pi veloci e pi lenti approvati dalle Camere. La turbo legge della legislatura - 6 giorni per il via libera - stata quella utile ad abbinare referendum e ballottaggi del 2009. Al secondo posto spicca il provvedimento salva liste per le Regionali del 2010 (7 giorni). Seguono il Salva Italia del governo Monti (16) e il Lodo Alfano (20). A distinguersi invece per lentezza stata la legge anticorruzione: ben 1.456 giorni per licenziarla. Ma hano faticato parecchio anche quella sul contrasto allusura (1.357) e quella sul riconoscimento dei figli naturali (1.259). PARLAMENTO E GOVERNO Lo strapotere dellesecutivo nellattivit legislativa tendenza costante da alcune legislature. Nella sedicesima appena trascorsa si accentuata. Delle 387 leggi approvate, ben 297 sono di origine governativa (e con un iter medio di 130 giorni) e solo 90 quelle parlamentari (600 giorni in media). Con il governo Berlusconi il peso dellesecutivo nella produzione legislativa stato dell80%, con Monti del 68%. FIDUCIE E INTERROGAZIONI Il governo Berlusconi ha approvato 16 leggi ogni cento ricorrendo alla fiducia, mentre con Monti la cifra si quasi triplicata: 44% di provvedimenti licenziati con questo strumento. Poca attenzione invece stata riservata alle interrogazioni e alle interpellanze. Se il governo Berlusconi ha risposto poco (39%), lesecutivo di Monti ha fatto decisamente peggio (29%). ORE DI SEDUTA Sommando le ore di commis-

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

VERSO LE INTERNA POLITICA ELEZIONI

PER SAPERNE DI PI www.beppegrillo.it giornatedellalaicit.com

11

La Lombardia

Anche i montiani votino per Ambrosoli


Borletti Buitoni: siamo in guerra, solo cos possiamo sconfiggere il centrodestra
ANDREA MONTANARI
MILANO In Lombardia voter Ambrosoli perch solo lui pu fermare la rimonta della coalizione Lega-BerlusconiFormigoni. Ilaria Borletti Buitoni, capolista alla Camera di Scelta civica per Monti nel collegio Lombardia 1 spiega il perch del suo endorsement per il candidato del centrosonistra: Resto fedele a Monti, ma siamo in guerra e senza una riflessione, rischiamo di perderla. Signora Borletti Buitoni, perch il voto disgiunto in Lombardia unipotesi utile? Non ho nulla di personale contro Gabriele Albertini. Lo voter al Senato. Il mio ragionamento nato dalla lettura dei sondaggi. In Lombardia c una ripresa sostenuta della coalizione Lega-Berlusconi-Formigoni. Ambrosoli e Maroni sono dati alla pari. In questa situazione, necessario che tutti gli elettori moderati di Monti, che sostengono la proposta di Albertini, riflettano: bisogna fermare la rimonta di Lega e Pdl. Come? Rafforzando lunico candidato che in condizione di arginare il centrodestra. do che nessuno si aspettasse che il quadro sarebbe cambiato cos. Perch Ambrosoli? una persona della societ civile come me che ha deciso di mettersi in gioco. E magari si di domanda ogni mattina come faccio io: chi me lo ha fatto fare. Non lavrei mai fatto se nel suo programma non ci fossero proposte sullambiente che condivido. A questo punto Albertini dovrebbe ritirarsi dalla corsa? Non sta a me dirlo. Dovr dirlo lui nei prossimi giorni. Questa s sarebbe uningerenza. Certo allinizio il suo progetto poteva essere sostenibile, ma il quadro generale cambiato. vero che Monti si arrabbiato dopo il suo appoggio ad Ambrosoli? Il presidente Monti in questo momento molto impegnato in cose pi importanti. Questo tutti ce lo dimentichiamo un po troppo spesso. Sa che sono una persona non facile e molto irritabile. Di carattere. Ma non mi pare di aver sentito delle particolari reazioni da parte sua. Sono convinta che ha capito il senso della mia frase.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La scheda
IL VOTO
Il 24 e 25 febbraio si vota anche in Lombardia il centrosinistra schiera Ambrosoli

ALBERTINI
Gabriele Albertini il candidato dei montiani alla presidenza della lombardia

LA PROPOSTA
Ambrosoli ha chiesto ai montiani il voto disgiunto tra Senato e la Regione Lombardia

Ilaria Borletti Buitoni Ambrosoli dice che in molti la seguiranno. Chi fa parte della societ civile deve riflettere su dove il proprio voto possa essere pi efficace. Dopo tutto quello che successo negli ultimi mesi e vedendo lo stato in cui ridotta la Lombardia. Aveva avvertito di questa sua decisione il professor Monti? Quando ho accettato la sua proposta di candidarmi alla Camera, non mi stato chiesto un patto. Ma di rimanere fedele ai temi della tutela del territorio, della cultura e dellambiente che hanno sempre fatto parte della mia storia. Non abbiamo parlato di coalizioni o di alleanze. La nostra indipendenza di candidati non va letta politicamente. In Lombardia, ci vuole un cambiamento radicale. Albertini, per, dice che lei piccona la barca su cui si trova. Le ragioni che hanno portato alla nascita della lista Monti sono diverse da quelle che hanno portato Albertini a decidere di proporsi con una sua lista civica. La scelta di Albertini ha ricevuto la stima di Monti, ma non una diretta emanazione della proposta del Professore. Monti ha proposto un confronto riformista molto preciso su temi che vanno dal lavoro alla cultura. Io difendo la mia candidatura in Lombardia, ma cre-

Il caso

ANNALISA CUZZOCREA
ROMA Potrebbe essere La7 la televisione scelta da Beppe Grillo per la sua apparizione in diretta. Lha annunciata, per la seconda volta, luned, a testimonianza di un cambio di passo che ha messo tra parentesi la consuete invettive anti talk show. Dopo la Rete e le piazze, che non smette di girare, arrivano un libro (quello scritto con Dario Fo e Gianroberto Casaleggio), un evento a teatro che servir a presentarlo (con tutti e tre sul palco), e probabilmente

Grillo prepara lo sbarco in tv no a Santoro, tratta con Mentana


E un saggio accusa: il Movimento manipola il consenso
Ieri il comico era in Sardegna. Prima di tutto nel Sulcis, a parlare con gli operai Alcoa che da un mese occupano una galleria della Grande Miniera di Serbariu. Dovete uscire immediatamente da qui, dovete pensare alla famiglia, ha detto. Non sono qui per fare promesse, ma vi garantisco che se vinciamo mandiamo tutti a casa. Vi hanno rovinati 20 anni di politica marcia. Nei comizi di Carbonia e Cagliari attacca Berlusconi: Adesso c' il nano che dice vi ridiamo lImu, e poi un set di pentole, due materassi. Credere a lui come credere a Coccolino. Ma non manBeppe Grillo durante il comizio di ieri a Cagliari cano affondi sul Pd e sul presidente della Repubblica: torna a chiedere uninchiesta sui vertici dei democratici dal 95 a oggi, e su Napolitano dice: Parlando di privacy sul caso Monte dei Paschi ha detto cosa di una gravit incredibile. Sono collusi tutti, chiaro. Tutti i vertici. Guardate quanto ci costa O Giorgione, o guaglione: 242 milioni di euro l'anno. Alcuni ragazzi lo contestano per le apertura a casa Pound: a Cagliari, sulle gradinate che sovrastano una piazza piena, hanno acceso due torce rosse e hanno esposto uno striscione con la

Il leader contestato a Cagliari da giovani antifascisti per lapertura a Casapound


unapparizione televisiva. Ma da chi? A giudicare da quello che dicono alcuni degli attivisti vicini allo staff, il conduttore scelto dal comico potrebbe essere Enrico Mentana. Non ci sono alternative - racconta un candidato del Movimento - la Rai neanche a parlarne, Santoro considerato un falso amico, Sky, che lunica tv di cui Grillo non parla male, troppo di nicchia. Lo spazio adatto potrebbe essere quello garantito dal direttore del Tg La7, che per conferma solo di aver invitato Grillo come altri, e di essere consapevole che alla fine tutti decideranno secondo il loro interesse. Ho creato le condizioni - spiega Mentana - siamo sempre stati aperti verso di lui e i suoi candidati, se decidesse di venire da noi certo non ci tireremmo indietro.

Ingroia

Dico s alla liberalizzazione delle droghe leggere


ROMA Antonio Ingroia personalmente favorevole alla liberalizzazione delle droghe leggere. Il candidato premier di Rivoluzione civile ha ribadito ieri al forum dellAnsa la sua posizione rispetto a una questione che per anni stata considerata tab. Lex procuratore aggiunto palermitano ha bollato come ingiusta e sbagliata la legge vigente, riferendosi alla norma che equipara luso delle droghe pesanti a quelle leggere. Per Antonio Ingroia infatti sarebbe auspicabile ripristinare una netta distinzione fra queste due tipologie.

scritta Grillo apre ai fascisti noi no. Non contestiamo il politico in quanto tale - spiegano - ma solo le sue parole che sono inaccettabili. Una contraddizione, quella svelata dal video davanti al Viminale in cui Grillo dice a un ragazzo di Casa Pound: Non ho nulla in contrario se uno di voi entra nel Movimento, che solo una delle tante che ha contraddistinto la sua ascesa in politica. E che sono protagoniste del libro di Federico Mello, Il lato oscuro delle stelle, in uscita per Imprimatur. Lautore parte da Internet, dallutopia di una democrazia diretta che possa cancellare i partiti, le istituzioni, le nazioni, portando a un mondo dove tutto sia deciso e condiviso in Rete. Per poi spiegare bene che Internet non certo il paradiso dei buoni e dei giusti, che c chi - per professione - la manipola. Cos impariamo cosa vuol dire astrosurfing, e come funzionano i fake, quegli account spesso creati da una sola persona e utilizzati - su Internet - per rafforzare un messaggio o attaccare una persona che fa domande scomode. Fino a entrare dentro la Casaleggio Associati, a capire come lavora al fianco di Grillo, a scoprire che il figlio di Gianroberto - Davide - nel libro Tu sei rete spiegava come creare su Internet gruppi auto-organizzati che possono diventare potenti nel veicolare un messaggio. Con una premessa: Una formica non deve sapere come funziona il formicaio, altrimenti, tutte le formiche ambirebbero a ricoprire i ruoli migliori e meno faticosi, creando un problema di coordinamento. Nellultima parte, la cronaca di epurazioni e promesse mancate. Il lato oscuro delle stelle.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

12

GLI SCANDALI DELLA FINANZA ECONOMIA

Linchiesta

Su Antonveneta regole rispettate Vigni oggi si difende davanti ai pm Il Vaticano nega un ruolo dello Ior
Si muove anche la Procura di Forl: conti a San Marino
FRANCESCO VIVIANO
SIENA Se nera andato dal Montepaschi di Siena nel dicembre 2011 con tutti gli onori ed una invidiabile liquidazione di oltre 5 milioni di euro, censurata dalla Banca DItalia, ma dopo la sua riscossione. Poi, Antonio Vigni, 59 anni, ex direttore generale di Mps, finito nel tritacarne dellinchiesta sullacquisto dellAntonveneta e sui derivati. indagato con lex Presidente Mussari ed altri vertici della banca ed oggi sar interrogato dai Pm senesi, Antonio Nastasi, Aldo Natalini e Giuseppe Grosso. il primo dei vertici della Mps che viene ascoltato dai magistrati visto il forfait dellaltro ieri di Giuseppe Mussari che sar interrogato nei prossimi giorni. Ed oggi, Antonio Vigni non si avvarr della facolt di non rispondere. Lex custode della mare per i continui contatti con altre procure, Milano, Roma, Trani e, per ultima ieri si aggiunta quella di Forl che nel 2009 si occup di uninchiesta riguardante un presunto giro di denaro sporco tra Italia e San Marino; coinvolte una filiale locale del Montepaschi e la filiale Mps della repubblica del Titano. La Procura di Forl ha ipotizzato unassociazione per delinquere finalizzata al riciclaggio e allostacolo allautorit di vigilanza ed il Monte Paschi accusata di illecito amministrativo; linchiesta coinvolge anche Giuseppe Mussari in quanto allepoca legale rappresentante di Mps. Intanto ieri il giornalista Paolo Mondani di Report stato interrogato come persona dei fatti dai pm di Roma, Stefano Rocco Fava e Stefano Pesci nellambito di una indagine per riciclaggio che coinvolgerebbe lo Ior. Una fonte di Mondani ha rivelato che presso la banca del Vaticano furono aperti 4 conti due dei quali intestati a Giuseppe Mussari e Gianluca Baldassarri (ex capo area finanza di Mps ed anche lui indagato ed allo stato irraggiungibile). Ma la Santa sede ieri, per bocca del suo portavoce, padre Federico Lombardi, ha smentito ed escluso che dirigenti del Montepaschi abbiano avuto possesso di fondi presso lo Ior.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La vigilanza

Fmi: Da Bankitalia controlli efficaci e puntuali


ROMA La Banca dItalia ha vigilato in modo tempestivo ed appropriato sul Monte dei Paschi. Il giudizio degli ispettori del Fondo monetario internazionale, nel nostro Paese per preparare il periodico rapporto sulla stabilit finanziaria. La sorveglianza stata ravvicinata - ha detto Gerry Rice, portavoce del Fondo - e si intensificata quando i problemi di Mps diventavano acuti. Ora importante che la banca continui con il suo piano di ristrutturazione.

AL VERTICE
Il governatore della Banca dItalia, Visco

Le Procure che indagano Lex direttore non parler dei derivati gestiti a Londra da Baldassarri: operazioni ereditate
cassaforte del Montepaschi dove stato trovato nellottobre scorso il contratto segreto sui derivati Santorini ed Alexandria, definiti tossici, e poi trasmesso dai nuovi vertici di Mps (Profumo e Viola) alla Consob ed a Bankitalia pronto a chiarire: Ai magistrati finalmente spiegher tutto, non so se e chi ha rubato. Io non mi sono arricchito n sono fuggito, ho lavorato 40 anni. Sono figlio di contadini, confida ad un amico alla vigilia del suo interrogatorio. Quindi, massima disponibilit. Ma sveler le sue presunte malefatte e quelle degli indagati per associazione per delinquere, ostacolo alle attivit di vigilanza e truffa nei confronti dei risparmiatori? Una linea di difesa laveva anticipata in alcune interviste dove Vigni aveva sostenuto che tutte le operazioni relative a Santorini e Alexandria lui le eredit dei suoi predecessori. Ma Vigni era anche il diretto responsabile di Gianluca Baldassarri il capo dellarea finanza che da Londra era al centro di quella girandola di derivati. Piuttosto su Antonveneta, sulla trattativa con la banca spagnola Santander che dalla vendita ricav 10 miliardi di euro da Mps, Vigni dovrebbe sapere molto. E su quello risponder annuncia lex direttore generale. Dovr rispondere delle accuse di ostacolo agli organi di vigilanza e false comunicazioni proprio nell'ambito dell'acquisizione di Antonveneta Linterrogatorio previsto per questa mattina alle 10,30 negli uffici della Procura di Siena che diventata un porto di

SIENA
La Procura di Siena indaga sullacquisizione di Antonveneta e sui contratti derivati firmati dagli ex vertici del Monte

TRANI
Nel mirino dei magistrati pugliesi ci sono prodotti tossici offerti ad alcuni imprenditori da cinque banche, tra cui Mps

ROMA
Altro fascicolo, per ora contro ignoti, aperto a Roma: le ipotesi sono ostacolo alla vigilanza e manipolazione del mercato

MILANO
La Procura ha indagato fino a novembre sui rapporti tra Mps e la banca daffari Dresdner. Atti passati a Siena

FORL
Uninchiesta del 2009 riguardava la Cassa di San Marino e la filiale locale di Mps. E ieri gli atti sono stati affidati ai pm senesi

Il retroscena

Somme ingenti a quattro enti ecclesiastici per coprire persone legate alloperazione Mps-Antonveneta

MARIA ELENA VINCENZI


ROMA Non tanto loperazione Antonveneta, ma il ruolo dello Ior. La sua scelta di coprire, tramite quattro conti intestati ad altrettanti istituti di religione, cinque personaggi che avrebbero avuto un ruolo nellacquisizione della banca padovana. Un dettaglio magari irrilevante per linchiesta sul Monte dei Paschi che, per, d nuovo slancio a quella della Procura di Roma su alcuni casi di riciclaggio dello Ior. Per questo ieri i titolari del fascicolo sullIstituto per le Opere di religione, il procuratore aggiunto Nello Rossi e i pubblici ministeri Stefano Fava e Stefano Pesci, hanno sentito il giornalista Paolo Mondani che, luned sul Corriere della Sera, ha pubblicato il racconto di un alto dirigente del Vaticano. Rivelazioni che - per gli inquirenti romani - hanno un motivo di interesse nel ruolo di copertura che lo Ior avrebbe avuto. Il testimone, infatti, ha parlato di diverse riunioni tenutesi nel Torrione Niccol V per lacquisizione di Antonveneta e, soprattut-

I magistrati e il mistero di quei conti Oltretevere


La Procura della Capitale sente il giornalista Mondani autore di uninchiesta
to, di quattro conti intestati a quattro organizzazioni religiose che coprono personaggi che hanno avuto un ruolo nellaffare. Conti appoggiati sulla Banca del Fucino di via Tomacelli a Roma. Di uno di questi, il testimone ha anche fornito numeri e depositi: uno da 100 mila euro e uno da 1,2 milioni. Soldi che sarebbero serviti a pagare le persone utilizzate nel 2007 per organizzare la seconda vendita di Antoveneta. Mondani ha confermato quello che ha scritto senza fornire elementi pi utili. E ora lintenzione delle toghe quella di capire a chi siano intestati

Allo studio una rogatoria in Vaticano, nuove carte trasferite a Siena


quei conti e quale e quanto denaro sia passato da l. E, soprattutto, per quale motivo. Era parte della maxi-tangente legata allacquisto della banca padovana? un altro caso di riciclaggio? Dettagli che potrebbero essere utili a dare nuovo impulso a un fascicolo che Roma ha aperto parecchio tempo fa (il sequestro di 23 milioni di euro dello Ior risale al settembre del 2010) e per il quale, recentemente, ha chiesto una proroga di indagini. Proprio per questo non escluso che la Procura possa disporre accertamenti su quei conti. Prima fra tutti

INDAGATO
Lex presidente Ior Ettore Gotti Tedeschi rappresentante di Santander

una rogatoria in Vaticano. Se infatti quelle operazioni di riciclaggio fossero confermate, potrebbero unirsi a quelle che hanno gi portato alliscrizione nel registro degli indagati, nel 2010, dellallora presidente Ettore Gotti Tedeschi e del direttore generale Paolo Cipriani. E ora questi nuovi elementi potrebbero far emergere altri casi utili a legare tra loro episodi che, al momento, sembrano non avere collegamento. Potrebbero servire a fare un passo in pi: a dare una visione di insieme del fenomeno e di eventuali responsabilit. Due inchieste che si sfiorano, quelle su Mps e sullo Ior, ma che sono e resteranno ben distinte, probabilmente anche come sede. Se da un lato la Procura della Capitale vuole andare a fondo sullistituto di credito vaticano, dallaltro sembra intenzionata a inviare a Siena gli atti del fascicolo Mps. Latteggiamento di piazzale Clodio, in questo senso, di apertura e collaborazione, ha spiegato una fonte investigativa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

PER SAPERNE DI PI www.mps.it www.bancaditalia.it

13

La banca

Il Montepaschi smonta i derivati impatto di 700 milioni sul bilancio


Profumo: non si tratta di un buco, e su Mussari ho sbagliato
DAL NOSTRO INVIATO ANDREA GRECO
SIENA Deutsche Bank e Jp Morgan collaborano con Mps su Santorini e Nota Italia, Nomura finora nicchia, e rischia un contenzioso con la banca senese sugli strutturati Alexandria. Il management del Monte, come annunciato da settimane, non aspetter gli esiti dei negoziati, e oggi far comunque piena luce sui prodotti tossici nel bilancio, che dovrebbero avere un impatto di circa 750 milioni lordi, da infilare riaprendo il bilancio 2009. Tale somma, se approvata dai consiglieri, costituir limpatto sul bilancio 2012 per smontare derivati e strutturati di cui lArea finanza fece uso smodato tra 2002 e 2011, cercando invano di sostenere la redditivit e allontanare le perdite. Limpatto patrimoniale delimitato, poich nel novembre scorso Mps aument di 500 milioni la richiesta di bond del Tesoro, pari a 3,9 miliardi e di vicina emissione. Il lavoro preparatorio del cda - si dice dentro e fuori Rocca Salimbeni (Pwc ed Eidos collaborano alla ricognizione dei tre prodotti strutturati finiti nel mirino degli inquirenti) - stato alacre. Pare che il presidente Alessandro Profumo e lad Fabrizio Viola non vogliano pi aree grigie nei conti, e adotteranno un approccio conservativo sulle partite critiche anche a costo di chiudere il 2012 con altre ingenti perdite, circa 2 miliardi per gli operatori. Il mercato da tempo chiede trasparenza sui numeri (il titolo ieri si ripreso il 3,22%). Come ha spiegato Profumo a Otto e mezzo, non si tratta di un buco nei conti, ma di appostare subito operazioni che hanno spalmato nel tempo le perdite. Limpatto sui conti Mps a 30 anni sar uguale a zero, perch recupereremo le perdite che stiamo contabilizzando. Alexandria, Santorini e Nota Italia sono prodotti complessi con sottostanti titoli cartolarizzati, e che incorporano derivati e rifinanziamenti. Tecnicamente, per smontarle Mps dovrebbe effettuare operazioni di segno uguale e contrario, chiudendo ogni posizione con le controparti Nomura, Deutsche Bank e Jp Morgan. E se nel primo caso non sar possibile, la banca comunque far una congrua svalutazione. In tiv Profumo ha ammesso che la nomina di Mussari alla presidenza dellAbi stato un errore, gli sbagli a volte si commettono, e aggiunto: Il mio giudizio su Mussari come banchiere non positivo. Nel 2010 il placet dellallora leader di Unicredit fu decisivo per promuovere lallora presidente Mps allassociazione banchieri. E Mussari un anno fa vantava un ruolo forte nel portare Profumo a Siena.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SOTTO INCHIESTA
Lex presidente del Monte dei Paschi di Siena Giuseppe Mussari (a sinistra) e lex direttore generale Antonio Vigni

FOTO: IMAGOECONOMICA

Il caso

Politici, sindacalisti e celebrit locali nei cda del Monte finisce il Bengodi
Taglio di 200 poltrone: rischiano ex sindaci e i figli di Aceto e Berlinguer
I protagonisti

DAL NOSTRO INVIATO MAURIZIO BOLOGNI


SIENA La terapia ProfumoViola iniziata cos: 16 cda e 200 poltrone di consiglieri e sindaci falciati in pochi mesi, sostituzione di nominati esterni con manager interni, risparmio previsto 1,5 milioni. Ma la cura lunga e difficile perch allobiettivo dichiarato abbattere i costi se ne aggiunge un altro: recidere il legame con la politica locale che si spartiva i posti nei cda. Ragionieri e maestri di scuola elementare, funzionari di partito e impiegati di banca, molti sono an-

ACETO
Il figlio del fantino (foto), Antonio, amico di Mussari, nel cda di Monte Paschi Banque a Parigi

PICCINI
Da vice capo ufficio a vice direttore generale di Mps Francia dopo essere stato sindaco. E out da dicembre

TIRELLI
Gi assessore centrosinistra a Firenze. Passato al Pdl, nominato nel cda di Mps Belgio, in quota Verdini

CECCUZZI
Sindaco Pd abbattuto un anno fa dallopposizione interna che non grad il rinnovamento Mps si ricandida a primo cittadino

BERLINGUER
Un altro figlio illustre, Aldo Berlinguer, siede nel cda di Antonveneta. Suo padre Luigi (foto) stato rettore a Siena

Per i dipendenti della banca e della Fondazione la ricca riserva delle controllate estere
cora l a fare i banchieri, a volte con doppi e tripli incarichi nelle diverse societ (oltre 30), per compensi vari, da gettoni di poche migliaia di euro a ricchi emolumenti: il top era di Giuseppe Mussari (713.000 euro), miglior contribuente tra i 23 amministratori del gruppo Mps che negli ultimi decenni hanno versato somme al Pd. In questi anni la potente Fisac-

Cgil non ha solo sponsorizzato carriere interne (quella dellex dg Antonio Vigni, ad esempio), ma ha anche piazzato uomini nei cda: nel board della capogruppo fino ad un anno fa cera Fabio Borghi, ex segretario generale della Cgil di Siena, che resta membro di controllate (un suo successore nel sindacato, Claudio Vigni, nel cda di Mps Capital services). In quota centrodestra cera Carlo Querci, padre del manager Mediaset Niccol. Ma se si allarga lo sguardo alle societ della galassia non bancarie (immobiliari ad esempio) e riferibili anche alla Fondazione, negli ultimi tempi si trova la presenza di tutta la politica locale di vertice:

dal leader di Popolari-Margherita Gabriello Mancini (presidente della Fondazione) ai molti membri dello stesso Ente, dallex segretario provinciale dei Ds Luca Bonechi (Immobiliare Sansedoni), agli ex presidenti della Provincia di Siena Alessandro Starnini (Immobiliare Novoli) e Fabio Ceccherini (vice presidenza di Mps Capital Services), ex assessori regionali come Moreno Periccioli (Antonveneta e Mps leasing&factoring) e provinciali Michele Logi (Banca popolare di Spoleto), ex consiglieri comunali a Siena sia di maggioranza come Mauro Rosati (Antonveneta) che di opposizione come Leonardo Bandinelli (Banca Popolare di

Cariche e gettoni di presenza per anni spartite tra Ds e i leader di Forza Italia
Spoleto). E poi ci sono i figli: Aldo Berlinguer, quotato professore universitario ma anche erede di Luigi, e Antonio Degortes, fondatore del primo circolo di Forza Italia a Siena ma da allora pi dedito allimpresa che alla politica, figlio del fantino del Palio Aceto (amici entrambi di Mussari un cui cavallo ha vinto un Palio) e inviato dallex presidente nel cda di

Monte Paschi Banque in rue Meyerbeer a Parigi. Le banche allestero, una riserva protetta. Nel cda di Banca Monte Paschi Belgio due amministratori di origini cielline, limprenditore senese Marco Paglialunga e Alberto Tirelli, assessore alla casa a Firenze con Primicerio sindaco (centrosinistra), una vita politica passando da Margherita a Pdl e ora la benedizione di Denis Verdini per il posto al Monte. A Parigi, nel board con Degortes dal febbraio 2011 c Stefano Bruzzesi, traghettato direttamente dalla segreteria regionale del Pd dove continua a fare il responsabile enti locali, uomo in quota ad Alberto Monaci, area

cattolica dei democratici. A Parigi cera Pierluigi Piccini, gi capo ufficio della banca e sindacalista Fisac-Cgil prima di essere eletto sindaco Ds di Siena negli anni Novanta, finito nella capitale francese dopo che lallora segretario Pd Franco Ceccuzzi gli prefer Mussari per la presidenza della Fondazione Mps. Piccini fu allora ricompensato con un esilio dorato e un salto di carriera niente male: da vice capo ufficio a vice direttore generale. Da dicembre Piccini fuori dal Monte. E uno dei 100 dirigenti che hanno lasciato la Banca, pensionati o incentivati dalla cura ProfumoViola.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

14

LAMERICA ECONOMIA DI OBAMA

PER SAPERNE DI PI www.whitehouse.gov www.standardandpoors.com

Obama punisce i signori del rating


Causa da 5 miliardi di dollari contro S&P per i mutui subprime
(segue dalla prima pagina)

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE FEDERICO RAMPINI NEW YORK I CHE cancellare i profitti accumulati in molti anni di attivit. La durezza dellattacco pienamente giustificata, dichiara il ministro di Giustizia di Obama che dirige il procedimento: Il loro comportamento scandaloso, e sta al centro dellultima crisi finanziaria. Annunciando la maxi-causa federale contro S&P, Eric Holder spiega che un passo avanti nei nostri sforzi per indagare e punire quelle azioni che hanno contribuito alla peggiore crisi economica mondiale della storia recente. Perch 5 miliardi? E la stima dei danni che la massima agenzia di rating avrebbe inflitto alle banche, agli altri investitori

istituzionali, ai risparmiatori. Le prove accumulate dalla task force di inquirenti federali si concentrano su un periodo di soli otto mesi, da marzo a ottobre del 2008. In quellarco di tempo spiega il segretario alla Giustizia quasi ogni titolo che aveva come contropartita un credito verso i titolari di mutui, e che fu valutato con i rating dalla S&P, non solo ebbe risultati molto inferiori ai rating, ma fin per fallire. Allorigine di tutto c un gi-

gantesco conflitto dinteressi. S&P, cos come le altre agenzie di rating, per emettere le sue pagelle sulla solvibilit dei debitori si faceva pagare dagli stessi emittenti di quei titoli. Era una gara ad accattivarsi i clienti regalandogli bei voti, quella che il Dipartimento di Giustizia descrive nei minimi dettagli (con dovizia di email, documenti interni, testimonianze). Le vittime erano gli investitori: alcuni dei quali per legge sono tenuti a farsi guidare

dai rating, come nel caso dei fondi pensione che possono acquistare solo titoli con una certa votazione. Questi investitori sono stati ingannati, sistematicamente e consapevolmente, da S&P. Ora, mentre S&P definisce la maxi-causa destituita di qualsiasi fondamento fattuale e legale, a Wall Street i maliziosi mettono in circolazione ogni sorta di dietrologie. Ci sinterroga sul perch questa causa arrivi sette anni dopo il misfatto. C chi la

La diplomazia

La sicurezza

Barack in primavera a Gerusalemme Anche americani nel mirino dei droni prima visita in Israele da presidente Esecuzioni mirate se c pericolo
IN PRIMAVERA Barack Obama visiter Israele, per la sua prima volta da presidente: anche per questo un viaggio molto atteso in America e allestero. La mancata visita nel suo primo mandato gli aveva procurato le critiche della destra repubblicana. Obama visiter anche Cisgiordania e Giordania. UN DOCUMENTO svela le regole che autorizzano le esecuzioni mirate dei cittadini americani. Secondo la Nbc, sufficiente la decisione di un alto funzionario perch un bersaglio sia ucciso da droni senza ricorso a un procedimento giudiziario, se questi ritenuto un pericolo imminente o se appartiene ad Al Qaeda.

mette in relazione con il downgrading che S&P volle infliggere al credito sovrano degli Stati Uniti nellestate 2011. Inoltre la vendetta di Obama viene messa in relazione al fatto che i potentati di Wall Street si schierarono (con generosi finanziamenti) in favore del suo avversario Mitt Romney nella campagna elettorale del 2012. Ora che Obama non deve fronteggiare pi alcuna campagna elettorale, e ha quattro anni di governo davanti a s, giunta lora di regolare i conti? Queste dietrologie sottovalutano il fatto che una causa di questo tipo richiede una preparazione enorme, accurata, con raccolte di prove e testimonianze spesso difficili da ottenere in un mondo omertoso come la finanza. A chi invece accusava Obama da sinistra, per non avere trascinato davanti alla giustizia i veri responsabili di questa crisi, il presidente ora pu rispondere: i conti si faranno alla fine.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lanalisi

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE


NEW YORK Il giustiziere della crisi globale del 2008: cos che Barack Obama vuole passare alla storia? Loffensiva lanciata contro Standard & Poors ha quasi laspetto di una catarsi finale. Trascinare i Signori dei rating in tribunale con richieste di danni per 5 miliardi di dollari, vuol dire risalire alle origini di questa crisi, aggredire la madre di tutti i conflitti dinteressi. Dal ruolo di complici, sodali e apprendisti stregoni della finanza tossica, fino a quelli di arbitri dei governi grazie alle pagelle sulla solvibilit degli Stati sovrani, le agenzie di rating sono investite di una potenza inaudita. E sempre pi intollerabile agli occhi delle opinioni pubbliche, dei governi, talvolta perfino delle banche centrali. In una delle convulsioni di crisi delleurozona, il 15 gennaio 2012 anche il presidente della Bce Mario Draghi aveva auspicato per le agenzie di rating un potere molto pi limitato di quello che hanno attualmente. Obama ci prova. Attirandosi ogni sorta di sospetti e dietrologie: che voglia far pagare a S&P laffronto del downgrading degli Stati Uniti, o gli appoggi al repubblicano Mitt Romney. I governi possono avere dei secondi fini, incluso quello di liberarsi da vigilanze scomode. Ci non toglie che in questo caso i vigilantes dei rating non sono degli insospettabili. Anzi: hanno lasciato le loro impronte digitali su tutti gli episodi-chiave della grande crisi. Le hanno definite il pi strano ibrido del capitalismo finanziario: sono societ private, svolgono la loro attivit a scopo di profitto, ma di fatto occupano un ruolo di regolatrici dei mercati. Questo accade perch vaste categorie di investitori istituzionali tanto pi se tenuti a comportamenti prudenti, come i fondi pensione devono per legge o per statuto acquistare solo titoli che abbiano un rating o voto elevato a tutela del loro valore e della loro solvibilit. Il triopolio Usa composto da Standard&Poors che la leader, seguita da Moodys e Fitch (tutte insieme producono il 95% dei rating

Standard & Poors (insieme alle altre agenzie) al centro della crisi finanziaria globale

Dai titoli tossici ai debiti sovrani la madre di tutti i conflitti dinteresse


mondiali) d i voti agli emittenti dei titoli che vengono collocati sui mercati: buoni del Tesoro, obbligazioni emesse da banche e aziende. Incollando sigle fatte di lettere (A, B, Aaa, ecc.) e di segni aritmetici (pi, meno) ai debitori che emettono titoli, le agenzie pubblicano pagelle il cui impatto decisivo. Tutti gli investitori si fanno guidare da quei voti, prima di decidere se comprare titoli e quale rendimento pretendere in cambio del rischio che si assumono. Le agenzie non lavorano gratis. Il rating se lo fanno remunerare dalle stesse societ emittenti di titoli. Un rating costa dai 1.500 dollari ai 2,5 milioni, a seconda delle dimensioni del soggetto votato. Solo sui bond di molti Stati sovrani il rating viene emesso gratis. Di qui il sospetto che le agenzie siano state lassiste con certe aziende private, ultra-rigoriste con alcuni Stati. Il corposo dos-

La crociata di Obama contro il pi strano ibrido del capitalismo finanziario

PRESIDENTE
Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama (in alto) e a fianco la sede di Standard and Poors

sier elaborato dal Dipartimento di Giustizia riguarda i voti di alta solvibilit regalati a tanti prodotti strutturati, i famigerati titoli della finanza tossica, con dentro crediti legati ai mutui che si sarebbero rivelati inesigibili. Tra gli incidenti pi scabrosi di

questi anni ci fu anche il falso downgrading della Francia, una notizia errata, trapelata il 10 novembre 2011 dagli uffici della S&P, suscitando in pochi minuti oscillazioni isteriche sui mercati. Sotto lAmministrazione Obama il dipartimento di Giustizia ha accumulato prove

pesanti. Ecco alcuni esempi di come funzionava la mafia dei rating. S&P fatturava 150.000 dollari per valutare titoli collegati ai mutui subprime, e fino a 750.000 per titoli complessi. Se lemittente dei titoli riusciva a trovare giudizi pi favorevoli da Moodys o Fitch, lanalista di S&P colpevole di aver perso il cliente era costretto a presentare un dettagliato memorandum di autodifesa per giustificarsi. La maggior parte dei rating venivano completati in meno di 15 minuti. La parola dordine era: business friendly, compiacere il cliente. Il disastro dei mutui era chiaro ai vertici S&P gi nel 2006, ma lo nascosero per un anno. Quando cominciarono a declassare tutti i rating allimpazzata, nel 2007, con perdite di 2.000 miliardi sui valori dei titoli, fu il detonatore della crisi sistemica mondiale. Nella grande riforma dei mercati

promossa da Obama, e approvata dal Congresso con il nome di legge Dodd-Frank, c di che ridimensionare il potere delle agenzie. La Sec, che oltre a vigilare sulla Borsa diventata lauthority di controllo sulle agenzie, ha deciso di ridurre il ricorso ai rating in molti dei suoi regolamenti. Ha promesso di elaborare dei metodi sostitutivi per chi voglia investire in modo trasparente sfuggendo alla dittatura dei rating. La Dodd-Frank allarga il campo della responsabilit civile, per facilitare gli investitori che vogliano rivalersi sulle agenzie. E stato creato lOffice of Credit Ratings, destinato a diventare il cane da guardia che star alle calcagna dei signore del rating. In confronto allAmministrazione Obama, lUnione europea stata fin qui il cane che abbaia ma non morde. Pi volte gli europei hanno minacciato una secessione dalluniverso dei rating. Pi dei governi e della Commissione Ue, ha agito la Bce di Draghi. Il 21 giugno 2012 il Board della Bce ha avviato un rilassamento delle regole sui titoli che le banche spagnole possono depositare in garanzia, per ridurre il ruolo dei rating. Commissione Ue, Europarlamento, continuano a discutere sui possibili limiti allapplicazione dei rating sovrani. Se arriva la stangata da 5 miliardi, Obama avr colpito per primo, e duramente. (f.ramp.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

IL NUOVO MONDO MEDIO ORIENTE

PER SAPERNE DI PI www.egyptindependent.com/ http://english.ahram.org.eg/

15

PATTO DI INTERESSE FRA I LATI OPPOSTI DELLA MEZZALUNA


RENZO GUOLO
HMADINEJAD al Cairo: la prima visita di un leader iraniano in Egitto dopo la drammatica rottura delle relazioni diplomatiche del 1980. Oggi in riva al Nilo non c' pi Sadat, ma Morsi. E a dividere i due governi di matrice islamista non pi lo Shah, e Israele, ma la Siria. Qui l'Egitto guidato dalla Fratellanza sostiene l'opposizione mentre l'Iran puntella Assad. Eppure Teheran vuole riavvicinarsi al Cairo. La caduta del regime alawita rischia di condurre al potere forze sunnite ostili sponsorizzate, oltre che dall'Egitto, da Turchia, Qatar e Arabia Saudita. Per la Repubblica Islamica l'imperativo evitare l'isolamento che una rottura dellarco sciita tra Teheran e Beirut a Damasco produrrebbe inevitabilmente. Perch non accada, l'Iran ha bisogno di un interlocutore arabo e sunnita. Capace di esercitare un'azione stabilizzante a Damasco , ridimensionare le mire nell'area delle monarchie del Golfo e del neottomanesimo turco. E, se possibile, in grado di offrire il riconoscimento di una sfera d'influenza che tenga aperta a Teheran la via verso la Beirut di Nasrallah. Per perseguire una simile opzione, se fosse necessario anche al prezzo di uno scambio politico fondato sul via libera al cambio di regime a Damasco, la scelta non pu che cadere sull'Egitto. Alla conferenza dei Non Allineati a Teheran dello scorso anno, Morsi stato molto duro nei confronti di Assad e, per propriet transitiva, verso i suoi protettori iraniani. Ma, al di l dei toni, il presidente egiziano ha realisticamente distinto il primo dai secondi, proponendosi come artefice di una soluzione politica alla crisi. Lomaggio non di circostanza alla tradizione religiosa sciita, assai invisa ai sauditi, non poi passato inosservato. Cos gli iraniani hanno subito aderito allo strano quartetto di potenze islamiche rivali che, su iniziativa del Cairo, cerca una soluzione alla guerra civile siriana. E, sin da allora, Morsi e Ahmadinejad hanno convenuto che andasse evitato qualsiasi intervento di forze esterne. Ma anche il governo egiziano ha interesse a un nuovo rapporto con quello iraniano: entrambi puntano a contenere le spinte dei salafiti, che gravitano nell'orbita dei paesi del Golfo. Per i salafiti l'Iran la potenza confessionale protettrice delle forze nemiche dei sunniti e custode dell'eresia sciita: come tale va contrastata. Inoltre, obiettivo comune, il contrasto dei gruppi di matrice qaedista. Dopo l'esperienza settaria irachena e la sanguinosa deriva siriana, gli iraniani considerano il qaedismo una minaccia strategica. Per gli egiziani , invece, decisivo che il contagio jihadista siriano non si allarghi, via Giordania, alla polveriera Sinai e possa poi deflagrare oltre il Canale. L'Iran guarda all'Egitto della Fratellanza anche per rendere pi complicata una possibile azione di Israele nei suoi confronti. Un riavvicinamento al Cairo significa per Teheran ampliare la propria sicurezza politica e militare. E non solo attraverso il sostegno a Hamas. Il depotenziamento della frattura sunniti-sciiti in un punto decisivo della faglia confessionale, renderebbe pi facile la solidariet infra-islamica nel caso precipitasse la crisi del nucleare. Un fattore di cui tutti dovrebbero tenere conto.

LA PRIMA VOLTA
Labbraccio fra Morsi e Ahmadinejad, primo presidente iraniano in Egitto dal 1979

FOTO: ANSA

Il Cairo, Morsi accoglie Ahmadinejad labbraccio tra i due nemici storici


Egitto e Iran lontani dal 79. Sfida agli Usa e allArabia Saudita
VANNA VANNUCCINI
UNACCOGLIENZA cos calorosa allestero Mahmud Ahmadinejad non laveva avuta da tempo. Il presidente egiziano Morsi ha atteso il collega iraniano ai piedi dellaereo e lo ha accolto con un robusto abbraccio e baci sulle guance. Un momento storico. Dal 1979 nessun presidente iraniano era andato in visita ufficiale al Cairo. A Teheran erano andati al potere i religiosi sciiti, nemici degli Stati Uniti. LEgitto era il pi grande paese sunnita e stretto alleato degli Stati Uniti. Offr asilo al deposto sci Pahlevi e concluse la pace con Israele. Due mondi. Teheran e il Cairo ruppero i rapporti diplomatici. Oggi tutto dovrebbe cambiare, la visita di Ahmadinejad vista come linizio di una nuova amicizia. Dopo la caduta di Mubarak, lIran ha lanciato ripetute avance. Ha salutato la primavera araba come erede dalla rivoluzione iraniana. In settembre Morsi aveva proposto, in cambio di una diversa politica iraniana verso la Siria, la ripresa dei rapporti diplomatici. La pode sceicco Ahmed El Tayyeb dellUniversit Al-Azhar, la massima autorit teologica dellIslam sunnita, ha avuto parole ferme contro le ingerenze iraniane nel mondo sunnita, in particolare nel Bahrain, la piccola monarchia sunnita dove la minoranza sciita ha dato il via a numerose proteste, o contro i tentativi di diffondere la fede sciita in Egitto. Ahmadinejad era arrivato allo storico appuntamento con El Tayyeb facendo il segno v di vittoria. Anche lui deve fare i conti a Teheran con una lotta di potere sempre pi dura. Sebbene non possa ricandidarsi alle elezioni in giugno, Ahmadinejad vorrebbe continuare a contare nel Paese, mandando alla presidenza uomini a lui vicini. Il suo pi forte antagonista Ali Larijiani, presidente del Parlamento, con cui ha avuto un aspro scambio verbale prima di partire per il Cairo. Nonostante labbraccio, ci che divide i due presidenti pi di quello che li unisce. Sulla Siria, che sar oggi al centro della conferenza della Cooperazione islamica, Morsi e Ahmadinejad hanno posizioni distanti. Nella bozza del documento finale della Conferenza si addossa al regime tutta la responsabilit delle violenze e si chiede a Assad di avviare un dialogo serio con lopposizione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Le tappe
ROTTURA DIPLOMATICA
Nel 1980, Teheran rompe i rapporti con il Cairo dopo la pace egiziana con Israele e lesilio offerto allo Sci

ASSASSINIO DI SADAT

Lo sceicco El Tayyeb di Al-Azhar: No alle ingerenze di Teheran nel mondo sunnita


litica estera il solo campo dove riuscito a mantenere un certo profilo e unintesa con lIran pu fargli segnare dei punti. Il presidente egiziano vuole distanziarsi dalla politica estera di Mubarak e dimostrare di non farsi dettare la politica da Washington. La visita viene seguita con attenzione dai Paesi del Golfo, primi fra tutti lArabia Saudita, fermamente opposta al tentativo dello Stato sciita di conquistare un primato nella regione. Il ministro degli Esteri egiziano Amr Kamel ha detto che dei rapporti dellEgitto con lIran non faranno mai le spese le nazioni del Golfo, la cui sicurezza direttamente legata a quella egiziana. Dagli aiuti finanziari dei paesi del Golfo lEgitto dipende in modo sostanziale per affrontare una crisi economica sempre pi grave. Anche allinterno le reazioni non sono state tutte positive. I salafiti di Al Nour, il partito alleato di Morsi, hanno invitato il presidente a non dimenticare che il ruolo dellEgitto proteggere i sunniti. E il gran-

Nel 1981, il governo iraniano dedica una via di Teheran a Khaled Eslamboli, lassassino del presidente Sadat

DISGELO CON MUBARAK


Nel 2004 il rais deposto Mubarak incontra il presidente Khatami a Ginevra: un primo passo

MORSI, LA SVOLTA
Morsi annuncia una nuova politica estera: in agosto va a Teheran, riaprono le ambasciate

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

16

CRONACA

Abusi su una ragazzina, primario in manette


Bari, le molestie durante una visita allospedale pediatrico: ora si indaga su altri casi
GABRIELLA DE MATTEIS
BARI Una visita ambulatoriale. Un accertamento di routine che, per, si trasforma in una storia di abusi. O almeno questa laccusa contestata dalla procura di Bari a Dante Galeone, primario del reparto di Neurologia dellospedale Giovanni XXIII. Da ieri il medico, 62 anni, ai domiciliari, chiamato a rispondere del reato di violenza sessuale su una paziente di 16 anni. I carabinieri della sezione di polizia giudiziaria hanno notificato al primario unordinanza di custodia cautelare. Un provvedimento che ricostruisce la presunta storia di abusi. una mattina di met gennaio, la visita programmata. Nellambulatorio dellospedale dedicato ai pi piccoli Dante Galeone, specializzato nella cura dellepilessia, riceve la ragazzina. una sua paziente da tempo e con lei c la madre. Ed a questo punto che, secondo la ricostruzione dellaccusa, la situazione sarebbe precipitata. Galeone ha cominciato a visitare ladolescente, ma il suo atteggiamento non ha convinto la madre della sedicenne. Il primario, accusa il magistrato Chiara Giordano, avrebbe fatto oggetto la ragazzina di attenzioni particolari. Non una normale visita, quindi. Non il normale comportamento di un medico nei confronti di una pa-

Le tappe
LA VIOLENZA
Dante Galeone, 62 anni, primario al Giovanni XXIII di Bari, avrebbe abusato a gennaio di una paziente di 16 anni

Sotto accusa Dante Galeone, ex segretario generale della Cgil medici

IL POLICLINICO
Lospedale Giovanni XXIII dove lavorava il medico sotto accusa

LA DENUNCIA
Dal servizio di psicologia dello stesso ospedale parte una segnalazione alla procura di Bari, che inizia ad indagare

ziente, ma qualcosa di diverso. Galeone avrebbe rivolto queste attenzioni alla minore, facendo credere alla madre che si trattasse di una visita normale per verificare la capacit di reazione agli stimoli. Sin qui la ricostruzione

della procura: unaccusa pesantissima al termine di unindagine partita dalla segnalazione del servizio di psicologia dello stesso ospedale. Dopo la visita, infatti, la madre della bambina ha cominciato a

nutrire dubbi, sospetti. Meravigliata dallapproccio del medico, si confidata con una delle psicologhe della struttura. E il suo racconto stato confermato anche dalla figlia. Cos la dirigente del servizio ha

Milano

Il presidente di Sos Racket si d fuoco Lo faccio per le vittime dellusura


MILANO Si dato fuoco ieri sera, davanti gli studi della Rai di Milano, e solo il tempismo di un tranviere, che si precipitato fuori dal mezzo intervenendo con un estintore, riuscito a salvarlo. Protagonista del gesto estremo, Frediano Manzi, presidente di Sos Racket, associazione a sostegno delle vittime di estorsioni, ora ricoverato in ospedale non in pericolo di vita. Mi do fuoco per portare lattenzione sulle vittime dellusura ha scritto Manzi in una lettera lasciata davanti alla sede della Rai.

LARRESTO
Ieri Galeone stato arrestato con laccusa di violenza sessuale aggravata. Immediata anche la sospensione dal servizio in ospedale

Frediano Manzi

segnalato il caso alla procura e alla direzione generale del Policlinico. Le indagini dei carabinieri della sezione di polizia giudiziaria sono sfociate in una richiesta di arresto, accolta dal gip Michele Parisi. Il pm aveva chiesto il carcere per il neurologo, ma il giudice ha concesso i domiciliari. E gli accertamenti non sono conclusi. La procura, in una nota ufficiale, fa sapere che linchiesta prosegue al fine di verificare se altri minori possano aver subito analoghi episodi di violenza sessuale. La storia ha suscitato molto clamore. In passato Galeone aveva ricoperto la carica di segretario generale della Cgil Medici. Alla guida del reparto di Neurologia da pi di 15 anni anche il responsabile regionale della Lice, la Lega Italiana contro lEpilessia. Con larresto arrivata anche la sospensione dallincarico da parte del Policlinico. Il doloroso ed inqualificabile episodio, ove venisse confermato e accertato dalle autorit inquirenti, afferma Vitangelo Dattoli, direttore generale dellazienda ospedaliera scuote tutto il personale dellAzienda, che condanna fermamente ogni comportamento illecito. Ma alcune famiglie dei pazienti, su internet, difendono il lavoro del medico. Grazie al dottor Galeone per la sua disponibilit, che in tanti anni non venuta mai a mancare, si legge.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

CRONACA

17

Dalla Chiesa, lultimo mistero Un ufficiale dellArma trafug le sue carte segrete
Palermo, unaltra rivelazione dellanonimo
SALVO PALAZZOLO
PALERMO destinata ad allungarsi la lista delle prove trafugate dopo gli omicidi eccellenti di Palermo. Da qualche settimana, la Procura indaga sulla scomparsa di una valigetta di pelle marrone appartenuta al generale Carlo Alberto dalla Chiesa, il prefetto di Palermo assassinato dai killer di Cosa nostra il 3 settembre 1983. Di quella borsa, nessun investigatore si era mai interessato: subito dopo leccidio di via Carini, il pool di Falcone e Borsellino si era concentrato su un altro mistero legato a Dalla Chiesa, la sparizione di alcune carte dalla cassaforte della residenza privata del prefetto. Poi, allimprovviso, nel settembre scorso, stato recapitato un Il generale Carlo Alberto dalla Chiesa appunti e messaggi riservati. Tutte carte che Dalla Chiesa avrebbe iniziato a raccogliere dopo il suo ritorno in Sicilia come prefetto. Adesso, i pm di Palermo vogliono dare un nome a chi ha scritto quellanonimo, e per questa ragione negli ultimi giorni hanno chiesto alla Dia di convocare una decina fra ufficiali e sottufficiali dellArma citati nelle dodici pagine. A condurre le audizioni un pool, di cui fanno parte i sostituti Di Matteo, Sava, Del Bene, Tartaglia e laggiunto Teresi. I magistrati sono sempre pi convinti che lanonimo sia stato scritto proprio da un carabiniere. E sperano che alla fine si faccia avanti. Anche lallora giudice istruttore Giovanni Falcone cercava notizie su alcune indagini riservate svolte da Dalla Chiesa negli ultimi mesi della sua vita. Agli atti del maxi processo rimasta una lettera indirizzata al comandante generale dellArma dei carabinieri e per conoscenza allonorevole ministro della Difesa e al ministro degli Interni. Protocollo riservato n. 10/6 Ris. Il 20 maggio 83, Falcone convoc anche lallora comandante generale Lorenzo Valditara, per ribadirgli la domanda. Lalto ufficiale disse che Dalla Chiesa era rimasto in contatto con i pm di Bologna, che indagavano sulla strage alla stazione. Quella domanda di Falcone tornata di attualit.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA LETTERA DI FALCONE
17 marzo 83: scritta al comando dellArma per le indagini riservate di Dalla Chiesa

I precedenti
GLI APPUNTI DI IMPASTATO
La notte del delitto, il 9 maggio 1978, alcuni carabinieri li portano via da casa di Peppino: i pm di Palermo stanno indagando

I FOGLI DEL GENERALE


Dopo lomicidio Dalla Chiesa, il 3 settembre del 1982, scompaiono dalla cassaforte di casa

LAGENDA ROSSA DI BORSELLINO


Il 19 luglio 1992 viene trafugata dalla borsa del magistrato sul luogo della strage: i pm di Caltanissetta stanno indagando che. Lanonimo racconta anche di un ufficio riservato che il generale Dalla Chiesa avrebbe avuto alla caserma di piazza Verdi, sede del comando provinciale dei carabinieri: Era ubicato di fronte al nucleo comando del Rono, scrive, sottolineando che in quella stanza cerano faldoni,

nelle prime righe del testo, che ha ribattezzato protocollo fantasma: Un ufficiale dei carabinieri in servizio a Palermo si preoccupa di trafugare la valigetta di pelle marrone che conteneva documenti scottanti, soprattutto nomi scottanti riguardanti indagini che Dalla Chiesa sta cer-

cando di svolgere da solo. Il figlio di Dalla Chiesa, Nando, la ricorda bene quella borsa: Mio padre la portava sempre con s, dice a Repubblica: Era una borsa senza manico, con la cerniera. Dopo lomicidio, ceravamo chiesti che fine avesse fatto. In tutti questi anni abbiamo

pensato che fosse andata persa, nel trambusto di quei giorni. Evidentemente, non era cos. Le parole del professore Dalla Chiesa confermano che lultimo anonimo di Palermo davvero ben informato, perch di quella borsa nessuno ha mai parlato in inchieste giudiziarie o giornalisti-

I documenti in una valigetta di pelle. Nando: pap la portava sempre con s


anonimo molto ben informato a casa del sostituto procuratore Nino Di Matteo, uno dei pm che indaga sulla trattativa mafia-Stato: in dodici pagine non si parla solo delle carte che alcuni carabinieri del Ros avrebbero portato via dal covo di Tot Riina, nel 1993, ma anche del mistero della borsa di Dalla Chiesa. Ecco cosa scrive lanonimo

Il caso

Limprenditore dei Casalesi e la foto con Berlusconi


MILANO Silvio Berlusconi, il senatore Sergio De Gregorio e Antonio Benigni, imprenditore campano arrestato due giorni fa a Mercogliano (Avellino), dove il Nucleo di polizia tributaria di Milano gli ha notificato larresto per bancarotta. La gigantografia a sinistra stata trovata nella villa di Benigni, arrestato nel 1996 per tentato omicidio e porto abusivo di armi, oggi vicino ad ambienti del crimine organizzato camorristico, con appartenenza sempre pi delineata ai Casalesi. (sandro de riccardis)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Linchiesta

Indagato il commissario straordinario, ai domiciliari la titolare dellazienda

Pompei, sperpero di otto milioni spese gonfiate fino a 400 volte


IRENE DE ARCANGELIS
NAPOLI Pompei in grave pericolo. Degrado, incuria, mancanza di sicurezza per i turisti. Sono urgenti i lavori di manutenzione straordinaria, ma il fiume di denaro pubblico usato per fortuna solo parzialmente per unopera non prevista e non necessaria: lallestimento scenico del teatro Grande. il nocciolo dellinchiesta della procura di Torre Annunziata che vede indagato per abuso dufficio continuato il commissario straordinario per lemergenza del 2009 Marcello Fiori, ma anche tre ingegneri consulenti e progettisti per i lavori, mentre stata arrestata (ai domiciliari) la titolare della Caccavo srl, la ditta scelta dal commissario Fiori per quei lavori non previsti e non urgenti. Lavori per otto milioni di euro su un finanziamento totale di 79. Non solo. La ditta gonfiava le spese fino al 400 per cento del costo reale. Sperpero di denaro pubblico e larea di Pompei che continua a rimanere nel degrado, macchiata ora da questa nuova inchiesta proprio nel giorno dellarrivo del commissario europeo Johanes Hahn. Stamattina na Maria Cancellieri, per i Beni culturali Lorenzo Ornaghi e alla Coesione territoriale Fabrizio Barca. Una visita di verifica. In vista del rilancio degli scavi entro dicembre 2015 con fondi Fesr ricevuti dalla Ue e nazionali. Il finanziamento, 105 milioni di euro, fu reso disponibile dopo un sopralluogo a novembre 2011. Nel mirino degli inquirenti sono invece quei 79 milioni di euro gestiti dal commissario Fiori. Il cui obiettivo era realizzare la stagione estiva del teatro San Carlo di Napoli al Grande teatro di Pompei. Di qui la spesa di otto milioni, facendo scrive il gip Claudio Marcopido ingiustificato e immotivato ricorso ai suoi poteri straordinari di deroga e quindi senza ricorrere alle procedure di evidenza pubblica. Fiori avrebbe invece dovuto soltanto disporre lattuazione di misure dirette alla messa in sicurezza e salvaguardia dellarea archeologica, tra cui la realizzazione di opere di manutenzione ordinaria e straordinaria occorrenti per impedire il degrado e consentire la piena fruizione ai visitatori. Tuttaltro che un allestimento teatrale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il giorno 5 febbraio 2013 mancato allaffetto della sua famiglia

Salvatore Arcella
Ne danno il triste annuncio la moglie Bianca, i figli Michele, Giusi e Davide, il genero Enzo e le nipoti Marta e Clara. Le esequie avranno luogo il 7 febbraio, alle ore 11, nella Basilica del Sacro Cuore di Cristo Re in viale Mazzini 32. Roma, 6 febbraio 2013 Quando la morte arriva indispensabile farsi trovare vivi m.b. Ci ha tenuto compagnia fino alla fine, con la sua vivacit intellettuale, la sua ironia, il suo sorriso, la sua creativit e la sua voglia di vivere. morto serenamente il 5 febbraio 2013

I colleghi e il personale del Dipartimento della Scuola di Psicologia partecipano al lutto della famiglia per la perdita del Professor

Marino Bosinelli
uno dei padri fondatori della Psicologia a Bologna. Bologna, 6 febbraio 2013 LAssociazione Italiana di Psicologia piange la scomparsa del Prof.

7 13 49 71 80 88 62
Superenalotto Nessun vincitore con punti 6 Nessun vincitore con punti 5+ Ai 6 vincitori con punti 5 Ai 1.008 vincitori con punti 4 Ai 36.832 vincitori con punti 3

13

Marino Bosinelli
uno dei maestri della psicologia italiana e studioso raffinato e colto. Roma, 6 febbraio 2013 Caro

Concorso n. 16 del 05-02-2013

Marino

48.035,35 288,83 15,72

Marino Bosinelli
Lo piangono con immenso dolore la moglie Cicci Bollettieri e la figlia Nicoletta con Maurizio, ricordandolo a quanti lo hanno conosciuto e amato. Un ringraziamento particolare alla Dottoressa Alessandra Areni che per tanti anni lha curato con affetto e competenza, al Dott. Gianni Neri e alla insostituibile, instancabile Olga Lyzogub. La camera ardente allestita in via Zamboni 6, 3 piano dalle ore 8.30 alle 10.15 di gioved 7 febbraio. Da qui il funerale partir per il cimitero di Ravenna. Bologna, 6 febbraio 2013
O.F. Garisenda Srl Tel. 051-385858 Bologna

Sempre sentiremo la tua mancanza, sempre ricorderemo la tua forza e la tua voglia di stupirci. Si stringono a Cicci e Nicoletta gli amici: Renzo e Maria Teresa Canestrari, Drilli Cicutto con Valentina, Biancamaria Facchini con Anna, Carlo ed Anna Franzini, Angela Gajani, Tito e Brigitte Gotti, Piero e Paola Gozzi, Federico Luppi, Titti Matteucci, Sandra Melloni, Vincenza Scaffellati, Odette Trystram, Graziella e Anna Zattoni, Michele e Giovanna Zanelli Bologna, 6 febbraio 2013
O.F. Garisenda Srl Tel. 051-385858 Bologna

Superstar
Nessun vincitore con punti 5 Ai 7 vincitori con punti 4 Ai 223 vincitori con punti 3 Ai 3.538 vincitori con punti 2 Ai 20.096 vincitori con punti 1 Ai 36.845 vincitori con punti 0 28.883,00 1.572,00 100,00 10,00 5,00

PROSSIMO CONCORSO IL JACKPOT CON PUNTI 6

43.300.000

Larea archeologica di Pompei

La Facolt di Scienze Politiche Cesare Alfieri dellUniversit di Firenze ricorda riconoscente il Professor

Ciao

Gilberto Tinacci Mannelli Marino


Il suo insegnamento di teorie e tecnica della comunicazione di massa, il suo contributo pionieristico agli studi sulla comunicazione e sulla relazione tra mass media e politica. Firenze, 6 febbraio 2013 06-02-1986 06-02-2013

I fondi anti incuria usati per spettacoli teatrali. I lavori assegnati alla ditta senza gara
sar proprio Hahn, al quale tocc constatare lo stato dei resti archeologici messi a dura prova dalle piogge degli anni scorsi, a tornare a Pompei per la verifica. Il commissario incontrer i ministri dellInterno An-

ci uniamo al dolore dei tuoi cari. Tato, Betta, Annalidia Rossi Milano, 6 febbraio 2013 Antonietta e Giorgio con Anna e Chiara e le loro famiglie, Annamaria con Marco e Giovanni si uniscono al dolore di Cicci e Nicoletta per la perdita dellamatissimo

ANNIVERSARIO
La famiglia ricorda ai parenti e agli amici

NAZIONALE

84 18 55 34 81 65 50 60 31 60 76

73 87 31 20 21 12 23 29 90 55 60

61 38 58 18 15 36 15 20 66 72 62

1 24 44 6 26 77 30 88 80 31 24

62 72 61 46 55 71 70 82 76 49 27

Marino Bosinelli
Presenza costante e preziosa nella loro vita. Bologna, 6 febbraio 2013
O.F. Garisenda Srl Tel. 051-385858 Bologna

Luca Tartaglini
Firenze, 6 febbraio 2013 06-02-2010 06-02-2013

10 e LOTTO
COMBINAZIONE VINCENTE
12 29 55 73 18 31 58 81 20 34 60 84 21 38 61 87 23 50 65 90

Topino, Fiorella, Vincenzo, Miranda e Maria Jos ricordano con grande nostalgia e affetto il loro maestro di sempre

Ada Iannniello De Lillo


Mamma amatissima, mi manchi ogni giorno di pi. Tua figlia Silvana Perugia-Caserta, 6 febbraio 2013

Marino Bosinelli
Bologna, 6 febbraio 2013

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

18

ATTUALIT
IL PESTAGGIO
A met giugno, a distanza di pochi giorni, due aggressioni a gay a Campo de Fiori e allEur

LAGGRESSIONE
Fine giugno: un gay aggredito a pugni a San Giovanni davanti a un distributore di sigarette

IL SUICIDIO
A novembre, un 15enne si toglie la vita. Era stato additato come il ragazzo dai pantaloni rosa

GLI INSULTI
Tre giorni fa, Sel denuncia gli insulti a Vendola da parte di un militante di CasaPound

La mappa dei diritti


Islanda
Le nozze gay sono legalizzate dal 2010, ma le unioni omosessuali erano gi riconosciute dal 1996. Adozioni legali dal 2006

I casi

Sei gay, ti devi dimettere scritta shock in un liceo di Roma contro studente quindicenne
Vendola attacca: Nella capitale ho paura. Alemanno: Ci offende
MAURO FAVALE
ROMA Quando due giorni fa entrato in classe, quella scritta rivolta a lui sul muro della sua scuola, il liceo classico Tacito, quartiere Trionfale, a due passi da piazza delle Medaglie doro, nemmeno lha letta. Se n accorto alluscita, al termine delle lezioni. Impossibile non notare quelle grandi lettere scritte con lo spray nero che recitavano: Frocio dimettiti. Con tanto di punto esclamativo finale e, come firma, una croce celtica. Non cerano dubbi che loggetto dellennesimo episodio di omofobia nella Capitale fosse lui, studente di 15 anni, nessun problema a rivelare la sua omosessualit, eletto questanno rappresentante di istituto quasi con un plebiscito nella sua scuola: 315 voti su circa 500 studenti. Ed solo un caso se la scritta e la storia di questa nuova discriminazione diventa di dominio pubblico nello stesso giorno in cui un altro gay dichiarato, 40 anni pi del Tacito, liceo in una zona della citt profondamente segnata dai contrasti tra destra e sinistra. Quella scritta stata cancellata ieri mattina dallufficio decoro del Campidoglio. La famiglia del giovane rappresentante distituto sta ancora valutando se sporgere o meno denuncia e cos sta facendo anche la scuola, con la preside, Giuliana Mori, convinta che linsulto sia frutto di unincursione esterna. Siamo in un quartiere dove si fa attivit politica anche aggressiva, ma la situazione nel liceo tranquillissima. Intanto, per, i docenti stanno analizzando i filmati delle telecamere dellistituto che riprendono lesterno per capire chi e quando ha realizzato quella scritta. Al giovane studente arrivata la solidariet di Alemanno (Questi episodi omofobi nel contesto scolastico sono molto pericolosi e nessuno deve rimanere in silenzio) e del candidato alla Regione, Nicola Zingaretti (Forza, hai tutto il nostro sostegno, non sei solo) mentre contro Vendola si scatenano sia Francesco Storace sia CasaPound. Il primo, in corsa come governatore del Lazio, segnala che anche a Bari non penso che se la passino cos bene e se uno pensasse di pi ai dintorni di casa sua sarebbe meglio. Per il movimento di estrema destra, invece, quella di Vendola una squallida trovata elettorale. A confermare, per, le parole del leader di Sel c il circolo di cultura omosessuale Mario Mieli: Comprendiamo la sua percezione di sentirsi minacciato. quello che a Roma succede a centinaia di omosessuali che escono di casa e che potrebbero allimprovviso essere coinvolti in episodi di discriminazione e aggressione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Canada
La legge sul matrimonio gay del luglio 2005, ma la maggioranza delle province canadesi autorizzavano gi l'unione tra persone dello stesso sesso

Stati Uniti

Matrimoni omosex legali solo in 9 Stati (Iowa, Connecticut, Massachusetts, Vermont, New Hampshire, New York, Maine, Maryland e Washington Dc)

Messico
Nozze gay possibili solo sono nella capitale, Citt del Messico

SUBITO CANCELLATA
A sinistra, il liceo classico Tacito di Roma con la scritta omofoba. In alto, Nichi Vendola e Gianni Alemanno

La firma: una croce celtica. Il ragazzo nel mirino eletto nel consiglio di istituto del Tacito
grande dello studente, governatore in carica della Regione Puglia e candidato al Parlamento con Sel, denuncia dalle colonne del Fatto che Roma, negli anni di Alemanno, ha visto lo sdoganamento dei piccoli gruppi dediti alligiene del mondo. Per questo, Nichi Vendola confessa che se di sera mi viene voglia di fare due passi da solo, rinuncio. E al di l della risposta irritata del primo cittadino (Vendola offende Roma. DallEuropride del 2011 a ogni Gaypride la nostra citt ha sempre garantito accoglienza e rispetto per tutti), la scritta davanti al Tacito riaccende la polemica sugli episodi di omofobia che si sono susseguiti nella Capitale soltanto negli ultimi mesi: da una serie di aggressioni a San Giovanni, allEur e a Campo de Fiori a giugno fino agli insulti via Facebook di tre giorni fa contro Vendola, firmati da un candidato di CasaPound al IV Municipio passando, a met novembre, per il suicidio (che la procura, al momento, non lega per a bullismo o omofobia) di un altro studente di 15 anni del liceo Cavour che sui social network era stato additato come il ragazzo dai pantaloni rosa. Questa volta la bacheca per le offese non il web ma il muro

Lintervista

La vittima degli insulti: mai nascondersi se si vuole combattere la discriminazione

A scuola sono stato il pi votato non mi spaventano, resto qua


SARA GRATTOGGI
ROMA Io sono una persona forte, non ho paura di nessuno e non ho sofferto per quel gesto vigliacco, ma su ragazzi insicuri quelle parole avrebbero potuto avere un impatto devastante. La scritta apparsa sui muri del liceo Tacito di Roma con cui P., rappresentante distituto di 15 anni, veniva insultato per la propria omosessualit e invitato a dimettersi, ieri stata cancellata. Ma a non voler rimuovere lepisodio con una semplice passata di vernice proprio lui: Il silenzio non mai la soluzione. Non mi sento una vittima e nemmeno un eroe, ma non bisogna chiudere gli occhi su un fenomeno, quello della discriminazione, che va combattuto. Come hai reagito quando hai visto la scritta? Il mio primo impulso stato di non dare peso allinsulto, di non cedere alla provocazione. Poi, per, ho pensato a chi non riuscito a reggere unumiliazione, come il mio coetaneo del liceo Cavour di Roma suicidatosi lo scorso novembre, forse per le prese in giro di altri ragazzi. Allora ho deciso di denunciare pubblicamente quello che mi successo nella speranza che non capiti ad altri. Eri mai stato offeso o preso in giro a scuola? Mai qui al Tacito, anzi: stato proprio quando sono arrivato al liceo, dopo le medie, che mi sono sentito libero di esprimere la mia identit anche in classe. I compagni, come la mia famiglia, mi hanno sempre stimato e voluto bene. Alle ultime elezioni, il 31 ottobre scorso, sono stato il rappresentante pi votato

Dovevo reagire

Potevo far finta di niente, poi ho pensato a quel mio coetaneo che si suicidato per lumiliazione
Basta silenzi

Ho deciso di denunciare quanto avvenuto perch non succeda pi. E per far capire che il silenzio non la soluzione

della scuola con 315 preferenze su un totale di circa 500 studenti. Mi riesce difficile credere che a scrivere linsulto sia stato uno di loro. A dire il vero non ho idea di chi possa essere stato, sono rimasto sbigottito. Non cerano mai state liti o screzi con gli altri ragazzi? Al massimo qualche confronto acceso sulla politica: io sono di sinistra e mi capitato di discutere con studenti di destra, ma sempre civilmente. Vicino allinsulto scritto sul muro della scuola cera una croce celtica. Credi che qualcuno possa averti colpito nel privato a causa di divergenze politiche? Non direttamente. Io sono stato il mezzo di cui si sono serviti per esprimere un concetto ben pi generale e allarmante: quello che nessun gay debba

avere ruoli istituzionali. per questo che hai deciso di denunciare pubblicamente laccaduto? Anche. In questo Paese molti normali diritti per i gay sono visti come concessioni, e questo non giusto. Sono tanti gli omosessuali che ancora oggi vengono discriminati e che, non avendo lappoggio di amici e famiglia di cui godo io, sono costretti a nascondersi. Io sono fortunato e anche per questo ho deciso di raccontare la mia storia per sensibilizzare lopinione pubblica su un problema, quello dellomofobia, che spesso viene sottovalutato. Credi che ci sia un clima omofobo a Roma? Roma una citt grande che raccoglie in s molte tendenze, anche opposte. Di sicuro non aperta come le altre capitali eu-

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

PER SAPERNE DI PI www.arcigay.it www.repubblica.it

19

Gran Bretagna
Il primo s alle nozze gay arrivato ieri dalla Camera dei Comuni. A maggio il voto della Camera dei Lord

Francia
Approvato sabato scorso l'articolo 1 della legge che consente le nozze gay. Ma il dibattito parlamentare ancora in corso

Belgio
Matrimonio omosessuale in vigore dal 2003, il via libera alle adozioni gay arrivato nel 2006

Olanda
Primo Paese, nell'aprile del 2001, ad aprire alle nozze gay: stessi diritti e doveri delle coppie etero, tra cui l'adozione

Norvegia
Da gennaio 2009 omosessuali ed eterosessuali sono equiparati davanti alla legge in materia di matrimonio, di adozione e di fecondazione assistita

Svezia
I gay possono sposarsi con matrimonio civile o religioso da maggio 2009. L'adozione era gi legale dal 2003

Germania
Regolamentate le unioni civili. Respinta dal Parlamento lo scorso giugno la proposta dei Verdi di equiparare le coppie omo al matrimonio uomo-donna

Italia
Non ha una legislazione n per i matrimoni gay n per le unioni civili

Sudafrica Argentina
Il 15 luglio 2010 diventato il primo Paese sudamericano ad autorizzare il matrimonio gay e le adozioni da parte di omosessuali

Portogallo
Una legge del 2010 ha abolito il riferimento a "sessi diversi" nella definizione di matrimonio. Esclusa la possibilit di adottare

Primo Paese africano, nel novembre 2006, a legalizzare le unioni gay attraverso matrimonio o partenariato civile. Le coppie possono anche adottare

Spagna
Le nozze gay sono in vigore da luglio 2005. E le coppie gay, sposate o no, possono adottare bambini

Il dossier

Dopo Parigi anche Londra dice s cos lEuropa delle nozze omosex allarga i confini della tolleranza
La svolta di Cameron: Siamo conservatori, tuteliamo tutte le famiglie
ra Maria Miller. E in una lettera aperta al proprio partito, pubblicata dal quotidiano conservatore Daily Telegraph, i tre ministri pi importanti, quello del Tesoro George Osborne, degli Esteri William Hague, degli Interni Theresa May, esortano i deputati Tories a riconoscere che il matrimonio si evoluto. Per lopposizione laburista parla lex ministro Yvette Cooper, usando argomenti simili: Chi si ama deve potersi sposare. Mettiamoci dalla parte giusta della storia. E in questaula che ospita la democrazia pi antica (dellera moderna) pare proprio di sentire lalito della storia, che cambia, si evolve, si adegua sebbene lo-

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE ENRICO FRANCESCHINI


LONDRA La lunga marcia dei gay per la parit dei diritti compie un altro passo avanti. Dopo Olanda e Belgio, dopo Spagna e Scandinavia, dopo Sud Africa e Argentina, dopo la Francia socialista di Francois Hollande, anche la Gran Bretagna del conservatore David Cameron ha approvato con un voto della camera dei Comuni, 400 s e 175 no, il matrimonio omosessuale, sia con rito civile che con rito religioso, perlomeno per le confessioni che lo accetteranno. Un s non ancora definitivo, perch serve lapprovazione della camera dei Lord, che voter in maggio. Una decisione che spacca il governo, con la rivolta di pi di cento Tories che votano contro, affermando scandaliz-

80
I PAESI DOVE SI RISCHIA IL CARCERE

Sono oltre 80 i paesi del mondo dove l omosessualit un reato: in 8 si rischia addirittura la pena di morte

mosessualit fosse accettata gi al tempo di quellaltro parlamento, il primo davvero, nellAtene di Sofocle e Platone. La destra pi retriva si rivolta stupefatta: Il matrimonio un atto tra un uomo e una donna, dice il parlamentare Roger Gale, cos storicamente e cos deve rimanere. Volere modificare questo lessico familiare significa entrare nel paese delle meraviglie di Alice, in una dimensione orwelliana. Ma Cameron gli risponde con largomento su cui punta da sempre: Noi siamo per il matrimonio gay non a dispetto del fatto che siamo conservatori, ma proprio perch siamo conservatori. Il matrimonio, intende il

La storia

premier, un istituto che rafforza e conserva la famiglia. Estenderlo ai gay vuol dire allargare i valori conservatori. A Parigi, naturalmente, il presidente Hollande lo vede in altro modo, come un allargamento di valori liberali, di diritti civili, di libert, egalit, fraternit, capisaldi del pensiero di sinistra. Forse vero che in questo ambito la differenza tra destra e sinistra si riduce: la sfida tra chi vuole rinnovare e chi vuole mantenere tutto come una volta. Oppure vero quel che afferma Nick Robinson, commentatore della Bbc: I deputati conservatori si oppongono al progetto perch capiscono di essere loro il drago che Cameron vuole uccidere. In ballo per Cameron ci sarebbe la modernizzazione del partito, lo sforzo di prendere voti in serbatoi pi grandi, non solo e non

Nonostante la rivolta dei Tories la legge approvata alla camera dei Comuni
FOTO:REUTERS

Favorevoli 400 deputati, contrari 175. A maggio il voto dellaltro ramo del Parlamento
tanto i diritti dei gay. Ma quali che siano le ragioni, non c dubbio che la societ britannica sia pronta. Otto anni dopo la legge sulle unioni civili voluta da Tony Blair, che port alla civil partnership tra Elton John e il suo compagno, il Regno Unito non vive pi lomosessualit come una diversit: il cantante e il suo uomo, per dirne una, hanno avuto da poco il loro secondo figlio (con madre surrogata). Solo la Chiesa anglicana, che si schierata contro, e le retrovie della destra conservatrice rifiutano di vedere la realt. Con i voti di una minoranza dei Tories e della quasi totalit di laburisti e liberal-democratici, le nozze gay stanno dunque per diventare legge anche qui. Un altro piccolo passo avanti per gli omosessuali, un grande balzo per lumanit.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ropee e gli episodi di omofobia non sono isolati. Io mi sono imposto di non nascondermi mai e di vivere serenamente ogni aspetto della mia vita, ma a volte, quando giro per la citt, questo mi causa un po dansia. Devi stare attento a intercettare sguardi storti, prima che sfocino in comportamenti aggressivi. Ecco, forse pi che questione di omofobia, questione di aggressivit. A Roma c la tendenza, anche fra i ragazzi, a colpire direttamente il nemico, a estremizzare lo scontro, cos come le appartenenze politiche o di altro genere, forse per affermare la propria identit. una citt in cui vorresti restare per la vita? Non credo. Roma una citt tanto meravigliosa quanto, a volte, difficile.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL CORTEO
In strada per le nozze omosessuali. Ieri la svolta a Londra: approvata la legge che permetter ai gay di sposarsi

zati che il provvedimento porta le relazioni umane in una dimensione orwelliana. Ma la svolta compiuta e non si torna indietro. LEuropa intera volta pagina, con un percorso iniziato pi di dieci anni fa in Olanda, primo paese a dare alle coppie gay gli stessi diritti di quelle etero, adozione compresa, gi nel 2001, poi proseguito passando per paesi cattolici come Spagna (nel 2005) e Portogallo (2010), un viaggio accompagnato da polemiche e proteste e che per ormai sembra accettato, benvenuto dai pi. Il matrimonio tra i gay non indebolisce la famiglia, bens rafforza famiglia e societ, afferma il premier britannico. Lamore tra persone dello stesso sesso non diverso da quello tra persone di sesso opposto, gli fa eco il suo ministro della Cultu-

Stefano e Federico, presto sposi: Ma a New York


REPUBBLICA.IT Sul sito il video con lannuncio delle nozze
IN 5 minuti di video Stefano e Federico raccontano la storia del loro amore, tra sorrisi e musica di pianoforte. Ci amiamo - scrivono sui fogli bianchi che mostrano alla telecamera - e ci sposeremo il 14 febbraio. Ma a New York. Perch le leggi di questo paese non ce lo lasciano fare. Il video con cui Stefano e Federico, che convivono da 11 anni a Torino, hanno deciso di annunciare le loro nozze stato uno dei pi cliccati ieri su RepubblicaTv. Il loro racconto, ironico e allegro, si chiude con le parole del presidente Obama: Se tutti siamo stati creati uguali, anche lamore che ci dichiariamo necessariamente uguale.

ECONOMIA
FINANZA&MERCATI
Ieri
FTSE MIB ....................16712,26 (+1,05%) FTSE IT ALL.................17673,93 (+1,01%) FTSE IT STAR ..............11568,64 (-0,04%) FTSE IT MID ................19186,20 (-0,05%) COMIT .............................892,89 (-0,90%) FUTURE................................. (%)

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

20

I migliori
FTSE MIB Var.% Monte Paschi Si. .....................................3,22 Unicredit.................................................2,54 Snam......................................................2,23 Intesa Sanpaolo ......................................2,10 Finmeccanica .........................................2,02

Principali titoli del Mercato azionario


Titolo
A2A.............................................0,458 Ansaldo Sts .................................7,485 Atlantia .....................................13,320 Autogrill ......................................9,130 Azimut ......................................12,100 Banca Generali..........................13,580 Banco Popolare ...........................1,416 Bca Pop.Milano ...........................0,503 Buzzi Unicem ............................10,370 Campari ......................................5,700 Diasorin ....................................27,890 Enel ............................................3,030 Enel Green Pw .............................1,435

Pr. Rif
-1,12 -0,13 0,30 -0,92 -1,94 -1,81 -1,12 -0,59 1,57 -0,09 -0,57 1,20 0,70

I peggiori
RCS Mediagroup....................................-3,17 Azimut ..................................................-1,94 STMicroelectr........................................-1,85 Banca Generali ......................................-1,81 Telecom IT ............................................-1,80

Titoli di Stato
Rendimento Btp (10 anni) ...................................4,45 % SPREAD SUL BUND....................280

Eni ............................................18,240 Exor ..........................................21,190 Ferragamo ................................19,560 Fiat .............................................4,254 Fiat Industr..................................9,330 Finmeccanica..............................4,652 Generali ....................................13,370 Impregilo.....................................3,808 Intesa Sanpaolo...........................1,409 Lottomatica...............................17,860 Luxottica...................................33,430 Mediaset.....................................1,841 Mediobanca ................................5,155 Mediolanum................................4,352 Monte Paschi Si...........................0,228

2,01 0,57 0,20 -0,51 1,41 2,02 1,06 0,58 2,10 0,22 -0,30 0,05 1,48 0,28 3,22

Parmalat .....................................1,790 Pirelli & C.....................................8,620 Pop.Emilia Romagna ...................6,090 Prysmian ..................................15,200 RCS Mediagroup .........................1,070 Saipem .....................................20,240 Snam ..........................................3,662 STMicroelectr..............................6,350 Telecom IT ..................................0,682 Tenaris .....................................15,300 Terna ..........................................3,046 Tods ......................................100,800 UBI Banca ...................................3,598 Unicredit .....................................4,358

0,56 0,35 -1,46 0,66 -3,17 0,20 2,23 -1,85 -1,80 1,26 0,66 0,60 2,54

Fonsai, azione di responsabilit contro i Ligresti


Il commissario: Dalla famiglia danni per centinaia di milioni. Assemblea il 13 marzo
VITTORIA PULEDDA
MILANO Il redde rationem per i Ligresti e per gli amministratori che li hanno aiutati nellimpresa di spolpare metodicamente le societ di cui erano azionisti di riferimento fissato per il 13 marzo (il 14 in seconda convocazione). Per quella data infatti i cda di Fonsai e Milano hanno fissato le assemblee chiamate a votare lazione di responsabilit, come richiesto dal commissario ad acta Matteo Caratozzolo. Con una relazione di oltre 50 pagine, il professionista ha di fatto confermato le accuse a suo tempo avanzate dal fondo Amber e proposto lazione di responsabilit (che verr rimessa al voto dellassemblea) nei confronti di tutti i membri della famiglia Ligresti, ma anche dello storico amministratore delegato del gruppo, Fausto Marchionni, e di alcuni consiglieri tra cui Vincenzo La Russa, Cosimo Rucellai, Salvatore Rubino, Umberto Bocchino e Antonio Talarico, nonch di quattro componenti del collegio sindacale per Fonsai (e di altrettanti per la Milano assicurazioni). Le conclusioni cui arriva Caratozzolo sono pesantissime: limporto complessivo dei danni causati dai Ligresti ingentissimo, dellordine di centinaia di milioni di euro, scrive nella sua relazione. Le tre grandi aree di criticit sono quelle note: Atahotels; ulteriori operazioni nel settore imbeneficiato per alcuni anni di abnormi emolumenti, a danno di Fondiaria Sai medesima; per non parlare delle sponsorizzazioni a Lait (la srl che possedeva tra gli altri il cavallo Toulon): 4,76 milioni, dal 2003 al 2010. Emolumenti e compensi di cui emersa per larga misura linutilit, oltre che la sproporzione sponsorizzazioni che hanno rappresentato una ulteriore modalit di ingiustificato drenaggio sempre a favore dei Ligresti e operazioni immobiliari possibili grazie ad amministratori conniventi. Ora la parola passa ai soci, cio per il 42% ad Unipol. In base agli accordi sulla manleva del giugno scorso, la compagnia bolognese non potr votare lazione di responsabilit contro i consiglieri e i sindaci del periodo 2007-2011 che non siano stati anche soci di Premafin fino a gennaio 2012. Il vincolo non vale per i Ligresti. Sul versante sindacale, invece, partita la trattativa con Unipol su esuberi e riorganizzazione post fusione con Fonsai. In una nota i sindacati denunciano inaccettabili ricadute sulla vita di migliaia di famiglie.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I protagonisti

SALVATORE
Ha avuto oltre 40 milioni di consulenze

JONELLA
Sponsorizzazioni a Lait per 4,7 milioni

Pc in crisi

Dell lascia Wall Street


Dopo 25 anni Dell, terzo produttore mondiale di pc ma in grave difficolt, lascia la Borsa. La societ stata acquistata per 24,4 miliardi di dollari da un consorzio che capitanato dal fondatore, Michael Dell (foto), e di cui fa parte anche Microsoft

MARCHIONNI
E stato lamministratore delegato per molti anni

LA RUSSA
Vincenzo stato uno dei consiglieri Fonsai

Il caso

A sorpresa, leditore di Europa 7 si inserisce nella trattativa per lacquisto dei canali di Telecom Italia Media

La 7, sul tavolo lofferta di Di Stefano


GIOVANNI PONS
MILANO La carta nascosta di Franco Bernab, presidente esecutivo di Telecom Italia, potrebbe avere il nome di Europa 7 e il volto dellimprenditore abruzzese Francesco Di Stefano. Con una mossa tenuta riservata fino allultimo momento, sul tavolo del consiglio di amministrazione di domani potrebbe arrivare unofferta di Di Stefano per rilevare La7, che si andr ad aggiungere a quelle gi annunciate del fondo Clessidra e delleditore di periodici Urbano Cairo. Europa 7 ha cominciato a trasmettere nel maggio 2010 negli studi di Tor Cervara a Roma dopo una battaglia durata 11 anni per lassegnazione delle frequenze vinte nella gara per la concessione delle frequenze nazionali del 1999 quando si era piazzata al settimo posto davanti a Rete 4. Dallottobre 2012 sono poi partite le trasmissioni di Serie B Tv che grazie a un accordo con le squadre della serie cadetta trasmette in diretta e a pagamento tutte le partite, esclusi anticipi e posticipi. Ovviamente, se lesistenza dellofferta di Europa 7 verr confermata, toccher al cda di Telecom valutare la solidit finanziaria di Di Stefano visto che il salto dimensionale per lacquisto de La7 sarebbe importante. Ma non escluso che Di Stefano possa nei mesi scorsi aver trovato qualche socio finanziario o industriale disposto a sostenere la sua operazione. Daltronde, per assicurarsi i canali tv della Telecom non necessario un forte esborso in cash, ma la disponibilit ad accollarsi delle perdite ed essere dotati di idee forti per ristrutturare il costoso palinsesto messo in piedi negli ultimi due anni dalla gestione di Gianni Stella. La mossa a sorpresa di Europa 7 pu anche tornare utile a Bernab per prendere ulteriore tempo in vista della decisione finale, che potrebbe slittare di qualche mese o anche pi. Risulta infatti abbastanza evidente linsoddisfazione del management di Telecom e anche di Ti Media per la scarsa consistenza delle offerte in arrivo da Clessidra e Cairo. La prima valuta i tre multiplex in carico a Ti Media tra i 150 e i 180 milioni, cui si devono sottrarre i 100 milioni di perdite operative registrate da La7 e Mtv nel corso del 2012. Il fondo di Claudio Sposito sarebbe poi disposto a versare 100 milioni nella societ sotto forma di aumento di capitale per il rilancio dellattivit, ma a patto che la stessa Telecom si faccia carico di un centinaio di dipendenti sui 445 esistenti. Cairo chiede invece una dote di circa 50 milioni per accollarsi La7 senza i debiti, oltre a uno sconto sullaffitto dei multiplex che resterebbero per in capo a Telecom. Insomma per la societ telefonica il costo aggiuntivo per liberarsi del business televisivo sarebbe comunque pesante e leventuale offerta di Di Stefano potrebbe introdurre un nuovo elemento di valutazione. In tarda serata poi arrivata unaltra notizia inaspettata, questa volta dal Brasile. Andrea Mangoni, lamministratore delegato di Tim Brasil e Telecom Argentina avrebbe dato le dimissioni in aperto dissenso con i vertici della societ italiana. Laddio coincide con la presentazione dei dati di bilancio 2012 che si sono rivelati migliori sia delle previsioni fatte dagli analisti sia dei target che si era prefissa lazienda. Mangoni era giunto in Brasile nel marzo 2012 allepoca delle dimissioni da Tim Brasil di Luca Luciani a seguito dellinchiesta sulle sim card fasulle. Prima di allora era direttore finanziario di Telecom e aveva pesantemente criticato la gestione di Stella a Ti media.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Caratozzolo: amministratori conniventi hanno permesso operazioni inutili


mobiliare; compensi corrisposti ai componenti della famiglia Ligresti o a societ alla stessa riconducibili. Il commissario ricorda che la famiglia Ligresti e le controparti correlate hanno rappresentato per almeno 8 anni lunico interlocutore del gruppo Fonsai nel settore degli investimenti immobiliari. Operazioni in cui si registrava sistematicamente un anomalo squilibrio a vantaggio delle controparti e a danno del gruppo Fonsai che, per quanto riguarda le partite immobiliari, risultava etero-diretto dalla famiglia Ligresti. Dunque, operazioni in cui la famiglia guadagnava e le societ assicurative perdevano ma per le quali Salvatore Ligresti percepiva abnormi compensi allo scopo di far comprare al gruppo esclusivamente immobili di propriet delle controparti correlate: oltre 40 milioni di consulenze per don Salvatore. Ma il presidente onorario non lunico a percepire ingenti compensi dal gruppo: nel caso di Jonella, Caratozzolo scrive che ha ingiustificatamente

IL CASO FREQUENZE
Francesco Di Stefano ha vinto la gara per le frequenze nel 99 Ma le ha ottenute solo dopo un lungo contenzioso legale

Mangoni a sorpresa lascia il vertice di Tim Brasil dopo dati di bilancio migliori delle attese

BORSE EUROPEE
Paese/Indice 05-02 Amsterdam (Aex) ..................348,43 Bruxelles-Bel 20 .................2518,66 Francoforte (Xet Dax)...........7664,66 FTSE Eurotrack 100 ............2365,55 Londra (FTSE 100)...............6282,76 Madrid Ibex35.....................8093,60 Oslo Top 25...........................431,10 Parigi (Cac 40) ....................3694,70 Vienna (Atx) ........................2387,88 Zurigo (SMI) ........................7404,63 Var.% -0,36 +0,50 +0,35 +0,36 +0,58 +2,20 -0,32 +0,95 +0,11 +0,57

BORSE INTERNAZIONALI
Paese/Indice 05-02 DJ Stoxx Euro........................264,72 Hong Kong HS...................23148,53 Johannesburg ..................38145,59 New York (S&P 500) ............1511,29 New York (DJ Ind.).............13979,30 Nasdaq Comp. ....................3171,58 Singapore ST ......................3272,66 Sydney (All Ords).................4902,59 Tokio (Nikkei)....................11046,92 Var.% +0,73 -2,27 +0,58 +1,04 +0,71 +1,29 -0,75 -0,54 -1,90

EURIBOR
SCADENZA 1 mese TASSO 360 0,1230 TASSO 365 0,1247
-0,005 -0,182 -0,223 +0,308 +0,015 -0,111 -0,413 -0,232 +0,557

ORO E MONETE AUREE


05 FEBBRAIO Oro Milano (Euro/gr.) Oro Londra (usd/oncia) Argento Milano (Euro/kg.) Platino Milano (Euro/gr.) Palladio Milano (Euro/gr.) 05 FEBBRAIO Sterlina (v.c) Sterlina (n.c) Sterlina (post.74) Krugerrand Marengo Italiano
MATTINO SERA

la Repubblica

VALUTE
CORONA DK...............................7,4595 CORONA N.................................7,4140 CORONA S.................................8,5632 DOLLARO AUS ...........................1,3030 DOLLARO CDN...........................1,3511 DOLLARO USA ...........................1,3537 FRANCO CH ...............................1,2299 STERLINA UK.............................0,8599 YEN J ....................................126,3300

40,39 1.678,00 DENARO

40,12 1.673,50 798,56 42,46 18,86


LETTERA

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

276,05 278,84 278,84 1.087,49 223,11

328,01 331,62 331,62 1.277,68 247,91

21

La crisi

Seat chiede il concordato preventivo il titolo crolla ancora a Piazza Affari

SARA BENNEWITZ
MILANO Seat Pagine Gialle alza bandiera bianca e chiede lammissione a un concordato preventivo ex articolo 161. Cos si punta a salvare la societ e i suoi dipendenti dalla crisi attuale e dai debiti che ha accumulato per pagare dividenti e buonuscite ai private equity che da 1997 al 2011 si sono avvicendati alla guida del gruppo. La notizia ha fatto crollate le azioni Seat del 26% a un prezzo per cui non esiste moneta

Ora sar il Tribunale a decidere il destino della societ che ha 4000 dipendenti
(0,001 euro), mentre ieri la controllata Telegate sulla Borsa di Francoforte valeva otto volte pi della casa madre. La differenza che mentre il gruppo tedesco ha 60 milioni in cassa, sullazienda tricolore pesano 1,45 miliardi di passivit. Senza i debiti accumulati nei vari passaggi di propriet e legati alle acquisizioni a leva del controllo, oggi Seat sarebbe una societ sana: nonostante il business sia da tempo in difficolt, tra gennaio e settembre il gruppo ha prodotto 280 milioni di cassa ed stato in grado di pagare ben 80 milioni di commissioni a advisor, banche e legali per ristrutturare le sue linee di credito. Ma di fronte allacuirsi della crisi, pur di garantire la continuit aziendale il nuovo management ha deciso di non onorare le pendenze con le banche e con gli obbligazionisti. Nonostante la profonda ristrutturazione avvenuta a cavallo del 2011-2012, la societ ha deciso di affidarsi al nuovo concordato introdotto dal governo Monti, che sulla falsariga del Chapter 11 americano, lascia al Tribunale lonere di decidere qual la soluzione migliore per un gruppo che d lavoro a 4mila persone. Nei prossimi tre mesi, il Tribunale, con lausilio di un perito di sua fiducia, dovr stabilire se in base al nuovo piano industriale, Seat ha i numeri per andare avanti, o dovr liquidare gli attivi. E la proceduta avviata ieri potrebbe comportare un forte sacrificio da parte degli azionisti, ma anche dei creditori, vale a dire i fondi speculativi che hanno in mano 815 milioni di bond e le banche creditrici per 720 milioni, tra cui figurano Rbs, Bnp, Intesa e Unicredit. La scelta del gruppo guidato da Vincenzo Santelia coraggiosa, anche perch si basa sul presupposto che il Tribunale accolga la richiesta ex articolo 161 e che quindi dia una chance allazienda per andare avanti con il rilancio. Eppure il business degli elenchi telefonici - che orami rappre-

senta solo un terzo dei ricavi consolidati - va male, i servizi telefonici come l89-24-24 stentano a riprendersi e lattivit su Internet cresce ma non abbastanza da compensare il calo della raccolta sulle Pagine Gialle. Del resto se anche le tv di Mediaset si apprestano a chiudere il primo anno in rosso e a gennaio hanno raccolto il 20% in meno del 2012, per Seat la via della ristrutturazione potrebbe essere un percorso lungo e pieno di ostacoli.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Loperazione

Si fa sempre pi debole la posizione dellad Ragnetti . E dieci Airbus potrebbero restare a terra

Alitalia, salvagente di 150 milioni. Tagli alla flotta


LUCIO CILLIS
ROMA Dopo dieci giorni di scontri, gli azionisti Alitalia sembrano aver trovato un primo accordo sullentit della somma da iniettare nella societ, stretta tra la necessit di reperire risorse fresche e il crollo dimmagine dovuto al caso Carpatair. Il prossimo cda, fissato per gioved 14 febbraio, potrebbe dare il via libera ad un prestito da 150 milioni. Ma in cambio del semaforo verde, sullaltro piatto della bilancia, alcuni soci - e non necessariamente quelli pi piccoli e combattivi - vorrebbero vedere la testa dellamministratore delegato. Andrea Ragnetti entrato nel mirino dopo lincidente allaereo romeno, un colpo allimmagine che potrebbe convincere i soci forti a sacrificarlo. Il partito degli scontenti, infatti, sta cercando nuovi alleati dopo la sfiducia ai vertici votata dal cda la scorsa settimana, quando la richiesta di ritiro delle deleghe a Colaninno e Ragnetti stata respinta con 13 voti contrari e 6 favorevoli. Resta da decidere quale tipologia di prestito utilizzare per rimpinguare le casse di Alitalia: si va dallipotesi di un convertibile a quella di un finanziamento diretto. Non escluso il ricorso a versamenti in conto futuro aumento di capitale o di vero e proprio aumento capitale, di fatto lanticamera di una ricapitalizzazione. Ma in queste ore frenetiche non mancano novit sul fronte delloperativit della compagnia. Le previsioni di traffico passeggeri per i prossimi mesi restano negative e il management avrebbe allo studio un taglio di aeromobili. Dei 145 aerei che compongono la flotta Alitalia, si starebbe pensando alla messa a terra di almeno 10-15 macchine di breve-medio raggio (Airbus A320). Una mossa che garantirebbe risparmi sul carburante, permettendo un maggiore utilizzo dei restanti velivoli sia pure a scapito dellofferta. Tra i risparmi ci sarebbe anche quello che riguarda piloti, assistenti di volo e manutenzione. Potrebbero essere coinvolti circa 350 tra steward e comandanti. Tutti da ricollocare in un momento di forte tensione con i sindacati e di calo della domanda da parte dei passeggeri.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL MANAGER
Andrea Ragnetti, ad di Alitalia

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

22

ECONOMIA

PER SAPERNE DI PI www.tigf.fr www.snam.it

Snam conquista la rete del gas di Total


Saipem, affondo del pm: Snamprogetti ha sempre pagato tangenti. Fidelity sotto il 2%
LUCA PAGNI
MILANO Dopo il canale della Manica, Snam si aggiudica anche il sud della Francia. Il gruppo controllato dalla Cassa Depositi Prestiti in pole position la gara per Tigf che gestisce i 5mila chilometri della rete del gas messi in vendita da Total. Un altro passo verso il progetto di costruzione di una rete europea per la distribuzione del metano di cui Snam vuole essere uno degli attori principali. Un anno fa, aveva rilevato il gasdotto che collega la Gran Bretagna con il resto del Continente, fondamentale per la distribuzione del gas del mare del Nord. Lannuncio arrivato ieri in tarda serata. Il gruppo guidato da Carlo Malacarne il socio di maggioranza (con il 45% delle quote) dei veicolo di cui fanno parte anTigf gestisce una rete di gasdotti che copre il 13% del trasporto del gas in Francia e 22% delle capacit di stoccaggio di gas. La societ occupa 500 dipendenti e nel 2011 ha registrato un fatturato di circa 350 milioni di euro. Ma nel settore dellenergia tiene sempre banco la vicenda Saipem. Proseguono gli accertamenti della Consob per capire chi ha venduto il 2,3% di Saipem poche ore prima dellallarme profitti lanciato dalla societ settimana scorsa e che ha fatto crollare il titolo in Borsa. Dopo la convocazione dei vertici della societ (ma non dei manager di Eni, come erroneamente riferito) Consob potrebbe comunicare novit a breve. Uno dei sospettati, il fondo Fidelity ha comunicato di aver venduto lo 0,6%, scendendo sotto il 2%, ma solo due giorni dopo il crollo a Piazza Affari. Dopo il fronte finanziario, ieri si riaperto anche quello giudiziario. Al tribunale di Milano si attendeva la requisitoria del pm Fabio De Pasquale nel procedimento per tangenti in Nigeria, fatti che risalgono a una decina di anni e in cui erano coinvolti cin-

Gasdotti per 5mila km tra la Spagna e lItalia


Lasset messo in vendita da Total la Tgfi, societ che nel 2012 ha fatturato 320 milioni e copre il 13% della rete in Francia e il 22% della capacit di stoccaggio che Electricit de France (Edf), il colosso transalpino dellenergia controllato dallEliseo e che in Italia controlla Edison e il fondo sovrano di Singapore. Lhanno spuntata con una offerta che dovrebbe aggirarsi sui 2,3 miliardi di euro. Snam e i suoi alleati hanno battuto il raggruppamento guidato dalla Caisse des Depots, l'equivalente francese della nostra Cdp, la societ belga Fluxys e gli investitori istituzionali Axa, Credit Agricole e il fondo di Abu Dhabi.

Le tappe
LA VENDITA
Il 5 febbraio Bofa Merrill Lynch vendee sul mercato il 2,3% di Saipem per conto di un investitore

LANNUNCIO
Sempre il 5 febbraio Saipem lancia un allarme utili che dimezza le previsioni per il 2013 a 450 milioni

Processo per tangenti in Nigeria: ricorso a Consulta contro applicazione della legge 231
que dirigenti di Snamprogetti, usciti dal processo per prescrizione dei termini. Unico imputato rimasto la Saipem per violazione della legge 231. La difesa ha sollevato il caso davanti alla Consulta perch Saipem soggetto diverso da Snamprogetti. Durissima la replica del pm: Storicamente, ha sempre pagato tangenti, era la societ di ingegneria pi adatta a farlo. Snamprogetti, ha aggiunto il pm, stata acquisita da Saipem ma era gi Saipem, tanto che adesso in Nigeria c' Saipem che subentrata in tutti in contratti. De Pasquale assieme al collega Sergio Spadaro, titolare di un'altra inchiesta ancora aperta su altri fatti di presunta corruzione internazionale, stavolta in Algeria, che vede, tra gli indagati, ancora Saipem per la legge sulla responsabilit amministrativa degli enti (231 del 2001) e l'ex ad Pietro Tali.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lad Umberto Vergine

IL CROLLO
Il 6 febbraio Saipem tracolla a Piazza Affari e arriva a perdere il 34% sotto le vendite degli investitori

LINCHIESTA
La Consob apre una indagine per capire se qualcuno ha passato informazioni riservate prima dellallarme profitti

Il bilancio

Enel: ricavi in salita, margini in calo lindebitamento sotto 43 miliardi


MILANO Risultati in linea con le attese per il gruppo Enel. Con il fatturato in crescita del 6 per cento a quota 84,9 miliardi, in crescita del 6,8 per cento rispetto ai 79,5 miliardi del 2011 grazie essenzialmente ai maggiori ricavi da vendita e trasporto di energia elettrica, da trading di combustibili e da vendita di gas ai clienti finali. In calo i margini: l'ebitda ammonta a 16,7 miliardi di euro, in diminuzione del 5,1 per cento rispetto al 2011 per effetto essenzialmente della riduzione del margine di generazione in Italia e della variazione del perimetro di consolidamento conseguente alle cessioni effettuate nei due esercizi di riferimento. In positivo landamento delle divisioni mercato, energie rinnovabili e internazionale. L'indebitamento finanziario netto a fine 2012 pari a 42,9 miliardi, in diminuzione dai 44,6 miliardi della fine del 2011.

84,9
I RICAVI

Il fatturato di Enel salito del 6 per cento nel 2012 rispetto allanno precedente

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

IMPRESE&MERCATI
2011- 2012 min max
0,328 0,297 3,671 2,513 17,132 0,447 0,437 7,665 0,055 0,474 0,450 3,258 2,808 4,739 0,079 0,002 0,786 4,284 3,707 9,165 6,193 13,175 5,502 2,618 6,599 3,718 1,342 0,690 50,310 0,507 0,884 0,226 1,456 0,542 0,262 1,339 0,220 1,525 1,575 0,821 4,122 5,697 0,153 0,336 0,313 0,815 0,168 0,657 2,349 0,234 18,000 1,137 19,017 0,541 0,900 6,595 0,076 10,502 6,534 3,203 2,958 2,330 1,188 1,031 0,741 0,217 5,077 0,037 1,264 8,494 0,372 0,351 5,400 1,240 1,412 0,142 0,052 0,232 0,232 0,720 0,147 0,300 0,337 0,429 8,613 0,639 0,793 5,370 5,938 39,596 0,877 0,714 10,659 0,138 0,740 0,122 2,107 4,431 4,171 7,694 0,242 0,007 1,468 6,255 8,324 14,142 9,400 18,601 13,068 3,447 14,787 6,887 2,269 1,146 79,949 1,559 1,985 0,309 3,452 1,445 0,540 3,017 0,341 3,232 3,014 1,672 6,624 8,025 0,432 0,537 0,519 1,180 0,310 1,424 3,970 0,435 22,300 2,309 42,056 0,936 1,358 10,448 0,124 15,200 11,311 5,420 4,546 3,651 1,663 1,648 1,089 0,886 6,495 0,087 2,389 16,601 1,187 6,058 7,314 2,046 1,997 0,216 0,095 0,274 0,468 1,303 0,280 0,692 0,591 0,053 0,705 19,888

www.finanza.repubblica.it
23
Chiu ieri
8,620 5,975 5,240 0,275 1,012 6,090 5,140 0,187 0,087 0,192 0,250 9,645 15,200 0,138 0,070 2,102 0,648 1,070 0,495 0,054 7,560 24,500 0,500 0,155 1,046 8,960 0,287 7,020 6,000 7,880 20,240 28,000 0,980 8,685 9,000 0,157 0,001 0,870 3,540 7,350 0,111 0,653 3,662 2,220 4,320 0,007 1,911 0,390 167,500 6,350 1,492 0,550 0,682 0,156 0,234 0,599 15,300 3,046 2,244 0,474 0,043 100,800 5,030 6,605 3,598 0,504 4,358 8,820 1,968 1,616 3,840 1,057 3,440 5,340 13,520 4,760 0,089 0,191

TITOLO
A A.S. Roma A2A Acea Acegas-Aps Acotel Group Acque Potabili Acsm-Agam AdF-Aerop.Firenze Aedes Aeffe Aicon Ain Renewables Alerion Amplifon Ansaldo Sts Antichi Pell Arena Ascopiave Astaldi ASTM Atlantia Autogrill Autostrade Mer. Azimut B B&C Speakers Banca Generali Banca Ifis Basicnet Bastogi BB Biotech Bca Carige Bca Carige r Bca Finnat Bca Intermobiliare Bca P.Etruria e Lazio Bca P.Milano Bca P.Spoleto Bca Profilo Bco Desio-Brianza Bco Desio-Brianza rnc Bco Popolare Bco Santander Bco Sardegna rnc Bee Team Beghelli Beni Stabili Best Union Co. Bialetti Industrie Biancamano Biesse Bioera Boero Bart. Bolzoni Bon.Ferraresi Borgosesia Borgosesia rnc Brembo Brioschi Brunello Cucinelli Buzzi Unicem Buzzi Unicem rnc C Cad It Cairo Comm. Caleffi Caltagirone Caltagirone Ed. Cam-Fin Campari Cape Live Carraro Cattolica As CDC Cell Therap Cembre Cementir Hold Cent. Latte Torino Ceram. Ricchetti CHL CIA Ciccolella Cir Class Editori Cobra Cofide Cogeme Set Conafi Prestito Cred. Artigiano Cred. Bergamasco

Chiu ieri
0,490 0,458 4,580 5,805 25,020 0,741 0,677 10,480 0,055 0,637 0,122 0,685 3,970 3,928 7,485 0,171 0,005 1,230 5,225 7,980 13,320 9,130 16,600 12,100 3,328 13,580 6,935 1,548 0,871 78,400 0,741 1,262 0,285 1,952 0,550 0,503 2,470 0,263 2,130 2,044 1,416 5,700 7,660 0,220 0,387 0,497 0,900 0,254 0,684 2,626 0,252 20,990 2,310 37,600 0,766 1,070 9,865 0,097 14,820 10,370 5,225 4,390 2,576 1,355 1,339 0,860 0,776 5,700 0,065 2,094 13,340 0,509 1,040 6,845 1,986 1,848 0,204 0,061 0,246 0,389 0,813 0,227 0,351 0,400 0,048 0,677 13,700

ieri
1,03 -1,12 -1,12 0,96 -1,50 -1,20 -0,73 2,24 -3,53 -2,00 0,66 1,79 1,92 -0,13 -1,95 -1,82 -3,76 -0,67 0,88 0,30 -0,92 1,03 -1,94 -2,12 -1,81 1,91 -2,03 -1,02 0,77 -4,69 -0,55 -0,31 3,55 -1,43 -0,59 -0,48 -0,42 1,24 -2,85 -1,12 -0,87 0,07 8,54 -3,68 -0,56 -1,26 6,63 3,64 1,55 2,23 0,72 -0,35 0,27 -0,71 0,97 3,40 -0,20 1,57 2,05 1,29 -0,16 1,06 4,30 -0,09 -7,14 0,77 0,30 -1,83 0,10 1,71 0,46 3,24 2,15 0,17 -1,20 1,30 -1,09 0,89 -2,85 -1,50 1,96 -2,14

Var % inizio anno


-4,91 -0,97 -2,55 5,26 5,57 -6,20 6,61 2,64 -9,00 13,04 30,48 6,43 1,71 3,60 -5,06 -6,90 -4,06 0,38 -4,43 -5,80 2,24 -2,12 8,04 8,83 3,51 22,96 10,57 1,87 6,67 -5,96 0,56 4,66 -0,41 -0,54 8,19 43,60 4,24 3,90 4,29 8,34 -8,87 4,93 22,64 5,79 6,70 3,21 30,39 1,03 5,46 -9,90 1,94 11,92 1,62 1,26 10,31 -0,30 13,93 9,78 -3,45 -0,48 -5,79 3,70 -4,91 9,75 -2,22 39,57 -4,04 30,78 -4,12 4,71 33,60 5,74 7,29 18,92 24,86 11,40 1,68 3,54 28,01 -0,37 5,29 0,29 -0,82 9,37 -3,99

Cap. in mil. di
65 1453 982 315 104 27 52 91 54 69 13 12 171 869 1198 8 9 292 516 703 8811 2325 72 1745 36 1548 371 95 16 1634 3 103 300 139 1642 73 178 248 27 2521 51 15 80 958 8 19 23 71 9 91 60 213 34 1 647 76 1007 1709 210 39 202 17 159 107 593 3317 3 95 721 6 116 312 18 16 12 23 68 652 24 34 294 3 32 852

IL PUNTO

TITOLO

ieri
0,35 3,02 -0,95 2,27 -0,30 -1,46 -0,58 1,04 -2,54 -0,71 0,94 0,66 -0,86 -0,57 -0,08 -3,17 -4,73 1,82 0,57 0,97 -0,51 -3,95 -0,44 -3,27 0,43 0,59 -0,57 0,20 1,55 -0,55 1,16 -26,67 1,14 2,37 -1,86 -1,66 2,23 2,02 0,37 1,33 0,57 -1,85 0,13 0,09 -1,80 -0,26 2,63 -1,64 1,26 0,66 0,36 -0,21 -1,61 0,60 -0,40 -3,08 2,54 -0,34 -0,15 0,50 -0,78 -0,06 2,40 -4,38 0,68 -1,66 -8,38

Var % inizio anno


-2,87 3,82 32,86 1,25 4,01 9,53 11,74 7,90 43,98 0,89 3,65 -1,17 -4,90 6,59 0,78 -16,14 -13,47 8,62 16,39 1,13 -8,94 4,76 -0,94 2,54 1,30 6,38 15,71 -33,90 -20,00 -3,26 3,15 10,77 -1,81 -76,60 -27,50 7,27 9,70 8,52 19,38 2,18 13,27 6,82 11,36 -4,36 13,60 15,79 -2,78 1,70 -3,27 -2,29 -5,44 -0,72 6,15 3,07 5,69 1,92 19,93 4,59 -2,60 13,19 -0,11 26,07 18,82 0,31 6,02 8,59 6,89 11,92 4,75 3,02 0,74

2011- 2012 min max


6,464 4,110 3,542 0,263 0,842 2,957 3,875 0,169 0,067 0,125 0,194 6,625 9,525 0,110 0,068 1,603 0,335 0,450 0,300 0,054 4,997 15,838 0,300 0,078 0,555 7,599 0,224 6,175 3,845 4,134 19,863 28,000 0,672 7,505 6,110 0,144 0,002 0,700 2,277 4,252 0,090 0,454 3,102 1,745 3,673 0,006 1,197 0,166 167,500 3,695 1,400 0,292 0,618 0,135 0,165 0,522 12,241 2,548 1,901 0,300 0,027 62,108 3,215 3,961 1,916 2,354 4,672 1,340 0,959 3,304 0,977 2,537 2,978 7,341 4,013 0,063 0,166 9,652 6,267 6,355 0,405 1,122 6,649 6,761 0,842 0,185 0,498 0,576 10,550 16,196 0,165 0,261 2,233 0,708 2,531 0,750 0,453 7,637 24,486 0,690 0,179 1,630 14,295 0,406 8,531 6,031 8,207 39,784 39,400 1,233 9,394 9,053 0,478 0,068 1,360 3,804 7,503 1,794 1,972 3,761 2,487 4,640 0,037 1,919 0,453 167,500 6,599 1,579 0,593 0,923 0,214 0,299 0,752 16,941 3,119 2,694 0,477 0,049 103,598 6,531 6,983 4,016 0,504 4,765 17,276 6,254 4,667 4,040 1,285 3,649 5,616 14,271 4,887 0,129 0,271

Cap. in mil. di
4099 73 44 35 141 2045 1584 5 73 79 47 83 3237 52 3 57 21 791 15 2 1576 226 79 127 12 104 27 102 44 487 8985 3 926 85 501 22 247 1 96 1658 5 77 12335 257 392 3 908 33 203 23 9172 228 1 3595 6127 84 50 79 3075 355 37 3267 80 25153 22 875 440 40 31 150 354 793 418 15 1

Recuperano le banche realizzi su Fiat e Stm

MILANO Piazza Affari recupera solo parte delle perdite della vigilia, con il Ftse Mib in rialzo dell1,05%. Tra le banche bene Unicredit (+2,5%), Monte Paschi (+3,2%) e Intesa (+2,1%). Nellenergia sale Enel (+1,2%), Eni (+2%), Snam (+2,2%) che avrebbe presentato lofferta per la rete francese Tigf. In recuepro anche i materiali da costruzione di Italcementi (+2,9%) e Buzzi (+1,5%). Realizzi invece su Fiat (-0,51%), StM (-1,8%) e Telecom (-1,8%).

TITOLO
Cred. Emiliano Cred. Valtellinese Crespi Csp D DAmico Dada Damiani Danieli Danieli rnc Datalogic DeLonghi Dea Capital Delclima Diasorin Digital Bros Dmail Group E Edison r EEMS EI Towers El.En. Elica Emak Enel Enel Green Pw Enervit Engineering Eni Erg Ergy Capital Esprinet Eukedos Eurotech Exor Exor priv Exor risp Exprivia F Falck Renewables Ferragamo Fiat Fiat Industr. Fidia Fiera Milano Finmeccanica FNM Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai risp Fondiaria-Sai risp B Fullsix G Gabetti Pro.Sol. Gas Plus Gefran Gemina Gemina rnc Generali Geox Gruppo Ed.LEspresso H Hera I I Grandi Viaggi IGD Il Sole 24 Ore Ima Immsi Impregilo

Chiu ieri
4,252 1,214 0,033 1,098 0,396 3,128 0,975 21,740 12,760 6,945 11,810 1,420 0,793 27,890 1,194 4,258 1,000 0,356 21,860 15,920 1,075 0,573 3,030 1,435 1,979 28,700 18,240 6,795 0,270 3,232 0,620 1,250 21,190 19,000 18,780 0,701 1,039 19,560 4,254 9,330 2,604 4,160 4,652 0,196 1,250 85,550 0,832 1,936 0,054 4,920 2,820 1,277 1,306 13,370 2,500 0,872 1,326 0,370 0,823 0,591 15,300 0,524 3,808

ieri
0,90 -1,30 -2,35 0,83 -1,00 -1,82 1,56 -0,05 0,39 -0,36 0,68 -1,39 -2,04 -0,57 -0,50 -1,34 -1,77 -0,95 -0,59 1,02 3,07 1,51 1,20 0,70 1,91 1,45 2,01 -2,58 6,64 0,69 1,64 -1,03 0,57 2,37 0,97 0,14 1,17 0,20 -0,51 1,41 0,93 2,46 2,02 -1,16 0,08 0,65 -0,95 1,04 -1,63 0,74 1,81 1,19 0,31 1,06 -0,79 -2,13 0,68 -2,58 -4,30 -4,83 1,39 -6,26 0,58

Var % inizio anno


-0,65 1,68 30,20 12,79 20,51 2,09 5,46 -2,86 -2,22 4,44 5,26 3,50 17,84 -8,44 -5,46 108,73 14,29 -1,93 3,75 1,34 7,77 5,43 -6,94 -0,97 -3,37 11,07 -3,95 -9,52 63,12 -5,99 10,71 9,65 8,56 11,83 9,50 8,85 1,76 13,79 9,36 8,61 8,95 4,31 3,38 -3,69 27,10 4,65 19,97 -0,41 -4,74 -1,40 6,25 16,09 27,91 -7,15 12,31 0,35 4,33 -5,10 -0,84 11,30 4,79 14,59 5,48

2011- 2012 min max


2,352 0,906 0,024 0,699 0,279 2,081 0,788 15,213 8,222 5,385 5,945 1,208 0,372 18,238 1,079 1,962 0,657 0,186 15,510 9,885 0,589 0,470 2,060 1,034 1,755 20,716 15,155 4,383 0,127 1,883 0,045 1,033 15,286 13,751 12,548 0,483 0,731 9,939 3,325 6,573 2,226 2,884 2,679 0,155 0,849 0,614 0,503 1,712 0,042 3,393 2,534 0,544 0,500 8,241 1,475 0,564 0,961 0,370 0,544 0,443 12,759 0,368 2,362 4,576 2,597 0,046 1,128 0,552 3,442 1,047 23,716 13,998 7,487 12,124 1,480 0,975 30,663 1,601 14,939 1,024 0,768 22,296 16,910 1,151 0,642 3,297 1,659 2,273 28,408 19,454 8,821 0,378 4,375 11,080 1,506 22,277 19,269 18,959 0,785 1,135 19,664 4,863 9,686 3,466 4,242 5,060 0,299 5,308 86,350 0,841 2,211 0,137 6,445 3,822 1,278 1,325 14,517 2,775 1,132 1,373 0,710 0,936 0,820 15,244 0,652 3,893

Cap. in mil. di
1412 543 5 36 144 50 80 886 513 404 1760 437 117 1561 17 7 111 15 619 76 67 92 28416 7184 35 355 65742 1034 25 167 11 45 3393 1445 170 37 295 3293 5324 11398 14 174 2688 85 1161 109 270 21 15 219 40 1865 5 20713 648 361 1476 17 276 26 559 184 1537

TITOLO
Impregilo rnc Indesit Indesit rnc Industria e Inn Intek Group Intek Group risp T Intek Group rnc Interpump Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo rnc Invest e Sviluppo Irce Iren Isagro IT WAY Italcementi Italcementi rnc Italmobiliare Italmobiliare rnc IVS Group J Juventus FC K K.R.Energy Kinexia L La Doria Landi Renzo Lazio Lottomatica Luxottica Lventure Group M M&C Maire Tecnimont Marcolin MARR Mediacontech Mediaset Mediobanca Mediolanum Meridiana Fly Meridie Mid Industry Cap Milano Ass. Milano Ass. rnc Mittel MolMed Mondadori Mondo Tv Monrif Monte Paschi Si. Montefibre Montefibre rnc Moviemax Mutuionline N Nice Noemalife Novare O Olidata P Panariagroup Parmalat Piaggio Pierrel Pininfarina Piquadro

Chiu ieri
13,700 5,445 5,310 1,410 0,340 0,500 0,368 5,715 1,409 1,180 0,045 1,440 0,568 2,194 1,300 4,222 2,200 14,250 9,265 6,990 0,214 1,174 1,222 1,696 1,503 0,445 17,860 33,430 0,237 0,173 0,391 4,244 8,070 1,425 1,841 5,155 4,352 0,757 0,086 5,920 0,397 0,433 1,380 0,407 1,132 0,670 0,271 0,228 0,100 0,182 0,086 3,068 2,710 3,424 0,780 0,288 1,169 1,790 1,971 0,830 3,064 1,655

ieri
2,62 0,83 -1,85 0,29 -3,26 2,97 2,10 1,64 4,65 2,43 2,14 -1,44 2,93 0,82 0,49 -0,64 -0,70 -5,32 -1,45 0,41 -2,78 -2,71 0,22 -0,30 -19,99 -0,29 -2,88 0,09 1,19 -2,40 0,05 1,48 0,28 -5,97 5,67 0,68 0,91 -0,21 0,73 1,39 -0,18 -0,22 1,12 3,22 0,40 -0,71 -0,39 -1,09 -2,17 -13,33 1,80 0,17 0,56 -0,30 1,72 1,73 -1,08

Var % inizio anno


5,71 -15,19 -6,02 -10,70 2,72 20,48 0,88 -2,97 2,47 6,02 11,94 2,49 18,33 1,20 9,52 -4,91 -0,45 8,78 14,38 -10,38 -0,19 38,12 18,30 -0,70 0,33 -3,05 1,53 4,01 334,03 0,88 -6,80 0,09 1,25 7,30 11,91 6,16 9,90 33,89 15,79 -13,58 22,68 16,43 2,30 -6,43 -1,57 13,38 -1,38 -2,48 46,63 -1,30 4,77 -7,20 1,35 12,63 -21,80 7,03 7,44 0,45 -5,42 23,97 0,66 2,67

2011- 2012 min max


7,136 2,624 2,604 1,200 0,277 0,361 0,269 5,179 0,890 0,706 0,028 1,358 0,254 1,970 0,938 3,108 1,602 10,473 6,240 6,768 0,149 0,828 0,758 1,599 1,151 0,333 11,349 21,612 0,040 0,164 0,343 3,096 6,323 0,976 1,176 2,467 2,251 0,517 0,067 4,448 0,214 0,183 1,097 0,392 0,841 0,451 0,254 0,155 0,050 0,147 0,046 2,609 2,335 2,933 0,811 0,192 0,665 1,285 1,719 0,616 2,724 1,232 16,172 6,986 6,780 1,800 0,388 0,532 0,590 6,758 1,612 1,353 0,313 2,000 0,833 2,764 1,467 5,977 2,692 19,604 12,508 10,038 0,309 3,590 1,305 1,850 2,093 0,552 18,530 36,016 0,370 0,207 1,081 4,856 8,486 1,696 2,553 5,597 4,679 3,129 0,124 6,920 0,428 0,448 1,741 0,520 1,559 1,752 0,334 0,427 0,135 0,229 0,250 3,596 2,926 4,959 1,090 0,332 1,184 1,882 2,330 1,611 4,545 1,791

Cap. in mil. di
22 617 3 33 117 3 16 617 21848 1095 6 41 673 38 10 742 232 314 152 268 216 39 26 52 170 31 3077 15859 3 84 127 263 536 27 2174 4408 3212 82 4 25 733 44 122 85 278 18 40 2670 13 5 6 121 316 22 11 10 53 3144 735 13 93 83

Pirelli & C. Pirelli & C. rnc Poligr. S.Faustino Poligrafici Editoriale Poltrona Frau Pop.Emilia Romagna Pop.Sondrio Pramac Prelios Premafin Finanziaria Premuda Prima Industrie Prysmian R R. De Medici R. Ginori 1735 Ratti RCF RCS Mediagroup RCS Mediagroup risp RDB Recordati Reply Retelit Risanamento Rosss S Sabaf S.p.a. Sadi Saes Saes rnc Safilo Group Saipem Saipem risp Saras Sat Save Screen Service BT Seat PG Seat PG r Servizi Italia SIAS Sintesi Snai Snam Sogefi Sol Sopaf Sorin Stefanel Stefanel risp STMicroelectr. T Tamburi TAS Telecom IT Telecom IT Media Telecom IT Media rnc Telecom IT rnc Tenaris Terna TerniEnergia Tesmec Tiscali Tods Trevi Fin.Ind. TXT e-solution U UBI Banca Uni Land Unicredit Unicredit risp Unipol Unipol pr V Valsoia Vianini Industria Vianini Lavori Vittoria Ass. Y Yoox Z Zignago Vetro Zucchi Zucchi rnc

FONDI COMUNI APERTI - SICAV ITALIANI E LUSSEMBURGHESI DEL 4 FEBBRAIO 2013


TITOLI Val. oggi Val. ieri Diff.% 12 mesi TITOLI Val. oggi Val. ieri Diff.% 12 mesi
2,38 4,40 5,47 5,40 6,14 7,88 8,66 2,72 4,20 5,24 6,62 6,35

TITOLI

Val. oggi

Val. ieri
6,260 7,544 7,930

Diff.% 12 mesi
5,06 3,20 3,25

tel.02-72206431(EX L)/800-893989 AcomeA America A1.....................13,502 AcomeA America A2.....................13,767 AcomeA Asia Pac. A2......................3,689 AcomeA Asia Pacifico A1 ................3,627 AcomeA Breve Term. A1...............13,451 AcomeA Breve Term. A2...............13,544 AcomeA Etf Attivo A1 ......................4,050 AcomeA Etf Attivo A2 ......................4,104 AcomeA Eurobb. A1 .....................15,565 AcomeA Eurobb. A2 .....................15,662 AcomeA Europa A1 .........................9,515 AcomeA Europa A2 .........................9,687 AcomeA Globale A1 ........................9,009 AcomeA Globale A2 ........................9,258 AcomeA Italia A1...........................14,535 AcomeA Italia A2...........................14,745 AcomeA Liquidita A1......................8,709 AcomeA Liquidita A2......................8,709 AcomeA Obblig.Corp. A1................7,349 AcomeA Obblig.Corp. A2................7,401 AcomeA Paesi Em. A1.....................6,645 AcomeA Paesi Em. A2.....................6,745 AcomeA Patr. Aggr. A2....................3,460 AcomeA Patr. Aggr.A1 ....................3,389 AcomeA Patr. Dinam.A1..................4,698 AcomeA Patr. Dinam.A2..................4,747 AcomeA Patr. Prud. A1....................5,675 AcomeA Patr. Prud. A2....................5,757 AcomeA Perform. A1 ....................19,828 AcomeA Perform. A2 ....................19,990

13,569 13,834 3,614 3,554 13,549 13,643 4,161 4,216 15,714 15,811 9,722 9,897 9,043 9,292 15,144 15,372 8,710 8,711 7,419 7,472 6,586 6,685 3,475 3,404 4,733 4,781 5,740 5,822 20,065 20,228

6,71 7,82 15,46 14,16 12,24 12,79 5,44 6,49 17,01 17,43 7,21 8,39 9,45 10,82 7,38 8,20 8,28 8,27 19,83 20,15 7,42 8,37 7,59 6,24 11,12 11,67 11,43 12,18 13,63 14,31

Prima Rend.Ass. Prudente Y ........17,251 17,309 Prima Strat.Eu PMI Alto Pot A .......14,237 14,228 Prima Strat.Eu PMI Alto Pot Y .......14,530 14,520 Prima Strat.Eur. Alto Pot A...............2,481 2,487 Prima Strat.Eur. Alto Pot Y...............2,557 2,563 Prima Strat.Ita Alto Pot A .................5,463 5,485 Prima Strat.Ita Alto Pot Y .................5,598 5,619 PRIMAforza 1 B ...............................5,407 5,404 PRIMAforza 2 B ...............................5,009 5,014 PRIMAforza 3 B ...............................5,427 5,428 PRIMAforza 4 B ...............................4,881 4,878 PRIMAforza 5 B ...............................4,389 4,379

Malatesta Obblig. Euro....................6,250 Passadore Breve Termine ...............7,536 Teodorico Breve Termine................7,921

tel.02-88981 Azimut Dinamico...........................24,396 Azimut Garanzia............................12,807 Azimut Reddito Euro .....................16,745 Azimut Reddito Usa.........................6,188 Azimut Scudo ..................................8,173 Azimut Solidity.................................8,269 Azimut Str. Trend.............................5,788 Azimut Trend.................................23,425 Azimut Trend America...................10,681 Azimut Trend Europa ....................11,482 Azimut Trend Italia ........................13,663 Azimut Trend Pacifico .....................6,651 Azimut Trend Tassi ..........................9,793 Formula 1 Absolute .........................6,337 Formula 1 Conservative ..................6,685 Formula 1 Target 2013 ....................6,859 Formula 1 Target 2014 ....................6,558

24,549 12,808 16,805 6,110 8,192 8,293 5,827 23,611 10,695 11,619 14,247 6,577 9,845 6,386 6,698 6,864 6,590

4,56 2,38 7,24 -0,02 7,14 6,00 9,79 4,64 5,17 7,29 3,55 1,60 8,70 4,78 7,30 4,61 6,31

tel.800-546961 Fideuram Bilanciato ......................13,267 Fideuram Italia...............................21,084 Fideuram Moneta..........................15,062 Fideuram Rendimento.....................9,978 Fideuram Risparmio......................17,201 FMS - Absolute Return ....................8,877 FMS - Eq.Glob.Resources............10,534 FMS - Equity Asia ............................9,156 FMS - Equity Europe .....................10,362 FMS - Equity Gl Em Mkt ................13,110 FMS - Equity New World...............16,111 FMS - Equity Usa.............................9,826

13,403 21,888 15,062 10,041 17,203 8,833 10,465 9,000 10,370 12,981 15,991 9,779

7,17 8,32 1,52 9,17 1,25 0,32 -6,98 5,10 12,62 1,93 0,81 5,61

tel.800-388876 ANM Anima Alto Potenziale Globale14,572 14,608 ANM Anima America.....................10,825 10,853 ANM Anima CapitalePi Az. ............5,120 5,130 ANM Anima CapitalePi Bil.15 ........5,534 5,536 ANM Anima CapitalePi Bil.30 ........5,271 5,277 ANM Anima CapitalePi Obb. .........5,695 5,696 ANM Anima Convertibile .................6,368 6,393 ANM Anima Emergenti..................10,565 10,457 ANM Anima Europa.........................4,302 4,365 ANM Anima Fondo Trading ..........13,552 13,634 ANM Anima Iniziativa Europa ..........7,385 7,442 ANM Anima Italia...........................13,639 14,165 ANM Anima Liq. Euro Cl.A...............6,893 6,893 ANM Anima Liquidit Euro Cl.I ........6,895 6,895 ANM Anima Obbl.Euro ....................7,158 7,173 ANM Anima Obbligaz. Hy .............18,588 18,621 ANM Anima Obbligazionario Corporate7,8877,907 ANM Anima Obbligazionario Emergente7,5117,524 ANM Anima Pacifico........................5,367 5,279 ANM Anima Pianeta......................10,334 10,294 ANM Anima Riserva Emer. ..............4,993 4,980 ANM Anima Riserva Glob................4,973 4,957 ANM Anima Risparmio ....................7,530 7,542 ANM Anima Salvadanaio ..............11,959 11,967 ANM Anima Sforzesco..................10,785 10,806 ANM Anima Tr. 18 M.CedII..............4,915 4,915 ANM Anima Trag 17 Ced4 3 ............5,173 5,173 Anm Anima Trag 2016 Ced3 ...........5,950 5,950 ANM Anima Trag 2017 Ced4...........5,405 5,405 ANM Anima Trag 2017 Ced4 II ........5,474 5,474 ANM Anima Trag 2017 M.Ced.........5,183 5,183 ANM Anima Trag 2018 Ced6...........4,939 4,939 ANM Anima Trag 2018 T.Ced..........5,074 5,074 ANM Anima Trag II 2016..................5,679 5,679 ANM Anima Traguardo 2016...........5,480 5,480 ANM Anima Traguardo 2018...........5,633 5,633 ANM Anima Tricolore ......................5,720 5,768 ANM Anima Valore Globale...........22,843 23,037 ANM Anima Visconteo..................36,891 37,178 Prima Fix Emergenti A...................15,877 15,905 Prima Fix Emergenti Y...................16,636 16,664 Prima Fix Euro A ..............................8,707 8,708 Prima Fix Euro Y ..............................8,865 8,865 Prima Fix High Yeld Y ......................9,721 9,732 Prima Fix High Yield A......................9,295 9,307 Prima Fix Imprese A.........................7,228 7,246 Prima Fix Imprese Y.........................7,444 7,462 Prima Fix Monetario I.......................8,858 8,859 Prima Fix Obbl. BT ........................10,492 10,502 Prima Fix Obbl. BT Y .....................10,629 10,639 Prima Fix Obbl. Glob. ......................9,492 9,455 Prima Fix Obbl. Glob. Y ...................9,714 9,675 Prima Fix Obbl. MLT........................6,187 6,207 Prima Fix Obbl. MLT Y.....................6,305 6,325 Prima Forza 1 A................................5,406 5,402 Prima Forza 1 Bond Y......................5,494 5,491 Prima Forza 2 A................................5,007 5,012 Prima Forza 2 Y................................5,116 5,121 Prima Forza 3 Cl.A ...........................5,426 5,427 Prima Forza 3 Cl.Y ...........................5,595 5,596 Prima Forza 4 Cl.A ...........................4,881 4,878 Prima Forza 4 Cl.Y ...........................5,059 5,056 Prima Forza 5 Cl.A ...........................4,388 4,378 Prima Forza 5 Cl.Y ...........................4,571 4,559 Prima Geo America A ......................5,051 5,061 Prima Geo America Y ......................5,411 5,420 Prima Geo Asia A.............................6,695 6,593 Prima Geo Asia Y.............................7,198 7,087 Prima Geo Euro A ............................6,573 6,753 Prima Geo Euro Pmi A...................24,183 24,375 Prima Geo Euro Pmi Y...................25,901 26,104 Prima Geo Euro Y ............................7,036 7,227 Prima Geo Europa A......................12,480 12,670 Prima Geo Europa Y......................13,377 13,579 Prima Geo Globale A.....................28,102 28,321 Prima Geo Globale Y.....................30,128 30,359 Prima Geo Italia A..........................12,762 13,260 Prima Geo Italia Y..........................13,636 14,167 Prima Geo PaesiEm. A ....................5,867 5,814 Prima Geo PaesiEm. Y ....................6,300 6,242 Prima Rend.Ass. Moderato A..........5,316 5,351 Prima Rend.Ass. Moderato Y..........5,418 5,454 Prima Rend.Ass. Prudente A ........17,070 17,128

2,87 4,97 7,18 5,83 6,55 4,38 4,14 -1,44 9,41 5,92 10,72 6,09 1,55 4,39 1,21 10,71 10,44 6,40 -3,65 4,47 2,09 5,05 11,57 8,10 12,01 12,28 14,30 10,85 7,17 4,85 10,43 11,55 1,40 1,63 13,43 12,29 10,72 11,45 1,63 2,43 2,87 -4,57 -3,81 6,45 7,15 2,74 3,08 4,20 4,66 5,24 5,85 6,62 7,34 6,35 7,33 5,08 6,66 5,05 6,62 7,79 11,85 13,54 9,31 8,41 10,04 5,98 7,58 5,84 7,44 -0,59 0,90 1,78 2,34 2,18

tel.02-88101 EC Cap Protetto 12/14 ....................5,283 Eurizon Az.America.......................10,580 Eurizon Az.Area Euro ....................24,510 Eurizon Az.Asia Nuove Eco...........11,389 Eurizon Az.EnMatPrime ..................9,219 Eurizon Az.Europa...........................8,607 Eurizon Az.Finanza .......................19,134 Eurizon Az.Int. Etico.........................6,424 Eurizon Az.Internazionali .................8,208 Eurizon Az.Italia.............................10,636 Eurizon Az.Pacifico..........................4,077 Eurizon Az.Paesi Emer ....................9,056 Eurizon Az.PMI Amer. ...................25,148 Eurizon Az.PMI Europa....................9,405 Eurizon Az.PMI Italia........................3,923 Eurizon Az.Salute e Amb...............17,785 Eurizon Az.Tecn.Avanz....................4,330 Eurizon Bil.Euro Multi....................39,178 Eurizon Breve Termine Dollaro......12,208 Eurizon Breve Termine Dollaro $...16,552 Eurizon Ced. Doc 02/19...................4,951 Eurizon DiversEtico .........................8,751 Eurizon F. Gar. 03/13.......................5,227 Eurizon F. Gar. 09/12.......................5,152 Eurizon F. Gar. 12/12.......................5,169 Eurizon F. Gar. 3tri07 .......................5,040 Eurizon F. Gar. 4tri07 .......................5,212 Eurizon F. Gar. Itri07 ........................5,241 Eurizon Ges.At. 7/17........................5,118 Eurizon Ges.At.Cla 02/18 ................4,998 Eurizon Ges.At.Cla 11/17 ................5,068 Eurizon Ges.At.Cla 9/17 ..................5,090 Eurizon Ges.At.Din 02/18 ................4,996 Eurizon Ges.At.Din 11/17 ................5,143 Eurizon Ges.At.Din 9/17 ..................5,159 Eurizon Ges.At.Din. 7/17 .................5,210 Eurizon Ges.At.Opp 02/18 ..............4,991 Eurizon Ges.At.Opp 11/17 ..............5,198 Eurizon Ges.At.Opp 9/17 ................5,166 Eurizon Ges.At.Opp. 7/17 ...............5,234 Eurizon Gest.At.Cla Dic17...............5,026 Eurizon Gest.At.Din Dic17...............5,051 Eurizon Gest.At.Opp Dic17 .............5,077 Eurizon Obbl. Cedola A ...................6,504 Eurizon Obbl. Cedola D ...................6,074 Eurizon Obbl. Emergenti ...............13,453 Eurizon Obbl. Etico..........................5,602 Eurizon Obbl. Euro ........................15,791 Eurizon Obbl. Euro BT A................15,770 Eurizon Obbl. Euro BT D ...............15,023 Eurizon Obbl. Euro Corp..................6,162 Eurizon Obbl. Euro Corp. BT ...........8,080 Eurizon Obbl. Euro HY.....................8,432 Eurizon Obbl. Internaz. ....................9,349 Eurizon Obbl. Ita BT A......................7,732 Eurizon Obbl. Ita BT B......................7,979 Eurizon Obiettivo Rend....................8,467 Eurizon Profilo Cons ........................5,694 Eurizon Profilo Din. ..........................5,676 Eurizon Profilo Moder......................5,659 Eurizon Rend.Ass 2anni ..................5,443 Eurizon Rend.Ass 3anni ..................5,673 Eurizon Rendita A ............................6,278 Eurizon Rendita D............................6,097 Eurizon Soluzione 10 .......................7,198 Eurizon Soluzione 40 .......................6,701 Eurizon Soluzione 60.....................26,078 Eurizon Stra.Pro 1tri12 ....................5,488 Eurizon Stra.Pro IIITr11....................5,648 Eurizon Strategia Flessibile 15.........5,220 Eurizon Team 1 Cl A.........................6,216 Eurizon Team 1 Cl G ........................6,237 Eurizon Team 2 Cl A.........................5,906 Eurizon Team 2 Cl G ........................5,940 Eurizon Team 3 Cl A.........................4,936 Eurizon Team 3 Cl G ........................5,019 Eurizon Team 4 Cl A.........................4,183 Eurizon Team 4 Cl G ........................4,269 Eurizon Team 5 Cl A.........................4,075 Eurizon Team 5 Cl G ........................4,160 Eurizon Tesor.Euro A.......................7,927 Eurizon Tesor.Euro B.......................8,031 Malatesta Azionario Eu....................6,415 Malatesta Breve Termine ................6,073

5,302 10,611 25,216 11,242 9,258 8,745 19,271 6,443 8,242 11,075 4,006 8,984 25,159 9,537 4,047 17,825 4,342 39,328 12,084 16,550 4,957 8,769 5,227 5,154 5,170 5,040 5,212 5,240 5,121 4,998 5,070 5,092 4,996 5,148 5,164 5,215 4,990 5,212 5,181 5,251 5,029 5,060 5,091 6,514 6,083 13,486 5,609 15,836 15,791 15,042 6,162 8,085 8,444 9,310 7,745 7,993 8,467 5,697 5,672 5,657 5,449 5,681 6,308 6,125 7,211 6,697 26,030 5,489 5,651 5,223 6,218 6,239 5,912 5,946 4,942 5,024 4,183 4,268 4,075 4,159 7,928 8,032 6,528 6,080

5,26 7,85 5,78 4,71 -3,88 6,61 15,74 7,64 7,08 4,98 5,38 -0,03 3,47 11,61 0,69 12,98 -4,35 10,12 -3,59 -3,27 5,84 1,08 0,51 0,54 1,25 0,73 2,30 5,45 2,24 7,93 7,86 9,15 3,09 3,09 7,28 4,41 12,11 -2,02 4,78 5,10 3,48 2,78 5,42 3,91 3,09 3,43 3,61 2,38 4,68 7,04 6,50 5,05 3,48 1,46 2,35 2,70 2,71 3,02 2,81 3,31 2,98 3,64 4,81 5,50 1,81 2,11 7,18 3,25

tel.800-551-552 Pion. Eur Gov BT (ex Mon.) Cl.A....13,936 Pion. Eur Gov BT B ..........................5,098 Pioneer Az. Crescita Cl.A .............11,623 Pioneer Az Area Pacifico Cl.A..........3,535 Pioneer Az Valore Eur Dis Cl.A.........7,513 Pioneer Az. Am. B............................5,090 Pioneer Az. Am. Cl.A........................8,168 Pioneer Az. Area Pacif B ..................5,248 Pioneer Az. Crescita B.....................6,150 Pioneer Az. Europa B.......................5,450 Pioneer Az. Europa Cl.A................15,235 Pioneer Az. Paesi Em. B ..................5,192 Pioneer Az. Paesi Em. Cl.A............10,681 Pioneer Az. Val. Europa Dis B ..........5,606 Pioneer CIM EuroFixIncome.........18,168 Pioneer CIM GlobalEquity.............37,611 Pioneer Eu Gov MT Dis A.................5,196 Pioneer Eu Gov MT Dis B.................5,189 Pioneer Liquidita Euro ....................5,222 Pioneer O.Euro C.Et. Dis B ..............5,306 Pioneer O.Euro C.Et. Dis Cl.A..........5,127 Pioneer Ob Co Am Dis A..................4,961 Pioneer Ob Co Am Dis B..................4,939 Pioneer Ob. Piu a Distrib. B ............5,253 Pioneer Ob. Sist. Italia Cl.A..............5,494 Pioneer Ob.Sist.Ita.Dis B.................5,457 Pioneer Obb Glo HY Dis A ...............5,223 Pioneer Obb Glo HY Dis B ...............5,192 Pioneer Obb. Euro Dis Cl.A..............7,099 Pioneer Obb. Paesi E. Dis B.............5,284 Pioneer Obb. Paesi E. Dis Cl.A......10,941 Pioneer Obb. Pi Dis Cl.A................9,056 Pioneer Obb.Euro Distr B ................5,280 Pioneer Target Controllo B ..............5,179 Pioneer Target Controllo Cl.A..........5,560 Unicredit Eco Reale A......................5,000 Unicredit Eco Reale B......................5,000 Unicredit Reddito A .........................5,000 Unicredit Reddito B .........................5,000 UniCredit Sol. Pa. Em. A ..................5,090 UniCredit Sol. Pa. Em. B..................5,065 UniCredit Soluzione 20A .................5,232 UniCredit Soluzione 20B .................5,191 UniCredit Soluzione 40A .................5,282 UniCredit Soluzione 40B .................5,235 UniCredit Soluzione 70A .................5,284 UniCredit Soluzione 70B .................5,233 UniCredit Soluzione BTA.................5,108 UniCredit Soluzione BTB.................5,064 Unicredit Trend A.............................5,000 Unicredit Trend B.............................5,000

13,943 5,101 12,088 3,480 7,641 5,109 8,201 5,176 6,397 5,533 15,467 5,184 10,665 5,705 18,206 37,703 5,209 5,202 5,222 5,309 5,130 4,905 4,883 5,262 5,524 5,487 5,185 5,155 7,106 5,269 10,909 9,071 5,285 5,186 5,567 n.p. n.p. n.p. n.p. 5,077 5,053 5,246 5,205 5,296 5,249 5,309 5,259 5,108 5,064 n.p. n.p.

2,52 7,21 4,06 9,21 4,54 5,23 0,23 9,12 5,70 1,04 8,49 10,49 7,25 10,21 4,91 4,33 2,91 2,45 4,18 3,64 4,61 4,02 1,45 0,94 -

tel.800-614614 Symp. Obblig. Corporate ................6,167 6,167 Symp. Obblig. Rendita ....................8,082 8,100 Symphonia Asia Flessibile...............6,852 6,802 Symphonia Azionario Euro..............5,214 5,336 Symphonia Azionario Usa ...............7,098 7,153 Symphonia Fortissimo ....................2,544 2,568 Symphonia Multiman.Emer.Fless.13,407 13,346 Symphonia Obb. Alto Pot................5,167 5,169 Symphonia Obb.Breve Term...........6,923 6,930 Symphonia Obb.Dinamico Valute...6,270 6,232 Symphonia Obb.Euro......................7,638 7,641 Symphonia Patrimonio Attivo .......22,852 23,031 Symphonia Patrionio Reddito .........7,741 7,775 Symphonia Selezione Italia .............6,379 6,579 Symphonia Tematico ......................4,085 4,116 Synergia Az. Europa ........................5,726 5,844 Synergia Az. Globale .......................6,155 6,235 Synergia Az. Italia ............................5,299 5,502 Synergia Az. Sm.Cap It....................5,024 5,178 Synergia Azionario Usa ...................7,278 7,345 Synergia Bilanciato 15.....................5,600 5,622 Synergia Bilanciato 30.....................5,740 5,778 Synergia Bilanciato 50.....................5,864 5,926 Synergia Bond Flessib.....................5,180 5,196 Synergia Obbl Corporate ................6,041 6,040 Synergia Obbl. Euro BT ...................5,318 5,323 Synergia Obbl. Euro MT ..................5,735 5,735 Synergia Obbligaz.Rendita .............5,427 5,443 Synergia Tesoreria...........................5,188 5,189 Synergia Total Return......................5,457 5,482

8,35 4,93 13,82 6,84 12,13 8,26 1,53 3,89 -0,35 6,87 3,78 6,22 5,82 2,59 6,97 8,48 5,75 4,56 12,06 5,12 5,79 6,25 2,84 7,91 3,97 7,28 4,99 1,37 4,12

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

24

LETTERE,COMMENTI&IDEE

SE ANCHE KEYNES UN ESTREMISTA


BARBARA SPINELLI
(segue dalla prima pagina) differenza del Syriza greco le sinistre radicali non si sono unite (sono presenti nel Sel di Vendola, nella lista Ingroia, in parte del Pd, nello stesso Movimento 5 Stelle), ma un presagio pare accomunarle: la questione sociale, sorta nell800 dallindustrializzazione, rinasce in tempi di disindustrializzazione e non trova stavolta n dighe n ascolto. Berlusconi sfrutta il malessere per offrire il suo orizzonte: pi disuguaglianze, pi condoni ai ricchi, e in Europa un futile isolamento. Sul Messaggero del 30 gennaio, il matematico Giorgio Israel denuncia lastrattezza di chi immagina che un paese possa riprendersi mentre i suoi cittadini vegetano depressi e senza prospettive, affidati passivamente alle cure di chi ne sa. Non diversa laccusa di Paul Krugman: i governanti, soprattutto se dottrinari del neoliberismo, hanno dimenticato che leconomia un sistema sociale creato dalle persone per le persone. Questo dice il graffito greco: se per impoverirci, per usarci come cavie di politiche ritenute deleterie nello stesso Fmi, di grazia non salvateci. Non demagogia, non il comunismo che constata di nuovo il destino di fatale pauperizzazione del capitalismo. una rivolta contro le incorporee certezze di chi in nome del futuro sacrifica le generazioni presenti, ed stato accecato dallesito della guerra fredda. Da quella guerra il comunismo usc polverizzato, ma la vittoria delle economie di mercato fu breve, e ingannevole. Specie in Europa, la sfida dellavversario aveva plasmato e trasformato il capitalismo profondamente: lo Stato sociale, il piano Marshall del dopoguerra, il peso di sindacati e socialdemocrazie potenti, lUnione infine tra Europei negli anni 50, furono la risposta escogitata per evitare che i popoli venissero tentati dalle malie comuniste. Dopo la caduta del Muro quella molla sallent, fino a svanire, e disinvoltamente si disse che la questione sociale era tramontata, bastava ritoccarla appena un po. la sorte che tocca ai vincitori, in ogni guerra: il successo li rende ebbri, immemori. Facilmente degenera in maledizione. Le forze accumulate nella battaglia scemano: distruggendo il consenso creatosi attorno a esse (in particolare il consenso keynesiano, durato fino agli anni 70) e riducendo la propensione a inventare il nuovo. Forse questo intendeva Georgij Arbatov, consigliere di politica estera di molti capi sovietici, quando disse alla fine degli anni 80: Vi faremo, a voi occidentali, la cosa peggiore che si possa fare a un avversario: vi toglieremo il nemico. Quando nel 2007-2008 cominci la grande crisi, e nel 2010 lamb lEuropa, economisti e governanti si ritrovarono del tutto impreparati, sorpassati, non diversamente dal comunismo reale travolto dai movimenti nell89. il dramma che fa da sfondo alle tante invettive che prorompono nella campagna elettorale: gli attacchi dei centristi a Niki Vendola e alla Cgil in primis, ma anche al radicalismo della lista Ingroia, a certe collere sociali del Movimento 5 stelle, non sono una novit nellItalia dellultimo quarto di secolo. Sono la versione meno rozza della retorica anticomunista che favor lirresistibile ascesa di Berlusconi, poco dopo la fine dellUrss, e ancora lo favorisce. Il nemico andava artificiosamente tenuto in vita, o rimodellato, affinch il malaugurio di Arbatov non sinverasse. Se la crisi economica una guerra, perch privarsi di avversari cos comodi, e provvidenzialmente disuniti? Quando Vendola dice a Monti che occorrer accordarsi sul programma, nel caso in cui la sinistra governasse col centro, il presidente del Consiglio alza stupefatto gli occhi e replica: Ma stiamo scherzando?, quasi un impudente eretico avesse cercato di piazzare il suo Vangelo gnostico nel canone biblico. Anche i difensori di Keynes sono additati al disprezzo: non sanno, costoro, che la guerra lhanno persa anchessi, nelle accademie e dappertutto? In realt non affatto vero che lhanno persa, e che lo spettro combattuto da Keynes sia finito in chiusi cassetti. Quando in Europa riaffiora la questione sociale la povert, la disoccupazione di massa non puoi liquidarla come fosse una teoria defunta. una questione terribilmente moderna, purtroppo. La ricetta comunista fallita, ma il capitalismo sta messo abbastanza male (non quello della guerra fredda: quello decerebrato e svuotato dalla fine della guerra fredda). Non rovinato come il comunismo sovietico, ma di scacco si tratta pur sempre. un fallimento non riuscire ad ascoltare e integrare le sinistre che in tantissime forme (anche limitandosi a combattere illegalit e corruzione politica) segnalano il ritorno non di una dottrina ma di un ben tangibile impoverimento. Prodi aveva visto giusto quando scommise sulla loro responsabilizzazione, e li immise nel governo. Fu abbattuto dalla propaganda televisiva di Berlusconi, ma la sua domanda non perde valore: come fronteggiare le crisi se non si coinvolge il malcontento, compreso quello morale? Ancor pi oggi, nella recessione europea che perdura: difficile sormontarla senza il rispetto, e se possibile il consenso, dei nuovi dannati della terra. Forse abbiamo unidea falsa delle modernit. Moderno non chi sbandiera unideadavanguardia. , molto semplicemente, la storia che ci contemporanea: che succede nei modi del tempo presente. Se la questione sociale ricompare, questa modernit e moderni tornano a essere il sindacalismo, la socialdemocrazia, che per antico mestiere tentano di drizzare le storture capitaliste con il welfare, la protezione dei pi deboli. Sono correzioni, queste s riformatrici, che non hanno distrutto, ma vivificato e potenziato il capitalismo. la pi moderna delle risposte, oggi come nel dopoguerra quando le democrazie del continente si unirono. Non a caso viene dal pi forte sindacato dEuropa, il Dgb tedesco, una delle pi innovative proposte anti-crisi: un piano Marshall per lEuropa, gestito dallUnione, simile al New Deal di Roosevelt negli anni 30. Dicono che i vecchi rimedi keynesiani welfare, cura del bene pubblico accrescono lirresponsabilit individuale e degli Stati, assuefacendoli allassistenza. Paventato lazzardo morale: bestia nera per chi oggi esige duro rigore. Leconomista Albert Hirschman ha spiegato come le retoriche reazionarie abbiano tentato, dal 700-800, di bloccare ogni progresso civile o sociale (Retoriche dellintransigenza, Il Mulino). Fra gli argomenti prediletti ve ne sono due, che nonostante le smentite restano attualissimi: la tesi della perversit, e della messa a repentaglio. Ogni passo avanti (suffragio universale, welfare, diritti individuali) perfidamente produce regresso, o mette a rischio conquiste precedenti. Questo uccider quello, cos Victor Hugo narra lavvento del libro stampato che uccise le cattedrali. Oggi si direbbe: welfare o redditi minimi garantiti creano irresponsabilit. Quanto ai matrimoni gay, la cattedrale dellunione uomo-donna a soccombere, chiss perch. Non scritto da nessuna parte che la storia vada fatalmente in tale direzione. In astratto magari s, ma se smettiamo di dissertare di capitale umano e parliamo di persone, forse lazzardo morale diventa una scommessa vincente, come vincente dimostr di essere nei secoli passati.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LIMBONITORE NIPOTINO DI DULCAMARA

G
CORRADO AUGIAS c.augias@repubblica.it

entile dottor Augias, una cosa mi disturba su tutte: lidea offensiva degli italiani capaci di vendersi anima e dignit per una manciata di euro. Basta sventolargli sotto il naso qualche banconota per portarli dalla propria parte e cancellargli la memoria. Luigi Guida Barletta

Esimio dottore, non crede che lultima trovata di quelluomo realizzi una proposta di voto di scambio? Mario Troise mtroise@iol.it
Carissimo dottor Augias, quegli Italiani che inneggiano alla risalita dellimbonitore, non rammentano le gesta che ha compiuto, le varie leggi ordinate ai suoi accoliti per salvaguardare se stesso e i suoi interessi. Luomo che in uno slancio di irresponsabile delirio promise perfino la guarigione dai tumori. Alberto Meozzi Serravalle Pistoiese Augias, rileggiamo queste poche righe dal Principe (cap. XVIII): Sono tanto semplici gli uomini, e tanto obediscano alle necessit presenti, che colui che inganna trover sempre chi si lascer ingannare. Lorenzo Catania Catania os altre decine di lettere anche se difficile da questo osservatorio capire se stupore e indignazione corrispondano ai sentimenti della maggioranza. Certo comunque che lex procuratore capo di Lugano, Paolo Bernasconi, ha definito onirico il progetto di sostituire lImu con un accordo Italia-Svizzera. Molti lo definiscono grande venditore. piuttosto un nipotino di quel Dulcamara che nellElisir damore vendeva come panacea bottigliette dacqua colorata. Luomo che imbambolava i semplici: Udite udite o rustici,

io gi suppongo e immagino che al par di me sappiate chio sono quel gran medico, dottore enciclopedico chiamato Dulcamara, la cui virt preclara e i portenti infiniti son noti in tutto il mondo... e in altri siti. Benefattor degli uomini, riparator dei mali, in pochi giorni io sgombero io spazzo gli spedali, e la salute a vendere per tutto il mondo vo. Compratela, compratela, per poco io ve la do. Felice Romani scriveva nel 1832; quanti saranno oggi i rustici disposti a crederci?
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il rischio derivati e i bilanci comunali


Carlo Bianchi Motta Visconti
QUALCHE anno fa, la mia sindaca, Laura Cazzola casalinga-ragioniera, mi rifer di aver ricevuto la visita di un paio di signori che gli avevano illustrato quali meravigliose operazioni di maquillage si sarebbero potute fare al bilancio comunale con i derivati. Rispose: Vado a casa, legger il tutto e valuter. Il giorno dopo le chiesi cosa avesse deciso e mi disse: Se tornano, chiamo i carabinieri. Come sarebbe stato bello se i sindaci delle grandi citt, fossero stati delle casalinghe-ragioniere.

La riforma agricola non smonta il greening


Luis M. Capoulas Santos S&D Parlamento Europeo
CARLO Petrini ha scritto che la riforma della politica agricola comune post 2014 (Pac), recentemente votata in Commissione agricoltura del Parlamento europeo, avrebbe smontato pezzo per pezzo le misure per lambiente (greening). In realt, il voto del Parlamento europeo le ha rese pi efficaci e coerenti con le caratteristiche delle diverse agricolture europee. Resta il neo di quello che Petrini defi-

nisce il doppio pagamento per alcune pratiche ambientali, fortemente contrastato dal mio gruppo e che non offusca il buon lavoro.

ni la produttivit il male assoluto mentre invece un indispensabile elemento di competitivit della nostra agroindustria. IL grande numero di lettere giunte in redazione in merito alla riforma della Pac testimonia quanto il tema sia caldo. Ci sono in ballo grandi interessi e forti passioni. Resto dellidea che sia giunto il momento per concepire una nuova agricoltura che sia attenta prima di tutto ai beni comuni, quali lambiente, la biodiversit, il paesaggio, la salute e il futuro dei giovani. I soldi pubblici vanno impiegati nellinteresse pubblico e per un modello di agricoltura europea equo e sostenibile, che oltretutto la faccia uscire dalla crisi paludata in cui si trova da tempo e dalla quale non si tirer mai fuori grazie ai vecchi sistemi di produzione intensiva che lhanno portata sin qui. (c.p.)

Agroindustria produttiva risorsa da difendere


Luigi Scordamaglia Consigliere Federalimentare
BENE ha fatto Carlo Petrini a puntare lattenzione sulla riforma della politica agricola comunitaria. Purtroppo si rimane sorpresi di fronte alla visione romantica dellagricoltura di cui Petrini si fa interprete. Per Petri-

Reintegrati e licenziati un precedente storico


Gino Civitelli gino.civitelli@alice.it
FACENDO una ricerca sullavvento del fascismo senese mi sono imbattuto in questa notizia: Nel gennaio del 1929, la societ Monte Amiata che produceva mercurio, costretta a reintegrare 26 dei dipendenti licenziati riconosciuti non licenziabili in quanto ex-combattenti. La societ stabilisce di sostituire i reintegrati con nuovi licenziamenti. la scintilla che provoca la rivolta nel paese di Abbadia San Salvatore. L11 gennaio prende il via uno sciopero di due giorni in miniera. Altri tempi? Chi lo dice a Marchionne?

LAMACA

MICHELE SERRA

giovani campioni El Shaarawy e Balotelli (20 e 21 anni) vanno giustamente fieri del loro ruolo, simbolicamente dirompente, di Nuovi Italiani. Nel loro Dna ci sono il Maghreb e lAfrica nera, ma qui che sono cresciuti e si sono formati, pensano italiano, parlano italiano. Sarebbe bello (ma temo non sia sperabile) che i due ragazzi facessero un piccolo passo in pi: chiedendo al loro datore di lavoro, il proprietario del Milan, come mai la coalizione politica della quale il capo osteggia limmigrazione; fermamente contraria alla concessione della cittadinanza italiana ai figli di immigrati nati qui; ha speculato politicamente (la Lega in modo orribile) sulla paura dello straniero e sul pregiudizio razziale. Mentre il fratello Paolo (di mestiere editore: pensa che livello) definisce in pubblico Balotelli il nostro negretto di famiglia, Silvio Berlusconi conta sul benefico impatto elettorale del suo nuovo acquisto. Difficile che El Shaarawy e Balotelli si rendano conto di fare da vetrina multirazziale a una bottega che, diciamo cos, non lavora nello stesso ramo.

Le scelte della Chiesa su divorziati e risposati


LARCIVESCOVO Vincenzo Paglia, presidente del Pontificio consiglio per la famiglia, nella conferenza stampa tenuta in Vaticano luned scorso, non ha detto che presto i divorziati risposati saranno ammessi al sacramento della Comunione. Ha invece annunciato che i problemi dei cattolici divorziati risposati sono molto sentiti dalla Chiesa che sta studiando tempi e modi per la loro accoglienza. Si tratta di un problema, ha specificato monsignor Paglia, che sta molto a cuore al Papa. (o.l.r.)

RIPRODUZIONE RISERVATA

Via Cristoforo Colombo, 90 00147 Roma Fax: 06/49822923 Internet: rubrica.lettere@repubblica.it

FONDATORE EUGENIO SCALFARI DIREZIONE Ezio Mauro direttore responsabile vicedirettori Gregorio Botta, Dario Cresto-Dina, Massimo Giannini, Angelo Rinaldi (art director) caporedattore centrale Fabio Bogo, caporedattore vicario Massimo Vincenzi, caporedattore internet Giuseppe Smorto GRUPPO EDITORIALE LESPRESSO Spa Consiglio di amministrazione Presidente: Carlo De Benedetti Amministratore delegato: Monica Mondardini Consiglieri Agar Brugiavini, Rodolfo De Benedetti, Giorgio Di Giorgio, Francesco Dini, Sergio Erede, Mario Greco, Maurizio Martinetti, Elisabetta Oliveri, Michael Zaoui, Tiziano Onesti, Luca Paravicini Crespi Direttori centrali Pierangelo Calegari (Produzione e Sistemi informativi), Stefano Mignanego (Relazioni esterne), Roberto Moro (Risorse umane), Divisione Stampa Nazionale - Via Cristoforo Colombo, 98 - 00147 Roma Direttore generale: Corrado Corradi - Vicedirettore: Giorgio Martelli
Certificato ADS n. 7446 del 10-12-2012
REDAZIONI Redazione centrale Roma 00147 - Via Cristoforo Colombo, 90 - tel. 06/49821 Redazione Milano 20139 - Via Nervesa, 21 - tel. 02/480981 Redazione Torino 10123 - Via Bruno Buozzi, 10 - tel. 011/5169611 Redazione Bologna 40121 - Viale Silvani, 2 - tel. 051/6580111 Redazione Firenze 50121 - Via Alfonso Lamarmora, 45 - tel. 055/506871 Redazione Napoli 80121 - Riviera di Chiaia, 215 - tel. 081/498111 Redazione Genova 16121 - Via XX Settembre, 41 - tel. 010/57421 Redazione Palermo 90139 - Via Principe di Belmonte, 103/c - tel. 091/7434911 Redazione Bari 70122 - Corso Vittorio Emanuele II, 52 - tel. 080/5279111. PUBBLICIT A. Manzoni & C. - Via Nervesa, 21 - 20139 Milano TIPOGRAFIA Rotocolor SpA - 00147 Roma, Via Cristoforo Colombo, 90 STAMPA - Edizioni teletrasmesse: Bari Dedalo Litostampa srl - Via Saverio Milella, 2 Catania ETIS 2000 Spa - Zona Industriale VIII strada Livorno Finegil Editoriale - Via dellArtigianato Mantova Finegil Editoriale presso Citem Soc. Coop. arl - Via G. F. Lucchini Paderno Dugnano (MI) Rotocolor SpA - Via Nazario Sauro, 15 Padova Finegil Editoriale - Viale della Navigazione Interna, 40 Roma Rotocolor SpA - Via del Casal Cavallari, 186/192 Salerno Arti Grafiche Boccia SpA - Via Tiberio Claudio Felice, 7 Sassari La Nuova Sardegna SpA - Zona Industriale Predda Niedda Nord Strada n. 30 s.n.c. Gosselies (Belgio) Europrinter S.A. - Avenue Jean Mermoz Norwood (New Jersey) 07648-1318 Usa Gruppo Editoriale Oggi Inc., 475 Walnut Street Malta Miller Newsprint Limited - Miller House, Airport Way - Tarxien Road - Luqa LQA 1814 Grecia Milkro Digital Hellas LTD - 51 Hephaestou Street - 19400 Koropi - Greece ABBONAMENTI Italia (c.c.p. n. 11200003 - Roma): anno (cons. decen. posta) Euro 403,00 (sette numeri), Euro 357,00 (sei numeri), Euro 279,00 (cinque numeri). Tel. 199 787 278 (0864.256266 da telefoni pubblici o cellulari). E-mail: abbonamenti@repubblica.it Arretrati e servizio clienti: www.servizioclienti.repubblica.it, e-mail: servizioclienti@repubblica.it, tel. 199 787 278 (0864.256266 da telefoni pubblici o cellulari) gli orari sono 9-18 dal luned al venerd, il costo massimo della telefonata da rete fissa di 14,26 cent. al minuto + 6,19 cent. di Euro alla risposta, IVA inclusa.

RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO DATI (D. LGS. 30-6-2003 N. 196): EZIO MAURO REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N. 16064 DEL 13-10-1975

La tiratura de la Repubblica di marted 5 febbraio 2013 stata di 447.350 copie

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

PER SAPERNE DI PI https://www.gov.uk www.ecb.int/ecb/html/index.it.html

25

LA NOSTRA VERGOGNA
CARLO VERDELLI
(segue dalla prima pagina) n molti, indipendentemente dalle confessioni o dallappartenenza politica, stanno gi dando o hanno gi dato. In Francia, il primo ministro Hollande (da sinistra) sta forzando i tempi per lintroduzione di matrimoni e adozioni gay. In Gran Bretagna, il primo ministro Cameron (da destra) sta sfidando il suo stesso partito per approdare allo stesso risultato e ieri alla Camera dei Comuni ha vinto il primo round. Per entrambi i leader, il peso di questa scelta gravosissimo: piazze in rivolta, anatemi dei cattolici, costi politici imprevedibili. Ma il principio, evidentemente, prevale sul calcolo. E il principio lo stesso evocato dal presidente Obama nel discorso per linsediamento del suo secondo mandato: Il nostro viaggio non sar finito finch i nostri fratelli e sorelle gay non saranno trattati come tutti gli altri, per legge. Una nuova frontiera, indicata con la potenza di parole, politiche e profetiche insieme, che si riannodano a quelle di Abramo Lincoln (1863) dopo la guerra di Secessione e labolizione della schiavit (Decidiamo qui, oggi, che questi morti non siano morti invano) o alla storica perorazione, centanni dopo, di Martin Luther King: Ho un sogno: che i miei quattro figli vivano un giorno in una nazione dove non siano giudicati dal colore della pelle ma dalla sostanza del carattere. Il bianco come il nero. Luomo come lomo. Nelle stesse ore in cui Obama lanciava sul mondo, compreso quello musulmano, unidea molto pi esplosiva di una testata nucleare, il presidente russo Putin spingeva la sua Duma ad approvare una legge che vieta di fornire ai minorenni informazioni sui gay, mettendosi gagliardamente sulla strada di quegli 80 Paesi in cui lomosessualit considerata reato (e in 8 di questi, tra cui Iran, Arabia Saudita, Nigeria, punita con la pena di morte). Per un curioso gioco di specchi, sempre in concomitanza con la promessa epocale del presidente americano, il politico italiano forse pi stimato fuori dallItalia, America compresa, e cio Mario Monti, battezzava cos la sua salita in politica, almeno per quel che riguarda i diritti civili: Il mio pensiero che la famiglia sia costituita da un uomo e una donna, e ritengo necessario che i figli crescano con un padre e una madre. Lo stesso concetto che Papa Ratzinger, poche ore dopo, ribadiva con pi alate parole: La reciprocit tra maschile e femminile espressione della bellezza della natura umana voluta dal Creatore. No a progetti in contrasto con lantropologia cristiana. Sar una coincidenza, ma pi o meno nelle stesse ore la commissione Giustizia della Camera bocciava il testo per una nuova legge contro lomofobia. In Italia, dal 1993, sono punite tutte le discriminazioni immaginabili (razziali, religiose, etniche) ma non quelle sessuali. I peccati da noi si espiano, non si legittimano. E i peccatori si rassegnino. Oppure, se ne hanno la facolt, denuncino il clima non favorevole nel quale sono costretti a vivere, come ha fatto ieri Niki Vendola su Il fatto, dove ha confessato di aver paura di uscire la sera a Roma da solo: la sua omosessualit pluridichiarata lo mette in pericolo di fronte a piccoli gruppi fascisti, sdoganati negli anni del sindaco Alemanno e dediti alligiene della societ. Eppure Vendola un bastione di quel centrosinistra che si candida a governare il Paese, con buone possibilit di riuscirci. E che idea ha, quel centrosinistra, a proposito del fermento egualitario che sta attraversando lEuropa? Per ora, una soltanto: il riconoscimento giuridico dellunione omosessuale, al pari di quel che gi c in molti Paesi tiepidamente progressisti come Germania, Finlandia, Svizzera. Altrove, sono avanti di un pezzo. Dallinizio degli anni Duemila, sono gi otto i Paesi europei che hanno superato la divisione uomo-omo, dando il via libera a nozze e adozioni; tra questi, le molto cattoliche Spagna e Portogallo. Persino in Albania si pu, nonostante la maggioranza musulmana e un premier conservatore. Stessi pari diritti in Argentina, Canada, Sudafrica. Di fronte a questa accelerazione globale, a questo movimento che marca ancora di pi unaspirazione concreta alluguaglianza anche in un terreno minato e delicato come quello della sessualit, e pi in generale, delluguaglianza, lItalia elettorale, nel migliore dei casi, prende tempo. Quando possibile allontana il problema, come nel caso di Paola Concia, deputata uscente del Pd, lesbica sposata allestero, solo a fatica candidata nelle liste del suo partito, grazie anche alle proteste di unampia area variamente liberal (dal giurista Guido Rossi alla sociologa Chiara Saraceno, a Mara Venier). Altra soluzione: riparlarne dopo il voto, come se quello dei diritti civili fosse un argomento da eventuali e varie. Per capire quanto non lo sia, oltre al finimondo che si sta scatenando da Parigi a Londra a Washington, basterebbe riflettere su una frase dal cuor sfuggita a Paolo Berlusconi, fratello di Silvio. Rivolgendosi a un gruppo di amici prima dellesordio di Balotelli al Meazza di Milano, li ha sollecitati a seguirlo allo stadio con queste parole: Andiamo a vedere il negretto. Viene in mente limmenso Mohammed Al: Allora il cameriere mi fa: noi non serviamo negri. Gli dico: comunque non li mangerei. Una certa idea dellItalia pretenderebbe una risposta cos anche per i gay.
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL PASTICCIO DELLE FONDAZIONI


GIANLUIGI PELLEGRINO
volte impietose coincidenze segnano limbarazzante divario tra il dire e il fare. Mentre a margine del pasticcio Mps, si affollano le dichiarazioni di buone intenzioni volte a recidere il cordone vizioso tra politica e banche, proprio nelle stesse ore si sta confezionando un nuovo affare per le solite fondazioni bancarie. E tutto a carico del patrimonio pubblico per miliardi di euro e senza alcuna concorrenza. La questione relativa al capitale della Cassa depositi e prestiti dove nel 2003 sono entrate le Fondazioni, godendo di un canale riservato di ingresso. Le azioni privilegiate che si vedevano assegnate a fronte del solo costo nominale, avevano in realt molti caratteri propri dei titoli garantiti: zero rischio ed extrautili assicurati. Loperazione nasceva dal cilindro di Tremonti che, per nascondere un pezzo dei conti statali agli occhi severi del patto di stabilit, doveva fare apparire la Cassa (di propriet del Tesoro) come un soggetto del mercato aperto anche a soci privati. E per non intendendo procedere ad una reale privatizzazione, si stabil di dare vita ad un incesto al quadrato: in un ente per tanti versi meritorio ma dalla natura giuridica incerta come Cdp, entravano gli ircocervi delle fondazioni. Soggetti di diritto privato quanto alla libert di movimento, ma saldamente nelle mani della politica. Per legge dovrebbero dedicarsi al non

profit, avendo la Corte costituzionale gi nel 2003 chiarito che non dovremmo nemmeno chiamarle bancarie, tanto netta doveva essere gi allora la separazione dalle aziende di credito. Ed invece non solo (come a Siena) sono ancora l con tutti e due i piedi, ma se ne consentito anche lingresso in Cassa depositi e prestiti, peraltro proprio quando lente pubblico veniva autorizzato a svolgere pure attivit di mercato. Almeno per si ebbe cura di garantire che alla scadenza del rapporto privilegiato le quote delle fondazioni sarebbero state valutate sempre al solo valore nominale, ovviamente sia in caso di recesso che in caso di conversione in azioni ordinarie. Del resto avevano gi goduto del vantaggio di un ingresso riservato, con rischio azzerato e utili assicurati. Potevano accontentarsi. Anche la Corte dei conti nella sua relazione annuale al Parlamento evidenziava come sulla base di principi comunitari la posizione delle Fondazioni integrava pi una rendita garantita che un capitale di rischio. Ma giunti alla scadenza, dicembre 2012, le Fondazioni hanno deciso di piantare la grana pretendendo che la loro quota venisse liquidata o convertita non gi al valore nominale ma in rapporto al rilevante stato patrimoniale di CdP. Toglievano cos il cappello istituzionale e mettevano quello tipicamente speculativo delloperatore privato. Questione complessa e giuristi di fama si confrontavano sul tema. Il ministero del Tesoro appar resistere, difendendo la validit della clausola statutaria del resto accettata dalle stesse Fondazioni. Veniva anche chiesto un parere al Consiglio di Stato che si esprimeva per la sussistenza di robusti argomenti per difendere la legittimit della previsione statutaria, contro la pretesa delle fondazioni. Peraltro il governo un po singolarmente si spingeva a chiedere anche di essere rassicurato su ogni possibile futuro contenzioso. Sicch i giudici di palazzo Spada dovendo rispondere anche a questa domanda hanno evidenziato che solo un intervento legislativo poteva andare incontro alle ri-

chieste delle Fondazioni, per evitare ogni ipotesi di contenzioso prospettabile soprattutto in caso di recesso. Il governo che pure sordo a migliaia di cause di imprese e cittadini (come nellannosa questione dei crediti pendenti), questa volta non se lo fatto dire due volte e per bocca del ministro Passera ha immediatamente dato parere favorevole a una norma ad hoc prontamente proposta dal Pdl ed inserita nel decreto sviluppo di dicembre, con la solita blindatura del voto di fiducia. Una normetta che in poche battute, sotto lombrello della volont di agevolare la permanenza delle fondazioni nella Cassa, ha previsto in caso di conversione la riparametrazione della loro partecipazione in rapporto allincremento del valore patrimoniale di CdP. Ora puntualmente avvenuta. Una gentile concessione, peraltro miliardaria a carico del Tesoro. Con il paradosso peraltro che ora anche quelle Fondazioni che vogliano recedere potranno insorgere, allegando lincostituzionalit di una norma che consente di fissare due valori cos enormemente diversi dei medesimi titoli. Si d cos benzina proprio a quel contenzioso che al Consiglio di Stato si era detto di voler evitare. La torta ha poi la sua ciliegina perch stata anche ridotta alla met la compensazione del guadagno extrautile che le fondazioni hanno ottenuto in questi anni. Il tutto peraltro fuori da ogni logica di mercato e di concorrenza con lintero mondo degli operatori privati che ad uguale operazione diventata per legge cos conveniente potevano bene essere interessati. Che dice lAntitrust? E che dir la Comunit europea? Un ripensamento forse ancora possibile, sia pure in zona Cesarini. Se non altro per consentire al nuovo esecutivo e alle nuove Camere una soluzione meno pasticciata e meno onerosa per le casse pubbliche, con un decreto urgente che rinvii tutto di qualche mese. Si muovano Monti e Grilli, e comunque lo pretenda il Pd quale dimostrazione concreta della seriet degli impegni che si vanno assumendo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LALLEANZA POSSIBILE CONTRO I POPULISMI


CLAUDIO TITO
(segue dalla prima pagina) n Paese poco credibile per tutte le Cancellerie europee e assolutamente inaffidabile per i mercati finanziari. La possibilit che il Pdl possa di nuovo esserne la guida ha letteralmente gettato nel panico gli alleati e i grandi investitori, le banche daffari e i piccoli risparmiatori. Di questo hanno dovuto prendere atto gli unici due veri avversari del centrodestra: Pierluigi Bersani e Mario Monti. Dopo le puntute incomprensioni dei giorni scorsi e qualche velenosa polemica, il segretario del Pd e il premier uscente hanno riaperto il canale di comunicazione interrotto subito dopo la salita in campo del Professore. qualcosa di pi di una semplice riconciliazione, si tratta di un percorso che i due saranno costretti a seguire insieme. Nei giorni scorsi gli interessi elettorali hanno avuto il sopravvento. Entrambi hanno forse preferito la strada della furbizia propagandistica proclamando una reciproca distanza e autonomia. Ma la forza degli eventi li sta costringendo a rimettere in piedi un discorso che fino a dicembre scorso sembrava sostanzialmente scontato. LItalia non ha pi le risorse per sopportare unaltra stagione di populismo e demagogia. Unaltra fase di qualunquismo e di fantasie leghiste. Sarebbe esiziale per gli italiani e probabilmente per lUnione europea. Se il prossimo governo di Roma non fosse in grado di fornire tutte le garanzie dal punto di vista della tenuta economica e della solidit democratica, la risposta sarebbe esattamente quella sperimentata in questi giorni: una tempesta si abbatterebbe sulla nostra Borsa e sui nostri titoli di debito pubblico. E i primi a farne le spese saranno gli italiani. Una prospettiva che sta terrorizzando anche la principale istituzione monetaria continentale: la Bce. Un crollo italiano, infatti, metterebbe in ginocchio il resto dellEuropa. Dinanzi ai fronti populisti che si stanno materializzando, le prove tecniche di alleanza tra il centrosinistra e i centristi non potranno per che prendere corpo dopo il voto. Probabilmente, per evitare la dispersione del voto, Monti e Bersani continueranno a far finta anche se sempre meno di coltivare destini separati. Ma la forza degli eventi, appunto, appare gi abbastanza inequivocabile. Basti pensare al tenore del colloquio che ieri c stato tra il leader democratico e il potente ministro tedesco delle Finanze Schuble. Con questultimo non solo allarmato dalle sparate berlusconiane ma anche interessato a sapere quale ruolo il Pd intende assegnare a Monti. LEuropa e gli Usa non possono insomma accettare di ritrovarsi di nuovo un interlocutore, come Berlusconi, considerato nel migliore dei casi folcloristico. Unintesa tra Bersani e il Professore appare lunica alternativa credibile nellattuale quadro internazionale e per dare concreto sviluppo alle riforme che questo Paese reclama da tempo. Anche il leader di Sel Vendola, nonostante qualche resistenza, sembra pronto a non escluderla. E forse non un caso che oltre a scambiarsi delle promesse, i due ieri siano andati ben oltre. I montiani sono arrivati a ipotizzare una forma di desistenza in Lombardia per evitare la vittoria di Maroni. Nella regione considerata centrale dal punto di vista elettorale, una mossa di questo tipo potrebbe rivelarsi determinante. Ma i populismi e la demagogia purtroppo non sono una prerogativa solo del centrodestra. Grillo il portabandiera di un qualunquismo capace solo di distruggere in una sorta di luddismo istituzionale. E poi ci sono gli Arancioni di Antonio Ingroia. Cosa far a questo punto lex pm? Insister su una linea che rischia di avere un unico sbocco, ossia la vittoria di Berlusconi? Se cos sar, per lennesima volta una certa sinistra populista dimostrer come accaduto in passato di coltivare un solo interesse: far perdere la sinistra riformista. Anche a costo di consegnare il Paese ad una destra irresponsabile, che non potr cancellare in qualche comizio televisivo il disastro economico e culturale combinato negli ultimi diciannove anni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

WEEKEND Fano, Cento e le valli del Trentino: gli appuntamenti da non perdere con il Carnevale LE OFFERTE New York e Praga, Londra e Berlino: per un San Valentino indimenticabile

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013/Numero 702

27

Vademecum per turiste. Da Siviglia a San Francisco mete e indirizzi per viaggiare da sole
VERA SCHIAVAZZI

Allinterno

La citt

Benvenuti a Lione la capitale del buon gusto


CHIAPPINI

Signore, siparte

La tendenza

In Oman con i bambini tutte le istruzioni per luso


DALESSANDRO

VivereSlow

Milano da mangiare buone tavole sui Navigli


PETRINI

Litinerario

Val Gardena quegli slalom in alta quota tra baite e rifugi


MARI
FOTO CORBIS

ZIGZAG

GIOVANNI SCIPIONI

LIMPORTANTE NON FERMARSI


ono sempre di pi i single e nei prossimi anni, secondo alcune stime, arriveranno a un terzo della popolazione nei paesi in via di sviluppo. Cresce quindi anche linteresse dellindustria del turismo. Si esaminano stili di vita, necessit, comportamenti, si analizzano i gusti e le preferenze. Nascono i viaggi su misura, le crociere per ogni esigenza e si mettono in bella mostra gli itinerari, le passeggiate, le scalate che hanno il passo di chi vive solo (o sola) e anche le citt, grandi e piccole, non disdegnano di offrire la propria ricchezza storica e monumentale ai single. Il viaggio, si sa, conduce a conoscere e, a volte, spinge a conoscere se stessi, la propria soggettivit. Finiamo sempre per trovarci di fronte ad uno specchio, sia se decidiamo, durante il viaggio, di fare amicizia, sia se vogliamo restare abbracciati alla nostra solitudine. Possiamo scegliere di attraversare paesi e popoli senza compagnia, accettare nuove amicizie o continuare autonomamente. Limportante non fermarsi.

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

28

VIAGGI LA COPERTINA
Da San Francisco a Chicago, da Marrakech a Venezia, da Londra a Siviglia. Siti, guide, consigli, reportage dei giornali internazionali per organizzare una vacanza anche viaggiando senza il partner

Io parto da sola
In citt o su unisola, per sentirsi a casa
VERA SCHIAVAZZI

n citt, o su unisola. Per le donne che viaggiano da sole (una tendenza ormai consolidata che vale il 15 per cento del mercato turistico al di fuori della date comandate, come Natale o Ferragosto) il sogno quello di staccare, coccolarsi, ma anche di visitare mostre e locali, insomma, di vivere, in citt o circondate dalla natura, uno stacco che consenta loro di riposare, prendersi cura di s e stimo-

lare la mente. E se San Francisco appena stata eletta come la migliore citt per i single di tutto il mondo dalle guide Lonely Planet, Chicago ha da poco meritato un ampio reportage per lo stesso motivo sul New York Times. La guida Lonely Planet presenta San Francisco con affetto: Famosa per le colline, i terremoti e un debole per la politica liberale, San Francisco continua ad attirare spiriti affini, abbracciando con entusiasmo

Per chi ha almeno otto giorni, la meta di culto Bali: spiagge da favola e persone ospitali
tutti i nuovi arrivati nel suo mlange culturale. Se fosse necessario un incentivo, la 34esima edizione di Coppa America arriva nella baia di San Francisco nel 2013, e per questo motivo la

citt sta subendo grandi cambiamenti e ristrutturazioni nella zona prospiciente la baia. Si pu approfondire su www.lonelyplanet.com. Ma le signore che vogliono dedicare alla East Coast la loro breve vacanza controcorrente, magari in fuga da San Valentino, possono farlo proprio a Chicago (attenzione: fa freddo, almeno fino a maggio, e se bellissimo andarci per vedere le architetture uniche al mondo, vivere la vita libera della metropoli dove

cresciuto Barack Obama e visitare i musei, comunque meglio saperlo quando si prepara la valigia). Prima di partire, si pu leggere lampio reportage che il New York Times le ha dedicato su travel.nytimes.com o visitare i siti locali come www.citypass.com/Chicago o www. choosechicaho.com, dove trover offerte e pacchetti e soprattutto il calendario degli eventi culturali e la mappa dei locali. Per le fortunate che hanno almeno 8 giorni, una meta di

Venezia
ART COCKTAIL
Con Contemporary art potrete gustare un Art Cocktail serale nello Skyline Bar sulla terrazza allottavo piano e potrete visitare gratis Lelogio del dubbio a Punta della Dogana. Con breakfast. Valido fino al 15 marzo. Una notte camera singola da 199 euro www.molinostuckyhilton.it

Torino
WEEKEND CON MOSTRA
Si chiama In & around Torino e in questo scrigno troverete varie tipologie dalbergo Da non perdere, al Castello di Rivoli, She got love, la grande mostra della cubana Ana Medieta Due notti in hotel con colazione, da 72 euro www.turismotorino.org

Londra
TRA STILE E TEATRI
Quarantottore da sogno nella citt dei teatri dei concerti (Royal Albert Hall) e dello stile Da vedere lesposizione di Edouard Manet alla National Gallery Due notti al Best Western Hotel con voli a/r da Milano da 156 euro www.viaggiare.it

Siviglia
VISTA SULLA GIRALDA
Vista mozzafiato dalla terrazza sulla Giralda, piscina e bagno turco con massaggio e aromaterapia. Pareti impreziosite da dipinti di artisti locali. Cortile pieno di piante Hotel Fontecruz, Abades 41-43, Casco-Antiguo 41004, una notte 92 euro www.fontecruzhoteles.com

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

PER SAPERNE DI PI www.housetrip.com www.lonelyplanet.com

29

PARTENZE INTELLIGENTI

MARIA PEROSINO*
hy? Perch? Ci sono cos tante persone a Delhi. questo che dice lamico doltreoceano a Sabrina B., viaggiatrice di lungo corso. Lei gli ha appena comunicato lintenzione di partire per lIndia con delle amiche. Va dritto al punto, perch in effetti viaggiare da sole non significa essere sole, anzi. Significa conoscere e farsi conoscere. Soprattutto quando la meta una citt. Sono sempre di pi le donne che partono da sole, single per stato di famiglia, o per il tempo determinato della vacanza. Portano sulle spalle una confidenza con laltrove spesso maturata grazie ai viaggi di lavoro, nelle tasche la disponibilit di un budget magari esiguo ma conquistato in autonomia, in testa poco bagaglio e tanto spazio da riempire strada facendo. In comune, hanno la voglia di disegnare nuove mappe per orientarsi (con buona pace del luogo comune: le donne non si perdono, anzi, (si) trovano). La citt una full immersion, si parte con unidea, si finisce per fare shopping di esperienze, racconta Claire, arrivata da Lione a Istanbul per un itinerario di street food (punto di partenza, pe-

Lo shopping delle esperienze

sciolini fritti, punto di arrivo, spremuta di melograno). Traduco: a differenza dei paesaggi, le citt non si contemplano, si abitano. Difficile che tra queste nomadi metropolitane si incontrino turiste per caso. Al contrario, basta sbirciare sul web per rendersi conto che le loro sono partenze intelligenti: le origini della democrazia ad Atene, larchitettura contemporanea a Lisbona, lArt Nouveau a Bruxelles (per chi fosse in cerca di spunti: www. permesola. com). Tutto bene? Quasi. Resta una certa paura del buio, e una conseguente richiesta di sicurezza. Gli operatori si stanno attrezzando. Grandi catene alberghiere mettono a punto servizi di accompagnamento e parcheggi sicuri, tram e autobus si trasformano in ristoranti gourmet per passeggiate notturne gustose oltre che sicure. E si cominciano a pubblicare le prime guide women friendly (per ora Londra e Venezia di Daniela De Rosa), che non sono, sia chiaro, sinonimo di shopping e spa, ma vademecum per viaggiare non solo nella Storia, ma nelle storie, quelle degli altri. E trasformare ogni citt in unavventura nel presente. *autrice della guida Io viaggio da sola (Einaudi editore, pag. 160, euro 14)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Una turista fotografa il Tower Bridge, ponte levatoio sul Tamigi

culto Bali: spiagge da favola, persone ospitali, nessun rischio per chi viaggia sola o con i propri figli. Su www.baliturismo.com si pu avere una prima impressione, poi lideale costruire il viaggio secondo le proprie esigenze, cercando la formula che ci corrisponde di pi: volo e albergo, viaggio itinerante, scoperta dellisola o semplice relax sulla spiaggia. Tornando sul Mediterraneo, la meta pi trendy Marrakech: due Club Med, uno nel cuo-

re della citt e laltro, con grandi spazi, a pochi minuti di distanza e con una grande spa (www.clubmed.it) la citt marocchina nelle mete di tendenza al femminile per la sua ospitalit, per latmosfera vivace, i riyadh da affittare con le amiche (case e bed & breakfast con terrazza sul tetto e, volendo, pasti e pulizie serviti ogni giorno) e per lo shopping, il tutto in unatmosfera di spaesamento quanto mai rilassante per donne che sono impegnate

Oppure lAndalusia fissando la partenza per linizio della Semana Santa


in molteplici attivit (info su www.housetrip.com). E risalendo verso lEuropa, lintera Spagna offre alle donne che viaggiano da sole occasioni rilassanti e straordinarie per ve-

dere, incontrare, comprare, curiosare. Quando lestate ancora lontana, lAndalusia, nel Sud, una buona scelta, partendo da Siviglia (www.spain.info e www.sivillaonline.es) e scegliendo magari la Semana Santa, col suo carico di pathos e di folclore, come unottima scusa per fissare la partenza a fine marzo. Unaltra grande citt, molto pi a Nord, non ha bisogno di pretesti: a Londra si va per i locali, la musica, le grandi mostre (ora la volta di

Edouard Manet), per farla conoscere alle amiche che lavessero mancata e per riscoprirla quando non si pi ragazze swing. Tutto quel che vi serve, oltre a un volo low cost e a un albergo, il pass per la metro e gli autobus, info su www.visitlondon.com. E in Italia? Una meta classica e una di tendenza. A Venezia, in una delle piccole locande o bed & breakfast che ancora resistono al turismo globale, e in una stagione, come questa, meno

affollata: info su www.turismovenezia.it. Per quelle che hanno un animo alternativo, c Torino. La citt non smette di offrire rassegne, mostre e scoperte (da mettere in valigia Il meglio di Torino, la guida Lonely Planet EDT) e soprattutto una sorprendente rete di luoghi, dallhammam alle gallerie di arte contemporanea fino ai piccoli stilisti emergenti, che possono rendere meravigliosa una vacanza al femminile.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Marrakech
IL COLORE DEL SOLE
Hotel di design (a pochi passi da Jemaa el Fna) tutto in toni arancio realizzato con un mix di oggetti di stili e epoche diverse. La leggenda racconta che le mura nascondono un tesoro Hotel du Tresor, 77 Sidi Boulokat, Riad Zitoun, una notte da 50 euro www.hoteldutresor.com

Chicago
LOW PRICE
Si dorme allIntercontinental (505 N Michigan Ave IL 60611) vicino ai teatri e ai musei nella Magnificent Mile (per i negozi di tendenza). Si vola andata e ritorno Alitalia, Klm oppure Lufthansa o American Airlines Tre notti 881 euro, volo compreso www.americanairlines.it

San Francisco
PANORAMA DA APP
Sperimentare dallaereo la funzione della nuova App Fly Delta per iPad e iPhone Bottom Glass Jet ammirando il terreno con la visione di mappe, socialnetwork e contenuti del web Applicazioni anche per prenotare viaggi in volo. Da 742 euro andata e ritorno www.delta.com

Bali
TUTTI I COMFORT
Prenotare (allultimo momento) un volo da Milano a Bali? facile, basta cercare e selezionare. E per lalbergo si pu scegliere tra le strutture Meli, economiche e confortevoli per chi viaggia da sola Volo da 870 euro a/r in economy da Milano www.edreams.it

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

30

VIAGGI LO ZOOM

PER SAPERNE DI PI www.visitberlin.de/it www.germany.travel/it/index.html

Berlino
Oltre la Porta di Brandeburgo? C un tour alternativo tra le opere di archistar come Nouvel e Piano: scoprirete cos che anche hotel, ambasciate e banche possono trasformarsi in luoghi cult. E gratis

Quando la creativit fa tappa in stazione B


IRENE MARIA SCALISE
envenuti a Berlino, citt museo senza biglietto. Qui ogni cosa sembra nascere dal genio di qualche grande dellarchitettura: stazioni, banche, centri commerciali e persino la sede della Borsa. Tutto griffato Jean Nouvel, Renzo Piano, Frank Ghery, Rem Koolhaas o Norman Foster. Per chi arriva in treno il primo appuntamento alla Stazione Centrale. Realizzata dagli architetti Von Gerkan, Marg & Partner, un edificio dispirazione hi-tech in acciaio e vetro a vista. Un monumento su cinque livelli dominato da una galleria tubolare lunga pi di 300 metri. Unopera che si estende per 175mila metri quadrati. Per gli appassionati dello shopping c 1. STAZIONE CENTRALE 1993-2006 GMP STUDIO Una sinfonia di vetri e acciaio per lo snodo ferroviario della capitale Da vedere anche senza prendere il treno 2. D. G. BANK 1995-2001 FRANK O. GEHRY Unopera darte in acciaio di proporzioni gigantesche allinterno della DG Bank Con vista sulla Porta di Brandeburgo 3. AMBASCIATA OLANDESE 1997-2003 REM KOOLHAAS Un edificio trasparente che rivoluziona lo stile delle vecchie ambasciate Da ammirare anche solo dallesterno 4. GALLERIA LAFAYETTE 1991-1995 JEAN NOUVEL la versione tedesca di un famoso grande magazzino persiano Lo spazio interno in perfetta continuit con lesterno Un monumento al lusso

invece la Galleria Lafayette, disegnata da Jean Nouvel. Larchitetto francese nella strada berlinese del lusso, la Friederichstrasse, ha creato due grandi coni di cristallo che proiettano allesterno le luci e i colori sgargianti del grande magazzino. Risultato? Un effetto di disorientamento grazie alle superfici specchiate che deformano oggetti e persone: lemozione assicurata. Entusiasmante, soprattutto se si vuole passare una serata fuori dal comune, la cupola del Reichstag di Norman Foster. Il nuovo parlamento ha un foyer illuminato da una vetrata larga venti metri quadrati che permette di sbirciare nellaula per le udienze parlamentari. Un anello centrale sostiene 1200 tonnellate di cupola vetrata e un gioco di 360 specchi riflette, nella sala, la luce naturale. La piattaforma circolare, realizzata in cima a questa scultura di specchi, offre ai curiosi un panorama a tutto tondo sulla citt e un ottimo ristorante: il Feinkost Kaefer. Anche solo soggiornare in albergo, a Berlino, pu diventare unoccasione per avvicinarsi allarte. Basta prenotare una stanza al Grand Hyatt, disegnato da Rafael Mineo, nel cuore di Potsdamer Platz, quartiere firmato

Dove dormire
HOTEL GRAND HYATT
Albergo di architettura Doppia da 150 euro www.berlin.grand. hyatt.com

HOTEL GENDARM NOUVEAU


Albergo design realizzato da progettisti di Amburgo Doppia da 90 euro Charlottenstrae 61 www.hotel-gendarmberlin.de

Dove mangiare
DACHGARTEN RESTAURANT
in cima al Reichstag Aperto a pranzo e cena Platz der Republik Tel.0049-30-2262990

MAN RAY
Un ristorante-bar frequentato da attori Men di tendenza vegetariani a 20 euro www.barmanray.de

Renzo Piano e Christoph Kohlbecker. Lhotel che si presenta come un edificio dallidentit volutamente debole allesterno in realt molto sofisticato negli interni. Per gli appassionati di Frank O. Ghery merita una visita la nuova sede della D. G. Bank in Pariser Platz, a fianco della porta di Brandeburgo. Ledificio, a funzioni miste, mette insieme la nuova sede della DG Bank, un casin e quaranta appartamenti. Ma soprattutto il cortile interno che sorprende con una grande scultura in acciaio dalla forma indefinita. firmata dallicona Rem Koolhaas lambasciata olandese che rivoluziona il classico concetto di casa dei diplomatici. Koolhaas ha ideato un parallelepipedo leggero e trasparente, composto da due sezioni distinte, collegate da passaggi aerei. unopera anche la nuova sede della Borsa, dellinglese Nicholas Grimshaw, che colpisce per luso dei materiali.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

VIAGGI UN GIORNO UNA CITT

PER SAPERNE DI PI www.lyon-france.com www.onlylyon.com

31

Lione
Due fiumi (il Rodano e la Saona), due alture (la Fourvire e la Croix Rousse), rispetto delle tradizioni, un centro storico (Vieux Lyon) unico e tanta voglia di crescere. Un pezzo di Francia da non perdere

Peccati di gola, arte e colline nella capitale del buon gusto


DAL NOSTRO INVIATO DONATELLA CHIAPPINI

Ore 13.00 3 La Confluence


un altro registro anche quello che si apre allestremo limite della confluenza tra la Saona e il Rodano (a sud della presquile).

INFOGRAFICA GAIA RUSSO

LIONE olosa, creativa e cos elegante da poter essere considerata perfino un tantino snob. Del mare (e Marsiglia non se la prenda) qui dicono non si senta la mancanza perch i fiumi Rodano e Saona labbracciano cos forte da creare quasi unisola dalla centralissima place des Jacobins a la Mulatire. Che sia da sempre la capitale della gastronomia francese un dato di fatto. Come acquisita la bellezza dei traboule, i passaggi segreti che si aprono nelle corti dei palazzi medievali e congiungono un vicolo allaltro della Vieux Lyon lasciando quasi senza fiato. Almeno quanto la salita alle sue due colline: la Fourvire e la Croix Rousse che una volta ospit i maestri setaioli di questa sorprendente citt.

nedettini trasformata nel 1800 in Muse de Beaux Arts scalda una delle giornate pi fredde dellantica capitale dei Galli. Settanta sale disseminate darte pura dalle collezioni egizie, greche e romane ai Veronese, ai Rubens ai Gauguin per finire con i Picasso e i Matisse. Sembra che il museo sia secondo solo al Louvre. Qui si appena conclusa la personale del maestro del nero Pierre Soulages, trenta opere che saranno a Roma a Villa Medici dal 2 marzo al 16 giugno, e che stupiscono per limpatto scenico del non colore come fonte di luce. Qualche passo pi in l, oltre le gigantesche tele del pi grande artista francese vivente (92 anni), le grandi volte del palazzo custodiscono affreschi dai toni pastello che vi costringono a voltare pagina dimprovviso.

Leclettica riconversione di unarea industriale - in dieci anni, con vigorosi investimenti e la firma di archistar internazionali (de Portzamparc, Jakob e MacFarlane) - ha cambiato i connotati agli ex magazzini del sale e dello zucchero e ai depositi della vecchia linea ferroviaria dismessa. il posto giusto per un aperitivo, uno spuntino su docks che veri docks non sono stati mai. Come non proprio classico lassai trendy Le Salins (43 Quai Rambaud), gi quartier generale dello chef Nicolas Le Bec (ora trasferito a Shanghai) e oggi casa del buon gusto di Christian Ttedoie e altri chef. Cucina creativa, prezzi ragionevoli al pianoterra per il bistrot. Conto diverso ai piani superiori dove le due stelle Michelin pesano su addition e men.

Ore 19.00
5 Notre Dame de Fourvire C tempo, al tramonto, per raggiungere la collina di Fourvire magari con la comodissima funicolare dove troneggia la basilica de Notre Dame dedicata alla Vergine che avrebbe protetto la citt dalla peste nel 1643. Due secoli dopo i lionesi eressero una statua di bronzo dorato della Madonna alla sommit della cappella e diedero vita alla cerimonia dellaccensione dei ceri trasformata oggi nella Fte des lumires che ogni 8 dicembre illumina a giorno Lione.

Ore 23.00
6 Vieux Lyon Saint Paul, Saint Jean e Sain George: tre santi (e altrettante chiese) stringono ai piedi della Fourvire quello che uno dei quartieri antichi meglio conservati dEuropa, un puzzle di vicoli con architetture medioevali e rinascimentali che lUnesco ha battezzato Patrimonio dellUmanit. Un set notturno di enoteche, locali con musica dal vivo e ristoranti (anzi bouchons) come il classico Daniel & Denise 32 rue Tramassac, Saint Jean tel.0033-472402332) dove il piatto forte la lionesissima quenelle au brochet, una variante di pasticcio-souffle a base di luccio la cui digestione viene favorita da un buon bicchiere della staffa. Conviene spingersi alla Bargones (5 place Saint Paul) e provare i gioielli della cantina regionale. Ma anche un vin brul speziatissimo pu accompagnare egregiamente il sonno.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ore 16.00
4 Muse des Tissus Da non perdere. Per il piacere degli occhi, ma anche per capire il passato, come la maestria si fa ingegno, quando lartigianato diventa arte. Il Muse des Tissus conserva non solo le pi pregiate manifatture dei setaioli lionesi dal XVII al XX secolo, ma anche la pi grande collezione tessile al mondo. Un trionfo di opere ordite da ingegneristici telai, arazzi, intrecci, matelass e ricami che hanno regalato allure alle corti dEuropa, reso pi sacri i paramenti papali e accompagnato il sonno eterno di condottieri e imperatori: dai teli funebri bizantini ai preziosi corredi della regina Maria Antonietta. Non sempre larte fa rima con stile.

0re 9.00 1 Les Halles Paul Bocuse


Proibito a chi vive con il contacalorie giornaliero, il mercato intitolato al pi grande chef francese, lionese di nascita, pu trasformarsi in battaglia persa con lautocontrollo. Siete nel regno dei formaggi pi grassi (e squisiti) del Paese e girando per pescherie che al mattino fanno bella mostra delle migliori ostriche, banchi con salsicciotti, vetrine affollate di praline dai gusti pi strani nonch enoteche tra le pi fornite della citt davvero impossibile non cadere in tentazione. Consiglio: cedete. C un bel po da camminare.

LE IMMAGINI
Sotto, una veduta del centro storico di Lione A destra, la cattedrale di Saint Jean A sinistra, la passerelle pedonale Saint Vincent sul fiume Saona

Ore 11.00
2 Muse de Beaux Arts Una bella passeggiata dentro la splendida abbazia reale dei Be-

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

32

VIAGGI LA TENDENZA
Da Muscat a Nizwa, da Al Sharqiyah alla penisola di Musandam, il sultanato un paese adatto al turismo in compagnia dei pi piccoli: fiordi, spiagge, villaggi e canali artificiali negli hotel. Da scoprire

ILLUSTRAZIONE DI JULIA BINFELD

In Oman con i bambini


VALE IL VIAGGIO
Civitanova Marche (Mc)

Nellex officina sorprese e sostanza


i pu essere seri senza prendersi troppo sul serio. E si pu essere divertenti pur lavorando sodo. questa limpressione prevalente alla fine di una cena da Mood. Il divertimento, a dire il vero, parte fin dallingresso, in questa ex officina navale trasformata con gusto in un locale che mescola design, colore e modernit. Un approccio che si riverbera sui fornelli, ai quali troviamo Massimo Garofoli. Che si autodefinisce un tagliacipolle, ma vanta un curriculum di tutto rispetto, con esperienze da Vissani e da Marchesi. La sua una cucina giocosa, che punta sulla sorpresa ma non dimentica la sostanza. Prendendosi qualche rischio che, a dire il vero, porta anche ad alcuni incidenti di percorso. Linizio per di quelli che lasciano il segno: la ricciola viene trattata come un maiale e servita in diverse preparazioni, dalla porchetta allhamburger dalla lonza alla coppa. Dalta scuola anche le morbidissime seppioline ai ferri con limone candito, salsa di yogurt, alloro e meringa al nero di seppia. Decisamente meno convincente il raviolo ripieno di amatriciana liquida su tartare di tonno e salsa al pecorino, con il pesce sovrastato dal sugo. Per fortuna si ritorna nelleccellenza con le ruote di grano duro con alici, cacio, pepe e sapa, dai sapori pieni e coinvolgenti. Lottovolante prosegue con i secondi. Si scende in basso con il trancio di pescatrice ai ferri, pioppini, castagne, mela, maialino da latte e salsa al vino. Troppi elementi, per un piatto confuso e slegato. Ma si risale con lottimo rotolo di rombo nella verza con ceci e scalogno sotto cenere con salsa di zucca, lardo e melograno. Chiusura con un dolce ruffiano al punto giusto: mousse di cioccolato bianco e agrumi con pistacchio e biscotto di liquirizia. Avvertenza finale: la carta dei vini cerca di sfuggire alla trappola del convenzionale, e spesso ci riesce. Per di pi con ricarichi che permettono di bere bene senza svenarsi. Idem per il conto, con menu degustazione da 40 e 50 euro. a.scuteri@repubblica.it

Mille e una notte formato famiglia nella piccola Svizzera dArabia


JAIME DALESSANDRO

MOOD
Lungomare Piermanni 14, angolo via Vodige Civitanova Marche (Mc) Tel 0733 - 775158 mood-restaurant.com
RIPRODUZIONE RISERVATA

MUSCAT icorderanno le dune, il bianco delle case di Muscat e il rosso delle colline rocciose che la spezzano in villaggi. E ricorderanno anche i fiordi, che rendono tratti della costa cos belli da togliere il fiato. Eccezion fatta per i prezzi elevati, che certo non dettaglio da poco, lOman perfetto per delle vacanze invernali con i bambini. Suggestivo, diverso, ad una manciata di ore di volo dallItalia, lunico sultanato kharigita ancora esistente, nella sua versione moderata ibadita. Prima frattura in seno allIslam, quando ancora non si era diviso fra sunniti e sciiti. Oggi una sorta di Svizzera della Penisola Araba, abitata da persone garbate e gentili. un Paese elegante, discreto e melanconico, che conserva le tracce di un passato fatto di commercio e lunghe dominazioni su Zanzibar e Belucistan. Non ha nulla a che spartire con gli eccessi di Dubai o il rigore religioso dellArabia Saudita, n con la ricchezza sconfinata e un po arrogante del Qatar. Come sempre quando si viaggia con i pi piccoli, i dettagli sono quelli che contano. Intanto il volo: c il diretto dellOman Air che parte da Milano. Sei ore e mezza che passano rapidamente se abbiamo con noi qualche libro, iPad e computer con film e cartoni. Lalternativa, da Roma o Milano, fare scalo a Doha, Abu Dabi o Dubai, rispettivamente con la Qatar Airways, Ethiad (anche in co-sharing con

Alitalia), o la Emirates. Sono compagnie di alto livello e hanno la classe economica fra le pi comode. Gli scali poi sono a unora massimo da Muscat. Limportante partire di mattina e arrivare nel tardo pomeriggio. Evitate i voli notturni, a meno che non siate fra quelli che riescono a dormire seduti. La capitale una citt da 700 mila abitanti che corre da ovest a est affacciandosi sul mare. Divisa da colline rocciose merlate da torri, ha la sua parte pi affascinate a est dove sorge il vecchio centro e la zona del suq, Mutrah. Molti alberghi, inizian-

LE IMMAGINI
Sopra, tour nel deserto Sotto, a sinistra, il suk a Nizwa, e, a destra, dune intorno al Desert Night Camp Hotel

do dal Grand Hyatt o dal Chedi, stanno dalla parte opposta, verso laeroporto. Dormire in uno di questi, fra ambasciate e centri commerciali, se non si affitta una macchina significa dover fare mezzora di taxi per arrivare a Mutrah. Meglio allora lalBustan, in una baia poco oltre la citt vecchia, con la sua indimenticabile architettura da Mille e una notte in chiave anni Settanta. Meglio ancora il Barr Al Jissah Resort dello Shangrila, nellinsenatura successiva: tre alberghi, collegati da canali artificiali allombra delle palme, dei quali uno pensato

espressamente per chi viaggia con i figli. E dove si passa con grande nonchalance e a prezzi accettabili, dagli hamburger con patatine al sushi. Tanto per ricordare agli ospiti che esser genitori non significa per forza dover accettare sempre dei compromessi. frequentato da famiglie russe, inglesi, francesi, spagnole, indiane, italiane. E i bambini, inevitabilmente, finiscono per fare amicizia. Pi a est, seguendo la costa, si incontrano fiordi, spiagge, montagne che cascano nelloceano. Gita di qualche ora, prima che lasfalto muoia in strade

Lhotel di sabbia
Al Sharqiyah
DESERT NIGHT CAMP
Cammelli, jeep, moto e tramonti da guastare dall'alto di una duna. Strana sintesi fra parco giochi e paesaggi che inducono al silenzio e alla riflessione Il Desert Night Camp, vicino Al Sharqiyah, fra i cinque migliori hotel sulla sabbia al mondo stando all' Indipendent. Luogo da Aladino e la lampada meravigliosa dove passare una o due notti omanhotels.com/desertnightscamp

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

PER SAPERNE DI PI www.omantourism.gov.om www.muscatcitycentre.com

33

N O S E

COME &DOVE
COME ARRIVARE
Il diretto dell'Oman Air il pi comodo, ma parte solo da Milano Alternative, con scalo: Qatar Airways, Ethiad o la Emirates Ottime classi economiche Basta ricordarsi di portare dei libri illustrati e il pc con i film Da scegliere i voli che arrivano nel tardo pomeriggio www.omanair.com

DOVE DORMIRE
La migliore base a Muscat il Barr Al Jissah Resort, tre hotel collegati fra loro da canali con corrente artificiale. Fra i tre il Waha Hotel quello pensato per le famiglie Ottimi ristoranti, grandi piscine, servizio impeccabile, prezzi contenuti www.shangrila.com /muscat/barraljissa hresort

COME MUOVERSI
Affittare unauto la soluzione migliore. L'Oman, soprattutto la parte nord, dotato di strade in ottime condizioni. Solo la segnaletica lascia a desiderare, ma con un navigatore satellitare i problemi sono risolti

Suggestivo, elegante, diverso E ad appena una manciata di ore di volo dallItalia

QUANDO ANDARE
bianche impercorribili senza un fuoristrada. Avendo come meta il Sifawy Boutique Hotel, che vale una tappa magari per pranzo. LOman sorprende perch, eccezion fatta per Muscat, stranamente privo di alberghi. Ci sono citt allinterno come lantica Nizwa, sorge in unoasi guardata da un vecchio forte appena restaurato, dove non ci sono hotel decenti nel centro. Girare il Paese significa quindi saper trovare, scegliendo con cura sul Web, i luoghi giusti dove dormire. Ma se affittate una macchina tutto abbastanza semplice. Le strade poi sono ben tenute, il traffico rado e disciplinato. Molto pi disciplinato che in Italia. In una settimana o poco pi potete visitare Muscat, puntare alle montagne e fermarvi una notte allo Sahab Hotel, a trenta chilometri circa da Nizwa, fra panorami drammatici e villaggi arroccati fra valli scoscese e terrazzate. Poi andare a sud verso il deserto di dune e fare tappa per una o due notti divertendosi con gite in cammello o in jeep. Fino a toccare la citt di Sur, poco lontano da dove le tartarughe depongono le uova, e rientrare a Muscat. Tappe da due o tre ore di viaggio, attraversando un paesaggio lunare ascoltando le radio locali. solo una piccola parte dellOman, manca il sud profondo di Salalah e la penisola di Musandam a nord, che bellissima. Essendo una exclave per, raggiungerla in macchina significa passare due frontiere e un tragitto di appena tre ore rischia di richiederne otto. Ma basta e avanza per un assaggio di questo Paese. Con la certezza che nessuno, in famiglia, dimenticher facilmente questi posti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

INFOGRAFICA GAIA RUSSO

In autunno e dinverno, da met ottobre e marzo A dicembre, gennaio e febbraio, se la giornata non ventosa, si pu fare il bagno e stare in spiaggia a prendere il sole Da marzo in poi in Oman, sulla costa, comincia a far caldo Meglio linterno sulle montagne

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

34

VIAGGI IL PUNTO

PER SAPERNE DI PI www.slowfood.it www.france-voyage.com/it

VivereSlow
Nei giorni di Identit Golose, momento di riflessione sulla figura del cuoco, piccolo itinerario tra le buone tavole sui Navigli

IL RISTORANTE
ERBA BRUSCA Alzaia Naviglio Pavese 286 Tel. 02-87380711 www.erbabrusca.it ria moderna con un orto che fornisce erbe, spezie e verdure che impreziosiscono ogni preparazione, in cui la chef Alice Delcourt, di origine statunitense, esegue una cucina che sa essere al contempo elegante e rassicurante. Maestra del cous cous, profumato e condito con un agnello morbidissimo, si muove con la stessa sensibilit in piatti della grande tradizione lombarda, come i buoni pizzoccheri tra i primi. Oppure parte dalla materia prima per valorizzarla, come nel caso del pollo moncucco con purea di fave e cicoria. Pi a Nord e verso il centro, ma sempre in zona Sud e lungo lo stesso naviglio, troviamo Grand Hotel, che a dispetto del nome unosteria che custodisce la Milano di un tempo. Un presidio vivente di unatmosfera, quella cantata da Enzo Jannacci, ormai sempre pi difficile da trovare in citt. Dentro c una grande sala, che potrebbe essere una sala da ballo, e fuori resiste un campo da bocce. La cucina semplice ed esalta la tradizione con paste ripiene, risotti, bolliti, brasati. un posto dove si sta bene semplicemente e in pi si ha disposizione unampia e ragionata carta dei vini per scegliere una buona bottiglia, magari tra etichette piemontesi non banali. Infine, passando al Naviglio Grande, in Ripa di Porta Ticinese 55, zona un po pi movimentata, non sar male fare un salto al pi noto Pont de Ferr, che lo scorso anno ha ricevuto la giusta consacrazione con una stella Michelin. Maida Mercuri (una delle pi importanti donne del vino in Italia) e lo chef Matias Perdomo (uruguaiano dorigine) vintrodurranno a una cucina che gioca con lavanguardia, con le materie prime, con le consistenze, offrendo sempre piatti divertenti e gustosi. un locale piccolo, e un altro piccolo pezzo di anima della Milano dei Navigli. c.petrini@slowfood.it
RIPRODUZIONE RISERVATA

I
CARLO PETRINI

l prossimo fine settimana il Congresso di Identit Golose a Milano catalizzer nel capoluogo lombardo un gran numero di cuochi, italiani e non, e soprattutto di addetti ai lavori, critici, bloggers, appassionati, per riflettere attorno al mondo della cucina lalta cucina soprattutto e fare un punto sulle evoluzioni in atto. un modo per leggere e interpretare, pensare a un mestiere, quello del cuoco, che sta indubbia-

LOSTERIA
GRAND HOTEL Via Ascanio Sforza 75 Tel. 02-8951186 grandhotelosteria.it

La Milano del gusto


mente trasformandosi, conquistando ribalte mediatiche nuove. Una visibilit che da un lato rischia di snaturare un po la professione o di creare false illusioni in chi vi si vuole cimentare, ma che dallaltro carica di ancor maggiore responsabilit la figura di chi simpegna nella ricerca alla stregua di unavanguardista, e deve quotidianamente scegliere e maneggiare i frutti del lavoro agricolo, fa a tutti gli effetti cultura (anche solo perch trasforma la natura in cibo). Il tema sar il valore rivoluzionario del rispetto e i buoni presupposti per unulteriore presa di coscienza da parte di un comparto sempre a rischio di essere un po troppo autoreferenziale ci sono tutti. Sar molto interessante e sar loccasione per un viaggio a Milano, citt che si mangiata gran parte della sua bellezza nel nome del progresso e del cemento ma che forse lungo i suoi navigli offre ancora una chiave di lettura molto sincera. Mi vengono in mente tre locali, accomunati dal trovarsi lungo le storiche vie dacqua. Iniziamo da lErba Brusca, il pi periferico dei tre, lungo il Naviglio Pavese, quasi fuori citt. UnosteG.R.

LE IMMAGINI
Al centro, il Naviglio grande di Milano In alto a destra, il ristorante Erba Brusca

FOTOFINISH

STILE DI GUIDA

Diario illustrato di Lem il piccolo Buddha

Francia senza pi segreti il sito organizza il viaggio


PAOLA SANTORO

Q
COME UN ALBERO
Foto di Laura Leonelli da Lem. Viaggio iniziatico di un piccolo Buddha, Contrasto

MICHELE SMARGIASSI
em un piccolo Buddha, o meglio: il bocciolo di loto che forse promette una fioritura spirituale, forse no. Lem non lo sa ancora, ha solo dodici anni ed entra in un monastero di Luang Prabang per trascorrervi i prossimi sei: met della vita che ha gi vissuto. Poi sceglier se continuare il suo cammino di meditazione, o lasciare il saio arancione e tornare a unesistenza terrena, ma illuminata dalla saggezza. Un occhio proibito, uno sguardo femminile (anzi un doppio sguardo: dietro quello della fotografa-narratrice c quello della madre di Lem, che ha seguito e voluto questo racconto), lo segue, racconta con le parole e con le fotografie un viaggio che comincia nel corpo (lo sradicamento da un piccolo villaggio, larrivo nella citt sacra del buddhismo Theravada) e prosegue nella mente quando il corpo smette di viaggiare. Il libro di Laura Leonelli, giornalista, fotografa e critico di fotografia (edito da Contrasto) e la relativa mostra (nella sede dei Viaggi dellElefante a Roma, via dAscanio 8/9, da domani al 31 marzo) il diario, discreto e assieme vicinissimo, di un percorso iniziatico di cui solo una parte si mostra agli occhi e alla ragione. http://smargiassi-michele. blogautore. repubblica. it/

ONLINE
Allindirizzo www.francevoyage.com/it la versione in italiano, un po maccheronica ma efficace

uesto indirizzo impagabile per due ragioni. Primo: non ci sono molti altri siti web che offrono lo stesso servizio. Secondo, tutte le informazioni sono totalmente gratuite. vero che il sito www.france-voyage.com/it ha un ct venale, perch mira a vendere servizi turistici, ma il modo in cui si presta a organizzare un viaggio in Francia davvero da archivio dei preferiti. Basta aprire, cliccare sulla manchette tour e indicare la citt da cui si vorrebbe partire e quella dove si vuole arrivare, aggiungendo il numero di giorni a disposizione. Il risultato perfetto: per ogni data ci sono la citt o i borghi degni di una sosta, con le righe di spiegazione (e anche di pi, scegliendo di approfondire) e i chilometri che separano una tappa dallaltra, corredati dal tempo che si impiega a percorrerli.

Servisse altro, la vacanza cos organizzata pu anche essere visibile virtualmente. Cliccando si apre unaltra finestra che mostra le foto dei panorami e dei maggiori luoghi di interesse, oltre che una mappa dettagliata utile davvero a stare su strada. La pecca la lingua. Tutte le descrizioni sono s in italiano, ma il lessico cos stentato che sembra il frutto di un traduttore automatico. Sul principio fa solo sorridere, alla lunga diventa fastidioso. Si suggerisce di ricorrere, in aggiunta, a qualche buona vecchia guida cartacea. www.france-voyage.com/it
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

FOTO DI MICHELE NASTASI

IL CONSIGLIO

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

VIAGGI LITINERARIO

PER SAPERNE DI PI www.valgardena.it www.dolomitisuperski.com

35

Val Gardena
Tra baite, rifugi e ristoranti sulle piste, un itinerario che unisce la passione per lo sci con quella della buona tavola. Da Ortisei al Piz Sella, gli indirizzi dalta quota da non perdere

N O S E

COME &DOVE
COME ARRIVARE
IN AUTO Autostrada del Brennero A22, uscita Chiusa Val Gardena Seguendo la segnaletica si raggiungono Ortisei, poi Selva e Santa Cristina IN TRENO Treni a lunga percorrenza (Ec, Ic, Es) fino alla stazione di Bolzano (www.trenitalia.it) Da qui treni regionali fino alla stazione di Ponte Gardena www.trenitalia.it

Aperitivi&canederli tour gourmet in vetta

DOVE DORMIRE
HOTEL ADLER Hotel a 5 stelle con spa, fondato nel 1810 e gestito da sette generazioni dalla famiglia Sanoner Programma Aki-kids club con escursioni e gite sugli sci per bambini Ortisei (Bz) Via Rezia 7 Tel. 0471-775001 www.adlerdolomiti.com/it

Un rifugio vicino al Passo Sella in Val Gardena

LAURA MARI
nesperienza sensoriale, tra paesaggi mozzafiato e arte culinaria. Un itinerario tra seggiovie e baite, chilometri di discese e cultura gastronomica. La nuova frontiera degli sport invernali, in Val Gardena, un tour per sciatori gourmet che alla passione per le discese sulle pi belle piste delle Dolomiti vuole unire lassaggio della migliore cucina del territorio ladino. Il viaggio tra gusto, sapori e tradizioni inizia a Santa Cristina. Dal centro del villaggio, dopo aver preso la seggiovia del Monte Pana, sci a piedi si seguono le piste che portano al Mont Serua, scendendo poi verso la val Tramans. E in attesa di raggiungere con la seggiovia il Sella Tieja, ci si pu concedere il pensiero di una delle prelibatezze preparate dal Rifugio Vallongia (www.baita-vallongia. com). Qui gli sciatori vengono accolti da Ren, che con la sua famiglia da anni propone specialit in stile bavarese, come le salsicce con la senape dolce e i mitici brezen caldi. Un pasto da smaltire con una discesa fino a Plan de Gralba e una risalita con la funivia che porta al Piz Sella. Da qui si imbocca la pista che porta al Rifugio Emilio Comici (www.rifugiocomici.com), specializzato in cucina di pesce ad alta quota e frequentato da personaggi come Michael Schumacher e il principe Alberto di Monaco. Novit di questanno, per gli sciatori pi modaioli, lapero-lounge allaperto, dove sorseggiare Champagne con gli scarponi ai piedi degustando spiedini di gamberi. Litinerario prosegue fino al Passo Sella, dove la terrazza panoramica di Alex, patron del Fienile Monte attira quanti vogliono assaggiare la

fonduta di carne. Chi invece vuole continuare a sciare attraversando le piste che tra i boschi della Val Gardena portano a Selva non pu non concedersi una sosta al Caff Villa

Frainela. Varcato lingresso di questa piccola casa gialla gli sciatori vengono inebriati dal profumo dei dolci tradizionali: non a caso dal forno di questa pasticceria esce il

miglior strudel di mele della valle. Un dolce necessario per affrontare una delle pi belle piste della Val Gardena, la mitica Cir che da Danterciepes porta in Vallunga. Qui, la Baita Ciampac (www.baitaciampac. com) accoglie quanti vogliono gustare la tradizionale kaiserschmarren, la frittata di uovo accompagnata con marmellata di mirtilli rossi. Lovovia di Selva permetter poi di raggiungere il Ciampinoi, meta degli sciatori di alto livello che vogliono concedersi una discesa sulla pista Saslong dove ogni anno si svolgono le gare veloci della Coppa del Mondo di sci. Lungo la pista, dopo circa 200 metri, ci si imbatte nella Baita Saslonch (www.saslonch. com), nel cui menu spicca la zuppa dorzo con verdure e carne affumicata. La pista B, che conduce alla zona Ruacia, porta i gourmet dritti alla baita LMulin, dove quasi un rito ordinare il piatto della casa, quellherrengrstel a base di

patate arrostite e carne che da solo vale la visita in Val Gardena. Il giro panoramico sulle piste delle Dolomiti prosegue nella funicolare Gardena Ronda. Con lovovia Col Raiser e la seggiovia Fermeda si raggiunge il Monte Seceda e, percorrendo la meravigliosa pista di 10,5 chilometri che scende fino al paese di Ortisei, si pu sostare alla Baita Curona (www.curona. it), regno dei piatti preparati con prodotti a chilometro zero (i formaggi sono prodotti direttamente nel maso del proprietario, il signor Werner). Sci ai piedi si prosegue verso la Baita Sofie che nel menu propone i tradizionali crafuncins, le migliori mezzelune agli spinaci della Val Gardena. Per gli estimatori dei canederli, invece, c la Baita Daniel, lungo il tracciato della gara Sdtirol Gardenissima, una discesa di sei chilometri verso Santa Cristina.
RIPRODUZIONE RISERVATA

HOTEL VILLA MARTHA Albergo a tre stelle gestito dalla famiglia Tettamanti Ristorante con cucina tradizionale da 60 euro a persona mezza pensione Santa Cristina (Bolzano) Via Cisles 145 0471-792088 www.villa martha.it

G.R.

DOVE COMPRARE
BUTEIGA BERNA Speck, formaggi e prodotti tipici locali svettano nel bancone di questo fornito negozio di alimentari Strada Sneton 3 Ortisei Tel. 0471.796419 PASTICCERIA PERATHONER Il locale ideale per gli estimatori dello strudel, che viene prodotto ogni giorno artigianalmente Selva Gardena Strada Meisules 175 Tel. 0471.773177

Laccoglienza

Resciesa
LO CHALET DEL GUSTO
Allarrivo della funicolare del Col Resciesa, un rifugio-chalet dove gustare i piatti tradizionali. E dopo pranzo, possibile cimentarsi in una discesa con lo slittino su una pista di 6 km Alpe Resciesa-Ortisei www.resciesa-com/ita/berghaus.htm

Col Raiser
IL RISVEGLIO IN PISTA
Svegliarsi e indossare subito gli sci. Il sogno di ogni sportivo viene realizzato dalla famigila Schenk, che da anni gestisce questo elegante Alm Hotel, rifugio raggiungibile solo con gli sci o in ovovia. Piatti tipici nel men Santa Cristina www.colraiser.com

Costamula
IL MASO DEL SEICENTO
Tradizione e modernit convivono in questo maso di inizio 600, ristrutturato a dicembre. Manuela e Arno Mahlknecht accolgono i clienti nel loro ristorante sulla pista Longia del Seceda. Piatti locali Ortisei www.costamula.com

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

36

VIAGGI ISTRUZIONI PER LUSO

PER SAPERNE DI PI rviaggi@repubblica.it segreteria_viaggi@repubblica.it

Weekend
Suoni, balli e colori da Rio. Alla scoperta del Carnevale italiano. Da Loano a Oristano, ecco cosa fare nel fine settimana

Liguria Tra maschere e gastronomia

Lombardia A Bagolino si scherza e si balla

Trentino Dal walzer al rogo dellalbero

io de Janeiro arriva sulla riviera di Ponente. Carnevaloa (www.carnevaloa.it) lappuntamento carioca di Loano, nel savonese: il 10 febbraio, domenica di sfilata del corteo che vede il gemellaggio tra la maschera loanese U benciancin e i colleghi di altre regioni, da Arlecchino a Balanzone, da Gianduia a Burlamacco. Accompagnati da gruppi in costume e, appunto, ballerine. Un monarca del Carnevale anche a Savona, dove il 10, Re Cicciulin sfila sui carri e riceve le chiavi della citt. Dedicati ai bambini altri due Carnevali rivieraschi, a Diano Marina (Imperia) e ad Arenzano, a ponente di Genova: per tutto il pomeriggio del 10, sfilate di carri, feste, giochi. A Levante, va ricordato il Carnevale della Zucca che il 10 e il 17 richiama appassionati di maschere e gastronomia: riprendendo unantica disputa sulla propriet di una zucca germogliata tra due poderi, ecco sfilate, balli e degustazioni di piatti a base di zucca. A Deiva Marina, non lontano da Moneglia, si fa festa domenica 17 in nome della pentolaccia, da rompere sul lungomare, dopo il corteo mascherato. (donatella alfonso)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Q
DOVE DORMIRE
VILLA ARGENTINA A Moneglia, un grazioso hotel a gestione familiare Doppia da 80 euro Via T.S.Lorenzo 2 Tel. 0185-49228

DOVE MANGIARE
LA RUOTA Specialit di pesce a Moneglia Men da 45 euro Via Perlemeglio 6 Tel. 0185-49565

ui il Carnevale cos artistico, antico e speciale che stato perfino al centro di studi etnologici. Bagolino un borgo medioevale del Bresciano (www.comune.bagolino.bs.it), e la sua posizione piuttosto isolata nella Valle del Caffaro gli ha permesso di conservare intatte le sue tradizioni. Il Carnevale bagosso uno spettacolo che va in scena ogni anno - almeno dal 1500 secondo le testimonianze - e conta tradizionalmente su una squadra ben organizzata di artisti. Accompagnati dalla musica dei violini, suonati e soprattutto pizzicati in modo particolare, i balareseguono danze rituali molto complesse, si vestono con costumi sontuosi (e composti da numerosi elementi), con stoffe tessute, ricamate e decorate a mano. Durante lo spettacolo, le grottesche maschr girano tra la folla facendo scherzi a tutti e battendo gli zoccoli di legno. Tutti portano spesse maschere sul viso e modificano la voce per non farsi riconoscere. Spettacoli luned 11 e marted 12, sfilate di maschere e carri la domenica. Il Carnevale si conclude Marted grasso con il Ballo dellAriosa in Piazza Marconi. (mariella tanzarella)
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
DOVE DORMIRE
AL TEMPO PERDUTO Hotel in stile alpino Per il Carnevale doppia da 80 euro Via San Rocco 46 Tel. 0365-99145

DOVE MANGIARE
TRATTORIA DEL VIANDANTE Nel centro di Bagolino, cucina tipica locale Men da 30 euro Via Moreschi 28 Tel. 0365-99869

aranno pochi nella regione, gli Arlecchini e i Pulcinella: appartengono ad altre tradizioni. Tanti, invece, i Carnevale ispirati ad antiche usanze popolari legate alla storia delle vallate trentine (www.visittrentino.it). In Val di Fassa e in Val di Fiemme, fino al 12 febbraio, si celebrano le Mscherdes, spettacoli burleschi di origine ladina con sfilate di maschere di legno realizzate artigianalmente dagli scultori della valle. In Val di Fiemme c, come ogni anno, il Carnevale dei Matci: nato allinizio del Novecento, porta per le strade di Valfloriana grandi e bambini vestiti con abiti dai colori sgargianti, ornati di fiocchi e coccarde, e con i volti coperti da maschere di legno. In Val di Cembra, il marted grasso, i giovani raggiungono il bosco per tagliare lalbero pi bello per portarlo poi, privo dei rami, in paese per battezzarlo e bruciarlo in unatmosfera festosa. A Madonna di Campiglio, dove soggiorn la principessa Sissi, rivivono i fasti dellImpero asburgico, con cortei di carrozze e walzer in piazza. Sfilate in costume anche a Tione, Storo, Trento e Rovereto. (roberto caramelli)
RIPRODUZIONE RISERVATA

DOVE DORMIRE
GARNI DEI FIORI Un 3 stelle di Madonna di Campiglio Doppia da 80 euro Via Vallesinella 18 Tel. 0465-442310

DOVE MANGIARE
EL PAEL Specialit trentine in questo locale di Canazei, in Val di Fassa Men da 35 euro vini esclusi Via Roma 58 Tel. 0462-601433

Emilia Romagna E Cento fa rima con Rio

Marche Sardegna Fano, una pioggia di cioccolatini Sessanta cavalieri al galoppo

on solo coriandoli, maschere, musica e balli, ma soprattutto allegria che, questanno, esprime la voglia di dimenticare per qualche giorno la crisi. A Cento, un centro storico a poca distanza da Ferrara, per quattro weekend, il Carnevale dEuropa (www.carnevalecento.com) va oltre Marted grasso: il 10, 17, 24 febbraio e il 3 marzo, sfileranno sei grandi carri allegorici di cartapesta. Porteranno per le strade del centro caricature di personaggi famosi. Uno spettacolo coronato dal tradizionale gettito, ovvero il lancio di doni (peluche, palloni, dolci) dai carri in parata, talmente abbondante da confermare la generosit dellEmilia. Insieme ai carri, sfiler un gruppo di ballerine e musicisti brasiliani a suggellare il gemellaggio del Carnevale di Cento con quello di Rio de Janeiro. Ricco il cartellone degli eventi: percorsi guidati, laboratori didattici per bambini, degustazioni. Tra i Carnevali storici della regione segnaliamo quello di San Giovanni in Persiceto nato nel 1874, e quello di Busseto, giunto alla centotrentaduesima edizione, che questanno sar dedicato a Verdi. (isa grassano)
RIPRODUZIONE RISERVATA

DOVE DORMIRE
WHITE PALACE Un moderno hotel poco distante dalla Rocca di Cento Doppia da 80 euro Via Bologna 15 Tel. 051-6832754

DOVE MANGIARE
OSTERIA DA CENCIO Dove trovare a Cento la vera tradizione locale Men da 25 euro Via Provenzali 12 Tel. 051-6831880

il Carnevale pi antico dItalia quello che si festeggia a Fano (www.carnevaledifano.eu) fino al 12 febbraio. Nacque qualche anno prima di Dante Alighieri, ma i suoi settecentottantadue anni non li dimostra. La data di nascita testimoniata da una sentenza della magistratura ritrovata dalla ricercatrice Giuseppina Boiani Tombari dellArchivio Diocesano. Liniziativa pi importante di questo Carnevale tutta dolce, fatta di caramelle e cioccolato: Marted grasso verranno gettati sulla folla duecento quintali di cioccolatini e bon bon che si potranno cogliere usando ombrelli rovesciati. Lo stesso giorno sfileranno i carri dedicati alla satira politica (uno dei protagonisti sar Beppe Grillo) insieme al rogo purificatorio del pupo, simbolo della festa, fal finale in Piazza XX Settembre, questanno per la prima volta declinato al femminile. Non mancher un Carnevale dedicato ai bambini con mini-carri e mini-mascherate, unintera scuola ricostruita in cartapesta e una delegazione di centoventi piccoli rappresentanti dellUnicef che ricorderanno la tutela dei loro diritti. (ambra somaschini)
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
DOVE DORMIRE
HOTEL CORALLO Non lontano dal lungomare Doppia da 80 euro Via Leonardo da Vinci 3 Tel. 0721-804200

DOVE MANGIARE
CASA NOLFI Ristorante del centro Specialit brodetto Menu da 35 euro vini esclusi Via Gasparoli 59 Tel. 0721-827066

a carrelae nanti la strada davanti il budello ripido che taglia il centro di Santu Lussurgiu, in provincia di Oristano (www.comunesantulussurgiu.it), dove la domenica di Carnevale si tiene una delle prove di abilit equestri pi spettacolari delle feste sarde. Non ci sono maschere terrificanti come a Mamoiada e Orgosolo, n la follia prolungata per sei giorni che caratterizza Tempio Pausania, ma il Carnevale di Santu Lussurgiu una chicca per gli appassionati di cavalli e per chi vuole assicurarsi di entrare nel vivo della festa con la gente del posto. Verso le 15.30 i cavalieri, di solito una sessantina e tutti rigorosamente del posto, si radunano mascherati a siscappadorzu, il punto di partenza in cima a sa carrela, da dove si lanciano a due a due in uno spericolato galoppo in cui devono tenere i cavalli appaiati. La gente si accalca ai lati della strada stretta e per non essere travolta si rifugia nei portoni e nelle cantine, dove non mancano ma il vino buono, dolci tipici e formaggio. A rendere esilarante la gara, gli annunci dello speaker che informa se i cavalieri sono ancora uniti o disuniti. (cristina nadotti)
RIPRODUZIONE RISERVATA

DOVE DORMIRE
SILLUSTRADU Un albergo diffuso del rione Sa Funtanedda Doppia da 100 euro Vico Montiferru 10 Tel. 0783-552088

DOVE MANGIARE
SAS BENAS Una cucina tipica con i sapori del territorio Men da 30 euro vini esclusi Via San Giovanni Tel 0783-550870

ILLUSTRAZIONE DI JULIA BINFIELD

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

VIAGGI LE PARTENZE

PER SAPERNE DI PI http://viaggi.repubblica.it http://viaggi.repubblica.it/vacanze

37

Le offerte di San Valentino


SCELTA PER VOI
PARIGI, LA CITT DEL CUORE
La capitale francese una delle citt pi romantiche dEuropa. Ideato per San Valentino, questo pacchetto di eDreams prevede il volo in economy da vari scali italiani pi una notte in un hotel 3 stelle di Montmartre Perfetta per gli innamorati la mostra aperta al Muse Eugne-Delacroix fino al 18 marzo, Des fleurs en hiver: tutti i quadri del pittore romantico Delacroix, precursore degli Impressionisti, dedicati ai fiori dinverno

BACI SUL DANUBIO


Per San Valentino la citt offre molte occasioni e mete: il Labirinto dellamore nel Castello di Buda, i concerti di musica classica al Teatro dellOpera, le gite serali sui battelli lungo il Danubio Da assaggiare il dolce Rig Jancsi ispirato alla sfortunata storia damore tra Jancsi, grande violinista ungherese di fine Ottocento, e lamericana Claire Ward. Il pacchetto proposto da Iberostar Grand Hotel Budapest prevede anche una cena romantica

da80
febbraio 2013 a persona, volo da vari scali italiani pi hotel 3 stelle eDreams 892244 www.edreams.it

da200
febbraio 2013 a notte per 2 persone, colazione, cena, ingresso Spa Iberostar 045-6590107 www.iberostar.com

TRA I PALAZZI DI RAFFAELLO


A Urbino, dove nato Raffaello Sanzio, tutto parla darte. Alla corte di Federico di Montefeltro, signore di Urbino, passarono Piero della Francesca, Francesco di Giorgio Martini e Luciano Laurana che lavor al Palazzo Ducale, sede della Galleria nazionale delle Marche. Urbino Resort, a poca distanza dalla citt, una struttura al centro di un grande parco con un raffinato centro benessere. Dalla tariffa sono escluse le bevande della cena

ALLE TERME CON AMORE


Un soggiorno ideale per le coppie: relax, benessere e buona cucina Il Relilax Hotel Terme Miramonti di Montegrotto Terme, non lontano da Padova, propone un pacchetto speciale per San Valentino, valido dal 9 al 17 febbraio. Include 2 notti in mezza pensione in camera doppia Mirabel, aperitivo serale, uso illimitato della Spa con la Terme di Relilax Card La cucina dellhotel curata da grandi chef con specialit del territorio

da90
febbraio 2013 a persona, 1 notte in doppia deluxe pi cena 4 portate Urbino Resort 0722-580305 www.urbinoresort.it

Fuga a New York sul set di un film romantico


FINO A GIUGNO 2013

da269
febbraio 2013 a persona, 2 notti in mezza pensione, ingresso Spa Relilax Hotel Terme Miramonti 049-8911678 www.relilax.com

da479

VOLO A/R, ECONOMY

CON LA MONGOLFIERA TRA I MONTI


San Valentino insolito tra le montagne della Val dAosta. Dal 14 al 17 febbraio Aosta ospita la manifestazione San Valentino in mongolfiera, lamore nellaria. Si vola da Piazza Chanoux e Piazzale Regione Tzamberlet (prezzi e orari nel sito www.mongolfiere.it) LHotel Diana di Pollein appena fuori del capoluogo, propone questo pacchetto che prevede pernottamento, ingresso alle Terme di Saint Vincent con sconto sui trattamenti, cena

da120,50
febbraio 2013 a persona, 2 giorni/1 notte, ingresso terme, cocktail, cena Hotel Diana 0165-53120 www.hoteldianaaosta.com

biglietto da acquistare entro il 21 febbraio Lufthansa 199-400044 www.lufthansa.com

Per trascorrere San Valentino a New York alla ricerca delle location dei film romantici e per assistere agli spettacoli di Broadway (da non perdere Cat on a hot tin roof di Tennessee Williams con Scarlett Johansson), Lufthansa propone prezzi interessanti (vedi condizioni nel sito) Sempre per gli Usa si vola con la compagnia tedesca per Washington a partire da 485 euro, per Chicago da 535 euro, per Los Angeles da 585 euro

LONDRA PER DUE


Il San Domenico House un elegante hotel di Chelsea. Tra i tantissimi eventi programmati per il 14 febbraio, segnaliamo: i River tour che partono da Westminster, Victoria Embankment e Embankment Pier; losservazione delle stelle dal Royal Observatory di Greenwich; il concerto jazz di San Valentino alla Royal Albert Hall; la lettura di poesie damore nella chiesa di St. Martin-in-the-Fields Soggiorno minimo, 2 notti in hotel

da291
febbraio 2013 per 2 persone una notte, colazione, regalo allarrivo San Domenico House 0044-20-75815757 www.sandomenicohouse.com

Terre lontane
BRUGES, LA VENEZIA DEL NORD
Il centro di Bruges percorso dai canali, come la nostra Venezia. Nel 2000, la citt belga, romantica, perfetta per chi voglia trascorrere un San Valentino allinsegna della storia fu dichiarata Patrimonio Unesco. Si vola da Milano a Bruxelles il 14 febbraio, il ritorno il 17. Si pernotta nel B&B Maison de la Rosa a due passi dallantica Piazza del Mercato. Da Bruxelles a Bruges si va in treno, il costo della tratta ferroviaria escluso

PRAGA E LA SUA MAGIA


La capitale Ceca fa innamorare: con i caff storici, le leggende, i luoghi kafkiani. Una delle costruzioni storiche pi affascinanti il Ponte Carlo (Karlv Most) che unisce la Citt Vecchia con il quartiere Mal Strana Sotto questo ponte sulla Moldava e lungo i punti pi romantici del fiume, passano i tour con musica e cena sui battelli organizzati per San Valentino Il pacchetto prevede tre pernottamenti al centralissimo Hotel Venezia

ZANZIBAR, TERRA DELLE SPEZIE


Secondo alcuni, il nome Zanzibar viene dallarabo zanjabie, zafferano. In effetti, larcipelago dellOceano Indiano (che fa parte della Tanzania) ricco di spezie, molte delle quali, sono considerate afrodisiache. Per San Valentino, Marg propone questo pacchetto di 7 notti al Villa de Coco Beach Hotel con accesso ad una delle spiagge pi belle della costa orientale di Zanzibar Vicini, i villaggi tipici di Jambiani e Paje dove acquistare artigianato

da400
febbraio 2013 per 2 persone, volo da Milano pi 3 notti in B&B 3 stelle Volagratis, 892040 offerte@volagratis.com www.volagratis.com

da434,36
febbraio 2013 2 persone, volo da Milano pi hotel 3 stelle Lastminute.com 892-893 www.lastminute.com

da1.058
febbraio 2013 a persona, 7 notti formula all-inclusive, volo da Roma Fiumicino e Milano Malpensa Marg Travel www.margo.travel

BERLINO A MISURA DI COPPIA


La capitale tedesca, con i musei, i teatri e gli edifici di architettura moderna disegnati da archistar, una delle grandi mete culturali europee Per San Valentino, in Germania si regalano grandi biscotti allo zenzero a forma di cuore con sopra scritto Ich liebe dich (io ti amo) Tra le curiosit berlinesi per innamorati, c il cinema Prchenkino con le poltrone doppie dove vedere film in due Nellofferta, 3 notti al Kudamm Artotel

IN CROCIERA SUL MAR ROSSO


un vero last-minute per chi volesse regalarsi una crociera di San Valentino C ancora posto per la partenza del 9 febbraio da Sharm el-Sheik a bordo della nave MSC Armonia Ma gli innamorati possono usufruire di unaltra offerta: chi prenota una cabina doppia entro il 14 febbraio, in omaggio avr un pacchetto benessere per la Spa di bordo Le tappe della crociera: Safaga, Eilat, Aqaba, Sokna Port

FESTEGGIARE NELLA NATURA


San Valentino si pu celebrare in coppia non solo nelle citt darte, ma anche al mare e al sole. lidea di Veratour che propone un soggiorno romantico di sette giorni al Veraclub Orangea Village Atmosphera Resort di Nosy Be, piccola isola a nord del Madagascar Le partenze sono il 4, l11, il 18 e il 25 febbraio. Ideale per le coppie, il resort composto di sole 25 camere in stile locale. Si possono praticare sport come il beach-volley e il beach-tennis

da430
febbraio 2013 per 2 persone, volo da Milano pi 3 notti al Kudamm Artotel Viaggiare.it, 892040 offerte@viaggiare.it www.viaggiare.it

da499
febbraio 2013 a persona, crociera di 9 giorni, volo incluso, assicuraz. esclusa MSC Crociere 848-242428 www.msccrociere.it

da1.150
febbraio 2013 a persona, 7 notti in formula club (pasti e bevande), volo da Milano e Roma Veratour www.veratour.it

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

La cultura

Gli spettacoli

Massimo Toschi in sedia a rotelle il libro di un uomo abile per la pace


ADRIANO SOFRI

Ludovico Einaudi al piano di casa Per Youtube il mio ultimo cd


CARLO MORETTI

39

Viaggio nel Teatro dei misteri dopo laggressione al direttore: dal bagarinaggio agli interessi criminali, tra beghe, gelosie e vendette

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE NICOLA LOMBARDOZZI MOSCA l Fantasma del Bolshoj prende tutte le forme che vuole. A volte un gatto nero che ti finisce sui piedi proprio mentre stai per entrare in scena, magari nel finale del Lago dei Cigni quando hai gi preso tanti applausi e credi che ormai le forze del Bene stiano per vincere a favore di Odette sulle note di Ciajkovskij. Ma pu essere anche un genietto maligno che ti sparge polvere di vetro allinterno delle scarpine. E fai in tempo a vedere la tua sostituta che indossa festante il costume di Giselle mentre tu vieni portata in infermeria. Ma prima di arrivare al suo capolavoro di un mese fa, sfigurare con lacido il direttore artistico del Teatro pi famoso del mondo, il Fantasma ha recitato tante altre parti. Ai tempi dello zar aveva il sorriso mondano del principe che pretendeva un ruolo da toile per la sua favorita, misera danzatrice senza talento. In quelli sovietici, assumeva lo sguardo ottuso e cattivo del commissario politico che processava in pubblico il mago del violoncello Msistlav Rostropovich per le sue idee liberali. SEGUE NELLE PAGINE SUCCESSIVE

Bolshoj
MERCOLED

Criminiemisfatti
FILIPPO CECCARELLI

OGGI SU REPUBBLICA.IT
Software Calcio

CAGNOLINI A CACCIA DI VOTI


del metodo in questa mania. Gi due cuccioli di cane, teneri batuffoletti ed espedienti emotivi di sicuro impatto, sono spuntati con cronometrica regolarit fra le braccia di Silvio Berlusconi, sul cui spiccato animalismo era finora lecito nutrire qualche dubbio. Il primo, anzi la prima cagnolina stata Puggy, di razza carlina, recapitata al Cavaliere e ai fotografi di palazzo il 3 gennaio dallonorevole Biancofiore. La seconda, laltra sera, una meticcia di due mesi e mezzo ribattezzata Vittoria in onore della Brambilla, che lha adottata ed esibita dopo una triste storia di abbandono in Sicilia. Il fratellino di Vittoria, ha spiegato il Giornale, morto investito. Come del resto il cagnolino che il Trota, secondo il suo ex autista, prese con s durante la campagna elettorale per ragioni dimmagine. E che poi lasci a casa di amici, al suo triste destino.

La sfida di indovinare il futuro


Tecno

Colpi doro firmati da Samarelli

La tv sa come sei e ti consiglier


Cinema Immagini iPad

Lavvocato Volo fra amore e intrighi


Il sondaggio

Fotoracconto Il tramonto dautore

VIDEOGAME, ULTIMI GIORNI PER VOTARE

RIPRODUZIONE RISERVATA

FOTO REUTERS

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

40

LA STORIA R2MONDO
Il fantasma del Bolshoj tornato a colpire. Negli anni il genio del male

si manifestato sul palcoscenico pi famoso del mondo nel sorriso


beffardo di un principe zarista o nello sguardo cattivo di un commissario politico

Ma ora dai dispetti tra ballerini si passati al crimine vero: il volto


del direttore sfigurato dallacido Lultimo atto della maledizione del teatro moscovita

Mosca Dietroilsipario
di un mito infranto
(segue dalla copertina)

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE NICOLA LOMBARDOZZI MOSCA i giorni nostri si specializzato in un potpourri di materializzazioni. Pu essere il turista giapponese che irrompe con il suo flash alle prove generali del mito vivente Jurij Grigorovich e lo apostrofa come fosse un portiere dalbergo: E mio diritto, caro signore. Ho appena dato 500 rubli al custode! O pu avere il ghigno spietato del capo claque che ordina ai suoi spettatori stipendiati valanghe di fischi per lartista del giro rivale. Ovunque sia nascosto, tra i

chio. Il Fantasma, o chi per lui, ha superato il limite. Le leggende, gli aneddoti del passato, avevano tutto sommato, un alone romantico che si addiceva alla sacralit del luogo. Lattacco a Filin invece riduce il tutto a una dimensione criminale che terrorizza ogni addetto ai lavori, dalle stelle del palcoscenico allultimo elettricista. Tra sussurri, soffiate anonime e ammiccamenti da teatranti di professione, il colpevole gi sta-

to identificato. Si chiama Nikolaj Tsiskaridze, ha 40 anni, due in meno della sua vittima, e un passato da grande stella del firmamento della danza. Nessuno ci mette la faccia ma tutti lo indicano ai cronisti come il vero grande nemico di Filin. Di fatto, appena un anno fa, aveva avuto scontri pesanti e plateali con il suo collega cui contendeva la poltrona di direttoreartistico.Luireagiscefurente e si scaglia contro il suo stes-

so mondo: Pettegolezzi, veleni, vigliaccherie. Un posto impossibile dove ormai regna la criminalit vera e propria. Le nostre beghe da artisti vanitosi sono robetta da romanzo. Qui ci sono interessi seri e gente spietata. Chi ha programmato lattentato aveva deciso per tempo un capro espiatorio da mandare al macello. Ed qui che il romanzo del Bolshoj e del suo Fantasma cambia brutalmente registro e diventa

storia di cosche, minacce e corruzione. A seguire le indicazioni di Tsiskaridze si scopre che gli ultimi anni del Bolshoj sono realmente stati dominati da una logica di arricchimenti ad ogni costo e di azioni criminali. A cominciare dalle operazioni di restauro, durate sei anni e costato pi di 600milioni di euro, tra scandali, ruberie e tangenti sugli appalti. Poi leterno problema del bagarinaggio che ormai diventata una industria e che fa sparire i biglietti dai botteghini passandoli direttamente a organizzazioni in odor di mafia che aumentano i prezzi da poche decine di euro a cifre per oligarchi che spesso superano i 3000 euro. Il tutto con la necessaria complicit interna blandita con il denaro e zittita con le minacce. Gestire e tenere

Vetro nelle scarpette, stracci bagnati, gatti neri: la galleria dei misfatti lunga
tunnel misteriosi che attraversano piazza Teatralnaja o gli stucchi freschi di restauro delle scalinate e dei foyer, il Fantasma fa paura. Nessuno ne parla apertamente ma tutti lo cercano con lo sguardo negli angoli pi nascosti, dietro le specchiere veneziane dellimperatrice Ekaterina, nei camerini supertecnologici appena ricostruiti, persino nelle misteriose correnti daria gelida che arrivano di tanto in tanto chiss da dove. E la paura impone la cautela. Si parla il meno possibile, e sempre sottovoce, del povero Sergej Filin che dopo laggressione con lacido ricoverato in un ospedale dalle parti di Colonia dove tenteranno di salvargli la vista, almeno da un oc-

Ma non si era mai arrivati a una vera aggressione come quella a Sergej Filin che rischia la vista
sotto controllo una simile polveriera mestiere da duri. Chiunque abbia provato ad occupare cariche importanti ha trovato pane per i suoi denti. Come il suo predecessore Jurij Burlaka, bruciato dalla pubblicazione di una foto piuttosto hard insieme alla sua amante. Ma anche il principale rivale di Filin alla conquista di quello stesso posto stato eliminato in maniera analoga. Gennadj Janin altra ex stella del balletto omosessuale. Particolare che, almeno per i ballerini, non viene considerato particolarmente scandaloso nemmeno nella Russia omfoba di Putin. Per essere sicuri di affondarlo definitivamente i suoi rivali hanno inviato in simultanea a

COMUNE DI TRIGGIANO (BA)


Settore AA.GG. - Istituzionali Servizio Appalti Contratti e Contenzioso Piazza V. Veneto 46 - 70019 Triggiano (Ba) Tel. 080-4628234 Fax 080-4686601 ESTRATTO BANDO E indetta procedura aperta per laffidamento del servizio di pulizia edifici comunali e manutenzione parchi, giardini ed aree a verde CIG 485487626A. Importo complessivo a base di gara 935.000,00 di cui 16.000,00 per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso. Durata dellappalto: 5 anni. Le offerte in bollo e in lingua italiana, dovranno pervenire entro il 14/3/2013 ore 13.00. Il bando integrale e il disciplinare sono reperibili sul sito internet www.comune.triggiano.ba.it. Il bando integrale stato inviato il 28/1/2013 per la pubblicazione da parte della Commissione Europea e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 13 del 30/1/2013. Triggiano, l 01/02/2013 Il Dirigente F.F. Settore AA.GG. Istituzionali Ing. Felice Antonio Rubino

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

PER SAPERNE DI PI www.bolshoi.ru/en volochkova-a.livejournal.com

41

Lintervista

Lex toile Anastasia Volochkova, licenziata perch troppo grassa

Tutto in mano ai boss cos muore una leggenda


DAL NOSTRO CORRISPONDENTE MOSCA a le sembro davvero cos grassa?. Anastasia Volochkova, ex prima ballerina del teatro Bolshoj, porta il suo fisico da modella come un rimpianto perenne. Signora, la sua perfetta forma ormai agli atti giudiziari: 50 chili scarsi per un metro e 71 di altezza. Eppure non bastato per salvare una carriera che sembrava incontenibile. Come mai? La mia storia perfetta per capire quello che sta succedendo al Bolshoj. Macch gelosie tra artisti, quali rivalit tra clan di ballerini? Ormai siamo alla criminalit pura, intrighi mafiosi e di corruzione politica. Larte non centra, solo delinquenza, come dimostra laggressione al povero Filin. Riassumiamo. Lei stata licenziata nel 2003 quando era prima ballerina e aveva appena 25 anni, perch ritenuta troppo pesante per i suoi partner: in 12 hanno firmato una lettera per chiedere il suo esonero. Perch? Non tutti la firmarono per la verit. Uno, il pi grande, Nikolaj Tsiskaridze, disse che avrebbe ballato con me sempre e in ogni occasione e che quello era uno sporco complotto. Adesso lo hanno emarginato e lo accusano di aver un ruolo nella vicenda Filin. Non le sembra strano?. Vuole dire che c una cupola di potere nel Teatro che decide le carriere e il futuro degli artisti? Il Bolshoj lo specchio della Russia di oggi. Decide il denaro. Su ogni cosa. Vuoi diventare ballerino? Devi pagare. Vuoi passare dalla seconda alla prima fila? Devi pagare. Vuoi essere scritturato per una tourne allestero? Devi pagare. Dunque un problema di rivalit tra artisti come dice il direttore generale Anatolj Iksanov? No, di interessi. Se non paghi o non fai quello che ti dicono cadi in disgrazia. E non vale solo per i ballerini, ma IN PRIMA FILA Anastasia Volochkova, anche per i tecnici, gli impiegati, i bigliettai. ex prima ballerina, Esiste una specie di tariffario per far carriera al Bolshoj? licenziata nel 2003 Non cos scientifico. improvvisato sul momento. E per noi donne, ma anche per tanti uomini, c sempre il metodo del pagamento in natura. Non proprio raro nel mondo dello spettacolo... Ma questo un metodo mafioso. Non sa quante volte alla vigilia di un banchetto venivano a dirmi: Anastasia stasera dovresti andare a letto con quel tale oligarca o con quel politico. Cerano le prenotazioni come sui posti in platea. Che genere di banchetti? Quelli che si organizzavano in certe dacie fuori Mosca o meglio a Londra e Parigi in vere e proprie regge prese in affitto. Mikhail Shvdykoj, ministro della Cultura, era un vero mago in queste cose. E puntualmente la mattina dopo cerano un paio di promozioni di ballerine dalla terza alla prima fila o qualcuno che otteneva a sorpresa una parte importante. Forse immorale, ma addirittura criminale? tutto gestito dal crimine. Tre ballerini che mi hanno fatto da partner sono stati picchiati per strada e minacciati per dire che ero troppo pesante per loro. Io stessa sono stata raggiunta in camerino da due finti ammiratori armati di coltello che mi hanno intimato di non protestare. Una volta licenziata, lei ha aderito al partito di Putin dal quale poi per stata messa fuori per le troppe critiche pubbliche al sistema. Mi ero illusa che volessero risanare il nostro mondo. Ma ora mi chiedo: cosa altro deve succedere al Bolshoj per almeno far finta di fare qualcosa?. (n. lom.)

30 mila indirizzi internet nel mondo alcuni suoi filmati compromettenti. Con una tecnica e una attrezzatura tecnologica che pi che al Fantasma romantico fa pensare a una organizzazione ricca e potente. Ma cosa pu fare un direttore artistico contro una piovra che si impossessata del Teatro? Pu per esempio scoprire e denunciare che tutte le carriere e la popolarit dei singoli artisti sono gestite a pagamento con pressioni e intimidazioni di ogni tipo. La costruzione di una toile avviene ormai a tavolino. Si punta su un danzatore disposto a pagare o comunque ben sponsorizzato da qualcuno, e si fa di tutto: applausi a comando, recensioni entusiastiche, presenza garantita nelle parti migliori e negli spet-

I punti

LINAUGURAZIONE
Il Teatro Bolshoj, cio Grande, fu inaugurato il 18 gennaio 1825 sulle ceneri del Teatro Petrovsky, distrutto dalle fiamme nel 1805

incredibile di performance quasi quotidiane, la ragazza paga con una lesione ai legamenti lo sfruttamento eccessivo da parte dei suoi manager. L85 enne Jurij Grigorovich che aveva allestito la rappresentazione non era presente alla prima. Esautorato nel 95 come direttore artistico ormai superato non ama il Bolshoj di oggi. Dicono che sia disgustato per certe imposizioni e per il disturbo continuo dei turisti alle prove. E che adesso sia rintanato in casa circondato da qualche consolatoria bottiglie di vodka. E pare che rimpianga almeno lo stile delle guerre intestine daltri tempi quando, dice, il tutto si limitava a una rivalit artistica e non a una questione di soldi. Nostalgia che forse non meritano i tempi in cui il Bolshoj era co-

AGGREDITO
Sergej Filin, il direttore del Bolshoj, aggredito con lacido lo scorso 17 gennaio. So chi stato ad aggredirmi ha detto

FOTO REUTERS

RIPRODUZIONE RISERVATA

Sussurri e soffiate indicano il colpevole nel suo principale antagonista


tacoli pi seguiti. Attorno alla stella crescono procuratori, agenti, e tutta una macchina che fa soldi sulle esibizioni, sulle tourne allestero, sugli spot pubblicitari. Contemporaneamente i rivali vengono danneggiati. Innervositi dai gatti, spaventati dal vero nelle scarpe, esposti a patetici scivoloni da stracci e scope dimenticati volutamente sul palco da qualche operaio ben remunerato. Nessuno accusa nessuno ma laltra sera quando la giovanissima Olga Smirnova caduta pesantemente sul palco alla prima della Bayadre di Minkus, le allusioni erano chiarissime. Promossa stella troppo presto a soli 21 anni, e sottoposta a uno stress

IL RIGORE STALINISTA
Sotto Stalin furono eliminati lampadari stucchi e ogni lusso zarista per farne la sede di congressi del partito

Ma intanto gli addetti ai lavori dalle star ai tecnici sono piombati nel terrore
munque un centro di potere, un intrigo di informatori, delatori e agenti segreti come racconta nelle sue memorie la pi grande stella della storia del teatro, Maya Plisetskaja. A quasi novantanni ricorda ancora senza alcun vanto dei pesanti corteggiamenti di uno Brezhnev ubriaco e dei consigli pressanti del Kgb di intensificare al massimo lamicizia con Robert Kennedy per ricavarne preziose informazioni. Potere e denaro sempre intrecciati, segnano comunque tutta la storia del Bolshoj. E, adesso che il clima si fatto pi pesante, lultima bravata del suo Fantasma rischia di non essere lultima.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA NUOVA VESTE
Chiuso nel 2005 per un restauro voluto per recuperare lantico lusso, riapre nel 2011 fra le polemiche per i costi: 600 milioni di euro

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

42

IL CASO R2MONDO
Soprusi nelle lavanderie-lager dei conventi Scuse alle donne rieducate dalle suore

PER SAPERNE DI PI www.magdalenelaundries.com www.irishtimes.com

Scandalo Maddalene mea culpa di Dublino sulle ragazze schiave


DAL NOSTRO CORRISPONDENTE ENRICO FRANCESCHINI LONDRA orse le sorelle di Maddalena avranno pianto, un pianto liberatorio, ascoltando le sue parole. Perlomeno quelle che sono ancora vive, che non sono impazzite, che chiedono giustizia. Enda Kenny, primo ministro irlandese, ha presentato ieri le sue scuse formali, a nome del governo e delle stato, alle Magdalene sisters, come sono soprannominate le migliaia di donne rinchiuse in case di rieducazione della chiesa cattolica in Irlanda tra gli anni Venti e la met degli anni Novanta, costrette a lavorare anche dieci ore al giorno senza ricevere un soldo, praticamente prigioniere, detenute pur senza avere alcuna colpa. Erano considerate ragazze perdute, in realt erano spesso soltanto orfane o vittime di abusi familiari o di violenze sessuali, che invece di essere aiutate e difese venivano escluse dalla societ, nascoste come se fossero portatrici di una infamante lettera scarlatta, sfruttate e di nuovo abusate. Ma per ora il governo non ha offerto altre riparazioni o indennizzi, e il pianto delle ex-lavandaie potrebbe anche essere di rabbia. Lultima delle Magdalene laundries, le lavanderie di Maddalena, comerano chiamate dal nome di uno degli ordi-

piamo adesso). Quelle case di lavoro operavano in unIrlanda crudele e inflessibile, riconosce il primo ministro, pur negando che le prigioniere fossero sottoposte anche ad abusi sessuali. Sempre secondo linchiesta, il 10% delle giovani donne furono spedite dalle loro famiglie in quelle che erano in effetti delle prigioni, il 19% sarebbero entrate di loro volont e le altre su indicazione di forze dellordine o della chiesa, di fatto condannate senza processo. Che pena diabolica abbiamo patito, ricorda una di esse,

Maureen Sullivan, oggi 60enne. Io ci entrai a 12 anni. Mia madre era rimasta vedova e si era risposta, il mio patrigno abus di me e come risultato mi spedirono dalle suore. In teoria doveva essere una scuola, ma non mi fecero mai studiare niente, lavoravo giorno e notte gratis e mi hanno fatto tanto male. Le superstiti chiedono ora un atto riparatorio da parte del governo e una compensazione economica. Ma soprattutto dice la Sullivan vogliamo che sia resa nota la verit.
RIPRODUZIONE RISERVATA

CON LE RELIGIOSE
Ragazze in convento in unopera di Quiller

Al cinema

IL FILM DENUNCIA
Nel 2002 il film The Magdalene Sisters di Peter Mullan denunci lo scandalo durato decenni Il Vaticano lo condann senza incertezze

Orfane e vittime di abusi lavoravano senza paga. Ora le superstiti chiedono un risarcimento
ni religiosi che le gestiva, ha chiuso nel 1996. Un film del 2002 (Magdalene sisters) ha svelato al mondo cosa succedeva in quei luoghi. Ma sono dovuti passare quindici anni affinch nel 2011 la Commissione delle Nazioni Unite contro la Tortura denunciasse questo crimine della Chiesa cattolica, commesso nel pi cattolico paese dEuropa, con la connivenza delle autorit. E ne sono trascorsi altri due affinch linchiesta ordinata dallOnu allIrlanda fosse conclusa. Presieduta dal senatore John Macaalese, lindagine ha prodotto un rapporto di mille pagine che stato consegnato ieri al governo. Il premier Kenny ha risposto con unimmediata dichiarazione di scuse alle sopravvissute e ai familiari delle vittime. Il Parlamento irlandese discuter il contenuto della relazione tra due settimane, prendendosi dunque il tempo per leggerlo approfonditamente. Ma intanto qualcosa sul corposo documento gi trapela. Il rapporto afferma che circa 10 mila donne (altre stime parlano di 30 mila) passarono per le lavanderie degli ordini di suore, che lavoravano a pieno ritmo, avendo come clienti le forze armate, la polizia e altri apparati dello Stato, che non si sono mai chiesti chi puliva e stirava le loro lenzuola e le loro camicie, e con quale paga (nessuna, come sap-

AVVISO DI APPALTI AGGIUDICATI PROVINCIA DI PISTOIA

La storia

COMUNE DI GENOVA STAZIONE UNICA APPALTANTE DEL COMUNE


Via Garibaldi 9 Ge 16124 ccontratti@comune.genova.it

Pistoia, Piazza San Leone n. 1 tel 0573/374528, fax 0573/374543

ESTRATTO DI AVVISO DI GARA


Si rende noto che il giorno 07/03/2013 alle ore 9,30 presso una sala del Comune di Genova avr luogo una procedura aperta per l'assegnazione della fornitura e distribuzione di specialit medicinali e di tutti gli altri prodotti erogabili nel normale ciclo distributivo alle FARMACIE COMUNALI di GENOVA, per la durata di due anni, da aggiudicarsi con le modalit di cui allart. 82 del D.Lgs. 163/2006, per limporto complessivo di Euro 7.105.000,00 oltre IVA. Le offerte, complete della documentazione richiesta dal bando di gara, dovranno pervenire entro il 05/03/2013 ore 12.00. Il bando integrale stato inviato alla G.U.C.E., pubblicato sulla G.U.R.I., affisso all'Albo Pretorio del Comune nonch, ai sensi e per gli effetti di cui allart. 70 comma 9 del D.Lgs. 163/2006, scaricabile dai siti internet www.comune.genova.it www.appaltiliguria.it www.serviziocontrattipubblici.it. IL DIRIGENTE Dott.ssa Cinzia MARINO

Procedura aperta per laffidamento, a misura, degli interventi di adeguamento, manutenzione straordinaria e messa in sicurezza su percorsi stradali individuati per lo svolgimento dei Mondiali di Ciclismo in Toscana nel 2013, suddiviso in tre lotti: Lotto 1) area Pistoiese: ATI: La Calenzano Asfalti s.p.a. Endiasfalti s.p.a. ribasso del 58,70% Lotto 2) area Valdinievole: Bindi s.p.a. ribasso del 58,286%. Lotto 3) risanamento acustico: Rosi Leopoldo s.p.a. ribasso del 49,10%. Criterio di aggiudicazione: prezzo pi basso ex art. 82 D.Lgs 163/06. Lavviso integrale reperibile sul sito www.provincia.pistoia.it. ed pubblicato sulla GUUE 2013/S 015-020087 del 22/01/2013 e GURI 5^ serie speciale n 13 del 30/01/2013. IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO Ing. Alessandro Morelli Morelli IL FUNZIONARIO P.O. CONTRATTUALISTICA D.ssa Alessandra Deri

LE LAVANDERIE
Gestite da suore, fra il 1922 e il 1996 hanno fatto lavorare gratis, e secondo le accuse con violenze fisiche e sessuali, 30mila donne perdute

LE ISTITUZIONI IMPLICATE
Esercito, dipartimenti del governo, alberghi rinomati: sono molte le istituzioni irlandesi che si sono servite di quelle lavanderie

LE SOPRAVVISSUTE
Sono almeno mille le donne in attesa di un risarcimento senza contare i tanti bambini tolti alle ragazze madri prima di rinchiuderle nelle lavanderie

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

IL PERSONAGGIO R2CRONACA

PER SAPERNE DI PI www.coldiretti.it www.confagricoltura.it

43

Irrisa al grido degli stereotipi sulla donna nera la lotta condotta dalla First Lady statunitense contro lobesit Un allenatore licenziato per volgarit sulle curve della signora Obama, ma diversi commentatori fanno di peggio

Il lato B di Michelle nel mirino della destra razzisti Usa allattacco


VITTORIO ZUCCONI WASHINGTON anatomia femminile come oggetto di attacco politico, il sedere di una First Lady usato come bersaglio di scherno. Sono gli ultimi segnali della crescente disperazione della peggiore destra americana contro gli Obama. E sono il sintomo del razzismo che sotto la traccia della politica acceca e ossessiona unopposizione che non sa pi a quale odio aggrapparsi dal giorno della elezione e della rielezione di Barack Obama. Ne fa le spese un allenatore di football in un liceo dellAlabama, Bob Grisham (nessuna parentela con lo scrittore di legal thriller) ripreso con smartphone da un suo giocatore mentre commenta le immagini di Michelle Obama sul televisore. Dice di essere a dieta, ragazzi, ma guardate che culona. La sua carriera nel mondo dello sport nazionale e le sue speranze di avanzamenti a ranghi pi elevati finiscono con quella osservazione, fortunatamente limitata al culona senza ulteriori aggettivi qualificativi. come accadde presso trib pi zotiche. Licenziato dal preside. Ma il rozzo mister di una squadra di provincia, non soltanto un villano ignaro del fatto che tutto ci che viene detto oggi potr essere immortalato e ritrasmesso nelleternit elettronica della Rete. Losservazione sulle dimensioni posteriori della First Lady ha epigoni ben pi autorevoli di un oscuro allenatore del

ti dei servi. Se sono pi robusti, alti, forti, veloci, se le donne hanno fianchi generosi e sederi a portapacchi, come vuole lo slang, perch il massa, il padrone sceglieva di allevarli come animali, prediligendo uomini e donne con caratteristiche speciali. E lasciando che gli altri, i pi fragili che pure erano miracolosamente sopravvissuti allolocausto nelle stive della navi negriere attraverso lAtlantico, si estinguessero. Lalibi dei personaggi come Limbaugh o il deputato del Wisconsin politico. Non aggrediscono le forme di Michelle, che nella sua prorompente avvenenza rammenta quegli ideali di bellezza femminile che trovarono nella prosperosa Venere Ottentotta o nelle opulente modelle della pittura barocca, il proprio archetipo, per ragioni anatomiche. La attaccano perch unipocrita, una che predica diete salubri e sobrie, che coltiva lattuga e carotine nellorto della Casa Bianca, mentre esibisce un corpo assai pi sostanzioso. Come il marito in

Il santone della radio pi becera, Rush Limbaugh, la definisce chiappona


politica, vogliono dire, anche lei una che predica bene e mangia meglio. Michelle, che come ogni donna conosce bene limitazioni e pregi della propria figura, di questa fissazione per il proprio deretano sembra divertirsi al punto di ostentarlo. Il suo guardaroba non

nasconde, semmai accentua. Le sue cinture non attenuano, ma esaltano le forme, strizzando locchio a quelle generazioni di pallide donne europee che si sottoponevano alla tortura di corsetti e stecche di balena per simulare proprio quelle doti che lei possiede geneticamente. Sa, come donna e come prima afroamericana alla Casa Bianca, che questo genere di malevolenza comes with the territory, ha detto, fa parte del lavoro, come scoprirono, restandoci male, altre First Lady. Nancy Reagan, ex attrice, soffriva molto quando irridevano la sua testona sproporzionata sopra un esile corpo. E Hillary Clinton abbandon in fretta le gonne per nascondere il complesso delle canckles, le caviglie intere a gamba di pianoforte, scegliendo i tailleur pantalone dordinanza. E io ho una fortuna ha riso Michelle della fissazione con il suo big buttcon il suo sederone ho 49 anni e ho fatto pace con il mio corpo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

il sintomo di un odio che sotto la traccia della politica acceca lopposizione


profondo Sud. Il santone dellanti-obamismo radiofonico pi becero e seguito, Rush Limbaugh, allude normalmente al madame Obama come a Michelle Chiappona Obama e persino un deputato, il repubblicano James Sensenbrenne del Wisconsin ha dovuto scusarsi pubblicamente per avere fatto riferimento allampio posteriore della First Lady. Sarebbero, queste sortite di osservatori delle statuarie forme della signora alta un metro e 80, soltanto lennesima versione del permanente sessismo di noi maschi che mai ci sogneremmo di definire il marito come uno dal piccolo sedere, se non fosse per lorigine africana di Michelle. Al sessismo si aggiunge cos il fattore R, quel razzismo che individua nella caratteristiche anatomiche di molti africani, le spesse labbra, i capelli crespi, i larghi fianchi delle donne, il mito tremebondo della prepotente virilit dei maschi, motivi di disprezzo e quindi di discriminazione. Rispunta allora la spiegazione socio-storica, per le forme degli afroamericani, quella che spiega attraverso la selezione degli schiavisti la morfologia dei discenden-

I punti
ALLA CASA BIANCA
Appena arrivata, Michelle pianta un orto nel prato Sud della Casa Bianca: 55 variet di verdure e antichi semi contro linvasione degli Ogm

LE BRACCIA SCOPERTE
In molte uscite ufficiali, appare con abiti sbracciati. I critici laccusano ma lei detta moda: e negli Usa dilagano i corsi per tonificare i bicipiti

CON LA REGINA
In visita ufficiale a Londra, Michelle infrange il protocollo e abbraccia la regina. La quale ricambia con piacere cingendole la vita

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

CULTURA

*
45

Malato di poliomielite, costretto in carrozzella, racconta la sua vera abilit: lottare per gli ultimi

LARTE della PACE


ADRIANO SOFRI
un certo punto invalso luso del nome di disabile e della sua variante, diversamente abile. Non facile da definire; si pu farlo alla rovescia, basta il lessico del vecchio servizio militare. L una visita ti dichiarava abile arruolato oppure scartato. Si era idonei alla vita, cio alla guerra, e se no si apparteneva allo scarto. Immagino che venga da qui il titolo che Massimo Toschi ha scelto per il racconto della sua vita, Un abile per la pace. La disabilit nel suo caso, leffetto di una poliomielite contratta nel primo anno di vita, nel 1945 non gli impedisce di arruolarsi fra i costruttori di pace, e anzi agisce come un vantaggio. La sua prima terapia fu di pedalare su un triciclo, immaginandosi alla ruota di Bartali. And a Lourdes (lavrebbe rifatto tante volte, accompagnando i pellegrini) e gli successe qualcosa che valeva un miracolo: si accorse dei tanti che soffrivano molto pi di lui. Toschi un viaggiatore. In conto proprio, o per la presidenza di Prodi, o da assessore regionale toscano. Non c luogo estremo, di guerre, di povert e di malattie che non abbia visitato. Il record dei suoi viaggi tanto pi invidiabile per uno che ha mosso i suoi primi passi quando aveva undici anni, che sa camminare lentamente e per un tratto appoggiandosi a un bastone e a un braccio amico, e che per il resto si muove nella sua carrozzina. Viene da dire che un cos gran viaggiatore nonostante ci. In realt, lo perci. Se espressioni come diversamente abile suonano spesso ipocrite, eufemizzazioni di eufemismi, succede davvero che ci siano imprese

TOSCHI, CONTRO LA GUERRA NON SERVONO GAMBE BUONE

IL LIBRO E LAUTORE
Un abile per la pace il titolo che Massimo Toschi (nella foto) ha scelto per il racconto della sua vita (Jaca Book, pagg. 320, euro 22) Da domani in libreria

Unaltra volta in Congo, a Goma, il centro della immane guerra di Stati di trib e di bande che infierisce nel paese. Visita un campo profughi spontaneo di decine di migliaia di persone. Non cerano strade, mi sono trovato spinto da un centinaio di bambini per i quali la carrozzina era una specie di grande giocattolo inspiegabile, perch i bianchi non vanno in giro in carrozzina. C chi viaggia per aiutare il prossimo, e chi aiuta il prossimo per viaggiare: Toschi le due cose. In Sudafrica, un Mandela incuriosito chiede che cosa spinga la Toscana a impegnarsi contro lAids nel suo paese. Alla fine degli anni Novanta lAlgeria sconvolta da un terrorismo islamista e una guerra civile che costeranno forse centomila vittime in una decina

danni. come una staffetta tragica di guerre: dalla ex-Jugoslavia al Ruanda, allAlgeria, alleterna Palestina. E di inerzie, omissioni, complicit. In Algeria, qui dirimpetto, vanno in pochissimi: centra una situazione torbida, ma soprattutto una vilt. Toschi va per la prima volta a Tibhirine, nel monastero delleccidio, e poi allospedale di Medea, e anche l trova i bambini amputati. Uno, Ran, ha perso una gamba su una mina. Una protesi lo rimetter in piedi; una mutilazione mal curata lavrebbe condannato. Toschi sa che cosa vuol dire rimettersi in piedi, e potersi muovere. Mia madre dice non si mai vergognata di me: frase bella e terribile. Sua madre ha fatto s che avesse la stessa vita dei suoi coetanei, nel paese

della Lucchesia in cui nato. La conquista pi importante viene, imprevista e forse insperata, in una tavolata di studenti della Cattolica. Si fanno scherzi, il primo della fila versa acqua sulla tovaglia tenuta sollevata dagli altri in modo da farla scorrere fino a bagnare lultimo. Massimo benvoluto da tutti, e gli scherzi cos lo risparmiano. Per un giorno una ragazza del gruppo riempie una caraffa dacqua e la versa sulla testa di Massimo, stupendo tutti. Anche lui, che stato trattato alla pari degli altri. La ragazza diventer sua moglie, la madre di sua figlia, la compagna dei suoi viaggi, la donna coraggiosa che per anni combatter una propria inesorabile malattia. Ha un modo speciale di combinare i

grandi ideali con gli episodi minimi, Toschi. Gli chiedono di venire in Consiglio in giacca e cravatta: me la metter, risponde, quando avrete abolito gli scalini che impediscono a un disabile di entrare in carrozzina. Non sono cattivi, spiega, i responsabili che ignorano le barriere, sono semplicemente ciechi: non vedono gli scalini. In unAula Magna invitato a parlare con ministri, rettori eccetera: c uno scalino che si oppone. Si pensa che il disabile, oltre a essere disabile, anche un po scemo. Quindi non gli toccher mai di parlare dal palco In quel convegno si voleva risolvere il problema del clima, e non si era neanche in grado di risolvere il problema di uno scalino. Si diversamente abili, con gli scalini. Toschi ha calco-

And a Lourdes e gli successe qualcosa che valeva un miracolo: si accorse dei tanti che soffrivano pi di lui
debitrici di uno svantaggio. Una volta atterra in Sierra Leone, dov andato per conoscere la tragedia dei bambini soldato, il comandante dellaeroporto lo indica con unaria grave. Forse i documenti non sono in regola? In realt quello sta chiedendo come mai abbia avuto la polio, che una malattia dei neri e non dei bianchi, allora gli spiegano che si ammalato in Europa, quando non cera il vaccino, e che ora col vaccino si pu sconfiggere la polio anche in Africa. Il comandante si congratula con lui: il primo bianco con la polio che ha visto in Africa. In Sierra Leone va nel quartiere degli amputati: E chi aveva le braccia e non aveva le gambe aiutava chi aveva le gambe e non aveva le braccia.

Luscita a settembre

PRONTO IL SEQUEL DI SHINING STEPHEN KING: VI SPAVENTER


NEW YORK Il pi volte annunciato sequel di Shining di Stephen King pronto e uscir il 24 settembre di questanno per la casa editrice Scribner con una tiratura record e con il titolo Doctor Sleep. Ad assicurarlo stato lo stesso scrittore in una intervista alla rivista Entertainment Weekly. Trentasei anni dopo il bestseller dellautore americano che ha venduto oltre 500 milioni di copie dei suoi romanzi, la storia del piccolo Danny Torrance, il bambino con la luccicanza avr un seguito: ora un adulto che lavora in un ospizio per malati terminali. davvero roba spaventosa e raccapricciante ha commentato lo stesso King ma volevo vedere se ero ancora in grado di spaventare a morte i miei lettori.

Non c luogo estremo di povert e malattie in cui non sia stato: Algeria, Congo, Sierra Leone, Sudafrica
lato che nei due anni di ginnasio, che era al secondo piano, ho fatto ogni giorno per due volte 72 scalini a salire e 72 a scendere, in totale 288 per 200 giorni allanno. Complessivamente circa 50mila scalini. Ho conosciuto Toschi in galera, ho pensato che i detenuti contano i passi e i giorni come lui i giorni e gli scalini. Quando Giovanni XXIII al suo primo atto visit i bambini malati e i carcerati, gli sembr che si rivolgesse anche a lui. And, con altri di Lucca, a Barbiana da don Milani, che gli diede un posto donore al suo fianco, poi li interrog sulla citt, la sua tradizione bianca, loro farfugliarono e don Milani si sbrig a metterli alla porta, e aveva ragione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

46

R2CULTURA
Non solo le grandi catene, ora anche i piccoli scoprono labbinamento leggere-mangiare. Prossima frontiera? Spuntano gi profumi e smart-box

Un saggio di Carlo Freccero sul medium pi potente

LERETICO CHE SVELA I SEGRETI DELLA TV


STEFANO BARTEZZAGHI
e leditoria televisiva italiana fosse al livello di dignit di quella cartacea (non si dice poi tanto), Carlo Freccero sarebbe alla guida dellequivalente dimensionale di Mondadori o Rcs. Ma lattuale direttore della Rete 4 della Rai ha sempre coltivato il proprio profilo di eretico, incompatibile con le logiche della politica televisiva, con scrupolo degno delle cause pi nobili. probabile che in nessun altro caso sarebbe libero quanto lo oggi. Per, amiche telespettatrici e amici telespettatori, a che prezzo. A Freccero non si possono attribuire settarismi politici, n strenue appartenenze a scuole o fedelt a teorie. di sinistra, ma la sinistra ne diffida, avendogli condonato il passato di manager berlusconiano (per caduta in prescrizione del reato e per simpatia IL LIBRO Televisione personale verso il reo), senza di Carlo averlo mai approfondito. Per lui Freccero quel passato lepoca ruggente Bollati della guerra di corsa. La sua ostiBoringhieri nazione quella di stare dalla 9 euro parte del medium. Descrive la tv Da domani come un panopticon rovesciain libreria to: una moltitudine di guardiani-carcerati che osservano un solo punto centrale. Ebbene, per lui quel punto un punto di compulsivamente di rinnovarne limpatto emotivo ( una divista, non un traguardo. Cos quando Freccero pub- pendenza): Negli anni della reblica il suo primo libro teorico e pressione sessuale la trasgreslo intitola direttamente Televi- sione riguardava la nudit dei sione (Bollati Boringhieri) una corpi e la pratica del sesso. Nelsola circostanza pu minima- lepoca della privacy losceno rimente stupire tanto pi leg- guarda lesibizione del privato e gendolo nel mezzo di una cam- di sentimenti. Da qui i reality, e pagna elettorale di ordinario, il loro fallimento: Per funzioitaliano clangore: il modo con nare il reality deve far spettacocui la lettura degli eventi, televi- lo del privato, ma nel momento sivi o paratelevisivi, fa a meno in cui si esibisce, il privato non delle pi elementari chiavi of- pi tale, e si fa spettacolo. Il secondo tema, ancora pi ferte dalla mediologia. Lo stanco Berlusconi che al Giorno del- generale, quello della sostitula Memoria sostanzialmente zione di maggioranza a deelogia Mussolini ha ispirato in- mocrazia. La democrazia , cadignate risposte nel merito, e bi- somai, tutela delle minoranze, ricerca della verit anche contro la doxa, divisione dei poteri. La logica della tv generalista inveImpone un tempo ce maggioritaria, e al predomieternamente nio della maggioranza volto presente e insieme luso dei sondaggi: Nelle soil vintage ciet basate sulla verit il sapere appannaggio di pochi, nella e la nostalgia sondocrazia il sapere e il potere coincidono con la maggioranza. Le logiche della controprosognava pur darle. Ma lesito cercato, e sistematicamente ot- grammazione; il diverso funtenuto, dal sonnolento Omero zionamento di film e telefilm delle nostre sghembe epopee nella costruzione di palinsesti non era il favore degli estremisti orizzontali e verticali; il reality di destra: era la conquista del ti- come opposto della tv-verit; i tolo di apertura di tutti i tg e di ruoli convergenti di consumitutti i giornali, in una giornata a smo e globalizzazione; linvenlui tematicamente ostile. Errore zione di nuovi programmi per delle sinistre: pensare che il ibridazione di programmi di condizionamento delleletto- successo gi in onda; lirruziorato riguardi, come nellet mo- ne del concetto di visibilit derna, [...] le singole affermazio- nei mondi della produzione e ni e lideologia ufficiale, piutto- della politica, che tradizionalsto che il medium in s e la sua mente (e allopposto dello influenza protratta nel tempo. spettacolo) vivevano nella diLa panoramica storica di mensione del segreto e della riFreccero va dalla paleo-tv al di- servatezza; il ruolo della tv nelgitale, ma non procede per per- limporre, nel suo tempo etersonaggi e programmi, anche se namente presente, la nostalgia qui e l possono lampeggiare e il vintage (di cui anche cultura fulmini definitori (come su e moda sono ormai obbligate a Mike, colto al momento del pas- tenere conto); lauspicabile sosaggio al berlusconismo: Il stituzione della massa e della massimo dellamericanizza- maggioranza del passato rezione e insieme del provinciali- moto e prossimo di tv e societ smo italiano). Larchetipo non con un nuovo concetto di mol Vasari, ma casomai Hauser: titudine; il rapporto di Internellaffiancare agli sviluppi tec- net con la paranoia e la diffinologici quelli teorici denza, il rovesciamento per cui (McLuhan, Morin, Eco, Popper, oggi non il vip che attira il tracce di i ek) Freccero traccia gossip ma il gossip che cola storia della tv come storia di struisce il vip,.. .. Attorno al tecambiamenti nel rapporto tra ma della tv le formule, brillanti e efficaci, quasi aforistiche che emittente e pubblico. Due temi su tutti. Il primo Freccero sa coniare ricostruirappresentato dallo studente scono unimmagine convinche ha detto, delle Due Torri: cente, se non una teoria Non mi interessa sapere chi ha profonda, del funzionamento organizzato tutto, mi interessa della cultura di massa. Se non conoscere i sentimenti di quei dallineffabile e ingombrante civili e di quei pompieri che personalit dellautore, qualdell11 settembre sono stati le cuno fra la Rai, la sinistra e la vittime. Nella nostra epoca, la cultura italiana potrebbe codiffidenza, la volont di com- minciare a trarre profitto almeprendere ha lasciato posto alla no dalle sue idee. commozione. Il pubblico cerca RIPRODUZIONE RISERVATA

SPAGHETTI BOOKSTORE
IL LETTORE PRESO PER LA GOLA LA LIBRERIA SI SALVA COL CIBO
MICHELE SMARGIASSI
(segue dalla prima pagina) aponi bio, creme allaloe vera, spremiagrumi di design, accendini, t-shirt, paralumi, set di tovaglioli, peluche, pentole, unaffettatrice, un sassofono. Dove trovo lallume di rocca per dopobarba? Ma in libreria. Cosaltro? Ah, certo, i classici Adelphi. Anche un weekend romantico mi ci compro, in libreria: eccoli impacchettati nel cellophane e impilati come lultimo Fabio Volo. Camuffate da libri, le smartbox (ne esistono di almeno tre o quattro produttori) sono stati il regalo di moda dello scorso Natale: cataloghini di resort, alberghi, ristoranti, fitness center, dove scegliere un soggiorno gi pagato. Librerie come agenzie turistiche self-service, i viaggi da scaffale. Col fatturato dei soli libri oggi nessuna libreria pu pi sopravvivere, sentenzia Romano Montroni, decano dei librai dItalia, con la sua consueta perentoriet. O si cambia o si muore, la morale dei numeri. Si muore presi per fame dalla Rete. Il nemico, ovviamente, lei. Ma attenzione, non per colpa degli e-book. Non sono quelli la minaccia, assicura Montroni, fanno solo luno per La critica: Deriva cento del mercato, in Europa si da autogrill va dal 2 di Germania e Francia al 13 della Gran Bretagna, ci vorr La replica: del tempo per arrivare al 25 per Vendiamo il 40 cento degli Usa che, con tutta la per cento in pi retorica che si fa, ancora solo un quarto del mercato. No, la vera concorrenza al libro di carta la fa ancora il libro di carta, ma 2012, calato dell8 per cento, venduto via Web. Quando sembra poco ma basta per Amazon apre a Piacenza un ma- sconquassare i bilanci di un setgazzino di trecentomila titoli tore con poco margine di utile. E quando c una minaccia tutti disponibili in poche ore, qui che mi preoccupo. Il mer- del mercato, la globalizzazione cato del libro in libreria, nel ci ha insegnato, sul mercato

8 per cento
IL CALO DI VENDITA

Nelle librerie si registrato nel 2012 una diminuzione delle vendite dell8 per cento rispetto al 2011

50 per cento
RICAVATO DEI LIBRI

Nella libreria Coop Ambasciatori di Bologna il 50 per cento del fatturato viene dai libri, il 50 dal cibo

1 per cento
LA QUOTA EBOOK

In Europa gli ebook occupano appena l1 per cento nel mercato dei libri. Negli Usa sono al 25

che bisogna cercare partner forti per non far scomparire le vetrine di libri dalle nostre citt. Che le librerie potessero rifugiarsi tra i banchi degli ipermercati fu una sensazione e uno scandalo una decina danni fa: e

invece, alla fine, il supermercato a intrufolarsi tra i libri. A pensarci bene, in libreria non si sono mai venduti solo libri. La cartoleria, curiosa o raffinata, sempre stata merce di complemento anche delle librerie pi seriose. Le Feltrinelli appena nate avevano quasi tutte una saletta piena di gadget fra il sessantottino e Carnaby Street: spille, ombrelli, cravatte. In via del Babuino a Roma si giocava perfino a flipper. Ma quelli erano ammiccamenti generazionali, identitari, non scelte di marketing. Cera per, sul piano del mercato, lesempio imponente di Fnac, nata come cooperativa dacquisto di materiali fotografici, che ha imposto oltralpe il matrimonio vincente libro-tecnologie. Ma in Italia, dolorosa storia recente, il cocktail francese non ha funzionato, Fnac si appena liberata delle otto librerie aperte dal 2000 in poi (cedendole ai proprietari di una nota catena di profumerie: sar la prossima accoppiata?). Le ragioni bisogna forse cercarle nei meandri della psicologia del consumatore. Stefano Sardo, Ad delle Feltrinelli, unidea sembra averla: Le librerie oggi non sono pi negozi, sono ambienti. Morto da tempo il modello sacrale della libreria a banco, tramontato ormai anche quello della libreria self service, prendi, paga alla cassa e vattene. Ormai in libreria ci entri solo se hai un motivo per starci, se piacevole passarci del tempo, sederti, chiacchierare, coltivare relazioni. Ma le merci emozionali e

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

PER SAPERNE DI PI www.jacabook.it www.bollatiboringhieri.it

47

IL DIPINTO
The poor Artists Cupboard di Charles Bird King

Esce Il primo gesto, romanzo desordio di Marta Pastorino

LARMONIA DELLA VITA IN UN PASSO DI DANZA


LEONETTA BENTIVOGLIO
uel che emerge di pi nel romanzo Il primo gesto di Marta Pastorino, uscito ieri per Mondadori, lattrazione per il corpo, svelamento materico e motivo-guida del racconto. La protagonista Anna partorisce, perde sangue, si fa penetrare, respira e vibra nella danza. Comunica fisicamente col lettore. C poi il corpo malandato dellanziana e cieca Maria, di cui Anna si prende cura come badante. E c ancora il minuscolo corpo del settimino generato da Anna, frutto di un sesso svelto e nullo, condiviso una sera con un ragazzo ignoto: un atto senza amore, affidato solo alla fisicit meccanica dei corpi. In un passaggio viene descritta una lite, in cucina, tra Anna e sua madre, e lo sguardo della giovane si fissa sulle interiora e sul sangue del pesce che la donna sta pulendo. In altri punti si parla dei visceri di Maria, a cui Anna provvede senza ripugnanza. Amministra quel corpo derelitto con la professionalit di una veterinaria che provvede a mondare lintestino di una cavalla. C infine, nella chiusa del libro, larmonia del danzare che ricompone il mondo. Danza sensibile: la pratica si chiama cos. Percepire la coscienza della propria tangibilit, disegnare nei movimenti a terra i limiti della propria forma, ricostruire nello spazio la concretezza fisica. Ancora corpo: dimensione prioritaria, come testimoniano anche i libri pi recenti di Giordano e Pennac. Oggi la letteratura Pastorino, autrice molto attiva in teatro attraversa il corpo come lultimo e il pi (lavora come drammaturga e si occupa attendibile baluardo dellesperienza. Il di danza sensibile), lincedere agicorpo ha una solidit che sfida le emo- to, come se i personaggi fossero in palzioni liquide del nostro tempo. coscenico. I loro caratteri nascono da ci che fanno, senza sondaggi psicologici. Anna non ci dice mai quel che prova. Sono il suo esistere e il suo muoverIl difficile percorso di Anna si tra i corpi a proporci la sua storia. che attraverso il proprio corpo Maria muore, e in parallelo si rompoe quello degli altri riuscir no le acque di Anna, al settimo mese di gravidanza. Questa scena, con la sua a ricostruire la sua tormentata sferzante simultaneit di vita e morte, storia di figlia, madre e amante limmagine che apre il romanzo, e ci viene offerta in un unico, secchissimo La trama segue le vicissitudini di An- flash. Poi la vicenda cammina avanti e IL LIBRO Il primo na, allevata da relazioni affettive nebu- indietro. Anna abbandona il neonato gesto lose: linquietudine del confronto col prematuro in ospedale e va in cerca di di Marta fratello, una madre indecifrabile o cat- Giovanni, nipote di Maria, che Pastorino tiva, lestraneit rispetto al padre. Giun- quandera viva parlava spesso alla sua Mondadori ge la decisione contrastata di lasciare la giovane badante di quel ragazzo crepagg. 185 ginnastica artistica, da bambina, per sciuto insieme a lei, e immensamente euro 17 concentrarsi sulla scuola. Gli studi di dotato come ballerino. Da tempo Gioveterinaria, i corpi muti delle bestie. vanni ha cambiato citt, e lavora altroOppressione familiare, insofferenza, ve come maestro di danza sensibile. rancori. La ragazza fugge nella grande Anna vuol capire perch non ha mai vicitt. Qui viene accolta da Maria, un sto Giovanni al capezzale della nonna corpo deteriorato, stanco e buono a cui che tanto lo adorava. Inseguendo quel badare. Le resta accanto per tre anni. A segreto, Anna trova se stessa: infatti una festa Anna, che lio narrante, si fa nelle classi di Giovanni nel suo linmettere incinta da Simone. Amplesso guaggio del corpo diretto e naturista, senza desiderio. O almeno: nessun de- senza forzature che Anna rintraccia siderio confessato dalla narratrice. il pi profondo e misterioso senso di s. Daltra parte questo libro proiettato Labbraccio di Giovanni, concessole alsempre verso il fuori: dialoghi, ogget- la fine, le restituisce il suo passato. un ti, tratti fisici, spostamenti, contesti tuffo nel primo gesto, quello originario. ambientali. Nessun sentimento di- Quel gesto riscriver per intero la sua chiarato. Nessuna riflessione. La vita memoria. un flusso gestuale. Nella scrittura della RIPRODUZIONE RISERVATA

I casi

RED FELTRINELLI
Sopra, la libreria in via del Corso a Roma La sigla Red sta per Read, Eat, Dream, leggi, mangia, sogna

COOP AMBASCIATORI
Libreria fondata nel 2009 nel centro di Bologna. Ha un accordo con Eataly che negli stessi locali ha aperto tre ristoranti

LIBERRIMA
Libreria di Lecce. Formula ad arcipelago: piccoli locali con gusteria, caff, spazio ragazzi, enoteca

ambientali non sono mica tante. Ce n una sola, forse. Il cibo. Il cibo fumante che fa convivio. Montroni ebbe il coraggio per primo di rompere il tab: una vita passata a costruire limpero Feltrinelli, nel 2009 lanci per le librerie Coop la pioniera e scandalosa Ambasciatori di Bologna, dove la commistione, grazie alla partnership paritaria con la catena Eataly, stata fin dallinizio travolgente: Camilleri vicino ai carciofini, odor di tartufo nellaria, tre ristoranti, tavolini in mezzo agli scaffali. Se a Parma il registratore di cassa d il book all80 per cento e il food al 20, a Bologna siamo da tempo al 5050. Lesempio ha fatto scuola. La concorrenza si attrezza. La diga della diffidenza crollata, la ristolibreria non pi una curiosit isolata. Ma sono ancora librerie? Sembra un autogrill, commentava sconfortato un cliente storico allinaugurazione della nuova libreria Feltrinelli di Parma, traslocata e riaperta prima di Natale in un sontuoso palazzo di tre piani che sembra essersi prestato a tutte le idolatrie del secolo: prima chiesa, poi banca, ora cultura e piaceri dei sensi. C da capirlo, il lettore forte e spaesato. Fin dalle vetrine, lemporio dichiara la sua bigamia: libri a sinistra, tavolini apparecchiati a destra. Dentro, mescolanza: la classifica dei pi venduti e il men del giorno del ristorantino (chutney di pomodoro 8 euro, fassona con consistenza di verdure 14 euro: i nomi di alcune portate sono pi oscuri di certi retro-

copertina), il bancone dei gialli svedesi porta dritto a un assaggio di olii doliva su crostini che laddetto (libraio?) illustra come se stesse recensendo Joyce. A quel suo vecchio cliente deluso, il direttore Roberto Ceresini ha risposto che non un autogrill, che le scelte sono di alta qualit, che io mi sento ancora un libraio, con qualche sfizio in pi, ma non ha taciuto la cruda realt: Chi vuole che le librerie restino come prima, bancarelle di libri impilati, fra poco non le avr pi. Nella storica sede sentivamo la crisi, ora vendiamo il 40 per cento in pi. Siamo gi molto oltre il modello americano Barnes & Noble, libreria pi bar, che in fondo era solo una versione del caff letterario anglosassone. Qui, e forse non a caso in Italia prima che altrove, sta nascendo un genere nuovo di emporio dei desideri, la cui identit non pi definita dalla merce che vi si vende, ma dal benessere che promette. Non per caso si chiama Red il formato Feltrinelli che, appresa la lezione delle librerie Coop, ora punta a far loro una concorrenza frontale (dopo Roma e Parma, in arrivo Milano e forse Bologna). Red come Read, Eat, Dream, ossia leggi, mangia, sogna. La libreria come esperienza capace di dare emozioni immateriali ma a mezzo di cose materiali che la Rete non d. Del resto, scherza Sardo, da Internet puoi scaricare I promessi sposi ma non una tagliatella fumante. Non una battuta, coglie il punto: solo il cibo, con la sua sensorialit insostituibile, pu riuscire a tenere ancorato il libro, gemello demozioni, alla sua presenza materiale tra le merci che bisogna vedere, toccare, annusare magari, prima di consumare. E i puristi no-logo aspettino prima di condannare la ristolibreria, la libreria dove si gira col cestello come al supermercato, come una degenerazione imposta dai grandi marchi. La sorpresa vera che, ciascuna per conto suo, le librerie indipendenti pi originali, quelle bioglocal e alternative, si stanno mettendo sulla stessa strada, anzi forse lhanno fatto per prime. A Mantova, la libreria Il Pensatoio si definisce librogusteria da quando, nel 2007, le sorelle Laura e Sandra Gandolfi misero assieme le rispettive passioni per i libri e la cucina, e le copertine ora occhieggiano a salami, vini, formaggi del territorio, da portar via o da merendare al tavolino: Profanazione del libro? Meno male! I libri non si vendono a chili, ma non sono neanche surgelati da comprare sotto cellofan, bisogna andarci a pranzo insieme.... A Lecce, Liberrima ha scelto un modello ad arcipelago: libreria, gusteria di vini e viaggi, caffenoteca, spazio ragazzi, in localini acquisiti dal 2003 in avanti, a pochi passi uno dallaltro: Il libro fa parte dei piaceri della vita, non puoi tenerlo separato, spiega entusiasta Maurizio Guagnano, divorare i libri fa bene ai libri. A Pinerolo Marco Vola fece spiccare il volo alla sua Volare nel 2008 quando la spos ai men di uno chef duestelle Michelin. Ora la libreria ha un caff-ristorantino bio-locale che a mezzogiorno ha spesso la fila fuori.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

LE
48

MOSTRE

DI REPUBBLICA

In occasione dellAnno della Fede, al Castel SantAngelo di Roma una serie di dipinti dal Medioevo allOttocento racconta la figura dellapostolo che divenne il primo Papa

ILV ANGELO deiPITTORI


I DIPINTI
A destra, van Honthorst Langelo libera Pietro A sinistra Venusti: Cristo nellorto e, in basso, Pietro nei dipinti di Eugne Burnard, Guercino e Vitale degli Equi

LEA MATTARELLA

VOCAZIONE E MARTIRIO LA VITA DI PIETRO SECONDO GLI ARTISTI

ROMA gli artisti nel corso dei secoli stato affidato il compito di raccontare la Bibbia e i Vangeli, di far comprendere a tutti le storie sacre: il rapporto tra arte e religione in Occidente si poi via via allentato e il Novecento lha definitivamente spezzato. E c chi come la femminista americana Camille Paglia ne lamenta la mancanza come di una grave perdita di ricchezza e identit culturale. Anche per questo utile e interessante rileggere le storie del Vangelo almeno una storia, quella di San Pietro come fu dipinta dal 1300 al 1800. Lobiettivo dellesposizione quello di dar voce alla missione per cui le opere qui raccolte furono pensate e volute: cancellare la distanza di tempo e di spazio che separa noi dagli eventi documentati nei Vangeli, per farcene diventare contemporanei. A spiegare gli intenti del Il cammino di Pietro, mostra aperta da oggi e fino al 1 maggio a Castel SantAngelo, il curatore don Alessio Geretti che lha realizzata nellambito dellAnno della Lobiettivo fede proclamato da Benedetto rendere XVI. In questa mostra che vede la quegli eventi coproduzione del Comitato di contemporanei San Floriano di Illegio e della So- dice Don Geretti printendenza speciale per il patrimonio storico artistico ed etnoantropologico e per il polo giungono il sepolcro. Investiti museale della citt di Roma, si dal vento i due uomini appaiono seguono le tracce attraverso una sconvolti e spaventati. quarantina di opere che lo vedoLa figura di Pietro infatti racno protagonista nei momenti contata dai Vangeli e dai pittori fondamentali del suo cammino, anche come quella di un uomo da quando si chiamava Simone inquieto, abitato dal dubbio e ed era pescatore in Galilea. Si dallincertezza, capace addirittratta di dipinti, oggetti e scultu- tura di rinnegare Cristo come si re realizzati da grandi artisti atti- vede qui nel bellissimo quadro vi sia in Occidente che in Orien- di Georges de La Tour, un notte dal Medio Evo allOttocento. turno misterioso e carico di faLe opere pi recenti sono quelle scino. Il Guercino e un pittore di Vasily Polenov e Eugne Bur- napoletano non meglio identifinard. Il primo, nato a San Pietro- cato ne raccontano invece le laburgo nel 1844, racconta, con crime. Ma ogni crisi accompaintento realistico, Cristo che re- gnata da una rinascita ed prosuscita la figlia di Giairo. Bur- prio per la sua vicenda che narnand, pittore svizzero che in ra lidea della fede in tutte le sue Francia si nutr delle suggestio- possibili sfaccettature la gioia, ni di Courbet e di Millet, raffigu- lappagamento ma anche lo ra Pietro e Giovanni che rag- sconcerto e lo spaesamento

LE SCENE
Garofalo: Vocazione di Pietro; sopra, von Kulmbach: Liberazione di Pietro

che Pietro stato scelto come il testimone di questa esposizione. Il curatore infatti sicuro che sar facile per tutti, credenti e non, entrare nella potenza suggestiva di una rappresentazione, anche drammatica, di cosa significhi la fede. Le tappe sulle orme dellapostolo sono scandite in otto sezioni dove si mette in scena, proprio come in un teatro, lIncontro, lo Stupore, la Resistenza, la Crisi e la rinascita, lAbbandono in Dio, la Fraternit, la Missione, la Somiglianza. Proprio nellultima si assiste alla morte di San Pietro, crocifisso a testa in gi, in un quadro del pittore tedesco Hans Suess von Kulmbach, che, poco distante, inquadra anche la Cattura di Pietro e Paolo. Di

grande fascino lopera del veneziano Marco Basaiti che vede San Pietro in cattedra circondato da quattro santi e da un superbo scorcio di paesaggio dominato dalla luce che rivela la sua piena adesione alle caratteristiche atmosferiche della pittura veneta. Ad aprire il cammino invece unopera nata dalla fantasia di Vitale da Bologna che, alla met del Trecento, raffigura san Pietro mentre benedice un pellegrino. Ed proprio la faccia di questultimo a far comprendere tutta la veemenza espressiva di questo pittore che si allontana dai prototipi giotteschi e senesi per un linguaggio estremamente personale. Sono molto interessanti an-

che i confronti che riguardano uno stesso soggetto. Luca Giordano immagina la Liberazione di san Pietro dal carcere come una scena tumultuosa, in cui sono i carcerieri a occupare gran parte della scena: Pietro sul fondo e, obbediente o rassegnato, segue la via che gli indica langelo, figura da cui proviene tutta la luce della composizione, centro irradiante dellopera. Lolandese Gerrit van Honthorst, che era stato in Italia dove aveva appreso la lezione di Caravaggio, ci mette di fronte a un rapporto a due. In un ambiente spoglio, il giovane angelo irrompe spalancando la porta della prigione del vecchio apostolo che si porta le mani alla tempia con unespressione che sembra

Informazioni utili
Il cammino di Pietro, Roma, Castel SantAngelo dal 7 febbraio al 1 maggio Ente promotore: Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione Curatore: Don Alessio Geretti. Orari: da marted a domenica 9-19.30. Chiuso il luned Prenotazioni: tel. 06 32810. Biglietteria: tel. 06 6896003. Biglietti: visita Castel SantAngelo + mostra intero 10,50 euro; ridotto 7. Catalogo: Skira

PER SAPERNE DI PI www.annusfidei.va www.mondomostre.it www.castelsantangelo.com

49

Lanalisi

La biografia di Simone tra storia e tradizione biblica

TUTTO IL POTERE NELLE MANI DI UN PESCATORE


VITO MANCUSO
n paradosso incombe su Pietro, sia come personaggio storico sia come figura teologica. A livello storico il paradosso riguarda il fatto che egli passato alla storia non con il suo nome effettivo (lebraico Shimeon, grecizzato nei Vangeli in Simone) ma con il soprannome datogli da Ges che lo chiamava roccia, forse anche un po nel senso ironico di testa dura come si pu dedurre da alcuni episodi evangelici. Ma Ges parlava aramaico, quindi lo chiamava Kefa, cos che stato solo il greco degli evangelisti a fare di lui Pietro. Abbiamo quindi che un uomo che si chiamava Shimeon passato alla storia con la versione greca del suo soprannome aramaico. Quanto al personaggio effettivo, sappiamo dai Vangeli che era sposato (Ges ne guar la suocera), faceva il pescatore, rivestiva un ruolo speciale tra i discepoli, fu uno dei testimoni della risurrezione. Dai testi emerge un carattere composito: focoso, perch aggred con la spada Dai testi emerge un servo del sommo sacerdote taun carattere gliandogli lorecchio; pavido, composito: focoso, perch neg tre volte di conoscepavido, emotivo, re Ges; sincero, perch subito si vergogn di s piangendo amarasenza sfumature mente. Nellinsieme un emotivo, sanguigno, poco incline alle sfumature. Dal libro degli Atti apprendiamo che aveva un ruolo di guida nella prima comunit e che non esercitava tale funzione con potere assoluto, perch altrimenti non si capirebbe il concilio tenutosi a Gerusalemme verso il 50 e laperta opposizione di Paolo verso di lui ad Antiochia. Il Nuovo Testamento non fa menzione del suo viaggio a Roma, ma la tradizione parla del suo martirio sotto Nerone verso il 64 sul colle Vaticano, una testimonianza resa ancora pi sicura dal fatto che nessunaltra chiesa ha mai rivendicato per s di essere la sede del martirio di Pietro. Vi sono fondamenti storici per ritenere che la tomba nellattuale basilica di San Pietro sia autentica, mentre molto meno certe sono le vicende legate al suo soggiorno romano, compresa la scena del Quo vadis? e la crocifissione a testa in gi. Il paradosso di Pietro in quanto figura teologica consiste nel fatto che egli venne prescelto da Ges quale fondamento su cui costruire la Chiesa (Matteo 16,18: Tu sei Pietro e su questa pietra fonder la mia Chiesa), e per lungo la storia le pi acute divisioni della Chiesa si ebbero proprio in ordine a Pietro e al suo potere. Si pensi anzitutto a quelle LA CATTEDRA Sopra, Marco Basaiti: avvenute nella Chiesa cattolica, San Pietro in cattedra; per secoli spesso divisa tra papi e a sinistra, Giovanni Baglione: antipapi, fino a giungere al cosidLavanda dei piedi detto scisma di occidente (13781417) con ben tre papi regnanti contemporaneamente. Gli antipapi sono stati una quarantina, il primo dei quali, per accrescere il paradosso, stato anche dichiarato santo (SantIppolito). Ma le divisioni pi dolorose, perch tuttora persistenti, sono quelle che portarono alla lacerazione della cristianit: nel 1054 tra Chiesa cattolica e Chiesa ortodossa, nel 1517 tra Chiesa cattolica e Chiese protestanti. Ebbene, se si va a vedere il motivo principale di queste divisioni, si scopre che esso consiste nellesercizio del potere papale, e il risultato non cambia se si va a vedere che cosa impedisce oggi la riunificazione delle Chiese, soprattutto tra Chiesa cattolica e Chiesa ortodossa. Quindi quel Pietro che secondo Ges doveva tenere unita la sua Chiesa, in realt spesso lha divisa e la divide. Una cosa infatti deve essere chiara: fino a quando il papa successore di Pietro godr del potere assoluto di cui gode oggi, non vi sar nessuna possibilit di riunificazione dei cristiani. Ha scritto il gesuita americano John McKenzie, celebre biblista: Lo sviluppo del potere posseduto dalla Chiesa e da Pietro in una forma di tipo monarchico estranea alla teologia biblica. Il futuro della cristianit dipender da quanto Pietro vorr tornare a essere fedele a Kefa.

Uno degli episodi fondanti della cristianit quello della consegna delle chiavi
insieme di sorpresa e di fatica. Il dialogo tra i due si svolge tutto nella luce che investe il volto e il braccio del santo e le spalle alate dellangelo. Un modo di accendere il buio con un sapiente chiaroscuro che ricorda, anche nei gesti che compiono i due protagonisti dellopera, la caravaggesca Vocazione di san Matteo. Uno degli episodi fondanti della cristianit quello della consegna delle chiavi a San Pietro da parte di Cristo. Qui Lorenzo Veneziano, uno dei protagonisti dello sviluppo della pittura gotica nellItalia settentrionale, a mostrare questa sorta di passaggio di consegne. Ma la rassegna vuole anche dar conto della diffusione della figura di

Pietro in Oriente: eccolo abbracciato a Paolo in unopera su rame attribuita alla cerchia moscovita dei maestri di icone del Monte Athos, oppure assistere alla trasfigurazione in una tavola di Novgorod. Che una mostra su San Pietro sia ospitata a Castel SantAngelo, da dove si ammira la Basilica costruita sulla tomba di quello che viene considerato il primo pontefice della Chiesa cattolica, sicuramente un fatto da sottolineare. Anche perch proprio in Vaticano, nella Cappella Sistina, conservata la Consegna delle chiavi di Perugino, uno dei capolavori dedicati alliconografia del santo. Non lontano da qui, in Piazza del Popolo, litinerario sul suo cammino potr terminare di fronte a Caravaggio: la sua Crocifissione di Pietro conservata nella Cappella Cerasi in Santa Maria del Popolo, con il realismo drammatico dei gesti dei tre aguzzini e un solo sguardo, quello del santo, uno dei pilastri della storia dellarte.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

50

SPETTACOLI

&TELEVISIONE

nel solco del cinema di Malick il film del giovane regista Behn Zeitlin sullAmerica che nessuno racconta Interpretato dalla commovente Quvenzhan Wallis: sei anni al tempo delle riprese e ora candidata allOscar

(segue dalla prima pagina)

Re terra
selvaggia
Hushpuppy. la storia di una bambina di sei anni che vive con un padre burbero e tenero in una comunit poverissima nel delta del Sud, chiamata Bathub, la Grande Vasca. Il padre Wink malato e cerca dinsegnare alla piccola Hushpuppy larte della soprav-

della

CURZIO MALTESE
STATO proprio il presidente Usa a lanciarlo con uno spot inconsueto e insperato il coltissimo Obama parla soltanto di classici nel miglior punto di vendita dAmerica, il salotto di Oprah Winfrey. Avete visto questo straordinario film?. Non laveva ancora visto quasi nessuno, nonostante avesse collezionato premi in tutto il pianeta, da Sundance allAustralia, da Cannes a Dubai. In poche settimane ha incassato venti volte il suo costo, che un milione e mezzo di dollari, una cifra ridicola per gli standard hollywoodiani. Ora sbarca in Italia con la fama di concorrente a quattro Oscar e di quelli importanti: miglior film, regia, sceneggiatura e attrice femminile, lincredibile Quvenzhan Wallis, sei anni ai tempi delle riprese. una fiaba contemporanea il percorso dellopera, cos come la storia narrata. Re della terra selvaggia un film difficile da raccontare e impossibile da catalogare per i critici laureati. Oltre lapparenza semplice, naive, accresciuta dalla recitazione di non professionisti (il protagonista maschile, padre di Quvenzhan-Ushpuppy un pa-

La fiaba contemporanea un caso cinematografico


nettiere di New Orleans), si colgono molti riferimenti letterari e cinematografici, da Mark Twain a Terrence Malick, dal neorealismo a Jim Jarmusch allo stesso Spielberg. Il regista Benh Zeitlin, un trentenne che ne dimostra venti, ha laria del giovane ebreo newyorkese geniale e secchione. Ma il talento con cui combina le suggestioni del passato d vita a qualcosa di mai visto al cinema, trascinante e definitivo. Forse lunico paragone possibile davvero con il cinema di Malick, ma in versione povera e a un ritmo folk. Pi o meno la differenza che passa dalla Moldava di Smetana alla fisarmonica zydeco delle danze creole che Zeitlin usa da colonna sonora delle avventure di vivenza. Tutto nella biblica attesa di una catastrofe che rischia di spazzare via la Grande Vasca. I ghiacciai si sciolgono, la natura impazzisce, gli uragani si gonfiano e spuntano dalle viscere della terra creature preistoriche. Nel clima di disperazione, la figura meravigliosa di Hushpuppy, uneroina epica incarnata nel corpo pi fragile che si possa immaginare, rovescia la storia in un inno alla speranza. A proposito, la candidatura di una bambina nel tritacarne degli Oscar pu suscitare motivate perplessit. Ma bisogna ammettere che lo sguardo e la presenza di Quvenzhan Wallis so-

no limmagine pi carismatica vista sugli schermi questanno. Un piccolo grande film sullAmerica che nessuno racconta, una parabola universale sulle periferie del pianeta minacciate di catastrofe dalla natura e ancora di pi dalleconomia mondiale. Il talento di un regista che ci accompagner per i prossimi decenni si vede nei dettagli, per esempio la spaventosa comparsa in scena delle creature primordiali nellinseguimento a Hushpuppy. Nellera degli effetti speciali milionari, dinosauri e draghi ottenuti al computer, Behn Zeitlin riesce a terrorizzare il pubblico con quattro maialini vietnamiti truccati e ammaestrati, al costo di poche centinaia di dollari. Se non genio questo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RE DELLA TERRA SELVAGGIA


Regia di Behn Zeitlin Con Quvenzhan Wallis Dwight Henry

da evitare si pu perdere si pu vedere da vedere da non mancare indimenticabile

NOMINATION
La piccola Quvenzhan Wallis nel film Re della terra selvaggia; sopra il regista Benh Zeitlin

La protagonista

Parla la piccola interprete, la pi giovane della storia in corsa come miglior attrice. Nata in Louisiana, stata scelta tra quattromila bambine

Non metter labito lungo, potrei inciampare


SILVIA FUMAROLA ROMA on la sua chioma leonina e lo sguardo curioso ha conquistato il mondo. Quvenzhan Wallis, 9 anni, la pi giovane candidata della storia come miglior attrice protagonista agli Oscar. stata scelta tra quattromila candidate per il ruolo di Hushpuppy (il nome tradotto una focaccina con farina di mais che si cucina negli stati del sud), aveva 5 anni e il regista Benh Zeitlin rimasto folgorato al provino. Per il casting abbiamo usato lo stesso personale della campagna elettorale di Obama, ha spiegato ci abbiamo messo nove mesi, ab-

biamo visto quattromila bambine per trovare la protagonista, ma quando arrivata lei si accesa una luce. Un genio: come Beethoven che suonava il piano a cinque anni. Era piccola ma si comportava come una vera attrice, lunico problema che, essendo una ragazzina, non capiva certe parole. Ma non ho dovuto inventarmi giochini e stratagemmi sul set, semplicemente ho imparato a comunicare con lei con un linguaggio adatto a una bimba. Il resto lha imparato da sola. Ha davanti a s un grande futuro. Quvenzhan ha posato come una star al Festival di Cannes, codini e il sorriso smagliante con due finestre, le erano caduti i canini. nata in Louisiana ed lultima di quat-

tro fratelli; ora si prepara per la notte delle stelle, protetta dalla mamma, insegnante, e dal pap, camionista. Hai gi deciso cosa indosserai per la notte degli Oscar, il 24? Il mio colore preferito il rosa ma davve-

I maiali

I maiali del film mi facevano paura, ero terrorizzata allidea di toccarli

ro non so cosa indosser sul red carpet. Lunica cosa sicura che non sceglier un abito lungo, potrei inciampare o strapparlo e non voglio fare brutta figura. Un sogno? Mi piacerebbe davvero tanto incontrare Beyonc. Come va la scuola? Sono una brava studentessa e gli altri bambini mi trattano come una persona normale. Quali sono le materie che ti piacciono di pi? Le mie preferite sono matematica e lettura. Come ti ha scelto il regista per il ruolo?

Ho fatto un provino quando avevo cinque anni. Con Benh ho recitato in situazioni diverse, lui mi piaciuto tanto. Che pensano i tuoi genitori della tua carriera dattrice? I miei mi proteggono da tutto quello che vuol dire essere famosi. Ho una famiglia unita. Cosa ti ha fatto pi paura? Non saprei. Ma i maiali nel film mi facevano paura, ero terrorizzata allidea di toccarli. Quale personaggio di Disney preferisci? Non ne ho uno in particolare, ma sono pazza di Hello Kitty.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il direttore

In Max Rose

la Repubblica

Virz: Un Torino Film Festival pi festoso


Dovremo festeggiare il successo del Torino Film Festival rendendolo pi festoso. Gli artisti vanno festeggiati, dice il neodirettore Paolo Virz, annunciando idee musicali, spettacolari.

Jerry Lewis torna sul set a 87 anni


A 87 anni Jerry Lewis torna sul set del film Max Rose, insieme al altri grandi vecchi del cinema hollywoodiano, tra cui la Claire Bloom di Luci della ribalta di Charlie Chaplin.

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

51

CARLO MORETTI ROMA el nuovo disco di Ludovico Einaudi In a time lapse suonano otto archi, ci sono percussioni, c persino la musica prodotta da un computer. Eppure, per presentarlo, il pianista torinese ha scelto di riportare a nudo le sue canzoni, suonandole da solo al pianoforte nello studio di casa sua. E ha poi deciso di farsi riprendere da cinque telecamere per una trasmissione in streaming via YouTube che ha permesso a pi di 30 mila fan diffusi in tutto il mondo di seguire in diretta il suo concerto e a pi di 80 mila, finora, di riascoltare nei giorni successivi la sua esibizione registrata. Da notare come, mentre le dirette dei concerti in streaming sono diventate ormai una consuetudine, non era ancora mai avvenuto che un musicista trasmettesse un concerto da casa: con la naturalezza di una prova casalinga, un gatto che passa sullo sfondo, un clacson catturato dai microfoni. Einaudi, com nata lidea di questo specialissimo Live from home? Cercavo un modo per arrivare direttamente al mio pubblico senza filtri. Puntavo a evitare quella che appare ormai come una tappa obbligata nellattivit di promozione: la partecipazione a una trasmissione televisiva. Volevo regalare la mia musica senza retropensieri promozionali, offrire un concerto pieno di calore e partecipa-

Volete ascoltare il nuovo album? Vi invito a casa mia su YouTube


Ludovico Einaudi presenta In a time lapse
La promozione

Volevo evitare una tappa obbligata della promozione: la partecipazione a una trasmissione televisiva
IL DISCO
Accanto, In a time lapse di Ludovico Einaudi zione: spero di esserci riuscito. Ha proposto il nuovo album in una forma completamente diversa dalla registrazione. Ho proposto una versione unplugged del nuovo disco, eseguendolo quasi per intero. Ho scelto i brani da inserire in scaletta soltanto nel pomeriggio: certo, il concerto stato molto diverso dal disco, ma diventato un bootleg: questo aspetto, confesso,

non lo avevo considerato. Non mi dispiace, un aspetto delle nuove tecnologie, ma sono contrario alla pirateria e non mi piace che altri la utilizzino. A questo punto per stiamo pensando di pubblicare un live ufficiale di quella serata. Cosa pensa di Youtube? Uno strumento meraviglioso, non c pi bisogno di filtri. Se non hai voglia di viaggiare puoi tenere un concerto a settimana da casa tua, senza essere soggiogato ai ritmi di qualcun altro, e senza dover sottostare ai ritmi di un format televisivo. In quanti hanno lavorato alla

REPUBBLICA.IT Sul sito la clip di Walk. Il 13 il concerto in diretta streaming


messa in onda? Cerano due tecnici video, un tecnico audio, un tecnico per le luci, un regista nella stanza accanto allo studio. Volevo qualcosa di speciale per un evento importante: del resto un disco si pubblica ogni due-tre anni. Il risultato, costato porche migliaia di euro, ha soddisfatto anche il mio management e la casa discografica, la Decca, che invece pensavano a situazioni pi canoniche, come la televisione. A me per la tv non interessa: penso che i miei ritmi non vadano daccordo con i ritmi televisivi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La polemica

Rondi: alle elezioni della Siae possono votare tutti


ROMA Il commissario straordinario della Siae Gian Luigi Rondi interviene sulla polemica delle associazioni Crea e Uncla sulle elezioni dellistituto previste il primo marzo, riservate, secondo le accuse, ai pi ricchi. Il nuovo Statuto spiega Rondi pur valorizzando il contributo economico che ciascun associato d alla societ, non pone alcun tipo di sbarramento e garantisce a tutti la possibilit di votare ed essere votati. Il nuovo sistema molto pi democratico e garantisce agli autori maggiore partecipazione. Rondi sottolinea inoltre che la gestione commissariale si mossa sentendo e coinvolgendo la base associativa attraverso procedimenti trasparenti.

Gian Luigi Rondi

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

52

SPETTACOLI R2SPETTACOLI & TV

PER SAPERNE DI PI quotidiano.repubblica.it/home www.repubblica.it

Da oggi RSera gratuito su iPad e computer con il giornale di carta


Ogni giorno sul quotidiano il codice daccesso
ANNA LOMBARDI ROMA a oggi pi facile leggere RSera, ledizione digitale di Repubblica che esce alle 19: chi acquista il quotidiano su carta

Istruzioni per luso


IL QUOTIDIANO SERALE
RSera ledizione quotidiana delle 19 di Repubblica per schermi digitali dal luned al venerd

I CONTENUTI
Su RSera audio e video degli inviati di Repubblica, reportage e commenti

Oggi la prima password che da domani troverete in un riquadro sulla copertina di R2


avr a disposizione un codice, diverso ogni giorno (quello di oggi RSR8001216647), con il quale scaricare Repubblica Sera su iPad o Pc: le ultime notizie, le inchieste, le interviste e gli approfondimenti interattivi realizzati dalle grandi firme del giornale. una promozione dedicata ai soli lettori del quotidiano cartaceo che, a partire da domani (dal luned al venerd) troveranno il codice in un riquadro della copertina di R2. I lettori pi affezionati gi lo sanno: Repubblica Sera un nuovo modo di intendere e di leggere il quotidiano, unanteprima con locchio rivolto al domani. SulliPad basta scaricare gratuitamente lapplicazione Repubblica+, inserire il codice giornaliero e scaricare il giornale. Ma laccesso possibile anche da Pc collegandosi allindirizzo www.repubblica.it/promo/rsera. Anche in questo caso, basta inserire il codice per poter leggere il giornale. Repubblica Sera ha una formula unica e innovativa. Uscito per la prima volta il 23 novembre 2011, ha da poco compiuto il suo primo anno di vita. Oltre alle anticipazioni delle notizie che troverete sul quotidiano del mattino dopo, RSera offre gli approfondimenti delle news del giorno attraverso foto, au-

COME ACCEDERE
Su iPad: scarica gratis lapp Repubblica +. Poi inserisci il codice. Su Pc: vai sul sito, cerca RSera e scrivi il codice piccini. Fino alla riflessione tutta al femminile (la rubrica Parla con lei che rilancia grandi temi scelti da cinque opinioniste del giornale anche su Twitter) e le recensioni delle ultime applicazioni per tablet e smartphone. Al termine della promozione chi vorr potr abbonarsi: i pacchetti costano dai 4.99 euro alla settimana ai 179,99 euro per un intero anno.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA NOSTRA INIZIATIVA
I lettori trovano su Repubblica dal luned al venerd un codice per leggere gratis RSera su pc e iPad dio e video. Un vero giornale multimediale, dunque, composto da una prima parte di hard news (cronaca, esteri, economia, politica). La seconda parte invece dedicata alle soft news: scelte per chi a quellora, le 19, oltre a leggere gli approfondimenti vuole scoprire storie inedite, personaggi nuovi, reportage dal mondo. per questo che RSera d, letteralmente, voce ai corrispondenti esteri, che hanno lopportunit di raccontare i paesi in cui lavorano. E poi, racconti e immagini dai luoghi visitati dai nostri inviati, gli eventi sportivi pi emozionanti. Ancora, letture in anteprima di libri in uscita, film da non perdere, interviste, mostre. Senza dimenticare le rubriche fisse: i video virali, cio quelli pi visti in rete, le ricette dei grandi chef, i libri per i pi

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

R2PROGRAMMI
CANAL GRANDE DI ANTONIO DIPOLLINA

PER SAPERNE DI PI www.raifiction.rai.it www.chilhavisto.rai.it

53

TUTTI I TRUCCHI PER ACCHIAPPARE PUBBLICO CON UN PIANO


N CONSERVATORIO pieno di ragazzi in un piccolo paese della Puglia, la mafia che si limita a corrompere la morale, un angelo vendicatore, bionda e bella, che cala da Roma a portare giustizia. talmente finta e allegorica la struttura di Tutta la musica del cuore, serie di RaiUno in sei puntate, che il senso deve stare per forza altrove. Ovvero nellaffastellare tutti i metodi dacchiappo possibili per il pubblico delle fiction e intanto pararsi la coscienza a furia di buone intenzioni. Opponendo alle critiche le

CHI LHA VISTO? Davide Cervia stato sequestrato. Non ci sono dubbi: un esperto di armi elettroniche, fa gola a chi ha bisogno di addestratori. Due testimoni hanno visto. Dopo 23 anni si riaprir il caso? RaiTre 21.10 RAI 1
6.30 Tg1 Previsioni sulla viabilit 6.45 Unomattina: allinterno: Che tempo fa / 7.00-8.009.00 Tg1 / 7.30Tg 1 L.I.S. / Che tempo fa /9.30 Tg 1 Flash / 9.35 Linea Verde Meteo 10.15 Tribune per Circoscrizioni estere 11.00 Tg1 11.05 Unomattina Storie vere 12.00 La prova del cuoco 13.30 Telegiornale 14.00 Tg1 Economia 14.10 Verdetto finale 15.15 La vita in diretta - con M. Liorni, M. Venier. Allinterno: 17.00 Tg1 / 17.10 Che tempo fa 18.50 LEredit 20.00 Telegiornale 20.15 Calcio: Olanda-Italia Tg1 60 secondi 23.00 Porta a Porta 0.35 Elezioni 2013. Messaggi autogestiti 0.45 Tg1 Notte 1.15 Che tempo fa 1.20 Sottovoce 1.50 Poeti e scrittori del 900: Pier Paolo Pasolini 2.20 Tribune per Circoscrizioni estere 3.10 Mille e una notte - Musica Senza Rete Iva Zanicchi 4.20 Sette note

proprie ragioni: in quale altro posto tv si discetta di Satie o i bei ragazzi sono virtuosi del violino? Cos il gioco riesce facile, ma bisogna anche averci pensato. E il riferimento qual ? La grande letteratura o le fiction di RaiUno? Se la seconda, altro che vincere facile: con Francesca Cavallin ispettrice di polso e il bellinsegnante, che tedesco e richiama vagamente il tenore bonazzo Kauffmann, adorato da noi. Altro che prendere ordini dai tedeschi, ci vogliono schiantare di coccole.
RIPRODUZIONE RISERVATA

FICTION
Francesca Cavallin e Johannes Brandrup su RaiUno

RAI 2
6.00 Julia - La strada per la felicit - Tf 6.40 Cartoon Flakes 8.10 Le sorelle McLeod - Tf 9.40 Sabrina vita da strega - Tf Meteo2 10.00 Tg2 Insieme 11.00 I Fatti vostri 13.00 Tg2 Giorno 13.30 Tg 2 Costume e Societ 13.50 Medicina 33 14.00 Seltz 14.45 Senza traccia - Tf 15.30 Cold Case - Tf 16.15 Numb3rs - Tf 17.00 Las Vegas - Tf 17.45 Tg2 Flash L.I.S. 17.50 Rai Tg Sport Meteo2 18.00 Calcio: Nazionale Under 21 Italia-Germania 20.30 Tg2 20.30 21.05 Film: Il vento del perdono - di L. Hallstrom, con J. Lopez, R. Redford, M. Freeman 23.00 Tg2 23.15 Film: La citt proibita - di Z. Himou, con Chow Yun Fat, Gong Li 1.00 Flashpoint - Tf 1.40 Meteo2 1.45 Mondiali Sci Alpino SuperG maschile 3.05 Il tenente Sheridan 3.45 Videocomic 4.10 Universit Telematica Internazionale UniNettuno

RAI 3
6.30 7.00 7.30 8.00 10.00 10.10 11.00 11.25 11.30 12.00 12.25 12.45 13.10 14.00 14.20 14.50 15.00 15.05 15.10 16.00 17.40 19.00 19.30 20.00 20.15 20.35 21.05 23.10 23.15 0.00 0.10 1.00 1.05 2.05 Il caff Tgr Buongiorno Italia Tgr Buongiorno Regione Agor Elezioni 2013. Messaggi autogestiti Rai 150 anni. La Storia siamo noi Codice a barre Tg3 Minuti Buongiorno Elisir Tg3 / Meteo3 Tg3 Fuori Tg Le storie Diario italiano Lena, amore della mia vita - Tf Tg Regione Tg Regione Meteo Tg3 / Meteo3 Tgr Leonardo Tg3 L.I.S. Tgr Piazza Affari La casa nella prateria - Tf Cose dellaltro Geo Geo & Geo. Allinterno: 18.10 Meteo3 Tg3 Tg Regione Tg Regione Meteo Blob Comiche allitaliana Un posto al sole Chi lha visto - con F. Sciarelli Elezioni 2013 -Intervista Volo in diretta - con F. Volo Tg3 Linea notte Tg Regione Meteo3 Crash Fuori Orario. Cose (mai) viste

CANALE 5
6.00 Prima pagina 7.55 Traffico Meteo.it Borse e monete 8.00 Tg5 - Mattina 8.40 La telefonata di Belpietro 8.50 Mattino Cinque - con F. Panicucci, P. Del Debbio 10.00 Tg5 - Ore 10 10.05 Mattino Cinque 11.00 Forum - con Rita Dalla Chiesa 13.00 Tg5 Meteo.it 13.40 Beautiful - Soap 14.10 Centovetrine - Soap 14.45 Uomini e donne 16.15 Amici 16.55 Pomeriggio Cinque - con B. DUrso 18.50 Avanti un altro - con Paolo Bonolis 20.00 Tg5 Meteo.it 20.40 Striscia la notizia - La voce dellinsolvenza 21.10 Film: Letters to Juliet- di Gary Winick, con Amanda Seyfried, Marcia Debonis 23.30 Italia domanda 1.30 Tg5 - Notte Meteo.it 2.00 Striscia la notizia (r) 2.55 Uomini e donne (r) 4.00 Amici 4.40 Don Luca - Tf 5.00 Media Shopping 5.15 Tg5 Notte (r)

ITALIA 1
6.40 Cartoni animati 8.45 Everwood - Tf (due episodi) 10.35 ER - Medici in prima linea Tf (due episodi) 12.25 Studio Aperto Meteo.it 13.00 Sport Mediaset 13.40 I Simpson - Tf 14.35 Cartoni 15.50 White Collar - Fascino criminale - Tf 16.45 Chuck - Tf 17.40 La vita secondo Jim - Sitcom 18.30 Studio Aperto Meteo.it 19.20 C.S.I. Scena del crimine - Tf 20.20 C.S.I. Scena del crimine - Tf 21.10 Mistero 0.25 The Vampire Diaries - Tf (due episodi) 1.55 Sport Mediaset 2.20 The Shield - Tf 3.05 Studio Aperto - La giornata 3.20 Media Shopping 3.35 Film: Mal dAfrica - di M. Dolman, con Richard Hatch, Eleonora Brigliadori 5.10 Media Shopping 5.25 Champs 12 - Telenovela 6.00 Chante! - Tf 6.20 Media Shopping

RETE 4
5.55 6.20 6.50 7.45 8.40 9.50 10.50 11.30 12.00 12.55 14.00 14.45 15.30 16.50 Tg4 Night News Media Shopping T.J. Hooker - Tf Miami Vice - Tf Hunter - Tf Carabinieri - Tf Ricette di famiglia Tg4. Allinterno: Meteo.it Detective in corsia - Tf La signora in giallo - Tf Tg4 / Meteo.it Lo sportello di Forum Rescue Special Operations - Tf Film: Arabesque - di Stanley Donen, con Sophia Loren, Gregory Peck Tg4. Allinterno Meteo.it Tempesta damore Walker Texas Ranger - Tf Film: Miami Supercops ( I poliziotti dell8a strada) - di B. Corbucci, con T. Hill, B. Spencer I Bellissimi di R4 Film: Payback - La rivincita di Porter - di B. Helgeland, con M. Gibson, G. Henry Tg4 Night News / Meteo.it Film: Metti una sera a cena - di G. Patroni Griffi, con J. L. Trintignant, F. Bolkan, T. Musante Media Shopping Detective in corsia - Tf Zig Zag

LA SETTE
6.00 Tg La7 Meteo Oroscopo Traffico 6.55 Movie Flash 7.00 Omnibus. Allinterno: 7.30 Tg La7 9.55 Coffee Break - conduce T. Panella con Enrico Vaime 11.00 Laria che tira - conduce Myrta Merlino 12.30 I men di Benedetta (r) 13.30 Tg La7 14.05 Tg La7 Cronache 14.45 Film: Arianna - di Billy Wilder, con Gary Cooper, Audrey Hepburn, Maurice Chevalier 16.50 Il commissario Cordier - Tf 18.50 I men di Benedetta 20.00 Tg La7 20.30 Otto e mezzo - conduce Lilli Gruber 21.10 Le invasioni barbariche. Conduce Daria Bignardi. In contemporanea su La7.it 0.15 Omnibus Notte 1.20 Tg La7 Sport 1.25 Prossima fermata - condcue Federico Guiglia 1.40 Movie Flash 1.45 Otto e mezzo (r) 2.25 La7 Doc 5.05 Omnibus (r)

DEEJAY TV
15.30 15.55 16.00 17.00 18.00 18.56 19.00 20.00 20.20 21.00 22.00 22.30 23.00 0.00 Occupy Deejay Deejay Tg Occupy Deejay Switched at Birth - Tf Jack Osburne no Limits Deejay Tg Reaper - Tf Lorem Ipsum Shuffolato 3 e 1/2 Switched at Birth - Tf Perfetti ma non troppo Fuori Frigo Deejay chiama Italia Late Night With The Pills

MTV
10.00 Teen Cribs 10.50 Friendzone: Amici o Fidanzati? 11.40 Teen Mom 2 12.30 Fame 13.20 Buffy lammazzavampiri 14.20 Geordie Shore 15.10 Modern Family 16.00 Ballerini: Dietro il Sipario 16.50 La vita segreta di una teenager americana 17.40 16 anni e incinta 18.30 Ballerini: Dietro il Sipario 19.30 Buffy lammazzavampiri 20.20 Modern Family 21.10 Il Testimone 23.10 Romanzo Personale 23.50 Ridiculousness: Veri American Idiots 0.40 Club Priv - Ti presento i Dogo 1.30 Speciale Mtv News

18.55 19.35 20.30 21.10

23.20 23.25

1.25 1.50

3.50 4.05 5.05

DIGITALE TERRESTRE

RAI

6.30 6.50 7.30 8.15 9.00 9.45 10.30 11.15 12.00 13.00 13.45 14.30 15.30 15.35 16.20 17.05 17.10 18.00 19.00 19.40 20.25 21.10 23.35 0.20 1.55 2.00 3.00 3.55 4.40

RAI 4
La situazione comica Invisible Man - Serie Tv Veronica Mars - Serie Tv Heartland - Serie Tv Streghe - Serie Tv Lost World - Serie Tv Legend of the Seeker - Serie Tv Lost - Serie Tv Wire - Serie Tv 90210 - Serie Tv One Tree Hill - Tf Being Human - Serie Tv Appuntamento al cinema Veronica Mars - Serie Tv Streghe - Tf Rai News Giorno Star Trek - Serie Tv Babylon - Serie Tv Lost World - Serie Tv Lost - Serie Tv Legend of the Seeker - Serie Tv Film: Hurricane - Il grido dellinnocenza - di N. Jewison, con D. Washington Breaking Bad - Serie Tv Film: Wonderland massacro a Hollywood - di J. Cox, con V. Kilmer Rai News Notte The Wire - Serie Tv Being Human - Serie Tv Lost World - Serie Tv Watch Over Me - Serie Tv

9.05 9.50 10.35 11.30 11.55 13.40 14.30 15.30 15.45 15.50 17.35 17.40 18.30 19.20 20.15 21.10

PREMIUM

Sospetti - Serie Tv Lundicesima ora - Serie Tv Orgoglio - Tf Seconde Chance - Soap Opera Medicina generale - Tf I misteri di Murdoch - Serie Tv Un medico in famiglia - Tf Piloti Appuntamento al cinema Commesse - Tf Rai News Giorno Perla nera - Telenovela La forza del desiderio - Telenovela Incantesimo - Tf Un medico in famiglia - Tf Film: Un difetto di famiglia di A. Simone, con L. Banfi 22.55 Un caso di coscienza - Serie Tv 0.45 Rai News Notte

con D. Keaton, K. Holmes 17.25 Rai News Giorno 17.30 Film: Bara con vista - di N. Hurran, con B. Blethyn, A. Molina 19.10 Film: The Prison - Against the Wall di J. Franken, con S. Jackson 21.10 Film: Game Change - di J. Roach, con E. Harris, J. Moore 23.15 Film: Dobermann - di J. Kounen, con V. Cassell, M. Bellucci 0.55 Drugstore Off 1.25 Rai News Notte 1.30 Film: Ladybird Ladybird- di K. Loach, con C. Rock 3.10 Film: Ricky - Una storia damore e libert - di F. Ozon, con A. Lamy

14.05 14.55 15.50 16.45 17.30 17.35 18.20 18.45 19.45 20.40 21.15 22.10 23.05 23.55 0.25 1.10 1.15

RAI 5
I sentieri del mondo James May, le grandi idee del XX secolo Tutte le televisioni del mondo David Letterman Show Rai News Giorno Le case pi verdi del mondo Cool Tour Arte Posso venire a dormire da voi? I sentieri del mondo Passepartout Lavventura umana From Kiss to Baby La Terra vista dal cielo David Letterman Show Cool Tour Musica Classic Rock S.O.S stilisti da salvare Rai News Notte Posso venire a dormire da voi?

MOVIE

SATELLITE

7.25 Film: Dio come ti amo - di M. Iglesias. Con M. Damon, G. Cinquetti 9.10 Appuntamento al cinema 9.15 Film: Poliziotto sprint - di S. Massi, con G. Sbragia, M. Merli 10.55 Film: Janice Beard: segretaria in carriera - di C. Kilner, con E. Walsh 12.20 Film: Cuori nella tormenta - di E. Oldoini, con C. Verdone, L. Arena 14.05 Film: Serial Mom - di J. Waters, con K. Turner, S. Waterston 15.40 Film: 3 donne al verde - di C. Khouri,

SKY

[servizio a pagamento]

cinema mattina

cinema pomeriggio

cinema sera

cinema notte

MEDIASET PREMIUM

GIALLO
Premium Cinema Energy 18.55 Batman Begins - di C. Nolan Premium Cinema 19.00 The Life of David Gale - di A. Parker Premium Cinema Emotion 21.15 I guardiani del destino - di G. Nolfi Premium Cinema Energy 21.15 Happy Feet 2 - di G. Miller Premium Cinema 21.15 Qualcosa di cui... sparlare di L. Hallstrom Studio Universal 21.15 Little Children - di T. Field Premium Cinema Emotion 23.00 White Lion - di M. Swan Premium Cinema 23.05 Stargate - di R. Emmerich Premium Cinema Energy 23.10 Lo Stato dellUnione - di F. Capra Studio Universal 23.35 Beginners - di M. Mills Premium Cinema Emotion 08.00 08.50 09.50 10.45 11.35 12.30 13.15 14.10 15.00 15.50 16.40 17.35 18.30 19.20 20.10 21.00 21.50 22.50 23.40 00.30 01.30 02.20 Squadra emergenza Squadra emergenza In tribunale con Lynn Giudice Amy Quincy Matlock Crossing Jordan Crossing Jordan Law & Order: UK Giudice Amy Matlock Quincy Squadra emergenza Squadra emergenza Crossing Jordan Line of Fire Line of Fire Profiler - Intuizioni mortali Profiler - Intuizioni mortali Squadra emergenza Squadra emergenza Matlock

cinema

9.55 La regina dAfrica - di J. Huston Studio Universal 11.10 The Wedding Date - di C. Kilner Premium Cinema Emotion 11.20 Mission to Mars - di B. De Palma Premium Cinema 12.30 Wyatt Earp - di L. Kasdan Premium Cinema Energy 14.40 Love Story - di A. Hiller Studio Universal 14.50 Profumo - Storia di un assassino di T. Tykwer Studio Cinema Emotion 15.00 Cambio vita - di D. Dobkin Premium Cinema 15.45 Lo specialista - di L. Llosa Premium Cinema Energy 16.30 84 Charing Cross Road - di D. Jones Studio Universal 17.20 La guerra di Charlie Wilson di M. Nichols Premium Cinema Emotion 17.40 Never Back Down - di J. Wadlow

9.05 Senza arte n parte - di G. Albanese Sky Cinema 1 HD 9.25 8 amici da salvare - di F. Marshall Sky Cinema Family HD 10.05 Testimone involontario - di D. Hogan Sky Cinema Max HD 10.40 Il barbiere di Rio - di G. Veronesi Sky Cinema Comedy 11.25 Garfield - Il supergatto di M.A.Z. Dipp Sky Cinema Family HD 11.45 The Iron Lady - di P. Lloyd Sky Cinema Hits HD 12.30 Un turco napoletano - di M. Mattioli Sky Cinema Classics 13.20 Charlie's Angels - di McG Sky Cinema Max HD

14.10 A.C.A.B. - di S. Sollima Sky Cinema 1 HD 14.15 Mr. Magoo - di S. Tong Sky Cinema Family HD 15.00 Charlie's Angels. pi che mai- di McG Sky Cinema Max HD 15.55 Uomo d'acqua dolce di A. Albanese Sky Cinema Comedy 16.05 Jack e Jill - di D. Dugan Sky Cinema 1 HD 16.50 Transformers 3 - di M. Bay Sky Cinema Max HD 17.30 Benny & Joon - di J. Chechik Sky Cinema Passion 19.05 Al lupo al lupo - di C. Verdone Sky Cinema Comedy

21.00 Passaggio a Nord-Ovest - di K. Vidor Sky Cinema Classics 21.00 High School Musical 3 di K. Ortega Sky Cinema Family HD 21.00 Witness - Il testimone - di P. Weir Sky Cinema Max HD 21.00 Sirene - di R. Benjamin Sky Cinema Passion 21.00 Succhiami - di C. Moss Sky Cinema Comedy 21.10 Ghost Rider - Spirito di vendetta di M. Neveldine Sky Cinema 1 HD 21.10 Lemony Snicket - Una serie di sfortunati eventi - di B. Silberling Sky Cinema Hits HD

22.30 Attila flagello di Dio di Castellano e Pipolo Sky Cinema Comedy 22.55 Batman Forever - di J. Schumacher Sky Cinema 1 HD 22.55 Karate Kid III - La sfida finale di J.G. Avildsen Sky Cinema Family HD 22.55 Destini incrociati - di S. Pollack Sky Cinema Passion 23.05 Alien - di R. Scott Sky Cinema Hits HD 23.15 ... E giustizia per tutti di N. Jewison Sky Cinema Classics 0.15 Perdiamoci di vista - di C. Verdone Sky Cinema Comedy

sport
Sky Sport 3 HD 21.30 Boxe: IBF: T. Adamek - S. Cunningham Mondiale Pesi Massimi Replica Eurosport 2 21.30 Basket: Denver Nuggets Milwaukee Bucks NBA Replica Sky Sport 2 HD 21.35 Equitazione: Salto Rolex Fei World Cup Differita EuroSport HD 22.30 Sky Calcio postpartita Sky Sport 1 HD 22.30 Sky Calcio postpartita Sky Supercalcio HD 22.45 Calcio: Una partita Incontro Amichevole Replica Sky Sport 1 HD 22.45 Calcio: Varese - Modena Serie B Replica Sky Sport 3 HD 22.45 Calcio: Una partita Incontro Amichevole Replica Sky Supercalcio HD 23.00 World Cup World Tour EuroSport HD 23.00 Ciclismo: Tour del Qatar Replica Eurosport 2 23.45 Nissan The Quest Sky Sport 2 HD 0.00 Freccette: Open di Olanda Replica EuroSport HD 0.00 Calcio: Una partita Coppa d'Africa Replica Eurosport 2 0.00 Poker: World Open. PartyPoker.net Sky Sport 2 HD 0.30 Calcio: Barcellona - Milan UEFA Champions League 2011/12 Replica Sky Sport 1 HD 0.30 Calcio: Newcastle United - Chelsea Premier League Replica Sky Sport 3 HD 0.30 Calcio: San Paolo - Bolivar Copa Libertadores Replica Sky Supercalcio HD 1.00 Salto con gli sci: HS 205 Coppa del Mondo Replica EuroSport HD

20.30 Wrestling: Vintage Collection Pro Wrestling Replica Eurosport 2 20.30 Calcio: Una partita Incontro Amichevole Sky Sport 1 HD 20.30 Nissan The Quest Replica Sky Sport 2 HD 20.30 Calcio: Una partita Incontro Amichevole Sky Supercalcio HD 20.45 Winter Sky Sport 2 HD 20.45 Film F1 Stagione 2012 Replica Sky Sport 3 HD 21.00 The Boat Show 2013 Replica Sky Sport 2 HD 21.00 Calcio: Siena - Inter Serie A Replica

FOCUS
10.20 11.10 12.00 13.35 15.10 16.00 16.45 17.35 18.30 19.20 20.10 21.00 22.45 0.25 1.15 Eureka! I segreti del tempo In principio era la Terra La storia delluniverso Le citt segrete I segreti del tempo Ai confini della scienza Invenzioni impossibili Megadisastri In principio era la Terra Le citt segrete A caccia di Ufo Anatomia di un disastro In principio era la Terra Le citt segrete

CIELO
14.00 15.00 15.30 16.30 17.00 17.45 18.45 19.15 20.15 20.45 21.10 23.15 0.15 1.15 MasterChef USA MasterChef Magazine Sorelle in affari Affari al buio The Renovators - Case fai da te Sfida all'ultimo chilo MasterChef Magazine MasterChef USA Missione restauro Missione restauro Terapia d'urto Satisfaction Cielo Sex Therapy Appuntamento al buio

TV2000
7.00 Rosario da Lourdes 7.30 Nel cuore dei giorni - che giorno 10.30 Udienza Santo Padre 11.55 Angelus da Lourdes 12.15 Uno di noi con Gioele Dix 14.00 Nel cuore dei giorni Pietrelcina l' altro Padre Pio 19.00 Romanzo Familiare 20.30 Nel cuore dei giorni Indaco 21.20 Film: Il leone di Marco di L. Capuano 0.15 Gocce di miele

REAL TIME
15.55 Adolescenti XXL 16.50 Abito da sposa: Beverly Hills 17.15 Torta di matrimonio cercasi 18.15 Cucina Con Ale 18.40 Il boss delle torte 19.10 Torte in corso con Renato 19.40 Gordon Ramsay 20.40 Abito da damigella cercasi 21.10 Tabatha Mani di Forbice 22.10 La guerra delle spose 23.05 Shoppint Night

FOX
10.20 10.30 10.45 11.00 11.40 11.55 12.20 12.35 12.55 13.30 13.40 13.55 14.00 Tutto in famiglia Fox HD Ghost Whisperer Fox Life La vita secondo Jim Fox HD C.S.I. New York Fox Crime HD The Big Bang Theory Fox HD Strega per amore Fox Retro Sex & the City Fox Life I Griffin Fox HD Alaska. Eroi con le ali National Geographic Channel La Tata Fox Retro Criminal Minds Fox Crime HD Monster Fish: pesci giganti National Geographic Channel I Simpson Fox HD 14.30 Baby Sitter Fox Retro 14.55 American Gypsies National Geographic Channel 15.15 The Big Bang Theory Fox HD 15.25 Ghost Whisperer Fox Life 15.55 Intelligenza bestiale National Geographic Channel 16.20 Grey's Anatomy Fox Life 16.30 Ellery Queen Fox Retro 16.40 L'uomo di casa Fox HD 17.20 C.S.I. New York Fox Crime HD 17.30 Le strade di San Francisco Fox Retro 17.55 Megafabbriche italiane National Geographic Channel 18.00 I Simpson Fox HD 18.25 Mary Tyler Moore Fox Retro 18.55 Monster Fish. pesci giganti National Geographic Channel 19.05 Una mamma per amica Fox Life 19.10 Criminal Minds Fox Crime HD 19.55 Tab National Geographic Channel 20.00 Strega per amore Fox Retro 20.35 I Simpson Fox HD 20.55 Family Guns National Geographic Channel 21.00 Homeland Fox HD 21.00 Terapia d'urto Fox Life 21.00 The Lucy Show Fox Retro 21.30 The Lucy Show Fox Retro 21.55 Bones Fox Life 21.55 Cacciatori d'oro National Geographic Channel 22.00 White Collar Fox HD 22.30 Arcibaldo Fox Retro 22.45 Private Practice Fox Life 22.50 Jo Fox Crime HD 23.00 I Jefferson Fox Retro 23.30 Happy Days Fox Retro 23.40 Una mamma per amica Fox Life 23.45 Criminal Minds Fox Crime HD 23.55 Tab National Geographic Channel 0.00 Tre cuori in affitto Fox Retro 0.30 L'uomo di casa Fox HD 0.30 Le strade di San Francisco Fox Retro

SPORT
Lanciata verso i Mondiali del 2014 in Brasile e aspettando la Confederations Cup di giugno, stasera ad Amsterdam la nazionale affronta in amichevole i vicecampioni del mondo dellOlanda Ripartendo dal genio del tandem milanista Balotelli-El Shaarawy

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

56

Voglia
DAL NOSTRO INVIATO ENRICO CURR AMSTERDAM ibera cresta in libero stato, teorizza Prandelli, che stasera, nella liberissima e ghiacciatissima Olanda, affida la sua Italia alla crestutissima coppia Balotelli-El Shaarawy. Ancorch abbondantemente annunciato e non inedito, levento non interessa soltanto i parrucchieri: i classici 60 milioni di ct, adesso che lattacco della Nazionale coincide con quello del Milan, si aspettano quanto meno un po delle prelibatezze tecniche assaggiate domenica nel posticipo con lUdinese, e soprattutto pregustano un antipasto del Mondiale. In effetti il ct non delude la moltitudine dei colleghi. unidea che devo perseguire. Questi due ragazzi non sono paragonabili a nessuna tra le coppie del passato. Stephan inventa la giocata e poi aiuta il centrocampo. Mario deve capire di essere un centravanti vero, uno che pu fare tanti gol. In teoria il tandem, tra maglia azzurra e rossonera, potr offrire innumerevoli repliche dello spettacolo, nei 16 mesi che lo separano dal viaggio in Brasile. Ma in pratica linvestitura dei due giovani patrioti figli dellAfrica contiene anche indubbie suggestioni collaterali, per via della miscela caratteriale esaltata dalle opposte etichette (il discolo e il bravo ragazzo, un classico). Potr certificare il gradimento popolare limpennata dei gi considere-

futuro
Olanda
5 Blind 10 Maher 4 Martins Indi 1 Krul 3 De Vrij 6 Clasie 2 Janmaat Diretta tv ore 20.30 (Rai1) 11 Ola John 14 El Shaarawy 18 Montolivo 20 Santon 8 9 Strootman Van Persie 9 Balotelli 21 Pirlo 13 Astori

di

(4-3-3) Ct Van Gaal

Ct Prandelli (4-3-3)

Italia

Arbitro Cakir (Turchia) 7 Lens 8 Candreva 16 De Rossi

7 Abate

Balotelli
15 Barzagli 1 Buffon

16

LE GARE
Mario Balotelli, 22 anni, conta in azzurro 16 gare con 5 gol, tra cui la doppietta decisiva alla Germania nella semifinale degli ultimi Europei

Mario e Stephan, lItalia nuova Una coppia senza confronti


21 marzo a Ginevra il Brasile) conferma la scelta. LOlanda rinnovata, competitiva, agonista e ha un grande ct come Van Gaal. Stasera, complice la decimazione della difesa (Bonucci per il codice etico, Chiellini, Maggio e Criscito per infortunio), lesame sar per Astori, per il redivivo Santon e nella ripresa per Verratti. Ma la verifica pi importante riguarda il modulo, quel 4-3-3 ortodosso che pu diventare il canovaccio di una squadra camaleontica, capace di utilizzare qualunque sistema. Questo tipo di gioco, che si pu anche trasformare in 4-2-3-1, mi piace perch sfrutta lampiezza del campo e ci rende meno prevedibili: il modulo con gli interscambi dei 4 centrocampisti ormai conosciuto dagli avversari, che possono prendere le contromisure. La chiave del camaleontismo la presenza a sinistra delleclettico velocista El Shaarawy, ala-terzino-esterno-goleador-assistman. Un tesoro, un giocatore unico. Sotto lombrello del prestigioso trio Montolivo-Pirlo-De Rossi, Prandelli studia la riforma, in attesa del restauro di Giuseppe Rossi e delleventuale italianizzazione di Icardi. Ma io, parlando in generale, vorrei pi trasparenza e senso di appartenenza. La scelta di giocare per lItalia deve essere sentita, come lo stata per Thiago Motta: non basta aspettare due convocazioni. Significa che lurgenza attuale il reperimento, a destra, dellomologo di El Shaarawy (e del suo vice Insigne). Per ora il surrogato Candreva, febbricitante e in ballottaggio con Diamanti. Nessuno dei due porta la cresta. Ma non vogliono sentirsi comparse, di fianco alla premiata e appuntita ditta milanista.
RIPRODUZIONE RISERVATA

linvestitura per i due giovani figli dellAfrica. Il ct: Certe partite sono fatte per rischiare
voli ascolti televisivi: le prime prove tecniche di attacco, in occasione di Italia-Francia dello scorso novembre, incollarono al teleschermo oltre 8 milioni di persone. Ovviamente a Prandelli preme ben altro e non la vittoria, n lulteriore scalata alla classifica Fifa, in cui lItalia si arrampicata al quarto posto. Lobiettivo sempre quello di coniugare bel gioco e risultato. Per le amichevoli sono fatte per rischiare: non possiamo arrivare impreparati alla Confederations Cup di giugno. Mi dispiace che la critica si fermi al risultato e non valuti invece limportanza delle prove che faccio. Le 5 sconfitte consecutive nelle ultime amichevoli (Uruguay, Usa, Russia, Inghilterra, Francia) sono nate appunto dal rischio calcolato di sottoporre i giovani allesame internazionale contro avversari veri e il calendario (oggi lOlanda, il

El Shaarawy

Le altre amichevoli

Brasile a Wembley, Cavani contro la Spagna Ibra avversario di Messi: Pi forte di me


MESSI fantastico, probabilmente il giocatore pi forte del mondo. Cos Zlatan Ibrahimovic alla vigilia dellamichevole di stasera a Stoccolma fra Svezia e Argentina. Il ct argentino Sabella sbarcher poi in Italia per assistere a Sampdoria-Roma, conoscere e convocare Mauro Icardi gi a marzo. Altre amichevoli: contro i campioni del Mondo e dEuropa della Spagna (con 9/11 di giocatori del Barcellona) gioca in Qatar lUruguay di Cavani e Suarez. Grande attesa per Inghilterra-Brasile a Wembley sold-out: c Ronaldinho accanto a Neymar nel debutto del nuovo ct Scolari (20.30 Sky Sport 1). Un classico la sfida Francia-Germania allo Stade de France (ore 21 Premium Calcio), con i tedeschi decimati per dagli infortuni: fuori Gtze, Schmelzer, Reus e Klose.

Balotelli ed El Shaarawy

Prandelli

Lobiettivo sempre quello di coniugare bel gioco e risultato. El Shaarawy un tesoro unico, Balotelli un centravanti da tanti gol

Zlatan Ibrahimovic

In gara ci completiamo, io sono pi veloce, lui pi tecnico. Ora sogno il Mondiale. E che non ci sia unaltra Busto...

,,

Gascoigne

Test MotoGp

In clinica Usa per curarsi, paga lamico Lineker


LONDRA Dopo lultima apparizione in pubblico da ubriaco, gli amici di Gazza hanno detto basta: Paul, va in America a curarti lalcolismo, ti aiutiamo noi: il dj Chris Evans, lex compagno di nazionale Gary Lineker (ora alla Bbc), la stella tv Piers Morgan e il giocatore di cricket Ronnie Irani pagheranno il viaggio (16 mila euro in business) e la degenza al Meadows Rehabilitation Center di Phoenix (7 mila euro).

Sepang, la resurrezione di Valentino: 4 tempo


SEPANG gi dominio Honda-Yamaha nella 1 sessione di test a Sepang: miglior tempo di Dani Pedrosa, a otto millesimi il campione del mondo Lorenzo, 3 tempo per il debuttante Marquez, e 4 per Valentino (foto), ottimo il suo debutto ufficiale (a parte i test di Valencia) sulla M1. Male le Ducati ufficiali di Dovizioso e Hayden.

57

El Shaarawy

LE PRESENZE
Stephan El Shaarawy, 20 anni, ha giocato in azzurro 3 gare segnando 1 gol, in amichevole con la Francia lo scorso novembre

Van Persie, il pallone a colori La bellezza un tiro perfetto


Sneijder? Ha fatto bene ad andar via. Ma non siete in crisi
DAL NOSTRO INVIATO FRANCESCO SAVERIO INTORCIA NOORDWIJK (OLANDA) ono proprio contento per Balotelli, che debutto, due gol allUdinese. Libero dallassedio dei tabloid, Robin Van Persie si rilassa allHuis Ter Duin, albergo extralusso con affaccio sul mare del Nord. Eccolo, il capocannoniere della Premier League, che sta spingendo i diavoli rossi di Manchester al titolo. Mario mi piace come persona, lho incrociato anche in vacanza, davvero un bravo ragazzo. Non so che problemi abbia avuto al

rigine marocchina, e i due figli, Shaquell e Dina Layla. I miei ci hanno provato a farmi diventare un artista, ma con le mani sono una frana. Posso creare con il calcio, la mia tela il campo. In unazione di gioco ci sono tante soluzioni da inventare. La bellezza anche un passaggio perfetto. luomo pi decisivo in Pre-

mier, lapriscatole delle partite (nove volte ha sbloccato la gara), il pi preciso nelle giocate. Nato ala sinistra, divenuto centravanti, in un connubio di grazia e potenza. La Juventus lha inseguito per anni, invano. La Juve? So solo che lo United stata la scelta migliore, arrivata nel momento giusto. Mi alleno bene, ri-

31 GOL
Robin Van Persie, attaccante di 29 anni, ha giocato con la nazionale olandese 71 partite segnando 31 reti

Il capocannoniere di Premier: Sono contento per i 2 gol di Balotelli: bravo e anche maturo

Moratti punge
Il presidente dellInter Massimo Moratti non ce la fa a non stuzzicare il suo ex pupillo Balotelli ironizzando: La sua doppietta? Mi sembra sia stata un po aiutata. Poi conferma la piena fiducia in Andrea Stramaccioni: Ma ora dobbiamo lavorare per far s che le cose girino in un certo modo

City, ma ora sono felice per lui, gli auguro di continuare cos. Credo sia solo una questione di fiducia. Ha tutto: velocit, forza, doti tecniche. Mentalmente maturo, nonostante sia giovanissimo. Olanda-Italia anche il confronto fra due centravanti turbolenti e di grande estro. Quello di Robin uneredit genetica: la madre Jos Ras pittrice, il padre Bob scultore. Van Persie gli ha rubato solo labilit con le freccette, medesima passione di Balotelli. Linfanzia a Kralingen, quartiere multietnico di Rotterdam, le partite in strada con una sola regola, chi vince rimane, limpertinenza verso i professori a scuola, quando veniva sbattuto fuori e finiva a chiacchierare con il bidello, poi diventato suo amico e, a lungo, suo agente. Quindi il matrimonio in gran segreto con la moglie Bouchra, do-

E KLUIVERT DIVENTA MARIO


Durante lallenamento il ct olandese Van Gaal ha chiesto a Patrick Kluivert (foto), oggi suo assistente, di interpretare Balotelli per provare la difesa

spetto ai tempi dellArsenal ho messo 4 chili, ho pi forza fisica nei contrasti. Siamo a pi nove in campionato e agli ottavi di Champions contro il Real, per la prima volta giocher al Bernabeu, un sogno. E lItalia? Sul piano tecnico, non credo che il vostro calcio sia in crisi, la Serie A resta una lega di buon livello, fra le pi importanti dEuropa. Certo, gli ultimi scandali non fanno bene al movimento. Sneijder, intanto, se n andato. Ha fatto bene, non giocava pi. Un grande calciatore vuole divertirsi col pallone. E poi andato in un grande club: ho affrontato il Galatasaray in Champions, stadio bellissimo e tifosi fantastici, lideale per ritrovare le motivazioni. Robin va veloce, in gara tocca 32.1 chilometri orari. Stasera far staffetta. Non vi dico quanti minuti giocher, ma gi lo so. sempre OlandaItalia, anche se serve a dare spazio ai giovani. Per me una partita particolare: nel 2009 a Pescara minfortunai contro Chiellini, sono stato fuori cinque mesi. Non ce lho con lui, il suo tackle era deciso ma non violento. E lui un giocatore duro ma leale, ha dimostrato nellultima stagione di essere un difensore di grande livello. Giudica lItalia di Prandelli ricca di amanti del bel gioco. Il migliore Pirlo, vive una seconda giovinezza alla Juventus, uno che con le sue giocate sa darti emozioni, quando tocca la palla non fa solo un passaggio, ma trasmette qualcosa. Lui riesce a toccarmi il cuore.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Io e lui insieme, che spasso i nostri nomi contro il razzismo


DAL NOSTRO INVIATO
AMSTERDAM La cosa pi bella, da quando gioco con Balotelli? Che mi diverto tanto. Parola di El Shaarawy. Ma Van Gaal non vuole che i nuovi dioscuri azzurri si divertano e ieri ha costretto il suo vice Kluivert, ex centravanti rossonero, a mimare i movimenti di Balotelli, mentre Janmaat, difensore del Feyenoord, imparava tutto su El Shaarawy. Qui, dove stasera 300 tifosi inciteranno la Nazionale (30 gli Ultr Italia segnalati), lItalia di Lippi, nel novembre 2005, si accorse di non essere una squadra qualsiasi: 3-1 agli olandesi, con un 4-3-3 estremo (Del Piero, Toni e Gilardino pi Camoranesi mediano, segnarono gli ultimi tre). Quella Nazionale vinse poi il Mondiale, ma la met parlante della coppia attuale Balotelli nelle vigilie incline al mutismo smorza le iperboli sul tandem pi bello del mondo, anche se il temporaneo sorpasso del Milan sulla Juve (4 titolari a 3) certifica il momento eccezionale. Il mio sogno il Mondiale con Mario. Per si fa presto a finire nel mirino della critica. Prandelli ha autorizzato i peana, spiegando come lunicit tattica di El Shaarawy lo abbia spinto a varare il 4-3-3. Partire largo a sinistra il mio ruolo ideale: anche Allegri ha dovuto cambiare modulo per esaltare le mie caratteristiche. Sono un finalizzatore che aiuta la squadra: per la progressione mi paragonano al mio idolo Kak. Non si sente oscurato dal compagno. Con Mario nata una bella amicizia. In campo ci completiamo: lui molto tecnico, io molto veloce. Li unisce lorigine italo-africana, e lavversione al razzismo. Fatti come quelli di Busto non devono succedere mai pi. importantissimo che ci siano ragazzi italiani col cognome straniero e che si integrino nel nostro calcio. LItalia deve investire sui giovani. (e.cu.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

Scommesse

Sconti e ritardi, cos lItalia abbassa la guardia


MATTEO PINCI
ROMA Uno scandalo dimenticato, un processo sparito. Rimandato, chiss, allestate. Mentre il mondo dello sport internazionale e lEuropol puntano lattenzione sulla portata del calcio scommesse, lItalia da almeno due anni epicentro del sisma abbassa la guardia. Gare truccate, campionati falsati, traffici internazionali: una vergogna conclamata ma su cui sembra in corso una sorta di amnistia strisciante, sotto forma di sconti di pena e processi pachidermici, complici le istituzioni sportive. Da almeno dodici mesi, soltanto per citare il pi grottesco degli esempi, una pagina dellinchiesta di Cremona aperta sulle scrivanie della procura Federale: le testimonianze su Lazio-Genoa del 14 maggio 2011 e Lecce-Lazio della settimana successiva chia-

In totale 271 mesi di squalifiche sono stati cancellati dal Tnas. Processo a Mauri & C in estate
Stefano Palazzi, procuratore federale della Figc dal 2007 mano in causa il laziale Mauri e lex capitano genoano Milanetto, solo per citare i pi noti. Eppure non abbastanza perch la giustizia sportiva chiarisca la loro posizione, come sarebbe interesse degli stessi giocatori, che si proclamano innocenti ma sono periodicamente investiti dai sospetti. Di processo si parler a campionato finito, forse a giugno, chiusa linchiesta penale. Vietato interferire con il campionato, la linea di pensiero che regna attualmente in Lega Calcio, confortata anche dalla sentenza sul Napoli, che ha restituito al club i 2 punti di penalizzazione e i giocatori squalificati. I vertici del calcio evocavano allindomani dellesplosione del bubbone tolleranza zero e tempi rapidi, su tutti il presidente federale Abete. Poche ore fa il presidente del Cio Bach ha chiesto sanzioni drastiche, ma il sistema giuridico-sportivo italiano sembra mar-

ciare nel senso opposto: in serie A e B giocano calciatori che hanno diviso bottini per gare vendute, e soltanto nellultimo anno lo scontificio del Tnas del Coni ha alleggerito le pene per 271 mesi complessivi rispetto alle sentenze della Corte di Giustizia. Revisionando, senza cambiare i regolamenti, anche la responsabilit oggettiva: esempio pi rumoroso lAlbinoleffe (curato dal legale Chiacchio), passato da una richiesta di 27 punti di penalizzazione alla pena finale di 5: un tribunale pi redditizio di un buon centravanti. Su 61 condanne in appello, solo 5 le pene confermate in arbitrato: tutte revisionate le altre. Per le ultime, decisiva la definizione di inattendibilit del pentito Gervasoni su cui si espresso il Tnas. La stessa che adesso fa sperare Mauri: Nessun dubbio sulla sua innocenza, aspettiamo gli eventi, tuona lavvocato. Dovranno attendere ancora molto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

58

R2SPORT
LO SCHIANTO
La sequenza della caduta della Vonn: il salto, il ginocchio che si piega malamente e limpatto sulla neve

La caduta

Vonn, il dolore e la rabbia lo sci perde la sua regina


Ore di rinvii, poi la caduta shock: carriera a rischio. bufera
DAL NOSTRO INVIATO ALESSANDRA RETICO SCHLADMING a donna che vola stavolta si arriccia nella nebbia, quasi buio, quasi lora senza pi desideri se non quello di non morire. Lindsey Vonn cade con dolore nel giorno della festa, prima gara dei Mondiali in una Schladming umida e depressa, lei che vuole mordere ancora la velocit di cui regina si sbriciola con tutto il piedistallo e riempie di rovine la neve marcia. Il ginocchio destro si contorce malamente dopo un salto, lamericana in fondo fragile ma pur sempre spettacolo dellenergia si accascia nella pappa bianca come una marionetta senza fili. Il tonfo del suo cor-

LO SPAVENTO LORO MONDIALE ALLA RIVALE TINA MAZE


SuperG donne: 1) Maze (Slo) 1:35.39; 2) Gut (Svi) 1:35.77; 3) Mancuso (Usa) 1:35.91; 4) Goggia (Ita) 1:35.96; 5) Suter (Svi) 1:36.25; 6) Stuhec (Slo) 1:36.28; 7) Merighetti (Ita) 1:36.32; 8) Rebensburg (Ger) 1:36.33. Oggi SuperG m. (10.30 RaiSport1 Eurosport): Innerhofer, Marsaglia, Heel, Fill, Klotz. Il viso stupito e spaventato di Tina Maze mentre assiste allincidente della grande rivale: sar lei a vincere loro

braciere. Lindsey non una facile, si lamentata pi volte in passato per la sicurezza, lo ha fatto anche alla vigilia di questo maledetto SuperG, rigonfio di neve poi squagliato dalla pioggia: Pensavamo di poter sciare luned per conoscere la pista. Ma ce lo hanno impedito dopo la nevicata, anche ai coach. strano dover conoscere il tracciato il giorno stesso di una gara mondiale. Sveglia allalba per

tutte ieri, poi ricognizione, poi quello che successo: lagonia prima di una partenza cui pi nessuno credeva. Campionato che inizia riarso. Dalle polemiche, i dubbi, nella cattiva coscienza. Era proprio necessario fare la gara e soprattutto, era indispensabile rimandarla cos a lungo mentre i cuori si inzuppavano insieme alla neve? Tina Maze non ama lamericana, ma nella felicit rimane

cosciente: I Mondiali sono un evento particolare e si sa che alla fine, anche in condizioni limite, la gara si fa. Pochi giorni per recuperare eventuali discese annullate. Certo, anchio potendo avrei scelto condizioni diverse e avrei evitato questa giornata infinita, s che stata dura, soprattutto mantenere la concentrazione. Laltra americana, la Mancuso, che quella che sarebbe rimasta ancora

una volta in ombra: stata di gran lunga la gara pi difficile della mia carriera. Le italiane sono solo rabbia. Daniela Merighetti: Non bisognava partire, non si stava in piedi. Ma nessuno pensa alla sicurezza delle atlete. Logore, a digiuno. Elena Curtoni: Neve marcia, si capito subito il rischio. Il Mondiale onora il rito, tutto il resto umanit.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Nebbia e pista al limite. Le azzurre: Non si doveva partire. Tibia rotta e legamenti ko
po sbilenco molto pi della diagnosi: rottura del crociato anteriore e collaterale mediale, frattura del piatto tibiale. Stagione finita, Olimpiadi a rischio, e anche la carriera? Loro alla slovena Tina Maze, acerrima rivale dellamericana e selvaggiamente al comando di questa era dello sci, il secondo posto della svizzera Lara Gut e il terzo dellaltra americana Julia Mancuso (podio senzaltro dautore) diventano vapore sbiadito nellorizzonte opaco di una giornata partita male e finita peggio, con un rinvio della partenza della gara di tre ore e mezza a intervalli di quindici minuti, uno strazio senza alcuna gentilezza con le ragazze lass tra nuvoloni grigi che mangiano ansia e umidit e neanche un panino. Perdono la testa in molte coi nervi cotti nellattesa, escono dal tracciato le migliori (Fenninger, Riesch) dopo il capitombolo dellamericana e prima ancora di un lisciapiste che interrompe il via allazzurra Elena Curtoni (poi 18esima). Nellaria appiccicata dallacqua e dal malumore, il fagotto della star portato via da un elicottero, quattro coppe del mondo assolute e tre ori mondiali in viaggio verso lospedale, in viaggio verso la fine. Ha voluto tornare in albergo Lindsey, decider lei dove farsi operare e quando. Ha 28 anni, la gloria e la rabbia per capire dove riparare. passata per altrettante brutte cadute, una depressione a lungo nascosta, un divorzio spinoso col marito allenatore Thomas Vonn che ieri ha dimenticato la loro guerra: Ho pianto oggi. La sua ex stella damore come le altre: smettono di brillare se le inzuppi nel

LItalia

Sorpresa Goggia, quarta a 20 anni Innerhofer difende loro in SuperG


DAL NOSTRO INVIATO
SCHLADMING Sofia la saggezza che non ti aspetti: stato il mio modo di ringraziare tutti. Quarta nel SuperG pi straziante che si ricordi, a soli cinque centesimi dal podio, Goggia ha 20 anni e nessun gran ricordo: convocata per questa gara nello sconcerto di molti dal dt delle donne Raimund Plancker (non aveva i requisiti per la qualificazione), la 20enne bergamasca finora aveva disputato solo quattro giganti in coppa del mondo. Poi ieri tra le grandi parte col numero 33 dopo che tutto era gi successo: la Vonn gi in ospedale, buio e neve molle in pista. Pensavo di fare una garaccia dopo tutte quelle ore in attesa, avrei preferito scendere nella Sofia Goggia nebbia che cos tardi, poi per sono scesa senza troppo pensare: sono felice e anche rammaricata, sono stata una polla a perdere nella parte finale. Credo sia stata una gara uguale per tutte su questa neve, se sono quarta solo perch ho sciato bene. Oggi il SuperG maschile, in condizioni meteorologiche che dovrebbero migliorare. Christof Innerhofer difende il titolo di Garmisch 2011, dopo che in questa stagione ha vinto le libere di Beaver Creek e soprattutto Wengen, oltre al terzo posto in SuperG a Kitzbuehel: Una stagione gi da incorniciare, ma non sono sazio: ho ancora fame di medaglie. Al via anche Marsaglia, Heel, Fill. Tutti contro il vichingo Svindal. (a.r.)
RIPRODUZIONE RISERVATA

In breve Operacion Puerto


no, ex Napoli e Parma: sospetti di riciclaggio di denaro e di legami con un narcotrafficante. MESSI Accordo con il Bara fino al 2018. Domani la firma. MARADONA Videomessaggio dellargentino: Non sono un evasore, voglio tornare a Napoli: mi appeller a Napolitano. NADAL Nadal torna in campo oggi in singolare a Via del Mar, (ore 22 Supertennis) sette mesi dopo linfortunio. ARMSTRONG Lamericano annuncia che non restituir i 12 mln di dollari in bonus ricevuti. NUOTO Si ritira la britannica Rebecca Adlington, oro a Pechino nei 400 e 800 sl.

Inchiesta antidoping sulla Real Sociedad


MADRID LAgenzia antidoping spagnola apre unindagine sulla Real Sociedad: secondo lex presidente Badiola il club avrebbe comprato prodotti dopanti dal dottor Fuentes. COPPA AFRICA Oggi le semifinali: Mali-Nigeria (15.30) e Burkina Faso-Ghana (19.15). Tv Eurosport. UNDER 21 Oggi lamichevole con la Germania (18.30, Rai2). RINCON Mandato darresto internazionale per il colombia-

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

PER SAPERNE DI PI http://www.schladming2013.at/ http://www.lindseyvonn.com/en/home/

59

Formula 1

Massa: Di questa Ferrari mi fido


Test a Jerez, 6 tempo: Ma Montezemolo pu stare tranquillo
DAL NOSTRO INVIATO STEFANO ZAINO JEREZ aleotto fu il telefono. Lanticipazione di un disastro annunciato. Storia di un anno fa, primo test della stagione. Massa sentenzi, questa macchina un disastro, e Montezemolo per poco non svenne. Dodici mesi dopo, circuito di Jerez, nuova Ferrari al debutto. Di nuovo il brasiliano a svezzarla, 64 giri, nessun problema daffidabilit, solo

BUTTON OMBRE E LUCI

64 giri per Felipe: Sono sollevato: Rossa di un altro pianeta rispetto allo scorso anno
qualche lieve intoppo, ma sesto tempo. Alle 17 cala il sipario e subito tutti a chiedere a Massa: cosa racconterai questa volta al presidente? Che rispetto alla precedente questa Ferrari di un altro pianeta. Quella faticava a stare in pista, si fermava, questa invece ha una base solida. C tanto da capire, presto per dire se sar una vettura vincente, ma le potenzialit esistono. Il feeling ottimo, nella guida mi sento a mio agio, credo si possa essere ottimisti. Una telefonata non allungher la vita, ma almeno fa vedere il bicchiere mezzo pieno. Perch se si volesse evidenziare la parte mancante, bisognerebbe dire che il primo giorno della rossa si chiude con un sesto tempo, ad un secondo e 6 decimi dallincredibile Button con la McLaren. A pensar male, lo stesso Massa del resto rimasto stupito per una simile prestazione, si dovrebbe gi tremare ascoltando linglese che afferma: Questa McLaren co-

La McLaren di Button ferma dopo la rottura della pompa della benzina: qualche ora dopo stabilir il miglior tempo; in alto, Massa struita su di me e non su Hamilton, concepita per il mio stile e me ne sono accorto subito. Il team punta su di me e non se ne pentir. E si dovrebbe provare pi di un brivido constatando che pure Webber con la Red Bull 8 decimi pi veloce e che anche Grosjean con la Lotus ha fatto meglio e che insomma, a parte la fragile Mercedes (due problemi elettrici in poche ore), che impedisce a Rosberg di compiere pi di 14 giri, tutti i grossi calibri sono

I SOCCORSI
Lindsey Vonn, sopra e a destra, mentre viene portata via dallelicottero di soccorso

REPUBBLICA.IT Nella sezione sport servizi e fotogallery sui Mondiali in corso a Schladming

davanti al brasiliano. Ma Massa invita a sorridere: La prima impressione positiva, mi scoccia solo non aver girato di pi, per via di qualche inconveniente dovuto alla temperatura interna della macchina. In molte cose per ho notato passi avanti, a cominciare dallusura delle gomme e dalla tenuta del posteriore. La base molto pi curata rispetto a un anno fa. Il tempo di Button notevole, quello di Webber non mi spaventa, alla mia portata. Montezemolo pu stare tranquillo. Il bilanciamento buono, un altro film, la differenza enorme. Lo sprint verso la prima gara pu cominciare. Sono sollevato. Non perderemo un mese per capirci qualcosa come nel 2012.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La Repubblica - 06/02/2013

Chi Terna Il Gruppo Terna un grande operatore di reti per la Trasmissione dellEnergia. Proprietario in Italia della rete di energia elettrica, attraverso Terna Rete Italia gestisce in sicurezza la Rete di Trasmissione Nazionale con oltre 63.500 km di linee in Alta Tensione ed ha la responsabilit di sviluppare la rete dellAlta Tensione per migliorare la sicurezza e lefficienza e ridurre il costo per imprese e cittadini. Terna anche responsabile, 365 giorni lanno, 24 ore su 24, della trasmissione e del dispacciamento dellenergia e quindi della gestione in sicurezza dellequilibrio tra la domanda e lofferta di energia elettrica nel paese. Quotata alla Borsa Italiana dal 2004, Terna provvede alla manutenzione e allo sviluppo della rete elettrica nel rispetto dellambiente, coniugando competenze e tecnologie per migliorare lefficienza. Terna una realt di eccellenza europea con 3.500 professionisti impegnati quotidianamente nella sicurezza del sistema elettrico nazionale. La societ responsabile della programmazione, sviluppo e manutenzione della Rete, coniugando competenze, tecnologie e innovazioni in linea con le best practices internazionali. Attraverso Terna Plus gestisce le nuove opportunit di business e le attivit non tradizionali, anche allestero. Perch serve realizzare lopera Al fine di garantire la piena affidabilit dellalimentazione in sicurezza dellIsola dElba, oltre alla previsione della realizzazione di un secondo collegamento a 132 kV dellIsola al Continente prevalentemente in cavo sottomarino, sono previsti interventi sulla linea elettrica 132 kV S.Giuseppe-Portoferraio. Benefici dellopera I benefici attesi correlati allentrata in servizio delle opere previste nellintervento Elettrodotto 132 kV Elba Continente sono di seguito elencati: riduzione oneri di mercato; riduzione delle perdite di energia per il servizio di trasporto sulla rete con un pi efficiente sfruttamento del sistema elettrico; incremento affidabilit e gestione in sicurezza della rete. Il risparmio per il sistema elettrico stato stimato in oltre 10 Mln (benefici annui attualizzati). Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito www.terna.it.
AVVISO AL PUBBLICO VARIANTE IN FASE DI REALIZZAZIONE CON RILIEVO LOCALIZZATIVO (Legge 99/2009) e PROROGA TERMINI PUBBLICA UTILITA (DPR 327\2001 smi) in Comune di Portoferraio relativi alla ricostruzione della linea elettrica 132 kV S.GIUSEPPE-PORTOFERRAIO nel Comune di Portoferraio (LI) Ai fini della Partecipazione al procedimento amministrativo della Legge 07.08.90 n.241 smi, del D.P.R. 08.06.2001 n.327 smi, della L.R. 1/2005 e smi e dellart. 4-quaterdecies (Legge 99/2009). La Societ Terna Rete Italia Spa (CF 11799181000) Area Operativa Trasmissione di Firenze con sede in Firenze Lungarno Cristoforo Colombo, 54 in nome e per conto di Terna Spa (CF 05779661007) con sede in Roma Viale Egidio Galbani, 70, AVVISA CHE ai sensi della normativa di settore vigente art. 4-quaterdecies (Legge 99/2009) dellarticolo 1-sexies del decreto legge 239/2003 convertito, con modificazioni, dalla Legge 27ottobre 2003 n.29 e smi stata depositata, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, il Ministero dellAmbiente e della Tutela del Territorio e del Mare e il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per le infrastrutture gli affari generali ed il personale - D.G.per lo sviluppo del territorio la programmazione ed i progetti internazionali, istanza e relativa documentazione progettuale per lottenimento dellapprovazione di una variante in fase di realizzazione con rilievo localizzativo relativa allelettrodotto 132 kV S.GIUSEPPE-PORTOFERRAIO, autorizzato con decreto n. 239/EL75/76/2008 emesso dal Ministero dello Sviluppo Economico in data 02 dicembre 2008, recante dichiarazione di pubblica utilit con termini scadenti in data 02 dicembre 2013; CHE la suddetta variante, interessante esclusivamente il Comune di Portoferraio, costituita dalla realizzazione di una campata aerea tra lesistente sostegno porta terminali n.1 e il nuovo sostegno da costruire n.40 - in sostituzione dellesistente pari numero e la non realizzazione della rimanente parte del progetto cos come autorizzato, dal sostegno n. 1 alla esistente cabina Primaria di Portoferraio; CHE conseguentemente la definitiva configurazione impiantistica della linea elettrica 132 kV S.Giuseppe-Portoferraio n.048 sar costituita dal gi costruito tratto in cavi interrati dalla Cabina Primaria S.Giuseppe al sostegno porta terminali n.1, dalla futura campata tra i sostegni nn.1 40 (da realizzarsi mediante la costruzione del solo nuovo sostegno n. 40) e dallesistente elettrodotto dal nuovo sostegno n. 40 alla esistente Cabina Primaria di Portoferraio. CHE il presente Avviso assolve anche ai fini della variante urbanistica di cui alla Legge Regione Toscana n. 1 del 03.01.2005 e smi CHE si procede con laffissione del presente AVVISO allAlbo Pretorio del Comune di Portoferraio nonch alla pubblicazione dello stesso avviso su quotidiano, e sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana; CHE le opere saranno realizzate secondo le modalit tecniche e le norme vigenti in materia, come meglio indicato nel progetto depositato (come in appresso specificato); CHE lintervento in progetto consentir di adeguare il progetto autorizzato dellelettrodotto a 132 kV alle richieste del Consiglio Comunale di Portoferraio di cui alla Deliberazione del Consiglio Comunale di Portoferraio n. 124 del 30.11.11; CHE gli intestatari immobiliari interessati dalla presente variante sono distinti in catasto dai seguenti numeri di foglio e particella del Comune di Portoferraio: Per le opere autorizzate che non saranno realizzate (dal sostegno 1 alla Cabina Primaria di Portoferrario): Messina Delia (Portoferraio il 31/08/1936), Messina Paolo (Portoferraio il 22/10/1939), Foglio 12 Particelle 899,325; Cecchetti Giuliana (Pisa il 28/07/1950), Vaghetti Alaberto (Cascina il 10/08/1948), Foglio 12 particella 935; Marina di S. Giovanni - s.c.r.l. (sede in Portoferraio), Foglio 12 particella 115; Mazzarri Carla (Portoferraio il 12/10/1939), Mazzarri Maria Grazia (Portoferraio il 04/12/1935), Foglio 12 Particelle 78,79,172; Comune di Portoferraio (sede in Portoferraio), Foglio 12 Particelle 46, 796, 51, 50, 30, 53 e Foglio 27 Particella 461; Elbaterme s.r.l.(sede in Portoferraio), Foglio 12 Particelle 34, 1001, 23, 808, 41; Terme San Giovanni s.r.l. (sede in Portoferraio), Foglio 12 Particelle 21, 807, e Foglio 11 particella 65; Somigli Ernesto (Portoferraio il 08/11/1917), Foglio 11 Particelle 60, 63, 64, 61; Orti-Mar s.r.l. (sede in Portoferraio), Foglio 11 Particelle 52, 53, 57; Caprilli Giancarlo (Portoferraio il 19/06/1941), Foglio 12 particella 896; ENEL Produzione S.p.A. (sede in Roma), Foglio 10 Particella 186; Villa Molini Societ forestale semplice di Crivelli Mario & C. (sede in Pesaro), Foglio 17 Particelle 136, 138, 49, 46 e Foglio 18 Particelle 29, 28; Giulianetti Ida (Di Giuseppe), Foglio 18 Particella 65; Grassi Rina(Rio nellElba il 07/02/1927), Grassi Antonella (Portoferraio il 29/07/1962), Grassi Andrea (Pistoia il 02/10/1959), Grassi Adriano (Portoferraio il 03/12/1964), Foglio 18 Particella 27; Benvenuto Fiorino (Treviso il 09/03/1920), Foglio 18 Particelle 60, 25, 59, 76, 73; Vercellotti Letizia (Cedegolo il 17/09/1955), Foglio 18 Particella 89; Rampini Michele (Roma il 23/05/1949), Foglio 18 Particelle 61, 10, e Foglio 29 Particella 133; Pisani Aldo (Portoferraio il 11/07/1946), Pisani Idilio (Portoferraio il 10/04/1951), Foglio 18 Particella 107 (ex35); Rustici Enrica (Milano il 12/07/1955), Scuratti Giorgio (Paderno Dugnano il 20/05/1953), Foglio 18 Particella 79; Scuratti Giorgio (Paderno Dugnano il 20/05/1953), Scuratti Rita (Paderno Dugnano il 15/02/1951), Scuratti Rosangela (Paderno Dugnano il 07/08/1944), Triulzi Giuseppina (Paderno Ponchielli il 14/05/1916), Foglio 18 Particella 78; Matteini Stefania (Firenze il 30/06/1956), Foglio 18 Particella 77; Esaom Cesa s.p.a. (sede in Parma), Gentili Monica (Portoferraio il 03/03/1958), Foglio 18 Particella 69, 70; Cempini Maria Grazia (Terricciola il 05/11/1935), Rossi Ines (Chianni il 31/12/1955), Rossi Marzia (Pisa il 01/09/1959), Foglio 18 Particella 49; Ederle Francesco (Verona il 05/09/1954), Foglio 18 Particelle 50, 51; Renkel Florentine Katharina (Germania il 29/04/1968), Foglio 18 Particella 62, e Foglio 30 Particella 98; Barbanera Gianfranco (Cetona il 18/11/1937), Foglio 18 Particella 44; Diversi Gianfranca (Portoferraio il 16/05/1938), Foglio 30 Particella 133; Squarci Liana (Porto Azzurro il 19/04/1938), Foglio 30 Particelle 99, 120, 131, 132, e Foglio 29 Particella 132; Buttarelli Azzurra (Roma il 09/11/1975), Buttarelli Mattia (Roma il 24/05/1979), Buttarelli Paolo (Trieste il 12/09/1936), Marullo Maria Antonietta (Germania il 29/12/1946), Foglio 30 Particella 102; Boldrini Mario (Milano il 29/03/1958), Foglio 30 Particelle 51, 92, 94; Buttarelli Paolo (Trieste il 12/09/1936), Marullo Maria Antonietta (Germania il 29/12/1946), Foglio 30 Particella 87; Olivari Franco (Portoferraio il 04/08/1946), Olivari Ornella (Portoferraio il 09/10/1948), Foglio 30 Particella 93; Giannoni Armindo (Portoferraio il 15/02/1952), Foglio 29 Particella 124, e Foglio 30 Particella 60, 95; Corsi Enzo (Chiavari il 02/06/1943), Foglio 29 Particella 136, e Foglio 30 Particella 64, 67; Giannoni Ivo (Portoferraio il 16/03/1921), Foglio 30 Particella 143; Giannoni Sauro (Portoferraio il 09/03/1952), Foglio 30 Particella 55; Giannoni Debora (Portoferraio il 21/02/1977), Provenzali Silvana (Portoferraio il 25/05/1942), Foglio 30 Particella 53; Parrocchia di Santo Stefano Protomartire (sede in Portoferraio), Foglio 29 Particella 126; Gelli Luciano (Portoferraio il 05/04/1946), Gelli Medri Arianna (Portoferraio il 06/02/1972), Olivari Maria (Portoferraio il 18/07/1944), Foglio 29 Particella 127; Azienda Agricola La Chiusa di Bertozzi Giuliana & C. s.n.c. (sede in Portoferraio), Foglio 29 Particella 128; Diversi Pietro (Portoferraio il 02/10/1943), Foglio 29 Particelle 129, 153; Bonelli Lucia (Portoferraio il 18/09/1971), Olivari Luciano (Portoferraio il 16/03/1939), Foglio 29 Particella 172; Acquabona Golf s.r.l. (sede in Milano), Foglio 28 Particella 37, e Foglio 29 Particelle 120, 35, 34, 33, 197; Berra Annachiara (Verbania il 22/12/1965), Berra Donatella (Luino il 31/10/1955), Berra Elisabetta (Laveno-Mombello il 27/04/1957), Berra Maria Sabina (Verbania il 26/03/1964), Berra Michela Domenica (Verbania il 25/08/1958), Morrica Anna (Napoli il 06/03/1928), Foglio 29 Particelle 184, 190; Damiani Marcello (Portoferraio il 09/02/1943), Foglio 29 Particelle 37, 159; Mellini Mariangela (Portoferraio il 02/07/1950), Foglio 29 Particelle 38, 40, 180; Galletti Fabrizio (Portoferraio il 23/12/1936), Foglio 29 Particella 42; Damiani Gabriella (Portoferraio il 09/06/1953), Foglio 29 Particelle 156, 158; Agliati Aldo (Tavernerio il 07/09/1929), Amigoni Franco (Como il 18/12/1944), Griffini Emilia (Milano il 14/07/1956), Griffini Enrico (Milano il 26/12/1959), Melli Martini Lucia (Marcaria il 05/11/1940), Moavero Milanesi Ernesto (Milano il 20/08/1956), Monti Milvia (Forli` il 14/02/1934), Moretti Giovanni (Omegna il 29/01/1930), Moretti Guia (Milano il 28/06/1964), Palma Camilla (Como il 16/12/1977), Palma Giulio (Como il 09/05/1973), Palma Matteo (Como il 09/04/1970), Pellicano` Gerolamo (Milano il 14/09/1949), Polillo Federico (Milano il 26/04/1952), Risio Mauro (Cigliano il 07/02/1955), Cooperativa Buraccio s.r.l. (sede in Portoferraio); Staffico Monica Cristiana Maria (Milano il 07/11/1966), Tieghi Franco (Milano il 28/09/1930), Foglio 28 Particella 147; Immobiliare Capo d`Arco s.p.a. (sede in Milano), Foglio 28 Particelle 273, 345, 346, 371, 500(ex 175), 503(ex 172,29), e Foglio 32 Particelle 34,1004(ex 33, 363, 659, 660), 850, 856, 859; Bianchi Carla Maria (Milano il 20/08/1940), Bianchi Marco Giovanni (Gavirate il 08/05/1944), Bianchi Matteo (Milano il 15/06/1970), Dassi Rosanna (Milano il 20/04/1930), Foglio 27 Particelle 514, 209, 101, 452, 110, e Foglio 32 Particelle 29, 658; Provenzali Marisa (Portoferraio il 20/01/1964), Foglio 27 Particelle 212, 213; Raffaelli Dina (Portoferraio il 01/08/1932), Foglio 27 Particella 230; Magnani Mauro (Piombino il 02/11/1957), Raffaelli Sandra (Portoferraio il 17/02/1962), Foglio 27 Particella 229; Raffaelli Giulio (Portoferraio il 29/08/1928), Miliani Marisa (Portoferraio il 10/11/1926), Miliani Lelis (Portoferraio il 14/08/1924), Foglio 27 Particella 353; Raffaelli Silvie (Erede Raffaelli Arturo), Foglio 27 Particella 206; Vanoni Olga, Lungonelli Lamberto (Portoferraio il 07/04/1951), Raffaelli Silvie, Raffaelli Franco (Portoferraio il 21/07/1967), Toti Valeria (Roma il 27/06/1930), Miliani Lelis (Portoferraio il 14/08/1924), Miliani Marisa (Portoferraio il 10/11/1926), Raffaelli Giulio (Portoferraio il 29/08/1928), Gelao Anna (Portoferraio il 29/08/1928), Foglio 27 Particella 349; Grassi Miranda (Portoferraio il 12/08/1930), Foglio 27 Particella 201; Tondi Elba (Portoferraio il 22/08/1953), Bolano Alessandra (Portoferraio il 01/10/2000), Brogi Giovanni (Portoferraio il 01/08/1958), Maffei Paolo (Portoferraio il 29/06/1938), Cherchi Maria (Portoferraio il 01/01/1930), Cintoi Giovanna (Portoferraio il 18/11/1956), Cintoi Fiorella, Cintoi Claudio, Giannesi Sorrida (Portoferraio il 13/02/1922), Giannini Daniela (Pisogne il 07/03/1960), Giannini Roberto (Portoferraio il 01/03/1954), Foglio 27 Particella 161; Maffei Paolo (Portoferraio il 29/06/1938), Foglio 27 Particella 162; Dalpiaz Fabrizio (Portoferraio il 14/01/1981), Foglio 27 Particelle 159, 160; Tondi Elba (Portoferraio il 22/08/1953), Foglio 27 Particella 158; Nicchi Benito (Portoferraio il 17/04/1936), Nicchi Gabriella (Portoferraio il 05/06/1950), Nicchi Maria (Portoferraio il 01/01/1944), Foglio 27 Particelle 155, 156; Sate s.r.l. Societ Agricola Turistica Elbana (sede in Cecina), Foglio 27 Particelle 136, 138; Carco Lina (Gattinara il 25/12/1938), Cremona Giovanna (Lenta` il 09/01/1926), Motta Adriana (Gattinara il 20/01/1957), Motta Antonella (Novara il 16/07/1964), Motta Elisetta (Lozzolo il 20/08/1952), Motta Ermanno (Gattinara il 24/06/1960), Motta Ernestino (Lozzolo il 18/03/1943), Motta Graziano (Lozzolo il 20/07/1959), Motta Maurizia (Lozzolo il 03/02/1964), Motta Piero (Novara il 10/07/1968), Motta Silvano (Lozzolo il 19/04/1956), Foglio 27 Particella 242; Calleo David Patrick (Stati Uniti dAmerica il 19/07/1934), Foglio 27 Particella 47; De Micheli Vitturi Vittorio (Jugoslavia nato il 24/10/1941), Foglio 27 Particelle 338, 35, 34, 30, 31; Fontana Pierino (Cuneo il 03/09/1931), Foglio 27 Particella 365; Cortesi Angelo (Bagnone il 25/06/1944), Foglio 27 Particella 36; Steffens Ralph (Svizzera il 26/08/1970), Foglio 27 Particelle 8, 9, 295; Boldri Loreta (Portoferraio il 15/12/1947), Foglio 13 Particelle 168, 625 (ex610); Eupani Giovanni (Thiene il 21/05/1968), Foglio 13 Particelle 264, 167; Ceccarelli Marisa (Portoferraio il 04/02/1933), Giannini Enrico (Portoferraio il 03/11/1954), Puccini Adriano (Portoferraio il 16/07/1984), Puccini Daniele (Portoferraio il 29/06/1988), Foglio 13 Particella 162; Boldri Angiolo (Portoferraio il 31/10/1955), Boldri Loredana (Portoferraio il 24/10/1949), Boldri Loreta (Portoferraio il 15/12/1947), Cecchini Renato (Portoferraio il 29/07/1945), Gasparri Giancarlo (Portoferraio il 16/01/1936), Piras Mara (Portoferraio il 23/09/1956), Foglio 13 Particella 163; Boldri Angiolo (Portoferraio il 31/10/1955), Boldri Loredana (Portoferraio il 24/10/1949), Foglio 26 Particella 137, e Foglio 13 Particelle 155, 154, 164; Stevani Donatella (Portoferraio il 27/03/1956), Foglio 26 Particella 127; Cioni Enrico (Portoferraio il 19/09/1950), Foglio 26 Particella 92; Cintoi Laura (Portoferraio il 17/11/1936), Foglio 26 Particella 391; Tani Angela (Piombino il 29/01/1952), Tani Sauro (Portoferraio il 22/02/1932), Foglio 26 Particella 88, 89; Delle Fave Cesare (Portoferraio il 27/07/1946), Giannoni Antonella (Rio Marina il 03/09/1957), Foglio 26 Particelle 87,617; Conca Rosa Maria (Portoferraio il 07/05/1950), Rossi Francesca (Modena il 09/04/1972), Foglio 26 Particella 80; Poli Maurizio (Portoferraio il 26/12/1944), Poli Monica (Portoferraio il 20/01/1976), Poli Stelia (Portoferraio il 20/12/1919), Foglio 12 Particelle 119,205; Crociani Lidia, Betti Enzo, Vannucci Ilia (Portoferraio il 30/05/1920), Vannucci Ivana (Portoferraio il 17/02/1937), Vannucci Ivano (Portoferraio il 02/01/1941), Vannucci Lina (Portoferraio il 23/02/1924), Vannucci Luciana, Vannucci Luciana, Vannucci Davide, Vannucci Marzia ,Vannucci Miranda (Portoferraio il 31/08/1938), Vannucci Claudio, Vannucci Romano, Fidanzi Nicola, Fidanzi Roberta, Foglio 12 Particella 200; Arrighi Mauro (Portoferraio il 31/12/1959), Foglio 12 Particella 204; Buca Uno s.r.l. (sede in Milano), Foglio 32 Particella 854; Provenzali Alessandro (Portoferraio il 13/07/1972), Foglio 32 Particella 906; Mascia Giuliana (Livorno il 22/12/1966), Mascia Luciano (Bari Sardo il 24/11/1964), Foglio 26 Particella 757; Fratti Cristina (Portoferraio il 14/09/1965), Fratti Rita (Portoferraio il 14/04/1951), Foglio 27 Particella 467; Adriani Margherita (Portoferraio il 17/10/1939), Foglio 29 Particella 152; Olivari Giorgia (Portoferraio il 06/05/1924), Foglio 29 Particella 130. Per le nuove opere (campata sostegni 1-40): Agostini Andrea (Roma il 13/12/1962), Agostini Emilio (Pisa il 03/04/1954), Agostini Umberto (Roma il 16/03/1957), Foglio 17 Particelle 71, 145. Tutto ci premesso, ai fini dell Avvio del procedimento amministrativo COMUNICA CHE Loggetto del procedimento promosso lapprovazione delle opere denominate: Elettrodotto 132 kV S.GIUSEPPE - PORTOFERRAIO VARIANTE IN FASE DI REALIZZAZIONE CON RILIEVO LOCALIZZATIVO e PROROGA TERMINI DI PUBBLICA UTILITADEL DECRETO MiSE N. n. 239/EL-75/76/2008 in Comune di Portoferraio LAmministrazione competente a rilasciare lautorizzazione il Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per lEnergia - Direzione Generale per lEnergia Nucleare, le Energie Rinnovabili e lEfficienza Energetica Divisione III Reti Elettriche Via Molise 2,- 00187 Roma di concerto con il Ministero dellAmbiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale Difesa del Suolo Via C. Colombo, 44 00147 Roma e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per le infrastrutture gli affari generali ed il personale Direzione Generale per lo sviluppo del territorio la programmazione ed i progetti internazionali, Via Nomentana, 2 00161 Roma. Il Responsabile del Procedimento lIng. Gianfelice Poligioni, Dirigente della suddetta Divisione III Reti Elettriche Conclusione del Procedimento il procedimento avviato si concluder entro i termini di legge Gli Uffici presso cui si pu prendere visione del progetto delle opere sono: - Ministero dello Sviluppo Economico - Dipartimento per lEnergia - Direzione Generale per lEnergia Nucleare, le Energie Rinnovabili e lEfficienza Energetica - Via Molise 2, 00187 Roma - Ministero dellAmbiente e della Tutela del Territorio e del Mare - Direzione Generale per la Tutela del Territorio e delle Risorse Idriche - Via Cristoforo Colombo, 44 00147 Roma - Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Dipartimento per le infrastrutture gli affari generali ed il personale Direzione Generale per lo sviluppo del territorio la programmazione ed i progetti internazionali, Via Nomentana, 2 00161 Roma - Comune di Portoferraio Palazzo della Biscotteria Via G. Garibaldi, 17- 57037 Portoferraio (LI) - Terna Rete Italia Spa Area Operativa Trasmissione di Firenze Lungarno Cristoforo Colombo 54 50136 Firenze. Si comunica che nel termine di 30 (giorni) giorni dalla pubblicazione del presente avviso, chiunque ne abbia interesse pu prendere visione della documentazione depositata nonch presentare osservazioni scritte ai suddetti citati soggetti. Coloro i quali, pur risultando dai registri catastali proprietari dei fondi interessati, non lo siano pi, sono tenuti, a norma dellart.3 comma 3 del citato D.P.R. 327/2001, a darne comunicazione al suddetto Responsabile del Procedimento indicando altres, ove ne siano a conoscenza, il nominativo del nuovo proprietario o fornendo copia degli atti utili a ricostruire le vicende dellimmobile. Terna Rete Italia Spa AOT/Firenze Il Responsabile (E. Gambardella) Terna Rete Italia S.p.A Viale Egidio Galbani, 70 - 00156 Roma - Italia Reg. Imprese di Roma, C.F. e P.I. 11799181000 - REA 1328587 Capitale Sociale 120.000,00 Euro i.v. Socio Unico Direzione e Coordinamento di Terna SpA

la Repubblica

MERCOLED 6 FEBBRAIO 2013

METEO

PER SAPERNE DI PI meteo.repubblica.it

63