Sei sulla pagina 1di 36

Fisica per Biologia (O-Z)

Lezione/Esercitazione Marted Gioved Venerd


10:30 11.30 11:30 13.30 10:30 12.30

Tutorato (Aula 100) Venerdi` 8:30 - 10.30 Ricevimento Marted 14:00 16.00

Testo:

Serway
EdiSES
8

Principi di Fisica
Eserciziario

45

Programma:
Unit di misura Vettori 8 Meccanica 8 Termodinamica 8 Elettrostatica (cap. 1) (cap. 2-8,15) (cap. 16-18) (cap. 19-21)

Presentazione essenziale di concetti e metodi usati nella descrizione della natura intorno a noi

Pre-requisiti:
Testo: Davidson

conoscenza e manualit nellanalisi matematica (App. B)

Metodi Matematici per un corso introduttivo di fisica Edises 9

Materiale presentato a lezione:


http://lxmi.mi.infn.it/~sleoni

Testi alternativi
1. Giancoli
Fisica CEA

2. J.S.Walker

Fondamenti di Fisica Zanchelli

3. D. Halliday, R. Resnick, J. Walker


Fondamenti di Fisica CEA

La Matematica in Fisica
FISICA:
tentativo dellessere umano di descrivere in maniera quantitativa la natura ed il mondo che abbiamo attorno

La descrizione viene fatta per mezzo di relazioni tra oggetti utilizzando le strutture logiche date dalla matematica ATTENZIONE la fisica NON coincide con la matematica ogni variabile o oggetto che entra in gioco in una equazione della fisica una entit reale che possibile osservare e misurare Matematica
F = Kx x variabile indipendente K costante F variabile dipendente

Fisica
F = Kx x allungamento della molla K costante elastica della molla F Forza esercitata dalla molla

La fisica parte dalla realt e per mezzo del formalismo matematico descrive e/o prevede dei fenomeni reali
forza esercitata dalla molla direttamente proporzionale ad allungamento coefficiente di proporzionalit K si dice costante elastica

Indagine fisica
Osservazione del fenomeno [in natura o in laboratorio]
8 Analisi e Misura 8 delle sue caratteristiche

8 delle circostanze che lo producono 8 dei fattori che lo influenzano

Il fenomeno deve essere ripetibile


8 posso fare e rifare la misura (aumentando la precisione)

8posso variare le condizioni ed i parametri iniziali

Ricerca di leggi matematiche [modelli/teorie]


capaci di interpretare il maggior numero di fatti sperimentali col minor numero di ipotesi possibili
modello/teoria devono avere un certo potere predittivo, devono essere cio in grado di prevedere come si comporter la natura in una certa situazione sulla base dei dati sperimentali ottenuti in un altra situazione

Verifica sperimentale
qualsiasi risultato ottenuto DEVE essere verificabile sperimentalmente

Requisiti delle Informazioni fisiche


Comunicabilit dellinformazione
Unit di Misura - Sistema Internazionale (S.I.)

Attendibilit dellinformazione
Cifre significative

Coerenza dellinformazione
Calcolo Dimensionale

Completezza dellinformazione
Grandezze Scalari e Vettoriali Calcolo vettoriale

Peso = 57.3 kg

Velocit ??

Unit di Misura Sistema Internazionale [S.I. o M.K.S.]


Lunghezza ........................................ Metro
Massa (peso) ..................................... Chilogrammo Tempo ............................................... Secondo Temperatura .. Kelvin Corrente elettrica .. Ampere m kg s K A

Tutte le altre grandezze (grandezze derivate) si misurano per mezzo di queste Unit, derivano cio dalla combinazione di queste grandezze fondamentali
Velocit

Accelerazione Volume Forza (Newton)

a a a a

m/s m/s2 m3 kg m / s2

Attenzione:
possibile sommare e sottrarre SOLO ed ESCLUSIVAMENTE quantit dello stesso tipo

Il valore di una grandezza fisica talvolta un numero molto grande o molto piccolo Introduco multipli o sottomultipli delle unit di misura secondo potenze di dieci

Prefissi del Sistema Internazionale


8 1018 Exa8 1015 Peta8 1012 Tera8 109 8 106 8 103 8 102 8 101 8 10-1 8 10-2 8 10-3 8 10-6 810-9 GigaMegaKiloEttoE P T G M k h - Gigabyte 109 bytes - Megabyte 106 bytes

Deca- D DeciCentiMilliMicroNanod c m n p - nanosecondo 10-9 s - picosecondo 10-12 s - millimetro 10-3 m - decimetro - 10-1 m

810-12 Pico810-18 Atto-

810-15 Femto- f a

esempio: velocit luce nel vuoto c = 299 792 458 m/s = 2.9 108 m/s 3 1010 cm/s 3 105 km/s

Lunghezza
Per misurare una lunghezza necessario un metro campione: 1799: metro la 10-7 parte della distanza tra il Polo Nord e lEquatore 1960: metro campione una sbarra di Platino Iridio a Parigi Ma .. Parigi lontana dai laboratori del mondo Ma .. la sbarra di Parigi non proprio 1/107 la distanza Polo Nord Equatore ( sbagliata dello 0.023% )

Nuova definizione:
1983: 1 m = 1 650 763.73 volte la lunghezza donda della luce rosso-arancione emessa dal 86Kr 1983: 1 m = distanza percorsa dalla luce nel vuoto in un intervallo di tempo pari a 1/299792458 di secondo

Limiti sperimentali:
8 Direttamente possibile misurare lunghezze fino a 10 nm 8 In fisica entrano in gioco circa 40 ordini di grandezza 10-15 m Dimensione di un nucleo (Idrogeno/Protone) 1.4 1026 m Distanza tra la Terra e la Quasar pi lontana

Massa
Per misurare una massa necessario una massa

campione:

Il Campione di massa un cilindro di platino iridio depositato a Parigi Ma .. Parigi lontana dai laboratori del mondo
Bisogna fare delle copie la precisione ~ 10-8

kg... troppo poco

Nuova definizione:.... Non c ancora !


In fisica atomica/nucleare/particelle si usa unit di massa atomica u 1 u = 1/12 del peso di un atomo di 12C La Relazione u - kg non per nota con estrema precisione

1 u = 1.6605402 10-27 kg (troppo imprecisa)


8in fisica entrano in gioco circa 83 ordini di grandezza: melettrone 9 10-31 Kg muniverso 1053 Kg 8la massa ha una definizione dinamica (massa inerziale) ed una definizione gravitazionale (massa gravitazionale)

F = min a

min massa inerziale

m1m2 m ,m massa gravitazionale 1 2 F =G 2 r r


La teoria della relativit generale ha come ipotesi di partenza che la massa inerziale e quella gravitazionali siano esattamente la stessa cosa

Tempo
Ci che si misura non il tempo ma piuttosto un intervallo di tempo Per misurare un tempo necessario un orologio, cio un oggetto che conta qualcosa, p.e. le oscillazioni di un fenomeno periodico 8 pendolo
8 rotazione 8 un ( lerrore circa di un secondo per anno )

della terra

(lerrore circa di 1 ms ogni giorno) (lerrore circa di 1 s ogni 10 anni)

quarzo

Nuova definizione:
orologio atomico Cs (errore circa 1 s ogni 300000 anni) 1 secondo = 9 192 631 770 oscillazioni della radiazione emessa dal cesio Maser a idrogeno (errore 1 s ogni 30 106 anni)

Limiti sperimentali:
Direttamente possibile misurare intervalli di tempo fino a 10 ps In fisica entrano in gioco circa 60 ordini di grandezza 10-23 - 1027 s Fenomeni nucleari 5 1017 s Vita delluniverso

variazioni della lunghezza del giorno


[sulla base della rotazione terrestre]

scarto giornaliero [rispetto alla media]

3 ms

Densit
massa per unit di volume

m def V

In fisica entrano in gioco circa 40 ordini di grandezza

massa atomica = (N+Z) u = A u


A Al = 27 (m atomica)Al = 27 u A Pb = 207 (m atomica) Pb = 207 u Al = 2.7 103 kg/m3 Pb =11.3 103 kg/m3

mPb/ mAl=7.67
discrepanza dovuta a distanze fra atomi e a struttura cristallina

Pb/ Al =4.19

mole = quantit di sostanza che contiene


numero di atomi/molecole pari al numero di Avogadro NA = 6.022 1023

il Numero di Avogadro definito tale che 1 mole 12C abbia massa pari a 12 g

mole = quantit di sostanza che contiene numero di atomi/molecole pari al numero di Avogadro NA = 6.022 1023

il Numero di Avogadro definito tale che 1 mole 12C abbia massa pari a 12 g
Calcolo del numero di moli di una sostanza di massa Mcamp:

n=

M camp M

Mcamp = peso sostanza M = peso di una mole [peso molare] m = peso di una molecola

M = m NA

Il peso M di una mole di una sostanza si ricava dalla tabella periodica degli elementi

MH = 1.00794 g MH2 = 2 1.00794 g MBe = 9.0122 g MC12 = 12 g def

Tavola periodica degli elementi


[Tavola di Mendeleev]

elementi con simili propriet chimico-fisiche appaiono nella stessa colonna

Analisi Dimensionale
dimensione a denota la natura fisica di una grandezza; ad ogni grandezza associo una unit di misura

8le dimensioni possono essere trattate come grandezze algebriche:


posso sommare e sottrarre solo grandezze con le stesse dimensioni

esempio: i metri si possono sommare solo ai metri


non posso sommare m con km o con s !

8 ogni equazione deve essere dimensionalmente corretta:


ciascun membro di unequazione deve avere le stesse dimensioni Lunghezza a [L] a m Massa a [M] a Kg Tempo a [T] a s

esempio:
legge oraria Dimensioni unit di misura

x = a t2 [L]= [L/T2][T 2]
m = m/s2 s2 = m

Attenzione
Numero Puro = Numero senza dimensione gli argomenti di esponenziali, seni, coseni, logaritmi .. sono sempre numeri puri !

esempio:
Dato un tronco di cono di raggi r1 ed r2, ed altezza h, quali delle seguenti espressioni

i) (r1+r2)[h2+(r1-r2)2]1/2 ii) 2 (r1+r2) iii) h(r12+r22+r1r2)


misura a) la circonferenza delle facce piane di base b) il volume c) larea delle superficie curva ?

r1 h r2

Soluzione:
a) b) c) la circonferenza ha dimensione L; il volume ha dimensioni L3 ; l area ha dimensioni L2.

Dato che: Espressione i) ha dimensioni L(L2)1/2= L2 i) deve essere unarea Espressione ii) ha dimensioni L ii) deve essere una linea Espressione iii) ha dimensioni L(L2) = L3 iii) deve essere un volume

Conversione delle unit di misura


Le unit di misura si trattano come grandezze algebriche

esempio 1
Se un serbatoio di automobile contiene inizialmente 8.01 litri di benzina e viene introdotta benzina alla rapidit di 28.00 litri/minuto, quanta benzina contiene il serbatoio dopo 96 secondi ?

Benzina finale

= Benzina iniziale + Benzina aggiunta


litri litri secondi 28.00 (96 secondi ) = 2688 minuto minuto litri litri secondi = 2688 secondi = 44 .8 secondi 60 secondi

Benzina aggiunta =

Benzina finale = 8.01 litri + 44.8 litri = 52.81 litri

esempio 2
antartide
2000 km 3000 m

quanti centimetri cubi di ghiaccio contiene lantartide? r = 2000 km = 2 103 103 m = 2 106 m h = 3000 m = 3 103 m

Volume =

1 r2 h 2 1 ( 2 10 6 ) 2 3 10 3 m 3 = 2

1 . 9 10 16 m 3 = 1 . 9 10 16 = 1 . 9 10 22 cm 3

) (10

cm

Misura
espressione quantitativa del rapporto fra una grandezza ed unaltra ad essa omogenea scelta come unit
A priori non si conosce il valore di ci che si misura, al pi, si avr una idea dell ordine di grandezza. necessario fornire un errore, una stima cio della possibile differenza tra il valore della misura e quello reale (che non conosciamo).

Caratteristiche di una misura: 1. espressione quantitativa; 2. necessita di una grandezza di riferimento;


[metro, kg, secondo, Newton ]

3.

necessita di una stima

dellerrore

Il risultato di una misura non consiste solo nel valore fornito dallo strumento, ma anche di un errore e di una unit di misura [la mancanza di uno di questi termini rende gli altri inutili]

una misura DEVE dare una informazione COMPLETA una misura DEVE essere ripetibile massa = 0.23 0.001 10-5 Kg massa = 0.230 10-5 Kg [informazione completa] [informazione non completa]

esempio:
voglio calcolare il peso di una fetta di torta uso una normale pesa di cucina, precisa al grammo: 310 g di farina 5 uova (1 uova pesa 75 grammi) 150 g di zucchero 15 grammi di lievito
310 + 375 + 150 + 15 = 850 g

Se il peso della torta 850 g e la divido in 6 fette ogni fetta peser (uso la calcolatrice)

850 : 6 = 141.6666667 g
In altre parole secondo questo calcolo dovrei conoscere il peso della fetta di torta al milionesimo di grammo !!!!!

Ce qualcosa che non va !


[ovviamente la calcolatrice funziona perfettamente!] Siamo noi che abbiamo sbagliato a scrivere le cifre significative del peso della fetta di torta

Precisione e Cifre Significative


Un numero (una misura) una informazione ! E necessario conoscere la precisione e laccuratezza dellinformazione.
La precisione di una misura contenuta nel numero di cifre significative fornite o, se presente, nellerrore di misura.

Una manipolazione numerica non pu n aumentare n diminuire la precisione di una informazione ! Il numero di cifre significative si calcola contando le cifre, a partire dalla prima cifra non nulla, da sinistra verso destra.

esempio:
187.3 10.0000 10.0101 1 1234.584 0.00001 4 cifre significative 6 cifre significative 6 cifre significative 1 cifra significativa 7 cifre significative 1 cifra significativa

Attenzione: non confondere il n. di cifre significative con il


n. di cifre decimali!!!

Una manipolazione numerica non pu n aumentare n diminuire la precisione di una informazione ! moltiplicando o dividendo due numeri il risultato non pu avere pi cifre significative del fattore meno preciso addizioni e sottrazioni: lultima cifra significativa del risultato occupa la stessa posizione decimale relativa allultima cifra significativa degli addendi
[ nella somma non importante il numero delle cifre significative ma la posizione decimale di queste]

esempi:
esempio torta 850 : 6 = 142 g altri esempi 123.450 *12.3 = 1.52 *103 123.450 *12.30 = 1.518 *103 187.3 + 1234.584 = 1421.9
187.3 + 1234.584 = 1421.884 1421.9

Vettori e Scalari
In Fisica esistono 2 tipi di grandezze:

Scalari:

solo valore numerico (modulo) [massa, temperatura ]

Vettoriali: valore numerico (modulo) e


direzione orientata (direzione e verso) [spostamento, forza, velocit, ]

a modulo in che direzione a direzione con che verso a verso

veloce quanto

La grandezza vettoriale si rappresenta graficamente con una freccia: lunghezza freccia = modulo grandezza vettoriale direzione freccia = direzione grandezza vettoriale orientamento freccia = verso

r K
ne zio e dir

Verso
lo du mo

punto di applicazione

Rappresentazione numerica
In 2 Dimensioni:
Y

r K
X

r K

Coordinate cartesiane
K = (Kx,Ky)

Rappresentazione polare
K = (|K|, )

KX = |K| cos () KY = |K| sen ()

|K| = (Kx2+Ky2)1/2 = Atan (Ky/Kx)

2 Modulo = K = k X + kY2

Analogo ragionamento in 3 Dimensioni:


r K = ( K X , KY , K Z )

r K = ( K R , K , K )

Versori
[vettori unitari]
lunghezza unitaria (modulo = 1) privo di dimensioni (e di unit di misura) indica una direzione

In coordinate cartesiane:

j r k

r i r direzione asse

x> 0 direzione asse y> 0 direzione asse z> 0

Permettono la descrizione dei vettori:

r r r a = axi + a y j

r r r b = bx i + by j
vettore risultante

r r r r r R = a + b = (a x + bx )i + (a y + by ) j

Operazioni con i vettori


posso sommare/sottrarre/moltiplicare le grandezze vettoriali (rappresentate da vettori) un vettore un elemento di un campo vettoriale: le operazioni tra i vettori sono quelle definite dalla matematica per i campi vettoriali.

somma
Vettore + Vettore a Vettore

prodotto
1) Prodotto

semplice
a Vettore a Scalare a Vettore a Matrice

Scalare * Vettore 2) Prodotto scalare Vettore Vettore

3) Prodotto vettoriale Vettore Vettore

4) Prodotto tensoriale Vettore Vettore

Somma di vettori
metodo grafico:
[regola del parallelogramma]

a
+

b =

b=

a a b

s s

b
s=a+b

s=a+b

r r r A = Ax i + Ay j
Y

Ay
Ax

r A
X

attenzione agli angoli !!! metodo algebrico:


La somma di vettori pu essere fatta componente per componente (se in rappresentazione cartesiana)

r r r r r R = a + b = (a x + bx )i + (a y + by ) j

esempio:
A( 3,2) + B(2,-3) = C (3+2, 2-3) = C( 5,-1)

Somma di pi vettori
r r r r r R = A+ B +C + D = ?
vettore risultante R: completa poligono formato da vettori che si sommano

R disegnato da coda primo vettore a punta ultimo vettore Sottrazione di vettori


r r r r A B = A + ( B)

Propriet somma di vettori


commutativa: A+B = B+A associativa: A+(B+C) = (A+B)+C opposto: B+(-B) = 0

esercizi somma di vettori

Prodotto semplice
V (a,b) oppure V(|v|,)

ha come risultato un vettore

In coordinate cartesiane o polari:


V = V (a, b) = V(|V|,)

= numero reale

Prodotto scalare

ha come risultato uno scalare

c = ab =ab cos
geometricamente il prodotto tra modulo del primo vettore e proiezione del secondo lungo la direzione del primo

N.B. ab = 0 tra due vettori ortogonali (=900) ab = ab tra due vettori paralleli concordi (=00) ab = -ab tra due vettori paralleli discordi (=1800)

propriet commutativa A B = B A propriet distributiva A (B+C) = A B + A C versori coordinati


r r r r r r i i = j j = k k =1 r r r r r r i j = i k = j k = 0
y x

r r r r a = axi + a y j + az k r r r r b = bx i + by j + bz k

z r r a b = a x bx + a y by + a z bz r r a a = ax ax + a y a y + az az = a 2

esercizi prodotto scalare

Prodotto vettoriale
C=AxB=AB

ha come risultato un vettore

Modulo Direzione Verso

a a a

|C| = |AB sen | ortogonale al piano individuato da A e B regola mano destra

con le dita della mano destra si fa girare il vettore A verso il vettore B il pollice indica la direzione del vettore C

AxB=-BxA

N.B. |A x B| = AB tra due vettori ortogonali (=900) |A x B| = 0 tra due vettori paralleli (=00,1800) |A x A| = 0 versori coordinati
r r r r r r i i = j j = k k = 0 r r r r r i j = j i = k r r r r r k i = i k = j

prodotto vettoriale in 3 dimensioni:


Z

r r r r a = axi + a y j + az k r r r r b = bx i + by j + bz k

c
Y

a
b

r r r r r r r r a b = (a x i + a y j + a z k ) (bx i + by j + bz k ) r r r r r r = a x i bx i + a x i by j + a x i bz k + ... propriet distributiva r r r = (a y bz by a z )i + (a z bx bz a x ) j + (a x by bx a y )k


posso sfruttare la regola del determinante:

r i r c = a b = b a = a x bx

r j ay by

r k az bz

propriet del prodotto vettoriale:

r r r r r r r r r a (br c ) = b (c r ) = c r a b ) a ( r r r r r r a (b c ) = (a c )b (a b )c

ciclo i termini

Sistemi di coordinate
[collocazione di un punto nello spazio] origine O = punto di riferimento fisso insieme di assi o direzioni specifiche istruzioni su come rappresentare un punto rispetto
ad origine e assi

1 Dimensione:
Coordinata

-X
O

Coordinata +X

Oggetto

Oggetto

Origine
delle Coordinate (posizione dellosservatore)

2 Dimensioni:
Coordinate Cartesiane Ascissa X Ordinata Y

Coordinate Polari

Distanza Radiale r Angolo r

y
O

---> (X,Y)

---> (r, )

possibile trasformare le coordinate cartesiane in polari e viceversa

x = r cos( ) y = r sin( )

r = x2 + y2 tg = y x

esempio:
Un piccolo aereoplano decolla da un aereoporto in una giornata nuvolosa e viene avvistato pi tardi a distanza d = 215 km, in una direzione che forma un angolo di 220 verso est rispetto al nord. A che distanze verso nord e verso est si trova laereo quando viene avvistato?

Per trovare le componenti di d considero langolo = 900-220 =680 da cui si ottiene:


d x = d cos = (215 km) cos 680 = 81 km d y = d sin = (215 km) sin 680 = 199 km

Laereo quindi localizzato 199 km verso nord e 81 km verso est, rispetto allaereoporto.

sono passato da coordinate polari a coordinate cartesiane

3 Dimensioni:
Coordinate Cartesiane z y x
P(x,y,z)

Coordinate Sferiche

x = r sin ( ) cos( ) z = r cos( ) y = r sin ( )sin ( )

P(r,,)

Coordinate Cilindriche

x = r cos( ) y = r sin ( ) z= z

P(r,,z)