Sei sulla pagina 1di 16

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE GENNAIO - N 23

European Radioamateurs Association

Anno 2013 - Numero 23 eramagazine@era.eu

Comitato nazionale Italia E.R.A.-Referenza Supporto Attivit Operative e referenza ERAMAGAZINE

sao@era.eu

ERAMAGAZINE un notiziario telematico inviato ai soci dellAssociazione e a coloro che hanno manifestato interesse nei suoi confronti. Viene distribuito gratuitamente agli interessati in forza delle garanzie contenute nell' Art. 21 della Costituzione. Non in libera vendita, un periodico ed il contenuto costituisce espressione di opinioni e idee finalizzate al mondo della radio e del volontariato di protezione civile. E pertanto da considerarsi "prodotto aziendale" e come tale il contenuto equiparato all informazione aziendale ad uso interno per il quale il comma 2 Art.1 L. 62/01 esclude gli adempimenti di cui alla L. 47/48 per la stampa periodica. ERAMAGAZINE non accetta pubblicit diretta ad uso commerciale. Luogo di redazione Monopoli BA, ma non meglio definibile essendo un prodotto telematico limitato a INTERNET; La data di realizzazione e distribuzione variabile e non a scadenza fissa.

Iz7PFU Massimiliano
ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese GENNAIO - N 23 Pagina 2

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE GENNAIO - N 23


European Radioamateurs Association

Anno 2013 - Numero 23 eramagazine@era.eu

2013 Anno Internazionale della Cooperazione dell'Acqua


H2O
Giovanni LORUSSO Ik0ELN
Presentazione Apriamo il nuovo anno astronomico con le celebrazioni proclamate dall'ONU e dall'UNESCO per l'anno 2013, ricordando ad ognuno di noi quanto prezioso questo bene comune che scorre liquido sul nostro pianeta: l'Acqua. Principale costituente di ogni forma di vita e dell'ecosistema terrestre; ma anche uno degli elementi costitutivi dell'Universo, l'Acqua formata da Idrogeno ed Ossigeno, in quanto due atomi di idrogeno H sono legati all'atomo di ossigeno O, generando un composto chimico di formula molecolare con simbolo H2O. Ma, la domanda che si pone : quali altri corpi celesti ospitano l'Acqua?

Prima di iniziare il nostro viaggio nello spazio alla ricerca dell'Acqua importante capire il meccanismo che ha permesso la presenza dell'Acqua sulla Terra. E, qui, le teorie formulate dagli scienziati sono diverse. Infatti, ce chi sostiene la teoria evolutiva della Panispermia, ovvero l'impatto casuale sulla Terra di un'enorme cometa, avvenuto circa 4,7 miliardi di anni fa e che ha fecondato il nostro pianeta; altri invece sostengono la teoria creativa Progetto Divino cos come riportato nel capitolo della Creazione del Vecchio Testamento. Resta di fatto che, grazie alla posizione in cui si trova il nostro pianeta nella Fascia di Abitabilit del nostro Sistema Solare, ed alle sue condizioni orbitali, l'Acqua scorre liquida, mantenendo stabile la vita sul pianeta Terra. La dinamica terrestre caratterizzata da tre parametri importanti: 1 il movimento di rotazione della Terra sul proprio asse, autore dell'avvicendarsi del giorno e della notte e, quindi, di una omogenea distribuzione dell'irraggiamento solare su tutto il pianeta; 2 l'obbliguit dell'asse terrestre, causa dell'avvicendamento delle stagioni nei due emisferi terrestri (emisfero boreale e emisfero australe); 3 l'eccentricit dell'orbita intorno al Sole, cio: il Perielio (punto di minima distanza dal Sole) e l'Afelio (punto di massima distanza dal Sole), causati dal movimento di rivoluzione della Terra intorno al Sole in 365 giorni. Per cui, grazie a questi tre parametri fondamentali, questa sostanza liquida, costituita da un gas incolore ed insapore, formata da due elementi chimici: l'Idrogeno e l'Ossigeno rappresenta una ricca risorsa del nostro pianeta. Purtroppo questa fonte di vita comincia ad esaurirsi a causa dello spreco e degli sconvolgimenti climatici provocati dall'uomo. Pertanto, l'ONU e l'UNESCO, allo scopo di sensibilizzare gli abitanti della Terra ad una razionale ed equa distribuzione di questo bene comune, hanno proclamato il 2013 Anno Internazionale della Cooperazione dell'Acqua, nella speranza di evitare catastrofi causate da siccit e da desertificazioni. Comunque, va detto che l'Universo ricco di acqua e che anche alcuni corpi celesti del nostro Sistema Solare, contengono acqua; forse liquida. E' stato accertato infatti, che al Polo Sud Lunare, nel cratere di Aitken, vi una immensa quantit di acqua perennemente ghiacciata, perch i raggi solari non riescono a raggiungere quella latitutidine e la temperatura costantemente di -175. A scoprire questo enorme giacimento di ghiaccio fu la sonda Lunar Prospector che il 7 Gennaio 1998 invi alla NASA i primi dati sulla presenza di H2O sulla superficie lunare. Successivamente, il 18 Giugno 2009, fu la volta della sonda Lunar Reconnaissance Orbiter ha sorvolare il Polo Sud della Luna, confermando la presenza di particelle Continua
ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese GENNAIO - N 23 Pagina 3

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE GENNAIO - N 23


European Radioamateurs Association

Anno 2013 - Numero 23 eramagazine@era.eu

2013 Anno Internazionale della Cooperazione dell'Acqua


H2O
Giovanni LORUSSO Ik0ELN

di vapore acqueo rilevati nel fondo dei crateri. Infine, il 9 Ottobre 2009, la missione Lunar Crater Observation and Sensing Satellite, spar un razzo della classe Centauro nel cratere Cabeus (sempre al Polo Sud lunare) che procur un buco profondo circa 30 metri, con l'emissione (Ejecta) di materiale lunare: rocce, sedimenti lunari e ghiaccio d'acqua. Dunque, la presenza di acqua sulla Luna era definitivamente confermata nei crateri del Polo Sud del nostro satellite. Parlando poi di Marte, recente la notizia della conferma di ghiaccio d'acqua ai Poli marziani. Va detto che questo pianeta, nella sua dinamica molto simile alla Terra (l'asse marziano inclinato di 25 e 19'; il movimento di rotazione sul proprio asse di 24h e 39'; il movimento di rivoluzione intorno al Sole in 687 giorni) pertanto, in un passato non tanto lontano, era un pianeta ricco di oceani, laghi e fiumi; ma che, a causa di un mancato anello evolutivo della sua atmosfera, l'acqua evaporata e si retratta nel sottosuolo, lasciando a secco il bacino dei mari, il bacino dei laghi ed il letto dei fiumi. Spingendoci pi in la, tra le lune di Giove (Europa, Io, Callisto e Ganimede, scoperte da G. Galilei il 7 Gennaio 1610) la sonda Vojager, lanciata il 5 Settembre 1977, invi le suggestive immagini di Europa, che raffiguravano la superficie completamente pianeggiante, priva di crateri da impatto e corrugamenti montuosi; dove si presume un enorme oceano privo di terre emerse con forme di vita nei fondali. Dunque, una enorme palla di acqua ghiacciata, con probabile esistenza di vita al di sotto del ghiaccio, che soltanto perferondone la superficie spessa circa 30 Km e con l'uso di geofoni si potr stabilirne la presenza (missione Juno). Parliamo adesso di Saturno e delle sue lune, in quanto, anche qui, stata trovata presenza di acqua. Quando la missione Cassini-Huygens, lanciata il 15 Ottobre 1977, raggiunse Saturno, dopo aver visitato il pianeta ed i suoi anelli (gli anelli di Saturno sono formati da polvere protostellare e piccoli oggetti di varie grandezze che orbitano all'equatore del pianeta, ma inclinati a causa dell'inclinazione dell'asse di rotazione di Saturno) visit anche il sistema delle sue lune; tra cui Titano e Encelado. Il 25 Dicembre 2004, la sonda sganci il lander Huygens che si pos su Titano, rivelando mari, laghi e fiumi ricchi di Metano CH4 ed Etano C2H6; quindi un sistema meteorologico con precipitazioni non di acqua, ma di Metano ed Etano. Mentre la sonda Cassini prosegu la sua orbita per visitare un'altra luna di Saturno: Encelado. Scoperto il 28 Agosto 1789 dall'astronomo William Herschel, Encelado apparve alla sonda ...continua
ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese GENNAIO - N 23 Pagina 4

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE GENNAIO - N 23


European Radioamateurs Association

Anno 2013 - Numero 23 eramagazine@era.eu

2013 Anno Internazionale della Cooperazione dell'Acqua


H2O
Giovanni LORUSSO Ik0ELN

Cassini con una superficie ricca di acqua e con l'emissione di acqua calda e vapore (Geyser) al Polo Sud. Gli enormi pennacchi che fuoriescono dal suolo e le calde sorgenti di acqua di Encelado denotano un situazione geologicamente attiva e una enorme quantit di acqua presente nel sottosuolo. La conferma della presenza di maser d'acqua sul sistema planetario di Saturno avvenuta il 5 Febbraio 2009 dai ricercatori del radiotelescopio Croce del Nord di Medicina, dopo ore di osservazione in banda radio. Siamo giunti ai confini del nostri Sistema Solare, oltre la Fascia di Kuiper, dove staziona la Nube di Oort, distante dal Sole circa 100.mila Unit Astronomiche (l'Unit Astronomica, U.A., l'unit di misura campione di circa 150.milioni di Km. pari alla distanza Terra-Sole). Una enorme nube composta di ghiaccio d'acqua e polvere stellare. E' qui che nascono le Comete, planetoidi composti di ghiaccio e polvere di stelle, catturate dalle enormi forze mareali del Sole, che viaggiano per milioni di Km verso il campo magnetico solare. Spettacolare oggetto celeste da osservare anche a occhio nudo, ogni anno la Cometa fa da corredo all'albero di natale e alla grotta della nativit del presepe, rappresentata con un nucleo a forma di stella e con una coda di rondine. Ed in effetti, a causa della sublimazione del ghiaccio dovuto al calore del Sole ed al rilascio della polvere protostellare che compone il nucleo cometario, si formano due code: una di acqua ed una di polvere. A conclusione, poich come gi accennato in precedenza, l'Acqua presente in tutto l'Universo; e, quindi, anche su altri pianeti (Exoplanets) di altre Galassie, con tutta probabilit potrebbe scorrere zampillante su altri mondi, generando altre forme di vita.

Ma prima di salutarci, certo di fare cosa gradita, vi segnalo le date del passaggio ravvicinato di due Comete, visibili anche ad occhio nudo, che allieteranno le serate del 2013: la Cometa C 2011 L4 PANSTARRS che si render visibile il 10 Marzo 2013 con una luminosit pari ad una stella di prima grandezza; ed il 28 Novembre 2013 la Cometa C 2012 S1 ISON. L'Acqua, Fonte Battesimale per i credenti. Cieli Sereni Ik0eln Giovanni Lorusso

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese GENNAIO - N 23

Pagina 5

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE GENNAIO - N 23


European Radioamateurs Association

Anno 2013 - Numero 23 eramagazine@era.eu

I l

2 0 1 3 ?

S i

a p r e

c o n

N u o v e

s t r u tt u r e

presidente@@era.eu

In casa E.R.A. il 2013 allinsegna della crescita :


In Gennaio si sono costituite: La sezione di Ostia (RM) ostia@era.eu presidente Antonio Sorrenti. La delegazione di Taranto (TA) delegazionetaranto@era.eu Delegazione appartenente alla Sez. Provinciale di Taranto referente Iw7EQQ Luca Clary

********************* Con piacere comunico che oggi stata costituita una nuova sezione E.R.A. e cio la Sezione E.R.A. Citt di Ostia. Ringraziamo tutti i nuovi consoci per la fiducia accordataci e diamo loro il benvenuto. Particolare ringraziamento merita il neo Presidente Antonio Sorrenti poich con tanto impegno e con tanta caparbiet ha voluto fortemente la creazione di questa nuova realt associativa. 73 de it9lnd Marcello Vella Presidente E.R.A. Tel. 0916479143 3333670190 3342159529 3454677111 Visitate i nostri siti www.era.eu http://italy.era.eu Inoltre si costituisce anche: La Delegazione E.R.A. Taranto Citt

Si porta a conoscenza della comunit radiantistica che oggi stata costituita la Delegazione E.R.A. "Taranto Citt". Al suo Referente, IW7EEQ Luca Clary, ed agli altri consoci della predetta Delegazione auguriamo buon lavoro e auspichiamo il raggiungimento ti tanti obiettivi. 73 de it9lnd Marcello Vella Presidente E.R.A. tel 0916479143 3333670190 3342159529

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese GENNAIO - N 23

Pagina 6

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE GENNAIO - N 23


European Radioamateurs Association

Anno 2013 - Numero 23 eramagazine@era.eu

I l

d e f i b r i l l a t o r e

a l

p r o v i n c i a l e

R o m a

provincialeroma@era.eu

La Morte Improvvisa Cardiaca rimane uno dei problemi difficili da curare. Solo in Italia circa 60.000 persone sono colpite da arresto cardiaco risultando la causa principale di morte. Essendo imprevedibile molte persone muoiono prima di arrivare in ospedale o di essere soccorse da un'equipe sanitaria. L'unico mezzo per far ripartire il cuore l'utilizzo del salvavita per eccellenza, il defibrillatore semiautomatico, utilizzato da personale qualificato. A seguito del decreto 18 marzo del 2011 del Ministero della Salute "Determinazione dei criteri e delle modalita' di diffusione dei defibrillatori automatici esterni di cui all'articolo 2, comma 46, della legge n. 191/2009" pubblicato sulla gazzetta n 129 del 6 giugno 2011, alcuni soci, dopo aver conseguito l'abilitazione all'utilizzo del defibrillatore, hanno richiesto la possibilit di munire la Sezione di tale strumento.. Inoltrata la richiesta alla Provincia di Roma, ci stato fornito un apparato semiautomatico da utilizzare in caso di emergenze cardiache.

Il coordinatore Iz0hah Fratta Gianluca

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese GENNAIO - N 23

Pagina 7

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE GENNAIO - N 23


European Radioamateurs Association

Anno 2013 - Numero 23 eramagazine@era.eu

sao@era.eu

Caro socio E.R.A. non perdere le nostre informazioni iscriviti alla newsletter soci@era.eu Aiutaci a tenerti informato Clicca QUI.

Iscritto E.R.A. vuoi una e-mail personalizzata? es. it9lnd@era.eu Clicca qui.

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese GENNAIO - N 23

Pagina 8

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE GENNAIO - N 23


European Radioamateurs Association

Anno 2013 - Numero 23 eramagazine@era.eu

G r a z i e d a . . . C Q B B I | C Q B A N D E B A S S E I TA L I A 2 0 1 3
eramagazine@era.eu

Cari consoci , lorganizzazione di CQBBI ringrazia attraverso il S.A.O. tutta la grande famiglia E.R.A. per la partecipazione in massa al contest, continuiamo cos. Per noi motivo di orgoglio ricevere e pubblicare questa e-Mail.
Il nostro Coordinatore Massimo Maldarizzi durante lesercitazione dell RNRE Biella 2012

Il 14/01/2013 18:10, Alessandro Graziani ha scritto: Ciao Massimiliano,

durante il CQBBI abbiamo notato una buona presenza di stazioni ERA in aria. La cosa non meraviglia, visto che dal primo anno che partecipate in tanti alla manifestazione. Appena riesci per favore saluta e ringrazia tutti da parte nostra. Il divertimento non dovrebbe essere mancato, c'era un bel po' di gente in aria. Grazie, alla prossima. Alessandro, IZ5MOQ

Iz7PFU Massimiliano

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese GENNAIO - N 23

Pagina 9

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE GENNAIO - N 23


European Radioamateurs Association

Anno 2013 - Numero 23 eramagazine@era.eu

I l

c o o r d i n a m e n t o
coordinamento.rnre@era.eu

e r a - r n r e

Dal 04/07/2009 lE.R.A. European Radioamateurs Association ha deciso di fondare insieme ad altre Associazioni Nazionali, il R.N.R.E. Raggruppamento Nazionale Radiocomunicazioni in Emergenza. Il R.N.R.E. il Coordinamento Nazionale delle Associazioni di Volontariato di Protezione Civile aderenti e legate da un unico sodalizio, iscritto nellElenco delle Organizzazioni di Volontariato del Dipartimento della Protezione Civile, con autorizzazione alluso dellemblema con prot. DPC/VRE/14968 del 25-02-2010 e fa parte della Consulta Nazionale delle Organizzazioni di Volontariato della Protezione Civile. Lo scopo del R.N.R.E. Raggruppamento Nazionale Radiocomunicazioni in Emergenza quello di: 1. Organizzare, coordinare ed indirizzare in sinergia le Associazioni ed i Gruppi che ne fanno e ne faranno parte,in modo da fornire il migliore supporto possibile agli interventi di Protezione Civile in ambito nazionale ed internazionale; 2. Attuare tale coordinamento al fine di gestire le TLC di emergenza, secondo le indicazioni del Dipartimento Nazionale di Protezione Civile; Il nostro Coordinatore ERA-RNRE 3. Fornire supporto organizzativo, operativo e logistico agli Enti It9DDI Massimo Maldarizzi durante ed alle Associazioni non aderenti che attraverso il Dipartilesercitazione dell RNRE Biella 2012 mento Nazionale lo richiedono. Tutto questo, ha dato vita ad una vera e propria riorganizzazione del settore di Protezione Civile allinterno della nostra Associazione che, come richiesto dal R.N.R.E, ha costituito un Coordinamento Nazionale E.R.A. per il R.N.R.E. per la gestione dellattivit operativa in materia di Protezione Civile e Radiocomunicazioni in Emergenza svolti in E.R.A.. Le attivit di Protezione Civile delle componenti E.R.A. sono inviate per il tramite del Coordinamento Nazionale, al R.N.R.E, il quale funge da punto di collegamento diretto con il Dipartimento Nazionale di Protez i o n e C i v i l e L E.R.A. European Radioamateurs Association con il Coordinamento Nazionale E.R.A. per il R.N.R.E. ha finalmente un vero e proprio comparto interno che si occupa di tutte quelle attivit di Protezione Civile, disponibile alle richieste ricevute da p a r t e R . N . R . E . e d e l l e A u t o r i t c o m p e t e n t i . Il Coordinamento Nazionale E.R.A. per il R.N.R.E. lunico, ed il solo delegato a coordinare le attivit di Protezione Civile e di contorno. Attualmente al lavoro insieme ad un Team Tecnico per la realizzazione del Progetto Pegaso gi presentato ufficialmente al VII Meeting Europeo E.R.A. ed al I Raduno Nazionale R.N.R.E. e che mira a costituire una vera e propria struttura di Sale Operative/Radio e di coordinamento tra le stesse, che verranno impiegate da E.R.A. per fronteggiare tutte le situazioni emergenziali richieste su attivazione del R.N.R.E.. Le sezioni E.R.A. o i singoli soci che, vorranno dare la propria disponibilit alle attivit di Protezione Civile, dovranno tramite i propri Presidenti di Sezione e fornire, la propria disponibilit, i Presidenti dovranno comunicare ladesione, mediante la compilazione e linvio della scheda ricognitiva (gi inviata alle sezioni con prot.n.CNER0110), al Coordinamento Nazionale E.R.A. per il R.N.R.E. che inserir la Sezione ed i soci segnalanti, tra quelle disponibili per E.R.A. NAZIONALE in caso di attivazioni ricevute da R.N.R.E. Per informazioni potete scrivere a: Maldarizzi Massimo coordinatore.rnre@era.eu Carmelo Milazzo vicecoordinatore.rnre@era.eu

Il Coordinatore Nazionale ERA per l'RNRE: IT9DDI Massimo Giuseppe Maldarizzi del provincialetaranto@era.eu Il Vice coordinatore Nazionale ERA per l'RNRE: IK7XBH Carmelo Milazzo del provincialebrindisi@era.eu
ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese GENNAIO - N 23 Pagina 10

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE GENNAIO - N 23


European Radioamateurs Association

Anno 2013 - Numero 23 eramagazine@era.eu

sao@@era.eu

Anche per il 2013 l ERA ha la convenzione con RADIOKIT Elettronica Cari consoci E.R.A. seguir comunicato su come attivare/rinnovare labbonamento.

Caro socio E.R.A. Aiutaci a tenerti informato iscriviti alla newsletter soci@era.eu Per iscriverti clicca QUI

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese GENNAIO - N 23

Pagina 11

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE GENNAIO - N 23


European Radioamateurs Association

Anno 2013 - Numero 23 eramagazine@era.eu

C o m e

l a

E . R . A .

a n c h e
Oz7eeq Luca

L a

I A R U

c r e s c e

L Unione Internazionale dei Radioamatori supera il traguardo dei 160 paesi membri con le ultime adesioni di Azerbaijan e San Vincent & Grenadines. La FRSA, associazione nazionale dell'Azeirbaijan ha sedel a Baku, la capitale nata a fine 2001 ed annovera 50 membri. LA SVGARC l'associazione di San Vincent & Grenadines composta da 21 radioamatori su 134 autorizzati sulle isole ed nata nel 1951.
Oz7eeq Luca

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese GENNAIO - N 23

Pagina 12

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE GENNAIO - N 23


European Radioamateurs Association

Anno 2013 - Numero 23 eramagazine@era.eu

I n f o r m a z i o n i

d a l l E R A
spain@@era.eu

S P A G N A

Ringraziamo il caro Eusebio che ci ha inviato larticolo , Eusebio si esprime all80% in Italiano , Caro Eusebio, devo ammettere che sei molto chiaro. Quindi non correggo il testo. Visto che noi all E.R.A. siamo semplici e genuini ringraziamo il caro Eusebio e divulghiamo il testo con simpatia talis et qualis. sao@era.eu ************* Ciao eramagazine Volevamo informare il giornale delle attivazioni e progetti in corso di ERA Spagna In primo luogo dell'associazione Web cambiamento http://eraspain.eu 3 anni fa ha lanciato il comunicaicones pusimo Echolink ERASPAIN * camera * che disponibile a tutti e radioafionados congeniale per protezioni civili europee che vogliono utilizzare questo supportoAppartenenza OU si impegna a tenere corsi e seminari per protezioni civilies e organizzare incontri come Gandia ne previsto 23 Aprile 2013 l'officina di emergenza Multi dove ocntarmeos con professionisti nel campo della http://assersafor.es inforacion emergenza

In questi giorni siamo pronti camere con alta redimineto TeamSpeak 3 un programma in cui si sta aprendo le correspondete camere privandas solicitid protezione per i civili in Italia, Grecia e Spagna Argentina

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese GENNAIO - N 23

Pagina 13

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE GENNAIO - N 23


European Radioamateurs Association

Anno 2013 - Numero 23 eramagazine@era.eu

I n f o r m a z i o n i

d a l l E R A
spain@@era.eu

S P A G N A

i dati da questa stanza completamente gratuito e si pu mettere nella lingua di ogni paese Server 94.23.10.154 PC utente indicativo e regione password ricoveri e eraspain@redlk2.es WEB descarga http://www.teamspeak.com/?page=teamspeak3

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese GENNAIO - N 23

Pagina 14

ERAMAGAZINE - ANNO 2013 - MESE GENNAIO - N 23


European Radioamateurs Association

Anno 2013 - Numero 23 eramagazine@era.eu

I n f o r m a z i o n i

d a l l E R A
spain@@era.eu

S P A G N A

Un saluto ai colleghi che fanno la rivista che ogni giorno sono superati pi sulle informazioni Eusebio Flores de la Rosa Presidente E.R.A Spagna

Un grande abbraccio Che soddisfazione! Grazie Eusebio , unabbraccio a tutta lERA Spagna Iz7PFU Massimiliano

ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese GENNAIO - N 23

Pagina 15

E.R.A. MAGAZINE DIAMO VOCE ALLA NOSTRA VOCE (IT9LND Marcello VELLA Presidente Europeo

Invia i tuoi articoli e/o le tue foto per la pubblicazione a eramagazine@era.eu Gli articoli dovranno pervenire in redazione in formato word; writer, o semplicemente in notepad, non impaginare articoli ,creeresti solo una perdita di tempo per la redazione con la conseguente non lavorazione e la non pubblicazione del tuo articolo. Invia le immagini separate dal testo ; invia immagini leggere; in questo modo non avrai problemi con la posta elettronica, e renderai il lavoro della redazione pi fluido. Il materiale prima di essere pubblicato sar vagliato e valutato per la messa in rete. Il materiale inviato alla redazione non sar restituito. LA REDAZIONE DI ERAMAGAZINE

Per informazioni sullAssociazione Europea E.R.A. Per sapere come aprire una sezione E.R.A. in Italia. Contatta i seguenti indirizzi: presidente@era.eu segreteria@era.eu

Socio E.R.A. , per aprire la tua e-mail personale @era.eu contatta sao@era.eu Socio E.R.A. , per farti inserire nella newsletter soci@era.eu contatta sao@era.eu

Per inviare i tuoi articoli scrivi a: eramagazine@era.eu Sito di E.R.A. MAGAZINE : http://www.eramagazine.altervista.org/ Sito Nazionale E.R.A. :http://italy.era.eu/
ERAMAGAZINE - Anno 2013 - Mese GENNAIO - N 23 Pagina 16

Interessi correlati