Sei sulla pagina 1di 45

Universit degli Studi di Siena

Facolt di Economia

Richard Goodwin

Ragioneria Generale ed Applicata


Corso 00-49 Lezione 10
Prof.ssa Anna Paris
paris@unisi.it

La conversione in valore economico delle risorse finanziarie disponibili

Acquisti di beni e servizi


La diffusione nell'ambiente del valore creato

Vendita di beni e di servizi


2

Condizioni base di rilevazione contabile degli acquisti di beni e servizi

Fase di diritto o di liquidazione dellacquisto Fase di fatto o di pagamento


3

Condizioni base di rilevazione contabile degli acquisti di beni e servizi

Fase di diritto: momento del ricevimento della fattura di acquisto. Viene registrato il costo di acquisto ed il relativo debito verso il fornitore Fase di fatto: momento della cessione di denaro o dei suoi sostituti. Viene registrata luscita e la riduzione o lannullamento del debito verso il fornitore
4

Condizioni base di rilevazione contabile degli acquisti di beni e servizi


Fase di diritto ----------------- ----------------Consulenze a Debiti vs/fornitori tecniche Fase di fatto ----------------- ------------------Debiti vs/forn. a Banca X c/c

FASE DI DIRITTO Ricevimento fattura = sostenimento del costo


Costo posticipato: lutilizzazione del fattore produttivo precedente al ricevimento della fattura. Si riferisce a servizi Costo anticipato: lutilizzazione del fattore produttivo successiva al ricevimento della fattura. Si riferisce a beni e servizi
6

UTILIZZAZIONE DEL FATTORE PRODUTTIVO = COSTO DI COMPETENZA


Costo posticipato: costo di competenza. Lutilizzazione del fattore produttivo si verificata Costo anticipato: diviene Lutilizzazione del fattore produttivo successiva.
7

Costo anticipato: diviene - costo di competenza se il servizio o il bene a fecondit semplice utilizzato entro la fine dell'esercizio (es. utilizzo delle materie prime, della copertura assicurativa) - costo pluriennale se il bene a fecondit ripetuta sar utilizzato in pi esercizi. - costo anticipato semplice se il bene a fecondit semplice non utilizzato entro la fine dell'esercizio (es. materie prime acquistate e non utilizzate)
8

Condizioni base di rilevazione contabile delle vendite di beni e servizi

Fase di diritto o liquidazione della vendita Fase di fatto o di riscossione


9

Condizioni base di rilevazione contabile delle vendite di beni e servizi


Fase di diritto: momento dellemissione della fattura di vendita. Viene registrato il ricavo di vendita ed il relativo credito verso il cliente. Fase di fatto: momento dellincasso del denaro o dei suoi sostituti. Viene registrata lentrata e la riduzione od allannullamento del credito verso il cliente. 10

Condizioni base di rilevazione contabile delle vendite di beni e servizi


Fase di diritto ------------------- --------------Crediti vs/ a Ricavi dalle vendite clienti Fase di fatto ------------------- ---------------Banca X c/c a Crediti vs/ clienti

11

FASE DI DIRITTO Emissione fattura = conseguimento del ricavo


Ricavo posticipato: lutilizzazione del fattore produttivo da parte del cliente precedente allemissione della fattura. Si riferisce a servizi. Ricavo anticipato: lutilizzazione del fattore produttivo da parte del cliente successiva allemissione della fattura. Si riferisce a servizi.

12

UTILIZZAZIONE DEL FATTORE PRODUTTIVO (servizio reso a terzi) = RICAVO DI COMPETENZA


Ricavo posticipato: ricavo di competenza. Lutilizzazione del fattore produttivo da parte del cliente si verificata. Il servizio stato reso. Ricavo anticipato: diviene ricavo di competenza se il servizio utilizzato entro la fine dellesercizio. Il servizio reso entro il 31.12.
13

PER LA VENDITA DEL BENE (MERCI, PRODOTTI FINITI e SEMILAVORATI) EMISSIONE FATTURA = CONSEGUIMENTO RICAVO = RICAVO DI COMPETENZA = UTILIZZAZIONE DEL FATTORE PRODUTTIVO DA PARTE DEL TERZO 14

Conto economico
Costi di competenza
Merci c/rim. Iniz. Merci c/acquisti Salari Manutenzioni ... ------ ------ Merci c/vendite Fitti attivi ----- 15

Ricavi di competenza

Tot. Costi Utile di eserc. Tot. Costi + Utile

Tot. Ricavi

Universit degli Studi di Siena


Facolt di Economia

Richard Goodwin

Ragioneria Generale ed Applicata


Corso 00-49 Lezione 11
Prof.ssa Anna Paris
paris@unisi.it

FATTURA
Denominazione soggetto, partita iva, cod. fiscale Data di emissione Numero progressivo Natura, qualit, quantit beni ceduti o servizi prestati Prezzo unitario Imponibile IVA con aliquota 17 ...

IMPOSTA VALORE AGGIUNTO


Imposta indiretta che colpisce cessioni di beni e prestazioni di servizi rese ad ogni fase del ciclo produttivo

Nel caso di acquisto di beni e/o servizi, lIVA costituisce un CREDITO verso lErario (IVA a credito) pari al 20% del prezzo di acquisto 18 (Costo del bene)

IMPOSTA VALORE AGGIUNTO NEGLI ACQUISTI


Prezzo del bene x Q COSTO IVA CREDITO verso lErario TOT. Fattura DEBITO verso il fornitore

19

IMPOSTA VALORE AGGIUNTO NEGLI ACQUISTI


Prezzo del bene x Q COSTO IVA CREDITO verso lErario TOT. Fattura DEBITO verso il fornitore DIVERSI a DEBITI VS/FORN. COSTO IVA A CREDITO

20

IMPOSTA VALORE AGGIUNTO NEGLI ACQUISTI


COSTO 1.000 IVA A CREDITO 20% di 1.000 = 200 DEBITO verso il fornitore 1.200 DIVERSI a DEBITI VS/FORN. 1.200 COSTO 1.000 IVA A CREDITO 200 21

IMPOSTA VALORE AGGIUNTO

Nel caso di vendita di beni e/o servizi, lIVA costituisce un DEBITO verso lErario (IVA a debito) pari al 20% del prezzo di vendita (Ricavo delle vendite e delle prestazioni)
22

IMPOSTA VALORE AGGIUNTO NELLE VENDITE


Prezzo del bene x Q RICAVO IVA DEBITO verso lErario TOT. Fattura CREDITO verso il cliente

23

IMPOSTA VALORE AGGIUNTO NELLE VENDITE


Prezzo del bene x Q RICAVO IVA DEBITO verso lErario TOT. Fattura CREDITO verso il cliente CREDITI VS/ CLIENTI a DIVERSI a RICAVI DALLE VEND. 24 a IVA A DEBITO

IMPOSTA VALORE AGGIUNTO NELLE VENDITE


RICAVO 1.500 IVA A DEBITO 20% di 1.500 = 300 CREDITO verso il cliente 1.800 CREDITI VS/ a DIVERSI 1.800 CLIENTI a RICAVI DALLE VEND. 1.500 a IVA A DEBITO 300 25

IVA A CREDITO .. .. ..

IVA A DEBITO .. .. ..

IVA IVA CONTABILIZZATA CONTABILIZZATA SUGLI ACQUISTI SULLE VENDITE ERARIO C/IVA

26

LIQUIDAZIONE DELLIVA ERARIO C/IVA a IVA A CREDITO

IVA A DEBITO

a ERARIO C/IVA

IVA A DEBITO > IVA A CREDITO VERSAMENTO ERARIO C/IVA a BANCA

27

LIQUIDAZIONE DELLIVA ERARIO C/IVA a IVA A CREDITO

IVA A DEBITO

a ERARIO C/IVA

IVA A DEBITO < IVA A CREDITO

28

IVA A CREDITO

IVA A DEBITO

IVA IVA CONTABILIZZATA CONTABILIZZATA = = PAGATA RISCOSSA SUGLI ACQUISTI ?? SULLE VENDITE ?? ERARIO C/IVA

29

IVA A CREDITO

IVA A DEBITO

IVA IVA CONTABILIZZATA CONTABILIZZATA SUGLI ACQUISTI SULLE VENDITE

ERARIO C/IVA

PAGATA E NON

RISCOSSA E NON

30

LIQUIDAZIONE DELLIVA
IVA A DEBITO > IVA A CREDITO VERSAMENTO ANCHE IN PRESENZA DI CREDITI VERSO I CLIENTI

31

LIQUIDAZIONE DELLIVA
IVA A DEBITO > IVA A CREDITO VERSAMENTO ANCHE IN PRESENZA DI CREDITI VERSO I CLIENTI PER OVVIARE A QUESTO MECCANISMO, DAL 1DICEMBRE 2012 E A REGIME DAL 1GENNAIO 2013 (PER CHI OPERA LA LIQUIDAZIONE TRIMESTRALE), E POSSIBILE OPTARE PER IL REGIME IVA PER CASSA CASSA IVA 32

LIQUIDAZIONE DELLIVA PER CASSA


IVA A DEBITO SULLE VENDITE > RISCOSSE IVA A CREDITO SUGLI ACQUISTI PAGATI

VERSAMENTO

NEI NOSTRI ESERCIZI IL REGIME IVA SARA QUELLO ORDINARIO

33

IVA A CREDITO 1.000 800

IVA A DEBITO 1.700 300

34

IVA A CREDITO 1.000 800 -------1.800 1.800

IVA A DEBITO 2.000 1.700 300 -------2.000

ERARIO C/IVA a IVA A CREDITO 1.800 IVA A DEBITO a ERARIO C/IVA 2.000

35

ERARIO c/IVA 1.800 2.000

36

ERARIO c/IVA 1.800 200 2.000

Banca X C/C 200

ERARIO C/IVA a BANCA

200

37

IVA A CREDITO 1.000 2.500

IVA A DEBITO 2.000 3.500

38

IVA A CREDITO 1.000 2.500 -------3.500 3.500

IVA A DEBITO 5.500 2.000 3.500 -------5.500

ERARIO C/IVA a IVA A CREDITO 3.500 IVA A DEBITO a ERARIO C/IVA 5.500

39

ERARIO c/IVA 3.500 5.500

40

ERARIO c/IVA 3.500 2.000 5.500

Banca X C/C 2.000

ERARIO C/IVA a BANCA

2.000

41

IVA A CREDITO 1.000 1.000 10.000

IVA A DEBITO 7.000

42

IVA A CREDITO 1.000 1.000 10.000 ----------12.000

IVA A DEBITO 7.000 ---------7.000

ERARIO C/IVA a IVA A CREDITO 12.000 IVA A DEBITO a ERARIO C/IVA 7.000

43

ERARIO c/IVA 12.000 7.000

Si tratta di una situazione che evidenzia un credito di 5.000

44

ERARIO c/IVA 12.000 7.000

Si tratta di una situazione che evidenzia un credito di 5.000

ERARIO c/IVA V.I. 5.000 45