Sei sulla pagina 1di 2

Nel corso dei millenni luomo ha accresciuto la capacit di controllare e a sfruttare le risorse minerali, irrigare i suoli aridi, bonificare

paludi e prosciugare le depressione coperte dalle acque. Nei ultimi decenni riuscito a coltivare su materiali sintetici. Ci sono due tipi di agricoltura, specializzata: territori selezionati in base alla capacit produttiva dei terreni e alle richieste del mercato, un esempio le belts in america, mais, cotone, soia e grano. La agricoltura tradizionale: caratterizzata dal variet delle culture, diffuso soprattutto nei paesi a via di sviluppo. Agricoltura estensiva: zone vastissime destinate soprattutto al pascolo o alla cerealicultura, con pochi investimenti in tecnologia e lavoro umano. Lagricoltura intensiva, ogni particella viene coltivata intensamente, per sfruttare le capacit del suolo, con tecniche avanzate. Le zone a produzione agricola pi elevata sono concentrate nella zona temperata boreale (europa occidentale, nord america),dove c la capacit di sfruttare al meglio i terreni con mezzi tecnici. Una volta lagricoltura era determinata dai fattori naturali ora dalla tecnologia. Esempio per arare un ettaro di terreno alla profondit di 20 cm ci vogliono 400 ore di lavoro manuale e 5 di lavoro macchinario, la mietitura del frumento chiede 30 giornate per un uomo, mentre una macchina ce ne impiega poche ore, e sgranella e insacca i chicchi. Nei ultimi tempi si sono sperimentati le biotecnologie e ogm, trasferendo geni da una specie allaltra, cos gli organismi diventano portano diversi vantaggi: una resa pi elevata e di maggior quantit, una maggior resistenza agli agenti patogeni o agli sbalzi climatici, un ciclo vegetativo pi breve che consente pi raccolti annui. Le tecnologie transgeniche, trasferimento dei geni, sono due: una conferisce alla pianta resistenza nei confronti dei erbicidi, laltra agli insetti. Oltre a un problema etico, gli ogm sono organismi viventi e tuttavia soggiacciono al brevetto della societ che li ha creati, quindi questi sementi devo essere acquistati ogni anno, questo disponibile solo ai contadini ricchi, gli stati uniti e canada sono i primi produttori mondiali di prodotti transgenici, in europa questo fermato da lopinione pubblica. Con questa agricoltura con massiccio ricorso a sistemi artificiali pu portare danni ai terreni, come la salinizzazione poich i terreni vengono caricati di sali e quindi diventano sterili. I diserbanti vanno a finire nelle falde acquifere. Un modo per ottenere un aumento delle produzioni agricole, ma senza danni lagricoltura di sussistenza. Bisognerebbe ritornare in parte alle tecniche tradizionali, come diversificazione e rotazione delle colture, e al posto dei pesticidi usare la lotta biologica integrata, con insetti predatori. In montagna bisogna coltivare a strati con dei girapoggio. Nelle zone sviluppate limpiego di tecnologie sempre pi sviluppate ha favorito un aumento delle rese agricole ma una drastica riduzione dei lavoratori occupati (6-7%). Aziende agricole medie e grandi, sono finanziate con ingenti capitali per lacquisto dei macchianri, sono altamente specializzate produzione per il mercato, fanno ricorso a manodopera salariata. Nelle piccole propriet terriere si trovano le aziende tradizionali, con colture diverse sullo stesso campo, ricava ci che serve a lui, ma sono sempre pi rare. Nei paesi ricchi i governi intervengono a sostegno delle aziende agricole, per, favorire lo sviluppo tecnico per aumentare la produttivit, garantire gli approvvigionamenti alimentari a prezzi stabili e sostenere i redditi agricoli. Negli stati uniti e in giappone stato adottato il sistema dei compensi integrativi, basato sul pagamento diretto agli agricoltori delle differenza tra i costi di produzione e i prezzi dei prodotti sul mercato mondiale. Nellunione europea i prezzi dei principali prodotti agricoli vengono fissati dalle autorit a livello pi alto di quelli presenti sul mercato mondiale. Questo talvolta ha spinto gli agricoltori a incrementare le produzioni tradizionali, senza puntare al rinnovamento. Ci ha favorito la formazione di consistenti eccedenti, la produzione supera la richiesta del mercato. Questo ha portato ai governi un limite di quote di produzione, in europa e usa stato obbligato dai governi un riposo dei campi. Nelle zone in via di sviluppo le tecniche agricole sono molto arretrate e i contadini sono molti. In queste regioni ci sono: grandi piantagioni, piccole propriet familiari e dei latifondi e la pastorizia nomade. In questi territori si diffusa lagricoltura di piantagione dove grandi aziende sfruttano la manodopera di questi paesi dando mezzi e tecniche avanzate. La debolezza che coltivando un solo prodotto il terreno

dopo un po si impoverisce. In questi territori c anche lagricoltura di sussistenza: viene svolta su superfici ridotte, lavoro manuale e animale, usando tecniche e strumenti tradizionali. C anche lagricoltura itinerante, dove i contadini disboscano incendiando gli alberi per poi coltivarci, dove poi il terreno si indebolisce. Nei grandi latifondi i terreni vengono poco sfruttati visto la loro grande vastit e si procede solo con braccianti stagionali salariati, in propriet di una persona. Ci sono i microfondo piccole propriet individuali, dove si trovano con spazi agricoli molto ridotti.