Sei sulla pagina 1di 5

LO STYLING DEI TELEVISORI

Page 1 of 5

Lo styling dei televisori


Ing. Luca NICOTRA Responsabile applicazioni CAD/CAM/CAE INFORDATA S.p.A. Roma Articolo pubblicato in "Progettare" n 195 novembre 1996, Gruppo editoriale Jackson, Milano

Lideazione e produzione di design innovativo nei televisori richiede ormai luso di un CAD 3D evoluto, in grado sia di assistere con la necessaria flessibilit lo stilista nella fase creativa di forme nuove, sia di fornire al disegnatore-progettista strumenti rigorosi e veloci per lo sviluppo dettagliato del progetto, consentendogli, fra laltro, il controllo di qualit delle superfici ed il controllo della lavorabilit degli stampi fin dalle prime fasi della progettazione.
Un ulteriore riconoscimento delle eccellenti capacit di shape design offerte dal sistema CAD/CAM/CAE CATIA arrivato recentemente dalle Industrie FORMENTI Italia S.p.A. di Lissone (MI), che per lideazione e produzione del design dei suoi televisori ha scelto il sistema sviluppato dalla Dassault Systemes di Parigi e commercializzato ed assistito dalla IBM Semea.

La progettazione del televisore.


Dal punto di vista della progettazione architettonico-meccanica, il televisore presenta un duplice aspetto: la progettazione degli spazi interni, occupati dai componenti allocati tutti sul telaio, e la progettazione del contenitore. Questo costituito da due parti distinte: il mobile (fig. 6), che la parte anteriore, con funzione sia di cornice al cinescopio sia di struttura portante di questultimo, e lo schienale (fig. 8) che costituisce la parte posteriore di chiusura del mobile.

Per quanto riguarda la disposizione della componentistica interna, ormai tutta elettronica ed integrata, essa vincolata dal progetto elettronico e non presenta particolari problemi di packaging. Quindi la quasi totalit dellattenzione del progettista meccanico rivolta al mobile ed allo schienale. Il leit motiv della progettazione di tali parti lo stile sposato alla funzionalit. Il problema fondamentale quello di inventare e riuscire a realizzare forme geometriche complesse che traducano lidea del designer, nonch di contenere i costi di produzione degli stampi riducendo gli spessori del mobile e dello schienale, pur conservando la necessaria resistenza meccanica.

ll successo in onda
La FORMENTI S.p.A. realizza un fatturato annuo di circa 200 miliardi di lire con 586 dipendenti e consta di una direzione amministrativa, situata a Lissone (MI), e di due stabilimenti di produzione: a Concorezzo (MI) per i monitor di computer e a Sessa Aurunca (CE) per i televisori.

La storia della FORMENTI inizia nel 1947, con la produzione da parte del suo fondatore , Carlo Formenti, di radio con marchio proprio e per conto terzi. Il 1953 segna il nuovo indirizzo dellattivit produttiva della neonata industria: dalle radio si passa ai televisori in bianco e nero. Sono sufficienti pochi anni per fare apprezzare allestero il design dei televisori FORMENTI, di gusto tipicamente italiano: nel 56 infatti vengono definiti inportanti accordi commerciali di esportazione verso i paesi nordeuropei. Siamo ormai alla vigilia del boom economico degli anni 60, che vedono gli elettrodomestici fra i protagonisti principali della nuova economia nazionale, ed il piccolo schermo sicuramente loggetto pi ambito dagli italiani. In questo periodo gli accordi di cooperazione tecnica, scientifica e commerciale

http://www.nicotradesign.it/Articoli/STYLING.htm

31/05/2012

LO STYLING DEI TELEVISORI

Page 2 of 5

sono non solo di moda, ma una necessit per il consolidamento della nuova economia nazionale. E in tale ottica che Carlo Formenti nel 1961 prende contatto con la tecnologia doltreoceano, rivolgendosi ad uno dei leader mondiali del settore: la statunitense Admiral. Formenti rileva l Admiral Italiana in blocco: lo stabilimento di Concorezzo, personale ed organizzazione commerciale compresi, affermandosi cos nel settore come una delle aziende leader a livello nazionale. Alcuni primati suggellano negli anni 70 il successo della FORMENTI, che la prima industria a commercializzare in Italia il televisore con telecomando senza fili ed il televisore portatile interamente transistorizzato. In questi anni un importante appuntamento si prepara per la compagnia: lavvento del televisore a colori, che spinge Carlo Formenti a costruire lo stabilimento di Sessa Aurunca, in provincia di Caserta, dedicato a far fronte a questa nuova opportunit di mercato. Seguendo liniziale impostazione, si prosegue a produrre sia con il prestigioso marchio proprio, White-Westinghouse, sia per conto terzi con marchi altrettanto famosi, come per esempio Schaub Lorenz, Du Mont e Phoenix. Nell89 viene realizzato un primo ampliamento dello stabilimento di Sessa Aurunca, con l ammodernamento ed automazione delle linee di produzione, in modo da portare la produzione agli attuali livelli di 2400 televisori al giorno, con 450 addetti. Un ulteriore ampliamento dello stabilimento campano tuttora in corso con lo scopo di automatizzare ed integrare la fase di imballaggio con il resto del ciclo produttivo.

Limiti nella progettazione dei televisori con un sistema CAD 2D.


Fino ad oggi i progettisti della FORMENTI hanno utilizzato un sistema CAD bidimensionale che mal si prestava sia ad ottimizzare la progettazione, sia ad incoraggiare lideazione e la realizzazione di forme pi complesse ed ardite. Inoltre esisteva la difficolt, da parte del designer, di comunicare in maniera semplice ed efficace la sua idea ai non addetti ai lavori o di dimostrare, prima ancora di realizzare il prototipo fisico, la realizzabilit di certe soluzioni stilistiche e meccaniche. Queste le principali motivazioni che hanno spinto la Direzione Aziendale, gi da pi di un anno, a valutare potenzialit e performance dei migliori CAD 3D di fascia alta oggi disponibili sul mercato, compreso il sistema 3D della stessa casa sviluppatrice del CAD 2D gi utilizzato in ditta.

Alla fine, stato per noi agenti specialisti CAD IBM di grande soddisfazione vedere coronati i nostri sforzi con la preferenza entusiasta verso il sistema CATIA da parte di tutti i progettisti, del responsabile del reparto di progettazione Sig. D. Forte e del direttore tecnico Ing. E. Testa. Le capacit di modellazione ibrida di CATIA, con la completa integrazione fra modellazione solida e per superfici, la duplice presenza di un modellatore variazionale e di un modellatore parametrico, assieme alla variegata possibilit di creazione e manipolazione di di superfici comunque complesse sono stati i principali punti di forza che hanno fatto ritenere al direttore dello stabilimento di Sessa Aurunca, dott. B. Cardillo, prezioso ed irrinunciabile lutilizzo di CATIA Solutions V4 per lo sviluppo dei televisori e monitor del futuro.

Strategie produttive.
La progettazione meccanica dei televisori FORMENTI si sviluppa su tre capisaldi fortemente collegati luno allaltro:

http://www.nicotradesign.it/Articoli/STYLING.htm

31/05/2012

LO STYLING DEI TELEVISORI

Page 3 of 5

innovazione stilistica differenziazione dei modelli modularit degli stampi.

Innovazione stilistica e strumenti di shape design di CATIA.


L innovazione stilistica condizionata da una parte dal gusto dell utenza e dallaltra da fattori tecnici, quali lingombro del cinescopio e della centina-supporto del telaio. Quest ultima la struttura meccanica interna sulla quale inserito il telaio (fig. 5), cio la scheda madre del televisore con tutti i componenti elettronici. Il design del televisore pu essere liberamente inventato, ma assume come dati progettuali proprio la forma e lingombro del cinescopio e del telaio, che variano a seconda di alcune caratteristiche tecniche fondamentali.

Le principali sono lo screen ratio (4/3 o 16/9), cio il rapporto fra le dimensioni orizzontale e verticale dello schermo, e la grandezza dello schermo, misurata diagonalmente ed espressa in pollici. I televisori finora in commercio sono quasi tutti con screen ratio 4/3, mentre i nuovi formati 16/9 sono quelli del futuro concepiti per lalta definizione, e sono per il piccolo schermo i corrispondenti del cinemascope del grande schermo. Altra caratteristica tecnica in grado di condizionare il design dei televisori quella che li classifica in full, flat e super flat a seconda della maggiore o minore curvatura dello schermo. Infatti un importante vincolo nella disegnazione della cornice del mobile la superficie del cinescopio, che segue una precisa equazione matematica. CATIA in grado di creare in maniera precisa tale superficie in base alla sua equazione, costruendola per punti. Tale equazione del tipo:
Z = Ei Ai 10 Ji X Ni Y Mi

con somma rispetto allindice i in corrispondenza del quale sono tabulati i valori di A, J, N, M. Questi variano a seconda del tipo di cinescopio (full, flat e super flat). La posizione degli altoparlanti, specialmente nei modelli stereo, un ulteriore elemento che pu differenziare il design dei televisori e contemporaneamente incoraggiare nuove soluzioni estetiche. Quando non sono collocati sul frontale del televisore, il loro alloggiamento pu presentare soluzioni architettonico-stilistiche non banali, caratterizzate da superfici curve complesse che si devono opportunamente raccordare con il resto del mobile. CATIA con la sua completa gamma di schemi di rappresentazione di superfici lascia al designer la pi ampia libert di espressione stilistica, fornendogli allo stesso tempo tutti gli strumenti per controllare e verificare la qualit delle superfici create, attraverso limposizione di particolari condizioni di tangenza e curvatura e tramite analisi specifiche di smoothing, ovvero di buona filanza della superficie. I metodi a disposizione sono sostanzialmente tre: 1. lo shading 2. le sezioni 3. le curve di riflessione. Il primo metodo il pi grossolano, ma anche il pi semplice e rapido da utilizzare per una prima verifica: alla superficie da esaminare si applica uno shading con sorgenti di luce quanto pi possibile tangenti, in maniera da evidenziare i difetti grossolani di lisciatura. Una indagine pi accurata dello smoothing della superficie consiste invece nel sezionare questultima con un fascio di piani paralleli e plottare le curve sezione cos ottenute in scala maggiorata, tale da evidenziare eventuali difetti di lisciatura. Si tratta quindi ancora una volta di un esame visivo che richiede molta perizia da parte dellutente, non soltanto perch questi deve avere occhio nel rilevare discontinuit in tangenza o in curvatura delle curve sezione,

http://www.nicotradesign.it/Articoli/STYLING.htm

31/05/2012

LO STYLING DEI TELEVISORI

Page 4 of 5

ma anche perch deve saper proporre le modifiche opportune da effettuare sulla superficie per eliminare i difetti rilevati. Il terzo metodo il pi sofisticato e consiste nella ceazione tramite CATIA delle cosiddette curve di riflessione. Queste sono definite come luoghi di punti della superficie legati da precise relazioni matematiche alla luce riflessa. Il loro andamento quindi un indicatore oggettivo della buona o cattiva filanza della superficie. Le capacit di shape design di CATIA poggiano su una solida base matematica di rappresentazione di curve e superfici, che deriva dallambiente dellautomotive (Renault) e dellaerospace (Dassault Avion) in cui nato CATIA negli anni 60. CATIA consente la modellazione di curve e superfici polinomiali a poli secondo la ben nota rappresentazione di Bezier, con possibilit di rappresentazione anche di tipo NURBS (Non Uniform Rational BSpline). La rappresentazione a poli consente di deformare curve e superfici in maniera molto semplice e controllata, spostando opportunamente i poli, che fungono da attrattori sulla curva o sulla superficie. Diagrammi di curvatura e tangenza di vario tipo, aggiornabili in tempo reale, consentono il monitoraggio della deformazione delle curve o superfici Le superfici evolutive di CATIA sono senzaltro lo strumento pi versatile e duttile per le esigenze stilistiche. Tali superfici possono essere pensate come generate dal movimento ideale di un profilo piano, aperto o chiuso, lungo una traiettoria nello spazio, definita da una curva detta spine. Lungo tale percorso il profilo generatore pu variare di forma e dimensioni, secondo leggi facilmente imponibili da parte delloperatore. Si comprende gi da questa definizione quanto ampio sia il dominio di rappresentazione di forme reali complesse da parte delle superfici evolutive. La loro creazione prevede una moltitudine di opzioni ed alternative che sono facilmente selezionabili in base a varie combinazioni di parametri che il sistema stesso propone mano a mano che il progettista effettua le sue scelte. Tali opzioni si riferiscono agli svariati modi (circa un centinaio) che CATIA mette a disposizione per guidare il profilo generatore lungo il suo percorso ideale nello spazio e controllarne le variazioni di forma e dimensione. Le numerose possibilit di modifica delle superfici evolutive danno poi ampio respiro al designer in fase di aggiustamenti delle superfici create. Basta cambiare una dimensione della spine parametrizzata o un qualunque parametro che definisce la legge di variazione della forma e delle dimensioni del profilo , per ottenere importanti modifiche sulla superficie. Di particolare aiuto si sono dimostrate alla FORMENTI, nella modellazione del raccordo della cornice con lo schienale del televisore, le superfici evolutive create a partire da un segmento. Tali rigate hanno consentito di ottenere superfici con angolo di sformo variabile, partendo dai boundaries di esse imposti da specifiche condizioni legate alla geometria dello schermo.

Differenziazione dei modelli La differenziazione dei modelli una prerogativa irrinunciabile nella produzione dei televisori FORMENTI, se non altro per il fatto che tale produzione orientata in massima parte a terze parti. Lottimizzazione della progettazione richiede di sviluppare il pi possibile la modularit a livello di styling, in modo da evitare di progettare ex novo ciascun modello di televisore. Ci richiede la suddivisione ideale del mobile in pi parti, che devono essere progettate in maniera da risultare combinabili in vario modo fra loro e con lo schienale, cos da dar luogo a numerosi modelli differenti. Per tale tecnica sicuramente prezioso lutilizzo di un sistema come CATIA, che consente agevolmente la progettazione multi-modello e il collage delle parti modellate individualmente in un unicomosaico tramite le sue sviluppate capacit di overlay.

Modularit degli stampi.

http://www.nicotradesign.it/Articoli/STYLING.htm

31/05/2012

LO STYLING DEI TELEVISORI

Page 5 of 5

Ultimo, ma non meno importante, fattore in grado di condizionare la progettazione dei televisori FORMENTI la realizzazione degli stampi. Infatti la modularit nello stile ha un corrispettivo negli stampi. Realizzare per ogni modello uno stampo unico sarebbe troppo dispendioso. Pertanto anche gli stampi sono costituiti da tasselli interscambiabili che riflettono la medesima modularit del progetto stilistico. Le possibilit di analisi pre-cut offerte dalla funzione Ncstudy del pacchetto CAM di CATIA consentono di verificare la lavorabilit degli stampi con le varie famiglie di utensili disponibili in ditta, prima ancora di effettuare la programmazione a controllo numerico. Invece le analisi CATIA di post-cut possono infine evidenziare le zone non lavorate. Queste ed altre capacit dei moduli CAM di CATIA hanno gi ben impressionato i responsabili dellattrezzeria della FORMENTI, che estenderanno quanto prima allofficina lutilizzo di CATIA, accrescendo in tal modo i benefits derivanti dallintroduzione in ditta del sitema CAD della IBM, con la fruizione della completa integrazione fra larea di progettazione e quella di produzione.

http://www.nicotradesign.it/Articoli/STYLING.htm

31/05/2012