Sei sulla pagina 1di 6

Qualia nei composti N+prep+N

Introduzione
La nostra analisi si propone di indagare le osservazioni avanzate da Michael Johnston e Federica Busa sulla struttura qualia nei composti nominali con preposizione. In breve, la struttura qualia funziona da connettore semantico tra il nome-modificatore e il nome-testa del composto. Data la formula N+prep+N e le preposizioni principali (da, di e a), il composto esprime 4 aspetti essenziali del significato lessicale: formale, che rappresenta loggetto x, telico, agentivo e costitutivo. Partendo da questo punto, abbiamo effettuato una ricerca nel corpus itWaC di alcuni composti nominali con diversi head nouns e registrato come questi si comportano effettivamente nel corpus e quale ruolo predicativo svolgono, basandoci sullidea dei due autori che a una determinata preposizione corrisponda un determinato qualia. Il nostro intento qui quello di osservare il comportamento di alcuni composti e dei rispettivi qualia all'interno del corpus e vedere quindi se esistono casi che non rispettano tale affermazione soffermandoci sul valore che le diverse preposizioni conferiscono al composto.

Modificazione del qualia telico


Per qualia si intende genericamente una singola porzione o aspetto essenziale del significato lessicale (Jezek, 2005:82). Il qualia telico attraverso il nome-modificatore fornisce informazioni riguardo lo scopo o funzione delloggetto descritto dal nome-testa. In italiano la preposizione a cui si fa riferimento quando parliamo di qualia telico generalmente da. Infatti composti come: (1) a. coltello da pane, b. bicchiere da cocktail, c. carta da lettera oppure d. orologio da polso sono frequenti nel nostro lessico: in (1a) pane identifica loggetto a cui il coltello destinato, in (1b) il cocktail identifica la sostanza che il bicchiere normalmente contiene; in (1c) lettera indica la funzione della carta su cui noi scriviamo, mentre in (1d) polso indica la parte del corpo il cui fine sar portare lorologio. Tuttavia dopo varie ricerche possiamo dire che non sempre le preposizioni che Busa e Johnston attribuiscono ai diversi qualia corrispondono alla realt. Infatti, se prendiamo ad esempio come oggetto danalisi alcune parole come CESTO e CASCO possiamo notare che la preposizione da non la sola che si lega al ruolo telico:

cesto
pp_di-i vimini ciliegia primizi a frutta lumaca tubero letame petalo mela insalata verga paglia

itWaC freq = 2574 565 80 26 4 103 7 3 3 5 20 8 3 6 3.8 10.53 6.82 6.06 5.9 5.59 5.42 5.22 4.72 4.53 4.53 4.52 4.19 fico fiore provvista arancia ortaggio verdura banana pera viola roba panno natale pane 5 30 3 5 3 10 3 4 3 4 3 7 7 3.86 3.57 3.55 3.48 3.32 3.26 2.89 2.82 2.71 2.15 2.09 2.01 1.58 pp_da-i pic-nic 14 3 1.0 6.32 pp_da|dii insalata uva 21 9 8 3.5 4.77 3.27

Da questa tabella possiamo notare che solo le forme N+di+vimini, N+di+paglia e N+di+panno coincidono con le osservazioni di Johnston e Busa riguardo al qualia agentivo, mentre tutti gli altri modificatori che presentano la preposizione di esprimono qualia telico. Ad es. cesto di ciliegie: cesto che contiene ciliegie NON cesto costituito da ciliegie Un caso particolare rappresentato da cesto di Natale che esprime un qualia telico eventivo perch Natale non rappresenta un oggetto fisico ma un evento. Il cesto infatti non costituito dal Natale ma un cesto che viene tipicamente regalato durante il periodo natalizio. Abbiamo riscontrato lo stesso fenomeno per la parola casco: mentre casco di banane esprime un qualia agentivo, casco di protezione esprime un qualia telico eventivo.

casco
pp_di-i banana cuoio protezione spina

itWaC freq = 14129 460 65 25 197 5 0.6 7.34 6.1 4.39 3.17 pp_da-i motociclista minatore arrampicata football 232 43 6 6 5 3.1 7.54 5.56 5.35 4.74 pp_a-i scodella 61 15 0.5 8.27

capello metallo pilota volo

14 6 7 9

2.4 2.29 2.02 1.52

ciclista pilota sci moto

11 21 6 16

4.61 3.61 2.87 2.31

In questo caso la preposizione da esprime sempre un qualia telico, mentre per la preposizione di riscontriamo la stessa particolarit del caso precedente di cesto: casco di protezione (qualia eventivo).

Modificazione del qualia agentivo


Il qualia agentivo attraverso il nome-modificatore fornisce informazioni riguardo l`origine dellentit denotata dal nome-testa. In italiano la preposizione a cui si fa riferimento quando parliamo di qualia agentivo generalmente di. Infatti nei composti: (2) a. succo di limone, b. foro di pallottola, c. tortilla di patate

(2a) limone identifica loggetto da cui ha origine il succo, (2b) pallottola identifica loggetto che ha provocato il foro, (2c) patate identifica lingrediente utilizzato per preparare la tortilla. Anche in questo caso possiamo riscontrare delle particolarit: infatti, se prendiamo ad esempio come oggetto danalisi la parola RICAMO possiamo notare che la preposizione di non la sola che si lega al ruolo agentivo:

ricamo
pp_da| di-i argento oro 82

itWaC freq = 4108 8.9 23 38 4.64 3.66 pp_a-i mano filo 94 37 5 2.4 1.35 0.77 pp_di-i paillette perlina tovaglia seta chitarra fiore 181 7 7 4 6 9 4 0.8 7.3 6.75 5.36 3.71 2.58 0.67

pietra 4 0.33 Nei casi evidenziati (N+a+mano, N+a+filo) possiamo notare che il ruolo agentivo espresso dalla preposizione a: infatti la mano che crea il ricamo, il filo che porta in essere il disegno sul tessuto.

Oltre a questi due esempi non possiamo non menzionare un terzo esempio che per non rientra nel Word Sketch, e cio N+a+macchina. Nonostante ricorra 9 volte nel corpus, non possiamo sapere l`effettiva frequenza in quanto non classificata nella tabella. Possiamo lo stesso credere che anche questa parola esprima il qualia agentivo del nome-testa: infatti nel composto ricamo a macchina, la macchina che porta in essere il ricamo.

Modificazione del qualia costitutivo


Il qualia costitutivo codifica la relazione tra lentit espressa dal nome testa e le sue parti. La preposizione che generalmente denota questo ruolo a. Infatti in: (3)a. porta a vetri, b. ruota a raggi, c. armadio a specchio, d. coltello a serramanico vediamo che (3a) i vetri costituiscono una parte della porta, (3b) la ruota ha come struttura portante i raggi, (3c) lo specchio parte frontale dellarmadio, (3d) il manico la parte del coltello che in questo caso ne custodisce la lama. La preposizione a per non la sola ad esprimere il ruolo costitutivo: analizzando i termini CUSCINO e ANELLO notiamo delle eccezioni:

cuscino
pp_di-i sfagno velluto seta raso piuma broccato lattice divano foggia sollevamento paglia

itWaC freq = 7401 429 5 32 61 13 27 4 4 15 4 4 6 1.2 7.78 7.44 7.03 7.01 6.8 6.8 5.98 5.1 4.7 4.24 4.21 cuoio lana fiore lacrima gomma tela foglia grasso vapore pietra pelle stella 4 6 25 8 6 4 9 4 4 9 6 4 3.46 3.44 3.31 2.88 2.66 2.66 2.65 2.56 2.45 1.49 1.01 0.23 pp_da-i stadio letto 35 5 4 1.0 1.19 0.

Nel caso dei composti sottolineati notiamo che il qualia costitutivo dato non dalla preposizione a ma dalla preposizione di: infatti si dice un cuscino di piume e non *un cuscino a piume, si dice cuscino di seta e non *cuscino a/da seta.

Per quanto riguarda invece N+di+ fiori, N+di+stelle e N+di+foglie, seppure siano espressioni idiomatiche, in questi composti il ruolo della preposizione rispetta il valore agentivo in quanto identifica nei tre composti gli elementi da cui si sono originati: un cuscino di stelle rappresenta un insieme di stelle, un cuscino di fiori rappresenta una composizione floreale e un cuscino di foglie identifica una massa di foglie. Anche in anello riscontriamo la stessa particolarit:

anello
pp_di-i congiunzione fidanzamento

itWaC freq = 44482 4346 1023 204 65 94 362 25 16 13 13 31 20 2.1 11.53 9.85 7.82 7.45 7.35 7.25 6.65 6.51 6.45 6.37 6.33 congiungimento collisione calata circonvallazione tufo ottone calamaro raccordo fumo gomma scorrimento 11 6.23 26 6.2 12 6.08 16 6.05 13 5.8 19 5.76 18 5.73 54 5.68 85 5.62 51 5.58 20 5.58 pp_a-i carrucola monte senso 251 12 13 29 0.7 8.29 1.9 0.03

accumulazione diamante catena diffrazione retroazione serraggio saturno accrescimento brillante

Anche qui possiamo vedere che il nome-modificatore attraverso la preposizione di riguarda in diversi casi il qualia costitutivo: mentre parole come fumo, gomma e ottone si riferiscono (come Johnson e Busa affermano nel loro saggio) al qualia agentivo, le parole sottolineate si comportano diversamente. N+di+diamanti, N+di+Saturno e N+di+brillanti sono composti dove il nomemodificatore non indica lagente, bens un costitutivo: un anello fatto da diamanti ma non solo, Saturno un pianeta che ha degli anelli. da notare la forte frequenza di composti N+di+telicoevent : anello di congiunzione, anello di fidanzamento, anello di retroazione, ecc; questo pu essere relazionato col fatto che il nome anello, che una parola polisemica, allinterno di determinati linguaggi settoriali (scientifico, fisico, tecnico) preferisca accostarsi a nomi eventivi che indicano attivit (accrescimento) o risultato (collisione).

Conclusioni
In queste pagine abbiamo osservato come alcuni composti e i corrispettivi nomi-modificatori scelgono una preposizione fra da, di e a piuttosto che unaltra per riferirsi ai diversi tipi di qualia telico, agentivo e costitutivo. Attraverso Sketch Engine abbiamo, partendo inizialmente da formule di ricerca (come ad esempio [tag=NOUN.*][lemma=da][tag=NOUN.*]) e poi passando allanalisi con Word Sketch, indagato una serie di composti che presentavano differenze dal punto di vista compositivo e descritto il ruolo delle preposizioni e del nome-modificatore. A differenza di quanto comunicano i due autori nel saggio Qualia Structure and the Compositional Interpretation of Compounds, abbiamo potuto notare che non sempre una determinata preposizione si riferisce a un determinato tipo di qualia, bens ci sono delle eccezioni dove la stessa preposizione allinterno del composto, relazionata a differenti nomi-modificatore, si riferisce a diversi qualia (es: cesto di vimini vs cesto di frutta).

Interessi correlati