Sei sulla pagina 1di 2

cultura

RI SCOPERTA DELLA LUCE

LA MAGNIFICA OSSESSIONE: IL CARAVAGGIO DI


di GIAN LUCA FAVETTO

MANARA
LA SENSUALIT DEI CORPI E LA VOCAZIONE RIVOLUZIONARIA. LARTISTA CHE PORTA LA VITA NELLARTE, COME LA POP ART NEGLI ANNI SESSANTA. DUE VOLUMI SUL GENIO ILLUSTRATI DA UNA GRANDE MATITA

V
A DESTRA, COPERTINA DELLA VITA DI CARAVAGGIO DI MILO MANARA (VICINO AL TITOLO). SOTTO, IL RITRATTO DELLARTISTA DI OTTAVIO LEONI (1621) E AMOR VINCIT OMNIA (1602)

ERONA. Doveva essere in crociera nel Pacifico. Tre mesi di giro del mondo. Avrebbe realizzato un sogno che coltivava da una vita. Invece ha dovuto disdire e rimanere a casa, nel suo studio, allultimo piano, una torretta che sembra la sala comando di una nave. Al posto delle onde, sotto i suoi occhi, si stendono i tetti di Verona: di qua, la Torre dei Lamberti; di l, i merli di Castelvecchio. Milo Manara al lavoro per liberarsi da una piacevole ossessione. Sta mettendo su carta una fantasia che insegue dai tempi della scuola. La fantasia fatta di carne e ossa e ha un nome: Michelangelo Merisi da Caravaggio. A 67 anni arrivato finalmente a disegnarne la vita. La riscrive e

la reinventa: pur sempre un artista che racconta un altro artista e lo raccoglie in un romanzo per immagini. Lo racconta con la penna stilografica, inchiostro nero, intenso, che pu acquarellare. Niente china, pochissima matita e, per la prima volta, il colore messo al computer. Sul tavolo, ha una Mont Blanc, una Parker, unAurora, una Visconti ribattezzata Erotic Art Pen. Le usa per divulgare la figura di un nostro contemporaneo cos dice che ha rivoluzionato larte e, dunque, la vita. Poco importa che Caravaggio sia nato nel 1571 e morto nel 1610. Mi sempre sembrato adatto alla nostra epoca spiega. Come tutti i rivoluzionari, rimane un contemporaneo. Il tavolo da lavoro di Milo Manara un grande rettangolo nel centro della stanza, zeppo di libri, riproduzioni, fogli, carte, penne, pennelli, matite. Sembra una mappa della fantasia dove si affastellano strisce e tavole, prove di colore e schizzi. Ha appena finito di disegnare una sequenza, tutta azione, che riempie quattro pagine. Sorride: Nei fumetti pi importante lazione. I dialoghi sono spesso noiosi. Caravaggio, a ventanni, appena giunto a Roma e, nella Taverna della Lupa, conosce quelli che saranno i suoi amici e anche quel Ranuccio Tomas-

94

GETTY

cultura

RI SCOPERTA DELLA LUCE

soni che, quattordici anni pi tardi, uccider in una rissa durante una partita di pallacorda. La Taverna della Lupa il luogo dove Manara gli fa scoprire limportanza della luce. Scoppia un alterco e lui, sempre pronto a menar le mani, rimane incantato dalle splendide forme di una fanciulla con le vesti sollevate. Viene folgorato dalla luce radente che colpisce le natiche della ragazza, rivelando tutta la bellezza del corpo femminile. la scoperta della luce. Il volto di Caravaggio da giovane ricorda il fumettista Andrea Pazienza, uno dei cari amici di Manara. Andrea era un genio, uno che non cercava, trovava ricorda. Proprio come Caravaggio. Per questo mi ispiro a lui. Sono entrambi uomini che non hanno scelto fra qualit della propria vita o qualit della propria arte. Chi vive intensamente sia la vita sia larte destinato a consumarsi in fretta, come una candela che brucia da due parti. una fiamma pi luminosa, ma pi breve. La passione di Manara per Caravaggio comincia al liceo. Ho fatto lartistico. Quando ho dato la maturit, lesame di storia dellarte lho sostenuto sulla Canestra di frutta di Caravaggio. Per me lui sempre stato una specie di nume tutelare. Perch un narratore: i suoi dipinti non sono mai allegorici o simbolici, Sedurre narrano fatti, epii giovani sodi. Usa la realt con le storie e il movimento, di avventura serve a togliere molto vicino allillodore di stantio lustratore, se non proprio al fumetdei musei taro. E poi un rivoluzionario: si sempre messo contro lestablishment, la chiesa, i nobili. Era insofferente verso lautorit, un vero anarchico, anche un po teppista. La sua storia da riscoprire, dice. Per questo lo disegna. Il progetto prevede due volumi in due anni e unuscita in rivista a met febbraio, in Francia, sullo storico cho des savanes. A settembre il primo volume sar pubblicato contemporaneamente in Spagna, Usa, Francia e in Italia, da Panini. Per ora mi convince il titolo francese, Lepe et la
96

ALCUNE TAVOLE DEL PRIMO VOLUME DELLA VITA DI CARAVAGGIO DISEGNATO DA MILO MANARA. I FUMETTI SONO ANCORA DA RIEMPIRE CON I DIALOGHI. USCIR IN FRANCIA A FEBBRAIO E DA NOI A SETTEMBRE

palette. Non sono sicuro che in italiano suoni bene, La tavolozza e la spada. Vedremo. Comunque, questi due oggetti, la spada e la tavolozza, riassumono tutta la sua vita. Ho anche prodotto unideale copertina. Potrebbe persino essere quella definitiva. Il pittore raffigurato insieme a una delle sue amiche, la prostituta Anna Bianchini, modella per il Riposo durante la fuga in Egitto e per la Morte della Vergine. Limmagine molto salgariana, Caravaggio ha tratti eroici, sembra il Corsaro Nero. I fu-

metti si rivolgono a una certa fascia di lettori riconosce Manara. Sedurre i giovani con limmagine dellavventura importante. Bisogna togliere lodore di stantio e di cera da pavimenti che hanno i musei. Il taglio della storia chiaramente avventuroso. Daltronde, la vita di Michelangelo Merisi unavventura: genio e scorribande, armi e dolori, fughe e bellezza. Una frenetica esistenza notturna, quasi da vampiro, come nota Manara nei suoi appunti. Caravaggio ha veramente cambiato le cose: la sua moIL VENERDI DI REPUBBLICA

dernit, linsofferenza verso il potere, il suo essere rivoluzionario, lattenzione per la gente comune... lui che mette in scena la miseria e lumanit dolente. Dipinger sempre dal vero, organizzando i modelli come in un set fotografico. Se c una pittura di luce, proprio la sua. un precursore del cinema. Non faceva nemmeno i disegni preparatori, incideva la tela con il manico del pennello e cominciava subito con il colore. una colonna portante della storia della cultura. Parla dei quadri di Caravaggio
18 GENNAIO 2013

che grondano erotismo, della carnalit dei corpi, e intanto sfoglia libri e cataloghi. Improvvisa uno schizzo. Prende un pennello, lo bagna nellacqua e lo passa sulla figura che ha appena disegnato. Mostra come nascono le sfumature. Da giovane mi ha colpito la Pop art, lequivalente di Caravaggio nel Novecento racconta. la Pop art ad aver riportato la realt nel mondo dellarte. Per uno come me, un chierichetto di Caravaggio, era la strada da seguire. Poi per mi sono accorto che un camio-

nista nella cabina del camion attacca limmagine di una pin-up, non un lavoro di Rauschenberg. E cos a fine anni Sessanta mi sono dato al fumetto. Che pi divertente, dice. Parla alle persone senza bisogno di mediazioni. E, soprattutto, fatto di storie. Sa, il mestiere del fumettaro piuttosto metodico sintetizza Manara, che disegna tutti i giorni. come con il pianoforte o il violino, devi allenarti quotidianamente. una gran palestra di artigianato. Io stesso, con quarantanni di carriera, se non disegno tutti i giorni mi arrugginisco. Prima di tornare alla penna e alle azioni del suo protagonista, osserva: Sono stato sessantottino, ora non credo pi nel primato della politica. Credo che ogni scelta, pensiero e La storia azione dipendano dellarte dalla cultura per- la nostra sonale. Anche tut- storia. Quel te le scelte politi- che sappiamo che sono scelte lo sappiamo culturali. Quindi, dallarte per essere impegnati in politica bisogna essere impegnati in cultura. La storia dellarte la nostra storia. Quasi tutto quello che sappiamo di noi lo sappiamo dallarte, dalla musica, dal teatro, dalla letteratura. Ecco perch raccontare un pezzo della storia dellarte fondamentale. fare cultura, dunque buona politica. A maggior ragione se si tratta di raccontare la storia di un picaro dellarte, un avventuriero della vita, un rivoluzionario che ha impastato arte e vita. E, al risultato, ha dato il suo soprannome, Caravaggio.
97

Interessi correlati