Sei sulla pagina 1di 3

Howard Gardner & La teoria delle intelligenze multiple

Professore presso la Harvard University nel Massachusetts, ha acquisito celebrit nella comunit scientifica grazie alla sua teoria sulle intelligenze multiple. La sua proposta consiste nel considerare priva di fondamento la vecchia concezione di intelligenza come un fattore unitario misurabile tramite il Quoziente d'intelligenza (Q.I.), e sostituirla con una definizione pi dinamica, articolata in sottofattori differenziati. attualmente considerato uno dei pi importanti esponenti dei cosiddetti teorici dell'intelligenza fattorialista. noto anche per aver scritto alcuni importanti testi di psicologia dell'educazione e per aver elaborato la pi importante storia classica della nascita della scienza cognitiva, The Mind's New Science. Per le sue ricerche ha ottenuto vari riconoscimenti e lauree ad honorem.

Lintelligenza la capacit di comprendere il mondo in cui viviamo e di risolvere i problemi ambientali, sociali e culturali che ci vengono posti in ogni momento della nostra esistenza. Allinizio del 900, era diffusa in Occidente la teoria dello studioso Charles Spearman che battezz lintelligenza con il termine Fattore G, identificabile con una capacit comune e misurabile in tutti gli individui. Pi tardi, lo studioso Howard Gardner, con la pubblicazione del suo libro Formae Mentis, introdusse al mondo scientifico ed accademico la teoria delle intelligenze multiple, secondo la quale non esiste una facolt comune di intelligenza, bens diverse forme di essa, ognuna indipendente dalle altre. Con la sua opera Gardner non mise in discussione soltanto la vecchia teoria di intelligenza, bens anche i test standardizzati che sulla stessa si fondavano.Gardner da molta importanza al sottolineare come i test, sino ad allora utilizzati per misurare e diagnosticare lintelligenza di studenti e candidati, in occasione delle selezioni scolastiche o lavorative, andassero a considerare soltanto due tipi di intelligenza: quella linguistica e quella logico-matematica. Per identificare le intelligenze, Gardner ha utilizzato alcuni criteri che una abilit cognitiva deve soddisfare per essere considerata una intelligenza vera e propria. 1. Lisolamento potenziale dovuto a un danno cerebrale che selettivamente distrugga quel tipo di comportamento intelligente lasciando indenni gli altri 2. Lesistenza di individui eccezionali che evidenzino una abilit straordinaria 3. Evidenze sperimentali che attestino differenze nelle prestazioni tra intelligenze e somiglianze nelle prestazioni entro la stessa intelligenza (ad esempio la scansione delle immagini mentali e la scansione di immagini percepite).

Dopo aver effettuato indagini sull'intelligenza dei bambini e su adulti colpiti da ictus, egli giunse alla conclusione che gli esseri umani non sono dotati di un determinato grado di intelligenza generale, che si esprime in certe forme piuttosto che in altre, quanto piuttosto che esiste un numero variabile di facolt relativamente indipendente tra loro, Gardner arriva a identificare almeno sette differenti tipologie di intelligenza:

Intelligenza Logico-Matematica, abilit implicata nel confronto e nella valutazione di oggetti concreti o astratti, nell'individuare relazioni e principi. Intelligenza Linguistica, abilit che si esprime nell'uso del linguaggio e delle parole, nella padronanza dei termini linguistici e nella capacit di adattarli alla natura del compito. Intelligenza Spaziale, abilit nel percepire e rappresentare gli oggetti visivi, manipolandoli idealmente, anche in loro assenza. Intelligenza Musicale, abilit che si rivela nella composizione e nell'analisi di brani musicali, nonch nella capacit di discriminare con precisione altezza dei suoni, timbri e ritmi. Intelligenza Corporeo-Cinestetica, abilit che si rivela nel controllo e nel coordinamento dei movimenti del corpo e nella manipolazione degli oggetti per fini funzionali o espressivi. Intelligenza Interpersonale, abilit di interpretare le emozioni, le motivazioni e gli stati d'animo degli altri. Intelligenza Intrapersonale, abilit di comprendere le proprie emozioni e di incanalarle in forme socialmente accettabili. Intelligenza Naturalistica, abilit di riconoscere i diversi oggetti della natura.

Gardner stava inoltre ipotizzando inoltre la possibilit dell'esistenza di una nona intelligenza, l'Intelligenza Esistenziale, che riguarderebbe la capacit di riflettere sulle questioni fondamentali concernenti l'esistenza e pi in generale nell'attitudine al ragionamento astratto per categorie concettuali universali. La teoria delle intelligenze multiple comporta che i diversi tipi di intelligenza siano presenti in tutti gli esseri umani e che la differenza tra le relative caratteristiche intellettive e prestazioni vada ricercata unicamente nelle rispettive combinazioni.

Created By. Massimo Deplano