Sei sulla pagina 1di 16

IL PONTE mensile della Parrocchia di S.

Antonio Abate in San Domenico Siena

il Ponte
ATTENZIONE
ALL INTERNO ITINERARIO PER LA BENEDIZIONE DELLE FAMIGLIE
Tutti i VENERDI di Quaresima in Cripta alle ore 17.30 Via Crucis guidata dal Parroco

Sempre aggiornato e ricco di notizie consultabile anche online al sito www.basilicacateriniana.com

Il 13 Febbraio il MERCOLEDI delle CENERI


Si raccomanda il digiuno e lastinenza Alle ore 18.00 in Cripta S. Messa e imposizione delle ceneri Partecipate numerosi !!!
1

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

il Ponte
Leditoriale del Parroco
INCONTRI DI FEDE
Cari Parrocchiani anche questanno, faremo la benedizione delle famiglie, infatti in questa Santa Quaresima passeremo per le vostre case per incontrarvi e benedirvi. Vedete, anche il solo passare per le vostre case di un sacerdote, pu diventare occasione di catechesi, che tra laltro non devessere solo intesa in funzione dei Sacramenti ma dellintera vita cristiana. Probabilmente dobbiamo ancora formarci una mentalit di fede e questanno della fede, pu essere unottima occasione per approfondire tutto ci, rafforzandoci reciprocamente! Leggendo entrambe le lettere a Timoteo di San Paolo, nelle mie mattutine riflessioni, mi colpiva la conoscenza che aveva ,lispirato scrittore, delle persone. Perch le due lettere, non sono piene di citazioni del Vecchio Testamento, bens di nomi di persone che lui sicuramente ha conosciuto e incontrato a causa della fede nel Signore nostro Ges Cristo. Nomi come: Imeneo, Alessandro, Eunice, Loide ,Onesforo, Crescente, Carpo, Priscilla , Aquila, Erasto , Trofimo , Eubulo , Lino, Claudia. Suggestionato da questi nomi di persone vissute al tempo di San Paolo, passando per le vostre case per implorare su di voi, la benedizione di Dio; non mi certamente difficile far affiorare alla mente i vostri nomi e dunque persone accomunate dalla medesima fede in Cristo come: Giulio e Caterina o Duccio e Anna Maria o Dilva, Gabriella. Oppure Lucia e Riccardo, Claudio e Valentina, Adelaide o Guglielmo e Alessandro e poi tanti altri ancora che oramai conosco benissimo e per cui nutro stima e amicizia. Tutti benedico di cuore con affetto P. Alfredo Parroco

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

IL FINE E I FRUTTI DELLA SANTA MESSA

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

17 Gennaio 2013 SantAntonio Abate patrono della Parrocchia e degli animali Come ogni anno si ripetuta la benedizione degli animali che ha riscosso notevole successo a livello parrocchiale e cittadino.

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

Si stanno concludendo i lavori di ri rifacimento del tetto della sagrestia della Basilica sotto lattenta guida del Geom. Mauro Marchetti. La comunit dei Padri esprime il proprio compiacimento e la gratitudine alla Soprintendenza ai Monumenti per limpegno profuso.

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

PROPOSTE PER TUTTI NOI


E da poco terminato il tempo di Natale che gi siamo proiettati verso la Pasqua, che questanno cadr il 31 Marzo. In vista di questa scadenza cos ravvicinata le catechiste si sono riunite mercoled 16 gennaio con il parroco, padre Alfredo, e durante la proficua riunione sono state elencate diverse proposte che coinvolgeranno i bambini del catechismo e i loro genitori nel periodo febbraio-marzo 2013. Inizieremo i nostri appuntamenti il 13 febbraio, mercoled delle Ceneri, quando tutti i bambini parteciperanno alla Messa con imposizione delle ceneri alle ore 18 in cripta. Ogni domenica di Quaresima, poi, si alterneranno le diverse classi di catechismo per lanimazione della messa parrocchiale delle ore 10,30 secondo il seguente calendario: 1 domenica (17-2) la 1 e la 2 elementare; 2 domenica (24-2) 4 e 5 elementare; 3 domenica (3-3) la 3 elementare; 4 domenica (10-3) la 3 media; 5 domenica (17-3) 1 e 2 media. Altro momento importante della Quaresima sar la partecipazione alla Via Crucis alle ore 17,30 in cripta. Anche in questo caso si prevede la partecipazione attiva dei nostri ragazzi del catechismo secondo questo calendario: venerd 22 febbraio la 3 media, il 1 marzo la 1 e la 2 media, l8 marzo la 4 e la 5 elementare, il 15 marzo la 1 e la 2 elementare, il 22 marzo la 3 elementare. Queste proposte religiose sono rivolte ai bambini e ai ragazzi del catechismo come momenti importanti di catechesi, che non si esaurisce solo nelloretta della lezione in classe, ma che deve sfociare nellattiva partecipazione alla vita cristiana. Per questo il Parroco e le catechiste rivolgono un caloroso invito ai genitori, affinch partecipando coi loro figli alle varie iniziative siano trasmettitori di fede cristiana vissuta in pienezza. I piccoli gesti di spiritualit condivisi creano una testimonianza concreta di fede e nei nostri figli lasciano un segno forte nel tempo. In questanno della fede, poi, particolarmente importante sentirsi tutti coinvolti. Concludiamo con un appuntamento per sabato 2 Febbraio: dalle ore 15 in poi festa di carnevale per tutti i bambini nel chiostro di san Domenico, con giochi, maschere, merenda e tanta allegria. Contemporaneamente per i genitori vi sar un incontro sul tema Perch educhiamo alla fede. La parrocchia offre tante proposteapprofittiamone!

Giuliana

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

20 GENNAIO 2013 CRESIME


Questo sabato noi cresimandi ci siamo riuniti nel chiostro di San Domenico per prepararci al Sacramento della Cresima. Erano con noi Padre Alfredo e le catechiste, che hanno spiegato, analizzato e suddiviso in varie parti il Credo. Dopo aver fatto colazione tutti insieme, ci siamo recati in Cripta, dove abbiamo simulato il giorno della Cresima e ci siamo esercitati.Poi siamo tornati al piano superiore e abbiamo pranzato. Fatta una pausa, ci siamo confessati in vista della Cresima, dopodich abbiamo concluso il ritiro. Questo, in brevi parole, quanto accaduto oggi durante questa giornata di preparazione. Con l'occasione, ringrazio Tutti Voi per gli insegnamenti, sia a nome mio, sia a nome di tutti i miei amici.

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

ITINERARIO BENEDIZIONE DELLE FAMIGLIE 2013


ATTENZIONE LE BENEDIZIONI INIZIANO TUTTI I GIORNI ALLE ORE 15 TRANNE IL SABATO ALLE ORE 10,30

FEBBRAIO
11 L 12 M 14 G 15 V Via esterna Fontebranda N. pari Est.naFontebranda N. dispari. Pescaia, Grotte,Grotte di Pescaia Via S.CaterinaN.pari Via S. Caterina N.dispari

16 S mattina ore 10,30 Costa SantAntonio- Vic. Del Tiratoio V. dei Pittori 18 L 19 M 20 M 21 G Via della Sapienza N dispari e Via Camporegio Via della sapienza N pari e Via della Palla a Corda Via del Paradiso e P.zza Matteotti Via Curtatone e Via Tozzi

23 S mattina ore 10,30 Via Martiri di Scalvaia dal N 1 al N 11 25 L 26 M 27 M 28 G Via Martiri di Scalvaia dal N 13 al N 21 Via Martiri di Scalvaia dal N 23 al N 39 Via Martiri di Scalvaia dal N 36 al N 40 e 41 Via Martiri di Scalvaia dal N 8 al N 18 20 22 Via D. Mannini

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

ITINERARIO BENEDIZIONE DELLE FAMIGLIE 2013


ATTENZIONE LE BENEDIZIONI INIZIANO TUTTI I GIORNI ALLE ORE 15 TRANNE IL SABATO ALLE ORE 10,30

MARZO
2 S mattina ore 10,30 Viale Cesare Battisti e Via Monte Santo 4L 5M 6M 7G Vle XXIV Maggio N. 59- 57- 55 Vle XXIV Maggio N. 43 e dal 49 al 53 Vle XXIV Maggio N. 29- 25 23 - 21 Vle XXIV Maggio N. 15111213-14-15 Vle XXIV Maggio N. 28-30-32-32A-32 B

9 S mattina ore 10,30 11 L 12 M 13 M 14 G

VleXXIV Maggio N. 34-36-38-42-58-60-62-68-70-78-80-84-86 Vle Vittorio Veneto - P.za IV Novembre Via Monte Pasubio Via Fiume e Via Gorizia Via Ciacci e Via Monte Cengio Via del Colle N. pari

16 S mattina ore 10,30 18 L 19 M 20 M 21 G

Via del Colle N. dispari e Via Mencattelli Via Isonzo e Via Monticchiello Via Trento - Via Toti - Via Pannilunghi Vle Trieste Via Corridoni e Via Oberdan

23 S mattina ore 10,30 25 L

Via Bonci e Via F. Bimbi

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

LAGIRE UMANO
Moralit o bont e immoralit o cattiveria delle azioni
La moralit ( bene e male ) delle azioni umane dipende da tre fattori fondamentali: 1 loggetto o materia cui diretta lazione- 2 lintenzione o fine che spinge allazione. 3 le circostanze esistenziali entro le quali avviene lazione. Loggetto o materia, il contenuto verso il quale la volont in modo deliberato, cio libero, spinge lagire a raggiungerlo. Loggetto pertanto determina in modo buono o cattivo lazione che lo persegue. Lintenzione o fine dellazione buona o cattiva lo scopo per cui si raggiunge il risultato ancor prima di possederlo, col programmarlo. Lintenzione o fine non giustifica mai i mezzi viziati per raggiungerlo, lintenzione cattiva rende cattiva anche unazione buona in se stessa come rubare ( intenzione cattiva ) per i poveri ( azione buona per se stessa ) Le circostanze esistenziali sono le situazioni concrete entro le quali si compie lazione. Esse concorrono ad aggravare oppure a diminuire la malizia o la bont dellazioni umane. Evitare, per esempio, il peccato per la paura della morte, diminuisce il merito. Rubare per una necessit oppure per arricchirsi, nel primo caso le circostanze diminuiscono limmoralit dellazione compiuta, nel secondo caso laggravano. Rubare sempre vietato ma rubare in famiglia, meno grave che rubare agli estranei. Ci sono pertanto azioni che sono sempre vietate ( immorali o cattive ) perch il loro contenuto ( materia ) grave per se stesso come la bestemmia, lo spergiuro ( il falso ) lomicidio, laborto, ladulterio, il ripudio della fede. Da unazione che di per se immorale non pu mai derivarne un bene per luomo. Ora con lagire umano, cos considerato, entrano in rapporto le passioni della natura, cio gli istinti innati destinati per la loro costituzione a far compiere alluomo azioni vitali a tutela dellesistenza, senza mai averle apprese col tempo, come mangiare, generare, difendersi dagli elementi naturali, aggressivi ecc. Queste inclinazioni, o istinti naturali, nel loro manifestarsi devono trovare il giusto equilibrio tramite la ragione educata al bene ( dagli educatori ) che ci guida per mezzo della legge naturale ( posseduta per nascita ) tramite le virt naturali o cardinali e tramite le virt soprannaturali o teologali che a differenza delle prime non sono possedute ma ricevute come dono per grazia, ad iniziare dal battesimo, che , al riguardo, detto seconda nascita . Le virt naturali o cardinali sono quattro: la temperanza, la fortezza, la giustizia e la prudenza. Le passioni o istinti naturali, di cui si detto, inclinano fortemente la natura umana ai beni materiali, al piacere, al godimento perci devono essere guidati dalle rispettive virt per rimanere in equilibrio secondo limmediato e attento giudizio che indica loro il retto andamento operativo da tenere. La Temperanza pertanto contribuisce allequilibrio dellappetito innato del piacere ( detto concupiscibile ), in ordine ai cibi, alle bevande e al sesso. La fortezza invece contribuisce allequilibrio dellappetito innato della difesa ( detto irascibile ), in ordine alluso equilibrato della forza richiesta, con parole e azioni, come necessaria risposta nelle situazioni pi o meno ardue, difficili. La Giustizia a sua volta inclina le azioni affinch venga dato a ciascuno il suo, cio quello che gli dovuto. Essa riguarda i rapporti tra i singoli, tra i gruppi e tra lo stato e i cittadini. La Prudenza infine, detta Regina delle virt , determina, nel variare delle situazioni esistenziali ( qui ed ora ), come prudente o meno lagire che devessere compiuto dalla temperanza, dalla fortezza , dalla giustizia. Le virt soprannaturali o teologali sono tre, (dette infuse per Grazia a differenza delle cardinali acquisibili per la natura), la Fede, la Speranza e la Carit. Esse con la loro forza speciale dono di Dio, sono di grande aiuto e sostegno per la natura umana affinch le azioni esaminate siano sempre morali (buone) e libere (meritevoli).

10

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

La Fede pertanto dona alluomo di credere fermamente in Dio e a quello che ci ha insegnato e compiuto il suo Figlio incarnato Ges Cristo, in ordine alla vita e alla salvezza, perch non inganna n pu essere ingannato. La Speranza invece la virt che ci inclina fermamente a raggiungere la vita eterna in Cristo, per la Grazia. La Carit che la principale, lamore gratuito di Dio che ci ha dato con i Sacramenti per mezzo del quale riamiamo Dio e in Lui tutti i fratelli, nessuno escluso, anche i nemici tramite il perdono. Al termine della vita le prime due cesseranno, rimarr soltanto la carit perch Dio Amore. In conclusione, ritornando al nostro agire, quello che spesso ci mette in crisi, non facile determinare quanto le passioni di cui si detto, hanno influenzato i nostri atti riducendo la nostra libert e rendendo pi o meno buone, pi o meno cattive le nostre parole e le nostre opere. Questo ultimo giudizio spetta alla propria coscienza che la voce interiore innata che impone a ciascuno di compiere il bene e di fuggire il male. Essa va educata a comportarsi secondo le virt naturali ( cardinali ) e secondo quelle soprannaturali se credute. Una coscienza profondamente ignorante pu toccare il fondo s da non essere moralmente responsabile della cattiveria compiuta, sebbene anche un essere tale ( se pur esista, escluso il malato ), pungolato per natura a non rimanere tale. Infine , va tenuta ferma la verit che lessere umano elevato alla suprema dignit della persona, sacra ed inviolabile, perch stato creato a somiglianza di Dio , pertanto il nostro agire con tutti i mezzi naturali e soprannaturali che possiede deve sempre pi e sempre meglio corrispondere alla Imago Dei che stampata in noi.

P. Lorenzo Fatichi o.p.

Nelle sculture di Fonte Gaia sono riprodotte tutte le virt.


11

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

12

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

13

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

LA FRATERNITA LAICA DI SAN DOMENICO DI SIENA


Domenica 13 gennaio , per il battesimo di Ges, la famiglia domenicana si riunita nella cripta di San Domenico per la tradizionale e annuale estrazione dei Santi protettori, da parte del priore dei padri P. Alfredo e la Presidente della fraternita laica Giovanna Borgogni. viene abbinato ad ogni componente della famiglia domenicana un santo o beato dellOrdine. Chi viene estratto avr, per tutto lanno uno scopo preciso per chi pregare o una pratica religiosa da seguire. La sera, la famiglia domenicana si trovata nuovamente per la recita dei vespri. Dopo la preghiera, nei locali parrocchiali, tutti i presenti i padri, le suore e i laici domenicani, si sono riuniti per una cena fraterna. Alla preparazione dei cibi avevano provveduto le consorelle della fraternita laica. E stato veramente un bel momento di serenit ed allegria; i cibi erano buoni, il vino era eccellente e latmosfera cordiale e gioiosa. Siamo stati davvero molto bene ed abbiamo rivalutato la bellezza di stare insieme fra tutte le componenti della famiglia domenicana. Ci siamo lasciati con lintento e la promessa di ripetere questa esperienza tra breve. La fraternita laica di San Domenico una componente della famiglia domenicana insieme ai frati ed alle suore. Si ritrova a San Domenico due volte al mese, il primo e il terzo luned, ed aperta a tutti i laici che vogliono approfondire la vita cristiana con gioia e nello spirito di San Domenico. Per informazioni, chi fosse interessato, pu rivolgersi al priore p. Alfredo , allassistente spirituale p. Reinaldo Sanchez o alla presidente della fraternita Giovanna Borgogni. Dott. Giovanna Borgogni presidente della fraternita laica di San Domenico

14

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

La Rubrica dei bambini


dallisola che non c al Chiostro di San Domenico

Lorenzo Luster ( Lollo)

Vi aspettiamo tutti in maschera nel chiostro di San Domenico il 2 Febbraio


15

IL PONTE mensile della Parrocchia di S. Antonio Abate in San Domenico Siena

AVVISI
Appuntamenti del mese di FEBBRAIO

Sabato 2 ore 15 Festa di Carnevale nel Chiostro Luned 7 ore 17 in Cripta Adorazione Eucaristica Mercoled 13 Le Sacre Ceneri ore 18 In Cripta S.S. Messa con imposizione delle Ceneri Venerd 22 ore 17:30 In Cripta inizio Via Crucis che si ripeter ogni Venerd di Quaresima guidata dal Parroco.

16