Sei sulla pagina 1di 3

Istituto di Psicologia e Psicoterapia Comportamentale e Cognitiva, IPSICO, Firenze Scuola di Psicoterapia Cognitiva, SPC, Grosseto Con il patrocinio della

Societ Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva (SITCC) Organizzano il workshop intensivo: "Terapia cognitivo-comportamentale intervento precoce" delle psicosi: diagnosi, trattamento e

Firenze 15-16 marzo 2013 - C/o Hotel Londra Premessa Linteresse per gli interventi psicologici nell'ambito dei disturbi psicotici sta costantemente aumentando; il Ministero della Salute stesso ha stanziato ingenti fondi per favorire l'intervento psicoterapeutico precoce, limitando il ricorso agli psicofarmaci e il rischio di recidive ai fini di ridurre la spesa sociale. Il lavoro con questi pazienti rappresenta una sfida per il clinico e implica lacquisizione di tecniche e procedure specifiche, che vanno oltre il lavoro sull'individuo, ma implicano un intervento multidisciplinare e rivolto anche alle famiglie. Allinterno dellapproccio cognitivo-comportamentale sono stati sviluppati protocolli efficaci per affrontare il disagio e i sintomi psicotici, sia positivi che negativi, in fase acuta e per intervenire precocemente. Il workshop si propone di offrire un ventaglio esaustivo dei protocolli di assessment, delle procedure e delle strategie dintervento, secondo lapproccio cognitivo-comportamentale alla psicoterapia. Direzione scientifica e didattica del corso: Dott. Giuseppe Nicol (Direttore Dipartimento Salute Mentale, ASL Roma G) Docenti: Dott. Giuseppe Nicol - Psichiatra, Psicoterapeuta - Docente Scuola di Psicoterapia Cognitiva - Didatta SITCC - Terzo Centro di Psicoterapia Cognitiva - Direttore Dipartimento di Salute Mentale ASL Roma G Prof. Stefano Pallanti - Psichiatra - Professore associato di psichiatria - Universit degli Studi di Firenze - Direttore dell'agenzia di Psicologia Clinica e Psicoterapia, Azienda Ospedaliera Careggi, Firenze Dott. Giovanni Patelli - Psicologo, Psicoterapeuta - Docente e supervisore AIAMC Coordinatore intervento con le famiglie, Programma 2000, Ospedale Niguarda, Milano Dott. Michele Procacci - Psichiatra, Psicoterapeuta - Docente Scuola di Psicoterapia Cognitiva - Didatta SITCC - Terzo Centro di Psicoterapia Cognitiva - Referente DSM ASL Roma E alta specializzazione per appropriatezza trattamenti psicoterapeutici Durata e sede del workshop: Il workshop prevede 2 giornate di lezione (16 ore) comprese le esercitazioni e le verifiche finali dellapprendimento ai fini ECM. La sede del corso presso l'Hotel Londra di Firenze. Destinatari: psicologi e medici iscritti ai relativi albi professionali Costo: 190,00 + iva Attestato: Al termine del corso verr rilasciato un regolare attestato di partecipazione Accreditamento ECM: Il workshop rilascia 18,5 crediti ECM per medici (psichiatri e neuropsichiatri infantili) e psicologi.

Programma e abstract degli interventi 15 marzo 2013 Prof. Stefano Pallanti (sostituto dott. Giuseppe Nicol) I disturbi psicotici nella pratica clinica. Stato dellarte degli interventi farmacologici e psicosociali. 9.30-10.30 - Lezione magistrale (A) Dott. Michele Procacci (sostituto dott. Giuseppe Nicol) Il percorso della psicosi schizofrenica e gli interventi terapeutici. 10.30 13.30 Lezione magistrale (A) 13.30 18.30 Lezione magistrale (A) La psicosi un disturbo grave e invalidante lindividuo. Scopo del nostro intervento mettere in risalto le componenti principali della psicosi, la valutazione degli stessi, gli aggregati diagnostici. Rispetto a una visione tradizionale, che considera la psicosi come un disturbo statico ad alto deterioramento funzionale, ora si contrappone una visione dinamica e con la possibilit di un decorso vario, che vai dai casi residuali ad altri con buone recovery. Scopo dellintervento sar. A) riconoscere e valutare la psicosi fin dai prodromi e i primi episodi; B) Fare un accurato assessment clinico e funzionale del paziente; C) Valutare i casi pi difficili (comorbilit; aggressivit e suicidariet); D) Pianificare gli interventi cognitivo comportamentali e psicosociali con questi pazienti; E) Valutare e diminuire le recidive. Il materiale presentato si riferisce alla letteratura recente sullargomento e seguendo le linee guida attuali e gli interventi di provata efficacia, esposta in modo didattico, intervallata con vignette cliniche o discussione di casi clinici, utilizzando le tecniche proprie della CBT. 16 marzo 2013 Dott. Giuseppe Nicol (sostituto dott. Michele Procacci) Terapia cognitiva e metacognitiva delle psicosi: pianificazione e strutturazione del trattamento. 9.00 13.00 Lezione magistrale (A) I pazienti con psicosi sono tradizionalmente curati nei setting pubblici e privati con farmaci e raramente con psicoterapia. Negli ultimi anni il contributo della terapia cognitivo comportamentale (CBT) nella cura dei sintomi psicotici ha mostrato prove di efficacia tali da indicarla come il trattamento psicoterapeutico ideale da affiancare agli interventi farmacologici, cos come sostenuto dalle principali linee guida italiane e internazionali. Insieme alla CBT, si sono sviluppati altri interventi psicosociali, come, ad esempio, i social skills training, la cognitive remediation, la psicoeducazione estesa ai familiari. Questi interventi sono parimente appropriati ed efficaci nella cura della psicosi. Un elemento di ulteriore interesse la possibilit di intervenire sui pazienti con psicosi per migliorare le abilit metacognitive, ovvero la capacit di identificare e riflettere sugli stati mentali propri ed altrui, che risultano spesso compromesse in questi pazienti. Le ricerche sostenute in questi ultimi anni dimostrano che lecito proporre interventi terapeutici sulla metacognizione. Scopo ultimo dell'intervento sar mostrare che la cura della psicosi richiede al clinico di essere in grado di pianificare e strutturare il trattamento, operando la scelta di quali interventi proporre al paziente sulla base degli aspetti emersi nella valutazione e successiva formulazione della diagnosi. Il materiale presentato far riferimento ai principali autori della letteratura sui temi proposti, arricchiti da vignette o casi clinici.

Dott. Giovanni Patelli (sostituto Dott. Giuseppe Nicol) Componenti, caratteristiche e modalit di un programma di intervento precoce nelle psicosi. 14.00 17.30 Presentazione casi in plenaria (F) 17.30 18.00 Esame scritto (verifica apprendimento) Partendo dalla esperienza del Programma 2000, che rappresenta nella realt italiana il primo programma di individuazione e intervento precoce nelle psicosi e negli stati a rischio, viene presentato un modello di trattamento multimodale rivolto ai giovani e ai loro familiari. Il modello prevede una fase di aggancio del paziente, di assessment e formulazione del caso, di psicoeducazione, di trattamento farmacologico, di psicoterapia cognitivo comportamentale, di sostegno al mantenimento del ruolo sociale, di gruppi terapeutici, riabilitativi e di utenti. Inoltre viene descritto il percorso rivolto ai familiari nelle sue componenti di valutazione, psicoeducazione, comunicazione efficace e problem solving. Infine vengono evidenziati gli aspetti peculiari che caratterizzano questa tipologia di utenti e familiari e le modalit di intervento specifiche finalizzate non solo al benessere del paziente ma anche della sua famiglia.