Sei sulla pagina 1di 2

Unit III: L'Europa alla conquista del mondo

L'egemonia di Venezia Nel XV secolo viene a costituirsi il sistema attraverso cui l'Europa domina il commercio mondiale. Al centro c' Venezia, principale potenza economica europea, che al centro di un complesso sistema commerciale che la collega da una parte con le Fiandre, attraverso la Germania e l'Italia del nord e dall'altro all'Africa del nord e all'Oriente. Attraverso questo sistema si muove un imponente flusso di merci e ricchezze: dal mare del Nord e dal mar Baltico provengono: materie prime (legno, fustagno, argento, ecc.); dall'Africa del nord arriva argento; dall'Oriente spezie, tessuti pregiati e beni di lusso. Il Grande Commercio nel XV secolo 1 Le potenze marinare della fine del Trecento 1.1 Nuovo sistema commerciale si sviluppa in Europa: 1.1.1 Venezia: collegata con mar Baltico e mare del Nord tramite la Germania e i valichi alpini 1.1.2 Genova: rotta verso Bruges tramite Gibilterra 1.1.3 Bruges: citt portuale che domina il commercio nel mare del nord 1.1.4 lega hanseatica o Hansa: lega formata da varie citt, prevalentemente tedesche, tra cui Lubecca e Berlino, allo scopo di collaborare nel commercio. 1.2 Merci: imponente flusso che si muove tra Baltico, mare del Nord e Mediterraneo 1.2.1 Baltico e Mare del nord (Bruges e Hansa): legname, pelli, fustagno, stagno, argento, rame, ecc. 1.2.2 Africa del nord: oro, schiavi, 1.2.3 Oriente: spezie, tessuti pregiati, beni di lusso; 1.2.4 Venezia: al centro di tali flussi di import/export: importo spezie dall'Oriente in cambio di oro ed esporta i prodotti dell'Europa del nord, mentre dall'Africa ricava oro; 1.2.4.1 ricchezza di Venezia: lo stato pi ricco d'Europa, 1.2.4.2 le sue entrate sono di 1.600.000 ducati, superiori a quelle del regno di Francia e quasi pari a quelle del regno di Inghilterra 1.3 Guerra Genova Venezia: 1379 1380, Austria, Ungheria e Genova sconfiggono Venezia che viene assediata, ma riesce a liberarsi e stipulare un accordo di pace vantaggioso. 1.3.1 Spartizione mercati: 1.3.1.1 Genova: Africa nord e Spagna, Baltico e mare del Nord; 1.3.1.2 Venezia: Oriente 2 Venezia al Vertice della sua potenza 2.1 Basi potenza veneziana: 2.1.1 Tutte le merci dell'Europa del nord arrivano a Venezia (fondaco dei tedeschi); 2.1.2 Venezia ha il monopolio del commercio con l'Oriente, chiunque voglia commerciare con Oriente deve passare per Venezia 2.1.3 Arsenale: cantiere navale, 2000 operai, costruzione navi da guerra e mercantili 2.1.3.1 galere da combattimento (remi e vela latina) 2.1.3.2 galere da mercato: 20 navi pi grosse per il commercio (remo solo per manovra) 2.1.3.3 stato: organizza convogli diretti in Oriente, Barberia, Bruges e mare del Nord 2.2 Espansione in terraferma: controllo Italia settentrionale, area di sicurezza contro minacce esterne

2.2.1 atteggiamento di tregua con i Turchi con cui Venezia entrer in guerra solo se costretta, preferendo accordi diplomatici e commerciali con loro 2.2.2 Coalizione anti-veneta guidata dal papa Giulio II (Germania, Spagna, Francia): Venezia sconfitta nella battaglia dell'Agnadello e deve rinunciare alla sua espansione in nord Italia 2.3 Sistema dominio veneto: oltre al commercio 2.3.1 possessi mediterranei: Candia, Corf, Cipro 2.3.2 sistema monocoltura + schiavi: zucchero e vino (Malvasia) 3 Confronto sistema commerciale Venezia, Hansa, Portogallo La sfida portoghese Il regno del Portogallo mira a competere con Venezia attraverso il controllo diretto del mercato delle spezie nell'Oceano Indiano. Bel corso di circa un secolo viene circumnavigata l'Africa e occupate importanti basi in tutto l'Oceano Indiano creando un impero commerciale dall'Europa all'Asia 1 I portoghesi nelle Indie 1.1 Regno di Portogallo: si costituisce nel XIII secolo liberandosi dei musulmani tramite la reconquista; 1.2 intraprende relazioni commerciali con Inghilterra e Fiandre 1.3 comincia l'esplorazione dell'Africa: 1.3.1 caravella: tre alberi, timone, velatura mista (quadre e latina), centro portuale Lisbona 1.3.2 circumnavigazione Africa, tappe: Madera, (1418); isole Capo Verde (1445), fiume Congo (1482); capo Buona Speranza (Diaz, 1487) 1.4 controllo oceano Indiano: 1.4.1 Vasco da Gama: 1497 1499, il viaggio dura 2 anni 1.4.2 Oceano indiano: controllato dagli arabi: uso della forza da parte portoghese 1.4.3 schiacciante superiorit navale: artiglieria 1.4.4 flotta mamelucca sconfitta a Diu (1509) 1.5 Impero commerciale portoghese: 1.5.1 controllo basi di appoggio lungo la rotta da Lisbona all'oceano indiano (Ormuz, Calicut, Goa, Malacca, Molucche) 1.5.2 commercio gestito dalla corona 1.5.3 tre flotte contemporaneamente attive: 1.5.3.1 una militare per il controllo della navigazione; 1.5.3.2 due commerciali: di 12 15 navi che partivano tra febbraio aprile e tornavano tra giugno e settembre dell'anno successivo, 15 18 mesi di navigazione 1.5.4 cause ingenti spese vengono associate alle spedizioni le grandi compagnie finanziarie tedesche, fiorentine e genovesi che partecipano con i loro capitali 1.5.5 Centro di smistamento delle spezie importate diviene Anversa 1.6 tecnica di navigazione 1.6.1 Alisei Anversa e i Fugger Viene a crearsi nell'Europa del nord un nuovo sistema di commercio che diverr egemone in Europa, soppiantando Venezia e che costituito dai grandi banchieri tedeschi che finanziano i commerci e dalla citt di Anversa che diviene il terminale dei traffici con l'Oriente e le Americhe di Portogallo prima e Spagna poi