Sei sulla pagina 1di 1

L 1527 IRS, il nuovo Sistema Solare

Si chiama L 1527 IRS, il nuovo sistema planetario allo stadio ancora iniziale. Basti pensare che ha solo 300.000 anni, niente se paragonato ai circa 5 miliardi di anni del nostro Sole. Questa giovanissima stella ancora in fase di formazione ed circondata da un disco di polveri e gas. stato inizialmente osservato grazie al telescopio Gemini North dallosservatorio astronomico della citt di Mauna Kea, nelle Haiwaii. In seguito stato analizzato meglio per mezzo del SubMillimeter Array (SMA) e del Combined Array for Millimeter-wave Astronomy (KARMA), rispettivamente un sistema di 8 e 23 radiointerferometri. L 1527 IRS dista dal Sistema Solare allincirca 450 anni luce, verso la costellazione del Toro. Mai era stato scoperto e osservato un sistema planetario cos giovane finora. John Tobin, astronomo delluniversit di Illinois (Chicago), nonch uno degli scopritori della protostella, ha dichiarato: Questa giovane stella ha tutte le caratteristiche di un sistema planetario in via di formazione. Potrebbe essere, in realt, ancora pi giovane di quanto pensiamo: tutto dipende da quanto velocemente ha accumulato massa. Per molti aspetti, questo sistema molto simile a quello che doveva essere il Sistema Solare quando era molto giovane. L 1527 IRS, secondo i calcoli, cresce a un ritmo di 6,6x10-7 masse solari allanno. Proprio per questa, alla fine del suo ciclo di formazione potrebbe raggiungere molto probabilmente circa la massa del nostro Sole. Inoltre, dal suo disco di poveri e gas potrebbero crearsi molteplici pianeti con una massa complessiva pari a pi di 7 volte quella di Giove. Lo studio di questo corpo celeste permetter ai ricercato di approfondire la nascita di nuove stelle e di nuovi pianeti. Tramite lapplicazione dello spostamento Doppler (ossia il fenomeno secondo il quale la frequenza di unonda aumenta o diminuisce relativamente al moto tra sorgente e osservatore) delle onde radio proveniente dal monossido di carbonio presente nel disco, stato possibile affermare che la velocit di rotazione varia al variare della distanza dalla stella. Ci su cui adesso gli studiosi puntano studiare L 1527 IRS grazie allAtacama Large Millimeter/submillimetric Array (ALMA), situato nello studio astronomico di Chajnantor (Cile). Tobin conclude il suo discorso affermando: Grazie ad ALMA, saremo in grado di imparare molte pi cose su come si formano ed evolvono i dischi circumstellari e sulla velocit con cui le stelle giovani crescono fino alla loro dimensione massima, ottenendo una migliore comprensione di come iniziano la vita le stelle e i loro sistemi planetari. Ma com possibile individuare una protostella al suo stadio iniziale? Riuscire nellimpresa davvero arduo, in quanto il ciclo di formazione di un sistema planetario dura un tempo relativamente breve, circa centinaia di migliaia di anni e anche a causa della loro scarsa luminosit e dei loro dischi di polveri e gas che le ricoprono, rendendole difficilmente individuabili.