Sei sulla pagina 1di 1

Avvenire 01/08/2013

usciti dal campo.Tra i colpiti dal Daspo c anche un esponente del Carroccio: Riccardo Grittini, 22 anni, assessore allo Sport e alle politiche giovanili del Comune di Corbetta (Milano). Era allo stadio a tifare Pro Patria gioved scorso e a fischiare il ghanese rossonero. Nel pomeriggio di ieri contro il razzismo negli stadi era sceso in campo anche il Viminale. In attesa

limitato di persone a fare cori razzisti bisogna agire su quelle senza sospendere la partita, che invece va fermata quando ci sono le condizioni, anche per evitare che la circostanza venga usata per vincere a tavolino. Se cinque o sei persone intonano cori razzisti vanno allontanate come si fa con i violenti e adottate misure come quelle dei Daspo. Insomma, bisogna punire i

responsabili fuori dai nostri stadi. Intanto lUefa ha aperto uninchiesta su altri episodi: nel mirino c la Lazio per presunto comportamento razzista dei suoi tifosi durante la Copy partita di Europa League del 22 Reduced novembre con il Tottenham. Su Busto Arsizio invece il numero uno della Fifa, Blatter, aveva bacchettato la decisione del Milan di non proseguire lamichevole.

to 53% from

La protesta di Boateng

di frode sportiva.Tra questi ci sono il portiere del Torino, Jean Francois Gillet (ex Bari), Cristian Stellini (ex collaboratore di Antonio Conte) mentre stata chiesta dal pm larchiviazione per il difensore original to fit letter degli attidellInter Andrea Ranocchia. Copia page sar trasmessa alla Procura federale della Figc per le valutazioni disciplinari. A rischio lallenatore della Juventus Antonio Conte per omessa denuncia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

rimessione in libert di Archin e dellex consulente della Procura Lorenzo Liberti (questultimo ai domiciliari dallo stesso giorno), che da Archin avrebbe ricevuto nel marzo 2010 una busta con 10mila euro in contanti in cambio di una relazione "morbida" nei confronti dellIlva sulle fonti di inquinamento della citt. Di Archin i giudici del Riesame sottolineano i contatti avuti con il mondo politico, tra cui presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola.

Page : A12

STRANIERI E DIRITTI

Crescono le richieste per avere il passaporto italiano: si passati dalle oltre 30mila istanze del

2006 alle 70mila di due anni fa. Ma tra le migliaia respinte ci sono anche casi che suscitano domande

Sulla cittadinanza negata ora cala il segreto di Stato


Incensurati pericolosi. Ma niente espulsione
DI NELLO SCAVO

mhed vive in Italia da dieci anni. Il suo banco di frutta e verdura fa ancora pi pittoresco il vicolo della Genova dei caruggi. Mai una multa. Nessun precedente penale. Che si sappia, nessuna indagine a suo carico. Solo un sogno: ottenere la cittadinanza italiana. Sulla vita del fruttivendolo, per, calato il "segreto di stato". emersa la contiguit si legge nel diniego del Viminale a movimenti aventi scopi non compatibili con la sicurezza della Repubblica. E cos per almeno una dozzina di altri immigrati a cui stata respinta la domanda di naturalizzazione. Se Ahmed non un terrorista islamico, poco ci manca. Qualcosa, per

non torna. Perch a lui e agli altri lInterno, di documenti sottratti stato comunque concesso il perallesercizio del diritto di accesso messo di soggiorno a tempo indela cui conoscenza pu pregiuditerminato. Un miraggio per micare la sicurezza nazionale. In algliaia di stranieri. Ma se davvero tre parole, non risulta possibile sono cos pericolosi, perch non fornire informazioni pi precise in vengono espulsi?, domanda lavrelazione agli elementi di valutavocato genovese Alessandra Ballezione acquisiti. A giudicare dai casi rintracciati da rini. Alla comunicazione dei motivi oAvvenire si direbbe che il pericolo stativi non allegata alcuna docunel nord Italia molto alto. La mimentazione riguardante listruttoria svolta dagli I dubbi dellavvocato Ballerini uffici del ministero. che difende Amhed e altri migranti In particolare fa osservare Ballerini bocciati: se sono filoterroristi, non viene indicaperch non vengono rimpatriati? to n il movimento a cui apparterrebnaccia alla sicurezza nazionale bero i miei clienti, n la motivastata tirata in ballo anche per altre zione dellasserita incompatibilit domande di cittadinanza presendegli scopi del "movimento" con tate a Pistoia, Modena e Pavia. Rila sicurezza della Repubblica. chiesto di un chiarimento, quanQuando il legale ha provato a ottomeno sui numeri dei dinieghi, il tenere risposte pi precise, dal ViViminale non ha fornito risposta. minale si sentita rispondere che E non pu essere altrimenti, se di sulla vicenda incombe il segreto mezzo c il "segreto di Stato". di Stato. Si tratta, spiegano dal-

LE REGOLE
IL MIRAGGIO DI UN PASSAPORTO PER DIRITTO DI RESIDENZA

I requisiti per ottenere la cittadinanza italiana per diritto di residenza sono precisi. Per la naturalizzazione ci vogliono dieci anni di residenza legale; reddito sufficiente; assenza di precedenti penali.Vi sono poi, per casi particolari previsti dalla legge, abbreviazioni alla residenza decennale: tre anni di residenza legale per i discendenti di ex cittadini italiani per nascita fino al secondo grado e per gli stranieri nati sul territorio italiano; quattro anni di residenza legale per i cittadini di uno Stato europeo; cinque anni per gli apolidi e i rifugiati, cos come per gli stranieri maggiorenni adottati da cittadini italiani; sette anni per laffiliato da cittadino italiano; non richiesto invece alcun periodo di residenza per gli stranieri che hanno prestato servizio allo Stato per un periodo di almeno cinque anni, anche allestero. Acquisire la cittadinanza italiana vuol dire anche ottenere automaticamente la cittadinanza europea che garantisce a ogni cittadino di uno Stato membro dellUnione quattro diritti specifici: la libert di circolare e di soggiornare sul territorio degli Stati membri; il diritto di voto e di eleggibilit alle elezioni comunali e alle elezioni del Parlamento europeo nello Stato membro di residenza; il diritto di beneficiare, sul territorio di un paese terzo in cui lo Stato membro di appartenenza del cittadino non sia rappresentato, della tutela diplomatica e consolare di qualsiasi Stato membro; il diritto di petizione al Parlamento europeo e di accesso al mediatore europeo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il sogno di un passaporto italiano tra gli immigrati di lunga data sempre pi diffuso. Gli ultimi dati ufficiali si fermano al 2010. Si passati dalle 30.573 nuove istanze del 2006 alle 70.358 di due anni fa (40.223 quelle approvate) con un incremento di quasi il 130 per cento. Stando alle indicazioni contenute nelle lettere del Dipartimento dei diritti civili e dellimmigrazione, lo straniero ha dieci giorni di tempo per presentare osservazioni a sua discolpa. Ma devessere difficile difendersi da accuse vaghe e coperte dal segreto. Lultimo caso noto di immigrato espulso per il semplice sospetto di svolgere attivit filoqaediste del 9 maggio 2011, quando lallora ministro dellInterno Roberto Maroni firm lordine di rimpatrio per Anal Mlak, cittadino marocchino arrivato in Italia nel 2004 per motivi di studio. Nel corso delle indagini emerse che Mlak con il suo comportamento aveva dimostrato in pi di una circostanza astio nei confronti del mondo occidentale, mantenendo stretti contatti con due connazionali, gi rimpatriati dallItalia per motivi di terrorismo il 29 aprile 2010, condividendo con loro lidea jihadista e lodio contro le altre religioni. Lavvocato Ballerini, per, non ci sta a vedere i suoi assistiti (provenienti da Pakistan, Marocco, Tunisia e Bangladesh) fuori dalla lista dei neoitaliani. Alla storia del terrorismo proprio non vuol credere. Non tanto perch crede nella buona fede dei suoi clienti, ma perch voglio fidarmi del ministero dellInterno. Voglio credere che argomenta il legale se avesse il sospetto che dei cittadini stranieri possano attentare alla sicurezza della Repubblica li fermerebbe subito, li arresterebbe, li processerebbe, li renderebbe innocui, senza aspettare che loro facciano domanda di cittadinanza.
RIPRODUZIONE RISERVATA

lallarme
La crisi ha gi spinto 50mila famiglie a tornare ai Paesi dorigine Il vescovo di Chioggia Adriano Tessarollo: E tra chi rimane cresce il pericolo che molti possano diventare irregolari

I vescovi del Nordest: sos immigrati, intervenga lEuropa


DA JESOLO (VENEZIA) FRANCESCO DAL MAS

ono pi di 730 mila gli immigrati nel Nordest, ben 60 i sacerdoti delle rispettive comunit che li accompagnano e che per loro hanno attivato un centinaio di centri pastorali specifici. Ma nel momento della pi tranquilla integrazione, ecco che scoppia la crisi. In 50 mila hanno gi levato le ancore, in gran parte facendo rimpatriare le famiglie e cercando loro stessi lavoro in altri Paesi europei. Sono decine di migliaia di famiglie che si spaccano, con tutte le immaginabili conseguenze, sottolinea

monsignor Ferruccio Sant, direttore di "Migrantes Nordest". Il vescovo di Chioggia Adriano Tessarollo, vescovo di Chioggia e delegato per le migrazioni della Conferenza episcopale del Triveneto, lancia un ulteriore allarme: Si accresce il pericolo per molti di questi emigranti di entrare in condizioni di irregolarit in quanto, impossibilitati a rinnovare il proprio permesso per motivi di lavoro, accettano condizioni di occupabilit irregolari e talora di sfruttamento, pur di garantire alle famiglie una vita dignitosa. Siamo a Cavallino di Jesolo, i vescovi delle 15 diocesi del Nordest tengono lannuale assem-

blea nellambito vitato ad affronIl patriarca di della quale lantare questa nuociano un particova emergenza Venezia Moraglia: lare allarme, nel"con pacatezza", s alla cittadinanza, limminenza delperch cos vola Giornata nagliono i numeri. E ma sia un diritto zionale delle miaggiunge: Io ripercepito come grazioni, quello peto che bisoappunto di una gnerebbe che aiuto a una realt crisi che potreblEuropa trovasse importante del be risultare addiuna politica corittura discrimimune non solo nostro territorio nante. In Veneto, sulleconomia dove tanti Comudove sembra esni sono alle prese con i fondi del sere molto attenta e precisa nel barile, c qualche sindaco che dare dei parametri. Si affronta tentato di dire: prima lassianche il delicato tema della citstenza ai nostri che agli altri. tadinanza italiana. Cittadinanlo stesso patriarca Francesco za che favorisce lintegrazione, Moraglia, a dire di no che ha insottolinea il vescovo di Belluno-

Feltre Giuseppe Andrich, componente nazionale di Migrantes. Si tratta di una mentalit, di una cultura che riprende il patriarca Moraglia - va accompagnata alla sua maturazione, in modo tale che quando arriver il riconoscimento della cittadinanza non sia percepito da parte della comunit civile come un aver tolto un qualcosa a qualcuno ma aver integrato una realt antropologica importante nel nostro territorio. Integrazione che, invece, mancata per quanto riguarda i profughi libici. I responsabili diocesani di Migrantes sono preoccupati. E ancora una volta il patriarca lo certifica: Questa pro-

roga di due mesi rimanda il problema. Tra due mesi, infatti, il problema uscir fuori e quindi, o si avr unaltra proroga che avr fine anche questa, o bisogna trovare una soluzione che io auspico condivisa da parte di tutti, che vedono una realt di un problema, perch credo che anche chi opera in questo settore, al di l del volontariato cattolico, ma come rappresentante delle istituzioni, si ponga realmente il problema di cosa poter fare nei confronti di questa massa di persone che alla fine di febbraio o avr unaltra proroga, o dovr trovare una collocazione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Copyright Avvenire

January 8, 2013 6:18 pm / Powered by TECNAVIA / HIT-M

Potrebbero piacerti anche