Sei sulla pagina 1di 2

Esercizio 2 (condensatore con dielettrico a doppio strato) Un condensatore ad armature piane e parallele di area S=500 [cm2] ha il dielettrico costituito

da due strati accostati tra loro e aderenti alle armature. Il primo dielettrico mica con spessore 3 [mm] ed il secondo dielettrico aria secca con spessore 1,5 [mm]. Al condensatore applicata una tensione pari a 4 [kV].

1) determinare la capacit del condensatore. Considerando che il condensatore va visto come se si trattasse di due condensatori posti in serie e tenendo conto della costante dielettrica dei dielettrici impiegati, si ha:

2) determinare la carica elettrica accumulata sulle armature del condensatore. Allo scopo basta applicare la legge del condensatore: Larmatura che si trova a potenziale elettrico maggiore si caricher positivamente, laltra negativamente. 3) determinare lo spostamento elettrico nei due dielettrici. Lo spostamento elettrico nei due dielettrici lo stesso ed uguale alla densit di carica elettrica sulle armature ovvero alla quantit di carica elettrica che si raccoglie per unit di superficie sulle armature:

4) determinare lintensit del campo elettrico nei due dielettrici e verificare che sia compatibile con la rigidit dielettrica degli stessi. Allo scopo si pu utilizzare la relazione che lega il campo elettrico allo spostamento elettrico:

Si osserva che in entrambi i dielettrici il campo elettrico inferiore alla rigidit dielettrica, quindi i dielettrici possono sopportare tale campo senza che si verifichi la scarica distruttiva. 5) determinare la tensione applicata a ciascuno strato. Si ricorre alla relazione che lega il campo elettrico alla tensione:

Si osserva che il secondo strato, pur avendo uno spessore pari alla met del primo, sopporta una tensione maggiore in quanto ha una costante dielettrica molto pi piccola. Infatti, dati due diversi dielettrici di eguale spessore, per produrre in entrambi lo stesso spostamento elettrico bisogna usare una tensione pi grande per il dielettrico avente pi piccola costante dielettrica (la costante dielettrica viene anche chiamata permettivit elettrica). Ovviamente, la somma di V1 e V2 pari, a meno degli errori di approssimazione, alla tensione V. 6) determinare lenergia elettrostatica immagazzinata in ciascun dielettrico. Usando lespressione per il calcolo dellenergia nel condensatore si ha:

Lenergia complessiva sar data dalla somma delle due e potr essere verificata con lespressione per il calcolo dellenergia del condensatore:

Lenergia accumulata nei singoli dielettrici si pu trovare anche ricorrendo allenergia specifica ed al volume dei dielettrici: