Sei sulla pagina 1di 8

GEAB Report n.

35

Crisi sistemica globale: il mondo esce da una cornice di riferimento vecchia di sessant'anni
Il surrealismo finanziario che stato il cuore dei trend dei mercati azionari, degli indicatori finanziari e dei commenti politici negli utlimi due mesi a tutti gli effetti il canto del cigno della cornice di riferimento allinterno della quale il mondo ha vissuto dal 1945. Gi nel gennaio 2007, la 11esima edizione del GEAB Report descriveva che la svolta dellanno 2006/2007 era avvolta in una nebbia statistica tipica dellingresso in recessione, create per sollevare dubbi tra i i passeggeri che il Titanic stesse realmente affondando. Oggi il nostro team ritiene che la fine della primavera del 2009sia caratterizzata dalla definitiva uscita del mondo dalla cornice di riferimento usata per sessantanni dai protagonisti globali economici, finanziari e politici per prendere le loro decisioni, in particolare la versione semplificata [della cornice di riferimento, NDFC] usata massicciamente dalla caduta del blocco comunista del 1989 (quando la cornice di riferimento divenne esclusivamente centrata sugli USA). In termini pratici, questo significa che gli indicatori che tutti sono abituati ad usare per le decisioni di investimento, redditivit, ubicazione, partnership, etc... sono diventati obsoleti e che ora necessario trovare altri indicatori rilevanti per evitare di prendere decisioni disastrose. Questo processo di obsolescenza cresciuto drasticamente negli ultimi mesi sotto la pressione di due tendenze: . primo, i tentativi disperati di recuperare il sistema finanziario, in particolare i sistemi americano e britannico, hanno di fatto rotto gli strumenti di navigazione, come risultato di tutte lemanipolazioni escogitate dalle stesse istituzioni finanziarie e governi e banche centrali coinvolte. Tra questi indicatori scatenati da, e scatenanti, il panico, i mercati azionari sono lesempio perfetto, come vedremo pi avanti in questo numero del GEAB Report. Nel frattempo, i due grafici sotto illustrano brillantemente quanto questi tentativi disperati abbiano mancato di prevenire che laclassifica mondiale delle banche vivesse un enorme scossone(per lo pi, dal 2007 che scaturita la fine del dominio angloamericano di questa classifica).

Grafico pre 2007, le principali istituzioni finanziarie mondiali per capitalizzazione di mercato

Grafico post 2007, le principali istituzioni finanziarie mondiali per capitalizzazione di mercato

. secondo, lastronomica quantit di liquido iniettata in un anno nel sistema finanziario globale, in particolare nel sistema finanziario americano, ha portato tutti i player finanziari e politici ad una totale assenza di contatto con la realt. Effettivamente, a questo livello, sembrano tutti soffrire della sindrome della narcosi da nitrogeno del sub che si dirige verso ulteriori profondit anzich verso la superficie. La narcosi da nitrogeno finanziario ha gli stessi effetti della sua controparte acquatica. Indicatori distrutti o sovvertiti, perdita di senso dellorientamento dei dirigenti finanziari e politici, ecco i due fattori-chiave che accelerano luscita del sistema internazionale dalla cornice di riferimento degli ultimi decenni.

Naturalmente, tipico di ogni crisi sistemica, e facile da individuare, che nel sistema internazionale che conosciamo, un crescente numero di eventi e di trend hanno iniziato a spingerci fuori da questa cornice secolare, dimostrando quanto la crisi sia unica nella storia moderna. Il solo modo di misurare la grandezza dei cambiamenti in corso di andare indietro di molti secoli. Esamiare i dati statistici raccolti nelle ultime decadi rende possibile solo vedere i dettagli di questa crisi globale sistemica, non ci d una visione globale. Ecco qui tre esempi che ci mostrano che viviamo in un momento di cambiamento che capita solo una volta ogni due o tre secoli: 1. Nel 2009, il tasso ufficiale dinteresse della Banca dInghilterra ha raggiunto il suo livello pi basso (0,5%) dalla creazione di questa veneranda istituzione. (ne abbiamo parlato in questo articolo, NDFC) 2. Nel 2008, la Caisse des Depots et Consignations, il braccio finanziario del governo francese dal 1816 sotto tutti i successivi regimi francesi (reame, impero, repubblica...), ha registrato la prima perdita annuale della sua storia (in 193 anni). 3. In Aprile 2009, la Cina diventata il primo partner commmerciale del Brasile, un evento che ha sempre annunciato radicali cambiamenti nella leadership globale. Questa solo la seconda volta che questo avvenuto da quando UK ha messo fine a 3 secoli di egemonia portoghese 200 anni fa. Puoi gli USA hanno soppiantato UK come il principale partner allinizio degli anni 30.

Non vale la pena analizzare i numerosi trend specificatamente americani che spingono fuori dallattuale sistema di riferimento rispetto al secolo passato: perdita del valore del dollaro, deficit pubblico, debito pubblico cumulato, deficit commerciale cumulato,crollo del mercato della casa, perdita delle istituzioni finanziarie... Ma naturalmente, in una nazione al cuore della crisi sistemica globale, esempi di questo genere sono numerosi e sono stati gi ampiamente discussi in vari numeri del GEAB dal 2006. In effetti, il numero di nazioni ed aree coinvolte che sintomatico del fatto che il mondo sta uscendo dallattuale cornice di riferimento. Se ci fosse stata una sola nazione o un solo settore colpito, sarebbe stato semplicemente un segno che quella nazione / settore stava passando un momento insolito; ma oggi molte nazioni, al cuore del sistema internazionale, ed una moltitudine di settori economici e finanziari sono tutti colpiti simultaneamente da questo spostamento da una strada vecchia di secoli.

Dunque, per concludere questa prospettiva storica, vogliamo enfatizzare che luscita dal sistema di riferimento secolare graficamente visibile nella forma di una curva che semplicemente esce dalla cornice che ha consentito di rappresentare i trend e i valori per secoli. Questa uscita sta accelerando, colpendo sempre pi settori e nazioni, aumentando la perdita di significato degli indicatori usati quotidianamente o mensilmente dai mercati azionari, governi, o fonti ufficiali di statistiche, ed accelerando la comprensione globale che i soliti indicatori non possono pi darci nessun suggerimento, e neanche rappresentare gli sviluppi del mondo attuale. Il mondo arriver allestate del 2009 senza nessun riferimento attendibile a disposizione. Naturalmente, chiunque libero di pensare che una variazione mensile di pochi punti di un particolare indicatore economico o finanziario, a sua volta ampiamente determinato dagli interventi multipli delle autorit pubbliche e delle banche, ha molto pi significato nellevoluzione della crisi di quelli che stanno uscendo dalla cornice di riferimento secolare. Tutti sono anche liberi di credere che quelli che non hanno saputoanticipare n la crisi n la sua intensit sono ora in una posizione in cui possono sapere la precisa data in cui (la crisi, NDFC) finir. Il nostro team suggerisce loro di andare a vedere (o rivedere) il film Matrix e pensare alle conseguenze di manipolare gli strumenti e gli indicatori di percezione di un dato ambiente. In effetti, come esamineremo in dettaglio nel report speciale estivo, i prossimi mesi potranno essere intitolati La Crisi Reloaded. In questo 35esimo numero del Geab, vogliamo esprimere il nostrosuggerimento su quali indicatori, in questo periodo di transizione tra due sistemi di riferimento, siano in grado di offrire informazioni consistenti sullevoluzione della crisi e dellambiente economico e finanziario. Gli altri due temi principali in questo numero di Maggio 2009 sono, primo, il programmato

fallimento dei due principali piani di stimolo alleconomia: specificatamente i piani americano e cinese, e, secondo, lappello del Regno Unito al FMI per assistenza finanziaria entro la fine dellestate 2009. In termini di raccomandazioni, in questo numero il nostro team anticipa levoluzione del pi grande mercato mondiale del real estate e dei buoni del tesoro.

Il programmato fallimento dei piani economici di stimolo alleconomia di USA e Cina: la barriera della capacit di assorbimento.
Nonostante i budget notevoli, i due pi grandi piani di stimoloalleconomia quelli attivati da USA e Cina sono destinati a fallire, o nella migliore delle ipotesi ad attenuare leggermente le conseguenze peggiori della attuale crisi. Al di l delle differenti caratteristiche dei due piani e delle due economie, LEAP/Europe2020 anticipa che, nei prossimi mesi, tutte le loro implementazioni fronteggeranno un ostacolo insormontabile nel breve periodo, la [cosiddetta, NDFC] barriera della capacit di assorbimento. Questo un vincolo con il quale lUnione Europea particolarmente familiare, dal momento che lo ha fronteggiato a lungo negli ultimi 20 anni, come risultato dellaumento dei fondi strutturali e dei vari allargamenti. [...] Lesperienza europea ha dimostrato che effettivamente ci vuoletempo per spendere in modo efficace centinaia di migliaia di Euro [...]. Ma nel caso americano e cinese, precisamente il tempo cio che manca, il che assicura che i piani di stimolo alleconomia diventeranno due trappole, ben note agli Stati membri dellUE, ovvero spreco e corruzione da una parte e fondi inutilizzati dallaltra. In entrambi i casi, limpatto sulla crescita sar zero o addirittura negativo. [...] I leader europei [..] hanno scoperto all'inizio degli anni 90 l'esistenza di questa barriera, collegata alla capacita' di una nazione di assorbire aiuti allocati al suo sviluppo economico. Nei due casi considerati, USA e Cina, questo aspetto che riteniamo sia rilevante. Le quantit di budget coperti dai piani di USA e Cina circa tre volte pi grande dei fondi europei che raggiungono la barriera della capacit di assorbimento. [...] In termini di profilazione economica, possiamo considerare che la diversit delle situazioni e delle strutture economiche delle nazioni europee forniscono un esempio consistente per il confronto con la diversit delle situazioni americana e cinese. Come nell'Unione Europea, questi due enti politici hanno province o stati molto grandi, il cui PIL pro capite varia notevolmente, la popolazione ed il peso economico sono rispettivamente molto differenti e le infrastrutture amministrative, tecnologiche ed economiche sono altrettanto differenti. Possiamo evidenziare due principali differenze, comunque, che sono rilevanti in termini di aiuti pubblici. Parlando generalmente, negli USA l'infrastruttura amministrativa piuttosto limitata, mentre in Cina la pubblica amministrazione a tutti i livelli piuttosto ben sviluppata. Gli stati europei sono generalmente amet strada tra questi due estremi.

Esiste ampia letteratura in Europa sulla questione della capacit di assorbimenti dei finanziamenti europei. [...] Per un decennio, la UE ha gradualmente messo in opera meccanismi di suporto per rinforzare la capacit amministrativa delle varie autorit pubbliche coinvolte nell'impiego dei fondi europei per aumentare l'efficienza degli aiuti europei, ed assicurare che effettivamente siano di beneficio alla nazione coinvolta ed alla sua economia. Questo si ottiene con l'addestramento dei leader politici [...] E' anche necessario predisporre sessioni di addestramento per iburocrati per insegnare loro come gestire i piani di sviluppo dele infrastrutture, il supporto all''impiego, alle piccole e medie imprese, educazione, nuove tecnologie...tutto questo richiede tempo, molto tempo. [...] Senza adeguata preparazione, gli obiettivi di queste politiche (di stimolo, NDFC) sono condannate, senza eccezione, a infrangersi contro la barriera della capacit di assorbimento. [...] Per concludere, LEAP/Europe2020 ritiene che [...] gli enormi volumi coinvolti nei due programmi per stimolare l'economia cinese ed americana, uniti ad una politica proattiva ai risultati urgenti, risulteranno essenzialmente in una tremendo spreco di fondi pubblici combinato con crescente difficolt ad assicurare il corretto uso delle quantit allocate. Il secondo aspetto potrebbe anche aumentare la pressione politica per spendere il denaro con ogni mezzo entro la fine del 2009 anzich dover concludere che il fallimento dei piani di stimolo dovuto a grandi quantit di fondi non impiegati. Naturalmente, questo sar fatto a spese della efficienza economica del denaro speso. Per tutte queste ragioni, il nostro team stima che questi due piani avranno un impatto marginale sulla evoluzione dela crisi in USA e Cina. Temporanemente e marginalmente contribuiranno arallentare la disoccupazione crescente. Fino all'autunno del 2009 almeno, contribuiranno a rallentare il passo del declino economico in queste due nazioni. Ma in fin dei contri, la risultante sar un significativo aumento del debito pubblico USA [a questo riguardo segnaliamo un nostro recente articolo sul sommesso annuncio di default degli USA da parte di Barack Obama ed una traduzione di un GEAB report precedente sul tema inevitabile default degli usa], e in una forte riduzione delle riserve finanziarie cinesi. Nel settore della politica economica e dello sviluppo economico, il tempo non si puo' comprare. Ed in una crisi sistemica, il tempo proprio il fattore determinante.

Regno Unito: appuntamento con il FMI alla fine dellestate 2009


Trentatre anni fa, tra Marzo e Dicembre 1976, il mondo fronteggio le conseguenze della crisi petrolifera e la Gran Bretagna fu costretta ad appellarsi al FMI per ottenere sostegno finanziario(3,9 miliardi di dollari, il pi grande prestito mai garantito allora da questa

istituzione). Secondo LEAP/Europe2020, UK sta per rinnovare il suo appello al FMI entro la fine dellestate 2009. Le evoluzioni rispettivamente delleconomia britannica, del Pound, e del centro finanziario di Londra stanno convergendo verso una massiccia crisi per quel momento, e stanno spingendo i leader della nazione a trovare soluzioni esterne con carattere di urgenza. Uno scenario simile allIslanda, o un remake del 1976, in corso in UK. La differenza con il 1976 che il grande fratello degli USA caduto lui stesso in un processo di insolvenza generalizzata, che la guerra fredda finita, che la crisi che oggi il mondo si trova davanti ancora pi pericolosa della crisi petrolifera degli anni 70, che il Pound diventata una valuta secondaria tra quelle di riferimento, e che non si trover altro petrolio nel Mare del Nord a meno di un miracolo. La crisi anticipata colpir quindi dolorosamente lintera popolazione britannica, che finora ha visto solo linizio del crollo sociale ed economico in arrivo. Per evitare di fare default sul debito, la Banca dInghilterra non ha altra scelta che aumentare il passo del quantitative easing, in altre parole lacquisto da parte sua dei buoni del tesoro inglesi (Gilt) per finanziare il debito pubblico crescente. [...] Se leconomia non avr un rimbalzo e se, al contrario, la crisi peggiorer nei prossimi mesi, la Banca dInghilterra sar davanti ad una missione impossibile per Ottobre 2009: evitare il crollo del Pound, evitare un brusco rialzo dei tassi dinteresse inglesi, e sostenere il piano di stimolo alleconomia [...]. Entro il prossimo luglio arriveranno sul mercato del lavoro le prime ondate di massiccia disoccupazione senza pi diritto ai sussidi alloccupazione e gli studenti appena diplomati. Nel frattempo, la Banca dInghilterra avra annunciato un nuovo aumento di acquisti di Gilt, spingendo il Pound verso il cambio 1:1 con lEuro. [...] lo stato delle istituzioni finanziarie inglesi continuer a peggiorare, colpito dai fallimenti aziendali, che faranno innalzare il tasso di disoccupazione [...] . Le banche saranno costrette a chiedere nuovi aiuti pubblici, il che indurr laterza ondata della crisi finanziaria in UK, in un momento in cui non sar possibile per il governo aumentare ulteriormente il debito pubblico gi elevatissimo. In termini economici, monetari e finanziari, lestate del 2009 sar un periodo particolarmente difficile della storia moderna del Regno Unito, con il FMI in fondo alla strada.

Suggerimenti e raccomandazioni
Propriet: quando comprare, e dove? Dovunque le propriet immobiliari commerciali (hotel, centri commerciali, uffici) si stanno indebolendo, come anticipato dal LEAP un anno fa. Le propriet residenziali continuano a scendere [...]. Secondo il LEAP questo mercato deve essere evitato in ogni modo, ovunque! Obbligazioni, titoli di stato: quali scegliere?

Insistiamo sul fatto che urgente uscire da buoni del tesoroamericani, Gilt, e generalmente da tutti i titoli di stato emessi da governi altamente indebitati coinvolti nelle azioni di quantitative easing o stampare carta [moneta, NDFC]. Vi ricordiamo che il T-Bond a 30 anni ha perso il 20% del suo valore in 6 mesi. Al contrario, quando uno stato non iperindebitato e non coinvolto nellattivit di creare moneta, queste sono obbligazioni interessanti, specialmente quando sono protette dallinflazione, dal momento che sappiamo che linflazione dietro langolo allinizio dellestate. (per approfondire il legame tra iperindebitamento, titoli di stato e inflazione potete andare a questo nostro post dedicato, NDFC) Nel caso delle obbligazioni, assicuratevi che lazienda abbia buoni flussi di cassa e non debiti. Evitate in tutti i modi quelle che non hanno entrambe queste caratteristiche. Negli USA, attenzione! Guardate cosa sta succedendo a Chrysler e GM: i piccoli azionisti vengono derubati dal governo in cambio dei piani di aiuto. Si conclude qui la terza ed ultima parte del GEAB Report numero 35.

Potrebbero piacerti anche