Sei sulla pagina 1di 43

Natale la festa della famiglia

Premi esc per uscire

Quant importante che ogni bambino, venendo al mondo, sia accolto dal calore di una famiglia! Non importano le comodit esteriori: Ges nato in una stalla e come prima culla ha avuto una mangiatoia, ma lamore di Maria e di Giuseppe gli ha fatto sentire la tenerezza e la bellezza di essere amati. Di questo hanno bisogno i bambini: dellamore del padre e della madre.
(Papa Benedetto XVI)

CARE MAMME E PAP


QUESTA STORIA INVENTATA, CON IL SOLO AUSILIO DELLE IMMAGINI, LA PROVA CHE IL BISOGNO DI FAMIGLIA CHE SENTE OGNI BAMBINO MOLTO FORTE

LASCIATELI GIOCARE CON LE IMMAGINI

PROVATE E INVENTARE DELLE STORIE CON LORO LE LORO EMOZIONI


VERRANNO FUORI

TUTTE.

PAURE,
PREOCCUPAZIONI, GIOIE, MOTIVI DI COLLERA.

IN QUEL MONDO FANTASTICO


CI SONO LORO E NOI CON LORO.

MA DIETRO QUESTO BISOGNO CE N UNO MOLTO PI GRANDE: I BAMBINI HANNO BISOGNO DI ESSERE ASCOLTATI

COMPRESI
GUIDATI
CON LA FORZA E LA SAGGEZZA DEL VOSTRO AMORE

Ciro e la promessa.

Ciro un bambino di 5 anni molto allegro e con tanti amici. Vive a Vico Equense a via delle Pietre 36.

Ha un fratellino, una sorellina e un cane di nome Bin. Tutte le mattine fanno colazione in fretta in fretta perch mamma e pap devono andare a lavorare e loro devono andare a scuola. Anche Bin ha da fare, deve andare a cercare un bell osso.

Ogni sera quando si torna a casa ognuno parla di quello che ha fatto durante la giornata e anche Bin abbaia.

Ciro ha anche due nonni che abitano a via Nicotera, anche loro hanno un cane, si chiama Ciac. Bin e Ciac sono molto amici.

Un giorno succede una cosa strana, quando Ciro torna da scuola non trova la mamma e il pap e si spaventa moltissimo.

Chiama subito i nonni che si mettono in macchina e arrivano prestissimo con il loro cane Ciac.

Ciro gioca con i nonni, ma il tempo passa e si fa ora di andare a dormire e dopo aver indossato il pigiamino Ciro diventa triste perch vuole la sua mamma e il suo pap.

Allora la nonna comincia a raccontare delle storie. Una, due, tre storie. Ciro prima contento poi diventa di nuovo triste.

Il nonno inventa un nuovo gioco, lo invita a ricordare e raccontare i momenti belli che ha

passato insieme a mamma o a pap. Ciro ricorda di quando andato a giocare al parco. E di
quando andato a fare un passeggiata con la mamma.

Si ricorda quando andato a mangiare un gelato e di quando la mamma gli racconta la favola della buona notte.

Ma questo gioco lo fa diventare ancora pi triste e la mamma e il pap non sono ancora tornati dal lavoro.

Ora per i nonni devono proprio tornare a casa e lasciano i bambini da soli.

Ciro molto spaventato e telefona al pap e alla mamma per sapere a che ora sarebbero tornati.

Quando la mamma e il pap tornano a casa Ciro non pi spaventato, ma molto arrabbiato. La mamma ha dimenticato una promessa fatta al mattino. Ciro ha ragione a non voler parlare con loro. La mamma prova a farlo sorridere con delle smorfie.

Prova pure con delle coccole. Anche il pap prova con un bacino. Niente da fare Ciro arrabbiato perch la mamma ha dimenticato che quel pomeriggio dovevano fare insieme lalbero di Natale. Anche Bin prova a leccarlo, ma Ciro non sorride.

Alla fine la mamma decide che, nonostante sia molto tardi, la cosa giusta da fare addobbare lalbero insieme. Allora il pap chiama i fratellini, prendono la scatola e tutti insieme preparano un bellissimo albero di Natale.

Perch le promesse che si fanno ai bambini si mantengono sempre!!!

Alcuni momenti relativi alla realizzazione delle pagine del libro