Sei sulla pagina 1di 36

Monumenti

religiosi

Monumenti religiosi
Monumenti religiosi
Monumenti religiosi
Monumenti religiosi
Monumenti religiosi

AVVICINARSI A DIO

– questo ardente desiderio lega

fin dall’inizio la comunità cristiana

di

tutto il mondo. In Boemia

e

in Moravia dall’avvento del

cristianesimo furono erette in tutte

le città e i villaggi migliaia fra chiese,

santuari e altri monumenti religiosi. L’architettura ceca ha associato

la peculiare arte degli artisti locali

alla varietà degli stili europei, permettendo di sviluppare le diverse città storiche e l’originalità dei monumenti senza pari che si possono ammirare nelle campagne.

le diverse città storiche e l’originalità dei monumenti senza pari che si possono ammirare nelle campagne.
le diverse città storiche e l’originalità dei monumenti senza pari che si possono ammirare nelle campagne.

1

L’invito a visitare i nostri monumenti vi offrirà la possibilità

di scoprire che la Repubblica Ceca non è soltanto un museo a cielo

aperto, dove si rimane senza fiato di fronte alla bravura dei famosi architetti, pittori, scultori e di anonimi artigiani. Vi invitiamo soprattutto ad un percorso ispirativo attraverso i luoghi più famosi della Repubblica Ceca dove, per devozione, generazioni di sovrani ed umili credenti si sono inginocchiati, e con una tradizione

di messe e funzioni sacre ancora presente.

Abbiamo selezionato per voi dieci percorsi

in cui, durante singole escursioni

o «a stella», partendo quindi da un punto centrale verso diverse direzioni, conoscerete le perle fra i monumenti.

Vi

daremo dei suggerimenti che

vi

avvicineranno alle tradizioni religiose

ceche. Che Dio accompagni i vostri passi

La Cattedrale di San Vito,

regale gioiello che corona il panorama di Praga,

è il tempio principale sul

territorio ceco. Fin dal

XIV secolo attrae migliaia

di pellegrini e turisti da tutto

il mondo.

è il tempio principale sul territorio ceco. Fin dal XIV secolo attrae migliaia di pellegrini e

1

ATTRAVERSO LA REPUBBLICA

IL SENTIERO D’ORO

collega i luoghi più famosi tra Boemia e Moravia. I credenti raggiungevano i luoghi sacri e le statue miracolose con l’auspicio che le loro preghiere fossero ascoltate. Gli amanti dell’architettura storica non possono ignorare la chiesa di Žìár nad Sázavou, monumento patrocinato dall’UNESCO, una delle creazioni più importanti nella storia dell’architettura mondiale.

più importanti nella storia dell’architettura mondiale. Velehrad è il luogo memorabile della missione di

Velehrad è il luogo memorabile della missione

di

Cirillo e Metodio. I fratelli bizantini arrivarono

in

Moravia del sud su invito del sovrano

nell’anno 863 per affiancare le prime missioni

cristiane provenienti dalla Baviera e dall’Austria. Officiarono le messe in una nuova lingua comprensibile al popolo, il cosiddetto slavo antico, inventando anche un nuovo alfabeto, il glagolitico. Metodio fu nominato vescovo

e i suoi discepoli lavorarono in Boemia ben oltre il periodo in cui i sovrani locali decisero definitivamente di accettare la cultura occidentale. Nel 1985 il Santo Padre consegnò alla basilica di Velehrad un prezioso dono, la «Rosa d’Oro», donata in tutto il mondo solo

1

a

Lourdes in Francia, a Guadelupe in Messico

e

a Cestocova in Polonia. Pur essendoci messe

Svatý Hostýn

Il monte di Hostýn, per

la sua posizione

sovrastante la vasta

pianura della regione

di Haná, ha concentrato

su di se l’attenzione

prima dei celti e in seguito dei popoli slavi. Secondo una leggenda,

nel IX secolo San Cirillo

e San Metodio

lasciarono su questo monte una pittura

mariana. Uno dei luoghi maggiormente visitati

è la chiesa barocca dei

gesuiti dell’Assunzione

della Vergine, chiamata «La protezione della Moravia», eletta

a basilica minore nel

1982, con al suo interno

la statua della Vergine

coronata. Ogni giorno

vi si celebrano diverse

messe.

quotidiane, il 5 luglio in occasione della festa

di Cirillo e Metodio ha luogo il pellegrinaggio

più importante.

messe. quotidiane, il 5 luglio in occasione della festa di Cirillo e Metodio ha luogo il

1

ATTRAVERSO LA REPUBBLICA

1 ATTRAVERSO LA REPUBBLICA Svatá Hora Il nome ceco significa Monte Sacro . Si tratta di
1 ATTRAVERSO LA REPUBBLICA Svatá Hora Il nome ceco significa Monte Sacro . Si tratta di

Svatá Hora

Il nome ceco significa Monte Sacro.

Si tratta di un luogo di pellegrinaggio

molto dinamico, dalle tipiche forme barocche, sulla cima che sovrasta

Îìár nad Sázavou

la

cittadina dei minatori Pfiíbram. Fin

Sarebbe impensabile fare un pellegrinaggio nella Repubblica Ceca senza vedere le opere di

dal XVII secolo è la meta dei pellegrini diretti alla «Regina dei monti d’argento». Secondo la leggenda

Giovanni Santini (1677–1723) il

fu

il primo arcivescovo ceco, Arnošt

creatore del particolare stile ceco,

di

Pardubice, che intagliò da un pero

un connubio tra gotico e barocco,

la

statua raffigurante la Vergine Maria

dal talento ed innovazione artistica

con Gesù, collocata successivamente

senza pari. La splendida chiesa del pellegrinaggio di San Giovanni Nepomuceno sul Monte verde,

nello straordinario altare d’argento. Nel 1723 il Papa, Innocenzo XIII, le fece dono di una corona e nel 1905

Zelená hora, è il suo capolavoro.

la

chiesa venne elevata a basilica

La costruzione fu commissionata,

insieme ad altri grandiosi progetti

nella regione, dall’abate del vicino monastero cistercense, trasformato in segiuto in castello. Oggi la residenza privata della nobiltà è parzialmente aperta

al pubblico e offre molte

esposizioni interessanti.

minore. Le messe giornaliere,

e i numerosi pellegrinaggi, trovano il culmine con la festa mariana dell’Assunzione della Vergine

il 15 di agosto.

Il Gesù Bambino di Praga

La

scampata alla guerra dei trent’anni, è riverita in modo particolare nei paesi ispanici, ritenuta un simbolo di innocenza e virtù. Arrivata in Boemia dalla Spagna nel XVII secolo come dote, questa celebre statua si può ammirare nella protobarocca chiesa di Santa Maria della Vittoria in via Karmelitská nel quartiere Malá Strana. Le suore le cambiano quotidiana- mente la veste preziosa e nel 2009 Papa Benedetto XVI, durante la sua visita, le regalò una corona d’oro come segno

di devozione. Il 25 di ogni mese ha

luogo la festa del Gesù Bambino e, durante la festa dell’Ascensione del Signore, si celebra la ricorrenza della coronazione avvenuta nel 1655.

del Signore, si celebra la ricorrenza della coronazione avvenuta nel 1655. tenera statuina di cera, miracolosamente

tenera statuina di cera, miracolosamente

DALLE PROFONDITÀ DEL TEMPO

emergono le antiche leggende. Gli episodi della vita delle personalità più

influenti raccontano la storia ceca fin dal principio. La prima di loro è Santa Ludmila, vedova del principe Bofiivoj, primo sovrano della dinastia dei Pfiemyslidi. I due coniugi ricevettero

in

Moravia il battesimo dalle mani

di

San Metodio e, nel recinto del loro

castello a Levý Hradec, eressero la chiesa, divenuta oggi una delle più antiche della Boemia. Nella neo capitale Praga, con una posizione più favorevole, fecero costruire nell'anno 885 una seconda chiesa. Sia Ludmila (†921) che suo nipote San Venceslao (†935), Václav in ceco, furono assassinati per lotte politiche svoltesi agli albori dello stato ceco. Anche San Adalbert (†997), il secondo vescovo di Praga e fondatore del primo monastero benedettino a Praga-Bfievnov, morì come martire durante una missione. L’ultimo del quartetto è San Prokop (†1053), prete ed eremita, fondatore del monastero di Sázava, fulcro della liturgia slava.

Sázava

è San Prokop (†1053), prete ed eremita, fondatore del monastero di Sázava, fulcro della liturgia slava.
2 BOEMIA CENTRALE TRATTENENDO IL FIATO Punto di partenza: Kutná Hora (70 km da Praga)

2 BOEMIA CENTRALE

TRATTENENDO IL FIATO

Punto di partenza: Kutná Hora (70 km da Praga)

Questa città storica, fondata alla fine del duecento sul terreno del

monastero cistercense nei pressi delle miniere d'argento, fu nel medioevo

la seconda città più importante nel regno di Boemia, dietro alla sola Praga.

Qui si coniarono i richiestissimi danari grossi di Praga, dalla parola ceca groš, accettati nelle principali corti europee. Fra la moltitudine

dei monumenti di tutti gli stili artistici che hanno contribuito a far entrare

la città nella lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO spicca la chiesa

tardo gotica di San Jacopo, con il suo campanile tipico ed il monastero

barocco dell’ordine delle Orsoline, dove si tengono esposizioni di giocattoli

e artigianato artistico.

SUGGERIMENTO

Sedlec – ossario del cimitero Accanto a Sedlec, l’antico monastero cistercense di Kutná Hora con l'incredibile cattedrale di Santini, si trova la chiesa del cimitero, Ognissanti, con un ossario originale decorato con migliaia di ossa e teschi.

di Santini, si trova la chiesa del cimitero, Ognissanti, con un ossario originale decorato con migliaia

BOEMIA CENTRALE

2

Il monastero di Sázava

Stará Boleslav

della nazione, legata al martirio

L’eremita Prokop fu il fondatore del famoso monastero benedettino,

Questa cittadina è, nella memoria

diventandone il primo abate. Qui

di

San Venceslao ucciso, secondo

si

concentrò nel XI secolo la liturgia

la

leggenda, per ordine del fratello

in

lingua slava e lo slavo antico

quando stava entrando nella

per la scrittura. Nella chiesa

chiesa. Le mura del luogo sacro

di

San Prokop si celebrano tutt’ora

sono conservate nell’attuale chiesa

le

messe in questa lingua ogni

di

San Venceslao, dove si trova

domenica mattina. La visita al monastero, riadattato in seguito a castello, di cui sono state preservate soltanto delle mura, è possibile nella stagione estiva.

soltanto delle mura, è possibile nella stagione estiva. il centro d’Europa. Nelle vicinanze c'è la chiesa

il centro d’Europa. Nelle vicinanze c'è la chiesa di San Clemente del

XI secolo con rari dipinti romani.

San Venceslao avrebbe avuto

in mano nel momento della morte

una icona raffigurante la Vergine

la cui copia, chiamata «palladio»,

simbolo di protezione e patronato

per il popolo ceco, è custodita nella chiesa sulla piazza. L’ultima domenica di settembre,

in occasione della festa di San

Venceslao, si svolge un pellegrinaggio di importanza nazionale.

Il palladio della Boemia

in occasione della festa di San Venceslao, si svolge un pellegrinaggio di importanza nazionale. Il palladio
LA CULTURA DELL’EUROPA OCCIDENTALE e lo stile monumentale gotico venne introdotto in Boemia di monasteri

LA CULTURA DELL’EUROPA OCCIDENTALE

e lo stile monumentale gotico

venne introdotto in Boemia

di monasteri domenicani, fu la

protettrice e la benefattrice dei

a

cavallo tra il XII ed il XIII secolo

poveri.

dai monaci cistercensi. In questo

Lo

stile gotico influenza non soltanto

periodo arrivarono anche gli ordini

l’architettura ecclesiastica, ma anche

dei premostratensi e di San

le

città di nuova costruzione.

Giovanni, mentre fu fondato dalla

In

regioni fino a quel momento

principessa Agnese di Boemia l’ordine dei Crocigeri della Stella Rossa. Santa Zdislava, fondatrice

disabitate ebbe luogo la colonizzazione, che ripopolò l’intero territorio.

Monastero di Tišnov

fondatrice disabitate ebbe luogo la colonizzazione, che ripopolò l’intero territorio. Monastero di Tišnov
MORAVIA DEL SUD E VYSOâINA 3 VIAGGIO NEL MISTICO PAESAGGIO Punto di partenza: Znojmo (210

MORAVIA DEL SUD E VYSOâINA

3

VIAGGIO NEL MISTICO PAESAGGIO

MORAVIA DEL SUD E VYSOâINA 3 VIAGGIO NEL MISTICO PAESAGGIO Punto di partenza: Znojmo (210 km

Punto di partenza: Znojmo (210 km da Praga)

Nell’antica città reale di Znojmo si respira la storia in ogni angolo. Salì alla ribalta per i monaci benedettini del monastero barocco di Louka che cominciarono a coltivare uva e cetrioli, portando la città alla notorietà per la produzione, tutt’ora fiore all’occhiello della zona, dei cetrioli sotto aceto. Nel castello, che svetta sulla città, è conservata una rotonda romanica, una tipica chiesa di pietra dalla forma circolare, monumento tra i più antichi d’Europa Centrale. Al suo interno sono presenti gli inestimabili dipinti murali di temi ecclesiastici, che rappresentano la storia della prima casa reale ceca, i Pfiemyslidi. La chiesa di San Nicola, eretta sulla ripida riva del Dyje, in stile gotico radiante esternamente e barocco internamente, contribuisce al panorama della città. Il vicino battistero del patrono della patria San Venceslao oggigiorno è adibito a luogo sacro per la chiesa ortodossa.

Ti‰nov-Pfiedklá‰tefií È l’unico monastero femminile cistercense del Paese nel XIII secolo chiamato Poerta Coeli, la Porta del Cielo. Il superbo portico di pietra della chiesa dell’Assunzione della Vergine, eretta all'interno dei confini del monastero, offre una vista spettacolare, con uno splendido esempio dello stile artigianale a confine tra il romanico e il gotico. Il monastero ospita il museo regionale.

3

MORAVIA DEL SUD E VYSOâINA

Želiv

L’architetto Giovanni Santini arricchì il vecchio monastero premostratense del duomo della Nascita della Vergine. Questo luogo è meta

di

vari sentieri turistici, sia a piedi che

in

bicicletta, che percorrono il paesaggio da

sogno della regione collinare boemo-morava (Vysoãina).

da sogno della regione collinare boemo-morava (Vysoãina). Tfiebíã La città di Tfiebíã fu ampliata nel primo

Tfiebíã

La città di Tfiebíã fu

ampliata nel primo medioevo da un

villaggio sovrastato dal monastero benedettino. Qui si trova la monumentale basilica

di San Prokop del XIII

secolo, opera di rilievo europeo in stile romanico. Nella vicinanza del monastero cattolico fu costruito nello stesso periodo il ghetto ebraico, uno dei più grandi della nazione, dove tutt’ora è conservato un vasto cimitero.

Kralice – L'esposizione della Bibbia di Kralice In questo piccolo paese nel XVI–XVII secolo si
Kralice – L'esposizione
della Bibbia di Kralice
In
questo piccolo paese nel XVI–XVII secolo si
celava la tipografia dei Fratelli Cechi, una
comunità cattolica riformata che favoriva
l’educazione e la letteratura ceca. Il prodotto
più prezioso fu la Bibbia, tradotta in ceco
direttamente dalle lingue dei due testamenti.
Nel periodo della controriforma cattolica
venne tramandata di nascosto dalle famiglie,
diventando la base per la moderna lingua
ceca. Il museo è aperto, lunedì escluso, tutto
l’anno.
SUGGERIMENTO
BOEMIA DEL SUD 4 IL PELLEGRINAGGIO NELLA BOEMIA DEL SUD Punto di partenza: âesk˘ Krumlov

BOEMIA DEL SUD

4

BOEMIA DEL SUD 4 IL PELLEGRINAGGIO NELLA BOEMIA DEL SUD Punto di partenza: âesk˘ Krumlov (175

IL PELLEGRINAGGIO NELLA BOEMIA DEL SUD

Punto di partenza: âesk˘ Krumlov (175 km da Praga)

L’inconfondibile atmosfera del centro medievale, nonché la posizione alle pendici della Selva Boema, sono il perfetto connubio alla splendida città gotico-rinascimentale e l’imponente castello sovrastante. A completamento del panorama non può sfuggire la chiesa di San Vito, della seconda metà del XIV secolo, con tre navate dalle preziose volte a nervatura. Accanto alla scalinata esterna si può ammirare l'abitazione del cappellano, una casa gotica tra le più antiche fuori Praga.

4

BOEMIA DEL SUD

Zlatá Koruna Nel XIII secolo questo monastero cistercense fortificato serviva a rafforzare la posizione del re nei confronti delle mire espansionistiche della famiglia nobile dei Rožmberk. Il nome Zlatá Koruna, Corona d'Oro, deriva dalla spina della corona di Cristo, dono del sovrano francese. Questo pittoresco complesso del vecchio monastero nasconde dei veri gioielli architettonici come, ad esempio, le volte del protogotico nella sala capitolare e nella cappella degli Angeli Custodi.

Vyšší Brod Il monastero cistercense fu fondato da Vok di Rožmberk nel XIII secolo come centro per la diffusione del cristianesimo nella Boemia del Sud. Insieme al monastero si trovano l’abbazia, la chiesa e gli stabili agricoli. Il cuore è la chiesa gotica dove, nella sala capitolare, sono conservate le finestre e il portale originali. La maestosa biblioteca fu eretta nel periodo barocco, come sono della stessa epoca le collezioni artistiche. Una parte del monastero ospita il Museo della posta.

BOEMIA DEL SUD

4

¤ímov

Qui troviamo la splendida cappella lauretana e la chiesa dello Spirito Santo. Il sentiero che attraversa il villaggio ci porta alla strada barocca del pellegrinaggio con le «Passioni di ¤ímov»: delle statue posizionate lungo

le stazioni della Via Crucis.

delle statue posizionate lungo le stazioni della Via Crucis. Klokoty Una leggenda narra che dei pastori,

Klokoty Una leggenda narra che dei pastori, dopo aver avvistato la Vergine Maria, eressero in questo luogo una cappella. Oggi è presente un santuario barocco, passaggio della Via Crucis, con un profumatissimo viale di tigli

centenari che lo collega alla città

di Tábor. I dieci campanili, disposti

come le dita delle mani in preghiera, con la dolce musica evocano la Vergine in preghiera.

Il pellegrinaggio in questo luogo raggiunge il suo massimo

il 15 di agosto, festa

dell’Assunzione della Vergine Maria.

15 di agosto, festa dell’Assunzione della Vergine Maria. Sv. Kámen – Santa Pietra Questa chiesa pittoresca
15 di agosto, festa dell’Assunzione della Vergine Maria. Sv. Kámen – Santa Pietra Questa chiesa pittoresca

Sv. Kámen – Santa Pietra Questa chiesa pittoresca della Vergine delle Nevi è uno degli esempi di santuari che, dal 1949, stavano cadendo in rovina nella zona militare limitrofa alle frontiere occidentali. Venne restituito alla sua originaria bellezza grazie alla collaborazione dei cattolici cechi

e austriaci.

La galleria della Boemia del Sud del pittore Aleš nel castello di Hluboká Nel galoppatoio del romantico castello di

SUGGERIMENTO

Hluboká si trova, esposta al pubblico, una collezione

di

statue gotiche e di dipinti

 

su

pannelli, oggetti

provenienti dalle chiese del territorio della Boemia del Sud e dalla Selva

Boema del periodo fra il XIII ed il XVI secolo. Potremmo ammirare, per esempio,

le

opere del cosiddetto «bel

stile», come le statue della Madonna, che si distinguono per il loro fascino lirico e la perfetta rappresentazione delle vesti.

5

BOEMIA OCCIDENTALE

MONUMENTI DELLA FEDE CATTOLICA

5 BOEMIA OCCIDENTALE MONUMENTI DELLA FEDE CATTOLICA Punto di partenza: PlzeÀ (100 km da Praga) Nell’ombelico

Punto di partenza:

PlzeÀ (100 km da Praga)

Nell’ombelico del

capoluogo della

Boemia Occidentale

si trova il campanile

più alto della Repubblica Ceca, cento metri, della chiesa di San Bartolomeo. Le caratteristiche

volte tardo gotiche

e le decorazioni

medioevali hanno inserito di diritto questa chiesa tra i più preziosi monumenti nazionali.

Plasy Questo magnifico centro cistercense fu costruito, nel periodo barocco, sul terreno del vecchio monastero nella valle paludosa che abbraccia il fiume Stfiela. L’architetto Santini fu coraggioso nel suo progetto e collocò una parte dell’edificio su piloni di quercia con grate, creando così un sistema per mantenere costante il livello dell’acqua. Il monastero con la splendida chiesa barocca, la cappella, la biblioteca, l’ospedale e gli edifici agricoli si può visitare con guida nella stagione estiva.

Mariánská Týnice Dal 1230 anche Mariánská Týnice divenne di proprietà dell’ordine

cistercense, trasformandosi in un superbo centro di pellegrinaggio, con la chiesa e l’edificio amministrativo, usato come ricovero per i membri anziani della comunità. Oggi vi troviamo il museo della regione e galleria artistica aperta tutto l’anno. Il pellegrinaggio alla Vergine Maria ha luogo all’inizio

di settembre.

BOEMIA OCCIDENTALE

5

BOEMIA OCCIDENTALE 5 Kladruby L’antico monastero dei benedettini fu fondato nell’anno 1115 con l'intenzione
BOEMIA OCCIDENTALE 5 Kladruby L’antico monastero dei benedettini fu fondato nell’anno 1115 con l'intenzione

Kladruby L’antico monastero dei benedettini fu fondato nell’anno 1115 con l'intenzione di accentrare la politica e la cristianizzazione della regione. All’inizio del XVIII secolo l’architetto Santini ricostruì la chiesa del monastero, originariamente romanica, con un particolare stile gotico barocco. L’interno è visitabile con una guida durante l’intero periodo estivo.

visitabile con una guida durante l’intero periodo estivo. Teplá Negli ultimi anni l’ordine premostratense ha

Teplá Negli ultimi anni l’ordine premostratense ha ripreso la cura dell’antico monastero, sottoposto nei secoli a numerose prove del destino: i martirii della guerra,

i saccheggi, gli incendi, le epidemie

di peste, gli anni dei divieti e la

devastazione del regime comunista. Proprio su questo tema è stata allestita una mostra sulla

sofferenza del clero nelle prigioni

e nei campi di internamento negli anni 1948–1989. Il monastero

si sta gradualmente rinnovando.

Sono aperte al pubblico, con visite guidate, il convento, la chiesa e la preziosa biblioteca con le collezioni

d’arte. I visitatori possono usufruire anche dei servizi dell’albergo

e del campo da golf.

RoÏmitál pod Tfiem‰ínem Il monumento di J. J. Ryba Il Natale ceco è impensabile senza la visita alla chiesa a mezzanotte con la fiabesca messa musicale, i cui testi sono già diventati patrimonio popolare. L’autore della messa è il maestro Jakub Jan Ryba, insegnante della scuola locale nel 1788. Nella piccola chiesa del paese possiamo ancora ascoltare le note dell’organo usato dal maestro. Nel museo della città è presente una sala commemorativa dell’artista e nel vicino bosco, luogo dove questo patriota si tolse la vita, venne eretto un monumento.

SUGGERIMENTO

1 IL SENTIERO D’ORO Velehrad Svat˘ Host˘n Îìár nad Sázavou Svatá Hora Il Gesù Bambino
1
IL SENTIERO D’ORO
Velehrad
Svat˘ Host˘n
Îìár nad Sázavou
Svatá Hora
Il Gesù Bambino di Praga
4
PELLEGRINAGGIO
NELLA BOEMIA DEL SUD
âesk˘ Krumlov
Zlatá Koruna
Vy‰‰í Brod
¤ímov
Klokoty
2
TRATTENENDO IL FIATO
Kutná Hora
Sedlec
Sázava
Stará Boleslav
Svat˘ Kámen
Hluboká
5
MONUMENTI DELLA
FEDE CATTOLICA
PlzeÀ
Plasy
3
VIAGGIO NEL MISTICO
PAESAGGIO
Znojmo
Ti‰nov-Pfiedklá‰tefií
Îeliv
Tfiebíã
Kralice
Mariánská T˘nice
Kladruby
Teplá
RoÏmitál pod Tfiem‰ínem
6 PER LA VIA SETTENTRIONALE Litomûfiice Louny Osek Bohosudov Hejnice Most 9 NEL CUORE DELLA
6
PER LA VIA
SETTENTRIONALE
Litomûfiice
Louny
Osek
Bohosudov
Hejnice
Most
9
NEL CUORE
DELLA MORAVIA
Brno
Rajhrad
KromûfiíÏ
Kfitiny
10
FINO ALLE RADICI
DELLA FEDE
7
L’INCROCIO DELLE VIE DEL
PELLEGRINAGGIO
Praga
Olomouc
Svat˘ Kopeãek
Námû‰È na Hané
Opava
8
ATTRAVERSO IL PAESAGGIO
SPIRITUALE
Hradec Králové
Králíky
Tfiebechovice pod Orebem
Broumov
Kuks
Guty
Zlaté Hory

6

BOEMIA DEL NORD

PER LA VIA SETTENTRIONALE

Punto di partenza: Litomûfiice (63 km da Praga)

Il centro storico con la sede della diocesi offre una moltitudine di costruzioni ecclesiastiche, erette dai diversi ordini religiosi. Il monumento più prezioso è la cattedrale barocca di Santo Stefano con meravigliose decorazioni.

barocca di Santo Stefano con meravigliose decorazioni. Louny Il panorama della città storica, cinta dalle mura

Louny Il panorama della città storica, cinta dalle mura medioevali, fu arricchito con i tre tetti a falde del tempio di San Nicola, l’opera maestra dell’architetto Benedikt Ried, che lavorava per il re Ladislao VII Jagellone alla corte di Praga.

per il re Ladislao VII Jagellone alla corte di Praga. Osek Una grande abbazia cistercense nacque

Osek Una grande abbazia cistercense nacque sulla frontiera tedesca nel XII secolo, in contemporanea alle missioni di catechizzazione del territorio, mantenendo enorme importanza fino all’epoca barocca. È di questo periodo la costituzione di una innovativa corte agricola che, con una serie di giardini ingegnosamente irrigati e padiglioni decorati con sculture di pregio, divenne orgoglio della regione. Nella sala capitolare del vecchio convento gotico è conservato un inestimabile tavolo da lettura in pietra. L’intero monastero è visitabile nella stagione estiva.

BOEMIA DEL NORD

6

Bohosudov

Il centro gesuita di pellegrinaggio venne adibito

dal 1968 a caserma per l'esercito sovietico, ritornando alla chiesa solamente nel 1990.

I recenti lavori di restauro lo stanno riportando

all’originaria bellezza del periodo barocco. Narra

la leggenda che le monache in fuga lasciarono una

statua di terracotta della Vergine, dispensatrice

di miracoli. Splende sull’altare principale della

chiesa come il sole che emette sette raggi, simbolo dei Sette Dolori. La chiesa è circondata da sette cappelle e da un chiostro chiuso. Il tempio monumentale può ospitare fino a cinquemila persone, che arrivano sopratutto a metà settembre per il pellegrinaggio principale.

a metà settembre per il pellegrinaggio principale. Hejnice Questo luogo, nei pressi della frontiera tedesca,

Hejnice Questo luogo, nei pressi della frontiera tedesca,

è detto «Mariazell ceca». Dalla città di Liberec parte un antico sentiero battuto dai pellegrini per recarsi alla Mater formosa, statua inserita secondo la leggenda nel tronco cavo di un tiglio nell’altare laterale della chiesa barocca. L'8 di maggio di ogni anno i pellegrini dalla Repubblica Ceca, della Germania e della Polonia, celebrano insieme

la festa mariana.

La

chiesa trasferita

SUGGERIMENTO

di

Most

Nel 1975 questa chiesa dalle straordinarie volte gotiche dovette lasciare

il posto alla nuova miniera

 

di

carbone. Tutto l’edificio

(9.600 tonnellate di peso)

fu

trasferito grazie a una

tecnologia estremamente complicata nella sua nuova collocazione a 841,6 metri. L’operazione durò 28 giorni, con una velocità di manovra di 3 centimetri all’ora.

collocazione a 841,6 metri. L’operazione durò 28 giorni, con una velocità di manovra di 3 centimetri
LA CAPITALE D’EUROPA questo fu Praga nel ‘300 quando il re ceco, nonché imperatore romano

LA CAPITALE D’EUROPA

questo fu Praga nel ‘300 quando il re ceco, nonché imperatore romano Carlo IV, divenne capo laico di tutto il cristianesimo occidentale. Con l'ausilio di architetti del calibro di Matthieu de Arras e Peter Parler fece cambiare la fisionomia della sua amata città, rendendola se possibile ancora più degna di essere capitale. Praga fu promossa ad arcidiocesi, vide la nascita di numerose chiese, meta dei pellegrinaggi di tutto il mondo conosciuto per ammirare le rare collezioni di reliquie.

Chiesa di Nostra Signora di Týn

PRAGA

7

SUGGERIMENTO

L’INCROCIO DELLE VIE DEL PELLEGRINAGGIO

Praga è detta città d’ oro o città dalle cento torri per il suo panorama accentuato dai campanili. La maggior parte dei monumenti ecclesiastici praghesi, pur essendo adibiti al culto, sono aperti al pubblico. Il nostro percorso vi guiderà fra le sue perle.

pubblico. Il nostro percorso vi guiderà fra le sue perle. Chiesa di Nostra Signora di Týn

Chiesa di Nostra Signora di Týn Costruzione gotica di grande importanza con interni meravigliosi, che caratterizza la piazza della Città Vecchia con i due campanili. Molte persone importanti, fra cui l’astronomo Tycho de Brahe, furono seppellite in questo tempio.

Klementinum Il monastero gesuita, il più grande complesso di Praga dopo il castello, fu il centro ideologico della ricattolicizzazione e dell’educazione in Boemia. Dopo lo scioglimento dell’ordine nel 1777, la maggior parte del complesso divenne la sede della biblioteca dell’università. Nel 1791 in occasione dell'incoronazione dell'imperatore Leopoldo II, ebbe luogo la prima esposizione europea di prodotti industriali.

La cappella di Betlem a Praga Fu, tra il 1402 e 1412, il luogo dove visse e lavorò Jan Hus, il principale esponente del movimento riformatore ceco. Hus basò le sue idee sul modello di John Wyclif, tentando di cambiare la chiesa cristiana. Nel 1415 fu accusato di eresia e condannato al rogo. La sua morte avviò la rivoluzione hussita.

L’organo da concerti di San Jacopo del 1705 Nel panorama musicale che Praga offre tutto l’anno spiccano i concerti d’organo. Lo strumento più importante è del 1705 e si trova nella chiesa barocca di San Jacopo della Città Vecchia.

d’organo. Lo strumento più importante è del 1705 e si trova nella chiesa barocca di San

7

PRAGA

Convento

di Bfievnov

7 PRAGA Convento di Bfievnov Cattedrale di San Vito Santuario Chiesa di San Nicola Vltava di

Cattedrale di San Vito

Santuario

Chiesa di San Nicola Vltava
Chiesa
di San Nicola
Vltava

di Loreto

Convento

di Strahov

Chiesa di San Giacomo Chiesa del T˘n Klementinum Cappella di Betlemme

La cattedrale di San Vito I resti dei santi cechi, dei sovrani e personaggi influenti della Chiesa, venivano tumulati per tradizione all'interno delle mura del castello di Praga. Quando, nel 1344, venne costituita l’arcidiocesi, il re Carlo IV fece costruire sulle fondamenta di una antica chiesa la maestosa cattedrale di San Vito per le cerimonie sacre. Proprio da qui si diffuse il culto dei santi protettori della patria.

Il portone d' oro della cattedrale di San Vito

Proprio da qui si diffuse il culto dei santi protettori della patria. Il portone d' oro

PRAGA

7

La chiesa di San Nicola a Malá Strana

Questa gemma, dalla caratteristica cupola verde e dal particolare campanile, rappresenta il culmine del barocco romano a Praga, caratterizzando

il panorama ai piedi del castello. L’organo della chiesa venne suonato, tra gli altri, da W. A. Mozart.

Loreto

La leggenda racconta che la casa della Vergine a Nazaret fu trasportata dagli angeli fino alla città italiana Loreto e lì circondata dalla cappella rinascimentale con una particolare decorazione a rilievi. La Loreto di Praga del monastero dei cappuccini a Hradãany è una copia fedele del santuario lauretano Santa Casa. Nel luogo di pellegrinaggio troviamo anche la sala del tesoro, in cui domina la pisside denominata «Il sole di Praga». Un gioco

di campanelle intona ogni ora una canzone a Maria.

Un gioco di campanelle intona ogni ora una canzone a Maria. Il monastero di Strahov Il

Il monastero di Strahov

Il monastero premostratense del XII secolo e la sua famosa biblioteca, al

cui interno si possono trovare fra gli altri preziose illustrazioni, cartine, globi

e litografie, apparteneva di diritto all’olimpo dei centri culturali europei.

La ricostruzione protogotica, culminata col restauro barocco ad opera di J. B. Mathey, A. Lurago e I. J. Palliardi, lo consegnò alla sua forma attuale. La pinacoteca del 1836 conserva una delle più importanti collezioni monasteriali dell’Europa Centrale.

Il monastero di Bfievnov

Il monastero maschile più antico di Boemia, dell’ordine dei benedettini,

fu eretto nel 993 dal principe Boleslav I e dal secondo vescovo di Praga Adalbert. Con la ristrutturazione avvenuta nel ‘700, ad opera dell’architetto Kilian Dienzenhofer, venne costruita la chiesa di Santa Margherita.

avvenuta nel ‘700, ad opera dell’architetto Kilian Dienzenhofer, venne costruita la chiesa di Santa Margherita.

LA CULTURA BAROCCA

cambiò l’aspetto del paesaggio ceco

e

e

K. Škréta per la pittura, A. Michna

dopo la guerra dei trent’anni. Dopo

F. X. Brixi per la musica. L’enorme

la

vittoria sui protestanti nel 1620,

gradimento espresso dai devoti del

la

Chiesa tentò di rafforzare la sua

culto di Maria divenne l’espressione

posizione con ogni mezzo: tutte

tipica della pietà barocca.

le

altre religioni vennero ritenute

eretiche, quindi proibite. L’ordine più importante fu quello dei gesuiti,

intermediari con gli architetti italiani. Molti edifici oramai dismessi vennero incomparabilmente ricostruiti in stile barocco. Questa ristrutturazione apprezzata dalla popolazione, aumentò la fama dei principali esponenti

di

tutte le discipline. G. Santini

e

K. I. Dientzenhofer per

l’architettura, M. B. Braun

e F. Brokoff per la scultura, P. Brandl

M. B. Braun e F. Brokoff per la scultura, P. Brandl San Giovanni Nepomuceno è il

San Giovanni Nepomuceno

è

il santo ceco più famoso

al

mondo. Fu canonizzato

nel 1729 e il suo culto fu un

efficace strumento della controriforma. La leggenda narra che, per punizione

al mancato tradimento del

segreto confessionale della regina, fu gettato sotto il ponte del castello dopo che gli venne tagliata la lingua. Per questo motivo le sue

statue vengono messe

a guardia dei ponti.

BOEMIA ORIENTALE

8

ATTRAVERSO IL PAESAGGIO SPIRITUALE

Punto di partenza: Hradec Králové (110 km da Praga)

L’antica città dal 1307 entrò a far parte della

dote delle regine ceche, che contribuirono

alla

sua fioritura: ad esempio, all'inizio del

XIV

secolo la vedova Elisabetta Rixa, in ceco

del XIV secolo la vedova Elisabetta Rixa, in ceco Eli‰ka Rejãka , fece costruire la cattedrale

Eli‰ka Rejãka, fece costruire la cattedrale

di mattoni dello Spirito Santo. Nel 1664 venne

fondato l’episcopato e nel ‘700 l’imperatore

Giuseppe II ristrutturò l’intera città rendendola

una fortezza barocca, destinando alcune

chiese e monasteri a scopo militare. All’inizio

del XX secolo venne nuovamente mutato

il concetto della città, diventando il capoluogo dello stile funzionalista.

città, diventando il capoluogo dello stile funzionalista. Králíky Sul monte della Madre di Dio, Mons Matris,

Králíky

Sul

monte della Madre di Dio, Mons Matris,

nei

pressi di Králíky si trova la Via Crucis che

ci conduce al complesso costruito nel

XVIII secolo. Qui possiamo ammirare la chiesa

intitolata a Maria ricca di sculture, la cappella

della Santa Scalinata, e la residenza dell’ordine

del Santissimo Redentore. Dopo la chiusura dei

monasteri, questo luogo venne scelto dal

governo comunista negli anni cinquanta per confinare i monaci, condannati

in seguito al carcere o ai lavori forzati.

8

BOEMIA ORIENTALE

8 BOEMIA ORIENTALE SUGGERIMENTO Tfiebechovice – Il museo dei presepi L'esposizione dei presepi, la

SUGGERIMENTO

Tfiebechovice – Il museo dei presepi L'esposizione dei presepi, la Natività, è parte fondamentale del Natale popolare ceco. Nel museo sono esposti rari e affascinanti presepi popolari, fra cui spicca il presepe meccanico di legno, 7 metri per 3, di Josef Probošt con centinaia di statuine mobili.

Cappella del pellegrinaggio Hvûzda vicino a Broumov (la «Stella») – una piccola perla di un grande architetto

Broumov Anche il monastero benedettino di questa città, superlativa opera del noto K. I. Dienzenhofer, servì all’internamento del clero e dei membri degli ordini sciolti, tornando successivamente sotto il controllo della Chiesa. All’interno del complesso è presente il museo regionale di storia.

successivamente sotto il controllo della Chiesa. All’interno del complesso è presente il museo regionale di storia.

BOEMIA ORIENTALE

8

BOEMIA ORIENTALE 8 Kuks Il nobile mecenate F. A. Špork di idee illuministiche fece costruire un

Kuks Il nobile mecenate F. A. Špork di idee illuministiche fece costruire un complesso termale sulle rive dell’Elba, con l’intento di sorpassare le note terme di Karlovy Vary. Dopo numerosi incendi e inondazioni rimase solamente la parte ecclesiastica con l’ospedale, oltre ad una collezione straordinaria di statue di M. B. Braun. Nel vicino parco naturale Betlemme, meta preferita degli ospiti dei bagni, l’artista scolpì fra il 1726 e il 1734, numerose sculture e bassorilievi a carattere religioso direttamente sulle pareti della roccia.

fra il 1726 e il 1734, numerose sculture e bassorilievi a carattere religioso direttamente sulle pareti
9 MORAVIA DEL CENTRO E MORAVIA DEL SUD NEL CUORE DELLA MORAVIA Punto di partenza:

9 MORAVIA DEL CENTRO E MORAVIA DEL SUD

NEL CUORE DELLA MORAVIA

Punto di partenza: Brno (210 km da Praga)

Brno, la più grande città della Moravia, seconda della Repubblica Ceca, offre numerosi eventi culturali e disponibilità di alloggio. Qui si svolgono numerose fiere internazionali e il gran premio di motociclismo. La romantica coppia di campanili della chiesa di San Pietro e Paolo è diventata il simbolo della città. Il duomo e la chiesa di San Jacopo sono degni di nota per le volte gotiche. La chiesa di San Tommaso è nota per la Madonna Nera dei miracoli, protettrice della città.

MORAVIA DEL CENTRO E MORAVIA DEL SUD

9

SUGGERIMENTO

MORAVIA DEL CENTRO E MORAVIA DEL SUD 9 SUGGERIMENTO Rajhrad Il monastero più antico della Moravia

Rajhrad Il monastero più antico della Moravia fu fondato nel 1045 dall’ordine

praghese dei benedettini.

Il complesso romanico e gotico

venne riccamente ristrutturato in stile barocco alla fine del XVII secolo dal geniale architetto Santini, che risolvette il problema delle fondamenta paludose utilizzando piloni di quercia.

delle fondamenta paludose utilizzando piloni di quercia. Kfitiny Il nome di questo villaggio in ceco significa

Kfitiny

Il nome di questo villaggio in ceco significa battesimo. Un’antica

leggenda racconta che San Cirillo

e San Metodio battezzavano

i pagani della vicina valle. Dal

XIII secolo i credenti accorrevano

in pellegrinaggio alla miracolosa

statua della Madre di Dio, trovata durante un temporale in un castagno fiorito. Nel XVIII secolo fu costruito un complesso, in stile barocco, per accogliere i pellegrini dominato dalla chiesa della Vergine, chiamata la Perla della Moravia.

chiesa della Vergine, chiamata la Perla della Moravia . KromûfiíÏ La residenza estiva arcivescovile è famosa

KromûfiíÏ

La residenza estiva arcivescovile

è famosa per i suoi splendidi

giardini dal grande impatto

paesaggistico, inseriti di diritto nella lista del patrimonio mondiale dell'umanità dell'UNESCO. Il castello barocco, comprendente

le sale, la biblioteca e la ricchissima pinacoteca di livello europeo

è aperto al pubblico.

Le cantine del castello a KromûfiíÏ Tutti i giorni i visitatori possono scegliere di degustare deliziosi piatti tipici, bagnandoli col vino locale nella coinvolgente atmosfera delle cantine del castello.

di degustare deliziosi piatti tipici, bagnandoli col vino locale nella coinvolgente atmosfera delle cantine del castello.
CON LA FEDE NEL CUORE vivono i cristiani nei periodi meno propizi alla Chiesa. L’imperatore

CON LA FEDE NEL CUORE

vivono i cristiani nei periodi meno propizi alla Chiesa. L’imperatore

Giuseppe legalizzò le altre credenze, chiudendo in contemporanea

i monasteri e proibendo

i pellegrinaggi. L’architettura

del

XIX e del XX secolo prediligeva

gli

edifici profani. Le chiese si

restauravano, ma non se ne

costruivano di nuove. All’inizio del

XX secolo furono innalzate maestose

opere di maestri avanguardisti del calibro di J. Pleãnik, L. Bauer e J. Goãár. Durante il regime

comunista la religione doveva venire eliminata completamente dalla vita delle persone. Solamente

i cambiamenti del 1989 hanno

aperto nuove prospettive. Tornando

in gestione alla Chiesa, i luoghi

precedentemente abbandonati

si rianimarono di nuova linfa vitale,

offrendo possibilità di ispirazione

e di incontro spirituale.

possibilità di ispirazione e di incontro spirituale. La colonna della Santa Trinità, inno alla Chiesa e

La colonna della Santa Trinità, inno alla Chiesa e alla fede cattolica

Il santuario di Svat˘ Kopeãek vicino a Olomouc MORAVIA DEL NORD FINO ALLE RADICI DELLA

Il santuario di Svat˘ Kopeãek vicino a Olomouc

MORAVIA DEL NORD

FINO ALLE RADICI DELLA FEDE

Punto di partenza: Olomouc (270 km da Praga)

DELLA FEDE Punto di partenza: Olomouc (270 km da Praga) Olomouc è la città più importante

Olomouc è la città più importante della

Moravia, seconda alla sola Praga in termini

di importanza storico-culturale della

Repubblica Ceca. A memoria di questo resta il complesso del castello dei Pfiemyslidi del primo Medioevo, sede

dei principi moravi e del potere ecclesiastico

in seguito. In città spiccano la cattedrale di

San Venceslao, molte chiese parrocchiali, ospedali e numerose costruzioni

ecclesiastiche del Medioevo. Le due piazze principali di questo centro arcivescovile

e universitario sono decorate da splendide colonne e incredibili fontane barocche.

La colonna della Santissima Trinità, inserita

nel 2000 nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO, celebrazione della fede cattolica nella città, è un ottimo esempio

di ciò che Olomouc ci riserva.

10

10

MORAVIA DEL NORD

Svat˘ Kopeãek (Monte Sacro) Venne costruito per dare una degna collocazione ad una splendida rappresentazione della Vergine con il Gesù,

che si allunga per raggiungere il frutto proibito nella mano della madre. Nel 1732,

in contemporanea alla proclamazione della

Moravia a regno della Vergine, il quadro venne coronato.

Moravia a regno della Vergine , il quadro venne coronato. Museo delle carrozze arcivescovili SUGGERIMENTO Sulla

Museo delle carrozze arcivescovili

SUGGERIMENTO

Sulla collina sovrastante il villaggio

di

Námû‰È na Hané, al centro di un

parco, è situato il castello barocco,

al

cui interno si può ammirare

una collezione di carrozze di arcivescovi

di

Olomouc del periodo fra il XVIII ed

 

il XX secolo. Nel castello si organizzano visite guidate nella stagione estiva.

Opava

Il capoluogo storico sulla

frontiera polacca è una graziosa città universitaria con diversi monumenti importanti.

L’influenza tedesca nella regione della Slesia

è visibile a partire dai

materiali per la costruzione, i mattoni

rossi, usati per la chiesa dell’Assunzione della Vergine del XIII secolo

e dell’antica chiesa della

Santa Croce. Questa cappella è detta svedese perchè, durante l’occupazione della città nella guerrra dei trent’anni, fu usata come tempio per le preghiere dai protestanti. All’interno si trovano una

serie di dipinti gotici con argomenti apocalittici. La chiesa di Santa Edvige, costruita fra gli anni 1933 e 1938 da L. Bauer come monumento ai caduti della prima guerra mondiale, è un eccellente esempio

di architettura moderna.

Guty Nelle belle ma aspre montagne Beskydy la gente ha vissuto per secoli in stretta

Guty

Nelle belle ma aspre montagne Beskydy la gente ha vissuto per secoli in stretta relazione con la natura. Le tipiche abitazioni di legno si sono conservate non soltanto nel museo all’aria aperta in RoÏnov pod Radho‰tûm, ma anche in questo paesaggio pittoresco ai piedi dei monti. La chiesa del Santo Corpo nel villaggio di Guty è l’esempio ecclesiastico più bello della architettura rinascimentale in legno.

più bello della architettura rinascimentale in legno. Zlaté Hory Il santuario della Maria Vergine Ausiliatrice

Zlaté Hory

Il santuario della Maria Vergine Ausiliatrice venne demolito dal regime comunista. Nel 1990 fu posta la nuova prima pietra, santificata dal Santo Padre, della ricostruzione, creando un luogo di incontro soprattutto per la gioventù ceca, polacca e tedesca.

Pellegrinaggio a Zlaté Hory (Monti d'Oro)

www.czechtourism.com

Presentazione turistica ufficiale della Repubblica Ceca

Pubblicato dalla Casa Editrice Titanic per CzechTourism, Praga 2010 Testi, fotografie, impaginazione © Casa Editrice Titanic, Praha 2010

ISBN 978-80-86652-43-6

www.czechtourism.com

Monumenti

religiosi

CzechTourism Vinohradská 46 120 41 Praha 2 info@czechtourism.cz

www.czechtourism.com Monumenti religiosi CzechTourism Vinohradská 46 120 41 Praha 2 info@czechtourism.cz
www.czechtourism.com Monumenti religiosi CzechTourism Vinohradská 46 120 41 Praha 2 info@czechtourism.cz
www.czechtourism.com Monumenti religiosi CzechTourism Vinohradská 46 120 41 Praha 2 info@czechtourism.cz
www.czechtourism.com Monumenti religiosi CzechTourism Vinohradská 46 120 41 Praha 2 info@czechtourism.cz
www.czechtourism.com Monumenti religiosi CzechTourism Vinohradská 46 120 41 Praha 2 info@czechtourism.cz