Sei sulla pagina 1di 148

21 settembre 2012 numero 38

POSTE ITALIANE SPED. IN A.P. - D.L. 353/2003 CONV. L. 46/2004 ART. 1, C. 1, DCB MILANO - PUBBLICAZIONE SETTIMANALE IL VENERD CON IL CORRIERE DELLA SERA 1.50 (SETTE 0.50 0.30 + CORRIERE DELLA SERA 1.20) - NEI GIORNI SUCCESSIVI 1.50 + IL PREZZO DEL QUOTIDIANO. NON VENDIBILE SEPARATAMENTE

Nichi Vendola. Mai al governo con Casini. Ma se vinco, per prima cosa metto una tassa sui ricchi.
di Vittorio Zincone

Litaliano con la testa su Marte. Storia di Paolo Bellutta, che guida il robottino esploratore sul pianeta rosso.
di Giovanni Caprara
Barbara Berlusconi nella sua casa di Macherio (fotografata per Sette da Ada Masella)

Scientology. Mai cos forte in Italia. Le testimonianze di chi ha perso milioni di euro.
di Ferruccio Pinotti

BARBARA BERLUSCONI

Una lunga confessione: la politica, i rapporti con la sorella Marina, il Milan, la storia con Pato. Poi i matrimoni gay e il futuro della tv
di Angela Frenda

Pap, hai lasciato troppe cose a met

EDITORIALE

Orgogli e pregiudizi
i sa, i giudizi dei gli non ricadono sui padri, cos oggi Silvio Berlusconi non prover alcun imbarazzo ricevendo una telefonata dal coordinatore del Pdl. Barbara, glia primogenita del suo secondo matrimonio, ha infatti dichiarato a Sette: Da Angelino Alfano mi sarei aspettata pi idee e meno riunioni di partito. E Barbara una ragazza (ormai donna) che non affetta giudizi con leggerezza. A noi pare pi oculata del padre: misurata ai limiti della diplomazia, gelosa della sua privacy eppure sferzante, poche parole, a saperle leggere, pesanti come lapidi. Se solo Matteo Renzi avesse pi coraggio... Se si sganciasse da quel marchio di fabbrica comunista che il Pd (in questo Barbara tutta il padre!) e sparigliasse candidandosi come cane sciolto a Palazzo Chigi... Le ministre nominate da pap? Passiamo ad altro, per favore. I silenzi, a volte, sono pi eloquenti delle parole. Difficile da comprendere, invece, come possa sostenere che Silvio Berlusconi sceso in politica, nel 1994, per puro spirito di servizio al Paese. Lo sottolineo non per mettere in dubbio gli ideali anti-comunisti del fondatore di Forza Italia, ma perch il teorema con cui Barbara lo sostiene mi pare un boomerang. Spiega: Rupert Murdoch (squalo conservatore, per inciso) strinse un patto di ferro con Tony Blair che gli consent di far crescere enormemente fatturato e influenza delle proprie reti nel mercato britannico. Poteva procedere cos anche mio padre. E invece.... Gi, e Bettino Craxi? Labbiamo dimenticato? Qualche lacuna sui ruggenti Anni Ottanta concessa a chi non li ha vissuti. Non sono ancora diventati storia anche se la Storia, in quel decennio, ha galoppato fino a determinare la caduta del Muro di Berlino e scrivere la parola fine su un ciclo iniziato nel 1914 con lattentato di Sarajevo. Andatevi allora a leggere, a pagina 102, la seconda puntata dedicata a quegli anni, che la televisione commerciale ha contribuito a marchiare con lepiteto evanescenti. Almeno dalla prospettiva culturale. Se poi Silvio Berlusconi, ma non solo lui, avesse la compiacenza di leggere laltra intervista pubblicata a pagina 62, forse troverebbe nuovi stimoli per ricandidarsi. Un Nichi Vendola agguerritissimo consegna al nostro giornalista, senza perifrasi, il suo programma di governo: Mario Monti ha sbagliato tutto e affamato il popolo, quindi per prima cosa occorre introdurre una tassa sui ricchi, che pare intenda chiamare Tassa Montezemolo, visto che cita espressamente il presidente della Ferrari. E poi Casini: con lui mai al governo. Ecco, cos abbiamo chiuso il cerchio e anche Bersani avvisato. pvercesi@corriere.it
riproduzione riservata

Contenuti / N38 21 settembre 2012


AndreA SAbbAdini

di Pier Luigi Vercesi

Intervista a Nichi Vendola

62

Raffaella Reggi

OLYCOM

82 94

Guatemala terra dei Maya

Opinioni
8 / Italians di Beppe Severgnini 10 / Cavalli di razza di Gian Antonio Stella 12 / Malintesi di Aldo Grasso 12 / Check-Point Elle di Ellekappa 14 / Flash News di Maria Luisa Agnese
Sette e SetteTV sono in edicola tutti i giorni Sette e SetteTV del Corriere della Sera sono sempre con voi. Oltre al venerd, con il quotidiano a 1,50 euro, si possono comprare nei giorni successivi, sempre in abbinamento con il Corriere, a 1,50 euro pi il prezzo del quotidiano. LA NOSTRA CARTA Questo giornale stampato su carta certificata FSC. Il marchio FSC identifica i prodotti contenenti legno proveniente da foreste gestite in maniera corretta e responsabile secondo rigorosi standard ambientali, sociali ed economici.

16 / Italia s, Italia no di Aldo Cazzullo 18 / Partita doppia di Massimo Mucchetti 20 / Blowin In The Web di Roberto Cotroneo 22 / Consegna Pacchi di Antonio DOrrico 22 / Parole ritrovate di Alessandro Masi 24 / Storie (di) note di Umberto Broccoli 26 / La storia di Cesare Fiumi 28 / Ponti e Muri di Stefano Jesurum 28 / Vincino a colori 30 / Parola chiave di Giorgio DellArti 32 / DAmore e di Altri Disastri di Maria Laura Rodot
In copertina, Barbara Berlusconi fotografata da Ada Masella

34 / Dietro le quinte di SetteTv

SETTE | 38 21.09.2012

Contenuti / N38 21 settembre 2012

Attualit
36

Inchiesta su Scientology

66

42

In viaggio su Marte
80 / Europa di Donatella Bogo 81 / PassatoPresente di Lucrezia DellArti 82 / Alla ricerca della racchetta perduta di Roberto Perrone 86 / Un quartetto svela le Ombre di Piero di Gianluca Bauzano 88 / Ma quale antica Roma Il Satyricon nato oggi di Livia Grossi 90 / I Promessi Sposi dellaltro mondo di Enrico Casarini

Parla Barbara Berlusconi: il padre, Marina, Renzi e il Milan


di Angela Frenda
42 / Scientology in Italia? Mai cos forte: fa soldi e trova adepti di Ferruccio Pinotti 48 / Il Louvre arabo parla milanese di Francesca Pini 52 / Un frate prova a unire i cristiani con la musica di Francesco Battistini 54 / Lamentati (in coro) che ti passa di Gianfranco Raffaelli 56 / Sono Tarzan, il sindaco della citt infernale di Massimo A. Alberizzi

62 / Nichi Vendola: Fossi al governo alzerei subito le tasse ai ricchi di Vittorio Zincone 66 / Lo scienziato che vive su Marte di Giovanni Caprara 70 / Un medico italiano in missione sul tetto del mondo di Franca Porciani 74 / LEdicola del Corriere di Peppe Aquaro 76 / LAmerica che trovi di Massimo Gaggi 77 / Latinos di Rocco Cotroneo 78 / MediOrienti di Stefano M. Torelli 79 / AfrAsia di Edoardo Vigna

Piaceri&Saperi
93 / Cover 94 / Le guerre stellari degli uomini di mais di Marco Restelli 102 / La politica in discoteca nellanno dei paninari di Umberto Broccoli 108 / Tempo al Tempo a cura di Manuela Croci 110 / Arte e oltre a cura di Francesca Pini 112 / Cinema di Mariarosa Mancuso e Claudio Carabba 114 / Musica di Luca Bottura e Mario Luzzatto Fegiz 116 / Libri di Antonio DOrrico 118 / Saggistica di Diego Gabutti
6 SETTE | 38 21.09.2012

Alla scoperta di Madrid

120

119 / Nel paese di Alice di Fabiana Giacomotti 120 / Weekend Viaggi di Ilaria Simeone 122 / Cibo e oltre di Camilla Baresani 124 / Botteghe di Marisa Fumagalli 125 / Il menu di Benedetta di Benedetta Parodi 126 / Tecnologie di P. Ottolina, A. Milanesi, G. Pacchiano 128 / BenEssere a cura di Sara Gandol 130 / EfferveScienza di Anne Kelly 132 / Animalia di Danilo Mainardi e Paola DAmico

133 / Cocktail Martini di Paolo Martini 134 / Biglietto dinvito di Ivan Rota 135 / Sfarfalloni di Paolo Martini 136 / Moda Donna Estate 2013 a cura di Gianluca Bauzano 140 / Moda Uomo di Carlo Ortenzi 142 / Bellezza di G. Ghisi, A. Milanesi, C. Milanesi 144 / Loroscopo di Alessandra Paleologo Oriundi 146 / Telescherno di Stefano Disegni 145 Lettere al Direttore
la nostra mail lettereasette@rcs.it

Valeria Mazza

136

Beppe Severgnini / Italians

Diamo una mano a chi vuol fare gli Per aiutare le famiglie lItalia fa poco rispetto a Francia, Germania o Scandinavia. Un sostegno va dato. Per cominciare si potrebbero abbassare i costi dellasilo
aro Bsev, a Erba (Como) la retta mensile dellasilo-nido comunale arrivata a sorare i 900 euro. Nei paesi limitro esiste qualche concorrente privato, ma la domanda supera di gran lunga lofferta. In queste condizioni le giovani coppie non fanno bambini. Bisogna offrire un sostegno. Non trova?
Trovo, eccome se trovo. La mancanza di quel sostegno, in questo clima economico, il motivo principale (non lunico) per cui non si fanno gli. Poich vorrei tanti micro-connazionali tra i piedi, dico: aiutiamo le famiglie. LItalia fa poco rispetto alla Francia, alla Germania o alla Scandinavia. Prendiamo la mia Crema, citt bella e benestante, di cui vorrei scrivere solo bene. Esiste un asilo comunale strepitoso, un Montessori dove siamo passati a migliaia (muri arancio, giardino interno e un banano allingresso!). Il Comune, per anni, ha minacciato di privatizzarlo (= afdarlo ai soliti noti), sostenendo: non ci sono i soldi! Ora si scopre che il sindaco uscente ha speso oltre 400mila euro per ufcio staff / comunicazione. A Crema, mica a Los Angeles. Poi la gente si arrabbia: ovvio. Provate voi a sposare una lappone Visto che le statistiche ci dipingono come uomini che non aiutano nei lavori domestici, consiglio per esperienza personale di sposare una lappone. Scordatevi le preghiere da parte della moglie di cambiare i gli: arriveranno ordini perentori, stile campo militare. Sky Sport e afni? Inutili, mentre cucinate e lavate i piatti (Anzi potremmo togliere lo sport dallabbonamento, amore). Inne, basta con le solite discussioni sulla parit dei sessi! Sarete
8 Sette | 38 21.09.2012
MANUELA BERTOLI

www.corriere.it/italians

Carlo Secchi carlo.secchi@gmail.com

VOI a lottare per la parit. Ovviamente, perderete. Alessandro Maccari


mac@alessandromaccari.com

apponi! Suona esotico e sexy. Prendiamo un bullaccio maschilista e diciamogli che la lap dance lhanno inventata lass. Per me, ci casca. Lo pigliano, lo portano a Ivalo e lo congelano, per consumarlo con comodo in primavera.

Miss Italia deve avere personalit Vorrei tornare su Miss Italia 2012. Premetto che sono era, come italiana, di essere rappresentata da tanta bellezza; e anche da una sana dialettica, devo dire. Mi sembrano per tutte uguali: le guardo slare e mi pare di rivedere la stessa ragazza. Tu cosa ne dici? Rivedremo mai una Lucia Bos, una Silvana Mangano o una Soa Loren in quel concorso?
Amanda Lizza amandaamanda77@yahoo.it

Italiani sempre meno laureati Caro Beppe, in Italia nella fascia 25-34 anni i laureati sono il 21%, contro una media Ocse 38% e Ue 35%. Siamo penultimi (ultima la Turchia, 17%). Nella stessa fascia det, i laureati provenienti da famiglie a basso reddito sono il 9%.
Matteo Mucerri mcrrit3t@gmail.com

l guaio questo, caro 2M: le famiglie cominciano a dubitare che listruzione sia un ascensore sociale. Cos decidono di prendere direttamente le scale del lavoro; e sappiamo in che condizioni sono. Qualcuno lo dica a Elsa e Mario, gi in portineria.

on una questione di centimetri, vitamine, palestre ed estetista: le signore che nomini avevano personalit. Per il resto, evitiamo le ipocrisie: il corpo umano viene esibito, usato, sfruttato dovunque (dalla TV al cinema, dalla pubblicit alla politica). Nulla contro Miss Italia, quindi. Per non ho accettato di far parte della giuria tecnica. Quando mi stato chiesto (grazie della stima), ho domandato a cinque uomini e a cinque donne. I primi mi hanno detto: Perch no. Le seconde, allunanimit, mi hanno suggerito: Lascia perdere. Quando i risultati di un sondaggio sono questi, non ho mai dubbi: faccio quello che dicono le donne.
RIPROdUzIONe RISeRVATA

Gian Antonio Stella / Cavalli di razza

La Corte si fermata a Maratea Tre costituzionalisti-fai-da-te hanno deciso: le sentenze supreme non hanno efcacia nella Regione Calabria. E tre dirigenti illegittimi e discussi non sono fuorilegge
vete presente il Noce detto anche umara di Castrocucco? Sulle carte geograche un ume che segna il conne tra la Basilicata e la Calabria. Ma secondo la giunta regionale calabrese segna anche i limiti meridionali della sovranit della Corte Costituzionale: no a Maratea i suoi pareri contano ma gi a Tortora Marina subentra la giurisdizione del governo della Regione. La storia, raccontata sul Corriere della Calabria da Pablo Petrasso e Antonio Ricchio sulla base di una denuncia del consigliere Demetrio Naccari Carlizzi, stupefacente. Il nodo della contesa la posizione di tre dirigenti regionali comandati, cio presi in carico da altri enti pubblici, grazie alla Finanziaria varata nel 2010 dalla maggioranza che sostiene il governatore Giuseppe Scopelliti. I nomi: Giacomo Giovinazzo, Rosalia Marasco e Luigi Zinno. Secondo lo stesso governo Berlusconi, di centro-destra come la giunta calabrese, il meccanismo che aveva consentito quella decisione era illegittimo. E della questione era stata investita la Corte Costituzionale. La quale il 1 aprile 2011 aveva stabilito che s, quellatto regionale era incostituzionale. Conseguenza? Lo dice la legge: Le assunzioni a tempo indeterminato, incluse quelle derivanti dalla stabilizzazione o trasformazione di rapporti a tempo determinato, nonch gli inquadramenti e le promozioni decise con delibere poi dichiarate incostituzionali sono nulle e va ripristinata la situazione preesistente a far data dalla pubblicazione della relativa sentenza.

Morelli, arrestato per concorso esterno in associazione maosa. moglie? Lo spiegava lordine di arresto: Per chiarezza va subito detto che lo scambio : per Morelli notizie relative a possibili procedimenti a suo carico per maa; per i Giglio la nomina di Alessandra Sarlo a commissario straordinario Asl Vibo Valentia. Per capirci: A questa corruzione non pu essere seriamente ritenuta estranea la moglie del giudice, che ne benecia e sa perfettamente quanto il marito si sia impegnato per lei. Una nomina seguita recentemente da una promozione perch pescare allesterno dellente avrebbe comportato un aggravio per le casse. Insomma, la rimozione della signora Marasco sarebbe stata unoperazione scomoda. E allora cosa si sono inventati, a Reggio? La costituzione di un tavolo tecnico composto da altri dirigenti esterni per decidere cosa fare della sentenza della Consulta. Dopo 15 lunghi mesi di pensosi pensamenti i tre costituzionalisti in salsa calabra hanno risposto: no, visto il tempo passato dalla sentenza, la Regione non doveva applicare subito quel verdetto. Tanto pi che quei dirigenti hanno continuato a ricoprire posti di responsabilit adottando importanti atti amministrativi. Dopo di che la Giunta regionale ha varato una delibera che, sulla base del parere di tre costituzionalisti-fai-da-te, dispone agli ufci di non adempiere alla sentenza. Quella legge vale per lItalia: che centra la Calabria?
Linvenzione deL tavoLo. Che centra la

MANUELA BERTOLI

La legge vale per lItalia: non per Reggio Nel 2011 tre nomine erano state dichiarate incostituzionali. Ma la Giunta calabra ha deciso di non adempiere alla decisione.

Chiaro? La Regione avrebbe dovuto allistante rimuovere quei tre dirigenti e restituirli agli ufci da dove erano stati prelevati. Il guaio che la giunta si era, diciamo cos, affezionata a quei funzionari e in particolare, par di capire, a Rosalia Marasco, la dirigente del personale la cui rma gura in calce alla nomina di Alessandra Sarlo ai vertici della sanit calabrese. E chi questa signora? La moglie di Vincenzo Giglio, un giudice reggino ammanettato il 30 novembre 2011 dai magistrati milanesi con le accuse di corruzione e favoreggiamento personale, aggravate dallaver agevolato la ndrangheta passando notizie riservate al consigliere regionale pdl Francesco

riproduzione riservata

10

Sette | 38 21.09.2012

Aldo Grasso / Malintesi


agrasso@rcs.it

cento volte alla lavagna: decienti (con la i) Giusto difendersi da insegnanti che rovinano intere scolaresche. Ma la Cassazione che condanna chi pun giustamente fa un danno morale al sistema scolastico
a storia nota e ha fatto clamore: nella primavera del 2006, a Palermo, Giuseppa Valido (insegnante di scuola media oggi in pensione) fa scrivere cento volte su un quaderno Sono un deciente a un alunno che aveva impedito a un compagno di entrare in bagno dandogli del gay (sembra una scena presa a prestito dai Simpson, con Bart punito alla lavagna). La professoressa viene denunciata dai genitori del bambino e assolta in primo grado, mentre in Appello condannata a un mese di carcere per abuso di mezzi di correzione. La Cassazione ora ha confermato la condanna riducendo la pena a 20 giorni, escludendo laggravante delle lesioni. La professoressa si sempre difesa sostenendo di avere utilizzato quella punizione dopo aver spiegato allalunno letimologia del termine deciente (tra laltro, il ragazzo per cento volte ha scritto decente, senza la i) che indica lassenza di qualcosa, nel suo caso di sensibilit. Lassoluzione venne appellata dal pm che arriv a invocare la Corte dei diritti delluomo a tutela del bambino punito.

Pu darsi che la professoressa abbia esagerato nella punizione (a me non pare), probabile che abbia usato strumenti punitivi che si ispirano a una vecchia didattica (alle elementari e alle medie mi sono preso bacchettate sulle mani ma non ho mai detto nulla a casa per non prenderne delle altre), lumiliazione (ammesso che lo sia) non il migliore dei metodi di redenzione. Va bene s, la professoressa sembra essersi formata alla pedagogia di Pestalozzi (facile equivocare sui metodi che si ispirano al cognome). Ma vogliamo parlare del danno morale provocato dalla sentenza della Cassazione? Danno non solo nei confronti della Valido, ma dellintero sistema scolastico, gi cos minato nelle sue fondamenta. Se un professore d un brutto voto, se sgrida un alunno, se perde la pazienza perch non viene ascoltato, se boccia un asino c subito un genitore che ricorre alle vie giudiziarie, chiama lo psicologo per lo choc subito dal glio, fa ricorso al Tar, invoca la Corte dei diritti delluomo. Liperprotezionismo dei genitori mina il carisma dellinsegnante, gli toglie autorevolezza.

Per il bene dei ragazzi Liperprotezionismo dei genitori toglie autorevolezza allinsegnante: basta.

TesTo & conTesTo. Per carit, ci sono

check-Point elle

degli insegnanti capaci di rovinare per insipienza e impreparazione intere scolaresche, ed giusto difendersi, ma nel caso in questione solo il buon senso a essere latitante. Daltro canto, in questi anni, ministri, sociologi, pedagogisti e didatti ci hanno regalato una scuola in cui pi importante socializzare che far lezione. Per il futuro, come punizione, Massimo Gramellini ha suggerito una visita a un ospedale infantile o mezza giornata di lavoro manuale. Giusto. Per certi genitori, per, il penso dovrebbe essere decuplicato.

riproduzione riservata

12

sette | 38 21.09.2012

LUANA MONTE/AG.SINTESI

Flash News / a cura di Maria Luisa Agnese


chris McgrAth/getty iMAges

@maragnese

Tirati a lucido. Il principino William riflette e si riflette: Ho la chierica e la moglie beccata in topless: forse far la ne di mio padre.
ApichArt WeerAWong/Ap /lApresse

lArry DoWning / reuters

Straziami ma di voti saziami. Il gigante promette sostegno ma stringe... Che si deve fare per essere rieletto, Mr. Obama.

Sindrome di Stoccolma. Un cucciolo di tigre, cresciuto in cattivit per essere contrabbandato, ruggisce ai suoi liberatori. A volte ci si affeziona allaguzzino.
14 SeTTe | 38 21.09.2012

thoMAs trutschel/photothek viA getty iMAges

stephAne MAhe/AFp/gettyiMAges

Salmone/2. Ancora una tartina, monsieur Hollande? Quasi quasi. Eppure mi ricordano tanto qualcuno...

Salmone/1. Controcorrente sempre, questa volta con labito del colore giusto. Ma Frau Merkel sembra aver paura di far la ne di una tartina...

Mi piaccio, ma quanto mi piaccio


Narcisismi a confronto: si poteva sospettare che il principe William fosse blandamente narciso ma che arrivasse a punte di vanit che lo portano a specchiarsi nelle baionette del picchetto donore di Singapore per controllare lincalzante pelata, no. Nel viaggio di nove giorni in Estremo Oriente intrapreso con la sposa Kate Middleton, e che dovrebbe fare dimenticare le impareggiabili gesta del fratello Harry, il principe surclassa in narcisismo anche le signore, per esempio la ministra di casa nostra Elsa Fornero che per quanto disponibile a sottoporsi al rito del trucco e parrucco prima delle trasmissione Otto e mezzo, ci ride anche su. Mentre inossidabile a ogni lusinga del ben apparire continua a mostrarsi Angela Merkel, che addirittura arrotola il labbro con arti esteticamente impreviste. Poco preoccupato dellesteriorit sembra pure Barack Obama che si fa sollevare come un fuscello, nel mezzo della Pizzeria Big Apple a Fort Pierce in Florida, da Scott Van Duzer, gigante alto due metri e pesante un quintale, repubblicano ma fanatico di Barack che promette di votare. Da quella scomoda poltrona il Presidente trova anche modo di salutare a due mani e approtta per una battuta: Se mangio la vostra pizza divento anchio cos?. Dilemmi culinari che pare condividere a distanza Franois Hollande, smarrito di fronte alle tartine.

Fuorionda/1. Dopo il volo in deltaplano, cosa si star inventando lo zar Putin per far colpo su Hillary?
lApresse/roberto MonAlDo

Fuorionda/2. Mentre si prepara per il programma tv, il ministro Fornero se la ride. E pensare che la prima volta pianse.
riproduzione riservata

SeTTe | 38 21.09.2012

15

Ap photo/MikhAil Metzel,pool /lApresse

Aldo Cazzullo / Italia s, Italia no

Vuoi vedere che la Rai cambia davvero? Decisioni rapide, ricambio generazionale, moralit nella gestione dei costi e scelte coraggiose: nella tv pubblica qualcosa si muove
Sento citare spesso il modello Hollande, persona deliziosa e piena di humour. Ma se imitiamo la Francia, stiamo freschi. A Londra hanno capito come va il mondo. A Parigi no. Londra reagisce alla crisi con il dinamismo, la competizione, il sacricio, la ricompensa del merito. A Parigi la vittoria di Hollande o, meglio, la scontta di Sarkozy stata interpretata come un liberi tutti. Chi ha un posto pubblico, o comunque un lavoro a tempo indeterminato, si sente autorizzato a tirare i remi in barca. Senza arrivare alleccesso dei camerieri del caff dei giardini del Lussemburgo, che non puliscono pi i tavoli dagli escrementi dei piccioni perch tanto poi si sporcano di nuovo, la Francia ha accolto con sollievo la ne delle velleit di rupture, e si sentita rassicurata nel suo rifugio tipo villaggio di Asterix assediato dallImpero, non pi quello romano ma quello globale: forte ruolo dello Stato, 35 ore di lavoro alla settimana, decit da sanare solo con nuove tasse. Invece la tempesta sta per arrivare pure l. Anche per questo chi un lavoro non ce lha molto preoccupato. E Hollande crolla nei sondaggi. Non davvero il caso di imitarlo. possibile che al governo tra sei mesi ci sia Bersani; anche se difcilmente lalleanza con Vendola, se ci sar, andr oltre quel 33-34% che la sinistra prende da sempre, con Berlinguer, con Occhetto, con Veltroni. possibile, anche se molto complicato, che unalleanza in extremis Montezemolo-BerlusconiMaroni possa rovesciare il tavolo. Ma se invece a Palazzo Chigi restasse Monti, non ci sarebbe da gridare al vulnus per la democrazia. Nessun partito imposta la campagna elettorale sulla grande coalizione. Che si fa semmai dopo un voto frammentato e in presenza di unemergenza economica.
16 Sette | 38 21.09.2012

No

Un segnale positivo del nuovo corso della politica italiana sta venendo dalla Rai. Decisioni rapide, scelte coraggiose, segni di ricambio generazionale, come la nomina di Tinni Andreatta al vertice della ction. E pi moralit sui costi e sulle pubblicit

Segnali positivi Tinni Andreatta al vertice della ction e svolta sulle pubblicit occulte.

Ma il Pistorius che, battuto nei 200 alle Paralimpiadi, accusa lavversario che lha scontto di essere stato favorito dalle protesi troppo lunghe, lo stesso additato dai buoni e dagli sponsor come simbolo della sportivit e dello slogan Impossible is nothing, nulla impossibile? PS La morte di Corrado Vivanti una grave perdita per la cultura europea. Grande intellettuale ebreo, costretto a lasciare lItalia dalle leggi razziali, non aveva perduto la gentilezza del tratto e la delicatezza dellanimo. Per me fu prezioso nella stesura e nella rilettura dei Ragazzi di via Po. Per suggerirmi di dare pi spazio alla scuola storica torinese accanto a quella letteraria, annot: Pi Clio, meno Calliope. Dove lo ritrovi, un intellettuale cos?
riproduzione riservata

No

occulte. Vuoi vedere che nella tv pubblica qualcosa sta cambiando davvero? Che, dopo Luigi Lusi, ci sia un altro quarantenne Francone Fiorito, Er Batman al centro dello scandalo sullennesimo tesoriere infedele, motivo di amara riessione. Non sempre la politica ha attratto i migliori della nostra generazione. Il riscatto ancora possibile. Per, se non ora, quando?

No

OLYCOM

Massimo Mucchetti / Partita doppia


mmucchetti@rcs.it

lisola promessa dellenergia pulita Carbosulcis: speranza di cambiare? No. La Sardegna terra di sole e vento. Tosiamo i furbetti del fotovoltaico con una solar tax e usiamo qui parte del ricavato
utti si dicono al anco dei lavoratori dellAlcoa e della Carbosulcis, avviate alla chiusura. Governo, partiti, preti, sindacati, giornali. Ma in realt nessuno crede a nessuno. Desta scandalo la multinazionale americana che chiude in Sardegna, in Spagna e anche in patria perch apre un grande stabilimento in Arabia Saudita, dove i costi di produzione sono innitamente pi bassi. Ma la dura legge della globalizzazione. Ci si chiede come trattenere lAlcoa o un succedaneo. Ma sbaglieremmo, perch la risposta sarebbe laumento dei gi tremendi aiuti pubblici. Dal 1996, quando venne privatizzata lAlumix, a oggi, lAlcoa di Portovesme ha ricevuto energia elettrica con uno sconto cumulato di 2,55 miliardi di euro. I 900 posti diretti e indiretti sono costati al consumatore italiano 177 mila euro luno lanno. E oggi non basta pi. timi 4 anni, di cui si ha il bilancio, la miniera di Nuraxi Figus, interamente posseduta dalla Regione Sardegna, ha perso 135 milioni di euro: il 60% in pi del mero costo del lavoro. C speranza di cambiare? No. I ricavi non arrivano a 12 milioni lanno: 4,1 milioni per la vendita del carbone allEnel, che lo brucia nella vicina centrale, e circa 7 milioni per lo stoccaggio dei reui relativi.
visione realistica. Carbosulcis. Negli ul-

Terza via Oziare non dignitoso, ma sprecare folle. Ma ci potrebbe essere lavoro domani sfruttando un luogo unico, con il porto, sul piano turistico.

E Carbosulcis capitalizza lavori interni per 6-7 milioni lanno, che altre societ metterebbero tra i costi. Duole dirlo, ma il carbone sardo lo pu ritirare solo lEnel, e in modica quantit per non sforare i limiti ambientali.Troppo zolfo, troppe polveri. E lEnel viene ripagata comunque a spese della bolletta. Ampliare la centrale cos da consumare pi carbone, comunque da desolforare, e captare lanidride carbonica questo il piano di Carbosulcis costerebbe almeno 200 milioni lanno per 8-9 anni. Unesagerazione. Sarebbe pi conveniente mantenere tutti a casa a non far niente. Ma oziare non dignitoso. I sardi hanno ragione. E tuttavia sprecare folle. Perch allora non cercare una terza via? Si potrebbe far risputare allAlcoa i sussidi elettrici come aiuti di Stato e costringerla a bonicare il terreno. Ci sarebbe un po di lavoro oggi. E ce ne potrebbe essere molto domani sfruttando un luogo unico, gi dotato di porto, sul piano turistico. La Sardegna la terra del sole e del vento. Perch non tosare un po i furbetti del fotovoltaico lungo la penisola con una solar tax e poi usare parte del ricavato per fare dellisola la terra promessa dellenergia pulita? Certo una societ come Carbosulcis, il cui capitale costituito da un fondo per la copertura delle perdite future, non ha futuro.
riproduzione riservata

italiani in condizioni di sofferenza lavorativa

numeri a confronto

4,5 milioni
aumento rispetto al 2007

MANUELA BERTOLI

Americani online

Percentuale dei giovani senzatetto che usano i social network negli Stati Uniti:

disoccupati, cassaintegrati, non cercano

77 per cento
sETTE | 38 21.09.2012

Dei giovani che frequentano le scuole superiori:

75 per cento 90 per cento

10,6 per cento 8,9 per cento


Nei collegi sindacali:

Percentuale di donne nei consigli di amministrazione delle societ italiane quotate in Borsa:

Economia e quote rosa

Fonti: CGIL, Universit dellAlabama, Consob

18

Roberto Cotroneo / Blowin In The Web

Perch mi hai cancellato dalla tua vita? Sui social network capita di tagliare delle amicizie. Spesso non un fatto personale (si comunica solo online): ma si aprono tempi duri per i permalosi virtuali
ualche giorno fa mi sono accorto che una decina di amici e buoni conoscenti non erano pi tra le persone che seguivo su Twitter. I motivi per cui accade questo sono spesso cos complessi che uno rinuncia a chiederselo. Solo che non basta riaggiungerli subito. Si creano degli enigmatici psicodrammi. Dopo poche ore che la Rete aveva decretato leliminazione di alcune persone tra quelle che seguivo, ho cominciato a ricevere messaggi strani. Del tipo: Se ci sono problemi, se ho scritto qualcosa che non andava bene potevi almeno parlarmene.... Gli aspetti pi interessanti di questi messaggi sono due: il primo che spesso con queste persone non ci si mai scambiati una parola vera e propria, ma solo scrittura. Il secondo nel dubbio amletico, nella ricerca del motivo. Naturalmente ho rassicurato la maggior parte delle persone: non avevo deciso di far scendere la mannaia della censura su nessuno, e avrei recuperato le persone perdute nelluniverso oscuro della Rete. Ma non basta, il dubbio rimane. Per quanto tempo non li avevo pi seguiti? E qual era il motivo recondito di un gesto come quello? A dar la colpa alla Rete, al solito Internet, son capaci tutti. Pu essere che in un raptus io abbia deciso di punire per opinioni, tweet o altro ancora una serie di persone che mi stavano antipatiche. E poi abbia deciso, in un raptus opposto, di riaggiungerli. Ma in quel vuoto, soprattutto tra quelli a me sconosciuti, quelli con cui non ho mai parlato se non via Internet, cosa successo? Quali sofferenze e incomprensioni si sono innescate?

Amleti digitali Hai eliminato alcune persone tra quelle che seguivi su Twitter? Spesso sei il primo a non capire/ricordare per quale motivo lhai fatto.

Le amicizie sul web sono complicate. Ma sono ancora pi complicati i litigi. Perch di questo si tratta alle volte. Mi hai defollowato perch non mi piace Shakira. Preferisci Don DeLillo a Philip Roth. Oppure: mi cancelli perch twitto troppi video di Elton John. sono dispute teologiche travestite da litigi tra amici, e che non sono amici e neppure conoscenti eppure si comportano come tali. Da che mondo e mondo si litiga per una mancanza di riguardo, per una gelosia, per una parola detta distinto e offensiva. Si litiga negli affari e negli amori, e si litiga o ci si allontana per motivi molto
emotivit da cena intima. In realt

intimi e personali. Sui giornali invece si sempre litigato sulle idee, con discussioni pubbliche e attraverso polemiche e scambi, e questo lo chiamiamo dibattito. Sui social network invece la sottile linea dombra tra pubblico e privato diventata un nuovo territorio grande come una prateria: e si litiga su argomenti pubblici con modalit private. Ovvero si discute di temi che potrebbero essere dibattuti su un giornale, ma con un carico di emotivit che degna di una cena intima. Il risultato paradossale. Offendi gente che non conosci perch la trascuri. E trascuri gente che conosci perch ritieni che in un social network non sia cos necessario dialogare con gli amici stretti. Per quello c il telefono, o al massimo ci si vede. Solo che gli amici pi intimi non ritengono pi di avere con te solo un rapporto privato e personale, vogliono che dentro quellamicizia ci si possa ritagliare anche una parte pubblica, offerta a tutti gli sconosciuti, come una nestra aperta sul mondo. E persino i danzati qualcosa se la raccontano anche sui social network, cos per gioco, o per una necessit emotiva. Perch il raccontarsi sui social network non solo mettere contenuti privati, ma un tentativo di svelare il proprio continente emotivo: pater le follower, potremmo dire. Cos diventa tutto un gigantesco reality, anche se parziale: metti una parte della tua vita privata in pubblico, non tutta, ma quanto basta, liti incluse. Saranno tempi duri, in futuro: si romperanno amicizie senza un perch. Ma soprattutto si romperanno amicizie mai nate. Per colpa di una nuova categoria: i permalosi virtuali.

MANUELA BERTOLI

riproduzione riservata

20

sette | 38 21.09.2012

Antonio DOrrico / Consegna pacchi


adorrico@corriere.it

Dear Wikipedia, i am Philip roth E se il Grande Fratello (quello di Orwell) fosse internet? Il sospetto viene dopo quello che accaduto allo scrittore americano
l pi grande scrittore vivente (non segue dibattito) scrive una lettera alla pi diffusa enciclopedia del pianeta: Dear Wikipedia, I am Philip Roth. Cosa vuole Roth da Wikipedia? Semplicemente la correzione di un errore che lo riguarda, relativo al romanzo La macchia umana. Lo scrittore ha gi provato a rivolgersi a loro e loro gli hanno risposto che lautore di un libro non da considerare una fonte attendibile nei confronti della sua opera. Ci vuole unaltra fonte. Questi sono i criteri di Wikipedia, la sua losoa. In generale, la losoa di internet. Se una persona si rma con nome e cognome (I am Philip Roth), internet si insospettisce subito. Internet la riserva di caccia degli anonimi, di chi non rma le sue opinioni. Internet predilige la delazione senza nome e cognome. E molta della fortuna che ha incontrato dipende proprio da questo (ed un brutto modo di avere fortuna). Ma Wikipedia ha sottovalutato Roth, ha sottovalutato una persona che dice io e risulta registrata allanagrafe. Roth ha insistito con una bellissima lettera sul New Yorker in cui dalla prima riga dice chi , si presenta come si fa tra persone civili e segnala un errore: leroe del suo romanzo

quella di Roth per contestare certe storture internettiane che sembrano ormai modi corretti di operare. Il preferire, per esempio, come nel caso che stiamo raccontando, i pettegolezzi rispetto a quanto storicamente accaduto, il privilegiare le voci che corrono, le maldicenze, le teorie era quasi mezzanotte. I wikipedisti complottistiche. E poi lo spregio totale hanno dovuto correre di fretta ai ripari. del diritto dautore che non solo la La lettera di Roth del 7 settembre e deve questione delle royalties (siamo allapproessere stata molto persuasiva se gi il 12 priazione indebita) ma anche Sul web il pettegolezzo viene il diritto dellautore di dire la sua (come successo a Roth). preferito alla verit, lanonimato a chi si rma con nome e cognome, Insomma, fate attenzione a Wikipedia, non datevi, non la delazione allaffermazione prendete per oro colato quello che dice. E questo vale per in prima persona. E questa piccola tutto quello che si pubblica su avventura ne la prova (dautore) internet. Fidatevi della personalit e non dellimpersonalit, dellansettembre alle ore 23:56 su Wikipedia ticonformismo e non del conformismo. appare la versione (dautore) di Roth. Gli Fidatevi della persona singola che dice io enciclopedisti del web per elencano e non di questo vociferante collettivo che puntigliosamente, in nota alla loro scheha proli sempre pi orwelliani (nel senda, quelli che avevano sostenuto il loro so del Grande Fratello). Fidatevi di Philip errore. Come se un errore non fosse un Roth perch lautorevolezza esiste ancora. errore per il fatto di essere commesso da molti (a Wikipedia perseguono evidentesPirito Di santone. La risposta esatta mente una specie di via democratica allo al quiz della rubrica scorsa la b. Le sbaglio: se a farlo la maggioranza allora barzellette citate sono state raccontate dal diventa verit). mistico indiano Osho Rajnesh. Ci vorrebbero pi lettere aperte come

(bellissimo) La macchia umana non gli stato ispirato dalla persona storicamente esistita indicata da Wikipedia, ma da unaltra. Si tratta di una semplice precisazione lologica, per amor di verit.

speriamo di tornare a domare il toro


di Alessandro Masi

Parole ritrovate

Quando vide la bella Europa che giocava con le amiche, Zeus, il re degli di, se ne innamor, assunse le sembianze di un toro e la rap. Fra chi si occupa di nanza ci sar senzaltro qualcuno che ricorda questa leggenda sperando che si realizzi: nel linguaggio delle Borse, infatti, il nome del possente bovino indica un periodo di rialzo dei mercati. Non sarebbe male, quindi, vedere di nuovo Europa alle prese con un toro.
riproduzione riservata

22

sette | 38 21.09.2012

Umberto Broccoli / Storie (di) note

Impressioni di settembre Neil Diamond e Gilbert Becaud in un capolavoro del mese. Prima di loro, la Premiata Forneria Marconi. Una canzone scritta di getto. Entrata nella storia della musica
settembre. Anzi: la fIne dI unepoca Comunque setCest en septembre, tembre anche nel 1971, con debutto degli titolo originale anni Settanta sufcientemente probledi una delle pi belle canzoni scritte su matico e il mondo studentesco pi che settembre, mese delle contraddizioni, sufcientemente agitato. La produzione mese dei cambiamenti delicati. Cest en industriale diminuisce, calano gli investiseptembre forse non dice molto cos menti, il reddito nazionale lordo aumenta come scritto in francese: ma se diventa solo dell1,4% e via precipitando. E fa un September morn, allora sentiamo la voce certo effetto rileggere oggi, dati di allora, avvolgente di Neil Diamond intonare il perch verrebbe da dire allora come oggi, ritornello September morn / we danced in una crisi economica internazionale per until the night / became a brand new day cui ad agosto Richard Nixon, presidente / two lovers playing scenes / from some degli Stati Uniti, annuncia: Il dollaro non romantic play / september morning still pi convertibile in oro. E si chiude cos can make me feel that way . In questo il sistema di Bretton Woods, in piedi dal caso era il 1979 e, credo, quasi tutti prima 1944, con le sue parit sse centrate sul o poi abbiano ballato e cantato questa dollaro. Ma c un settembre rivoluzionario, canzone, traducendola pi o meno cos: ben lontano da settembre nero, allopera Giorno di settembre / abbiamo ballato in quegli anni, vigilia cupa del terrorismo no a notte fonda / un nuovo giorno internazionale: Impressioni di settembre, arrivato / eravamo due amanti che recitadella Premiata Forneria Marconi. Parola di no delle parti / prese da Franco Mussida, chitarra e qualche storia romantica / voce della Pfm: ImpresDalla negazione giorno di settembre / riesioni di settembre uno di sci ancora a farmi sentire quei brani usciti di getto, della tradizione in quel modo. Traducome dono dal cielo, alla tradizione zione approssimativa di inaspettato, al momento della negazione unaltra traduzione: pergiusto. Ribadisce Franz ch September morn, in Di Cioccio, batterista e, attorno, origine si chiama Cest en storico: Impressioni di la crisi economica: septembre, logicamensettembre venne comSono gli anni te francese ed scritta posto su unintuizione da Gilbert Becaud. Nel Settanta, bellezza! fantastica di Franco (Mus1995, a Sanremo, anche il sida: nda): era la prima grande pubblico italiano canzone che non aveva il lo riscoprir in diretta vedendo Gilbert inclassico ritornello. Mi correggo: il ritornello terpretare questo suo successo incredibile, cera, ma era suonato, non cantato. E assieme ad Amy Stewart e Randy Crawquel ritornello, da allora, fa parte della ford. In quel caso non era settembre, ma storia della musica leggera italiana. Era febbraio, durate il Festival per eccellenza suonato al moog, un sintetizzatore, un non con Pippo Baudo a chiedere il bis, Becaud strumento, utilizzato per la prima volta da a concederlo con la grande orchestra della Emerson, Lake & Palmer. Il moog metteva Rai e un arrangiamento rafnato di Pippo insieme sonorit nuove, dando forza alla Caruso, con le prime note di Et mainteforza del non ritornello. Non strumento, nant, al pianoforte, nellintroduzione. non ritornello con una negazione della tradizione, tipica degli anni Settanta. Tradizione pronta a riaforare potentemente nel testo, scritto anche da Mogol. Settembre e le sue impressioni esplodono in: Quanto verde tuttintorno, e ancor pi in l / sembra quasi un mare lerba, / e leggero il
24 sette | 38 21.09.2012

1971

Attenni / Archivio rAi /AlinAri

41 anni di band La Pfm si form nel 71: storico il suo concerto con De Andr nel 79.

mio pensiero vola e va / ho quasi paura che si perda ../ e qui il moog ricamava il non ritornello. Quelle Impressioni di settembre sono quanto di pi letterario, tradizionale, condivisibile e condiviso da sempre quando si parla del mese delle contraddizioni: n estate, n autunno, non cos caldo, ma nemmeno cos freddo. Per cui: Un cavallo tende il collo verso il prato / resta fermo come me / faccio un passo, lui mi vede, gi fuggito / respiro la nebbia, penso a te. / No, cosa sono adesso non lo so, / sono un uomo, un uomo in cerca di se stesso. / No, cosa sono adesso non lo so, / sono solo, solo il suono del mio passo. / E intanto il sole tra la nebbia ltra gi / il giorno come sempre sar. E qui, ancora una volta il non strumento faceva scrosciare il non ritornello: come il mare agitato dal vento, come la pioggia improvvisa di un temporale notturno a render limpide e scintillanti le mattinate di settembre.

riproduzione riservata

WWW.NAZARENOGABRIELLI.IT

Cesare Fiumi / La storia


cumi@corriere.it

uno scuola-bus chiamato desiderio Da Bergamo alla Tanzania, da Stanford a Milano: quando un missionario in Africa incrocia due liceali italiani in California
uesta storia comincia a Bergamo e nisce a Milano. Anche se ne ha fatta di strada e ha gi dieci anni sulla coscienza, ch lastricata di consapevolezza. Comincia a Bergamo e nisce a Milano nel senso che ora fa tappa in citt ma gi albeggia di nuovo chiss dove solo che, per tirare un lo tra i due capi che distano pochi chilometri, lha presa alla larga. Imboccando la circonvallazione della possibilit: passando per la Tanzania, quindi per la San Francisco Bay. Circumnavigando il Capo di Buona Speranza perfetta onomastica di questa storia e poi navigando nella Rete per tirare su pi pesci possibile alla causa. Senza farsi mancare niente nel cammino: n la povert endemica n la tecnologia esasperata, n il Terzo (oggi forse anche il quarto: lEuropa arranca) n il Primissimo Mondo.
DISTANZE INAuDITE. Fulgenzio da Castel Rozzone, nella Bergamasca, ha settantanni sulle spalle ma di quelli a cui non pesano affatto e non li fa pesare. Forse perch quaranta ne ha passati a fare il missionario un padre passionista e alle cose e agli uomini sa dare un senso e un valore. Giusto dieci anni fa, il 23 settembre 2002, a Dar es Salaam, ex capitale della Tanzania, Fulgenzio decise di posare la prima pietra del suo sogno, l dove cera una forra, regno di scimmie e serpenti: e cio, tirare su un villaggio di case-famiglia dove assistere e ospitare orfani e ragazzi abbandonati. Voleva dar loro un focolare ma, soprattutto, farli studiare. Oggi il Villaggio della Gioia (otto case-famiglia, infermeria, due forni per il pane, campi da gioco e frutteti, scuole e convento) ospita 120 bambini tutti gli di baba Fulgenzio, come lo chiamano loro dai 3 anni in su, maschi e femmine, cristiani e musulmani. Perch quella prima pietra fu benedetta sia dallarcivescovo di Dar es Salaam Polycarp Pengo che dallo shehe Kitwana Manala, capo degli islamici.

da un alto numero di persone e da ogni parte del mondo a favore di una causa sociale. Senza bisogno del grande sponsor.
DISTANZE COLMATE. la notte di marted 5 giugno quando il Villaggio della Gioia di Dar es Salaam viene attaccato dai banditi. Sono in dieci, sfondano il portone della Casa 4 dove dormono 16 bambine assieme a una giovane istitutrice, Clara, una ragazza del posto. La picchiano e la obbligano a condurli nella stanza di padre Fulgenzio, dove rubano tutto quello che c da rubare: computer, cellulari, documenti e pure i soldi raccolti lequivalente di 20mila dollari per acquistare il pullman, necessario ad avviare, dopo le scuole elementari e le medie, anche listituto superiore che i ragazzi dei villaggi vicini senza un bus che li passi a prendere non possono raggiungere. Cos che al terrore per lincursione subita si aggiunge lo stallo delle proprie speranze. Edoardo e Giulia sono rimasti davvero colpiti da quella lezione. E decidono, quasi per gioco, di provare a creare un progetto di crowdfunding a vantaggio di qualche causa sociale. Gi, ma chi provare ad aiutare? Ed ecco che da Bergamo la storia arriva a Milano, passando per Stanford, dove i due liceali incrociano in Rete la storia di padre Fulgenzio. E, assieme a Frank Chen, texano di Austin, che si occupa di montare un video, e con la collaborazione di altri studenti (quattro americani, pi Alessia, romana) lanciano www.indiegogo.com/ schoolbus4baba, atterrando con la loro passione sulla piattaforma per chiedere al mondo quei 20mila dollari. Recuperando appieno lordine della solidariet, come lo chiama Zygmunt Bauman nel suo ultimo libro, Cose che abbiamo in comune. Fino alla scorsa settimana avevano raccolto 1200 dollari, ma c tempo no al 28 settembre, data di scadenza della raccolta fondi. Cliccare per vedere. E, magari, per lasciarsi coinvolgere, no a lasciare una scia.

Povert, tecnologia e solidariet La lezione del Villaggio della Gioia in Africa

Giulia invece ha 16 anni ed Edoardo gi 18. Vivono a Milano e frequentano lo stesso liceo per non si conoscono. Lei ha nito il ginnasio, lui gi pensa a una Facolt. Si saranno incrociati per le scale o in corridoio ma nessuno dei due ha fatto caso allaltro. Finch una mattina non si ritrovano in classe assieme in uno dei corsi che stanno frequentando presso la Stanford University che ha accettato le loro domande di under graduate: una vacanza-studio di quelle toste, che magari un giorno far biograa. Il corso quello di Technology Entrepreneurship, offerto dalla Ventures Program l a un passo da Silicon Valley, dove abitano Google, Facebook e Apple. La lezione che lascia il segno quella di Danae Ringelmann, una dei co-founders di Indiegogo, una piattaforma che permette, con un sistema semplice ed efcace assieme, di raccogliere contributi anche minimi ma

MANUELA BERTOLI

riproduzione riservata

26

sette | 38 21.09.2012

SPORTIVO
www.igieco.it Numero Verde 800-218715

DENTRO

Leggerissime, impermeabili, traspiranti. Le calzature IGI&CO ti accompagneranno nella tua avventura quotidiana, adattandosi a qualsiasi condizione climatica e ambientale. Al lavoro o nel tempo libero, in casa o in ufficio, con le tue IGI&CO potrai muoverti in libert con lo stile di chi ... sportivo dentro.

Stefano Jesurum / Ponti e Muri


stefano.jesurum@gmail.com

Buon (anno) 5773 a tutti Scambio di biglietti per festeggiare la ne delle feste, ebrei e arabi nella stessa universit, sionisti Usa che chiedono la ne degli insediamenti illegali. Auguri

Buon vicinato. Certo, da Gaza lanciano ininterrottamente razzi su Israele e proprio in questi giorni il sindaco di Beer Sheva deve chiudere le scuole dopo che una stata semidistrutta. Certo, Gerusalemme sotto shock per i cinque

Manuela Bertoli

l 17 settembre stato, per il calendario ebraico, linizio del 5773, e Ponti e Muri augura ai suoi lettori che sia un anno sereno, un buon anno: shan tov a tutti. Si deve continuare a crederci, a dar conto delle mille piccole cose belle e brutte di una quotidianit a noi sconosciuta, di un conitto che per la verit non lascia grandi speranze e che sempre pi divide il (mostruosamente gigantesco) mondo dellignoranza in tifoserie da stadio tanto idiote quanto colpevoli. Si deve continuare a crederci, a dar conto delle mille piccole cose perch come canta la band israeliana (ebraico-araba) degli Sheva od yav shalom alinu ve al kulm; salam alinu ve al kol haolam, verr la pace su di noi e su tutti; verr la pace su di noi e sul mondo.

minorenni che pestano selvaggiamente un coetaneo palestinese. Certo di trattative si parla pochissimo. Per... Per in Cisgiordania i territori sotto occupazione che i coloni chiamano come nella Bibbia Giudea e Samaria , in occasione della festa musulmana di Id al-tr per il ne Ramadan, un gruppo di settlers del movimento Eretz Shalom (www.eretzshalom.org) andato nella zona di Shaar Binyamin a distribuire caramelle ai bambini, proprio com usanza fare durante i bar mitzvah dei ragazzini ebrei. Insieme ai bonbon un bigliettino con scritto: ai nostri fratelli musulmani, buona festa dai vostri vicini ebrei. Perch, come ha spiegato Yaki Fried, al di l della politica, a livello umano e di vicinato si pu migliorare la convivenza. Non so se il processo di pace ha una chance, per si pu senzaltro arrivare a creare buoni rapporti tra vicini. E ad Aril, uno dei pi grossi insediamenti israeliani in Cisgiordania, i coloni hanno trasformato il vecchio college in una universit, la Ariel University of Samaria, dove centinaia

Continuare a crederci Come canta la band israeliana (ebraico-araba) degli Sheva: Verr la pace su di noi e sul mondo.

vincino a colori

di studenti ebrei e israelo-palestinesi studiano insieme (www.ariel.ac.il/en). Tutto questo mentre Ameinu, importante organizzazione sionista americana (www.ameinu.net), giusto in occasione di Rosh Ha Shan, il capodanno che ha dato il l a questa rubrica, ha scritto al premier Benjamin Netanyahu chiedendo di porre ne agli insediamenti illegali. Buon anno.

riproduzione riservata

28

Sette | 38 21.09.2012

Parola Chiave / di Giorgio DellArti

Grattacielo

Dal primo, di 13 piani, costruito a Chicago nel 1885, tutta una gara a chi arriva pi in alto. Quello record di Milano due volte il Duomo. Ma attirano troppi suicidi
La compagnia di costruzioni cinese Broad Group impiegher 90 giorni per costruire il grattacielo pi alto del mondo. Lo Sky City One (cos si chiamer), 220 piani pi due sotterranei, sorger nella periferia rurale di Changsha, nella Cina centrale. Altezza prevista: 838 metri, contro gli 828 del Burj Khalifa di Dubai, attuale detentore del record, per il quale furono necessari 72 mesi di lavori.
Scheggia The Shard (la scheggia) di Londra ledicio pi alto dEuropa (310 metri): 87 piani dei quali 72 destinati a ufci (no al ventottesimo), a ristoranti (dal 31 al 33), ad alberghi (dal 34 al 52), ad abitazioni private (dal 53 al 65), a galleria. In cima la meditation room, per riunioni riservate. costata un miliardo di sterline, ha impiegato 1.500 operai tra cui 60 con brevetto dalpinisti (quando salivano in vetta anzich prendere i montacarichi se la sbrigavano a piedi per tenersi in forma). Lhanno costruita con la tecnica top-down: gli operai edicavano sopra e nello stesso tempo i minatori scendevano per le fondamenta. Al di sotto stata trovata una villa romana.

Metro quadro Luomo daffari cinese che ha comprato un appartamento con cinque camere da letto al 68esimo piano del 39 Conduit Road, lussuosissimo grattacielo di Hong Kong. Ha speso 39 milioni di euro, 67mila euro al metro quadrato.
180

Edici di Tokyo che superano i 180 metri: 85.

Tonfo Secondo gli analisti di Barclays Capital ogni boom di grattacieli precede un tonfo delleconomia.
Primo Lo stabile della Home Insurance Company, alto 13 piani, costruito a Chicago nel 1885. Pu essere considerato il primo grattacielo al mondo. Cinque anni pi tardi stato superato dal Manhattan Building di New York (16 piani).

Milano Grattacielo pi alto dItalia: a Milano la Torre Garibaldi (230 metri). due volte il Duomo, quattro volte la Torre di Pisa. Lo si vede a 10 chilometri di distanza.

SuiCidi Secondo uno studio pubblicato sul Daily Mail, almeno un individuo su 10, volendo suicidarsi, parte per Manhattan. Il quartiere, grazie ai numerosi grattacieli, considerato il luogo ideale per ammazzarsi. David Vlahov, autore del rapporto: C gente che viene in citt appositamente per questo.

Orti Nuova abitudine newyorkese: coltivare un orto sul terrazzo dei grattacieli. Per la loro cura si assumono giardinieri di lusso, i landscape designer. Consumano no a 570 litri dacqua al giorno (lequivalente di 94 sciacquoni).
Agricoltura Un grattacielo di trenta piani tutti adibiti a coltivazioni pu sfamare, senza pesticidi e inquinamento, 50mila persone lanno. Secondo gli studi di Dickson Despommier, professore alla Columbia University, New York avrebbe bisogno di 170 grattacieli da 30 piani a pianta quadrata di due ettari (lequivalente di un isolato a Manhattan). Con le tecniche di coltivazione idroponica, lilluminazione a led e la somministrazione controllata dellesatta quantit di umidit e nutrienti, una sola fattoria verticale potrebbe sfamare tra le 10 e le 50mila persone.

Cinque I cinque grattacieli pi alti: Burj Khalifa (828 metri) a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, al primo posto, ledicio dei record: ha la pi grande spiaggia del mondo, le pi grandi isole articiali e il pi grande centro commerciale. Al secondo posto la Mecca Royal Hotel Clock Tower (601 metri), in Arabia Saudita: la pi alta torre con orologio. Al terzo posto il grattacielo Taipei 101 ( il numero dei piani, per 509 metri). Sulle facciate poggiano enormi monete e simboli di felicit, mentre draghi dacciaio ornano gli angoli. Quarto: Shanghai World Financial Center (492 metri). Quinto lInternational Commerce Centre di Hong Kong (484 metri): doveva misurare pi di 500 metri ma le leggi di Hong Kong vietano di nascondere le montagne circostanti.
30 SeTTe | 38 21.09.2012

Fotogramma

Non potevo crederci. Un fulmine mi ha fuso il televisore prima del derby! Ma quando larbitro ha schiato il calcio dinizio, la tv era gi in funzione. Intervento divino? No, intervento tempestivo. Per gli imprevisti di ogni giorno la regola numero uno avere il numero giusto.
Messaggio pubblicitario di Europ Assistance Service.

803.803
europassistance.it

Lassistenza di cui hai bisogno, senza bisogno di una polizza.

Scopri i nuovi servizi on demand di Europ Assistance. Una rete di professionisti qualicati pronti a intervenire a domicilio 24h. Servizio attivo nelle citt di Milano, Roma, Bologna, Torino, Genova.

DAmore e di Altri Disastri / di Maria Laura Rodot


postacuore@rcs.it

Sbologna i gli al marito, non bagna neanche le piante quando resta a casa da sola. la vera paladina delle pari opportunit. Fossero tutte come lei, altro che femminismo
tasera esco, ti spiace?. No, e perch mai dovrebbe dispiacermi? Forse per il fatto che sia evidente che nei dieci giorni appena trascorsi in cui ero via con le nostre a questo punto qualche domanda me la pongo glie, non ti sei neanche degnata di tornare a dare lacqua alle piante, o perlomeno di dire a una delle tue amiche, baldracche come te, di farlo in tua vece? Sto perdendo il fair play... si sente?
Aonordelvero

Mogli molto autonome

Non ti preoccupare dei baronetti (gente notoriamente sboccata), e perdonami la sincerit. Non riesco a consigliarti una terapia; rileggo la tua lettera e non contengo il sorriso che mi arriva alle orecchie. Perch tu, caro Aonor, hai perfettamente ragione. Sulluscire la sera, sullo sbolognare la prole, sul far seccare le piante (orrore) senza neanche mandare una baldr. di amica con linnafatoio. Hai perfettamente ragione e sono sicura che non meriti tutto questo. Ma la tua moglie effettivamente baldr. sta combattendo per noi tutte. una paladina (baldr.-paladina) delle pari opportunit. Te lo dico da curatrice di posta del cuore e da veterana (prima con Eva pro Eva sulla Stampa, poi con Avanti Pop sul Corriere.it) di forum online. Su dieci messaggi giustamente infuriati come il tuo, nove sono scritti da donne. Se pi donne saranno baldr. come tua moglie, il femminismo non sar pi necessario, almeno in Occidente. Nel frattempo: trovati una mezza danzata accogliente, sparisci anche tu con lei, ogni tanto, per qualche weekend (le donne accoglienti che si mettono con uomini sposati per un po si accontentano di occasionali weekend; e tu vuoi restare sposato, temo). Intanto

Terapia consigliata

No no, vai tranquillo, sei pronto per due tiri a golf con dei baronetti.

ILLUSTRAZIONI DI MANUELA BERTOLI

comprati un impianto dirrigazione (per il mio ho speso sui cento euro, tubi e pispoli inclusi, e funziona benissimo).

Donne belle e inutili


ono una donna di 36 anni mai sposata mai convivente e senza gli (i bambini non mi fanno gran che effetto e non li desidero per fortuna). Sono nata e vivo ancora in povert con un padre padrone che mi picchiava da piccola e forse x questo elemosino Amore da chi denaro ne ha e ha 20 anni pi di me. Sposati o depressi e la cosa non sarebbe anomala se fossi bieca o ignorante ma purtroppo sono Bella e inutile: non ci so fare con gli uomini. Esiste 1 libro di strategie? Lei, al contrario pare essere estremamente intelligente e con cruda apertura dispensa in modo diretto con quelladorabile pungente ironia terapie consigliate da genio. Io la ammiro!! Vorrei esser come lei e invece minnamoro 1 volta ogni 5/6 anni e di uomini agiati che spietatamente mi corteggiano poi approttano a toglier a

me anzich dare! La circostanza diventa tipo: Ma come!! Siamo innamorati o tu fai la mercenaria?? Cos avviene che avrei bisogno desser viziata e adorata ma smetton di donarsi/re con ricatti morali. E io amo restando sola e povera ma x davvero! MI AIUTI LEI.
Pathos atarassico

Cara Pathos, credo lei non esista. Insomma, si nota qualche discrepanza tra la lingua mariadelippica della sua lettera e lelegante ossimoro da studi classici che si dato come nick. Di certo non ci conosciamo; altrimenti saprebbe che

32

seTTe | 38 21.09.2012

DAmore e di Altri Disastri

nella vita personale sono una delle donne pi cretine del pianeta. Per non male il suo personaggio di Olgettina in disarmoimparentata col Mostro di Firenze-adescatrice di ricconi pidocchi (ci sono molti ricconi diciamo oculati, s). Il suo personaggio dovrebbe farsi mettere incinto, cio incinta. lunica. Abbia cura di scegliere una tata molto affettuosa. E non lo lasci al nonno. Mi raccomando.
Terapia consigliata

Arrivato ai 40 anni ti senti straco? Non ti chiedere perch, per qualcuno automaticamente lo sei davvero

Quarantenni auto-entusiasti
ltimamente, arrivato ai 40, mi trovo parecchio straco (gli altri non so come mi trovino, peraltro).

successo anche a me. Non dura. Per ci si riprende volendo intorno ai 50. Il passaggio di decade a volte ti esalta; sono i compleanni di met decennio, spesso, che distruggono. Non chiedere opinioni in proposito. Se ti senti straco, per qualcuno automaticamente lo sei. Auguri.
Terapia consigliata

Ingemar

Traditori coraggiosi

econdo me triste cancellare le tracce delle proprie scappatelle.


Starbuck

Sono daccordo. Il peggio del peggio farsi cogliere dal/dalla compagno/a di scappatella mentre si tenta di cancellarle. Fa omuncolo o donnicciola. Per: Se usi il termine scappatella, vuol dire che stai brevemente scappando da qualcuno. Che magari, scoprendone le tracce, soffrirebbe assai. Allora: s vero, sono patetici quelli e quelle che cancellano scienticamente sms e fotine e buttano scontrini e pagano in contanti per evitare che i motel niscano nel rendiconto della carta di credito. Ma quelli che non fanno tutto ci sono sadici. O masochisti, dipende.
Terapia consigliata

copiando come atteggiamento le dive del cinema muto; o quasi. Laltra sera in penombra mi sembrava una brutta copia di Greta Garbo. Fumava con un sottile bocchino ma mi sono accorto che non aspirava il fumo. Almeno quello! Come posso far capire a Maristella che un po fuori tempo nel copiare le dive del cinema muto? Forse era meglio se copiava Agostina Belli non crede? Con Ossequi,
Lello

Maristella, dia retta a me, ha semplicemente riascoltato Lucio Dalla. E quando in Mambo ha sentito Dalla cantare dov la diva del muto/ una minaccia per tutti il suo cuore/il suo cuore ad imbuto, le si aperto un mondo. Riascolti anche lei quella bella canzone. Temo fortemente che Maristella si sia stancata di un compagno intelligente e arguto, che per la trova una tardona forse un pochino appesantita, e perci in cuor suo (ma siamo sicuri del cuor suo? Forse glielha pure detto) ritiene che potrebbe casomai ispirarsi ad Agostina Belli. Splendida donna, meno impegnaTerapia consigliata

tiva. Il modello-Belli fa poi riflettere su lei-Lello: neanche lei un ragazzino, evidente. Le dive del muto fanno ormai parte della cultura classica; per conoscere e apprezzare Agostina Belli bisogna essere stati perlomeno adolescenti negli anni Settanta. Insomma, tutto questo pistolotto per dirle: non che Maristella, come la donna di Dalla, vuol dirle con te non ci rimango? O forse sono troppo pessimista. Forse Maristella le sta tentando tutte per risvegliare la sua attenzione. Se la trova travestita da attrice di teleromanzo in costume dei tempi della Rai di Bernabei, affronti con coraggio e franchezza il fossato che vi divide. Sia forte. rIprOdUzIONE rISErVATA

Fidanzate in penombra
on so in quale sito internet sia entrata Maristella, la mia danzata, o quale amica le abbia dato lezioni di bon ton, quale giornale femminile labbia condizionata; ma ultimamente sta

seTTe | 38 21.09.2012

33

SETTE TV del Corriere

Settimana dal 22 al 28 settembre


21 settembre 2012

Palinsesto pi ricco gi allora di colazione. Un esperto parla di calcio. E tornano le serie americane pi amate
Pag.

Le notizie si vedono dal mattino

Successo e fenomeno Glee Che talenti! Ora mordono la Grande Mela e lOld Party
Telelm Tutto quello che avreste voluto sapere su CSI Polemiche Si pu ancora parlare di calcio decentemente?

Parla il giornalista sportivo che ha condotto Il processo del luned e La Domenica Sportiva e che sar ospite sso a Calciomercato: il problema del calcio in tv? Unofferta bulimica. Bisognerebbe cambiare approccio. E soprattutto individuare i punti cardine dei programmi e sovvertirli. di Daniele Assorati

Il personaggio Gigi Garanzini

Serie tv /1 Riecco la squadra di CSI. Sicuri di essere preparati?

Andrea Vianello torna in onda con Agor. Myrta Merlino con Laria che tira. E il palinsesto del mattino si arricchisce di programmi di attualit e approfondimento rivolti ai cittadini: per aiutarli a capire e ad affrontare questo momento di crisi. Pag. di Daniele Assorati

Talk show Scusi, le chiedo di urlare di pi

Documentari Noi, quelli che cambiano sesso

Pag.

14

16

Transiti, documentario del 2011 di Davide Tosco, segue per la prima volta da vicino il difcile passaggio sico e psicologico di chi decide di cambiare sesso. E lo fa attraverso le storie dei transessuali Alessandra, Angelo e Katherina. Un viaggio doloroso che passa dai dosaggi ormonali alla preparazione psicologica. di Fabio Bottiglione Pag. 18

I nuovi episodi della dodicesima stagione ripartono su FoxCrime. Con una new entry: Elizabeth Shue. Intanto ripassiamo insieme le curiosit di uno dei crime-serial pi amati della tv. di Paolo Roinich

Talent Tutti in scimmia per La scimmia


La televisione torna alla scuola. Almeno cos lascia intendere il produttore Pietro Valsecchi, che ha deciso di sbarcare nel mondo degli show con il progetto La scimmia: a guidare la versione televisiva dovrebbe esserci Alessia Marcuzzi. di Paolo Martini

Pag.

Arriva la quarta stagione di una delle serie pi amate, anche alla Casa Bianca: Glee. I protagonisti si sdoppieranno tra il liceo di Lima, in Ohio, e New York. A trasferirsi sar Rachel Berry. E qui pioveranno guest star: da Sarah Jessica Parker a Kate Hudson. di Antonella Gullotti Pag. 6

Serie tv / 2 Glee arriva a New York e vota Obama

Esce il Wedding Book di Io Donna Il sogno delle future spose si sfoglia anche sulliPad
Si chiama Wedding Book ed il primo numero che il settimanale femminile Io Donna dedica interamente alle future spose: in edicola dall8 settembre (a 4,90 euro), disponibile anche in versione iPad (nellapp Io Donna Books). Lobiettivo di accompagnare e supportare le future spose durante lorganizzazione del loro
trimestrale - anno 1 n.1 - settembre 2012 0,00

wedding book
la sposa autunno inverno 2012 / 13
b e a u t y b o u q u e t t e n d e n z e p e n s i e r i d a m o r e t o r t e

matrimonio, con consigli su tutte le principali questioni, e dare informazioni, burocratiche e sociologiche. Lo fa con cinque sezioni temporali, dallanello di danzamento al giorno delle nozze, e con laiuto di noti wedding planner, tra cui Enzo Miccio. Non manca poi una sezione dedicata alla meta ideale per il viaggio di nozze.

34

SETTE | 38 21.09.2012

a c c e s s o r i

v i a g g i

l i s t a

d i

n o z z e

a l b u m

a n e l l i

b o l l i c i n e

Un pregiato rivestimento in maiolica lavorata a mano racchiude un cuore ad alta tecnologia, per un comfort senza confronti. Grazie all'esclusivo Multifuoco System avrai calore uniforme e canalizzato anche in pi ambienti. Scegli tra l'ampia gamma di stufe e caminetti per godere a casa tua del calore ideale con un grande risparmio energetico nel rispetto dell'ambiente. Su tutti i prodotti Piazzetta, EASY LIFE: 5 anni di garanzia e 10 anni di disponibilit ricambi originali per tanti inverni di tranquillit.
Multifuoco System di serie, aria canalizzabile fino a 16 mt. Telecomando multifunzione con programmazione
mod. P937 - www.piazzetta.it - Per il rivenditore pi vicino chiama il NVerde 800-880100

Coverstory Intervista esclusiva a Barbara Berlusconi

Mio padre, che forse si ricandida... I rapporti con mia sorella Marina. Il Milan. E a Renzi suggerisco...
di Angela Frenda / Foto di Ada Masella

l segnale stato quel rosso scelto per tingersi i capelli. Serviva uno spartiacque, anche visivo, tra il prima e il dopo. Allinizio pensavo di farmeli rossoneri, poi ho valutato che il rosso, da solo, fosse pi sobrio. Barbara Berlusconi, 28 anni compiuti il 30 luglio, seduta su un divano bianco della sua casa di Macherio. Dal 2011 la vita della primogenita di Veronica Lario e Silvio Berlusconi cambiata. Si separata dal suo compagno storico, Giorgio Valaguzza, padre dei suoi due bambini, Alessandro ed Edoardo. Poi arrivata al Milan, dove siede nel Consiglio di amministrazione. In mezzo, la separazione burrascosa dei genitori, Veronica Lario e Silvio Berlusconi, con tutti gli strascichi mediatici che ne sono seguiti. Barbara parla, in questa lunga intervista, della sua famiglia, del suo futuro, ma anche di politica, di economia e di Milan. Cos, alla domanda se crede di essere maturata, risponde: Direi che sono cambiata. Certo, per mi preoccuperei del contrario. Poi, si sa: chi che non va avanti per obiettivi? Sono una ragazza con una famiglia e un lavoro nuovo in un mondo che non conoscevo, il calcio. Mi sento diversa dal punto di vista personale perch nella mia vita, in questo anno e mezzo, indubbio che siano accadute tante cose. Tra queste, sicuramente il lavoro ha
36 sEttE | 38 21.09.2012

assunto un ruolo centrale. A proposito, vero che nei primi giorni di agosto ha trascorso un weekend di lavoro con suo padre e sua sorella Marina? S, siamo stati alcuni giorni insieme a Valbonne, in Provenza: un modo per stare in famiglia ma anche parlare di lavoro. Tra lei e Marina in passato i rapporti non sono stati proprio idilliaci. Come famiglia, al di l dei retroscena giornalistici, siamo sempre stati uniti. E con Marina andiamo daccordo, s. Parliamo tantissimo. I nostri rapporti sono sempre stati quelli di due sorelle che si vogliono bene. Poi, come in tutte le famiglie, spesso si hanno idee diverse dovute anche alle et diverse. Lei da donna sa quanto sia difcile operare in questo settore e mi ha sempre sostenuto dandomi consigli e aiutandomi. So di stupirla ma oggi, lavorando insieme, noi cinque gli abbiamo trovato un linguaggio comune. Riusciamo a integrarci. E anche con nostro padre abbiamo nuovi terreni comuni di dialogo. Va meglio anche tra suo padre e sua madre? Hanno rapporti buoni. I miei hanno deciso di rivedersi soprattutto per poter condividere alcuni momenti tutti insieme. Laccordo di separazione tra i suoi genitori a che punto ?

Nella villa di Macherio, dov cresciuta Barbara Berlusconi nata in Svizzera, ad Arlesheim, il 30 luglio del 1984. Al suo battesimo come padrino fu chiamato Bettino Craxi. Ha frequentato le classi elementari e medie alla scuola steineriana di Milano. Si laureata in Filosoa presso lUniversit Vita e Salute del San Raffaele.

tutto in corso, cos come hanno detto gli avvocati nel comunicato congiunto di questestate. Anche se gli scenari riportati dai media negli ultimi mesi sono stati imprecisi e addirittura fantasiosi, ribadisco: i rapporti sono certamente pi distesi, e il merito soprattutto dei nipotini. Sia mia madre che mio padre sono legatissimi ad Alessandro e a Edoardo e proprio per stare con loro sono tornati a rivedersi. vero che lei, con i suoi fratelli Luigi ed Eleonora, sta investendo nel settore internet, in aziende come Groupon e Facile? S, stiamo esplorando nuove strade di business. E con buoni risultati. Il merito, comunque, va soprattutto a mio fratello Luigi, che si occupa di nanza. Suo padre sta meditando di ricandidarsi. Lei che ne pensa? Questa eventualit sar giudicata, non da me e non da qualche analista politico, ma dagli elettori, come accade in tutte le democrazie. Quello che posso affermare con certezza che in questi venti anni la mia famiglia ha molto risentito della sua lontananza. In che senso? Dal 94 a oggi il gruppo si privato delle qualit di Silvio Berlusconi imprenditore. Con lui alla guida saremmo stati in grado di

affrontare con ancor pi successo le nuove sde del mercato. Beh, lei lo sa che c unaltra versione dei fatti, diciamo meno romantica: Silvio Berlusconi entra in politica nel 94 proprio per salvarle, le sue aziende. Rupert Murdoch, che mi risulta non avere idee esattamente progressiste, ha stretto un patto di ferro con lallora neopremier Tony Blair che gli ha consentito di far crescere enormemente fatturato e inuenza delle proprie reti nel mercato britannico. Poteva procedere cos anche mio padre e trovare, in Italia, un accordo con il fronte progressista che era dato per favorito. Ma per lui era inaccettabile consegnare la guida del Paese a forze politiche che riteneva illiberali, contrarie al libero mercato e troppo legate al vecchio Pci e a una sinistra radicale. Sta usando toni che a suo padre non dispiacerebbero. Ma passiamo dalle cause agli effetti: promuove Silvio Berlusconi anche per i risultati dei suoi governi? Niente da rimproverargli, davvero? Ha certamente il merito di aver inventato il bipolarismo e di aver svecchiato il linguaggio paludato della politica italiana. Altri obiettivi invece, come ha ammesso lui stesso, non sono stati ancora raggiunti: per responsabilit a volte anche sue, molto pi
sEttE | 38 21.09.2012 37

spesso della maggioranza che rappresentava. Ma soprattutto perch in Italia, per questo vale sia per la destra che per la sinistra, c sempre qualcuno in grado di bloccare o depotenziare qualsiasi tentativo di riforma. Non vorr anche lei dare la colpa al sistema... Dico semplicemente che il potere esecutivo, per essere veramente tale, deve essere messo nelle condizioni di operare con provvedimenti rapidi ed efcaci. Il bicameralismo perfetto rallenta ladozione di qualsiasi decisione. E, anche a causa della crisi economica internazionale, non ce lo possiamo pi permettere. Il presidente del Consiglio in Italia non ha alcun potere. Le sue volont possono essere tranquillamente disattese. Le faccio un esempio: il ministero dellEconomia, per legge, chiamato ad autorizzare ogni provvedimento. Di conseguenza, se un presidente del Consiglio vuole adottare uniniziativa, ma il suo ministro di parere Da Alfano mi opposto, quella decisione non aspettavo pi coraggio viene autorizzata. Le pare nore modernit. Pi idee male? La democrazia, ormai in tutte le nazioni occidentali, si e meno riunioni di caratterizza per un mandato partito. I giovani in duciario preciso tra gli elettori e Parlamento ci sono. una personalit politica che poi, Ma a volte parlano un alcuni anni dopo, chiamata a linguaggio vecchio, da rispondere del proprio operato. Solo in Italia questa personalit Prima Repubblica ostaggio delle maggioranze parlamentari. Sembra di nuovo di sentire suo padre. Il mio un discorso generale. Non si pu valutare loperato di un capo del governo, se non gli vengono conferiti poteri veri che gli consentono di governare. Concretamente: una cosa giusta e una sbagliata fatta dal governo Berlusconi? Mi piaciuta la riforma delluniversit. E cosa non le piaciuto? Non ha ridotto la pressione scale e il debito pubblico. Non ha realizzato, poi, la tanto auspicata riforma istituzionale. In particolare? Il presidenzialismo. Vecchio pallino... Ed proprio per raggiungere questi obiettivi lasciati in sospeso che mio padre sta valutando di ricandidarsi. Passiamo alle inchieste giudiziarie. Non vorrei pronunciarmi nel merito. Ma chiaro che mio padre, candidandosi, si posizionato nellocchio del ciclone. C qualche leader emergente che le piace? Non mi pare che vi siano negli schieramenti personalit portatrici di idee innovative. Neanche Matteo Renzi? Lei lo aveva elogiato. Il sindaco di Firenze secondo me commette un errore strategico. Non dovrebbe puntare alla guida del Pd ma a quella del Paese. Dovrebbe dimettersi da sindaco, costruirsi una squadra e candidarsi a premier. Rompendo tutti gli schemi. Potrebbe vincere? Questo non lo so. Ma aprirebbe una questione generazionale interessante. Gli darebbe il suo voto? Non credo. Se non ha il coraggio, come mi pare, di sparigliare veramente. Per restare al tema generazionale, i giovani, in Parlamento, ci sono. Il punto che a volte parlano ancora un linguaggio vecchio della politica da Prima Repubblica. Come giudica Alfano? Mi aspettavo, anche da lui, un po pi di coraggio e di modernit. Pi idee e meno riunioni di partito.
38 sette | 38 21.09.2012

New look Un tono di rosso sui capelli per la nuova immagine di Barbara Berlusconi, mamma di Alessandro, che compir 5 anni alla ne del prossimo mese, ed Edoardo, che ne ha compiuti tre nel luglio scorso.

Make up: LOraL paris CineMatiC GLaMOur, BarBara deL sartO - Hair: niCCOL@united GrOup CurLettO per LOraL prOfessiOnneL

Da San Siro al Cda del Milan


Allo stadio n da piccola Barbara con pap Silvio Berlusconi che ha in braccio la sorella Eleonora, oggi 26 anni, a una partita del Milan, nel 1992. Attualmente Barbara nel Cda della societ di calcio.
OLyCOM (4)

LALBUM DEI RICoRDI

Famiglia allargata Sopra, tutta la famiglia a passeggio in Galleria, a Milano, nel 1994. Per mano a pap c Luigi, oggi 24 anni, terzogenito di Veronica Lario e Silvio Berlusconi, che si sono separati ufcialmente nel 2009. Qui a destra, i tre fratelli con mamma e pap nel 1993, a un matrimonio. Sotto, Berlusconi a Villa San Martino, ad Arcore, con tutti i suoi cinque gli, compresi Marina e Pier Silvio, avuti dalla prima moglie Carla DallOglio.

E le ex ministre? Ne ricandiderebbe qualcuna? Ma scusi c un nuovo governo. Mi chieda di quelle attuali (sorriso ironico). Elsa Fornero? una donna determinata. Non ho condiviso le critiche quando scoppiata a piangere: dietro un politico c sempre una persona. La sua riforma per, al di l delle nobili intenzioni sul tema della lotta alla precarizzazione, rischia di far perdere il lavoro a tantissimi giovani che non saranno confermati dalle aziende. Oggi il pericolo quello di voler imporre regole troppo rigide al mercato. Ottenendo cos il risultato opposto rispetto alle intenzioni. Chi salva tra le donne del Pdl? Mi piace Fiamma Nirenstein: una persona che stimo per integrit e per come porta avanti le sue idee, anche se pi conservatrici delle mie. Cosa pensa del governo Monti? Ha raccolto una difcile situazione di emergenza internazionale. Ha fatto buone riforme strutturali, come quella delle pensioni. Mentre stato pi timido sulla spending review. Ha tagliato 26 miliardi di costi per lo Stato e contemporaneamente ha introdotto 22 miliardi di nuove spese. chiaro che si tratta di un cambia spese e non di un taglia spese. Paesi come Inghilterra e Spagna hanno avuto pi coraggio nella lotta ad alcuni sprechi della spesa pubblica. Quanto a Monti, penso sia un tecnico che si preparava da molti anni a fare il politico. Per le donne, in generale, pi dura entrare nel mondo del lavoro? innegabile che per loro gli stipendi siano pi bassi. Che soprattutto al Sud si realizzi con fatica una vera parit. E che per la donna non sia semplice conciliare i gli con il lavoro.... Le quote rosa la convincono? Io veramente sarei per le quote grigie, quelle del cervello. I posti importanti devono essere ricoperti dalle migliori personalit, indipendentemente dal sesso. Soltanto cos si realizza la vera meritocrazia. Non si pu stabilire tutto per legge. Poi, certo, vista la situazione, le quote rosa possono essere utilizzate come stimolo, in un momento di transizione, per promuovere il cambiamento. Ma non devono essere la soluzione. Anche noi ci adegueremo ovviamente alla nuova normativa e modicheremo i nostri Cda. Per il vero successo sar determinato dalle sanzioni: dovranno essere cos forti da impedire qualunque tentativo di non rispettare le nuove normative. Certo, lei delle quote rosa non ha avuto bisogno. Lo so bene. Io sono una privilegiata. Ma questo non vuol dire che non veda la condizione di tante donne italiane. La parit da noi ancora un miraggio, per il problema soprattutto culturale. Ma i mali italiani sono anche altri: tasse e debito pubblico. Con troppe tasse non si cresce, il peso del debito pubblico aumenta e di conseguenza la spesa pubblica sale per far fronte alla mancata crescita. un sistema che si avvita su se stesso e che genera impoverimento per tutti. Siamo in piena crisi. Fininvest? Anche Fininvest, come tutti, risente in questo momento della crisi economica internazionale. Ma il gruppo solido. C qualche imprenditore che stima particolarmente? Ce ne sono tanti: Alessandro Benetton, Renzo Rosso, Giorgio Armani. E poi Ennio Doris, di Mediolanum: un grandissimo motivatore. Torniamo al suo lavoro: il Milan. I tifosi sono molto preoccupati nito il calcio degli Anni 90. Quel modello non pu pi reggere. Il calcio cambiato. E le squadre oggi maggiormente competitive sono quelle che 15 anni fa sono riuscite a comprendere meglio questo cambiamento, anticipando gli scenari. Come andata veramente la vicenda della vendita di Ibra e
sette | 38 21.09.2012 39

La casa dellinfanzia Barbara nello studio della casa di Macherio, la settecentesca Villa Belvedere Visconti di Modrone, acquistata da Berlusconi nel 1989. Della propriet fanno parte un orto, un piccolo zoo, unazienda agricola, un grande gazebo e un ninfeum.

Thiago Silva? La galleria di cui sono socia, la Cardi Black Box, nasce per realizMio padre e Adriano Galliani avevano deciso di tenere Thiago. zare pi obiettivi. Anzitutto quello di sostenere larte contemporaPoi il Paris Saint Germain ha avanzato unofferta per entrambi i nea che fatica ad affermarsi in Italia. Poi la voglia di fare qualcosa giocatori che stata giudicata irrinunciabile per mettere in sicuper Milano e per consentire a tanti giovani artisti italiani di avere rezza i conti del Milan per i prossimi anni ed essere pronti alle uno spazio per esporre le loro opere. Inoltre sta ottenendo ottimi nuove norme del Financial Fair Play. risultati economici. Ma i tifosi si sono sentiti presi in giro. Lei non si mai sposata, nora. favorevole ai pacs? Per i milanisti sono state settimane difcili. Io per prima ne S, sono favorevole. sono dispiaciuta. Ma andata cos, non ci permetteremmo mai E i matrimoni gay? di prenderli in giro. Favorevole. Contraria, invece, alle adozioni per le coppie omoPer senza soldi non si va da nessuna parte sessuali. Io ho un animo e una sensibilit liberal, ma certe scelte I club, oggi, devono cambiare prospettiva, aumentare il grado le trovo non naturali. di progettualit. La grande squadra deve essere costruita in casa, Che libro ha sul suo comodino in questo momento? attraverso un settore giovanile forte e una rete di osservatori che Leggo pi libri contemporaneamente. Poi, a seconda dellumovada a caccia dei migliori talenti del mondo. E re, ne scelgo uno piuttosto che un altro. Oggi poi, chiaro, alcune scelte strategiche non possto leggendo High & Dry di Banana Yoshimoto Quote rosa? Io sarei sono pi essere rimandate. e Linverno di Monti di Giulio Sapelli. Ma soper le quote grigie, Quali? prattutto Il pallone non entra mai per caso, di quelle del cervello. I club devono strutturarsi per competere sui Ferran Soriano (ride). mercati internazionali, attrarre nuovi partner E di cosa parla? I posti importanti commerciali, guardare ai Paesi emergenti, far Ferran Soriano, ex vicepresidente del Barceldevono essere crescere la notoriet del brand, rinnovare le lona e da pochi giorni ceo del Manchester City, ricoperti dai migliori, strutture e gestire il marchio a 360 gradi. Tutto ai tempi della gestione Laporta spiega come il indipendentemente questo per aumentare i ricavi. Barcellona abbia costruito, attraverso una stradal sesso. Non si pu Sar, ma gli altri team sembrano non sentire tegia mirata, una squadra capace di conseguire la crisi e investono cifre folli... un successo non occasionale, ma destinato a stabilire tutto per legge I pi importanti club oggi operano con prudurare negli anni. denza. Come dimostra lultimo calciomercato. Non mi pare un tema epocale... Spagna, Inghilterra e Italia non hanno fatto spese pazzesche. Solo Come costruirsi la propria fortuna, perch nulla capita mai per un numero limitatissimo di squadre, come il Manchester City, caso. Come imparare a non accontentarsi mai. Come capire che la squadra russa dellAnzhi e il Paris Saint Germain, di propriet nella vita meglio sbagliare che decidere di non scegliere... Non soprattutto araba e quindi fuori dal sistema economico europeo, le sembrano anche metafore della vita?. stanno effettivamente spendendo molto. Il Milan ha deciso inLintervista nisce qui. Di Pato non vuole proprio parlare. Anzi, vece di operare scelte responsabili. I tifosi devono avere ducia no, prima di salutare, una cosa la dice: Questestate ho letto molnella societ e nella propriet. Questo un anno di transizione. te ricostruzioni fantasiose, ma la mia vita privata. E fa capire Dobbiamo stringere i denti. Non sar una cosa semplice o veloce, che stanno ancora insieme. ma lobiettivo aprire un nuovo ciclo. Angela Frenda Come vanno i suoi investimenti nellarte? riproduzione riservata
40 sette | 38 21.09.2012

Inchiesta sulla religione dei divi Dentro ai segreti di una chiesa molto discussa

Sotto assedio nel mondo Scientology cresce in Italia


Altri Paesi lhanno messa al bando. Noi abbiamo concesso esenzioni scali e, attraverso onlus collegate, laccesso al 5 per mille. Eppure gi stata condannata in Cassazione. Per truffa e circonvenzione
di Ferruccio Pinotti -illustrazione di Beppe Giacobbe

uanto conta Scientology in Italia? Quanti soldi drena nel Belpaese lorganizzazione? Di quali insospettabili complicit nostrane gode? Chi controlla che le sue discusse pratiche oggetto di indagini giudiziarie e parlamentari in varie parti del mondo non violino la legge? Salita agli onori delle cronache per il recentissimo lm The Master e per il divorzio

fra Tom Cruise e Katie Holmes, in Italia quella che si autodenisce una religione non mai stata sottoposta a una indagine governativa n a una commissione dinchiesta parlamentare. Eppure, i governi di Svizzera (Rapporto della Commissione Consultiva della Sicurezza dello Stato, luglio 1998), Germania (Rapporto Jaschke del 1995 e Rapporto Sette e Psicogruppi, presentato al governo dal par-

lamento tedesco, giugno 1998) e Belgio deniscono ufcialmente Scientology come un culto totalitario. In Germania, in particolare, nel dicembre del 2007, il ministro dellInterno Wolfgang Schuble e i responsabili dellInterno dei 16 Stati federali hanno concordato di non considerare Scientology unorganizzazione compatibile con la costituzione aprendo quindi la strada per una possibile

Metodo per pensare o brainwashing? Scientology diffonde linsieme delle credenze e pratiche ideate da L. Ron Hubbard nel 1954, basate sul sistema di auto-aiuto denominato Dianetics. Scientology viene denito dai suoi simpatizzanti come una losoa religiosa applicata, come un corpo organizzato di conoscenza. Per i critici un sistema manipolativo.

riosamente, il nostro Paese pur non avendo rmato accordi di riconoscimento come quelli con le Chiese protestanti ha nei fatti accordato, con una sentenza della Cassazione, lesenzione scale a Scientology. La quale inoltre, attraverso onlus di propria emanazione, pu anche accedere al 5 per mille. Una benevolenza discutibile, quella dello Stato italiano, considerato che attraverso i suoi costosi corsi Scientology raccoglie ingenti somme di denaro che le hanno permesso di aprire centri a Milano, Torino, Verona, Pordenone, Padova, Brescia, Novara, Avellino e Roma, solo per citare quelli pi importanti. Il cash ow continuo perch i corsi di Dianetics sono molto onerosi e coloro che non hanno sufcienti soldi vengono ingaggiati come personale di servizio e di amministrazione, facendo rmare agli adepti un contratto per cui, se vogliono lasciare Scientology, sono tenuti al rimborso dei corsi frequentati. Il contratto in questione fa s che per lirrisoria cifra di 50 euro la settimana ladepto, detto pre-

Scarsi controlli in Italia. E in Italia? Cu-

clear (non perch sprovvisto di shampoo, ma nel senso che non ha ancora le idee chiare sulla vita), lavori senza atare sottoscrivendo una clausola in cui scritto: Limporto del compenso assolutamente variabile e dipende interamente dallintroito settimanale dellassociazione, indipendentemente dalla qualit e quantit del lavoro da me svolto. Roba da far schiumare di invidia la Conndustria. Poco dopo si precisa che lAssociazione svolge la sua attivit tutti i giorni dalle ore 9 alle 23, pertanto la mia collaborazione al suo interno dovr essere concordata in relazione a tali orari. Il contratto recita che in qualsiasi momento il povero pre-clear pu essere espulso quando risulti la sua indisponibilit e/o contrariet verso i ni della Chiesa stessa, senza che a tal ne siano determinati la qualit o la quantit della sua attivit, i risultati

di essa, il suo comportamento. C da chiedersi se un contratto di questo tipo sia lecito e come mai Ufcio Provinciale del lavoro, Comune, Regione e sindacati accettino che, nella civile Milano dellanno 2012, delle persone in cerca di aiuto rmino accordi di questo tipo.
Le indagini e le condanne. Chi non ha dubbi in merito allilliceit di simili pratiche il Procuratore capo aggiunto del Tribunale di Milano, Pietro Forno, lunico magistrato che, negli Anni 90, abbia messo sotto indagine Scientology, nel processo denominato Segalla Gabriele +77. Gli adepti di Scientology amano raccontare che loro non sono mai stati sottoposti a condanne, ma non vero perch la mia inchiesta si conclusa con condanne in Cassazione per reati come la truffa e la circonvenzione di incapace, spiega il pm. La loro fortuna stata che allepoca non esisteva ancora il reato di riduzione in schiavit, che oggi fa parte del nostro codice penale, larticolo 600. Persone fragili e disturbate vengono convinte a entrare con un test della personalit realizzato attraverso un presunto misuratore di energia, le-meter. Creato laggancio comincia il salasso, perch chi entra viene sottoposto sempre a 2-3 cicli di cura. una voragine progressiva, si precipita in un meccanismo senza ritorno, con esborsi consistenti. E chi non versa viene sottoposto a pressioni, che possono congurare il reato di estorsione. Il magistrato spiega che un altro modo di attrarre seguaci la conquista di famiglie alle prese con il problema della droga. I centri anti-droga Narconon altro non
Sette | 38 21.09.2012 43

i simpatizzanti del movimento sono in crescita anche da noi

un percorso di crescita a pagamento

80.000
i membri in Italia
Scientology Italia non fornisce cifre esatte: tra 80 e 100mila per lEnciclopedia delle Religioni in Italia, di Massimo Introvigne.

25.000
euro per essere clear
Il costo complessivo dei corsi per raggiungere lo stato di clear, il primo livello di perfezionamento di Scientology.

250.000
euro per far carriera
Questa la cifra per lottenimento del livello di OT VIII, il pi alto in Scientology. Maria Pia Gardini ha speso 1 milione e 800mila dollari.

imagoeconomica

messa al bando. In Francia, unindagine parlamentare (Rapporto Guyard, 1995) ha classicato lorganizzazione come un culto pericoloso; e Scientology stata condannata per truffa nellottobre 2009 e a una multa di 600.000 euro. In Gran Bretagna, Scientology non raggiunge gli standard legali per essere considerata una religione. Anche il Parlamento europeo gi nel 1997, occupandosi del fenomeno settario in Europa, cita pi volte Scientology come esempio di setta.

un magistrato contro

Forno, procuratore capo aggiunto

stato lunico magistrato che in Italia ha condotto uninchiesta giudiziaria su Scientology: il Procuratore capo aggiunto di Milano, Pietro Forno, a met Anni 90 ha contestato a un importante numero di esponenti di Scientology una serie consistente di reati: circonvenzione di incapace, truffa, associazione per delinquere e reati scali, ottenendo condanne sino in terzo grado (la Cassazione ha rigettato solo lassociazione a delinquere, mentre per i reati scali sono intervenuti pronunciamenti che hanno riconosciuto a Scientology forme di esenzione).

UN NOSTRO COLLABORATORE SI INFILTRATO IN SCIENTOLOGY: ECCO LA SUA ESpERIENzA

Un contratto per lavorare a 50 euro la settimana


Volti sorridenti, test della personalit gratuito. cos che, tra pareti rituale dal vago retrogusto orwelliano. Guardate il softto!, ordina immacolate e dolci musiche soffuse, Scientology arruola i suoi nuovi linsegnante. Quando un alunno completa un corso, deve compilare adepti. Ci siamo fatti arruolare anche noi: per una settimana dietro falso una dichiarazione rmata con la quale esprime la propria riconoscenza nome abbiamo frequentato le sedi milanesi dellorganizzazione. allorganizzazione. Le dichiarazioni vengono afsse pubblicamente, Ci siamo trasformati in carne cruda, come si dice nel gergo hubbardiano: allingresso dellaula. Mi si sono aperti gli occhi recita un foglietto . Ho neoti pescati tra la folla, pronti per essere plasmati. I ragazzi sorridenti capito quanti problemi avevo. E un altro: Ora sono una persona migliore si chiamano registrar. Lavorano per pochi soldi: rappresentano lultimo grazie a voi di Scientology. Per la prima volta essere controllato non mi ha anello di una lunga catena gerarchica. dato fastidio. Grazie. Per diventare clear secondo le teorie di Hubbard Il test della personalit, che viene compilato ogni giorno da centinaia di necessario sottoporsi a una speciale terapia: lauditing. Unora di persone, composto da duecento domande sibilline. La tua vita una auditing pu costare varie centinaia di euro, ed cos che Scientology continua lotta per la sopravvivenza?, Rifletti spesso sulle disgrazie rimpingua le proprie casse. I seguaci di Hubbard non amano gli impiccioni. passate?. Dopo che hai risposto, il registrar, scuotendo il Li chiamano Sp, che sta per Suppressive person: lelenco capo, commenta: Sei una persona nervosa, sei stressato. comprende giornalisti, poliziotti e individui con idee di sinistra. Ma non ti preoccupare: noi possiamo aiutarti. Perch non Per smascherare gli Sp, viene utilizzato le-meter, una ti iscrivi a uno dei nostri corsi-base?. E ti consegna un rudimentale macchina della verit. volantino colorato: Anatomia della mente umana; 20 Le sedute di auditing si svolgono presso la sede centrale di lezioni, 21 euro. Scientology. Il palazzo, a Milano, alto sei piani e ospita ufci, Accettiamo, paghiamo, e compiliamo un dettagliato sale conferenza, biblioteche e auditorium. C persino una formulario con tutti i nostri dati personali. Il formulario, scuola elementare, dove i gli degli afliati vengono introdotti assieme ai risultati del test, verr archiviato in un dossier, n dalla tenera et alle dottrine hubbardiane. Benvenuto, accanto a centinaia di altri dossier. il primo passo verso sorride, allingresso, lennesimo registrar. In una minuscola lafliazione. ll corso si svolge in un ampio sotterraneo, stanzetta buia ci viene ordinato di chiudere gli occhi, poi allombra di un ritratto in bianco e nero di Ron L. Hubbard. lauditor conta no a sette: Ti chiedo di raccontarmi un Ovunque, sguardi sorridenti e telecamere a circuito chiuso. episodio spiacevole del tuo passato mormora, con voce Nessun neota viene mai lasciato solo. Arriva puntuale melliflua . Dopodich dovrai ricominciare da capo, nch Misuratore di energia Un e-meter, il misuratore di in aula recitano le regole del corso . Non fare domande non ti dir di fermarti. Le nostre parole vengono appuntate energia con il quale Scientology su un taccuino: la seduta dura in tutto due ore. Lauditing a un altro studente. molto importante. Lezione dopo lezione, linsegnante di turno sciorina con stile pedissequo pretende di misurare le energie cos ci hanno detto dovrebbe indurre uno stato di profondo negative di una persona. i principi basilari della dottrina di Scientology: ogni benessere: il paziente si sente euforico, pieno di buoni uomo, n dalla nascita, subisce una serie di traumi, che propositi e di riconoscenza verso lorganizzazione. vengono chiamati engram. Gli engram sono immagazzinati nella mente il momento migliore per arruolare nuovi attivisti. Fuori dalla porta, infatti, reattiva, che la versione hubbardiana dellinconscio di Freud (ma guai ci attende una donna in uniforme blu: Ti piacerebbe entrare nel nostro a farlo notare!). Gli engram sono la causa di tutti i mali dellumanit: staff?, domanda. E ci indica, sul tavolo, un contratto da compilare. Io dalla timidezza alle malattie psicosomatiche. Scientology in grado di sottoscritto recita il documento chiedo di diventare membro associato neutralizzare gli engram, trasformando ogni individuo in una sorta di della chiesa di Scientology. Le condizioni: 40 ore di lavoro a settimana, superuomo: il clear. pi due ore al giorno di studio; lo stipendio di circa 200 euro al mese, con Le lezioni si svolgono ordinatamente: Il mondo ci sembra complesso accesso gratuito ai corsi e alle sedute di auditing. Ferma minima: due anni. annuncia linsegnante . Ma la verit che molto, molto semplice. Gli Ma il vitto e lalloggio almeno sono inclusi?. No, mio caro, sussurra lei. alunni annuiscono, in totale silenzio. Dopo ogni lezione, veniamo invitati Senza mai smettere di sorridere. ad alzarci in piedi. il momento dellhavingness, una strana pratica Andrea Sceresini

44

Sette | 38 21.09.2012

Sedi lussuose La sede milanese di Scientology in via Lepontina. Lassociazione ha propri centri anche a Brescia, Torino, Verona, Pordenone, Padova, Avellino e Roma. Sotto, la celebrazione di un matrimonio secondo il rito di Scientology; alcuni adepti nella sede di Roma dellorganizzazione; un ritratto di Maria Pia Gardini.

sono che Scientology, avverte Forno. Genitori disperati di gli tossicodipendenti vengono sottoposti al lavaggio del cervello e truffati. Situazioni vissute da una signora dellalta borghesia industriale, Maria Pia Gardini, cugina di Raoul, entrata in Scientology nel 1985 per assistere la glia tossicodipendente. Nonostante sia gravemente ammalata, la signora Gardini dal suo letto di ospedale con coraggio denuncia: Io considero Scientology una setta piramidale, che mira ai soldi. A me hanno portato via un milione e 800mila dollari. Ormai sono forti anche in Italia, sono dappertutto. Sfruttano i giovani. Fanno lavorare ragazzi che non hanno un euro in tasca per 50 euro la settimana, dalle 10 di mattina alle 11 di sera. Quanto al reclutamento, Maria Pia Gardini spiega: Data la crisi e il fatto che c poca gente con molti soldi, prendono tutto quello che c da tirar su. Loro fanno i soldi con i corsi, ai pi alti livelli costano anche mille dollari lora. Io sono entrata solo per cercare di aiutare mia glia Federica ma non ci sono riuscita, morta. In realt con loro non possibile curarsi, devi prendere vitamine e polverine che non servono a

nulla. La chiesa cattolica dovrebbe battersi con pi forza contro Scientology, che fa business con la fede. Anche lo stilista Claudio Lugli, che con la moglie ha fatto parte di Scientology, ha raccontato di esserne uscito distrutto. Simonetta Po, ex adepta ora animatrice del sito www.allarmescientology.it, spiega: Il dieci per cento dei soldi versato da chi entra va al reclutatore. C quindi un incentivo economico, una catena di santAntonio. Dopo lo stato di clear si pu diventare auditor e allora bisogna comprare le-meter, costa sui 5.000 dollari. Di soldi ne girano tanti. E i volontari vengono pagati nulla. Ma dentro ci sono persone che ci credono veramente.
Difensori di rango. Nonostante testimo-

nianze di questo tipo siano ormai numerose, Scientology ha trovato difensori importanti. Il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, avvocato di Scientology al tempo del processo del pm Forno, nel 97 (come gi il padre Giandomenico tra l89 e il 95) esultava perch in Cassazione la corte, pur avendo confermato le altre condanne, aveva annullato quella dappello per associazione a delinquere: ln questa

ansa (2)

Maria Pia Gardini, cugina dellindustriale Raoul Gardini, stata ai vertici mondiali di Scientology e per compiere il suo percorso ha speso 1 milione e 800mila dollari, ma oggi denisce il movimento come una setta interessata solo ai soldi. Dal letto di un ospedale denuncia: Sono entrata per mia glia, che era tossicodipendente. Poi quando ho capito mi sono ribellata
Sette | 38 21.09.2012 45

fotogramma

Volontari due ragazze propongono ai passanti di avvicinarsi alla chiesa di Scientology. Una forma di proselitismo che pare avere successo.

Dallavvocato allex adepta


Ha difeso Scientology Il sindaco Giuliano Pisapia negli Anni 90 ha difeso Scientology e il suo diritto a essere chiesa e religione. Ha patrocinato la mostra Il presidente della Provincia di Milano Guido Podest ha patrocinato una mostra di Scientology anti-psichiatria.
fotogramma
rIprodUzIone rIServata

sostegni istituzionali e voci critiche

Un sito per evitare i pericoli Simonetta Po ha fatto parte per poco tempo del movimento, poi ha creato il sito www.allarmescientology.it.

Il successore di Hubbard Davide Miscavige il presidente del cda del Religious Technology Center (RTC), che detiene i marchi di Dianetics e Scientology.

sentenza viene affermato un principio fondamentale per una societ democratica: non pu essere n lo Stato n la magistratura a dare una denizione di religione, perch se cos fosse verrebbe violato il principio della libert religiosa sancito dallart. 8 della Costituzione. I pubblici poteri non possono sostituirsi alla coscienza individuale nella valutazione di ci che attiene alla sfera della religione e della fede, e meno che mai elaborare criteri alla stregua dei quali giudicare se una determinata associazione possa considerarsi o meno di carattere religioso (Ansa, 27 ottobre 1997). Pisapia stigmatizzava: I magistrati debbono perseguire fatti specici e non occuparsi di questioni che attengono alla sfera della morale e della coscienza individuale.
46 sette | 38 21.09.2012

Non crediamo che oggi il sindaco di Milano sia daccordo che dei suoi concittadini lavorino senza controlli per 200 euro al mese. Scientology, peraltro, non ha mai risparmiato sugli avvocati, avvalendosi di big come Della Valle, Biondi, Spazzali, Coppi. Oggi il sodalizio assistito dallavvocatessa Daria Pesce, gi legale di Nicole Minetti nel procedimento Ruby di cui si occupa il pm Forno. Buoni anche i rapporti con il presidente della Provincia di Milano Guido Podest, che ha patrocinato la discussa mostra Il volto sconosciuto della psichiatria. Passato e presente di errori e orrori allestita nel dicembre 2011 a Milano (e ripetuta a Roma nellaprile 2012) dal Comitato dei cittadini per i diritti umani, una onlus di Scientology che accede al 5 per mille.

Una causa, quella della lotta senza quartiere contro gli psichiatri, cara anche allex prima ballerina della Scala Elisabetta Armiato, adepta di Scientology. Tra i vicini al credo troviamo anche Roby Facchinetti dei Pooh (fotografato sorridente nel centro milanese di Scientology), Aldo Reggiani, protagonista della prima Freccia Nera e ora regista teatrale.
Domande sgradite. Alle domande in-

viate via mail Scientology preferisce non rispondere, ma la responsabile della comunicazione Annalista Tosoni lamenta: Contro di noi in corso una campagna fondata su un atteggiamento pregiudiziale. Be, si sa: i giornalisti sono tutti pre-clear. Ferruccio Pinotti

PIEDI STANCHI? MAI PI!


NOI CALZIAMO SCARPE MEPHISTO CON TECNOLOGIA SOFT-AIR.
MEPHISTO offre un comfort ottimale durante la camminata. Lelastica e super-morbida soletta intermedia SOFT-AIR di ogni scarpa MEPHISTO, riduce al minimo gli impatti in fase di appoggio. Protegge i piedi, allevia le articolazioni e i dischi intervertebrali e dona un sano clima del piede.

FORTINO (5 13)

KIMONA (2 8)

Disponibili nei negozi MEPHISTO della Vostra zona e presso i Rivenditori autorizzati MEPHISTO. Richiedi il catalogo gratuito a: MEPHISTO - Via Castelrmiano 35 - 39100 Bolzano, info.it@mephisto.com, www.mephisto.com

Architettura Una vela italiana per larte del Profeta

Il Louvre arabo parla milanese


Per anni larchitetto Mario Bellini ha viaggiato in Medio Oriente con un pullmino Volkswagen: Cos nata la mia ala islamica del museo parigino
di Francesca Pini

riuscito ad accarezzare laria, fermandola in una movenza sinusoide. Nessuno schizzo avrebbe potuto sostituire quel semplice gesto di plasticit scultorea (con migliaia di triangoli racchiusi nelle curve), che gli valso lassegnazione dellambito progetto del Louvre (museo universale dal 1793, nato da un nucleo medievale del castello dei Re di Francia). Con la mente carica di tensioni creative, di visioni ancora inesprimibili, ma gi protesa al fare, al risultato, larchitetto Mario Bellini, munito di un paio di guanti per non ferirsi le mani, prese un pezzo rettangolare di maglia dalluminio brillantato e cominci a tirarla, a ondularla. Creando un arabesco, che oggi lammirata copertura del nuovo padiglione delle arti islamiche del museo francese. Et voil, les jeux sont faits. Era il 2005, anno della partecipazione al concorso indetto dal Louvre per trovare degna sistemazione, nella settecentesca Cour Visconti, a quella vasta e importante collezione (15mila oggetti, pi altri tremila conservati nellattiguo Muse des Arts Dcoratifs). Una raccolta bella, ma molto addormentata in spazi poco frequentati. Da quel primo gesto fatto manualmente da Bellini, sentito a livello emozionale, immediato il passaggio a unaltissima tecnologia per elaborarlo compiutamente, in un progetto co-rmato dallarchitetto francese Rudy Ricciotti, associato a Bellini in questimpresa. Da domani si apre questa nuova ala interna del museo, operazione colossale e di lungimirante politica culturale, in osmosi con lespansione del Louvre ad Abu Dhabi (e con le istanze culturali di quella regione). Un investimento totale di 98,5 milioni di euro (40 spesi per ledicio e lallestimento). Ampliamento previsto dal 2003, chantier de la Rpublique, cantiere deciso dal presidente Chirac, proseguito nellera Sarkozy. Ora tocca a Hollande inaugurare queste sale, concretizzazione del sogno di Henri Loyrette, presidente-direttore del Louvre. Per la seconda volta, dopo la piramide di Pei (nel 1989), il Louvre penetra nelle sue stesse viscere per

guadagnare spazi preziosi, ma con il concorso forse non si immaginava questa soluzione per la Cour Visconti, dice Bellini. In questo caso, 2.800 metri quadrati espositivi su due livelli, pi altri mille in continuit con ledicio, quelli della sezione dellOriente mediterraneo nellImpero romano. Nel percorso di visita del pavillon, seguendo la museograa realizzata da Bellini e da Renaud Pirard (al quale sar afdata anche quella del Louvre di Abu Dhabi, opera di Jean Nouvel) si aprono diversi le temporali. Dalla fondazione dellIslam allImpero (632/1000), dalla disgregazione alla ricomposizione del mondo islamico (1000/1250), alla seconda rinascita (1250/1500), ai tre imperi moderni dellIslam (1500/1800). Bisogna percorrere a ritroso la genesi di questo progetto per capire difcolt e soluzioni.
Mille e una notte. La Cour Visconti era lultima area libera e disponibile del museo, un cortile con facciate interne decorate da ricchi fregi (limmancabile N di Napoleone), sulle quali si aprono le due nestre della sala pi visitata, quella della Gioconda. Occorreva rispettare la sicit della corte. Vincente stato non coprirla a livello delle gronde con una verrire, per non imporre alla collezione islamica il contatto visivo con le quattro pareti del Louvre-reggia. Un simbolo della civilt occidentale. Non sarebbe stato corretto ordinare le opere darte dellIslam in una teca cos storicamente connotata, creando inopportune sovrapposizioni. Linvenzione di questa tenda araba, dispositivo sospeso, non tenta nessuna competizione linguistico-stilistica ma la supera

48

sEttE | 38 21.09.2012

Come nasCe il padiglione

leccellenza al servizio dellarte

2009, inizio del cantiere Ecco la Cour Visconti, con le facciate Enrico IV e Napoleone III, riccamente decorate. Da qui sono stati asportati 26mila metri cubi di terra. Si scavato no a meno 12 metri, per creare due livelli, uno espositivo e laltro tecnico.

Intuizione e rotazione portandoci in unatmosfera da Mille e una A sinistra, Mario Bellini. Nel 2005 notte. I muri diventano scrigno di un alha vinto il concorso indetto tro scrigno, levitante. Il Louvre, nella sua dal Louvre per la nuova ala del nitezza di complesso architettonico, ci museo (foto qui sopra) voluta per ha dato lopportunit di andare oltre il gi esporre a rotazione la collezione edicato, oltre le sue sale di palazzo, dice di arte islamica (18mila oggetti). Bellini. Nellescavazione del cortile interIl progetto co-rmato dal no, sono stati asportati 26mila metri cubi francese Rudy Ricciotti. di terra. Siamo intervenuti nel contesto di un edicio storico lavorando silenziosamente senza disturbare la normale attivit e le visite: il movimento totale delledicio, registrato dai laser montati in facciata, stato di un solo millimetro. Ma questo solo il dettaglio di ben altre prodezze costruttive. Come quella di aver prolungato le fondamenta del museo, iniettando un cemento molto uido, creando una sorta di palatte, inltrate in tutto il perimetro dellarea in fase di escavazione, cos da solidicare il terreno al di sotto. La storia dellarchitettura sempre segnata da una ricerca applicata di nuovi materiali sperimentali, e in questo caso, con casseforme speciali, sono stati eretti muri perimetrali costruiti con un getto di cemento (di colore nero) che si auto-compatta, poi cerato e liscio come la pelle. In questa ossatura delle nuove sale vengono dispiegati i manufatti dellIslam (sia civilt che religione nata da una rivelazione di un nuovo monoteismo al profeta Maometto). Da conoscere nel loro aspetto artistico-geograco, ricco di contaminazioni anche con la Cristianit (che in Siria aveva il suo centro) e con lOriente, specie la

COURTESY STUDIO BELLINI (8)

Palatte Con un sistema di iniezioni sotterranee di cemento fluido (in rosso lintervento) si poi arrivati a solidicare tutto il perimetro del cortile scavato. Arrivando cos no a meno venti metri sotto il livello stradale.

Armoniosa coabitazione La copertura argenteo-dorata di questa vela sospesa allinterno della Cour Visconti (sulla quale si affacciano le sale della Gioconda) si armonizza perfettamente con la pietra biancodorata delledicio storico.

Effetti ottici Su una struttura spaziale reticolare di tubi di acciaio saldati si appoggiano triangoli di doppi vetri isolanti e ltranti. La copertura esterna in maglia di alluminio brillantata, una rete frutto della tecnologia Metalltech.

sEttE | 38 21.09.2012

49

COURTESY MUSEE DU LOUVRE (4)

Scrigno di tesori Qui sopra, la pisside in avorio intagliato di al-Mughira. In alto, a destra, una terracotta indiana a ricamo traforato. A anco, base di pipa ad acqua; sotto, una sala con le vetrine create appositamente dalla Goppion (loro anche quella della Gioconda). In basso, piatto di fattura turca Iznik del 1550.

Cina. Sono molte le ceramiche persiane che riproducono volti con occhi a mandorla (la Persia era anche un centro per la contraffazione di oggetti spacciati per autentica fattura cinese). Lo sguardo allargato su questo antico mondo ci porta in profondit nella comprensione di una cultura che ha dato allumanit grandi gure di calligra, medici e di umanisti, come fu Omar Khayyam (poeta, matematico, losofo). Nei secoli gli oggetti pi preziosi prodotti da questa civilt furono portati in Europa. Di particolare signicato il bacile (siriano o egiziano, del 1330/1340 circa, opera di Muhammad ibn-al-Zayn) in rame, inciso con li dargento per decorarlo con gure. Fu utilizzato per il battesimo del futuro Luigi XIII, ma dal XVIII secolo questo pregevole catino venne rinominato battistero di San Luigi (il re Louis IX, canonizzato). Di assoluto fascino, tra i pezzi storici, anche il portico mammalucco del XV secolo (portato dal Cairo in nave da Port Sad a Le Havre per ricostruire una via cairota allEsposizione universale di Parigi nel 1889), rimontato nella sala sotterranea. Linsieme dei reperti, restaurati o ripuliti dal 2007 al 2011 sotto gli occhi di Sophie Makariou (direttore del dipartimento delle arti islamiche), racconta atmosfere incantate. Ma anche la vita comune a fare bella mostra di s. Terrine, vasi di vetro dipinto, brocche, mattonelle. Chi, come Bellini, per 35 anni ha viaggiato ovunque nel mondo arabo (con un pullmino Volkswagen dal tettuccio apribile in tela), dormendo in tenda canadese, assaporando la vita dei luoghi (gente, riti, archeologia, street food come le polpettine di prezzemolo e il succo di canna da zucchero) ha raccolto in s dati che hanno formato laspetto del sentimentale inconscio di questa sua copertura a vela (nella cui doppia rete, argentea e dorata, formata da 2.350 triangoli a scaglia, sono racchiusi 8mila elementi

tubulari su cui poggiano pannelli di vetro). Volevo mantenere anche una sensazione di plein air. Permettendo di vedere in trasparenza il richiamo delle pietre dorate del palazzo sette-ottocentesco e il cielo. C una giusta luminosit, quella desiderabile. Molti oggetti tra quelli esposti erano di uso comune, parlano di una vita allaperto, sotto il sole. In una sala di palazzo sarebbero apparsi intristiti come reperti imbalsamati in un museo di storia naturale, commenta.
Brera vs Louvre. dal 1981, con Mitterrand, che la Francia lavora politicamente alla realizzazione del Grand Louvre (8,9 milioni di visitatori nel 2011). Tra i principali mecenati di questa nuova ala del museo, la Fondazione del Principe Alwaleed Bin Talal (fondi per 17 milioni di euro). La Francia un Paese proceduralmente complicato, ma afdabile e sicuro. Quando un cantiere inizia, ci sono i soldi e si conosce il termine dei lavori. Polemiche e dibattiti semmai precedono e alimentano le decisioni nali ma una volta in campo si procede, dice Bellini, al quale stata afdata la ristrutturazione della Pinacoteca di Brera, una corsa a ostacoli. Il Grand Louvre dista anni luce dalla Grande Brera, per la quale neppure oggi si possono fare previsioni temporali di realizzazione. Dagli Anni 70 scorrono parole a umi, senza mai gru al lavoro (il progetto di Sterling per Palazzo Citterio fu fermato nel 1986). Lultima levata di scudi contro la Fondazione che dovrebbe far entrare i privati nella gestione, prevista dal decreto sullo Sviluppo. Per me invece una premessa essenziale. Brera, un dono della Storia fattoci da Maria Teresa e da Napoleone, da decenni un ginepraio: un condominio stretto tra Pinacoteca, Braidense, Accademia, Orto botanico, Osservatorio Non vedo perch lAccademia opponga ancora resistenza a trasferire, in un nuovo campus tagliato su misura per le sue esigenze, la gran parte delle attivit didattiche, rimanendo sacricata negli spazi angusti dov, reclamando unantistorica contiguit culturale con la Pinacoteca, ormai in tutto il mondo ritenuta non pi in sintonia con linsegnamento e la prassi dellarte contemporanea. Protesta per la protesta? Un autogol. Francesca Pini
riproduzione riservata

50

Sette | 38 21.09.2012

Iniziative di fede Un concerto itinerante dal giardino del Getsemani allOnu

Fra Armando, che vuole unire i cristiani con la musica


Francescano, 77 anni, organista della Basilica di Gerusalemme, ha composto una messa che fa cantare insieme le diverse liturgie
di Francesco Battistini

C
Il frate musicista Armando Pierucci alla tastiera dellorgano nella Basilica di Gerusalemme, dove arrivato nel 1988.

i vuole la fede, chiaro. E poi ci vuole il sico. Fare lorganista al Santo Sepolcro, dice padre Armando Pierucci, un lavoraccio. Ci si alza prima che il gallo canti, per non tradire la tradizione. E no a sera non c pace: tra processioni e pellegrini, si suona minimo tre volte al giorno, dalla messa cantata ai vespri, e quand festa anche sei o sette. Maratoneti della tastiera. Equilibristi sul vecchio Rieger di fabbricazione austriaca. Bisogna essere organisti e diplomatici. Si deve fare musica e rispettare gli altri, secondo gli orari assegnati a noi cattolici, perch qui vige lo statu quo tra le chiese che custodiscono la tomba di Ges. Io di solito cerco di non sforare e di non pestare forte per non irritare gli armeni, poveretti, che hanno le canne dellorgano proprio sulla testa. Ma non sempre ci riesco: le funzioni sono tante, certi servizi durano anche quattro ore. Ogni tanto i

siriaci, che non usano strumenti, vengono a lamentarsi. Mi dicono: quellorgano, ma quando lo farete tacere?. Per amore del suo Rieger, non tacer. Anzi. Francescano nato ad Ancona, da un quarto di secolo organista titolare della Basilica di Gerusalemme, a 77 anni padre Armando esordir il pomeriggio del 22 settembre nel Getsemani con lopera della sua vita. Una cosa mai sentita, nella capitale mondiale delle religioni. Una provocazione, per le chiese dOriente e dOccidente che nei luoghi santi litigano su tutto e spesso vengono alle mani (ricordate le immagini dei monaci che si prendevano a colpi di ceri?). Sar una Sinfonia Eucaristica e alla Libert religiosa che il frate ha composto in due anni, ricucendo il velo strappato di dodici liturgie cristiane: russi ed etiopi, melchiti e maroniti, caldei e luterani Ottanta minuti di messa ecumenica in diretta su Tv2000,

un ponte tra oriente e occidente


La Sinfonia Eucaristica una messa cantata che, per la prima volta, unisce brani di 12 diverse liturgie cristiane. Contiene anche unintroduzione su un tema ebraico e un inno tratto dal Corano. Il progetto vuole riunire le tradizioni delle chiese dOriente e dOccidente e proseguir con listituzione dun centro studi internazionale per la musica sacra, fra Milano e Bologna. La sinfonia, composta dallorganista del Santo Sepolcro, Armando Pierucci, sar eseguita dal coro e dallorchestra del Conservatorio di Matera (direttore Carmine A. Catenazzo) in prima assoluta il 22 settembre a Gerusalemme, nel giardino del Getsemani. Il 25 verr replicata a Ginevra, nellaula dellOnu; il 26 nel Duomo di Milano; il 29 ai Sassi di Matera.

EsEguita dallorchEstra dEl consErvatorio di matEra

52

SETTE | 38 21.09.2012

10

lorganista del Santo Sepolcro, che lha trovata nelle liturgie degli altri. Quella greco bizantina introduZionE inarrivabile, lesempio di padre 1 Ashrei (tradizione ebraica) Armando: Le vesti splendenti, le movimEnti voci, i riti. Noi cattolici dovrem2 Kyrie (tradizione armena ortodossa) mo imparare da loro che cos 3 Trisaghion (tradizione greco ortodossa) il rispetto per la Chiesa. Offrono 4 Nachid Al Cheroubim (Inno dei Cherubini) (tradizione greco melchita cattolica) il pane ai fedeli, regalano ori, 5 Credo (tradizione russo ortodossa) hanno gesti pieni di poesia! Nel6 Litania Sanctorum (Litania dei Santi) (tradizione romana cattolica, detta latina) le nostre chiese invece si battono 7 Brunn alles Heils (Inno Fonte di salvezza, Ti adoriamo) (tradizione protestante) le mani, come ai concerti rock, e 8 Sanctus (tradizione armeno cattolica) durante i matrimoni seseguono 9 Abun Dashmayo (Padre Nostro) (tradizione siriaco ortodossa) canzonette al microfono. Uno 10 Egziu Marahenna Krestos (Agnus Dei) (tradizione etiope ortodossa) strazio. Un giorno al Santo Sepol11 Apuro (Inno Lingresso del Re) (tradizione copto ortodossa) cro arrivato un gruppo di neoca12 Getsemani (tradizione siriaca cattolica e caldea) tecumenali, stavano tirando fuori 13 Salwa El Qulubi (Antifona Mariana) (tradizione maronita) la chitarra per afiggerci con uno di quei loro motivetti: Resuscitoo! Noi stavamo zitti, non prima a cappella e poi per coro e orchestra. Inni e potevamo intervenire. Ci hanno pensato i monaci greci, litanie sopravvissuti a secoli di persecuzione, riti dili hanno quasi presi per la collottola: guardate che la livisi da secoli di guerre e dinquisizioni e tramandati turgia una cosa seria, non un ballabile. a voce o per rari incunaboli, ora recuperati perch La Jesus Music, le messe beat, lhip hop cristiano, i sascoltino almeno una volta e almeno qui, nellOrto gospel: lorganista di Gerusalemme ne ha sentiti n dove il servo del sommo sacerdote perse lorecchio, troppi. Una volta hanno portato qui a esibirsi un cane poi siano replicati nellaula delle Nazioni Unite di tante da hit parade e cerano i fedeli che lo riprendevaGinevra (il 25 settembre), nel Duomo di Milano (il no sullaltare coi telefonini, come fossero al Festival di 26), fra i Sassi di Matera (il 29). Sanremo!. Gli ori e glincensi, invece, hanno insegnato a fra Armando che certe identit passano per la traLimportanza di accettarsi. Ci sono voluti sforzi e dizione. Con la scuola dorgano del Magnicat che ha pazienza, a convincere del progetto tutte le macro fondato sotto il Calvario, 28 professori e 250 allievi israe le microchiese di Gerusalemme. Trattative innieliani e palestinesi. Con la certezza che la musica sacra te con gli abuna, appuntamenti saltati, ripicche. sia convivenza, soprattutto al Sepolcro: Qui non mai Trascrivevo un canto, poi mi dicevano che cos non stato facile, il dialogo. Quando arrivai, nel 1988, trovai rendeva, non era abbastanza rappresentativo. subito una grande tensione fra noi cristiani. Lorgano Liniziativa, adottata dalla Catholica Unio della Santa ce lavevamo noi e questo creava invidia. Per esempio, Sede, negli anni ha ricevuto sostegni silenziosi: c a me sembrava normale provare gli spartiti nel pomeancora una email di Carlo Maria Martini, lincoragriggio, ma i greci venivano a sgridarmi: Questa non giamento a tener duro nello sforzo di far conoscere unaccademia!. Una mattina, i copti mi fecero trovare le chiese orientali e le loro meraviglie liturgiche. Ad un lungo chiodo davanti alla porta: era una fattura, una aiutare, anche un amico venuto da Milano: Arnolspecie davvertimento magico. Che clima Non ce la do Mosca Mondadori, presidente del Conservatorio facevo, me ne volevo tornare in Italia. Poi, piano piano, Verdi. Uno a cui venuta lidea della sinfonia e oggi abbiamo imparato ad accettarci un po di pi. Qualche dice: Non si pu parlare dunit dei cristiani senza trucco ha aiutato e siccome un po di vanit c in tutti, parlare deucaristia. La sinfonia di padre Armando anche sotto le tonache, padre Armando ha scoperto che mha subito colpito perch, attraverso larte, ci potela sua Sinfonia Eucaristica poteva fare un piccolo mirava avvicinare a questo concetto. Questo secolo sar colo: Lho incisa su un cd e ho messo le foto dei monadi pace solo se comprender la bellezza, la vastit, ci etiopi, greci, copti, armeni tutte quante in copertina. la dolcezza smisurata che si nasconde nel pane euNon se laspettavano. Erano felici. Adesso, quando suocaristico. no, nessuno mi chiede pi di tacere. C una bellezza che salver il mondo: ne sicuro riproduzione riservata

la sinfonia Eucaristica

11

12

13

Le origini Antichi spartiti delle musiche liturgiche delle diverse confessioni religiose sui quali fra Armando ha studiato la sua sinfonia.

SETTE | 38 21.09.2012

53

Mode globali Da trovata artistica a terapia di gruppo

Lamentati (in coro) che ti passa


Raccolgono reclami e proteste tra la gente, li mettono in musica e li cantano insieme in piazza o in un teatro. Da Tokyo al Cairo, i Complaints Choirs sono ormai un tormentone
di Gianfranco Raffaelli

moglie, hanno gi dedicato un sito-blog er ora si sa che sar composto (complaintschoirs.org), un doculm che da una cinquantina di persoha girato i maggiori festival e una videoinne, compresa una signora di stallazione itinerante nei musei. Soprat87 anni, una bambina di 9 e, tutto, lidea viva, continua a produrre forse, un cane. A dirigerlo ci sar Orlando proseliti. E ha da poco completato il giro Manfredi, in arte Duemanosinistra, candel mondo. tautore rock e movimentatore culturale Lonore, per la cronaca, toccato a Teutoche, per prepararsi emotivamente allimnia, ridente cittadina dellestremo Sud del presa, si appena fatto a piedi tutto il CaBrasile con una storia curiosa. Fondata nel mino de Santiago de Compostela. Il primo secolo delle grandi migrazioni da coloni Coro delle lamentele sabaudo sar levento tedeschi, i suoi biondi cittadini parlano nel clou della prossima edizione del Festival quotidiano la lingua di Goethe e di Angela Torino Spiritualit, dal 26 settembre per Merkel. E amano i cori stile Oktoberfest. le vie e i cortili barocchi del capoluogo Per questo forse nato qui il primo Coro piemontese. E non ce ne vogliano George delle lamentele del Sudamerica, lunico Steiner, Massimo Cacciari e gli altri maecontinente che, dopo stri del pensiero attesi lexploit di Melbourne e in Piemonte in quei Il vicino che sporca del Cairo, ancora mangiorni. o le discriminazioni cava allappello. Lanciati nel 2005 da Per chi non bazzica due artisti nlandesi, etniche. Cantarli YouTube, dove i CC che pensavano forse nobilita e sublima spopolano, riassumiadi tirarne fuori al masquesti minimi mo la genialata. Ci vuosimo una performanle un mini comitato orce video da esporre e massimi fastidi ganizzatore. Quindi un al Kiasma di Helsinki blog o una pagina Fa(tempio dellarte concebook per raccogliere le lamentele (a Totemporanea scandinava), i Complaints rino sono stati usati anche bigliettini low Choirs sono ormai tormentone globale, un tech da inserire in raccoglitori sparsi per movimento open source, un format di (neo) la citt). Tutto fa brodo. Il vicino che spordemocrazia. Il termine traduce la parola ca o le discriminazioni etniche, fallimenti nlandese valituskuoro, un reclamo a pi esistenziali e discariche abusive. Inquinavoci (pare che in quel Paese abbiano tanti mento, maleducazione, solitudine, mal di termini per il lamento quanti gli eschimesi vivere. Acne. Lagne vissute che rispettino per denire la neve). E a essi Tellervo Kalper il qui e ora del proprio habitat urbaleinen e Oliver Kochta-Kalleinen, marito e
54 sette | 38 21.09.2012

no. Non resta poi che ltrare, mescolare alto e basso, futile e anarchico, e metterlo in musica. Perch lagnarsi insieme, cantare insieme, nobilita e sublima questi minimi e massimi fastidi, trasformandoli in segnale di vita della comunit. Si cerca qualcuno capace di comporre musica. Un po di volontari pi o meno intonati. Si organizza una performance in strada o in un teatro. Si canta in lingua autoctona. Si

Basta essere un po intonati Da sinistra, in senso orario: il Coro dei lamenti di Hong Kong (novembre 2009) e quelli di San Pietroburgo (settembre 2006), di Helsinki (agosto 2006) e di Tokyo (novembre 2009). In Italia si sono esibiti Complaints Choirs a Firenze (nel 2008) e a Milano (nel 2009). Il prossimo sar a Torino, nellambito di Torino Spiritualit, dal 26 al 30 settembre.

Musicalmente dotto il Coro di Firenze, che ha i tempi del cabaret brechtiano e piange una citt con tanti bar trendy e multisala e nemmeno un posto per fare due chiacchiere, cos come quello di San Pietroburgo, un lamento della steppa che diventa valzerino hip hop, cita il poeta Blok e maledice il suo mitico fondatore O Pietro, geniale costruttore, ma perch hai voluto la nostra citt tra le paludi e le zanzare? prima di prendersela con la disoccupazione, il carovita, e con maschi noiosi e indecisi.
Anche Babbo Natale nel mirino. Ci si lagna in piazza a Vienna, in Tasmania, a Ternii (cantando vestiti con delle camice di forza), perno nella monolitica Cina, a Guangzhou, di inazione e burocrazia. La palma del lamento, per la pi alta concentrazione di cori per chilometro quadrato, va al Nord Europa, ma il Canada insegue volenteroso, e Rotterdam al momento lunica citt al mondo con due cori contemporaneamente attivi: Rotterdam Sud e Rotterdam Nord. Sono jazz, rock, reggae i cori delle metropoli americane e dei loro campus universitari. Ci danno troppi compiti per casa, rappano gli studenti delle elementari modello di Poikkilaakso, e Babbo Natale stupido; che poi per un bambino nlandese devessere praticamente una bestemmia. Un po come i torinesi che possiamo dirvelo in anteprima se la prenderanno soprattutto con le auto: troppe, strombazzanti, prepotenti, ammassate. La citt della Fiat che rinnega la sua anima di lamiera e copertoni. Perch il mondo cambia. A volte, basta una canzone.
riproduzione riservata

lma il tutto e si posta sul web con i sottotitoli. Il risultato? Impressionante, incredibilmente creativo e vitale. Lo denirei un momento di cittadinanza attiva, unassunzione di responsabilit, spiega Armando Buonaiuto, curatore del coro torinese. E poi nel coro si trova il coraggio di parlare male del proprio mondo, di denunciare laltro, senza diplomazie. Per un torinese questo un atto liberatorio, una seduta di autocoscienza di gruppo. ponesi. Come quelli che a Tokyo, in un megacoro di gente dogni et con indosso la classica mascherina antismog, con un motivo che partiva sinfonico e diventava bossanova, hanno cantato la trincea tutta nipponica dei workaholic, tra gente che ti ruba la scrivania e i capi che si appropriano dei tuoi meriti. O gli eroici coristi
Censure e martiri. Figuratevi per i giap-

di Singapore, pronti a cantare un Paese che si crede perfetto ma dove la gente egoista e sola, i bambini nascono gi stressati e tutto sembra vietato (compreso il Coro delle lamentele, visto che il governo ne ha impedito la performance in pubblico). Lepopea dei Complaints Choirs ha la sua hit, quellinno beat di Birmingham (Ridatemi i miei soldi. E ditemi perch la birra cos cara in citt) che per un po ha fatto cantare mezza Inghilterra. E ha il suo martire. Sally Magdy Zahran, 23 anni, morta nel 2011 negli scontri fra manifestanti e forze di sicurezza egiziane. Pochi giorni prima aveva preso parte a uno storico, lirico, coloratissimo Complaints Choir che al Cairo se la prendeva con lesercito e la polizia e che, unico tra i cori del pianto, non eseguiva una sola canzone, ma un intero concerto con diversi stili e arrangiamenti.

sette | 38 21.09.2012

55

Kalashnikov in spalla Il sindaco di Mogadiscio Mohamoud Ahmed Nur, soprannominato Tarzan, tra le rovine di ci che resta del centro cittadino dove una volta cera il parlamento. I soldati controllano che non ci siano nemici tra le macerie.

ap

56

SeTTe | 38 21.09.2012

SOMALIA

Io Tarzan, sindaco della citt infernale


Ha lasciato Londra per ritornare nella sua Mogadiscio da primo cittadino. A Sette racconta la vita quotidiana del luogo pi pericoloso al mondo. Dove manca tutto e si uccide per nulla. E chiede: Italiani, aiutateci a ricostruire
di Massimo A. Alberizzi foto di Jan Grarup

SeTTe | 38 21.09.2012

57

a mia telefonata gli arriva la mattina dello scorso 12 settembre: Sindaco Mohamoud Ahmed Nur Tarzan, come va la vita a Mogadiscio?. Non posso parlare ora. C stato in questo momento un attentato contro il presidente, devo correre per capire come sta. A dopo. Questa la vita nella capitale somala tra spari, granate, autobomba, cannonate. Il 12 settembre preso di mira stato il presidente Hassan Shek Mohamud, eletto solo da un paio di giorni alla suprema carica dello Stato. E quel giorno, alla sera, al primo cittadino della capitale somala una domanda dobbligo: Ha paura?. Se la mattina era concitato, ora Mohamoud Ahmed Nur tranquillo: No, non ho nessuna paura, altrimenti non sarei qui. Sono fuori, in giardino, mi sto godendo il fresco di questa splendida serata. Il cielo pieno di stelle che sembra guardino tutte qui. No, non ho paura. Eppure a Mogadiscio non si pu non avere un briciolo di angoscia. Le strade della citt sono piene di macerie, i palazzi sono sventrati dalle cannonate, la gente armata, se va bene ha in mano una pistola e in spalla un kalashnikov, ma nei casi peggiori maneggia un lanciarazzi o un bazooka. Dai
58 Sette | 38 21.09.2012

nestrini delle rare automobili spuntano le canne di fucili. Le armi servono per difendere i propri beni. A Mogadiscio ho visto ammazzare per strappare dalle mani del cadavere una bottiglia di Fanta. Qualche anno fa partendo dalla capitale ho regalato al dato autista, Ali, il mio paio di scarpe. Son tornato un paio di mesi dopo e lui mi venuto a prendere in aeroporto con le usuali ciabatte infradito di plastica. Ho chiesto conto delle scarpe. Ci tengo alla mia vita, signore. Non le porto in giro; le uso solo a casa altrimenti mi ammazzano per rubarmele. Questa la vita a Mogadiscio e in questo inferno il 14 luglio 2010 (Anniversario della rivoluzione francese, sottolinea lui stesso con soddisfazione) Tarzan atterrato qui e ha preso il posto di sindaco della citt pi pericolosa del mondo. A Londra ho lasciato i miei sei gli, tre maschi e tre femmine, e il mio internet-caf in un sobborgo nel nord della citt. Mia moglie mi viene a trovare spesso. Mi sostiene, mi d forza e mi incute ducia. Io, ma non sono il solo, sono qui per dare un futuro ai miei connazionali. Prima lunico lavoro possibile era larruolamento tra i miliziani da una parte o dallaltra. Ma i somali non sono guerrieri.

Un Paese ingovernabile
Europa Africa

DALLA FINE DI sIAD bArrE

Somalia
Etiopia

Mogadiscio
Kenya

Solo nel 1960 la Somalia diventata una Repubblica, dopo lunicazione delle due regioni che erano controllate dagli inglesi e dagli italiani. Nel 69 un colpo di stato ha insediato al potere Siad Barre, che ha regnato no al 91. Da allora nessuna autorit mai riuscita a imporre il controllo su tutto il Paese.

Stalingrado dAfrica Dopo 20 anni di guerra civile e di guerriglia urbana, Mogadiscio diventata come un enorme e incredibile sito archeologico. Due milioni e mezzo di persone tirano avanti unesistenza tra cumuli di rovine. In alto a sinistra, pezzi di un vecchio Ilyushin IL76 sparsi per le strade, mentre una piccola scuola sul lato opposto della strada in fase di ricostruzione; sempre in alto a destra, quel che resta della vecchia cattedrale; qui sopra, lex hotel a cinque stelle sulla costa di Aruba.

Lo sono diventati per forza. terribile: per mangiare devi uccidere. Una spirale viziosa che in parte abbiamo interrotto. Leconomia lentamente, e con grande difcolt, ripartita: Ora ci sono negozi, bar, ristoranti, uno (quasi) elegante, al Lido, di pesce, con tovaglie, piatti e stoviglie, alberghi, perno una lavanderia a secco (lattrezzatura stata comprata in Italia, ndr) e sono cominciati i piccoli business nel campo dei servizi. Certo, c ancora molto da fare. Non ci sono scuole e i centri ricreativi

per i ragazzi non esistono ancora. Ma sono riuscito a sistemare due giardini con tanto di panchine, che nessuno ha vandalizzato.
La speranza. La voce del sindaco al telefono si vena di commozione: Tutto questo labbiamo realizzato senza aiuti da fuori. Il denaro arriva dalle tasse che riscuotiamo al porto e poi ci sono le donazioni dei somali allestero. emozionante la corsa agli aiuti che ha coinvolto la diaspora. La mia una sda contro tutti quelli che sostengono: La

Somalia non ce la far mai. Da qualche mese il volto di Mogadiscio sta cambiando: la comunit internazionale ha imposto al governo federale di mettere ne al periodo di transizione che durava dal novembre 2004. Se non la smettete di litigare non vi diamo pi un soldo, vi abbandoniamo a voi stessi. Cos il 10 settembre il nuovo parlamento ha eletto presidente Hassan Shek Mohamud. Ma gi nei mesi precedenti la speranza si accesa ed cominciata la ricostruzione. Oggi Mogadiscio un grande
Sette | 38 21.09.2012 59

Un bazooka per un pugno di dollari A Mogadiscio mancano elettricit e acqua potabile. La popolazione non pu contare su cure mediche adeguate. Tuttavia possibile acquistare dal fruttivendolo dietro langolo un bazooka per poche centinaia di dollari. Le armi sono ovunque (guerriglieri nella foto in basso a destra) anche se il sindaco (foto in alto a destra, mentre pranza con moglie e glio) sostiene che Mogadiscio pi sicura di Baghdad o Kabul. Dal 1991, quando i ribelli rovesciarono Siad Barre, i morti sono stati oltre un milione, e due milioni di persone hanno abbandonato le loro case. A sinistra, musicisti somali di una banda e un ragazzo mentre porta uno squalo al mercato.

nellA citt sepoltA dAlle MAcerie

solo il 5% dei bambini va a scuola

95%
Senza istruzione
La percentuale dei bimbi senza istruzione nella capitale. Le scuole pubbliche sono chiuse. Negli istituti privati si pagano 180 dollari lanno.

50 anni
Aspettativa di vita
il dato maschile. La vita media delle donne di 53 anni (al 181 posto nel mondo). Gli abitanti della Somania sono 9,5 milioni.

6.199
La rete di trasporti
Sono i chilometri di strade in Somalia, dove non esistono n autostrade n ferrovie. Il principale mezzo di trasporto resta spesso il dromedario.

cantiere. E al coro degli spari si unita la voce dei martelli, dei picconi, delle seghe. Unica capitale al mondo senza una centrale elettrica, ha visto nascere tanti generatori che permettono (anche se non ovunque, ovviamente) una vita drasticamente migliore. Gli shebab, gli integralisti islamici, non controllano pi interi quartieri della citt, anche se possono permettersi azioni di sabotaggio e attentati suicidi come quello del 12 settembre. Al di l dei pochi fanatici nei loro ranghi, i giovani, se trovano un incarico meno rischioso, lo accettano con entusiasmo. Chi lavora per il Comune, spiega ancora Tarzan (in Somalia i soprannomi

60

Sette | 38 21.09.2012

sono pi usati dei nomi veri, e lui chiamato cos perch a 5 anni era riuscito a scappare dallorfanotroo dove lavevano rinchiuso dopo la morte del padre), ora pagato. Una grande conquista! Per anni gli impiegati non hanno ricevuto nulla. Sullamministrazione legata al vecchio governo sono piovute accuse di corruzione. Un video molto interessante realizzato da Aidan Hartley qualche anno fa (Warlords next door) mostra alcuni leader, tra cui il capo dellintelligence e quello della polizia, al lavoro dietro le scrivanie a Mogadiscio e poi nelle loro ricche villa a Londra. Denaro ammonticchiato con estorsioni e malver-

sazioni. Tarzan gode di fama di persona integerrima e onesta tant vero che, secondo qualcuno, i suoi nemici non si annidano solo tra gli islamici, ma anche tra i suoi colleghi amministratori che non amano comportamenti irreprensibili cui dovrebbero adeguarsi: difcile, devo faticare ogni giorno, discutere, allontanare gente che chiede favori e prebende, insegnare che si deve cambiare stile. Non ci sono pratiche da oliare, n privilegi da rispettare. E lItalia cosa fa? La Cooperazione allo Sviluppo, attraverso Un-Habitat, nanzia un programma di riqualicazione urbana di ricostruzione e riabilitazione delle infrastrut-

ture. Nel 2011 sono stati stanziati 500.000 euro utilizzati nei 16 quartieri di Mogadiscio. Visti i risultati, una seconda fase stata recentemente nanziata per oltre 800mila euro. Sono stati ristrutturati i mercati, migliorando le condizioni igieniche per la vendita di carne, pesce e verdure. Sono stati completati altri edici come le sedi dei tribunali distrettuali, segnale importante per un Paese dove regna limpunit o la giustizia fatta con i fucili. Ora si sta procedendo alla riqualicazione degli ufci dellanagrafe con gli sportelli per il rilascio dei certicati: un passo avanti colossale, se si considera che da 20 anni a Mogadiscio non esiste nessun ente civico, e la gente nasce e muore senza lasciar tracce. Il sindaco Nur fa una proposta al governo italiano: Prendete in mano la citt vecchia, quella dove sorgevano via Roma, il bar Sport, i circoli Milan e Juventus e la Fiat. E ricostruite tutto. La vostra e la nostra storia si intrecciano. Avete visto le rovine della cattedrale bombardata pi volte?. Poi dallinglese passa allitaliano: Dai, ricostruitela! O volete che al suo posto ci facciano una moschea?. Massimo A. Alberizzi
riproduzione riservata

Sette | 38 21.09.2012

61

Nichi Vendola / intervistato da Vittorio Zincone

Fossi al governo alzerei subito le tasse ai ricchi


Non mi pare scandaloso pensare a un prelievo pesante sul reddito di Montezemolo, dice il governatore della Puglia. E sui possibili alleati: Mai con Casini
lla ne dellintervista parte lultima invettiva. lato: Casse-toi riche con, ovvero Vattene, ricco coglioVendola si alza e comincia a declamare cifre, ne. progetti, leggi, istituti salvati e bond rinegoziaIn Italia non soltanto il proletariato urbano rasenta la diti. Poi si risiede. Sospira: Di queste cose non sperazione, ma i ceti medi smottano socialmente verso una ne parla nessuno. Senn esce fuori che il poeta sa anche geograa della precariet. insostenibile continuare a progovernare. Nichi Vendola, 54 anni, funambolo della padurre prelievo su chi oggi stenta a vivere. rola. al suo secondo mandato come governatore pugliese E quindi? e sta per sdare Bersani, Renzi e Tabacci nella gara per la Non mi pare scandaloso simulare tasse alte sulla ricchezza leadership del centrosinistra. un comunicatore rocamboo un prelievo pesante su Montezemolo. lesco: comincia a parlarti di welfare e in due minuti ti ritrovi Quindi lavorerebbe anche lei a una tassazione in stile a Itaca, lisola miraggio. Claudio Cerasa, per questo, gli ha Hollande? dedicato una rubrica sul Foglio: Nichi, ma che stai a di?. Assolutamente s. Checco Zalone lo ha amabilmente imitato e sfottuto in uno Farebbe una battaglia anche per introdurre la Tobin Tax, sketch esilarante. Fieramente radicato nella storia del Pci, la tassa sulle transazioni nanziarie? militante da quarantanni, lontano chilometri di cravatte Certo. Dobbiamo capovolgere il paradigma per cui condallimmagine tradizionale del funzionario di partito: un tro natura e tecnicamente impossibile applicare il rigore su paio di anni fa Giovanni Valentini su Repubblica gli sugger chi abita il vertice della piramide sociale, mentre facilissidi togliersi lorecchino per darsi un tono governativo. mo colpire in basso. Questa non tecnica. Con le ultime rivelazioni sulla volont di sposarsi con il Che cosa ? compagno Eddy ha fatto imbufalire molti cattolici. E con la una scelta politica. foto in compagnia di Diliberto, Ferrero e Di Pietro, durante Stiamo parlando di Monti, vero? la presentazione del referendum per abrogare la legge ForFar apparire scelte di destra come naturali, oggettive, inenero sul mercato del lavoro e sullarticolo 18, ha messo in ludibili un modo per cercare di disinnescare il conitto allarme tutto il Pd. che pu nascere. Vendola, facciamo unipotesi. Monti ha detto di essere consapevole di aver acuito la reSono pronto. cessione, ma lo ha fatto proprio per facilitare lo sviluppo Lei vince le primarie e poi vince le elezioni. A Palazzo futuro. Chigi... Monti uno strano caso di interlocutore impossibile. Dire Metterei subito mano alla riforma Fornero sul mercato del che il peggio di oggi serve al meglio di domani uno slogan. lavoro: uno sfregio alla nostra storia. Il vaLui il pi sfuggente, il pi pubblicitario, il lore sociale del lavoro deve tornare al centro pi propagandistico dei politici. Grillo ha capito del palcoscenico europeo. un tecnico amatissimo. Introdurrebbe anche una tassazione del Il fatto che i tecnici non sappiano usare il potenziale 75% per i grandi capitali, come il francese nemmeno il pallottoliere per capire lentit del web, ma Hollande? dellerrore commesso con gli esodati indine ha unidea Non capisco lo stupore quando viene sice di sciatteria tecnica. mulata una simile ipotesi. Ma lei tutte queste cose le ha dette a Bermitizzante. In Francia dopo lannuncio (smentito) da sani? Il Pd ha votato tutto Monti, minuto E non amo le parte del miliardario Bernard Arnault di per minuto. sue battutacce volersi trasferire in Belgio per evitare la Il Pd ha scelto di favorire la discontinuit goliardiche stangata hollandiana, Libration ha titocon Berlusconi, il premier che aveva occul62 sette | 38 21.09.2012

tato la crisi. Hanno aderito a una lettura emergenziale: volevano spegnere il burlesque... e hanno acceso la quaresima liberista. Sempre nel Pd, molti vorrebbero che quella quaresima continuasse. Sarebbe da irresponsabili. Io non sono contro il rigore. Ma quello di Monti un rigore classista. Bersani ha detto che tra lei e Casini sceglie lei. Ma su Monti... Siccome non parliamo di relazioni amicali, ma politiche, mi pare chiaro che scegliere me vuol dire mettere in archivio lagenda Monti. Accelerare sui diritti sociali e sulle libert. Bersani lo sa bene. Le libert e i diritti. Negli Usa, il candidato mormone alla presidenza Mitt Romney favorevole alle adozioni da parte di coppie omosessuali. Lo sono anchio. Trover qualche resistenza tra i suoi alleati del Pd. Su questi temi la politica italiana pi arretrata dei cittadini: ha vissuto una condizione di soggezione insopportabile nei confronti delle gerarchie ecclesiastiche. Anche lei per, da cattolico, non ha mai parlato volentieri di matrimonio. Ora, invece, ha annunciato di volere confetti e ori darancio. Compagno presidente Dentro di me si rotto qualcosa. Nichi Vendola Ho deciso di dire basta ai diritti dipresidente di Sinistra mezzati. Voglio diritti interi. Per tutti. Ecologia e Libert, Quelli come Casini hanno bloccato che ha fondato nel lItalia e in questa paralisi dei diritti si 2009. nato a Bari sono consumate vite umane. nel 1958. Vive da Mi pare di capire che lei non preveanni con il compagno de unalleanza post elettorale con Eddy Testa. Casini. La escludo: pre, durante e post. I cattolici democratici Bindi e Fioroni... Senta, lidea che la politica sia il colloquio tra gli eletti mi fa venire la claustrofobia. La politica una relazione con le domande della vita, con i movimenti della societ. Movimenti. Che cosa pensa di quello di Grillo? Il comico un fascista del web, come ha lasciato intendere Bersani? Grillo ha capito il potenziale del web, ma non condivido lidea che ne ha: mitizzante. E poi non amo le sue battutacce goliardiche con retrogusto un po razzista. Renzi dice che per depotenziare Grillo basta dimezzare i parlamentari e abolire i vitalizi. Si deve intervenire sui privilegi, ma vorrei che fosse chiara una cosa: la casta non la politica. molto pi casta la grande ricchezza, la rendita nanziaria e anche un sistema di imprese che ha sempre chiesto mani libere, disinteressandosi dellinquinamento e della vulnerabilit del corpo del Paese. Renzi chiede un ricambio generazionale. Un ricambio delle classi dirigenti necessario. Ma oggi ai giovani non serve che qualche eletto scali le vette del potere. Per loro sarebbe meglio piegare le sbarre della gabbia in cui sono imprigionati dalle politiche liberiste degli ultimi anni. Renzi, da questo punto di vista, pi un secondino che un
sette | 38 21.09.2012 63

Antonello nuscA/BuenAvistA photo

liberatore. Renzi ha scelto la parola dordine per le sue primarie: Adesso. Il carpe diem, lenfasi delleterno presente. La spettacolarizzazione di unidea vaga di cambiamento. chiaro: non ama Renzi. Uno che tra Marchionne e la Cgil sceglie Marchionne, ha denito il suo programma economico e sociale. Gi, ma Renzi gareggia con lei. Siete dalla stessa parte. Lei lo denirebbe di sinistra? Milita nel campo delle culture liberiste e questo non lo rende estraneo al centro-sinistra di Tony Blair. Ma insomma, il modello Blair poi ha portato tutta lEuropa a destra. Detto ci io governo una grande Regione del Sud con una coalizione larga. Vorrei chiudere con la teoria delle due sinistre e aprire una discussione nel centro-sinistra sui dilemmi del presente. Mentre lei discute, si avvicinano le primarie. Parteciper. E rischio di vincerle. Teme Tabacci? Maddaiii. Sui diritti dei gay. Quelli come Casini hanno bloccato lItalia e in Pare che i leader del centro-sinistra abbiano coquesta paralisi dei diritti si sono consumate vite umane. minciato il toto-poltrone. Ha letto che ci sarebbe gi uno schema pronto? Veltroni presidente della Camera, Bindi vicepremier, DAlema agli Esteri Questo un gioco fatuo, che accentua limmagine di una La caduta di Prodi stata la fotograa di un limite storico politica chiusa. Un sentimento di decenza sconsiglierebbe di tutti gli attori in commedia. E in ogni caso, aver immagiagli attori che ha nominato di partecipare a questo tipo di nato allora una patrimoniale, oggi acquisisce un carattere autopromozione. Ripeto: confrontiamoci sui grandi temi, non dico profetico, ma di lungimiranza. sulle imprese del futuro... In Puglia ho creato un gruppo Che cosa guarda in tv? pazzesco che si occupa di start-up. Poco o niente. Mi piacciono alcune serie americane. Anche Corrado Passera ha creato un gruppo per curare Il lm preferito? le start-up. Che cosa sono le nuvole di Pier Paolo Pasolini. A chi pensa che si sia ispirato?. Il libro? A cena col nemico? Ce ne uno che quando lho cominciato non mi sono pi Diciamo Cassano. fermato: Memorie di Adriano di Marguerite Yourcenar. Il Il calciatore. Perch nemico? nale straordinario: Cerchiamo di entrare nella morte a Fece una battuta infelice sugli omosessuali. Ma lo apprezocchi aperti. zo come attaccante. La canzone? Ha un clan di amici? Col tempo, di Lo Ferr. Vito, rappresentante di profumi, licenziato. Adele, inse vero che lei ha scritto i testi di una canzone dei 99 Posgnante, precaria. Annagrazia, avvocatessa. se? Qual la scelta che le ha cambiato la I 99 Posse mi hanno chiesto di usare il testo di una mia Renzi? Uno che vita? poesia, Lamento in morte di Carlo Giuliani, per una loro Iscrivermi ai giovani comunisti nel 1972. canzone. Cerco di tenere sempre un piede fuori dalla polititra Marchionne La politica la mia vita, non un mestiere e ca. Ho appena interpretato una piccola parte in un cortomee la Cgil sceglie non un hobby. La politica la passione che traggio di Pippo Mezzapesa. Marchionne, mi ha portato in terre martoriate. La politica Sa quanto costa un litro di benzina? mi ha spinto a non aver paura delle colonOh no, i quiz no. ha gi denito ne dErcole. La politica mi ha dato la forza Provi. il suo programma di guardarmi allo specchio e di nominarmi Pi di due euro? Si appena gridato allo scandalo. economico alla luce del sole per quello che ero. Conosce i conni della Siria? Suggerirebbe a un giovane di far politica? Ahi. Mi devo concentrare. e sociale Per quanto la scena sia deludente e gli atForza. tori a volte pacchiani, s. La politica per chi Turchia? Giordania? Non sono sicurissimo dellIraq. credente la forma pi alta di amore verso la propria comuConosce larticolo 21 della Costituzione? nit. Per chi vuole cambiare il mondo il massimo. quello sulla libert di informazione. Lerrore pi grande che ha fatto? Alla Costituzione manca qualche articolo? Pensare che la complessit del mondo fosse uninvenzioDi sicuro ne ha uno di troppo. ne del maligno. E che il cambiamento fosse un proclama. Quale? Stando nelle istituzioni e governando ho capito che non Quello appena introdotto sul pareggio di bilancio: il keycos. nesismo espulso per via costituzionale. Una follia. Credevo mi dicesse: Far cadere il governo Prodi, nel Vittorio Zincone 1998. riproduzione riservata
64 Sette | 38 21.09.2012

Augusto CAsAsoli/A3/ContrAsto

La fuga epossidica rmata Mapei.

Kerapoxy Design
Kerapoxy Design uno stucco decorativo che valorizza le piastrelle e i mosaici pi preziosi. Ha un efetto traslucido, luminoso, duraturo e facilmente lavorabile. disponibile in una gamma illimitata di colori che possono essere miscelati con MapeGlitter, glitter colorati metallizzati, creando particolari efetti estetici. Kerapoxy Design: lo dice la parola stessa. Scopri il nostro mondo: www.mapei.it

Da 75 anni aiutiamo a costruire sogni piccoli e grandi.

/mapeispa

Storie di italiani Dal Politecnico alla Nasa

Lo scienziato che vive su Marte


Paolo Bellutta, ingegnere di Rovereto, uno dei sette piloti che dalla Terra guidano le mosse del rover sbarcato sul pianeta rosso. A Sette racconta come arrivato l
di Giovanni Caprara

uando ho davanti una strada, sento unirresistibile attrazione. Subito si accende in me la voglia di andare, di esplorare. Non posso proprio farne a meno. Per Paolo Bellutta il desiderio di viaggiare stato cos forte da portarlo su Marte. Siamo seduti tra gli alberi del Jet Propulsion Laboratory (JPL) della Nasa, a Pasadena, tempio dellesplorazione interplanetaria. Latmosfera quella di un campus universitario. La vegetazione rigogliosa e piena di colori sotto il sole della California.

66

Sette | 38 21.09.2012

Il robot visto da vicino Grande come un Suv, Curiosity dispone di vari strumenti e di un laser per vaporizzare la roccia. In rosso vedete i punti dove sono collocate le 17 telecamere.

naSa

Curiosity in volo Una ricostruzione della discesa verso Marte, dove il rover sbarcato il 5 agosto scorso.

Ai tavolini, nellombra, c chi legge, chi scrive, chi lavora col portatile: il wi- dovunque. Sullo sfondo le San Gabriel Mountains aride e grigie. Qui siamo tutti un po extraterrestri, dice e, sorridendo, indica dei colleghi che transitano nei vialetti: Lui si occupa di Saturno, quello segue gli asteroidi, quellaltro il Sole. Io, praticamente, vivo su Marte. Tutti con il cervello altrove, su un altro corpo celeste. Poco distante dalle chiome degli alberi, spunta un palazzo quasi senza nestre. L ci troviamo e, senza smettere un secondo,

seguiamo quello che sta facendo Curiosity sul Pianeta Rosso, distante 250 milioni di chilometri. uno dei magnici sette che pilotano il grande rover, della taglia di un Suv, sbarcato nel cratere Gale, nellequatore marziano, il 5 agosto scorso (data americana). Qui gli scienziati preferiscono chiamarlo con il nome che gli fu dato alla nascita del programma, Mars Science Laboratory, sbrigativamente Emesel dalle iniziali, per far caUn laboratorio su due ruote. Paolo Bellutta

pire che non si tratta del solito rover spedito lass, ma qualcosa di diverso e straordinario, un vero laboratorio su ruote. Il suo sbarco stato da fantascienza e ora lavorer giorno e notte perch un generatore nucleare lo alimenta in continuazione senza aspettare il sorgere del Sole come accadeva con i predecessori Spirit e Opportunity, dotati di pannelli solari. Paolo pilotava anche quelli. Ma quando mi hanno proposto di entrare nel gruppo di Curiosity non ho esitato, aggiunge; era una sda da affrontare e cos ho cambiato panorama. Ora ho davanti il
Sette | 38 21.09.2012 67

Steven HobbS/Stocktrek ImageS/corbIS

Immagini suggestive. Le prime istantanee della distesa di sabbia rossa di Marte riprese dalle telecamere di Curiosity.

monte Sharp che si alza dal cuore del cratere, ma ci arriveremo fra un anno. Come si pu essere scelti dalla Nasa, unico italiano tra i sette selezionati, gli altri sono tutti americani, per governare un complicatissimo gioiello marziano? Nellestate del 99 scoprii un annuncio del JPL su Internet, inviai il curriculum, ma senza sperarci granch. Ero negli Stati Uniti da sette anni, dove avevo iniziato occupandomi (con uno stipendio da fame) di elaborazioni di immagini mediche alla Oregon Health Sciences University; un lavoro che proseguii prima in una societ privata della Florida, a West Palm Beach, e poi a Pittsburgh. Ed l

che ho visto la richiesta della Nasa: quando ho ricevuto la risposta positiva mi parso un sogno. Bellutta, 55 anni, di Rovereto, uno specialista di computer science. Laureato al Politecnico Milano in Scienze dellinformazione, appena entrato nelle stanze della Nasa ha partecipato a progetti in collaborazione con la Darpa, lagenzia di ricerca del Pentagono. Inutile chiedergli quali: top secret. Ma la svolta avviene nel 2004, quando su Marte arrivano Spirit e Opportunity. I due rover potevano viaggiare a lungo e quindi
Come muoversi nelle sabbie rosse. Paolo

bisognava studiare le immagini del terreno, dellambiente circostante e scegliere i percorsi migliori per avvicinarsi agli obiettivi indicati dagli scienziati; pietre o pareti rocciose avvistate nelle fotograe, giudicate interessanti da indagare. Mi proposero di studiare le mappe per stabilire dove muoversi sulle sabbie rosse. E poco dopo entrai tra i piloti, racconta. Cos ha potuto personalizzare la targa della sua automobile aggiungendo la scritta rovrdrv, rover driver. Da allora Marte entrato nella mia vita, quasi unabitudine, continua; esco di casa e penso a dove orientarmi in quellaffascinante vuoto dove tutto da scoprire e

In cerca di segni di vita


Qui sotto, larea dove Curiosity atterrato allinterno del cratere Gale, dopo essere entrato nellatmosfera marziana aprendo un paracadute che poi stato espulso. La sua missione durer due anni. Nella cartina, le precedenti spedizioni di sonde su Marte.

Tutti gli atterraggi su Marte


Phoenix Maggio 2008 Viking 1 Luglio/Agosto 1976 Pathnder Settembre 1997 Opportunity Gennaio 2004
Obiettivi: Studiare il cratere Gale (154 km di diametro) alla ricerca di segnali di vita passata Cercare indizi di ambienti, passati e presenti, adatti alla vita
Fonte: Nasa

I punti di precedenti atterraggi di veicoli spaziali

Viking 2 Luglio/Agosto 1976

Curiosity
Spirit Gennaio 2004

Lanciato il 26 novembre 2011 Peso: 899 kg Costo: 2,5 miliardi di dollari Tempo di funzionamento previsto: 2 anni
DARCO

68

sette | 38 21.09.2012

quando ho nito il mio turno mi stacco con scissi a trasferire le mie competenze, prendifcolt; anzi, talvolta rimango perch derei subito laereo. Non per nostalgia, ma stimolante condividere le soluzioni che una perch non ho mai pensato di cancellare la macchina cos sosticata richiede per assolmia terra dorigine, tagliare denitivamente vere i suoi compiti. Su di me prevale il fai ponti per sentirmi americano. scino dellesplorazione e anche se non sono Adesso Curiosity comincia a muovere i uno scienziato impegnato direttamente nel primi passi. in rodaggio, prosegue decifrare i segreti della geologia marziana Bellutta, stiamo collaudando tutte le sue e il suo remoto passato, condivido il lavoro parti, ruote, motori, braccio robotizzato, dei miei colleghi ricercatori. strumenti scientici. Pilotare Curiosity Da quasi dieci anni Paolo ha gli occhi pi pi complicato rispetto a Spirit e Opportusu Marte che sulla Terra. nity. Il software di bordo Ai nostri sguardi molti pi essibile e capace, panorami inviati dai robot ma ci vuole pi tempo per Noi impartiamo sembrano, pur nella loro abituarcisi. Il terreno dove al robot degli eccezionalit, ripetitivi. ci troviamo molto facile; ordini, poi lui a Impossibile, ribatte lui, guardando le mie mappe i paesaggi marziani sono non ci sono ostacoli nel decidere in che sempre unici. Ogni fotogiro di alcuni chilometri. modo arrivare a gramma mostra qualcosa Comunque noi impartiadestinazione di nuovo. Anzi, sento una mo al robot degli ordini e tale attrazione che spesso poi agisce lui, autonomaquando soffro dinsonnia, mente, decidendo come mi rivedo di notte le fotograe che Curiosity arrivare a destinazione e in che modo aggici ha trasmesso. rare eventuali difcolt. Paolo abita in una casa in collina, a 15 minuti di strada dal Jet Propulsion Laboratory. La passione per Asimov. Ma con i pensieri La moglie Paola italiana, trentina, e i due sempre in mondi alieni come pu reagire la ragazzi Marco e Daniele vogliono tornare in mente? Ho perso il senso dei conni, anItalia. Anchio lo vorrei, nonostante il mio che quando guardo le mappe della Terra. E fantastico impegno qui alla Nasa. E se riuquando Marte e il sistema solare rimangono

Un marziano in America Paolo Bellutta, informatico di Rovereto, laureato al Politecnico di Milano, dal 2004 studia la supercie di Marte. uno dei sette scienziati che guidano dalla Terra Curiosity.

alle spalle, dopo il lavoro compiuto in una giornata, che cosa fa? Non leggo molto, ammette lo scienziato, anche se mi appassionano talvolta la fantascienza marziana di Bradbury o i racconti sui robot di Asimov: gi durante la giornata sono immerso in pesanti manuali. Amo, comunque, il jazz, tirare con larco e viaggiare, soprattutto; un imprinting regalatomi da mio padre che mi portava sempre con s. Uno dei miei passatempi preferiti , per, navigare con Google Earth in luoghi della Terra dove non andr mai; cos li esploro, almeno virtualmente. Il discorso torna a Marte dove concentrata ogni attenzione. S, Curiosity diventato unestensione di me stesso, quasi una protesi dei miei neuroni. Con grande orgoglio misto a preoccupazione. Mi hanno afdato la migliore e pi intelligente macchina che lAmerica abbia saputo costruire. Costa 2 miliardi e mezzo di dollari e ho fatto un calcolo molto pratico: se la danneggio, mi occorreranno trentanni per ripagarla. Spero di tornare prima in Italia. Giovanni Caprara
riproduzione riservata

sette | 38 21.09.2012

69

Ricerche ad alta quota Come cavie i peruviani della Cordigliera

Un medico italiano in missione sul tetto del mondo


Trecento persone che vivono oltre i 4.000 metri e lavorano in miniera vengono passate al setaccio. Le loro reazioni allaltitudine potrebbero essere utili anche a noi
di Franca Porciani foto di Gianfranco Parati

a citt vecchia, con le sue case cores a quelle delle multinazionali amerilorate e le ringhiere di legno, ha cane per approdare nel 1999 alla Volcan, unaria spettrale; vuota, ormai. societ a capitale peruviano. Ci si arriva da La miniera a cielo aperto (il tajo Lima con un percorso tortuoso lungo lalabierto, come lo chiamano loro) ricca topiano dopo aver superato il valico di Tidi argento, cadmio, piombo e manganeclio, a 4.800 metri, ed essere scesi verso La se, la sta divorando giorno dopo giorno, Oroya passando da Morocoha, citt minementre sospese sul suo raria a 4.600, con il suo cratere che sembra un monumento al minatore 17 milioni girone infernale prolifee no a non molti anni rano nuove, bruttissime, fa la ferrovia pi alta del di individui oggi abitazioni. Cerro de mondo (poi i cinesi nel vivono sopra Pasco, la citt pi alta 2006 hanno inaugurato i 3.500 metri: del mondo, 4.350 metri quella tibetana, strapa strapiombo sulle Ande pandole il primato), oggi sono andini, peruviane. In realt, il abbandonata. stato etiopi e tibetani primato spetterebbe a questo il viaggio, appena un paesello nella cordiconcluso, del cardiologo gliera di Puno, la Rinconada, 5.200 metri milanese Gianfranco Parati che con la sua sul livello del mare, ma Cerro una citt di carovana di attrezzi scientici si mos75.000 abitanti, con scuole, ospedali, rete so tra queste montagne per studiare una fognaria, acqua corrente. Sorta nel 1576 popolazione che fa parte dei 17 milioni di proprio dove gli Incas estraevano largeneletti (o sfortunati) che vivono al di sopra to, passata dalle mani dei conquistadodei 3.500 metri, insieme ai tibetani e agli

Sullorlo del tajo n da piccoli Un bambino mangia un frutto seduto ai margini della miniera di Cerro de Pasco, il tajo abierto, come lo chiamano i peruviani. La miniera lunica fonte di lavoro di questa citt, sospesa sulle Ande a 4.350 metri sul livello del mare.

in alta quota

quali adattamenti
Qui accanto, il cardiologo Gianfranco Parati, ideatore della spedizione scientica sulle Ande peruviane, fotografato al passo di Ticlio, a 4.800 metri. A destra, uno dei test utilizzati dai ricercatori per vericare come la popolazione nata in quota mantiene in equilibrio i valori della pressione arteriosa nellarco della giornata nonostante la minore quantit di ossigeno disponibile per la ridotta pressione atmosferica.

70

Sette | 38 21.09.2012

etiopi degli altipiani. I cosiddetti popoli delle vette. Ricerca che sta raccogliendo dati - Parati appena rientrato in Italia, ora vanno avanti i medici peruviani - sullo stato di salute di 300 persone, uomini e donne, che vivono e lavorano sullorlo di questo immenso buco profondo 700 metri, vericando, in particolare, come si modica nel corso della giornata la loro pressione e da che cosa inuenzata.
Una ricerca innovativa. Ma ce nera biso-

gno? In realt, si sa pochissimo di queste popolazioni. Ancora meno sulla loro pressione. I primi studi su quelle andine risalgono a sessantanni fa, le ricerche sui tibetani hanno preso il via in tempi pi

recenti, alla ne degli anni Settanta, risponde lo specialista, professore di cardiologia allUniversit di Milano-Bicocca e primario allIstituto auxologico italiano, che dellalta quota ha fatto la sua seconda vita, protagonista di cinque spedizioni scientiche sulle Alpi, poi, nel 2008, di una ascesa avventurosa e ricca di risultati sotto il prolo medico sul versante nepalese del monte Everest. Fino a non molti anni fa si credeva che gli andini e i tibetani avessero lo stesso meccanismo di acclimatazione allalta quota, dove a causa della ridotta pressione atmosferica, la quantit di ossigeno disponibile nel sangue inferiore rispetto alla pianura. Si visto invece prosegue Parati,

che i primi hanno nei millenni reagito alla carenza di ossigeno producendo pi globuli rossi (le cellule del sangue che trasportano lossigeno ai tessuti, ndr), con un sangue, di conseguenza, viscoso e a rischio di coaguli; i secondi - ed abbastanza stupefacente questa differenza - hanno potenziato la respirazione no ad aumentare i livelli di ossigeno in circolo nel loro organismo. In sostanza, laria che entra ed esce nei polmoni in un minuto, la cosiddetta ventilazione, nei tibetani il doppio rispetto a noi, ma anche rispetto agli andini. Altrettanto differente laspetto sico di queste due popolazioni: tarchiati, con un torace espanso i peruviani della sierra, slanciati, quasi atletici i popoli himalayani.
Sette | 38 21.09.2012 71

Un terra scavata da sempre A sinistra, Cerro de Pasco e la miniera. Sopra, il monumento al minatore a Morococha, sede no al 2006 della ferrovia pi alta del mondo.

Meccanismi di compenso diversi che si trasmettono di generazione in generazione e dei quali iniziamo adesso a studiare i proli genetici. Ed intuitivo che capire qualcosa di pi sui meccanismi di compenso in chi vive in condizioni cos estreme, pu avere ricadute importanti per la popolazione generale. Sembra, per esempio, che fra gli andini, indipendentemente dal lavoro in miniera, compaia un fenomeno quasi sconosciuto ai popoli himalayani, sherpa compresi: la produzione eccessiva di globuli rossi si associa a un aumento della pressione a livello polmonare, che provoca scompenso cardiaco (malattia descritta gi da Carlos Monge nel 1942, che la chiam perdita di acclimatazione). Con quale frequenza? Non lo sappiamo risponde ancora il cardiologo; vogliamo scoprirlo. Cos come cercheremo di capire meglio la malattia di Monge perch assomiglia allinsufcienza cardiaca associata a malattie respiratorie croniche dove i polmoni non riescono a introdurre la quantit di ossigeno necessaria allorganismo. Si tratta di condizioni sempre pi frequenti oggi, con linvecchiamento della popolazione. E perch ne soffrono gli andini e non i tibetani? Lipotesi pi accreditata, aggiunge Parati, che questa fragilit sia dovuta al fatto che gli andini sono un popolo giovane: deriverebbero dai tibetani scesi no al Per dopo una lunga migrazione dallAsia al continente americano attraverso lAlaska. Secondounaltraipotesi,sitratterebbediuna debolezza genetica, visto che la gente della Sierrahaanchesanguespagnolonellevene.
Poverteinquinamento. Gente comunque abituata a una esistenza dura, anche se oggi pi comoda di trentanni fa, quando si arrivava quass col trenino, poi a dorso di asino;
72 sette | 38 21.09.2012

non cera luce, n televisione, n telefono e i servizi igienici parevano fantascienza. Qui vive oggi (ma chi pu scende verso la costa) il 36,9 per cento dei peruviani, ma il lavoro possibile soltanto in miniera e ancora in miniera con linquinamento da piombo che produce (non a caso non si pu fotografare, le foto che pubblichiamo sono state ruba-

te da Parati, nonostante la sorveglianza dei vigilantes armati). In compenso arrivato il McDonalds, simbolo di un cambiamento di stile di vita che rischia di far assomigliare questa gente a quella che vive a Lima o in altre citt della costa (il 52 per cento), con i problemi cardiovascolari, lobesit e il diabete legati alla vita malsana e sedentaria. Lo ha messo in evidenza uno studio recente della societ peruviana di cardiologia sui 26 centri urbani pi importanti del Paese, fra costa, selva e sierra. lanesi ha anche un risvolto pratico, pi facilmente afferrabile: vedere come 100 persone ipertese residenti a Lima, dai 20 ai 65 anni di et, rispondono ai trattamenti farmacologici a livello del mare e in alta quota. Le misurazioni sono state fatte a Lima e facendo soggiornare i malati a Huancayo, una citt della Cordigliera 3.400 metri sopra il livello del mare. La nostra idea di poter estendere i risultati di questa sperimentazione a quanti, con la pressione alta, vanno per svago o per lavoro oltre i 2.500 metri (visto che Huancayo vicino allEquatore, i suoi 3.400 corrispondono da noi a 2.800) e non si pongono il problema dellaggiustamento della terapia anche perch nessuno solleva largomento, spiega ancora il cardiologo. Problema che esiste, invece, come sta emergendo da questo studio che utilizza farmaci in commercio anche da noi. I dati conclusivi non sono disponibili, ma stiamo gi vedendo che il dosaggio va modicato. Di quanto, glielo dir alla ne dello studio. Potremo avere nalmente raccomandazioni basate su qualche certezza e non sulle visioni personali degli esperti, come stato nora.
riproduzione riservata

Brasile

Lo studio clinico. Il viaggio dei medici mi-

Cerro de Pasco Per Oceano Lima Pacico

Bolivia

Nel cuore delle Ande Sopra, una cartina del Per che mostra dove si trova Cerro de Pasco, la citt pi alta del mondo. Ci si arriva da Lima con un percorso tortuoso e molte ore di viaggio. Sotto, il passo di Ticlio, 4.818 metri sopra il livello del mare, tappa obbligata del percorso.

Ledicola del Corriere

E adesso riparliamo dellEssere


di Peppe aquaro

Il nuovo dvd della collana Philosophia va al cuore del pensiero

armenide, lo spread e la crisi economica dei nostri giorni. Allapparenza pu sembrare una boutade giornalistica. Ma se laccostamento lo propone Emanuele Severino la cosa si fa seria, trattandosi di uno dei pi grandi loso del nostro tempo. Mi capita spesso, leggendo i quotidiani, di trovare dichiarazioni di politici o economisti, i quali ricordano come, per uscire dalla crisi, occorra prima fare questa o questaltra cosa, esordisce Severino: Nessuno vuol mettere un dubbio lonest dei suggerimenti, ma non andrebbe dimenticato il usso oggettivo della storia, che ha sempre e comunque una sua forza: non importante solo ci che va cambiato, ma la nostra volont di cambiare le cose, lessere. Che altro non se non loggetto dindagine di Parmenide e della speculazione losoca in generale. Severino ne discute con due colleghi,UmbertoGalimbertieGianniVattimo,nel secondo dvd della collana Philosophia. Il dibattito delle idee in edicola dal prossimo 27 settembre col Corriere. La collana, curata da Renato Parascandolo la cui prima uscita, tuttora in edicola, ha avuto inizio dal concetto di Libert intervistando alcuni tra i pi grandi pensatori del 900, indaga sui temi pi dibattuti del Secolo breve. Ma parlando dellEssere, si fa un salto indietro a 2.500 anni fa, quando nasce la losoa, la cui prima missione cercare ci che vi di identico in ogni aspetto delluniverso. Osserva Severino: Secondo Talete, quasi un secolo prima di Parmenide, il principio di identicit fra tutte le cose sarebbe da ricercare nellacqua, e per identico lascerebbe intendere la uidit delle cose. Parmenide fa per un passo avanti, dicendo che ci che c di identico il loro essere, inteso come stare. Ma se il bello della losoa anche dare libero sfogo alle obiezioni,

www.alinariarchives.it

facciamolo pure. Professore, se non c nientaltro che lessere, la differenza tra una casa e un uomo, tra il fuoco e lacqua, e cos via, non ha pi senso di esistere? Se tutte le cose sono un non-essere, la realt non altro che una grande illusione: ce lo ricorda sempre Parmenide, avvicinandosi cos ai sapienti orientali e aprendo al nichilismo. Cercare di comprendere cosa sia lessere non sarebbe altro quindi che una domanda senza risposta. Ci hanno provato in molti, a ognuno toccato dare una chiave di lettura circoscritta al proprio tempo: prima, accennando alla crisi e alla volont di venirne fuori, volevo solo far capire che non siamo tanto liberi di farlo, in quanto ogni cosa deve fare i conti col modo in cui le cose procedono, con la nostra storia di occidentali, per troppo tempo abituati allalienazione della verit. E che con leconomia reale ha poco a che vedere. Dico solo che Heidegger notava come lessere non nelle cose, ma nella luce che le illumina.
in edicola dal 27 SeTTeMBRe

La LEzionE in vidEo Sopra, la Scuola di Atene di Raffaello. Nel cerchietto, Parmenide. Qui a lato, il dvd di Philosophia, in edicola dal 27 settembre, a 9,90 euro oltre al prezzo del quotidiano.

Le paroLe di Martini e iL preMioLino

il cardinale con stile da giornalista


Nel 2010, il cardinale Carlo Maria Martini aveva ricevuto il Premiolino, il pi antico e importante premio giornalistico italiano, per i suoi interventi sul Corriere: oggi ripubblicati nel libro Parlate con il cuore (prefazione del direttore Ferruccio de Bortoli, accanto al cardinale nella foto alla consegna del premio). Cos la giuria aveva dato ragione dellassegnazione: Per la forza introspettiva e spirituale del dialogo instaurato mensilmente con i lettori del Corriere della Sera, leva formidabile per creare riflessione e dibattito. Per la sapienza e il magistero delle sue risposte. Per lumilt e la capacit di affrontare i grandi temi contemporanei e le problematiche universali coniugando semplicit di scrittura e profondit di analisi attraverso uno stile di comunicazione diretto, efcace, da vero giornalista.
RipRoduzione RiSeRvaTa

Parlate con il cuore, di Carlo Maria Martini, in vendita con il Corriere a 7,90 pi il quotidiano.

74

sEttE | 38 21.09.2012

LAmerica che trovi / di Massimo Gaggi

A Detroit scarseggiano, cos qualcuno ha pensato di arruolare i turisti


MICHIGAN

AAA Pompieri cercansi

Da bambini giocavate ai pompieri e sognavate di combattere gli incendi con potenti getti dacqua? Detroit potrebbe diventare la citt in cui realizzare il vostro sogno: molti incendi, pochi pompieri (la citt in bolletta e ha decimato le squadre) e un sovrintendente, Don Austin, che non sa pi a chi rivolgersi. responsabile del servizio antincendio in una citt impoverita che ha perso quasi met della popolazione. Ma le case sono ancora tutte l e prendono fuoco con sorprendente facilit. Anche perch ci sono gang di teppisti che combattono la noia andando a bruciare quelle abbandonate. Giorni fa lha buttata l, nero su bianco, in unappendice ai nuovi programmi di addestramento: perch non coinvolgere i turisti desiderosi di emozioni forti? Un minimo di preparazione e poi fuori a sdare le amme, accompagnando, da volontari, i pompieri veri. Costo zero: niente stipendio, niente contributi per pensione e sanit. Anzi, forse i turisti sarebbero addirittura disposti a pagare per salire su unautoscala. Le critiche, ovviamente, sono arrivate subito: come puoi far rischiare la vita a gente non addestrata? Chi responsabile e chi paga se il turista-pompiere vittima di un incidente? Quando, insieme alle critiche, sono arrivate le telecamere della Fox, il commissioner Austin ha frenato. Ma la sua idea non ha nulla di particolarmente strano: in un Paese nel quale tutte le amministrazioni locali sono nanziariamente con le spalle al muro, il ricorso ai volontari per rimpinguare le pattuglie si va diffondendo ovunque, dalla polizia di Phoenix, in Arizona, a Pasadena, in California, dove un team di esperti nella lotta contro i furti didentit composto interamente da pensionati che lavorano come volontari. Ci sono volontari che pattugliano e volontari aggregati alla polizia scientica che cercano tracce di Dna sulla scena di un crimine. Personaggi da ammirare, anche se a volte la loro storia professionale allorigine dei problemi che hanno ridotto municipi e contee in bolletta. Basta guardare quello che succede a Sterling Heights, 125 mila abitanti, un sobborgo di stabilimenti automobilistici alla periferia nord di Detroit: con laumento della criminalit e poche volanti in strada, la polizia cittadina ha cominciato a servirsi di 24 volontari nei pattuglianti. Chi sono? Prevalentemente dipendenti pubblici soprattutto pompieri, ma anche gli stessi poliziotti che vanno in pensione a 50 anni. Sentendosi in debito nei confronti della collettivit cercano di saldare il conto facendo i volontari. Sarebbe pi logico che restassero a lavorare, come tutti gli altri, no a 60-65 anni, visto che i massicci prepensionamenti, coi loro enormi oneri previdenziali e sanitari, sono allorigine del disastro nanziario degli enti locali: ma la retorica del sacricio al servizio dei cittadini impedisce ai politici di parlare di riforma previdenziale con chi in pubblico viene trattato da eroe.
Lucas OLeniuk/ZuMa Press/cOrbis

MASSACHUSETTS

Chi perde il lavoro rischia la vita (se ha 50 anni) Cinquantenni attenti: la recessione rischia di accorciarvi la vita, almeno negli Stati Uniti. quello che risulta da una ricerca del Wellesley College (Massachusetts), basata sui dati di mortalit degli ultimi 40 anni. I graci mostrano un picco della curva per coloro che, nei periodi in cui si impennata la disoccupazione, avevano tra 57 e 61 anni. Lo studio non fornisce spiegazioni speciche, ma probabilmente il fenomeno legato al fatto che chi perde il lavoro tende a trascurare la propria salute (e spesso perde lassicurazione sanitaria). Mentre dopo i 62 anni gli americani, andati in pensione, ottengono la copertura della mutua pubblica Medicare.
riproduzione riservata

LOuis LanZanO/aP

76

SETTE | 38 21.09.2012

Latinos / di Rocco Cotroneo

La stretta sulle compravendite di dollari costringe gli argentini a fare le ferie in patria
argentina

C la crisi, tutti a casa

Non ci sono dollari, questestate si resta in Argentina. E non si fanno nemmeno progetti per il futuro, come cambiar casa. Nel Paese pi dipendente al mondo dai bigliettoni verdi, la stretta voluta dalla presidente Cristina Kirchner comincia a sortire i primi effetti. E molto malumore. Dallo scorso giugno, difatti, i cittadini argentini che vogliono acquistare dollari devono chiedere lautorizzazione allagenzia delle entrate, la quale assai spesso la nega. E chi prova a viaggiare lo stesso senza contanti si ritrova una tassa del 15 per cento su tutte le transazioni avvenute con carta di credito o bancomat, al ritorno a casa. Leffetto immediato stato il ritorno del mercato nero. Se per acquistare legalmente un dollaro servono 4,6 pesos, al cambio parallelo gi ne occorrono pi di 6,3. Alla vigilia della stagione estiva, si stima che gli effetti saranno notevoli. Gli argentini, quando possono permetterselo, preferiscono le spiagge brasiliane, uruguaiane o cilene a quelle di casa propria, dove il mare per usare un eufemismo non un granch. Punta del Este in Uruguay e Florianopolis in Brasile, da dicembre a febbraio, si riempiono soprattutto di porteos, gli abitanti di Buenos Aires. Senza disporre di valuta straniera, questanno probabile che molti ripiegheranno sulle spiagge di casa. A Mar del Plata, a sud della capitale, c gi un aumento del 20 per cento delle prenotazioni. E altrettanto nei prezzi richiesti dagli alberghi. Altro settore colpito quello immobiliare. Poich gran parte delle transazioni avvengono in dollari, anche soltanto per ragioni psicologiche, le compravendite di case a Buenos Aires sono diminuite di almeno un terzo negli ultimi mesi. I controlli cambiali del governo, una misura che suona di anni Ottanta, hanno lobiettivo di fermare la fuga di capitali e limitare le importazioni, in un Paese dalleconomia di nuovo traballante.
univerSal iMaGeS Group via GettY iMaGeS DieGo GiuDice/BlooMBerG via GettY iMaGeS

BraSiLe

venezueLa

False notizie sugli Yanomani La stampa internazionale ha dato grande rilievo nei giorni scorsi al presunto massacro di 80 indios Yanomani, nellAmazzonia venezuelana, per mano di cercatori doro dal vicino Brasile. Ebbene, non era vero niente. Dopo le ripetute smentite del governo di Caracas, anche la ong Survival International, che aveva lanciato lallarme nel mondo, ha dovuto fare marcia indietro. vero che esistono tensioni nei territori indigeni con i garimpeiros che sconnano dal Brasile dicono ma la notizia del massacro era frutto di una voce riferita da un indio, e mal interpretata. Il governo venezuelano aveva inviato due missioni in elicottero e via ume: nessuna prova della strage.

La curia rivendica il copyright sulla statua del Cristo Quanto vale in pubblicit linconfondibile immagine del Cristo Redentor, a Rio de Janeiro? Parecchio. E poich difcile che il titolare del diritto si faccia avanti personalmente, la Curia di Rio a ritenere di aver diritto a una contropartita. Lidea venuta a padre Omar Raposo, responsabile della fondazione che gestisce la celebre statua: Non vogliamo certo guadagnarci, solo chiediamo alle aziende e alle agenzie di pubblicit che usano limmagine del Cristo a braccia aperte una piccola somma destinata a progetti sociali. Sono gi un paio le donazioni strappate da padre Omar: una impresa di costruzioni ha regalato una camionata di cemento a una favela, mentre una banca ha nanziato un corso per giovani operatori turistici al Corcovado. Valore di entrambe le donazioni 20.000 reais, circa 7.700 euro.
riproduzione riservata

Shaun Botterill/FiFa/GettY iMaGeS

Sette | 38 21.09.2012

77

MediOrienti / di Stefano M. Torelli

Dalle farmacie scomparsa la pillola. E si sospetta che sia contrabbandata in Libia


tunisia

Contraccezione a rischio

Kuwait

un Paese sovrappeso Agli inizi di settembre le autorit del Kuwait hanno nuovamente lanciato lallarme circa il problema dellobesit e del sovrappeso nel piccolo emirato del Golfo. Una recente ricerca condotta dallOrganizzazione Mondiale per la Sanit in collaborazione con alcuni centri universitari tra cui la Harvard University, pone infatti il Kuwait al secondo posto mondiale per percentuale di popolazione obesa, subito dietro gli Stati Uniti. La percentuale di popolazione kuwaitiana in sovrappeso sora addirittura l80%, un record non invidiabile. Se si guarda alle cifre della ristorazione nel Paese, in effetti, si chiariscono anche i motivi di tale trend. Negli ultimi anni si registra un notevole aumento dei servizi di catering, a tutto dispetto della crisi economica internazionale. In media ogni anno in Kuwait si spende quasi un miliardo di euro per pranzi e cene in ristoranti. Unesagerazione che, dunque, risulta anche esosa, dal momento che la spesa media per un pasto a persona supera i 40 euro.

Da alcuni mesi le donne tunisine hanno una preoccupazione molto pi contingente da risolvere rispetto alle battaglie per luguaglianza dei sessi e larginamento dellislamismo radicale. In molte, infatti, hanno denunciato la scomparsa dagli scaffali delle farmacie della pillola contraccettiva pi diffusa e pi economica, che costa lequivalente di 1,3 euro per tre mesi di somministrazione. Alcune farmacie della capitale hanno dichiarato di non ricevere il farmaco addirittura dallo scorso 24 giugno e le donne sono costrette a ricorrere a medicine sostitutive, che per hanno un prezzo doppio o costano addirittura dai 5 ai 15 euro. Le donne tunisine spesso hanno salari molto inferiori agli uomini, che a volte non arrivano a 300 euro al mese. Secondo la Farmacia Centrale, lente che ordina e organizza la distribuzione dei farmaci su tutto il territorio nazionale, non vi sarebbe alcun problema e la mancanza del farmaco dagli scaffali dipenderebbe da un alto incremento della domanda. Alcuni hanno invece puntato il dito contro il nuovo governo guidato dal partito islamico al-Nahda, ma lipotesi che si fa strada quella del contrabbando illegale del farmaco nella vicina Libia. Per la Tunisia resta comunque un problema da risolvere: circa il 65% della popolazione, infatti, ricorre a misure anticoncezionali (il tasso pi alto di tutta larea Medio Oriente - Nord Africa), in un Paese, rispetto agli altri dellarea, allavanguardia nelle politiche di pianicazione familiare. La Tunisia stato anche il primo Paese arabo a legalizzare laborto e il tasso di fertilit medio 2 gli per donna il pi basso del Maghreb.
EgittO

il raduno delle band heavy metal non piaciuto al ministro Il circolo culturale el-Sawy, unex discarica riqualicata, uno dei centri pi attivi della vita artistica egiziana. Fondato nel 2003 al Cairo da Mohammed el-Sawy colui che stato nominato ministro della Cultura subito dopo la caduta di Mubarak e, a sua volta, glio di un altro ex ministro della Cultura diventato un must per le attivit culturali della capitale egiziana. Tra le mura del circolo, nellultimo ne-settimana di agosto si tenuta una manifestazione di musica metal, con band provenienti da tutto il Paese. Tanto bastato a Ismail el-Weshahy, legale del Partito della Libert e Giustizia il partito dei Fratelli Musulmani per segnalare il circolo al ministero dellInterno, con laccusa di ospitare riti satanici. La questione non nuova in Egitto: gi nel 1996, infatti, decine di fan di gruppi metal locali (un genere musicale molto in voga tra le giovani generazioni egiziane) erano stati arrestati con laccusa di satanismo, per via del loro abbigliamento nero e di alcuni simboli ritenuti afni al culto di Satana. Furono tutti rilasciati per mancanza di prove. Nel caso attuale, non si ancora arrivati ad alcun provvedimento giudiziario e, nonostante le accuse di el-Weshahy si basino su supposte prove dei riti satanici compiuti, sembra pi che altro un ennesimo episodio di intolleranza verso la cosiddetta musica nera. Lo stesso centro culturale el-Sawy, del resto, ha fama di essere molto conservatore e attento a non offendere la sensibilit e i valori dei cittadini egiziani.
riproduzione riservata

78

sEttE | 38 21.09.2012

JAck kurTz/zuMA PrESS/corbIS

GETTY IMAGES

AfrAsia / di Edoardo Vigna

@globalista

Le teenager incinte sono salite del 70%. Educazione sessuale? Una bella battaglia
FILIPPINE

Questione di (poca) fede

Contraccezione. Quando si arriva a parlarne in Parlamento, vuol dire che la questione del controllo delle nascite un problema grave. E controverso. E non potrebbe essere diverso in un Paese ipercattolico come le Filippine, dove l80% dei 96 milioni di abitanti segue devotamente i dettami del Vaticano. Ma le cose non sono mai lineari come sembrano. Il fatto che, quando arrivano negli ospedali di tutto il Paese, ogni tre donne incinte, una una teenager: non solo, in 10 anni, il numero delle mamme-bambine aumentato del 70%. E per dirla no in fondo, siccome la giovane et considerata un fattore di rischio per il parto, ecco che molti lo collegano allincremento di morte per parto: ogni giorno, in tutto il Paese, sono 14-15 donne a perdere la vita mentre danno la vita a un glio (erano 11 nel 2006). A tutto questo c chi aggiunge la considerazione che le madri corrono sempre pi pericoli a causa delle numerose gravidanze in rapida successione (e cominciate in tenera et): Se hai 23 anni quando arrivi al settimo parto, dice Amina Evangelista Swanepoel, direttore dellorganizzazione Roots of Health, facile che ci siano complicazioni in sala parto. Cos, fede o non fede, e soprattutto nonostante lopposizione dura ed esplicita della Chiesa locale (La contraccezione corruzione, ha tuonato larcivescono Socrates Villegas), per i sondaggi 6-7 lippini su 10 vedono bene lintervento dello Stato in materia. Oggi non c educazione che prepari i giovani alla vita sessuale, una confezione di prolattici o di pillole contraccettive costa quanto il budget alimentare settimanale di molti poveri (negli slum di Manila e delle altre citt dellarcipelago vivono circa 20 milioni di persone). E, ovviamente, una gravidanza in giovane et priva le donne della possibilit di acquisire una piena formazione scolastica e ottenere poi un buon lavoro. Il presidente Benigno Aquino favorevole a un intervento che preveda anticoncezionali gratuiti e informazioni sulla pianicazione familiare presso il servizio sanitario pubblico, oltre che lezioni a scuola. La battaglia allo scontro nale: lesito, tuttaltro che scontato. Compromessi, in questo campo, per denizione, non esistono.
sud sudAN
Paula Bronstein/Getty imaGes

BIRMANIA

Anche nei campi profughi c chi fa giocare i bambini Giocano a pallavolo, in cerchio, e imparano a far di conto. E a credere in un futuro possibile. Sono i bimbi che, dopo lindipendenza del Sud Sudan, con le famiglie sono stati costretti a tornare indietro dal Nord, soprattutto dalla (ex) capitale Karthoum, dove erano sfollati. Lunghi viaggi, 10 giorni, due settimane, incolonnati, al buio, la minaccia costante di aggressioni fra briganti e combattenti. E la consapevolezza di dover ricominciare, senza lavoro n casa, nei villaggi dorigine. Per molti, la permanenza nei villaggi di transito di Malakal e Juba, nellUpper Nile State, si traduce in una dura sosta a tempo indeterminato. I bambini, soprattutto, arrivano spaventati dopo aver assistito a combattimenti, vicino Hejlij, racconta Oliek Odong Ajak, dellong Sos Villaggi dei bambini. Arrivano affamati, non c latte n frutta, lunico cibo disponibile il balilah, mais, che provoca dissenteria nei pi piccoli. E non c scuola. Cos lorganizzazione umanitaria ha avviato nei due centri spazi dedicati: per giocare, studiare inglese, aiutarli a sopportare insieme la violenza che li circonda. Una soluzione temporanea, come deve essere, per non cronicizzare la precariet. Ma importantissima.

I morituri rientrano con un bagno di folla Quando i condannati a morte tornano a casa, senza pi paura, un momento importante per un Paese. Quel Paese, nel nostro caso, la Birmania. Lultimo dei morituri a rimpatriare il leader della protesta studentesca del 1988, Moethee Zun. Che si aggiunge a un manipolo di esiliati, fuggiti dopo la condanna capitale di quella giunta militare a cui 24 anni fa si opponevano apertamente. Allora riuscirono a fuggire, nella giungla prima, poi, spesso, negli Stati Uniti. A New York, nel 2009, durante una visita allOnu dellallora presidente Thein Sein, Moethee Zun us verso lauto della delegazione birmana la protesta del lancio delle scarpe. Contro quel leader che ha avviato il processo di pace che oggi permette il rientro (con un visto di 28 giorni) degli ex oppositori. La Birmania sta cambiando, il processo sembra aver preso abbrivio. Fino a prova contraria.
riproduzione riservata

sEttE | 38 21.09.2012

79

Khin maunG Win/aP

Europa / di Donatella Bogo

Negli ultimi mesi ne sono state chiuse 270. Ma cittadini e squatter si mobilitano
GRAN BRETAGNA

Occupy le biblioteche inglesi

GRECIA

Anche i greci nel mirino degli xenofobi Il debito pubblico, la disoccupazione, leuro I guai della Grecia non niscono qui. Lodio verso gli immigrati sta diventando un altro problema serio. Dopo gli assalti alle bancarelle degli stranieri nei mercati allaperto che la scorsa settimana hanno messo a soqquadro la citt di Rana, ora gli xenofobi greci di Alba Dorata colpiscono anche i loro stessi connazionali. successo ad Atene, nel quartiere di Metamorfosi, dove un taxista stato aggredito e ferito da un gruppo estremista per la sola ragione che stava entrando per un taglio di capelli nel negozio di propriet di un pakistano. Dopo aver insultato e picchiato lavventore, i fanatici hanno preso di mira il negozio, dandogli fuoco.
NORVEGIA

Negli ultimi mesi in Gran Bretagna hanno chiuso o stanno per chiudere 270 biblioteche pubbliche su 4.612 censite. Problemi di costi, soprattutto legati al personale. Ad aprile scorso questa sorte era toccata anche alla Friern Barnet Library, nella zona Nord di Londra, con grande disappunto degli abitanti del quartiere che in 7.000 avevano anche rmato una petizione per impedirne la chiusura. Forse per questo che il gruppo di agguerriti ragazzi che la scorsa settimana ha fatto saltare i lucchetti della biblioteca e ne ha occupato abusivamente i locali stato accolto pi che bene dal vicinato, che dietro le vetrine vedeva tornare luce e vita. Una nuova legge introdotta dal 1 settembre nel Regno Unito tratta le occupazioni abusive di propriet private alla stregua di un vero e proprio crimine. per evitare di incorrere in questo nuovo rigore che i ragazzi avevano scelto quello spazio pubblico, decisi a utilizzarlo come propria abitazione. Ma laccoglienza dei nuovi vicini li ha indotti a rimboccarsi le maniche e a rimettere in funzione la libreria, che ora apre quattro giorni alla settimana con la collaborazione di volontari arruolati nel quartiere. E con il beneplacito del consiglio di zona, che, a sorpresa, anzich ordinare lo sgombero ha aperto una trattativa con i nuovi occupanti per discutere tempi e metodi del funzionamento della biblioteca.
GERMANIA

yANNIs LIAkOs

Spunta una nipote di Edvard Munch Lautore de Lurlo non ebbe discendenti diretti. O almeno cos si credeva. Ora, una suora americana di 72 anni, Janet Weber, afferma di essere la nipote di Edvard Munch, glia di uno dei due gemelli messi al mondo nel 1910 da Eva Mudocci, violinista inglese che ebbe una lunga relazione con il pittore norvegese. La musicista non rivel mai chi fosse il padre dei due bambini, ma Janet Weber ritiene che si trattasse proprio del pittore. Al Dna la sentenza. Non si sa perch la Weber si faccia avanti solo ora, ma una cosa certa: per la legge norvegese passato troppo tempo dalla morte di Munch perch qualcuno possa rivendicare una fetta della cospicua eredit.
80 SETTE | 38 21.09.2012

Lex First Lady vuol portare Google in tribunale La moglie dellex presidente tedesco Christian Wulff, Bettina, ha denunciato Google per aver diffuso sul suo conto voci secondo le quali avrebbe un passato a luci rosse e avrebbe lavorato come escort. Se si digita il nome Bettina Wulff, infatti, Google suggerisce di effettuare una ricerca avanzata aggiungendo parole come prostituta, bordello e Playboy, rimandando a una biograa della signora non propriamente da educanda. Rivelazioni false, che per, da quando sono state immesse in rete, nel 2006, sono diventate la fonte alla quale si sono abbeverati non solo i giornali di gossip, ma anche blasonate testate tedesche. Nel corso degli anni Bettina Wulff ha combattuto contro giornalisti e blogger che facevano da cassa di risonanza alle calunnie, ottenendo anche, attraverso il suo avvocato, ben 34 ingiunzioni contro i suoi detrattori. Ma ora che non pi First Lady e le sue azioni non influiscono pi sulla posizione del marito, ha deciso per lattacco frontale, presentando una querela contro Google. Che si riuta di presentare scuse e si giustica sostenendo che i suggerimenti di ricerca sono semplicemente il risultato di un algoritmo.
riproduzione riservata

JOHN MACDOUGALL/AFP/Getty IMAGes

PassatoPresente / di Lucrezia DellArti

Il carabiniere DAcquisto, dopo aver scavato la propria fossa, si accus delluccisione di un tedesco e salv 22 uomini dalla rappresaglia. Il fratellino ne ricord labbraccio forte e allegro
FAtto

Lultimo passo avanti del vicebrigadiere

La sera del 22 settembre 1943, alcuni tedeschi, nel rovistare la caserma della Guardia di Finanza a Palidoro, venivano investiti dallo scoppio di una bomba; e uno di essi rimaneva ucciso. Allindomani fu effettuato dai tedeschi un vasto rastrellamento, e ben 22 disgraziati, indiziati come colpevoli, furono condannati alla fucilazione. Essi furono salvati dallintervento di Salvo DAcquisto, giovane vicebrigadiere dei Carabinieri allora ancora Reali, il quale si proclam responsabile dellesplosione (e non lo era affatto); e fu perci fucilato.
SS

nei campi, quale fra questi colpevole dellattentato alle SS della sera prima, ma si riuta di rispondere.
FoSSA

Il comandante tedesco, dopo aver portato i prigionieri alla Torre di Palidoro, traccia una riga per terra con il manico del frustino, poi ordina a DAcquisto e agli altri di scavarsi la fossa da soli. Siccome per non ci sono sufcienti pale, molti devono usare le mani.
ore 17

I tedeschi, un reparto di paracadutisti delle Waffen SS, erano arrivati quella domenica, 19 settembre 1943, e dopo aver requisito alcuni locali nella piazza e installato il loro comando in una ex caserma di nanzieri, stanchi e forse ubriachi, si erano messi a frugare in lungo e in largo tutte le stanze della caserma. Rovistando in una vecchia cassapanca piena di biancheria, sistemata nel primo piano della Torre di Palidoro, avevano per innescato inavvertitamente una bomba a mano.
PeScAtori

OLYCOM

Verso le 17 le buche sono pronte, gli ostaggi allineati aspettano in piedi di morire, allora Salvo DAcquisto fa un passo in avanti e dice al comandante che lui lautore dellattentato.
corPo

Al valor militare Salvo DAcquisto, morto a 23 anni, fu insignito della medaglia doro alla memoria.

Secondo alcuni le bombe a mano nella caserma erano frutto di un sequestro fatto ad alcuni pescatori di frodo appena qualche giorno prima, che i nanzieri avevano riposto in quella cassetta dimenticandosene.
KAPutt

tanto ci lanciavano insulti. Nel gruppo, uno dei rastrellati riusc a trovare in tasca una tessera del Pnf, che non aveva distrutto dopo la caduta di Mussolini. Fu la sua salvezza, perch la mostr ai tedeschi, che lo graticarono con il titolo di kameraden e con grandi pacche sulle spalle. Dopo unora circa di attesa, saranno state le 9,30, arriv un autocarro, sul quale i tedeschi fecero salire gli uomini. Un graduato ci disse: Alles Kaputt (tutti morti) (Angelo Amadio, uno degli ostaggi).
DAcquiSto

Il corpo di Salvo DAcquisto, rimasto nella fossa per 19 giorni, fu poi spostato da due donne e un sacerdote, don Bancaccio, che lo seppellirono in una bara improvvisata di assi di legno nel piccolo cimitero di Palidoro.
FAmigLiA

La famiglia venne a conoscenza dei fatti di Palidoro solo un anno dopo la morte di Salvo, grazie a un cugino della madre, cui fu data la notizia.
mAtricoLAre

Quella mattina andavo verso Torre di Pietra in compagnia di un ragazzetto di 13 anni, che conoscevo di vista. Eravamo tutti e due in bicicletta. Una volta giunti davanti alla stazione dei Carabinieri, un tedesco mi fece segno di fermarmi Io avevo 17 anni, ma forse per la mia corporatura ne dimostravo qualcuno di pi. Il tedesco mi spinse a calci in un angolo del cortile, dove erano radunati molti civili con donne e bambini. I soldati stavano saccheggiando la stazione. Ne ricordo due che sghignazzavano e litigavano per una sciabola. Ogni

Sul foglio matricolare di Salvo DAcquisto, custodito a Roma nel museo di Piazza Risorgimento, si legge Arte o professione: Seminarista. Titolo di studio: I Ginnasiale.
DiviSA

Salvo DAcquisto, vicebrigadiere, 23 anni, la mattina del 23 settembre il pi alto di grado alla caserma di Torrimpietra perch il maresciallo Alfonso Monteforte assente. Allarrivo dei tedeschi li affronta solo, dopo aver fatto fuggire gli altri carabinieri dal tetto. Colpito con la canna del mitra alla nuca e poi fatto salire sulla camionetta delle SS, viene portato nella piazzetta di Palidoro, dove costretto a indicare, tra i 22 contadini rastrellati dai tedeschi

Lascia un fratello, Alessandro, di 6 anni che di Salvo ricorder il ruvido della sua divisa di panno, e il tocco robusto delle sue mani di ragazzo, che mi sollevavano da terra per un abbraccio pieno di allegria.

Le altre notizie della giornata su www.cinquantamila.it


riproduzione riservata

Sette | 38 21.09.2012

81

Quesiti sportivi Perch 6 italiani nella classica mondiale non bastano?

Alla ricerca della racchetta perduta


dai tempi di Panatta che il nostro tennis non produce un campione. Come mai? Breve riflessione sullo stato dello sport individuale pi praticato in Italia. A partire da un volumetto appena uscito in libreria
di Roberto Perrone

l libriccino (postumo) di David Foster Wallace Il tennis come esperienza religiosa appena pubblicato da Einaudi (pag. 89, 10 euro) vale la pena di essere letto solo per questa frase: Wimbledon strana. In verit la Mecca di questo gioco, la cattedrale del tennis; ma la giusta dose di venerazione in loco risulterebbe meno indigesta se il torneo non si prodigasse a ribadire di continuo che la cattedrale del tennis. Perfetto. Abbiamo pensato a Wimbledon, pochi giorni fa, quando Andy Murray, scozzese di 25 anni, ha vinto gli Us Open a New York, primo tennista britannico a conquistare un torneo del Grande Slam (Australian Open, Roland Garros, Wimbledon, Us Open) dal 1936, quando Fred Perry, grande tennista prima di diventare, come Lacoste, una maglietta, si impose proprio nei campionati degli Stati Uniti. Abbiamo visto il sollievo degli inglesi che hanno investito 476 milioni di sterline, negli ultimi ventanni, per trovare un giocatore che riuscisse a spezzare la maledi-

zione. Wimbledon che, come sottolinea Foster Wallace, si autodenisce i Championships, cio i campionati, cos, come se non ce ne fossero altri, una mostruosa macchina da soldi che nel 2011 ha incassato 35,2 milioni di sterline. La Lawn Tennis Association, che gestisce questo sport in Gran Bretagna, ha avuto un utile di 69,5 milioni di sterline. Per anni, una parte consistente di questa ingente somma stata investita nel tentativo di trovare/creare un profeta (in patria) della racchetta. Il piano di sviluppo prevedeva cinque inglesi nei primi 100 della classica mondiale. Invece c solo Murray. In compenso ci sono sei giocatori italiani. E qui arriviamo a noi. Non c dubbio che sia meglio avere il nalista di Wimbledon, loro olimpico e il campione degli Us Open, piuttosto di sei giocatori delle cui imprese si sa poco o nulla. Ma il paragone con lInghilterra ci interessa per questo: anche il tennis italiano ha un grande torneo, gli Internazionali dItalia, che si svolge in un luo-

Un libro ispirato Denito dal New York Times un mile Zola post-millennio, David Foster Wallace, morto nel 2008 a 46 anni, scrisse un volumetto sul tennis che esce ora postumo per Einaudi. Qui sopra, la copertina.

da Lea a gaudenzi

Storie di generazioni
In origine fu Pietrangeli. Il pi grande tennista italiano di sempre (per vittorie). Poi c stata la stagione doro degli Anni 70 (le vittorie di Adriano Panatta a Roma e Parigi e la coppa Davis nel 76). Gli anni successivi sono stati pi avari in termini di vittorie, ma non sono mancati degni interpreti. Qui di seguito una carrellata dei campioni che hanno fatto la storia del tennis nostrano.

Nato a Tunisi nel 33, stato il pi grande tennista italiano di sempre con le sue quattro nali al Foro Italico, i due successi al Roland Garros e le 18 partecipazioni al torneo di Wimbledon, con una seminale disputata nel 1960 (scontto da Rod Laver in 5 set).

nIcolA PIetRAngelI Il pi grande

82

sette | 38 21.09.2012

Ha contribuito alla diffusione del tennis tra le donne. Ha vinto molto a livello nazionale (in tutto 27 titoli italiani, 10 di singolare, 11 di doppio e 6 di doppio misto), meno in ambito internazionale (una sola vittoria: la Coppa Duncan a Montecarlo nel 1957).

leA PeRIcolI la dama elegante

AdRIAno PAnAttA classe e fantasia

Oltre che per i successi a livello individuale ricordato per essere stato il giocatore di punta della squadra nazionale che vinse la Coppa Davis nel 1976. Sempre quellanno raggiunse il 4 posto nel ranking mondiale, miglior piazzamento di un tennista italiano nellera Open.

olycom

sette | 38 21.09.2012

contrasto (2)

83

olycom

Per fortuna ci sono le donne Nella foto in alto, la forte Sara Errani che stata seminalista a Parigi nel 2012 e seminalista a New York, dove ha conquistato il doppio con Roberta Vinci. A destra, unaltra formidabile atleta, Flavia Pennetta, la prima italiana a essere riuscita a entrare nella Top Ten della classica mondiale WTA.

getty images

go magico, il Foro Italico, e che migliorato tantissimo, ricco e ben organizzato. E incassa molto (5 milioni e 300 mila euro nel 2012, 800 mila in pi dellanno precedente), non come Wimbledon, certo, ma abbastanza per sostenere il movimento. Gli investimenti ci sono e non vero che il tennis italiano cos malridotto. Sicuramente non lo per le donne. Dai tempi dei risultati (e dei memorabili pizzi) di Lea Pericoli, le donne si sono sempre ben comportate. Raffaella Reggi, Laura Golarsa, Silvia Farina solo per citarne alcune, hanno aperto la strada ai successi dellultima generazione: Francesca Schiavone ha vinto il Roland Garros nel 2010, arrivata in nale nel 2011; Sara Errani stata nalista nel 2012 a Parigi e seminalista a New York, dove ha conquistato il doppio (come in Francia) con Roberta Vinci. Le nostre ragazze hanno vinto tre volte la Federation Cup (2006, 2009, 2010), la competizione a squadre.
La crisi nazionale. Il problema che dal 1976, anno in cui Adriano Panatta trionf (dopo aver vinto a Roma) al Roland Garros, non c pi un grande tennista italiano capace di emozionare, cio di stazionare tra i primi dieci del mondo, avvicinandosi alla conquista di uno Slam. La iella che Roger Federer, quello che secondo David Foster Wallace provoca unesperienza mistica nato a Basilea e non a Como. Per un campione ci vuole anche fortuna. I tedeschi hanno avuto Becker e la Graf, ma prima e dopo solo il diluvio. Ci manca il campione. Il tennis la disciplina sportiva individuale pi praticata dItalia e la quarta in assoluto dopo tre sport di squadra (calcio, pallavolo e basket). Ma il punto proprio questo: praticata. Fino agli Anni 70, il tennis veniva denito uno sport per ricchi e per raccattapalle: i ragazzini che nei circoli svolgevano questo compito poi cominciavano a giocare. Come accaduto con Adriano Panatta,

Il problema che dal 1976, anno in cui Adriano Panatta trionf al Roland Garros, dopo aver vinto a Roma, non c pi un grande tennista italiano capace di emozionare, cio di stazionare tra i primi dieci del mondo, avvicinandosi alla conquista di uno Slam

glio del leggendario Ascenzio, custode del Tennis Club Parioli e per questo soprannominato, agli inizi, Ascenzietto. Quella dellanno doro 1976 (oltre a Panatta, Paolo Bertolucci, Corrado Barazzutti, Tonino Zugarelli) fu lultima generazione nata da un tennis ancora elitario. Grazie ai loro successi, soprattutto la Coppa Davis in Cile, il tennis si trasform in una disciplina di massa, seguendo un percorso parallelo allo sci, trascinato dalla valanga di Thoeni e Gros. Negli anni, progressivamente, nei circoli la parte agonistica stata spinta in un angolo

da quella ludica. In soldoni: si incassa pi con i sciuri che si vogliono divertire che con i ragazzini da far crescere. E questa la prima causa dei nostri problemi. Dai tempi di Panatta e Barazzutti, abbiamo vissuto con le imprese in Coppa Davis, ci siamo puntellati sullestemporaneit di personaggi come Paolino Can, detto tosa-siepi per il vizio di usare la racchetta, nei momenti di rabbia, per distruggere le oriere a bordo campo; oppure come Omar Camporese, gran braccio, diritto anomalo alla Agassi, per buona forchetta; con Andrea Gaudenzi, intelligente, determinato,

Friulano, stato campione italiano di singolare per sette anni consecutivi, dal 1976 al 1982; ha vinto anche il campionato italiano di doppio nel 1983 e quello indoor nel 1976. stato seminalista agli U.S. Open nel 1977 e a Parigi al Roland Garros nel 1978.

corrado barazzuttI Sette volte campione

Nel 1985 ha vinto gli Internazionali dItalia (Taranto) ed arrivata in nale al torneo di Barcellona. Lanno seguente ha trionfato agli US Open nella categoria doppio misto, con lo spagnolo Sergio Casal (la prima italiana ad aver conquistato un torneo del Grande Slam).

raffaeLLa reggI La signora dello Slam

84

Sette | 38 21.09.2012

care vecchi incontri con Nicola che, ancora adesso, quando ci incontra, ricorda: Ao, me so sacricato pe voi.
Il vortice. Ah, Nicola, se non ci fosse bisognerebbe inventarlo. Lo stesso per Adriano Panatta. Infatti quello che cerchiamo di fare da 36 anni. Ma il tennis, come racconta nella sua affascinante e terribile autobiograa Andre Agassi (Open, Einaudi), per un ragazzo pu diventare un tormento. E questa la seconda causa dei nostri problemi. Il tennis, pi di ogni altro sport, se interpretato in senso professionistico, si mangia le giovinezze. Il tennis un dio geloso: ti strappa dai genitori (a meno che non ti seguano), dagli amici, dai piccoli passi di unadolescenza normale. Ti costringe, poco pi che bambino, al giro del mondo per il confronto con i migliori che serve a crescere. Scrive Agassi: Mi hanno chiesto spesso com, questa vita da tennista, e non ho trovato mai la parola giusta per descriverla. Ma adesso mi sta venendo in mente. , soprattutto, uno straziante, eccitante, orribile, sorprendente vortice. E mentre tu sali e scendi dagli aerei, i tuoi amici salgono e scendono dai bus per andare a scuola, scherzano, si divertono, vanno da McDonalds, bevono spritz. Per cui molti, da noi, mollano. Oppure, dopo aver avuto un successo iniziale, preferiscono adagiarsi su unesistenza sportiva mediocre che garantisce discreti guadagni senza quel sacricio che spinse Agassi a odiare il tennis. Negli anni abbiamo segnalato decine di nomi con la trepidazione degli inglesi che aspettavano luomo dello Slam, che speravamo di trovare un Andy Murray. Scriviamo anche lultimo, Gianluigi Quinzi, campione del Bonglio 2012. Sperando che, tra qualche anno, ci faccia entrare in una lounge esclusiva per rimediare una ciotola di riso. Roberto Perrone
riproduzione riservata

perno colto, cos poco italiano, infatti per crescere and a bottega in Austria da un manager-allenatore di nome Ronnie Leitgeb che, quando gli concedeva la libera uscita, lo costringeva a presentare la nota spese. Avesse avuto il braccio di Camporese avrebbe vinto il Roland Garros. Garantito. E quindi, ancora adesso, i nostri tennisti pi famosi allestero sono quelli del passato, a cominciare dal grande Nicola Pietrangeli, amico di teste coronate, a suo agio in ogni situazione. Nel 2003, lItalia del tennis raggiunse il punto pi basso della sua storia con la retrocessione in serie C di Coppa

Davis. Il fattaccio avvenne ad Harare, capitale dello Zimbabwe. Il Paese, schiacciato dal regime di Mugabe, cadeva (e cade, purtroppo per chi ci vive) a pezzi, a cominciare dallimpianto dove si giocava il match. Non cera nulla da mangiare, non cera niente da bere, neanche a volerlo pagare a peso doro, nel fatiscente palazzetto. A parte una lounge per pochi vip. Per nostra fortuna il ministro dello Sport riconobbe Nicola e cadde in venerazione ai suoi piedi. E grazie a lui anche noi giornalisti venimmo ammessi al buffet. Il ministro, come contropartita, voleva parlare di tennis, rievo-

olycom (2)

Sette | 38 21.09.2012

ansa

Ha vinto 3 tornei dellATP (Bordeaux 1986, Bstad 1989 e Bologna 1991) e una medaglia di bronzo ai Giochi olimpici di Los Angeles nel 1984. Nel 1990 ha raggiunto il numero 26 del ranking mondiale e vanta successi contro campioni del livello di Connors, Edberg, Wilander.

paoLo can podio olimpico

lapresse

Il torneo che piace allitaliana Nella foto, Francesca Schiavone raggiunge la palla nel match contro Varvara Lepchenko durante il terzo turno al Roland Garros dello scorso giugno. La tennista aveva gi vinto il torneo parigino nel 2010 ed arrivata in nale nel 2011.

Ha vinto diversi tornei ed stato in Coppa Davis uno dei protagonisti della nale raggiunta dallItalia contro la Svezia nel 1998 a Milano. Tuttavia ricordato per essere stato uno dei pochi tennisti al mondo ad aver battuto Roger Federer (Internazionali di Roma del 2002).

andrea gaudenzI forte con i numeri 1

85

LItalia che crea Sansepolcro celebra i suoi primi mille anni

Un quartetto svela le Ombre di Piero


Famosa per aver dato i natali a della Francesca, la citt ora esalta lantico con una composizione moderna di Salvatore Sciarrino
di Gianluca Bauzano

mune): il concerto avverr ai piedi dellafn omaggio, un commento, una fresco (vedi box sotto). Vista la sede del dedica? Nemmeno a parlarne. concerto, un po omaggio lo . Non voglio Un dialogo continuo dai coningombrare lopera di Piero con omaggi tenuti inattesi. Sperimentare e di sorta. Vedere lantico con occhi nuovi. Si proporre nuovi linguaggi, questo quello tratta di un luogo unico, dove dar vita a un che deve fare un compositore. Cos mi sono dialogo. In due movimenti. Il secondo approcciato a Piero. Cercando di leggerlo pi ampio e recitato, il primo omofonico e con occhi diversi rispetto al solito. basato sui suoni multipli, Il Piero di cui parla il comsonorit fuori dallordinapositore Salvatore Sciarrino rio. Una scrittura compo quello per eccellenza, PieLItalia sitiva che sto sviluppando ro della Francesca. Guarnaufragata in questi anni e mi ha condando uno dei capolavori nellideale sentito di ottenere risultati dellartista, La Resurrezione, inusitati. Inusitato non il musicista palermitano televisivo. Solo certo, nel caso di Sciarclasse 1947, tra le gure pi dalla scuola rino, trovare nuove chiavi rappresentative del repertoverr un futuro di lettura; nel caso di Piero riomusicalecontemporaneo parlare di ombre dove i pi e davanguardia del XX secointelligente. parlano di luce: Il dialogo lo, ha scritto un quartetto tra gli archi del quartetto per archi, il nono, dal titolo d vita a una zona di contatto tra oscurit Ombre nel mattino di Piero. Lesecuzione in e chiarit. prima mondiale del brano (il 29 settembre) il climax dei festeggiamenti per il millenaPollini, artista & amico. Fascinazione rio di Sansepolcro, citt natale dellartista dellopera di Sciarrino. Ma passata lera simbolo del nostro Rinascimento. Si tratta in cui linguaggio musicale contemporaneo di un vero evento (idea e commissione del equivaleva a ostico per molti? Una buona brano sono di Pietro Acquafredda e del Co-

Discussioni creative Salvatore Sciarrino (sulla destra) con Maurizio Pollini, nella casa milanese del pianista. In alto, a destra, la prima mondiale, al Festival di Lucerna, di tre brani di Carnaval con Daniele Pollini al pianoforte.
COSIMO FILIPPINI TATGE, GEORGE PER ALINARI

dalla resurrezione al leone di Venezia


Ai piedi de La Resurrezione di Piero della Francesca (a destra), la prima mondiale di Ombre nel mattino di Piero di Sciarrino. Preceduto da una lettura di Fabrizio Gifuni sul salvataggio dellopera dai bombardamenti, il concerto avr luogo nel Museo Civico di Sansepolcro (museocivicosansepolcro.it) dove custodita lopera; il 28 settembre la prova verr aperta al pubblico (tel. 0575 732280). Interprete, il Quartetto Prometeo: ha registrato lintegrale dei Quartetti di Sciarrino e al gruppo il compositore ha dedicato il Quartetto n8. Il 6 ottobre Prometeo aprir la Biennale Musica di Venezia ricevendo il Leone dargento.

I quattro dI prometeo: dopo Il museo la laguna

86

sette | 38 21.09.2012

sulle scene del mondo


PRISKA KETTERER / LUCERNE FESTIVAL

7 e 14 ottobre 2012 Introduzione alloscuro e Quaderno di strada nel corso del festival MilanoMusica a Milano (milanomusica.org). 13 novembre 2012 Carnaval e Sonate di Beethoven con Daniele e Maurizio Pollini; Suntory Hall di tokyo; 18 e 23 marzo 2013 a parigi (sallepleyel. fr) e a Berlino (berlinerphilharmoniker.de). 28 agosto 2013 Lohengrin di Salvatore Sciarrino nellambito del festival darte Plerinages a Weimar (pelerinages.de).

esecuzione sta alla base di tutto. Poi su ci che in arte facile o difcile c tutto da discutere. Tiziano e Beethoven cosa sono? Ci sono alcune composizioni beethoveniane dellultimo periodo estremamente problematiche da comprendere. Sono semplici solo perch Beethoven considerato un autore classico? Quando ero bimbo ascoltavo gli ultimi Quartetti per archi di Beethoven. Eppure ne restavo affascinato. Insegnamento e formazione scolare sono i cardini. Tutte le critiche allavanguardia, allora? Discorsi di comari le denirei. E nemmeno Allegre come quelle di Shakespeare, ribatte sornione. I dati di fatto sono a favore di Sciarrino. Il prestigioso Festival dAutomne a Parigi, nel 2003, gli rese omaggio aprendo il Museo dOrsay per ospitare La bocca, i piedi, il suono, brano per orchestra itinerante di 150 sassofonisti: un trionfo. Un

lustro dopo fu la volta del blasonato Festival di Salisburgo a rendere omaggio al compositore: in cartellone Kontinent Sciarrino, un ciclo monograco di concerti andati sold out appena venne dato lannuncio. Poche settimane fa il successo al Festival di Lucerna di Carnaval, brano dedicato al pianista Maurizio Pollini. Ci legano 40 anni di amicizia e di splendida collaborazione professionale. Un artista esigente e rigoroso.
Ritardi musicali. E lItalia, vien da dire? Lei lha spesso bacchettata. Il futuro intelligente lo assicura la scuola. La formazione manca e lItalia andata a naufragare nellideale televisivo. Non si pu vivere come turisti in vacanza. Bisogna andare in fondo alle cose. Prendere decisioni: per fare il musicista io sono andato via di casa. Sciarrino in disaccordo col padre sul suo futuro in

musica nel 1969 si trasferisce a Roma, ma sette anni prima, ha 15 anni, il suo primo concerto pubblico dopo la formazione da autodidatta. Unistantanea del Bel Paese? Lho fatta con Senza sale daspetto, un mio lavoro per orchestra (proposto al Festival MiTo 2011, ndr) con linserimento degli annunci dei ritardi nelle stazioni italiane. Lassurdit delle giusticazioni formidabile. Allestero meglio quindi? Senza allontanarsi molto. La Spagna. Ho tenuto seminari a Saragozza e Barcellona: affollatissimi, ed era il weekend. Ogni conservatorio ha unorchestra di 1oo elementi solo per la musica contemporanea. Vuol dire che da noi la musica contemporanea fa paura? Larte deve far pensare, dare coscienza, farti capire chi sei e dove vai. Forse sar per quello che spaventa.
riproduzione riservata

sette | 38 21.09.2012

87

Teatro A Milano un festival per lumanit che corre a perdiato

Ma quale antica Roma il Satyricon nato oggi


Sette spettacoli per infrangere le barriere del mondo e le convinzioni degli uomini. DallItalia di duemila anni fa a quella di oggi, passando per Zimbabwe, Uganda e Rwanda
di Livia Grossi

atyricon di Petronio, una delle opere capitali della classicit latina, gi rivisitata da Federico Fellini, diventa un vizioso e travolgente kolossal da camera di 4 ore e 30 rmato da Massimo Verdastro. Una vera e propria maratona teatrale che dopo il debutto romano al Teatro Vascello (coproduttore), approda al Piccolo Teatro Grassi di Milano per linaugurazione di Tramedautore, il festival internazionale della nuova drammaturgia ideato da Outis. In scena cinque capitoli rmati da sei drammaturghi per una riscrittura contemporanea dellopera di Petronio (I secolo d.C.) a cui si aggiungono il prologo di Luca Scarlini e due monologhi scritti ex novo da Magdalena Barile e Letizia Russo. Unoperazione ambiziosa il cui obiettivo raccontare unumanit inconsapevole, che corre a perdiato nelleterna illusione di sconggere il tempo, sottolinea il regista. Una storia che parla di oggi con una Babele di lingue differenti, dal dialetto romanesco al linguaggio degli sms; stato lo stesso Pe-

tronio a suggerirci la formula alternando il latino pi colto alle inuenze dialettali dei popoli che abitavano la Roma dellepoca, spiega Verdastro. Una sorta di romanzo sperimentale dai toni erotico-picareschi i cui protagonisti sono Encolpio e Ascilto, due giovani romani entrambi innamorati di Gitone, un contesissimo efebo, oggi trasformato in ragazzo di vita. Eros, gelosie e vendette sono il motore della vicenda, una storia adrenalinica in perfetto stile pop art che, tra bordelli e hotel dinma categoria, mostra la decadenza di un mondo opulento, abitato da arricchiti liberti, chiassosi fantasmi che aforano tra i piatti sporchi di un banchetto di ne impero. de La cena di Trimalcione, lunico testo giunto integro ai nostri giorni, spiega Verdastro, il capitolo centrale dello spettacolo, qui ribattezzato La cena del nulla. Una funambolica riscrittura curata dallo stesso regista a quattro mani con Andrea Macaluso dove lincontenibile padrone
Omaggio alla Valeri. il celebre episodio

Un kolossal da palcoscenico Nellimmagine al centro e in quella a destra, in basso, gli attori Alessandro Schiavo e Luigi Pisani impegnati in due scene del Satyricon di Petronio, rivisitato in chiave moderna. Sempre a destra, in alto, unaltra scena di uno dei cinque capitoli del Satyricon, con protagoniste Valentina Grasso e Giusi Merli.

i titoli e le ore

in programma

Ognuno dei sette spettacoli di Tramedautore accompagnato da aperitivi, incontri con gli artisti, proiezioni video, appuntamenti musicali. Si apre con Satyricon di Petronio, rivisitato, in scena il 21 e 22 settembre (ore 19) e il 23 alle 16.30. Sei storie collegate tra loro sono invece al centro dei Racconti del Mandala,

regia di Andrea Balzola (24 settembre ore 20.30). Per Tsitsi Dangarembga Tra cinema e teatro, proiezione del cortometraggio Kare Kare Zvago, il 26 settembre alle 20.30. Il tema delleutanasia trattato in Vita di Angelo Longoni (27 settembre, ore 21, e 30, ore 16). Per lomaggio a Remo Binosi, il 28 settembre

vanno in scena Il martello del Diavolo, ore 19, e La Regina Marg, ore 20.30, con regia di Massimo Navone. Segreti dautore in programma il 26, il 27 e il 30 alle ore 22. Il concerto conclusivo, con Herman Sewayana e i Kora Beat, sar il 29 alle 21 e La bambina che resta, di Gabriella Ghermandi, il 30 alle ore 21.

88

SeTTe | 38 21.09.2012

di casa diventa un pirotecnico self-made man, e i suoi commensali i rappresentanti di una societ grossolana e arrogante; una mappa antropologica delluomo italico di oggi, sottolinea il regista, qui impegnato nel doppio ruolo di Trimalcione e di Fortunata, la sua serva-moglie tuttofare; un monologo ideato da Letizia Russo, il nostro omaggio, in chiave burina, a Franca Valeri. Tra gli episodi centrali del kolossal, La pinacoteca di Eumolpo di Antonio Tarantino, una scanzonata interrogazione sulla trasmissione del sapere e sul ruolo dellarte con tanto dincursione pittorica di Silvio Benedetto, tra i passaggi pi divertenti il capitolo in romanesco doc di Marco Palladini, Tra scuola e bordello, dove i nostri eroi sono due trentenni di periferia alla ricerca di un lavoro. Di stampo beckettiano invece Nellanno di grazia post naufragium, il capitolo rmato da Lina Prosa, ambientato in un mondo sospeso tra la vita e

la morte. Lepisodio nale della maratona. Ma questo, per Tramedautore (Trametissage), in verit solo linizio. Subito dopo Satyricon la scena passa ai Racconti del Mandala di Andrea Balzola, una partitura multimediale che propone la vocalit di Francesca Della Monica (soprano), le scenograe del videomaker angloetiope Theo Eshetu, i suoni di Mauro Lupone e il disegno luci di Liliana Iadeluca. tema delleutanasia si misura invece Angelo Longoni con Vita, in scena i conitti di una famiglia, simbolo di quelli di un intero Paese; sul palco Pamela Villoresi, Emilio Bonucci e Eleonora Ivone. Per chi ha conosciuto il drammaturgo Remo Binosi, scomparso dieci anni fa, imperdibile la due giorni dedicata al suo teatro; tra incontri, letture e testimonianze, sul palco anche due spettacoli, Il martello del diavoConflitti di famiglia. Sul controverso

lo con Maria Ariis e Paola Salvi, e La Regina Marg, lettura scenica diretta da Massimo Navone con Laura Marinoni, Francesco Migliaccio, Daniela Schiavone, Max Speziani, Carola Stagnaro. AllAfrica inne il compito di chiudere il Festival con una tre giorni tutta al femminile; il primo appuntamento con Yolande Mukagasana, autrice e protagonista di Rwanda 94 spettacolo da cui stato tratto lomonimo lm sul genocidio avvenuto 18 anni fa. La proiezione avverr nel Chiostro del teatro Grassi dopo lo spettacolo Il Rwanda delle donne di Marie Louise Niwemukobwe, un racconto accompagnato da danza e strumenti tradizionali. Tra video, racconti notturni e i consueti aperitivi in bianco e nero, interessante il focus sullo Zimbabwe; sul palco una delle sue voci pi illustri, Tsitsi Dangarembga, lautrice di She no longer weeps (tradotto: Lei non piange pi), di cui vedremo una mise en espace. Per la prima volta tradotta in italiano. Sullo schermo inoltre il suo Kare kare Zvago, il corto vincitore dellultima edizione del Festival di Cinema Africano. Per il gran nale Tramedautore sceglie la musica, quella di Herman Sewayana, percussionista ugandese anima del gruppo Percussion/Discussion, al suo anco, per la prima volta, lensamble italosenegalese Kora Beat.
riproduzione riservata

SeTTe | 38 21.09.2012

89

Cultura da esportazione Finazzer Flory porta Renzo e Lucia in Australia

I Promessi Sposi dellaltro mondo


Da Sydney a Canberra in scena don Abbondio e lInnominato. Che aspettano il visto per la Cina
di Enrico Casarini
In viaggio con Lucia Massimiliano Finazzer Flory durante le tappe australiane del tour teatrale. Qui, in scena con Gilda Gelati.

he cosa succede su quel ramo del Lago di Como che volge a mezzogiorno, dove George Clooney non scorrazza in moto e oligarchi russi e divi hollywoodiani non cercano casa? Succede lItalia, ci che siamo oggi e ci che potremmo diventare domani. E il racconto ancora e sempre quello di Alessandro Manzoni: cerano una volta due ragazzi innamorati Sui Promessi Sposi, infatti, costruito uno spettacolo teatrale che da due anni Massimiliano Finazzer Flory porta in tutto il mondo. Un never-ending tour che si dipanato dalla Mongolia agli Stati Uniti e ora, dopo una serrata stagione in Australia, rientra in cantiere per ripartire, rinnovato, in autunno. Sulla scena, in questa performance per voce, danza e musica, c Finazzer Flory, tornato a tempo pieno autore, regista e attore, dopo i due anni da assessore alla Cultura a Milano per la giunta Moratti; c la prima ballerina della Scala Gilda Gelati e ci sono Verdi, Mascagni, Bellini, Paganini, Berio, Rota, afdati a interpreti di tappa in tappa diversi. E soprattutto c Manzoni, con sei capitoli cruciali della sua Storia milanese del XVII Secolo. Finazzer, per noi Renzo e Lucia sono compagni di scuola. Allestero in Australia per esempio che gura fanno? Si esportano bene quanto cibo e moda? Stupiscono, perch fanno scoprire come in una vicenda del 1628 ci fosse gi tutto quello di cui si deve scrivere: la storia, la tragedia, la piet, la misericordia, lamore Ed unItalia perfettamente esportabile, perch con Manzoni si ritrova la
90 SEttE | 38 21.09.2012

ricerca del dettaglio perfetto che c nel Brunello, nel Parmigiano Reggiano o nei capi dei nostri stilisti. Io cerco di contribuire con uno spettacolo curatissimo, dai costumi ai sovratitoli con la traduzione del testo. E questo, poi, fondamentale, perch il prodotto che esportiamo la nostra lingua. Litaliano piace, eccita, sensuale, erotico. un prodotto ad alto contenuto estetico e forse ce ne siamo dimenticati, mentre da Ulaan Baatar al Texas tutti si lasciano rapire. Ascoltare litaliano come esplorare un centro storico intatto:

unemozione pura. Molti infatti si abbandonano presto al suo ritmo e alla sua musicalit, trascurando i sovratitoli. LItalia che gioca fuori casa con la cultura vince sempre. In scena ci sono tutti: don Abbondio, don Rodrigo, lInnominato, fra Cristoforo, addio monti, il povero untorello e verr un giorno Personaggi e situazioni scelti perch eterni o perch attuali? Perch universali: mi permettono di presentare Manzoni in ogni luogo. La piccola Cecilia

Surf e canguri sul Lago di Como A sinistra, Finazzer Flory a Bondi Beach, la pi famosa ed eccentrica tra le spiagge di Sydney, nota per i murales e i grafti. Lesperienza australiana, nello scorso agosto, si aperta con la prima dei Promessi Sposi a Sydney, che ha registrato il tutto esaurito.

che muore di peste una bambina che pu stare ovunque, dalle Filippine agli Stati Uniti. Addio monti non soltanto Lecco: leterno addio alle false certezze, ai pregiudizi, allimmutabile solo cos che si capisce come Manzoni sia uno dei grandi scrittori della modernit, oltre a essere, naturalmente, uno degli autori cardine dellItalia unita.

S, perch Manzoni porta la bandiera del tricolore come Dante, per esempio, non fa. Non fare leva su questo vuol dire non saper portare lItalia allestero. Quali personaggi manzoniani ci rappresentano meglio oggi? LItalia fatta di don Abbondio e di madri di Cecilia. I don Abbondio mi preoccupano pi dei Bravi. La madre di Cecilia, invece, una grande gura per dignit, coraggio e coerenza: la colonna vertebrale del nostro Paese. E Renzo e Lucia che ne hanno fatto? Sono i nostri giovani, cio la povera gente di oggi, quella da cui dovremmo ripartire per ricostruire. Sono migliori di quanto vengono raccontati o rappresentati, ma devono ritrovare motivazioni forti, se no diventano vecchi a 25 anni. E la motivazione non pu stare solo nei fatti: il sogno, lideale, ci per cui compi con leggerezza anche i sacrici maggiori. Hanno bisogno di impegno, di capacit di discriminare fra bello e brutto, di abbandonarsi alle passioni. E lassalto ai forni racconta la nostra crisi? Certo. Linvocazione Pane! Pane! Aprite! Aprite! oggi va tradotta in Conoscenza! Conoscenza! Datecene! Datecene!. Oggi il pane essere preparati molto bene. La nuova rivolta sapere di pi, acquisire il senso del s: la rivolta dei maestri elementari, veri eroi dei nostri giorni, dei libri a basso prezzo, di una nuova programmazione culturale in Tv, di politici che sappiano fare citazioni esatte. Ma bisogna intendersi su una cosa: per uscire dalla crisi con la cultura bisogna lavorare duramente e a lungo. Chi non lo capisce, o ipocrita

Difendiamo la nostra lingua. Litaliano piace, eccita, sensuale, erotico. Molti si abbandonano al ritmo e alla musicalit, trascurando i sovratitoli
o ignora la realt. Per preparare un monologo di 70 minuti, io ho lavorato per due anni: mesi di studio e di prove, poi ogni serata che il perfezionamento della precedente. Bisognerebbe imparare dagli artisti. Del resto, Manzoni ha lavorato ai Promessi Sposi per una quindicina danni: ogni volta che lo porto in scena sento quale lavoro abbia fatto su ciascuna virgola e parola. Quindi lo spettacolo destinato a ulteriori cambiamenti? Si ripartir a novembre: Padova (il 14), quindi Stoccolma e Praga, e avanti, nel 2013, per Cina, Giappone, Brasile e Russia. Entrer un nuovo personaggio: Gertrude, la Monaca di Monza. In febbraio, poi, a Tel Aviv debutter il nuovo allestimento musicale, dedicato solo a Verdi, nel suo bicentenario. Il repertorio verr adeguato alla citt che ospita lo spettacolo: il Nabucco per Tel Aviv, per esempio. Naturalmente non mancher la Messa di Requiem che Verdi compose nel primo anniversario della morte di Manzoni. Questi cambiamenti continui sono la mia visione del teatro, che deve essere uno svilupparsi e non un rivelarsi di cose, perch solo cos diventa unesperienza capace di accomunare attore e pubblico.
riproduzione riservata

SEttE | 38 21.09.2012

91

ARTE / CINEMA / TEATRO / LIBRI / CUCINA / SCIENZA / MEDICINA / TECNOLOGIA / MODA / BELLEZZA

Sette Piaceri&Saperi
le guerre stellari degli uomini di mais e le previsioni sulla ne del mondo annunciata
VIAGGIO In Guatemala, LIBRI Vite immaginarie di Marcel Schwob: cos che si devono raccontare le esistenze degli altri

slate delle collezioni p/e 2013. Valeria Mazza: Vi spiego perch fare la top model un lavoro vero

MODA DONNA Sono iniziate le

94
Sul lago di Garda, i paesaggisti presentano il New British Style. E progettano un ponte verde tra citt e campagna
fiNe settiMANA fiOritO sulle sponde del lago di Garda per la Rassegna internazionale I giardini del Benaco, dedicata questanno al tema Turismo Agricoltura Paesaggio: la citt vs la campagna, larchitettura vs la natura. La manifestazione, che si svolge domani e dopo nello splendido scenario di Villa Alba a Gardone Riviera, riunir architetti, designer, agronomi, urbanisti, vivaisti a discutere di un nuovo modo di pensare la natura. La creazione di un ponte verde tra citt e campagna infatti ormai una necessit che si pu soddisfare attraverso unagricoltura sostenibile sempre pi in relazione con il tessuto urbano e unarchitettura urbanistica rispettosa della bellezza del paesaggio, della qualit dellaria e dellalimentazione. A illustrare alcuni tra gli esempi pi innovativi di progettazione del verde, saranno presenti due esponenti di punta del New British Style: Nigel Dunnett, autore del nuovo parco olimpico di Londra, e James Basson (nella foto, il Bluewater garden di Dunnett per il Chelsea Flower Show). In contemporanea, sul lungolago di Limone sul Garda, ci saranno degustazioni di tipicit gardesane. Per info: igiardinidelbenaco.it

116

136

Nuovi giardini

riproduzione riservata

Sette | 38 21.09.2012

93

Viaggio in Guatemala

Le guerre stellari degli uomini di mais


Il paesaggio lunare che ospit il lm Star Wars, unarea archeologica con 4.000 edici e lantica citt di Tikal: tutto immerso nelle foreste con uccelli e animali esotici. E poi la magia del popolo Maya, con le piramidi a base quadrata e le previsioni sulla ne del mondo
di Marco Restelli / Foto di Stanislas Fautre

94

Sette | 38 21.09.2012

Guardando il vulcano Situata a strapiombo sul lago Atitlan, Casa Palopo (nella foto) una villa-hotel con ristorante. Circondata dalle cime vulcaniche Atitlan e Toliman, si trova a Santa Catarina Palopo.

Sette | 38 21.09.2012

95

a Morte Nera, gigantesca stazione da battaglia spaziale dellImpero, sta avvicinandosi a Yavin 4, una Luna abitabile dalluomo ricoperta da una tta foresta pluviale. LImpero vuole colpire la base dei ribelli della galassia, che si nasconde dentro una strana piramide in mezzo alla foresta. Per fortuna, prima dei cattivi arrivano i buoni: Han Solo (lattore Harrison Ford) sulla sua astronave Millennium Falcon sorvola la giungla, atterra nella base ribelle e fornisce i piani della Morte Nera ai rivoltosi che cos potranno distruggerla. Sono le scene nali di uno dei lm pi celebri della storia del cinema: Star Wars (A New Hope) del 1977, il primo di sei lm, una saga cinematograca destinata a lasciare il segno nellimmaginario collettivo.

Il tempio e la piramide. Ed proprio qui che ci troviamo: nella base dei ribelli. Che in realt il Tempio del Serpente a Due Teste, una piramide a base rettangolare costruita dai Maya del Guatemala nellanno 740 dopo Cristo, chiamata oggi dagli archeologi, pi prosaicamente, Tempio 4 (per combinazione, come la Luna Yavin 4). La costruzione richiese il trasporto di oltre 230mila metri cubi di materiali, portati da migliaia di schiavi a forza di braccia, perch i Maya non conoscevano la ruota e quindi non utiliz96 sette | 38 21.09.2012

zavano carri; inoltre qui non ci sono umi, per cui non poterono trasportare neanche in barca le pietre necessarie. Il Tempio del Serpente a Due Teste solo uno dei quattromila antichi edici che oggi punteggiano la Biosfera Maya del Guatemala. Una riserva naturale che con i suoi 576 kilometri quadrati una delle pi vaste dellAmerica Centrale. Il tempio, alto 65 metri, svetta sulle cime degli alberi che lo circondano, mogani e cedri che pure si innalzano per varie decine di metri. Visto dalla sommit della piramide loceano di alberi si distende a perdita docchio in tutte le direzioni, e dal quel mare verde emergono solo oltre ai rochi ruggiti delle Scimmie Urlatrici un paio daltri edici maya visibili per qualche istante anche nel lm. Per apprezzare il panorama sono salite qui, in cima al Tempio 4, anche alcune coppiette di innamorati che ora, teneramente abbracciati, si godono il tramonto sulla giungla. Sulla sinistra si vede la Piramide del Grande Giaguaro (chiamata anche Tempio 1), rivolta a ovest verso il sole al tramonto, considerato dai Maya la porta dingresso al mondo sotterraneo delloltretomba, Xibalb, il luogo della paura. Siamo nel cuore di Tikal, potente citt-Stato che ebbe 1.600 anni di vita (dal 700 a.C. al 900 d.C.) dominando lodierno Guatemala settentrionale, nch decadde allimprovviso e

Divinit da ripulire e allegro culto dei morti Sopra: Maschera di Chac, per i Maya dio della pioggia, in fase di restauro ai piedi della piramide di Plaza Mayor; in alto a destra, una veduta del villaggio dei pittori, San Juan Comalapa, e del suo coloratissimo cimitero. Sotto, lesterno di Casa Palopo.

fu abbandonata, per ragioni tuttoggi misteriose. La ne della civilt maya non ha mai smesso di esercitare una fascinazione anche su noi occidentali, come ha testimoniato, pochi anni fa, il lm di Mel Gibson Apocalypto. Di fronte alla Piramide del Grande Giaguaro si erge la Piramide delle Maschere (Tempio 2), orientata per contro a est, verso il sole nascente. Nella religione politeista dei Maya la divinit principale era appunto il dio del sole, Itzamn, a cui i Maya sacricavano i nemici catturati strappandogli il cuore, ma iniggevano pure a se stessi terribili torture come quella di far passare una corda spinosa attraverso la lingua. Erano forme di autosacricio cui non si sottraeva nessuno, anzi quanto pi si era in alto nella scala sociale nobili, sacerdoti, re tanto pi si era tenuti a nutrire la madre terra e gli dei con il proprio sangue, per garantire lordine delluniverso. Il dio del sole per non esigeva solo sacrici umani: era anche protettore delle arti, della scrittura e del mais, quel mais che fu la principale coltivazione dei Maya perch uno dei pochi libri sacri giunti no a noi, il Popol Vuh, dice testualmente: Gli Dei crearono gli uomini impastando acqua e mais. Intorno al mais, ai miti e ai riti a esso legati ruota ancora la vita degli indios discendenti dei Maya, come racconta lo scrittore guatemalteco Miguel Angel Asturias, premio Nobel

il mondo nir?
er i seguaci della New Age sar una festa: il 21 dicembre 2012 segner linizio di una Nuova Era di rinnovamento spirituale per gli abitanti del nostro piccolo e stressato pianeta. Per i pessimisti cronici invece il 21 dicembre 2012 segner addirittura la ne del mondo, con una serie di cataclismi inarrestabili. Tutte ipotesi basate su un solo fatto: secondo il Calendario di Lungo Conto uno dei ben tre calendari utilizzati contemporaneamente dai Maya il 21 dicembre 2012 segnerebbe la ne di un ciclo di 5.125 anni, cifra ricavata da un multiplo del ciclo di un altro calendario deputato a stabilire le ricorrenze religiose, lo Tzolkin, lungo 260 giorni, a sua volta incrociato con un calendario civile, lo Haab, legato al ciclo delle stagioni e lungo 360 giorni. I Maya in realt non parlavano di ne del mondo, bens solo della ne di unera del mondo (la quarta) iniziata nellanno 3.114 a.C. e destinata a concludersi appunto nel 2012. Nessun popolo precolom-

calendario di lungo conto

biano fu ossessionato dallo scorrere del tempo come i Maya, che con il Calendario di Lungo Conto calcolarono il passare delle ere in migliaia di anni. Con un punto fermo: la gloria dei Maya sarebbe durata in eterno.

sette | 38 21.09.2012

97

per la Letteratura, nel suo celebre romanzo Uomini di mais. Gli odierni eredi dei Maya sono 7 milioni di persone: vivono su un territorio dellAmerica Centrale poco pi grande dellItalia e comprendente, oltre al Guatemala, alcune regioni del Messico (Yucatn e Chiapas), dellHonduras, del Salvador e del Belize. Si tratta perlopi di contadini poveri e sfruttati, che hanno la loro eroina nella guatemalteca Rigoberta Mench, famosa e discussa leader degli indios e premio Nobel per la Pace nel 1992. Cosa hanno in comune con i loro antenati? Alcuni tratti somatici e culturali: gli antichi miti e simboli religiosi sono penetrati nella nuova fede cristiana in un sincretismo sorprendente, e resiste sulle montagne anche il culto degli sciamani; scomparsa la scrittura geroglica, resta per la lingua parlata, diversicatasi in 28 dialetti; cos come permangono lutilizzo del complesso calendario maya, luso del telaio a cintura per le donne e il meraviglioso gusto per il colore, che una volta risaltava nei dipinti templari (ormai perduti) mentre oggi si ammira negli abiti femminili tradizionali. A volte gli indios si riuniscono in grandi cerchi tenendosi per mano nella Gran Plaza al centro di Tikal, rievocando tradizioni comuni.
Uccelli ed extraterrestri. Per vedere da vicino i grandiosi resti di questa citt-Stato bisogna camminare a lungo con una guida, per non perdersi sui sentieri tracciati nellimmensa foresta. Con due necessarie precauzioni. La prima: portarsi bottiglie dacqua in uno zaino, perch qui fa caldo e non ci sono bar dietro langolo. La seconda: cospargersi di repellente contro gli insetti, perch nella Biosfera vola di tutto. Per il fastidio
98 sette | 38 21.09.2012

di zanzare e simili sar compensato dalla vista di farfalle multicolori, tucani, pappagalli, picchi e altre 400 specie di uccelli fra cui il famoso quetzal, sacro a tutti i popoli pre-colombiani dellAmerica Centrale, che usavano le sue penne dai colori sgargianti per adornare i copricapi dei sacerdoti e dei re. Oggi il quetzal a rischio di estinzione ma la Biosfera Maya resta un paradiso per gli amanti del birdwatching. Uno dei gioielli architettonici che si incontrano sui sentieri di Tikal un complesso di 38 edici in pietra, chiamato El Mundo Perdido. Fu dai palazzi del Mundo Perdido che i Maya grandissimi matematici e astronomi misurarono con precisione stupefacente le orbite dei pianeti. Fecero grandi progressi in particolare nel quinto secolo d.C., quando il re Cielo Tempestoso ordin ai suoi astronomi/astrologi di studiare pi a fondo il cielo stellato per precisare la denizione dei giorni favorevoli e sfavorevoli del calendario. Il risultato furono calcoli davvero da fantascienza, considerato che lo studio delle orbite dei corpi celesti avveniva a occhio nudo. Un esempio? I Maya calcolarono il tempo impiegato dal pianeta Venere per ritornare nella stessa posizione del cielo rispetto al Sole (583,92 giorni) con un errore di appena 23 secondi. anche il fascino di questi osservatori delle stelle che ha spinto il giovane regista George Lucas a collocare i ribelli di Star Wars in una piramide maya. Ma il motivo della sua scelta non sta solo in una suggestione. Il fatto che lo storyboard del lm descrive la Luna Yavin 4 come un pianeta coperto da una ttissima foresta contenente alcune architetture di aspetto extraterrestre. Ci sono ben pochi luoghi al mondo che corrispondano a una

Archeologia da visitare Sopra, una vista panoramica sulla piramide che sorge nella Plaza Mayor (oggi ricoperta di vegetazione) nel grande sito archeologico di Tikal. Sopra a sinistra, un tipico bar ristorante della cittadina di Antigua (il censimento del 2005 rilev 33mila abitanti), che recentemente ha cercato di sviluppare il settore turistico, con una ricca offerta di locali, servizi, negozi di souvenir, offerte di gite nei parchi circostanti.

descrizione simile, e i templi nella giungla guatemalteca gli sono apparsi il posto pi adatto. Molti altri siti maya dellAmerica Centrale, infatti, sembrano musei open air in lindi giardinetti per turisti.
Un popolo immortale. A Tikal invece templi

e palazzi sono immersi in una natura primordiale: sotto alberi altissimi si muovono ancora i giaguari e i coccodrilli, i tapiri e i pecari dal collare. Lodore della terra umida, i versi degli animali, il comparire improvviso di un tempio fra gli alberi tutto concorre a dare sensazioni di autenticit e di un matrimonio perfetto fra Natura e Cultura. Forse non a caso, lunicit della Biosfera Maya stata riconosciuta appena due anni dopo luscita del primo Star Wars. Cio nel 1979, quando lUnesco lha dichiarata Patrimonio Culturale e Naturale dellUmanit, facendola

Vita quotidiana Il vero Guatemala dei Maya il dipartimento di Quich. La citt pi famosa Chichicastenango, col suo mercato artigianale. Qui a destra, una donna passeggia nel villaggio; nella foto in basso, unimmagine del parco centrale di Antigua, che sorge tra le montagne al centro del Guatemala, ed famosa per i suoi esempi di architettura barocca ispano-americana.

cos entrare nel ristretto club dei siti mondiali doppiamente protetti. Non difcile, qui, sognare a occhi aperti cosa avveniva al culmine della gloria di Tikal, quando nella Gran Plaza circondata dalle acropoli si assiepava una folla variopinta per celebrare le vittorie militari del re Luna Doppio Pettine. I sacerdoti vestiti di pelli del sacro giaguaro, adornati di piume di quetzal e maschere di animali, salivano sulle piramidi dipinte di rosso per arrivare agli altari sulla cima e celebrare gli dei. Luna Doppio Pettine, chiamato anche Ah Cacau cio Re Cacao (perch il cacao liquido era il cibo degli dei), assisteva ai riti e dava inizio poi alle feste che culminavano nel gioco della

palla, dove due squadre di giocatori si affrontavano sul campo in una partita mortale, destinata a terminare con il sacricio degli scontti. A seguito di ci, Ah Cacau dichiarava pubblicamente stabilito e confermato lordine delluniverso. Naturalmente a gloria dei Maya, che si consideravano un popolo eterno, tanto da elaborare un calendario che misurava lo scorrere del tempo in migliaia di anni. E qualcosa di eterno ci hanno davvero lasciato, se ancora guardiamo stupiti le acropoli, le piramidi e gli stadi del gioco della palla, dove, nel silenzio fra le rovine, sembra di sentire le urla degli atleti che giocavano per la vita e per la morte. Marco Restelli

Il lago dellantica capitale Nella foto sopra, alcuni turisti sul lago Peten Itza, situato nella parte settentrionale del dipartimento di Petn. il secondo pi grande lago del Paese. Nella zona vi sono 27 siti maya, ma soprattutto i resti di Tayasal, la capitale Maya-Itza.

Racconti di una civilt scomparsa


Uomini di mais. Di Miguel Angel Asturias, Dalai editore, 2010, pp. 338, 8 euro (1). Guatemala Revealed (libro fotograco). Di H. Whitbeck e C. von Rothkirch, Villegas Editores, 2007, pp. 336 (2). La civilt maya. Di J. Eric Thompson, Einaudi, 2006, pp. 355, 13 euro (3). Mi chiamo Rigoberta Mench. Di Elisabeth Burgos, Giunti/Astrea pocket, 2006, pp. 398, 6 euro (4). La Bibbia Maya. Il Popol-Vuh: storia culturale di un popolo. Di Raphael Girard, Jaca Book, 1998, pp. 365, 25 euro (5). I Maya. Storia e segreti di una civilt scomparsa. Di Michael D. Coe, Newton Compton, 2004, pp.240, 15 euro.

spunti in libReRia

100

seTTe | 38 21.09.2012

scoprire tikal e antigua ospiti di unelegante guesthouse


Come arrivare
Non esistono voli diretti fra lItalia e il Guatemala. Una linea aerea molto utilizzata su questa tratta la spagnola Iberia (iberia.com/it/), che parte da varie citt italiane Roma, Milano, Torino, Venezia, Bologna e fa scalo a Madrid. Il costo del volo A/R di circa 900 euro. Prezzi analoghi per la linea americana Delta (hit.delta. com/), che fa scalo negli Usa.

il peRiodo MiglioRe peR visitaRe il paese tRa ottobRe e apRile

MALA GUATE

SICO MES
Lago Tikal Peten Itza Flores Yaxha

IZE BEL

Mare dei Caraibi

informazioni
Il periodo migliore per visitare il Guatemala la stagione di caldo secco che va da ottobre ad aprile. LEnte del turismo guatemalteco non ha una sede ufciale in Italia; informazioni utili si possono trovare su guide in italiano come Guatemala pubblicata da Edt/Lonely Planet (pp. 400, 24 euro) o su siti in inglese e spagnolo come visitguatemala.com. I cittadini italiani possono entrare in Guatemala senza visto e trattenersi per 90 giorni: basta avere il passaporto con una validit di almeno 6 mesi e un biglietto aereo di andata e ritorno o di proseguimento del viaggio. Nel Paese si parlano lo spagnolo e una ventina di dialetti maya. Non ci sono vaccinazioni obbligatorie. La moneta il quetzal e il fuso orario 6 ore indietro rispetto al meridiano di Greenwich.

GUATE
Panajachel Lago Atitlan
DA RC O

MALA
AS DUR HON

Chichicastenango

Citt del Guatemala


Antigua

Oceano Pacifico

R ADO ALV S

due piccoli interessanti musei archeologici. Ristorante dalta classe. mesn Panza verde 5 Avenida Sur 19, Antigua Guatemala, panzaverde.com, tel. +502 78321745, info@panzaverde.com, doppia da 85 euro. Unelegante guesthouse in stile spagnolo con ristorante di cucina tipica guatemalteca, galleria darte e corsi di yoga per i clienti dellalbergo. A Tikal: Hotel Tikal inn 4 Calle y Av. Tziquinah, zona 2, Tikal National Park, tikalinnsunrise.com, tel. +502 78675691, tikalinn3@yahoo.com, doppia da 100 euro con mezza pensione. Un insieme di graziosi bungalows allingresso della

Biosfera Maya, con vista sulla foresta. Piscina in giardino, cucina tipica.

Da veDere
Biosfera maya di Tikal il gioiello del Guatemala che descriviamo nellarticolo in queste pagine: quattromila edici maya (fra cui templipiramide, acropoli, stadi per il gioco della palla) immersi in unenorme riserva naturale popolata da ogni genere di animali. Tikal un sito Unesco doppiamente protetto come Patrimonio Naturale e Culturale dellUmanit. Unesperienza imperdibile per chi va in America Centrale. antigua guatemala Era la capitale durante la dominazione coloniale, oggi conserva unimpronta tipicamente spagnola nelle sue chiese barocche e nei suoi

eleganti edici. Memoria della storia ispanica del Paese, una cittadina tranquilla ma ricca di ristoranti, locali, negozi di giade, centri massaggi e scuole di spagnolo, frequentate perlopi da studenti nordamericani. Lago atitln Un piacevole lago sulle cui rive sorgono vari villaggi: visitarli d modo di scoprire costumi e artigianato degli odierni Maya. Intorno al lago ci sono alcuni spettacolari vulcani, apprezzati dagli amanti del trekking.
le foto sono dellagenzia volpe / le figaro magazine

Dormire e mangiare
Ad Antigua Guatemala: Hotel Casa Santo Domingo 3 Calle Oriente 28A, Antigua Guatemala, casasantodomingo.com.gt, tel. +502 78201220, concierge@casasantodomingo. com.gt, camera doppia da 120 euro. Un cinque stelle collocato in un antico convento spagnolo, con giardini interni e arredamento dantiquariato ispanico. Improntato a una lussuosa atmosfera coloniale, lhotel aperto ai visitatori e contiene

Chichicastenango Circondata dai monti, una cittadina famosa per il suo mercato indigeno, uno dei pi variopinti dellAmerica Centrale, dove si trova davvero di tutto: dai tipici tessuti alle ceramiche tradizionali, dalle candele multicolori alle briglie per cavalli.
riProDuzione riServaTa

seTTe | 38 21.09.2012

101

Gli anni della speranza -1988 [seconda parte]

La politica in discoteca nellItalia dei paninari


La losoa verde e i danni ambientali attraversano gli Ottanta, mentre gli uomini dibattono nei bar sport, gli aerei non sono liberi di volare e in mare...
di Umberto Broccoli

102

sette | 38 21.09.2012

MaRco PesaResi/contRasto

li anni Ottanta, in Italia, perfezioneranno il concetto portando direttamente la politica in discoteca. Ministri della Repubblica davano appuntamento l, alla luce delle stroboscopiche, in un magma esistenziale a met strada tra la riunione di partito e il partito della riunione mondana: funzionari, collaboratori, imprenditori, attrici affermate, attrici in erba, erba e basta tutti insieme appassionatamente a dimenar membra pi o meno governative, agitate da disco music, perch non un reato divertirsi, e non c male a tirar tardi la notte, di giorno la politica e di sera levasione, e cos metto in pratica quanto venti anni fa leggevo su Marcuse e la fantasia al potere. Faceva un certo effetto passare fuori le discoteche e, anche volendo (ma non se ne sentiva la mancanza!), non riuscire a entrare per la otta di auto blu con sirena allesterno e la frotta di gente garrula e colorata al seguito della capigliatura del ministro. A proposito: nel 1988 esce G. De Michelis, Dove andiamo a ballare questa sera? Guida a 250 discoteche italiane, Mondadori, Milano. G. sta per Gianni, vicepresidente del Consiglio dei Ministri del governo presieduto da Ciriaco De Mita. E cos torniamo al governo Goria, nato nel luglio 1987. Nonostante la voglia di divertirsi, non c molto da ridere: linazione a due cifre e nella met del decennio (estate 1984) si festeggiava il 10,5%, perch rappresentava un calo rispetto alla tendenza degli anni precedenti. Goria governa, ma non lascia una gran traccia: nelle sue vignette Forattini lo ritrae ben pettinato, con la scriminatura a destra, la barba curata, ma senza faccia, senza volto: satira forte direttamente sul primo ministro e indirettamente su quegli anni. Si dimetter il 10 febbraio 1988. Rimandato alle Camere per il voto di ducia,

RobeRto Koch/contRasto

Ballando con il ministro Gianni De Michelis, deputato del Partito Socialista Italiano e vicepresidente del Consiglio del governo presieduto da De Mita, era considerato il re delle notti (sopra). Ha rmato una guida alle discoteche italiane con tanto di stellette.

rassegner le dimissioni denitive l11 marzo. Largomento centrale ci porta dentro alle contraddizioni del 1988. La maggioranza va in crisi, si legge, in seguito alla sconfessione da parte del Psi della decisione di mantenere in attivit la centrale elettronucleare di Montalto di Castro. Siamo a nord di Civitavecchia, nel Lazio. L, ancora oggi, c una grande centrale elettrica e in quel tempo si pensava potesse essere convertita in un impianto termonucleare. Ma da poco i referendum avevano sentenziato no allenergia atomica e il 1 gennaio 1988 si fermano i lavori, nonostante una indicazione diversa del governo, contraddetta da un partito di gover-

MicK hutson/RedfeRns

Al ritmo del flamenco Nei locali si ballano le canzoni dei Gipsy Kings, da Bamboleo a Djobi Djoba, ma anche una rivisitazione di Nel blu dipinto di blu. Il loro stile di musica una fusione di rumba flamenca, flamenco tradizionale e pop.

no, il Psi. crisi. Ed crisi su una questione legata allambiente. Gi, perch gli Ottanta sono anche gli anni dellambientalismo di ritorno, gli anni verdi per eccellenza. Anni in cui si riscopre la natura, dopo averla coperta di immondizia per decenni. E allora vivere con lerba per molti diventa un segno di riconoscimento. Gonne larghe, calzettoni e bicicletta: si entrava in uniforme nelle erboristerie, riutando ogni contatto con la chimica, glia dellinquinamento. Aspirina o genziana, ci si chiedeva. Per dormire, meglio un sonnifero, o una tisana? Nel frattempo, mercoled 13 aprile 1988, il segretario della Democrazia Cristiana Ciriaco De Mita forma il governo nuovo. Ancora un pentapartito, nato sulla crisi ambientalista di qualche mese prima. Tra anni verdi e chiusure di centrali termonucleari, ci si aspetterebbero risposte in linea. Ma siamo negli anni Ottanta, anni nei quali importante dire.
Via dal mare. Per fare, ci sar tempo. Mercoled 4 maggio, Marina di Carrara. La nave portacontainer Zanoobia rientra in porto dopo un anno, carica di oltre 2.000 tonnellate di riuti tossici. Non era riuscita a fare scalo in alcuno dei porti toccati, dallAfrica al Sud America. Torna dove era partita, come un boomerang avvelenato. Del resto, in Nigeria, poco pi di un mese pi tardi (il 10 giugno, venerd), afora una discarica di veleni usata da ditte italiane: incidente diplomatico tra il governo di Lagos e quello di Roma. Giorgio Ruffolo, ministro per lAmbiente, dovr preparare un disegno di legge sul trafco di riuti. Il rischio di ingorgo evidente rileggendo le cronache di quellestate. Domenica 17 luglio, sempre da quelle parti, questa volta nella zona industriale tra Massa e Carrara. Si libera una nube tossica rmata Montedison: si pensa possa essere Rogor, un insetticida. Dalla Farmoplant fanno sapere tutto sotto controllo. Se Rogor , si tratta di un insetticida usato in agricoltura. Come dire: non fa male. Intanto si piange sulle spiagge, si diffonde un odore pestilenziale, e si scappa tutti via dal mare. La riviera a nord di Viareggio in quei giorni sembrava unimmagine da un lm catastroco sullo stile day after: gli ombrelloni lasciati aperti, pi nessuno al mare, silenzio. Cinque giorni dopo a Cengio, in Val Bormida, tra Piemonte e Liguria, stessa scena: questa volta anidride solforosa. un po pi difcile dire: tutsette | 38 21.09.2012 103

Mucillagine nellAdriatico Nella foto a sinistra, un bagnino di Rimini passa con il pattino sopra uno strato si mucillagine. Il fenomeno ha avuto il suo picco nel triennio a cavallo tra il 1988 e il 1991.

La seconda volta in solitaria Boy George nel 1988 ha 27 anni e pubblica (con Virgin) il suo secondo album da solista dopo lo scioglimento dei Culture Club: ma Tense Nervous Headache si rivela un clamoroso flop sul mercato britannico e pure il singolo Dont cry passa praticamente inosservato.

DaviD MontgoMery / getty iMages

to sotto controllo. Piovendo, lanidride solforosa si trasforma in acido solforoso, parente povero dellacido solforico, da sempre non esattamente indicato per la cura della pelle umana e non solo. E non nisce qui: ad agosto, ecco la mucillagine sulle coste dellAdriatico. Ma, nonostante tutto, con il libro di De Michelis alla mano, si va in discoteca. La musica di tendenza, nel senso di tendenzialmente inesistente. Gipsy Kings a nastro, espressione giovanile per non dire a volont. C solo limbarazzo della scelta, seguita dalla scelta dellimbarazzo: Bamboleo, Djobi djoba. E poi Dont cry, con Boy George ambiguo, truccato, Domino dancing dei Pet Shop Boys e via di seguito, senza sosta. il caleidoscopio di suoni e colori, tutti rigorosamente nti, di laboratorio. Perch buona parte della musica degli anni Ottanta prodotta in studio. Una musica di percussioni inesistenti, di parole inconsistenti, partorita in anni evanescenti: gli arrangiamenti degli anni Sessanta sono un reperto archeologico e, come tali, guardati con curiosit e sospetto. La semplicit ricercata degli anni Settanta diventa inutile a fronte di una macchina elettronica in grado di produrre e riprodurre suoni. Anche la voce umana pu essere campionata e alla ne diventa quasi inutile cantare: basta fare nta. Ecco, appunto: fare nta. Tutto o quasi si fa per nta. Ci si divertiva con questa musica e si mangia-

vano hamburger. Da cui lepiteto paninaro: lui, il paninaro cocco di mamma, inseguiva abbronzature al cocco, si riempiva la testa di gel, indossava giubbotti da vigile del fuoco, portava pantaloni affusolati con le scarpe da vela anche in citt, rigorosamente calzate con calzettoni bianchi da sport. Altra uniforme ben studiata, certamente pi studiata di quelle dei decenni precedenti. E rivela bene lessenza degli Ottanta: con tutti quei colori pastello, i vestiti sono completamente fuori luogo, confusi tra lo stile pompiere e velista. Senza considerare come per i paninari orzare e orzata sono solo bibite con un sapore vago di mandorle.
Atterraggio nella Piazza Rossa. Il 4 agosto del 1988

Gran parte della musica degli anni Ottanta prodotta in studio. Una miscela di percussioni inesistenti, di parole inconsistenti, partorita in anni evanescenti

un gioved. Un gioved di caldo afoso. Sulle spiagge, la solita musica trasmessa dalle radio. Musica e notizie varie. Alle 15.35 su Radio2 va in onda Estate per tutti, di Franca Guerrini, con Antonio Lauritano. Si parla di un evento accaduto il giorno prima, annunciato, sempre alla radio, nelledizione delle 8 del Gr1. Da una prigione di Mosca, si libera un sogno. Esce di galera Mathias Rust. Lo ricordate? Con un aereo da turismo era atterrato nella piazza Rossa di Mosca, violando lo spazio aereo, i sistemi di difesa e, soprattutto, lausterit del regime dellUnione ancora Sovietica. Lo liberano dopo pi di un anno. Era il 28 maggio del 1987. Un aereo piccolo piccolo esce quasi di colpo da dietro i tetti dei magazzini Gum, piega sul mausoleo di Lenin, e atterra barcollante accanto alla cattedrale di San Basilio sulla Piazza Rossa a Mosca. Il tutto, dopo aver attraversato cieli sovietici, apparentemente impenetrabili. In piazza stupore. Il ragazzo, tedesco, era nato nel 1968: non aveva venti

anni. Parte dalla Germania Ovest per fare un gesto simbolico. Un volo come un ponte ideale. Per dire ai leader dei due blocchi che la gente, dalle due parti della cortina di ferro, voleva solo vivere in pace. Parola di Mathias Rust, nel pieno del pieno della Guerra Fredda. Per cui il 13 maggio noleggia un monomotore Cessna 172 a Uetersen, punta verso lIslanda, piega in Norvegia, si dirige in Finlandia, entra nello spazio aereo sovietico. Il resto storia raccontata. Non atterra subito sulla Piazza Rossa, perch la folla incuriosita dalle acrobazie del Cessna e non capisce cosa e chi sia dietro a quelle traiettorie. Poi Mathias atterra, circondato da russi sbalorditi, quando dal cockpit esce un ragazzino sorridente: gli offrono pane e sale, un gesto di benvenuto russo. Dura poco: lo arrestano e lo portano in galera, a Lefortovo. Non solo nellUnione ancora Sovietica, ma in tutto il mondo ci si chiede: Chi quel ragazzo?, Un pazzo? Un sognatore?, Ma quale sognatore, un visionario, spericolato!. Immancabili, entrano in campo le diplomazie ed guerra fredda di opinioni. Il blocco occidentale plaude allimpresa, pur non potendosene attribuire il merito. Diverte lidea della cortina di ferro violata da un Cessna guidato da un diciannovenne. Il blocco dellEst allinizio sembra tollerare. Poi, anche sulla scorta della guraccia, alza il tiro delle accuse: una spia dellOccidente, un attentatore alle conquiste del Popolo!, via via incriminando. Per cui Mathias Rust, ragazzo occidentale, contemporaneo ai paninari, viene condannato a quattro anni di rieducazione in un campo di lavoro, perch pericolo pubblico in quanto minaccia svolazzante al regime comunista. Poi, per fortuna, ci si rende conto del ridicolo e dopo diciotto mesi lo liberano. Ma, nonostante tutto, la Pravda parla ancora di complotto. La smetter dopo un po, guardandosi intorno, forse consapevole di ben altro ridicolo, in volo durante quegli anni, non solo sulla Piazza Rossa. Un ridicolo pericoloso contro il quale erano schierati non i sistemi di sicurezza violati da Mathias Rust, ma la Glasnost e la Perestrojka, trasparenza e rinnovamento di Michail Gorbacv.
Presunti giganti. A ben vedere, anche Mathias Rust

esemplica abbastanza bene tutte le contraddizioni degli Ottanta: mette in evidenza quanto i giganti spesso siano presunti. Indirettamente sul sentiero diretto alla ne della strada dei regimi comunisti. Un anno dopo latterraggio di Mathias sulla Piazza Rossa, superando il muro impenetrabile della cortina di ferro, cadr il Muro di Berlino. Quel Cessna fotografato, ripreso dalle televisioni di tutto il mondo. Diventa mito e spettacolo, fenomeno mediatico, cos come si diceva n da allora. Inventare un fenomeno mediatico avrebbe garantito la esistenza in vita, nel creato della divina apparenza. 1988, Festival di Sanremo, qualche mese prima dellestate in cui Mathias Rust esce di prigione. Parola di Rosalino Cellammare, in arte Ron: Verr un giorno che gli aerei voleranno da soli / faranno rotta dove vogliono loro / e pi niente li potr fermare / nessun radar li potr intercettare / passeranno i conni del mondo / toccheranno le stelle / poi li vedremmo planare sul mare sul mare / sfrecceranno sulle nostre teste cos vicino che / ci dovremmo abbassare / solo i bambini mettendosi

un dito nel naso / potranno guidare / e non sapremo se ridere se piangere / so soltanto che tutto sar diverso / il mondo avr una grande anima. Bella, senzaltro bella: Il mondo avr una grande anima, presentata a Sanremo di quellanno, arrivata al ventunesimo posto e soprattutto ispirata allimpresa di Mathias Rust. Come gli uguri etruschi vedevano il futuro osservando il volo degli uccelli, cos Rosalino Cellammare, interpretando il volo del Cessna di Mathias, preconizza un mondo diverso, dai cieli liberi e una grande anima, innocente come quella dei bambini. Bella, senzaltro bella, con la santicazione del diciannovenne tedesco, quasi bambino, certamente in grado di tenere in scacco i poteri forti del mondo. Ma gli anni Ottanta mostrano. Gli anni Ottanta sono spesso una quinta esistenziale dietro la quale possibile trovare di tutto: cos nellimpresa di Mathias. Davanti, lapparenza: con linnocenza di un adolescente, le sue belle frasi contro i blocchi contrapposti di Occidente e Oriente, quellaereo simpatico, quasi glio dei cartoni animati di Walt Disney e limmancabile nale dolce della ne della prigionia. Dietro questa quinta e alla ne della strada, la storia di quel ragazzo diventato adulto e processato per un tentativo di stupro prima e qualche truffa poi. Sono gli Ottanta, bellezza. La televisione porta nelle case di tutto (e di pi), come da slogan. Di volo in volo luned 29 agosto del 1988. La notizia in prima pagina su tutti i giornali: Le frecce tricolori sulla folla: 38 morti. successo a Ramstein, in Germania. I pi giovani forse non lo ricordano, ma molti di noi s. Unaltra strage in diretta, glia della televisione, l a riprendere con le telecamere. una disgrazia e una sciagura. Forse un errore delluomo, del pilota, del solista. Durante lesecuzione di una gura acrobatica, collisione in volo e piovono aerei incendiati sugli spettatori. Ed polemica. Subito. Perch far volare quegli acrobati sulla folla? Perch non far disegnare altrove quelle gure geometriche nate dalle scie colorate? Muoiono i piloti Mario Naldini, Ivo Nutarelli, Giorgio Alessio. Nutarelli era il solista (codice pony 10, cio il pilota destinato a distaccarsi dal gruppo principale incrociando il resto dello stormo in una gura acrobatica). Per la ricostruzione successiva Nutarelli manca la traiettoria di inserimento e va

Il look dei ragazzi e la morte in diretta Sopra, un fermo immagine dello spaventoso incidente di Ramstein che coinvolse le Frecce Tricolori, provocando 69 vittime. Sotto: un gruppo di paninari a Milano. Il loro look costituito da giubbotti da vigile del fuoco, rigorosamente di colori accesi, pantaloni affusolati e scarpe da vela anche in citt, abbronzature al cocco e gel nei capelli. Ben visibili, poi, i calzettoni bianchi da sport.

FotograMMa

Martin FUeger / ansa

La musica leggera arriva in Vaticano Il primo cantante a tenere un concerto nello Stato Ponticio stato Franco Battiato (sopra), che nel 1988 pubblic lalbum Fisiognomica, vendendo oltre 300mila copie. Ne segu un tour internazionale. Proprio grazie a questo disco, nel 1989, Papa Giovanni Paolo II gli chiese di esibirsi per lui.

contro gli altri aerei della pattuglia. Bilancio ufciale e denitivo, 67 spettatori morti e circa 1.000 feriti. Inchieste, accertamenti e una dinamica mai chiarita del tutto (anche perch n troppo semplice addossare ogni responsabilit a chi non potr mai pi rispondere). come stupirci, con effetti speciali e televisione. Lincidente va in onda in diretta e sar riproposto continuamente in quei giorni: se ne parlava ovunque, secondo consuetudine ben nota al nostro Paese, da sempre in grado di esibire specialisti da bar in ogni settore. Siamo anche il Paese dei sessanta milioni di commissari tecnici. Per cui era sbalorditivo e deprimente insieme ascoltare ipotesi sulla ricostruzione dellincidente. E le dissertazioni avvenivano nel luogo indicato da sempre come centro della dialettica, simposio delle idee, momento di confronto del pensiero: tutto questo accadeva nei bar, sullo scorcio dellestate 1988. Periodo particolarmente adatto, a vacanze nite, campionato di calcio da avviare bene, attivit politica in atmosfera da coda di villeggiatura. Era sbalorditivo e deprimente veder piovere teoremi sulla formica dei tavolini, accanto alle olivette e i salatini dellaperitivo. Anzi, olivette e salatini si trasformavano negli aerei della pattuglia acrobatica, prendevano la forma delle gure disegnate in cielo, aperte e chiuse dalle mani esperte degli specialisti da bar, pronti a declinare i loro curricula: Ho il cugino di mio cognato assistente di volo allAlitalia. E di queste cose mi intendo!, cui replicava sicuro: Sono stato danzato anni con una ragazza tedesca, sorella di un sottufciale di mensa della base di Ramstein gurati se non so cosa succede in quei momenti!. In disparte, il pi esperto di tutti, reduce vivo e vivente da una esperienza di volo recentissima. Con arte studiata, lasciava discutere, osservava le riPiovono teoremi. Ma gli Ottanta sanno sempre

costruzioni con olivette e salatini, si toccava la punta del mento e, scandendo bene le parole, ponticava: un errore del pilota. Ha anticipato troppo la manovra. E se ve ne parlo cos perch ho appena fatto un errore del genere. Ma ero solo e mi sono ripreso senza danni!. Tutti pietricati, tutti in silenzio ad ascoltare il racconto e a chiedersi chi fosse mai quel reduce dellaria. La risposta arrivava dopo unaltra pausa studiata dellaviatore misterioso: Ho lasciato adesso il deltaplano sulla spiaggia e sono ancora stanco. Non impaurito, solo un po stanco. Gi: il 1988 ricorderete aveva regalato anche questa novit: la diffusione del deltaplano e a quel tempo non era necessario alcun brevetto di volo. Per cui tutti a svolazzare sul mare, improvvisando cabrate, picchiate e altre gure acrobatiche, spesso pi simili alle gure barbine. Lasciando rigorosamente da parte le esercitazioni dotte dagli esperti del simposiobar, anche la tragedia di Ramstein fa da quinta esistenziale a qualcosa di pi complesso e angosciante. Nutarelli e Naldini pare fossero in volo nel cielo di Ustica su un F-104 biposto proprio quella sera: la sera del 27 giugno 1980, la sera dellesplosione in volo del DC9 I-TIGI, Itavia. E c chi si spinto ancora pi avanti, suggerendo una relazione fra i due piloti e labbattimento del MIG 23, libico, recuperato molti giorni dopo sulla Sila. Unombra lunga, proiettata da allora no ai giorni nostri e preceduta ancora una volta dalla televisione di quel 1988. 6 maggio 1988, venerd. Durante la trasmissione televisiva di Raitre Telefono giallo passa una telefonata anonima, circostanziata allinverosimile lascia cadere interrogativi pesantissimi, ben lontani dalle certezze da bar. Domande proposte negli Ottanta e le risposte denitive devono ancora arrivare. Camminatore che vai / cercando la pace al crepuscolo / la troverai / alla ne della strada. Una possibilit, un percorso, una alternativa. Nel febbraio del 1988 Franco Battiato pubblica Fisiognomica ed il suo quindicesimo album: controtendenza. Nel 1988 nasce il Cd, ma di questo capolavoro ulteriore di Battiato si ricorda il long playing e la cassetta, chiamata condenzialmente musicassetta. Un aggeggio infernale, poco fedele anche perch si ascoltava in auto e in auto non era possibile un ascolto fedele. Quellaggeggio infernale, pronto ad abbandonarti se si bloccava una delle due rotelline avvolgi nastro, le bobine: continuavi ad ascoltare ancora qualche secondo Nomadi di Franco Battiato e Juri Camisasca: Lungo il transito dellapparente dualit / la pioggia

OLYCOM

ap (2)

Le dissertazioni avvenivano nel luogo indicato da sempre come centro della dialettica, simposio delle idee, momento di confronto del pensiero: il bar

di settembre / risveglia i vuoti della mia stanza / ed i lamenti della solitudine / si prolungano / come uno straniero non sento legami di e non andava pi avanti: non si arrivava alla ne della strada. Sulle prime restavi un po interdetto, poi capivi. Premevi sul tasto stop, fermavi il mangianastri e tiravi fuori la cassetta: il nastro era uscito fuori e si era intrecciato al meccanismo di trascinamento diventando una specie di organetto spiegazzato. E tutto questo accadeva ciclicamente sia nei mangianastri portatili delle auto, sia negli impianti stereofonici pi evoluti. Con la pazienza, aprivi la cassetta e tentavi un riavvolgimento del nastro, aiutandoti con una penna biro utilizzata con la funzione di perno con il quale far girare a mano la bobina. Se loperazione andava in porto, avresti avuto comunque una audiocassetta danneggiata nellascolto, in alcuni punti solo da immaginare e non sentire. Se poi intervenivano alcune

complicazioni assolutamente probabili, buttavi il tutto. Tra le complicazioni pi frequenti: la perdita delle viti a croce destinate a tenere unite le due parti della cassetta, la rottura di una di queste due parti nel tentativo di dissaldarne i bordi con un cacciavite, la caduta in terra di tutti i componenti della cassetta (dal feltrino spingi nastro in rame no al nastro stesso, a quel punto, irrecuperabile). Per cui era meglio ascoltare Battiato con il giradischi di casa. Avresti riscoperto luso degli strumenti e non della musica nta e campionata, le voci reali, parole su cui riettere in anni nei quali al verbo riettere si preferiva la forma riettersi sottintendendo nello specchio. autocompiacimento, di esteriorit, di forma diventata sostanza e di sostanza vaporizzata nella forma. Ci si chiedeva da dove mai fosse arrivata E ti vengo a cercare. C chi, allinizio, immaginava fosse una canzone damore: E ti vengo a cercare / E ti vengo a cercare / anche solo / per vederti o parlare / perch ho bisogno / della tua presenza / per capire meglio / la mia essenza. Ma ti faceva riettere luso della parola essenza: non era cos adatta per una canzone damore propriamente detta. E poi quale era quel rapimento mistico e sensuale / mi imprigiona a te? Ma era sufciente proseguire e si chiariva tutto. Dovrei cambiare loggetto / dei miei desideri / non accontentarmi di piccole gioie / quotidiane / fare come un eremita / che rinuncia a s. In quel 1988 evanescente di parole color pastello come le camicette, una canzone parlava di un secolo oramai alla ne / saturo di parassiti senza dignit, e spingeva a cercare lUno / al di sopra del Bene e del Male. In quel 1988 dellefmero siliconato colpiva quellinvito: Emanciparmi dallincubo delle passioni. Cos come tutto il resto dellalbum ti incuriosiva: un brano in siciliano con il nale in arabo (Veni lautunnu), una rilettura del mito dellamore (Il mito dell amore muore / senza tante cortesie / ti accorgi che nita / da come cadi nellinsofferenza / ci che ti unisce / ti divider / nei miei ricordi / la Quarta Sinfonia di Brahms). E poi la trilogia Nomadi, E ti vengo a cercare, Loceano di silenzio. In questa, addirittura parte del testo in tedesco, assieme alla voce di una soprano e una esecuzione orchestrale indimenticabile. Sembrava appartenesse a un altro mondo, a unaltra epoca: Quanta pace trova lanima dentro / scorre lento il tempo di altre leggi / di unaltra dimensione / e scendo dentro un Oceano di Silenzio / sempre in calma. 18 marzo 1989, Sala Nervi. Giovanni Paolo II desidera ascoltare proprio queste tre canzoni. E Franco canta dal vivo, davanti al papa, accompagnato dallorchestra. Gli anni Ottanta vivono anche queste eccezioni, sempre pronti a stupirci ancora. Una leggenda racconta come viene chiamato Battiato per il concerto in Sala Nervi. La richiesta arriva a Di Lernia, un nome mito della discograa italiana. Di Lernia prende il telefono e chiama: A Battia, te vole er papa!. Rapido, incisivo, senza troppi giri di parole: fast call come fast food. Gli Ottanta non deludono mai: per archiviarli, baster arrivare alla ne della strada. Umberto Broccoli
Alla ne della strada. Anni di ego smisurato, di

Il volo che viol la cortina di ferro Mathias Rust (sotto) passato alla storia per essere riuscito, a soli 19 anni, ad atterrare con un piccolo aereo da turismo nella Piazza Rossa di Mosca (nella foto in basso a sinistra, il suo piccolo monomotore Cessna 172 davanti al Cremlino). Era il 1987, in piena Guerra Fredda. Studente e aviatore per passione (aveva il brevetto di volo), Rust intraprese il volo illegale dalla Germania Ovest.

gli anni della speranza


Prosegue il viaggio di SETTE negli anni che hanno segnato il nostro passato e il nostro presente. Nelle puntate precedenti, il 1968 e il 1978.
riproduzione riservata

Piaceri&Saperi Tempo al Tempo / a cura di Manuela Croci

Ospiti di Ligabue, a Campovolo, 14 volti della canzone italiana. Tra gli altri: Jovanotti, Elisa, Negramaro e Pausini
ltimo concerto dellestate o primo dellautunno? Secondo gli astronomi lautunno questanno comincia il 22 settembre alle 16.49, ma Italia Loves Emilia, show beneco messo in piedi da 14 big della canzone italiana, la conclusione rock dellestate. Con una bella stagione povera di grandi appuntamenti musicali San Siro, causa crisi e campo da rifare, ha avuto solo due concerti invece dei soliti cinque, lHeineken Jammin festival stato un mezzo op il compito di salvarci dal Pulcino Pio nelle mani della maratona beneca pro popolazioni terremotate. Appuntamento a Campovolo, alle porte di Reggio Emilia, il 22 settembre, per quattro ore di musica con Biagio Antonacci, Claudio Baglioni, Elisa, Tiziano Ferro, Giorgia, Jovanotti, Ligabue, Litba, Fiorella Mannoia, Negramaro, Nomadi, Laura Pausini,

Grandi e buoni in concerto per lEmilia

Italia Loves Emilia - Campo Volo - Reggio Emilia - 22 settembre Nella foto, da sinistra: Tiziano Ferro, i Negramaro, Elisa, Zucchero, i Litba, Giorgia, Lorenzo Jovanotti, Laura Pausini, Claudio Baglioni, Fiorella Mannoia, Beppe Carletti dei Nomadi, Renato Zero, Biagio Antonacci, Ligabue,

cUlTUra

maNTOVa auto storiche in gara Da Mantova a Siena e ritorno, passando per i centri storici dellEmilia, colpiti duramente dal terremoto. Un motivo in pi per seguire il 22esimo Gran Premio Nuvolari, dal 21 al 23 settembre. In gara 300 auto storiche tra settantasette difcolt tecniche, indispensabili in un omaggio al mitico Nuvolari, basso di statura / ma con un corpo eccezionale, citando la dedica di Dalla al campione mantovano. Gran Premio Nuvolari - Dal 21 al 23 settembre - gpnuvolari.it

In tempore organi Dal 22 sett. al 27 ott. Almenno San Salvatore (Bg) - antegnati.it

BErGamO in tempore organi Voci et organo insieme 2012 La storia dellorgano Antegnati inizia nel 1588, quando gli Agostiniani Eremitani lo commissionarono alla famiglia di noti maestri organari bresciani. Ancora oggi fa sentire la sua voce nella rassegna In tempore organi - Voci et organo insieme: sei serate nelle chiese San Nicola, San Giorgio e San Salvatore ad Almenno San Salvatore (Bg) per riscoprire un repertorio musicale antico dove gli strumenti sono i veri protagonisti.

BOlOGNa artelibro - Festival del libro darte Mostre di libri antichi e dartista, rassegne, convegni professionali, conferenze, workshop per ragazzi. E una mostra-mercato. Artelibro, il Festival del libro darte trasforma Bologna in un grande contenitore culturale coinvolgendo pi di 30 spazi pubblici e privati tra musei, biblioteche e gallerie, e oltre 100 artisti contemporanei chiamati a presentare il loro contributo su
108 sETTE | 38 21.09.2012

carta. Tema della manifestazione: Il collezionismo librario: raccogliere seminare, che sottolinea limportanza di questo fenomeno nellambito privato e per la crescita del patrimonio culturale pubblico. La novit la rassegna di editoria autoprodotta Fruit. Focus on contemporary art che confluir nella mostra-mercato allinterno di Palazzo di re Enzo. Artelibro - Dal 21 al 23 sett. - Bologna - artelibro.it

Renato Zero e Zucchero. Quando qualcuno, grazie a un semplice brano, riesce a sentire un segnale di speranza, allora vuol dire che quei versi sono davvero utili. Quando qualcuno non si sente solo nel proprio dolore, gi trova un appiglio per risalire la china. Con Italia Loves Emilia vogliamo dire a chi sta soffrendo: ci siamo, dice Ligabue che, allindomani del terremoto, ha raccolto la disponibilit degli altri colleghi e messo in moto la macchina. Lincasso (150 mila biglietti) e gli altri proventi saranno destinati alla ricostruzione di una o pi scuole danneggiate dal sisma e la raccolta e lutilizzo dei fondi saranno gestiti dalla Onlus Italia Loves Emilia costituita per loccasione. Per chi non ci potr essere, dirette su tutti i network radiofonici nazionali e su Sky Prima Fila; interviste, backstage e i video con una canzone per artista su corriere.it il giorno dopo. Andrea Laffranchi

LAquila prima e dopo il terremoto. Racconto della citt sconvolta dal sisma nelle immagini rmate Berengo Gardin
tre anni dalla tragedia del 6 aprile 2009, LAquila torna protagonista in un percorso espositivo che la testimonianza diretta di un maestro della fotograa: Gianni Berengo Gardin. Proposta nellambito del festival FotoLeggendo presso il Museo di Roma in Trastevere, la mostra LAquila - prima e dopo (inaugura mercoled 26 settembre e prosegue no all11 novembre) racconta unesperienza nitida e insieme dolorosa. Forte di un impegno sociale costante, dopo anni di lavoro sul campo,

Berengo Gardin mette a nudo le ferite di un tessuto urbano sepolto sotto travi e impalcature, lontano da quel ritratto animato di volti, architetture e strade immortalati la prima volta sedici anni fa (gli scatti vanno dal 1995 al 2011). Un atto dovuto a una citt dove i bambini hanno smesso di giocare nelle piazze ed sempre pi simile nel ricordo del fotografo al quartiere capitolino di San Lorenzo dopo il bombardamento americano. Al silenzio assordante che oggi abita il centro storico aquilano, dedicata limpronta di uno stile immutato e di uno sguardo vigile sulla realt. Accompagna lesposizione un volume edito da Contrasto e One Group. Giulia Valsecchi

LAquila prima e dopo Dal 26 sett. all11 nov. Museo di Roma in Trastevere

arTE & mUsica

ricciONE Pollice verde Dopo la contemplazione estiva, occorre darsi da fare in giardino. Del resto, si sa, lautunno stagione di semina. Ma per cercare piante, bulbi e semi giusti, sar meglio recarsi dagli esperti di Giardini dautore, a Riccione, per imparare a curare meglio il nostro pezzetto di natura attraverso laboratori Piante a colori), incontri (Parlare verde) e sculture derba. Giardini dautore - 22 e 23 settembre - Villa Lodi F - Riccione - giardinidautore.net.

RoBOt festival 27 sett. e dal 10 al 13 ott. - Bologna robotfestival.it

BOlOGNa roBOt festival Visto il nome, non poteva essere altrimenti. Sono le arti digitali e la musica elettronica i protagonisti del RoBOt festival, con performance di artisti da tutto il mondo. Nel concerto inaugurale, il musicista, compositore e attore giapponese Ryuichi Sakamoto, noto per lOscar vinto nel 1987 con la colonna sonora del lm Lultimo imperatore, si esibisce con Alva Noto, musicista davanguardia, famoso per le rappresentazioni visive che accompagnano i suoi brani.

NaPOli lantigone in chiave moderna Si alza il sipario sulla seconda parte del Napoli Teatro Festival Italia con sette spettacoli che inaugureranno le stagioni di alcuni teatri cittadini. Grande attesa per Antigone (il 25 e 26; nella foto) di Luca De Fusco che, per lapertura della sessione autunnale, ha commissionato alla scrittrice Valeria

Parrella la drammaturgia originale. La tragedia di Sofocle rivive in un testo di sorprendente attualit, che si interroga su libero arbitrio, eutanasia, incerto conne tra leggi della natura e delluomo, detenzione nelle carceri, suicidio come atto consapevole. Napoli Teatro Festival Italia - Dal 25 al 30 settembre Napoli napoliteatrofestival.it
RIPROduzIONE RIsERvATA

sETTE | 38 21.09.2012

109

Piaceri&Saperi arte e oltre / di Francesca Pini

Al Reina Sofa di Madrid unampia carrellata sullarte e la cultura di quel periodo. Che anche Firenze ripropone

i difcili anni trenta, in spagna e in italia

periodo di transizione Sopra, dipinto di Andr Masson. A anco, una fotograa di Man Ray. In alto a destra, un dipinto di Guttuso.

imperituro monito, Guernica. Che riguarda tutti noi, oggi pi che mai. lo spartiacque tra Bene e Male, tra umanit e disumanit. Dal 1937 (anno in cui Picasso la dipinse) a oggi i presagi sono sempre sfociati in conitti epocali. Fu il suo urlo munchiano, in memoria della citt santa dei Baschi rasa al suolo dalle bombe della Legione Condor dellaviazione tedesca. Il Reina Sofa, oggi conserva il capolavoro. Esposta per la prima volta a Parigi, allExposition Internationale des Arts et Techniques dans la Vie Moderne.

Viaggi poi in Europa e negli Usa (con lincasso dei biglietti si supportava la causa repubblicana) dove rimase al MoMa no al 1953. Il museo spagnolo celebra il 75esimo anniversario di questa icona, ritornando al suo valore intrinseco, costruendole attorno una mostra di ampio respiro (oltre 400 opere dai musei del mondo, dal 2 ottobre) sugli Anni Trenta, generatori di tensioni politiche, culturali, estetiche, economiche (la grande crisi del 29), substrato sul quale agirono Man Ray, Masson, Mondrian, Buuel, Sironi e molti altri. Cartina di tor-

anticipazioni

ed rUscha Kunsthistorische Museum, Vienna, Maria-Theresien Platz, Dal 25/9 al 2/12

carsten nicolai Hangar Bicocca, Milano Via Chiese, 2 Dal 21/9 al 2/12 Un grande spazio come questo pu anche essere il terreno privilegiato per illusioni ottiche, sonore, luminose. Il visitatore invitato a entrare quasi sicamente, grazie alle sue percezioni sul campo, in questa installazione lunga cinquanta metri.

Veronica garcia Galleria Costantini, Milano Via Crema, 8 Fino al 13/10 El recuerdo de la Sombra, il ricordo dellombra, che, pur non avendo consistenza, ingombrante. Lartista argentina pone distanza tra s e questo immateriale mondo abitato, leggendolo con la positivit del colore.

La graca degli slogan pubblicitari entr senza barriere nella Pop Art americana. Ed Ruscha ne fa un po il suo vessillo, depurandolo da aloni troppo smaccatamente commerciali, abbracciando piuttosto il lettering e una geometria del linguaggio.
110 sette | 38 21.09.2012

atelier dartista

Che cosa sta preparando yoko ono

nasole per decifrare molti segni attuali. Vuole avere una sua epica questa mostra, e alla progressiva ascesa dei regimi totalitari, fa da contrappasso la pluralit delle correnti artistiche, realismo, surrealismo, dada, astrattismo. E anche rivisitando le grandi mostre di allora, si trovano chiavi interpretative.
roma, 1933. Anno della Mostra della rivoluzione fascista, inaugurata dal Duce. Che serv da modello allallineato Renato Bertelli che fece della scultura Prolo continuo del Duce (riprodotta su larga scala) un successo commerciale dellepoca. Gli Anni Trenta raccolgono un condensato di fermenti che ci perviene dalle avanguardie dei primi del 900. La scena italiana viene spinta dalla Biennale, dalla Triennale e dalla Quadriennale. Analizzare larte di quel periodo anche oltre il dato sensibile del fascismo (come fa questa mostra a Firenze a Palazzo Strozzi, dal 22) signica incontrare le scuole che si sviluppano a Milano, Roma, Firenze, Torino, Trieste, con personalit come Sironi, Donghi, Viani, Carr, Guttuso.

Quarantacinque anni fa lei e John Lennon inviarono due ghiande al presidente jugoslavo Tito, che le piant nel suo giardino. Unazione pacista (rievocata recentemente a Muggia) che ha fatto crescere due grandi alberi. Davvero non sapevo cosa fosse successo a quei semi. Sono felice del gesto di Tito. Ed bello sapere che la gente di quel Paese li abbia fatti crescere. Yoko Ono, attivista per la pace. Sto lavorando con lImagine Peace Tower che ho costruito in Islanda. Chiedo alle persone di appendere i loro pensieri allalbero dei desideri. Io poi tengo questi bigliettini, nel mondo ne ho raccolti ormai pi di tre milioni. Insieme, possiamo davvero creare un mondo migliore. In questo io credo. Lartista, in studio, lavora in solitaria. Trovo sia pi efciente in questo modo. Ma posso lavorare e meditare ovunque, quando sono ispirata. Io e John eravamo entrambi due persone molto fluide, abbiamo creato ovunque, in qualsiasi momento, insieme e no. Adesso sto per entrare in studio a registrare il mio prossimo album.

andreas gUrsky Museum Kunstpalast, Dsseldorf Ehrenhof, 4/5 Dal 23/9 al 13/01/2013 Sono davvero molti gli scatti di cui il fotografo si serve per arrivare a fonderli, con la tecnologia digitale, in unimmagine assoluta e perfetta. In questa retrospettiva composta di 60 scatti, si segue la sua attivit dal 1980 a oggi.

nUoVo MUseo Stedelijk, Amsterdam Paulus Potterstraat, 13 Inaugurazione il 23/09 Innesto contemporaneo sulledicio storico del 1985, ma cos larchitetto Crouwel ha fatto guadagnare al museo 10mila metri quadrati. Con il termine dei lavori di ristrutturazione del Rijksmuseum, la citt scaler le classiche delle mete pi visitate.

Un altro teMpo Mart, Rovereto Corso Bettini, 43 Dal 22/9 al 13/01/2013 Piccolo mondo antico (britannico). Snobbish e decadente, quel tanto che fa bene allarte, al design e alla fotograa (sopra, Edith Stiwell e i suoi fratelli in unimmagine di Beaton). La mostra ruota attorno a personaggi bizzarri e irresistibili.

RipRoDuzione RiSeRvAtA

sette | 38 21.09.2012

111

Piaceri&Saperi Cinema / di Mariarosa Mancuso

uno striptease da applausi

Steven Soderbergh stavolta esalta talento e muscoli degli attori. Nella riuscita storia di un muratore, che di notte fa lo stripper

pplausi a Matthew McConaughey, che nalmente tira fuori la sua grinta da attore. Il primo tentativo (riuscito non male) fu nel lm di Joel Schumacher Il momento di uccidere (1996). Seguirono parecchi ruoli in cui esibiva soltanto i pettorali. Forse il ragazzo era gi bravo e dotato, certo non si impegnava granch. Forse serviva il talento di William Friedkin per dare la scossa al talento dormiente. Fatto sta che in Killer Joe visto al Lido nel 2011, uscir il 18 ottobre lex bisteccone merita lOscar. Se solo gli Oscar premiassero attori che improvvisano sconcezze con una coscia di pollo. A Cannes lo abbiamo ammirato in due lm, sempre nella parte di gentiluomo con forte accento sudista. Non importa se per campare fa il killer, il giornalista investigativo, oppure il fuggiasco sullisola (i titoli sono Mud di Jeff Nichols e The Paperboy di Lee Daniels, vogliamo sperare nella tempestivit dei distributori). Intanto godiamoci Magic Mike, dove in canottierina striminzita e cuoio nero scalda il pubblico di donne urlanti in attesa degli spogliarellisti: vietato toccare, ma stasera sento che la legge sar infranta molte volte. te, per le spettatrici in sala. Neppure innamorarsi dei numeri di burlesque, quando li vediamo al cinema. A Magic Mike dovrebbero toccare almeno un po delle chiacchiere fatte intorno alle donne che si spogliano con fantasia. Con ironia e riappropriandosi del proregista innamorato. Non vietato allungare mancet-

prio corpo: ricordiamo benissimo la frase, e siamo sicuri che nessuno la ripeter. Peccato: i numeri musicali se la giocano alla pari almeno con quelli visti in Tourne di Mathieu Amalric. I boys escono vestiti da pompieri, da detective con cappello e impermeabile, da soldati in tuta mimetica, da patrioti in mutande a stelle e strisce (pensate ai Village People, c pi o meno tutto tranne la gayezza). Ballano con pazzesca energia, via le braghe quando

MagiC Mike di Steven Soderbergh con Channing Tatum, Alex Pettyfer, Matthew McConaughey

Le recensioni / di Claudio Carabba

the Bourne LegaCy di Tony Gilroy con Jeremy Renner, Edward Norton e Rachel Weisz

Bourne non c, andato via; forse morto, magari torner se convinceranno Matt Damon a rinlarsi negli ormai scomodi panni. Intanto al suo posto corre e combatte lagente numero 5, che ha la faccia del duro Renner, uscito dal deserto di guerra di The Hurt Locker. Dalle montagne dellAlaska alla caotica Manila, tutta una fuga, a mano armata, per procurarsi i farmaci necessari per sopravvivere. La Cia (e altre agenzie pi oscure) vogliono eliminare tutti i soldati di ferro che facevano parte di un progetto sperimentale. Lunico aiuto, nella battaglia per la sopravvivenza, sar una intrepida dottoressa pentita. Il gioco (alla Mission: Impossible) ben conosciuto ma diverte. Passato dalla sceneggiatura alla regia, Gilroy un gran appassionato dei segreti dellAmerica. La morale la dice il pallido Edward Norton, spione-capo spietato: Noi siamo moralmente indifendibili e assolutamente necessari. Sar solo roba da popcorn, ma in Italia un lm cos sui nostri Servizi non si potrebbe fare.

Fuga a mano armata allombra della Cia. sgranocchiando popcorn

112

sette | 38 21.09.2012

non sparate sugli italiani


Stile provinciale? Non sempre. E se la storia c, non un limite

il momento. Matthew McConaughey fa la bella statuina dipinto di vernice dorata e luccicante. Va in scena come tutti con il suo numero (piuttosto acrobatico), anche se Steven Soderbergh lo mostra allinizio solo come impresario e consigliere. E lo spettatore constata che quei muscoli non servono solo per le fotograe. Applausi a Channing Tatum, che ha davvero un passato da spogliarellista, oltre che da modello, e da campione di arti marziali. lui Magic Mike, muratore di giorno e di notte stripper allXquisite di Tampa. Soderbergh lo adora come certi registi adoravano le loro dive. Molta carne e un bel faccino da inquadrare con tenerezza nelle scene fuori dal palcoscenico: naturalmente c una ragazza da conquistare, ignara del mestiere. E un giovanotto da trattare come un fratello minore un po sbandato: Alex Pettyfer, a cui tocca unimprovvisazione senza costumi e coreograa (si presenta sul palco in felpa con cappuccio) eppur divertentissima. Bisogna amare il musical, certo. O almeno apprezzare i lm ambientati dietro le quinte e nei camerini. Di uno spettacolo teatrale o di un incontro di boxe, non fa molta differenza. Bisogna darsi di Steven Soderbergh, vincitore a Cannes nel 1989 con Sesso, bugie e videotape. Un regista che periodicamente si innamora di qualcosa o di qualcuno, e scatta lidea per un lm (Channing Tatum ha collaborato alla sceneggiatura). Molto meglio questo del Che Guevara in due puntate, la sua penultima ssazione. Lasciato il basco rivoluzionario per i calzoni che con un gesto si tolgono, rieccolo in gran forma.

Monsieur Lazhar di Philippe Falardeau con Mohamed Fellag e Sophie Nlisse La brava insegnante si impicca nellaula vuota; un bambino il primo a trovarla. Al suo posto arriva nella scuola del nevoso Canada un silenzioso algerino; anche su di lui c un profumo di tristezza e morte. Niente sar facile. Falardeau scrive e dirige questa parabola sul dolore (e la forza) di esistere, con un rigoroso pudore, che colpisce al cuore. LintervaLLo di Leonardo Di Costanzo con Salvatore Ruocco, Francesca Riso e Alessio Gallo Chiusi nel desolato spazio di un collegio abbandonato, la prigioniera e il suo guardiano aspettano larrivo del boss; sono giovani, forse non innocenti. Di Costanzo viene dal documentario e si vede: nel suo racconto (da camorra piccola e dura) contano i luoghi, i lunghi silenzi. E lombra di una minaccia, sempre sospesa, durante il breve intervallo.

iano con le offese. Un scattata in un momento in cui mollm pu piacere opti lm (non solo Bellocchio&Cipr) pure no, ci manchehanno tentato di spezzare il domirebbe. Ma il dibattito nio della commedia spensierata. che si scatenato dopo Venezia, In primavera c stata una sorta di con accuse eccitate contro il prorinascenza, a cominciare da Cesavincialismo generale dei nostri re non deve morire (Orso doro a autori, stato esagerato (e il modo Berlino) dei Taviani, che stato giancora offende). Non da un Leone rato a Rebibbia, ma starebbe bene (o da una Palma) in pi o in meno, anche nel carcere di San Quintino che si giudica il livello poeticoin California. E, senza dimenticare culturale di una nazione. Un artista gli audaci tentativi di ricostruire la parla di ci che lo colpisce, di solito nostra storia recente (Romanzo di di ci che conosce. Poi dipende se una strage di Giordana, Diaz di Viriesce a emozionare. cari), Gianni Amelio A ragionare solo sui ha raccontato benissiCapolavori contenuti, si sbaglia. mo lAlgeria inquieta alla prova botteghino Prendete The Master, di Camus nel Primo Sopra, a destra, una scena di Umberto D. il lm che racconta gli uomo. Ora arriveraninganni e le passioni (1952) di Vittorio De Sica. no Reality di Garrone che si intrecciano die- A sinistra, Io e te (2012) di (premiato a Cannes) Bernardo Bertolucci. tro i maneggi di un e Io e te di Bernarpredicatore esaltato. do Bertolucci; anche Le chiese e le sette alla Scientology nuovi nomi premono. Insomma, non hanno fortuna in Italia; granon stiamo cos male. Il problema zie a Dio, il caso di dire. Questo che spesso per queste opere gli non signica che il dramma di incassi sono poveri. Ma non che Anderson sia roba solo da provinnel dopoguerra capolavori tipo cia americana profonda. Il tema ci La terra trema di Visconti o Umpu interessare: dipende da com berto D. di De Sica trionfassero al raccontato. Non che rimpianga il botteghino. Adesso, certo, la crisi passato (prossimo), in cui in nome pu aggravare la situazione. Che dellamor patrio si difendevano nessun dorma; o stia l, a guardarsi operette banali. Ma strano che la lombelico. crociata anti provincialismo sia Claudio Carabba
RiPRoDuzioNE RiSERvATA

sette | 38 21.09.2012

113

Piaceri&Saperi Musica / di Luca Bottura

Gli Uncharted Shores si chiamavano One Direction: e, come quelli noti, fanno tiritere pop. Ma hanno venduto milioni di cd
e avete amato il pezzo della settimana scorsa sugli One Direction, adorerete quello di questa sugli Uncharted Shores! Mi scuso per labbrivio da brutta pubblicit americana (quelle del tipo Visto in tv!, che poi quasi sempre ci che si vede in tv pessimo, quindi non si capisce perch dovrebbe essere uno sprone allacquisto) ma appunto di Usa che si tratta. Laddove tutto si compra e nulla si distrugge. Semmai si transa, davanti a un buon avvocato. Riassunto: gli One Direction sono una boyband britannica di chiara fama e capelli schiariti. Eseguono canzoncine in mistoterital e sono accolti ovunque, anche a Sanremo, da torme di ragazzine che durante i concerti lanciano loro un campionario di oggetti divisi equamente tra Hello Kitty e Victorias Secret. Tipo le cene eleganti, ma qui legale. duto dodici milioni di copie in un anno, scoprono che dallaltra parte dellOceano gli One Direction esistono gi. E, colmo dei colmi, pure loro eseguono musica costruita con software di autocomposizione. La notizia arriva sotto forma di difda: una causa sullutilizzo del nome. A seguire, turbinio di sciabole e accordo: va bene, fuori i soldi e noi ci chiameremo come il nostro ultimo
Solo tre parole. Un giorno, dopo aver ven-

Cambia il nome, non la sostanza

album, Uncharted Shores. La manovra di marketing possente: irretito dai siti specializzati, da quelli meno specializzati, persino da Rolling Stone che li denisce una band punk (certo, come Peppino Di Capri) anche il primo fesso si collegher a YouTube e ascolter il pezzo in questione. Fatto. Appunto. Terribile: una specie di frontale tra i Blink 182 e Midge Ure quando era diventato unicona degli orologi in plastica. Per sovrammercato, un abuso di vocoder che quasi ti viene da rimpiangere Cher. Il tipo di tiritera pop, insomma, che rimanda dincanto a Valeria Rossi e al suo celebre tormentone Solo tre parole. In questo caso: andate-a-lavorare. Questo dal punto di vista artistico. Sotto il prolo del mero utilitarismo, la sventagliata di bigliettoni incassata dagli Uncharted Shores invece un colpo da maestro di svuotamento del mercato dallinterno. Una sorta di comu-capitalismo tipo quello di certi amici miei che, ai bei tempi, comprarono e rivendettero startup di Internet tra una bolla speculativa e laltra. Guadagnandoci assai. Solo che l il talento cera, eccome. Inoltre, il cambio di nome pu essere utile a far perdere le proprie tracce e a riproporle con ancora maggiore sfrontatezza. Un depistaggio. Un po come quei tizi che ogni settimana mi propongono via e-mail soluzioni denitive per ampliare il millimetraggio

Uncharted Shores

virile, e sempre da un posto del globo diverso Cina, Canada, India sperando che almeno una volta ci caschi. Che poi mi sono sempre chiesto: ma come lo sanno?
nuovi battesimi. Fuor di divagazione, la differenza tra lo zolfanello e il bimbominkia che il secondo puoi fregarlo pi volte. Dunque chi ama gli One-Direction-Originali potrebbe persino concedere una chance compulsiva agli Uncharted Shores, il gruppo famoso per testi importanti come Dov lamore?. Dov casa?. Quello che piaceva tanto a E.T. Inne, il clamoroso precedente potrebbe aprire la strada ad altre identit ad assetdi Stefania Ulivi

i diSChi della SeTTiMana

Ai conni anaSTaSiS di Dead Can Dance

Rock TheaTre iS evil di Amanda Palmer & The Grand Theft Orchestra

Ai conni love ThiS GianT di David Byrne & St. Vincent

Londa non pi nuova, ma dopo 16 anni di silenzio il ritorno di Perry & Gerrard commuove e incanta n dal pezzo dapertura Children of The Sun. Unopera manifesto sulla memoria, le radici, la resurrezione suggerita dal titolo. Si chiude in bellezza con All in God Time.
114 SeTTe | 38 21.09.2012

Passato il clamore mediatico (un milione e duecentomila dollari raccolti tra i fan come autonanziamento) resta la musica di questa artista dallanima dark-punk e dallesuberante vena autoriale. Ha chiesto supporto al trio McQuilken, Raines e Bischoff. Il risultato? Ottimo.

Per lui non occorrono presentazioni. Lei (che lha invitato a collaborare) una delle pupille della scena indipendente newyorkese, al secolo Annie Clark. Le dodici tracce divertono, ma i due, di certo, possono fare di meglio. The One Who Broke Your Heart per perfetta.

Le ninne nanne del pianista


i dice che il sogno starebbe al sonno come il jazz alla musica. Su questa ipotetica equivalenza Diego Baiardi, pianista e arrangiatore, ha costruito un progetto ricco di fascino e di sfaccettature che rende lequivalenza non poi cos ipotetica. Si chiama Bonne Nuit (Incipit): un viaggio dalla veglia al sogno, no al termine della notte, attraverso musica, immagini e parole. Un cd pi libro nel quale diciannove ninne nanne, scelte e rivedute dallo stesso Baiardi che da tempo si dedica a questo tipo di ricerca, si intrecciano ai disegni di una giovane Valentina (foto) rmata Guido Crepax accompagnati a loro volta da parole, ricordi, abe, citazioni redatte dal glio Antonio, anchegli amante del jazz come il padre e sensibile al mondo dellinfanzia. Gi, perch Bonne Nuit sarebbe rivolto innanzitutto ai bambini; ma non difcile ipotizzare che saranno gli adulti

Parentesi jazz

to variabile anche da noi. Pensate ai Matia Bazar, se solo saltasse fuori che una band australiana si chiama come loro. Potrebbero monetizzare diventando Quelli che dopo Antonella Ruggiero, s, dai, vabb. E i Litba? Quanto ne guadagnerebbero a ribattezzarsi Imbolsiti noi? E il Liga, che ci copia i suoni ventanni dopo?. E poi i Nomadi: un bel Festa dellUnit, direttamente, e si risparmia spazio sui manifesti. Dice il saggio: ma chi sei? Ma come ti permetti? Ma perch il nome non te lo cambi tu? Fatto. Qualcosa che nobiliter queste poche e povere righe. Se il maestro permette, pensavo a Mario Luzzatto Fegiz.

(magari accompagnati) i primi a godere di questo progetto. Afdate a due nuclei musicali, uno jazzistico e laltro etno-acustico, le ninne nanne spaziano da brani di Goran Bregovic (Lullaby) e di Buscaglione-Chiosso (Ninna nanna del duro) a canzoni popolari (la Ninna nanna trentina, quella berbera, e la Nan Bob veneta) o moderne rmate Sheryl Crow (Lullaby for Wyatt) e Billy Joel (Good Night My Angel). Cui se ne aggiungono altre di Baiardi. Le interpreta una eccellente squadra di musicisti (Antonello Salis, Paolo Fresu, Riccardo Fioravanti, Andrea Dulbecco, Tullio De Piscopo) e di voci (Petra Magoni, Paola Folli, Patrizia Laquidara, Cristina Zavalloni) che scivolano da unatmosfera allaltra, con eleganza e delicatezza, come dal dormiveglia si scivola nel sonno. Anche se addormentarsi prima della ne sarebbe un vero peccato. Lorenzo Vigan

cLassica

Un talento al pianoforte
Non ho mai ascoltato nulla del genere: sono queste le parole di madame Martha Argerich di fronte al talento smisurato del pianista Daniil Trifonov (classe 1991), giovane promessa gi ampiamente mantenuta, come dimostrano i successi al Concorso Arthur Rubinstein di Tel Aviv e soprattutto al Concorso Cajkovskij di Mosca. In questultima occasione si fece notare per lesecuzione del Concerto n. 1 di Cajkovskij, vero e proprio totem della letteratura pianistica rispolverato in occasione del suo debutto discograco daniil Trifonov per letichetta del Teatro Mariinsky di San Pietroburgo (sotto la bacchetta dello zar Valery Gergiev). Una lettura trionfale, eroica e nello stesso tempo intima, che picchia sul virtuosismo senza sacricare la delicatezza del tocco e che dimostra una maturit artistica davvero sorprendente (Cd Mariinsky). Andrea Milanesi

effetto note / di Mario Luzzatto Fegiz il rapper che piace alla chiesa
esli, pi che il nome di un cantante, sembra quello di un mix di cereali per la colazione del mattino. Nesli (allanagrafe Francesco Tarducci, 32 anni, fratello minore di Fabri Fibra) particolare perch propone un rap che piace alla Chiesa. A differenza dello sboccato fratello non arrabbiato, ma cerca sempre di lanciare un messaggio positivo (perch il bene genera bene, canta in una delle sue canzoni). E affronta anche temi importanti, come quello della religione e del rapporto fra uomo e Dio: Quello che ho capito solo grazie a Dio, ti voglio senza Dio, per poi ritrovarlo, ora che cerco un posto che sia davvero mio, ora che Dio non ha risposto sono soltanto io, e se fosse tutto qui il paradiso in questo mondo, e gli angeli se fossimo noi in queste strade vuote senza tempo.... Nesli su piazza da dieci anni (suo il brano La ne, una delle pi apprezzate tracce dellultimo album di Tiziano Ferro) e questo il suo terzo disco e si intitola Nesliving vol. 3 nel quale canta anche del difcile passaggio verso let adulta: Perdo via, il sudore, il sangue tutta roba mia, per diventare grande ho capovolto il mondo (...) pensavo che la vita fosse solamente un incubo, ma non sapevo cosa mi aspettasse mentre ssavo il softto in camera da piccolo. La risposta al male di vivere sta per Nesli nellamore: Voglio un mattone per questo tempio, perch da l sorgeremo di nuovo, voglio lamore per questo tempo, perch cos che diventi uomo.
riPrODuziOne riSerVATA

SeTTe | 38 21.09.2012

115

Piaceri Libri / A cura di Antonio DOrrico

Ritorna il capolavoro di Marcel Schwob e la sua teoria su come si devono raccontare le esistenze degli altri
i sono libri che nascopietre della casa dove viveva Septima no da unispirazione erano dun rosa tremulo. originalissima e felice I ltri magici ritornano nella biogra(dalla prima allultima a di Lucrezio che fu toccato dalla riga), da uno stato di grazia linguibenedizione degli spazi calmi. Il stica, dotati di una miracolosa cagrande poeta impar dal suo profespacit di nominare le cose. Come sore di greco a impadronirsi dellarvItE Centanni di solitudine di Garca te di disprezzare le azioni umane. ImmAgINARIE Mrquez o Le citt invisibili di Italo Si innamor di una donna africana di Marcel Calvino (per dire i primi due che bella, barbara e cattiva. Prov a Schwob mi vengono in mente). Vite immafarci lamore (Stringeva i suoi seni Adelphi, 206 ginarie di Marcel Schwob una di metallici e incollava la sua bocca alle pagine, 12 euro. queste opere singolari. labbra di lei, di un violetto scuro), Nellevocare le sue vite di poeti, ma non ci riusc. Intanto sosteneva dei, assassini, pirati ma anche principesse e che siamo fatti di atomi che si disputano signore galanti, Schwob si attenne a una regouna oscura supremazia, nel mondo esterno la: Larte del biografo consiste appunto nella ma anche allinterno del nostro corpo. Anche scelta. Non deve preoccuparsi di essere vero; lamore provocato dagli atomi che sentono deve creare entro un caos di tratti umani. la fortissima attrazione di unirsi agli atomi Il suo meglio lo d con gli antichi come il lodella persona amata. Il nale puro noir. Lusofo Empedocle che sbalordiva il pubblico dei crezio beve un ltro magico preparato dalla suoi seguaci cantando loro della volta divina, bella africana e riesce cos a farci lamore per fatta di cristallo, della massa di fuoco che noi la prima volta. Ma il ltro anche un veleno e chiamiamo sole, e dellamore, che tutto conil poeta muore. La sua prima notte sar anche tiene, simile a una vasta sfera. Tutti gli esseri, lultima. diceva, non sono che pezzi distaccati di questa Seicentesca ma modernissima la vita dellatsfera damore dove sinsinu lodio. Oppure tore Gabriel Spenser. Sua madre fu una putlincantatrice Septima: Septima fu schiava tana, di nome Flum che esercitava a Londra, sotto il sole africano, nella citt di Adrumeto. in una sala vicino a Hyde Park. Ogni sera dopo E sua madre Amena fu schiava, e la madre di cena veniva a trovarla un capitano dalle dita questa fu schiava, e tutte furono belle e oscure, cariche di gioielli di rame, e due bellimbusti, e gli di infernali rivelarono loro ltri damore che indossavano morbidi farsetti. Il posto era e di morte. La citt di Adrumeto era bianca e le frequentato da attori e Gabriel Spenser divenIN 25 PAROLE

Biograe? Le pi vere sono inventate

La fantasia al potere Marcel Schwob nacque a Chaville nel 1867 e mor a Parigi nel 1905. Fu amico di Robert Louis Stevenson. Nellaltra pagina, E. L. James il caso editoriale dellanno con la sua trilogia porno.

PRImO sALE di Vincenzo Mungiguerra Rubbettino, 144 pagine, 12 euro.

LA (fOtO)CAmERA dI PANdORA di Joan Fontcuberta Contrasto, 206 pagine, 19,90 euro. Alison Jackson fa foto false delle celebrit nello stile dei paparazzi: la regina dInghilterra seduta sul water, Monica Lewinsky che accende un sigaro a Clinton.

I sILENzI dI fEdERER di Andr Scala ObarraO, 78 pagine, 12,50 euro.

Uneducazione sentimentale nella Calabria Anni Sessanta, con un gruppo di ragazzi (Ciccio il Guercio, Formula Uno, Gigi il Bastaso) che non dimenticherete. Un bel romanzo.

Jimmy Connors, il tennista americano, non capisce la rivalit senza odio tra Federer e Nadal. Lui aveva bisogno di odiare al massimo McEnroe per batterlo.

116

sEttE | 38 21.09.2012

OLYCOM

Cameo / Il bestseller della James una boiata pazzesca per le donne sposate da 30 anni e oltre
LA LEttRICE mARINA mALdINI INtERvIENE sul caso E. L. James, dominatrice in classica con le sue Sfumature: Su Sette del 30 agosto il signor Rolando Belvedere commenta il libro di E. L. James parlando del protagonista maschile (Christian Gray) come di un maturo miliardario, ma il Belvedere lha letto? O considera un 27enne maturo forse nel senso che ha ottenuto la maturit liceale? Cosa dire allora di un 40enne? Attempato? 50enne? Vecchio? 60enne? Decrepito? vero, il libro una boiata pazzesca, per noi italiani, che non siamo bacchettoni come gli americani, e soprattutto per le donne sposate magari da 30 anni e oltre, ridicolo, ma la protagonista ha 21 anni ed scema. Ne esistono ancora? Magari anche qui nelle baite isolatissime della Sila, ma forse anche l ogni tanto passano i foresti (intesi come cittadini). Ribadisco, il libro stupido e noioso, penso che tutti abbiano fatto come me, prime 150/200 pagine e poi saltando qua e l verso la ne per curiosit (dovevo renderlo), ma magari le 12enni possono (speriamo di no) prendere appunti. Le coppie collaudate... boh, come si fa a scrivere altri due libri per dare un seguito alla storia?. Gentile lettrice, lei critica tanto il romanzo della James per se l letto per vedere come va a nire. E questa lunica regola dingaggio che deve avere uno scrittore di romanzi: costringere chi legge ad arrivare (magari barando, saltando qualche brano) allultima pagina. Quando riuscito in questa impresa un narratore ha fatto il suo dovere. Il resto sono chiacchiere (chiacchiere e tabacchiere di legno il banco di Napoli non prende in pegno). Lasci perdere le ragazze della Sila. Per quanto mi riguarda, se avessi la fortuna di vivere dalle parti della Sila (Grande, Piccola o Greca) leggere E. L. James non mi passerebbe nemmeno per lanticamera del cervello. P. S. A una slata di scrittori e di scrittrici inviterei la James chiedendole di vestirsi come vestita nella foto qui sotto (la sua idea di sexy?). Bruno Berni ha letto Occhi chiusi di Giulio Massobrio, giallo ambientato ad Alessandria, e scrive: Naturalmente il mio giudizio (positivo) condizionato dalla mia alessandrinit e quindi molto di parte, anche se non venuta completamente fuori lanima della mia citt e dei suoi cittadini. A differenza di altri commissari, molto pi radicati sul territorio, il commissario di Occhi chiusi di origini bolognesi e quindi non rappresenta forse cos bene una citt banale, noiosa, dove non succede mai nulla. Mi sono per ricordato di alcune epifanie che Umberto Eco aveva dedicato ad Alessandria nel Secondo diario minimo e sono andato a rileggermele e ho ritrovato la barzelletta che mio padre mi raccontava per descrivere questa citt piatta. Salvatore lascia allet di 20 anni Alessandria per emigrare in Australia, dove vive per 40 anni. Poi sessantenne ritorna a casa e mentre il treno si avvicina alla stazione inizia a fantasticare su chi ritrover, chi lo riconoscer, come verr accolto e cos via. Il treno entra in stazione, Salvatore scende e riconosce il suo vecchio amico Giovanni. Gli fa un segno, si avvicina trepidante, indica con mano tremante il proprio volto come per dire sono io. Giovanni lo guarda, alza il mento in un gesto di saluto e dice Ehi Salvatore! Che fai parti?. Caro Berni, si consoli pensando che ad Alessandria nato Gianni Rivera, il Pel bianco, e che stata cantata dal grande Paolo Conte. adorrico@corriere.it
riproduzione riSerVAtA

ne una loro mascotte. Quando comp quindici anni gli attori osservarono che era bello e delicato e che avrebbe potuto recitare nella parti di donna e di giovinetta. Allora la madre gli buc le orecchie per attaccargli due coppie di perle false. Gabriel entr e fece il suo esordio sul palcoscenico. Tre amiche della madre andarono a vederlo e dichiararono con grandi risate che era assolutamente una donna e vollero slacciargli tutto dopo lo spettacolo. Quella sera la madre gli fece mettere uno dei propri abiti per farlo vedere al capitano, il quale, per beffa, lo corteggi in ogni modo e nse di fargli scivolare al dito un brutto anello dorato a smorto dove era incastonato un carbonchio di vetro. Poi una prostituta, Pat King, con il viso grasso e i anchi rotondi si innamor di lui. La cosa provoc la gelosia delluomo di Pat, un muratore che si chiamava Ben Jonson e che diventer il famoso drammaturgo. Jonson sd a duello Spenser e lo uccise (malgrado la madre di Gabriel avesse dato al glio una spada truccata che avrebbe dovuto avvantaggiarlo). Forse nessuna di queste vite fu cos vera nella realt come lo nellinvenzione di Schwob.

zEmAN, uN mARzIANO A ROmA di Giuseppe Sansonna minimum fax, 76 pagine, 5 euro.

Frasi di Zeman durante il ritiro della Roma: Ci avete due giocate, perch fate terza che non serve a niente?. Non alzare palla, se no tuo compagno perde mezzora a stopparla. Mia nonna lavrebbe passata meglio. I suoi allenamenti stressano troppo i giocatori? Secondo me, stress ce lha operaio che teme per proprio futuro. I miei calciatori non possono avere stress, perch hanno tutta vita davanti. E qualche soldo. (continua)

sEttE | 38 21.09.2012

117

JeffreY Ufberg/WireiMage

Piaceri&Saperi Saggistica / di Diego Gabutti

Il giardino dellEden cercato da scienziati, religiosi, esploratori. Ognuno lo colloca in un luogo diverso, nessuno lo ha trovato
impianto storico, ma soprattutto nostalgia geograca, il paradiso terrestre l da qualche parte, al momento invisibile ma sempre sul punto di rivelarsi agli uomini di fede e ai valorosi, come i Piani di Dio ai profeti, o lArca dellAlleanza a Harrison Ford. Brook WilenskyLanford, autrice dun saggio bello e intrigante, Il Paradiso ritrovato. Sulle tracce del giardino dellEden, racconta la storia di alcuni moderni cercatori del primo, biblico insediamento umano: scienziati, sacerdoti, esploratori, arruffapopoli, nazionalisti cinesi, e tutti sulla pista delapiri-daeza, o paradiso, che in antica lingua persiana indicava un orto circondato da un muro. Chi lo cerca a nord o a sud, chi a est o a ovest, chi in Mesopotamia o in Cina, nel Kansas o in America Latina (come Cristoforo Colombo, che individu lEden nellattuale Venezuela ma che non pot rivendicarlo alla Corona di Spagna perch, come rifer mestamente a Isabella e Ferdinando, nessuno pu raggiungerlo se non col permesso di Dio). Ovunque, ma da nessuna parte. WilenskyLanford si occupa dei Cercatori dellEden Perduto degli ultimi due secoli, ma la caccia cominciata molto tempo prima. Nei millenni, il paradiso terrestre stato messo nel terzo cielo, nel quarto, nel cielo della luna, nella stessa luna, si leggeva gi nel Trait de la situation du paradis terrestre, scritto da Pierre-Daniel Huet nel 1691 e citato nella sua Storia del paradiso da Jean Delumeau (autore, pi di recente, anche di unimportante Ricerca del paradiso). stato messo su una montagna vicina al cielo della luna, nella regione intermedia dellaria, fuori dalla terra, sulla terra, sotto il Polo artico,

Destinazione paradiso terrestre

Il PaRaDISO RItROvatO. Sulle tRaCCe Del gIaRDInO DelleDen

Brook Wilensky-Lanford Edt 2012, pp. 336, 20 euro

alla RICeRCa Del PaRaDISO

Jean Delumeau, San Paolo 2012, pp. 400, 36 euro


StORIa Del PaRaDISO. Il gIaRDInO Delle DelIzIe

in un luogo perduto e lontano dalla cognizione degli uomini. Tanti lo hanno messo o sulle rive del Gange o nellisola di Ceylon, facendo persino derivare il nome Indie dalla parola Eden. Altri in America, altri in Africa sotto lequatore, altri nellOriente equinoziale, altri sulla montagna della luna da cui credono nasca il Nilo. La maggior parte in Asia, gli uni in Armenia maggiore, gli altri in Mesopotamia o in Assiria o in Persia o nella Babilonia o in Arabia o in Siria o in Palestina. C persino chi ha voluto fare onore alla nostra Europa e, superando ogni limite dimpertinenza, lha collocato a Hdin, citt dellArtois, basandosi sulla somiglianza del nome con Eden. Come un labirinto. Libro prezioso, scritto senza ironia, col rispetto che si deve ai visionari, Il Paradiso ritrovato una nestra di Magritte aperta sul lato trompe-loeil della modernit: trovarne lorigine (meglio se unorigine al neon, immaginica, a colori, anzi fosforescente, come diceva DAnnunzio della poesia di Marinetti) dare un senso al mondo, le cui ragioni per lo pi vacillano. Si riveriscono Alberi della Conoscenza in India e in Florida. C chi ha fatto dEva e Adamo due alieni viola alti tre metri, e del Serpente un losco neanderthaliano. Martin Mystre trova lEden in Iraq durante la guerra del Golfo. Non si contano le storie di repertorio ebraico sul Giardino. Gli eruditi, scrive ancora Delumeau, che hanno indagato sullEden, osserva Inveges, autore nel 1649 duna Historia sacra paradisi terrestris et sanctissimi innocenti status, sono cos numerosi che il numero dei volumi sulla questione veramente innito, di modo che il paradiso, piuttosto che giardino, potrebbe essere chiamato labirinto.

Jean Delumeau Il Mulino 1994, pp. 328, 20,66 euro


Il PaRaDISO. StORIa e CultuRa

Heinrich Krauss Donzelli 2005, pp. XIII-162, 12,90 euro


RItORnO alleDen In MaRtIn MyStRe extRa n. 14

Alfredo Castelli e Luigi Coppola gennaio 1999, s.i.p.

le leggenDe DeglI ebReI, I. Dalla CReazIOne al DIluvIO

Louis Ginzberg Adelphi 1995, 1 vol. di 4, pp. 454, 26 euro


Il DIaRIO DI aDaMO eD eva

Mark Twain Cavallo di Ferro 2010, pp. 85, 12,50 euro

In lIbReRIa

I cattivi del West per sempre nel mito


DeSPeRaDOS. lePOPea DeI fuORIlegge aMeRICanI. Da JeSSe JaMeS a butCh CaSSIDy di James D. Horan Odoya 2012, pp. 384, 18 euro

Non c modo di dissacrare il vecchio West, come hanno imparato a loro spese i registi di lm che raccontano la vera storia di Jesse James e che alle giacche blu preferiscono Kociss. Mito irriducibile, il selvaggio West pu essere rivoltato come un tempo si rivoltavano gli abiti di buona stoffa che rimanevano caldi, comodi e persino eleganti anche dopo essere stati capovolti da un sarto spericolato. Questo per dire che James Horan, quando spiegava in questo grande libro uscito in prima edizione nel 1942 che brutta razza di macellai e di nichilisti fossero in realt i fascinosi fuorilegge del West, non faceva che ribadire il mito. Sergio Leone e Sam Peckinpah, negli Anni Sessanta del secolo scorso, rivoltarono a loro volta il mito romantico, e ne risult un altro mito romantico.
riproDuzione riservATA

118

Sette | 38 21.09.2012

Piaceri&Saperi Nel paese di Alice / di Fabiana Giacomotti

Sotto le lenzuola resiste la seduzione


1

Pigiami, sottovesti, camicie da notte. Sono molte le boutique che mantengono come punti di forza lintimo pi rafnato
irca tre anni fa, a una cena a Londra, mi trovai seduta accanto a un omino dalla stretta di mano dacciaio che si present come Peter Hill, direttore del Daily Express, ma la mia redazione mi chiama Peter the mentally ill, giocando evidentemente sullassonanza fonetica fra il suo cognome e la pazzia, e per tutta la sera mi aspettai che estraesse un revolver da sotto il tovagliolo. Qualche giorno fa lo stesso omino mi ha comunicato, con una mail perno un po affettuosa, di aver deciso di dedicare gli anni della pensione a Mallory Hill, una linea di pigiami e camicie da notte in cui sarebbe felice di farsi beccare anche James Bond, ma che risponde innanzitutto al mio desiderio di un abbigliamento per la notte che in tanti anni di ricerche non ho mai trovato. Alla mail era allegata limmagine di una famigliola a piedi nudi, insaccata in camicie di cotone grigie al ginocchio: roba qualunque nel range delle panzane a scopi autopromozionali di uninnit di famosi che, una volta entrati nella schiera degli ex (miss, modelle, mogli di calciatori, anche direttori di quotidiani nazionali, a quanto pare), decidono di dedicare a se stessi e al mondo il pezzo unico e stranamente mai immaginato da quel migliaio di stilisti e artigiani del bello che popolano il globo, come tanti Dulcamara della mutanda: comprate il mio specico per poco io ve lo do. Liniziativa di Hill agita per una questione reale, perch al di l delle sue banalissime camicie, pur vero che le boutique di lingerie e abbigliamento da notte tagliato e ricamato con perizia (s, certo, anche da uomo: i proli a contrasto dei bordi richiedono un discreto lavoro) vanno scomparendo una dopo laltra, cos come le modiste negli Anni Settanta e i pettinatori di parrucche dopo la Rivoluzione Francese.
Sex appeal Liz Taylor in Butteeld 8 (1960).

3 2

Un regalo dannunziano La camicia da notte bianca che DAnnunzio avrebbe donato allattrice del muto Elena Sangro.

Spazio agli uomini. In via Montenapoleone chiude la gloriosa boutique Ars Rosa, per motivi personali della signora Bettina Rossi innanzitutto, ma anche per mancanza di un ricambio generazionale fra le donne inte-

ressate a qualcosa di diverso da una T-shirt con i pupazzi o un baby doll in tulle sintetico, e anche le botteghe che affacciano su piazza di Spagna e allimboccatura di via del Babuino, a Roma, stanno virando sulla tovaglietta da prima colazione, roba che si pu far vedere a tutti, sospirano. Addio nights in white satin, a qualunque tipo di biancheria appartenessero, da letto o personale, ed un peccato, considerando le innite opportunit offerte da una camicia da notte come si deve dagli anni in cui il giovane Werther si struggeva per la signora M. e le sue candide spalle aforanti dai pizzi. Resistono pochi nomi di eccellenza: a Firenze e a Forte dei Marmi Loretta Caponi 1 (lorettacaponi.com, piazza degli Antinori 4-red a Firenze, tel. 055 211074 e viale E. Morin 8, a Forte dei Marmi, dove veste soprattutto barche), che un tempo realizzava per Jackie Kennedy camicie e vestaglie e per la notte e per la prima colazione e ora allunga ad arte il metro da sarta per cingere la circonferenza vita delle sceicche (ma fra le clienti affezionate continua a gurare Madonna). A Venezia, Cristina Linassi 3 , laureata in storia del costume a Ca Foscari, che in un ex convento del 300 lavora sete e mussole su misura denendole sobri strumenti di seduzione (San Marco 3537, vaporetto S. Samuele, tel. 041 5230578). A Roma, diventate concept store, le due amiche Alessandra De Vito Piscicelli e Paola Rota si sono ispirate agli scritti del Vate alle sue amanti (...non comprare vestiti. Ti dar io quelli che ti si addicono, quelli che mettono in rilievo la tua bella persona) e a certe trouvailles di famiglia per una serie di camicie da notte e vestaglie piacevoli, molte su modello di Gabriele DAnnunzio che, come si sa, non disdegnava anche uno stile carico e pop (Per non dormire, via Parabiago 27, tel. 331 599772 e 347 2997771, pernondormire.it). A Londra, dove in realt funziona meglio la corsetteria saucy dai tempi vittoriani (fra laltro, Agent Provocateur ha appena aperto un negozio anche a Milano, in via Verri 1), lindirizzo by royal appointment della regina Rigby&Peller 2 , al 22A di Conduit Street (tel. 0845 0765545, rigbyandpeller.com), che realizza anche meravigliosi pigiami di seta di taglio maschile. A questo proposito, una curiosit milanese: i creativi come Sergio Colantuoni hanno labitudine di farsi realizzare e tagliare su misura camicie da notte con il prolo a contrasto, tagliate sui anchi, che indossano come camicie vere e proprie, alle Telerie Spadari (via Spadari 13, tel. 02 86460908). La lingerie portata allesterno sta diventando una scelta (anche) maschile?
riproduzione riservata

alamy

Getty ImaGes

OlyCOm

Sette | 38 21.09.2012

119

Piaceri&Saperi Weekend Viaggi / di Ilaria Simeone

Madrid, la crisi ti fa bella

Colazione con churros e cioccolata, pranzo con tapas e cocido. A spasso nella Gran Via, con abiti ispirati a Matisse e tacco 12
01 sABATo ore 9:00 02 sABATo ore 10:00 03 sABATo ore 12:00

Un dolce inizio
chocolateria san Gins - Pasadizo de San Gins 5 - tel. 0034 913656546

Notti dautore
Hotel Abal - Calle del Pez 19 - tel. 0034 915314744 abalu.com - doppia da 110 euro

La citt in una strada


Gran Via - esmadrid.com

Il mattino a Madrid ha il sapore dei churros (bastoncini di pasta di farina, acqua, sale e zucchero fritti e conditi con il miele) intinti nella cioccolata calda. Da assaggiare ai tavoli della Chocolateria San Gins, in una delle pi antiche stradine della citt a due passi da plaza Mayor. Qui li servono dal 1894 e tra gli estimatori ci sono attori, poeti, intellettuali, scrittori e nottambuli.

Disegnato dallartista spagnolo Luis Delgado, lAbal uno degli alberghi pi divertenti della capitale spagnola. Ci sono letti in stile vintage o sospesi come amache, vasche da bagno in pietra a centro camera, lampadari che sembrano tende di cristallo, home cinema. Nei ne settimana la colazione a tema: energetica, biologica, dietetica, tipica, continentale, capricciosa o appassionata.

nata il 4 aprile del 1910 quando re Alfonso XIII fece demolire oltre trecento edici per far spazio alla pi grande arteria madrilena. Da allora, dalla Gran Via passata la storia. I teatri e caff hanno ospitato Orson Welles, Manolete e Ava Gardner. Qui furono aperti i primi grandi magazzini e il primo fast food, da qui part la prima linea metro. Oggi si ammirano tutti gli stili architettonici del XX secolo e il primo grattacielo europeo.

La cioccolateria San Gins

Il curioso Hotel abal

La Gran Via

Il negozio di agatha Ruiz de la prada


05 sABATo ore 18:00

Ristorante La Bola
06 sABATo ore 20:30

flamenco by night
07 sABATo ore 22:30

Larte dello shopping


Agatha ruiz de la Prada - Calle Serrano 27 Manolo Blahnik - Calle Serrano 58

Il coccio s stufato
la Bola - Calle Bola 5 - tel. 0034 915476930 - sui 28 euro

Il ritmo della notte


cardamomo - Calle Echegaray 15 - tel. 0034 913690757 - cardamomo.es; Maty - Calle del Maestro Victoria 2 - tel. 0034 915313291

I grandi nomi della moda spagnola sono nel cuore del quartiere di Salamanca. Qui si comprano abiti dai colori sgargianti (il nero bandito) di Agatha Ruiz de la Prada, la stilista amata da Andy Warhol. O le scarpe di Manolo Blahnik (secondo Madonna sono meglio del sesso e durano di pi). Per la prossima primavera: fantasie ispirate ai quadri di Matisse su tacchi over dodici.
120 Sette | 38 21.09.2012

Volete assaggiare il piatto principe della cucina madrilena? Prenotate un tavolo a La Bola, aperto nel 1868, e fatevi portare il cocido. uno stufato a base di ceci, diversi tipi di carne, lardo, insaccati e verdure (verza, rape, carote e patate non possono mai mancare) che qui si prepara ancora in pentole di coccio lasciate cuocere a lungo su fuoco di legna. Dopo ordinate i buuelos de manzana, frittelle di mele servite con il gelato.

Da qualche anno il amenco ha riconquistato la capitale spagnola e ai tradizionali tablaos spettacolo e cena si sono afancati palchi dove si balla anche no alle ore piccole. Uno dei pi celebri il Cardamomo. Se vi viene voglia di provare, potete procurarvi tutto il necessario da Maty.

cathrIne Stukhard/laIf/contraSto

Sandra raccanello/SIMe

Almagro
ellana
Calle de Albe rto Aguilera

Universidad
02

Calle

Passo d

de Sa

e la Cast

05 a
VIa daLLa pazza foLLa

gasta

05

Recoletos Justicia

06 07 a

03
Av de

Museo de la Real Ermeria

Gran Via

01 09

08 04 07 04 a
Pase o del

Petit Palace Posada del Peine

AlcAl de HenAres A ottobre il centro di questa cittadina si riempie di musicisti, scrittori e venditori in costume. Si celebra il cittadino pi illustre, Miguel de Cervantes, con letture, spettacoli, concerti, un mercato barocco. I menu dei ristoranti si ispirano alle ricette dei secoli XVI e XVII. Al museo (museo-casa-natal-cervantes.org), le prime edizioni del Don Chisciotte. el escoriAl Il monastero-reggia fatto costruire da Filippo II a met del Cinquecento uno dei pi affascinanti monumenti alle porte di Madrid. Tetro, spartano e imponente con le sue tegole dardesia, le torri aguzze e la facciata austera stato il modello del barocco castigliano. Da visitare il Pantheon de los Reyes, la Basilica, il Palacio de los Borbones. Tra le opere darte custodite allEscorial spiccano gli arazzi di Goya.

Men ndez Pelay o

Palacio

Cortes

Prado

04 b

Real Jardin Botnico

Madrid

04 sABATo ore 13:00

Gauguin, il primitivo
Paseo del Prado 8 - tel. 0034 913690151 - ingresso 9 euro

Reina Soa

Si comincia con il salmone in agrodolce con gazpacho di fragole al ristorante del museo. Poi, si pronti per affrontare la visita del Thyssen (4) che, con Prado (4a) e Reina Soa (4b), costituisce il triangolo doro dellarte madrilena. Pi di mille opere che riassumono la storia dellarte occidentale. Dal 9 ottobre al 13 gennaio, una mostra temporanea su Gauguin, Kandinsky, Klee.

Paolo GIocoSo/SIMe

Museo Thyssen-Bornemisza, Palacio de Villahermosa -

Jean-PIerre leScourret/corbIS

MIchele falzone/JaI/corbIS

sierrA de GuAdArrAMA Sembra di essere in Canada, ma siamo a 50 km da Madrid. Forse perch dautunno questa ridda di boschi, laghi e monti teatro di uno spettacolare foliage che colora le tte foreste di tutte le gradazioni di rosso, giallo e verde. Dal villaggio di Cercedilla partono sentieri da fare a piedi e in mountain bike, mentre la Valle de la Fuenfra ricca di scoiattoli, caprioli e cinghiali. Toledo Patrimonio dellUmanit Unesco, Toledo vanta una densit di monumenti tra le pi alte di Spagna. Guardatela dallalto, percorrendo la passeggiata panoramica che segue lansa del Tago e gira intorno alla citt dal Puente de San Martin no al Puente de Alcntara.

palacio del Buen Retiro


08 doMenicA ore 10:00

Mercato di tapas
09 doMenicA ore 13:00

Nei prati del re


Parque del retiro - Plaza Independencia e Calle Menndez Pelayo

Gourmand al mercato
Mercado de san Miguel - Plaza de San Miguel mercadodesanmiguel.es

La domenica mattina il momento migliore per una passeggiata nellantico giardino reale del Palacio del Buen Retiro. I suoi prati si riempiono di artisti da strada, cartomanti, pattinatori, ciclisti e venditori di barquillos, i locali wafer. I pi romantici possono prenotare una gita in barca sul lago dellEstanque, proprio nel cuore del parco.

I gourmand della capitale spagnola a ora di pranzo si danno appuntamento al Mercado de San Miguel. A questora i 33 banchi della splendida struttura art dco, ciascuno dedicato a un prodotto diverso, si trasformano in tapas bar e piccoli ristoranti. Dove si gustano autentiche delikatessen, dal pesce sottosale alle ostriche, dai dolci tradizionali alle pesche di Lrida e alle coppe di Olaia Tempranillo, il vino da sangria.
Sette | 38 21.09.2012 121

Piaceri&Saperi Cibo e oltre / di Camilla Baresani

A Terracina una chef creativa reinventa gli abbinamenti di pesce, il fritto con le acciughe e il merluzzo in casseruola

Il tempio di Giove e linsalata di mare

Il GrAnChIo Via S. Francesco Nuovo 80 Terracina Tel. 0773 709696 Ambiente Cucina Servizio

i sono giustizieri che ammazzano e giustizieri che riparano. Questa settimana ci diamo il compito di rendere onore a Terracina, che secoli orsono fu luogo cruciale delle mitiche peregrinazioni di Ulisse, negli anni successivi alla bonica stata localit turistica alla moda, e negli ultimi mesi tornata alle cronache per la spietata esecuzione in riva al mare di un casalese dalle mani mozze. Terracina (il cui bel nome non ha nulla di cinese: deriva dalletrusco Tarchuna, come Tarquinia) dominata dal maestoso Tempio di Giove Anxur, che si pu ammirare camminando sulla lunga e profonda spiaggia. Ma si pu anche decidere di andarci solo per mangiare al Granchio, un ristorante in cui la ricerca della qualit notevole e si sposa a una tenue e gradevole innovazione sia negli accostamenti sia nelle tecniche di cottura. Il pesce quello del mercato locale, uno dei pi ricchi del Tirreno. La chef e proprietaria, Daniela Onorato, fa salti mortali per mettervi di buon umore sin dalla comparsa del piatto sulla tavola, ancor prima di assaggiarlo.
occhio al pane. La sua una cucina moderatamente creativa e simpaticamente fantasiosa, a cominciare dal tentativo di riabituare il palato degli avventori al gusto della vera insalata di mare (piatto che ormai quasi tutti conosciamo nella peggiore

piatti di pesce. Tra le portate tipiche del Granchio (il locale nella foto in alto): i gamberoni rossi e linsalata di mare, ma anche pane e dolci.
122 sette | 38 21.09.2012

delle forme: decongelato, stracotto, gommoso). Al Granchio avrete nalmente sotto i denti una composizione dal sapore vero, elastica ma tenera; e, se volete, potrete gustarla nella squisita variante che prevede unintrusione di lardo, ceci e rosmarino. Imperdibili le acciughe con peperoni scottati dolci e carnosi, e da provare il merluzzo in casseruola su base di passatina di cannellini, mandorle agrumate e panatura con timo e santoreggia. Tra i primi, consigliamo i tonnarelli tirati a mano con totanetti, pomodoro fresco, friggiarelli e basilico. Va assolutamente ordinato il fritto, che a noi stato servito nella versione con le acciughe, i primi tenerissimi calamari della stagione, gli ultimi gamberoni rossi, il tutto poggiato su una panzanella (pane, pomodoro e sedano) che miracolosamente non lo ammoscia. Nel frattempo avrete dovuto forzarvi a non svuotare a ripetizione il cestino del pane, tutto della casa e molto allettante: pan brioche alla camomilla, pizza bianca, grissini alle erbe robuste, grissini stirati a mano. Molto buoni anche i dolci. Una menzione alla bravissima cameriera: cos appassionata ed esperta dei piatti che escono dalla cucina, da far pensare di essere un socio del ristorante; e invece solo uno di quei dipendenti capaci di fare la differenza. Due menu degustazione da sei e sette portate: 78 e 89 euro. mail@camillabaresani.com

La dieta come un amore infelice. E per SantAgostino fu pi facile rinunciare al sesso che al cibo
l mio piatto preferito si chiama polvere speziata, ha detto lattore Alec Baldwin durante il David Letterman Show. Parlava della dieta rigidissima che, dopo anni di aspetto gono e rossastro, sta nalmente rendendolo simile al seduttore degli inizi. A parte i doppi sensi, chiss quante persone, costrette a nutrirsi di cibi insulsi e noiosi pur di perdere un po di chili, hanno riso amaro nellascoltarlo. Sia i casi pi evidenti, quelli che Marino Niola denisce umiliati e obesi, sia tutti coloro che sono tornati dalle vacanze con qualche chilo in pi. Ma la parola dieta, cos onnipresente, cosa vuole dire? In greco antico, diaita il modo di vivere. Mentre il latino dietim signica giornaliero. Dieta, dunque, in origine alludeva non a un periodo caratte-

rizzato da un regime alimentare punitivo, Dio). Dunque, secondo Agostino, bisogna bens a un sistema di blande regole quotilimitare la golosit, che non un pericolo diane cui improntare la propria vita. Non in s ma lo diventa quando interferisce nel per niente il pi grande teorico della dieta dialogo con Dio. Io lotto ogni giorno con stato SantAgostino. Convertito al cristiatro la passione del mangiare e bere. Perch nesimo dopo una vita dissoluta, conosceva non una cosa con cui io possa rompere tutte le tentazioni della con un taglio netto per luxuria. Nelle Confesnon tornarvi mai pi, sioni prova a sovvertire come ho potuto fare lopinione comune, che con lamore sico. Alla vede nellabbondanza gola bisogna dunque alimentare una fortuna tenere le briglie sotto e uno stato di grazia, controllo, allentandole denendola indigentia o stringendole con rispetto alla satietas moderazione. Ma chi, che si prova amando Signore, non si lascia Dio. Secondo Agostino, trascinare un po oltre i A stecchetto. le deliciae dalla gola conni del bisogno?. Lattore americano Alec Baldwin diventano calamitas, Insomma, per Agostino ospite al David Letterman Show ha scritto Adelchi pi facile lastinenza Scarano nel suo bel saggio Luxuria (Bomsessuale che sottostare a una dieta. Forse, piani) sulla cucina degli antichi greci e dei la condizione ideale per il raggiungimenromani. Agostino insiste sulla distinzione to della virt quella dellinnamorato tra mangiare per nutrirsi e mangiare per infelice: casto e inappetente. Qui fa testo lusinga: lautogiusticazione di chi esagera una vecchia canzone di Fred Buongusto: ngendo di farlo non per gola ma per soSpaghetti, pollo, insalatina e una tazzina stentarsi un peccato pi grave della gola di caff, a malapena riesco a mandar gi. in s. una forma di misticazione che Invece ti ricordi che appetito insieme a te, allontana da Dio, una contrapposizione tra a Detroit. cupiditas (desiderio) e caritas (amore per Camilla Baresani

I MIeI preferItI

Marino niola, autore del libro Non tutto fa brodo

lA toUr De MonthlryChez DenIse 5 Rue Prouvaires, 75001 Parigi, metro 1, Chtelet- Les Halles

UlIAssI chef Mauro Uliassi Via Banchina di Levante 6, Senigallia Menu degustazione 90 euro

Don Alfonso 1890 chef Alfonso Iaccarino SantAgata sui Due Gol, Massa Lubrense Menu degustazione a 140 euro

Amo Mauro Uliassi perch mette laureola al pesce. E rende beato uno come me che considera lo spirito una dpendance dei sensi. Dopo lalbanella di crostacei e gli spaghetti ai frutti di mare affumicati, millumino dimmenso. la magia del riverbero bizantino dellAdriatico che impreziosisce i cibi e gli orizzonti. E vogliamo parlare del wafer di nocciola e foie gras? Convergenze parallele del sapore di cui fare un sol boccone socchiudendo gli occhi per la volutt.

Don Alfonso 1890 lacropoli della dieta mediterranea. Nel candore sospeso delle sue sale color latte di mandorla Alfonso, Livia ed Ernesto Iaccarino fanno sentire in ogni piatto i sapori e gli odori della terra dove oriscono i limoni. Provare, per credere, il risotto al cedro con ricci di mare, scampi e alghe. Grazia paesana degli agrumeti e iperbole da Gotha gastronomico. Ma per un pastaran come il sottoscritto dolce naufragare nel gattopardesco Vesuvio di rigatoni con le polpettine.

Per descrivere longlet de boeuf con salsa di scalogno di Denise ci vorrebbe una penna intinta nel Beaujolais, come quella di Georges Simenon. uno degli ultimi indirizzi popolari di Parigi, di fronte a ci che resta delle vecchie Halles. La porzione di pt de campagne condominiale, la trippa al calvados sensazionale e la burberaggine di Madame proverbiale. Riesce a zittire perno le mandrie di yankees alla seconda bottiglia. Credo di amarla. Economico.

rIprodUzIone rIservAtA

sette | 38 21.09.2012

123

Piaceri&Saperi Botteghe / di Marisa Fumagalli

Nelle Marche, liquori e birre artigianali, 1.600 etichette di vini. Poi pasta, olio, formaggi. E naturalmente biscotti e confetture
sia dai numerosi turisti in vacanza al Conero. Un autentico luogo gourmet, commenta Moreno Cedroni, estroso chef marchigiano, alla guida di due locali: la Madonnina del Pescatore a Senigallia e il Clandestino/Susci Bar a Portonovo. Il piglio di Azzurra Sampaolesi rappresenta un valore aggiunto alla bottega il cui pregio di puntare sulla qualit massima, dice, e di dare spazio anche ai microartigiani del territorio. C anche Cedroni, con le sue originali scatolette di pesce: tonno in conserva, trippa e fegato di coda di rospo, uova di seppia. LEnoteca Azzurravini acquista direttamente da grandi e piccoli produttori, selezionando soltanto i migliori. Testati direttamente o segnalati da collaboratori di ducia nel campo alimentare: sommelier, soci Slow Food. Questa modalit di acquisto consente di applicare prezzi competitivi.
AZZUrrA VINI Numana (An) Tel. 071 9332048 azzurravini.it (anche acquisti on line)

dolce naufragare in questo mare

zzurra Sampaolesi glia darte. Proviene cio da una famiglia di commercianti del settore alimentare. Vive a Numana, localit della Riviera del Conero, angolo incantevole della costa marchigiana che prende il nome dal boscoso promontorio, proteso verso il mare. Azzurra anche il nome dellEnoteca che la giovane donna gestisce nella sua citt. Il termine enoteca un po riduttivo, se si considera che, oltre alle numerose etichette di vini, negli scaffali ci sono molti altri prodotti. Provengono tutti dalle Marche, regione che offre una vasta gamma di specialit enogastronomiche. Azzurravini segnalata dal Gambero Rosso tra le migliori enoteche ed frequentata sia dalla gente del posto

etichette di vini della Regione che vanta vini autoctoni (Verdicchio di Jesi e Rosso Conero), di qualit e prestigio. Oltre a liquori di tradizione (anice Varnelli) e le birre. Artigianali. Come le paste, del resto. Un nome per tutti: la pasta Latini di Osimo, una delle prime a essere valorizzata dalla ristorazione al top. Olio di oliva extravergine, salumi artigianali e il tartufo di Acqualagna sono altre specialit conosciute. Ma la lista dei prodotti tipici lunga: biscotti, dolci, lonzette di co, cioccolato, confetture, marmellate, formaggi come il pecorino e la caciotta. Nellampio negozio c anche unarea destinata agli accessori per gli appassionati di enologia: decanter, bicchieri, drop stop, contenitori refrigeranti, kit degustazione, guide dedicate al vino.

Accessori per enologi. Lofferta comprende 1.600

lANgolo dello sfIZIo

mostrA Al peperoNcINo Piazza Portello (Milano) piazzaportello.com

wINe & food festIVAl Gusto (Cortina) gustocortina.it

fIorI e frUttI perdUtI Guastalla pianteeanimali perduti.it

Milano d il benvenuto al peperoncino italiano e internazionale. La piccante mostra-mercato che si svolge a Piazza Portello (22-23 settembre) occasione unica per acquisti di 50 variet esclusive. Col patrocinio dellAccademia del Peperoncino. In omaggio lopuscolo per imparare a coltivare e conservare.
124 sette | 38 21.09.2012

Cortina: ne stagione di Gusto(29/30 settembre/Hotel Posta). Le eccellenze enogastronomiche italiane si incontrano al Wine&Food Festival GustoCortina. Vini al top da degustare e Peccati di gola con gli artigiani dei sapori. Nellarea Strade del gusto, strutture alberghiere che offrono esperienze gourmet.

Dedicato ai ori e frutti perduti. I portici secenteschi di Guastalla (Reggio Emilia) lultimo weekend di settembre si trasformano in un giardino. Da segnalare la mostra pomologica, con 260 variet di pere e mele dimenticate (acquisti di 105 variet di stagione), e il raduno dei produttori di zucche giganti.

Il meNU dI BeNedettA

Limportanza del freezer pieno E il triste menu sopravvivenza diventa una cena
n cucina limportante buttarsi e avere un grande freezer, molto pieno. Questa la mia losoa, nora mai smentita. Per esempio, laltra sera, tornata dal lavoro, sono entrata in cucina quasi in punta di piedi, meditando di propinare alla mia famiglia il minimo indispensabile: pasta in bianco e una busta di prosciutto cotto. Ho messo a bollire lacqua, mi sono aperta una birretta per rilassarmi guardando la Geppi in tv, quando Fabio entrato baldanzoso con la notizia che avrebbe rivoluzionato i miei piani: i falegnami arrivati allalba per montarci gli armadi avevano nito il lavoro
massimo sestini

tardi, dunque gli era sembrato gentile invitarli a cena. Unidea carina che per non coincideva con il mio menu sopravvivenza. Ma limportante non buttarsi gi: e ho aperto il freezer. La busta stata sostituita da un piatto da portata. Con il prosciutto ho servito salame, formaggi tagliati a fette (visto che erano gi iniziati) e peperoncini ripieni sottolio. La pasta in bianco diventata una padellata di tagliatelle, vongole, pomodorini e zafferano, ricetta furbissima di mia madre che si prepara con le vaschette di surgelati. Lo zafferano d lo sprint alle vongoline che altrimenti non avrebbero sapore e i pomodorini danno colore e fanno volume. Anche perch, in 10 persone, due confezioni di tagliatelle potrebbero non bastare. Il dessert? Pronto in un attimo: con una bella vaschetta di gelato alla crema diviso in tante coppette e una busta di frutti di bosco surgelati scaldati in padella con un po di zucchero. Alla ne i pi contenti sono stati i miei familiari: senza questo improvviso cambio di programma, infatti, si sarebbero dovuti beccare la pasta in bianco del menu sopravvivenza. benedetta@benedettaparodi.it benedettaparodiblog.corriere.it

tAglIAtelle VoNgole, pomodorI e ZAfferANo


Ingredienti. 2 scalogni, 2 spicchi daglio 10 pomodorini ciliegia peperoncino prezzemolo 100 gr di vongole surgelate vino bianco zafferano 150 gr di linguine alluovo Preparazione. Se una pasta veloce deve essere, una pasta veloce sia. No alle vongole fresche che vanno pulite e sgusciate. Prendetele surgelate. Fate un bel soffritto con scalogno aglio e una punta di peperoncino, poi aggiungete una confezione di vongole e fatele cuocere con con il loro liquido. Se il sugo vi sembra troppo asciutto sfumate col vino. Aggiungete una dadolata di pomodoro, sale, una bustina di zafferano e fate consumare un po. Appena le tagliatelle sono pronte fatele saltare nel sugo e guarnitele con il prezzemolo.

La ricetta della settimana

I VINI dellA settImANA

di daniele cernilli

AlAstro 2011 86/100 12 euro Sicilia Igt Planeta Contrada Dispensa Men (Ag) Tel. 091 327965 planeta.it

teodoro 2010 88/100 11 euro Marche igt La Murola Ing. Teodoro Bonati 1724 Contrada Villamagna 9 Urbisaglia (Mc) Tel. 0733 506843 cantinalamurola.it

es 2010 95/100 36 euro Primitivo di Manduria doc Gianfranco Fino Via Fior di Salvia 8 Lama (Ta) Tel. 099 7773970 gianfrancono.it

Tra i tanti e buoni vini dei Planeta mi permetto di segnalarvene uno specico, lAlastro, che a me sembra particolarmente ben fatto. Deriva da uve grecanico, non subisce maturazioni in legno e si esprime con grande piacevolezza. Ha colore giallo dorato chiaro e profumi floreali, con sentori di pesca bianca e mughetto. Sapore morbido, salino, di facile beva, con nale caldo e avvolgente. Provatelo a una temperatura di 10 gradi, accompagnato da involtini di pesce spada e pasta con le sarde.

Teodoro Bonati era un illuminista e un naturalista del XVIII secolo. I suoi pronipoti hanno voluto ricordarlo dedicandogli un vino, oltre che il nome della cantina stessa. Un grande rosso da uve montepulciano, prodotto nei pressi di Urbisaglia, in provincia di Macerata, dove di norma si fanno bianchi leggeri. Invece in questo caso ci troviamo davanti a un rosso imponente, dal colore rubino cupo e dai profumi di amarena e vaniglia. Solido e corposo in bocca, va servito a 18 e abbinato ad agnello al forno.

Un vero, grande fuoriclasse della vitienologia mediterranea, prodotto da Gianfranco Fino, con laiuto di sua moglie Simona, in modo estremamente artigianale. Vigneti ad alberello vecchi di sessantanni, fazzoletti di vigne sparsi qua e l, una produzione che non arriva a 10/12 mila bottiglie. Ha colore rubino cupo, profumi di amarene sotto spirito e cacao e sapore intenso, alcolico (ha quasi 17 gradi), molto caldo e di una persistenza innita. Provate a berlo a 16, abbinandolo a gulasch e a formaggi stagionati.
rIProDuzIone rIservaTa

sette | 38 21.09.2012

125

Piaceri&Saperi Tecnologie / di Paolo Ottolina

Molti i marchi che montano il sistema operativo di Google. Ecco tre nuovi modelli tra quelli che usano Android
uando si sceglie uno smartphone, ha pi senso andare a vedere il sistema operativo che usa piuttosto che il marchio. Perch il bello di uno smartphone la possibilit di installare app. E le app sono legate alla piattaforma. Nel caso di Apple, c un telefono (iPhone) e un sistema operativo (iOs). Facile. Nel caso di Android la faccenda pi complicata. La piattaforma di Google usata da centinaia di produttori. Nellultimo anno Samsung ha surclassato tutti, grazie anche al successo del suo Galaxy S III. Molti iniziano a credere che Android e Samsung siano la stessa cosa. Non ovviamente cos. Anzi, le alternative al Galaxy S III sono diverse. Vediamone tre, tutte con Android 4.0 e uscite nel corso dellestate. Lg propone il suo Optimus 4X HD (lg.com/it/, 529 euro), lunico del mazzo a usare (come Samsung) un processore super-potente quad core, il Tegra 3 di Nvidia. Il punto di forza lo splendido display TrueHD IPS da 4,7 pollici Hd (720 x 1280 pixel): molto denito e luminoso (550 nit), con colori caldi e naturali, offre davvero un notevole impatto. Nonostante lo schermone, sottile (8,9 mm) e piuttosto leggero (134 grammi).
Mondo aPPs

Le alternative per far bello lo smartphone

Android personalizzato da Lg con linterfaccia Optimus UI, piacevole da usare e con alcune interessanti funzioni (come Quick Memo che trasforma il telefono in un bloc notes). Il sistema gira in maniera molto uida. Il difetto maggiore: lo smartphone tende a surriscaldarsi e lautonomia a quel punto precipita. Nonostante la batteria potente (2.150 mAh) si fatica ad arrivare a ne giornata. Lg ha promesso degli aggiornamenti software per lenire il problema. A parte questo lOptimus 4X HD si dimostrato unalternativa concreta a Samsung con un prezzo decisamente pi abbordabile (529 euro contro 699). occhio aLLa foTo Appena sbarcato in Italia invece il nuovo campione di Sony, Xperia Ion (sony.it, 599 euro). Anche qui siamo di fronte a un grande display: un 4,6 pollici con tecnologia Bravia derivata dai televisori Lcd e risoluzione (come per Lg) Hd (720 x 1280). Notevole anche il comparto foto e video: immagini a 12 megapixel di gran qualit e video altrettanto buoni in qualit Full Hd (1920 x 1080). La fotocamera ha un tasto sico dedicato che consente, se premuto, di scattare in meno di 2 secondi direttamente da telefono bloccato (stand-

by): ottimo per cogliere un soggetto al volo. Il processore in questo caso solo (si fa per dire) Dual Core, da 1,5 Ghz. Ogni tanto Xperia Ion perde qualche (lievissimo) colpo in termini di uidit del sistema. Discreta la batteria, ma si pu faticare ad arrivare a ne giornata con lo smartphone non a secco. La terza alternativa arriva dalla cinese Huawei, colosso delle reti che vuol crescere anche nel mercato dei terminali. Il suo primo asso (altri ne caler in autunno) si chiama Ascend P1 (huaweidevice.it, 399 euro). il pi compatto e maneggevole del gruppo. Spesso appena 7,69 millimetri, un vero peso piuma (110 grammi) nonostante i 4,3 pollici del display. Peccato che lo schermo, un Super Amoled di buona qualit, non sia in qualit Hd ( 960 x 540 pixel). Buona lautonomia (circa un giorno e mezzo con uso medio) e la personalizzazione del software da parte di Huawei. P1, dotato di un processore Dual Core da 1,5 Ghz, gira pressoch sempre bene. Unottima alternativa per chi cerca prestazioni elevate ma non ama i padelloni in voga oggi. Peraltro a un prezzo abbordabile. malditech.corriere.it @pottolina

Fototessere fai-da-te, lmati compattati e ricette tascabili


ifoToTessere per Mac 0,79 euro MX PLayer per Android gratis PiccoLe riceTTe per iPhone e iPad gratis

Se avete un Mac e una stampante in qualit fotograca, con questa app potrete risparmiare tempo e soldi. Si inquadra, si scatta (oppure si importa una foto gi disponibile) e lapp prepara le fototessere. Un clic e si stampa.
126 seTTe | 38 21.09.2012

Un software per vedere qualunque tipo di lmato sul vostro smartphone e tablet Android. Su quelli con processori potenti permette di aprire anche video pesanti (Full HD). La versione Pro (4,40 euro) non ha la pubblicit.

Non un maxi-ricettario ma una piccola selezione personale (fatta da Valentina Picco). Spiegazioni dettagliate, bella graca, ottima organizzazione (sette categorie) e strumenti utili, dal timer al dosa spaghetti.

I miei preferiti / di Andrea Milanesi


Panasonic / Viera WT50 (iPerconesso) Display Lcd Led Edge Full HD da 42, 47 e 55, tecnologia 3D attiva, funzione di conversione da 2 a 3D, processore Dual Core, piattaforma web Smart Viera Connect con Wi-Fi e browser integrati, Bluetooth, SD Card slot, 4 terminali Hdmi, 3 porte Usb (Viera WT50; da 1.900 euro; panasonic.it).

Storie di scuola / di Giovanni Pacchiano Il calendario vestito si sposa con larte del museo
er qualche anno ha proposto agli studenti: Facciamo un calendario, con voi come protagonisti. Non aveva nito di dirlo, e gi i ragazzi, vivaci, estrosi, ma gli della tv-spazzatura, tutte le volte esclamavano: Fantastico, prof! Quando ci spogliamo?. Parlavano sul serio, ecco il problema. Prima di sentirsi rispondere: Non esattamente quello che intendevo. Certo, i calendari li hanno fatti, con i vestiti addosso, e sono riusciti benissimo. Ma questanno Lorenzo Pietrogrande, insegnante di Progettazione graco-visiva al Liceo Artistico Boccioni di Milano e valoroso pittore gurativo ( recente una sua esposizione a Berlino), ha allargato il campo, facendo partecipare gli allievi della 3 G, nellambito del circuito Case Museo di Milano, a un progetto pilota di Alternanza Scuola-Lavoro. Obiettivo: presentare come funziona un museo e, insieme, stimolarli alla creativit.
un prodotto multimediale. Quando si dice: usciamo dalla scuola, i ragazzi la vedono come unevasione, spiega Pietrogrande. Ma questa volta non successo, li ho avvisati subito: dovrete fare cose concrete!. Meta: la prestigiosa villa Necchi Campiglio, nel centro della citt, edicata su progetto del grande architetto Piero Portaluppi fra il 1932 e il 1935 secondo i criteri del razionalismo. Dapprima elegante dimora alto-borghese, oggi villa-museo di propriet del Fai; che conserva, oltre agli arredi e agli oggetti originali, unimportante collezione di artisti italiani del primo Novecento. Il rodaggio non stato semplice per adolescenti non avvezzi a frequentare musei o biblioteche: ci sono stati incontri con il conservatore e con i responsabili della comunicazione, una giornata di visita della villa e due rivisitazioni. Molte fotograe e molte domande: Quanto pu valere ora questo quadro? Come si imballa una scultura (in questo caso un Wildt) destinata a una mostra? E inne il clic degli studenti scattato, con linvenzione di un prodotto multimediale: creare una lunga sequenza di foto sottotitolate, ritraendo se stessi inseriti negli ambienti con laiuto del computer, con un tocco di follia surreale. Storie che irrompono in unaltra, vecchia, storia. Tre ragazzi che a mo di cariatidi sostengono la trave dellingresso. Tre ragazze immerse, vestite, nella bella piscina allaperto. Altri, miniaturizzati accanto ai soprammobili. E, in ultimo, tre ragazze, viste di schiena, come a uscire dalla trama, con una didascalia: Sogno o realt?. Cos ogni incontro della vita con la vera arte.

LoeWe / indiViduaL (reGisTraBiLe) Display Lcd Full HD 3D con retroilluminazione Led Edge da 40, 46 e 55, tecnologia 400 Hz, hard disk integrato DR+ da 750 Gb, Dual Triple Tuner (terrestre, cavo, satellitare), slot CI+ per canali a pagamento, 8 altoparlanti, audio 80 watt (Individual; 3.400 euro; loewe.it).

saMsunG / hT-e6750W (MuLTisensoriaLe) Display Lcd a retroilluminazione Led da 40, 46 e 55, tecnologia 3D full HD attiva, piattaforma web Smart Hub, accesso a Samsung Apps, connettivit Wi-Fi e AllShare Play, controllo comandi Tv con riconoscimento gestuale, vocale e facciale (ES8000; da 1.399 euro; samsung.com/it).

VideoGiocando

Versione 3D del fortunato corso di pittura, arricchito di nuove lezioni con vari livelli di abilit e conoscenza della materia, per disegnare e dipingere con matite e pennelli virtuali sul display touch (New Art Academy; 45 euro; Nintendo 3DS).

sGuardo aL fuTuro

di sara Gandol

clonare i volti in 3d (barba e peli compresi) Nuova tecnologia animatronica della Disney
maghi dellanimazione digitale, maestri nel replicare i volti umani, hanno fatto un nuovo passo avanti. I laboratori di Disney Research hanno messo a punto una tecnologia che cattura anche i peli (capelli, baf e barba) e velocizza la creazione di volti tridimensionali, a partire da modelli di persone reali, da sfruttare nellanimatronica,

i pupazzi meccanici usati nel cinema e nei parchi a tema. I sistemi no a oggi in uso per eseguire il rendering in 3D non tenevano in conto il fattore barba, proprio per la difcolt di clonare i singoli peli e le ombre che questi creano sul volto di una persona reale. I ricercatori Disney hanno creato un algoritmo in grado di riconoscere i peli dalle

guance al collo, vari tipi di barbe e poi di sfruttare le informazioni acquisite per modellare di conseguenza la pelle sottostante. Il meccanismo tiene conto degli strati superiori dellepidermide e permette di attivare o disattivare la riproduzione della peluria: un volto con la barba pu essere trasformato in rasato o viceversa.
riProduzione riservAtA

seTTe | 38 21.09.2012

127

Piaceri&Saperi BenEssere / di Sara Gandol

Preparati e informati, ma poi aiutalo a decidere da solo, a darti qualcosa in cambio. E quando serve, impara a dire no
autonomia fino allultimo E riSpEtta lE ScEltE di finE vita

Se un genitore invecchia, ricorda di sorridere

Prendersi cura di qualcuno senza smettere di prendersi cura di se stessi. Sembra facile, non lo . Accompagnare un genitore nella stanza della chemioterapia senza mai lasciargli la mano. O seguirlo mentre la sua mente sprofonda nelle nebbie dellAlzheimer. Oppure, soltanto, aiutarlo a invecchiare, con dignit. E intanto non perdere di vista se stessi. Una corsa a ostacoli, dove gli ostacoli sono stress, depressione, senso di impotenza: prova ad affrontarla con i consigli rielaborati dalla Survival guide for family caregivers (guida alla sopravvivenza per chi si prende cura di un parente malato) scritta da Susan Murray, geriatra allUniversit del Nebraska. Con una premessa importante: permetti alla persona di cui ti prendi cura di fare a sua volta qualcosa per te, qualsiasi piccolo gesto sia in grado di offrirti. Chi prende qualcosa ha la necessit di restituire per non sentirsi un peso. 1 Preparati. Quando si presentano i primi problemi di salute legati allinvecchiamento, chiedi una consulenza specialistica: un buon geriatra ha una visione dinsieme delle patologie dellanziano e pu aiutare a coordinare check-up e/o eventuali terapie. 2 Informati. utile sapere quali cambia-

menti sono normali in una persona che invecchia e quali invece sono sintomi di un problema. Quindi, chiedi ai medici curanti ogni informazione utile sulla patologia di cui soffre la persona che accudisci e quali sviluppi avr. 3 Pianica il futuro. Informati sui servizi che potrebbero esserti utili domani: sia quelli offerti dal servizio sanitario (centri ospedalieri o assistenza domiciliare) sia quelli privati (badanti, centri per anziani, enti per le cure palliative). Pianica laspetto

nanziario (i costi dellassistenza, sul lungo periodo, possono lievitare) e discuti per tempo le scelte di ne vita con la persona interessata: una legge ancora non c, ma un buon medico si consulta sempre con i familiari quando arriva il momento critico. 4 Incoraggia lautonomia. Rispetta la volont/necessit della persona che assisti di prendere decisioni e mantenere per quanto possibile il controllo della propria vita. Anche nelle situazioni pi critiche, deve poter partecipare a ci che lo riguarda. 5 Fai i cambiamenti a piccoli passi. Aiuta i tuoi cari ad accettare gradualmente un aiuto senza farli sentire di colpo incapaci. 6 Chiedi aiuto e impara a dire no. Non puoi fare tutto da solo; condividi limpegno con familiari, amici, specialisti o una badante. Chiedere aiuto non un segnale di debolezza ma di forza: dai alla persona cara laiuto che si merita. E se le richieste sono eccessive, hai il diritto-dovere di dire no. 7 Inne, regalati un sorriso. Il benessere di una persona malata o non autosufciente dipende anche dal benessere, sico e psichico, di chi gli sta accanto. Alimentati, dormi, rilassati in maniera adeguata. Non dimenticare che il tuo ruolo non si limita a quello di caregiver; ogni tanto stacca la spina e ricarica le batterie. E divertiti: una risata aiuta anche chi ci sta lasciando.

di caterina e giorgio calabrese

consigli alimentari

Peccaminoso frutto
uale dolce mela che su alto ramo rosseggia (Saffo). lei: la mela; tonda, profumata, rossa o pallida. tempo del nuovo raccolto di mele e mordendole scrocchiano e profumano particolarmente. Il frutto del peccato si dice, ma nella Bibbia non v traccia di alcuna mela. In Genesi si parla genericamente di albero del bene e del male (Gen

3,8), ma tradizionalmente il peccaminoso frutto si identica con la mela. Forse per una interpretazione linguistica della parola latina malum, che signica mela/male e sovrappone i due signicati. Indubbiamente nessun frutto, quanto la mela, stato capace di gettare lo scompiglio, anche sullOlimpo, infatti Eres, la Discordia, sceglie una mela doro con la scritta alla pi bella e tra Era, Atena e Afrodite comincia la lotta per aggiudicarsela, unaspra contesa che porta no alla distruzione di Troia. lapple report. Pi recentemente la rossa e avvelenata mela di Biancaneve dei Grimm. Una nomea non troppo lusinghiera, quindi, che si contrappone nettamente

ai beneci riconosciuti da sempre alla mela, tanto da ispirare il proverbio: una mela al giorno toglie il medico di torno. Parrebbe un esorcismo contro medici e malattia, invece, molto sportivamente, i medici australiani hanno fatto una sperimentazione che sembra attestare come veritiero il proverbio. LApple report descrive i beneci dei polifenoli (in media 200 milligrammi) della mela: aiutano ad abbassare il colesterolo, ma occorre consumarne tre al giorno, prevengono il diabete, migliorano il metabolismo, prevengono il sovrappeso (la pectina fa assorbire meno zuccheri e grassi a livello intestinale), riducono il rischio del diabete di tipo II e le malattie cardiache, aiutano

128

SEttE | 38 21.09.2012

di dario oscar archetti


sgandol@corriere.it dolori addio

Quadricipite: potenza e stabilit


l centometrista che scatta, il calciatore che colpisce con forza il pallone, il ciclista in piedi sul sellino: in tutte queste azioni il protagonista assoluto (a parte latleta) un muscolo della coscia, il quadricipite. Se lo si osserva, d il senso della forza, della potenza massima che si pu produrre. Sulla faccia anteriore della coscia, se ben allenate, sono molto ben visibili le quattro parti (capi) che costituiscono il quadricipite, la massa muscolare pi voluminosa del nostro corpo. Dal punto di vista biomeccanico un estensore della gamba (il movimento che si fa sferrando un calcio); agisce su due articolazioni, la coxo-femorale e il ginocchio, di cui un importante stabilizzatore. Dal punto di vista posturale, impedisce la retroversione del bacino e liperessione del ginocchio. Insomma, ci permette di stare in piedi e di camminare correttamente.
allenamenti. una fascia musco-

lalzhEimEr non SEmprE ugualE

Oggi, 21 settembre, cade la XIX Giornata Mondiale dellAlzheimer: unoccasione per fare il punto su questa malattia, che in Italia afigge oltre un milione di persone, e parlare di terapie (quelle farmacologiche e quelle comportamentali come la Terapia della bambola). Secondo un recente studio condotto da Universit di Milano-Bicocca, ospedale Niguarda e Universit di Pavia, una risonanza magnetica potrebbe per esempio rivelare se il cervello risponder pi o meno bene alla terapia farmacologica: i pazienti che subiscono un progressivo peggioramento della malattia, nonostante il trattamento con inibitori dellacetilcolinesterasi, hanno infatti una signicativa atroa dei nuclei profondi del cervello colinergici e dei fasci di sostanza bianca circostanti. Con il drastico aumento dellaspettativa di vita, le forme di demenza sono peraltro destinate ad aumentare: il rischio oggi di 1 a 8 per gli over 65 e di 1 a 2,5 per gli over 85.

allenamenti con elastici, pesi e in particolare una macchina da palestra chiamata appunto leg extension. In caso di traumi alla gamba, interventi chirurgici allanca, al ginocchio, alla caviglia, o periodi di immobilit, il muscolo da stimolare per riattivare il pi velocemente possibile la stazione eretta e il cammino. Se ci sono difcolt, allinizio della riabilitazione si pu utilizzare lelettrostimolazione del muscolo, cio unazione passiva, ma appena possibile si passa al movimento volontario, prima assistito, poi in autonomia, anche in acqua.
gambe belle toniche. Vale la pena

illustrazione di manuela bertoli

lare molto reattiva agli stimoli e quindi risponde molto bene agli

di darsi da fare con gli esercizi anche per motivi estetici: il quadricipite ben allenato un bel muscolo, sagoma in maniera importante la forma delle gambe e nelle donne d unimmagine di tonicit. Tra gli atleti, prima della gara, molte occhiate cadono l, non per valutare la bellezza dellavversario, ma per cominciare a capire con chi ci si deve misurare.

1
Stretching del quadricipite da seduti, con appoggio posteriore.

nei problemi respiratori. Il rapporto indica altres che nel 28% delle donne che consumano mele quotidianamente diminuisce il desiderio di dolci perch lo zucchero della mela ha un basso indice glicemico e viene rilasciato lentamente nel sangue, facendo da calmiere. vitamina c e potassio. Nelle mele troviamo anche una buona fonte di vitamina C e ancora potassio e bre, la sua compattezza richiede un buon esercizio di masticazione che riduce lappetito. Per questi beneci, potremmo ipotizzare in Eden una collocazione delle mele piuttosto nellalbero della vita, magari costituito da una molteplicit di frutti capaci di perpetuare la vita.
illustrazioni di sandra franchino

2
Allungamento del quadricipite, con appoggio anteriore.

3
Esercizio di extension per lallenamento del quadricipite.
riproduzione riservata

SEttE | 38 21.09.2012

129

Piaceri&Saperi EfferveScienza / di Anne Kelly

La violenza virtuale spinge a pulirsi e a usare pi sapone. Poi le malattie auto-indotte, il pilota robot e il satellite di Plutone
EFFETTO NOCEBO

Lavarsi la coscienza, sporca di videogames

CHI gLI HA DATO LA PATENTE?

Gli ingegneri del Mit (Massachusetts Institute of Technology) hanno messo a punto un nuovo tipo di veicolo a motore che, controllato a distanza, in grado di muoversi senza incidenti allinterno di un percorso. Fin qui niente di strano; la novit consiste nel fatto che se gli vengono date istruzioni errate, per esempio quella di andare diritto contro un ostacolo, il veicolo si oppone, decide la traiettoria in assoluta autonomia e solo dopo aver superato senza danni lostacolo, riafda i controlli alloperatore. Un sistema di telecamere e raggi laser consente al robot di rilevare lambiente circostante e un algoritmo di scegliere, anche in base allesperienza, le soluzioni migliori. Le applicazioni di questo co-pilota meccanico sono innite; non spiegato tuttavia come si comporta nel pi comune dei casi: quando a guidare si in due, si litiga sempre.
BESTIALE qUEL PROF

noto da anni in medicina leffetto placebo: un paziente crede di ricevere un particolare trattamento (di norma farmacologico), ma in realt gli viene somministrata una sostanza priva di ogni principio attivo; nonostante questo, lorganismo reagisce alla terapia come se fosse reale. Si guarisce perch ci si aspetta di guarire. Poco studiato il suo opposto, leffetto nocebo: una suggestione negativa, lattesa di una malattia pu provocare la malattia stessa? Lesperienza di tutti i giorni sembra dirci di s, ma ora il fenomeno stato studiato scienticamente allUniversit di Monaco che ne ha individuato i meccanismi neurobiologici, in buona parte legati a un riesso condizionato. In alcuni casi gli effetti collaterali di un farmaco possono essere attribuiti proprio al nocebo: i foglietti illustrativi che accompagnano i farmaci possono trarre in inganno. Non a caso in italiano vengono chiamati bugiardini.

EFFETTO mACBETH

Via maledetta macchia! Via dico. La celebre battuta di lady Macbeth oppressa dai suoi delitti di sangue alla base di una curiosa ricerca condotta dalluniversit del Lussemburgo, che si soffermata in particolare su una battuta successiva della donna sonnambula. Queste mani non verranno mai pulite?. Risultato, al di fuori della tragedia scespiriana: se avete appena fatto un videogioco violento, soprattutto se questo gioco simula ripetuti fatti di sangue nei confronti di altri individui, sarete spinti a comprare prodotti per la pulizia e ligiene. A essere colpiti dallEffetto Macbeth, secondo lo studio, sono soprattutto i giocatori inesperti, quelli cio per i quali il ricorso alla violenza virtuale poco frequente: per reazione cercano di ripulirsi il prima possibile. La ricerca, pubblicata sul Journal of Experimental Social Psychology, rientra nello studio sulle origini genetiche o indotte dellag-

Falene ai raggi X per ridurre le radiazioni


el potere antiriflesso che hanno gli occhi delle falene abbiamo gi parlato alcune settimane fa a proposito della realizzazione di pellicole in grado di non disperdere la luce. Gli stessi occhi, con la loro straordinaria struttura a strati sovrapposti, servono da ispirazione in campo medico, per qualcosa di molto utile alluomo: ridurre la quantit di radiazioni ricevute durante le normali indagini radiologiche. Un gruppo di fisici della City University

di New York ha infatti messo a punto, grazie alle nanotecnologie, un nuovo materiale che in grado di assorbire con maggiore efficienza i raggi X o, in altre parole, pu restituire immagini nitide con un minor assorbimento di questi raggi rispetto alle tecnologie attuali. Risultato: minori pericoli per lindividuo soprattutto in caso di ripetute indagini. Il nuovo materiale, che simula esattamente locchio della falena, consiste in una sottilissima pellicola ricoperta di minuscole protuberanze (tra 100 mila e 200 mila su un quadrato di un decimo di millimetro di lato) in grado di migliorare la resa del 175 per cento. Tra i derivati della ricerca ci saranno anche apparecchi radiologici pi piccoli, pi semplici e, si spera, meno dannosi per gli operatori sanitari.

130

SETTE | 38 21.09.2012

SEX & THE SCIENCE

Uno sguardo e la testa altrove

illustrazione di manuela bertoli

CON LA LUNA DI TRAVERSO

Fiocco rosa nel nostro sistema solare. Grazie al telescopio orbitante Hubble, gli astronomi della Nasa hanno individuato una nuova luna che orbita attorno al pi lontano ed elusivo dei pianeti: Plutone. Il satellite, di forma piccola e irregolare, ha una larghezza che va dai 9 ai 25 chilometri ed la quinta luna di Plutone nora individuata. Laspetto che pi incuriosisce gli scienziati come un pianeta piccolo e ghiacciato possa avere un sistema cos complesso di satelliti. Su Plutone, che ha unorbita a cavallo con quella di Nettuno e che ha caratteristiche anomale rispetto ai suoi fratelli del sistema solare, in corso da tempo un ampio dibattito al punto che stato retrocesso alcuni anni fa a pianeta nano. La scoperta della sua quinta luna non cambier il suo stato, ma si dice che su di lui c ancora molto da sapere, prima di condannarlo alla serie B astronomica.
DIAmO I NUmERI

a mi stai a sentire! La smetti di distrarti mentre ti parlo!. Ecco uno dei classici motivi di litigio allinterno della coppia. Di fronte al partner che vi rinfaccia di avere la testa altrove potete rispondere che cos crede lui, ma non vero, perch uomini e donne hanno differenti modi di prestare attenzione, come sostiene una ricerca dellUniversit di Southern California pubblicata su Vision Research. In un esperimento, alcuni soggetti sono stati messi a osservare delle persone che venivano intervistate, mentre sullo sfondo comparivano diverse distrazioni (passanti, ciclisti, autobus) destinate proprio a sviare lattenzione. Una telecamera intanto inquadrava gli occhi dei partecipanti al test, per vedere come si muoveva-

no le loro pupille e no a che punto venivano catturate dagli elementi di disturbo. Uomini e donne hanno mostrato comportamenti assai differenti. I primi si sono infatti concentrati principalmente sulla bocca dellintervistato e sono stati distratti soprattutto dai movimenti che avvenivano sullo sfondo. Le donne invece hanno spostato continuamente la messa a fuoco sugli occhi e sul corpo dellintervistato, mentre sono state distratte dalle persone che entravano nellinquadratura piuttosto che (come gli uomini) dai movimenti. Insomma, se proprio lui (o lei) vi annoia, non preoccupatevi di apparire distratti e accampate la scusa della diversit visuale. Potrete cos isolarvi tranquillamente nel vostro mondo.

Incidenti autostradali sicuramente imputabili a distrazione: 13,5% Al mancato rispetto delle distanze di sicurezza: 9,2% A sonnolenza: 8,3% Alle condizioni atmosferiche: 2,4%
(Ministero dellInterno)

Dosi di antibiotici consumate ogni anno negli Stati Uniti: 235.000.000 Prescritte senza motivo: 30% Percentuale di americani sicuri che gli antibiotici uccidono i virus: 75
(CDC)

Aumento nei Paesi islamici: 72%


(The Economist)

Costo annuo degli incidenti fra aerei di linea e uccelli: 1 miliardo


(Sciencedaily)

Americani che sostengono di aver avuto almeno un episodio di grave depressione: 17% Un episodio di alcolismo: 14%
(National Comorbidity Survey)

Anni passati dalla prima trasmissione della tv a colori nel mondo: 58 Dalla prima via satellite: 50
(BBC)

Uccelli kiwi presenti in Nuova Zelanda nel 1923: 5.000.000 Oggi: 70.000
(BBC)

Aumento delle vendite di alcolici nel mondo tra il 2001 e il 2011: 30%

Anni previsti per la vecchia stazione orbitante Mir: 5 Anni effettivamente passati in orbita: 13 Orbite effettuate: 77.000 Incidenti piccoli e grandi: 1.600
(Reuters)
riproduzione riservata

SETTE | 38 21.09.2012

131

Capital piCtures

Piaceri&Saperi Animalia / di Danilo Mainardi


AmiCi miei

di paola dAmico pdamico@rcs.it

SCimmie A STeCCheTTo? NoN SoNo pi iN SAluTe

La possessivit delle tigri riguarda il territorio. Ma anche partner e cibo


el suo affascinante saggio La tigre (Einaudi), John Vaillant scrive: Nella mente della tigre, cos come in quella dei cacciatori umani, territorio e prede sono entit difcilmente separabili. Le tigri sono celebri per la loro istintiva possessivit; come un marchio di fabbrica, che esercita una profonda inuenza sui loro comportamenti, soprattutto quando si tratta di territorio, partner e cibo. Sembrerebbe proprio cos: anche se raramente, la transizione da territorialismo a senso della propriet delle risorse pu effettivamente realizzarsi. Penso al caso del pipistrello vampiro Desmodus rotundus che, come la tigre, a modo suo animale territoriale. E dico a modo suo perch il termine territorialismo discende da terra e con esso si suole indicare il comportamento, proprio di molti animali, di difendere appunto un pezzo di terra. E il vampiro uno di quelli che, compiendo un transfert,
132 SeTTe | 38 21.09.2012

Conni difesi con le unghie

hanno spostato il proprio istinto di difesa dallo statico pezzo di terra alla mobile, talora addirittura migrante, mandria di erbivori da cui in quanto ematofagi suggono il nutrimento. Siccome poi sono sociali, laffascinante spettacolo che sosserva quello dun gruppo di vampiri che, possedendo una mandria, collettivamente ne difende i conni dallinvasione di vampiri estranei.
Transfert dunque da casi come questi che pu originarsi leccezionale transfert che suggerisce un possibile passaggio dalla primordiale difesa del territorio allevolutivamente pi recente senso della propriet. Proprio lo stesso che, ci racconta Vaillant, viene attribuito alla tigre dalle popolazioni della taiga che ancor oggi convivono, duramente competendo per le medesime risorse, con lo splendido felino. E che si tratti di pura leggenda o deffettiva realt nessuno, ancora, lo sa con sicurezza.

Mangiare meno per vivere pi a lungo? Lesito di una deprivazione calorica non appare cos certo. O, perlomeno, non lo per le Scimmie Rhesus che i ricercatori del National Institute on Aging (Nia) hanno tenuto a dieta stretta per 23 anni, togliendo il 30% delle calorie rispetto a un gruppo di animali di controllo. Le scimmie tenute a stecchetto a distanza di tempo hanno mostrato un miglior prolo glicemico e lipidico. Secondo lo studio del Nia, pubblicato su Nature, che mette in discussione la vecchia tesi meno cibo pi longevi, a pesare sulla longevit sembra siano pi la genetica e la composizione delle calorie assunte che la quantit.

AlAn CArey/Corbis

RAbbiT dAy A buCCiNASCo Lappuntamento annuale dedicato a conigli, cavie e piccoli roditori, organizzato dallAssociazione Animali Esotici Onlus, si terr questanno nel Parco Spina Azzurra di Buccinasco, hinterland di Milano, il 30 settembre. Nel corso della giornata, si terranno conferenze di veterinari e biologi, slate simpatia e un ricco buffet vegano. Per informazioni si pu consultare il sito aaeconigli.it.

riproduzione riservata

yevgen TimAsho/Corbis

Piaceri&Saperi Cocktail Martini / di Paolo Martini

I Lavori Massonici iniziano allequinozio


Notte, tordi e castagne da san Matteo in avanti
Settembre/la notte al d contende Linizio dellautunno per i proverbi un tempo considerevole, anche nel folklore italiano. Questo il pi classico riferimento allequinozio dautunno e alle giornate di luce che durano quanto le nottate. a san Matteo/tante le notte/tante le die Recita invece un proverbio lucano. La festa del santo cade il 21 settembre, e perci nel calendario dellItalia rurale segnava il punto di svolta. a San Matt/chi ga na bela selva/i vaghi a ved Si dice in Valtellina: ovvero, le castagne sono mature e i produttori che ne hanno bei boschi (bela selva) devono andare a sorvegliarli. Da San Mattie/u prime turdie a mmie

Smorzati i toni anticlericali, levento ha origini antiche. Poi la storia vista da Benjamin e un motto da giornaletto
Festa esoterica, iniziati e Virgilio
rande festa di tradizione anche esoterica, lequinozio dautunno segna formalmente la ripresa dei Lavori Massonici (maiuscole dobbligo) secondo unusanza internazionale. In Italia il Grande Oriente di palazzo Giustiniani festeggia con un convegno di un certo rilievo sullimpegno del cittadino. Pubblicamente vengono ormai smorzati i toni anticlericali di un appuntamento che, come qualche Maestro Venerabile diceva ancora pochi anni fa, cade nel momento in cui il Grande Architetto DellUniverso, per un impenetrabile disegno, ha voluto far coincidere la festa dellIstituzione Massonica con il XX settembre, ne del potere temporale della Chiesa. Qualcuno sostiene che si riallacci a una festa dantichissima tradizione druidica, ma tra motivi di calendario universali e ricorrenze italiane risorgimentali limportanza massonica di questa data evidente (evidente no a un certo punto In fondo, il motto virgiliano Procul o! procul este profani che vale sempre, anche a tener lontani i non adepti dalle conoscenze del tempio massonico!).
La CITaZIONE

Travaso delle idee


Il Travaso didee/nella mia recipiente testa, fatto dai corpi animati e inanimati/Travaso nellaltrui recipiente testa
Mi permetto di fare per loccasione un po mio (e forse un po pi mio del solito, dato il presente ardito cocktail) anche il motto per esteso che afancava il titolo del famoso giornaletto varato nel 1869 dal singolare inventore di macchine e primo scrittore di metasico-politica Cianchettini, che lo compilava e distribuiva tutto da solo attingendo sempre pi disordinatamente alle sue curiosit.

Tito Livio Cianchettini

Lo sguardo dellangelus sulla storia delluomo

Molteplici i proverbi dedicati alla caccia, che caratteristica di questo periodo. Diffuso nellItalia meridionale il detto (il primo tordo mio) che sottolinea il passo dei tordi e le opportunit che offre. Tra i vari citati in: I proverbi dei mesi a cura di Anna Maria Artoni e Carlo Lapucci (ed. Cappelli 1975).

a notte tra il 25 e il 26 settembre del 1940 si tolse la vita in una camera della pensione Fonda Francia di Port Bou, nellincubo di nir riconsegnato ai nazisti dopo la fuga, un intellettuale tedesco di origine ebraica destinato a diventare forse tra i pi inuenti nella cultura contemporanea: Walter Benjamin. Ma solo sessantanni fa, postume, videro la luce le sue Tesi sul concetto di storia che contengono limmaginica intuizione del pensiero di Benjamin che ha avuto forse pi fortuna, quella sullangelo della storia. Sono quattordici-quindici righe in tutto, a partire dallAngelus Novus di Paul Klee, ritratto in una posizione che lartista

stesso descriveva con la didascalia astratto con ricordi. Benjamin associava questimmagine agli echi di un Midrash della Kabbalah sullArcangelo Gabriele e il vento del Nord,

su cui centrato lexergo poetico del suo amico Gerschom Scholem. LAngelus Novus ha il viso che si distacca anche se rivolto al passato, come langelo della storia. Ma ecco il fulcro delle parole di Benjamin: Dove ci appare una catena di eventi, egli vede solo una catastrofe, che accumula senza tregua rovine su rovine e le rovescia ai suoi piedi. Egli vorrebbe ben trattenersi, destare i morti e ricomporre linfranto. Ma una tempesta che spira dal Paradiso e gli impedisce di chiudere le ali, lo spinge irresistibilmente nel futuro, a cui volge le spalle, mentre il cumulo delle rovine sale davanti a lui nel cielo. Ci che chiamiamo progresso, questa tempesta.
riproduzione riservaTa

SETTE | 38 21.09.2012

133

Stili di vita Biglietto dinvito / di Ivan Rota Via dalla Laguna. Dopo Venezia, le star raggiungono altri festival. Kate Hudson direttamente dal Lido a Toronto
Di festival in festival: da Venezia a Deauville, sino a Toronto unincredibile parata di star che hanno avuto il tempo di fare una capatina anche da Carine Roitfeld, per levento C.R. and Friends Toast, e da George Michael allOpera Garnier, a Parigi. Ecco una slata di divine a Toronto: Kate Hudson (sinistra), Olga Kurylenko (ultima a destra), Dolores Chaplin, Alessandra Ambrosio, Izabel Goulart, Joan Smalls (a destra, al centro) e Angela Lindvall. Olga Kurylenko e Kate Hudson indossano Emilio Pucci cos come Alessandra Ambrosio dalla Roitfeld e Dolores Chaplin (la prima a destra) al concerto di Michael.

EVa, daL cinEma aL rELax zEn stata una delle poche top model italiane degli ultimi anni: parliamo al passato perch Eva Riccobono si ritirata dalle passerelle per dedicarsi al cinema. Dopo il folgorante esordio in Grande, Grosso e Verdone, Eva fa casting a tutto spiano. Con buoni risultati: ha girato un lm con Grard Depardieu e Stefania Rocca: Solo quattro pose, ma meglio un ruolo piccolo in un lm importante che protagonista in un lm che non mi piace, dice. Crede nei giovani registi e nella qualit, inoltre si rilassa con sedute salutiste zen.

iles Aldridge, inglese classe 1964, il fotografo pi ricercato dalle donne. Di fama mondiale, glio darte (il padre illustratore il creatore del famoso logo dellHard Rock Caf), realizza scatti surreali e plastici che esaltano la bellezza femminile. Daltronde di donne ne ha tante intorno: la moglie Kristen Mc Menamy (con lui nella foto sopra), top model, sla ancora oggi a 46 anni per Karl Lagerfeld, la sorella maggiore Saffron, modella nonostante i 40 anni suonati e a lungo musa di Ralph Lauren, le due minori Ruby e Lily (modella di punta del Victorias Secret fashion show). Richiestissimi dunque i suoi ritratti, anche da italiane di rango.
134 sette | 38 21.09.2012

iL barboncino dELLa Vanoni Ornella Vanoni ha adottato un barboncino che ha chiamato Why: ha lo stesso colore dei capelli della cantante ed entrambi hanno gli stessi riccioli e adorano Roma tanto che la Vanoni sta per trasferirsi da Milano a Porta Pinciana. Pochi giorni fa, a cena da amici, a Venezia, ha incontrato la sempre bella Randi Ingerman e si complimentata con lei per i capelli, ma lattrice aveva altri pensieri, uno in particolare: Adriano Giannini.

A tavola Con Buti a Palazzo Pitti

ompleanno in pompa magna per limprenditore Tommaso Buti (nel tondo), tra le cui ex ricordiamo Beatrice Borromeo. Una tavolata unica ha accolto 120 persone nel magico scenario del cortile di Palazzo Pitti, a Firenze: tra queste Goga Ashkenazi, nuova patron della maison Vionnet e da tempo socialite internazionale. Buti, dopo la festa, ha raggiunto subito Milano dove ha inaugurato il suo ristorante allinterno del nuovissimo locale Byblos, nato da unidea di Lorenzo Tonetti, Stefano Trabucco e Vito Cardinale. Tutto il mondo delleditoria accorso a festeggiarli.

Una buona notte fashion


a notte bianca della moda, alias Vogue Fashion Night Out, ha visto numerosi vip letteralmente assaliti dai fan. Per Ilary Blasi folla al Flagship Stroili Oro e sold out per la limited edition degli orecchini creati per loccasione, una scelta di stile e di cuore per aiutare le zone colpite dal terremoto in Emilia e Lombardia. Stessa scelta fatta da oltre seicento negozi. Da Loriblu Elena Santarelli e Lorena Bianchetti (a sinistra) hanno dovuto farsi chiudere nel retro per la calca di cacciatori di autogra.

Stili di vita Sfarfalloni / di Paolo Martini

La sofferenza dellessere (famosi)

La Pellegrini se la prende coi paparazzi, la Clerici coi giornalisti, la Ventura con Grillo. E Garko, dolcemente, si trattiene.
ITALIA-VENTURA, O FUTURA? STATE TRANQUILLI, ABC

milestone

Mi interessano i problemi reali della gente, di chi fa anni di galera ingiustamente, mi interessa lItalia, Paese a due velocit (). Bisogna difendere lItalia, lavorare sulle nostre eccellenze.
Simona Ventura
VITTIMISMI MEDIATICI

Negli ultimi due anni arrivato lamore della mia vita, ho potuto pensare alla mia famiglia. Oggi la priorit la mia vita.
Simona Ventura
(Poi, come per correggersi, specica che sta parlando dei suoi nuovi progetti per Sky, tra cui un talk-show in cui far parlare la gente, non i politici, che non sono pi credibili. Ma Alfano, Bersani e Casini possono dormire sonni tranquilli: lei pensa alla vita!).

Non comprendo questo accanimento della stampa contro di me. Puntualmente si torna a parlare del mio compenso, che tra laltro mi sono ridotta, e non di poco.
Antonella Clerici
(Eccone unaltra, della serie la colpa dei giornalisti. Invoca persino la trasparenza dei compensi di tutti i personaggi televisivi Ma in questo momento forse meglio non vedere proprio niente del genere!).

(La scena pubblica reclama nuovi protagonisti, ed ecco la Ventura in versione montezemolata, che critica pure Grillo: Lo seguono persone arrabbiate. facile dire che fa tutto schifo: e dopo?. Vedi a destra).

NUOVI DIVI IN BARATTOLO

PIASTRELLE AZZURRE O ROSSE?

noi viviamo la nostra privacy, cerchiamo di viverla. Ma siamo in italia, dove il gossip la quotidianit. non siamo noi a essere responsabili. sono i paparazzi a trasformare il privato in pubblico, a cercare il bacio
Federica Pellegrini
(Gi, perch lei non vorrebbe baciare Magnini?!? Esternazioni postolimpiche da cui si evince che ormai la nostra campionessa confonde il bordo piscina con il tappeto rosso hollywoodiano).

La chiamo la regola della nutella. Piace a tutti, ma se ne fai fuori tre barattoli di fila, fai indigestione e non la puoi vedere. Per me la stessa cosa. meglio se il pubblico mi vede solo sullo schermo, in modo che io non prenda mai il sopravvento sui personaggi che interpreto. Un po come facevano le star di Hollywood Anni 50. Sono un personaggio pubblico, ma non mi do in pasto agli squali.
Gabriel Garko
(Eroe del fumettone televisivo Lonore e il rispetto, richiestissimo come guest-star in discoteca, pare che si degni una-due volte allanno di scendere in pista. E campeggia pure sui poster di qualche festa della donna, rigorosamente a torso nudo: nocciolato, naturalmente, non nutella).
E POI SI DICE: NON PARLATENE PI

Nicole Minetti ha diritto di essere giudicata per il lavoro che fa e non per altro. Se desidera continuare in politica, come sembra, lo faccia con seriet e con determinazione.
Roberto Formigoni
(Difende in radio da Chiambretti la sua consigliera sotto processo per favoreggiamento e induzione della prostituzione. Sollecitato dal conduttore, che chiede quale sarebbe questo gran lavoro, il presidente risponde sul vago: Ha presentato alcune interrogazioni e alcune proposte di legge. Sic).
riproduzione riservata

SETTE | 38 21.09.2012

135

Stili di vita Moda Donna Estate 2013 / a cura di Gianluca Bauzano

Top model per sempre. Anche senza passerella


A Milano la fashion week ha aperto allinsegna dellArgentina. E Valeria Mazza, appena compiuti i quarantanni, spiega perch slare un lavoro. Vero

ei, Valeria Mazza, ne ha compiuti in tempo reale. Si perso un po di quel quaranta da qualche mese; una mistero ed esclusivit che una volta rendeva sua collega, Carmen DellOrece, le passerelle un sogno. Negli Anni Novanta di anni ne ha invece splendidale slate, quando avevano luogo, specie in mente allattivo solo 81. Entrambe belle, location normalmente inaccessibili, erano forsanche bellissime. Tutte e due ancora momenti irripetibili. Si ricorda quelle roicone del fashion system. Non slano pi, mane a Piazza Navona, o la passerella televio quasi, ma sono rimaste gure di rifesiva lungo la scalinata di Trinit dei Monti? rimento. Rappresentano volti e corpi di Meravigliosa. E come dimenticarla. A dire quelle super model anima delle passerelle il vero un po lunghetta la diretta televisiva, internazionali. Sui segrespecie vissuta live, ma era ti della loro bellezza ci si esaltante quel susseguirsi continua a fare domande. senza soluzione di contiCon Naomi Di recente ci hanno girato nuit di top model. E graed Eva siamo pure un lm, presentazie al piccolo schermo ecancora amiche: to negli States da Hbo e cole, raggruppate, arrivare appena possiamo ora in arrivo in Italia nelin braccio a una prima la le sale; in versione dvd allargata. Sui divani dei ci vediamo in giro lanno prossimo. Titolo salotti. A proposito di top per il mondo originale: About Face. model, il gossip sentenzia Supermodels Then And che tra voi non cera amiNow, a rma di Timothy cizia. Conferma? Non era Greeneld-Sanders. Resta il fatto che mafacile instaurare veri rapporti, vero. Ma se ture o giovanissime erano e restano lanima ci si impegnava.... Lei ci riuscita? Certo, delle passerelle. con Naomi ed Eva (Campbell e Herzigova, ndr) siamo ancora amiche. Ci sentiamo e Nessun rimpianto. La kermesse delle slaappena riusciamo ci diamo appuntamento te di moda femminile per lestate 2013, dopo in giro per il mondo. Parlava di Roma. E New York e Londra, ora di scena a Milano Milano? Era e resta la capitale della moda. (vedi servizio nelle pagine seguenti). Come A proposito di Milano caput fashion mundi, ricorda Milano e quegli anni, lei resa superlo sa che la fashion week in corso ha appena model dal talent scouting di Gianni Versace e dallobbiettivo di Bruce Weber? Rimpianti? Quattro volte mamma Nostalgia s. Ma non certo rimpianti. Del Valeria Mazza, nata a Rosario nel 1972, a 16 resto cambiato tutto. Parliamo anche di anni debutta nella moda. madre di quattro gli: Balthazar, Tiziano, Benicio e Taina avuti momenti storici diversi. La moda ha camdallimprenditore argentino Alejandro Gravier, biato i mezzi per comunicare. Ora una sche ha sposato nel 1998. lata a New York si pu vedere on line quasi
136 SETTE | 38 21.09.2012

OLYCOM

pampas benefiche

Discovery argentina

Kate from Notting Hill Una villa di Notting Hill stata il set della campagna per questinverno di Liu Jo, protagonista Kate Moss (sopra, il backstage). Liu Jo ha aperto in questi giorni il nuovo shop in corso Vittorio Emanuele, a Milano.

Palcoscenico ambito e dalle innite nazionalit, la passerella. Creativit made in... vi si affacciano di continuo. Quella proveniente dal continente delle pampas ha aperto la fashion week milanese. Argentina celebrates fashion il titolo dellevento organizzato dal ministero degli Affari esteri argentino e dal Consolato milanese: sulla passerella di Palazzo Isimbardi hanno slato sei designer simbolo del Paese che ha scelto Milano per promuovere la propria creativit. Si sono alternati: Fabian Zitta e Calfun (in alto da sinistra le loro creazioni), Varanasi e Maria Pryor (in basso il suo atelier), La Martina e Gabriel Lage. Levento aveva anche uno scopo beneco: ogni designer ha donato alla fondazione Pupi (Per un piberio integrado; fondazionepupi.org) un capo tra quelli slati; il ricavato della messa allasta dei capi andr a sostegno dei progetti dellassociazione.

Il vero fascino non ha tempo. E ve lo fanno vedere loro Il New York Post ha appena dedicato un servizio (a sinistra) a Carmen DellOrece: top model di 81 anni, ancora icona di bellezza. DellOrece tra le modelle interpreti di About Face. Dietro il volto di una top model, lm di Timothy Greeneld-Sanders (a destra). La pellicola, esclusiva di Feltrinelli Real Cinema per lItalia, sar proiettata il 24, 25 e 27 settembre nelle sale The Space Cinema.

ospitato una slata di designer argentini? Si tratta di un progetto che conosco molto bene. Lo sostengo. Il mio Paese promuove da tempo nel mondo i propri talenti. Dopo New York e Parigi, ora arriva a Milano (vedi box in alto a destra). La moda in Argentina molto seguita. Le mie connazionali sono come le donne europee: informate e attente allimmagine. Bionda, sorridente, signora ben maritata e mamm di quattro pargoli, Valeria Mazza non si mai sentita donnacorpo-oggetto? La gente quando sli non vuole sapere chi sei. Ma vedere solo come

sei. E per fare questo lavoro, perch lo a tutti gli effetti, bisogna essere consapevoli di ci che si ha dentro e dei propri valori, indipendentemente da ci che gli altri vogliono vedere in passerella.
Senza scivoloni. Quellaccento sul fatto che

la modella un lavoro? Dallesterno visto come uno svago. Invece un lavoro con regole rigide. Non puoi sgarrare, per dare il meglio. Lo dico a tutte le ragazze che lo vogliono fare e mi chiedono aiuto. Affrontarlo seriamente e farsi consigliare bene. Quando

si inizia si troppo giovani. Si rischiano scivoloni. La bionda Valeria non ne ha fatti. Appena terminato lo spot tv per il beauty brand Bellissima inizier i preparativi per il prossimo viaggio in Camerun. La modella da due anni testimonial del progetto Unicef, con il sostegno di P&G, per la lotta al tetano neonatale. Non un impegno dellultima ora: gi quando aveva 13 anni faceva volontariato aiutando i bambini disabili. La bellezza pu portare alla ribalta il glamour, ma anche limpegno sociale.
riproduzione riservata

SETTE | 38 21.09.2012

137

Stili di vita Moda Donna Estate 2013

Punti di vista Attrice, fashion designer e top model. Tre volti di Isabella Rossellini. Lattrice nel 2010 ha creato per Bulgari una borsa con il proprio nome, omaggio del brand al suo stile. Una simbiosi rafforzata anche dal successivo ruolo di Rossellini come testimonial della campagna rmata da Annie Leibovitz. Nella foto, il backstage degli scatti per la primavera/estate 2013: la bionda Leibovitz sta per immortalare lattrice, truccata da James Kaliardos, che ha tra le mani il nuovo modello di Rossellini Bag presentato oggi a Milano.

la citt palcoscenico per le nuove collezioni. Sla al Castello Sforzesco il prodotto della creativit cinese, mentre i lati pi preziosi e impalpabili vengono presentati in giardini segreti

G
A

iro di boa per la fashion week milanese. Dopo questa giornata no al 25 settembre ancora quattro giorni di slate e presentazioni dedicate alle collezioni donna estate 2013; Sette con reportage ad hoc se ne occuper sui prossimi numeri. Come sempre anche per questa edizione di Milano Moda Donna nessun angolo della citt stato risparmiato ed stato trasformato in passerella: dal Castello Sforzesco ai

giardini segreti di palazzi del centro cittadino. E sul palcoscenico modaiolo oltre a conferme della creativit di molti brand illustri, anche debutti nostrani e da oltreconne. Le presenze cinesi brillano. Uno scambio reciproco tra mondi lontani, oggi uniti a doppio lo da forti rapporti commerciali e creativi. Immancabile il focus sulle nuove proposte dal mondo degli accessori, oramai i must have per personalizzare il proprio stile. G.B.

mari imprenditrice non solo per amore


l grande schermo, blasone di famiglia, ha preferito la passerella. Ma con lo spirito dellimprenditrice. Maria Rosa De Sica (in basso), classe 1987, glia di Christian e nipotina di Vittorio, approda nel fashion system con 14 modelli (a destra, due look). Semplicit, praticit ed eleganza i cardini di questa prima collezione. Pochi capi ben abbinati per risolvere le esigenze pratiche di una donna. Mari De Sica il nome del brand al suo debutto milanese. Il nome un omaggio a Parlami damore Mari, il celebre brano cantato da mio nonno. Si tratta di un progetto creato con i miei capitali e quelli del mio compagno (il manager Federico Pellegrini, con lei nella foto, ndr). Abbiamo deciso di fare impresa da soli. Siamo giovani e vogliamo lanciare un messaggio ai nostri coetanei. Essere intraprendenti per crearci un nuovo futuro.
138 sEttE | 38 21.09.2012

dal tevere al naviGlio

Bello & accessibile


omano nel dna, Gai Mattiolo dalla nuova sede milanese bordo Naviglio che ha presentato collezione (a destra) e progetti futuri del brand. Iper cromatismi, citazioni marine, dettagli preziosi: tutto il mio dna nella collezione, spiega lo stilista con allattivo un contratto decennale di licenza con Marlys. Stiamo valutando una serie di aperture in Russia, Cina e pi avanti Usa e Nord Europa. Nel futuro il ritorno allalta moda? Se ci saranno le premesse certo. Il mercato del lusso esiste ancora. Ma ora sono vincenti creazioni originali, belle e accessibili al mercato.

leggeri petali in cashmere sbocciano da ori british


n secolo di giardini incantati made in England. Lo celebrer nel 2013 ledizione del centenario del Chelsea Flower Show di Londra. Magica anteprima la collezione di Ballantyne, presentata nel giardino segreto della sede del cashmere luxury brand del Gruppo Charme, guidato da Matteo di Montezemolo. Un proteiforme gioco di sfumature pastello domina la collezione la quarta al femminile del direttore creativo Yossi Cohen giocata su piccoli pezzi da abbinare (nelle foto due look). Quelli in maglieria sono il frutto dellinappagata voglia della griffe di ricercare e innovare nel mondo dei lati. Debutta il brevettato

il vero Glamour ha la forma del romBo

Summer light cashmere: lato iper leggero da abbinare a tessuti in seta, lino e cotone. Si appoggia sulla pelle come un petalo, e petal skirt anche il nuovo modello di gonna. Non solo da indossare ma da inserire in un gioco di sovrapposizioni. Sotto micro giacchine in nabuk, le small biker, oppure in combinazione con i Diamond pull & cardigan, simboli della griffe. Entrambi dalle fantasie oreali ricamate, mixate ai rombi, blasone di famiglia. Lavorazioni a micro trecce, punto stuoia e moulin danno corposit alla maglieria. Impalpabile sulla pelle come le corolle dei ori di un british garden.

sotto la tour eiffel

un papero da Gamme rouge


radizione vuole che luomo sia milanese e la donna parigina. Almeno per Moncler. La collezione Gamme Rouge by Giambattista Valli (Bleu quella maschile by Thom Browne) sar presentata a Parigi il 2 ottobre. Appuntamento atteso: il 60esimo anno di attivit del brand nato nel 1952. Moncler celebra lanniversario con una stripe messa on line sul sito moncler.com. Per ogni decennio un episodio creato da Christian Marra; protagonista il papero Monduck. In occasione della fashion week milanese on line il secondo episodio dedicato agli anni dal 1962 al 1972 (a sinistra una delle tavole), periodo legato al brevetto della lavorazione della piuma Duvet.

Una fortezza tutta White


n doppio appuntamento molto suggestivo. Domani sera, il Castello Sforzesco di Milano ospiter la slata della stilista cinese Uma Wang in occasione dellinaugurazione di White (no al 24; via Tortona; whiteshow.it), salone dedicato al talent scouting internazionale collezioni donna. Sempre nella location storica ospite della manifestazione, questa sera alle 20.30 sar invece la volta della slata della stilista italohaitiana Stella Jean; due eventi entrambi accompagnati dalla performance live del duo jazz piano & voice Umberto Petrin & Carola Caruso. Due designer simbolo del lavoro fatto in questi anni dal Salone, spiega Massimiliano Bizzi, fondatore e presidente. Da oltre un decennio Bizzi (nella foto) impegnato a trovare nel panorama fashion internazionale brand in cui pi del business sia la passione per ci che si realizza il vero dna delle aziende. 360 saranno le collezioni presentate negli spazi di via Tortona. Grazie a queste presenze vogliamo implementare linternazionalit di Milano. Una ricerca che oggi non pu prescindere anche dal discorso economico. Necessario un ottimo rapporto creativit prezzo. Nel futuro di White anche un progetto per portare il format del Salone sul mercato cinese, ma con accorgimenti che rispondano alle esigenze locali.
riproduzione riservata

lalchimista venuta dalla Grande muraGlia

na mamma con due bimbi che ama larte e sostiene i giovani talenti del suo Paese, la Cina. Ma nel dna di Lin Li c anche la laurea in chimica. Il successo internazionale per arrivato dalle passerelle con Jnby, il brand Just Naturally Be Yourself, creato nel 1994 dalla designer (sotto; a sinistra una sua creazione), ora con allattivo 400 punti vendita in Cina, Giappone e Nord America. Oggi il debutto a Milano. Uno sbarco alla conquista delIItalia? Rappresenta con lEuropa un sinonimo di heritage. Elemento su cui punto per sviluppare il mio brand con cui vorrei essere presente anche su questo mercato. A cosa lega il suo grande successo? La moda un passaggio tra dimensioni, e io cerco di creare alchimie e suggestioni da indossare.

sEttE | 38 21.09.2012

139

di Carlo Ortenzi foto di Paolo Spinazz

Stili di vita Moda Uomo

Il classico sportivo per le mezze stagioni. Il jeans, la vecchia tela dei marinai genovesi, altrimenti detta denim. Per i pantaloni, le scarpe e le camicie. Sempre attuali
1 Pantaloni cinque tasche in denim stone washed, G-Star RAW (199,90 euro). 2 Sneakers alla caviglia in tela jeans con abrasioni e proli tagliati al vivo, Converse All Star (79 euro). 3 Pantaloni cinque tasche in denim con cuciture a contrasto e lavaggio effetto vintage, Rie (99,90 euro; 74,90 euro). 4 Berretto da baseball in denim, Brioni (prezzo su richiesta). 5 Camicie in denim con bottoni a pressione in madreperla, Levis (da 91 euro).

AspettAndo I prImI freddI

HA COLLABORATO SIMONE MONGUZZI

3 marni Zaino in canvas di cotone idrorepellente con dettagli in cuoio (prezzo su richiesta)

1 Wrangler T-shirt in jersey di cotone con logo applicato (30 euro)


140 sette | 38 21.09.2012

2 prada portrait sunglasses Occhiali con montatura in metallo e lenti rosse (270 euro)

Alessandro Calascibetta

en Vogue

minimal e opulenza contraddizioni di stile


4 3 5
una stagione di grandi cambiamenti, la storia della moda ha voltato pagina, gli aggettivi letti a proposito delle slate di questanno non sono mai stati cos assertivi e al tempo stesso contraddittori: minimalista, opulenta, futuristica, rtro, individuale, eccentrica, pop. La voglia di evolvere si rivela anche nella quotidianit, cominciando proprio dal modo di vestirsi, le offerte sono moltissime e quasi tutte di ottimo livello: riconoscersi in un nuovo stile e abbandonare i vecchi stereotipi, non dovrebbe pi essere cos difcile. I primi dieci anni del nuovo secolo sono stati anni di collaudo, sono serviti a rimettere a fuoco la creativit e a indirizzarla nel verso giusto; soprattutto nella seconda met del decennio ho visto che cerano idee. Si trovavano sparse qua e l, isolate nel mare magnum della mediocrit, ma esistevano. Oggi nalmente c il risultato di tutto questo, la sperimentazione si materializzata in qualcosa di concreto e tangibile: siamo nellanno zero, nella nuova era. Non deve disorientare se c tra le altre cose un mix di epoche. logico che qualcosa ricordi gli Anni 90, che ci sia un po di 70 e perno degli Anni 20: il nostro patrimonio culturale. il domani. Nella foto di Johan Sandberg, tratta da Style 2007, una giacca in bra sperimentale di ZZegna.

4 mcs marlboro Classics Camicia disegno tartan doppiata in cotone (da 89 euro)

5 Valextra Custodia per telefono in pelle martellata (prezzo su richiesta)

6 refrigiwear Bomber in nylon con cappuccio removibile bordato in pelliccia (479 euro)
riproduzione riservata

sette | 38 21.09.2012

141

Stili di vita Bellezza

lessenza del ritorno. Il ricordo delle origini e limpronta siciliana per il rilancio dei profumi Pour Homme e Pour Femme di Dolce&Gabbana. Tra aromi di dolci orientali, sandalo e gelsomino
l profumo un racconto privo di linguaggio, ma assai pi preciso, diretto e schietto, e universalmente riconoscibile. Gli odori sono lantidoto al rumore babelico che ci assorda e ci confonde ed curioso che al nostro senso pi trascurato sia restituita massima dignit dalla moda, o meglio dallestetica. Domenico Dolce e Stefano Gabbana recuperano le origini e con esse le creazioni olfattive del loro esordio e questo mese rilanciano (a ventanni dalluscita del profumo femminile) Pour Femme e Pour Homme, fragranze capaci di denire gli italiani di oggi pi di mille parole. Per Dolce e Gabbana siamo tutti gli di unisola felice, quella Sicilia da cui la coppia di stilisti ha preso ispirazione per il successo, icona mediterranea di contraddizioni perfettamente saldate, aristocratica e pop, autentica e illusionista, sacra Due testimonial e irriverente, ordinaria e trasgressiperfetti per va. La scia tracciata da Pour Femme i codici estetici sfrontatamente alimentare, sa di torte arabeggianti, gelsomino, ori degli stilisti: lei darancio, lampone, ma con il pizsexy e materna zico aspro del mandarino verde e lui moro e linedita combinazione di vaniglia, guimauve, eliotropo, sandalo: come palestrato un calamitoso marshmallow. Stefano la denisce: La decalcomania olfattiva del nostro mondo, un alone che racchiude femminilit e passionalit. Domenico aggiunge che lanima originaria del profumo non cambiata, ma riuscita a rimanere accanto alle esigenze della donna di oggi.
Fantasia e trasgressione. La rinascita della fragranza Dolce&Gabbana Pour Femme (realizzata in collaborazione con P&G Prestige, licenziataria dei profumi del marchio) accompagnata dalla campagna pubblicitaria afdata a due testimoni perfetti per i codici estetico142 sette | 38 21.09.2012
mario testino / courtesy Dolce&Gabbana

di Cristina Milanesi

effetti speciali

a Obama il vegan fa bene. e a noi?


volte ritornano, in gran forma. sicuramente il caso di Bill Clinton che alla Convention Democratica di Charlotte ha inammato il pubblico con il suo discorso catalizzando per lattenzione di tutti sulla ritrovata forma sica, meno chili, pi energia e un aspetto tonico e scattante. Il segreto pare sia il nuovo stile di vita vegano, che ha sostituito gli amati hamburger, le patatine grondanti olio e il pollo fritto. Spinto dallamore per la glia Chelsea, che desiderava arrivare allaltare accompagnata da un padre pi snello, si convinse denitivamente quando nel 2010 il suo cuore se la vide brutta. Come lui molti altri che precedentemente non si erano proprio fatti mancare nulla, uno per tutti: Mike Tyson, che dimagrito di 60 chili era fotografato lo scorso anno su svariati manifesti in California, mentre con tenerezza baciava un piccione per una campagna in favore della alimentazione vegana. Lontano il tempo della violenza, dei morsi, degli eccessi. Grazie al nuovo stile alimentare anche laggressivit sparita, lasciando il posto a una vita pi riflessiva e socialmente impegnata. Sono cambiamenti a 360 che riguardano anche i prodotti di bellezza. In costante aumento lacquisto di cosmetici eco-biologici, un passo avanti rispetto alla biocosmesi perch tiene conto anche dellimpatto ambientale del materiale usato per confezionare i prodotti. Una scelta etica che attende ancora una regolamentazione denitiva, ma che ha gi fatto passi da gigante vietando per esempio i test sugli animali. Sempre di cibo per altro si tratta, anche se per la pelle, diventa quindi fondamentale sapere cosa spalmiamo su viso e corpo. Le star scendono in campo con battaglie ambientalistiche dimpatto dichiarando apertamente di preferire una cosmetica green, anzi un lifestyle solo bio come lattrice Marion Cotillard, attenta lettrice di etichette sulle confezioni di cibo, beauty e abbigliamento. Per fortuna non sembra una moda, ma una tendenza vera e propria. I risultati ci sono, la pelle migliora e ringrazia di essere trattata con dolcezza, meglio lestratto di una pianta che i derivati dal petrolio. Il legame tra salute e alimentazione ormai certo, speriamo lo diventi sempre pi anche tra bellezza e natura.
reX Features
riproduzione riservata

Fuga damore A sinistra e sopra, Laetitia Casta con Noah Mills in due scatti dal backstage della campagna rmata da Mario Testino. A destra, i flaconi dei profumi Dolce&Gabbana Pour Femme (da 56 euro) e Pour Homme (da 40 euro) nella nuova versione, a distanza di ventanni dalla prima uscita della fragranza femminile.

olfattivi degli stilisti: la top model Letitia Casta, 34 anni, sensuale e materna ( madre di tre gli); e il modello newyorkese Noah Mills, moro e palestrato. Nella regia di Mario Testino vivono la fantasia e la trasgressione di unavventura tra vicoli barocchi di un paesino meridionale dove in atto un matrimonio, e osano una fuga damore, su una spider rossa, verso una spiaggia da sogno sulle note della Citt Vuota, cantata da Mina. Mills limmaginario del perfetto latin lover. La Casta avvolta in un bustier di pizzo nero, i capelli raccolti in uno chignon spettinato, lelogio di madre natura. Sul profumo la top model ha idee chiare: Non uscirei mai senza, come per il rossetto. Adoro la fragranza che si fa notare, sento e amo gli odori, un po come un animale. A ottobre vedremo lattrice-testimonial in Arbitrage, di Nicholas Jarecki, al anco di Susan Sarandon e Richard Gere; e poi in Les Adors di Hlne Fillires, che le ha dato il ruolo difcile e scabroso dellamante assassina del banchiere Stern; e ancora, in Do not disturb di Yvan Attal con Charlotte Gainsbourg e Asia Argento. Sia la Casta che Mills saranno a Milano (presso la Rinascente di Piazza del Duomo, 23 settembre, dalle ore 17.30) per la presentazione del profumo che, come piace ricordare agli stilisti, il frutto maturo di una scia originaria del 1992, ma adeguata alla coscienza della nostra mutevolezza. Magda Mutti

sette | 38 21.09.2012

143

direttore responsabiLe

Piaceri Oroscopo / di Alessandra Paleologo Oriundi


SETTIMANA DAL 21 AL 27 SETTEMBRE
BILANCIA ARIETE
20 marzo - 20 aprile 23 settembre - 22 ottobre

Ferruccio de Bortoli
condirettore Luciano Fontana

vicedirettori Antonio Macaluso, Daniele Manca Giangiacomo Schiavi, Barbara Stefanelli

supplemento della testata Corriere della sera

Venere in Leone, ottima, vi lancia con impegno e scioltezza in una nuova avventura sentimentale. Nel lavoro siete ricchi di idee e di voglia di darvi da fare. Luna: generosa. Ascendente: Cancro. Consigli: fuggite da un insistente Capricorno, non adeguatevi a un pignolo Vergine.

Il Sole, nel vostro segno dal 23, vi pone in primo piano; diventate protagonisti in amore e nel lavoro dopo un periodo in cui siete stati da parte. Mercurio vi rende saggi. Luna: programmatrice. Ascendente: Capricorno. Consigli: state attenti a un Cancro, non sottovalutate un Acquario.

(pvercesi@corriere.it) roberto Gobbi Caporedattore centrale (rgobbi@corriere.it) Massimo zingardi Art director (mzingardi@corriere.it)

DIRETTO DA pier Luigi vercesi

SCORPIONE TORO
21 aprile - 20 maggio

23 ottobre - 21 novembre

edoardo vigna Caporedattore vicario - Attualit (evigna@corriere.it) Laura ballio Caporedattore - Spettacoli e Lifestyle (lballio@corriere.it) antonio dorrico Caporedattore (adorrico@corriere.it) donatella bogo Vicecaporedattore (dbogo@corriere.it) chiara Mariani Photo editor (cmariani@corriere.it) cesare Fiumi Inviato (cfiumi@corriere.it) Ferruccio pinotti Caposervizio (fpinotti@corriere.it) Manuela croci Vicecaposervizio (mcroci@corriere.it) Gianluca bauzano (gbauzano@rcs.it) sara Gandolfi (sgandolfi@corriere.it) agostino Gramigna (agramigna@corriere.it) Francesca pini (fpini@corriere.it) Franca porciani (fporciani@rcs.it) stefano rodi (srodi@rcs.it) REDAzIONE GRAFICA Luca Milani Caporedattore (lmilani@rcs.it) nicola Gandelli Caposervizio iniziative speciali (ngandelli@rcs.it) Jlenia damiata (jdamiata@rcs.it) carlo davide Lodolini (clodolini@rcs.it) SEGRETERIA DI REDAzIONE cinzia cozzi responsabile (ccozzi@rcs.it) Francesca deluca (fdeluca@rcs.it) alessandro Franco photo research (afranco@rcs.it) cornelia Marchis photo research (cmarchis@rcs.it) DIALOGO CON I LETTORI beppe severgnini (www.corriere.it/italians) PROGETTO GRAFICO Leftloft

Marte allopposizione dallo Scorpione mette il quotidiano sottosopra; fate attenzione a come vi rivolgete agli altri e trattate bene partner e soci. Siete meno impulsivi. Luna: sulla difensiva. Ascendente: Leone. Consigli: pi sciolti con un Bilancia, non accanitevi con uno Scorpione.

Venere dissonante in Leone crea passione, ma anche malintesi in amore; dovete contare no a dieci prima di rispondere perch Marte vi rende forti ma impulsivi. Luna: difcile. Ascendente: Acquario. Consigli: vericate ci che dice un Capricorno, non datevi di un Gemelli.

SAGITTARIO GEMELLI
21 maggio - 20 giugno

22 novembre - 21 dicembre

Dal 23 il Sole in Bilancia vi aiuta a gestire i rapporti nel lavoro e nel privato. Grazie a Mercurio avete molte carte in mano per avere successo. Siete protetti da Giove. Luna: avvantaggiata. Ascendente: Vergine. Consigli: liberatevi con un Capricorno, non inimicatevi un Toro.

Venere in Leone fantastica per amore, viaggi e rapporti con lestero. Dal 23, un patto dacciaio con il business: dovete bussare alle porte amiche. Luna: viaggiatrice. Ascendente: Pesci. Consigli: giocate pulito con un Ariete, non peccate di superbia con un Leone.

CAPRICORNO CANCRO
21 giugno - 21 luglio

22 dicembre - 20 gennaio

Marte dallo Scorpione di grande aiuto sul lavoro e vi sostiene nelleducare i gli ribelli. Se insegnate, il vostro contributo fondamentale. Lamore un po superbo. Luna: combattuta. Ascendente: Bilancia. Consigli: seguite le regole con un Vergine, non esagerate con un Leone.

Il terzetto Sole, Mercurio e Saturno dalla Bilancia non mette una buona parola nei vostri affari. Camminate sulle uova: fate attenzione a ci che dite. Luna: pensierosa. Ascendente: Ariete. Consigli: sviluppate una nuova teoria con un Acquario, non scartate a priori uno Scorpione.

ACQUARIO LEONE
22 luglio - 22 agosto

21 gennaio - 19 febbraio

Davide Ponchia Marketing manager Ivana Catalano Product manager Giuseppe Disimino Responsabile pubblicitario (giuseppe.disimino@rcs.it) Francesca Marzotto Ufficio stampa (francesca.marzotto@rcs.it)
2012 - RCS MediaGroup S.p.A. Divisione Quotidiani Sede Legale: via A. Rizzoli 8, Milano - Registrazione Tribunale di Milano n. 526 del 26/11/2009 Redazione: via Solferino 28, Milano - tel. 02/62821 Stampa: Nuovo istituto italiano arti grafiche spa, via Zanica 92, Bergamo Pubblicit: Rcs MediaGroup S.p.A. Divisione Pubblicit - 20132 Milano - via A. Rizzoli 8 tel. 02/25841. COPyRIGhT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI TUTTI I DIRITTI SONO RISERVATI. NESSUNA PARTE DI QUESTO SETTIMANALE PU ESSERE RIPRODOTTA CON MEzzI GRAFICI, MECCANICI, ELETTRONICI O DIGITALI. OGNI VIOLAzIONE SAR PERSEGUITA A NORMA DI LEGGE.

Marte dallo Scorpione batte in testa e vi rende insofferenti in amore e sul lavoro; Venere smorza i toni e mette le cose a posto. La carriera protetta da Giove. Luna: viva. Ascendente: Scorpione. Consigli: vigilate sul rapporto con un Ariete, non mollate la presa con un Sagittario.

Dal 23 il Sole in Bilancia forma un trigono con il vostro segno, insieme a Mercurio e Saturno. La testa funziona bene, il cuore anche, ma Marte crea insofferenza e scatti dira. Luna: temeraria. Ascendente: Toro. Consigli: cercate di capire uno Scorpione, non arrabbiatevi con un Ariete.

PESCI VERGINE
23 agosto - 22 settembre

20 febbraio - 19 marzo

Il 23 il Sole entra in Bilancia e raggiunge Mercurio; entrambi pongono la vostra attenzione al portafoglio, in un senso o nellaltro. Mediate. Amore in disparte. Luna: concreta. Ascendente: Sagittario. Consigli: divertitevi con un Acquario, non buttate via il vostro tempo con un Pesci.

Mercurio in Bilancia insieme a Saturno vi tiene con i piedi per terra, Nettuno viaggia su un pianeta suo. Se sognate per amore, va bene. Sul lavoro, invece, ragionate a lungo. Luna: creativa. Ascendente: Gemelli. Consigli: invitate a cena un Toro, non cucinate per un Sagittario.
riproduzione riservata

144

SETTE | 38 21.09.2012

Lettere al Direttore

Nostalgia canaglia scatenata dal vino nero Unenergia tutta da scoprire, il coraggio di chi difende i minori dai media eccessivi. E le scuole private
on riferimento alla didascalia posta al lato della foto (pag. 91) di Sette n. 34, ...mentre passa in rassegna un plotoncino di soldati tedeschi, desidero fare le seguenti precisazioni. Come ex ufciale della Rsi, sono stato in missione ben due volte a Sal, accompagnando il Cappellano generale delle brigate nere, padre Eusebio di Sion (francescano) a colloquio con il Duce. Da Sal sempre ho visitato Donna Rachele a Villa Feltrinelli, residenza di Mussolini. Il plotoncino (12 soldati delle SS) era stato messo a guardia del Duce e ogni mattina, accompagnato dal segretario Doln, gli rendeva gli onori militari. Alla porta principale della villa, cerano due militi della G.N.R., che si possono intravedere. Questa scena si ripeteva ogni mattina. Donna Rachele, saggia massaia rurale, aveva organizzato un discreto orto, dietro la villa, con ogni tipo di ortaggi, necessari alla rigorosa dieta imposta dal medico tedesco Zacherias.
Vivaldo Pagni

vista di simboli fascisti. Nei mesi e negli anni successivi ho scientemente preferito evitare di ritornare in quel luogo. Cosa si pu fare? A chi segnalare? Ma soprattutto, si far qualcosa pensando che in 5 anni nessuno ha fatto nulla e che sicuramente qualcuno tra Polizia, Carabinieri, Vigili Urbani e anche politici sia passato per un caff in quel locale?
Gianluca Quacquarini, Ancona

e etichette naziste sul vino non fregano a nessuno e, anzi, ci fanno ricordare che a quei tempi cera uno stato sociale che chi ha vinto la guerra 44-45 ha smantellato. Ubriacare gli imbecilli serve solo a nascondere i problemi veri: laffossamento di ogni sovranit popolare, la fame, la disoccupazione e la ne della libert. Tutti regali del sistema, ormai moribondo, affermatosi nel 1945. Cin cin con vino non sosticato.
Antonio Serena

on capisco questo disagio alla visione di bottiglie o tazze o piatti con immagini di dittatori o capi di Stato o leader o personaggi storici vari lamentato da lettori (in vacanza). Non capisco il forte imbarazzo verso gli ospiti tedeschi e austriaci: forse un senso di colpa il ricordo dell8 settembre? Se ci fosse un asco di vino del Trentino con lefgie di Cesare Battisti come dovremmo sentirci con il vicino ospite austriaco? Per favore, un po di elasticit mentale e giusta misura: tra qualche anno faremo le serre su Marte.
Ercis Graffeo

Risponde Cesare Fiumi: A me quelle bottiglie con 33 etichette naziste ricordano solo milioni di morti, invece. E lindignazione del lettore marchigiano la sola accettabile ragione sociale di un Paese civile, dove qualcuno non ha ancora smaltito la vecchia sbornia da vino nero.

crivo in relazione allarticolo dal titolo Quella dannata bottiglia dannata apparso su Sette n. 34. Volevo segnalarle un caso che avviene dal 2007 in un bar della provincia di Ancona. Io personalmente me ne accorsi nei primi mesi del 2008 quando mi recai per una breve sosta in questo esercizio pubblico e, dopo aver visto i gadget che erano esposti, ne uscivo immediatamente e sonoramente perch indignato e scandalizzato alla

u Sette avete cercato di spiegare come la scienza possa spiegare da dove abbia avuto origine luniverso. Il problema quasi insuperabile, ma una cosa ormai assodata: la teoria del Big Bang non regge. Dal momento che la materia viene lanciata nello spazio a velocit accelerata, il tempo varia continuamente, allinizio scorre molto velocemente, e poi diminuisce man mano che aumenta la velocit della materia. Ne risulta che tutti gli anni sono diversi tra di loro, e quindi non sommabili. Non ha senso parlare di miliardi di anni: probabilmente i primi miliardi sono trascorsi in pochi giorni! Forse sei, come dice la Bibbia. La scienza non ha nessuna probabilit di spiegare cose inspiegabili, meglio la fantasia.
Ing. Piero Barovero

o letto con interesse larticolo di Sara Gandol su Sette del 10 agosto. Pur considerando la difcolt delle scelte, ho trovato forse incomprensibile lassenza di un qualsiasi accenno al problema delle fonti energetiche, tematica di assoluto rilievo per il nostro prossimo futuro, rispetto ad altre, pur rispettabili, quali quella sugli extraterrestri. Forse non servir a capire chi siamo, ma sicuramente a ipotizzare cosa saremo, se il trend dei consumi energetici, incrementato dai Paesi emergenti, e il relativo impatto sul clima continuer con i parametri di crescita dellultimo ventennio. Vengo al punto. in atto, attraverso collaborazioni internazionali di rilevante ampiezza, una importante attivit di ricerca volta a riprodurre in laboratorio lenergia che mantiene acceso il Sole. una sda che ricorda il mito di Prometeo. Lattuale esperimento Iter ne rappresenta un esempio signicativo, non esaurendo lo sforzo in atto in tutto il mondo per comprendere gli aspetti ancora oscuri della sica di base e risolvere le conseguenti sde tecnologiche. LItalia, in questo contesto, ha avuto nora un ruolo di assoluto e riconosciuto prestigio in ambito internazionale. Ne sono testimonianza evidente i risultati ottenuti dalle macchine sperimentali dellEnea di Frascati e dellRfx di Padova. Va menzionata inoltre una proposta di notevole interesse per la comprensione dei plasmi igniti, rappresentata dal progetto Ignitor. Una volta provata la fattibilit scientica e tecnologica della fusione nucleare, si potranno aprire scenari inimmaginabili. Eppure rispetto ad altre iniziative, sembra che questo programma sia ormai derubricato a una ragionevole ma remota applicazione di tecnologie avanzate, con una notevole sofferenza nellacquisizione di risorse adeguate. Eppure, sia la comprensione, ancora notevolmente lacunosa degli aspetti di base della sica dei plasmi igniti, che le notevoli sde tecnologiche ancora irrisolte, dovrebbero promuovere senza ombra di dubbio, anche sui media, le ricerche sulla fusione nucleare tra quelle di interesse primario per il futuro del nostro pianeta.
Guglielmo Rubinacci
sette | 38 21.09.2012 145

Lettere al Direttore

razie per aver scritto, su Sette del 6 settembre pagina 23, larticolo sulla tigre siberiana. Mi permetto di segnalare un libro avvincente, La Tigre di John Vaillant, che il New York Times ha paragonato a Moby Dick. Unincredibile caccia alla tigre dellAmur nella taiga matuska. Mi sono rivista un classico di Akira Kurosawa Dersu Uzala. Il glio di Ivan Dukain, Vasiklij Dunkai, afferma: Nella taiga ci sono due cacciatori, luomo e la tigre, siamo professionisti e ci rispettiamo. Lei segue la sua pista, io la mia. A volte le piste sincrociano, ma evitiamo di farci fastidio. La taiga sua, e la padrona lei. Impossibile nello zoo di Colonia. Se qualcuno ha altri libri di avventura sulla tigre siberiana me lo segnali.
Luisa Lavelli

minori abbandonati per ore in balia di programmi dominati da violenza e sesso proposti con esasperata morbosit, esca facile per calamitare personalit deboli e in fase evolutiva. inutile appellarsi al fatto che i genitori possono intervenire. Quanti di loro sono impreparati al compito educativo o troppo concentrati sulle difcolt quotidiane del lavoro, dei rapporti, dello sbarcare il lunario. Chi ha insegnato e vissuto anni tra gli adolescenti sa bene quali danni irreversibili avvengano in loro a causa dei media utilizzati male o delle loro offerte malsane! Grazie a chi ha il coraggio di parlare a nome di chi non sa difendersi, a chi prende posizione contro lindifferentismo e il dominio (che sembra incontrastabile) degli interessi economici.
Cristina Ferraud

oglio ringraziare il Sig. Mugerli del Comitato Media e Minori per la sua lettera, che, tramite il vostro giornale, porta allattenzione del pubblico, spesso distratto, lannoso problema dei

la nostra mail lettereasette@rcs.it

e scuole private italiane sono diventate pubbliche non statali per effetto di una legge Berlinguer del 2000. Giornali e televisione continuano per a denirle private. Private sono rimaste le tasse che le famiglie pagano per le rette dei gli che le frequentano. Questo a differenza dei principali Paesi europei che considerano tali scuole complementari a quelle statali, come ha riconosciuto anche il premier Monti. Il quale si limitato a una affermazione di principio. In conseguenza dellesistenza delle scuole paritarie, lIstat ha calcolato che lo Stato risparmia ogni anno sei miliardi di euro. Non detto per che in tempo di crisi questa stortura possa continuare. Se lo Stato non si decide a contribuire almeno in misura parziale al nanziamento delle tasse delle scuole paritarie, pu succedere che tante famiglie per effetto della crisi e per necessit economiche assolute trasferiscano i propri gli alle scuole statali con la conseguenza del suddetto pesante aggravio per le casse dello Stato.
Bruno Mardegan, Bellagio

Telescherno / Di Stefano Disegni

rIProDUzIoNe rISerVAtA

146

Sette | 38 21.09.2012

NUMERO VERDE 800 471 999 WWW.FRAU.IT

Potrebbero piacerti anche