Sei sulla pagina 1di 8

I terremoti I terremoti sono dei movimenti della costa terrestre .

Questi movimenti di oscillazione della crosta terrestre si verificano nei luoghi della terra che sono soggetti al movimento delle placche, quindi si verificano generalmente lungo dorsali dove c' l' ipocentro basso che il punto da dove si genera il terremoto al di sotto della crosta. Ci possono essere terremoti con un ipocentro molto profondo che va dalla superfice della terra fino a 700km e qui vi sono le fosse oceaniche dove insieme alle manifestazioni vulcaniche si generano anche terremoti. Allo stesso modo si possono verificare sempre quando due zolle oceaniche si scontrano e da questo scontro si formano gli arti insulari. Quindi la liberazione di queste onde una liberazione di energia che avviene all'interno della terra. Perch avvengono i terremoti??? Secondo lo studio di uno sismologo Irlandese, lingegnere MALE' ha studiato come si originano i terremoti e ha scoperto che le rocce sottoposte a pressione per molto tempo incamerano energia che superato un certo limite che il limite di frattura le rocce non riescono + a sopportare questa energia e allora la liberano sotto forma di onde, per una parte di questa energia viene liberata sotto forma di calore per l'attrito e qste onde si svolgono in tutta la superfice della terra con forma circolare e alcune di queste onde fanno + volte il giro della terra prima di spostarsi perch con la distanza dall'epicentro questa energia a poco a poco finisce e si estingue. Vediamo che il primo a studiare i terremoti oltre Mal nel 1906 fu ENRI RID che studiando il terremoto di San Francisco in California si accorto che vi una FAGLIA nella California che quella di Sant'Andrea lunga 1000km e divide in due la California dove una parte della roccia si muove verso l'alto e l'altra parte invece si muove verso il basso e questa faglie sono dette TRASFORMI o TRASCORRENTI perch si dirigono in senso opposto e allora studiando questo terremoto ,prese tutti i cataloghi negli arpiri delle zone e studiando le strade e i corsi d'acqua vide che 50anni prima del terremoto questi corsi d'acqua si allontanano anno dopo anno l'uno dall'altro raggiungendo anche distanze di 6metri, quindi accadeva che lungo la faglia le particelle di roccia incameravano energia per lo spostamento delle faglie in senso opposto quando questa energia era superiore al limite di frattura si riasciugava la faglia e quindi questo movimento dava origine ai terremoti. Come avvengono i terremoti? Il terremoto si manifesta con un movimento forte del tetto della superficie terrestre, dove si ha la lacerazione ovvero dove le rocce si rompono; Per esempio se immaginiamo di tenere in mano una bacchetta e ad un certo punto facciamo su di essa una certa pressione la bacchetta si rompe ma

vediamo che la bacchetta ai lati del punto dove si rotta continua a vibrare, quindi ci accade anche nella roccia dove ai lati del punto dove si rotta (infondo alla faglia) continuano a vibrare per raggiungere una nuova condizione di equilibrio, quindi fino a quando le parti della roccia si muovono ci sar la liberazione di queste onde, che hanno una forma circolare che parte dallipocentro arrivano nella verticale della superfice terrestre che corrisponde allipocentro, che la zona dove si manifestano le onde in modo pi massivo perch le onde sono ondulatorie e sussultorie ,insieme combinate formano onde rotatorie che sono le peggiori di tutte. Quanto + lipocentro vicino allepicentro maggiore sar lintensit de terremoto, quindi con maggiore forza si sentiranno queste scosse. Questo terremoto pu generare la faglia. Quando si genera un terremoto dove la faglia esiste gi??quando la faglia si deve riasciugare e quindi allinizio le parti lungo la faglia delle rocce non si spostano per lattrito che c tra le rocce, poi per quando la pressione (quindi questa energia che si accumula) maggiore a un certo punto la pressione superiore allattrito allora si genera il terremoto ,e quindi si dice che la faglia si riattiva e si manifestano queste onde dette onde elastiche. Fasce sismiche: La terra divisa in fasce sismiche e fasce asismiche , anche se le fasce asismiche possono risentire dellazione delle fasce sismiche, perch quando accade un terremoto le onde fanno il giro della terra quindi anche una zona asismica risente delleffetto del terremoto fino a quando lenergia non viene smistata e quindi il terremoto si estingue . Quindi troviamo i terremoti lungo le DORSALI (ipocentri bassi)-lungo le zone dove ci sono le FOSSE OCEANICHE quindi nei margini dei continenti( come ad esempio nellAmerica del Sud dove c la zolla di Nad con quella sud americana).Qui si trovano terremoti con ipocentro che va da 0 fino a 700km e corrisponde alla fascia BENIOLF che indica il processo di subduzione che avviene fra la zolla oceanica e la zolla continentale. Come si forma la fascia di beniolf??? Accade che nelle dorsali si crea il pavimento oceanico che deve scomparire dal lato delle fosse, quando il pavimento oceanico per subduzione scende sulla costa continentale proprio durante questa discesa si crea questa linea BENIOLF che indica questa discesa degli ipocentri fino a 700km,proprio perch il materiale si genera anche dai vulcani infatti abbiamo vulcani esplosivi lungo i margini e abbiamo anche unattivit sismica perch il materiale per lattrito tra le due zolle genera questa sorta di terremoti molto forti. (Questa la teoria di RID cio della liberazione di energia dallepicentro dovuta alla faglia e si chiama:

TEORIA DEL RIMBALZO ELASTICO DI RID dove una parte di energia si libera sotto forma di onde e laltra parte sotto forma di calore che viene dissipato per lattrito tra le rocce ) Esiste anche un ciclo sismico perch c uno STADIO PRESISMICO ,uno che INTERSISMICO, un altro che COOSISMICO e POOSISMICO: chiaramente quello che presismico importante perch le rocce quando incamerano energia incominciano a dilatarsi e quindi assumono altre caratteristiche: aumenta la liberazione del gas RADON (che un sistema con il quale i sismologhi possono studiare preventivamente i terremoti, infatti quando c stato il terremoto a Perugia uno sismologo lo aveva detto perch aveva studiato laumento di questo gas che si libera dalle rocce dalla falda acquifera infatti proprio laumento di questo gas, che si libera dai movimenti per lattrito, ci preannuncia che da li a poco avverr un terremoto; Oltre a questa manifestazione presismica ve ne sono altre tra cui: -il passaggio delle onde che avviene in un modo diverso perch c una fratturazione, -una maggiore conducibilit elettrica delle rocce dove lacqua incomincia a risalire dalle profondit cos come si alza lacqua dei pozzi che si alza in prossimit di un terremoto. Poi c lo stadio coosismico: come lalterazione dellenergia sotto forma di calore e di movimento. Poi c lo stadio intersismico : che laccumulo di energia in base alla grandezza delle rocce e alla lunghezza della faglia che ci genera perch + lunga , pi grande il terremoto, quindi la durata di un terremoto da secondi a minuti dipende dalla faglia che si forma. Infine c lo stadio postsismico: ovvero una volta che c la liberazione di energia, le scosse non terminano perch le parti delle rocce devono tornare allo stato di prima quindi continuamente hanno questi tipo di assestamento che possono essere tantissimi, tanto vero che in Giappone continuamente ci sono ancora terremoti, perci sono postsismico ma sono sempre abbastanza forti. Questo tipo di liberazione di energia abbiamo gi detto che si manifesta sotto forma di onde che sono di diverso tipo, vi sono quelle P che sono quelle di COMPRESSIONE dette PRIMARIE o di VOLUME che arrivano prima ad una velocit da 4 a 8 km/s ,hanno una continua variazione di volume lungo la direzione di propagazione delle onde, passano nei solidi, nei liquidi e nei gas, al passaggio in una particella questa onda si trasmette alla particella di roccia successiva quindi nel passaggio delle onde non vi trasporto di materia ma c il passaggio delloscillazione quindi quello dellenergia alla particella successiva, il rumore che si sente allinizio di un terremoto dovuto a queste onde p che arrivano in superfice ,si propagano nellaria e noi riusciamo a

percepire il suono. Le onde S invece sono quelle TRASVERSALI dove le particelle non cambiano volume ma cambiano forma perpendicolarmente nella direzione della propagazione dellonda, sono le meno veloci vanno da 2e3 a 4e6 km/s , ed hanno unaltra particolarit che il fatto che non passano nei liquidi infatti quando trovano zone liquide tornano indietro e vengono rifatte ;Tanto vero che lo studio della terra stato fatto attraverso le onde sismiche e quindi quando si arrivava nucleo esterno che era al buio o alla astenosfera che il mantello fluido le onde tornavano indietro. Vi sono altre tipo di onde che sono quelle dellipocentro cio allinterno della terra, quando arrivano alla superfice terrestre si trasformano in onde superficiali che sono di due tipo: -Le onde RAYLEIGH dette anche onde R, queste quando arrivano sulle zone che colpiscono, le particelle formano un movimento ellittico lungo un piano verticale come avviene per le onde in acqua ed hanno una velocit di 3,5km/s. -Le onde LOVE dette anche onde L hanno una velocit inferiore di 2,7 km/s e le particelle si muovono in senso lineare ma solo sul piano orizzontale. [Dove si forma la faglia c lipocentro, verticalmente sulla superficie terrestre c lepicentro e da l partono le onde superficiali, quando arrivano allepicentro si formano onde circolari ma sulla superficie che poi si smostano con la profondit e perdendo lenergia] Come si misurano i terremoti??? I terremoti vengono registrati attraverso il sismografo, che si basa sul sistema dellinerzia della massa, questa massa inerte quando c il terremoto non si muove ed collegata con una specie di pendolo che solidale con il braccio collegato e che fa parte del supporto che invece si muove quando c il terremoto spostandosi, come si muove anche il pendolo e la molla a differenza della massa che resta ferma. Collegata con la massa inerte c un pennino che pure solidale con la massa inerte non si muove ma collegato a sua volta con un tamburo rotante che gira sempre ma solidale quando ci sono i movimenti del sole perci quando ci sar il terremoto questo tamburo si sposter e il pennino fermo segner in un rullo tutte le onde che ci saranno; infatti la lettura dar larrivo delle onde P, larrivo delle onde S e infine quelle R e quelle di LOVE. Per comprendere come avviene un terremoto occorrono 3 sismogrammi messi perpendicolarmente tra di loro secondo le tre direzioni dello spazio, uno nel senso verticale dallalto al basso, gli altri due nel senso orizzontale uno che fa NORD-SUD e laltro che fa EST-OVEST. Un terremoto pu essere registrato da tutti i sismografi della terra, soprattutto per la scala RICHTER indipendentemente dallaltezza dellipocentro. Le scale secondo cui si

possono registrare i terremoti sono due e si basano su concetti diversi : -La scala Mercalli da un concetto di terremoto di intensit ,cio viene studiata la forza del terremoto in base alla sua intensit. Che cos lintensit? Sono gli effetti che il terremoto produce sulle persone, sulle cose e sui terreni; per esempio nella zone dove vi lepicentro lintensit maggiore ,man mano per questa intensit si sposta verso lesterno perch lenergia a poco a poco si sta riducendo e queste zone vengono delimitate da curve chiuse chiamate ISOSISME che delimitano le aree di intensit decrescente, lultima isosisma oltre la curva indica che il terremoto non ha prodotto effetti .Questo tipo di scala che prima era fino al decimo grado dopo il terremoto di Messina stata portata da Mercalli al 12, questa scala oggi si chiama scala Mercalli Calcani e Sieberg la scala + utilizzata in America e in Europa insieme ad unaltra detta di MEDLEGHED ovvero quella MSK che si usa nei paesi dellest e che non una scala oggettiva perch viene tenuto conto solamente degli effetti del terremoto ma non ha dati strumentali -La scala Richter(basata sulla magnituto) invece si basa su degli strumenti perch si basa sullo studio dellampiezza delle onde sismiche, e si fa un confronto tra lampiezza dellonda sismica del terremoto rispetto a quella di un onda sismica presa come standard .Richter per non avere valori alti ha fatto questa scala logaritmica in base 10 e se il valore del terremoto superiore al valore del terremoto standard vuol dire che questo terremoto avr un grado superiore e quindi unenergia superiore ma pu essere anche inferiore come per esempio -2, -3 che sono valori negativi che non sono inseriti nella scala, questi valori negativi vengono registrati con lamplificazione degli integrali. Questa scala non ha un valore massimo perch dipende dallenergia che si libera dal terremoto ,per esempio il terremoto pi grande in assoluto stato quello del Cile del 1960 di 9,5 della scala Richter (essendo una scala logaritmica dobbiamo pensare che ogni grado corrisponde alla lacerazione di 30 volte in + di energia).Questo terremoto ha provocato un maremoto dove le sue onde sono arrivate dal Cile fino in Giappone dopo 22 ore. Il maremotoPu avvenire per la frattura della base delloceano, ma anche per lo sprofondamento di un isola vulcanica come per esempio il Cacatoa che esploso ed ha determinato un maremoto, ma anche la grande quantit di lava che pu arrivare a contatto con lacqua .Se il terremoto si manifesta nel pavimento oceanico, questa trasmissione di energia si riflette sulle onde che aumentano di altezza, per in oceano aperto sono un metro e la distanza da una cresta allaltra di 100km, la velocit va da 500 a 900 km/h, allora quando lacqua arriva a livello della costa le onde si allungano fino a 30m e si abbassano con una forza devastante, perch le creste delle onde man mano che queste arrivano alla costa si avvicinano. A volta capita per che lacqua si ritira perch sulla costa non arrivata la cresta ma la parte inversa che quella pi bassa. I

maremoti per possono avvenire anche quando il magma va a contatto con lacqua. I terremoti non possono essere solamente tettonici ma anche vulcanici dovuti al movimento della risalita del magma o alle esplosioni nucleari. Quando si vuole capire la distanza di un terremoto dallepicentro bisogna valutare delle curve dette DROMOCRONE che sono in un diagramma che ha come ascisse la distanza dallepicentro e come ordinate la distanza di tempo che c tra le onde P e le onde S, quindi si misura su sismogramma in ordine di minuti la distanza che c tra le due onde e poi si riporta sul grafico questa distanza e poi sulle ascisse avremo la distanza in km dallepicentro, quindi + tempo intercorre tra la prima onda e la seconda pi la distanza in km dal primo punto di registrazione ,dove ci sono si sismografi, sar maggiore. Il sismogramma: da delle informazioni sullepicentro, sulla profondit dellipocentro e lampiezza delle onde, ma importante anche la profondit dei terremoti perch lipocentro pu essere in superficie o da 0 a 70km e quindi sono terremoti superficiali e sono considerati i pi pericolosi di tutti perch tra lipocentro e lepicentro la distanza piccola e quindi c una maggiore intensit, poi abbiamo terremoti intermedi tra i 70 e i 300 km allinterno della terra e poi vi sono i terremoti profondi che vanno oltre i 300km. Perch importante catalogare i terremoti?? Perch c un ciclo sismico, tanto vero che si detto che il terremoto del 1908 dopo 100 anni si sarebbe potuto ripetere, abbiamo detto che la faglia si riattiva e quindi siccome tra la Calabria e la Sicilia vi poco spazio lenergia allinterno delle rocce di una faglia si pu nuovamente riacquistare e ci pu essere un nuovo terremoto proprio in virt di questa faglia che si riattiva. Ecco perch sono importanti i CATALOGHI SISMICI, sapere dove stato, come stato e in quale intensit stato, anche se si preferisce quella della magnitudo come scala perch misura lampiezza delle onde sismiche che viene misurata in tutti i sismografi del mondo ed la stessa in tutti; quindi una scala oggettiva e non empirica . Formula per lItalia: Il valore generale per lItalia loge che sta per energia totale liberata in superficie e che 9,15 + 2,15 m , dove m la magnitudo sulla superficie. Quindi si fa lampiezza tra il terremoto che vi in quel momento e quella del terremoto preso come standard + il fattore di correzione che importante per stabilire la distanza dellepicentro del terremoto. La struttura interna della terra stata studiata con le onde sismiche. L e onde sismiche si comportano secondo un ottica geometrica, ovvero siccome

le onde sismiche sono onde elastiche, in un corpo omogeneo camminerebbero in linea retta e a velocit costante quando invece in un corpo che disomogeneo cio diverso nelle sue parti di densit( come la crosta che ha densit di2,7 e il nucleo che ha densit di 5,5) le onde sismiche in questi corpi anzich camminare in linea retta si muovono in una forma circolare e possono essere anche rifratte cio cambiano velocit e direzione; questo si vede perch la terra suddivisa in una crosta ,in un mantello e in un nucleo ma tra la crosta e il mantello ci sono le discontinuit di Mohorovicic che indica la separazione della struttura della roccia e del mantello ,poi fra il mantello e il nucleo esterno quindi a 2.900km abbiamo la discontinuit di Rudenbergh che separa il mantello dal nucleo esterno che liquido, poi se il nucleo esterno liquido e quello interno solido abbiamo la discontinuit di Lehmann per cui le onde sismiche quando arrivano in questo settore di discontinuit cambiano velocit, quelle S non entrano dove la zona fluida come nellastenosfera tra i 70 e i 250 km del mantello non riescono ad entrare entrano solamente le onde B che per sono ritardate perch il materiale fluido, quindi nei solidi le onde sismiche si propagano con maggiore velocit proprio perch i solidi hanno dei legami di coesione tra di loro quindi si propagano da particelle a particelle mentre nei fluidi questo legame di coesione non c , quindi non c questa trasmissione di energia e allora nellastenosfera vi sono solo onde B nel nucleo esterno abbiamo solamente le onde P che per hanno una particolarit arrivano con 2 minuti di ritardo. Ogni terremoto ha una zona dombra sulla superficie terrestre si rileva tra gli 11mila km dallepicentro e 16mila km, vuol dire che in quella zona che corrisponde alla discontinuit di Rudenbergh cio tra il mantello esterno e il nucleo esterno che fluido non passano onde P dirette perch entrano con 2 minuti di ritardo infatti si rilevano dopo 16 mila km dallepicentro.[La litosfera la parte superficiale della crosta ,dove la crosta continentale meno densa ma pi spessa e va da 20 a 70 quella oceanica invece di densit 2,7 grammi per cm invece il mantello ha una densit maggiore quindi meno spesso ma pi denso .] Le prevenzioni del terremoto: Vi sono : -Previsioni deterministiche si basano sugli effetti premonitori, si stabilisce che quando londa passa sulle particella la roccia si deforma, si dilata e questi fenomeni portano allaumento del gas Radon, maggiore conducibilit elettrica , ma importante anche il terreno perch anche un terreno che solido con le onde sismiche si pu liquefare per questo quando si deve costruire una casa su un terreno di questo tipo viene il geologo che studia la natura del suolo, ma si deve vedere anche la pericolosit perch vi sono zone sismiche e asismiche.

- Previsioni statistiche invece si basano sulle perdite che ci possono essere sui gotti, sulla vulnerabilit degli edifici e delle strutture e quindi per ridurre le previsioni statistiche bisogna ridurre i costi in termini di vite umane.