Sei sulla pagina 1di 7

TAVOLA CRONOLOGICA DEGLI IMPERATORI ROMANI DINASTIA GIULIO CLAUDIA CESARE OTTAVIANO AUGUSTO (44 A.c./14 d.C.

) Princeps con le sedute del senato del 13 e del 16 Gennaio del 27 a.C.. Adotta il nipote Tiberio, figlio di Livia Drusille e di Tiberio Claudio Nerone (uomo del senato). TIBERIO (14/37 d.C.) Nel 16 d.C. Imprese di Germanico, figlio adottivo (figlio di Druso) in Germania. Nel 19 d.C. imprese di Siria. Accordo con i Parti (18 d.C.). Morte di Germanico nel 19 d.C.. Consolato di Seiano nel 31 d.C.. Crisi del 33 d.C. Guerra contro i Parti nel 35 d.C. CALIGOLA (37/41 d.C.) Figlio di Germanico e di Agrippina. Assassinato. CLAUDIO (41/54 d.C.) Fratello di Germanico. Espulsione dei giudeo-cristiani da Roma nel 49 d.C.. Conquista della Tracia, della Britannia e della Mauritania. Viaggi di S. Paolo: 44, 47, 49, 58 d.C. DOMIZIO NERONE (54/68 d.C.) Figlio di Agrippina, seconda moglie di Claudio dopo Messalina (madre di Britannico, avvelenato nel 55 d.C.). Seneca console nel 56 d.C. Proposta di abolizione delle imposte nel 58. Matricidio nel 59. Congiura dei Pisoni (63). Riforma monetaria nel 64. Persecuzione contro i cristiani (64 d.C.) Fallimento dellimpresa partica. Suicidio, dopo la destituzione, nel 67 d.C. SULPLICIO GALLO (68). OTONE E VITELLIO (68-69). Guerre civili e contese tra le legioni per la nomina dellimperatore. DINASTIA FLAVIA VESPASIANO (69/79) Legato di Siria. Tito conquista Gerusalemme (70). Sconfitta dei rivali Muciano e Primo. Sconfitta di Giulio Civile e della rivolta in Batavia (70). TITO (79/81) Figlio di Vespasiano. Legame con Berenice (personalit orientale sul modello di Cleopatra). Eruzione del Vesuvio (79) DOMIZIANO (81/96) Fratello di Tito. Sviluppo del culto dellImperatore. Sviluppo della titolatura imperiale. Inasprirsi del fiscus imperiale. Successi militari in Britannia. Creazione degli Agri decumates Persecuzione anticristiana nel 95. Rivolta di Saturnino. Ucciso nella congiura del 96 d. C. NERVA (96/98) Soppressione del fiscus e della vicesima ereditatum. Distribuzione delle terre ed adoptio di Traiano. TRAIANO (98-117) Originario della provincia spagnola. Conquista della Dacia (102-109). Impresa contro i Parti (114116). Ribellione generale dei Giudei. Adozione, su suggerimento della moglie Plotina, Adriano. ADRIANO (117-138)

Pace con i Parti. Tolleranza religiosa e culturale. Temperie di umanesimo in tutto limpero. Ribellione giudaiaca di Bar Kosebach (130-135). Distruzione di Gerusalemme (fondazione di Aelia Capitolina). Sviluppo del movimento Marcionita. Adozione di Elio vero e poi di Antonino Pio. DINASTIA DEGLI ANTONINI ANTONINO PIO (138-161) Dopo la morte dei suoi figli, provvide alladozione di Marco Aurelio (che spos Faustina minore) e di Lucio Vero (figlio di Elio Vero). MARCO AURELIO (161-180) Governo con Lucio Vero fino al 166. Guerre contro i Sarmati ed i Marcomanni (173-175), comtro i Parti (164-165). Comquista della Mesopotamia e di Ctesifonte. Vittoria sui Germani (171-172). Nel 177 chiam alla correggenza dellimpero il figlio COMMODO. Diffusione della peste. Morte a Vienna nel 180. COMMODO (180-192) Dal 180, anno della morte del padre, governa da solo. Muore assassinato nel 192. PERTINACE (193) Uomo del senato. Contese elotte per il potere tra Didio Giuliano (pretoriano), Pescennio Nigro e Clodio Albino. Acclamato imperatore dalle legioni a cui aveva promesso ampi donativi. Guerra contro Settimio Severo. Spodestato da Didio giuliano. DINASTIA DEI SEVERI SETTIMIO SEVERO (193-211) Governatore della Pannonia Superiore. Lotta contro i Parti . estensione di benefici ai soldati. Riduzione del fiscus. Rafforzamento delle conquiste in Mesopotamia. Editto del 202. GETA E CARACALLA (211-217) Costitutio Antoniniana (212). Distribuzione di caro porcina a Roma. Impresa contro i Parti e sua morte (217). OPELLIO MACRINO (218) Prefetto del pretorio. ELAGABALO (218-222) Culto del sole. Influenza della madre Soenia e della zie di questa Giulia Domma, figlia di Giulia Mesa. SEVERO ALESSANDRO (222-235) Nuove lote con i popoli orientali. Tasse sullaffitto dei luoghi pubblici. Uccisione a MagonzaANARCHIA MILITARE MASSIMINO IL TRACE (235-238) Diffusione del latifondo. Persecuzione sistematica dei cristiani. Impresa in Germania. Lotte asfondo economico. Rivolta del senato. Morte durante lassedio di Aquileia contro Papieno e Balbino. GORDIANO I e GORDIANO II (238). Proconsole in Africa. Vinti da Massimino in Africa. PUPIENO E BALBINO. Creazione di GORDIANO III, figlio di GORDIANO I che lotta contro Massimino con lappoggio del popolo, cesare.

GORDIANO III (238-244) Barbarizzazione dellesercito. Emissione di aurei. Sicretismo religioso. Predicazione di mani. Timesimato e giulio Filippo prefetti del pretorio. Ucciso dai soldati a Doura Europos durante unimpresa contro i Persiani. FILIPPO LARABO (244-249) Tolleranza religiosa. Impresa contro i Goti. Noina di Iulius Prisus (suo fratello) a rector Orientis. Governo con il figlio poi ucciso a Verona. MESSIO TRAIANO DECIO (249-251) Senatore di origine pannonica. Governa insieme ai figli (Etrusco Messio Decio e Ostiliano Messio Quinto). Persecuzione anticriana fallita. Sviluppo dei problemi inetrni del cristianesimo. Paga ai Goti un salario che poco meno di un tributo. Vittoria sui Goti e morte. TRIBONIANO GALLO (252-253) Legato della Mesia. Adotto Ostiliano, figlio di Decio. Coopt il figlio Volusiano. Invasione dei Goti e dei Pesiani nellimpero. Ribellione dellesercito e sua uccisione. MARCO EMILIO EMILIANO (253) Legato della Mesia. VALERIANO (253-260) Catturato dai Persiani. Senatore. Coopt il figlio Gallieno. Mor in prigionia. LICINIO EGNATIO GALLIENO (253-268) Periodo di grave crisi dellimpero, diviso in tre torsi. Momentanea pace religiosa. Privazione delle cariche militari ai senatori. Divieto di battere moneta. Diffusione del neoplatonismo. Nuova fisionomia dello stato: contrasto tra un modello magistratuale e uno burocratico. Postumo, Odinato, Commodiano lottano per la conquista del potere. I RESTITUTORES ILLIRICI AURELIO VALERIO CLAUDIO (268-270) Originario della Dalmazia. Comandante di cavalleria. Lotta contro i Goti. Vittoria di Naisso (269). Viene chiamato Goticus. Muore di peste. VALERIO AURELIANO (270-275) Di origine illirica. Vittoria sui Goti e sugli Eruli. Guerre contro i vandali. Lotte contro Vaballato. Sgombero degli Agri decumates. Vittoria sui Jutungi. Culto del dio sole. Pressione fiscale. Divisione dellimpero in rpovince. Morte per uccisione. CLAUDIO TACITO (275-276) Uomo del senato. Lotta sul Bosforo contro i Goti.

VALERIO PROBO (276-282) Ufficiale di Aureliano. Lotta contro i Burgundi, i franchi e i Vandali. Lavori di boifica a Sirmio. Ucciso, AURELIO CARO (282-283) Prefetto del pretorio. Morto combattendo contro i persiani. CARINO (283-285) Imperatore dellOccidente. In Oriente governano Ludi e Numeriano. Ucciso da Diocleziano. VALERIO DIOCLEZIANO (284-304) Tetrarchia. Divisione dellItalia. Vittorie sui Persiani. Culto del dio sole. Introduzione della proscinesi. Obbligo dellimpirgo della lingua latina. Lotta contro i manichei. Persecuzione dei cristiani.(303). Edictum de pretiis. Istituzione dei vicennalia. Ritiro a Spalato. Cooptazione di Massimiano Erculio che governa in Occidente. Cesari sono Massimiano Galerio e Costanzo Cloro. MASSIMIANO GALERIO nomina cesare Massimino Daia. COSTANZO CLORO nomina cesare Severo, estromesso nel 307. Lotte tra i pretendenti: MASSENZIO, figlio di Massimiano Erculio, e COSTANTINO, figlio illegittimo di Cloro. LICINIO, ufficiale nella guerra contro i persiani. Convegno di Carnunto (308), presieduto da Diocleziano: sono nominati augusti MASSIMIANO e LICINIO; cesari Massimino Daia e Costantino. Morte di Galerio e di Erculio. MASSENZIO, figlio di Massimiano Erculio, contende il potere. Costantino e Licinio si coalizzano contro Massenzio, vincendolo a Torino, a Verona e al Ponte Milvio (312). I COSTANTINIDI COSTANTINO (312-337) e LICINIO (312-324) governano insieme. Costantino esonera o chierici dai munera. Riconosce la giurisdizione episcopale per chi si sottopone volontariamente ad essa. Libera gli schiavi. Sconfigge Licinio a Crisopoli e divide limpero tra i figli. Editto di Milano (313). COSTANTINO II (337-340), costante (337-350), COSTANZO II (337-359) Lottano per il potere anche Magnenzio, Decenzio, Gallo e Giuliano.

GIULIANO LAPOSTATA (361-363) Nominato cesare nelle gallie nel 335. Vittoria a Strasburgo (357). Imperatore nel 359. Impresa contro i Persiani (361-363). Sinodo contro Apollinario (362). GIOVIANO (363-364) Pace con i Persiani a Nisibi. VALENTINIANO I (364-375) e VALENTE, suo fratello (364-378), GRAZIANO, figlio di Valentiniano I (364-383). Imposizione di un calmiere. Sconfitta di Procopio. Conflitto tra Damaso e Ursino. Unit dellepiscopato. Ruolo di S. Ambrogio. Scontri in Tracia (378) tra i Goti accolti nellipero e i provinciali. Valente viene sconfitto ad Adrianopoli nel 378 e gli succedette Teodosio. Graziano spodestato da Massimo, usurpatore della Bretagna. VALENTINIANO II (375-392) Battaglia di Siscia (388). Sconfitta dellusurpatore Massimo. Valentiniano sconfitto da Arbogaste (392). TEODOSIO I (378-395) Eccidio di Tessalonica (390). Vittoria di Stilicone (391). Appoggio romano ad Arbogaste. Vittoria su Arbogaste al Frigido. Divisione dellimpero tra i figli: ARCADIO TEODOSIO II Codex Theodosianus (438) periodo di anarchia ORESTE (patricius romanus) ROMOLO AUGUSTOLO, figlio di Oreste Deposto dal generale Sciro Odoacre il 23 Agosto 476 SOVRANI ROMANO-BARBARICI ODOACRE, rex gentium in Italia e patricius dellImpero dOriente. Vinto da Teodosio TEODORICO, ostrogoto. e ONORIO sposa Galla Placidia VALENTINIANO III (425-455) Uccisione di Aetius (454) LEONE I ZENONE....

Ruolo di Stilicone. Alarico saccheggia Roma (410)

IMPERATORI DORIENTE LEONE I (457-476) ZENONE (476-491) Politica di conciliazione. Enoticon. Sinodo Palmare. NASTASIO I (491-518) GIUSTINO (518-527) GIUSTINIANO (527-565) Periodo di anarchia: Giustino II e Tiberio II. MAURIZIO (582-602) e FOCA (602-610) GLI ERACLII ERACLIO (610-641) Guerra con i Persiani. Ordinamento tematico dellimpero. Ektesis (638). Monotelaia. COSTANTE II POGONATO (641-668). Typos. Papa martino. Repressioni. Sconfitto da Grimoaldo a Benevento. COSTANTINO IV (688-685). Condanna del monotelismo. GIUSTINIANO II (685-711). Assolutismo. Concilio trullano (691). Lotte tra Azzurri e Verdi. GLI ISAURICI LEONE II ISAURICO (711-741). Iconoclastia. Repressione della nobilt tematica. COSTANTINO V (741-775) LEONE IV (775- ) IRENE e COSTANTINO VI Concilio di Nicea (787): culto delle icone. LEONE V LARMENO MICHELE II TEOFILO NICEFORO, fratello di Costantino V MICHELE II (857-867) I MACEDONI BASILIO IL MACEDONE (867- ). Riconquista dellitalia meridionale. Espansione in Oriente. Creazione del basilik. Possesso della terra da parte dei funzionari imperiali. LEONE VI ROMANO I LECAPENO (920-944)

COSTANTINO VII PORFIROGENITO NICEFORO FOCA (963-969). Persecuzione dei monaci. GIOVANNI ZIMISCE (969-976) BASILIO II IL MACEDONE (976-1026). Politica forte e despansione. Matrimonio dellimperatore dOccidente Ottone II con teofano, figlia di Basilio II. Samuele il primo zar di Russia. COSTANTINO IX IL MONACO (1045- ) I COMNENI ALESSIO I (1081-1118) GIOVANNI II (1118-1143) MANUELE I (1143-1180) ALESSIO II ANDRONICO (1180) e ISACCO ANGELO GIOVANNI DUCA VATATZES GIOVANNI LASCARIS. ALESSIO II ........ I PALEOLOGHI MICHELE VIII PALEOLOGO (1261- )