Sei sulla pagina 1di 2

Francesco Adorno: La matematica e la fisica nel pensiero antico

www.filosofia.rai.it

La Citt del Pensiero Le puntate de Il Grillo Tommaso: il piacere di ragionare Il Cammino della Filosofia Aforismi Tv tematica Trasmissioni radiofoniche Articoli a stampa Lo Stato di Salute della Ragione nel Mondo Le interviste dell'EMSF I percorsi tematici Le biografie I brani antologici EMSF scuola Mappa
Copyright Rai Educational

Interviste Francesco Adorno

La matematica e la fisica nel pensiero antico


12/2/1998

Documenti correlati

Dopo aver illustrato l'etimologia del termine "filosofia" che indica non il sapere ma il "desiderio di sapere" e aver ricordato l'immagine platonica della filosofia come "figlia della meraviglia", Francesco Adorno la definisce come problematizzazione dell'ovvio e dell'opinione comune, come superamento della "para-noia" nella "dia-noia" quale capacit di articolare il discorso. Nel linguaggio alfabetico meno statico del linguaggio ideogrammatico Adorno indica la ragione ultima dell'origine della filosofia nell'area culturale della Grecia . La distinzione tra filosofia e scienza, per, il frutto della moderna epistemologia che ha separato nettamente le cosiddette "scienze esatte" dalle discipline morali e filosofiche, che al contrario, in origine, erano tutte "scienze" filosofiche nel senso di indagini sulle condizioni che rendono possibile un discorso corretto. Aristotele, spiega Adorno, si limita a distinguere tra prassi e teoria e, all'interno di quest'ultima, tra filosofia prima o metafisica e filosofia seconda . Adorno passa, poi, a spiegare il significato dei termini platonici "idea", "ragione", "verit" e accenna alla dottrina dell'anamnesi esposta da Platone nel Menone per dimostrare che possibile fondare non una fisica, ma solo una scienza matematica, la quale, bench esistesse prima di Platone,solo in lui ha trovato una rigorosa fondazione . Platone si ispira ad un modello aritmo-geometrico di tipo pitagorico, al quale Aristotele, rivolgendo il suo interesse verso la physis ed elaborando una spiegazione dell'esperienza fondata su quattro cause, sostituisce un modello medico con cui fonda la biologia ed Epicuro un modello atomistico con cui fonda la scienza fisica. La fisica epicurea, configurandosi in termini meccanicistici e non finalistici e fondando l'esperienza su due condizioni- l'atomo e il vuoto- concepisce il mondo come la combinazione casuale di elementi semplici, dentro la quale si realizza la libert umana e la sua capacit di trasformare la realt .

http://www.emsf.rai.it/interviste/interviste.asp?d=395[20/12/2012 15:42:53]

Francesco Adorno: La matematica e la fisica nel pensiero antico

Firenze- La Colombara ; 12 febbraio 1988

Biografia di Francesco Adorno Interviste dello stesso autore Gorgia e la retorica Storia di parole e di concetti. metafisica, ontologia, estetica Storia di parole e di concetti: filosofia, verit, logos Storia di parole e di concetti: metafisica e poetica La nascita della scienza Lo stoicismo e l'epicureismo I Sofisti Protagora: l'umanit della sofistica La fisica di Epicuro Platone. La Repubblica L'etica di Epicuro Partecipa al forum "I classici"
Tutti i diritti riservati

http://www.emsf.rai.it/interviste/interviste.asp?d=395[20/12/2012 15:42:53]