Sei sulla pagina 1di 7

ANGOLI

vA verticale passante per A

pB piano formato da vA e dalla congiungente AB

RILIEVO TOPOGRAFICO

vA

pC piano formato da vA e dalla congiungente AC

angolo formato dai piani


B

= angolo azimutale

ANGOLI

ANGOLI

sistema Matematico RAD vA verticale passante per A

Angolo giro Angolo giro 2 rad 400 gon rad 200 gon

Angolo retto /2 rad 100 gon

Notazione 5.2660535 335.247378

C
vA
congiungente AC 0
zenit

Centesimale GON

Sessagesimale DMS
Sessadecimale DEG

360
360

180
180

90
90

3014321,5 05
301.722640 2

A
angolo formato da vA e dalla congiungente AC

nadir

200

= angolo zenitale

DISTANZE

DISLIVELLI

vA

d*

A A
vA verticale passante per A d* congiungente AB angolo zenitale formato da vA e dalla congiungente AB

d0

A qA qB

d0 = distanza topografica ( ridotta allorizzontale) d* = distanza inclinata

d0=d*sen

= qB - qA

Gli STRUMENTI
Gli strumenti topografici si dividono in :

Teodolite

Teodoliti Distanziometri Livelli

angoli distanze dislivelli

B ha gi riscontro fisico

Per ciascuna categoria esistono moltissimi strumenti che si differenziano: Per il principio di funzionamento; Per la struttura Per la tecnologia di costruzione Per il grado di precisione Per il campo di applicazione

A
A, punto di stazione, viene materializzato

viene materializzato a terra e reso visibile con un segnale

Teodolite

Il basamento si innesta nella basetta Il TEODOLITE non misura ANGOLI, ma DIREZIONI ANGOLARI.
Si definisce angolo di direzione (AB) langolo, considerato in senso orario, definito dalla parallela allasse delle ordinate e dalla direzione AB uscente da A

nel basamento c una cavit cilindrica: il collare nel collare si innesta il perno dellalidada cannocchiale

Langolo di direzione (AB)

angolo di direzione (BA)

alidada

(BA)
basamento

(AB)

B
basetta

A E

A E

lalidada ha due bracci che sostengono il perno Attorno al perno ruota il cannocchiale

Teodolite

Teodolite

asse primario Il Teodolite ha organi che consentono la materializzazione degli angoli azimutali e zenitali asse secondario Lasse PRIMARIO [r] perno dellalidada pu materializzare la verticale per il punto di stazione AZIMUT

basamento

Lasse SECONDARIO [m] materializza lasse di rotazione del cannocchiale ZENIT

livella torica

basetta Lasse del cannocchiale materializza lasse di collimazione

Teodolite

Teodolite

Angoli azimutali A

Angoli azimutali

C
Sul collare calettato un cerchio graduato Solidale con lalidada c un indice

B A C

C A
Sullo stesso perno che porta il cannocchiale montato il CERCHIO VERTICALE Lindice di lettura al cerchio verticale solidale con lalidada. La condizione di rettifica :

Avendo posizionato lasse primario verticale, in CONDIZIONI DI RETTIFICA, collimando il punto B lindice indicher LB collimando il punto C lindice indicher LC

A CANNOCCHIALE VERTICALE LINDICE DEVE SEGNARE ZERO Spostando il cannocchiale verticalmente per collimare il punto Sullindice si legge langolo zenitale

= LC - L B

TEODOLITE

cerchio verticale

I teodoliti vengono classificati in rapporto alla incertezza tipica nella misura degli angoli: Teodoliti al decimillesimo (al secondo) Teodoliti al millesimo (ai dieci secondi) Teodoliti al centesimo (al primo) Teodoliti ai cinque centesimi ( ai due primi)

cerchio graduato orizzontale

I teodoliti possono essere classificati anche in base al loro impiego: Teodoliti da triangolazioni Teodoliti da ingegneria Teodoliti da cantiere

DISTANZIOMETRI
distanziometri elettronici, metodi indiretti, rappresenta la fase

STAZIONI TOTALI

luce infrarossa

A d

d=

TEODOLITE DIGITALE + DISTANZIOMETRO = STAZIONE TOTALE

angoli

distanze

I0
Dal confronto di due intensit I' e I" possiamo risalire ai valori di fase ' e che ad esse corrispondono e quindi alla distanza d di propagazione dell'onda tra il verificarsi dei due valori di intensit.

Teodolite di TC2003/TCA2003 precisione


Accuracy Hz, V 0.5

TEODOLITE DA CANTIERE

TC110
Angle measurement Distance measurement Range* 10" (5 mm@100 m) 5 mm + 3 ppm 500 m (with reflector)

TCR110

Accuracy (dist.) Range* con riflettore Magnification


Shortest focusing distance

1mm + 1ppm 2.5km / 3.5km 30 x

500m (with reflector) 80m (without reflector) < 0.5 sec Ref. 3 sec + 1 sec/10 m

Measuring time

< 0.5 sec

1.7 m
Magnification Laser plummet Electronic leveling Battery 30 x

High-performance total stations

Yes, +/- 1.5mm (2s ) at 1.5 m Yes Camcorder or 6 x 1,5V (AA)

LIVELLI

LIVELLI

lA
B

lB
A AB

lA
B A

lB
AB

lA

lB
AB

stadie

vasi comunicanti

livellazione geometrica

PUNTI
LIVELLO OTTICO Quando, per rilevi topografici, si fa stazione si scelgono, se possibile, punti facilmente accessibili Deve essere possibile poter ritornare sugli stessi punti in tempi successivi. Per questo indispensabile materializzare i punti di stazione e successivamente realizzare una monografia per poterli ritrovare e riconoscere anche dopo lungo tempo. I punti che si collimano sono spesso particolari gi identificabili: spigoli, punte di campanili, punti caratteristici. Allora sono gi materializzati.

LIVELLO DIGITALE

Quando sono punti come quelli di stazione, vengono resi visibili con dei segnali
P
P
Via Verdi

MONOGRAFIA

ACCESSORI

Treppiede

ACCESSORI

ACCESSORI

C
1

Basetta

Livella
Abbiamo visto che, nel definire le grandezze oggetto di misura, si considera sempre la verticale passante per il punto di stazione

2
piombino ottico

Molti strumenti sono costruiti in modo da ruotare intorno ad un asse E quindi particolarmente importante materializzare un asse verticale

P
livella sferica a

3
piano basculante
piombino ottico

LIVELLA TORICA

LIVELLA SFERICA

1
piastra di base

2
Sensibilit 10/ 2 mm 20/ 2 mm Sensibilit 4/ 2 mm 8/ 2 mm

La sensibilit della livella sferica 40-50 volte inferiore a quella della livella torica