Sei sulla pagina 1di 32

CREMASCO

Il

PICCOLO giornale del

Direttore responsabile: Sergio Cuti Societ editrice: Promedia Soc. Coop. via Del sale 19, Cremona Amministrazione e diffusione via S. Bernardo 37/a Cremona tel. 0372 435474 Direzione e redazione Piazza Premoli 7 Crema tel. 0373 83041 email cremasco@cuticomunicazione.it Stampa: SEL Societ Editrice Lombarda Cremona Pubblicit: Immagina srl tel. 0372 435474 direzione@immaginapubblicita.it Aut. del Tribunale di Crema n 165 del 31/05/2012 Poste Italiane S.p.a. Sped. in A.P.-45%-art. 2 comma 20/B legge 662/96 - Cremona Numeri Arretrati: http://www.immaginapubblicita.it

SABATO 15 DICEMBRE 2012 ANNO I NUMERO 23

0,02 Copia Omaggio

Che cosa avrebbe commesso? Pena sospesa in attesa del secondo grado di giudizio. Chi gli vicino sostiene che sereno. I fatti da cui partita linchiesta non si sarebbero svolti a Crema. Cos come non risulterebbe che la magistratura abbia aperto un fascicolo
IL PUNTO DI VISTA/1

DON INZOLI, E ANCORA MISTERO


Ecco chi sono le vere mummie

SPRETATO DALLEX SANTUFFIZIO, MA NON VIENE SVELATO IL MOTIVO

a ridiscesa in campo di Berlusconi ha ancora degli aspetti che non sono stati chiariti, nel senso che non ancora ben evidente il nuovo disegno politico. Ritengo, comunque, inappropriato che da parte del Pd lo si chiami il ritorno della mummia. Guardino in casa loro: Tutankamon e Nefertari sono pi giovani della Bindi, di DAlema, della Finocchiaro e della Serafini (moglie di Piero Fassino) e anche del nuovo leader Bersani. Questultimo - come ho gi scritto - mi pare che qualche disastro labbia fatto pure lui quando era al governo e non mi pare che abbia spostato di una virgola il Paese verso riforme strutturali. Il Pd non ha avuto il coraggio di cambiare, scegliendo Renzi che, se fosse premier del centrosinistra, alle prossime elezioni avrebbe avuto anche i voti del centrodestra perch Renzi, a differenza di Bersani, piace anche ai moderati dei vari schieramenti politici. Ma Renzi sarebbe stato cos innovativo da chiudere il periodo delle mummie del centrosinistra rottamandole in qualche museo egizio. Bersani ha scelto il profumo di sinistra che piace tanto a Vendola e questo lo ancorer ancora di pi alle vecchie ideologie di cui non sentiamo alcun bisogno. Nel centrodestra, siamo tutti un po confusi, e c quindi bisogno di chiarezza. Prima arriver, meglio . E veniamo a Monti. Il premier ha fatto il suo dovere, ma che cosa ci lascer? Un Pil al ribasso, un Paese pi povero, una minor produzione, fabbriche chiuse e un esercito crescente di disoccupati. I conti saranno sicuramente pi in ordine, ma il prezzo da pagare troppo salato.
INTERVISTA AL SEGRETARIO LOSA

di Renato Ancorotti rancorotti@gmail.it

I nuovi leghisti, le future alleanze e le tante battaglie

on si parla daltro. Infatti, c ancora sconcerto in citt per la riduzione allo stato laicale di monsignor Mauro Inzoli, una delle persone di maggior spicco di Comunione e Liberazione in ambito nazionale. Le motivazioni del verdetto della Congregazione per la dottrina della Fede, lex SantUffizio, che ha spretato lex parroco di S. Trinita, ancora avvolta nel mistero. Lunica certezza il comunicato della Diocesi di Crema: In data 9 dicembre 2012, il Vescovo di Crema ha emesso un decreto, su mandato della Congregazione per la Dottrina della Fede (Santa Sede), che dispone la dimissione dallo stato clericale del rev.do Monsignor Mauro Inzoli al termine di un procedimento canonico a norma del canone 1720 del Codice di Diritto Canonico. La pena stata sospesa in attesa del secondo grado di giudizio. Ogni altra informazione in merito al provvedimento di cui sopra riservato allautorit della Congregazione per la Dottrina della fede. Ma che cosa ha commesso di cos grave don Mauro per far intervenire persino la Santa Sede? si sono chiesti i cremaschi. La Diocesi non ha fornito n dettagli n motivazioni, ma il canone 1720 del Codice di Diritto Canonico riguarda questi casi: profanazione delleucarestia, attenta-

to al Pontefice, abusi sessuali su minori, assoluzione del complice e induzione ad atti turpi in confessionale. Qualcosa si sapr di pi dopo la lettera che il vescovo, Oscar Cantoni, indirizzer in queste ore ai fedeli. Il sacerdote, nel frattempo, non risponde al telefono. Amici di Cl e della Fondazione Banco Alimentare che gli sono da sempre vicini riferiscono di un don Mauro sereno che si sta preparando ad affrontare il secondo grado di giudizio del procedimento canonico. Il verdetto arriver da un collegio composta da 10 cardinali. Il sacerdote dovrebbe rispondere di atti illeciti attinenti alla sfera personale, ed estranei a questioni di carattere eonomico. E i fatti - da cui partita linchiesta che ha portato alla riduzione allo stato laicale del sacerdote - non si sarebbero svolti a Crema, cos come non risulterebbe che la magistratura abbia aperto uninchiesta. Ma intorno a don Inzoli da

Don Mauro Inzoli

qualche tempo il mistero fitto. Allimprovviso aveva lasciato la sua parrocchia nellottobre 2010 senza fornire alcuna spiegazione. Ho nel cuore la speranza che accoglierete chi prender il mio posto com stato per me. Io ho solo da ringraziare aveva detto nella sua ultima omelia. Dopo un po di tempo, erano circolate voci di una sua presunta detenzione agli arresti domiciliari, voci categoricamente smentite dalla Diocesi. E dallannuncio delle decisioni dell'ex SantUffizio, il suo telefono squilla a vuoto. Originario di Torlino Vimercati, stato ordinato sacerdote nel 1976. Diventa coadiutore a Monte Cremasco (1976-1981), insegnante nel seminario vescovile di Crema (1978-1982), vicario parrocchiale di Casale Cremasco (1981-1988), rettore dellistituto Santa Dorotea di Napoli (1988-1992), quindi capellano a Ricengo e Bottaiano (1991-1993) e poi parroco della Santissima Trinit di Crema (1993) dove rimasto fino al 3 ottobre 2010. Laureato in filosofia con licenza in teologia, ha presieduto fino a pochi mesi fa la Fondazione del Banco Alimentare. A livello locale, ha guidato il liceo linguistico privato Shakespeare. In questi giorni uscito in libreria il suo nuovo libro Uno di noi che racconta la vita privata di Ges.

di Enrico Tupone tuponee@alice.it

Lincognita del voto

IL PUNTO DI VISTA/2

a conferma di Bersani quale candidato alla guida della coalizione di centrosinistra e la non tanto sorprendente discesa in campo di Berlusconi conseguente al risultato delle primarie del PD, mostra come questo paese sembra sia incapace di cambiare, di far emergere una nuova classe politica, uomini nuovi e nuove idee. E nuove non sono certo le invettive di Grillo ed il suo gestire un movimento come un feudo personale, mettendo a tacere chi lo critica e mandando a quel paese chi pensa che manchi democrazia in un sistema elettorale come quello del movimento i cui meccanismi sono gestiti e conosciuti da pochi. La confusione regna sovrana in questo paese e nella testa di chi deve andare a votare. Il centro invoca Monti dimostrando incapacit di tornare a far riemergere la politica, quella vera, quella che chiamata ad assumersi la responsabilit di prendere decisioni, fare progetti, proporre soluzioni e uomini, quella che in un paese normale viene determinata dal voto dei cittadini. Che fare in attesa che questo lungo processo di cambiamento finisca? A malincuore devo dire che i cittadini devono concentrare il voto sui partiti maggiori della coalizione per garantire una governabilit stabile, non soggetta ai ricatti dei piccoli partiti, che consenta di proseguire in un programma, solo abbozzato da Monti, di liberalizzazioni, di svecchiamento della struttura statale, di sburocratizzazione, di merito ed efficienza, di diminuzione di una pressione fiscale insostenibile. E poi chi vota non pu prescindere dallidea che lItalia parte integrante dellEuropa, che deve rispettare la strada del risanamento, che non pu entrare in rotta di collisione con la Germania ma spingerla a una politica che favorisca rigore, ma anche sviluppo, che deve riuscire a diminuire il divario del debito pubblico rispetto agli altri paesi perch, checch ne dica Berlusconi, pi interessi paghiamo sul debito pubblico pi poveri diventiamo.

NUOVA APERTURA
TUTTO PER LA CASA E LA PERSONA
Il Piacere del Risparmio

0,65 2,68
Dixan Polvere 15 misurini Dentifricio Pasta del Capitano

ml 75

0,98
lt 1,5

6,80
Confezioni regalo

tutte a
Detersivo Piatti Limone-Aceto Lori

CREMA - Via Cresmiero (Angolo Via F.lli Bandiera)

A Roberta Micoli premio per la pace


Candidata da il Piccolo al bando promosso da Regione Lombardia, la 22enne cremonese ha ricevuto una menzione speciale
soli 22 anni caporale maggiore nell'Esercito, guastatore specialista e reduce da una missione in Libano, dedita allo sminamento della blu line. Un curriculum di tutto rispetto per la cremonese - di Bonemerse - Roberta Micoli, che gioved pomeriggio ha ricevuto da Regione Lombardia una menzione speciale nell'ambito del Premio per la Pace. La sua candidatura era stata presentata dal giornale Il Piccolo, dopo che lavevamo intervistata in merito alla sua missione in Libano. Roberta stata premiata Per il suo impegno quotidiano nell'esercito italiano, e per il lavoro svolto al confine tra Libano e Israele, dove ha lavorato allo sminamento del terreno con l'obiettivo di aprire due corridoi in un territorio disseminato di filo spinato e mine, garantendo la presenza Onu nell'area. Un premio che Roberta Micoli non si aspettava, come ci ha confermato al telefono Sono molto orgogliosa del premio ricevuto, stata una bella sorpresa ha commentato. Voglio per anche dire che non considero questo premio solo mio, ma anche di tutti i compagni che erano insieme a me in missione, perch tutti abbiamo lavorato con lo stesso obiettivo e con la stessa passione ed entusiasmo. Si pu costruire la pace in tanti modi ha detto, durante la premiazione, il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni. Come hanno fatto alcuni nostri concittadini che hanno speso anni fuori dai nostri confini - o addirittura l'intera vita - per costruire la pace e la solidariet in terre lontane, devastate dalla guerra piuttosto che dalla fame. Premiamo dunque il caporal maggiore Roberta Miccoli per l'altruismo, l'impegno straordinario e la cura con cui si dedica al pericoloso lavoro di sminatrice tra il Libano e Israele.

CREMONA

Sabato 15 Dicembre 2012

Caporale maggiore del Decimo reggimento guastatori, appena rientrata da una missione in Libano
di Laura Bosio

La missione

Grande la soddisfazione del Decimo Guastatori di Cremona, come afferma il comandante, il colonnello Pierfrancesco Cacciagrano. Sono fiero di avere tra le mie schiere il caporale maggiore Micoli, cos come tutti gli altri membri del reggimento: persone pronte a svolgere la pro-

pria mansione in qualsiasi situazione, sia in Italia che all'estero. Non posso che essere orgoglioso dell'operato che i miei uomini svolgono sempre con il massimo dell'impegno e della dedizione. Attualmente una squadra del reggimento impegnata a Milano nell'opera-

LA BIOGRAFIA: Nellesercito dal 2009


Arruolata nellesercito dal 2009 come volontario in ferma prefissata stata di seguito assegnata al 10 Reggimento Guastatori di Cremona dopo aver superato un corso di preparazione basico per neo- arruolati. Nel 2011 ottiene la qualifica per svolgere servizio di guastatore specialista nel riconoscimento di mine ed ordigni esplosivi e la successiva specializzazione, che gli permette di operare in teatri operativi ad alto rischio. E' appena rientrata da una missione in Libano presso il contingente italiano dellUnifil - United Nations Interim Force in Lebanon, ovvero Forza di Interposizione in Libano delle Nazioni Unite, come sminatrice.

zione contro la microcriminalit, denominata Strade sicure. Il resto del reggimento costantemente in allerta e pronto a intervenire per le eventuali emergenze legate alle nevicate previste nelle prossime settimane. Tra i premiati cremonesi, anche Padre Angelo Calvi, che ha ricevuto la menzione alla Memoria. Nato a Corte de' Frati nel 1919, deceduto il 14 maggio di quest'anno. Ordinato sacerdote nel 1947, insieme al fratello Piero, nell'Ordine dei Saveriani, stato per lunghi anni missionario nelle isole Mentawai in Indonesia. Ha operato per diffondere un messaggio di pace e fratellanza tra i popoli locali. In Italia ha ricoperto importanti incarichi in diversi Istituti Missionari Saveriani e si dedicato con amore e passione alla visita dei famigliari malati. Il Premio stato ritirato dai familiari e da sindaco di Corte de Frati

Il contingente militare di Unifil ha lo scopo di: monitorare la cessazione delle ostilit (permanente); accompagnare e sostenere le Lebanese Armed Forces (Laf) nel loro rischieramento nel Sud del paese, comprendendo la Blue Line, non appena Israele ritira le sue Forze armate dal Libano; coordinare il ritiro delle Idf dai territori libanesi occupati ed il ridispiegamento delle Laf negli stessi territori una volta lasciati dagli israeliani; estendere la propria assistenza per aiutare ad assicurare un corridoio umanitario alla popolazione civile ed ai volontari nonch assicurare il rientro in sicurezza degli sfollati; assistere le Laf nel progredire verso la stabilizzazione delle aree; prevenire la ripresa delle ostilit, mantenendo tra la Blue Line e il fiume Litani una area cuscinetto libera da personale armato, assetti ed armamenti che non siano quelli del Governo libanese e di Unifil; mettere in atto i rilevanti provvedimenti degli accordi di Taif, e della Risoluzione 1559 (2004) e 1680 (2006), che impongono il disarmo di tutti i gruppi armati in Libano; assistere il Governo del Libano per rendere sicuri i suoi confini e altri punti di ingresso per prevenire il transito nel territorio di armi o di materiali d'armamento; intraprendere tutte le necessarie azioni nelle aree di schieramento delle sue forze e, per quanto nelle proprie possibilit, assicurare che la sua area di operazioni non sia utilizzata per azioni ostili.

Mercoled 14 Novembre 2012

Rissa davanti ad un locale: 22enne ferito

Da tempo chiediamo la pedonalizzazione. Gli esercenti non sono solo quelli del quartierino sotto il Torrazzo

Centro chiuso al traffico, c anche chi dice s


Un gruppo di commercianti in controtendenza accoglie con soddisfazione il provvedimento della Giunta

Cronaca

Apprezzamenti pesanti su una ragazza romena assieme ad un tasso alcolemico sarebbero allorigine della rissa scoppiata gioved notte in via del Costone, parallela di via Milano, nella quale sarebbero rimasti coinvolti due giovanissimi stranieri. Erano circa le 2 di notte quando uno dei due ha lanciato qualche complimento palesemente poco signorile ad una delle ballerine che si stavano esibendo al locale Ottavo Nano. Invitati ad allontanarsi dalla security del locale, i ragazzi, due 22enni cittadini romeni, anzich raccogliere linvito hanno iniziato a tenere un atteggiamento ancor pi insistente che ha costretto a passare alle maniere forti per condurli fuori. Circostanza dalla quale, una volta allesterno del locale, si originata una colluttazione piuttosto violenta che ha indotto qualcuno a richiedere lintervento del 118 e di una pattuglia dei carabinieri. Lintervento immediato dei militari ha spento lalterco in modo rapido e fortunatamente senza gravi conseguenze. Per uno dei due giovani, trasportato al Pronto soccorso dellOspedale con ferite di media gravit, la prognosi di una ventina di giorni.

a disposizione dell'Amministrazione comunale per la chiusura del centro al traffico nei weekend dall8 dicembre al 6 gennaio non verr ritirata, nonostante le reiterate proteste manifestate nei giorni scorsi da parte di Ascom e Confcommercio. Un provvedimento tardivo e raffazzonato come lo aveva definito allindomani Paolo Mantovani, presidente di Botteghe del Centro che rischia di vanificare gli sforzi compiuti dai commercianti per rendere lidea di un centro citt facilmente accessibile, Anche la Lega si era messa di traverso definendo: penalizzante per tutto il commercio la chiusura dei corsi. A far da contraltare alle numerose critiche rivolte al fermo della circolazione, si levato un coro altrettanto consistente di voci nettamente in controtendenza: una trentina di commercianti che, diversamente dai loro colleghi, hanno favorevolmente accolto il provvedimento della Giunta. Siamo entusiasti del provvedimento, e i risultati, anche in termini di tranquillit della strada, si sono visti gi con il primo weekend di blocco. Si capisce il dissenso manifestato dai commercianti delle associazioni cittadine: ma teniamo a precisare che a Cremona i commercianti non sono solamente quelli del quadrilatero allombra del Torrazzo, tra via Mercatello, corso Mazzini, via Solferino e Largo Boccaccino. Questi continuano a considerare i corsi cittadini quasi come semplici riserve di parcheggi

di Michele Scolari

ma per altri sono invece una risorsa. Gli esercenti sono anche a Porta Romana, in via Ghisleri, o in corso Garibaldi, dove, per inciso, proprio alla fine dellestate, tramite una raccolta firme depositata in Comune dal comitato Stradivariando, era gi stata espresso la richiesta per una grande isola pedonale che partisse almeno dallintersezione con via Villa Glori, meglio se da piazza SantAgata o addirittura da San Luca. Per mostrare ci che vendiamo abbiamo bisogno di gente che passeggia davanti alle vetrine, non di auto che sfrecciano senza poter vedere nulla. Forse da questo punto di vista determinati esercenti non hanno problemi, dato che hanno il negozio nelle zone pedonali. Chi ha il negozio in aree pedona-

li spera che queste vengano aperte al traffico o magari invece soddisfatto della gente che passeggia, fermandosi a valutare le vetrine? La stessa pedonalizzazione la chiediamo anche noi per i corsi cittadini aperti alle auto: se non totale, almeno nei week end. Lobiettivo per i 30 commercianti in questione, dunque, non attendere il cliente di passaggio bens mostrare la propria professionalit e la cura nella scelta della merce proposta. Proprio dalla professionalit ed alla capacita di unire novit e prezzi accessibili determinato il volume delle vendite, non dal tempo di chiusura di una strada. Chiusure che, secondo Ascom e Confcommercio, potrebbero determinare confusione e smarrimento tra gli

automobilisti. Anche qui non vediamo il problema proseguono gli esercenti favorevoli alla chiusura- - Per quanto riguarda la deviazione al parcheggio di Via Villa Glori, abbiamo sentito che rappresenterebbe un intoppo per il traffico, eppure quando avevano chiuso il corso per i lavori il senso di entrata era stato cambiato senza problemi: perch dovrebbe rappresentare un problema adesso? Le associazioni ritengono che questo provvedimento possa vanificare gli sforzi fatti dai commercianti del centro per renderlo pi accessibile e, di conseguenza, appetibile. Noi commercianti favorevoli aggiungiamo: siamo sicuri che chi dice di difendere i commercianti del centro lo faccia sul serio?.

Cronaca

Sabato 15 Dicembre 2012

Affitto con riscatto: alternativa al mutuo?


Rent to buy e vendita della nuda propriet: due tendenze considerate in grado di contrastare limpasse della crisi immobiliare

Lavvocato Luca Curatti (Uppi): I vantaggi ci sono ma la trattativa pi sicura rimane quella classica, che si risolve in ununica soluzione
di Michele Scolari

cquistare casa senza accendere il mutuo? Sembrerebbe un sogno per molti acquirenti potenziali. La crisi impedisce in svariati casi di progettare lacquisto di una casa, e si registrato un calo del 42% rispetto al gi negativo 2011 (dati Crif) relativamente la domanda di prestiti ipotecari. In forte diminuzione sarebbero anche le erogazioni, il cui calo si aggira intorno a percentuali vicine al 50% annuo. Eppure, in questa situazione difficile stanno emergendo due tendenze in grado, secondo alcuni, di porsi come strategie anticrisi, essendo integrative o addirittura sostitutive del mutuo. Si tratta principalmente dellaffitto con riscatto (o rent buy) e della vendita della nuda propriet. Nel primo caso (un idea di origine anglosassone, che in Italia si diffusa particolarmente tra Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna, Veneto e Lazio), la formula prevede la stipulazione contestuale di due accordi: un contratto di locazione (a un canone superiore a quello di mercato, generalmente pi alto del 50%) e un contratto di opzione in cui viene stabilito che l'inquilino, a scadenza (solitamente dopo tre anni) e a un prezzo gi stabiliti, avr la facolt di acquistare la casa. Una strategia, recepita indubbiamente come sistema di promozione del mercato immobiliare, che presenta ovvi vantaggi ma anche qualche problema osserva lavvocato Luca Curatti, presidente dellUppi e di Assoutenti. La formula permette indubbiamente al venditore di mettere subito a reddito il patrimonio immobiliare ed inoltre con ottime garanzie sulla vendita,

Come funziona il rent to buy


Nel momento in cui le parti decidono di procedere per un rent buy, ovvero laffitto con riscatto, vengono stipulati due contratti. Il primo rappresenta un normale contratto daffitto in cui il canone per il locatario solitamente fissato a un prezzo pari a circa il doppio di quello ordinario. Il secondo contratto un opzione sullacquisto dellimmobile, con prezzo bloccato alla scadenza dei termini (generalmente si tratta di tre anni). Solitamente, previsto il versamento di un acconto iniziale pari a circa il 6% del valore del bene immobile. La cifra mensile viene invece suddivisa a met: il 50% vale come canone di locazione, il restante 50% si aggiunge man mano alla somma da detrarre al prezzo di vendita. Se al termine del contratto di affitto con riscatto il locatario far valere lopzione, potr acquistare il bene al prezzo concordato meno la cifra versata. Se non vorr procedere, non potr essere costretto a farlo (a meno che non sia stato previsto un obbligo al posto dellopzione) ma perder il denaro investito.

Mercato degli immobili, gi acquisti e mutui


Nuovo e pesante crollo per il mercato del 'mattone' nel II trimestre 2012. Secondo quanto rileva l'Istat le compravendite di unit immobiliari sono risultate pari a 167.721, in diminuzione del 23,7% rispetto allo stesso periodo dellanno precedente. Le convenzioni di compravendita si riferiscono alle unit immobiliari ad uso abitativo (incluse le pertinenze), ad uso economico, ad uso speciale (esclusi posti barca) e alle multipropriet. Il 93,3% delle convenzioni (156.552) riguarda immobili per abitazione, il 5,9% (9.816) unit immobiliari ad uso economico. Considerando la tipologia di utilizzo, nel periodo compreso tra aprile e giugno del 2012 le compravendite di immobili ad uso residenziale diminuiscono del 23,6% rispetto al secondo trimestre del 2011, mentre quelle ad uso economico registrano un calo tendenziale del 24,8%. Secondo quanto afferma l'istituto di statistica si tratta delle "variazioni tendenziali pi sfavorevoli dal 2008. Nonostante il temporaneo recupero delle convenzioni di compravendite registrato nel terzo trimestre del 2011, in particolare per gli immobili ad uso economico, il trend sempre caratterizzato dal segno negativo -continua l'Istat-. Per entrambe le tipologie di utilizzo si registra una diminuzione delle variazioni tendenziali in tutte le ripartizioni territoriali, in particolare nelle Isole (-30,3% per le compravendite ad uso residenziale e -38,4% per quelle ad uso economico). Per le compravendite ad uso residenziale invece il calo tendenziale registrato nei grandi centri (-21,8%) pi contenuto di quella osservato nei centri minori (-25,1%).

L'avvocato Luca Curatti, presidente di Uppi e Assoutenti

dato che, seppure la decisione dellinquilino avviene dopo 3 anni, la vendita quasi sempre sicura. Allacquirente invece permette di acquistare anche senza i requisiti per accendere un mutuo e ad un prezzo senzaltro vantaggioso, con il vantaggio anche fiscale, tra laltro, che lImu e le altre imposte rimangono ad onere del locatore. Contestualmente vi sono per anche degli svantaggi, a cominciare dalla perdita del denaro investito qualora linquilino decida di non procedere allacquisto al termine del periodo. Inoltre, prosegue lavvocato, sarebbe bene ricorrere ad una fideiussione se limmobile venisse acquistato direttamente da unimpresa costruttrice: qualora questa infatti dovesse fallire, c il rischio per il locatario di perdere le somme accumulate. Anche nel caso della vendita della nuda propriet, la seconda soluzione ritenuta da molti valida per rimettere in moto il mercato immobiliare, il discorso bifronte. Questo fenomeno riguarda soprattutto per-

sone anziane che non hanno particolari problemi di eredit. Chi decide di vendere la nuda propriet del proprio immobile ha il vantaggio di poterci vivere vita natural durante. Un aspetto dietro al quale si cela, per il nudo proprietario, il potenziale problema dellaspettativa di vita dellusufruttuario, che, oltre a ritardare eventualmente lingresso del nudo proprietario nella propriet, pu modificarne il valore. Dal canto suo, lusufruttuario obbligato a pagare le tasse sullimmobile e le spese di manutenzione ordinaria della casa, che va mantenuta con diligenza, senza danneggiarla o modificarla senza autorizzazione del nudo proprietario (in diritto di chiedere il risarcimento del danno subito) il quale per , a sua volta, tenuto a sostenere le spese straordinarie. E quindi una soluzione che si configura quasi come una scommessa finan-

Meglio optare per soluzioni che esauriscono subito il rapporto

ziaria da parte dellacquirente, nella quale entrano in gioco fattori non solamente economici ma anche riguardanti la natura etica di usufruttuario e nudo proprietario. Per questo motivo, avverte Curatti, la forma di trattativa pi sicura rimane quella classica, ovvero quella che, verificate accuratamente da entrambe le parti le condizioni, si risolve tutta in ununica soluzione dietro pagamento del prezzo davanti ad un notaio. Questa forma, che non prevede la prosecuzione del rapporto come invece avviene nel caso delle altre due forme, quella che garantisce il minor numero di problematiche tra le parti nel futuro. Insomma, anche se queste nuove tendenze sembrano poter ridare impulso al mercato del mattone, la soluzione che evita tutti i rischi rimarrebbe quella classica, in ununica soluzione.

Sabato 15 Dicembre 2012

Cremona

La Cna Servizi Srl di Cremona ha ottenuto il marchio di qualit. Riconosciuti il valore e la professionalit

Un'associazione imprenditoriale col marchio di qualit. E' questa la Cna di Cremona, che qualche mese fa ha ottenuto la certificazione Uni En Iso 9001 dall'ente di Certificazione Tuv Nord, uno dei pi importanti a livello europeo, per la sua societ di servizi Cna Servizi Srl. Cna da tempo svolge una consulenza verso i propri associati per accompagnarli alla certificazione. Ora la stessa Cna a veder certificato il proprio sistema qualit, ed un risultato importante per un'associazione che svolge un ruolo di rappresentanza sindacale ma che allo stesso tempo un grande

sistema che eroga servizi ai propri soci. La ricerca della qualit del resto sta diventando sempre pi strategica da parte delle aziende cremonesi. Lo dimostrano i dati statistici che rilevano un costante aumento delle che hanno ottenuto la certificazione. Con la certificazione, Cna sar obbligata in futuro a rispettare standard qualitativi verificati. Con la certificazione viene dunque confermato e

Cna, quando i servizi sono certificati


sancito che Cna si preoccupa di mantenere alto il livello dei servizi erogati alle proprio imprese, in maniera efficace, per accrescere il loro posizionamento competitivo, fornendogli una garanzia di professionalit. Cna anche un grande sistema in grado di offrire una gamma completa di servizi per ogni esigenza dell'azienda. Un processo in continua evoluzione che punta a garantire il 100% dell'attivit che la societ di servizi offre ai suoi associati: servizi paghe, servizi fiscali, contabilit, servizi per l'avvio di impresa e servizi di settore. Ottenere questo riconoscimento significa rispettare in futuro standard qualitativi che verranno periodicamente verificati dall'ente di certificazione Tuv Nord. La qualit e la sua certificazione in questi ultimi anni si molto affermata nel mondo della produzione industriale, perch giustamente vie-

ne considerata un efficace strumento per garantire la qualit nei confronti dei consumatori e per migliorare i processi organizzativi e produttivi delle aziende. La certificazione al contrario meno diffusa nel mondo dei servizi, considerati pi immateriali rispetto ai prodotti. Invece garantire la qualit dei servizi ha un impatto molto rilevante nella economia e nella societ (pensiamo al mondo della sanit, della scuola ecc.).

Dunque certificare un sistema di servizi come Cna ha anche un grande valore "sociale", assicurando a tutti gli associati, in qualunque punto del territorio si rivolgano a Cna, la medesima qualit dei servizi. Inoltre si rafforzer nella cultura della Cna un ulteriore orientamento verso la soddisfazione dell'associato-cliente, che sar fonte di continua innovazione nello sviluppo dei servizi. Infine crescer la responsabilit complessiva di Cna nel creare valore, sviluppando un know how nell'organizzazione che potr diffondersi anche fuori dai confini territoriali.

Allarmanti i dati Istat: si stima che il 28% degli italiani sia sull'orlo della povert. Ne abbiamo parlato con il dottor Roberto Poli

Se la crisi economica causa di ansia...


di Andrea Pighi
Il dottor Roberto Poli

Istat ha reso noti in questi giorni alcuni dati allarmanti: si stima che il 28% degli italiani sia sullorlo della povert, che il 18% non possa permettersi di riscaldare adeguatamente la casa, che il 46% non pu permettersi una settimana di ferie allanno. E i dati si riferiscono a rilevazioni sul 2011, con un annunciato e prevedibile peggioramento nellanno in corso. Parliamo dei riflessi psicologici di questa situazione con lo psichiatra cremonese Roberto Poli. Sono dati da panico? Lansia del domani relativa alla crisi economica in corso mette davvero in condizioni di disagio settori sempre pi ampi e crescenti della popolazione. E unansia concreta, relativa agli scenari economici non rassicuranti. Al di l dei dati macroeconomici e dello spread, si avverte in modo tangibile la disoccupazione crescente, le fabbriche che chiudono,i l calo del consumo, il crollo

La nostra la prima generazione che non riesce a vedere mediamente e globalmente un futuro migliore per i propri figli

delle vendite. Unansia concreta, una paura ben pi concreta della fine del mondo secondo le profezie Maya. Che correlazione c tra crisi economica e disagio psichico? Da sempre vi una chiara correlazione tra crisi economica e condizioni di disagio psichico, dall ansia alla depressione, dalla cefalea ad altre malattie psi-

cosomatiche, sino ad arrivare al suicidio. . Lo stesso termine con cui si identificato il primo grande crack f del Novecento, la Grande Depressione del 29, volutamente e fortemente evocativo di implicazioni psicologiche. Quali categorie sono pi a rischio di avere manifestazioni ansiose? Sono gli uomini a rischiare di pi ri-

spetto alle donne. E non solo perch il lavoro femminile in Italia pi basso della media europea. Ma anche per meccanismi psicologici: il maschio in difficolt economica o con lo spettro di una crisi sente il peso di non poter assolvere al ruolo che gli proprio, alla responsabilit socio culturalmente determinata. E che rimanda al ruolo ancestrale di procacciatore di cibo e protettore della famiglia. Non riuscire a garantire questo, o anche non mantenere lo stesso tenore di vita o avvicinarsi al baratro della povert determina una sorta di fallimento esistenziale e identitario, con conseguenze anche devastanti. La crisi dunque causa ansia e cambia in qualche modo gli atteggiamenti? E naturale che vivere in tempi di crisi pu modificare latteggiamento nei confronti del mondo. Negli Stati Uniti alcuni centri di ricerca hanno monitorato i cambiamenti delle credenze della popolazione in riferimento alle fluttuazioni macroeconomiche. E emerso che le recessioni

hanno un impatto significativo sulle opinioni degli individui, specialmente se hanno tra i 18 e 25 anni. Le persone che hanno vissuto durante una grave recessione tendono a credere che il caso conti pi dellimpegno personale nello spiegare il successo nella vita. Per tale motivo, gli stessi individui si aspettano una maggiore redistribuzione delle ricchezze da parte dello Stato. E quali sono i pensieri e le preoccupazioni per il futuro dei figli? La nostra la prima generazione che non riesce a vedere mediamente e globalmente un futuro migliore per i propri figli. Il padre non riesce a fare il gesto di Ettore, cio a prendere in braccio il figlio e lanciarlo in alto, per poi riabbracciarlo che un gesto simbolico di spingere il figlio verso ad una posizione pi elevata del padre. Sinora accadeva cos , ogni generazione aveva di pi della generazione precedente. Oggi questa certezza non c e pi, non chiaro quando si uscir dal tunnel. Un presente e un futuro ansiogeno.

Cremona

Sabato 15 Dicembre 2012

Disagi per i pendolari: sar class action


La richiesta di Alloni (Pd): La Regione deve concedere labbonamento gratuito a tutti i fruitori per il mese di gennaio
anta rabbia e tanto sconcerto nei confronti della situazione pesante che gli utenti pendolari dei treni lombardi sono costretti a sopportare in questi giorni, dopo una settimana di ritardi continui. A pronunciarsi, nelle ultime ore, stato il Codacons, che ha deciso di procedere con una class action contro l'azienda di trasporti per ottenere il risarcimento di tutti i danni subiti dai pendolari rimasti coinvolti in questi giorni nel caos che si verificato: ritardi, soppressioni, code, disagi. Gli indennizzi previsti dalle condizioni generali di trasporto di Trenord, infatti, sono a dir poco ridicoli a fronte di una situazione come quella venutasi a creare dichiara l'associazione dei consumatori, che invita, quindi, i pendolari a conservare non solo gli abbonamenti mensili e annuali, ma anche il settimanale, il carnet ed i biglietti giornalieri e di contattare nei prossimi giorni la sede del Codacons di Milano. E' una vergogna! ha dichiarato il presidente del Codacons, Marco Maria Donzelli. Non sappiamo se quello che si verificato colpa di un software pagato a caro prezzo, se dipende dal fatto che non stato testato, come dovrebbe normalmente avvenire, o da quali altri motivi. Quello che certo che un intero sistema di trasporti regionale non pu andare in tilt in questo modo e per cos tanti giorni. Da qui la decisione di procedere con un'azione legale collettiva. All'iniziativa del Codacons ha subito risposto positivamente il comitato di pendolari InOrario, che in questi giorni riceve continue segnalazioni di disagi e disservizi. I ritardi e le soppressioni dei treni sono ormai quoti-

PREFETTURA

La proposta del Codacons: in campo unazione legale collettiva per chiedere un risarcimento
di Laura Bosio

Approvati anche per quest'anno gli interventi nellambito del Piano del diritto allo studio per lanno 2012/2013. La Legge Regionale 31 del 1980 identifica per i Comuni un insieme di obiettivi di rilevanza cruciale, a sostegno delle scuole, dellattivit didattica e delle pari opportunit di istruzione per tutti gli alunni. Questo ruolo delle amministrazioni comunali ha detto il sindaco Oreste Perri presentando il Piano ai dirigenti scolastici risulta tanto pi importante in una fase in cui la scuola chiamata a rinnovare continuamente i propri strumenti e i propri approcci rispetto ad un mondo del sapere in continuo cambiamento, ma anche ad affrontare nuove emergenze sociali. Nonostante i tagli che tutti gli enti locali sono stati costretti ad applicare ai propri bilanci per il prossimo anno, il nostro Comune ha scelto di fare uno sforzo molto rilevante per mantenere il pi possibile i livelli dei contributi erogati alle scuole nel recente passato ha continuato Perri. Questo sforzo ha

Piano per il diritto allo studio, aiuti a 14.500 alunni


portato, per lanno scolastico in corso, ad uno stanziamento complessivo di 538.575 euro, praticamente invariato rispetto allultimo piano approvato. Gli interventi si rivolgono ad una popolazione scolastica complessiva di circa 14.500 alunni, cos suddivisi: 773 nelle scuole infanzia comunali, 461 nelle scuola infanzia statali, 469 nelle scuole infanzia paritarie, 2276 nella scuola primaria statale, 678 nella scuola primaria paritaria, 1841 nella scuola secondaria di primo grado statale, 399 nella secondaria di primo grado paritaria, 7278 nella secondaria di secondo grado statale, 342 nella secondaria di secondo grado paritaria. Come nel passato, una quota molto rilevante della somma totale viene assegnata direttamente agli istituti, che la potranno utilizzare per il sostegno educativo e didattico (acquisto di materiali e sussidi) e per il sostegno alle proprie progettualit, secondo una programmazione che lasciata allautonomia di ogni singola scuola. Il Piano finanzia inoltre direttamente

diane dice il referente, Matteo Casoni. I pendolari non sanno mai se il treno che devono prendere passer o sar soppresso, n a che ora riusciranno ad arrivare in ufficio o a tornare a casa. Stamattina (gioved, Ndr) ci siamo trovati tutti stipati sul convoglio delle 7.37 perch avevano soppresso i due treni precedenti. Ovviamente abbiamo viaggiato in piedi e terribilmente stretti. Il clima tra i pendolari di grande tensione: Non si pu accettare una situazione che seguita a scelte sbagliate da parte di TreNord sottolinea Casoni. Ormai le scuse dell'azienda non reggono pi. I provvedimenti vanno presi immediatamente, perch non si pu continuare cos. Nell'ultimo periodo il nostro comitato era rimasto in sordina, dopo essere stato accusato di manie di protagonismo. Ma a quanto pare anche chi ha lavorato in sordina non riuscito a ottenere risultati.

Casoni: Ormai le scuse dellazienda non reggono pi

Sul tema scesa in campo anche la Cgil Lombardia, che chiede la tutela per i lavoratori che ogni giorno affrontano il pendolarismo. Siamo al quarto giorno continuativo di disagi per i pendolari lombardi dichiara Fulvia Colombini della segreteria della Cgil Lombardia. La circolazione ferroviaria regionale gestita da TreNord andata completamente in tilt a causa del mancato funzionamento del nuovo sistema informatico installato proprio lo scorso 10 dicembre senza che fosse testato, e in concomitanza con una serie di modifiche sugli orari dei treni, sui turni del personale e con l 'introduzione di una nuova linea. Le cancellazioni e gli ingenti ritardi stanno rendendo la vita impossibile alle migliaia di pendolari che utilizzano le ferrovie per andare al lavoro e per spostarsi. Il disagio ulteriormente aggravato dallo sciopero dei benzinai che condanna

molti lavoratori e lavoratrici ad ulteriori difficolt nella mobilit; ci saremmo aspettati un maggiore senso di responsabilit in un momento cos difficile. La Cgil Lombardia si chiede da cosa dipenda la situazione creatasi, e soprattutto quali siano le responsabilit sulle quali chiediamo di far luce continua Colombini, che chiede il risarcimento dei danni. TreNord, oltre a ristabilire il prima possibile la circolazione dei treni per garantire il diritto alla mobilit, dovr prevedere al pi presto un risarcimento per tutti i pendolari lombardi titolari di abbonamento conclude Colombini. Per questo la Cgil Lombardia invita il presidente Vincenzo Soprano di fornire pubblicamente spiegazioni sull'accaduto, dando conto delle azioni intraprese e indicando previsioni certe per la risoluzione definitiva dei problemi. Presa di posizione netta anche da parte del Pd, e in particolare dei consiglieri regionali Agostino Alloni, Stefano Tosi e Luca Gaffuri, dopo che stata respinta la richiesta di audizione straordinaria dellassessore regionale Gilardoni in Commissione Trasporti. I consiglieri chiedono alla Regione di delineare uno scenario credibile di rientro alla normalit e di adottare misure risarcitorie nei confronti dei pendolari. Riteniamo doveroso dichiarano che la Regione, di concerto con Trenord, conceda a tutti i pendolari labbonamento gratuito per il mese di gennaio, indipendentemente dalla verifica degli indici di affidabilit per lottenimento del bonus e quindi senza aspettare i tre mesi di tempo necessari per essere pubblicati. Si tratta di un vero e proprio rimborso per tutti i pendolari per le sgradite disavventure vissute fino ad oggi. Ci auguriamo che questa richiesta diventi effettiva da subito.

Nella mattinata di gioved, il prefetto Tancredi Bruno di Clarafond ha ricevuto il vescovo di Cremona, monsignor Dante Lafranconi, e quello di Carpi, monsignor Francesco Favina, per consegnare loro i 75.000 euro, frutto della raccolta fondi effettuata in occasione della cena benefica tenutasi presso Villa Zaccaria di Bordolano lo scorso 18 settembre. Nel corso dellincontro il Vescovo di Cremona ha rivolto un sentito ringraziamento alla Prefettura ed alle altre istituzioni che hanno contribuito alla realizzazione delliniziativa nonch a tutti i cittadini che hanno donato parte delle proprie risorse dando prova di uno straordinario spirito di solidariet verso le popolazioni terremotate. Il Vescovo di Carpi, dal canto suo, ha posto in risalto quanto sia proficua lunione tra i singoli per fronteggiare i momenti di maggiore difficolt.

Consegnati 75mila euro per i terremotati

CONCERTO/1

Natale in coro, nella chiesa di Borgo Loreto

Continuano gli appuntamenti in musica della rassegna Natale in coro, promossa dalla delegazione Usci della Provincia di Cremona. Dopo il successo dei primi due appuntamenti, a Palazzo Pignano e alla Chiesa di San Sebastiano, luned 17 sar la volta del quartiere Borgo Loreto, presso la Chiesa della Beata Vergine Lauretana. Per l'occasione si esibiranno tre noti cori cremonesi: la Schola Gregoriana di cremona, il Cantiere e la Camerata. Una serata dallo spirito tutto natalizio per scambiarsi gli auguri ascoltando buona musica.

Il Polifonico si esibisce il 15 a SantIlario


Sabato 15, alle 21, presso la chiesa di Sant'Ilario, il Coro Polifonico Cremonese con lorchestra Lincanto armonico, il soprano Vittoria Vitali e il mezzosoprano Nadia Petrenko e con la direzione del maestro Federico Mantovani presenter il suo tradizionale concerto di Natale. In programma due splendide pagine di Antonio Vivaldi: Magnificat RV 611 e Gloria RV 589, in parte proposte in anteprima nei giorni scorsi, con la collaborazione del Comune di Cremona, ai soci dellUnione Ciechi e a quelli dellAup (Associazione Unitaria Pensionati) con guida allascolto del maestro Mantovani.

CONCERTO/2

una serie di interventi promossi direttamente dallamministrazione e rivolti ai diversi ordini di scuole. In alcuni casi gli interventi sono delegati in tutto o in parte a singoli istituti, assegnando loro i fondi necessari. I progetti sono appositamente costruiti intorno a temi focali per la qualificazione dellofferta didattica, per la prevenzione dei fenomeni di disagio, e per lintegrazione tra scuola e territorio e per la costruzione di una citt educativa.

Sabato 15 Dicembre 2012

Settore in affanno, precariato e poche risorse. Da gennaio sette operatori a casa, due finiranno al terzo settore. Ma cos il pubblico a rimetterci

Servizi sociali: ma lamministrazione comunale ci crede davvero?


E ai piani alti tutto continua come se nulla fosse
Egregio Direttore, non poi cos difficile essere retorici e populisti di questi tempi in Italia: lo spread, gli sprechi della casta, la disoccupazione endemica, il futuro negato ai giovani... ce n' abbastanza per riempire ogni giorno pagine di quotidiani e animare trasmissioni televisive in prima serata. Ma assistere impotenti al licenziamento di colleghi di lavoro come fosse un fatto naturale, a cui tutti, pi o meno, sembriamo ormai assuefatti, crediamo trascenda il limite di sopportazione umano, sia davvero al di l del bene e del male. Fra qualche settimana, dal primo gennaio 2013, sette operatori sociali del comune di Cremona (mediatori e assistenti sociali) rimarranno senza contratto a causa della crisi, si dice - barzelletta con cui in questo Paese dei Cachi si stanno giustificando tutte le nefandezze pi grandi. Non importa che i sette colleghi lavorino con noi da anni, gestendo servizi essenziali, sostenendo persone in difficolt, operando anche a fronte di incomprensibili ristrettezze di risorse; non importa che, riducendo il personale, rischino di venir ridimensionati servizi e aggravata la condizione in cui versa un settore strategico come quello delle Politiche Sociali, gi da tempo in sofferenza; non importa che i servizi pubblici, in nome di una spesso solo presunta e ideale sussidiariet siano di fatto dismessi a favore del privato; non importa se dietro queste dodici storie professionali cancellate si celino vite umane con affetti, sentimenti, progetti, bollette da pagare, affitti, tasse, mutui A ribellarsi a queste logica ingiustificabile, spietata, inumana si rischia davvero di passare per retorici e ingenui in questi tempi di cinismo e menefreghismo diffuso, di essere guardati con sufficienza e compatimento. Certo che accettare tutto questo come un fatto ineluttabile (eh, ma c' la crisi!) e continuare a lavorare come se niente fosse (magari abbassando la testa, nel timore che un domani potrebbe capitare anche a noi), senza un sussulto di indignazione, crediamo non sia professionalmente e umanamente accettabile, soprattutto dal momento che il prezzo di questa crisi sistemica lo stanno pagando proprio i cittadini pi fragili, figli di nessuno, senza corporazioni, sindacati, caste, famiglie pi o meno nobili a cui rivolgersi. Ai piani alti delle gerarchie, invece, tutto sembra continuare come nulla fosse... un gruppo di operatori sociali del comune di Cremona ervizi sociali comunali in perenne affanno. In anni in cui proprio per questo settore che un ente locale dovrebbe avere un occhio di riguardo, a Cremona il comparto soffre pi di altri. E registra tagli e restrizioni in nome di quella crisi i cui effetti i servizi sociali dovrebbero contribuire ad ammortizzare. Quantomeno, tra le fasce pi deboli della popolazione. Fasce pi che mai in sofferenza, come dimostrano le recenti segnalazioni sui distacchi di gas, luce e acqua a numerose famiglie cremonesi impossibilitate a far fronte alle bollette. E giusto di questi giorni anche la notizia che sette operatori sociali in forze al Comune si vedranno scadere il contratto alla fine dellanno, senza ad oggi alcuna garanzia di riassunzione. E il precariato, bellezza si dir. Lodierna frontiera del lavoro che non guarda in faccia nessuno e confina lesistenza a un eterno stop & go che concede, nella migliore delle ipotesi, una mera sopravvivenza. Nessuna crescita professionale. Nessuna realizzazione personale. Solo sopravvivenza. Al lavoratore come, nello specifico del sociale, allente pubblico, che tra turnover e contratti a termine difficilmente potr garantire al cittadino un servizio solido e una progettualit di lungo periodo. E il caso di Cremona, dove le difficolt dei servizi sociali emergono ancora di pi, ancora una volta, a fronte dellimminente cessazione del contratto dei sette lavoratori (cinque assistenti sociali, un mediatore culturale e un mediatore sociale). A renderlo noto, denunciando al tempo stesso le difficolt dellintero comparto, un gruppo di operatori sociali del Comune, che in questi giorni ha scritto ai giornali. Scrivono gli operatori sociali: Assistere impotenti al licenziamento di colleghi di lavoro come fosse un fatto naturale, a cui tutti, pi o meno, sembriamo ormai assuefatti, crediamo trascenda il limite di sopportazione umano, sia davvero al di l del bene e del male. Fra qualche settimana, dal primo gennaio 2013, sette operatori sociali del comune di Cremona (mediatori e assistenti sociali) rimarranno senza contratto a

di Federico Centenari

In discussione c il valore che il Comune da ai servizi sociali

causa della crisi, si dice - barzelletta con cui in questo Paese dei Cachi si stanno giustificando le nefandezze pi grandi. La conferma arriva direttamente dallassessore comunale ai servizi sociali, Luigi Amore, che pone laccento sulle difficolt economiche a carico dellente e sul fatto che i dipendenti in questione erano assunti con contratto a termine. Sta bene. Ma il punto un altro. In discussione c il peso, il valore che questa amministrazione intende dare a un settore di primaria importanza come i servizi sociali. Tra le righe della lettera inviata dagli operatori, il nodo di fondo emerge. Eccome, se emerge. Non importa che i sette colleghi lavorino con noi da anni si legge infatti nella lettera, gestendo servizi essenziali, sostenendo persone in difficolt, operando anche a fronte di incomprensibili ristrettezze di risorse; non importa che, riducendo il personale, rischino di venir ridimensionati servizi e aggravata la condizione in cui versa un settore strategico come quello delle Politiche Sociali, gi da tempo in sofferenza; non importa che i servizi pubblici, in nome di una spesso solo presunta e ideale sussidiariet siano di fatto dismessi a favore del privato; non importa se dietro queste dodici storie professionali cancellate si celino vite umane con affetti, sentimenti, progetti,

bollette da pagare, affitti, tasse, mutui. Il punto ben questo, e la questione , in senso lato, "politica". I dipendenti comunali sono un patrimonio dellente pubblico. Specie nel settore in questione, dove occorrono anni di esperienza sul campo, a contatto con realt difficili e delicate, per formare personale allaltezza. A quanto si apprende, per cinque dei sette contratti in scadenza si pensa ad un bando pubblico. Senza la garanzia, dunque, che cinque operatori ormai formati si aggiudichino il posto. Per gli altri due operatori si ipotizza invece una collocazione nel terzo settore (settore di fatto alimentato da risorse private). Una sorta di partita di giro in virt della quale due dipenden-

ti formati dal Comune spenderanno la propria esperienza altrove. Ben questo il nocciolo: quale stabilit possibile dare al comparto se, anzich consolidarne il personale, si procede a colpi di contratti a tempo determinato o, peggio, trasferendone le risorse al privato sociale? Lassessore Amore sembra sincero quando (si legga il box a parte) si lamenta della provvisoriet della situazione, quando assicura che quei lavoratori sono una risorsa preziosa per il suo assessorato e per lente pubblico in generale. Lassessore sembra sincero quando lascia intendere che il nodo sostanzialmente economico. Allora, da qui partendo, la considerazione anzitutto politica: se il Comune davvero crede nellimportanza dei servizi sociali (le "politiche sociali", appunto), tagli altrove. Trovi le risorse per consolidare il comparto, specie in un periodo drammatico come lattuale. Valorizzi i servizi sociali stabilizzandone i dipendenti. Certo, la vicenda delle 32 assunzioni finite sotto la lente della Corte dei Conti insegna. Ma sono tan-

Giacomo Bazzani (Rifondazione Comunista): Questo disastro ha radici profonde


Intere famiglie in abitazioni senza corrente elettrica, acqua o gas. Si moltiplicano in questi giorni le segnalazioni di distacchi per morosit da parte dellAem. Segnali pesanti, che mettono ancora una volta in evidenza lallargarsi della fascia di necessit anche a Cremona. Almeno una decina di famiglie, solo negli ultimi due giorni, si sono viste tagliare lerogazione di gas, acqua e luce a causa dellimpossibilit di far fronte al pagamento delle bollette. Sullargomento intervenuto, con la lettera che pubblichiamo di seguito, Giacomo Bazzani, del Circolo Rosa Luxemburg di Rifondazione Comunista. Bene ha fatto il Comitato Acqua Pubblica del Territorio Cremonese a denunciare lautentico schifo perpetrato ai danni di inermi cittadini da parte di alcuni novelli Mr. Scrooge (e che non sono per niente una cifra irrisoria, ma quantanche lo fossero sarebbe ugualmente uno schifo), e Rifondazione Comunista impegnata direttamente in questa autentica battaglia di civilt partecipando alla sacrosanta indi-

Bollette non pagate, intere famiglie senza acqua n gas


tuttavia il giorno dopo si affrett a dichiarare che si era sbagliato), col quale un paio di anni fa il Consiglio Comunale di Cremona ha deciso di svendere la sua partecipata (Aem Gestioni) a Linea Group. Da quel momento la sovranit del Comune sulla sua ormai ex partecipata venuta meno, ed il Sindaco, tramite Aem SpA, semplicemente un socio che aspetta lassemblea di Giugno per conoscere il dividendo che gli arriva, se gli arriva. Anzi, oltre al danno la beffa perch nei casi di morosit la ormai privata Aem Gestioni, diventata una delle tante scatole cinesi di quel carrozzone liberista che si chiama Linea Group Holding, si limita a scaricare il problema sui servizi sociali, esattamente come fa una qualsiasi im-

Giacomo Bazzani

gnazione che sta crescendo di ora in ora per una vicenda che letteralmente grida vendetta. Ma il caso pure di ricordare che questo disastro ha una data di inizio ben precisa, e cio il voto unanime, e sottolineo unanime (tranne, per la verit, un astenuto che

Gli enti devono tornare proprierari diretti delle aziende di servizi

presa quando ricorre alla cassa integrazione per i suoi dipendenti. E il liberismo bellezza, verrebbe da dire. Bene ha fatto anche Maura Ruggeri a presentare uninterrogazione urgente per la convocazione della commissione affari sociali allo scopo di condividere un piano di solidariet ed emergenza, ma sarebbe il caso che il PD ammettesse pure il tragico errore fatto due anni fa quando diede il suo appoggio ad unoperazione disgraziata i cui esiti erano ampiamente annunciati (ed i cui rischi vennero allora denunciati da Rifondazione Comunista e dai Comitati). Per cui va benissimo quel piano, ma sarebbe solo un palliativo perch non risolverebbe il problema. Ed il problema lo si risolve solo facendo ritornare le comunit loca-

li ed i lori sindaci proprietari diretti delle aziende di servizi pubblici, ad iniziare dal servizio idrico per il quale si apre una settimana decisiva. Lapproccio liberista alla gestione dei Servizi Pubblici Locali ha gi ampiamente dimostrato, in tuttItalia, il suo fallimento. A Cremona si sarebbe ancora in tempo per tornare indietro e questa scandalosa vicenda pu essere loccasione giusta per farlo. Lasciando al loro destino quei politici che sul loro profilo di Fb si intristiscono perch il gelo ha rovinato i gerani sul balcone, chiediamo a tutti i cittadini uno sforzo di mobilitazione accanto al Comitato per costringere Aem a riallacciare le utenze staccate e ridare quindi dignit alle persone, per convincere il Comune a ricorrere a tutti i mezzi necessari per risolvere la situazione contingente, e per premere sulla politica perch faccia ritornare nelle mani dei sindaci, e cio di tutta la comunit, le aziende di servizi pubblici. Riprendiamoci le nostre aziende, riprendiamoci la vita, la terra, la luna e labbondanza che ci stanno togliendo.

Lassessore Amore: Faremo il possibile per riassumerli, come abbiamo sempre fatto. Massimo impegno anche per le utenze tagliate

Per cinque dei sette contratti in scadenza si pensa a un bando


ti, troppi anni ormai che i servizi sociali di Cremona vivono laffanno quotidiano, con sicure ripercussioni sulla loro delicata utenza. E questione di bilancio e di leggi, certo. Ma anche e soprattutto di volont politica. E se davvero ci fosse questultima, il resto verrebbe in conseguenza. Al bilancio, ad esempio, si potrebbe mettere mano diversamente. E, sulla base di un attento esame delle leggi vigenti, non sarebbe impossibile trovare le formule adatte a consolidare, nel medio termine, la contrattualizzazione del personale senza incorrere in inciampi che possano portare allintervento della Corte dei Conti.

Servizi sociali, il Pd interroga sindaco e assessore

onosce bene la situazione. E si dice rammaricato, anzitutto, per non essere stato interpellato direttamente. Si dice amareggiato per quella lettera apparsa sui giornali locali prima che sulla sua scrivania. Lassessore alle Politiche Sociali, Luigi Amore, conferma anzitutto la notizia dei sette operatori sociali prossimi alla disoccupazione. Non si tratta di licenziamenti, ma di contratti a tempo determinato, che scadranno il 31 dicembre dice lassessore . Potrebbero avere un mese di sosta, diciamo che potrebbe esserci per loro un sacrificio per un determinato periodo, ma faremo il possibile per riassumerli. Il Comune non pu fare a meno di queste figure. Questo vorrei che fosse chiaro a tutti. Ben questo il punto. Lente stesso ha bisogno di professionalit esperte, eppure da anni non si fa che assumere a tempo determinato. Lanno scorso il contratto andato a scadenza per alcuni operatori ed stato rinnovato dice Amore . E cos accade da anni. E chiaro che una situazione grave: non si pu pensare di avere un assessorato cos importante, cos delicato, in una situazione di provvisoriet che si protrae da troppo tempo. Su un servizio cos importante ci sono almeno dieci o dodici persone con contratto a scadenza. Cos da anni. A noi occorrono queste persone, ma una questione di conti dellente. Prosegue lassessore: Cercheremo di risolvere la situazione per queste sette persone. Dopo lapprovazione del Programma degli incarichi da parte del Consiglio comunale, che si terr il 19 dicembre prossimo, il set-

A noi occorrono queste persone, faremo un bando

Luigi Amore

tore Politiche Sociali, cos come per tutti gli altri settori del Comune, proceder alla pubblicazione dei bandi per la selezione delle figure professionali alle quali affidare quanto prima gli incarichi per il prossimo anno. Chieder il coinvolgimento dei sindacati, chieder loro di darci una mano per capire come si possano stabilizzare queste persone. Ripeto: lente per primo non pu fare a meno di queste figure. L'assessore non si risparmia un piccolo sfogo. Mi spiace soltanto per una cosa, in questa vicenda dice lassessore . Mi spiace che nessuno ricordi i miei sforzi in questi tre anni per continuare il rapporto con tutti i lavoratori. Mi rammarica, perch io ci sono sempre quando si tratta di affrontare questi problemi. E in questo caso mi sarebbe piaciuto che ne parlassero direttamente con me, anzich mandare quella lettera. Non mi sono mai tirato indietro ed ero presente a tutti gli incontri con gli operatori per perorare la causa della stabilit dei miei dipendenti. L'assessore poi tornato sull'argomento venerd pomeriggio con una nota stampa in cui ha ribadito che lo sforzo che si

sta compiendo per garantire la massima continuit alle attivit dei servizi sociali con l'adeguata dotazione di risorse professionali alto, sia da parte mia che della Giunta comunale, in particolare in una fase difficile e delicata come quella che stiamo attraversando. Venendo alle figure del mediatore del rapporto tra gli inquilini e del mediatore linguistico culturale l'assessore specifica che si ritenuto di prendere in esame un sistema di progettazione coordinata degli interventi, da effettuare in collaborazione con alcune realt del terzo settore che hanno particolare esperienza in questo campo. Agli inquilini di alloggi di edilizia residenziale pubblica che temono linterruzione degli interventi realizzati in questi anni grazie anche al contributo del mediatore condominiale, l'assessore risponde che i loro timori sono del tutto infondati. LAmministrazione intende infatti rafforzare le azioni intraprese coinvolgendo le coo-

La morosit dei pagamenti un fenomeno in aumento

perative che operano nel sociale. Se fra i diversi soggetti istituzionali, sia pubblici sia privati, c un patto chiaro e condiviso che contiene limpegno a promuovere e presidiare la qualit dellabitare, i diversi operatori che potranno agire sul campo potranno sperimentare percorsi nuovi, in modo da fornire sostegno alle persone e alle famiglie con la garanzia di punti di riferimento pi stabili nel tempo. Le difficolt finanziarie che coinvolgono e travolgono gli enti locali, pongono l'amministrazione di fronte alla necessit di trovare risposte di aiuto e di sostegno verso un numero sempre pi crescente di persone che si trovano in situazioni di disagio e che non possono o non vogliono rivolgersi ai Servizi Sociali. Nella consapevolezza dellurgenza, la nostra ferma volont di far fronte, in stretta collaborazione con le risorse del territorio e delle comunit locali, coinvolgendo anche la competente commissione consiliare, ad una situazione che ha costi so-

ciali molto alti e che pu, se non adeguatamente accompagnata, degenerare e compromettere seriamente la qualit della convivenza in contesti di vicinato e, di conseguenza, la qualit della vita delle persone e del quartiere in cui esse vivono. Il cittadino deve essere messo nella condizione di esigere quei servizi che gli spettano di diritto, ma a questo deve per corrispondere limpegno a rispettare doveri che sono altrettanto sacrosanti. Amore spiega infine la situazione delle utenze non pagate: I Servizi Sociali del Comune sono impegnati a sostenere numerose situazioni di difficolt per contenere e contrastare linterruzione delle utenze di acqua, luce e gas sottolinea. Il lavoro che stiamo facendo davvero notevole, grazie anche alla collaborazione costante con Aem, che consente di monitorare molti situazioni e, di conseguenza, intervenire per quelle pi complessi. Il raccordo quotidiano anche con Aler per la condivisione delle pi adeguate modalit di accompagnamento e di intervento verso le famiglie, anche laddove si verifichino situazioni di morosit tali da determinare la possibile perdita della casa. La morosit dei pagamenti per la fornitura delle utenze di acqua, luce e gas un fenomeno che sta assumendo dimensioni consistenti, aggravate dalle rigide condizioni climatiche di questi giorni, a cui tutti stiamo dedicando la massima attenzione. Per fortuna non siamo soli in questo grande sforzo che stiamo sostenendo, in quanto abbiamo trovato al nostro fianco le numerose realt del terzo settore da sempre impegnate a sostenere famiglie in difficolt.

Lemergenza sociale in Consiglio Comunale. A portare il caso legato ai recenti distacchi di gas e acqua a carico di alcune famiglie, il Pd, attraverso una interrogazione a firma Maura Ruggeri, Caterina Ruggeri, Annamaria Abbate, Alessandro Corradi. La crisi morde anche a Cremona spiega la capogruppo Maura Ruggeri ed il 2012 vede un aumento delle povert gi avvertito dai servizi sociali e da tutti i soggetti della solidariet. Nel corso di questo mese giungono sempre pi frequenti segnalazioni che riguardano famiglie con figli minori ed a cui sarebbero state gi chiuse le utenze di luce, gas ed acqua per l'impossibilit di far fronte al pagamento delle bollette. Con linterrogazione, i consiglieri del Pd chiedono dunque che il tema venga portato con urgenza nella Commissione affari sociali per verificare leffettiva consistenza del fenomeno e per condividere un piano di emergenza per i mesi invernali che possa vedere la collaborazione delle aziende interessate e di tutti i soggetti che si rendono disponibili per una campagna di solidariet. Linterrogazione parte da alcune premesse. Giungono insistentemente si legge nel testo e da pi parti segnalazioni se-

Condividere un piano demergenza per affrontare i mesi invernali


Maura Ruggeri Caterina Rugger i AnnamariaAbbate Alessandro Corradi

Servizi sociali, la ricetta leghista: tagliare gli incarichi esterni


Via le consulenze per il tavolo enti locali per la pace
Tagliare le consulenze per risparmiare fondi da destinare ai servizi sociali. E la ricetta della Lega Nord, intervenuta sulla difficile situazione del settore sociale a Cremona con una nota del commissario cittadino, Stefano Borghesi. PurStefano Borghesi troppo dice Borghesi quanto segnalato dalla Lega Nord diverse settimane fa si sta avverando. Sono sempre maggiori le segnalazioni di anziani e famiglie cremonesi in difficolt economica. Ribadiamo la nostre proposte: il Comune dovrebbe cercare, forte del controllo di Aem, di trovare soluzioni per dilazionare e rateizzare le bollette e dovrebbe aumentare le risorse nel settore dei servizi sociali. Questo possibile eliminando alcuni incarichi esterni previsti nel 2013. Conclude il segretario del Carroccio: E una questione di priorit, credo che gli amministratori comunali in una situazione di simili ristrettezze economiche, oltre che farsi i complimenti per avere diminuito le consulenze previste per il 2013, dovrebbero usare i fondi a loro disposizione per risolvere questi problemi.

condo cui, a causa della crisi, sarebbero in numero crescente, in questo periodo dell'anno, le famiglie che vedono la presenza di minori ed a cui sarebbero state tagliate le utenze (luce gas ed acqua) per impossibilit a far fronte ai pagamenti delle bollette. I servizi sociali hanno segnalato, nel corso del 2012, un aumento delle povert e delle domanda di aiuto incalza il Pd ; l'Assessore ai servizi sociali, rispondendo sulla stampa ai comitati per l'acqua pubblica, sollecita chi versa in tali situazioni a rivolgersi pi tempestivamente ai servizi. Di qui le richieste al sindaco e allassessore per sapere se, effettivamente, anche i servizi sociali stanno riscontrando in questo periodo dell'anno un allarmante aumento di casi che riguardano anche famiglie con minori che vedono la soppressione totale delle utenze (acqua compresa) e se lamministrazio-

ne non intende portare urgentemente allattenzione della Commissione affari sociali tale problematica, per condividere un piano di emergenza per i mesi invernali che veda la collaborazione delle aziende erogatrici delle utenze (luce, acqua, gas) e di tutti i soggetti disponibili ad una campagna di solidariet. QUALE FUTURO PER I SERVIZI SOCIALI - A fronte dellincalzare delle reazioni alla lettera degli operatori sociali, Maura Ruggeri e Caterina Ruggeri sono tornate ieri sullargomento con una dichiarazione congiunta. Molti cittadini, in questi anni - osservano -, hanno conosciuto in forma diretta il valore del lavoro di mediazione sociale e culturale, lo hanno conosciuto coloro che si sono rivolti allo sportello immigrati, coloro che l'hanno sperimentato nel rapporto con i servizi sociali del Comune, lo hanno conosciuto gli inquilini degli alloggi comunali.

Anche l'Assessore ai servizi sociali - proseguono le esponenti del Pd -, in pi occasioni, in Commissione ed in Consiglio, aveva tenuto a ribadire il valore e la necessit della mediazione culturale e sociale che, a suo dire, doveva vedere lo sviluppo di una nuova progettualit. Tuttavia, di questa nuova progettualit, per ora, non si vede traccia, mentre assistiamo alla riduzione dei servizi di mediazione ed al mancato rinnovo dei contratti di personale che ormai da diversi anni lavorava con continuit presso i servizi sociali con competenza e professionalit. Si chiedono dunque Maura e Caterina Ruggeri: Come pu avvenire tutto ci nel silenzio e nell'indifferenza generale, si chiede un gruppo di operatori sociali. Ce lo domandiamo anche noi! E' davvero inevitabile disperdere risorse umane preziose per qualit ed il futuro dei servizi ? E' questo il nuovo welfare?.

A DiAno MArinA privAto venDe trilocAle


ristrutturato a nuovo e arredato, completo di cantina e posto auto condominiale. no agenzie - classe G telefonare ore pasti al 0173 215344

10

Sabato 15 Dicembre 2012

CREMA
A fare da ambasciatore tra gli imprenditori e il Comune, il consigliere comunale del Pdl, Renato Ancorotti. Limprenditore ha gi avuto un colloquio telefonico con il sindaco. Allinizio della settimana lo incontrer per discutere degli argomenti legati al mondo del lavoro e delle imprese. Moschea compresa. Gli imprenditori di via Fermi mi hanno chiesto aiuto conferma Ancorotti, e ho ritenuto giusto mettermi a loro disposizione. Lobiettivo che il sindaco stralci lopzione di via Fermi dalle aree disponibili per lautorizzazione del centro di preghiera islamico. Ritengo che questa amministrazione spiega sempre Ancorotti, debba ascoltare la richiesta degli imprenditori che, badiamo bene, non di natura ideologica. Le preoccupazioni sono tutte di natura logistica o legate allimpatto che la scelta avr sul futuro della zona industriale. Gli imprenditori non si stancano di ripeterlo: la scelta potrebbe creare numerosi problemi alle aziende. Statisticamente - spiega Giovanna Doldi - il mercato immobiliare crolla quando si trova vicino a centri del genere; qui tutti abbiamo investito grandi cifre, che rischiano tra qualche anno di non valere nulla. E poi c limpatto logistico. Un conto sono dieci persone che si muovono per la preghiera in giorni che per noi sono lavorativi, un conto sono centinaia di persone che vengono per le ricorrenze pi importanti. Sono convinto conclude Ancorotti, che le attenzioni da riservare a questa zona debbano essere diverse. Ci vuole un maggiore presidio della polizia locale, collegamenti con il centro e il resto della citt e investimenti a favore delle aziende. Tutte istanze che, assieme a quella sulla moschea, porter al sindaco. mbr

Raccolte 400 firme: no degli imprenditori alla moschea


Oltre 400 firme per dire no alla moschea. Almeno in via Fermi. Gli imprenditori cremaschi sono sul piede di guerra e decisi a non mollare. Abbiamo raccolto pi di 400 firme racconta Giovanna Doldi, imprenditrice di via Fermi, tra noi della zona industriale, i nostri clienti e i nostri fornitori. Le oltre 20 attivit che hanno sede al Pip di Santa Maria si sono attivate. La raccolta firme procede spedita. Lobiettivo di consegnarle al sindaco il prima possibile e cercare la via della mediazione: la moschea si faccia altrove, non dove hanno sede le attivit industriali. di Michela Bettinelli Rossi

Vogliono che non venga scelta la zona industriale di S.Maria. E domandano ad Ancorotti di fare il loro portavoce

un lato il Pd che lavora per le primarie in previsione delle prossime elezioni regionali. Dallaltro un Pdl dilaniato in cerca di identit e di un progetto per il futuro. In mezzo, la Lega Nord. Il Carroccio fa quadrato intorno a Roberto Maroni e lavora per recuperare quanto pi consenso possibile. Anche a Crema, non si sprecano gazebo, i pullman per partecipare alle manifestazioni contro il governo Monti, raccolte firme per proposte di legge. Il segretario cittadino Dino Losa soddisfatto. Segretario, a che punto siamo? In questi 80 giorni da segretario, in collaborazione con il direttivo e i militanti, ci siamo impegnati molto nel tornare a lavorare sul territorio ed in mezzo alla gente: ne la prova il fatto che in soli due mesi abbiamo organizzato pi iniziative, tra banchetti e gazebo, che nella totalit degli ultimi anni; inoltre, moltissime persone si stanno avvicinando al nostro movimento. Chi sono i nuovi leghisti? Gente che non ha mai fatto politica prima, e che vede nel nuovo corso leghista un netto cambio di passo rispetto al passato, e che ci vede diventare un valido interlocutore anche per associazioni ed imprese, come nel caso della moschea, dove interi agglomerati produttivi situati in alcuni quartieri della citt

Chi sono i nuovi leghisti, le future alleanze, le battaglie per la sicurezza. Il Carroccio torna in campo

si sono rivolti a noi per mobilitarsi contro liniziativa portata avanti dal Comune. Come si sta muovendo la Lega per le regionali? Andiamo orgogliosi di ci che si fatto in questi anni al governo della Lombardia pur sapendo che ci sono delle cose da migliorare; detto questo, credo che il nostro progetto, con Roberto Maroni presidente della Regione, sia quello che da maggiori garanzie ai cittadini lombardi: noi vogliamo fare in modo che il 75% delle nostre tasse resti sul nostro territorio; in pi, collaborando con le regioni Piemonte e Veneto, ci adopereremo affinch venga costituita quella Euroregione del Nord che ci spingerebbe di slancio verso lEuropa vera, quella che produce e crea ricchezza. E le alleanze? Il nostro segretario nazionale Matteo Salvini stato molto chiaro: chi condivide il nostro progetto il benvenuto; so di liste civiche che hanno intenzione di aderire alla nostra proposta, e che credono in Roberto Maroni a prescindere dal colore politico. Per quanto riguarda il Pdl, vedremo; il mio auspicio che si tenga

Lega Nord, ecco dove vuole arrivare


Dino Losa

separato il discorso sulla Lombardia rispetto a quello nazionale, anche perch non detto che ci candideremo a Roma. Chi candiderete quindi? La scelta dei candidati in Regione e a Roma non cosa che riguarda il segretario cittadino, di questo se ne occuper la segreteria provinciale nella figura del commissario Roberto Mura, ascoltando i militanti ed in collaborazione con la segreteria nazionale. Abbiamo molte persone valide e con la faccia pulita allinterno del nostro Movimento. Non avremo problemi nel candidare gli uomini e le donne giuste, al posto giusto.

In citt si discute spesso, a livello polemico, di sicurezza e integrazione. I cavalli di battaglia della Lega. Cosa ne pensa? chiaro ed evidente come, in un periodo di grossi sacrifici economici a cui sono sottoposti i cittadini, il sindaco e la sua giunta abbiano voluto utilizzare il denaro derivante dalle tasse pagate da noi cittadini cremaschi per finanziare uniniziativa puramente politica che nulla ha a che fare con gli interessi della nostra comunit come quella dei manifesti. E sulla sicurezza? La percezione di sicurezza, soprattutto nei quartieri di Crema, calata sensibilmente; le promesse fatte in campagna elettorale da Partito Democratico & Co. hanno lasciato nei cittadini soltanto un senso di abbandono da parte delle istituzioni. I membri della coalizione di centrosinistra, sembrano volersi occupare maggiormente di battaglie ideologiche piuttosto che fare il bene di chi sette mesi orsono ha dato loro fiducia. Siete i promotori di una raccolta firme contro il centro culturale islamico. Che percezione ha la citt rispetto a questo tema?

GAZEBO AL MERCATO E AI SABBIONI

Dopo il consueto gazebo della vigilia di Santa Lucia, svoltosi in collaborazione con i Giovani Padani, abbigliati per loccasione da tanti Babbo Natale in verde, nel prossimo fine settimana la Lega Nord di Crema tor na in piazza con i propri gazebo per diverse iniziative a carattere locale, regionale e nazionale. I gazebo saranno i seguenti: sabato 15 dicembre, al mattino in via Verdi angolo via Tensini, al pomeriggio in via XX Settembre; domenica 16 al mattino in Via Toffetti, angolo Via Cappuccini nel quartiere dei Sabbioni, e al pomeriggio in via XX Settembre. Stefania Bonaldi ha dichiarato in pi di unoccasione che la moschea si far nonostante lopinione della cittadinanza, peccato per che molti cremaschi che le hanno dato il voto si sentano da lei ingannati e traditi in quanto, durante i vari incontri che ha tenuto prima delle elezioni, il sindaco non ha mai parlato dellinsediamento di un centro culturale arabo in citt. Chi invece ha dimostrato ancora una volta di stare dalla parte dei cremaschi la Lega Nord, unico partito che si dichiarato, senza se e senza ma, contrario al progetto moschea e che, attraverso una raccolta firme che sta riscuotendo un grosso successo, da la possibilit ai cittadini di esprimere tutta la loro contrariet rispetto a quanto sta accadendo.

DAVANTI A SCUOLA
I carabinieri di Crema hanno deferito in stato di libert alla procura di Crema un ventenne disoccupato poich ritenuto responsabile di atti osceni. Alle ore 16, a Crema, in via Luigi Massari, a bordo dellauto intestata al genitore si masturbava esibendosi alle studentesse in uscita dal vicino istituto. Due minorenni hanno telefonato al 112, e lautomobilista per il clamore suscitato nel frattempo si era allontanato. Al suo rientro presso labitazione in un paese del Cremasco trovava i carabinieri ad attenderlo. Condotto in caserma stato riconosciuto. Le caratteristiche somatiche e labbiglia-

Esibizionista, disoccupato

LUNED, IL SALDO

mento erano corrispondenti. La targa del veicolo fotografata con il cellulare ha reso tutto pi facile. Dopo le contestazioni di rito stato segnalato allAutorit. Non escluso che sar affidato alle cure di un centro medico di recupero per i disturbi evidenziati.

arrivato il momento: l'Imu deve essere saldata entro luned. La rata dello scorso giugno era calcolata sull'aliquota base, prevista dal governo, per quanto riguarda la prima casa: il 4 per mille, mentre arrivava al 9 per mille per le altre abitazioni o gli immobili industriali e commerciali, rispetto alla soglia minima prevista, pari al 7,6. Questa volta, in fase di conguaglio, i Comuni potevano scegliere aliquote differenti e avevano anche facolt di introdurre diverse detrazioni o tariffe particolari, ad esempio: in base al numero di minori a carico. Il Comune di Crema ha deciso di mantenere le aliquote invariate, confermando quindi la decisione presa dalla giunta precedente, di cui ha anche preservato le forme di detrazione concordate a suo tempo. Per il momento, abbiamo deciso di non ritoccare le aliquote n verso il basso n verso l'alto ci ha spiegato l'assessore comunale alle Risorse economiche, Morena Saltini. Per eventuali modifiche, ci riserviamo di attendere il 2013, in fase di bilancio. Facciamo alcuni esempi: uno ciascuno, a seconda che si tratti di prima casa, seconda abitazione o immobile per attivit lavorativa. Nel primo caso, prendiamo come riferimento una famiglia con due figli a carico, che abbiano meno di 26 anni,

Bielorussia Imu, quanto si deve pagare Skripko, laimprenditori chiama gli


residente in un'abitazione di categoria A2, il cui imponibile risulti pari a 54.662 euro, tenuto conto della rivalutazione catastale del 5 per cento, moltiplicata poi per 160 coefficiente stabilito a livello nazionale e dell'aliquota comunale del 4 per mille. L'imposta di partenza, in questo caso, sar di 218,65 euro. Da questo totale, vanno tolti 150 euro, per via delle detrazioni, arrivando cos a una quota di 83,71 euro, che rappresenta il saldo da pagare, diviso due, nel caso in cui i coniugi siano proprietari dell'immobile per il 50% ciascuno. Venendo alla seconda abitazione, qui ovviamente l'aliquota pi alta: 9 per mille, appunto. Partendo da un immobile con un imponibile di 87.360 euro, l'imposta risulta essere di 786,24 euro. Non sono previste detrazioni per le abitazioni secondarie, per cui la quota rimane questa, e il saldo ammonta a 454 euro, di cui 288 spettano al Comune e 166 allo Stato. Infine, il caso di immobili commerciali e industriali. Qui, prendendo come riferimento un immobile con un imponibile di 147.489,60 euro, l'imposta ammonta a 1.327,41 euro e anche in questo caso non sono previste detrazioni. Il saldo da pagare di 767 euro, di cui 487 al Comune e 280 allo Stato. Gionata Agisti Alexey Skripko, ex ambasciatore bielorusso in Italia, gi ospite della nostra citt e amico di Renato Ancorotti, imprenditore della cosmesi, ha ricevuto il premio Italiano vero 2012 per avere favorito i buoni raccorti tra i due Stati. E stato scelto tra 10 candidati. Lo abbiamo telefonicamente raggiunto nella sua citt, a Minsk, capitale della Bierolorussia. Il premio organizzato dallambasciata italiana a Minsk, dalla regione Piemonte e da un noto ristorante italiano della citt. Io sono stato ambasciatore dal 2002 al 2008. E in quel periodo stato a Crema. Certo. Una bella citt. Ci sono stato quando era assessore un mio caro amico come Renato Ancorotti. Sono stato accolto dalle autorit. Un benvenuto che non potr scordare. Ho visitato Crema e alcune vostre imprese. Qual oggi la sua occupazione? Sono il direttore a Minsk di una societ di consulenza svizzera.

C la possibilit di uno scambio economico tra le imprese cremasche e quelle bielorusse? Lo spero proprio. In questi ultimi tempi, il nostro Pil sta crescendo e si possono aprire delle buone prospettive per i vostri e i nostri imprenditori. Anche perch la Bierolorussia (10 milioni di abitanti) un ponte verso lo Spazio comune economico composto da Bielorussia, Russia e Kazakhstan (insieme fanno 170 milioni di abitanti) che hanno sottoscritto ununione doganale. Il che significa che tra questi tre Paesi c la libera circolazione delle merci. Io penso che siano auspicabili le joint-venture con businessman cremaschi e nostri imprenditori.

Asvicom ha messo le luci al Natale


di Gionata Agisti

Crema

Sabato 15 Dicembre 2012

11
evenTo

UnAltRA sEttimAnA di EvEnti, E non AnCoRA FinitA


DATA e orA

n albero di Natale stile Rockefeller Center illumina piazza Duomo a Crema grazie all'associazione di categoria che per i bimbi della citt ha organizzato anche uno speciale evento in attesa di Santa Lucia Il giorno dell'Immacolata tradizionalmente la data in cui si accendono gli alberi di Natale. Cos anche per Crema, che quest'anno vive un programma natalizio del tutto rinnovato e in grande stile. L'organizzazione, targata Asvicom, ha infatti allestito un cartellone di 37 giorni, fatto di iniziative proprie o ideate dai 13 partner che hanno firmato un accordo con l'associazione dei commercianti, per avere uno spazio all'interno della manifestazione e contribuire al successo turistico e commerciale del Natale cremasco. Sabato scorso, dunque, l'appuntamento con l'inaugurazione dell'albero natalizio che, annunciato come imperdibile, non ha deluso le aspettative. Il proposito dell'Asvicom e del suo presidente, Berlino Tazza, era quella di riproporre un evento simile a quello che caratterizza il Natale a New York, al Rockefeller Center. Sicuramente, quanto andato in scena sabato pomeriggio, in piazza Duomo, stato degno delle migliore cerimonie hollywoodiane,

orGAnizzATore TeATro SAn DoMeniCo TeATro SAn DoMeniCo

ArTeATro - iMMAGini Di noTe - inaugurazione Mostra di Angela Bartolo - inGreSSo LiBero SABATo 15 DiCeMBre, ore 18.30 MUSiCA - ConCerTo Per iL nUovo Anno -Concerto Lirico Corale del Coro Claudio MonteverdiSoprano veronique Mercier, Flauti Stefano Donarini, emanuele Cristiani, Stefano Piloni, Pianoforte Mauro Bolzoni, Direttore Bruno Gini - inGreSSo LiBero DoMeniCA 16 DiCeMBre PiAzzA DUoMo CreMA (oFFerTA Di vin BrULe') DALLe ore 9 ALLe 19 DoMeniCA 16 DiCeMBre Pranzo con anziani e migranti presso il ristorante Self Service in via Matilde di Canossa DoMeniCA 16 DiCeMBre premio Gran Tavoliere 2012 DoMeniCA 16 DiCeMBre, ore 21.00 La musica romantica sacra di Mendelssohn, Schubert, Lachner, rheinberger LUneD 17 DiCeMBre ore 20.45 Francesca Baldacci presenta il libro LA MACCHinA DeL TeMPo MArTeD 18 DiCeMBre Babbo natale visiter la Case Famiglia di zappello ed altri Comuni del territorio. MArTeD 18 DiCeMBre 2012 ore 18.00 Serata natalizia a sfondo benefico con ospite Associazione Fraternit (presso BLiTz Bar a Crema) 20 DiCeMBre ore 21.00 MUSiCA - ConCerTo Di nATALe Allievi del Civico istituto Musicale Luigi Folcioni Coro Giovanile diretto da Giuseppe Costi; Coro di voci Bianche e Coro P. Marinelli diretto da Marco Marasco; Con la partecipazione del Corpo Bandistico G. verdi di Crema; Letture natalizie a cura di Cristina Maria Ambrogi, Laura Ardia, Maria immacolata Cantoni, Mura Fontana - inGreSSo LiBero GioveD 20 e SABATo 22 DiCeMBre Babbo natale far visita agli anziani del Kennedy e della Cassa Albergo di via zurla.

MerCATini Di nATALe SoTTo iL TorrAzzo i PAnTeL Le TAvoLe CreMASCHe

Gian Domenico Auricchio con il presidente Berlino Tazza

CenTro DioCeSAno LUCCHi TeATro SAn DoMeniCo i PAnTeL Krema 3.0 TeATro SAn DoMeniCo

i PAnTeL

con tanto di fumi di scena ed effetti speciali illuminotecnici, accompagnati da un'ideale colonna sonora natalizia e culminanti nell'accensione vera e propria dell'albero, alto 8 metri e allestito proprio di fronte all'ingresso del municipio. Prima dello show, gli interventi dello stesso presidente Tazza e delle autorit presenti, precedute a loro volta dal coro dei piccoli alunni del Folcioni, che hanno

cantato alcuni brani a tema al numeroso pubblico presente. Il sindaco, Stefania Bonaldi, ha ringraziato l'Asvicom per l'organizzazione e per aver alleggerito lonere economico dalle spalle del Comune e degli stessi commercianti, che quest'anno non hanno dovuto pagare nulla di tasca loro, contrariamente ai 90 euro che erano soliti versare per l'occasione. Da parte del presidente della Provincia, Massimi-

liano Salini, i ringraziamenti per aver contribuito a vincere il pessimismo indotto dalla crisi con una sferzata di buon umore, ancorato alle solide basi che solo la tradizione religiosa in grado di offrire. All'evento, erano presenti anche Gian Domenico Auricchio, presidente della Camera di commercio, che ha contribuito con 10mila euro alle luminarie del centro e il presidente della Fon-

dazione San Domenico, Giovanni Marotta, uno dei partner di Asvicom. Come decorazione scelta per lalbero, delle palle di Natale con il logo di Un cuore nuovo, l'iniziativa ideata dal Comune e dalla Diocesi per le famiglie di Crema in difficolt. Un'iniziativa ricordata anche in occasione dell'evento di marted mattina, pensato appositamente per i bimbi delle scuole primarie e materne della citt. Quasi 300

bambini, accompagnati dalle loro maestre, si sono dati appuntamento sotto l'albero, muniti delle loro letterine per Santa Lucia. Dopo essere stati intrattenuti da un'animazione con tanto di trampolieri e Babbi Natale, i bimbi hanno imbucato i loro desideri in una scatola di cartone, ritirando una confezione di marmellata offerta dall'Anffas, altro partner della manifestazione insieme ai Pantel.

soRoptimist

Leadership al femminile:costruisci la tua carriera


Il Soroptimist International dItalia opera da circa trentanni sul fronte delleducazione dei giovani al fine di consentire un migliore inserimento nel mondo del lavoro attraverso il lungo proficuo rapporto con luniversit Bocconi e con la Scuola di direzione aziendale (Sda) Bocconi. Anche questanno, intende promuovere la partecipazione gratuita di giovani donne - selezionate dai singoli Club Soroptimist al corso di formazione Leadership al femminile, costruisce la tua carriera realizzato dintesa con la Sda Bocconi. Il Soroptimist Club Crema aderir alliniziativa selezionando una candidata in possesso dei seguenti requisiti: et massima 28 anni, con laurea specialistica o magistrale, conoscenza della lingua inglese e residenza a Crema e nel Cremasco. Obiettivo primario del corso fornire alle giovani donne laureate concreti strumenti per affrontare il mercato del lavoro con un atteggiamento proattivo e propositivo. Il corso si articoler in 3 giornate di formazione realizzate in due cicli nei periodi 11-12-13 marzo e 25-2627 marzo 2013, presso la Sda Bocconi. Il corso sar tenuto da docenti delluniversit milanese e si caratterizzer per una didattica attiva. La Scuola di direzione aziendale delluniversit Bocconi rilascer un attestato finale di frequenza ai partecipanti. Le interessate dovranno presentare apposita domanda di ammissione (scaricabile dal sito www.soroptimist.it o reperibile presso il Soroptimist Club Crema), alla presidente del Club, dottoressa Veronica Grazioli entro il 18 gennaio. Le domande saranno valutate da una Commissione che provveder alla selezione della giovane laureata che potr usufruire di questa opportunit. Per informazioni: soroptimistclubcrema.com).

Avis e Amenic, una sera passata con film e spot


Luned 17 dicembre, alle ore 21, presso la sala Alessandrini di via Matilde di Canossa 18, lAvis di Crema ed il Circolo Culturale Amenic promuovono una serata allinsegna del cinema. Il segretario Mario Tacca e una giovane donatrice presenteranno lassociazione, la serata sar inoltre loccasione per proiettare alcuni spot realizzati dallAvis. Seguir la proiezione del film Il Soffio del regista coreano Kim Ki Duc, vincitore del Leone doro a Venezia. La serata ad ingresso libero.

Accettato dalla Regione il progetto del Comune per il Centro risorse donne
Il Bando regionale titolava Progettare la parit in Lombardia 2012 e ammetteva la possibilit di un sostegno economico per quei progetti finalizzati alla promozione di quelle iniziative volte a rimuovere gli ostacoli alla piena partecipazione economica, politica e sociale delle donne . Il Comune di Crema ha partecipato al bando con un progetto che prevede la costruzione di un Centro Risorse Donne che attiver una serie di servizi dedicati: uno sportello informativo, uno sportello di ascolto e uno sportello virtuale. Il progetto stato possibile grazie alla collaborazione e al partenariato di diverse associazioni: Associazione Donne C Violenza, Movimento per la vita, Centro Aiuto alla vita, Comunit dAccoglienza G. Colbert, Soroptimist International dItalia Club Crema, Associazione Doron. La Consulta per le Pari Opportunit presente al progetto a fianco dell'Amministrazione.

Nuovo Polo: quali scuole in un unico plesso


Prende forma e si avvia rapidamente alla fase realizzativa il progetto della provincia di Cremona di creare un nuovo Polo scolastico a Crema. Come ha chiarito il presidente Massimiliano Salini: Per realizzare questo progetto abbiamo deciso di seguire una via nuova, consentita dal decreto cosiddetto Cresci Italia del 2012, che ha introdotto la formula del contratto di disponibilit per permettere agli enti pubblici di realizzare opere in sinergia con i privati. Il progetto del Polo scolastico in via Libero Comune-via Piacenza permetter una generale razionalizzazione del sistema scolastico cremasco, dal momento che verr riunito in unico plesso tutto il Racchetti (nuovo polo), il liceo scientifico Da Vinci (che occuper gli spazi ora occupati dal liceo classico), l'Istituto Sraffa (i cui studenti, non essendoci cucine a disposizione, ora devono fare esercitazioni in altri luoghi), e infine permetter di dare finalmente una struttura idonea alle medie Vailati nel complesso di Largo Falcone e Borsellino. Il tutto permetter di non pagare pi gli affitti per le diverse sedi staccate dislocate oggi in citt. Il progetto complessivo di 23-24 milioni di euro.

Ex donatori Avis in Festa

Continuano i festeggiamenti per i 75 anni di attivit dellAVIS di Crema. Lo scorso 9 Dicembre AVIS ha voluto ricordare e celebrare tutti gli ex donatori con un pranzo, offerto dallassociazione. Pi di 30 ex donatori hanno avuto loccasione per incontrarsi e festeggiare insieme il compleanno dellAVIS di Crema.

12

Sabato 15 Dicembre 2012

Crema

Tango argentino: corsi, lezioni e infine milonga

Unora di parcheggio gratis fino allEpifania


Dalle 18,30 alle 19,30 non si pagher pi la sosta. Lo ha deciso la giunta. A partire da sabato 15 dicembre fino al 6 gennaio prossimo i parcheggi si pagheranno unora di meno. E stata una risposta ai commercianti che avevano chiesto allamministrazione di rivedere la decisione di far pagare ai cittadini la sosta in centro citt fino allorario della chiusura dei negozi. E un primo frutto del tavolo di confronto con le categorie che abbiamo aperto da luglio, spiega lassessore al commercio del comune di Crema, Morena Saltini. Abbiamo deciso di acconsentire alla loro richiesta di favorire laccesso al centro storico almeno fino alla fine del periodo delle feste. In pratica i parcometri si bloccheranno alle 18,30 anzich alle 19,30. Una sperimentazione che non da escludere possa proseguire anche dopo la fine del periodo natalizio.

Milonga di Santacrus -domenica 16 dicembre festeggia la Festa di Natale. Un pomeriggio di stages, con i maestri Alberto Scarico e Sabrina Rovelli Il programma. Dalle ore 17alle 18,15: lezioni individuali. Dalle 18,30 alle 19,45 lezione di tango intermedi/avanzati con Rebotes e Voleo in abbraccio chiuso. Dalle 20 alle 21,15 lezione di tecnica, con adorni per un livello unico (non occorre essere in coppia). Milonga: ore 21,30 alluna di notte. Musicalizza Caminito. Durante la serata si svolger lestrazione di un corso collettivo di tango. A seguire lesibizione dei maestri. E per finire il brindisi di buone feste. La serata di tango si svolger al Circolo Arci di Santa Maria, in via Mulini a Crema. Per informazioni: Renata 3381980563.

Nespoli, le lezioni scese dallo spazio


di Gionata Agisti
Sopra Paolo Nespoli, a lato il pubblico in sala

Non solo imprenditori nella sede della Libera artigiani per un evento che ha lasciato il segno

Travolto dal camion, anziano ferito grave


Grave incidente sul tratto di strada che collega Trescore Cremasco e Pandino, all'altezza dell'incrocio di via delle Palere. G.B., 79 anni, residente a Trescore Cremasco, nellattraversare a piedi la strada, stato travolto dal rimorchio di un camion Renault in transito. L'uomo, gravemente ferito, stato trasferito all'ospedale di Crema con la massima urgenza. E stato disposto il ricovero in sala intensiva con prognosi riservata. Secondo i sanitari, luomo non sarebbe in pericolo di vita. Il camionista, G.T. 42 anni di Mozzanica, ha tentato di evitare l'investimento sterzando bruscamente.

ontrariamente a quanti sostengono che nei momenti di crisi si debba tirare la cinghia, giocando al ribasso, la Libera Artigiani di Crema, presieduta da Marco Bressanelli, decide di puntare in alto e in alto davvero, cercando nuovi stimoli nell'esperienza dell'astronauta italiano Paolo Nespoli, il primo al mondo ad aver trasformato un'avventura spaziale in un fenomeno mediatico. Daltronde, che cosa, meglio dello spazio profondo, pu suggerire unassenza di limiti e la consapevolezza di poter affrontare qualsiasi sfida? esattamente di questo che gli imprenditori hanno oggi bisogno, tramortiti da difficolt che sembrano insormontabili ma anche intenzionati a far di tutto per non mollare e superare anche questa prova. Il merito di aver portato in citt Nespoli, impresa tutt'altro che semplice, tutto dello scrittore Roberto Provana, fratello del vice presidente della Libera, Agostino, che, a quattro mani con lastronauta, ha scritto il libro Dall'alto i problemi sembrano pi piccoli, dedicato proprio all'esperienza vissuta da Nespoli sulla Stazione Orbitale Internazionale, dove ha lavorato per sei mesi, a 400 chilometri dalla superficie terrestre. Sebbene, a prima vista, siano due

attivit completamente diverse, quelle dell'astronauta e dell'imprenditore presentano in realt pi di un'analogia, prima di tutto perch in entrambe ci si mette in gioco personalmente, costretti a fare i conti con se stessi, anche in condizioni estreme: fisiche o psicologiche che siano. Una delle prime cose che si imparano, gi durante la fase di addestramento spiega Nespoli, che la sinergia, il lavorare insieme, garantisce pi stabilit e penso che questo possa tornare utile in tutti gli ambiti, non solo nello spazio. L'importante scoprire i punti di forza di ciascuno, perch debitamente valorizzati, possano essere impiegati in un lavoro di squadra e contribuire nel modo migliore alla buona riuscita di un progetto. Ma, prima ancora, ci che lignoto e

limprevisto insegnano la necessit di imparare ad abbandonare i nostri schemi mentali, in quanto, senza l'elasticit e la capacit di rimetterci continuamente in discussione, non possiamo realizzare i nostri sogni, quando sono proprio i sogni a farci superare quelli che pensiamo siano limiti invalicabili e quindi a farci scoprire qualcosa di nuovo di noi stessi. Il futuro nostro, dobbiamo solo credere nei nostri sogni. Che il viaggio verso nuove scoperte debba essere prima di tutto interiore lo sottolinea anche Provana: Gli astronauti si addestrano continuamente e si dedicano a una formazione costante, con grande spirito di abnegazione e flessibilit. La loro esperienza ci insegna che, per risolvere un problema, bisogna trascenderlo, guardarlo dall'alto

per coglierne tutti i dettagli. Un insegnamento che pu essere calato anche nella gestione di una piccola impresa e, difatti, il nuovo libro riguarder precisamente il modo in cui tradurre le sfide dello spazio nella quotidianit di un'azienda. All'incontro era presente anche Paolo Castiglioni, presidente di Space Experience, associazione di ricerca scientifica e tecnologica, che ha l'obiettivo di studiare e implementare lo sviluppo, l'applicazione e la divulgazione tecnologica derivante dai settori aeronautico e aerospaziale. Dall'esperienza degli astronauti, trae spunti per specifici programmi di project management e special training e si sta adoperando per fare dell'Italia il Paese modello della riabilitazione degli astronauti.

Crema
Il concorso Intraprendere, intuizione della Libera artigiani che si avvale della collaborazione di Andrea Bergami

Sabato 15 Dicembre 2012

13

Piccoli imprenditori crescono


di Gionata Agisti
Andrea Bergami, Giuseppe Zucchetti Marco Bressanelli

Crema-Izano, pista pronta entro giugno


E' tutto pronto per la realizzazione della pista ciclabile che congiunger Crema a Izano. Un percorso portato avanti dall'amministrazione provinciale, dal Comune di Crema e dal Comune di Izano e che ora giunto al termine, con la preparazione del progetto definitivo e il reperimento dei finanziamenti. Laccordo di programma tra gli enti coinvolti stato firmato mercoled scorso nel comune di Crema, alla presenza del presidente della provincia, Massimiliano Salini, dell'assessore provinciale Giovanni Leoni, del sindaco di Crema, Stefania Bonaldi, dell'assessore comunale Giorgio Schiavini e del sindaco di Izano, Luca Giambelli. Si tratta di un'opera da 156mila euro cofinanziata in parti uguali dai tre enti (52mila euro ciascuno). A inizio del 2013 verr effettuata la gara per l'aggiudicazione dei lavori da parte della stazione appaltante (Comune di Crema, al quale resteranno gli eventuali ribassi d'asta) ed entro estate 2013 l'opera sar ultimata. Abbiamo portato avanti questo progetto con convinzione ha dichiarato il presidente Salini, prima con la precedente amministrazione comunale di Crema, e ora con la nuova. Si tratta di unopera particolarmente significativa per noi dal momento che permette di completare il percorso ciclabile verso un luogo molto caro ai cremaschi come il Santuario della Pallavicina a Izano. E' dunque uninfrastruttura che va incontro a una richiesta popolare molto sentita, e siamo ben lieti di poter fare opere con una cos forte connotazione culturale, nel rispetto delle nostre tradizioni e della nostra storia. Stefania Bonaldi ha ricordato l'importanza di un progetto come questo che valorizza la mobilit sostenibile, e siamo quindi ben contenti di portare a compimento questopera. Lassessore Schiavini ha sottolineato il percorso che porter alla realizzazione della ciclabile: Abbiamo fin da subito risposto alla giusta sollecitazione del sindaco di Izano, che ci ha spinto a portare a compimento il percorso avviato in precedenza. Grande soddisfazione stata espressa dal sindaco di Izano: Si tratta di un'opera attesa da anni. Ringrazio anche il comune di Crema, sia la precedente che l'attuale amministrazione, per l'impegno profuso.

Costo ciclabile: 156mila euro

numeri parlano da soli: dopo nove edizioni, a partire dal 1994, gli studenti coinvolti nel concorso Intraprendere sono oltre 10mila. L'ultima, 2011-2013, che ha preso il via nel settembre dello scorso anno, vede interessati 1.800 ragazzi delle scuole superiori, alcuni dei quali stanno per passare la selezione che porter infine al vincitore, entro il maggio dell'anno entrante. Il concorso una felice intuizione della Libera artigiani di Crema, che si avvale della collaborazione dell'associazione Intraprendere, diretta da Andrea Bergami, per tutto ci che riguarda gli aspetti organizzativi. Lobiettivo quello di diffondere lo spirito dell'intraprendenza fin dai banchi di scuola, tramite lideazione di un progetto imprenditoriale: unidea innovativa, a suo tempo, e lungimirante, tanto da anticipare iniziative analoghe a livello europeo. Dal '94 ad oggi, abbiamo sempre cercato di essere di stimolo in questo senso ha sottolineato il presidente della Libera artigiani, Marco Bressanelli, durante la conferenza stampa di aggiornamento sullevoluzione del concorso. C' chi, tra i giovani, abituato a pensare che tutto sia dovuto, ma purtroppo non cos ha continuato

Bressanelli. Occorre darsi da fare, perch la vita una sfida, un'incognita e richiede il coraggio di scelte da compiere in prima persona. L'imprenditoria ne rappresenta in qualche modo la sintesi ed forse uno dei pochi sbocchi concreti che esistano al momento. Quello che noi possiamo e abbiamo il dovere di fare aiutare i nostri ragazzi ad alzare lo sguardo, perch si accorgano che l'orizzonte molto pi ampio di quanto credano. Come ha spiegato il segretario dell'associazione, Giuseppe Zucchetti, Intraprendere si inserisce nello spazio aperto tra il mondo della scuola e quello del lavoro, uno spazio di cui non ancora stata colmata la distanza. Il concorso forse l'unica possibilit per gli studenti di cimen-

tarsi in una sana competizione e apprendere cos non solo la teoria, ma anche come questa vada poi applicata nella vita concreta. La buona notizia che i ragazzi si stanno rivelando molto pi maturi di quanto si possa pensare: si rendono conto della complessit che comporta la gestione di un'azienda, anche di piccole dimensioni. Un lavoro che oggi richiede una competenza non inferiore a quanto ci si aspetta da un laureato. Come ricorda Bergami, comunque, il fine del concorso stimolare l'intraprendenza, la quale non detto che si concretizzi per forza di cose in unimpresa ma utile ad affrontare qualsiasi tipo di attivit, tant vero che a livello europeo ormai considerata una delle componenti fondamentali dell'alfabetizzazione del XXI

secolo. Il contributo offerto da Intraprendere consiste nel condurre i partecipanti a prendere consapevolezza della propria attitudine e motivarli per farne un proprio progetto di vita. Da non trascurare il fatto che l'iniziativa finanziata per l80% dalla stessa Libera Artigiani. Il concorso ha subito un'evoluzione importante nel corso degli anni ha aggiunto Zucchetti, ma evidente che, con qualche risorsa in pi a disposizione, potrebbe crescere ulteriormente e assicurarci la possibilit di seguire il vincitore anche nella eventuale fase di realizzazione del suo progetto. Lassociazione infatti disponibile ad affiancare per un biennio il vincitore ma, per il momento, non pu farlo se non a costo zero.

Concerto Natale al S. Agostino


Come ogni anno il Consorzio Concorde organizza il concerto di Natale. Lappuntamento previsto per sabato 15 dicembre a partire dalle ore 20.30, presso il centro culturale SantAgostino (sala Pietro da Cemmo) in via Dante 49 a Crema. Il concerto aperto a tutti con ingresso libero. Durante la serata si esibiranno gli allievi della scuola di musica in un repertorio che comprende brani natalizi, ma anche opere di musica classica e moderna. Principalmente verrano eseguiti repertori di musica dinsieme attingendo a un ampio repertorio di diversi generi.

S. Trinit: raccolta Fondi per quattro progetti


Venerd 14 dicembre, alle ore 21, nella chiesa SS Trinit a Crema, tornato anche questanno lormai tradizionale appuntamento con il Concerto di Natale e la raccolta di fondi Pro AVSI per sostenere 4 progetti internazionali: in Ecuador per gli asili familiari, in Uganda

per la scuola di Kampala, in Siria per le famiglie in fuga dalla guerra, in Etiopia per luniversit cattolica di Addis Abeba Levento stato organizzato dalla Parrocchia della SS. Trinit, dal Centro Stefan Wyszynsky e da Comunione e Liberazione.

14
"

Sabato 15 Dicembre 2012

Per dire la vostra, scrivete a: lettere@ilpiccologiornale.it cremasco@cuticomunicazione.it

Lettere & Opinioni


Lombardia, dato il perdurare e lacuirsi della crisi economica, servono 20 milioni al mese per pagare le casse in deroga e le mobilit in deroga, con un fabbisogno annuo per il 2013, stimato in 240 milioni di euro. Le risorse che arriveranno da Roma ammontano a 109 milioni di euro; ne mancano pertanto allappello altri 130 e per questo motivo laccordo ha validit semestrale. Per la Cgil questo un grave problema - ha detto Fulvia Colombini al termine della riunione - perch si teme che le imprese, non potendo fare affidamento sugli ammortizzatori per tutto lanno prossimo, decidano di procedere ai licenziamenti e alla messa in mobilit di lavoratori, aggravando ancora di pi le ricadute negative della crisi sulle persone e sulle famiglie. La Cgil Lombardia, insieme alla Cgil nazionale, ha organizzato un presidio per il prossimo luned 17 dicembre a Roma per chiedere al Governo e al Parlamento, in occasione dellapprovazione della legge di stabilit, di trovare le risorse necessarie per il finanziamento degli ammortizzatori sociali in deroga per il 2013. In Lombardia nel 2012 oltre 90.000 persone hanno utilizzato questi strumenti di sostegno al reddito. E facile capire che se venissero a mancare e le imprese procedessero ai licenziamenti, sarebbe fortemente a rischio la coesione sociale. Laccordo firmato oggi positivo nei suoi contenuti perch, sia pure per sei mesi, mantiene le tutele del 2013. Saranno ammesse agli ammortizzatori in deroga tutte le tipologie di imprese, sia quelle sprovviste degli ammortizzatori ordinari, come le imprese artigiane, le cooperative, gli studi professionali, le aziende commerciali sotto i 50 dipendenti ecc., sia quelle che hanno la Cassa ordinaria e/o straordinaria dei settori manifatturieri. Potranno usufruire del sostegno al reddito tutti i lavoratori, compresi gli apprendisti, i lavoratori soci di cooperative, i dipendenti degli studi professionali ecc. L'assegno di mobilit in deroga avr invece durata di 12 mesi e per coloro che hanno compiuto i 55 anni, la durata stata aumentata a 18 mesi, quindi fino al 30 giugno 2014. Si tratta di una delle pi positive novit dell'accordo. Tutti i lavoratori saranno inoltre presi in carico da un Centro per limpiego, un ente formativo o di servizi al lavoro per una proposta di politica attiva del lavoro. Il nuovo Consiglio regionale e la nuova Giunta regionale che scaturiranno dalle prossime imminenti elezioni, dovranno immediatamente occuparsi di questo problema per non lasciare imprese e lavoratori nellincertezza. Cgil Lombardia

indignazione

Tagliare gas e acqua agli indigenti non un atto di civilt


Signor direttore, possibile che nel terzo millennio, nell'Europa culla della civilt vi sia ancora chi rischia l'assideramento nella propria abitazione? S, possibile. Accade qui nella nostra civile citt, che famiglie con bambini piccoli debbano vivere in locali gelidi perch la sensibilissima amministrazione pubblica ha tagliato la fornitura del gas nel periodo di massima intensit del freddo unitamente all'acqua. Contatori sigillati e quindi niente gas e acqua; alla faccia dell'universale diritto all'acqua dell'uomo. Per contro, schizofrenicamente, la si mette a disposizione con l'aggiunta di anidride carbonica (ah le bollicine...), a tutti gratuitamente, compresi i proprietari di macchine di lusso che sovente si vedono approvvigionarsi alla pagodina di via Persico. Ovviamente tanto cinismo e insensibilit da parte della pubblica amministrazione viene motivato dall'inadempienza sulle bollette, conseguentemente mi chiedo: se attraversiamo un momento in cui la disoccupazione aumenta in modo esponenziale se molte famiglie sono prive di un bench minimo reddito che facciamo, le eliminiamo attraverso il congelamento e la disidratazione e ci togliamo il pensiero o cerchiamo di agire in modo di meritarci con la volont politica e la concretezza dell'azione solidaristica la promozione al mondo civile? Una societ la si valuta anche da come tratta i suoi cittadini pi deboli: i bambini, gli anziani, gli indigenti. E una pubblica amministrazione dovrebbe (in teoria) aver ben presente questo principio. Santa Lina Caoduro Cremona ***

Un automobilista ubriaco in sosta sanzionabile?


Buongiorno avvocato, vorrei sapere se ricorre il reato di guida in stato di ebbrezza anche nel caso in cui la persona ubriaca sia alla guida di un veicolo in sosta e se ci si pu rifiutare di seguire gli agenti per eseguire l'esame dell'alcool test. Marciano Il reato di guida in stato di ebbrezza previsto dall'art. 186 del Codice della Strada, ricorre anche nel caso in cui il conducente si trovi a bordo di un veicolo in sosta, in alterate condizioni psicologiche. E' quanto stabilito dalla Quarta Sezione Penale della Corte di Cassazione con la sentenza n. 5404/2012. La vicenda trae origine dal ricorso presentato da un automobilista al quale era stata contestata la violazione dell'art. 186 C.d.S. dopo essere stato trovato ubriaco mentre dormiva appoggiato al volante della

A cura di Emilia Rosemarie Codignola*


sua auto, ferma al lato della strada con il motore acceso. A seguito del controllo etilometrico era risultato positivo e pertanto subiva il sequestro del mezzo e l'incriminazione per guida in stato di ebbrezza ex art 186 C.d.S. In primo grado il ricorso dell'automobilista era stato accolto per insussistenza del fatto, dal momento che il reato di cui all'art. 186, presuppone un comportamento dinamico dell'agente cio il porsi dello stesso alla guida dell'auto e l'attivazione dei congegni idonei ad imprimere movimento al veicolo. Tale circostanza non era ritenuta riscontrabile nel caso di specie, essendo stato l'imputato sorpreso a bordo di un'auto non in movimento, bens in sosta. La Corte di Cassazione ha invece affermato che irrilevante che l'automobile sia in marcia o in sosta se chi al posto di guida positivo all'alcool test. Nella nozione di guida rientra, infatti, la condotta di chi si trovi all'interno del veicolo (nella specie, in stato di alterazione, nell'atto di dormire con le mani e la testa poste sul volante) quando sia accertato che egli abbia, in precedenza, deliberatamente movimentato il mezzo in area pubblica o quanto meno destinata al pubblico(Cass. n. 10476/10) ed ancora che, costituendo la fermata una fase della circolazione, del tutto privo di rilevanza ai fini della contestazione del reato di guida in stato di ebbrezza, se il veicolo condotto dall'imputato risultato positivo all'alcool test fosse, al momento dell'effettuazione del controllo fermo o in moto (Cass. n. 37631/07). Secondo una recente sentenza (Cass. n.

21192/12) l'automobilista pu legittimamente rifiutarsi di seguire gli agenti presso il comando per effettuare i controlli sullo stato di ebbrezza, purch: non si sia verificato un incidente stradale; gli agenti non abbiano con s l'apparecchio etilometro; l'invito a seguire gli agenti non sia presso il pi vicino comando, bens posto a distanza notevole dal luogo dei fatti.

*avvocato Stabilito e Mediatore civile emiliacodignola@libero.it

e' ora che anche Cremona sia rappresentata da una donna


Caro direttore, da sempre Cremona, nei livelli apicali delle istituzioni, stata rappresentata da uomini, nel centrosinistra Torchio, Corada, Bodini, Garini e Pizzetti, nel centrodestra Jacini , Galli, Rossoni e negli ultimi anni Salini e Perri. Non parliamo poi delle aziende partecipate. In vista delle prossime scadenze elettorali, quelle regionali, nazionali, fino alle amministrative del 2014 giunto il momento che Cremona sia rappresentata da una donna. Cremona non ha mai avuto come donna un sindaco, un vicesindaco, un consigliere regionale, una senatrice o una deputata. Altri territori a noi vicini hanno fatto meglio, basti vedere solo a Crema (Bonaldi, Fontana, Spelta). Credo che oggi, almeno nel Pd e nel centrosinistra cremonese, ci siano le condizioni , la consapevolezza, la forza e il coraggio per invertire la rotta. Partendo dalle primarie per la scelta dei candidati, passando dalle liste per la regione e per il Parlamento, dove obbligatoria l'alternanza di genere, fino ad arrivare alle prossime elezioni comunali dove stata introdotta la doppia preferenza. Occorre dire con chiarezza agli elettori che avere una donna ai massimi livelli delle istituzioni, anche nella nostra citt, un valore aggiunto, un nuovo approccio alla politica fondato sui meriti e sulle conoscenze, un sano cambiamento e rinnovamento che pu far solo bene alla comunit. Ci si candida per vincere. Basta solo partecipare, per restare sempre in seconda fila. Anche a Cremona. alessia Manfredini e Caterina Ruggeri Consiglieri comunali del Pd ***

"

appeLLo

"

punTo di viSTa

Fermiamo un personaggio come Silvio Berlusconi


Egregio direttore, ho letto su un social network lindignazione di qualcuno per la ridiscesa in campo di Berlusconi, visto come un malato di protagonismo e un drogato di megalomania. Sbagliato! Berlusconi molto peggio di un vacuo narciso, perch persona molto concreta. Le quotazioni in borsa della sua Mediaset sono ai minimi storici; con la crisi del governo (e la fine della legislatura) eviter verosimilmente che il prossimo 20 dicembre si tenga lasta sulle frequenze per il digitale terrestre su cui molto interessato; in gennaio quasi certamente la Cassazione potrebbe arrivare a sentenza definitiva sul processo del Lodo Mondadori, chiudendogli la speranza di recuperare i 560 milioni versati da Mediaset alla Cir di Carlo De Benedetti (anche se di fatto non pu disporne perch in attesa proprio del verdetto della Corte). Di fronte ad una campagna elettorale gli esperti dicono che il verdetto slitter per non interferire e finch c vita (per lui) c la speranza di potere ottenere qualche posizione parlamentare da cui arrivare a ottenere qualche mediazione per unaltra vergognosa legge ad personam. Berlusconi dal '94 che sta inquinando la vita del nostro Paese proponendo una visione secondo cui il perseguimento dell'interesse personale giustificabile non solo prima di ogni altro interesse, ma anche utilizzando qualsiasi mezzo, lecito o non lecito, arrivando anche a calpestare leggi, regole, Stato di diritto, ovvero gli unici limiti che consentono il convivere civile. Senza ci, l'unica legge che vale quella del pi forte. Fermiamo il peggiore personaggio pubblico delle storia della Repubblica. Benito Fiori Per il Gruppo di riflesssione politica il frantoio

riprovevole situazione del Cup della nostra A.O. in cui si aspettano ore per la prenotazione di prestazioni a cui abbiamo diritto e per cui sborsiamo somme importanti, parla di miracoli che non riesce a fare confessando candidamente che non ci pu fare nulla. Ricordiamo ad Ablondi che gli oltre 180.000 euro di stipendio che percepisce certamente non gli consentono di compiere miracoli ma - senza dubbio - pongono ogni cittadino nella condizione di pretendere da lui qualcosa in pi che un arrogante non posso farci niente e da gennaio le cose andranno anche peggio o non certo colpa nostra: per esempio che Ablondi risolva i problemi, essendo quello il suo lavoro. Avere un servizio efficiente un nostro diritto, costituzionalmente sancito, che Ablondi tenuto a garantire: se non in grado o non vuole farlo, qual la sua funzione? Probabilmente non c da stupirsi: Ablondi stato scelto da una Giunta regionale ormai morente ed lennesima dimostrazione che, dietro alla facciata, non c niente. Il vento per sta per cambiare. A partire da oggi. emanuele Coti zelati Consigliere comunale di Sel a Crema ***

nario, la necessit di intervento anche ai fini della tutela dellincolumit pubblica e il pieno riconoscimento dellattivit delle Guardie zoofile. Ora le Regioni e i Comuni devono rafforzare i propri compiti di intervento gi previsti da altre normative. Il Decreto ministeriale fissa, fra laltro, le caratteristiche delle autoambulanze veterinarie le cui attrezzature specifiche saranno individuate dal ministero della Salute, la certificazione anche successiva dello stato di necessit di intervento sullanimale da parte di un veterinario e gli stati patologici che fanno scattare questo riconoscimento cio trauma grave, ferite aperte, emorragie, alterazioni e convulsioni. Lav e enpa ***

perch le opere d'arte non trovano adeguata sistemazione in citt?


Egregio direttore, i grandi musei parigini decentrano le loro raccolte: il Pompidou a Metz, il Louvre a Lens... Perch parte delle tantissime opere giacenti (nascost ) nei magazzini di Brera e degli Uffizi non potrebbero trovare adeguata sistemazione nei tanti grandi (e talvolta prestigiosi) contenitori che pu mettere a disposizione Cremona, citt darte? Conosciamo tutti le difficolt economiche contingenti che costituiscono un grande freno, ma perch non cominciare a pensare e programmare lidea (serviranno sicuramente alcuni anno) in attesa dei tempi che permettano gli occorrenti adeguati investimenti? anselmo gusperti Cremona ***

"

pRopoSTa

un grande concerto come messaggio di pace


Caro direttore, sono lieto di comunicarle che lAnlai, unitamente ad altre associazioni ed in particolare ovviamente alla Fondazione la Citt Invisibile di Biancavilla, riuscir nei prossimi giorni a compiere un piccolo atto per la pace. Il 19 dicembre infatti lOrchestra Giovanile Falcone e Borsellino, diretta dal maestro Massimo Incarbone, eletta di recente dallUnicef Messaggera di pace e per la quale la nostra associazione si adopera da tempo per far ottenete ai bambini che studiano con il metodo Abreu strumenti di maestri liutai di tutta Italia, suoner nella Chiesa di San Cristoforo a Catania in collegamento diretto via Skype - grazie a Meri Calvelli e Aaron Fait, che consentiranno il collegamento nei rispettivi territori - con bambini di Gaza e di Tel Aviv che invieranno a loro volta messaggi di pac . Al termine del concerto l'imam Thei Ka della comunit islamica siciliana, il rabbino capo della comunit ebraica Di Mauro e il sacerdote don Ezio Coco, della parrocchia di San Cristoforo, pregheranno congiuntamente per la pace in quei territori. Un piccolo gesto forse, ma di grande significato gualtiero nicolini Presidente Anlai

"

anLai

***

"

noviTa'

Soccorrere un aninale che ha subto un incidente legge


Caro direttore, da oggi si rafforzato il cambiamento del Codice della Strada che ha fissato dallestate 2010 lobbligo di fermarsi in caso di incidente con un animale, lequiparazione dello stato di necessit di trasporto di un animale ferito come per una persona, lutilizzo di sirena e lampeggiante per ambulanze veterinarie e mezzi di vigilanza zoofila. E stato infatti pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 289 il Decreto attuativo del ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti. La norma ha preso atto del cambiamento del sentire comune sul dovere di prestare soccorso anche agli animali e le sanzioni irrogate fino ad oggi per le violazioni sono state un esempio positivo per automobilisti e Polizie locali - hanno detto Gianluca Felicetti, presidente della Lav e Carla Rocchi, presidente nazionale dellEnpa - nel Decreto siamo riusciti a far inserire il pieno riconoscimento del privato cittadino che porta per dovere civico un animale incidentato in un ambulatorio veteri-

"

in LoMBaRdia

"

pReSa di poSizione

accordo sugli ammortizzatori sociali: Cgil soddisfatta a met


Signor direttore, stato firmato laccordo quadro sugli ammortizzatori sociali in deroga tra la Regione Lombardia e le parti sociali. Contrariamente a quanto avvenuto dal 2009 in poi, lattuale accordo non avr validit annuale, ma scadr purtroppo il 30 giugno 2013, a causa della scarsit di risorse destinate dal Governo al finanziamento degli ammortizzatori sociali in deroga che non ci permette previsioni di pi lunga scadenza. In

Se ablondi non in grado di fare il suo lavoro, se ne vada


Signor direttore, lart. 97 della nostra Costituzione, parlando della pubblica amministrazione, individua come principio fondamentale quello del buon andamento che ricomprende lefficienza. Colpiscono quindi le sprezzanti parole di Ablondi che, per commentare la

FOCUS

Egregio direttore, tra pochi giorni Natale e, ovviamente, arrivano i giocattoli. Tanti giocattoli a disposizione ripropongono la questione sicurezza, visto che l'80% dei giocattoli importati nell'Unione Europea sono di fabbricazione di altri Paesi e il 70% dei prodotti che circolano in Europa pirata. Le norme sulla sicurezza dei giocattoli, per i minori di anni 14, sono state fissate dalla normativa vigente. Sulla confezione devono essere indicate, in lingua italiana: la marcatura CE (Conformit Europea); il nome

A Natale comprate soltanto giocattoli di qualit e sicuri


del fabbricante o dell'importatore; l'indicazione dell'et del bambino; le avvertenze per l'utilizzo. La marcatura viene apposta sui giocattoli da produttori o importatori e dovrebbe certificare la rispondenza alle norme di sicurezza europea. La stragrande maggioranza dei giocattoli proviene, come detto, dai Paesi extra europei dove la garanzia del rispetto delle norme europee lascia a desiderare. Situazione assurda per la quale l'etichetta CE non una garanzia di sicurezza, ma una semplice garanzia giuridica. In Italia ci sono degli

organismi privati che effettuano test e rilasciano il relativo attestato, come per esempio, l'Istituto per il marchio di qualit (IMQ), che fa test sui giocattoli. Sottoporsi ai controlli degli istituti non e' obbligatorio per fabbricanti e importatori per cui al consumatore, che paga salato un giocattolo per i propri figli, consigliamo di rimboccarsi le maniche e fare test autonomi, verificando, per esempio nelle bambole, la tenuta delle cuciture, dei bottoni, degli occhi e del tessuto. primo Mastrantoni Segretario Aduc

Nuova carta di circolazione in vigore


entrata in vigore lo scorso 7 dicembre la nuova carta di circolazione, approvada dal governo Monti con il D.p.r. n. 198/2012, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 22 novembre scorso. Con essa entrano in vigore alcune importanti novit riguardanti la sicurezza sulle strade e la possibilit di identificare chi si trova effettivamente alla guida in caso di infrazione. La nuova normativa ha introdotto lobbligo di aggiornamento della carta di circolazione di veicoli, motoveicoli e rimorchi, in caso in questi vengano utilizzati, per un periodo superiore a 30 giorni, da un soggetto diverso dal proprietario, salvo si tratti di familiari o conviventi. L'obbligo da considerarsi effettivo, stabilisce il decreto, per tutti i veicoli muniti di targa. Sulla carta dovr quindi essere riportato il nome non solo del proprietario del veicolo, ma anche l'effettivo utilizzatore. Se lautomobile viene usata per periodi superiori a 30 giorni da un altro soggetto che non si tratti appunto di un familiare o convivente, obbligatorio laggiornamento della la carta di circolazione del mezzo, indicando il nominativo di colui che dispone del veicolo. La norma, che doveva entrare in vigore il 7 dicembre, per, subir uno slittamento, secondo quanto reso noto dalla pi recente circolare diffusa dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti: "si fa presente che le procedure informatiche necessarie al fine della concreta applicazione della nuova disciplina sono in corso di realizzazione e pertanto, al momento, non si rende possibile dar corso agli aggiornamenti dei dati d'archivio e dei documenti di circolazione dei veicoli in disponibilit di soggetti diversi dai relativi intestatari, con conseguente inapplicabilit delle sanzioni previste dall'art. 94 c.d.s. in relazione alle fattispecie per le quali trova applicazione il richiamato comma 4-bis". Lobbligo dellaggiornamento della carta di circolazione non riguarder solo le persone fisiche, ma anche le societ. Qualora

Speciale Auto

Mercoled 15 Dicembre 2012

15

Obbligo di aggiornamento per utilizzo da parte di terzi


Pagine a cura di Martina Pugno

Mercato dellauto, scende in campo lUnione Europea


A favore del mercato dell'auto, scende in campo l'Unione Europea: tutti gli strumenti Ue a disposizione della Commissione sono pronti per gestire la crisi del settore e portarlo al rilancio. I pilastri operativi della strategia di Bruxelles sono cooperazione, assistenza per le chiusure degli impianti, fondi per innovazione e ricerca, sostegno a incentivi pubblici orientati ai consumi, e pi attenzione negli accordi commerciali con i paesi terzi. "C' una volont da parte di tutti a cooperare a una strategia a difesa dello sviluppo del settore" e questo "ricorrendo solo ove necessario a ristrutturazioni e puntando soprattutto sull'occupazione", ha assicurato il vicepresidente della Commissione Ue Antonio Tajani, che riuscito a mettere attorno al tavolo i ministri dei 27 responsabili per valutare un piano d'azione cooperativo in favore del rilancio del settore. Ci sar dunque un coordinamento, ma senza poter imporre quote di produzione, a differenza di come fu fatto dall'allora commissario al mercato interno Etienne Davignon per l'industria siderurgica, con l'intervento comunitario del 1981. Le aziende, assicurano i vertici europei, saranno comunque libere di fare le proprie scelte. Da parte dei 27, per, c' l'intenzione di proseguire sulla falsariga di una cooperazione informale, con l'intenzione di rivedersi di nuovo entro i prossimi sei mesi per un altro confronto. Intanto gli stati membri al Consiglio Ue Competitivit hanno espresso il loro "forte sostegno" al piano strategico per l'auto, 'Cars 2020', presentato lo scorso 8 novembre dalla Commissione. Questa ha messo in chiaro che, se non saranno possibili aiuti strutturali all'industria auto, si potr per puntare su incentivi di stato ai consumatori per l'acquisto di veicoli 'verdi', senza preferenze tra auto elettrica, a metano o ibrida. Fondi Ue saranno inoltre disponibili per ricerca e innovazione, oltre che per gestire la riduzione della capacit produttiva. E proprio su questo Bruxelles pronta a lanciare una Task force, in modo da seguire l'impatto di chiusure o ridimensionamenti significativi degli stabilimenti auto, e per "ottimizzare" l'uso del Fondo sociale Ue per questo. Saran

queste vadano incontro ad un cambio di denominazione, gli interessati hanno lobbligo di chiedere allufficio del Dipartimento

per i trasporti di competenza laggiornamento della carta di circolazione, anche se la trasformazione societaria non d luogo alla creazione di un nuovo soggetto giuridico distinto da quello originario. Anche per i privati laggiornamento del libretto indicante la nuova denominazione va richiesto alla Motorizzazione, che provveder ad indicare sul documento il nominativo di colui che temporaneamente dispone del veicolo specificando se si tratta di semplice comodato duso oppure di affido in custodia giudiziale o anche di altri tipi di contratti o atti unilaterali. Se la regola non viene rispettata prevista una sanzione amministrativa che va dai 500 ai 2.000 euro, e che si applica sia al soggetto che ha la disponibilit oggettiva del veicolo sia al proprietario stesso. La nuova regolamentazione riguarder anche tutti i veicoli intestati a soggetti incapaci, per cui saranno annotatati sulla carta il nome del genitore esercente la potest o del tutore.

16

Sabato 15 Agosto 2012

Speciale Auto & Motori

n tempi di crisi, sempre pi evidente che a fare la vera differenza la qualit: questo il segreto del successo di Pluricar, azienda cremasca leader nella vendita di veicoli di seconda mano. Il grande successo degli ultimi anni e gli ottimi obiettivi raggiunti grazie alla fiducia che sempre pi clienti accordano a Pluricar ha reso il centro un punto di riferimento per l'acquisto delle autovetture, come conferma il titolare Marco Bossoni: "In Pluricar viviamo pensieri di ottimismo e crediamo che sia il momento di alimentarlo ancora di pi, per essere pronti e rinnovati quando lottimismo torner a toccare tutti, perch torner, come ha sempre fatto". Da questa consapevolezza e forte di una tradizione fondata sulla qualit, l'importante scelta operata per l'azienda: "Abbiamo deciso di spostarci e di ingrandirci, per offrire ai nostri clienti ancora pi scelta: saremo attivi a Crema, tra meno di una settimana!". Nasce cos il nuovo Store Pluricar, un salone grande tre volte tanto rispetto a prima e con un parco autovetture destinato a radoppiare entro pochi mesi, senza per questo che venga ceduto il passo dal punto di vista della qualit e degli elevati standard che hanno fino ad oggi confermato la validit dell'azienda nonostante il periodo di incertezza economica. La Mission aziendale di Pluricar la passione per le automobili: dentro la qualit delle autovetture si racchiudono tanti piccoli ma importanti processi, i dettagli, la cura, la qualit, la professionalit, lazienda, le persone, la passione, che spingono a vedere nel prodotto e lavoro parte dell'impegno dell'azienda. Questo offre al cliente il massimo della tranquillit e della trasparenza, accanto alla possibilit di affidarsi a professionisti per preziose guide nella scelta dell'auto pi adatta alle proprie esigenze. Con il supporto di servizi sempre in crescita si agevola e semplifica la facilit allacquisto di una vet-

Pluricar sfida la crisi con una nuova sede


Il salone si trasferisce a Crema con locali pi ampi e un parco macchine pi vasto

Pluricar dispone al suo interno di una qualificata e specializzata autofficina che permette di tenere alto il livello tecnico della preparazione dell'intero parco macchine a disposizione. Dopo il corso della preparazione della vettura, che comprende anche la parte meccanica, ad ogni veicolo viene effettuato il relativo Service totale o di preconsegna ai fini di garantirne la bont del chilometraggio nella stipula della garanzia. Per modelli di vetture di fascia superiore, Pluricar si avvale di partner ufficiali che ne certificano lutilizzo di solo prodotti originali. Come ulteriore garanzia ad ogni vettura, prima di ottenere la certificazione dal Responsabile dellarea Meccanica, viene effettuato un test su strada di almeno 100 km, per poi entrare nel salone espositivo. Pluricar tutela il proprio cliente anche da punto di vista dell'indicazione del chilometraggio, garantendo nel modo pi adeguato e trasparente possibile tura in assoluta sicurezza. Per garantire un prodotto di qualit Pluricar ha standardizzato un processo di preparazione delle proprie vetture seguendo dei criteri e dei passaggi che certificano un elevata attenzione a livello

SICUREZZA E GARANZIA
che percorrenza chilometrica dichiarata del veicolo sia quella effettiva. Tutte le vetture sono corredate di libretto di manutenzione debitamente timbrato dalle officine delle case madri o dalle officine generiche. Qualora il veicolo che Pluricar sta cedendo sia stato a sua volta ceduto da una societ di leasing, l'azienda stessa pu comunque garantire la massima sicurezza, in quanto tutelata da una perizia tecnica giurata, sempre disponibile per la visione presso gli uffici Pluricar, in modo tale che la massima trasparenza sia offerta al cliente. Qualora il veicolo che l'azienda cede sia invece stato ceduto da soggetto privato (tipicamente in permuta), Pluricar in possesso di una scheda di perizia firmata dal precedente proprietario, dove viene registrato il chilometraggio risultante al momento dellacquili, riesce a soddisfare l'elevato livello qualitativo autoimposto dall'azienda. Il metodo organizzativo permette cos di preparare le vetture in un breve tempo, mettendo in luce qualsiasi eventuale anomalia che si traduce al

sto. Tale scheda liberamente disponibile per la visione presso la sede. Se ancora non siete tranquilli, Pluricar offre un ulteriore servizio: la possibilit di telefonare, insieme ad un operatore dell'azienda, direttamente il precedente proprietario, che potr cos confermare il chilometraggio indicato e tutti i dati segnalati sulla scheda relativa al veicolo di vostro interesse. Presso le officine delle case madri sono registrate tutte le operazioni di manutenzione effettuate, con possibilit di visionare il telaio della vettura e verificare in prima persona la congruit del chilometraggio. Al momento della consegna della vettura, viene rilasciato allacquirente una formale dichiarazione di conformit che certifica il chilometraggio del veicolo acquistato. Tale documento ha valenza legale. Se, nonostante tutto, non siete ancora tranquilli, Pluricar resta a vostra disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento. Pluricar i clienti possono fare affidamento sullapporto di fornitori unici ormai plasmati alle esigenze dell'azienda e alle richieste dei clienti, in grado di offrire massima qualit in tempistiche ottimali.

organizzativo e tecnico, con oltre 40 check-up di controllo a cui sottoposto ogni veicolo. Questo, oltre a rendere la vettura in modo naturale conforme ai fini della Garanzia di 12 mesi offerta da Pluricar sui suoi veico-

cliente finale in un ulteriore certificazione di vettura ricondizionata ai massimi livelli, senza la possibilit di sgradite sorprese. Grazie alla presenza di personale tecnico specializzato in unala dedicata della sezione Usato

AUDI A1 1.4 TFSI S TRONIC AMBITION - CAMBIO AUTOMATICO 06/2011 , 2/3-Porte, Blu, 24126 km, 90 kW/122CV, Benzina, E5, Iva esposta 15.900

AUDI A3 SPORTBACK 2.0 16V TDI S TRONIC ATTRACTION 01/2008 , 4/5-Porte, Bianco, 88000 km, 103kW/140CV, Diesel, Automatico, E4 14.700

AUDI A4 AVANT 2.7 V6 TDI MULTITRONIC ADVANCED 10/2009 , SW, Argento, 76700 km, 140kW/190CV, Diesel, Automatico, E5, Iva esposta 19.900

BMW 116 D 2.0 116CV UNIQUE 5 PORTE - 06/2012 , Argento, 17000 km, 85kW/116CV, Diesel, Manuale, E5, Iva esposta 19.700

BMW 320 D 177 CV TOURING RESTYLING 2008 - 10/2008 , SW, Nero, 73800 km, 130kW/177CV, Diesel, Automatico, E5, Iva esposta 18.200

CITROEN C4 Grand Picasso 2.0 HDi 138 FAP CMP6 ELEGANCE 7 POSTI 04/2009 , Monovolume, Argento, 97800 km, 100kW/136CV, Diesel, Automatico, E4, Iva esposta 11.800

FIAT Ulysse 2.0 MJT DPF 136 CV ACTIVE - 06/2008 , Monovolume, Grigio Sc., 114000 km, 100kW/136CV, Diesel, Manuale, E4, Iva esposta 8.400

JEEP Cherokee 2.8 CRD DPF LIMITED AUTOMATICA - 09/2009 , Fuoristrada, Blu, 94000 km, 130kW/177CV, Diesel, E4, Iva esposta 17.800

MERCEDES-BENZ A 180 CDI AVANTGARDE BLUE EFFICIENCY 11/2010 , 4/5-Porte, Nero, 47000 km, 80kW/109CV, Diesel, Manuale, E5, Iva esposta 13.800

MERCEDES-BENZ B 200 CDI SPORT AUTOTRONIC - 11/2008 , Monovolume, Grigio, 37200 km, 103kW/140CV, Diesel, Automatico, E4, Iva esposta 17.500

MERCEDES-BENZ E 350 CDI COUPE AVANTGARDE - 11/2009 , Coup, Grigio Sc., 77000 km, 170kW/231CV, Diesel, Automatico, E5 28.400

MINI Countryman COOPER 122 CV CAMBIO AUTOMATICO - SW, Blu, 10000 km, 90kW/122CV, Benzina, E5 22.400

Speciale Auto

Sabato 15 Dicemkbre 2012

17

37 Motorshow Al salone di Bologna oltre 400.000 visitatori


A poca distanza dall'annuale edizione del Motorshow di Bologna, chiaro il quadro che delinea, a grandi linee, la direzione futura del settore atuomobilistico: per contrastare la crisi si punta sempre pi a trovare il perfetto connubio tra prestazioni ed ecosostenibilit, per veicoli che possano soddisfare elevati standard di qualit riducendo i consumi. Praticamente tutte le aziende, infatti, hanno mostrato i loro pi recenti risultati nella ricerca green, per nuovi tipi di motore. Tra le novit preferite dai costruttori c sicuramente il metano, ormai diventato di uso comune non solo nelle auto di piccola cilindrata ma anche per i veicoli pi potenti in commercio. Un intero padiglione stato invece dedicato alle auto elettriche. La concorrenza tra le auto green quindi aperta, la speranza, ora, quella di vedere tutte queste vetture in giro per le citt. Anche grazie alle proposte come sempre innovative e quest'anno particolarmente legate al mondo ecosostenibile la rassegna si rivelata, come sempre, di successo. Il Motor Show di Bologna chiude l'edizione 2012 con un bilancio di 400.000 visitatori paganti. La kermesse bolognese festeggia "un grande risultato, come gi era stato un grande risultato aprire questa manifestazione in un anno cos difficile per il mercato dell'auto e per il Paese", ha spiegato Giada Michetti, Ad di Gl Events Italia, societ organizzatrice del salone dell'auto. "Non mi sarei aspettata un tale successo di pubblico, nemmeno la neve ha scoraggiato il pubblico dell'8 dicembre: per certi versi stata un'affluenza commovente - ha aggiunto - Ringrazio chi ci ha creduto e ci ha sostenuto: dalla Red Bull alla Ferrari, sempre al nostro fianco, fino ai piloti che hanno corso anche con condizioni meteo avverse. Per noi stato come sempre un onore portare a termine questa edizione, vista la risposta del pubblico".

Pi sicurezza nelle strade con la nuova normativa


stata fatta chiarezza sul tema tanto discusso in questi giorni dei pneumatici da neve: molta confusione era stata creata, infatti, dalla nuova norma inserita nel Decreto Sviluppo approvato dal Parlamento riguardo all'eventuale abolizione delle catene da neve. Nella discussione del disegno di legge n 3533 nella X Commissione al Senato stato inserito un emendamento che stabilisce la prescrizione al di fuori dei centri abitati, in previsione di manifestazioni atmosferiche nevose di rilevante intensit, l'utilizzo esclusivo di pneumatici invernali, qualora non sia possibile garantire adeguate condizioni di sicurezza per la circolazione stradale e per l'incolumit delle persone mediante il ricorso a soluzioni alternative. La norma, che aveva generato qualche confusione, stata spiegata dal Ministero dei trasporti, che ha chiarito come, semplicemente, in alcune situazioni di allerta neve e su alcune strade (la decisione dipende dagli enti gestori) la circolazione potrebbe essere riservata alle auto dotate di pneumatici invernali, fino alla fine dellemergenza. La norma potrebbe essere cambiata spiega il Sottosegretario del Ministero dei Trasporti Guido Improta se lattuale formulazione continuer a ge-

Chiarite le disposizioni sulle catene e gli pneumatici invernali

nerare dubbi o se ci dovessero essere abusi. Anche perch, nonostante il s del Parlamento, stata approvata con riserva. Quindi, il destino di questo emendamento potrebbe essere destinato alle sole autostrade. Gli enti concessionari delle autostrade, cio, potrebbero decidere in previsione di forti nevicate di consentire laccesso ai soli automobilisti dotati di pneumatici invernali. Intanto, unaltra importante novit ha recentemente coinvolto il Codice della Strada, anche in questo caso con di-

rette ripercussioni dal punto di vista della sicurezza. E' stato infatti pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.289 il decreto attuativo del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, che sancisce l'obbligo di soccorso ad animali feriti presenti sulla strada. Si rafforza cos l'equiparazione dello stato di necessit di trasporto di un animale ferito a quello di una persona, l'utilizzo di sirena e lampeggiante per ambulanze veterinarie e mezzi di vigilanza zoofila. Lav ed Enpa, associazioni che si occupano della tutela dei diritti degli ani-

mali, si sono dichiarate soddisfatte dell'entrata in vigore del provvedimento: La norma ha preso atto del cambiamento del sentire comune sul dovere di prestare soccorso anche agli animali - commentano Gianluca Felicetti, presidente Lav, e Carla Rocchi, presidente nazionale dell'Enpa - Le sanzioni irrogate fino ad oggi per le violazioni sono state un esempio positivo per automobilisti e polizie locali. Nel decreto siamo riusciti a far inserire il pieno riconoscimento del privato cittadino che porta per dovere civico un animale incidentato in un ambulatorio veterinario, la necessit di intervento anche ai fini della tutela dell'incolumit pubblica e il pieno riconoscimento dell'attivit delle Guardie zoofile. Ora le Regioni e i Comuni devono rafforzare i propri compiti di intervento gi previsti da altre normative. Il decreto ministeriale fissa, fra l'altro, le caratteristiche delle autoambulanze veterinarie, le cui attrezzature specifiche saranno individuate dal ministero della Salute, la certificazione anche successiva dello stato di necessit di intervento sull'animale da parte di un veterinario e gli stati patologici che fanno scattare questo riconoscimento, ossia trauma grave, ferite aperte, emorragie, alterazioni e convulsioni.

Crociera COSTA MEDITERRANEA


7 Spiagge in 7 Giorni dal 06 al 13 Settembre 2013
Samos Kos Rodi Creta Cabina Interna 799 Cabina Finestra 899 Cabina Balcone 1050 + 280 include: bus x aeroporto-mance-bevande-tasse

ITINERARIO: Creta Santorini Mykonos Smirne

LA QUOTA COMPRENDE: bus da Crema per laeroporto Volo aereo da Milano a Creta - Crociera 8 giorni e 7 notti - Pensione completa - Bevande ai pasti - Mance - Tasse portuali LA QUOTA NON COMPRENDE: Assicurazione annullamento 35 ed extra in generale (acconto 300 Saldo 03 agosto) Oltre tale data disponibilit e quotazione in richiesta !

TERMINE PER LE ISCRIZIONI 30 APRILE 2013

ORARIO CONTINUATO: da luned a venerd dalle 9.00 alle 19.00 - Sabato 9.00 - 12.30 Dicembre anche pomeriggio 15.30 - 18.30

uoner domani sera davanti al Principe Alberto di Monaco, eppure Milo Martani, pianista casalese di primo piano sulla ribalta internazionale, giura che per lui lemozione pi grande stata riempire il Comunale di Casalmaggiore. Ringrazio la gente afferma con soddisfazione perch riempire il teatro della citt in cui sono nato e nella quale tuttora vivo un risultato particolare. Ad un certo punto abbiamo dovuto fermare le persone che volevano entrare, perch dal Loggione si poteva vedere solo stando in piedi e, per rispetto anche della componente visiva, non solo acustica, dello spettacolo Capriccio italiano, era giusto non forzare la capienza del teatro. Quella di domenica stata la dimostrazione che la gente di Casalmaggiore ama ancora lopera, anzi ne sente sempre pi il bisogno. Questione annosa: il Comunale un teatro nato

Milo Martani, serata regale


Stasera si esibisce davanti al Principe Alberto di Monaco. Ringrazia Casalmaggiore, con qualche critica
di Giovanni Gardani per la musica, che per quasi mai si concede alle sette note. In effetti vero e tanti comuni minori, come storia e come tradizione penso a Fontanellato e Buscoldo ci bagnano il naso, proponendo programmi di lirica e di operetta dal forte richiamo popolare. Ho davanti a me una locandina del 1933: a Casalmaggiore la stagione prevedeva il Rigoletto, la Tosca e Wally di Catalani: allepoca il nostro comune apparteneva alle compagnie di giro, era tappa fissa. Ora non pi cos. Un pensiero sottolineato con forza anche da Paolo Zani, da anni acceso sostenitore di un teatro rivolto pi alla musica che alle altre arti. La risposta che il pubblico ha dato a Martani, meritatissima, il sintomo che da troppo tempo a Casalmaggiore la politica culturale deve essere rivista o quantomeno integrata. Tornando a Milo, domani sar nel Principato di Monaco. Ci saranno anche i miei genitori e so quanta soddisfazione hanno provato nel recepire le sensazioni positive dei casalaschi: tutti hanno evidenziato che lo spettacolo volato via. Sembravano passati venti minuti, invece il tutto durato unora e mezza. Con questa forza e questi ricordi suoneremo davanti al Principe. Lunico neo, secondo Martani, stata lassenza dellamministrazione comunale. Sia chiaro, il comune non ci ha messo i bastoni tra le ruote. Forse per non ci ha messo neppure il giusto entusiasmo, questo s. Sono dati di fatto che il teatro stato affittato, che il patrocinio non stato garantito e che in una platea completamente esaurita gli unici posti vuoti erano quelli riservati al sindaco e allassessore alla Cultura. Entrambi hanno detto che erano sopraggiunti impegni di diversa natura. Non c problema, riporto solo un dato di fatto: una volta di pi, piuttosto, voglio ringraziare la gente di Casalmaggiore. Ho sentito il feeling tra pubblico e artisti: ed una sensazione che non sempre, dal palco, si pu percepire.

CASALMAGGIORE

Sabato 15 Dicembre 2012

19

TASSA FOGNATURA, NECESSARI 4 PASSAGGI


Un errore considerarla una nuova tassa, giusto invece evidenziare la scomodit legata alla trala burocratica che serve per pagarla. In questi giorni il comune di Casalmaggiore sta rilasciando lautorizzazione allo scarico nella pubblica fognatura, resa obbligatoria dal decreto legislativo 152 del 2006. Si tratta di un documento rilasciato una sola volta (per quanto riguarda le civili abitazioni, mentre il rinnovo scatta ogni quattro anni per le attivit produttive) che il comune distribuisce alle famiglie censite tra il 2010 e il 2011. Il costo di circa 50 euro, comprendenti la marca da bollo da 14,62 euro e i diritti di segreteria, ssati dalla Giunta comunale, a 30 euro. Il problema riscontrato dai primi cittadini che si sono mossi per ritirare questa carta bollata non dunque tanto nella spesa, quanto nella trala che prevede ben quattro passaggi. Lutente si reca al centro servizi del comune e ritira la disposizione di pagamento, poi si sposta alla Banca Popolare di Cremona per effettuare il versamento di 30 euro, quindi acquista in tabaccheria la marca da bollo e inne torna al Centro Servizi per farsi rilasciare lautorizzazione in carta bollata. Il caso limite stato raggiunto nella giornata di mercoled, quando un cittadino stato costretto a sorbirsi due le in banca perch lo sportello del pagamento non quello dellEsattoria (come si potrebbe, in effetti, pensare) ma quello della cassa semplice. Qualche utente ha suggerito di semplicare la procedura, chiedendo al Centro Servizi di fornire direttamente un bollettino, sulla scorta di quanto accade per il pagamento dei tributi dovuti al Navarolo o ai passi carrai. Gli stessi impiegati del Centro Servizi, pur ammettendo di avere le mani legate trattandosi di una disposizione nazionale, hanno dato ragione alle lamentele dei cittadini.

CROCE ROSSA, DOMANI SI VOTA PER I VERTICI


Milo Martani

Farmacia: tre rifiuti per il posto di direttore


Non alla nomina dai primi tre del concorso per la Comunale: problema di turni? Scelto il 4, Igor Aliprandi
unottima impressione, un professionista preparato e serio. Gli auguro di fare bene e di aumentare il fatturato di una farmacia che necessita di rinnovamento perch ha un potenziale davvero enorme. Aliprandi sostituir da met gennaio Franca Schiroli, storica direttrice ormai in pensione. Tornando al caso dei tre rifiuti, davvero particolare, possibile che la motivazione sia legata alla turnazione richiesta dallAsl di Cremona. Ogni Asl, infatti, stabilisce a livello provinciale i turni che ogni farmacia deve sostenere e in quali giorni debba essere garantita la reperibilit. Una decisione che, come detto, arriva da Cremona e alla quale il cda della farmacia pu soltanto adeguarsi: nella provincia cremonese la farmacia deve essere coperta di notte per una settimana intera (da venerd a venerd) ogni mese e mezzo. Diverso il discorso per le province limitrofe, come Mantova e Parma (dove guarda caso lavorano alcune delle professioniste che hanno rifiutato lincarico), che prevedono due sole notti al mese di copertura notturna. Per unordinanza comunale, poi, la farmacia di Casalmaggiore deve garantire la reperibilit tutti i giorni dalle 12.30 alle 15.30 per le chiamate urgenti: in queste tre ore, infatti, le altre farmacie della citt sono chiuse. Gi due anni fa era stato proposto alla farmacia comunale di Casalmaggiore di scegliere le due ore al mese di reperibilit notturna, ma gli stessi titolari allepoca preferirono mantenere lo status ormai consolidato. Probabile a questo punto che il rifiuto delle prime tre donne in lista fosse legato ad un cambio di turnazione abbastanza radicale rispetto alla situazione prevista nelle farmacie delle province limitrofe.

CASALMAGGIORE La Farmacia Comunale ha finalmente un nuovo direttore: si tratta di Igor Aliprandi, 40 anni, residente a Canneto sullOglio e attualmente impegnato come collaboratore presso la farmacia di Castiglione delle Stiviere. Il fatto singolare sta nellattesa per questa nomina, dovuta al fatto che, dei cinque candidati in concorso, ben tre hanno rinunciato: a cogliere loccasione stato cos il quarto della graduatoria, Aliprandi appunto. Qualcuno ha avanzato lipotesi che i tre rifiuti fossero legati a condizioni economiche non proprio vantaggiose del contratto. Michela Scaramuzza, componente del cda della farmacia, preferisce spegnere le polemiche: Quando qualcuno decide di fare un concorso pubblico, conosce gi prima di iscriversi allo stesso le condizioni offerte. Piuttosto come cda ci aspettavamo pi seriet da parte di chi ha rinunciato a graduatoria ormai stilata. Ad ogni modo proprio pochi giorni fa ho conosciuto Aliprandi, gli ho fatto visitare la farmacia e lho presentato al sindaco Claudio Silla: mi ha fatto

Giorno di votazioni, domani, in Croce Rossa. Presso il comitato locale di Casalmaggiore, dalle ore 9 alle 20, gli elettori con almeno 24 mesi di anzianit di servizio iscritti allalbo del comitato casalese, potranno esprimere la propria preferenza in merito allelezione dei presidenti locale e provinciale. I candidati per la presidenza del comitato locale sono due: il commissario uscente Rino Berardi ed il volontario Arnaldo Pagliari. Per quanto riguarda invece il presidente provinciale di Cremona, i nominativi sono disponibili in sede. La Croce Rossa metter a disposizione un proprio automezzo, con autista, per permettere la maggior afuenza possibile alle urne. Per informazioni sulle procedure di scrutinio, lufcio elettorale (presidente, segretario e due scrutatori) a disposizione dei soci. Le attivit volontaristiche del comitato locale Cri, nella giornata di domenica, saranno comunque garantite anche durante lorario continuato delle votazioni.

A DONDOLANDOARTE APERITIVO CON LO CHEF


MARTIGNANA PO Il noto chef di Castelvetro Daniele Persegani ha da poco realizzato il suo ultimo libro, e non poteva mancare lappuntamento con DondolandoArte di Martignana Po, dove ormai di casa. Oltre a presentare A tavola in 60 minuti - I menu dello chef da preparare in meno di unora, domenica 16 dicembre Persegani preparer un piccolo aperitivo che verr servito ai presenti alle ore 18. Sar anche loccasione per vedere la mostra di pittura di Errika Pontevichi (un progetto beneco a favore di Andos Oglio Po, come gi riportato) ed acquistare un regalo di Natale nel mercatino allestito appositamente.

Riparazione auto, moto, scooter multimarche e attrezzatura da giardinaggio Revisioni-Collaudo auto e moto Vendita al dettaglio Ricambi accessori moto e attrezzature da giardino Abbigliamento sportivo motociclistico Assistenza gare cross

Bar Giulia GR2 di Rivieri Gianfranco Fermata KM Polo Romani Via Pascoli Sportime Bar Barracuda Portici del Municipio Bar Italia Farmacia Comunale Bar Tavola Calda Distrib. carburante ENI Distr. carburante Ariete Rist. Pizz. Piccolo Paradiso Cartoleria Alim. Tabacch. Tosi Remo Bar La Nuova Luna Portici del Comune Portici Caff Roma Edic. Tabacch. Camozzi Edic. Tabacch. Lorenzini Bar Time Out Sido Caf Fermata KM Tabaccheria Venturini

angolo Conad Casalmaggiore via Guerrazzi 4 Casalmaggiore via Trento 20 Casalmaggiore via Giovanni Pascoli 28 Casalmaggiore via E. Fermi 19 Casalmaggiore via Martelli 2 Casalmaggiore piazza Garibaldi Casalmaggiore piazza Garibaldi Casalmaggiore piazza Garibaldi Casalmaggiore Centro Commerc. Padano Casalmaggiore via Repubblica rotonda Diotti Casalmaggiore via Repubblica Vicobellignano via Molossi 47 Vicobellignano via Dante Alighieri 9/B Vicobellignano via Canzio 100 Roncadello via Roma 7 Torricella del Pizzo piazza Italia Scandolara Ravara via Mazzini 3 Castelponzone via Giuseppina 97 Solarolo Rainerio via Matteotti 113 San Giovanni in Croce via Giuseppina 103 Cingia de' Botti via della libert 46/b Martignana di Po via Bardellina Martignana di Po piazza Comaschi Gussola via Roma 93 Gussola

Qui trovate la vostra copia GRATUITA de

20

Sabato 15 Dicembre 2012

Casalmaggiore

Un calendario promuove 12 musei del territorio


SCANDOLARA RAVARA Il progetto In viaggio tra i musei dellOglio Po stato attivato da alcuni mesi, ed il calendario 2013 che illustra nel dettaglio ciascuno dei 12 musei coinvolti ne la prima realizzazione tipografica. I musei fanno parte del territorio casalasco e mantovano. Il progetto, che vede il comune di Scandolara Ravara capofila, finanziato dalla Regione Lombardia allinterno del FEASR-Progetto di Sviluppo Rurale 20072013 (Conoscenza diffusa delldentit locale allinterno dellazione di valorizzazione della rete dei musei e della didattica ambientale) e promosso allinterno del Piano di Sviluppo Locale GAL Oglio Po Terre dAcqua. Complessivamente il progetto prevede varie azioni che comprendono sia le attivit didattiche svolte allinterno dei musei coinvolti, che una serie di produzioni di materiali divulgativi e promozionali. E vediamo quali sono i musei interessati: tre sono a Casalmaggiore (Museo del Bijou, Museo Diotti e Scuola di Disegno Bottoli), due a Canneto sullOglio (Museo del Giocattolo Superti Furga ed Ecomuseo Valli Oglio e Chiese), due a Torricella del Pizzo (Museo degli strumenti musicali meccanici Amarcord, nella foto sotto, e Museo di Storia Naturale Gardoni Mosconi), uno ciascuno a Castelponzone (Museo dei Cordai, nella foto sopra), Motta Baluffi (Acquario del Po), Piadena (Museo Civico Archeologico Platina), San Daniele Po (Museo Paleoantropologico del Po) e Calvatone (Parco Oglio Sud). Ogni mese illustra una bella immagine di ciascun museo (di cui si fornisce ogni informazione utile allaccesso), ed corredato da tutte le iniziative in programma. Decisamente una bella iniziativa che intende promuovere alcune realt del territorio che non sempre sono adeguatamente conosciute.

INIZIATIVE

Torricella, refurtiva recuperata


TORRICELLA DEL PIZZO I Carabinieri sono riusciti a recuperare parte della refurtiva frutto dei furti compiuti lo scorso fine settimana a Torricella. Intanto sono emersi nuovi particolari del raid. Innanzitutto non avvenuto la notte tra sabato e domenica bens nel pomeriggio di domenica 9 dicembre. Inoltre non sono tre le case colpite ma addirittura quattro. Alle abitazioni di via Guglielmo Marconi, via Guido Rossa (in questi due casi sottratti preziosi e materiale tecnologico) e via Libert, si aggiunge una casa disabitata di via Po Morto: anche in questo caso, come in quello di via Libert, non si registrato alcun bottino, e pare anzi che un gruppo di ragazzi sia stato messo in fuga dalla presenza di alcune persone di passaggio. Dunque, nella giornata di mercoled i Carabinieri della stazione di Gussola hanno rinvenuto una Fiat abbandonata: la stessa risultava rubata (la denuncia di furto risale a parecchio tempo fa), e conteneva parte della refurtiva, quella pi ingombrante o difficilmente vendibile. Ad una famiglia stato restituito il computer, un ipad e altro materiale, unaltra famiglia ha dovuto accontentarsi delle chiavi dellauto: queste erano state sottratte nellabitazione nel tentativo successivo di rubarla dal garage. Su unaltra auto presente in garage si era appuntata lattenzione dei ladri, ma la tanta neve ancora presente sul veicolo, e che non cera il tempo di spazzare via, ha indotto i malviventi ad allontanarsi. Perch dunque i ladri hanno abbandonato lauto? Probabilmente si sono resi conto del rischio o hanno incrociato unauto dei Carabinieri di pattuglia, o ancora hanno avuto problemi a trasferire il materiale su unaltra auto che non destasse sospetti. Fatto sta che la circostanza farebbe pensare a gente non troppo organizzata ed esperta. Il nuovo week end col ladro intanto fa discutere in paese. Una delle ultime vittime, che si vista sottrarre alcuni oggetti preziosi, chiede che si faccia qualcosa: Ringraziamo i Carabinieri per il ritrovamento, ma a questo punto il Comune dovrebbe fare qualcosa per aumentare la vigilanza, magari con lausilio di volontari o telecamere, Penso soprattutto agli anziani che vivono soli. Unaltra delle famiglie colpite alle prese con la sensazione di terrore che assale ogni volta che si rientra in una casa gi visitata. Vanni Raineri

Parte del bottino si trovava in una Fiat rubata e abbandonata

Stassano racconta lInterflumina Q


di Simone Arrighi uarantacinque anni di sodalizio, oltre sessanta di vita sportiva: il tutto custodito in un solo volume che oggi si aprir al pubblico. Alle ore 16, nella palestra del centro di medicina dello sport, in Baslenga, verr presentato il libro che racchiude lintera storia dellAtletica Interflumina, dagli albori allattualit. La firma di Carlo Stassano: Desideravo da tempo lasciare un qualcosa di mio, spiega lex vice presidente vicario dellassociazione. Lidea di un anno fa. La proposi al consiglio, chiedendo a Gian Giacomo Contini, anche firma di riferimento di tanti articoli pubblicati sui giornali, di occuparsene. Dalle sue cronache ho preso spunto racchiudendo in un volume la storia dellassociazione dal 1968 ai giorni nostri. Le radici del libro, al pari di quelle del sodalizio, affondano nel profondo degli anni Sessanta: Lintuizione di Paolo Corna di creare lInterflumina il 28 dicembre 1975, scaturiva da iniziative intraprese a Casalmaggiore a partire dal 196162, con Amedeo Becchi, mio pap sportivo ed adolescenziale. Io, Aldo Sarzi Braga, Giovanni Piseri e tutta la famiglia Casetti, Dino, Franco, Lauro e Bruno, siamo stati tra i primi a promuovere latletica nel casalasco. Nel 68 nacquero i Centri Olimpia, per portare latletica nelle scuole elementari. Nel 72 Derna Casetti fu la prima presidente del Nucleo Giovent Eridanea, che si occupava invece dei ragazzi delle scuole medie. Nel 75 venne creata lAAC, Associazione Atletica Casalmaggiore, con Tiziana Cozzini presidente. A fine 75, per i ragazzi pi grandi, venne istituita lInterflumina. Paolo Corna ne diede da subito una dimensione comprensoriale. Casalmaggiore con lallora sindaco Rotelli, Viadana con Baroni, Piadena con Grandi e Bozzolo con Miglioli erano i quattro comuni che, insieme al Rotary del presidente Valenti, aderirono al sodalizio. Seguirono anni di sviluppo organizzativo e successi sportivi: Il gussolese Fridiano Marcarini, nel 1974, fu il primo nostro atleta a vincere i Giochi della Giovent nazionali, a Roma, nel getto del peso. Per allenarlo presi la specializzazione Fidal nei lanci: racconta Stassano, anticipando i contenuti salienti del libro. Nel 76, al primo anno di attivit dellassociazione, lInterflumina port due atleti ai Campionati Italiani Juniores. Alfredo Azzoni, lattuale presidente, nel salto in lungo. Fiorenza Ferrari nei cento metri ostacoli. Ma i nomi che Stassano ricorda volentieri sono tantissimi: Luca Masseroni, nel 1981, divenne il secondo atleta dellInterflumina a vincere i Giochi della Giovent nazionali, negli 80 metri ostacoli. Sempre negli anni Ottanta, sbocci il talento della sfortunata Ada Tentolini nel salto in lungo e di Lisa Barbieri nella marcia, prima maglia azzurra giovanile dellInterflumina. Non mancano gli allori contemporanei: Nel 2003, Leonardo Cerati si laure Campione Italiano nella categoria Cadetti del lancio del disco e Greta Martani vinse un argento tricolore nelle prove multiple della categoria Allieve. Un altro argento italiano fu di Beatrice Bissolati, che poi vesti lazzurro, nel lancio del giavellotto. Elena Baldini, nel 2002, fece parte del gruppo che conquist il terzo posto ai campionati nazionali di Serie B. storia recente Erica Padova, promessa nel mezzo fondo, senza dimenticare chi, come Liliana Stagnati, stata per un ventennio protagonista sul campo ed ora stimata allenatrice. Ma nel libro dellInterflumina non vi sar solo un elenco di imprese sportive: Il ricordo pi bello legato al valore altissimo del periodo vissuto con Paolo Corna e con quei grandi personaggi dellassociazione ai quali abbiamo poi intitolato i nostri nove memorial.

Oggi alle 16 in Baslenga la presentazione del volume sui 45 anni dell'associazione sportiva

Presepe vivente a Quattrocase e mostra nella sede Pro Loco


Torna a Quattrocase il presepe vivente. Mercoled 26 dicembre alle ore 16,30 presso la Corte Bonardi di via Gioberti 89, si terr la messa in scena che lo scorso anno ha radunato tanti spettatori. Si tratta della seconda edizione delliniziativa (che vanta per una lunga storia), che trova spazio in una vecchia cascina ristrutturata e riesce a coinvolgere buona parte degli abitanti della frazione casalese. Per la prima volta, la Pro Loco di Casalmaggiore allestir nei locali della propria sede, in piazza Garibaldi, la mostra dei presepi. Unesposizione che verr realizzata grazie al contributo dei tanti cittadini appassionati: sar aperta a tutti i casalaschi che potranno realizzare presepi nelle sale della Pro Loco, finch ci sar spazio disponibile da riempire. Chiunque volesse esporre un presepe, pu contattare gli organizzatori al numero 0375/40039.

lucidatura auto - riparazione, sostituzioni e oscuramento vetri sanidicazione e lavaggio degli interni - ripristino fari ingialliti ripristino sedili in pelle/stoffa - gestione sinistri - sostituzione lampade

Cultura Spettacoli &


Stasera il Concerto di Natale
Stasera alle ore 21, nella chiesa parrocchiale di Casalbuttano, la Camerata di Cremona diretta dal maestro Marco Fracassi protagonista del Concerto di Natale. Per loccasione, orchestra, coro e solisti, eseguono un repertorio di straordinario effetto che prevede il Concerto n. 8 per la notte di Natale di Arcangelo Corelli e lOratoire de Noel di Camille Saint-Saens. Lensemble debutt nel 1961; da allora ha inanellato una lunga serie di esibizioni in Italia e nel mondo.

La Compagnia Enzo Cosmi stasera porta in scena lo spettacolo Calore


Appuntamento alle 21 al teatro di Casalmaggiore

di Federica Ermete

tasera alle ore 21, al Teatro Comunale di Casalmaggiore, la Compagnia Enzo Cosimi porta in scena Calore, coproduzione con Torinodanza, Amat (Associazione marchigiana attivit teatrali), Arteven, Fabbricaeuropa, Fondazione Teatro Comunale di Ferrara, Ravenna Festival e Teatro Pubblico Pugliese. Calore il titolo del primo lavoro che il coreografo romano Enzo Cosimi port in scena per la prima volta trentanni fa (Anfiteatro del Parco dei Daini di Villa Borghese a

Roma nel settembre 1982) con la sua ensemble Gruppo Occhsc. Lo spettacolo viene oggi riallestito grazie al progetto Ric. Ci (Reconsruction italian contemporary coreography anni Ottanta Novanta) ideato dal critico Marinella Guatterini e finalizzato alla creazione di una memoria storica della migliore coreografia italiana degli anni 80 e 90. Il pezzo, impostato su unenergia vigorosa e ritmi serratissimi, era nato per interpreti non-danzatori, pur riconoscendosi in pieno in una scrittura di danza. Lo spettacolo un viaggio visionario in cui allinterprete richiesto un processo di re-

gressione che serve come traccia per disegnare unet dellinfanzia e delladolescenza infinita; quattro giovani protagonisti, due uomini e due donne, compiono un percorso a ritroso. Doppia coppia calata in una sorta di novello paradiso terrestre. Nel primo breve scritto sullo spettacolo, lo stesso Cosimi scriveva: La realt devastata da gelide atmosfere, pensiamo di voler annusare una nuova aria, un nuovo vento in cui lenergia nel suo ritornare al nulla senza illusione, abbia come qualit un senso di profonda serenit, di caldo, di calma relativa.

Giuseppe Bartolucci, teorico del nuovo teatro mai dimenticato, scriveva sullo spettacolo: Qui la ginnastica e la danza si fanno avanti e vengono corrose, il sudore accettato come passaggio, la fisicit fatta pervadere di accensioni a catena e senza fine, la risorsa del riposo e dellintervallo non viene accettata di principio. Ben venga, quindi, un progetto illuminante di recupero del repertorio della Coreografia contemporanea italiana, auspicando che le nuove generazioni di autori e di spettatori possano dare un nuovo sguardo alla nostra memoria storica coreografica.

Come di consueto il Teatro Ponchielli ha messo a punto una serie di spettacoli dedicati a La grande et. Il primo appuntamento fissato per marted 18 dicembre alle ore 15, con La vedova allegra, operetta di Victor Lon e Leo Stein, con musiche di Franz Lehr, messa in scena dalla Compagnia Corrado Abbati. Nelle note del regista Abbati si legge: 150 anni fa, nel 1861, il commediografo e librettista francese Henri Meilhac, scrisse un piacevole vaudeville che per divenne famosissimo solo grazie alla musica di Franz Lhar: era nata La vedova allegra. Non si offenda, ma questa non musica. Questa frase, dettata dallo stesso Lhar, appariva incisa sulle medaglie omaggio che la direzione del teatro An der Wien offr durante la trecentesima replica de La vedova allegra: una rivincita che il musicista volle concedersi nei confronti della direzione del teatro stesso e dei critici che la sera della prima gli avevano rivolto lo scettico e non lungimirante apprezzamento. Ma forse avevano ragione. La vedova allegra non musica, molto di pi: unemozione, unesperienza sensitiva che si stampa nella memoria di chi l'ascolta. La vedova allegra un capolavoro di genuina ispirazione dove i protagonisti sono coinvolti in un vorticoso e divertente scambio di coppie, promesse, sospetti e rivelazioni. Un parapiglia che al termine si ricompone nel migliore dei modi... E dopo 150 anni la storia della vedova allegra ancora qui fra di noi ed ancora oggi uno degli spettacoli pi rappresentati al mondo, cosa successo? Nulla nella partitura di Lhar, molto in noi che abbiamo capito che si pu tranquillamente accettare la dimensione intellettuale della nostalgia che sa renderci pi sereni... e chi, di questi tempi, non ne ha bisogno?. Allappuntamento il sindaco Oreste Perri saluter gli amici de La drande et cogliendo loccasione per porgere gli auguri per le imminenti festivit.

La vedova allegra per la grande et

Questa sera alle ore 21 con ingresso libero, al teatro di Soresina si esibisce il corpo bandistico di Ombriano-Crema nel grande Concerto di Natale. Verranno eseguiti brani di musica classica e lirica, nonch le pi famose tradizionali composizioni natalizie. A dirigere la grande banda concertante di Ombriano sar Eva Patrini, allieva del maestro Jader Bignamini, per 14 anni a sua volta direttore della banda di Ombriano ed ora direttore di successo internazionale.

Il Concerto di Natale a Soresina

Su palco del teatro stasera alle ore 21 il corpo bandistico di Ombriano-Crema

Stasera il mistero di Lillo e Greg

Per la rassegna Il Sipario nuovo appuntamento al Ferrari di Castelverde


Nuovo appuntamento con lottava edizione de Il Sipario, rassegna teatrale organizzata dal Teatro Primo Ferrari di Castelverde. Stasera alle 21.15 la compagnia Solodidomenica porta in scena Il mistero dellassassino misterioso di Lillo e Greg, per la regia di Marco Barzaghi. Il detective Mallory ha riunito nel salone principale del castello i sospetti assassini della Contessa Worthington. Ma dopo soli cinque minuti uno degli attori ha un malore e sviene. Si chiude il sipario, si cerca di tranquillizzare la platea. Quando sembra non esserci altra soluzione, se non concedere al pubblico la possibilit di tornare o farsi rimborsare il biglietto, il bibitaro si offre di interpretare il ruolo lasciato vacante poich, sostiene, di aver visto moltissime repliche. Malgrado le resistenze del regista-autore, lo spettacolo prosegue. Le difficolt crescenti dellimprovvisato attore, minano la trama del giallo, scatenando via via gli egoismi e le meschinit degli altri attori disposti a tutto pur di prendersi un applauso in pi. CONCERTO Domani alle ore 17, al Teatro Ponchielli ha luogo il Concerto di Natale, realizzato in collaborazione con il complesso bandistico Citt di Cremona, cui stato affidato il compito di augurare buone feste alla citt a nome degli enti istituzionali.

22

Sabato 15 Dicembre 2012

Ultimo appuntamento dellanno con il Caff Letterario. Luned 17 dicembre alle ore 20.45 al teatro San Domenico di Crema, Francesca Baldacci presenta e commenta il proprio libro La macchina del tempo: ovvero lItalia che cambia vista con gli occhi di un grande musicista dedicato a Gabriele Lorenzi, tastierista dei Camaleonti, dei Formula 3 e di Lucio Battisti. Un tuffo nel passato, dai favolosi anni Sessanta in poi, nellItalia che dal bianco e nero del dopoguerra passata a quella a colori del primo benessere. Lo fa Gabriele Lorenzi, classe 1942, che stato una delle colonne sonore pi amate: come tastierista dei Samurai, dei Camaleonti, dei Formula Tre, dei Volo. Nomi che evocano suggestioni tra chi ha pi di trentanni; gruppi musicali che hanno fatto la storia del pop italiano. Questa vita da protagonista ora raccolta nel bel libroLa macchina del tempo. La mia vita in musica con Camaleonti, Battisti e Formula di recentissima pubblicazione. A firmarlo Francesca Baldacci, cremasca in passato giornalista di calcio e poi passata alla narrativa. Gabriele Lorenzi e Francesca Baldacci saranno intervistati dal giornalista Antonio Grassi.

La macchina del tempo con Gabriele Lorenzi

Questa sera alle ore 21 si tiene il concerto di Natale presso la chiesa di San Bernardino - Auditorium Bruno Manenti a Crema, organizzato dallassociazione Franco Agostino Teatro Festival e Sparkasse Cassa di Risparmio di Bolzano. Il concerto si apre con i piccoli del Coro dellInfanzia di Pieranica preparati da Jessica Sole Negri e dei piccoli pianisti diretti da Biancamaria Piantelli. Sar poi

Cultura CREMA Spettacoli Concerto di Natale questa sera allAuditorium Manenti


la volta del coro gospel degli adulti formato, per questa speciale occasione, dallunione di due cori: il Gospel for Joy di Castellanza e il Joyful Singers di Vanzaghello. Saranno diretti dal maestro Fabio Gallazzi e accompagnati da una band insieme a un quartetto d'archi. Alcuni dei brani che eseguiranno, sono tratti dal pi conosciuto repertorio gospel come Joshua, I will follow him o Make joyful nois.

&

Sono molto entusiasta per questo concerto afferma Lorenza Branchi, direttrice di Sparkasse di Bolzano, filiale di Crema - mi auguro sia un successo e che possa essere un momento di gioia. Gloria Angelotti, presidente del Faft aggiunge: Siamo molto contenti di poter dare vita a questo evento che celebra la tradizione natalizia attraverso il coinvolgimento dei piccoli, sempre al centro delle nostre attivit.

Keep in touch al Galilei

orna sul palcoscenico del teatro San Domenico di Crema con una nuova performance il Coro Claudio Monteverdi caro al presidente Enrico Tupone. Diretto dal maestro Bruno Gini e con la partecipazione della soprano di origine svizzera Veronique Mercier, il coro cremasco questo pomeriggio alle ore 18.30 presenter brani tratti dalle maggiori opere liriche che hanno da sempre rappresentato il biglietto da visita della cultura musicale italiana, costituendo stimolo per la rinascita e il rilancio del nostro Paese. Ma non solo: ci saranno anche brani musicali dei pi famosi musicisti come R. Schumann, F. Schubert, L. Van

Le liriche pi famose oggi a teatro, dirette da Gini e con il soprano Veronique Mercier
Beethoven. Con questo concerto - dice il presidente Tupone vogliamo contribuire ad accendere qualche speranza in pi per il nuovo anno; speranza che passa sicuramente attraverso la cultura. Coro femminile e coro misto si alterneranno al canto della soprano Veronique Mercier per un programma vasto e di assoluta rilevanza. Ai cori si uniscono i flauti di Stefano Donarini, di Emanuele Cristiani di Stefano Piloni e il pianoforte di Mauro Bolzoni. Limportante sponsorizzazione del concerto da parte di Intesa San Paolo Private Banking - consente di offrire al pubblico cremasco lingresso libero fino ad esaurimento posti. Tiziano Guerini

Il Coro Monteverdi si esibisce al San Domenico

La presentazione dellevento musicale

Stasera alle ore 21.15, al Teatro Galilei di Romanengo, la rassegna Teatri di Pianura 4 porta in scena la danza con Keep in touch, spettacolo coreografico di e con Silvia Alfei e Maruska Ronchi, sulle musiche originali del Dual Lyd (Andrea Viti e Silvia Alfei). Questo spettacolo di danza nato da una riflessione sulle modalit di relazione e comunicazione nella societ digitale contemporanea e sullosservazione delle difficolt di raggiungere incontri veri.

In mostra i disegni di Cerra

Dal 15 dicembre al 15 gennaio la biblioteca di Offanengo ospita lesposizione di disegni a matita di Claudio Cerra dal titolo Ricordi di quiete. Le opere esposte ritraggono scorci suggestivi di Offanengo e sono state realizzate dallartista appositamente per la mostra ospitata dalla biblioteca. Linaugurazione ufficiale in programma stamattina alle ore 11. I

presenti saranno invitati ad un aperitivo al quale sar presente anche l'autore delle opere. Nel periodo successivo sar possibile accedere alla mostra negli orari di apertura della biblioteca. La mostra rientra nel programma di attivit organizzate dallassessorato alla Cultura in collaborazione con la commissione biblioteca

Oggi in programma il secondo tempo della iniziativa Quattro/Quarti della associazione culturale Virus Loci. Al museo civico di Crema in piazza Terny de Gregory, alle ore 16.15. Gi Bressanelli e il Gruppo Spontaneo di Canto Popolare accoglieranno i visitatori. Alle ore 16.30 lo storico dellarte Mario Marubbi presenter il quarto numero della rivista di Virus Loci Memoria in corso. A seguire Crema in scatola, le cartoline selezionate e alle ore 17 buffet con musica.

Quattro/Quarti a Crema

Da sempre attenta alle espressioni artistiche del territorio, Alice nella citt si dimostra aperta anche alle ultime novit della scena musicale internazionale: ospiti donore nella stagione

autunnale di Alice son infatti i Parlor Snakes, band franco-americana che vive e fa musica tra Parigi e New York. Con la loro musica si ispirano al blues ipnotico di John Lee Hooker, al rockabilly dei Cramps passando per le pi attuali sonorit indie, con unaggressivit punk. Quindi performance esplosive e piene di grinta, guidate della carismatica cantante e attrice francese Eugnie Alquezar, frontlady del gruppo. I Parlor Snake tornano in Italia, per presentare il loro primo album Lets get gone. Lappuntamento per stasera alle ore 22 ad Alice nella citt in via Cappi a Castelleone.

I Parlor Snakes stasera ad Alice nella citt

IL CONCERTO DI NATALE PER CREMA Un cenno in anticipo per Il concerto di Natale per Crema che il Corpo Bandistico Giuseppe Verdi di Ombriano-Crema (presidente Antonio Zaninelli, direttore Eva Patrini) e il Coro Claudio Monteverdi (presidente Enrico Tupone, direttore Bruno Gini) presenteranno sabato 22 dicembre alle ore 21 al teatro San Domenico in Crema. Un appuntamento tradizionale che questanno veste i panni della novit con un inedito abbinamento, coro e banda, per rendere ancora pi solenni le festivit di fine anno. (ingresso libero fino ad esaurimento posti).

SABATO 15
10.55 11.10 12.20 13.30 14.00 14.30 15.30 17.00 17.15 17.45 18.50 20.00 20.35 21.10 23.45 09.40 10.05 10.15 10.55 11.35 13.00 14.00 15.30 17.10 18.05 19.35 20.30 21.05 21.50 22.40 09.15 10.00 11.00 11.30 12.00 12.25 14.55 17.00 19.00 20.00 20.20 21.05 23.25 23.25 00.45 APRIRAI. Attualit TELETHON. Attualit LA PROVA DEL CUOCO.Att TG1/TELEGIORNALE EASY DRIVER. Attualit LINE BLU. Attualit LE AMICHE DEL SABATO.Att TG1/CHE TEMPO F A SUA IMMAGINE PASSAGGIO A NORD-OVEST L'EREDIT. Game show TG1 TELEGIORNALE AFFARI TUOI. Game PENSO CHE UN SOGNO COS TELETHON. Attualit SERIOUS AMAZON. Reality APRIRAI. Attualit SULLA VIA DI DAMASCO TERRITORI. Attualit MEZZOGIORNO IN FAMIGLIA TG2 GIORNO / DRIBBLING TELETHON. Attualit SQUADRA SPEC. LIPSIA. Tf SERENO VARIABILE 90 MINUTO SERIE B TELETHON. Attualit TG2 NOTIZIE CASTLE. Tf BODY OF PROOF. Telefilm TG2 NOTIZIE L'ISPETTORE DERRICK. Tf RAI EDUCATIONAL. Att TGR BELLITALIA TGR PRODOTTO ITALIA TG3 Sport - Meteo / TGR TGR Settimanale TV TOLK. Attualit TELEYHON. Attualit TG3/REGIONE/METEO BLOB. Attualit STANLIO E OLLIO.Film WINDTALKERS. Film TG3/TG REGIONE TELEPATIA. Attualit AGENDA DEL MONDO

DOMENICA 16
09.35 10.00 10.30 10.55 12.00 12.20 14.00 16.30 16.35 18.50 20.00 20.40 21.30 23.20 07.00 09.00 10.10 10.50 11.30 13.00 13.45 15.40 17.10 18.10 19.35 20.30 21.00 21.45 22.35 11.05 11.30 12.00 12.55 13.25 14.00 14.30 15.05 19.00 20.00 20.10 21.30 23.25 23.40 MIXITALIA. Attualit LINEA VERDE ORIZZONTI.Att A SUA IMMAINA SANTA MESSA RECITA DELL'ANGELUS CONCERTO DI NATALE DOMENICA IN L'ARENA TG1 Telegiornale DOMENICA IN COS LA VITA L'EREDIT SPECIALE TELETHON TG1 Telegiornale AFFARI TUOI L'ISOLA. Fiction SPECIALE TG1. Attualit L'ALBERO AZZURRO. Variet BATTLE DANCE. Talent RAGAZZI C' VOYAGER.Var A COME AVVENTURA. Att MEZZOGIORNO IN FAMIGLIA TG2 GIORNO/METEO/MOTORI QUELLI CHE ASPETTANO. Var QUELLI CHE. Variet STADIO SPRINT. Sport 90MINUTO. Sport COPS SQUADRA SPECIALE. Tf TG2 NOTIZIE NCIS. Telefilm HAWAII FIVE-0. Telefilm LA DOMENICA SPORTIVA TGR MEDITERRANEO. Att TGR REGIONEUROPA. Att TG3 Sport - Meteo / TGR RAI EDUCATIONAL. Att PASSEPARTOUT. Att TG3/REGIONE/METEO 3 IN 1/2 H. Attualit ALLE FALDE DEL KILIMANGIARO. Doc TG3/REGIONE/METEO BLOB. Attualit CHE TEMPO FA. Attualit REPORT. Attualit TG3 - TG REGIONE BORIS. Sitcom 09.50 10.50 11.30 12.00 12.55 14.00 14.45 15.20 17.25 17.55 18.55 19.35 20.00 20.40 21.30

SABATO 15
CARABINIERI.Telefilm RICETTE DI FAMIGLIA. Att TG 4/METEO/NOTIZIE/TRAFFICO UN DETECTIVE IN CORSIA. Tf LA SIGNORA IN GIALLO. Tf TG4 LO SPORTELLO DI FORUM.Att IL COMMISSARIO CORDIER. Tf IERI E OGGI IN TV. Attualit DETECTIVE MONK. Tf TG 4 - METEO 4 TEMPESTA D'AMORE. Soap NUOVE SCENE DA UN MATRIMONIO WALKER TEXAS RANGER. TF DONT' SAY A WORD. Film

DOMENICA 16
07.20 08.35 09.20 10.00 11.00 11.30 12.00 12.45 14.00 15.25 15.15 18.55 19.35 21.30 23.45 SUPER PARTES. Att STORIE DI CONFINE.Att MAGNIFICA ITALIA. Doc SANTA MESSA LE STORIE DI VIAGGIO A...Att TG 4 TELEGIORNALE SCENE DA UN MATRIMONIO PIANETA MARE. Attualit TG4/COME SI CAMBIA. Reality IERI E OGGI IN TV. Attualit IL GRANDE SENTIERO. Film TG4 Telegiornale - METEO 4 IL COMANDANTE FLORENT.F DOWNTON ABBEY 2. Fiction TERRA! Attualit 06.00 07.00 10.00 11.05 11.45 12.20 13.30 14.05 15.00 16.00 18.05 20.00 20.30 22.35

RETE 4

SABATO 15
TG LA7 OMNIBUS. Attualit BOOKSTORE. Attualit MADAMA PALAZZO. Att TI CI PORTO IO IN CUCINA CON VISSANI. Variet FUORI DI GUSTO. Att TG LA7 CUOCHI E FIAMME. Game I MEN DI BENEDETTA 4 DONNE E UN FUNERALE. Tel L'ISPETTORE BARNABY. Tel TG LA7 IN ONDA. Attualit INGANNI DI SANGUE. Film

DOMENICA 16
06.00 07.00 07.30 10.00 11.25 11.45 13.30 14.05 15.40 18.00 20.00 20.30 21.30 23.50 TG LA 7 - METEO - OROSCOPO OMNIBUS. Attualit TG LA 7 TI PORTO IO. Attualit TI CI PORTO IO...IN CUCINA JOSEPHIN ANGE GARDIEN. Tf TG LA7 ORIZZONTI DI GLORIA. Film THE DISTRICT. Telefilm L'ISPETTORE BARNABY.Tel TG LA7 IN ONDA. Attualit MOTHER AND CHILD. Film OMNIBUS NOTTE

07.55 08.00 08.50 09.55 11.00 13.00 13.40 14.10 15.30 18.50 CANALE 5 20.00 20.40 21.10

Traffico/METEO TG5 MATTINA SUPERPARTES. Attualit MELAVERDE. Attualit FORUM TG5 TELEGIORNALE/METEO 5 COUGAR TOWN. Telefilm AMICI. Talent show VERISSIMO. Attualit AVANTI UN ALTRO. Game TG 5 telegiornale - METEO 5 STRISCIA LA NOTIZIA. Variet IL MEGLIO DI C' POSTA PER TE. Variet 00.30 X-STYLE. Attualit 07.20 11.00 12.25 13.05 14.10 16.05 18.00 18.30 19.00 CARTONI ANIMATI SCOOBY-DOO. Film animazione STUDIO APERTO - METEO SPORT MEDIASET BLADES OF GLORY. Film DERBY IN FAMIGLIA. Film TUTTO IN FAMIGLIA STUDIO APERTO - METEO CHE FINE HA FATTO SANTA CLAUSE? Film ZAMPA E LA MAGIA DEL NATALE. Film avventura TREMORS 4. Film POKER1 MANIA STUDIO APERTO

07.55 TRAFFICO - METEO 5 08.00 TG5 MATTINA 08.50 LE FRONTIERE DELLO SPIRITO. Attualit 10.00 DIARIO DI VIAGGIO. Doc 10.30 BENVENUTI A TAVOLA. Fiction 11.55 MELAVERDE. Att 13.00 TG5 Telegiornale - METEO 5 13.40 L'ARCA DI NO. Variet 14.00 DOMENICA LIVE. Variet 18.50 AVANTI UN ALTRO. Game 20.00 TG 5 - METEO 5 20.40 STRISCIA LA DOMENICA. Var 21.30 TU LA CONOSCI CLAUDIA? F 23.20 DUE IMBROGLIONI E MEZZO!F 07.40 CARTONI ANIMATI 10.35 IL TESORO DEI TEMPLARI IL RITORNO AL PASSATO. F 12.25 STUDIO APERTO 13.00 SPORT MEDIASET 14.00 JACK E IL FAGIOLO MAGICO. F 17.40 BUONA FORTUNA, CHARLIE. SIt 18.30 STUDIO APERTO/METEO 19.00 MISSIONE TO MARS. Film 21.25 LA GUERRA DEI MODI. Film 23.45 MONSTER ARK LA PROFEZIA. Film 01.40 POKER1MANIA 02.35 SPORT MEDIASET 03.00 STUDIO APERTO

LA 7

07.00 08.30 12.00 20.00 20.30 21.00 22.15 23.30 00.30 01.00

ITALIA 1

21.10 23.15 01.15 02.35

LE NOSTRE REGIONI ROTOCALCO COMMEDIA ITALIANA LE NOSTRE REGIONI RUBRICA RELIGIOSA: IL GIORNO DEL SIGNORE ROTOCALCO COMMEDIA ITALIANA AREA SMILE - Sit Com FELTRI SENZA FILTRI il punto del direttore con Vittorio Feltri VIAGGIO SENTIMENTALE NELLITALIA DEI DESIDERI con Vittorio Sgarbi

07.00 07.30 09.30 11.00 12.30 13.00 13.30 20.00 21.15 00.30

LE NOSTRE REGIONI ROTOCALCO COMMEDIA ITALIANA S. MESSA IN DIRETTA DAL DUOMO DI CREMONA RUBRICA RELIGIOSA GIORNO DEL SIGNORE LE NOSTRE REGIONI ROTOCALCO COMMEDIA ITALIANA VIAGGIO SENTIMENTALE NELLITALIA DEI DESIDERI a scoprire le bellezze artistiche con storie e anedotti

Agricoltura
Pomodoro da industria, tutelare i produttori
Una delegazione di Confagricoltura, tra cui Bianca Maria Balestreri, vice presidente della Federazione nazionale di prodotto, e Giovanni Lambertini, presidente della Sezione regionale di Confagricoltura EmiliaRomagna, ha incontrato i dirigenti delle principali organizzazioni di produttori di pomodoro da industria del Nord Italia, per fare un bilancio sulla deludente campagna appena conclusa e per condividere proposte e azioni concrete indispensabili per ridare prospettive e futuro a una filiera che, grazie anche al lavoro di tante imprese agricole, da sempre considerata fiore allocchiello del Made in Italy. I rappresentanti di Confagricoltura hanno richiamato le Op al loro ruolo fondamentale nella rappresentanza dei soci produttori e nella gestione dellofferta, partendo dai gravi errori emersi fin dalle prime fasi della trattativa per la definizione del prezzo e dalla inefficace programmazione della campagna 2012, e terminando poi con i deludenti risultati in termini di reddito per le aziende agricole. In vista dellavvio della trattativa con le

Sabato 15 Dicembre 2012

23

rappresentanze industriali per la definizione dellaccordo quadro 2013, stata ribadita inoltre lesigenza di tenere in degna considerazione il costo di produzione, di definire, in tempi utili alla programmazione aziendale, un prezzo congruo e trasparente, basato su veri parametri di qualit, al fine di tutelare i produttori e per poter ancora vantare il pomodoro italiano.

Consorzi di bonifica, tutti i risultati


Nominati nuovi rappresentanti della Libera. Mauro Begatti: Abbiamo raggiunto un buon risultato
A cura di Libera Agricoltori ono terminate le operazioni di voto per lelezione del consiglio di amministrazione del neonato Consorzio di Bonifica Dugali, Naviglio e Adda Serio. Lafflusso dei votanti stato molto pi elevato rispetto al passato a testimonianza dellimportanza per il territorio di tale struttura che comprende larga parte della provincia di Cremona. E sono terminate anche le elezioni per il rinnovo del Consiglio di amministrazione del Navarolo. Si dunque definita la prima fase costituente del progetto di riordino dei comprensori irrigui e di bonifica e dei relativi Consorzi di gestione perseguito da tempo da Regione Lombardia. Il Navarolo, cos come tutti i neo costituiti Consorzi, sar governato da un consiglio di amministrazione composto da 15 membri, 12 di questi elettivi, e tre nominati dalla amministrazione pubblica: Comuni, Provincia e Regione. I nuovi eletti resteranno in carica per un quinquennio, vale a dire 2013-2017. Per il Navarolo, a differenza degli altri, non cambia il comprensorio territoriale di competenza che si estende su due provincie: Cremona e Mantova. La Libera associazione agricoltori cremonesi aveva presentato una propria lista di candidati nelle fasce 2 e 3, quelle dove le utenze sono pi legate al mondo professionale, in particolare quello agricolo, e dove le attese sono dunque maggiori. La lista della Libera formata da agricoltori conosciuti e molto vicini al territorio che rivendicano lautonomia del Navarolo sul territorio casalasco. Per quanto riguarda il nuovo Consor-

Accordo sul prezzo del latte alla stalla

La Libera ha concorso con una sua lista singola contro un cartello formato dalle altre organizzazioni agricole di Mantova e Cremona
zio di Bonifica Dugali, Naviglio e Adda Serio, nella fascia di contribuenza 1 sono stati eletti Giorgio Guarneri (Libera associazione agricoltori) e Loris Beduschi della Coldiretti. Nella seconda fascia Quaini Alfredo della Libera associazione agricoltori e Freri Arnaldo della Coldiretti; nella terza fascia Francesco Stroppa, Giovanni Ghidoni e Italo Soldi della Libera e Cabrini Claudio e Valenti Fabio per la lista della Coldiretti. Per quanto riguarda il distretto di Crema, Agostino Groppelli, Mario Roldi e Marco Stabilini. Al termine delle operazioni di spoglio il Consorzio di Bonifica Navarolo ha reso noti i risultati, per il rinnovo del consiglio di amministrazione tenutesi nello scorso week end appunto, nei sei seggi sparsi sul territorio. La Libera ha concorso con una sua lista singola contro un cartello formato dalle altre organizzazioni agricole di Mantova e Cremona che si erano coalizzate per occupare il consiglio di amministrazione del Navarolo, incluso il ruolo del Presidente. Una sintesi dei risultati elettorali viene riportata di seguito. Prima fascia: per la lista di maggioranza !Rinnovamento e territorio! Dennis Buttarelli e per la lista che si classificata seconda, Insieme per il Navarolo, Giovanni Gorni. Seconda fascia: per la lista di maggioranza !Insieme per il Navarolo!, Marco Buttarelli, Giuseppe Fornasari e Pietro Bertoli. Alla lista che si classificata seconda, la !Libera Associazione Agricoltori

Cremonesi!, Eliseo Ballarini. Terza fascia: la lista di maggioranza !Insieme per il Navarolo! Guglielmo Belletti, Alex Cerioli, Piercarlo Barili e Luigi Murelli. Alla lista giunta seconda, la !Libera Associazione Agricoltori Cremonesi!, Luigi Ardenghi e Franco Cassio. Mauro Begatti, piadenese, vicepresidente provinciale della Libera Associazione Agricoltori Cremonesi ha affermato che il risultato raggiunto dalla Libera buono, considerato che gli associati sono un quarto rispetto agli altri sindacati. Soprattutto nella seconda fascia, il distacco non di molti voti, ed in effetti la differenza di sole 18 schede. Per la Libera, si evidenziato un bel mix di continuit e novit, perch allesperienza di Ballarini e Ardenghi si unisce il nuovo ingresso di Cassio; ed inoltre il territorio ben rappresentato, visto che Ballarini di Torricella del Pizzo, Ardenghi di Spineda e Cassio di Calvatone. Ci si auspica che il Consorzio mantenga la sua autonomia e che le istanze del territorio vengano portate avanti. Ora si attende di conoscere i nominativi dei consiglieri di nomina politica. Sia Begatti che Davide Caleffi, responsabile della zona casalasca della Libera, alla vigilia del voto avevano ribadito limportanza del ruolo del Navarolo, per il mondo agricolo in particolare ma non solo. Pi in generale per le tematiche relative alla gestione territoriale ed ambientale, anche in virt delle competenze assegnate ai consorzi dalla legge di riordino. Essenziale continua ad essere per la Libera la difesa dellautonomia e del mantenimento a Casalmaggiore della sede.

Nei giorni scorsi stato firmato il nuovo accordo per il prezzo del latte alla stalla tra Italatte e le Organizzazioni agricole regionali delle Lombardia. I termini dellintesa raggiunta tra le parti prevedono il pagamento di euro 39,5 per 100 litri di latte conferito nel mese di dicembre ed il successivo aumento del prezzo a 40 euro per il primo quadrimestre del 2013. Laccordo nasce dalla comune intenzione di garantire ai numerosi allevatori che consegnano la propria produzione a Italatte, un prezzo di riferimento sicuro e di porre cos fine alla situazione di incertezza e di tensione creatasi negli ultimi tempi. In un comunicato stampa di Confagricoltura si legge: quindi prevalso il senso di responsabilit e si affermata la volont di garantire una prospettiva economica certa per i mesi a venire, pur nella consapevolezza che il prezzo sottoscritto consente un recupero solo parziale del forte incremento dei costi di produzione che gli allevatori hanno dovuto sostenere nel corso degli ultimi mesi. Antonio Piva, presidente della Libera associazione agricoltori ha commentato dicendo che stata una trattativa condizionata dallattuale situazione economica del Paese. E importante avere raggiunto un prezzo, anche se le aspettative che il mondo agricolo aveva non sono state raggiunte. Comunque importante che si sia alzata lasticella e che sia gi stato fissato un prezzo per i mesi pi delicati.

I MERCATI AGRICOLI - TABELLA AGGIORNATA A GIOVEDI 6 DICEMBRE 2012


PRODOTTO
FRUMENTO tenero buono mercantile GRANOTURCO ibrido naz.14% um. SEMI di SOIA Nazionale ORZO naz. Peso spec. 55-60 peso spec. 66-68 CEREALI MINORI CRUSCA Alla rinfusa FIENO Maggengo Agostano PAGLIA press. (rotoballe)

UNITA DI MISURA
Tonn.

CREMONA
252-256

MILANO
n.q.

MANTOVA
n.q.

BOLOGNA
(fino) 277-280 buono m. n.q. 252-256

PRODOTTO
VACCHE Frisone 1 qualit peso vivo VACCHE Frisone 2 qualit peso vivo MANZE SCOTTONE 24 mesi VITELLI BALIOTTI p.vivo (50-60kg ) frisona VITELLI BALIOTTI p.vivo (50-60 kg) pie blue belga

UNITA DI MISURA
kg.

CREMONA
p.v. 1,06-1,24 p.m 2,40-2,70 pv 0,84-0,92 pm 2,00-2,15 pm 2,50-3,00

MONTICHIARI
1,05-1,25

MANTOVA
da macello 1,11-1,21 0,92-1,02 1,40-1,57

MODENA

Tonn. Tonn. Tonn.

241-242 n.q. 233-237 239-244

255-256 517-520 n.q. 273-275

246-250 513-518 Fino a 65 256261 Fino a 70 262267

Kg. kg.

0,75-0,85 Vitelloni da macello 24/30 mesi 1,32-1,47 MONTICHIARI (1 q. 56/60 kg) 1,00-1,10 MONTICHIARI 3,85-4,00

Vitelloni femm. da macello pez. nere (kg. 450-500) p.v. 1,451,60 pm 2,80-3,10 (45-55 kg) 0,75-1,35

(p.spec. 62-64) n.q. (p.spec. 66-67) 263-265 Sorgo nazionale 269-273

kg.

1,00-1,10

(da 46 a 55 kg) 1,20-1,35

Tonn.

Triticale 281-283 Sorgo 275-277

kg.

3,00-4,00

3,90-4,55

(pregiate 70 kg) 3,56-4,50

PRODOTTO
Tonn. Tonn. 235237 155 170 loietto: 155 170 85 95 226227 141-151 145-150 80-92 in sacchi 265-268 Mag. 1 t. 140-145 Paglia di frum. casc. 45-50 226-227

UNITA DI MISURA
kg.

CREMONA
2,95

MILANO
past. 2,60 centr. 3,30 5,05-5,20 5,25-5,50

MANTOVA
2,30

MODENA
Zangolato di creme X burrificaz. 2,00 -PARMIGIANO REGGIANO 12 mesi 8,90-9,10 PARMIGIANO REGGIANO fino a 24 m 11,05-11,35 PARMIG. REGG. 30 mesi e oltre 12,65-13,05

BURRO pastorizzato PROVOLONE VALPADANA fino a 3 mesi

Tonn.

kg.

(dolce) 4,95-5,15 (piccante) 5,10-5,50

n.q. n.q.

PRODOTTO
SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI Lattonzoli locali SUINI da macello SUINI da macello SUINI da macello

UNITA DI MISURA
15 kg

CREMONA
3,790

MILANO
3,790

MANTOVA
3,800

MODENA
3,790

PROVOLONE VALPADANA oltre 3 mesi GRANA scelto stag. 9 mesi GRANA scelto stag. 12-15 mesi

kg.

kg.

6,95-7,30

6,95-7,35

7,00-7,25

25 kg 30 kg 40 kg 156 kg 176 kg

2,750 2,400 2,120 1,435 1,495

2,840 2,495 2,170 n.q. n.q.

2,740 2,420 2,100 n.q. n.q.

2,730 2,440 2,120 (da 144 a 156 kg) 1,463 (da 156 a 176 kg) 1,518 (da 11,5020 kg) 1,543 kg. 8,05-8,35 8,25-9,10 8,35-8,60

Oltre 176 kg

1,465

n.q.

n.q.

N.B. Le quotazioni del bestiame bovino e del foraggio sul mercato di Cremona avvengono il 1 e il 3 mercoled del mese. Le quotazioni del mercato di Milano avvengono, per la Granaria, il marted (comparto dei cereali e derivati). Per la zootecnia da latte si porta come riferimento anche Montichiari, che quota il venerd. Il mercato di Mantova avviene il gioved. Modena il luned. Il mercato di Bologna, che con la Granaria di Milano fa da riferimento per i cereali, quota il gioved. Tutti gli aggiornamenti della tabella mercati, insieme ai collegamenti alle principali borse, sono sul sito: www. cremona.coldiretti.it.

24

Salute
PRESIDIO OSPEDALIERO DI CREMONA
CENTRO DIABETOLOGICO Dove: piano 6, corpo H (lato destro), monoblocco ospedaliero. Orari: da luned a venerd dalle 08.00 alle 13.30 (prima visita per inquadramento diagnostico-terapeutico e visita di controllo per monitoraggio metabolico e screening delle complicanze croniche). Per le prime visite preferibile che la prenotazione avvenga di persona comunque possibile prenotare telefonicamente da luned a venerd, dalle 11.00 alle 13.30. Telefono: 0372 405715. CENTRO PRELIEVI - LABORATORIO ANALISI accesso diretto da parte dei cittadini, con la richiesta del Medico di famiglia o dello specialista. Dove: Centro Prelievi all'ingresso dell'ospedale. Orario: da luned a venerd dalle ore 07.30 alle 10.30. Telefono: 0372 405663 - 0372 405452 CENTRO EMOSTASI E TROMBOSI Monitoraggio delle terapie anticoagulanti. previsto accesso con prenotazione al numero 0372 405666 - 0372 405663. Dove: Presso la palazzina del Cup Orario: dalle 07.30 alle 12.00 da luned a venerd. CENTRO AZIENDALE DI ALLERGOLOGIA Dove: presso la Medicina del Lavoro, Padiglione 10 Accesso avviene mediante impegnativa del medico curante. Le prenotazioni vengono effettuate telefonando allo 0372 408178 da luned a venerd dalle 10.30 alle 13.00; oppure personalmente presso lAmbulatorio di Allergologia da luned a venerd dalle 09.00 alle 13.00. IMMUNOEMATOLOGIA E MEDICINA TRASFUSIONALE: Emotrasfusioni, salassi, autotrasfusioni, terapia marziale endovenosa, preparazione di nuovi emocomponenti ad utilizzo non trasfusionale: Gel Piastrinico, Concentrato Leucopiastrinico. Dove: Piano terra, corpo D, monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 435887 - 0372 405461 dalle 10.00 alle 17.00 da luned a venerd GENETICA Dove: piano 2 lato destro del monoblocco ospedaliero. Prenotazioni telefoniche: 0372 405783 da luned a venerd dalle 13.00 alle 14.30. MEDICINA LEGALE Prenotazioni presso Direzione Medica di Presidio piano Rialzato monoblocco ospedaliero. Tel: 0372 405200. PSICOLOGIA Dove: settimo piano a sinistra. Prenotazioni da luned a venerd dalle ore 09.00 alle ore 10.00 presso il servizio di Psicologia, oppure anche telefonicamente agli stessi orari al numero 0372 405409. ONCOLOGIA MEDICA Dove: Piano 4 ala Destra Prenotazione in reparto da luned a venerd dalle ore 8.00 alle ore 17.00. Tel: 0372 405248. TERAPIA DEL DOLORE Dove: palazzina n. 9 La prenotazione pu essere effettuata telefonicamente al numero 0372 405330 dalle 11.00 alle 15.00, da luned a venerd. Negli altri orari possibile chiamare lo stesso numero lasciando un messaggio in segreteria telefonica con il nome e numero di telefono: al pi presto sarete richiamati.

GLI ORARI
CUP Centro Unificato di Prenotazione Dove: padiglione n. 12, a fianco del Centro Prelievi, prospiciente Largo Priori Orari di apertura al pubblico: luned - venerd dalle 7.30 alle18.00 orario continuato, il sabato dalle 8.00 alle 12.00; Prenotazioni telefoniche: possibile telefonare al numero verde 800.638.638, da luned a sabato dalle 08.00 alle 20.00.

Lavoro al pc, prevenire i disturbi


ESERCIZIO 1: ESERCIZIO 2: ESERCIZIO 3:
POSIZIONE DI PARTENZA Seduti con schiena diritta o in piedi in stazione eretta e tenere in mano un libro. ESERCIZIO Sollevare le spalle e restare cos per un istante. Rilassare in seguito le spalle. Ripetere lesercizio da 10 a 15 volte. POSIZIONE DI PARTENZA In stazione eretta e con ambedue le mani appoggiate sui fianchi. ESERCIZIO Stirare la schiena leggermente allindietro con lo sguardo rivolto verso il soffitto e con le ginocchia tese. Restare cos per un istante e respirare sempre normalmente. Ripetere lesercizio da 5 a 10 volte. POSIZIONE DI PARTENZA Seduti, schiena diritta. Indice e medio della mano appoggiati sul mento. ESERCIZIO Spingere il mento a llindietro. Guardare diritto davanti a voi e tenere il busto in posizione stabile. Restare cos per un istante. Ripetere lesercizio da 5 a 10 volte.

Raffaella Fazioli, medico del lavoro: Importante fare delle pause durante le ore di ufficio

PRENOTAZIONI CHE NON SI EFFETTUANO AL CUP Attraverso il CUP si prenotano tutte le prestazioni ad eccezione delle seguenti, che devono essere prenotate direttamente presso le singole unit operative o servizi come indicato di seguito: ANATOMIA PATOLOGICA secreti e agoaspirati (non Tac e non Ecoguidati) Dove: Poliambulatori, piano Terra. Orario: gioved dalle 15 alle 16. Per prenotare contattare la segreteria dellAnatomia Patologica dal luned al venerd, dalle 10.30 alle 16.00. Telefono: 0372 405477, dalle 9.30 alle 16.00. Consegna campioni istologici e citologici La consegna dei campioni citologici urinari prevista, presso il padiglione 5, da luned a venerd, dalle 08.00 alle 09.30; per gli altri esami da luned a venerd dalle 08.00 alle 16.00 (accesso diretto). RADIOLOGIA Dove: piano 1, corpo H (ala destra). TC, risonanza magnetica, ecografie urgenti e richiesta di prestazioni con bollino verde Le prenotazioni vanno effettuate di persona o via fax. Orario: da luned a venerd dalle 08.00 alle 13.00, sabato dalle 08.00 alle 12.00. Tel: 0372 405760. Angiografia Le prenotazioni vanno effettuate di persona. Orario: da luned a venerd dalle 08.00 alle 15.30. Telefono: 0372 405367. SENOLOGIA: Screening mammografico preventivo biennale Asl Cremona (45-69 anni) Tutti i giorni dalle 8.30 alle 12.30, il mercoled dalle 14 alle 16. La prenotazione va effettuata al CUP dell'Asl 800 318 999. Prestazioni con carattere di urgenza, risonanze alla mammella, agoaspirati, ecografie Dove: piano 1, corpo M. Ora: da luned a venerd dalle 11.00 alle 13.00. Telefono: 0372 405614. Per ulteriori informazioni stata inoltre attivata una nuova linea telefonica dotata di risponditore automatico in funzione 24 ore su 24: 0372 405612. RADIOTERAPIA E MEDICINA NUCLEARE Dove: piano Cantina, (utilizzare la scala o ascensore a sinistra vicino l'Ufficio Informazioni nell'atrio di ingresso) corpo M, monoblocco ospedaliero. Orario:da luned a venerd dalle 07.30 alle 17.30. Telefono: 0372 405485. MEDICINA DEL LAVORO: Dove: Medicina del Lavoro, padiglione 10 Impegnativa del medico curante. Allergologia per sospetti professionali Tel. 0372 408178 da luned a venerd, dalle 10.30 alle 13.00; oppure, personalmente presso lAmbulatorio di Allergologia dalle 09.00 alle 13.00 da luned a venerd. Visite specialistiche di medicina del lavoro Tel: 0372 405777 da luned a venerd, d alle 08.00 alle 15.30; oppure, personalmente presso lAmbulatorio Specialistico di Medicina del Lavoro negli stessi orari.

estare ore seduti al computer pu non essere salutare. Vi sono infatti dei rischi correlati, che riguardano l'apparato oculo-visivo e quello osteoarticolare. Ne abbiamo parlato con la dottoressa Raffaella Fazioli, direttore dell'unit operativa di Medicina del lavoro dell'Ospedale di Cremona. Per quanto riguarda i disturbi dell'apparato oculovisivo, ricordo che non stiamo parlando di un vero calo della vista, misurabile in maniera strumentale, ma di un affaricamento visivo, che pu portare a un calo temporaneo della vista. Tale problema si presume possa insorgere per l'uso prolungato del videoterminale. Come evitare problemi? A questo proposito la legislatura pone un limite di 4 ore di utilizzo continuato. Oltre quel lasso di tempo, necessario un quarto d'ora di pausa, che poi dovr ripetersi ogni due ore. Questo non significa necessariamente smettere di lavorare, ma semplicemente fare qualcosa che non comporti l'utilizzo del Pc in quel lasso di tempo. Queste indicazioni, del resto, valgono anche per la lettura. C' un tipo di luce maggiormente indicata per il lavoro al computer?

di Laura Bosio

ESERCIZIO 4:
POSIZIONE DI PARTENZA Seduti, schiena diritta, lasciar cadere le braccia inerti. ESERCIZIO Sollevare le braccia e stendere ambedue le braccia e le mani in fuori. Spingere il petto in avanti. Restare cos per un istante e respirare sempre normalmente. In seguito lasciare cadere le braccia inerti. Ripetere lesercizio pi volte.

ESERCIZIO 5:
POSIZIONE DI PARTENZA Seduti con schiena diritta o in piedi dritti. Stendere le braccia in fuori tenendo un pollice rivolto in basso e laltro in alto. Girare la testa dalla parte dove il pollice rivolto verso il basso. ESERCIZIO Girare la testa alternando contemporaneamente la posizione del pollice. Ripetere lesercizio da 10 a 15 volte.

Vanno egualmente bene la luce naturale e quella elettrica, purch non creino riflessi sullo schermo. In questo caso indicato porre delle schermature sulle finestre (tende, persiane, veneziane, ecc). Anche luminosit e contrasto dello schermo devono essere regolati, ma sulla base della sensibilit individuale. Quali sono i rischi per l'apparato posturale? E' necessario che le sedie siano quelle adatte al lavoro d'ufficio,

con la possibilit di appoggiare la schiena e regolabili in altezza e inclinazione. E' importante che chi lavora al pc stia seduto correttamente: gli angoli tra tronco, coscia e gamba devono essere di 90 gradi, e i vanno piedi appoggiati a terra, per non sovraccaricare la schiena. Gli avambracci devono essere appoggiati al piano della scrivania mentre si digita sulla tastiera e mentre si usa il mouse, per evitare il sovraccarico di spalle e collo. Come per la vista, imporESERCIZIO 6:
POSIZIONE DI PARTENZA: Sdraiarsi a terra, flettere le ginocchia e appoggiare saldamente i piedi per terra. ESERCIZIO Sollevare il bacino fino a quando la schiena e le cosce formano una linea retta. Ripetere lesercizio da 10 a 15 volte.

tante fare delle pause anche dalla posizione seduta, in quanto non mai consigliabile restare seduti per un tempo prolungato: le conseguenze possono essere l'affaticamento della schiena, ma anche la degenrazione del disco. Quali sono i segnali di un affaticamento da uso del pc? Prima di tutto la sensazione di stanchezza, secchezza o pesantezza degli occhi, con apparenti difficolt visive. Allo stesso modo di avverte un senso di pesantezza alla schiena. Se si lavora in un ambiente particolarmente secco, inoltre, c' il rischio di una maggior secchezza degli occhi, per cui consigliato l'utilizzo di lenti a contatto. Per quanto riguarda i problemi posturali, vi sono degli esercizi di stretching e rilassamento che possono essere utili per ovviare ai problemi posturali.

ESERCIZIO 7:
POSIZIONE DI PARTENZA Seduti, schiena diritta, lasciar cadere le braccia inerti. ESERCIZIO: Tenersi con una mano al bordo della sedia, spostare il tronco dalla parte opposta e inclinare lentamente la testa lateralmente fino ad avvertire una tensione ai lati della nuca. Restare cos per un istante. Ripetere lesercizio da 5 a 10 volte per parte.

ESERCIZIO 8:
POSIZIONE DI PARTENZA Seduti con schiena diritta, ripiegare le braccia dietro la nuca e spingere i gomiti verso lalto tenendoli ben uniti per tutto lesercizio. ESERCIZIO Ripiegare le braccia tenendo le mani rilassate dietro la nuca e spingere i gomiti verso lalto. Restare cos per un istante. Ripetere lesercizio da 10 a 15 volte.

ESERCIZIO 9: POSIZIONE DI PARTENZA Inginocchiarsi

sul pavimento e sostenere il busto con le mani.

ESERCIZIO Tendere contemporaneamente il braccio sinistro e la gamba destra fino a raggiungere la posizione orizzontale. Alternare in seguito il braccio destro e la gamba sinistra. Ripetere lesercizio da 5 a 10 volte.

25
A Pozzaglio un incontro per i genitori
e degli spazi condivisi. Per quanto riguarda la relazione con i compagni, nella scuola dellinfanzia il bambino vive una fondamentale esperienza verso lautonomia e la socializzazione, getta le basi delle capacit relazionali scrivono gli organizzatori. I compagni rappresentano un elemento di confronto costante attraverso cui pu misurare s stesso e la sua crescita.il fenomeno dell'identicazione porta il bambino a pensare, sentire ed agire come se le caratteristiche dellaltro fossero le proprie. La posizione che assume allinterno del gruppo inuisce sullautostima e sullauto-efcacia. Si parler quindi di come promuovere il benessere affettivo-relazionale a casa e a scuola, di come favorire la ducia in s accrescendo l'autostima e l'aiuto reciproco. Lincontro gratuito e aperto a chiunque vorr partecipare sar tenuto dalla dottoressa Graziella Locci, psicopedagogista e dalla dottoressa Giorgia Nichetti, logopedista, associati dello Studio di neuropsichiatria infantile e psicologia di Castenuovo del Zappa. La serata di Pozzaglio rappresenta il terzo incontro sul territorio Cremonese. I percorsi di aiuto sono nalizzati a: sostenere il ruolo educativo e didattico genitoriale; sostenere, su un piano educativo, lo sviluppo del bambino o del ragazzo; facilitare la comunicazione genitori-gli. I genitori stanno mostrando grande sensibilit riguardo le proposte effettuate partecipando numerose e in modo attivo a questi appuntamenti. Alla presentazione degli specialisti seguono sempre riessioni e dibattiti sul rapporto genitori e gli e scuola famiglia.

Sviluppo del bambino

A SPASSO CON LA FAMIGLIA

Marted 18 dicembre alle ore 20.30, presso la scuola per linfanzia di Pozzaglio, si terr un incontro per genitori su lo sviluppo sociale del bambino dai 3 ai 6 anni. Nella serata si affronteranno tematiche relative alla relazione con i compagni, al benessere affettivo-relazionale, al rispetto di s, degli altri

Proseguono gli incontri nell'ambito della manifestazione A spasso con la famiglia, promossa dal settore Politiche Sociali del Comune. Il calendario della manifestazione prevede, nel prossimo ne settimana, tanti nuovi appuntamenti. SABATO 15 DICEMBRE 2012 Libreria Paoline di via Decia,1: Alle ore 15.30 presso la sar la volta di Libri sotto l'albero, laboratorio della lettura Alle ore 16.30 e no alle ore 18.30 un laboratorio del libro con possibilit di baby-parking per max 25 bambini dai 7 ai 10 anni a cura di Teatro Itinerante. Nella medesima location alle ore 16.30 sar inoltre proposta la video-favola "Una vice-mamma per la principessa Martina e il gioco della solidariet familiare A spasso con Martina, a cura della Coop. Nazareth. Spazio Ascolto a disposizione dei genitori a cura del consultorio prematrimoniale e matrimoniale dallUcipem. Piccolo Baobab in Galleria del Corso,1: Dalle ore 16,00 alle ore 19,00 aprir il battenti La fabbrica degli gnomi, laboratorio creativo e baby-parking per max 10 bambini dai 3 ai 6 anni a cura della Coop. Iride. Don Chisciotte, Galleria XXV Aprile: Alle ore 17,00 nello spazio antistante sar proposta lanimazione "Mi Trasformo e spicco il volo con truccabimbo, palloncini e micromagia a cura della Coop. Nazareth. DOMENICA 16 DICEMBRE 2012 Piccola Biblioteca, Museo di Storia Naturale, via Ugolani Dati 4: Alle ore 11, il Settore Cultura e Musei del Comune di Cremona proporr il terzo appuntamento del Dicembre di abe: Luccicho di stelle, narrazione per bambini a cura di Teatro Itinerante. Spazio Ascolto a disposizione dei genitori a cura del Centro per le Famiglie del Comune di Cremona. Piccolo Baobab di Galleria del Corso,1: Dalle ore 16 alle ore 19 al torna All'ombra del Baobab, pomeriggio di giochi con possibilit di baby-parking per max 10 bambini dai 2 ai 10 anni a cura dellAssociazione Il Piccolo Baobab. Spazio Ascolto a disposizione dei genitori a cura del Centro della Relazione.

Consegnate le borse di studio Roberto Telli


ula Magna dellOspedale di Cremona gremita di studenti per la premiazione in memoria di Roberto Telli. Per l'occasione stata consegnata la borsa di studio alla miglior tesi di laurea discussa nellanno accademico 2011/2012 presso il corso in sioterapia (Universit degli Studi di Brescia sede Azienda Ospedaliera di Cremona). Vincitori sono stati Roberto Caporali e Safdar Imran. Un riconoscimento importante che ha offerto lopportunit di esortare i numerosi giovani presenti a credere nella professione nonostante il periodo di crisi che stiamo vivendo. Il premio stato promosso da Cassa Padana che ha da sempre sostenuto le motivazioni solidaristiche nalizzate a offrire unopportunit agli studenti che si distinguono per merito e capacit. Alla consegna della borsa seguita la Lezione magistrale dal tema Dalla Osservazione clinica allattivit scientica: visione bottom up della funzione motoria. Relatore Roberto Gatti, sioterapista dirigente dellOspedale Hsr, coordinatore del Corso di Laurea in Fisioterapia UniSr e group leader del Lab of analysis ande rehabilitation of motor function della neuro science Division presso lIstituto Scientico San Raffaele di Milano. Le professioni sanitarie rappresentano un bene per la collettivit. Com-

Premiati Roberto Caporali e Safdar Imran, studenti del corso universitario di fisioterapia

petenze sempre pi speciche, maggior interazione fra i ruoli e un dato da non sottovalutare: chi si laurea trova lavoro in tempi brevi. Per questo spiega Simona Mariani, direttore generale dell'Azienda Istituti Ospedalieri di Cremona la borsa di studio assegnata dal Premio Roberto Telli, giunto alla sua quinta edizione, assume un duplice valore: al primo posto c quello emotivo, legato alla memoria di una persona che non c pi e alla volont di associare il ricordo di un evento tragico a qualcosa di utile e positivo per futuro di altri studenti. In seconda istanza la collaborazione fra pubblico e privato rappresenta unopportunit di crescita e civilt, in linea con esigenze del nostro tempo: la salute un bene di tutti e linvesti-

mento di risorse, anche economiche, in questo settore va davvero a vantaggio dei cittadini. Questanno sono 31 gli studenti del corso di laurea in Fisioterapia che partecipano alla selezione della miglior tesi di laurea discussa nellanno accademico 2011/2012 (sede di Cremona) aggiunge Marita Mariotti, responsabile del Polo oniversitario aziendale e formazione. Assegnare il premio non sar semplice dato che ben otto tesi sono state valutate con 110 e lode. Se un tempo la presenza femminile presso il corso per sioterapisti era in maggioranza, oggi non pi cos. I ragazzi che scelgono di intraprendere questo percorso formativo sono in aumento. Devo dire per che il massimo dei voti (7 su 8 tesi)

stato conseguito in larga maggioranza da studentesse. Nel corso dell'incontro stato presentato il progetto Municity grazie al quale 9 studenti hanno potuto fruire di una borsa di studio e continuare cos ad accrescere il loro sapere e competenze. LAzienda Ospedaliera di Cremona ha, infatti, stipulato un accordo di partenariato con il Comune di Cremona per la realizzazione del Progetto mUNIcity, aderendo cos al Bando Anci (Associazione nazionale dei comuni italiani) riguardante lassegnazione di borse lavoro per gli studenti universitari dei Corsi di Laurea in Infermieristica,Tecnico Sanitario di Radiologia Medica e Fisioterapia. Grazie progetto Municity nove studenti dei Corsi di Laurea afferenti all'ospedale di Cremona hanno potuto fruire di una borsa di studio e continuare cos ad accrescere il loro sapere e competenze. Le borse di studio sono state assegnate in base a requisiti di merito e di reddito attraverso una commissione interna e un gruppo di coordinatori medici. Ecco i nomi degli studenti premiati: Arianna Rebecchi (Infermieristica), Alice Madoglio (Infermieristica) Elisa Ricchini (Infermieristica) Lara Migliorati (Fisioterapia) Monica Mor (Tecnico di Radiologia) Fabio Coloberti (Tecnico di Radiologia) Marco Francesconi (Tecnico di Radiologia) Roberto Bertuzzi (Tecnico di Radiologia).

Diplomata presso la scuola di Naturopatia dell'istituto RIZA

di Ermanna Allevi

Iscritta alla FINR (federazione italiana naturopati RIZA)

Gentile Naturopata, noto che l'aria inquinata provoca irritazioni delle vie aeree, tosse, bruciore agli occhi, rischio di sviluppare malattie croniche come la bronchite ecc. La mia domanda : se l'aria inquinata pu provocare danni al nostro interno, la nostra pelle come pu stare? Grazie per la sua risposta. Licia Meno conosciuta l'azione deteriorante e dannosa che l'aria inquinata esercita sulla pelle, soprattutto su quella del viso, del collo e delle mani. L'inquinamento atmosferico svolge un ruolo fondamentale nel favorire l'accumulo di trasformazioni molecolari delle cellule cutanee il cui esito finale l'invecchiamento. In sintesi le sostanze inquinanti come gas di scarico dei veicoli, fumi degli impianti di riscaldamento , gas residui di attivit industriali e fumo di sigaretta e polveri sottili producono radicali liberi che, come noto, accelerano notevolmente il processo di invecchiamento della pelle, causando: ossidazione del sebo, acne, arrossamento, secchezza e disidratazione, reazioni allergiche e lasciando la pelle spenta ed opaca riducendone la tonicit. Per questi motivi diventa importante usare creme idratanti e emollienti durante la giornata, mentre la sera una crema nutriente sar necessaria oltre ad una pulizia della pelle accurata.
Ermanna Allevi risponde alle vostre domande scrivendo a: info@naturopatia-cremona.com Oppure a: ilpiccolocremona@fastpiu.it Riceve a Cremona in via Pallavicino 6 tel. 0372-412372. Riceve a Crema telefonando al 388 9037275.

lo
Due italiani sul podio sulla Saslong
SCI

SPORT

Responsabile Fabio Varesi

Italiani dello sci profeti in patria. Nel supergigante della Val Gardena, sulla mitica Saslong, Matteo Marsaglia (2) e Werner Heel (3) solo saliti sul podio dietro il norvegese Svindal, sempre pi leader della classifica generale di Coppa del Mondo (ora ha 132 punti di vantaggio su

Ligety). In campo femminile, la svizzera Lara Gut si aggiudicata la libera di Val dIsre davanti alla statunitense Leanna Smith. Ma la notizia la caduta (senza conseguenze) di Lindsey Vonn, regina delle prove veloci. La slovena Tina Maze consolida cos il primato in coppa.

Un altro turno sulla carta favorevole alla Juventus, che ospita la coriacea Atalanta e potrebbe approfittare di un eventuale passo falso dellInter sul difficile campo della Lazio. Del resto, i bianconeri sono i favoriti numero 1 per la vittoria del campionato e anche in Coppa Italia hanno dimostrato di essere sorretti da una invidiabile condizione atletica. Chi non pu perdere altro terreno il Napoli, costretto a battere il Bologna per non dire addio con largo anticipo alle speranze di restare in corsa per lo scudetto. Cosa manca alla squadra di Mazzarri per essere grande? Il cinismo della Juve, che raramente sbaglia gli appuntamenti importanti. Da seguire anche la sfida di Verona tra il rinato Chievo (sei punti in

La Juve attende buone notizie da Roma


due trasferte consecutive) e linarrestabile Roma di Zeman, finalmente capace di blindare le vittorie, grazie a una difesa pi sicura. Per la lotta ai posti Champions c sicuramente la Roma, la squadra pi in crescita del campionato. Mentre la Fiorentina prova a ripartire nel derby con il Siena, il Milan ha loccasione per salire ancora in classifica contro il Pescara, che in trasferta davvero poca cosa. In settimana il Milan si qualificato ai quarti di Coppa Italia, dove affronter la Juve a Torino, rivincita del match vinto dai rossoneri in campionato. In coda, fari puntati sul malinconico scontro del Ferraris tra nobili decadute: in Genoa-Torino sono in palio punti pesantissimi, ma non improbabile che alla fine vinca la paura di perde-

SERIE A I nerazzurri di Stramaccioni rischiano stasera sul campo della temibile Lazio

eve permettendo, la Cremonese si specchia in una parte del suo recente passato. La sfida di domani allo Zini contro il San Marino, infatti, porter allombra del Torrazzo due ex del recente passato grigiorosso. Sulla panchina della formazione sammarinese, infatti, siede quel Leo Acori, protagonista di una velocissima parentesi in grigiorosso culminata con pochi risultati utili e le polemiche legate alla vicenda del calcioscommesse. Fu in quel periodo, infatti, che scoppi a tutti gli effetti la grana Paoloni, poi spedito a Benevento nel mercato invernale, e successivamente denunciato da Turotti. Pi piacevole, probabilmente, sar rivedere allopera Massimo Coda, autore di tanti gol in grigiorosso e di fatto principale spauracchio della gara di domenica prossima. Lex attaccante del Bologna, infatti, ha gi quattro reti allattivo, bottino importante nella pochezza della fase offensiva sammarinese che pure dovrebbe proporsi con un offensivo 4-3-3. Il punto debole della formazione di Acori, tuttavia, la difesa, decisamente allegrotta, come testimoniano i 21 gol al passivo rimediati. Eppure il San Marino l, ad una sola lunghezza dalla Cremonese, in un limbo ancora difficile da decifrare tra playout e playoff. Anche per questo motivo, la gara di domenica avr una valenza fondamentale. Congedarsi sul terreno amico con una bella vittoria, che sarebbe la terza consecutiva, significherebbe fare un bel regalo di Natale a tutto lambiente, iniettando fiducia nellanno che verr sebbene la strada sia ancora lunga e comunque molto difficile. Poi sar tempo di mercato di gennaio, con tutte le incognite del caso, visti i tempi di magra di gente buona e motivata a venire a Cremona non solo per soldi. Ma restiamo sul pezzo.

LEGA PRO Grigiorossi a caccia del terzo successo di fila contro il San Marino degli ex Acori e Massimo Coda
di Matteo Volpi AlbinoLeffe-Como Carpi-Lecce Cremonese-San Marino Feralpi Sal-Treviso Lumezzane-Tritium Reggiana-Trapani SudTirol-Portogruaro Virtus Entella-Cuneo Riposa: Pavia Lecce Carpi SudTirol Virtus Entella Trapani Pavia Lumezzane Cremonese (-1) San Marino* Como (-1) Portogruaro Cuneo Reggiana Feralpi Sal* AlbinoLeffe (-10) Tritium Treviso (-1) 29 26 25 23 22 22 19 18 17 16 16 16 15 15 10 8 3

La Cremo vuole battere il suo passato


16 Giornata

re. Nelle sabbie mobili della zona retrocessione c finito anche il Palermo, che rischia a Udinese di sprofondare ancor di pi in classifica. 17 GIORNATA (16-12 h 15) CataniaSampdoria, Chievo-Roma, Fiorentina-Siena (h 12.30), Genoa-Torino, Juventus-Atalanta, Lazio-Inter (15-12 h 20.45), Milan-Pescara, Napoli-Bologna (h 20.45), Parma-Cagliari, Udinese-Palermo (15-12 h 18). CLASSIFICA Juventus 38; Inter 34; Napoli 33; Lazio 30; Fiorentina, Roma 29; Milan 24; Udinese, Catania 22; Atalanta (-2) 21; Parma 20; Chievo 18; Sampdoria (-1) 17; Cagliari 16; Bologna, Torino 15; Palermo, Pescara 14; Genoa 12; Siena (-6) 11. Fabio Varesi fabiovaresi16@libero.it

Trappola veneta per la capolista Sassuolo, che sfida il suo passato a Padova. La squadra biancoscudata infatti allenata da Pea, la scorsa stagione al timone degli emiliani che hanno raggiunto i playoff. Una sfida molto delicata soprattutto per il Padova, un po deludente in questo girone dandata. 19 GIORNATA (15-12 h 15) Ascoli-Brescia (17-12 h 21), Bari-Novara, Empoli-Vicenza, Juve Stabia-Cesena, LivornoTernana (14-12 h 20.45), Modena-Crotone, PadovaSassuolo, Pro Vercelli-Verona, Reggina-Cittadella (17-12 h 19), Varese-Grosseto, Virtus Lanciano-Spezia. CLASSIFICA Sassuolo 42; Livorno 39; Hellas Verona 35; Varese (-1) 29; Brescia 27; Padova (-2) 26; Empoli (-1) 25, Modena (-2), Juve Stabia 25; Spezia 24; Cittadella 22; Ternana 21; Bari (-7), Crotone (-2) 19; Ascoli (-1), Vicenza 18; Cesena, Reggina (-3) 16; Virtus Lanciano 15; Pro Vercelli 14; Novara (-4) 13; Grosseto (-6) 11.

Serie B: la capolista Sassuolo sfida il Padova dellex Pea

Crema ancora vincente Rivoltana in difficolt


ECCELLENZA

Marotta in azione a Portogruaro (foto Ivano Frittoli)

Mister Scienza dovr ancora una volta fare i conti con le tante defezioni dovute ad infortuni e squalifiche, ma probabile che in linea di massima venga riproposto lo schieramento atto a rinforzare il centrocampo, con un trequartista alle spalle di due punte (Marotta e Carlini) libere di muoversi sul fronte offensivo. PROBABILE FORMAZIONE (4-3-1-2): Grillo; Sales, Cremonesi, Tedeschi, Visconti; Degeri, Baiocco, Buchel; Filippini; Marotta, Carlini. All.: Scienza.

FESTA RINVIATA Il maltempo e soprattutto la neve hanno rovinato ieri i piani di molte societ calcistiche. In particolare, la Festa di Natale del settore giovanile della Cremonese, in programma ieri pomeriggio a partire dalle ore 17.30 presso il Seminario di via Milano a Cremona, stata rinviata a data da destinarsi causa del maltempo. Prossimamente la societ grigiorossa dar comunicazione riguardante la nuova data di svolgimento della festa.

(S.M.) Crema squadrone da playoff (1-0 sul Valle Brambana con gol di Giuseppe Vaccari), Rivoltana romantica cenerentola da playout (2-6 con la capolista Giana!). E dunque questo il responso prenatalizio del torneo dEccellenza? Condizionale dobbligo, sembrerebbe proprio di s, ma la strada da percorrere, per entrambe le squadre, rimane tanta, il bello viene adesso. Alla faccia delle voci ufficiose (chiss chi le mette in giro) che vorrebbero lAc Crema 1908 alle prese con un budget risicato e da rivedere, sul campo le azioni nerobianche volano e mister Maurizio Lucchetti, nelle vesti di coach-manager si sta disimpegnando egregiamente. Lontano da occhi indiscreti intanto, il direttore sportivo Ennio Vanelli sta lavorando per dare una fisionomia davanguardia allorganigramma societario, mentre lopera di riqualificazione del vivaio (che ha una gestione economica a parte, indipendente e staccata da quella della prima squadra) coordinata dal direttore tecnico Claudio Salvi prosegue spedita. E insomma un progetto cremino da serie D: il responso finale al campo. Intanto domenica (ultimo turno prima della sosta invernale, neve permettendo), il Crema ospita lArcellasco, mentre la Rivoltana fa visita al Sancolombano. CLASSIFICA (16 giornata) Giana 42; Ciserano 34; Sancolombano 31; Cavenago, Sondrio 28; Crema 24; Trevigliese, Base 96 25; Ardor Lazzate 24; Mariano 22; Desio 20; Arcellasco 19; Rivoltana 18; Real Milano 16; Valle Brembana 15; Zanconti 10; Giussano 7; Cant 2.

S.A. La nevicata di ieri rischia di congelare ulteriormente i campionati emiliani, i primi a saltare la settimana scorsa. Difficile che a Ciano dEnza, in leggera altura, vi siano le condizioni necessarie per la regolare disputa del match fra Casalese e il team parmense. Di questo passo, impossibile fare previsioni a breve termine: prima della sosta, i biancocelesti dovrebbero scendere in campo domenica 23, in casa con la Bobbiese. Col naso allins, in Baslenga hanno gi riveduto i programmi del richiamo di preparazione invernale, perch la gara rinviata domenica scorsa con la Meletolese verr recuperata domenica 13 gennaio. CLASSIFICA (15 giornata) Meletolese 30; Castellana 26; Arcetana 25; Castelnovese, Montecchio 23; Brescello 21; Medesanese 20; Falk, Povigliese 19; Langhiranese 18; Bobbiese, Cadelbosco, Carignano 17; Ciano 16; Borgo-novese 15; Fabbrico 14; Casalese 12; Traversetolo 11.

Neve: la Casalese a rischio rinvio


PROMOZIONE

SERIE D Vincenti contro le big del girone, i gialloblu faticano con le squadre pi abbordabili
Non andato oltre il pareggio (2-2) il Pergo (in gol Amodeo e Tacchinardi) nel recupero infrasettimanale casalingo con il Trento, un risultato che non serve ad avvicinarsi alla vetta, ma che comunque tiene vive, anzi vivissime le ambizioni di vertice della squadra allenata da mister Roberto Venturato. Ma domani a Seregno bisogna scendere in campo con occhi da tigre e con piglio molto diverso rispetto a quello esibito nellultimo match casalingo contro la truppa trentina. Forte, competitiva con le corazzate o presunte tali del girone, la Pergolettese, sin qui apparsa in difficolt con le cosiddette formazioni sulla carta abbordabili, ergo, per provare a vincere il campionato e salire direttamente in Lega Pro, occorrer invertire questa rotta nellanno nuovo. Ci detto, bene ricordare che in Seconda Divisione, lestate prossima, prospettata pure dal ragionier Mario Macalli, patron di Lega Pro, ma soprattutto cannibale romantico e padre nobile del progetto Pergolettese, naturalmente bisogna disputare da protagonisti i playoff, quindi avanti tutta. Dati ufficiali e non ufficiosi alla mano, intanto, rispetto alle stagioni nel Cnd della meravigliosa epopea griffata da Max Aschedamini e soci (non ha tanto senso paragonare questa stagione alle recentissime parentesi nel football professionistico), le presenze al Voltini, nonostante la sin qui ottima stagione agonistica dei ragazzi Venturato, registrano una lieve flessione: il trasferimento del Pizzighettone sulle rive cremasche del Serio stato assimilato, oppure vanno sistemate ancora alcune cosette? Mah! Indubbiamente Cesare Fogliazza, deus ex machina del nuovo corso giallobl, straordinario e appas-

Pergolettese troppo piccola con le piccole

Classifica

Tacchinardi

dal raggruppamento ove militano i gialloblu potrebbe essere ripescata almeno una squadra. Dal punto di vista geopolitico, oltre al team cremasco, favoriti in tal senso dovrebbero essere Lecco e Voghera. Per sperare nelleventuale ripescaggio, eventualit

sionato uomo di calcio, la persona giusta al posto giusto, cos come restano validissimi i presupposti che portarono alla nascita della nuova creatura calcistica. Se per il meraviglioso popolo cannibale non va in massa al Voltini e se Crema (realt particolare) fatica ad applaudire convinta le gesta di Tacchinardi e compagni, il percorso da compiere ancora lungo: il calcio di provincia, per funzionare deve unire e non dividere pi o meno sobriamente. CLASSIFICA (17 giornata) Caronnese, Pontisola 37; Voghera 35; Pergolettese 34; Olginatese 29; Caravaggio, Lecco (-3) 26; Mapello-Bonate 24; Castellana 23; Seregno 22; Seriate 21; Montichiari 20; St. Georgen 19; Pro Sesto, Alzano Cene 18; Fersina P. 17; Darfo Boario (-1) 14; Mezzocorona 13; SantAngelo 12; Trento 10 (-1). Stefano Mauri

Sport
BASKET A2 BASKET DNC

Sabato 15 Dicembre 2012

Con il successo di Broni (51-63), la La Tec-Mar Crema ha conquistato la sua quarta vittoria esterna dopo Marghera, Udine e Selargius, raggiungendo cos la coppia Milano e Marghera, alle spalle delle capolista San Martino di Lupari e Venezia. Una vittoria che conferma lottimo stato di forma delle azzurre, che domani alle 18 ospitano da favorite il Valmadrera. Tempi duri, invece, per lAssi Manzi, che si lecca le ferite

La Tec-Mar chiede strada al Valmadrera Sfida dalta quota tra Cant ed Erogasmet
dopo il clamoroso tonfo interno con il fanalino di coda Virtus Cagliari. Le cremonesi devono subito reagire e riscattarsi domani a Udine, anche se non sar facile. CLASSIFICA (11 giornata): San Martino di Lupari, Venezia 20; Milano, Tec-Mar Crema, Marghera 16; Alghero 12; Udine, Broni, San Salvatore, Muggia 10; Valmadrera 6; Assi Manzi Cremona 4; Biassono, Virtus Cagliari 2.

27

LErogasmet Crema arrivata alla terza vittoria consecutiva nellultimo incontro del 2012 davanti al proprio pubblico. La Virtus Bergamo stata piegata nettamente 75-50, confermando il buon stato di forma dei cremaschi, seconda forza del campionato a due sole lunghezze dalla corazzata Montichiari. Ma per alimentare sogni di primato, serve vincere anche stasera a Cant in uno scontro diretto

dallesito molto incerto. Altra squadra in salute lMgK Vis, reduce da quattro successi di fila e impegnata stasera sul difficile campo di Pisogne, dove per vincere servir unaltra grande prestazione. CLASSIFICA (9 giornata) Montichiari 16; Crema, San Bonifacio 14; Cant, Piadena 12; Lissone, Pisogne, Orzinuovi 10; Bernareggio, Milanotre 8; Bergamo 6; Cittadella 4; Bancole 2; Arzignano 0.

Dopo la pausa la Vanoli affonter al PalaRadi la Scavolini Banca Marche Pesaro in una sfida salvezza molto delicata

LEGA A Anche la guardia-ala biancoblu impegnata nellAll Star Game di domani pomeriggio a Biella
di Giovanni Zagni

Tutti ad ammirare la stella Harris


questo All Star Game. Per una volta tralasciamo di scrivere di Vanoli e delle sue speranze ed ambizioni, ma diamo uno sguardo alla classifica, dicendo la nostra tra illusioni e delusioni, sia pure parziali, non avendo ancora girato la boa di met campionato. In vetta troviamo Varese, orfana di Recalcati in panchina, ma squadra quanto mai possente fisicamente e tecnicamente di ottima qualit. Per dire se durer il miracolo, aspetteremmo un po, almeno sino alla conclusione del girone di andata, ma non vi sono dubbi sulla concretezza dei varesini. A sole due lunghezze la supercorrazzata Montepaschi Siena, che dopo qualche balbettio iniziale, ha preso coscienza della sua capacit difensiva ed ora viaggia pi spedita che mai. Non ci sorprende il miracolo Sassari, squadra ben assortita, dalla panchina non lunghissima, ma alla quale Meo Sacchetti fa giocare una pallacanestro divertente ed appagante per i suoi interpreti, alcuni dei quali di assoluto livello tecnico. La seconda piazza sin qui acquisita pensiamo non sia abusiva, anche se nessuno a Sassari deve avere anche un semplice raffreddore. Per quel che riguarda il top della graduatoria, al momento le Biella-Brindisi Bologna-Siena Caserta-Venezia Cremona-Pesaro Milano-Varese Montegranaro-Cant Reggio Emilia-Avellino Roma-Sassari Varese Siena Sassari Cant Roma Bologna Brindisi Milano Reggio Emilia Caserta Venezia Cremona Montegranaro Biella Avellino Pesaro 20 18 18 14 14 12 12 12 10 10 8 6 6 6 6 4 pa. Comunque sul problema Armani vorremmo spendere qualche ulteriore considerazione, che ci ha suggerito la vittoria dei meneghini a Pesaro, con un canestro di Langford a fil di sirena finale,

rchiviata la sconfitta, peraltro prevedibile e perci indolore, patita luned sera Siena, la Vanoli, che non ha fatto una possibile figuraccia, al cospetto dei pluriscudettati toscani, sta preparando gi da ora la prossima partita interna, non facile, ma accessibile con la Scavolini Pesaro. A Siena la squadra ha giocato una gara solida, non brillantissima, del resto nemmeno i padroni di casa erano al top, ma quel che conta, non ha subito le batoste tipo Cant o Milano a domicilio, aumentando la propria autostima, pur in presenza di un risultato negativo. Domenica (ore 17.15 in diretta su La7d e SportItalia2) assisteremo alla sfida tra i migliori della Lega A e la nostra squadra nazionale, che chiameremo giovanile, in quanto le convocazioni non hanno disturbato i grossi calibri. Scelta giusta quella della Fip, che servir a valorizzare il maggior numero possibile di giovani talenti al cospetto di tanti vecchi marpioni, per lo pi di pelle scura. Tra questi, salutiamo con soddisfazione la presenza di Lance Harris, cos che Cremona sar presente anche a Biella per

contendenti pi accreditate ci paiono quelle citate, stante lo zoppicare di Cant, laltalenante rendimento di Roma ed il deludente cammino di Milano, non solo in campionato, ma anche in Euro-

BOCCE

Classifica

12 Giornata

Lance Harris a canestro

ma non solo questultima partita. Milano ha potenziale economico, tecnico, fisico da stella assoluta, comprendendo tra i battuti prima di giocare anche Siena e Cant, ma il campo pare dare verdetti diversi. Perch? Noi propendiamo per una difficolt interna, di una incompatibilit tecnica tra persone di indubbio peso tecnico, poco consigliate da un coach magari bravissimo, ma dal non facile approccio con i suoi giocatori. Vorremmo sbagliarci per il bene dellArmani, ma propendiamo per una rottura prolungata da qui alla fine. Anche se la differenza di punti non ancora stabilizzata, pensiamo che parlando di vertice bisogna esaurire qui il discorso. Andiamo pi gi, pi vicino alle problematiche che riguardano la nostra squadra cittadina. Pensiamo che dai guai si toglier presto Venezia, che ha sofferto presumibilmente degli stessi problemi di Milano, cos come far Biella, che non una squadra debole, anzi, mentre resteranno a soffrire Montegranaro, Avellino e a sorpresa Pesaro. Ma come andr per biancoblu del nuovo coach Gigio Gresta? Soprattutto per scaramanzia ci asteniamo dal fare pronostici, anche se il nostro cuore batte forte nella direzione pi ovvia.

Sulle corsie del bocciodromo di Casirate dAdda, in calendario la prima delle tre fasi del campionato provinciale cremasco, organizzato dalla bocciofila locale in stretta collaborazione con il comitato tecnico. Nella categoria B, specialit coppia, si assistito ad una terzina di finale ricca di emozioni con vittoria al fotofinish di Santo Sambusida e Valerio Branchi. Dopo essere stati sconfitti dai casiratesi Moioli e Gusmini (10-12), i capergnanichesi superavano Pietrobelli-Rupo che a loro volta simponevano sui beniamini di casa per 12-3. Era quindi necessario ricorrere ai pallini dove i pi precisi si confermavano Sambusida e Branchi. Anche nellindividuale di categoria D era necessario la roulette dei pallini per designare il nuovo campione provinciale. La spuntava Giovanni Oneda che

Sambusida e Branchi si sono imposti al fotofinish Gara benefica per Telethon


(M.M.) Una serata da non perdere al bocciodromo comunale dove questa sera in programma la finale della gara benefica, a favore di Telethon, organizzata dalla PuntoRaffaVolo in collaborazione con il comitato provinciale. Conferme nelle batterie dove in categoria A in evidenza Pettinari-Visconti, Massarini-Minerva e PedrignaniGuglieri. Nelle altre categorie bene Amarossi-Gaetti, Bedani-Pagliari G., Stringhini-Tessadri e Bernuzzi-Cornelli. Le finali inizieranno alle ore 19 (con gli spareggi), direttore di gara Ennio Clementi.

Sulle corsie del bocciodromo di Casirate dAdda andata in scena la prima fase del campionato provinciale cremasco

Appuntamento organizzato dalla PuntoRaffavolo

Branchi e Sambusida

Giovanni Oneda premiato da Moioli

non si demoralizzava dopo la sconfitta contro Isaia Lupo Pasini (10-12); prima si sbarazzava di Rinaldo Delfini (12-5) ed successivamente era implacabile nello spareggio finale. Nella categoria A, show della Vis Trescore grazie a Guerrini-Galantini-Zagheno che in finale simponevano sui compagni di societ Venturelli-

Colombo-Zafferoni. Infine, sorride la bocciofila Oratorio di Pianengo nella categoria C (specialit terna) per merito di Walter Bianchessi, Luigi Mussi e Pietro Pavesi. Ha diretto la manifestazione Francesco Lanzi, arbitri di finale Padovani e Polenghi. Massimo Malfatto

CICLISMO

La Cannondale ha chiuso la campagna acquisti per il 2013. Il team diretto da Roberto Amadio, che ha le sue punte in Peter Sagan, Ivan Basso, Moreno Moser ed Elia Viviani, ha ingaggiato dalla Saxo Bank-Tinkoff largentino Lucas Sebastian Haedo, velocista classe 83: lorganico definitivo quindi di 28 corridori. Haedo fratello minore del pi famoso Juan Jos, che resta invece nel team di Bearne Riis, il quale si intanto assicurato il 32enne australiano Michael Rogers, gi tre volte campione del mondo a cronometro, nel 2012 pedina fondamentale a Sky per il trionfo al Tour di Bradley Wiggins. Lisa Gamba, 18 anni, bresciana di Ro Vociano, campionessa italiana sui 500 metri tra le Junior, debutter nella categoria Donne Elite nella formazione toscana della Michela Fanini Rox diretta da Giuseppe Lanzoni. Raduno in Toscana della squadra russa Katusha, la formazione diretta da Vjatcheslav Ekimov e Valerio Piva, con Joaquin Purito Rodriguez, numero

Premiati Moser jr e Prandelli Lo Stradivari si confermato un team dalto livello


TRIATHLON
1 della classifica mondiale, Menchov, Kolobnev e gli italiani Giampaolo Caruso e Luca Paolini. MOSER JR E IL CT Presso il Centro Congressi di Bergamo sono stati consegnati i premi del 35 Capodanno del Ciclismo Bergamasco ai professionisti Moreno Moser, Marco Pinotti e Giacomo Nizzolo e ai ciclisti orobici Enrico Barbin, Mattia Cattaneo, Davide Villella e Rossella Ratto. Premi speciali agli ospiti donore, Cesare Prandelli, ct della nazionale azzurra di calcio, al giornalista Marco Civoli e al direttore del Giro dItalia Mauro Vegni. PREMIO FORZE NUOVE Il premio Forze Nuove, uno dei premi pi ambti in campo nazionale che il Gruppo Sportivo Domus di Bergamo ha istituito nel 1968, ha emesso i suoi verdetti: premiati Arianna Fidanza, Umberto Primo Bonacina, Alessandro Bertazzoni, Gianluca Valoti, la Progetto Ciclismo, Sante Gaiardoni e Gigi Moriggi. Fortunato Chiodo Lanno delle conferme. Il 2012 ha attestato ai massimi livelli la qualit del Triathlon Cremona Stradivari in ogni espressione, dalla forza del settore Elite, alla vitalit del movimento Age Group, alla crescita del settore giovanile, sino alla solidit della macchina organizzativa di eventi. Sia in ambito nazionale, sia in campo internazionale lo stile della squadra cremonese stato dunque protagonista con continuit durante la stagione e ha firmato pagine di grandi gioie. Soddisfazioni che sono il frutto di un lavoro mirato, fatto di qualit, innovazione e investimento. In rigoroso ordine cronologico, perch la societ ha puntato sul settore Elite per crescere il movimento sul territorio, ha modernizzato lespressione della triplice (Cremona Itu Sprint European Cup rientra in questa voce con uno standard qualitativo da esempio in Italia ed al top in ambito internazionale), infine ha puntato a capitalizza-

re ogni risorsa sulla crescita del settore giovanile e sul proprio futuro. Un lavoro imponente, che ha portato il Triathlon Cremona Stradivari ad essere una delle realt di vertice sul territorio, grazie anche allimportante sostegno dei partner che hanno creduto in questo progetto e lo hanno affiancato nella sua crescita continua. Di sicuro il 2012 trova una delle massime realizzazioni nella presenza di Mateja Simic alle Olimpiadi di Londra: un traguardo storico per

la societ, che stata a fianco della sua atleta nel cammino verso il grande traguardo. Non stata lunica gioia in ambito internazionale per il team, protagonista sulle lunghe distanze con Martina Dogana, negli XTerra con Marion Lorblanchet e Francois Carloni o ancora con le medaglie dei propri Age Group nelle varie competizioni. In Italia, il 2012 ha visto indossare il tricolore da Sara Tavecchio nel Ttiathlon in versione Off Road e da Sara Dossena nel Duathlon Classico, oltre alla conferma di Veronica Signorini. Sono poi arrivate le soddisfazioni dei ragazzi nelle gare giovanili ed proprio questo il risultato che ha confermato la bont del lavoro svolto in proiezione futura. CICLISMO Oggi alle 19.30, presso la propria sede, la Polisportiva Madignanese festeggia le proprie squadre presenta la nuova formazione Juniores di ciclismo

28

Sabato 15 Dicembre 2012

Sport

Icos Crema davvero una squadra che non molla mai. Al terzo tiebreak consecutivo, le violarosa si sono portate a casa un punto prezioso dalla difficile trasferta di Modena. Una partita altalenante, con le due squadra che si sono alternate nella guida del gioco: peccato per il quinto set, nel quale le violarosa hanno ceduto di schianto, complice forse la stanchezza. Un risultato che comunque ha portato il buonumore allinterno della squadra Siamo contente, anche se c un po di rammarico perch i punti potevano essere due - ha affermato il libero Sara Paris - ci mancata un po di aggressivit sul finale di gara, soprattutto nel tie-break le abbiamo lasciate andare senza creare loro troppi problemi. La stanchezza si fatta sentire, ma un punto su questo difficile campo va bene. Soddisfatto anche il vice allenatore Camillo Dosi: Conquistare un punto a Modena va benissimo, anche se vedendo come andata la gara potevano sicuramente essere di pi. Peccato per il quarto set, siamo mancate un po fisicamente e non siamo riusciti a chiudere la gara, comunque la squadra c, ha voglia di lottare in ogni partita e si vede. Potevo essere tre punti, ma va bene cos. Ma per far punti anche domani contro Villa Cortese, servir unaltra prova

LIcos mette la freccia per il sorpasso


Bergamo-Conegliano Busto Arsizio-Bologna Chieri-Modena Icos Crema-Villa Cortese Pesaro-Urbino Piacenza-Giaveno Busto Arsizio Bergamo Piacenza Conegliano Modena Chieri Villa Cortese Crema Pesaro Giaveno Urbino Bologna

VOLLEY A1 Dopo il punto conquistato a Modena, le violarosa provano a battere Villa Cortese per superarla in classifica

19 18 18 14 14 13 13 11 10 9 4 1 fronte ai moltissimi genitori accorsi per loccasione, le bambine si sono sfidate in partite 3 contro 3 sotto lattenta guida delle pallavoliste pi grandi. Due ore di puro divertimento, a cui hanno partecipato anche gli iscritti al corso di minivolley della societ Volley Dovera 2000, che da anni collabora con il Crema Volley. I 65 partecipanti sono stati suddivisi per et e hanno dato vita a sfide avvincenti, sotto la guida delle giocatrici della prima squadra.

maiuscola, contro una formazione che ha passato (con un po di fortuna) il turno in Champions League. Al PalaBertoni servir il sostegno del pubblico per centrare un altro successo, che potrebbe rendere davvero brillante la classifica delle violarosa. MINIVOLLEY Grande festa per il gruppo del minivolley della societ cremasca. Le 53 mini atlete del Crema Volley hanno avuto la possibilit di conoscere personalmente le giocatrici della serie A1: al PalaBertoni, di

E stato un intenso periodo di lavoro per la Reima Crema. Nonostante il campionato si sia fermato per la sosta dellImmacolata, la squadra di Verderio ha continuato ad allenarsi per preparare i prossimi impegni di campionato e in amichevole ha battuto 4-1 i Diavoli Rosa Brugherio, confermando un buon stato di forma. Malgrado una classifica deficitaria, la squadra carica nel voler cambiare rotta, anche grazie al recupero degli infortunati. In primis Alberto Bigarelli, rientrato dopo un fastidioso infortunio al ginocchio che lo ha tenuto lontano dall parquet per sei turni. Adesso sto bene ha affermato lo schiacciatore modenese sono molto contento di essere tornato in campo e di essere abile ed arruolato per il mister e per la squadra. Non sono ancora al top, ma sto crescendo di condizione e questo sar importante per i prossimi impegni contro Genova (oggi in trasferta) e Mondov. Adesso, con il mio rientro e quello di Giulio Silva non abbiamo pi alibi e abbiamo il dovere di uscire da questa situazione di classifica difficile che non si addice al nostro vero valore. Dobbiamo dimostrarlo e soprattutto dobbiamo migliorare alcuni meccanismi di gioco, poich con Giulio non ho mai giocato. La sosta arrivata a puntino per oliare meglio la nostra intesa nella manovra offensiva e nei movimenti di ricezione e difesa. Il nostro vero campionato inizier Genova. CLASSIFICA (8 giornata) Cant 22; Bergamo 18; Milano 17; Genova 16; Asti 14; Cuneo 13; S. Antioco 12; Olbia 11; Brugherio 10; Cagliari, Iglesias 9; Brescia 8; Reima Crema 5; Cisano 4. POM CASALMAGGIORE-APOLLON LIMASSOL 4-0 (25-9, 25-14, 25-14, 25-12) POM CASALMAGGIORE: Corna, Bacchi 6, Olivotto 13, Guatelli 11, Nardini 1, Agrifoglio 1, Zago 8, Beier 14, Repice 11, Gibertini (L), DAmbros (L). All.: Milano. APOLLON LIMASSOL: Manitarou 2, Kovacheva 7, Asque 4, Konstantopoulou 2, Irakli, Stoyanova 3, Leonidou 3, Zakchaiou 1, Konstantinou 2, All.: Giapanis. 11 GIORNATA (16-12 h 18) Cabelbosco-Ornavasso, Marsala-Mazzano, Novara-Frosinone, PaviaMontichiari, San Casciano-Fontanellato, San VitoPom Casalmaggiore, Soverato-Sala Consilina. CLASSIFICA Novara, Ornavasso 26; Pom Casalmaggiore 25; Frosinone, Montichiari 17; Pavia, San Casciano, Mazzano 15; Sala Consilina 14; Soverato 13; Cadelbosco 12; Fontanellato 6; Marsala 5; San Vito 4.

Bigarelli sicuro: Il campionato della Reima inizier a Genova


SERIE B1

SERIE A2

La Pom si allena vincendo in amichevole


Un'azione sottorete contro Soverato

Classifica

9 Giornata

La Pom Casalmaggiore si preparata alla trasferta di San Vito nel migliore dei modi, superando nel test amichevole del Pala Farina la formazione cipriota dellApollon Limassol con un netto 4-0. Successo ineccepibile nel gioco e nel punteggio, in tutti e quattro i parziali disputati le ospiti non sono mai riuscite a raggiungere quota quindici e nel primo hanno addirittura ceduto a nove. Reduci dal pesante 3-0

incassato dalla Rebecchi Nordmeccanica in Challenge Cup, le ospiti non hanno certo impressionato per qualit di gioco e la superiorit della Pom stata schiacciante. Nei primi due set mister Milano ha schierato la formazione tipo delle ultime gare, mentre dal terzo parziale ha dato spazio a molti cambi con Nardini al centro al posto di Repice, DAmbros nelle vesti di libero per Gibertini. Agrifoglio, ormai

ripresasi dopo la distorsione alla caviglia, stata schierata in cabina di regia, con Corna e Zago (sempre pi avviata verso il recupero) in zona due. Non impiegata linfluenzata Federica Nasari, che lo staff ha giustamente deciso di lasciare a riposo per poterla aggregare al gruppo in partenza per la Puglia, dove la Pom vuole continuare la scalata alla vetta della classifica, al momento distante un solo punto.

GINNASTICA
Sabato scorso a Carate Brianza si svolta la finale dei Campionati italiani di ginnastica artistica maschile. Manuel Benna di Vaiano Cremasco, atleta della Liberi e Forti Castelleone, allenato da Ramon Orini, si aggiudicato la medaglia dargento e quindi il titolo di vice campione italiano nella categoria Allievi terza fascia. Davvero esiguo, solo 2 decimi di punto, il distacco dal primo classificato della Ginnastica Salerno. Il giovane leone classe 98, ha tenuto la testa della classifica nelle prime due rotazioni, grazie a un ottimo salto al volteggio (14.80). In seguito, alle parallele pari, ha effettuato lesercizio che si dimostrato il migliore della giornata con il punteggio di 13.90. Alla sbarra purtroppo una piccola indecisione lo ha fatto scendere momentaneamente al quinto posto (13,25). Archiviato il piccolo passaggio a vuoto, Benna ha

dimostrato la grinta e la voglia di rivincita di un vero ginnasta, concludendo la sua performance con una bella ed elegante prestazione al corpo libero (14.10), che gli ha permesso cos di recuperare ben tre posizioni e di conquistare il podio e la medaglia dargento. In queste importanti gare, come ha analizzato dal tecnico, lemozione o il minimo calo di concentrazione possono fare brutti scherzi e puo capitare di sbagliare degli elementi che normalmente, in allenamento, si realizzano a occhi chiusi. Quellerrore, sebbene piccolo, ha tolto quei tre decimi di penalizzazione, con i quali Manuel avrebbe comodamente vinto il titolo di campione italiano - ha rivelato Ramon Orini -. In ogni caso, il secondo posto

Manuel Benna argento agli Italiani

Il podio con Benna (primo a sinistra)

ha reso tutti fieri del risultato, costruito sul lavoro e la costanza. Davvero soddisfatto il presidente della Liberi e Forti, Giancarlo Morandi e il suo staff dirigen-

ziale che tanto in questi ultimi due anni hanno investito nellartistica maschile, disciplina in cui il club ca-stelleonese si ritagliato un ruolo da leader nel

Cremasco e nel Cremonese. Concluso in bellezza il 2012, Manuel Benna si prepara nel 2013 al passaggio nella categoria Juniores, mentre a partire da febbraio gli atleti pi piccoli saranno chiamati a difendere il titolo italiano a squadre, conquistato nella categoria Gpt lo scorso giugno. VANESSA SFORTUNATA Sembra una maledizione quella che sta perseguitando Vanessa Ferrari, sempre ai piedi del podio per un soffio. Dopo aver perso la medaglia olimpica, la Ferrari a Glasgow in Coppa del Mondo, ha sfiorato il podio nellall around per solo tre decimi di punto. Stavolta a tradire latleta azzurra stata la trave e non le parallele come era avvenuto la settimana prima a Stoccarda. Insomma, Vanessa chiude un 2012 da protagonista, ma con tanti rimpianti per le medaglie solo sfiorate.

Matrimonio, vince la tradizione


P
Pagine a cura di Martina Pugno arit e uguaglianza dei sessi non significa totale abbandono delle tradizioni: ci sono ancora compiti che la maggior parte delle donne ritengono siano prerogativa dell'uomo. Tra questi, la proposta di matrimonio: secondo uno studio condotto dalla ricercatrice Rachael Robnett, psicologa dell'Universit della California di Santa Cruz, a proporre l'inizio di una vita a due preferibile che sia l'uomo. Il matrimonio, dunque, resta "old style", sia per volere delle donne, sia per volere degli stessi uomini. A dimostrarlo sono le risposte dei due terzi degli intervistati, di entrambi i sessi, ottenute attraverso un sondaggio condotto tra gli studenti dell'universit statunitense. Il legame con le tradizioni resta anche per quanto riguarda il cognome: il 60% delle donne e il 64% degli uomini si dichiarato favorevole all'assunzione del cognome del marito da parte della neosposa. Solo il 2,8 per cento delle donne ha dichiarato che non le dispiacerebbe fare il primo passo e chiedere al proprio partner di sposarla, ma nessuno degli intervistati di sesso maschile si mostrato entusiasta di fronte a questa ipotesi. Agli studenti, nel corso dell'esperimento, stata anche data la possibilit di motivare la propria risposta e il 41 per cento delle donne e il 57 per cento degli uomini ha semplicemente detto che in una coppia esistono ruoli precisi e che l'equilibrio in questione non va scardinato. Un uomo ha addirittura argomentato che ricevere la proposta dalla fidanzata lo farebbe sentire "meno virile" e una donna che la proposta femminile sarebbe una cosa "inopportuna". Certe consuetudini, dunque, non sembrano subire lo scorrere del tempo e si mantengono tradi-

Speciale Sposi

Sabato 15 Dicembre 2012

29

SPOSI TRA GLI SQUALI


Il giorno del matrimonio non pu che essere speciale. E' il momento pi importante nella vita della coppia e proprio per questo deve poter essere unico: non a caso si investono molti mesi e altrettante emozioni nei preparativi. Rendere il giorno del matrimonio speciale un vero e proprio imperativo soprattutto per le coppie come Ellie Barton e Phil Hendicott, che hanno fatto dell'originalit la chiave del proprio matrimonio: la coppia australiana hanno scambiato la loro promessa di amore eterno davanti a 250 ospiti indossando nientaltro che i loro anelli di nozze ed un bouquet di rose strategicamente collocati. Lunica cosa che la sposa portava, oltre il bouquet, stato un lungo velo bianco di nozze. Non ha invece preso alla leggera il dettame che vede la sposa indossare un abito da sogno la donna cinese che ha indossato il suo abito della lunghezza di oltre 600 m di lunghezza e del peso di oltre 100 kg. April Pignataro e Michael Curry di New York si sono sposati nel giugno 2010 e hanno invece deciso di farlo coinvolgendo nel rito la loro pi grande passione condivisa. La sposa indossava una muta bianca e lo sposo indossava una muta tradizionale nera quando sono saliti allinterno di una vasca di squali per sposarsi allAtlantis Marine World di Riverhead, New York. Entrambi sono subacquei esperti ed erano protetti da una gabbia mentre erano circondati da squali, anguille e una cernia gigante. Indossavano attrezzatura subacquea e microfoni, cos amici e parenti hanno potuto ascoltare in onda le loro parole. Di passione sportiva si trattato anche per Bryan Willey e Stacee Kennedy, che ha scambiato gli anelli in perfetto stile Nascar. Se anche voi volete prendere esempio, ricordate che la pista offre pacchetti di nozze che includono due giri di pista, una bottiglia di champagne e la possibilit di tenere il vostro ricevimento in una stanza che affaccia sul famoso tracciato.

Le cerimonie pi strane

zioni radicate ed apprezzate da ambo le parti. Ci non toglie, naturalmente, che la proposta possa

essere condita con fantasia e originalit, per essere resa unica e indimenticabile. Il momento deve es-

sere romantico, ma possibile variare ed uscire dai soliti schemi per sorprendere ancora di pi la propria innamorata. La cena a lume di candela con successiva proposta certamente quanto ci si aspetta e immagina: allora perch non stupire, invece, con una proposta pi affine ai gusti e alle passioni condivide della coppia? Per gli amanti del cinema, un'idea originale sar quella di realizzare un filmato con pi proposte di matrimonio, alla quale aggiungere la propria; una proposta in musica scioglier qualsiasi appassionata mentre se siete entrambi soggetti al fascino dei manga, perch non realizzare un fumetto con tutte le tappe della vostra storia, fino a quella della fatidica proposta? Alla fantasia non c' limite, cos come alla gioia di chi ricever una proposta "cucita" su misura, alla quale sar impossibile dire di no.

30

Sabato 15 Settembre 2012

Speciale Sposi

Cultura e tradizioni: nozze in Antica Grecia

Per le spose di oggi come per le spose di ieri, il matrimonio sempre stato considerato come il giorno pi importante della propria vita: cos era anche nell'Antica Grecia, dove le nozze avevano, proprio come oggi, una forte connotazione religiosa. Molte usanze sono andate perdute, altre sono giunte fino a noi, attraversando i secoli. Una prima grande differenza risiede nel fatto che il matrimonio diventava valido solo nel momento in cui gli sposi cominciavano a vivere sotto lo stesso tetto. Nel caso in cui ci non si fosse verificato il matrimonio sarebbe stato considerato nullo, mentre una convivenza senza contratto matrimoniale era considerata illegittima. Luso di festeggiare fastosamente le nozze in Grecia era una tradizione non obbligatoria, ma fortemente diffusa per manifestare pubblicamente il consenso del padre della sposa e rendere pubblico il contratto. Una delle usanze pi diffuse prevedeva che gli sposi celebrassero un rito purificatore presso una fonte sacra: la mattina delle nozze gli sposi facevano il bagno nellacqua attinta presso delle fonti sacre a divinit connesse con le nozze. Un'altra consuetudine vedeva il padre della sposa compiere dei riti propiziatori alle divinit della citt mentre la sposa bruciava la bile dellanimale sacrificato; tale rito stava ad augurare ai due novelli sposi un matrimonio privo di conflitti e litigi. Seguiva poi il banchetto allestito presso la casa dello sposo. Gli uomini e le donne presenziavano e festeggiavano in ambienti separati, anche perch lo sposo e la sposa non erano ancora mai stati luno al cospetto dellaltra. Caratteristica peculiare delle spose greche la presenza del velo: durante tutto il corso della giornata la fanciulla non era visibile a nessuno. Dopo il banchetto la sposa avvolta nel lungo velo veniva condotta alla presenza dello sposo. Ad entrambi era posta una corona di fiori sulla testa e venivano profumati abiti e capelli con oli. Un carro generalmente trainato da buoi attendeva gli sposi fuori dalluscio e insieme ad uno dei padri, un corteo di fiaccole, musici, donne che intonavano inni e danzatori accompagnavano i due sposi fino alla loro nuova casa.

abito indossato dalla sposa nel giorno del suo matrimonio , fin dall'antichit, legato a particolari usanze e tradizioni che vengono ancora oggi, con qualche modifica, diffuse e rispettate dalle future spose. Nel giorno del matrimonio, da sempre la sposa si caratterizza per l'uso di abiti sontuosi e che ne risaltino la bellezza, facendola spiccare tra tutti gli invitati alla cerimonia e al ricevimento. Nell'antica Grecia le future mogli, come abito da sposa, indossavano la tunica abituale adornata per da cordoni che cingevano la vita. Sulla testa, inoltre, portavano delle coroncine di mirto, il fiore sacro ad Afrodite, Dea dell'amore. Nell'antica Roma, invece, il giorno del matrimonio la casa veniva addobbata con corone di fiori, di mirto e di alloro, e le spose indossavano una tunica di colore bianco, stretta in vita da una cintura di lana i cui capi erano annodati in maniera particolare contro il malocchio. La veste bianca era coperta da un ampio mantello color zafferano, e dello stessa tinta erano anche i ricchi calzari ai piedi; al collo portavano una collana di metallo. I capelli erano divisi in sei trecce, raccolte fin dalla sera prima in una retina rossa, e coperti da un velo rosso rubino, arancione o giallo che copriva la fronte e fermato da una coroncina di mirto e fiori d'arancio. Nel Trecento, in Inghilterra, le ragazze vestivano con ricchi abiti da sposa, ma portavano in mano rametti di rosmarino, che simboleggia il ricordo, la fedelt. Il rosmarino, inoltre, una pianta forte e resistente, sebbene cresca lentamente e all'inizio con difficolt, per questo viene tradizionalmente scelto come simbolo dell'amore femminile.

L'

Labito da sposa nella storia


Dalle usanze latine e greche fino alle pi moderne tendenze per il vestito

Nel Medioevo il vestito da sposa era tipicamente rosso, a simboleggiare amore ardente, e cucito con stoffe preziose, come velluti, broccati e damaschi. In epoca napoleonica il porpora fu sostituito da colori pastello, con abiti stile impero stretti sotto il petto. La prima donna ad indossare un vestito da sposa bianco, di cui si ha traccia storica, fu Anna di Bretagna alle sue nozze con Luigi XII. Fu quindi seguita dalla regina Vittoria nel 1840, che sostituir un abito da sposa candido a quello d'argento

fino ad allora usato nei matrimoni regali: fu lei a lanciare la vera e propria moda. Il bianco d'altronde, oltre ad essere simbolo di purezza e candore, dava una noto di eleganza in pi all'evento, differenziandosi dai normali colori di uso quotidiano che erano normalmente di colori scuri poich difficilmente sporcabili. Oggi il bianco e tutte le sue sfumature sono i colori pi usati per gli abiti da sposa, e diventano d'obbligo per matrimoni eleganti e formali. Oggi la sposa ha una scelta pressoch infinita di varianti, modelli e perfino

colori, allontanandosi da quella che fino a poco tempo fa stata considerata una tradizione imprescindibile: il vestito da sposa doveva infatti essere bianco, simbolo di purezza. Col tempo si sono fatti spazio anche abiti blu, che indica sincerit da parte della sposa, abiti verdi, colore simbolo di timidezza. Altri colori venivano invece sconsigliati, come il nero, simbolo di pentimento, o l'avorio che si diceva preannunciasse una vita turbolenta. Il marrone invece auspicio di una vita lontana o in campagna.

Aspettando il Natale