Sei sulla pagina 1di 26

Gli strumenti: il progetto ART-PAST per la digitalizzazione del patrimonio

C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

IL PROGETTO
Il progetto Art Past (Applicazione Informatica in Rete per la Tutela e la Valorizzazione del Patrimonio Culturale nelle Aree Sottoutilizzate) stato presentato nel 2003 dalla Direzione Generale PSAD al CIPE (delibera n. 17/2003, punto 1.1), che lo ha finanziato (delibera n. 83/2003).
Allinizio del 2005 la responsabilit del progetto stata assunta dalla Direzione Generale per lInnovazione tecnologica e la promozione.

Nel maggio 2005 lindividuazione della Soprintendenza BAPPSAE di Pisa come ente attuatore e della Scuola Normale Superiore di Pisa come responsabile del supporto tecnico scientifico hanno consentito lavvio delle attivit.
C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

LORGANIGRAMMA del progetto Art Past

Responsabile del procedimento- Antonia Pasqua Recchia, Direttore Generale per lInnovazione Tecnologica e la Promozione Direzione dei lavori- Clara Baracchini, Soprintendenza BAP-PSAE di Pisa, affiancata dai responsabili dei singoli obiettivi di progetto: Cinzia Ammannato (SUE), Sandra Gatti (ASTARTE) Comitato tecnico scientifico formato da rappresentanti dellIstituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione, dellIstituto Centrale del Restauro e della Scuola Normale Superiore Consulenza, monitoraggio e controllo sono affidati alla Scuola Normale Superiore nella persona di Umberto Parrini

C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

GLI OBIETTIVI
contribuire alla trasformazione della Pubblica Amministrazione tramite la tecnologia dellinformatica e della comunicazione individuando e sperimentando applicazioni adeguate per tutelare Patrimonio Culturale e comunicarne al cittadino il valore e il significato migliorare la protezione del patrimonio storico artistico attraverso il potenziamento degli Uffici Esportazione preposti ad autorizzarne la circolazione delle Soprintendenze preposte ad acquisirne la conoscenza attuarne la valorizzazione, documentandone la natura e la storia interna ed esterna, al fine di presentarlo oggi al pubblico degli studiosi e dei conservatori domani alla scuola e al pubblico generico raccordandosi con il Portale della cultura italiana

C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

GLI OBIETTIVI SPECIFICI


1. popolamento del database nazionale SIGEC mediante

linformatizzazione della documentazione cartacea e la normalizzazione dellinformatizzato secondo gli standard ICCD del patrimonio catalografico di interesse storico-artistico ed etno-antropologico
redazione e/o informatizzazione delle schede delle opere dichiarate di interesse storico-artistico 2. messa a regime del Sistema Informativo in rete degli Uffici Esportazione (SUE) che consentir di memorizzare elettronicamente i dati relativi ai procedimenti svolti dagli UE al fine di garantire la visibilit dello stato dei procedimenti una pi veloce ma anche pi documentata decisione in merito alla circolazione del Patrimonio una maggiore efficacia e trasparenza al servizio reso al cittadino
C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

GLI OBIETTIVI SPECIFICI

3. la realizzazione sperimentale di dossier elettronici di opere darte, condivisibili in rete e collegabili con le schede catalografiche relative, ove raccogliere e strutturare tutti gli eventi che hanno interessato lopera, con specifico riguardo agli interventi di restauro 4. assicurare linfrastruttura di rete ed unadeguata dotazione HW e SW alle Soprintendenze

C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

LE ATTIVIT
per
ottimizzare le risorse definire una calibrata suddivisione dei fondi individuare le pi efficaci procedure operative da seguire nelle fasi di pianificazione ed esecuzione del progetto,

SNS e DL hanno ritenuto anzitutto necessario elaborare linee guida che hanno portato a:

Coinvolgimento totale delle soprintendenze attraverso


Presentazione in loco del progetto (eseguito nel giugno-luglio 2005) Gestione diretta dei fondi (piano di ripartizione segnalato a settembre 2005)

C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

Linee guida
effettuare una istruttoria presso ogni Soprintendenza dellarea coinvolta e presso tutti gli Uffici Esportazione per ottenere un quadro preciso di:
consistenza del patrimonio informativo (schede catalografiche e documentazione di restauro) stato della catalogazione del patrimonio vincolato qualit dell'eventuale informatizzazione e sua compatibilit con gli standard nazionali consistenza della dotazione e delle infrastrutture tecnologiche esigenze di archiviazione della documentazione

(attivit eseguite nel giugno-settembre 2005)


C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

Lo stato dellarte: i sistemi informativi a disposizione

AKIRA GIS

georeferenzia struttura il contenuto dei documenti distinguendo persone, materiali, ecc. consente ricerche complesse (and, or not)

MA NON IN RETE

C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

Lo stato dellarte: i sistemi informativi a disposizione

AKIRA GIS per la torre di pisa

Rappresentazione delle colonne della Torre di Pisa allinterno del sistema AKIRA C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

Lo stato dellarte: i sistemi informativi a disposizione

AKIRA GIS per la torre di pisa


Mappatura delle tipologie di degrado collegata alle informazioni metriche dei conci interessati

C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

Lo stato dellarte: i sistemi informativi a disposizione

AKIRA GIS per la torre di pisa

Statistiche sulla distribuzione dei materiali lapidei C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

Lo stato dellarte: i sistemi informativi a disposizione

ARKIS NET
web gis per il progetto di conservazione assistito caso studio: teatro romano di Aosta (P. Salonia, A. Negri, 2001, 2004)

informazioni contenute: materiali, degrado

C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

Lo stato dellarte: i sistemi informativi a disposizione

GIS cartella clinica



georeferenzia struttura il contenuto dei documenti distinguendo persone, materiali, ecc. consente ricerche complesse (and, or not) MA NON IN RETE

Carla Bartolomucci Caso studio: S. Maria di Collemaggio a LAquila, sec. XIII-XV


C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

GLI ESITI DELLISTRUTTORIA

Sono stati scelti e messi a disposizione delle Soprintendenze due Sistemi Informativi, nati a Pisa dalla collaborazione tra Universit, Soprintendenza, Scuola Normale Superiore e due giovani societ informatiche - sviluppati con tecnologie open source e web-based pensati per modellare le informazioni ricavabili dalle fonti (ARISTOSArchivio informatico per la storia della tutela delle opere storico artistiche)

gestire, attraverso un GIS web-based, la documentazione di un intervento di restauro, dalla progettazione al monitoraggio (SICaR-Sistema Informativo per la gestione dei Cantieri di Restauro)

C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

Un Sistema Informativo per gli archivi di restauro

ARISTOS
Archivio Informatico per la Storia della Tutela delle Opere storico-artistiche

Nato cone prototipo stand alone, con il contributo della provincia di Pisa, per
organizzare e strutturare le informazioni inerenti la storia della tutela delle opere conservate nellarchivio di una Soprintendenza

Ottimizzato per divenire uno strumento in rete, adeguato a strutturare e condividere


informazioni conservate in differenti archivi

Realizzato facendo uso di tecnologie open source supporto della Scuola Normale Superiore di Pisa e la collaborazione delle Universit degli Studi di Pisa e Udine

Basato su di una analisi dei requisiti effettuata da una Soprintendenza, con il

C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

Un Sistema Informativo per i cantieri di restauro


SICaR w/b

pensato come GIS web based, sviluppato allinterno di OPTOCANTIERI da Liberologico Srl e dalla Soprintendenza di Pisa su cantieri sperimentali condotti da imprese partner del progetto (2003-2005) realizzato facendo uso di tecnologie open source basato su di una analisi dei requisiti effettuata da una Soprintendenza, con il supporto della Scuola Normale Superiore di Pisa e la collaborazione delle Universit degli Studi di Pisa, Siena e Udine
basato su efficaci esperienze pre-esistenti (AKIRA GIS per la torre di Pisa)

che raccoglie e consolida


C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

Criticit e correttivi
CRITICIT DI FONDO
MANCANZA DI INFORMAZIONE, FORMAZIONE E COINVOLGIMENTO DEL PERSONALE INTERNO

CORRETTIVO organizzate due giornate di studio per acquisire il parere sulla usabilit degli strumenti proposti fornito un supporto costante on line (MANTIS) fornito un supporto diretto

C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

I NUMERI DEL PROGETTO LE PERSONE

I collaboratori esterni 270 storici dellarte/ schedatori 31 informatici 33 coordinatori 60 storici dellarte/ restauratori
I funzionari 200 tecnico/ scientifici 50 amministrativi Le imprese 4 Piccole Medie Imprese
C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

I NUMERI DEL PROGETTO LA DOTAZIONE HARDWARE

254 postazioni costituite da Pc, monitor,


scanner con relative stampanti, Ups, e fotocamere

C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

I NUMERI DEL PROGETTO


I DATI CATALOGRAFICI

si rende fruibile un patrimonio di quasi due milioni di opere 735.000 le schede cartacee digitalizzate 1. 056.262 le schede validate e collegate con le foto circa 2.200.000 le fotografie digitalizzate

I DATI DI RESTAURO

43.390 fonti inserite in ARISTOS 66 cantieri di restauro inseriti in SICaR


per un totale di 6579 schede e 24.755 fotografie

C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

Distribuzione persone/attivit presso gli organi periferici

1% 2% 5% 15%

77%

n. 373 persone impegnate nella catalogazione n. 71 persone impegnate nella documentazione di restauro n. 25 persone impegante nell'assistenza informatica n. 8 persone impegnate nel supporto n. 5 societ impegnate nella catalogazione

C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

Verso la messa a regime: il progetto REARTE

2009-2011: addestramento del personale di tutto il MiBAC

Udine Verona

Lucca

2010-2012: avvio delluso regolare in tutti i musei e gli Istituti del MiBAC disseminazione presso altri Enti, privati e professionisti
Sassari

Urbino

Pisa Arezzo

Caserta

Avellino

Salerno Cosenza

Matera

Taranto Lecce

C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

CONCLUSIONI

ARTPAST e REARTE hanno offerto le risorse per attuare un primo popolamento massivo che ha

consentito una corretta validazione da parte dellutente:


storici dellarte, architetti, restauratori, responsabili di cantiere e di territorio, studiosi e ricercatori, docenti e discenti

C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

Sempre c stato un ritorno di suggerimenti, di messe a fuoco, di indicazioni preziose per aggiustamenti e arricchimenti, di contenuto e di struttura

C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa

Indirizzi Web

ARTPAST http://www.artpast.org
ARISTOS http://aristos2.mbigroup.it SICAR http://sicar.mbigroup.it

C. Baracchini, Direzione Lavori ARTPAST- U.Parrini, Scuola Normale Superiore Pisa