Sei sulla pagina 1di 1

MERCOLEDÌ 5 DICEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

21

SERIE B WIN LA SQUADRA DEL MOMENTO

Attacco storico

E’ un Livorno che fa gol anche ai miti

In B non aveva mai segnato così tanto Paulinho & C più di Lucarelli e Protti

così tanto Paulinho & C più di Lucarelli e Protti GUGLIELMO LONGHI Attacco record = promo-

GUGLIELMO LONGHI

Attacco record = promo-& C più di Lucarelli e Protti GUGLIELMO LONGHI zione. L’equazione è suggesti- te lo conferma:

zione. L’equazione è suggesti-

te lo conferma: l’anno scorso dopo 17 giornate il Pescara ave- va segnato ancora più del Livor- no (37 contro 35). Ma in pan- china c’era Zeman con tutto

va

e a Livorno dovrebbe scalda-

quello che significa a livello di

re

i cuori di chi invece sembra

gol fatti e subiti: per questo va-

ignorare una classifica tanto importante (poco più di un mi-

le ancora di più il lavoro fatto finora da Davide Nicola, che ze-

gliaio di paganti sabato per il derby col Grosseto).Ma i nume-

maniano non è, ha un’idea di calcio offensiva ma non immu-

ri dicono molto e di solito non

sbagliano: chi segna più degli

altri, ha buonissime possibilità

di andare in A. La storia recen-

tabile, visto che nelle ultime giornate ha cambiato modulo, lasciato il 4-3-3 e passato al

3-4-1-2.

L’esultanza dei giocatori del Livorno, secondo in classifica con il miglior attacco: 35 gol in 17 partite LR

Con Lucarelli & Protti Il record è

dunque che il Livorno nei suoi 23 anni di B (da considerare che c’è oltre un trentennio di la- titanza, dal 1972 al 2003), non ha mai segnato così tanto. Biso- gna risalire alla preistoria del calcio italiano, e cioè al 1939-40, per trovare un dato che si avvicina a quello attuale:

34 reti. Per il resto, dopo 17 giornate quota trenta non è mai stata raggiunta. Impietoso

il confronto con lo scorso cam-

pionato destinato a chiudersi con la salvezza all’ultima gior- nata dopo lutti e tribolazioni:

solo 18 gol, quasi la metà rispet- to a oggi. Ma neppure in occa- sione delle due precedenti, e uniche, promozioni in A il Li- vorno era stato così prolifico. Nel 2003-2004, campionato ex- tralarge a 24 squadre, con Maz- zarri in panchina aveva segna- to solo 20 gol (subendone 13).

Era l’anno di Cristian Lucarelli

e Igor Protti che avrebbero poi

chiuso con 29 e 25 gol, su un totale di 75, al secondo e terzo

posto nella classifica marcatori dietro Toni. Grandi numeri, re-

si possibili anche dalle 46 gior-

nate di una stagione intermina-

bile (i playoff sarebbero arriva-

ti nel 2004-2005).

Con Tavano & Diamanti Il

2008-2009 è stato invece l’an- no di Tavano e Diamanti: 27 centri il primo (24 più 3 nei playoff), capocannoniere della B, 16il secondo (13+3). Ma do- po 17 partite il Livorno guidato da Acori, che a 5 giornate dalla fine sarà sostituito da Ruotolo, aveva segnato molto di meno rispetto a quello di Nicola: 22 gol. La promozione sarebbe poi arrivata nella finale vinta col Brescia. Questo Livorno, dunque, corre e segna più degli altri. Ma è anche la squadra che manda in gol più giocatori:

13. Stavolta la serie A non pas- sa da una coppia di attaccanti:

Siligardi e Paulinho sono in buona compagnia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

sono in buona compagnia. © RIPRODUZIONE RISERVATA galleria Due reti in più nel torneo scorso per

galleria

Due reti in più nel torneo scorso per il Pescara

galleria Due reti in più nel torneo scorso per il Pescara Pescara 2011-2012 La stagione scorsa

Pescara 2011-2012

La stagione scorsa il Pescara (nella foto Ciro Immobile), dopo 17 giornate, aveva segnato due gol più del Livorno: 37

dopo 17 giornate, aveva segnato due gol più del Livorno: 37 Livorno 2008-2009 Alessandro Diamanti (sin.)

Livorno 2008-2009

Alessandro Diamanti (sin.) e Ciccio Tavano: dopo 17 gare il loro Livorno, poi promosso, aveva segnato solo 22 gol

il loro Livorno, poi promosso, aveva segnato solo 22 gol Livorno 2003-2004 Igor Protti (sin.) e

Livorno 2003-2004

Igor Protti (sin.) e Cristiano Lucarelli:

dopo 17 giornate, il loro Livorno, poi promosso. aveva segnato solo 20 gol

4

I NUMERI

35

I gol del Livorno dopo 17 giornate: non aveva mai segnato così tanto nei precedenti 23 campionati di B

9

I gol segnati da Siligardi (uno su rigore), capocannoniere del Livorno davanti a Paulinho (7) e Dionisi (5)

18

I gol segnati

l’anno scorso dal Livorno a questo punto del campionato

13

I giocatori del Livorno andati a segno finora: al secondo posto Sassuolo e Juve Stabia con 12

segno finora: al secondo posto Sassuolo e Juve Stabia con 12 Taccuino BRESCIA Zambelli prolunga: resterà

Taccuino

BRESCIA

Zambelli prolunga:

resterà fino al 2017

12 Taccuino BRESCIA Zambelli prolunga: resterà fino al 2017 BRESCIA (g.p.l.) Zambelli ri- sposa il Brescia:

BRESCIA (g.p.l.) Zambelli ri-

sposa il Brescia: firmato e ufficializ- zato il prolungamento di contratto fino al 2017 già definito sulla parola in novembre con il difensore. Ora il piano-rinnovi prevede incontri con De Maio e Scaglia (in scadenza), Ar- cari e Salamon. Per il mercato di gennaio un obiettivo è il ritorno di Caldirola (ora al Cesena).

GIUDICE SPORTIVO

Grosseto: stop per 3 Fermato anche Sarri

MILANO Il giudice sportivo Il giudice sportivo

ha squalificato per una giornata De Maio e Andrea Caracciolo (Bre- scia), Tonucci (Cesena), Schiavon (Cittadella), Lazarevic (Modena, ammenda di 1.500 euro), Barba, Calderoni e Padella (Grosseto), Na- darevic (Varese), Maietta (ammen- da di 1.000 euro) e Jorginho (Vero- na), Giani e Lo Youssou (Vicenza).

Un turno anche all’allenatore Sarri dell’Empoli per avere contestato l’arbitro uscendo dall’area tecnica. Inibito fino al 31 Massimo Masolo, presidente del Vicenza, anche lui per avere contestato platealmente l’arbitro, ma in questo caso anche con un insulto.

LA SITUAZIONE

Venerdì l’anticipo Sassuolo-Modena

insulto. LA SITUAZIONE Venerdì l’anticipo Sassuolo-Modena La classifica della Serie B do- po 17 giornate: Sassuolo

La classifica della Serie B do-

po 17 giornate: Sassuolo p. 39; Li- vorno 38; Verona* 32; Brescia, Pa- dova (-2) e Varese (-1) 26; Modena (-2) e Juve Stabia 25; Cittadella* ed Empoli (-1) 22; Spezia 21; Bari (-7) 19; Crotone (-2), Ternana e Ascoli (-1) 18; Vicenza 17; Cesena 16; Reggina (-3) 15; Lanciano e Pro Vercelli 14; Novara (-4) 10; Grosse- to (-6) 8. (* una partita in meno). Così venerdì (ore 20.45): Sassuo- lo-Modena. Così sabato (ore 15):

Brescia-Reggina; Cesena-Empoli; Crotone-Lanciano; Grosseto-Pro Vercelli; Novara-Padova; Spe- zia-Bari; Ternana-Juve Stabia; Ve- rona-Ascoli; Vicenza-Livorno. Co- sì domenica (ore 12.30): Cittadel- la-Varese.

LEGA PRO GIUSTIZIA SPORTIVA

Andria e Forlì, via 1 punto Caso Biellese: stop per 29

Giornata intensa per laAndria e Forlì, via 1 punto Caso Biellese: stop per 29 giustizia sportiva, con due pe-

giustizia sportiva, con due pe- nalizzazioni, un deferimento

e lunghe squalifiche per vari motivi. Andiamo per ordine.

Penalizzazioni La Disciplinare

ha dato un punto di penalizza-

zione a due squadre. In Prima divisione all’Andria per il ritar- dato pagamento di alcune mensilità (con multa di 7mila euro, tre mesi al dirigente Val- larella e due al dirigente Lope- tuso), in Seconda al Forlì per violazioni riscontrate al mo- mento dell’iscrizione (un me-

se al presidente Conficconi).

Deferimento La Procura federa- le, esaminata la nota della Commissione Criteri Infra- strutturali, ha deferito il Sor- rento per non aver provvedu- to, entro il 20 giugno, al depo- sito della licenza per lo stadio (avrebbe dovuto giocare in de- roga a Cava de’ Tirreni): ri- schia un’ammenda.

Squalifiche La Disciplinare si è espressa anche sul caso Bielle- se: dopo il fallimento del club sono emersi pagamenti in ne-

Ma

!

dai

DUE DELL’ENTELLA CONTRO SERENA VIA FACEBOOK?

La Procura Figc avrebbe aperto un fascicolo e ora dovrebbe ascoltare Alberto Bianchi e Ighli Vannucchi, due giocatori dell’Entella che

si sarebbero iscritti a un gruppo su Facebook (il nome è «Gondoliere Vattene») creato da tifosi dello Spezia (dove i due giocavano) e riferito al tecnico Michele Serena, che è di Venezia. La Procura vorrebbe verificare se i post dei calciatori possano essere considerati offese in violazione dei codici comportamentali dei calciatori. Domanda: ma con tutto il lavoro arretrato che c’è, la Procura Figc non ha proprio altro a cui pensare?

ro per molti calciatori e tecni-

ci, dalla stagione 2006-07 in poi. Mentre gli allenatori sa- ranno giudicati dalla Discipli- nare del Settore Tecnico a Co- verciano (sono una decina e, tra gli altri, ci sono anche Luca Prina dell’Entella e Nicola Cac- cia, oggi nello staff di Montel-

la alla Fiorentina), su 29 cal-

ciatori che hanno patteggiato (meno della metà di quelli de-

feriti) è piovuta una raffica di squalifiche: 10 giorni più am- monizione a chi aveva com- pensi fino a 10mila euro, 17 giorni più ammonizione a chi andava da 10mila a 40mila eu- ro, 27 giorni a chi superava i 40mila. Diversi calciatori oggi sono nei professionisti: Perini (Carpi) ha preso 27 giorni, Torromino (Crotone) e Ferret-

ti (Alessandria) 17, Pasciuti

(Carpi) 10. Un’altra trentina

di calciatori (tra di loro ci sono

altri professionisti) che non ha voluto patteggiare dovrebbe conoscere oggi il suo destino:

se non scatta l’improcedibili- tà, oppure la prescrizione, si te- mono condanne superiori a queste.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

IL GIUDICE

Gli squalificati sono 51 Caidi e Liccardo fermati per 3 giornate

squalificati sono 51 Caidi e Liccardo fermati per 3 giornate FIRENZE Il giudice della Lega Pro

FIRENZE Il giudice della Lega Pro ha squalificato

51 giocatori (22 di Prima divisione, 29 di Seconda). Ecco il dettaglio dei provvedimenti. PRIMA DIVISIONE Giocatori espulsi: due giornate a Mariotti (Catanzaro), Schetter (Nocerina) e Fabbro (Avellino, una per recidività in ammonizioni); una ad Angelilli (Latina), Rantier (Perugia), Benedetti (Pisa) e Pondaco (Portogruaro). Non espulsi: una giornata a Galuppo (San Marino), Salvi (AlbinoLeffe), Maccan e

Migliaccio (Andria), De Leidi (Barletta), Marchi (Como), Davì (Benevento), Malatesta (Carrarese), Longhi (Cuneo), Pellegrini (Viareggio), Poletti (San Marino), Beretta (Pavia), Ardizzone (Reggiana), Beati (Sorrento) e Basso (Trapani). Ammende: 1.000 euro Lecce. SECONDA DIVISIONE Giocatori espulsi: tre giornate a Liccardo (Arzanese) per gestacci ai tifosi avversari e Caidi (Giacomense) per aver colpito un avversario a pallone lontano; due a Pensalfini (Hinterreggio, una per recidività); una a Bertoli (Bassano), Menegatti (Poggibonsi), Barbagli (Alessandria), Toninelli (Bassano), Tognarelli (Gavorrano) e Rapisarda (L'Aquila). Non espulsi: una giornata a De Martino (Normanna), Sassano (Aprilia), Correa (Bassano), Russo e Silvestri (Casale), Radrezza (Castiglione), Mungo (Chieti), Ingegneri (Forlì), Farina e Girelli (Mantova), Mangiacasale (Martina), D'Amico (Milazzo), Grauso (Monza), Giunchi (Poggibonsi),

Vittori (Rimini), Coletti e Speranza (Teramo), Fiore (Valle d'Aosta) e Giuffrida (Vigor Lamezia). Dirigenti: inibito fino al 31 Rappoccio (Hinterreggio).

SECONDA DIVISIONE Giacomense: esonerato Gallo, arriva Leo Rossi La Giacomense (Seconda divisione girone A), dopo la clamorosa sconfitta per 7-0 col Renate, ha esonerato Fabio Gallo: al suo posto Leonardo Rossi, che ha scontato la squalifica per il calcioscommesse. SENO A TREVISO Andrea Seno è il nuovo d.s. del Treviso: sostituisce Mauro Traini che si è dimesso.

del Treviso: sostituisce Mauro Traini che si è dimesso. coppa Italia Si concludono tre triangolari Perugia,

coppa Italia

Si concludono tre triangolari Perugia, c’è Liviero col Lecce Cremonese e Pisa basta il pari

Si gioca oggi (in tre gironi su quattro) la terza giornata dei triangolari di Coppa Italia. A distanza di due mesi dall’inter- vento chirurgico al rene, Matteo Liviero, 19 anni, torna a giocare una gara ufficiale con il Perugia dopo oltre due me- si: «E’ una convocazione importante — ha detto il tecnico Camplone — perché ha recuperato e vorrei farlo giocare uno spezzone». Ecco il programma e gli arbitri (ore 14.30).

GIRONE A Cremonese-Viareggio: Bietolini di Firenze. Clas- sifica: Cremonese p. 3; Viareggio e Tritium 1.

GIRONE B Bassano-Pisa: Morreale di Roma. Classifica: Pi- sa e Lumezzane p. 3; Bassano 0.

GIRONE C Perugia-Lecce: Chiffi di Padova. Classifica: Lec- ce e Aprilia p. 3; Perugia 0. Il girone D sarà invece completato mercoledì 12 da Lati- na-Benevento. Le prime quattro vanno in semifinale.

PRIMA DIVISIONE

Domenica tutte le 16 gare insieme

Questa la situazione in Prima divisione e il prossimo turno (anticipo e posticipo sono di Seconda divisione girone B):

GIRONE A La classifica dopo 14 giornate: Lecce p. 29; Car- pi 25; Trapani e Alto Adige 22; Entella* 20; Pavia* 19; Lumez- zane 18; San Marino 17; Como (-1), Portogruaro e Cuneo* 16; Cremonese (-1), Reggiana e Feralpi Salò 15; AlbinoLeffe (-10) e Tritium 7; Treviso (-1) 2. (*deve ancora riposare). Così domenica (ore 14.30): Como-Entella; Lecce-Alto Adi- ge; Pavia-Reggiana; Portogruaro-Cremonese; San Mari- no-Feralpi Salò; Trapani-AlbinoLeffe; Treviso-Lumezzane; Tritium-Carpi; riposa Cuneo.

GIRONE B La classifica dopo 12 giornate: Pisa p. 23; Frosi- none (-1), Gubbio e Latina (-1) 21; Avellino 20; Paganese 19; Prato 18; Nocerina e Viareggio 17; Perugia (-1) e Benevento 15; Andria (-2) 13; Catanzaro 12; Sorrento 7; Barletta e Car- rarese 6. Così domenica (ore 14.30): Andria-Avellino; Bar- letta-Carrarese; Catanzaro-Sorrento; Frosinone-Pagane- se; Latina-Gubbio; Nocerina-Benevento; Perugia-Viareg- gio; Pisa-Prato.