Sei sulla pagina 1di 16

www.venezia.net www.venezia.

net

Visit Venice
Autunno 2012

by www.venezia.net

Eventi:
ARTE
--Francesco Guardi 1712-1793 Museo Correr Fino al 6 gennaio 2013 Il Museo Correr ospita, da oggi e fino al 6 gennaio 2013, limperdibile Mostra dedicata a Francesco Guardi, proponendo una panoramica completa sulle diverse fasi della sua poliedrica attivit artistica, del 700. Francesco Guardi, dopo la sua morte avvenuta a Venezia nel 1793, cadde infatti nelloblio. Solo grazie a una celebre mostra, a Palazzo Grassi, nel 1965, venne rivalutato e apprezzato da pubblico e critica. La rassegna si apre proprio con due dipinti che ritraggono lartista, uno di Giuseppe Bertini mentre Guardi vende i suoi quadretti in piazza San marco, laltro di Pietro Longhi, a indicare le scarse notizie e documentazione relative a un pittore che in vita non ebbe certo la notoriet poi a lui riservata adesso. Per questo straordinario evento espositivo stata fatta anche un eccezionale selezione di opere dalle pi prestigiose istituzioni del mondo, come la Pinacoteca di Brera, la National Gallery di Londra, il Metropolian Museum of Art di New York: sedici sono quelle che per la prima volta vengono esposte in Italia. Cinque le sezioni: il pittore di storia; le prime vedute; paesaggi e capricci; feste e cerimonie; lultimo Guardi. E proprio in questultima parte ci sono quei dipinti che tanto lhanno reso famoso. Col passare del tempo lo stile unico ed originale di Francesco Guardi diventa sempre pi libero e velato. Nelle sue opere le propor-

dalle opere di figura giovanili alle celebri scene dinterno, fino alle suggestive vedute di Venezia e ai pi fantasiosi capricci realizzati da Francesco Guardi negli anni della maturit e della vecchiaia. Pi di 70 dipinti e una cinquantina di disegni testimoniano il tratto quasi intimista, minore, tipico del artista che solo la storia ha saputo elevare a uno dei massimi esponenti del vedutismo lagunare

www.venezia.net zioni vengono volontariamente alterate, la prospettiva perde il suo aggancio con la realt e le figure diventano sempre pi sfocate. --IL TIZIANO MAI VISTO. LA FUGA IN EGITTO Gallerie dellAccademia Fino al 2 dicembre 2012 Fino al 2 dicembre 2012, alle Gallerie dellAccademia possibile ammirare , allinterno di una mostra creata ad hoc (Il Tiziano mai visto. La fuga in Egitto e la grande pittura veneta), leccezionale opera, da secoli conservata allestero, in cui Tiziano scopre per la prima volta la natura: La Fuga in Egitto del 1507. Ci sono voluti 12 anni di restauri accurati

Eventi

sconcertante per la vitalit del paesaggio, in Italia, stato necessario un accordo internazionale tra il Museo Statale Ermitage, la Soprintendenza per il Patrimonio storico, artistico e etnoantropologico e per il Polo museale della citt di Venezia e dei comuni della Gronda lagunare, la National Gallery di Londra e la Fondazione Ermitage Italia. Esposta a Londra subito dopo il restauro, La Fuga in Egitto che a ragione pu considerarsi il primo capolavoro di Tiziano giunge direttamente dallInghilterra alle Gallerie dellAccademia, dove sar il fulcro di una mostra preziosissima che avvicina al dipinto circa venti opere dei grandi maestri veneti che, tra la fine del Quattrocento e gli inizi del Cinquecento, hanno contribuito a innovare lo sguardo sulla natura (Bellini, Giorgione, Sebastiano del Piombo, Lotto, ecc.), per poi rientrare allErmitage da dove, hanno gi annunciato, sar impossibile possa allontanarsi in futuro. --Vetro murrino - gioielli e arte figurativa Museo del vetro Fino al 6 gennaio 2013 Prosegue al Museo del Vetro di Murano lappassionante indagine dedicata alla celebre tecnica del vetro murrino: sabato 6 ottobre 2012 vengono inaugurate due nuove esposizioni temporanee dedicate ai gioielli e alla murrina figurativa contemporanea nella storia e nelle creazioni di

da parte dellErmitage per far riemergere i colori, la luce, i particolari, la forza rivoluzionaria di questopera, realizzata per Andrea Loredan e il suo nuovo Palazzo sul Canal Grande, Ca Vendramin Calergi, oggi sede del Casin. Per far tornare La fuga in Egitto, imponente per dimensioni (204 324 cm) e

www.venezia.net due importanti dinastie vetrarie muranesi: quella di Mario e Antonio Dei Rossi e quella dei Moretti. Entrambe le mostre, aperte fino al 6 gennaio 2013, rivelano quanto la contemporaneit artistica e creativa si ritrovi in perfetta sintonia con la duttile materici-

Eventi

la mostra Gioielli.Le Murrine, aprendo cos unaffascinante sezione dedicata alla sua famiglia, i Moretti, e la loro storica attivit consacrata allinvenzione e al perfezionamento del vetro murrino. Il percorso espositivo fatto di trentacinque opere-gioiello tra spille, anelli, bracciali, orecchini e collane veri e propri modelli esclusivi disegnati secondo le regole del pi moderno design. --MOCKBA UNDERGROUND - Pittura astratta dal 1960 Ca Foscari Ingresso libero Fino al 16 novembre 2012, per la prima volta in Italia, ben 110 opere della Collezione Aleksandr Reznikov, sono ammirabili in una Mostra allestita presso gli spazi espositivi di CaFoscari. Ingresso libero. La mostra MOCKBA UNDERGROUND Pittura astratta dal 1960 offre lopportunit di comprendere il fenomeno artistico, nato dopo la scom-

t del vetro che racchiude in s tutte le molteplici sfumature espressive per divenire un messaggio univoco di bellezza ed equilibrio. Al piano terra, con La murrina figurativa contemporanea viene presentata la produzione storica di Mario e Antonio Dei Rossi, padre e figlio, che attraverso oltre duecentocinquanta tra murrine, gioielli e vasi, ci rivelano quellincredibile mondo di forme e colori che una murrina pu racchiudere in s. Un concetto che ritorna anche al primo piano del museo, dove Giusy Moretti presenta la propria collezione di murrine nel-

parsa di Stalin e il disgelo, e noto con il

www.venezia.net nome andergraund o non-comformismo, variante russificata di underground, fenomeno culturale multiforme e complesso che occupa il ventennio compreso fra la met degli anni Cinquanta e la met degli anni Settanta. Per meglio comprendere il carattere dirompente dellandegraund russo degli anni 60 sono necessarie alcune precisazioni: a) tra il 1959 e il 1962 si registra linizio di una sorta di contestazione made in URSS, tanto che si voluto identificare nel 1961 una sorta di 68 dei giovani sovietici; b) la protesta invest soprattutto la vita artistica, vera anticipatrice di una pressante esigenza di cambiamento; c) le opere dei primi artisti non-conformisti rappresentano un anello di fondamentale importanza per poter comprendere la catena evolutiva della successiva arte russa contemporanea. --CAPOGROSSI. UNA RETROSPETTIVA Collezione Peggy Guggenheim Fino al 13 gennaio 2013 Apre sabato 29 settembre 2012 a Venezia, presso la Collezione Peggy Guggenheim, una grandiosa mostra dedicata a Giuseppe Capogrossi. Le oltre settanta le opere, tra dipinti e lavori su carta, esposte per CAPOGROSSI. UNA RETROSPETTIVA faranno cos scoprire al pubblico levoluzione dell articolata vicenda pittorica di questartista, tra i pi celebri protagonisti della scena del secondo dopoguer-

Eventi

ra, insieme a due altri maestri dellarte contemporanea italiana quali Alberto Burri e Lucio Fontana.

Lantologica, aperta fino al 13 gennaio 2013, realizzata in collaborazione con la Fondazione Archivio Capogrossi, Roma, sotto lAlto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attivit Culturali. Il curatore Luca Massimo Barbero ha tracciato con attenzione e severit liter artistico di Capogrossi, passando attraverso lanalisi di quel suo originale alfabeto segnico, che ha fatto identificare lartista romano con il gusto di unepoca, di unItalia fiorente e ottimista, colta nel pieno del boom economico dei meravigliosi anni 50 e 60. I lavori esposti a Palazzo

www.venezia.net Venier dei Leoni spaziano dai capolavori figurativi degli anni 30, con tele come I canottieri (1933), Il temporale (1933), La piena sul Tevere (1933), ai grandi formati degli anni 60, quali Superficie 399 (1961) e Superficie 449 (1962), dominati da quel simbolo archetipo e originario, elemento lunato dentato, articolato nello spazio talvolta in segmenti a catena, talvolta in macro-segni costituiti dal colore. Proponendo lintero percorso di Capogrossi in questimportante retrospettiva, si riscopre uno dei pi originali interpreti dellarte visiva italiana, subito acclamato a livello internazionale gi alla nascita del suo personalissimo segno. --LYNN DAVIS: Modern View of Ancient Treasures Museo Archeologico Fino al 13 gennaio 2013

Eventi

al Museo Archeologico Nazionale di Venezia, in Piazza San Marco, le fotografie di Lynn Davis, a tuttoggi considerata una delle pi raffinate fotografe della scena americana, che si presenta alla citt con una tra le sue pi raffinate raccolte di grandi fotografie, tutte centrate sullepifania di luoghi sacri alluomo: tombe monumentali in mezzo al deserto, templi che si ergono come stalagmiti nella pianura, figure ieratiche che emergono dalle montagne. Allieva di Berenice Abbott, un mito della fotografia, e amica di Robert Mapplethorpe, il fotografo maudit della ribalta newyorkese anni Ottanta, Lynn Davis predilige, nella sua costante ricerca di un luogo senza tempo, i soggetti che trasmettono allessere umano oggi come ieri il senso dellassoluto. Lesposizione al Museo Archeologico riveste un doppio significato: le fotografie non solo entrano in rapporto, ovviamente, con lo sguardo dello spettatore, ma anche con i reperti custoditi nel museo, che idealmente fanno parte della ricerca di Lynn Davis, sia come oggetti in s spesso si tratta di statuaria celebrativa, votiva, funeraria sia come oggetto della memoria dei lungimiranti collezionisti che, a partire dai raffinati prelati rinascimentali, Domenico e Giovanni Grimani nel XVI secolo, hanno contribuito a creare la raccolte di antichit del Museo Archeologico veneziano. ---

Sono in mostra, fino al 13 gennaio 2012,

www.venezia.net TRAME DI MODA. Donne e stile alla Mostra del Cinema di Venezia Museo di Palazzo Mocenigo Fino al 6 gennaio 2013 Una straordinaria Mostra con pi di settanta capi provenienti dalle collezioni, dalle maison di moda e dai costumisti pi famosi del mondo aperta al Museo di Palazzo Mocenigo di Venezia fino al 6 gennaio 2013. Trame di moda Donne e stile alla Mostra del Cinema di Venezia, un appuntamento offerto dal Centro Studi di Storia del Tessuto e del Costume della citt lagunare. Si tratta di unoccasione unica per ammirare i costumi dei grandi film girati nella citt lagunare messi a confronto con la moda attuale che a questi film e a queste suggestioni si ispirata, e i preziosi capi conservati in museo. Il percorso espositivo fa dialogare le andrienne settecentesche di Palazzo Mocenigo con labito della bambola meccanica disegnato da Danilo Donati per Il Casanova di Federico Fellini e con la preziosa reinterpretazione di Karl Lagerfeld e Fendi destinata a uno storico evento di palazzo Corsini, e dove i delicati abiti da sera creati da Piero Tosi per Silvana Mangano in Morte a Venezia o da Sandy Powell per Le ali dellamore, trovano la loro dichiarata ispirazione nelle mise pi sognanti degli stilisti di oggi, da Roberto Cavalli a Ermanno Scervino, Francesco Scognamiglio, Giambattista Valli. Nove film per altrettanti modelli fem-

Eventi

minili ed epoche storiche, da Mambo e Tempo destate a Senso, Anonimo Veneziano, Morte a Venezia, Casanova, Il Talento di mr Ripley, Le ali dellamore, The Tourist. --Autunno a Palazzo Fortuny Fino al 19 novembre 2012 Palazzo Fortuny, splendido edificio un po fuori dai percorsi pi turistici di Venezia, affascina da anni i visitatori per i suoi suggestivi e accoglienti ambienti, che un tempo erano la casa atelier di Mariano Fortuny. In occasione della nuova stagione espositiva, Autunno a Palazzo Fortuny, fino al 19 novembre 2012, vi sono esposte le opere di quattro artisti contemporanei: Franco Vimercati, Annamaria Zanella, Maurizio Donzelli, Batrice Helg. Ogni spazio assume, allinterno del palazzo, una propria specifica identit, che esalta linguaggi e tecniche espressive tra loro diversissime: nella medesima tensione artistica che si crea il legame fra gli autori, larchitettura e le ineguagliabili atmosfere del palazzo. --LE STANZE DEL VETRO Carlo Scarpa. Venini 1932 1947 Fondazione Cini Fino al 29 novembre 2012 INGRESSO LIBERO Rimarr aperta fino al 29 novembre 2012, allIsola di San Giorgio, limprendibile

www.venezia.net mostra Carlo Scarpa. Venini 19321947. Lesposizione, curata da Marino Barovier, offre lopportunit di ripercorrere, attraverso pi di 300 opere il percorso creativo dellarchitetto veneziano nel periodo in cui oper come direttore artistico per la storica vetreria. Attenzione puntata soprattutto sulla vocazione artigiana e sperimentale di Scarpa, nonch sullimportanza dellesperienza muranese nella sua formazione di designer. Alcuni dei pezzi esposti provengono da collezioni private e musei sparsi in tutto il mondo. Si tratta di opere che danno esempio delle pi diverse variet del vetro murrine, vetri a pennellate,

Eventi

10

dellarte vetraria veneziana del Novecento. Da settembre lo spazio espositivo permanente sar sede di un ciclo di mostre personali e collettive di artisti e designer del vetro provenienti dalla scena internazionale e italiana. --13. Mostra Internazionale di Architettura Fino al 25 novembre 2012 Arsenale - Giardini Fino al 25 novembre 2012 aperta, ai Giardini e allArsenale la 13.Esposizione Internazionale di Architettura organizzata dalla Biennale di Venezia. Attenzione puntata soprattutto su idee, pensieri e riflessioni sul Terreno comune dellarchitettura. La Mostra di questanno si concentra sulla presunta crisi di identit degli architetti: bisogna uscire dal presupposto che costruiscano edifici atti a impressionare e che attirino soprattutto per il loro effetto comunicativo, facendo da contraltare rispetto alla mediocrit dei restanti sviluppi edilizi. Si era partiti dalla provocazione di Aaron Betsky, per il quale loggetto costruito la tomba dellarchitettura. Si era passati per Kazuyo Sejima che considera larchitettura attraverso il linguaggio della sua civilt. Con David Chipperfield ci si concentra sulla relazione tra architetture del passato e del presente, in cui ci che esposto si valorizza reciprocamente.

sommersi e corrosi e altrettante tecniche di lavorazione. In mostra saranno esposti anche disegni e bozzetti, foto storiche e documenti originali, insieme a prototipi e pezzi unici. Lesposizione si configura come la prima iniziativa dellomonimo progetto culturale promosso dalla Fondazione Giorgio Cini, in collaborazione con Pentagram Stiftung, indirizzato alla promozione

www.venezia.net Le sale della Biennale di Architettura di questanno sono cos popolate da opere di diversi autori di diverse epoche, tante meravigliose foto e poca autocelebrazione. Molti partecipanti hanno colto lispirazione da un forte legame col passato: si veda Toshiko Mori con Carlo Scarpa e Piranesi, Fat e Andrea Palladio, Luniverso di riferimenti di San Rocco. Altri

Eventi

12

--lvaro Siza Viagem sem Programa Fondazione Querini Stampalia Fino all11 novembre 2012 Fino all11 novembre 2012, alla Fondazione Querini Stampalia di Venezia, visibile il progetto espositivo completamente dedicato al lato pi intimo e meno conosciuto dellarchitetto portoghese lvaro Siza, cui, proprio durante la 13.Mostra Internazionale di Architettura verr consegnato il Leone dOro alla carriera. lvaro Siza. Viagem sem Programa, questo il titolo della mostra che si terr nel palazzo cinquecentesco che si affaccia in Campo Santa Maria Formosa, a ingresso gratuito. La mostra nasce dai numerosi incontri che i due curatori, Greta Ruffino e Raul Betti, hanno avuto con larchitetto lusitano, presso il suo studio a Porto e racconta, attraverso lesposizione di 53 opere, tratte dai suoi quaderni di appunti e personalmente selezionate dallo stesso autore, non solo lattivit dellarchitetto ma soprattutto quella delluomo. --The Small Utopia. Ars Multiplicata Ca Corner della Regina Fino al 25 novembre 2012 La suggestiva sede della Fondazione Prada a Venezia, Palazzo Ca Corner della Regina, sul Canal Grande, di nuovo

hanno attivato collaborazioni con altri grandi colleghi contemporanei. Si ritorna sempre a punti cruciali come la relazione tra architettura e ecologia, architettura e tecnologia, o architettura e urbanistica, ma lo sguardo puntato, attraverso un gioco infinito di rimandi ai concetti di continuit, di contesto e di memoria, soprattutto sul legame tra architettura e societ, esseri umani, territorio e natura.

www.venezia.net accessibile al pubblico grazie alla Mostra The small Utopia. Ars Multiplicata a cura di Germano Celant.

Eventi

13

le lattine per sardine di Arman alle scatole della Merda dArtista di Piero Manzoni. C la pipa soffia-bolle di Man Ray dal titolo Ce qui manque nous tous e c il Fluxshop, il cubo-negozio di Yoko Ono, arrivato con numerosi poster, oggetti e video dal Moma di New York. --ALDO ROSSI. TEATRI Fondazione Vedova Zattere Fino al 25 novembre 2012 La Fondazione Annabianca e Emilio Vedova, alla Zattere, Venezia, ospita fino al 25 novembre 2012 lesposizione ALDO ROSSI. TEATRI, che riunisce per la prima volta quindici progetti dellarchitettodesigner milanese dai primi anni sessanta al 1997, attraverso quasi 120 tra studi e schizzi architettonici, modelli di studio e di concorso, disegni, oggetti di scena o riguardanti il tema teatrale e le sue diverse articolazioni, sia in architettura che nel design. La mostra a cura di Germano Celant, mentre larchitettura dellallestimento affidata allo Studio Gae Aulenti Architetti Associati. Il teatro, come edificio e come concezione dello spazio, ha un significato del tutto particolare nel lavoro e nella vita di Aldo Rossi. Dal progetto del Teatro Paganini a Parma (1964), al Teatro Carlo Felice di Genova (1983-1989), passando per il Teatro del Mondo presentato a Venezia (1979) e per il progetto del Teatro di Francoforte sullOder (1994), arrivando

Lesposizione, aperta fino al 25 novembre 2012, si presenta come un lungo viaggio nellarte del Novecento, dallarte aristocratica e delite dei primi del 900 fino allarte di massa degli anni 70 e 80. Il titolo fa riferimento al desiderio, nato allinizio del Novecento e proseguito fino agli anni Settanta, di ampliare la diffusione dellarte nella societ, attraverso la moltiplicazione delloggetto, sperimentandone le inedite fruizioni estetiche e sociali. Al piano terreno e nel primo ammezzato, il percorso espositivo si addentra nei diversi linguaggi in cui si dissolvono i confini dellopera, dai libri dartista alle riviste, dal cinema sperimentale alla radio. Il corpo centrale della mostra, allestito nel piano nobile e nel secondo piano ammezzato, ripercorre con oltre seicento tra oggetti di design, ceramiche, vetri, tessuti, giocattoli, edizioni di originali e di multipli dartista, la trasformazione dellidea dellunicit nellarte, e la sua percezione. Si passa cos dai servizi da caff di Balla ai panciotti di tessuto firmato Depero, dalle

www.venezia.net fino al progetto di ricostruzione del Gran Teatro la Fenice per la citt lagunare, linteresse che Rossi ha dedicato al soggetto si soffermato anche sulla creazione di oggetti daffezione, quale il Teatrino scientifico (1978), e si intrecciato con la produzione di oggetti di design, come il servizio da t e caff Tea and Coffee Piazza per Alessi (1983), senza dimenticare le scene realizzate per opere quali Madama Butterfly (1986) o tragedie come Elettra (1993), dove la sua esperienza progettuale si legata al momento pi concreto della rappresentazione. --Gli Archi di Aldo Rossi Ca Giustinian - Canal Grande Fino al 23 novembre 2012 Ingresso libero E stata inaugurata a giugno presso Ca Giustinian, la splendida sede istituzionale della Biennale che si affaccia sul Canal Grande a Venezia, la nuova mostra dalle collezioni dellASAC Archivio Storico delle Arti Contemporanee - dal titolo Gli Archi di Aldo Rossi. La Mostra stata Dopo il successo delle mostre sui suoi

Eventi

14

manifesti storici (Italia 150 Biennale 116 - Tutti i manifesti di 116 anni di vita in mostra, 25 febbraio > 20 maggio 2011) e sui video dartista degli anni settanta (Video Medium Intermedium, 27 novembre 2011 > 3 giugno 2012) la Biennale, con il suo archivio, offre al pubblico, agli studiosi e agli appassionati della storia dellIstituzione unoccasione per riscoprire una selezione di manifesti realizzati per la 3. Mostra Internazionale di Architettura diretta da Aldo Rossi nel 1985, oltre che fotografie e altri documenti appartenenti ai Fondi dellASAC. --Palazzo Reale - Apertura delle Sale appena restaurate Museo Correr dal 10 luglio 2012 Dal 10 luglio 2012 il percorso museale del Museo Correr si arricchisce grazie alla riapertura, dopo un lungo restauro, che ha recuperato la magnificenza di affreschi, stucchi e marmorini, di camini,

porte e infissi, di pavimenti e arredi , di 9 sale degli Appartamenti Reali dAustria, quelle che ospitarono la Principessa Sissi. Anche Venezia ha, e finalmente lo si pu

www.venezia.net visitare, il suo Palazzo Reale, monumentale e rappresentativo, voluto nellambito del rinnovamento delle regge europee per Napoleone e destinato, negli anni successivi, a ospitare appunto imperatori e --Bertil Vallien - 9 ROOMS Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti Palazzo Cavalli Franchetti Per la prima volta in Italia con una mostra retrospettiva, Bertil Vallien, maestro svedese del vetro darte, presenta oltre 60 delle sue opere presso gli spazi di Palazzo

Eventi

16

sponsor della mostra insieme a Berengo Studio. Lesposizione si articoler in nove sezioni e mirer a sottolineare il contributo di questo artista al movimento dello Studio Glass, che questanno celebra il suo cinquantesimo anniversario. --La voce delle immagini Palazzo Grassi 29 agosto - 13 gennaio 2013 La voce delle immagini la prima mostra di Palazzo Grassi Franois Pinault Foundation dedicata alle immagini in movimento della Collezione Franois Pinault. Curata da Caroline Bourgeois, lesposizione aprir le porte al pubblico in occasione della 69 Mostra internazionale darte cinematografica di Venezia e metter in risalto il forte legame tra la citt lagunare e il cinema. La voce delle immagini riunir circa 30 opere film, video, installazioni di 25 artisti. I lavori saranno esposti allinterno dellatrio e al primo piano nobile di Palazzo Grassi, lungo un percorso espositivo che mette in luce la grande diversit esistente tra i vari media, i differenti dispositivi di proiezio-

Cavalli Franchetti, sede dellIstituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti, in occasione della 13. Biennale di Architettura di Venezia. La mostra, ideata e curata da Adriano Berengo con il contributo di Francesca Giubilei, sar aperta al pubblico dal 28 agosto al 25 novembre 2012 e presenter circa sessanta opere in vetro realizzate da Vallien nel corso della sua carriera presso gli studi svedesi di Kosta Boda, partner produttivo per tutti i suoi lavori e main

www.venezia.net ne e le varie modalit di relazionarsi allo spazio e al tempo. Tra gli artisti presenti in mostra: Adel Abdessemed, Peter Aerschmann, Yael Bartana, Mohamed Bourouissa, Mircea Cantor, Paul Chan, Liu Da Hong, Yang Fudong, Cao Fei, Peter Fischli e David Weiss, Michel Franois, Abdulnasser Gharem, Johan Grimonprez, Hassan Khan, Taro Izumi, Cameron Jamie, Zoe Leonard, Bruce Nauman, Shirin Neshat, William Pope L., Anri Sala, Javier Tellez, Bill Viola e Mark Wallinger. La voce delle immagini, inoltre, sar loccasione per presentare per la prima volta in Europa lopera For Beginners di Bruce Nauman, acquistata da Franois Pinault nel 2011. --Porcellane del Settecento a Ca Rezzonico Fino al 31 dicembre 2012 CaRezzonico, Museo del settecento veneziano Fino al 31 dicembre 2012 unimportante selezione di oggetti in porcellana ammirabile nella Sala del Clavicembaloal secondo piano delMuseo del Settecento Veneziano, sito in unincantevole palazzo sul Canal Grande: CaRezzonico.Il Museo, infatti,conservasplendidi oggetti in porcellana,offrendo al pubblico, da dicembre 2011, la possibilit di ammirarne di splendidi esemplari conservati nei suoi magazzini. Da quella celebre di Meissen a Svres e Vienna. Il nucleo pi importante riguarda ovviamente le

Eventi

17

produzioni locali:Vezzi e Cozzi a Venezia,AntonibonaBassano. Si pu dire che la porcellana forse il materiale che meglio di altri incarna lospirito del Rococ. Il suo utilizzo nel corso del Settecento talmente connaturato a questo stile che si potrebbe affermare che uno giustifica laltro. --Vetro Murrino da Altino a Murano Museo del Vetro, Murano Museo di Altino 8 Giugno 2012 / 6 Gennaio 2013 Una Mostra in programma dall8 giugno al Museo del vetro di Murano ha come assoluta protagonista lantica arte della Murrina. Il percorso espositivo si svilupper lungo la storia dallepoca romana allattualit muranese. Nel Museo di Altino saranno esposte opere vetrarie romane realizzate con questa particolare tecnica, opere non solo provenienti dagli scavi del sito archeologico altinate, ma anche appartenenti ad altri luoghi compresi nella giurisdizione della Soprintendenza Archeologica del Veneto, quasi in corrispondenza dellantica X Regio Venetia et Istria, che vantava rapporti privilegiati sia commerciali che culturali con le coste orientali del Mediterraneo, la patria del vetro darte. Nel Museo del Vetro sono invece presentate opere in vetro murrino realizzate a Murano a partire dal XIX secolo fino a oggi: furono infatti i vetrai muranesi a recuperare questa antica tecnica, dopo lunghi studi sul materiale archeologico

www.venezia.net presente nel Museo muranese ma anche su materiali di altre importanti collezioni archeologiche, come quella del Museo Nazionale di Napoli.

Eventi

19

DANZA, TEATRO E MUSICA

categoria unica 10 / 5 euro --MUSICA AI FRARI Basilica dei Frari Fino al 3 novembre 2012 La manifestazione MUSICA AI FRARI continua ad autunno 2012 con la serie di concerti dal titolo DUETS . Lincantevole cornice offerta dalla Basilica dei Frari ospiter altri 2 appuntamenti allinsegna del Jazz, oltre allatteso concerto di Paolo Fresu e Daniele Di Bonaventura, rinviato per motivi di salute da giugno a novembre 2012. La Rassegna autunnale si muove stavolta intorno ad un unico semplice tema, quello del duo, una formula che come poche altre nel jazz creativa e stimolante. Duets infatti il sottotitolo assegnato a questo nuovo ciclo di concerti. Lidea nata proprio dalla formazione che non si era potuta esibire lo scorso 2 giugno ai Frari. Per valorizzare ulteriormente quel duo collaudato formato dal trombettista sardo Paolo Fresu e dal polistrumentista marchigiano Daniele Di Bonaventura, apprezzato specialista del bandoneon (sabato 3 novembre), la rassegna vedr protagoniste altre due coppie di musicisti. Una ancor pi collaudata, con ormai quasi un ventennio di attivit alle spalle, for-

--Festival Antichit, Mitologia Romanticismo Palazzetto Bru Zane Fino al 4 novembre 2012 Antichit, mitologia e romanticismo il titolo del Festival musicale che inaugura il nuovo cartellone, dal 22 settembre al 4 novembre, di Palazzetto Bru Zane Centre de musique romantique franaise, dove si terranno alcuni dei concerti. Gli altri saranno ospitati presso la Scuola di San Giovanni Evangelista e presso il Conservatorio Benedetto Marcello. DallOlimpia di Spontini a Les Troyens di Berlioz, il Romanticismo francese in musica impregnato di antichit e spesso a teatro troneggiano eroi ed eroine tra mitologia e leggenda. BIGLIETTI / TICKETS Palazzetto Bru Zane categoria unica 25 / 15 euro concerto del 20 novembre 30 / 20 euro Scuola Grande San Giovanni Evangelista categoria 1 30 / 20 euro categoria 2 20 / 10 euro Conservatorio di musica Benedetto Marcello

www.venezia.net mata dal clarinettista Gianluigi Trovesi e dal fisarmonicista Gianni Coscia (venerd 12 ottobre), laltra, assolutamente inedita, composta dal famoso sassofonista jazz veneziano Pietro Tonolo e dalla violinista classica di origine armena Sonig Tchakerian (sabato 26 ottobre). Biglietti: Posto unico non numerato. Biglietti: 12 ottobre: 20 euro intero, 15 ridotto; 26 ottobre: 15 euro intero, 10 ridotto; 3 novembre: 25 euro intero, 20 ridotto; abbonamento 3 concerti: 45 euro (riduzioni per under 20, studenti under 25). trofe

Eventi

20

FESTE POPOLARI, ENOGASTRONOMIA e MERCATINI


VENICEMARATHON 28 ottobre 2012 da Str a Venezia Anche per questanno la VeniceMarathon, grande kermesse sportiva in programma il 28 ottobre 2012, giunta ormai alla sua 27a Edizione, ha raggiunto un record di iscritti. Le iscrizioni si sono concluse sugli 8000 partecipanti, 1000 in pi dellanno scorso. La grandiosa Maratona partir da Str all 9.15 e, dopo un meraviglioso percorso lungo la riviera del Brenta, il passaggio per la Piazza San Marco, si concluder in Riva dei Sette martiri a Venezia. --FESTA DELLA MADONNA DELLA SALUTE 21 novembre 2012 Basilica della Salute e zone limi-

La Festa della Salute sicuramente quella dallimpatto meno turistico, e che evoca un sincero sentimento religioso popolare. Anche questa festivit, come quella del Redentore, ricorda unaltra terribile pestilenza, quella del biennio 1630-31, e il conseguente voto pronunciato dal Doge per ottenere lintercessione della Vergine. A tuttoggi migliaia di cittadini sfilano il 21 novembre davanti allaltare maggiore dellimponente Basilica della Salute (opera del Longhena) a perpetuare il secolare vincolo di gratitudine che lega la citt alla Vergine Maria. Per raggiungere la Basilica, e il grande mercatino allestito per loccasione, viene costruito un suggestivo Ponte di Barche da Santa Maria del Giglio alla Salute.

www.venezia.net

Responsabile di Redazione: Tania Danieli Design e Layout: Claudia Fragiacomo

Venezia.net Srl
Sede operativa: Via Guglielmo Pepe, 142 Sede legale: Via Ancona, 17 30172 Mestre (Ve) P.I. e C.F. 03378670271 Tel +39 0415384485 Fax +39 0418622028 www.venezia.net info@venezia.net