Sei sulla pagina 1di 6

MOTIVAZIONI DEL PROGETTO Il Progetto My Book nasce dallesigenza di preparare gli alunni e gli insegnanti della nostra scuola

allintroduzione in classe del testo digitale e dalla necessit sempre pi impellente di individualizzare e personalizzare gli apprendimenti in unottica di inclusione, per la presenza e laumento costante di alunni con difficolt di apprendimento, i DSA, nonch di predisporre un approccio didattico coerente, mirato alla rilevazione precoce dei disturbi legati ai processi di apprendimento della lettura, scrittura e del calcolo. Le classi prime, a tal proposito, stanno effettuando una sperimentazione con esperti di pedagogia clinica e didattica con elaborazione di materiali (lezioni ed esercitazioni). Inoltre in via di utilizzo in alcune classi che hanno a disposizione la LIM il libro di testo in formato digitale, mentre in una classe prima sono gi presenti alcuni tablet. Per questo, le insegnanti hanno deciso di coniugare le tre attivit (materiali DSA, LIM e Tablet) nella realizzazione di un testo digitale per la classe prima per italiano e matematica, strutturato in pi livelli per favorire lindividualizzazione e linclusione ed espandibile in rete con dispense ulteriori, materiali prodotti dai bambini, podcast). Tale testo sar poi disponibile per un eventuale utilizzo il prossimo anno per ladozione in sostituzione di quello delle case editrici.

SCELTE DI FONDO Le insegnanti credono fortemente nel carattere innovativo e formativo dellintroduzione delle nuove tecnologie in classe. A loro parere esse favoriscono la predisposizione dellambiente di apprendimento pi vicino alle nuove modalit di acquisizione delle conoscenze come indicato anche nelle ultime Indicazioni Nazionali. Il loro utilizzo infatti consente di: 1. valorizzare lesperienza e le conoscenze degli alunni facendo entrare in classe tutto quel mondo digitale fatto di suoni, immagini, video, interattivit) con cui sono in contatto fuori dalla scuola; 2. attuare interventi adeguati nei riguardi della diversit attraverso la predisposizione e realizzazione di attivit individualizzate e personalizzate (per DSA, alunni stranieri) con contenuti digitali flessibili, modificabili ed integrabili; 3. favorire lesplorazione e la scoperta attraverso luso delle tecnologie intese come strumenti di indagine e ricerca; 4. Incoraggiare lapprendimento collaborativo attraverso la condivisione e la collaborazione alla costruzione dei contenuti; 5. imparare ad imparare attraverso i vari tentativi di uso e costruzione di oggetti digitali per mezzo dei quali lalunno trova le proprie strategie per conoscere e comprendere; 6. realizzare attivit in forma laboratoriale nellelaborazione e costruzione dei contenuti digitali. Esse consentono inoltre di insegnare in modo pi coinvolgente e motivante per gli alunni facilitando la lezione stessa del docente. OBIETTIVI DEL PROGETTO DOCENTI Favorire processi di innovazione didattica. Predisporre strumenti digitali adeguati alla realt della propria scuola. Creazione di testi digitali riutilizzabili e modificabili per le classi future. Promuovere linclusione scolastica. Promuovere la collaborazione tra docenti ALUNNI Migliorare le competenze digitali degli alunni. Facilitare lacquisizione di competenze di base (lettura, scrittura e calcolo. Favorire lacquisizione di competenze comunicative e multimediali. Promuovere forme di collaborazione e cooperazione.

DESCRIZIONE DEL PROGETTO SCUOLA LIVELLO DI SCUOLA CLASSI COINVOLTE CLASSE GUIDA (Sperimentazione) NUMERO ALUNNI COINVOLTI NUMERO ALUNNI CLASSE-GUIDA NUMERO DOCENTI COINVOLTI G. Carducci, I Maggio, Collodi, Bardzy Primaria N 4 N 1 N 70 alunni N 15 alunni (1 alunna con handicap) 4

ARTICOLAZIONE DEL PROGETTO Tutte le classi prime DOCENTI Formazione Individuazione e progettazione dei contenuti per il testo digitale. Creazione libro testo digitale su tablet. Creazione espansione del libro di testo in rete. ALUNNI Implementazione del libro digitale.

Classe-guida

Sperimentazione uso tablet e libro digitale in classe. Realizzazione testi, immagini, audio, video su tablet per il libro digitale.

COLLABORAZIONI ESTRENE

Ins. Ventriglia (formazione DSA lettura scrittura) Prof. Bortolato (formazione matematica calcolo) Dott.ssa Spezzano (MIUR, adattamento contenuti dal libro di testo al libro digitale) Politecnico Milano Policultura (collaborazione nella progettazione dei contenuti) Prof. Dionisio Baldini Apple Educator (formazione uso didattico tablet)

FASI DI LAVORO SPERIMENTAZIONE USO TABLET NELLA CLASSE -GUIDA

FORMAZIONE DOCENTI

PROGETTAZIONE A LIVELLO COLLEGIALE DEI CONTENUTI

FRUIZIONE INDIVIDUALE TESTO DIGITALE NELLA CLASSE-GUIDA

CREAZIONE TESTO DIGITALE ITALIANO

PRODUZIONE MATERIALI NELLA CLASSE-GUIDA

CREAZIONE TESTO DIGITALE MATEMATICA

IMPLEMENTAZIONE DEL TESTO DIGITALE IN TUTTE LE CLASSI CON LA LIM

MODIFICHE AL TESTO

MONITORAGGIO E VERIFICA DEL PROGETTO Il percorso di realizzazione della creazione del testo digitale verr monitorato durante la fase della formazione, progettazione collegiale e dellimplementazione dei vari contenuti che si realizzeranno strada facendo. I vari formatori che seguiranno il percorso valuteranno le seguenti caratteristiche del testo prodotto: 1. coerenza con gli aspetti concettuali della disciplina; 2. adeguatezza rispetto al target; 3. presentazione dei contenuti in forma curata e corretta; 4. presenza di esercitazioni a pi livelli con possibilit di autocorrezione; 5. multimedialit/multicodalit delluso di testi, audio, video, animazioni grafiche secondo i principi di ergonomi cognitiva; 6. navigazione, interfaccia e interazione; Sar effettuata una verifica comparativa degli apprendimenti disciplinari tra la classe-guida ed una classe prima che non ha tecnologie presenti in aula per valutare gli esiti del percorso formativo digitale utilizzato durante la sperimentazione. PIANO FINANZIARIO In sede di elaborazione del progetto stato stabilito di dotare una sola classe di tablet anzich frazionare gli strumenti in pi classi per consentire una sperimentazione completa ed una successiva verifica-valutazione comparativa coerente. Le altre classi effettueranno limplementazione del testo apportando suggerimenti, modifiche e correzioni. E stata scelta la classe meno numerosa (n 15 alunni), con un numero di tablet gi presente, proveniente da autofinanziamento dei genitori, ed un percorso di sperimentazione gi delineato e documentato nel sito (Percorso Formativo I.D.E.E.)

PIANO FINANZIARIO (SPESE GIA COPERTE E DA COPRIRE)

ALUNNI Sperimentazione uso tablet Fruizione testo digitale Creazione testo digitale

DOCENTI ESPERTI TECNOLOGIE Formazione Formazione DSA N 4 LIM per ogni (fondo scuola) (fondo scuola) classe Progettazione Formazione (fondo scuola) collegiale Apple Educator N 3 tablet contenuti del (cofinanziamento (cofinanziamento) testo digitale genitori classe(fondo scuola) guida) N 2 docenti per Adeguamento dal la creazione in testo di carta a collaborazione quello digitale con gli esperti del (contributo senza libro di testo: n oneri della dott. 40 h di non Spezzano) insegnamento (spesa da coprire) Spesa coperta Spesa coperta N 4 LIM per ogni dalla scuola per dalla scuola e dal classe la formazione e la cofinanziamento (fondo scuola) progettazione dei genitori della N 3 tablet Spesa da coprire classe-guida (cofinanziamento) per i docenti creatori del testo difgitale.

N 12 tablet* Spesa da coprire

*Viene privilegiato il tablet della Apple in quanto gi presente in numero di 3 unit donati dai genitori della classe guida e gi in uso con i bambiniperch la formazione Apple in atto. Pu essere utilizzato anche il modello iPad Mini 16 GB WiFi perch meno costoso (329 ). F.TO LINSEGNANTE REFERENTE DEL PROGETTO Moriani Patrizia