Sei sulla pagina 1di 44

2

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

PRIMO PIANO STASERA LA GRANDE SFIDA

10

i gol di El Shaarawy El Shaarawy ha segnato 10 gol, tutti nelle ultime 10 gare. Nella Juve il filotto record di Quagliarella: 4 gol consecutivi

1-6

il k.o. pi pesante Il 6-1 della Juve a Milano il 6 aprile 1997 rappresenta la sconfitta interna pi pesante nella storia dei rossoneri

gli anni senza 0-0 Lultimo 0-0, in campionato a Milano, del 1 dicembre 2007; nelle successive 11 partite, 5 vittorie a 3 per i bianconeri

DAL NOSTRO INVIATO

MARCO PASOTTO MILANELLO (Varese)

Fiducia una parola corretta. Chi, ed erano molti, pensava che Allegri sarebbe stato sminuzzato e gettato via dalla mancanza di risultati si dovuto ricredere. Quando Galliani parlava di fiducia nei suoi confronti, condivisa equamente con Berlusconi, affermava assolutamente il vero. Una verit confermata dai fatti. Ci che invece non era ancora emerso almeno, non in via ufficiale che questa a tutti gli effetti una fiducia a tempo. Cosa non nuova nel calcio, ma una primizia assoluta in termini di calendario visto che mancano ancora sei mesi alla fine della stagione. Tanti. A giudicare dalle nuove parole di Berlusconi, Allegri ha imboccato una sorta di miglio verde del quale e qui sta laltra novit lo stesso tecnico ha discusso col presidente. Paradossale. Racconta il Cavaliere: Guardiola? E chi non lo vorrebbe? Ne abbiamo parlato anche con Allegri, se ci fosse la possibilit vediamo... Di fronte a una possibilit di questo tipo tutti si impegnano, su di lui ci sono club inglesi e alcuni suoi amici. Noi siamo presenti ma sappiamo che la situazione difficile. Quel che si dice parlare chiaro. Infine, lepitaffio: Ora c Allegri, per il futuro stiamo guardando.
Spirito e alibi Situazione bizzarra. Bizzarro pensare a una discussione fra un presidente e il suo allenatore che ha per argomento il successore in panchina un anno prima della scadenza contrattuale. Si pu dunque ipotizzare che propriet e tecnico prima di giugno si saranno accordati su una risoluzione consensuale. Si scritto e detto tante volte che per Allegri il prossimo giugno sar quasi certamente il capolinea. Ma che lo certifichi Berlusconi a nemmeno met stagione la fa diventare una situazione ancora pi delicata. Perch se non arrivasse Guardiola e il Milan non individuasse opzioni soddisfacenti, Allegri con che spirito rimarrebbe? E soprattutto, con che spirito lavorer nei prossimi sei mesi? Senza contare che la squadra, con un allenatore sul piede di partenza, potrebbe crearsi alibi molto pericolosi. Complimenti mister In attesa di capire quale piega prender

PEPATISSIMA
Ciclone Silvio su Milan-Juve S, proviamo con Guardiola
Il patron rossonero scatenato: In tre anni torneremo protagonisti in Italia e in Europa. Un Muntari-bis? Stavolta traccer io stesso le linee del campo
la faccenda, evidente che Berlusconi ha ormai ripreso a occuparsi di Milan in pianta stabile. Ieri il presidente ha di nuovo fatto visita alla squadra per darle la carica. Il Cavaliere, accolto da Galliani, Braida e dal responsabile comunicazione Sapienza, atterrato a Milanello alle 13.30 e si trattenuto per circa due ore e mezza. Nella club house ha incrociato per primo Allegri, cui ha fatto i complimenti per il passaggio del turno in Champions. Poi ha pranzato con Galliani, allenatore e Tassotti e quindi ha parlato in campo alla squadra, elogiandola per le ultime belle prove e ricordando limportanza della partita di stasera.
Contagocce Fra i colloqui indi-

viduali ovviamente c stato Pato. Ed stato un Berlusconi a due facce. Ai cronisti ha detto: Spiace perch era il campione numero uno. Spero torni a esserlo. E solo un fatto fisico ed un problema perch tutti questi incidenti lasciano col fiato sospeso ogni volta che entra in campo. Deve esse-

re usato col contagocce per uscire da questo momento. Un prestito? Non c nessuno che ti prende un giocatore reduce da una serie tale di infortuni e che non ha dato prove di ripresa. Deve stare con noi e tornare quello di prima con noi. Unanalisi duretta, ma ben diversa dal faccia a faccia privato. Come si vede dalla fo-

to in alto a destra, Berlusconi gli ha parlato con atteggiamento paterno e Pato ha sorriso a lungo, uscendo confortato da un colloquio in cui il Cavaliere lo ha rinfrancato e gli ha detto che credono ancora in lui.
Bravo Conte Ci non significa che il mercato rimarr immo-

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

IN TRIBUNA

Pienone a rischio a San Siro Da Maroni a Falcao ecco chi ci sar Alena ha la Carrarese...

Restano duemila biglietti per Milan Juve. Ma la sensazione che il tutto esaurito non ci sar. Saranno invece strapiene tribuna rossa e il parterre gestito da Dolce & Gabbana. Nel giorno delle primarie del Pd precedenza ai politici Silvio Berlusconi, con le figlie Barbara ed Eleonora, a far gli

onori di casa. impensabile che lo juventino Pier Luigi Bersani si presenti. Ci sta invece pensando il leghista Roberto Maroni, l'unico che conosce il nome del futuro allenatore rossonero. Ci saranno pure Lara Comi e Licia Ronzulli e il presidente della Regione Roberto Formigoni. Dal mondo del calcio

due ex: Falcao e Ze Maria. Da quello del nuoto Luca Marin e Alessandro Terrin. E veniamo alle donne, con precedenza alle mogli juventine. Le mamme Barzagli, Bonucci, Pepe hanno deciso di rinunciare perch sembra che Conte non conceda una sosta a Milano (troppo tentatrice) ai suoi.

Le irriducibili sono Roberta Marchisio, Debora Pirlo e Federica Nargi (pronta per Colorado su Italia 1), compagna di Matri. Probabilmente Giorgio Chiellini, infortunato, ci sar con la sua Carolina. Alena Seredova deve decidere: prima va a vedersi la Carrarese. Milaniste presenti

in massa, con Cristina De Pin (Montolivo) che arriver di corsa dal rally di Monza ma senza unghie rossonere. La fidanzata del tecnico Allegri, Gloria porta la figlia del mister Valentina. Simona Ventura presente col fidanzato.
Velluzzi-Parpiglia

lafrase DEL GIORNO

d Allegri sempre
TUTTI VOGLIONO GUARDIOLA Guardiola? E chi non lo vorrebbe... Ne abbiamo parlato anche con Allegri, se ci fosse la possibilit. Di fronte a un futuro cos tutti si impegnano, su di lui ci sono club inglesi e alcuni suoi amici. Noi siamo presenti ma sappiamo che difficile
SILVIO BERLUSCONI
PROPRIETARIO DEL MILAN

sotto tiro Il mio destino nelle mani di Berlusconi


Il tecnico stizzito: Non vi dico se ho parlato con il presidente. Io penso solo a fare la formazione migliore

manda su Guardiola: Berlusconi ha detto che ha parlato con me di Pep?Non sono problemi che mi riguardano, non mi piace raccontare le cose che ci diciamo io e il presidente. Mi fate delle domande a cui non voglio e non posso rispondere, io sar sulla panchina del Milan domani, almeno credo, poi il mio destino nelle mani del presidente. Il mio compito cercare di schierare la miglior formazione possibile.
Ottimo lavoro Conte Allora concentriamoci su Milan-Juve, argomento su cui Allegri si dilunga volentieri. Niente polemiche (Del gol di Muntari si parlato in tutto il mondo, una di quelle cose che racconter ai miei nipoti), solo complimenti agli avversari: La Juve ha fatto cose eccezionali, 32 punti sono tanti, il Milan dovrebbe averne qualcuno in pi. La Juve sicura e aggressiva, dobbiamo sbagliare poco. Lassenza di Conte non li ha penalizzati, stato bravo a trasmettere i concetti nel modo giusto. Hanno pi punti dellanno scorso, si vede che durante la settimana sta facendo un ottimo lavoro. Orgoglio rossonero Aggressivit e sicurezza sono due caratteristiche che spesso sono mancate al Milan di questanno. Magari la Juventus sar lavversaria giusta per risvegliare lorgoglio rossonero: Abbiamo centrato gli ottavi di Champions con un turno danticipo, era il primo obiettivo della societ. Con la Juve sar una partita importante perch un risultato positivo cancellerebbe tutte le cose negative dette su di noi. Una vittoria ci pu dare morale e autostima, ma non una sola gara che pu risollevare le sorti del Milan, ci vuole tempo per risalire. Dobbiamo imparare a non prendere gol anche nei momenti in cui non giochiamo bene. Chiusura dedicata a Pato: E stato un sfogo a caldo, avevo gi parlato con lui per spiegargli che deve avere pazienza, dopo tanti infortuni ci vuole tempo. Parlare di una sua partenza in prestito a gennaio prematuro e non serve a niente. Guardiola e tutto il resto possono aspettare, adesso nella testa di Allegri c solo la partita quasi perfetta.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Silvio Berlusconi, 76 anni, fa visita alla squadra durante la rifinitura. Il patron rossonero poi si intrattenuto con Alexandre Pato, 23 BUZZI

bile. Una punta potrebbe arrivare e Berlusconi spiega lunica strada: Per acquistare un top player occorre che il giocatore sia in cattivi rapporti col suo club, un po come avvenne per Ronaldinho. I grandi si prendono solo cos, occorre tenere i conti a posto. Una chiara apertura a Balotelli (no a uno scambio con Pato), in rotta col City. E dunque per tenere a bada le spese largo ai giovani: El Shaarawy un gioiello, ha ottenuto il diploma e vogliamo che vada alluniversit. Poi vedremo per i capelli.... Spiega che il Milan si pu ricostruire in un periodo inferiore a tre anni per tornare a essere protagonisti in Italia, in Europa e nel mondo, che questa sera riabbraccer con piacere Van Basten, a cui negli anni scorsi avevo pensato come allenatore e che con Robinho stato un

PATO HA PROBLEMI: VA USATO COL CONTAGOCCE MA DEVE RESTARE CON NOI PER TORNARE UN NUMERO UNO
incontro positivo: ora lo aspetto titolare. E poi c ovviamente la partita di oggi, con Silvio che fa i complimenti agli avversari: Apprezzo molto Conte, che mette in campo una squadra ragionata e vigorosa per 90 minuti. Fa allenamenti che dovrebbero stancare molto i suoi, ma in partita corrono tanto. E poi si d alla filosofia ironica quando spunta il nome di Muntari: Le topiche arbitrali ci saranno sempre, chiaro che se gli errori sono a favore del Milan meglio.... Chiusura con gag, quando risponde a una tifosa che gli chiede se le linee di porta di San Siro sono regolari: Passer allo stadio per tracciarle io....
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il pugnetto di Berlusconi a Massimiliano Allegri, 45 anni BUZZI


DAL NOSTRO INVIATO

FABIANA DELLA VALLE MILANELLO (Varese)

Sostiene Massimiliano Allegri che la partita perfetta non esiste, per stasera bisogner avvicinarsi il pi possibile alla perfezione per poter battere la prima della classe. Perch, lo dicono i numeri, la Juventus ha fatto pi del doppio dei punti del Milan e ha perso una sola volta in questo campionato. E poi i rossoneri non sono pi quelli di un anno fa, che lottavano per lo scudetto e avevano Nesta, Seedorf, Ibrahimovic e Thiago Silva. Il Milan versione low cost imposto dal brutto momento economico fa fatica a tenere il passo della rivale della scorsa stagione.
Il fantasma di Pep Allegri gi

Il Berlusconi politico a pagina 40

negli Altri Mondi

&

da tempo si calato nella

parte di allenatore di transizione, nel senso che col suo lavoro di oggi getter le basi per una rinascita futura dei rossoneri. Il problema capire se lui far parte o no di questo futuro, visto che dopo ogni conferma da parte della societ ricompare puntale il fantasma di Guardiola. Berlusconi ne ha parlato anche ieri a Milanello (scelta poco felice vista la delicatezza del momento). Allegri ormai ha fatto il callo anche a questo, per ieri ha faticato a dissimulare il suo fastidio. Berlusconi venuto con tanto entusiasmo, carismatico e ha sempre le parole giuste per tutti. Era contento per il passaggio del turno, ci ha detto che domani sar una partita particolare e ha avuto elogi per tutti. Poi il tono cambiato quando arrivata la prima do-

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

PRIMO PIANO STASERA LA GRANDE SFIDA

Milan-Juve, il calcio
COS IN CAMPO A SAN SIRO ORE 20.45 DIRETTA TV SU SKY SPORT 1 HD, CALCIO 1 HD, SUPERCALCIO HD E SKY 3D; PREMIUM CALCIO HD. TEMPO REALE SU GAZZETTA.IT

GDS

I rossoneri

Gli ordini del Cav Robinho titolare e Boa falso 9


Con lintoccabile Faraone anche Prince centravanti per non dare riferimenti
DAL NOSTRO INVIATO

MILANELLO

I desiderata del presidente sono stati accolti dallallenatore. Stasera Berlusconi si sieder in tribuna e potr godersi Robinho di nuovo titolare (non accadeva dalla prima giornata di campionato) e Boateng finto centravanti, come ha suggerito lui nelle ultime due visite a Milanello.
Prince falso nove Ieri Allegri ha

ter fare pi ruoli. Dopo le critiche si messo a giocare con pi intensit, si sentito responsabilizzato e sul piano della disponibilit cresciuto molto. Robinho? Potrebbe essere titolare nel tridente. Traduzione: contro la Juventus toccher a Boateng al centro dellattacco. Lidea di Allegri quella di non dare punti di riferimento ai difensori bianconeri con un attaccante di ruolo. Boateng falso nove, dunque. con Robinho a destra (che aveva fatto molto bene a Napoli entrando nella ripresa) ed El Shaarawy intoccabile a sinistra. A Prince toccher anche il compito di tenere docchio Pirlo, che comunque non verr marcato a uomo. Andrea il fulcro del gioco ma il Milan deve fare la sua partita. Certo, ci vorr unattenzione particolare.
Nocerino o Flamini? A centro-

I bianconeri

Chiellini a casa In avanti verso Vucinic-Quaglia


Un solo dubbio: Lichtsteiner o Isla Bonucci fa 100 presenze in bianconero
MIRKO GRAZIANO MILANO

di questa mattina sveler di fatto la formazione anti-Milan, ma in linea di massima Conte sembra avere solo un dubbio: Lichtsteiner o Isla sulla destra. Ballottaggio che si decider davvero in volata, con lo svizzero leggermente favorito in virt di ci che ha detto lallenamento di ieri pomeriggio.
E l davanti... Il motore non si

Il brasiliano Robinho, 28 anni FORTE

mischiato le carte durante la rifinitura (cosa che fa spesso), idem in conferenza, per tra le righe ha dato qualche suggerimento utile: Giocher uno tra Bojan e Pazzini o forse nessuno dei due. Boateng centravanti una buona idea, ha le caratteristiche fisiche per po-

campo Allegri ha un dubbio: confermare Nocerino (favorito) oppure scegliere Flamini, che per non gioca titolare dalla gara con il Palermo. A destra ci sar Montolivo, al centro ancora De Jong, visto che Ambrosini ancora infortunato. In difesa il tecnico punta sugli stessi uomini di Bruxelles: Mexes e Constant hanno recuperato, in porta ci sar come sempre Abbiati, che ieri prima dellallenamento stato premiato da Berlusconi per le 300 presenze con il Milan, festeggiate contro lAnderlecht.
f.d.v.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Tutti convocati tranne Giorgio Chiellini. Saggiamente tenuto a risposo il Tir azzurro, alle prese con una contrattura al polpaccio per nulla preoccupante in previsione di Donetsk, ma assai insidiosa nellimmediato. Dietro, dunque, spazio alluruguaiano Caceres, ieri provato a lungo alla sinistra di Bonucci, che a sua volta ha smaltito il leggero stato influenzale dei giorni scorsi e si appresta questa sera a tagliare il prestigioso traguardo delle 100 presenze in bianconero: 78 in serie A, 7 in coppa Italia, 1 in Supercoppa di Lega e 13 nelle coppe europee.
Mirko Vucinic, 29 anni IMAGE SPORT
Il ballottaggio Solo la rifinitura

tocca, dunque nel cuore del campo Pirlo detta i tempi, a Vidal e Marchisio il compito di portare acqua e ripartire. A sinistra, intoccabile Asamoah e davanti probabilissima conferma della coppia Vucinic-Quagliarella. Il montenegrino, reduce da pi di un problema nellultimo mese, va portato a pieno regime per la Champions League. Quagliarella va invece sfruttato al massimo in un momento in cui gli riesce tutto piuttosto semplice. Il napoletano, in gol contro il Chelsea, viaggia alla media di una rete ogni 67 circa: 13 presenze, 600 giocati, nove gol fatti. E capocannoniere con Vidal in casa bianconera.
Ecco il Presidente E se a Milanello Silvio Berlusconi si presentato in elicottero, Andrea Agnelli per la sua solita visita della vigilia ha lasciato a casa anche lautista e ha varcato solitario le porte del centro sportivo bianconero. Ma il blitz presidenziale a Vinovo non certo un evento raro, anche durante la settimana.
RIPRODUZIONE RISERVATA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

o preso alla lettera


Lalfabeto della supersfida
di ANDREA SCHIANCHI

Lalleanza, i dirigenti-ultr R e quei 17 punti pro-Juve


come alleanza. N santa, n sentimentale. Semplicemente basata sugli interessi, lalleanza tra il Milan e la Juve ha caratterizzato gli ultimi ventanni di calcio italiano. E, proprio perch basato soltanto sugli interessi, un legame destinato a durare ancora a lungo.

come Quagliarella. Tutti a parlare di Vucinic e Giovinco, e poi guardi i numeri e scopri che il Quaglia il miglior cannoniere della Juve: 6 gol in campionato e 3 in Champions. Poca pubblicit, tanta sostanza. come Rizzoli.

VOCE DI MERCATO

come famiglia. Milan e Juve sono club familiari, nel senso che appartengono alle due pi importanti dinastie italiane: Berlusconi e Agnelli. Quando il capitalismo scende in campo per divertirsi...

ASSENTI E SEMPRE PRESENTI


1 2

Larbitro della sfida. Galliani ha detto che gli va benissimo, i dirigenti della Juve non hanno parlato. Limpegno, considerati i precedenti, da brividi. Forse Rizzoli avrebbe preferito una domenica sera in pizzeria...

Jonathan Biabiany, 24 anni ANSA

S come Signora. perCon la lettera maiuscola,


ch la Juve una nobildonna del calcio, una Vecchia Signora. Si sempre vantata di aver uno stile inconfondibile, il famoso stile-Juve. Ultimamente, soprattutto nella stucchevole querelle con lInter, non sempre si notato...
3

Galliani ha chiamato il Parma per Biabiany


(al.bo.) Il Milan pensa a Jonathan Biabiany. Lattaccante francese del Parma, 24 anni, uno degli obiettivi rossoneri per il mercato di gennaio. La.d. Galliani avrebbe gi telefonato ai dirigenti del Parma per chiedere la valutazione e leventuale disponibilit a trattare la cessione di Biabiany. Il presidente degli emiliani Tommaso Ghirardi e la.d. Pietro Leonardi, per il momento, non intendono prendere in considerazione lipotesi della vendita anche perch il francese uno dei punti di forza della squadra di Donadoni. Privarsi dellattaccante significherebbe indebolirsi notevolmente e ci non rientra nei piani di Ghirardi. Galliani, tuttavia, sembra deciso a insistere e torner alla carica nei prossimi giorni. Nel caso in cui gli emiliani dovessero convincersi, bisognerebbe discutere anche con la Sampdoria, visto che il cartellino di Biabiany per met del Parma e per met dei blucerchiati. Inoltre c lo scoglio rappresentato dalla valutazione: per il francese ci sono gi molte richieste e il prezzo destinato a salire. Se laffare dovesse concretizzarsi Biabiany conoscerebbe cos anche laltra parte di Milano: dopo aver indossato la maglia dellInter, squadra con la quale ha vinto pure il Mondiale per Club nel 2010, gli toccherebbe il rossonero.

B come box. Quello dal quale Antonio Conte guarder la sfida di San Siro, cos come gli capitato nelle precedenti 13 giornate di questo campionato da squalificato. Visti i risultati (Juve in testa alla classifica), la punizione (giusta o sbagliata che fosse) ha dato buoni frutti.

G come Giannino.
E il nome del ristorante di riferimento del Milan. Ambiente glamour, belle donne, champagne. Questanno, dati i risultati, un po meno frequentato dai big rossoneri...

H come habitu.
Degli scudetti, ovviamente. A San Siro vanno in campo 46 titoli nazionali: 18 del Milan e 28 della Juve. I tifosi bianconeri (e anche i dirigenti) ne vorrebbero 30, ma il resto dItalia non daccordo.

T come tre. dei difensori Come il numero


utilizzati dalla Juve. E stata la mossa vincente della stagione scorsa, e anche questanno lidea si dimostra valida. Tant vero che molte altre squadre lhanno copiata. Qualche volta pure il Milan...

C come cresta. El ShaaQuella di Stephan


rawy, capocannoniere del campionato (10 gol) e autentica rivelazione della stagione. Se lacciaccato Milan di questo periodo non sprofondato, il merito di questo ragazzino che si fa pettinare da... un parrucchiere interista.

I come infortuni.
Quelli che hanno tormentato il Milan dallinizio della stagione (e Pato in particolare) e quello che blocca Chiellini: assenza non da poco per la Juve.
come linguaccia. Quella di Del Piero. Vi ricordate come festeggiava dopo un gol, vi ricordate la linguaccia che mostrava in segno di gioia? Ecco, tenetevela cara perch in Italia, dopo 19 anni di onorata carriera, non la vedremo pi.

U come ultr. AgnelCome definire lAndrea


li che esulta ai gol della Juve contro il Chelsea o il Galliani che insulta il suo portiere, neanche fosse un tifosaccio da curva? Pi ultr che dirigenti, e non detto che sia un bene in tutte le occasioni.

D comedistacco tra la Juve e diciassette. I punti di


il Milan. Praticamente un abisso, se si pensa che a maggio la distanza era di soli 4. Gi, ma allora nel Milan giocavano Ibra e Thiago Silva...
come esonero. Allegri lo ha rischiato parecchie volte in questo grigio autunno, e forse in certi momenti lo ha pure desiderato perch la situazione era davvero pesante. Ma alla fine, per mancanza di alternative, Berlusconi lo ha confermato. Si accettano scommesse sulla durata del matrimonio.

1 La linguaccia di Del Piero: in Italia, purtroppo, non si vedr pi ANSA 2 Andrea Agnelli e Adriano Galliani, dirigenti e, a volte, ultr ANDREOLI 3 Il gol di Quagliarella a Pescara: lui il miglior cannoniere bianconero ANSA

Nperch notte (belle di...). come S, Milan e Juve sono


state belle di notte nella due-giorni di Champions League: rossoneri qualificati e bianconeri quasi. Orgoglio italiano. Se ci regalassero altre mage sotto i riflettori...

lan e Juve. Vinsero i rossoneri di Ancelotti ai rigori e fu linizio di un lungo ciclo di successi.

V come Vecchia Guardia. Anche in questo caso con le lettere maiuscole, perch si riferisce a gente come Gattuso, Nesta, Seedorf, Inzaghi. Ieri cerano (e si sentiva), oggi no. Non sempre il verbo rottamare si abbina alle vittorie...

P come Pirlo.
Estate 2011, il Milan fresco di tricolore lascia che Andrea Pirlo vada alla Juventus a parametro zero. Un eccesso di superbia. Che succede? Che il Milan si squaglia e la Juve vince. La differenza, in questo caso, ha un nome e un cognome.

M come Muntari.
Luomo del gol-non gol che indirizz lo scorso campionato. Pallone dentro, ma arbitro non vede: la Juve gode, il Milan sarrabbia. E intorno al campo infuria la bufera.

O comedellunica finale di Old Trafford. Il teatro


Champions League tra squadre italiane. Era il 2003. Le protagoniste: ovviamente Mi-

Zquandozero. come Da presidente Andrea Agnelli a zero sconfitte contro il Milan a San Siro in gare ufficiali. Il dato autorizza a fare ogni tipo di scongiuro...
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

PRIMO PIANO STASERA LA GRANDE SFIDA

Tutto il mondo di Pirlo


Una vita da leader in una sola partita
La sua Juve e un Milan che non c pi. E rimasto soltanto Ambrosini: con chi andr a cena a fine gara?
LE CIFRE DI ANDREA NEI DUELLI BIANCOROSSONERI

DARCO

G.B. OLIVERO MILANO

La casa sempre quella: grande, bella, accogliente, storica. Tornarci stasera, per, sar diverso dal solito, probabilmente meno emozionante, perch molti inquilini sono cambiati e allora non pi la stessa cosa. Non pi la stessa casa. Andrea Pirlo arriver a San Siro con lo sguardo curioso di chi vuol capire cos successo nel posto in cui diventato grande, con lanimo contrastato di chi allo stesso tempo triste perch mancheranno molti amici e felice perch senza di loro il Milan decisamente meno forte.
Solo Ambrosini Nesta, Gattuso,

Il gol di Pirlo su rigore il 10 novembre 2002: la Juve vincer 2-1 LAPRESSE

Inzaghi, Seedorf. Dove siete, ragazzi? Dai, uscite fuori. Non sono scherzi da fare. Andrea, il pi tremendo organizzatore di burle che le stanze di Milanello abbiano conosciuto, penser per un attimo di essere stato beffato dalle sue vittime preferite. Ma come? Torno a San Siro e non c pi nessuno? Su, venite fuori. A un certo punto incrocer Massimo Ambrosini (Non ti cambi? Ah, sei infortunato) e si accorger della realt: di quel Milan non c pi quasi nessuno. Eppure la casa stasera sar addobbata a festa: tanta gente, grande atmosfera, voglia di emozioni.

i gol in Milan-Juventus Pirlo li ha segnati in maglia Milan nelle partite del 10-11-2002 e del 30-10-2005
Il trasloco Milan-Juve la parti-

ti annuali per gli ultratrentenni. Allultratrentenne Pirlo, per, la Juve ha dato fiducia e le chiavi della squadra ricevendo in cambio uno scudetto e la ritrovata competitivit anche in Europa.
Il gol che manca Stasera Andrea torna a casa senza il bisogno di cercare altre rivincite. Il messaggio pi bello lo mand a maggio con la conquista del tricolore e subito dopo con la sua precisa ricostruzione della vicenda: Quando con il Milan ho parlato del mio contratto, mi hanno proposto il rinnovo per un anno. Io chiedevo un triennale perch ero pi giovane degli altri giocatori in scadenza. Ma il vero motivo del mio trasferimento stato un altro: Allegri voleva piazzare davanti alla difesa Ambrosini o Van Bommel e io avrei dovuto

ta di Pirlo e non solo perch Andrea ha traslocato da una squadra allaltra. La leggenda del pi grande regista degli ultimi dieci anni nacque in un Trofeo Berlusconi: era una notte estiva e Pirlo convinse Ancelotti a spostarlo indietro di una trentina di metri. Inizi unaltra storia, bellissima e intensa, interrotta solo dal progetto tattico di un allenatore (Allegri) che voleva togliere la regia a Pirlo e dalla politica societaria del club, che prevede solo contrat-

cambiare ruolo. Allora ho detto "no, grazie" e ho scelto la Juve, che mi offriva motivazioni importanti. Ci tengo a dire che non stata una questione economica. Il Milan ha deciso che non servivo pi. Lho capito subito durante quel colloquio. Nel mio ruolo Allegri preferiva altri giocatori. Nessuna polemica, solo una puntualizzazione. Con la Juve Pirlo ha segnato 6 gol in 58 gare, con il Milan il bilancio era stato di 41 reti in 401 incontri: una media incredibilmente simile (un gol ogni 9,6 incontri in bianconero, ogni 9,78 in rossonero). E un dubbio: se segnasse a San Siro, esulterebbe? Andrea non il tipo da programmare una reazione emotiva: se dovesse accadere, si farebbe trascinare dallistinto. Come quando scelse senza timori una Juve che arrivava da due settimi posti. O come marted sera, dopo la vittoria sul Chelsea, quando ha abbracciato Buffon e si sono detti una cosa talmente bella da non poter essere raccontata. Magari ne avr parlato solo con la moglie Debora, tra una coccola a Nicol e una carezza ad Angela. E forse si confiderebbe con uno dei vecchi amici rossoneri, a cena in via Ravizza, come accaduto lanno scorso dopo la partita di campionato e il gol di Muntari. Senza i vecchi amici, per, anche la cena avr un sapore diverso.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LOTTA AL GOL FANTASMA IL PRIMO TEST UFFICIALE SAR IL 6 DICEMBRE, DURANTE LA GARA INAUGURALE DEL MONDIALE PER CLUB IN GIAPPONE

Ricordate Muntari? Sbaglia anche il chip...


Locchio di falco ha una tolleranza di 0,6 centimetri: la rete pu sfuggire pure alla tecnologia
FABIO LICARI

Vad per un errore di 20 centimetri. Ebbene: lerrore c, ed giusto che si paghi, ma non cos clamoroso. Il contrario. Lo rivela proprio il pi grande rivale dellesperimento arbitrale: locchio di falco.
Tolleranza Lhawk-eye, oggi

Succede il (comprensibile) finimondo quando allEuropeo, test finale per gli arbitri di porta, un giudice darea non vede il gol fantasma dellucraino Devic allInghilterra. Risultato: Ucraina, ospite del torneo, eliminata. Mister Vad, larbitro addizionale, fuori dai giochi. Larbitro Kassai, candidato alla finale, a casa. Blatter, divertito dai guai di Platini, subito a twittare malizioso. I commentatori a mettere in croce

Sony, a ottobre incontra le leghe europee per spiegare le caratteristiche del prodotto. C chi pu essere interessato: la Premier ne ha in progetto linserimento. Lontani i giorni in cui Blatter aveva inserito la perfezione tra i requisiti: tutti i test hanno dimostrato che il 100% di precisione impossibile, quindi la Fifa ha deviato verso una pi umana accuratezza. Tradotto: il protocollo sulla goal-line technology ammette una tolleranza di 3 centimetri (prima o dopo la linea di porta) sulle palle alte, e

La rete non data a Muntari contro la Juventus SKY

Il gol fantasma di Devic in Ucraina-Inghilterra ANSA

2 cm su quelle rasoterra. Quasi niente. Ma locchio di falco afferma con orgoglio davere una tolleranza inferiore: 0,6 centimetri. E rivela che il gol di Devic palla a mezzaria era entrato di 2,2 centimetri.
Test a dicembre Ecco il dato fon-

damentale: 2,2 centimetri meno di quei 3 che, per la Fifa,

sono il margine di errore di una macchina. Insomma, secondo il protocollo, il gol di Devic sarebbe potuto sfuggire anche alla tecnologia. Rivelazione che non deve assolutamente impedire la ricerca dellinfallibilit. Manca poco al primo test sul campo, Mondiale per club in Giappone, gara inaugurale il 6 dicembre tra Auckland

e i campioni di Giappone del Sanfrecce Hiroshima. Chiss poi se un caso succeder davvero.
Costi super Ci che ha preoccupato le leghe invece il prezzo dinstallazione dellocchio di falco. Ecco le cifre: la tecnologia in s costa 310 mila euro; il montaggio va da 30 mila a 70

mila euro (dipende dallo stadio); pi 52 mila euro allanno (manutenzione e diritti); pi un non ben specificato 5% di tassa Fifa. Due conti: linstallazione in Serie A, il primo anno, ipotizzando un costo medio di 50 mila per il montaggio, sarebbe circa 8 milioni. E fortuna che Blatter aveva detto che era meno cara degli arbitri: al contrario, circa 7/8 volte pi degli arbitri, che costano in Italia 1,1 milioni allanno, anche se poi la spesa tecnologica sarebbe ammortizzata nel tempo mentre per gli arbitri il costo annuale. Ecco perch non c ancora la fila per occhio di falco e goalref, laltra tecnologia tedesco-danese. Platini, loppositore, s affrettato a dichiarare alla Bild che il primo anno di coppe servirebbero allUefa 32 milioni (e quindi non se ne parla), e in 5 anni la spesa arriverebbe a 54 milioni. Leghe e federazioni vogliono capire se un gol non visto allanno pu valere subito 8 milioni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

La Juventus capolista ha segnato in questa stagione di A gi 29 gol: finora sono andati in rete 12 giocatori

Cooperativa del gol In dodici a segno in A Nessuno come la Juve


E con Bonucci, in gol in Champions, sono 13 gli uomini di Conte a rete. Il vero oro bianconero a centrocampo
MIRKO GRAZIANO MILANO

Il Milan ha il capocannoniere di serie A, la Juventus il miglior attacco e una vera e propria cooperativa del gol. Il Milan ha El Shaarawy, dieci gol in campionato, due in Champions, uno in Nazionale e tre in Under 21. La Juve ha mandato a segno dodici uomini in campionato, tredici in totale con il centro europeo di Bonucci. Nessuno meglio dei bianconeri, che precedono Fiorentina e Parma (11 giocatori in gol). Nessuno peggio dei rossoneri, ultimi in questa particolare classifica a quota sei, in compagnia di Genoa, Lazio e Palermo. Tradotto in concreto: Juventus dominatrice del campionato, Milan che arranca lontano anche dalla zona coppe. Questi i dodici goleador di Conte: 6 reti Quagliarella; 5 Vidal; 4 Giovinco; 3 Pirlo; 2 Asamoah, Pogba e Vucinic; 1 Caceres, Giaccherini, Lichtsteiner, Marchisio e Matri. I sei del Milan sono invece El Shaarawy (10), Pazzini (5), Montolivo (2), Bojan, De Jong ed Emanuelson (a quota uno).
Il lavoro di Conte Numeri che

sua gestione sullorganizzazione, sul gioco corale, sulla condivisione delle responsabilit in campo. Basta rivisitare anche solo la scorsa stagione, quando la Juventus port a casa uno scudetto ai limiti del miracoloso con Matri capocannoniere a quota dieci gol (non certo una cifra esaltante), seguito dalla coppia Vucinic-Marchisio con nove e da Vidal con sette reti. Del quartetto appena citato, il solo Vidal ha dato unulteriore accelerata in questa stagione: nove reti coppe comprese, e appunto

gi a due sole lunghezze in A dal traguardo raggiunto lanno scorso.


Quagliarella show Partenza da dimenticare invece per Alessandro Matri, non solo a livello di gol. Undici presenze, 479 minuti giocati e appena un centro, nel 4-1 con la Roma. Di fatto, il suo posto lha preso Fabio Quagliarella, sei gol in campionato e tre in Champions League, due dei quali rifilati ai campioni dEuropa del Chelsea. Titolare nelle ultime tre gare della Juventus (un record con Conte per gli attaccanti), il 29enne di Castellammare di Stabia a due sole reti dal raggiungere quota 100 nei campionati professionistici: in A sono 71. La miniera in mezzo In ogni modo, il vero oro della Juventus sempre a centrocampo. Dei 44 gol ufficiali di questa stagione (quindi coppe comprese), ben 22 arrivano infatti dalla linea a cinque del 3-5-2 di Conte: oltre ai nove di Vidal, ci sono anche i tre di Asamoah e Pirlo, i due di Marchisio e Pogba, i gol di Lichtsteiner, Caceres e Giaccherini. Gli attaccanti hanno portato 20 reti alla causa bianconera. Di Bonucci lunico gol dei tre l dietro, completa il bottino lautogol di Maggio, nella Supercoppa italiana vinta dai bianconeri ad agosto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LINTER A QUOTA 10
SQUADRA Juventus Fiorentina Parma Inter Sampdoria Chievo Roma Torino Udinese Cagliari Catania Napoli Atalanta Bologna Pescara Siena Genoa Lazio Milan Palermo GOLEADOR 12 11 11 10 10 9 9 9 9 8 8 8 7 7 7 7 6 6 6 6

non sorprendono per quanto riguarda la formazione torinese. In assenza di fuoriclasse o goleador di razza l davanti, Antonio Conte ha infatti puntato fin dai primi giorni della

LA SFIDA DIGITALE ROSSONERI LEADER IN ITALIA, IL CLUB DI TORINO IN CRESCITA

Il Milan apripista sui social network Boom bianconero


MARCO PASOTTO ALBERTO MAURO

Social network, ovvero lultima frontiera della comunicazione ed eccellente modo per diffondere il brand, oltre che per coinvolgere nuovi tifosi. La sfida delle big, in Italia come in Europa, si gioca anche su campi digitali, a colpi di fan e follower. Ecco come vanno Milan e Juventus.
Milan Il club rossonero, oltre a usare il web per lo sviluppo commerciale, fa interagire il pi possibile i suoi calciatori coi tifosi. Su Twitter, ad esempio, hanno chattato Pato e Boateng,

ma anche Galliani e Allegri. E su Facebook sono state realizzate video-interviste ai giocatori al raggiungimento di un certo numero di fan. Il Milan, secondo dati statistici ufficiali, il club italiano pi seguito sui social network: 12,4 milioni di fan su Facebook (primo brand italiano), 800 mila follower su Twitter (durante le partite si trova la cronaca in varie lingue), 400 mila su Google+, 800 mila sul cinese Tencent, oltre a 80 milioni di visualizzazioni totali sul canale ufficiale YouTube. Per quanto riguarda il mobile, 500 mila le applicazioni scaricate, mentre sul web sono state raggiunte circa 27 milioni di persone.

Juve Ha lanciato la sua piattaforma digitale il 27 aprile 2011, due anni dopo il Milan, ma sta facendo passi da gigante con una quota mensile che supera i 35 milioni di utenti. La pagina Facebook (4,6 milioni di fan) quella con pi interazioni (commenti, like e share) in Italia, mentre su Twitter i follower sono meno della met dei rossoneri: 332 mila. I Paesi pi attivi? Italia, Indonesia, Usa, Emirati Arabi e Arabia Saudita. Il canale YouTube quello con pi utenti iscritti (110 mila) tra i club di A, ha 33 milioni di visualizzazioni e nellultimo anno per diversi mesi stato il canale pi visto in Italia. La Juve il primo club al mondo ad avere un canale esclusivo su iTunes, su cui si possono trovare playlist e canzoni scelte dai calciatori. Il sito web in cinese frequentato in media da 5 milioni di utenti al giorno, i follower su Google+ sono pi di 133 mila e le applicazioni scaricate oltre 700 mila.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

MILAN-JUVE LOSPITE DONORE

Van Basten a San Siro


Lolandese stasera in tribuna: nel novembre 92 i quattro gol al Goteborg Un fuoriclasse che col Milan ha vinto tutto, inclusi tre Palloni doro
GERMANO BOVOLENTA

Stasera c la Juve e Van Basten lass, in tribuna con il Galliani. Come passa il tempo, eh Marco? Ventanni fa, 25 novembre 1992, il Cigno, il pi grande centravanti dei tempi moderni, segna i suoi ultimi gol a San Siro. un grande addio, alla Van Basten. Si gioca Milan-Goteborg, Champions League, girone di semifinale, gruppo B. Non c nebbia, ma neppure il pienone. Cinquantacinquemila spettatori (qualcuno scrive: soltanto), poco pi di 2 miliardi di lire dincasso. Il Milan non brilla, qualche incertezza in difesa. Manca Paolo Maldini e Massaro fa il terzino. Il capitano Franco Baresi annaspa. Mauro Tassotti cincischia. Non bene. Poi il cambio di velocit: Van Basten dopo un ricamo con Jean Pierre Papin, detto JPP, segna un gol da applausi. La partita cambia pelle, il portiere svedese Ravelli cambia umore. Il Milan di Capello sembra quasi il Milan di Sacchi: tattica ferrea, determinazione, lucidit e collettivo. E lui: Marco Van Basten. Segna altri tre gol, un rigore con il saltello incorporato, specialit della casa. Una rovesciata splendida, alla Van Basten. Una deliziosa veronica. Ovviamente anche quella alla Van Basten.
Come il ballerino Nureyev Quat-

Il pi bello dei quattro gol di Marco Van Basten agli svedesi del Goteborg, il 25 novembre 1992 in Champions: una splendida rovesciata

Capello, allepoca allenatore del rossonero, esclam: Ma cosa ha fatto!


ragazzo del Sud, cannoniere dei giovanissimi (28 gol), diventer un campione. Il titolo della Gazzetta: Accademia Van Basten. Lodovico Maradei, commentatore del nostro giornale, dalla tribuna stampa detta a braccio le pagelle. Van Basten 9. Motivazione: Prodigiosa prestazione. Non finisce pi di stupire, non si sa dove possa arrivare. Due gol da antologia e altri due di pura routine, ma solo per uno come lui. Non ci sono pi parole!. Non si trovano le parole, lemozione fortissima. Non le trova nemmeno Fabio Capello, che scuote la testa e ripete: Ma cosa ha fatto!. Ne trova poche lo stesso Marco, che sorride e sussurra:

Disciamoscelo, ho fatto una buona partita e buoni gol.


Il terzo Pallone dOro Saranno gli

laCuriosit

tro a zero, quattro gol, una notte piena di applausi. In tribuna c Gunnar Nordahl, detto il Pompiere, il cannoniere dei cannonieri rossoneri. Il vecchio gigante svedese batte le sue pesanti mani e dice: Io ne ho fatti tanti, ma stasera mi sarebbe piaciuto essere al suo posto. Questo ragazzo il pi bravo di tutti noi. Silvio Berlusconi gigioneggia: Marco un ballerino, come Nureyev. Ai bordi del campo i raccattapalle in tuta rossonera si rincorrono felici. Uno, Fabrizio Miccoli, piccolo

ultimi gol dentro il tempio e in Champions. Quattro giorni dopo il Milan gioca a Torino contro la Juventus e vince uno a zero. Van Basten c, ma segna un altro Marco, il giovane Simone. Poi il Marco olandese sente nuovi dolori alla caviglia e si ferma. Non si fermano i giurati di France Football, che gli assegnano il Pallone dOro, il terzo. Qualcuno dice: ma dai, per una rovesciata. Invidia allo stato puro. Il 1992 di Marco breve, ma intenso e strepitoso. Alcuni giorni prima dei quattro gol in Champions ne segna quattro anche al Napoli, al San Paolo. La partenza del secondo anno targato Capello, con lo scudetto sul petto e Van Basten capocannoniere (25 reti) in carica, travolgente. Alla seconda giornata fa tre gol a Pescara, nel famoso 4-5. Una domenica strana con piccoli e simpatici re-

E quel giorno al Meazza cera pure il grande Nordahl


La sera di Milan-Goteborg, il 25 novembre 1992, tra gli spettatori cera Gunnar Nordahl, il Pompierone, mitico centravanti svedese del Milan negli anni Cinquanta, componente del leggendario trio Gre-No-Li (Gren, Nordahl, Liedholm). Nordahl morto nel 1995, a 73 anni.

Ultimo gol ad Ancona Premiano Van Basten a Parigi il 19 dicembre, il giorno in cui Gianni Brera se ne va per sempre. La mattina dopo a St. Moritz con la sua caviglia gonfia. Lo aspetta un professorone, il pi bravo (dicono) del mondo. Marco operato per la quarta volta. Lo incoraggiano: tornerai a giocare. Torna male, dopo quattro mesi, segna il suo ultimo gol in Italia, ad Ancona, e partecipa allamara passerella di Monaco di Baviera contro il Marsiglia. Poi si ferma. Lascia a 29 anni, dopo sette operazioni. La Gazzetta scrive: Ma dove troveremo un altro cos?. Luomo che segnava in tutti i modi e che nessuno schema, nessuna diagonale, nessuna ripartenza avrebbe mai potuto imprigionare, saluta il nostro calcio in una notte destate del 1995, a San Siro, prima di un Milan-Juventus del Trofeo Berlusconi. La gente canta e piange. Marcovanbasten/c solo Marcovanbasten. Il freddo Cigno stavolta si commuove. Non laveva fatto in nessuna delle sue meravigliose finali, piene di gol e di trionfi. Sorriso dolce, parole semplici e normali. Qualche battuta come quella notte, a Barcellona, nel 1989. Vince la prima Coppa dei Campioni. Notte di grande festa. Si fa tardi, lo aspettiamo per le interviste, lui arriva lento e soave per ultimo. ancora in accappatoio. Gli fanno la prima domanda, risponde con unaltra domanda. Avete un pettine?. Non ce lha nessuno. E lui, con un sorriso ironico un po sarcastico: E voi siete venuti a una finale di Coppa dei Campioni senza portarvi un pettine?. Qualcuno dice: stasera di luna buona. Ne abbiamo viste tante buone lune. Stasera, molti anni dopo, guarder dalla tribuna la cresta di El Shaarawy. Pensa se il Faraone alla fine andasse da Marco e gli chiedesse: Scusa, hai un pettine?.
RIPRODUZIONE RISERVATA

identiKit & CARRIERA

Marco torna ventanni dopo lindimenticabile poker

cord. Il primo gol del Pescara, dopo un minuto, lo realizza Massimiliano Allegri. Primo tempo 4-4. Due autoreti di Franco Baresi. Debutta Savicevic, detto il Genio. Il resto roba del Cigno che vola, sinebria e incanta anche Firenze dopo un fantastico 7-3. La notizia del suo terzo Pallone dOro arriva in dicembre. Marco non sta bene, ma lo stesso in ritiro con lOlanda a Istanbul. Il Milan a Santa Cruz de Tenerife e Capello esce dallhotel e mostra tre dita: Marco! Ha vinto ancora.

10
#

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

SERIE A LANTICIPO DELLA 14a GIORNATA


le Pagelle
di F.C.

LE TRE RETI DI CASA NOTTE SICILIANA AL BARBERA: LA FESTA DEI PALERMITANI


2 1

MORGANELLA SI SDOPPIA ALMIRON GIRA A RITMO LENTO


PALERMO 7
BENUSSI 6,5 Vola a deviare una punizione velenosa di Lodi, nulla pu sulla seconda. Bravo anche su Almiron e Barrientos. MUNOZ 6 Ottima la chiusura su Doukara, buona gara in generale. DONATI 6,5 Si salva con un pizzico di fortuna su Spolli, registra da navigato difensore la retroguardia. VON BERGEN 6 Sbaglia unuscita su Morimoto che gli ruba il tempo, poi trova continuit. PISANO 6 D una mano nel momento di maggior difficolt. MORGANELLA 7 Si sdoppia in un prezioso lavoro di copertura e di offesa. RIOS 6,5 Lotta e recupera diversi palloni, in mezzo d un bel contributo alla squadra. KURTIC 6,5 Col passare delle settimane comincia a diventare sempre pi concreto e utile. GARCIA 6,5 Inizia con il silenziatore inserito, ma rimonta col trascorrere dei minuti. ILICIC 7,5 Non si lascia sfuggire loccasione del 2 0 a inizio ripresa e poi capolavoro per il terzo gol. BRIENZA 7 Bravo a procurarsi loccasione che finisce sulla traversa, va a difendere nella sua area. Festeggia bene le 200 in A. (Viola s.v.) IL MIGLIORE h 7,5 MICCOLI Gli capita la palla sul piede giusto e la mette allincrocio. Ha il merito di spaccare la partita. DYBALA 6,5 Entra quando il Palermo ha gi dato tutto e sfiora il gol del poker. ALL. GASPERINI 7 Trova la giornata perfetta nel momento pi atteso e forse pi delicato per lui.

1 Nella foto grande, il bel gol di Fabrizio Miccoli che porta in vantaggio il Palermo; 2 Josip Ilicic raccoglie linvito di Brienza e firma il 2-0 dei rosanero; 3 Ancora Ilicic, che su azione personale segna il bis IMAGE SPORT/LAPRESSE/ANSA

Miccoli fa 100, Ilicic ne fa 2 Palermo: derby tutto Gasp


Capolavoro dellattaccante per il suo centesimo gol in Serie A poi lo sloveno chiude i conti col Catania: i rosanero risalgono
PALERMO CATANIA 3 1
DAL NOSTRO INVIATO

FABIO LICARI PALERMO

PRIMO TEMPO 1-0 MARCATORI Miccoli (P) al 10 p.t.; Ilicic (P) al 4 e al 15, Lodi (C) al 25 s.t.

PALERMO (3-4-2-1)
Benussi; Muoz, Donati, Von Bergen (dal 30 s.t. Pisano); Morganella, Rios, Kurtic, Garcia; Brienza (dal 41 s.t. Viola), Ilicic; Miccoli (dal 21 s.t. Dybala). PANCHINA Brichetto, Fulignati, Cetto, Milanovic, Sanseverino, Giorgi, Zahavi, Budan. ALLENATORE Gasperini. CAMBI DI SISTEMA nessuno. BARICENTRO BASSO 48,9 metri ESPULSI nessuno. AMMONITI Donati e Miccoli (dalla panchina) per comportamento non regolamentare; Muoz per gioco scorretto.

CATANIA 5
ANDUJAR 6 Non pu nulla sui gol, bravo sulla conclusione di Brienza con laiuto della traversa e poi anche su Dybala allo scadere. P. ALVAREZ 6 Provvidenziale su Morganella lanciato a rete. LEGROTTAGLIE 5,5 Non pu nulla sullassist involontario che Spolli fornisce a Miccoli. SPOLLI 5 Sbaglia lintervento sul cross di Morganella e sistema la palla a Miccoli per l1 0, poi si fa superare da Brienza. Bravo per a salvare un gol fatto su Morganella. (Capuano s.v.) MARCHESE 6 Meno incisivo e prezioso del solito, ma nellimbarcata generale uno dei pochi a non perdere la bussola. IZCO 5,5 Si vede poco, la sua gara dura un tempo, esce per k.o.. IL MIGLIORE h 6,5 CASTRO Vivacizza la manovra, ci mette fantasia e forza di volont, forse doveva entrare dallinizio. LODI 6 Bella punizione ben neutralizzata da Benussi a fine primo tempo, e poi il gol della bandiera su calcio piazzato. ALMIRON 4,5 Ritmo lento, non riesce a entrare in partita. BARRIENTOS 5 Unombra, perde molti palloni, non inventa nulla, sbaglia un gol fatto. MORIMOTO 4,5 Servito poco e male ma lui non si aiuta. Forse perde la sua ultima occasione. DOUKARA 6 Almeno crea un po di scompiglio e cerca la conclusione appena ne intravede la possibilit. GOMEZ 5 Non salta mai lavversario nel primo tempo, Morganella lo chiude bene, meglio nella ripresa ma a gara gi chiusa. ALL. MARAN 5,5 Sbaglia le scelte iniziali. Prova a cambiare registro inserendo Castro e cambiando modulo. Tenta la carta Doukara, ma il derby gi compromesso.
ARBITRI: Romeo 6 Arbitra bene, vede quasi tutto, eccede in occasione delle ammonizioni a Gomez che finisce a terra (senza protestare) e a Miccoli in panchina. Galloni 6,5, Musolino 6,5; Russo 6,5, Candussio 6,5.

CATANIA (4-3-3)
Andujar; P. Alvarez, Legrottaglie, Spolli (dal 41 s.t. Capuano), Marchese; Izco (dal 44 p.t. Castro), Lodi, Almiron; Barrientos, Morimoto (dal 19 s.t. Doukara), Gomez. PANCHINA Frison, Terracciano, Rolin, Bellusci, Paglialunga, Augustyn, Ricchiuti, Salifu. ALLENATORE Maran. CAMBI DI SISTEMA 4-3-1-2 dal 44 p.t.; 4-3-3 dall8 s.t. BARICENTRO MOLTO ALTO 57,2 metri ESPULSI nessuno. AMMONITI Spolli e Gomez per comportamento non regolamentare; Almiron e Doukara per gioco scorretto. ARBITRO Romeo di Verona.
NOTE paganti 11.633, incasso 117.879; abbonati 9.268, quota 127.387 euro. Tiri in porta 10 (con una traversa)-8. Tiri fuori 8-3. Angoli 4-6. In fuorigioco 4-2. Recuperi: 2 p.t., 4 s.t.

La notte perfetta. Per il Palermo, naturalmente. La notte in cui Miccoli infila il 100 gol in Serie A. La notte in cui Ilicic sembra quel fenomeno che, con Pastore accanto, faceva ammattire le difese di mezzo campionato. La notte in Gasperini sinventa una gran soluzione tattica (il doppio modulo con scambio di ruoli tra Brienza e Morganella) per imbrigliare Lodi e Almiron, prendendo possesso definitivo del gioco. La notte in cui il Catania sembra parente lontano stanco, senza idee, impreciso di quello che ha messo alla corde la Juve. Insomma, la notte del derby che qui a Palermo ricorderanno a lungo e che forse allontana, mentalmente prima che per i punti, dalla zona a rischio. Un 3-1 che nessuno si sarebbe sognato. Ma che non pu far sorridere del tutto: perch Donati e Miccoli, diffidati, si fanno ammonire, e il derby con lInter parte gi in salita. Ah, la notte che servir anche al Catania: c da riflettere un po su uomini e moduli.
Invenzione Gasperini Dura infat-

ti 10 minuti il solito Catania compatto e padrone a centrocampo. Giusto il tempo di vedere lazione che sar lo specchio della gara: Morganella, per una sera irresistibile, va sulla destra, e Spolli buca il primo pallone di una lunga serie. Naturalmente da dietro arriva Miccoli che si gira con tutta la rabbia del mondo e fa un gran gol dei suoi, da fuori, 1-0. Ed ecco che comincia la vera partita: ma per il Catania non c il tempo di replicare perch la scacchiera Gasperini lha studiata alla perfezione. Inventandosi un doppio modulo che manda in confusione Maran. In fase dattacco, c il solito 3-4-2-1 con Brienza e Ilicic iperattivi. In fase di non possesso, per, un inedito 4-5-1: con Garcia che si abbassa in difesa e con Morganella e Brienza che si scambiano ruolo nella mediana. Lesterno va a fare la mezzala a uomo su Almiron; il fantasista si sacrifica da esterno; e Rios, libero da impegni, diventa lelastico su Lodi. Il centrocampo presidiato.
Rinasce Ilicic Cos il Palermo

clic
IL CLUB A TRE CIFRE: IL 33ENNE SALENTINO IL 74ESIMO A FARCELA
E sono 100. Il tocco di destro che ha sbloccato il derbissimo di Sicilia il centesimo gol di Fabrizio Miccoli in Serie A. Il 33enne attaccante salentino (che nella massima serie ha vestito anche le maglie di Perugia, Juve e Fiorentina, prima di approdare a Palermo nel 2007) entra cos nellambito club dei centenari. Dallistituzione del girone unico di Serie A, altri 73 bomber prima di lui sono andati in tripla cifra. Ai primi tre posti della classifica Silvio Piola, con 274 reti, Gunnar Nordhal (225) e Francesco Totti (219). Il capitano romanista anche uno dei cinque centenari che sono ancora in attivit. Oltre a lui e a Miccoli (5) ci sono anche Di Natale (161 reti), Gilardino (152) e Toni (105).

anche questione di uomini: se Morimoto l davanti un fantasma, se Barrientos indisponente, se Gomez sbatte su Munoz, se Lodi e Almiron non superano mai lavversario, se Spolli fuori fase Troppi se dei quali il Palermo non approfitta: Brienza semina il panico ma sbatte su Andujar e traversa, Miccoli si fa anticipare da Alvarez sulla linea. E poi sembra che la sorte dia una mano a Maran: Izco si fa male e, dentro il vivacissimo e ordinato Castro a fine primo tempo, il Catania passa al 4-3-1-2. Proprio quell1, Barrientos, fa da schermo a Rios e innesca pi libert per Lodi. Si cambia registro? Macch, dura pochissimo, perch al 4 st il solito Miccoli se ne va sullo stretto in velocit, il solito Spolli lo perde, e linsolito Ilicic trova la botta da fuori: 2-0.
Reazione Lodi Miccoli, Ilicic e Gasperini il tridente vincente, il Catania ormai un pugile alle corde. Cos barcollante che poco dopo, al 15, Iliic sinventa uno dei contropiede dei tempi belli e va a infilare il 3-0, tutto da solo. E pensare che a Bologna era stato un disastro. La reazione dorgoglio catanese nellentrata del volenteroso Doukara (altro che doveva giocare da subito) e nella punizione di Lodi imparabile per Benussi (che non sembra certo peggio dello squalificato Ujkani). Ma il 3-1 mette paura al Palermo solo per un po, perch in realt sono Morganella e lo scatenato Dybala (dentro per Miccoli) a sfiorare la goleada. E adesso derby incrociati in vista: Inter-Palermo e Milan-Catania, senza Donati, Miccoli, Spolli e Gomez. Ma difficile immaginarli senza Dybala, Castro e Doukara.
RIPRODUZIONE RISERVATA

sempre in superiorit. Sempre. E non solo perch Maran non trova mai la replica tattica. No,

IL DOPOGARA GASPERINI: ABBIAMO FATTO 13 PUNTI IN 9 PARTITE: TANTO MA PAGHIAMO UN INIZIO SBAGLIATO

la Moviola
DI FA.BI.

Maran deluso: Concesso troppo


FABRIZIO VITALE PALERMO

Il primo derby siciliano di Gian Piero Gasperini ha il sapore particolare del riscatto. Il tecnico ha vinto e difende il gruppo per quello che ha espresso da quando arrivato sulla panchina del Palermo. Questa squadra ha fatto 13 punti in 9 partite dice il tecnico . tanto, purtroppo stiamo pagando un inizio sbagliato. Ma abbiamo sempre fatto prestazioni in crescendo, a parte la gara di Roma, ci siamo espressi be-

ne. Anche a Bologna fino al gol del loro vantaggio la gara labbiamo fatta noi. Questa squadra la sente sua, se poi le individualit vengono fuori come nel derby, il Gasp avr di che essere soddisfatto. Ilicic in stato di grazia mancato per troppo tempo. Ha fatto sempre bene, gli serviva soltanto il gol continua il tecnico , il fatto che abbia segnato nel derby molto importante perch lo pu aiutare. Ma Josip ha grandi qualit. Magari d limpressione che non ci tenga, ma invece molto attaccato a questa maglia. E lui, Josip, adesso

finalmente raggiante: Questo il giorno pi bello della mia carriera: abbiamo vinto un derby importante per noi, per i tifosi e per la classifica. Questanno avevo avuto altre occasioni, ma questa doppietta importante. Io lerede di Pastore? Lui un giocatore fortissimo, ma io sono pronto.
Troppi spazi Maran ammette gli

errori del Catania, troppo rinunciatario in avvio di partita. C molta delusione nelle sue parole. Non abbiamo avuto limpatto giusto con la gara, abbiamo subito troppo la grinta

del Palermo. Sono stati concessi troppi spazi. Poi quando abbiamo avuto la possibilit di riaprire la partita non labbiamo saputa sfruttare. Limpressione che il Palermo fosse pi carico. Non cos continua Maran abbiamo preso gol molto presto, questo ci ha messo nelle condizioni di dare spazio al Palermo. Non siamo pi riusciti a fare quello che volevamo e siamo andati pi per istinto che per logica. Con il 3-1 ci siamo un po rimessi in partita, ma non siamo stati quelli che siamo di solito.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Romeo esagera con i gialli a Miccoli e Gomez


Romeo decide bene sugli episodi ma cade sui cartellini gialli. Ci sta il secondo a Spolli. Esagerati quello a Miccoli gi in panchina per perdita di tempo (teneva solo il pallone in mano) e quello a Gomez per simulazione. Ok, non rigore, ma largentino viene comunque stretto tra due. Prima, Romeo fischia la fine del primo round mentre Lodi sembra poter entrare in area. Non c rigore nel contrasto Spolli Donati.

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

11

ilpersonaggio FABRIZIO MICCOLI

DAL NOSTRO INVIATO

FRANCESCO CARUSO PALERMO

Tra iniezioni e promesse la dura vita del centenario


Lattaccante: Ho fatto pi punture questa settimana che in tutta la mia carriera. Ora si va al ristorante. Gratis...
PRIMAVERA

Chiss se lo sceneggiatore che gli ha scritto il copione lo aveva avvertito che il centesimo gol in Serie A lo avrebbe segnato in una notte da derby. Non in Puglia, la sua terra, ma in Sicilia, la sua patria adottiva, con la maglia del Palermo che ormai si cucito addosso. Fabrizio Miccoli, il capitano, per festeggiare porter la squadra a cena: Cercher un ristorante che ci ospiti gratis... dir alla fine con una battuta felice. Col suo gol consegna una vittoria preziosissima al Palermo. Un successo che rinsalda la posizione di Gasperini, reduce dalla brutta sconfitta di Bologna (3-0) e che nelle prime 10 giornate ( subentrato a Sannino dopo 3 gare) aveva viaggiato alla media di un punto a partita. La vittoria del derby per buona parte merito proprio di Miccoli, che spacca

la partita dopo appena 10 minuti, assestando un diretto dal quale il Catania non riuscir pi a rialzarsi. vero che la doppietta (la prima in serie A) del redivivo Ilicic d un altro scossone alla serata, ma luomo derby rimane il capitano, arrivato al terzo gol in un derby, il secondo da tre punti.
Standing ovation La pensa cos

Fabrizio Miccoli, 33 anni


ANSA

anche il Barbera, a giudicare dalla standing ovation che gli tributa quando Gasperini lo sostituisce con Dybala. Ed bello labbraccio del capitano col suo sostituto, quello che dovrebbe raccoglierne leredit, e con Gasp. Che aveva dovuto tenerlo fuori a Bologna per sperare di ritrovarlo in questa serata cos importante, macchiata solo parzialmente dallammonizione a Fabrizio (diffidato, salter lInter, a cui la stagione scorsa ha segnato 5 gol in 2 gare di A). Sono contento per il derby vinto pi che per i 100 gol, afferma Micco-

li. Dallinizio della settimana ho preparato questa gara, sono contentissimo. Lo Monaco ha preparato bene il derby come fa sempre e come facciamo noi. Questa una gara particolare e ho fatto limpossibile per essere in campo, per 15 giorni ho lavorato per non mancare. Negli ultimi giorni ho sentito di nuovo fastidio alla gamba e ringrazio lo staff medico che mi ha fatto andare in campo. Ho fatto pi iniezioni in questa settimana che in tutta la vita. Ne valeva la pena. Complimenti ai miei compagni, sono felice per i tifosi. Peccato per lammonizione, solo io riesco a prendere un giallo in panchina. Per dormir pi tranquillo perch abbiamo vinto il derby, non tanto per la classifica che ancora zoppicante: dobbiamo arrivare oltre i 20 punti al giro di boa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Atalanta stop Napoli steso dai rosanero


Nei match clou di ieri, pareggio tra Atalanta e Chievo (girone B), mentre il Palermo batte il Napoli (C). La 12a giornata: Girone A Empoli-Pro Vercelli 2-1, Novara-Genoa 1-2, Sampdoria-Cagliari 4-1, Siena-Grosseto 3-2, SpeziaParma 1-0. Oggi, ore 11: Livorno-Juventus, TorinoFiorentina (tv SportItalia). Classifica: Fiorentina 28; Juve 23; Genoa, Empoli 22; Torino, Novara, Spezia 19; Pro Vercelli 16; Samp 13, Siena 12, Cagliari 11, Parma 10, Livorno 9, Grosseto 5. Girone B Udinese-Milan 0-1, Atalanta-Chievo 0-0, Cesena-Modena 1-1, Cittadella-Varese 0-1, Verona-Brescia 1-2, Inter-Padova 1-0, SassuoloBologna 3-3. Classifica: Atalanta 31; Chievo, Inter 25; Bologna 23; Milan 22; Cesena 20; Varese 16; Brescia, Sassuolo 14; Cittadella 12; Padova 10; Modena 9; Udinese 7; Verona 5. Girone C Catania-Ascoli 2-0, Lazio-Vicenza 4-0, Pescara-Crotone 6-3, Ternana-Reggina 1-1, Palermo-Napoli 2-1, Lanciano-Roma 0-1, Juve Stabia-Bari (oggi 14.30). Classifica: Napoli 25; Roma, Palermo 24; Lazio 22; Catania 20; Ascoli 18; Reggina 15; Juve Stabia, Vicenza 14; Pescara, Bari 13; Crotone 11; Lanciano 5; Ternana 4.

Taccuino
DONNE

Torres e Tavagnacco ok
(f.sal.) La 10a di A: Chiasiellis Bre scia 0 3; Como Tavagnacco 1 2; La zio Riviera di Romagna 1 3; Mozzani ca Firenze 1 0; Napoli Fiammamonza 6 1; Perugia Verona 0 4; Pordeno ne Torino 2 1; Torres Mozzecane 6 1. Class (prime pos.): Tavagnacco 26; Tor res 24; Brescia 23; Verona 21.

CALCIO A 5

Asti vince e va in fuga


La 6a di A: Marca Verona 6 1, Ve nezia Putignano 4 3, Ka os Acqua&Sapone 0 1, Lazio Rieti 2 1, Pescara Cogianco 4 1, Napoli Luparen se 2 6, Asti Montesilvano 6 5. Class. (prime pos.): Asti 16, Montesilvano* 12, Marca, Luparense e Acqua&Sapone 11.

12

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

SERIE A IL CASO

Inter-Wes: rottura
clic
ANCHE ALLA ROMA STRAMA PERSE IL N10
(f.o.) Era gi capitato a Stramaccioni di trovarsi senza il suo n 10 per scelta del club: alla sua prima stagione con gli Allievi Nazionali, nellaprile 2008 il Manchester United va a casa di Davide Petrucci, nazionale Under 17, capocannoniere pur da centrocampista (con Florenzi e Bertolacci). Solo allora la Roma gli offre un contratto da prof: lui non firma, va fuori rosa e a luglio vola in Inghilterra. E Strama senza di lui non batte il Parma mancando la finale scudetto (vinta dallInter).

lafrase DEL GIORNO

d
Wesley Sneijder, 28 anni, 4 stagione con lInter: questanno 8 partite (5 di campionato e 3 di Europa League) e due gol segnati LIVERANI

il retroscena

Era un intoccabile e ora il rischio c: mai pi nerazzurro


MILANO

Sneijder firma o non gioca pi E lui non molla


Branca: Non lo utilizziamo se non modifica il contratto. La spalmatura: da 6 a 4 milioni
MATTEO DALLA VITE ANDREA ELEFANTE MILANO

La frattura profonda. E ricomporla, ad ora, pare fra il difficile e limpossibile. Lanticipazione della Gazzetta del 15 novembre confermata: lInter ha proposto a Sneijder un allungamento di contratto fino al 2017 con annessa riduzione (tramite spalmatura) dellingaggio. Davanti a tutto questo (emolumenti ridotti dai 6 milioni netti pi bonus attuali a 4) Wes pare deciso a dire no. Ma finch non decider se firmare o meno, il campo sar un miraggio. Non giocher.

Pi spazio per altri E il direttore dellarea tecnica Marco Branca a rendere nota - ai microfoni Sky - la trattativa in essere e laut-aut in questione: La situazione di Sneijder, che fa parte della nostra storia ed un giocatore a cui tutti noi vogliamo bene, che stiamo discutendo da tempo leventuale e per noi necessaria modifica contrattuale. In relazione a questa vicenda, vogliamo lasciare tutto il tempo necessario al giocatore e al suo staff di valutare bene quelli che sono i termini della nostra proposta. Quindi la decisione tecnica e della societ di non utilizzare in questo frangente il giocatore va ricondotta allattesa di

maggior serenit e di maggior chiarezza. Questo tra laltro consentir al nostro tecnico di dare pi spazio ad altri nostri giocatori. Tradotto: niente firma, niente campo.
Non giocare E al non-scendere in campo si pu arrivare tramite lesclusione dai convocati e anche dagli undici titolari pi i tre sostituti. Se il giocatore non verr convocato - risponde Branca -? Ho parlato di "utilizzo". C una situazione che va ricondotta alla chiarezza progettuale, e in questo momento tecnico e societ sono concordi nella scelta dellattesa di questa chiarezza per riprendere un discorso tecnico.

La sostanza che per lInter certe cifre non sono pi sostenibili: Sneijder - che attualmente ha un contratto fino al 2015 - guadagna troppo per un club che ha deciso di abbattere il tetto ingaggi. Noi - continua Branca - abbiamo il massimo rispetto del lavoro degli altri come gli altri debbono lo stesso rispetto per il nostro lavoro, per le nostre esigenze, che negli ultimi tempi credo per tutti non debbano essere pi nascoste. C un discorso molto serio, siamo pazienti e sereni nellattesa dellevolversi della situazione proprio perch abbiamo un certo tipo di rapporto con Sneijder. Situazione difficile e pi intricata di quel che si possa pensare, col rischio che la frattura attuale diventi un addio gi a gennaio.
Paulinho e il si potr Ah, poi

Branca ha aggiunto che Paulinho costa e in questo momento il termine "costa" non va bene e che a gennaio si far mercato solo se si potr - continua il d.t.- , oltre al fatto che ho gi anticipato da tempo che noi crediamo nella forza del nostro gruppo attuale. In questo momento la situazione economica mondiale non ci permette di programmare alcuna spesa. Attenzione a quel si potr: potrebbe proprio legarsi a una cessione di Wesley Sneijder.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SERVE MAGGIORE SERENIT Con Wesley stiamo discutendo da tempo uneventuale e per noi necessaria modifica contrattuale: vogliamo lasciare il tempo necessario al giocatore e al suo staff di valutare bene i termini della nostra proposta, quindi la decisione tecnica e della societ, che trova concordi allenatore e club, di non utilizzare in questo frangente il giocatore, va ricondotta allattesa di maggior serenit e chiarezza
MARCO BRANCA
DIRETTORE AREA TECNICA INTER

Volo Los Angeles-Milano Malpensa, 23 ottobre, Sneijder torna in Italia dopo una settimana di fisioterapia, bentornato Wes, come stai Wes?, ben rientrato alla Pinetina Wes: per adesso vieni qui che parliamo un po.
Caro Wes, al giorno doggi... La storia di oggi nasce quel giorno di un mese fa quando lInter convoca Wesley Sneijder per proporgli il rinnovo di contratto con spalmatura (e riduzione) degli emolumenti. In quel preciso momento, il Genio di Utrecht sente che il vento sta cambiando, capisce che quellInter che lo vedeva centrale nel proprio progetto adesso deve perseguire labbattimento dei costi comera gi successo con le cessioni di Etoo, Julio Cesar, Maicon e Lucio. Il che non significa volerne fare a meno, scaricarlo; significa che continuare cos, a 6 milioni netti pi bonus no, non si pu pi. Da perno a troppo costoso Wes lintoccabile, Wes

il perno della nuova Inter: era cos, convintamente, e nessuno dice che non lo sar, chiss. Il problema che Sneijder - per il quale tutti allInter calcisticamente stravedono - in questo preciso momento non avrebbe alcuna intenzione di accettare la proposta nerazzurra. Configurando la rottura insanabile fra le parti. Sneijder ama lInter e lInter vuole molto bene a Sneijder: nel dicembre del 2010, Wes aveva prolungato il contratto fino al 2015 con lidea di vivere il Mondiale in Brasile del 2014 per poi rimettersi a un tavolo con lInter per discutere un rinnovo o un addio in vista dellultimo contratto della carriera. Ma i tempi odierni non sono pi quelli di ieri, per la crisi economica e perch forse dopo il Triplete Sneijder non ha pi inciso sullInter come tutti si aspettavano.
Chievo-Inter la sua ultima da interista? Resta il fatto che - secondo sussurri - la situazione rischia di evolversi in senso non-positivo: ad ora, a meno di imprevedibili sterzate, Wesley Sneijder non avrebbe alcuna intenzione di accettare la proposta. E allora lo scenario configurabile sarebbe il seguente: pu anche darsi - estremizzando il concetto che Wes finisca per non giocare pi una partita con la maglia dellInter, perch fino alla sosta potrebbero non esserci sviluppi (e lo stand-by significa Sneijder non in campo) e perch a gennaio se arriver unofferta lolandese cambier aria. Insomma: e se lultima di Wes fosse stata Chievo-Inter del 26 settembre scorso? Il rischio c. Non posso parlare di Inter Nel frattempo intervie-

ne anche pap Barry (Siamo contenti che lInter abbia reso nota la situazione e siamo sorpresi del momento visto che il contratto scade nel 2015 ha detto a Voetbal International -: ma non siamo obbligati), al De Telegraaf Wes dice Non posso parlare di Inter e si mormora che Sneijder stesso si sentirebbe pronto gi da una settimana per giocare. Gi, giocare: mai stato cos difficile.
m.d.v.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Domani Parma-Inter
I GIALLOBLU I PRECEDENTI: 12 VITTORIE A 3 I NERAZZURRI CONFERMATA LA FIDUCIA PER IL RECUPERO DI RANOCCHIA

LEX CAPITANO

Donadoni punta sul fattore Tardini E Ghirardi d la carica: Ora proviamo a ripeterci anche contro i nerazzurri
PARMA (s.p.) Al Tardini abbiamo fatto grandi cose, speriamo di ripeterci con l'Inter. Lo dice il presidente Tommaso Ghirardi e lo confermano i numeri: in sei partite finora tre vittorie e tre pareggi, solo Fiorentina e Napoli sono ancora imbattute in casa come il Parma. Un exploit accaduto solo nel 2003, con sei gare casalinghe e zero sconfitte: lInter potrebbe puntare sulla cabala quell'anno il Parma cadde proprio alla 7 in casa, 1 2 contro la Reggina ma i giallobl hanno dalla loro la forza dei precedenti, visto che al Tardini hanno ottenuto 12 vittorie contro le tre dei nerazzurri.

Oggi Stramaccioni sa se avr Guarin Lui e Zanetti da interni a centrocampo con ballottaggio fra Alvarez e Pereira
APPIANO GENTILE (a.e.) Solo oggi Stramaccioni, dopo un ultimo confronto con staff medico e giocatore, sapr se a Parma potr contare anche su Fredy Guarin: presenza importante vista la squalifica di Gargano, i tempi ancora lunghi per il recupero di Mudingayi e la cautela che accompagna i miglioramenti di Obi (forse in gruppo la prossima settimana). Guarin ha lavorato bene anche ieri, seppur senza forzare troppo: con lui il tecnico potrebbe disegnare una mediana completata da Zanetti in versione interno e Cambiasso, con Nagatomo a destra e a sinistra possibile ballottaggio Alvarez Pereira. Confermata la

Figc lombarda: Mazzola battuto Rieletto Belloli


Niente da fare per Sandro Mazzola, che si era candidato per la poltrona di presidente del Comitato regionale lombardo Figc. stato, infatti, riconfermato Felice Belloli, con 687 voti sui 892 totali. Mazzola ha avuto solo 199 preferenze e ha subito abbracciato il vincitore: Non mi aspettavo una sconfitta cos, ma per me stata comunque unesperienza positiva.

fiducia per il recupero di Ranocchia, uscito a Kazan per un indurimento alladduttore, scomparso gi venerd. Continuano intanto i progressi per Stankovic e Chivu: il serbo, che gi mercoled aveva fatto un quarto dora di partitella, ieri ha allungato i tempi, lavorando a buon ritmo con gli altri per mezzora; anche il romeno si allenato in gruppo, seppure con minore intensit: per entrambi non da escludere un rientro entro il 2012.

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

13

SERIE A LE ALTRE PARTITE DI OGGI


PARLA VENTURA

Toro per la vittoria numero 600 Ci servono punti


TORINO Giampiero Ventura fa i conti con il pallottoliere: i numeri della Fiorentina incutono timore. Tra viola, derby e Milan sar dura. E ci mancava il mercoled di Coppa a Siena: abbiamo chiesto di spostare la data, ma hanno fatto orecchie da mercante. Nonostante il calendario e il rischio squalifica per il derby (Bianchi e Gazzi diffidati), non si far turnover. Due assenze per la febbre, Di Cesare e Vives, per il resto la miglior formazione. Dopo la Juve, la Fiorentina la squadra pi forte, ma i punti si devono fare con chiunque. Sar dura centrare la vittoria n. 600 in A: 11 anni fa lultimo successo in casa con i viola.
f.bra

laffetto della curva

QUI ATALANTA

Colantuono certo Non dobbiamo sottovalutarli


BERGAMO Operazione rilancio immediato. Dopo lo scivolone di Firenze, lAtalanta si affida alla forza del Comunale e alla voglia di riscatto dei giocatori. Colantuono dovr fare a meno di Cigarini (squalificato), ma con Cazzola Carmona ha gi battuto il Napoli. La classifica non rispecchia il potenziale del Genoa. Dobbiamo comportarci come a Genova contro la Samp: solo non sottovalutandoli possiamo fare risultato. LAtalanta era riuscita a vincere con una grande prestazione: Colantuono spera nel bis, anche a costo di inguaiare un allenatore che a Bergamo ancora molto amato.
g.m.

Gigi e quei due anni con i nerazzurri


Nono posto e salvezza con due giornate danticipo: questo il bilancio del primo anno di Gigi Delneri sulla panchina dellAtalanta. Undicesimo posto lanno successivo. La curva con uno striscione esposto nella gara contro la Reggina del 20 aprile 2009 chiedeva la conferma dellallenatore SPORT IMAGE

Vincenzo Montella, 38 anni, prima stagione sulla panchina viola FORNASARI

Montella vola Terzi bello e magari miglioriamo


La Fiorentina insegue la Juve in vetta ma con il Torino sar ancora senza Jovetic. Il tecnico: inutile rischiarlo
Preservato Il tutto, come ampia-

motivazione semplice. stato il primo a far partire lazione delle sue squadre da dietro, addirittura dal portiere, con i terzini che salgono e quasi quattro attaccanti. Sono molto organizzati, basta vedere le poche reti subite, e hanno una propria identit. Sar una gara dalle grandi difficolt tattiche. Rompere gli schemi tocca spesso a Cerci. Ha potenzialit enormi, spesso inespresse. Mi auguro sia emozionato ed arrabbiato, di conseguenza meno lucido. Di Cerci a Firenze sempre stato detto tutto ed il suo contrario. Sia in campo che fuori. Alessio qualche difetto ce lha, ma non uno che beve o fa casino. E non certo stato ceduto per questo.
Coppia gol Borja ed Aquilani a

Delneri torna a Bergamo Ora gli serve una svolta


Con il nuovo allenatore Genoa cinque volte k.o.: Preziosi conferma linteresse per Zarate, Matuzalem e Floccari
Perch vedere

cetto. Delneri e l'Atalanta, storia di un amore mai tramontato, e pazienza se un ex cos amato si ripresenta oggi alla guida di un Genoa malaticcio e quasi moribondo, fanalino di coda del campionato, con sei sconfitte sulle spalle (cinque delle quali con Delneri in panchina, ancora alla ricerca del primo punto da quando arrivato a Genova), il morale sotto le scarpe dopo la disfatta nel derby e gli ultr che rumoreggiano. Il record assoluto, sette k.o. di fila, risale per il Grifone nientemeno che al campionato 1945-46, dalla nona alla quindicesima giornata.
Futuro incerto Ma questo il calcio. Per sorridere, meglio pensare a quelle due stagioni che avrebbero forse potuto aprire un vero e proprio ciclo, interrotto probabilmente anche dal dramma dellex presidente Ruggeri. Dire che oggi Delneri rischia sarebbe scontato, ma il discorso va messo in altri termini. Il presidente Preziosi non pensa a un altro divorzio, qualunque sia il risultato con lAtalanta, anche se saranno decisive, anche per il futuro del Grifone, le due sfide con il Chievo ed a Pescara. Il Genoa che verr Intanto, stan-

Perch vedere

TORINO-FIORENTINA
Mai, dal ritorno in Serie A, la Fiorentina ha centrato 6 vittorie consecutive: ora a 5. Il Toro vuole avvicinarsi al meglio al derby con la Juve
Olimpico, ore 15

GIOVANNI SARDELLI FIRENZE

Montella vuole ingranare la sesta, per spingere al massimo questa Fiorentina spider. Dopo cinque vittorie consecutive, i viola tentano limpresa storica di allungare la serie. Evento che non accade da quasi mezzo secolo quando, a cavallo delle stagioni 1965-66 e 1966-67, arriv la sestina vincente.

mente previsto, senza Jovetic e Pizarro. Ha avuto un problema in un punto delicato, allalluce: fin quando c anche l1% di possibilit che possa peggiorare, rischiare non ha senso ha detto Montella del primo. Torner mercoled in Coppa Italia. Poi sul regista, squalificato: La sua assenza pesa, anche se chi lo sostituir (Olivera) ha sempre fatto bene. Pizarro il mio segreto? E il segreto di Pulcinella (ride). La classifica sorprende. Ed inorgoglisce: Terzi ci troviamo bene. Sar complicato rimanere in questa posizione: poi chiss, magari miglioriamo.
Maestro Giampiero Domanda: Chi il simbolo di questo Torino? Risposta. Indiscutibilmente lallenatore. Montella rende omaggio a Ventura, tecnico che ho studiato a lungo. La

centrocampo non si toccano, Pasqual e Cuadrado sulle fasce idem. Davanti, come con Milan ed Atalanta, spazio alla strana coppia Ljajic-Toni. Il serbo s che in estate doveva andare al Torino. A me ha sempre detto di voler rimanere spiega lAeroplanino -, Adem ha potenzialit e velocit. Dovrebbe per segnare di pi. Quando calcia punta sempre verso lincrocio dei pali, gli ho detto che forse meglio mirare il portiere. Su Luca-gol ammirazione e simpatia si incrociano nella testa di Montella. Labbiamo voluto per i valori in campo, la personalit e la possibilit di aiutare i giovani. Ha trovato la condizione fisica ottimale prima del previsto. Chi pi veloce tra me e lui? Sui venti metri vinco io, sicuro. Sui 100 non so se arrivo in fondo. Ma forse nemmeno lui.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ATALANTA-GENOA
Delneri ha perso 5 volte consecutive, il Genoa 6: deve iniziare il cambio di marcia. LAtalanta vuole riscattare il passo falso di Firenze
Atleti Azzurri dItalia, ore 15

nerazzurri un calcio fra i pi belli che la gente di Bergamo ricordi negli ultimi due lustri.
Mou al tappeto Non solo per

FILIPPO GRIMALDI GUIDO MACONI

Oggi torna a Bergamo un vecchio amico. Fantastici (e indimenticabili) quegli anni. Due stagioni di grazia, dal 2007 al 2009, per Luigi Delneri alla guida dellAtalanta: un nono e undicesimo posto, 76 panchine complessive con una gara vinta ogni tre ma, soprattutto, il ricordo di un allenatore che ha fatto giocare ai

una questione di modulo, con il suo 4-4-2 (immutabile, a quel tempo), di interpreti, di un calcio definito non a torto un inno alla gioia, di successi storici come il 3-1 in casa allInter di Mourinho nella prima stagione, sotto per tre a zero gi alla fine del primo tempo, la gara-simbolo per una squadra poi capace di andare a vincere a San Siro contro il Milan. Delneri aveva anche conquistato la citt, dove ritorna spesso con il suo vice Conti per andare a pranzo dalla Giuliana o incontrare qualche vecchio amico, con cui giocava gare benefiche nel Berghem Soccer Team, o scendeva in campo il marted sera nelle sfide a cal-

no per iniziare le grandi manovre per gennaio. Il numero uno Preziosi, che non pu ancora tornare allo stadio in attesa che prima di Natale venga discusso il ricorso contro la squalifica, ha ammesso linteresse per Floccari, Matuzalem e Zarate, mentre alla Lazio piacciono Merkel e Granqvist.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LAZIO IL PORTIERE NON HA PRESO GOL IN 8 DELLE 13 PARTITE STAGIONALI. KLOSE RECUPERATO PER LUDINESE

IL RAID PRIMA DELLA PARTITA CON IL TOTTENHAM

Marchetti blindato Nessuno come lui


DAVIDE STOPPINI ROMA

Europa lo fa con la sua stessa frequenza.


Senza rivali Proprio cos: delle

Neuer del Bayern al 55% e tutti gli altri a seguire. In fila dietro a Marchetti, che marted si trover di fronte lUdinese: non una partita qualunque, lavversario non sar solo Di Natale ma anche il ricordo della rissa nel match dellaprile scorso che gli cost tre giornate di squalifica.
Klose ok Una partita che la Lazio pag con la mancata qualificazione alla Champions. Quel giorno in campo non cera Klose. Stavolta lattaccante ci sar: ieri tornato ad allenarsi, laffaticamento muscolare dimenticato. Ancora fuori Hernanes, sempre pi a rischio: si scalda Ederson. Per lultima maglia a centrocampo ballottaggio tra Mauri e Lulic. In difesa nessun dubbio. In porta? Manco a dirlo: c Marchetti.

Oggi gli interrogatori dei due arrestati. Zeman: Non calcio


ROMA Lindignazione dellInghilterra e le polemiche tutte italiane non fermano le indagini sul raid al pub Drunken Ship, nella notte tra mercoled e gioved scorso. Stamattina in programma ludienza di convalida dei fermi per gli unici due arrestati finora, Francesco Ianari e Mauro Pinnelli. Ma secondo quanto lasciano filtrare i legali, i due giovani non sarebbero intenzionati a rispondere alle domande del gip Antonella Capri. Prosegue intanto il lavoro investigativo, che nelle prossime ore potrebbe portare a risultati significativi. Del raid di Campo de Fiori hanno parlato anche due allenatori. Non credo che le societ abbiano sempre delle responsabilit, anche se bisognerebbe capire se ci sono legami o atteggiamenti particolari con gli autori, ha detto il tecnico della Fiorentina Vincenzo Montella. Il collega romanista Zdenek Zeman si invece tirato fuori: Di queste cose non parlo, non calcio. Di parere opposto il segretario generale del Coni, Raffaele Pagnozzi: Non giusto dire, come qualcuno fa o ha fatto in passato, che il calcio non centra. Sono stabili, intanto, le condizioni di Ashley Mills, il tifoso inglese vittima dellagguato ancora ricoverato al San Camillo: con ogni probabilit oggi verr sciolta la prognosi.

Ventidue sulla maglia e uno di fatto. C una certezza, nella Lazio che aspetta il tab Udinese (per due stagioni consecutive Champions sfilata) e sospira per il recupero di Klose: Federico Marchetti. Non di solo Juventus, non di solo elogi post miracolo su Quagliarella vive il portiere della Lazio. Il dato curioso: nessuno in Italia rimasto imbattuto 8 volte, come successo a lui in questa stagione tra campionato e coppe. Di pi: nessuno in

13 partite stagionali, Marchetti riuscito a chiuderne 8 senza subire reti. Il dettaglio dice 4 volte su 4 in Europa League (torneo nel quale imbattuto da 386) e altre 4 su 9 gare di campionato: il totale fa 8. In Italia Pegolo fermo a 7, Buffon, Handanovic e De Sanctis a 6. In percentuale, cio prendendo in esame il rapporto partite disputate/porta imbattuta, Marchetti al 61,5%: in Europa nessun portiere al suo livello, Sirigu del Psg al 55,6%,

Federico Marchetti, 29 PIERANUNZI

RIPRODUZIONE RISERVATA

14

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

15

SERIE A LE ALTRE PARTITE DI OGGI

Zeman, riecco Pescara Ma torno da nemico


Il boemo fa 100 panchine con la Roma: Destro? Vedremo se si sar adattato. E a Florenzi impossibile rinunciare
Perch vedere PESCARA-ROMA
Un allenatore che viene (Bergodi) uno che torna (Zeman) e tre punti fondamentali per salvezza (Pescara) ed Europa (Roma)
Adriatico, ore 15

HA DETTO

d
S

dopo laddio

Zdenek ha tradito Per allAdriatico lo amano ancora


ALESSANDRO CATAPANO

IN GIALLOROSSO

Su Balzaretti Come impegno fa bene, tecnicamente ha dei problemi, come tutti i difensori. Spero migliori ma comunque sono soddisfatto

ANDREA PUGLIESE ROMA

S
Lultimo pensiero il pi dolce e lo commuove fino quasi alle lacrime. Franco io lo penso sempre, dice Zeman nella vigilia del ritorno a Pescara, dove lo scorso anno plasm un miracolo e oggi far cento partite sulla panchina giallorossa. Franco Mancini, scomparso un anno fa, una delle persone che ha nel cuore. Proprio come Pescara. La tifoseria migliore della Roma, ma anche in Abruzzo non scherzano. Ritrover anche Bergodi, spero il cambio di allenatore stavolta non porti bene. Come mi accoglier la gente? Non lo so, ma torno da nemico.... Avversario, piuttosto.
Quanti dubbi Nel ritorno del boemo ci sono tanti dubbi. I 4 centrali di difesa hanno problemi (Romagnoli quello che sta peggio per una botta al polpaccio, spero di farlo esordire prima o poi. Castan? Conviveva gi con qualche problemino, ma penso sia risolvibile (ieri ha lasciato il campo per un dolore al flessore, ndr)), a centrocampo pesa lassenza di Lamela. Gi, perch Erik lunico attaccante a garantire la fase difensiva e senza di lui, rischia il posto Pjanic (Ora gioco di pi e sono felice, lavoro per impormi in questa squadra dice il bosniaco Il Tottenham? Resto a Roma sicuro, ora altri 6 punti con Pescara e Siena). Chi non lo rischia, inve-

Zdenek Zeman, 65, ha riportato in A il Pescara nella scorsa stagione ANSA

DARCO

Su Mancini Se penser a lui oggi entrando di nuovo allo stadio Adriatico? Non ce ne sar bisogno, a Franco penso continuamente

C un aforisma di Ennio Flaiano che deve aver consolato Zeman nelle (tante) domeniche uggiose della sua carriera, quando piovevano acqua dal cielo e gol nella porta delle sue squadre: Il peggio che pu capitare ad un genio amava dire lo scrittore pescarese di essere compreso. Sembra scritto apposta per il boemo. Per chi non lo avesse ancora capito (pochi), Zeman ha unalta considerazione di s. Probabilmente, pensa che non ci siano allenatori in attivit al di sopra di lui in tutto il globo terracqueo. Lo sospettava allinizio della carriera, ne convinto oggi, dopo oltre ventanni di grande calcio e grandi tranvate, intervallate da exploit spettacolari, ma molto spesso fini a se stessi. Sar pure stucchevole o ingeneroso, ma vale sempre la pena chiedersi retoricamente cosa abbia vinto Zeman e quante volte le sue storie siano finite senza rimpianti (di chi lo lasciava). Le sconfitte, per, non lo hanno indebolito, anzi hanno rafforzato le sue convinzioni. Altrimenti che genio sarebbe? Sopra di lui, nessuno. Al suo livello, pochissimi nella storia del calcio. Molto pi che un allenatore, il boemo: filosofo, maestro, guru.
Unico grande amore Pescara ancora innamorata. Lamore le ha mangiato il cuore, ma ha sempre fame. Di emozioni, forse, pi che di vittorie. Oggi lo aspettano tutti e pi o meno tutti si aspettano che prima o poi torni, e stavolta per sempre. Hanno perdonato il tradimento e ora pregano perch tra lui e la Roma volino gli stracci. Qualche incomprensione c, di quelle che Zeman adora, perch rafforzano le sue convinzioni. Ma non portano grandi risultati e logorano il rapporto. Il presidente del club, Daniele Sebastiani, dice di non credere a un ritorno di Zeman. Pi che altro, non crede a quello che dice. Pescara aspetta, alla finestra. Il guaio per chi venuto dopo il boemo. Stateci voi con una donna che dice di volervi bene ma ama un altro. Ieri Stroppa, oggi Bergodi. Entrambi suoi ex alunni, solo una coincidenza? Stroppa ha mollato, Bergodi ci prova, da oggi. Due cuori E Zeman? Cosa pensa? Soprattutto, co-

QUI PESCARA

Bergodi ai tifosi: stato grande Va applaudito


PESCARA (o.da.) Bergodi a battesimo in una domenica particolare: il ritorno del profeta Zeman allAdriatico. Ha portato questa squadra in Serie A facendo cose straordinarie ricorda il neotecnico degli abruzzesi, merita solo applausi dai nostri tifosi. E ancora: Ripartiremo dalla difesa a tre. Togni e Bjarnason sono pronti per giocare, anche se in pratica non si sono visti mai. Weiss? Su tre allenamenti fatti con me ne ha saltati due e mezzo, ma ora sta bene. In tribuna ci saranno 15 mila persone.

ce, Florenzi. Sfrutta entusiasmo e voglia di fare, non vedo perch dovrei farlo riposare dice Zeman Tachtsidis? Ha fatto spesso il regista. Pi equilibrio con Bradley? Con il Torino ha fatto quello che avrei chiesto a chiunque altro in quel ruolo, giocando pi basso. Ed allora potrebbe essere la partita di Destro, in campo al posto di Lamela. Lho provato l e anche al centro. Ma se si adatter al ruolo, lo vedremo solo dopo. Pjanic alto? Ci pu giocare, ma l non d buoni risultati.
I campi minati Poi Zeman si proiet-

Infine Dod (Va a momenti, ancora non pronto) e Stekelenburg (Spero torni in gruppo gi dalla prossima settimana).
Rottura con Robe di Kappa La Ro-

ta sui temi caldi. Il primo De Rossi, lusingato da Ancelotti. Daniele stimato da tanti, per ora sta alla Roma. Problemi tra noi? Non so dove nasca questa voce. A meno che il problema non sia parlare di tattica. Laltro Balzaretti, per ora deludente. Come impegno fa bene, tecnicamente ha problemi, come tutti i difensori. Spero migliori, ma sono soddisfatto.

ma ha comunicato la risoluzione unilaterale del contratto con la Robe di Kappa (circa 6 milioni a stagione, possibile uscita con penale), sponsor tecnico fino al 2017 ereditato dalla Sensi. Il motivo? I difetti del materiale (il club parla di colletti della terza maglia, ritardi nelle consegne, maglie e felpe che scolorano, con evidenti danni per il merchandising). Tutto strumentale, dal loro avvento che gli americani volevano chiudere il contratto. Ora se ne occuperanno gli avvocati, replica Marco Boglione, presidente di Basic Italia, proprietaria di Robe di Kappa. Il futuro sponsor della Roma sar uno tra Adidas, Nike e Warrior (azienda di Boston, con rapporti di lavoro con Pallotta).
RIPRODUZIONE RISERVATA

sa sente? Gli ci vorrebbero due cuori. Uno lo ha riportato a Roma qualche mese fa, laltro potrebbe riportarlo a Pescara tra qualche mese. Altrimenti, resterebbe valida la massima dellaltro profeta caro ai pescaresi, Giovanni Galeone: Per me Udine la moglie fedele, Pescara lamante lussuriosa. E con Zeman in effetti ha goduto tanto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MARCO SAU 25 ANNI CAGLIARI

DOMANI C CAGLIARI-NAPOLI A CONFRONTO I TALENTI VALORIZZATI DA ZEMAN IN PRIMA DIVISIONE, DUE STAGIONI FA

Partite

9
Gol

Sau-Insigne, dal boemo alla ribalta Sono come Mazzola e Corso


Spiega Pavone, loro d.s. a Foggia Si completano. Il primo fa i gol, il secondo li ispira
FRANCESCO VELLUZZI

4
Tiri a gara

1,22
Occ. a gara

0,78
Assist

Nella sfida dei gol vince Marco Sau del Cagliari: 4 a 3. In classifica sta decisamente meglio Lorenzo Insigne col Napoli: 27 punti e quarto posto contro 16 e lundicesima posizione. Di minuti ne ha giocati pi Insigne, 607, contro i 444 di Sau che, per, ha patito un lungo infortunio. In Nazionale Insigne c gi stato ed il leader dellUnder 21; Sau, per ora, pu solo segnare, sognare, e sperare di battere una fortissima concorrenza. Insomma la Serie A se la stanno guadagnando. Ma perch tutto questo? Perch Sau e Insigne, cari ami-

ci, domani si ritrovano avversari in Cagliari-Napoli. Perch Marco Sau e Lorenzo Insigne hanno vissuto la prima, grande stagione a Foggia in Prima Divisione, torneo 2010-2011: Sau 20 gol, Insigne 19. Esplosi sotto la guida tecnica di Zdenek Zeman e sotto quella gestionale di Peppino Pavone che li volle in rossonero (Insigne fu con lui gi alla Cavese). E che adesso, dopo le annate alla Juve Stabia (21 gol per il sardo) e al Pescara (18 per il napoletano sempre con Zeman), li vede decollare sul palcoscenico pi importante.
Chi meglio Pavone ha svezzato

Lorenzo Insigne e Marco Sau con la maglia del Foggia 2010-2011 CAUTILLO

zarda anche i paragoni e i ricordi del passato: Sau, che pi una seconda punta, mi ricorda Gerd Muller e anche un po Schillaci, anche se molto pi tecnico e ha una grande mobilit. Dicono anche Inzaghi... Inzaghi viveva pi per se stesso. Sau ha maggior mobilit. Su Insigne scomoda i poeti... S il Claudio Sala di una volta, il Bruno Conti, il Causio. Insigne il collegamento tra attacco e centrocampo, quello che un tempo faceva Rivera, ma sul centrosinistra, largo, si esprime al massimo. Penso che abbia tutte le qualit per arrivare molto in alto perch, prendendo esempio dal modello spagnolo e dal Barcellona, si sta tornando verso un calcio in cui i piccoletti dominano. Il periodo della selezione fisica mi sembra sia finito.
Il carattere Per diventare campioni occorre anche il carattere, e Pavone su questo non ha dubbi: Sono due ottimi ragazzi. Sau parla poco ed un po isolato, Insigne pi esuberante e ci mette un attimo a farsi voler bene. Unultima cosa: ma Cagliari-Napoli come finisce? Il Napoli trover un ambiente molto caldo.

LORENZO INSIGNE 21 ANNI NAPOLI

Partite

13
Gol

3
Tiri a gara

1,92
Occ. a gara

1,31
Assist

Signori e Baiano, Rambaudi e Bresciani, artisti nellorchestra che ha consacrato il boemo. Tocca a lui, oggi d.s. a Barletta, a casa sua, larduo compito di incoronare il migliore tra i due giovani rampanti: Impossibile. Sono bravi tutti e due. Sau vive per il gol, Insigne li fa e li fa fare. Chi pi veloce? Sul-

lo scatto Sau, Insigne prende velocit. Sarei contento di rivederli insieme. Io ho uninfanzia interista e mi sembra una coppia collaudata, come Mazzola-Corso o Beccalossi-Altobelli. In cosa stato fondamentale Zeman? vero che voleva Sau alla Roma? Credo di s. stato bravo a forgiarli, a limarne listinto, ha insegnato a lavorare bene insieme. Pavone az-

Giuseppe Pavone, 62 anni ANSA

RIPRODUZIONE RISERVATA

16

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

SERIE A
GIOCHIAMO A TAVOLINO LA

14
Classifica
SQUADRE PT G V N

a
RETI P F S

ORE 15 ATALANTA (4-4-1-1)-GENOA (4-4-2)


13
PELUSO

ORE 15 CHIEVO (4-3-3)-SIENA (3-4-2-1)


31
SAMPIRISI

10
BONAVENTURA

11
JANKOVIC

93
DRAM

6 14
COFIE

77
THRAU

ANGELO

13
NETO

GIORNATA
47
2 1 3 3 2 2 4 2 5 7 4 3 6 5 2 2 2 2 4 3 1 3 2 2 4 5 5 5 4 3 5 6 4 6 7 8 8 8 5 8 29 26 23 22 19 30 18 14 16 18 13 20 13 14 16 13 15 9 13 13 9 15 10 11 17 23 20 19 18 20 19 18 12 21 19 25 18 24 14 22
PARTITE

5
MANFREDINI CONSIGLI

17
CARMONA

17 19
DENIS IMMOBILE

33
KUCKA

5
GRANQVIST

12

7
VALIANI

1
FREY

54

8
VERGASSOLA

CESAR

SORRENTINO

16
L. RIGONI

31
PELLISSIER

11
CALAI

22

25

JUVENTUS INTER FIORENTINA NAPOLI LAZIO ROMA CATANIA ATALANTA (-2) PARMA UDINESE CAGLIARI MILAN TORINO (-1) PALERMO SAMPDORIA (-1) CHIEVO BOLOGNA PESCARA SIENA (-6) GENOA

32 28 27 27 23 20 19 18 17 16 16 15 14 14 13 11 11 11 10 9

44
CAZZOLA

13 13 13 13 13 13 14 13 13 13 13 13 13 14 13 13 13 13 13 13

10 9 8 8 7 6 5 6 4 3 4 4 3 3 4 3 3 3 4 2

91 11
MORALEZ

21
CANINI

2
DAINELLI

36
BOLZONI

CONTINI PEGOLO

STENDARDO

22

BERTOLACCI

BORRIELLO

5 3
ANDREOLLI GUANA

10
LUCIANO

27
ROSINA

18
FELIPE

77
RAIMONDI

7
SCHELOTTO

8
VARGAS

24
MORETTI

3
DEL GROSSO

ARBITRO DOVERI Assistenti RubinoPetrella IV Stefani Add Rocchi (1) Gavillucci (2) PREZZI da 15 a 205 euro TV Sky Calcio 3; Premium Calcio 3

ARBITRO MASSA Assistenti StalloneMaggiani IV Crispo Add Tagliavento (1) Mariani (2) PREZZI da 18 a 61 euro TV Sky Calcio 5

ATALANTA p. 18
PANCHINA 16 Polito, 25 Matheu, 9 Troisi, 32 Ferri, 3 Lucchini, 28 Brivio, 8 Radovanovic, 23 Scozzarella, 89 Marilungo, 91 De Luca, 99 Parra. ALLENATORE Colantuono. BALLOTTAGGI nessuno. SQUALIFICATI Cigarini (1). DIFFIDATI Carmona e Stendardo. INDISP. Capelli (30 giorni), Ferreira Pinto (10 giorni), Bellini (7 giorni), Biondini (7 giorni), Frezzolini (3 giorni). ALTRI Gagliardini, Milesi, Palma. QUOTE 1 1.80 X 3.40 2 4.50

GENOA p. 9
PANCHINA 32 Donnarumma, 63 Stillo, 30 Tzorvas, 28 Tozser, 14 Seymour, 3 Bovo, 7 Rossi, 16 Hallenius, 10 Merkel, 18 Piscitella, 23 Said, 9 Melazzi. ALLENATORE Delneri. BALLOTTAGGI Sampirisi-Bovo 60-40%. SQUALIFICATI nessuno. DIFF. Kucka, Moretti, Borriello, Immobile. INDISPONIBILI Ferronetti (15 giorni), Antonelli (7 gg), Anselmo (15 gg), Jorquera (30 gg). ALTRI Krajnc e Alhassan.

CHIEVO p. 11
PANCHINA 1 Puggioni, 23 Viotti, 15 Coulibaly, 26 Farkas, 9 Moscardelli. 13 Jokic, 39 Stoian, 17 Di Michele, 8 Cruzado, 6 M. Rigoni, 11 Samassa, 43 Paloschi. ALLENATORE Corini. BALLOTTAGGI Dram-Jokic 55-45%. SQUALIFICATI Sardo (1), Hetemaj (1). DIFFIDATI Guana. INDISPONIBILI Frey (8 giorni), Papp (8 giorni), Vacek (da valutare). ALTRI Squizzi e Dettori. QUOTE 1 2 X 3.20 2 3.75

SIENA p. 10
PANCHINA 12 Farelli, 23 Campagnolo, 77 Sestu, 16 Verre, 15 Dellafiore, 33 Rubin, 24 Rodriguez, 5 Coppola, 70 Mannini, 91 Reginaldo, 94 Rosseti. ALL. Cosmi. BALL. Del Grosso-Rubin 60-40%. SQUAL. Larrondo (30/11/2012), Vitiello (9/09/2016), Terzi (9/02/2016), Belmonte (11/02/2013). DIFF. Neto, Calai, Pegolo, Vergassola. INDISP. Bogdani (3 giorni), Z Eduardo (7 giorni), Paci (7 giorni). ALTRI Marini, Paolucci, Campos Toro, DAgostino, Martinez.

CHAMPIONS PRELIMINARI CHAMPIONS EUROPA LEAGUE RETROCESSIONE


***Siena 6 punti; **Atalanta 2 punti; *Sampdoria, Torino 1 punto di penalizzazione La classif ca tiene conto di questordine preferenziale: 1) punti; 2) a parit di partite giocate, differenza reti; 3) gol segnati

4
11
CUADRADO

le reti realizzate questanno da Immobile, due delle quali nelle ultime due giornate

le presenze di Luciano in questa stagione. In ben otto occasioni stato sostituito prima del 90

I NUMERI

4
4

ORE 15 TORINO (4-2-4)-FIORENTINA (3-5-2)


3
DAMBROSIO

7
SANTANA

6
OGBONNA

14
GAZZI

10 24
SANSONE

4
RONCAGLIA

22
LJAJIC

AQUILANI

i pareggi ottenuti dallUdinese nelle ultime quattro giornate di campionato; non vince ma non perde nemmeno, limbattibilit di 6 partite con 2 vittorie prima della serie di pareggi

1
GILLET

5
OLIVERA

25
GLIK

9 4
BASHA BIANCHI

RODRIGUEZ VIVIANO

30
TONI

20
BORJA VALERO

15
SAVIC

36
DARMIAN

11
CERCI

23
PASQUAL

ARBITRO DAMATO Assistenti PaganessiPadovan IV Dobosz Add Mazzoleni (1) Nasca (2) PREZZI da 20 a 190 euro TV Sky Calcio 2; Premium Calcio 2

TORINO p. 14
PANCHINA 23 L. Gomis, 19 Stevanovic, 2 Rodriguez, 31 Agostini, 17 Masiello, 33 Brighi, 86 Birsa, 77 Verdi, 93 Diop, 10 Sgrigna, 69 Meggiorini. ALL. Ventura. BALLOTTAGGI Basha-Brighi 60-40%, Sansone-Meggiorini 60-40%. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Bianchi, Gazzi e Meggiorini. INDISP. Di Cesare (3 giorni), Vives (3 giorni), Suciu (7 giorni), Bakic (21 giorni). ALTRI A. Gomis, Migliorini, Caceres, Barbosa, De Feudis, Gorobsov. QUOTE 1 3.15 X 3.15 2 2.30

FIORENTINA p. 27
PANCHINA 89 Neto, 12 Lupatelli, 3 Hegazy, 19 Llama, 40 Tomovic, 16 Cassani, 21 Migliaccio, 92 Romulo, 18 Della Rocca, 14 Mati Fernandez, 9 El Hamdaoui, 17 Seferovic. ALLENATORE Montella. BALL. SavicTomovic 60-40%. SQUALIFICATI Pizarro (1). DIFFIDATI Jovetic, Tomovic, Cuadrado. INDISPONIBILI Jovetic (2 giorni), Camporese (10 giorni). ALTRI Capezzi.

IL NUMERO

4
5

i punti raccolti dal Cagliari nelle ultime tre giornate dopo aver collezionato 4 vittorie consecutive

4
4
NAINGGOLAN

i Magic-assist forniti ai compagni da Borja Valero, il migliore dei suoi e tra i leader del campionato

Le vittorie di fila La Fiorentina ha vinto 5 partite di fila. Il record nella stagione 1959/60 con 8 successi

MARCATORI
10 RETI El Shaarawy (Milan) 8 RETI Cavani (2) (Napoli); Lamela (Roma); Di Natale (3) (Udinese) 7 RETI Milito (3) (Inter); Klose (Lazio); Osvaldo (2) (Roma) 6 RETI Gilardino (Bologna); Jovetic (Fiorentina); Quagliarella (Juventus) 5 RETI Cassano e Palacio (Inter); Vidal (2) (Juventus); Hernanes (Lazio); Pazzini (1) (Milan); Hamsik (Napoli); Miccoli (1) (Palermo) 4 RETI Bonaventura e Denis (1) (Atalanta); Diamanti (2) (Bologna); Sau (Cagliari); Lodi (1) e Gomez (Catania); Toni (Fiorentina); Immobile (Genoa); Giovinco (Juventus); Totti (Roma); Calai (Siena); Bianchi (1) (Torino) 3 RETI Nen (1) (Cagliari); Bergessio (Catania); Pellissier (1) (Chievo); Aquilani e Rodriguez (Fiorentina); Borriello (1) (Genoa); Pirlo (Juventus); Candreva (Lazio); Insigne (Napoli); Ilicic (Palermo); Amauri (2) (Parma); Weiss (Pescara); Maxi Lopez (Sampdoria)

DOMANI ORE 19 CAGLIARI (4-3-1-2)-NAPOLI (3-4-1-2)


8
AVELAR

Ferrara cerca il bis Ma Pioli attacca


Effetto derby per la Samp Carica Bologna con il tridente Diamanti, Gila e Gabbiadini
ALESSIO DA RONCH NICOLA ZANARINI

Ciro Ferrara, 45 anni, sfida lex compagno in Under 21 Stefano Pioli, 47 PEGASO
IMAGE SPORT

11 18
NEN

24
INSIGNE

MAGGIO

55
GAMBERINI

3 1
AGAZZI

85 17
BEHRAMI

ARIAUDO

5
CONTI

7
COSSU

28
CANNAVARO

HAMSIK

15

88 27
SAU

DE SANCTIS

ROSSETTINI

21
DESSENA

19
PANDEV

INLER

5
BRITOS

14
PISANO

18
ZUNIGA

ARBITRO GIANNOCCARO Assistenti MeliBianchi IV Marzaloni Add Orsato (1) Ciampi (2) PREZZI da 11 a 50 euro TV Sky Calcio 2 e SuperCalcio; Premium Calcio

CAGLIARI p. 16

NAPOLI p. 27
PANCHINA 22 Rosati, 15 Colombo, 2 Grava, 21 Fernandez, 6 Aronica, 16 Mesto, 4 Donadel, 8 Dossena, 20 Dzemaili, 9 Vargas. ALLENATORE Mazzarri. BALLOTTAGGI Pandev-Dzemaili 60-40%. SQUALIFICATI Cavani (1). DIFFIDATI Inler, Vargas. INDISPONIBILI Campagnaro (da valutare). ALTRI Uvini, Rinaudo, El Kaddouri.

PROSSIMO TURNO
15a GIORNATA Venerd 30 novembre CATANIA-MILAN ore 20.45 Sabato 1 dicembre JUVENTUS-TORINO ore 20.45 Domenica 2 dicembre, ore 15 NAPOLI-PESCARA ore 12.30 BOLOGNA-ATALANTA GENOA-CHIEVO INTER-PALERMO LAZIO-PARMA SIENA-ROMA UDINESE-CAGLIARI FIORENTINA-SAMPDORIA ore 20.45

PANCHINA 25 Avramov, 24 Perico, 32 Casarini, 20 Ekdal, 23 Ibarbo, 19 Thiago Ribeiro, 51 Pinilla. ALLENATORE Pulga-Lopez. BALLOTTAGGI DessenaEkdal 60-40%, NenPinilla 80-20%. SQUALIFICATI Astori (1). DIFFIDATI Pinilla, Dessena, Ekdal. INDISPONIBILI nessuno. ALTRI Anedda, Camilleri, Eriksson, Murru, Larrivey, Del Fabro, Piredda.

QUOTE 1 2.90 X 3.30 2 2.35

partite intere giocate da Sau in Serie A. Cinque volte stato sostituito, quattro subentrato

Curioso: la grande novit per la Samp che potrebbero non esserci novit. Per la prima volta in questo campionato Ferrara potrebbe schierare la stessa formazione in due partite di fila. Eder e Berardi, infatti, hanno recuperato, ma il tecnico pare orientato a portarli solo in panchina, perch ancora a corto di condizione. Ci sarebbe cos la conferma dello schema, 4-5-1, e di Icardi come unica punta. Anche per Poli, inventato esterno offensivo, Ferrara deciso a insistere: Ho la sua disponibilit e sono sicuro che possa migliorare ancora, affinando ulteriormente i movimenti neces-

sari. Mi sembrava davvero strano che uno con le sue qualit non avesse ancora segnato. Lunico dubbio sul lato destro del centrocampo, con Estigarribia a insidiare il posto a Krsticic.
Elmetto Stoppata la lunga fila di sconfitte, ecco un nuovo tab da sfatare: la Samp subisce gol da 12 partite consecutive. Lunica sfida in cui ha mantenuto la porta inviolata quella contro il Milan, allesordio in campionato. Modulo e formazione potrebbero non essere le sole conferme. Pi di tutto lallenatore vorrebbe in campo lo stesso spirito del derby: Ho chiesto ai ragazzi ha sottolineato in conferenza stampa di tenere ancora in testa lelmetto che li avevo invitati a mettere contro il

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

17

ORE 15 PESCARA (3-5-1-1)-ROMA (4-3-3)


11 15
BOCCHETTI MODESTO

ORE 15 SAMPDORIA (4-5-1)-BOLOGNA (3-4-1-2)


23 4
PIRIS

Le quote
5

8
BJARNASON

22
DESTRO

3
COSTA

16
POLI

11 18
GABBIADINI MOTTA ANTONSSON

BRADLEY

9
ABBRUSCATO

3
MARQUINHOS

14
OBIANG

UN MILAN DA CORSA PER BATTERE LA JUVE


25

35 13
ROSSINI

15
PEREZ

88 77
PERIN TERLIZZI

21
TOGNI

9
OSVALDO

77
TACHTSIDIS

GOICOECHEA

22
ROMERO

6
MARESCA

98
ICARDI

23
DIAMANTI

43

3,15

93
QUINTERO

6
ROMAGNOLI

20
NIELSEN

5 10
TOTTI

28

SRENSEN AGLIARDI

48
FLORENZI

CASTAN

GASTALDELLO

11
MUNARI

17 10
GILARDINO GUARENTE

21

14
BALZANO

42
BALZARETTI

8
MUSTAFI

25
KRSTICIC

3
MORLEO

CHERUBIN

ARBITRO GERVASONI Assistenti PosadoIannello IV Passeri Add Peruzzo (1) Merchiori (2) PREZZI da 20 a 180 euro TV Sky Sport 1 e Calcio 1; Premium Calcio 1

ARBITRO CELI Assistenti BarbiratiTonolini IV Giachero Add Irrati (1) Giancola (2) PREZZI da 15 a 60 euro TV Sky Calcio 4

Saremo davanti al nostro pubblico e, soprattutto, noi siamo il Milan. Dovremo correre tanto, ma sappiamo di poter vincere, dice Bojan Krkic, Milan. L1 contro la Juve paga 3,15 volte la posta.

PESCARA p. 11
PANCHINA 1 Pelizzoli, 3 Crescenzi, 23 Cosic, 99 Caprari, 10 Celik, 7 Soddimo, 17 Weiss, 22 Vukusic, 16 Brugman, 80 Jonathas. ALLENATORE Bergodi. BALLOTTAGGI Abbruscato-Jonathas 60-40%. SQUAL. Capuano, Cascione, Zanon. DIFFIDATI Balzano e Quintero. INDISP. Blasi (60 giorni), Colucci (7 gg), Savelloni (30 gg), Chiaretti (7 gg). ALTRI Falso, Berardocco, Lulli. QUOTE 1 4.85 X 4.50 2 1.55

ROMA p. 20
PANCHINA 1 Lobont, 55 Svedkauskas, 27 Dod, 29 Burdisso, 46 Romagnoli, 15 Pjanic, 7 Marquinho, 20 Perrotta, 17 Lopez. ALLENATORE Zeman. BALLOTTAGGI Tachtsidis-Pjanic 70-30%; Bradley-Pjanic 60-40%, Destro-Lopez 80-20%. SQUAL. De Rossi (2), Guberti (01/ 08/2015). DIFFIDATI Castan e Lamela. INDISPONIBILI Stekelenburg (3 giorni), Taddei (3 giorni), Lamela (15 giorni). ALTRI Tallo, Nego, Lucca.

SAMPDORIA p. 13
PANCHINA 32 Berni, 1 Da Costa, 5 Renan, 23 Eder, 19 De Silvestri, 7 Castellini, 13 Berardi, 15 Poulsen, 29 Juan Antonio, 12 Tissone, 2 Estigarribia, 21 Soriano. ALL. Ferrara. BALL. Krsticic-Estigarribia 60-40%. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Krsticic, Soriano, Costa. INDISPONIBILI Pozzi (7 giorni), Maxi Lopez (30 giorni). ALTRI Palombo, Falcone. Savic, Massolo, Austoni. QUOTE 1 2.20 X 3.20 2 3.30

BOLOGNA p. 11
PANCHINA 22 Lombardi, 32 Stojanovic, 4 Krhin, 20 Abero, 13 Pulzetti, 33 Kone, 30 Pazienza, 31 Radakovic, 26 Veratti, 77 Pasquato. ALL. Pioli. BALL. Guarente-Pazienza 65-35%, Guarente-Krhin 75-25%. SQUAL. Taider (1), Portanova (fino al 9/12/2012). DIFF. Gabbiadini, Taider, Pazienza, Perez, Kone. INDISP. Acquafresca (10 gg), Natali (90 giorni), Carvalho (30 gg), Curci (20 gg), Paponi (3 gg), Gimenez (3 gg), Garics (3 gg). ALTRI Pisanu, Riverola, Rodriguez.

ZEMAN A PESCARA IL GRANDE RITORNO

1,55

i precedenti di Terlizzi contro la Roma con 4 gialli. Solo una volta rimasto immune dallammonizione

1
8

sola volta su 11 presenze Romero non ha subito reti: allesordio con il Milan a San Siro

Il cambio di allenatore in genere porta fortuna, ma speriamo non stavolta. Bergodi capisce di calcio e ha fatto bene in carriera, spiega Zdenek Zeman. Il 2 della Roma a Pescara si gioca a 1,55.

ORE 20.45 MILAN (4-3-3)-JUVENTUS (3-5-2)


21
CONSTANT

26
LICHTSTEINER

I NUMERI
15

4
15

92 9
VUCINIC

76
YEPES

NOCERINO EL SHAARAWY

23
VIDAL

BARZAGLI

32
ABBIATI

34
DE JONG

10
BOATENG

21
PIRLO

19

5
MEXES

27
QUAGLIARELLA

BONUCCI BUFFON

18
MONTOLIVO

7
ROBINHO

8
MARCHISIO

4
CACERES

DE SCIGLIO

22
ASAMOAH

Genoa. Domenica scorsa, soprattutto nel primo tempo, siamo stati perfetti: abbiamo dominato nella corsa, nellatteggiamento e nella voglia di vincere. Contro il Bologna ci serviranno le stesse motivazioni.
Qui Bologna La sfida-salvezza

LA SFIDA AL BENTEGODI

Corini sinventa il terzino destro Cosmi vuole punti salvezza


Il Chievo cerca punti salvezza contro la sua bestia... bianconera. Col Siena i giallobl hanno sempre trovato difficolt nelle gare casalinghe, dove sono stati battuti ben quattro volte in sette incontri, ottenendo un solo successo. Lallenatore Corini recupera Luca Rigoni, ma ha problemi in difesa dove sono indisponibili entrambi i terzini destri (Sardo e Frey), cui si aggiunge anche Papp, spesso schierato in quel ruolo nel precampionato da Di Carlo. La squadra sta lavorando bene e quindi ho fiducia in chi giocher commenta il tecnico . una gara che vale doppio perch uno scontro diretto, per potere vincere dovremo dare qualcosa in pi rispetto allultima partita. Grinta toscana Tre risultati positivi non sono la soluzione del problema. Serse Cosmi sprona il Siena a dare continuit al suo campionato, dopo i sette punti nelle ultime tre gare. Non dobbiamo commettere lo stesso errore fatto dopo il filotto Bologna Udinese Inter (sette punti anche l, ndr), quindi ogni vittoria deve darci ancora pi rabbia. Formazione fatta per la gara di oggi pomeriggio. I dubbi sono pochissimi conclude Cosmi . Squadra che sta bene in campo non si cambia. Il Chievo? Conserva un nucleo di giocatori che hanno fatto la storia.
Lorenzini-Tavan
RIPRODUZIONE RISERVATA

IL NUMERO

ARBITRO RIZZOLI Assistenti Di LiberatoreCariolato IV Niccolai Add Bergonzi (1) De Marco (2) PREZZI da 25 a 375 euro TV Sky Sport 1, Calcio 1, SuperCalcio; Premium Calcio

Le reti nel finale Dal 76 in poi Milan e Juventus hanno segnato 15 gol: i rossoneri sono i pi prolifici nellultimo quarto dora di partita davanti a Juve e Inter

MILAN p. 15
PANCHINA 1 Amelia, 59 Gabriel, 13 Acerbi, 17 Zapata, 28 Emanuelson, 16 Flamini, 14 Strasser, 22 Bojan, 11 Pazzini, 19 Niang. ALL. Allegri. BALLOTTAGGI Nocerino-Flamini 60-40%. SQUAL. nessuno. DIFF. De Jong, Mexes, Pazzini, Yepes. INDISPONIBILI Ambrosini (7 giorni), Abate (10 gg), Muntari (da valutare), Didac Vil (da valutare), Mesbah (5 gg), Antonini (2 gg), Bonera (20 gg), Pato (5 gg). ALTRI Carmona, Valoti. QUOTE 1 3.15 X 3.40 2 2.20

JUVENTUS p. 32
PANCHINA 3O Storari, 34 Rubinho, 2 Lucio, 11 De Ceglie, 39 Marrone, 24 Giaccherini, 33 Isla, 6 Pogba, 7 Pepe, 12 Giovinco, 32 Matri, 17 Bendtner. ALLENATORE Alessio (Conte squalificato). BALLOTTAGGI Lichtsteiner-Isla 55-45%. SQUALIFICATI Conte (8 dicembre 2012). DIFFIDATI Chiellini. INDISPONIBILI Chiellini (3 giorni). ALTRI Padoin.

di Marassi una doppia prova del 9. Tanti gli indisponibili in casa Bologna, molti gli under 23 nella lista dei convocati. Dopo Garics anche Paponi si arreso per un affaticamento. Pioli porta con s lattaccante della Primavera Veratti e Pasquato. Mi sorprendono i tanti infortuni perch sono sempre attento ai carichi di lavoro. Forse ha pesato la difficile condizione mentale, ma presto tutto si sistemer, prevede il tecnico, che dopo il 3-0 al Palermo vuole continuit. Serviranno lo stesso spirito e il nostro massimo potenziale contro unaltra squadra che veniva da una lunga striscia negativa prima del derby. Proveremo a metterli in difficolt con tre giocatori offensivi. Compagno di Ferrara nellunder 21 a met anni 80, Pioli cercher di violare il Marassi blucerchiato, cosa che al Bologna non riesce dal 1998, con Agliardi in porta. Ha la mia totale fiducia assicura dopo i nuovi guai muscolari di Curci . Ma mi aspetto di pi e spero che dimostri di poter essere il titolare. Deve riscattarsi anche Motta, che torna sulla destra. Confermata la difesa a tre, Guarente il favorito per sostituire Taider in mediana.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I minuti di imbattibilit Il Siena stato bucato per lultima volta il 31 ottobre nel match perso 4-2 con il Cagliari a Is Arenas

332

0
55
NAGATOMO

le vittorie ottenute da Mexes contro la Juve. Negli 11 precedenti ha ottenuto 4 pareggi e 7 sconfitte

Le reti con Zeman La Roma la squadra pi spettacolare della A: 50 i gol segnati nelle gare dei giallorossi, pi i 3 a tavolino col Cagliari

53

DOMANI ORE 20.45 PARMA (3-5-2)-INTER (3-5-2)


18
GOBBI

LAZIO (4-5-1) UDINESE (3-5-1-1)


MARTED ore 20.45
MARCHETTI 22 BIAVA CIANI 20 2 LEDESMA 24
7

6
LUCARELLI

20
ACQUAH

11
AMAURI

8
PALACIO

14
GUARIN

23
RANOCCHIA
KONKO 29

RADU 26 MAURI 6

83
MIRANTE

29
PALETTA

10
VALDES

19
CAMBIASSO

25
SAMUEL

CANDREVA 87 15

GONZALEZ

EDERSON
11 KLOSE

32 5 87
ROSI

22
MILITO

4
ZANETTI

HANDANOVIC

MARCHIONNI BIABIANY

40
JUAN JESUS
PASQUALE 26

DI NATALE 10

ZACCARDO

MAICOSUEL 77
37

11
ALVAREZ

ARBITRO BANTI Assistenti Di FioreGiallatini IV Liberti Add Valeri (1) Baracani (2) PREZZI da 25 a 150 euro TV Sky Calcio 1 e SuperCalcio; Premium Calcio

FARAONI 6 BADU PEREYRA DOMIZZI DANILO CODA 11 5 16


7 1 BRKIC

ALLAN 3

PARMA p. 17
PANCHINA 1 Pavarini, 91 Bajza, 77 Ninis, 28 Benalouane, 39 Fideleff, 4 Morrone, 19 Musacci, 21 Sansone, 17 Palladino, 9 Belfodil. ALLENATORE Donadoni. BALLOTTAGGI Marchionni-Ninis 60-40%, Valdes-Musacci 55-45%, Rosi-Belfodil 55-45%. SQUAL. Parolo (1). DIFFIDATI Paletta, Galloppa, Rosi. INDISPONIBILI Galloppa (180 giorni), Maceachen (da verificare). ALTRI Ferrari, Arteaga, Santacroce, Pabon. QUOTE 1 2.90 X 3.30 2 2.35

INTER p. 28
PANCHINA 12 Castellazzi, 27 Belec, 6 Silvestre, 42 Jonathan, 31 Pereira, 17 Mariga, 24 Benassi, 41 Duncan, 52 Roman, 7 Coutinho, 88 Livaja, 61 Garritano. ALLENATORE Stramaccioni. BALLOTTAGGI Alvarez-Pereira 65-35%. SQUALIFICATI Cassano (2), Gargano (1). DIFFIDATI Ranocchia, Samuel, Guarin. INDISPONIBILI Chivu (25 gg.), Stankovic (20), Mudingayi (50), Obi (14). ALTRI Sneijder

PANCHINA 1 Bizzarri, 84 Carrizo, 39 Cavanda, 5 Scaloni, 33 Stankevicius, 27 Cana, 23 Onazi, 19 Lulic, 18 Kozak, 9 Rocchi, 99 Floccari, 25 Rozzi. ALL. Petkovic. BALL. Mauri-Lulic 60-40%. SQUAL. nessuno. DIFF. Candreva. IND. Brocchi (30 gg), Dias (40 gg), Hernanes (2 gg), Zarate (10 gg). ALTRI Diakite, Foggia, Sculli, Matuzalem. PANCHINA 25 Padelli, 93 Pawlowski, 4 Angella, 75 Heurtaux, 27 Armero, 88 Willians, 31 Fabbrini, 9 Barreto, 13 Rangie. ALL. Guidolin. BALL. Pasquale-Armero 55%-45%, Maicosuel-Fabbrini 60%-40%. SQUAL. nessuno. DIFF. Allan e Pinzi. INDISP. Pinzi (7 giorni), Benatia (7 gg), Lazzari (7 gg), Basta (20 gg), Muriel (20 gg).

il precedente (vincente) contro lInter per Acquah, unico giallobl a non aver perso con i nerazzurri

18

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

MONDO
BETIS SIVIGLIA REAL MADRID
PRIMO TEMPO 1-0 MARCATORE Beat al 17 p.t.

1 0

PSG TROYES

4 0

PRIMO TEMPO 1-0 MARCATORI Maxwell al 17 p.t.; Matuidi al 18 s.t., Ibrahimovic al 25 e al 44 s.t.

BETIS (4-2-3-1)
Adrin 7; ngel 7 (dal 31 s.t. Nacho 6), Amaya 7, Dorado 7, lex Martinez 7; Caas 7, Beat 8; Agra 6,5, Salva Sevilla 7 (dal 36 s.t. Nosa s.v.), Juan Carlos 6,5 (dal 18 s.t. Molina); Rubn Castro 6,5. PANCHINA Casto, Nono, Campbell, Pozuelo. ALLENATORE Mel 7,5.

PSG (4-3-1-2)
Sirigu 7; Van Der Wiel 6 (dal 27 s.t. Jallet 6), Alex 7, Thiago Silva 7, Armand 7; Matuidi 7, Verratti 6,5, Maxwell 7 (dal 20 s.t. Rabiot 6); Pastore 5 (dal 1 s.t. Nen 7); Lavezzi 7, Ibrahimovic 8 PANCHINA Douchez, Sakho, Sissoko, Hoarau. ALLENATORE Ancelotti 7. CAMBI DI SISTEMA Dal 1 s.t. 4-3-3. AMMONITI Pastore per proteste, Verratti per gioco scorretto.

REAL MADRID (4-2-3-1)


Casillas 6; Arbeloa 5, Pepe 6, Ramos 7,5, Coentro 6; Xabi Alonso 6, Khedira 6 (dal 1 s.t. Modric 6); Di Mara 5 (dal 18 s.t. Callejn 6), zil 5 (dal 1 s.t. Kak 7), Ronaldo 5; Benzema 5. PANCHINA Adn, Varane, Albiol, Morata. ALLENATORE Mourinho 6. ARBITRO Gil Manzano 6. NOTE ammoniti Salva Sevilla (S), Adrin (S), Pepe (R), Sergio Ramos (R), Caas (B), Beat (S). Spettatori 45.000 circa. Tiri in porta 3-6. Tiri fuori 5-6. Angoli 1-9. In fuorigioco 3-9. Recuperi: p.t. 1; s.t. 3.

TROYES (4-2-3-1)
Thuram 7; Colin 5, Suanier 5, Rincon 5, Nsakala 5; Obbadi 5, Darbion 6 (dal 21 s.t. Yattara 6); Thiago 6 (dal 12 s.t. Marcos 6), Nivet 6, Camus 5; Bahebeck 5,5 (dal 33 s.t. Enza Yamissi 5,5). PANCHINA Dreyer, Jarjat, Othon, Psaume. ALLENATORE Furlan 5,5. CAMBI DI SISTEMA nessuno. AMMONITI nessuno. ARBITRO Varela 6.

Exebarria festeggiato dai compagni dopo il gol dell1-0 per il Betis AP

NOTE Spettatori 39.588. Tiri in porta 7-3. Tiri fuori 1-6. In fuorigioco 2-1. Calci dangolo 5-5. Recuperi: p.t. 0; s.t. 3.

Zlatan Ibrahimovic, 31 anni, esulta dopo il primo gol al Troyes AFP

Il Betis segna e alza il muro Il Real Madrid va al tappeto


Sotto di un gol, la squadra di Mourinho sbatte contro il portiere Adrian. Allultimo assalto rigore negato a Kak
LA SITUAZIONE
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE

Per il Barcellona c il Levante Siviglia a Madrid


13a GIORNATA Real Sociedad Osasuna 0 0 (venerd), Rayo Vallecano Maiorca 2 0,Valladolid Granada 1 0, Malaga Valencia 4 0, Betis Real Madrid 1 0. Oggi Espanyol Getafe, Ath.Bilbao Dep. La Coruna, Atl.Madrid Siviglia, Levante Barcellona. Domani Saragozza Celta. CLASSIFICA Barcellona 34 p.; Atl. Madrid 31; Real Madrid 26; Malaga e Betis 22; Levante 20; Rayo 19; Siviglia, Valencia, Valladolid 18; Real Sociedad 17; Getafe 16; Saragozza 15; Ath. Bilbao 14; Maiorca 12; Celta, Granada 11; Dep. La Corua, Osasuna 10; Espanyol 9.

FILIPPO MARIA RICCI Twitter @filippomricci MADRID

Fatal Siviglia. Il Madrid perde di nuovo 1-0 nel capoluogo andaluso, stavolta col Betis, e si prepara a una domenica di nervosa attesa. Se il Bara passa a Valencia col Levante si porta a +11, di fatto chiudendo la Liga a novembre. E anche lAtletico battendo il Siviglia si presenterebbe al derby di sabato prossimo con 8 punti di vantaggio sui rivali. Dopo 5 successi di fila in Liga il Real Mou ha incassato la quinta sconfitta stagionale, terza in Liga dove lo scorso anno era caduto solo due volte.
Caos generalizzato Mourinho

me 4 Copa del Rey compresa, cercava una reazione e lha trovata. Molto chiusa dietro e appoggiata quasi solo a sinistra nelle rapide ripartenze lanciate da Beat con lappoggio di Salva Sevilla, Juan e Ruben Castro (nessuna parentela), la squadra di Pepe Mel, allenatore e scrittore, ha infilato la partita nel binario che preferiva. Il caos si appropriato del primo tempo, soprattutto dopo che Beat ha portato in vantaggio i suoi. Un rinvio svirgolato da Arbeloa finisce in posizione centrale al limite dellarea, il centrocampista basco che tanto vorrebbe lAthletic evita Khedira e batte Casillas con un diagonale angolato. Ozil assente, Ronaldo triste, Di Maria confuso, Benzema isolato. Fattori che illanguidiscono la manovra del Madrid, annacquato e con poca fame. Casillas para un tiro di Ruben Castro, Di Maria calcia a lato una delle poche palle decenti confezione dal Real Mou.
Mou cambia Per il resto, errori,

Il solito show di Ibrahimovic d la scossa a un Psg spento


Due reti e altrettanti assist: lo svedese trascinatore contro il Troyes. Pastore in giornata no, Ancelotti lo toglie dopo 45
LA SITUAZIONE
ALESSANDRO GRANDESSO Twitter @calciofrancese PARIGI

te a parlare con laccento svedese.


Condanna Ancelotti per stavolta giustifica latteggiamento snob: Eravamo stanchi dopo la trasferta di Champions a Kiev, cos abbiamo cominciato su ritmi bassi per colpire in contropiede. Il gol, contro un Troyes di poca consistenza, arriva per solo quando Ibra sinventa un assist da destra, appena sporcato da un difensore, ma comunque raccolto da Maxwell per latteso 1-0. Vantaggio che non scatena euforia. Il Psg infatti fa la bella addormentata nonostante Lavezzi cerchi di scuoterla con inserimenti interessanti che finiscono per mettere in evidenza la trasparenza di Pastore, un tempo principe, ormai decaduto. E Ancelotti lo condanna sostituendolo a inizio ripresa: Deve darsi da fare. Dentro Nen. Sentenza che lo spinge ancora di pi ai margini, mentre le voci sullarrivo di De Rossi si fanno sempre pi insistenti. Chiss. Show In ogni caso, Nen non si sintonizza subito sulle alte frequenze di Ibra che gli fa lezione al 18, avanzando come un indemoniato palla al piede fino al limite sinistro dellarea, per assecondare linserimento vincente di Matuidi. Poi scatta lo show: al 25 Nen si mette a servizio dellex rossonero replicando al millimetro la spartizione che lo svedese conclude con un acuto, di sinistro, sotto il primo incrocio. Il quarto gol premia anche la generosit di Lavezzi che va via a destra e serve basso per Ibrahimovic che gira dentro con la facilit dellattaccante di gala, scintillante, ma indispensabile..
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lione e Bordeaux, per il 1o posto serve la vittoria


14a GIORNATA Saint Etienne Valenciennes 1 0 (giocata venerd), Psg Troyes 4 0, Bastia Lorient 2 1, Nancy Ajaccio 1 1, Reims Brest 0 0, Rennes Evian 0 1, Sochaux Nizza 0 1. Oggi Montpellier Bordeaux, Tolosa Lione, Ol.Marsiglia Lilla. CLASSIFICA Psg 26 p.; Saint Etienne e Lione 25; Bordeaux 24; Ol. Marsiglia 23; Valenciennes e Rennes 22; Lilla 20; Tolosa e Nizza 19; Lorient 18; Brest e Bastia 17; Reims 16; Ajaccio ed Evian 15; Montpellier e Sochaux 14; Troyes 8; Nancy 7.

rispetto a Manchester cambia solo Modric con Ozil. Il Betis, massacrato dai propri tifosi dopo la manita incassata domenica scorsa nel derby col Siviglia, terza sconfitta nelle ulti-

scontri, palle perse, che imbruttiscono una partita che Mou nellintervallo prova a cambiare mettendo Kak e Modric al posto dei tedeschi Ozil e Khedira, e poi Callejon per Di Maria. Il Madrid migliora vistosamente, pur continuando a cadere troppo in fuorigioco, e il Betis si rassegna a una combattiva sottomissione. Angel salva un gol fatto di Benzema, Adrian stoppa un missile di Kak e altre cose, Ramos va a fare il centravanti, il Betis resiste al forcing avversario e spreca un paio di contropiede. Ma vince e inguaia il Madrid, che reclama per un fallo di mano di Nosa su tiro di Kak allultimo secondo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sar il fascino della prima donna, ma con Ibrahimovic in campo il Psg brilla come la Tour Eiffel la sera, allo scoccare di ogni ora. E lora e mezza dellex rossonero contro il Troyes trasforma il Parco dei Principi in un palcoscenico personale per uno show che spazza via lo spettro di una crisi imbarazzante con due assist e due gol. Reti che portano a dodici (su undici presenze) lo score personale dellex rossonero, consolidandone il primo posto nella classifica marcatori, garantendolo anche al Psg in quella generale, in attesa dei risultati delle avversarie dirette, oggi. Labito di paillettes, seppure di lusso, firmato Zlatan, non nasconde per i difetti di una squadra che entra in scena con troppa sufficienza e seduce solo quando si met-

GERMANIA LA SQUADRA DI HEYNCKES PROSEGUE LA FUGA SOLITARIA IN VETTA

Taccuino
INGHILTERRA ARGENTINA

Bayern tritatutto: 5-0 allHannover


Pari tra Schalke e Eintracht: il Borussia Dortmund sale al secondo posto
MARCO GENTILI

Pari del Watford Di Canio k.o.


LONDRA Il Watford di Gian franco Zola allunga la sua striscia positiva ma i rimpianti non manca no. Dopo due vittorie di fila la squa dra della famiglia Pozzo fa 2 2 sul campo del Blackpool. Peggio an data a Paolo Di Canio, sconfitto col suo Swindon Town per 1 0 dal Not ts County. La formazione dellex at taccante della Lazio scivola allotta vo posto della League One.

Martin Palermo tecnico del Godoy


BUENOS AIRES Lex attac cante Martin Palermo, 39 anni, bomber pi prolifico nella storia del Boca Juniors con 236 reti, il nuovo allenatore del Godoy Cruz di Mendoza.

Undici vittorie su 13 partite, miglior attacco (38 reti fatte) e difesa impenetrabile (solo 5 gol subiti): lo schiacciasassi Bayern Monaco prosegue la sua marcia trionfale in Bundesliga. La vittima sacrificale di turno il malcapitato

Hannover, sommerso da cinque reti. I bavaresi divertono e si divertono, mandando a rete cinque giocatori differenti (Martinez, Kroos e Ribery, nel primo tempo, Dante e Mario Gomez nella ripresa) e tengono a nove punti di distanza il Borussia Dortmund, che sale al secondo posto in classifica. Grazie al 2-1 ottenuto in rimonta sul campo del Mainz (con le reti di Reus e Lewandowski), i gialloneri scavalcano Schalke ed Eintracht, che nel big match della giornata (finito 1-1) si annullano a vicenda. Oggi riflettori puntati sul Bayer Leverkusen: limpegno con lHoffenheim sulla carta non proibitivo, ma una vit-

toria servirebbe al Bayer per agganciare Schalke ed Eintracht al terzo posto.


RIPRODUZIONE RISERVATA

RISULTATI 13a giornata Fortuna Dusseldorf-Amburgo 2-0 (giocata venerd); Bayern Monaco-Hannover 5-0; Schalke-Eintracht Francoforte 1-1; Wolfsburg-Werder Brema 1-1; Mainz-Borussia Dortmund 1-2; Greuther Furth-Norimberga 0-0. Oggi Friburgo-Stoccarda (ore 15.30); Hoffenheim-Bayer Leverkusen (ore 17.30); Augsburg-Borussia Moenchengladbach (ore 17.30). Classifica Bayern Monaco 34 p.; Borussia Do. 25; Schalke e Eintracht 24; Bayer L.* 21; Werder 18; Hannover, Mainz e Amburgo 17; Friburgo*, Borussia Mo.* e Stoccarda* 16; Wolfsburg 15; Fortuna D. 14; Norimberga 13; Hoffenheim* 12; Greuther Frth 8; Augsburg* 6. (*una partita in meno).

TURCHIA

Felipe Melo pararigori Il Galatasaray va


Nonostante Felipe Melo non abbai segnato, la vittoria del Gala tasaray contro lElazigspor per 1 0 porta la sua firma. A un minuto dal la fine larbitro ha espulso il portie re Muslera e ha concesso rigore al lElazigspor. Il centrocampista in prestito dalla Juventus si improv visato portiere (visto che il Galata saray aveva gi fatto le tre sostitu zioni) e ha parato il penalty.

TELEVISIONE

Domani c Borini a Mondo Gol


Domani su Sky Sport 1, ore 17.30, lospite di Mondo Gol sar lattaccante del Liverpool, Fabio Borini. Lex romanista attualmen te fermo per infortunio.

Lesultanza di Toni Kroos, 22 EPA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

19

MONDO INGHILTERRA

Alla prima di Benitez Torres invitato speciale


Chelsea-City con lo spagnolo che ha fatto saltare Di Matteo subito in campo. E il Brasile pensa a Guardiola come c.t.
DAL NOSTRO INVIATO

euro necessari. E dunque il tempo a disposizione del Nio continua a essere poco malgrado lesonero del manager che non credeva pi nelle sue possibilit di riscossa.
Mou incombe Sul fronte City,

DA 0-1 A 3-1 COL QPR

PAOLO COND twitter@PaoloCond LONDRA

COS IN CAMPO A LONDRA, ORE 17

Il pullman del Manchester City attraversa una Londra serale e piovosa fendendo il traffico del saturday night. Viene dalla stazione di Euston, capolinea dei treni dal Nord, procede verso lalbergo di Kensington sede del ritiro. Il telefono di Roberto Mancini squilla in continuazione, le trasferte nella capitale sono sempre loccasione per rivedere vecchi amici, e del resto un week-end a Londra una cosa molto differente da un week-end a Manchester. Sinisa Mihajlovic, per esempio, chiede un sms con lindirizzo dellhotel per venire a salutare (e a prendersi il biglietto). Larmata del City attende che la spola dei due ascensori depositi ciascuno nella propria camera, ed curioso osservare la parata dei caratteri nel momento di relax: Maicon e Kolarov scherzano tra loro, Aguero parla a Tevez che fa finta di niente, Barry pare un allegrone, Balotelli - lunico con le cuffie - guarda fisso davanti a s un punto ignoto al resto del mondo. Il Chelsea ancora un pensiero lontano.

DARCO

Rafa Benitez, 52 anni REUTERS

Benitez forte Accolto da una

quantit di sarcasmi cos nutrita da far pensare, Rafa Benitez ha scaldato la sua prima vigilia da tecnico blues prendendo di petto la questione Lampard&Cole, ovvero il fatto che ai due regnanti dello spogliatoio di Cobham rispettivamente di 34 e 32 anni il contratto in scadenza a giugno non verr rinnovato. Il tema

forte, perch dopo laddio di Drogba conferma che Abramovich intende ricostruire il Chelsea dalle fondamenta, e insieme politico, perch dimostra come Benitez, malgrado il contratto di soli sette mesi, almeno per ora vada considerato una figura potente nel complesso firmamento che sta attorno alloligarca. Detto che Torres questo pomeriggio partir certamente

titolare il retroscena sulla cacciata di Di Matteo vero, Abramovich ha sclerato nel vedere Fernando tra le riserve a Torino risulta a molti che se lAtletico Madrid a gennaio togliesse il lucchetto a Falcao (dipende dai match in arrivo contro Real e Barcellona, se non fa punti Simeone dovr rassegnarsi), il Chelsea sarebbe pronto a versare i 62 milioni di

Mancini ha letto i recenti attacchi frontali di Mourinho nei suoi confronti nellunico modo possibile: Jos sta cercando di soffiargli la panchina per la prossima stagione. Nelle stanze segrete del mercato internazionale si d per certo che a giugno il portoghese si separer dal Real Madrid, dove le difficolt ambientali hanno raggiunto il livello di guardia; da una parte il suo procuratore, Jorge Mendes, sta lavorando sullipotesi Paris St.Germain (se Ancelotti non dovesse vincere il titolo, ma lo vincer...), dallaltra Jos pare aver battezzato il posto di Mancini pi attaccabile di quello di Ferguson, che pure a fine stagione in caso di zero titoli potrebbe decidere luscita di scena. Il tecnico italiano molto sereno: considera che alla propriet araba piaccia uno stile sobrio, e dunque vede Guardiola come suo eventuale successore (ma per Pep si starebbe muovendo anche il Brasile) e mai Mourinho, ma confida di difendere la panchina bissando il titolo di Premier come gli era stato chiesto in estate. La partita di oggi a Stamford Bridge fondamentale in questo senso. La Champions resta un flop doloroso, ma Roberto conta di sopravvivergli; difficile che a gennaio faccia qualcosa di importante, sicuro invece a giugno lassalto a un pezzo da novanta. Falcao se fosse ancora allAtletico, o addirittura Cristiano Ronaldo; un altro che nei sotterranei del mercato viene dato in partenza da Madrid.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Che vittoria in rimonta per lo United!


MANCHESTER (l.bi) Il Manchester United ha unala sinistra niente male: Wayne Rooney. Ferguson sposta Roo in fascia con lo United sotto 0 1 in casa col Qpr e la partita gira: finisce 3 1, Rooney il migliore ma segnano Evans e Fletcher di testa, poi Chicharito appena entrato. Lo United ha cenato da primo in classifica, per i problemi non mancano: per la nona volta in 13 partite (!), ad esempio, Ferguson andato sotto. Stavolta ha rimontato perch il Qpr poca cosa: resta ultimo e Redknapp, appena assoldato, ha visto la partita in tribuna. A cinque dalla fine se n andato sapendo che, almeno, pu contare su un portiere. Julio Cesar ha fatto due parate non banali per, in questa nuova vita da portiere da retrocessione, costretto a perdere tempo gi nella prima mezzora. E, sapendo che un anno fa era campione del mondo, un po mette tristezza.
RIPRODUZIONE RISERVATA

13a GIORNATA Sunderland-West Brom 2-4; Everton-Norwich 1-1; Wigan-Reading 3-2; Stoke- Fulham 1-0; Man Utd-Qpr 3-1; Aston Villa-Arsenal 0-0. Oggi ore 17 Swansea-Liverpool (ore 14.30); Southampton- Newcastle (ore 16); Tottenham- West Ham; Chelsea-Man City. CLASSIFICA Man Utd 30; Man City 28; WBA 26; Chelsea 24; Everton 21; Arsenal 20; West Ham 19; Tottenham 17; Fulham, Swansea, Stoke 16; Liverpool, Norwich 15; Newcastle, Wigan 14; Sunderland 12; Aston Villa 10; Reading 9; Southampton 8; Qpr 4.

20

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

21

lAvventuroso
di REINHOLD MESSNER

I PILOTI ITALIANI SONO IL MEGLIO NEI SOCCORSI IN ALTA MONTAGNA


su quelle montagne ha portato a termine soccorsi e recuperi difficili. Come quello da record di questa estate sul Teng Kang Poche: uno dei momenti centrali e pi spettacolari del suo nuovo film Exposed to dreams. significativo che i migliori piloti capaci di fare soccorsi in altissima quota siano italiani, come Simone, e svizzeri. l'eredit delle esperienze fatte sulle Alpi. Dove l'utilizzo degli elicotteri in alta montagna (ma il limite erano i 4000 metri, allora) ha avuto inizio mezzo secolo fa. In occasione di tragedie come quella del Pilone del Freney sul versante italiano del Bianco, e, 5 anni prima, su quello francese, nel vano tentativo di soccorrere Franois Henry e Jean Vincendon. Entrambe le volte c'era anche Walter Bonatti fra i dispersi nella bufera, ma lui seppe uscirne conducendo in salvo anche altri scalatori. Ricordo Bonatti anche perch il primo alpinista di punta divenuto un abile pilota di elicotteri, capace di effettuare arditi soccorsi in quota, stato probabilmente Erich Abram, che di Bonatti era il compagno di cordata sul K2 nel 1954. Anche Erich, con Walter e l'hunza Mahdi, port in alto le bombole di ossigeno per la cordata di vetta. Lo si dimentica, ingiustamente, solo perch non visse l'allucinante bivacco all'addiaccio a 8100 metri, essendo ridisceso al campo VIII prima del buio.
RIPRODUZIONE RISERVATA

settimane acD ueelicotteri in fa avevooggi cennato al fatto che ci sono grado di volare alle quote delle pi alte montagne. Con molte limitazioni, perch i piloti lass devono volare a vista e quindi il cielo non deve essere nuvoloso. Ma non ci sono pi limiti di altitudine per i migliori di loro. Sono cose che conosco per aver volato con quelle macchine, per girare scene di alcuni film, in Himalaya e in Karakorum. Inoltre conosco bene Simone Moro, che oltre a essere uno dei pi forti specialisti degli 8000, ha anche il brevetto di pilota. E

In contropiede
di DAN PETERSON

LA PARTITISSIMA VISTA DA...

Milan-Juve: la giochiamo cos


Allegri, centrocampo fitto pi El Shaarawy
di JOSE ALTAFINI

Conte, freccia Asamoah e gabbia per il Faraone


di ALDO SERENA

che partita! FinalA mici,SanvedremoMilan,bel mente un pubblico a Siro. Il se


La grinta di Bourousis e Melli con Zagabria CIAMILLO

Milano adesso ha la faccia giusta


partita della stagione, com successo Q uando una squadra gioca la ilmigliore gioved allArmani Milano contro Cedevita Zagabria in Eurolega, la gente chiede: Cos successo?. La tentazione, in questi casi, cercare una spiegazione super sofisticata, super complessa, super complicata. Invece, in 99 casi su 100, la ragione di una svolta cos di una semplicit disarmante. Ecco la mia: i giocatori di coach Sergio Scariolo sono scesi in campo con le facce giuste. Gi durante il riscaldamento, vedevi i muscoli delle mandibole tesi, indicazione di grandissima intensit. Nasce tutto l: intensit. Da quella nasce la reattivit fisica e atletica. Da quella nascono difesa, recuperi, rimbalzi, tuffi sulle palle vaganti, sfondamenti presi. Dallintensit nasce pure lagonismo. Ho sempre sostenuto che il tiro anche un gesto agonistico. Il giocatore deve telecomandare con il cervello la palla dai polpastrelli dritta nella retina. Il concetto eseguire un tiro deciso, non esitare, essere convinti che la palla andr dentro. Ovvio, c dellaltro. Prima di tutto, lArmani ha finalmente fatto una partita eccezionale in difesa. Sia chiaro, Milano non ha dei super difensori a livello individuale. Ai miei tempi, avevo la fortuna di avere dei killer in difesa: Dino Meneghin, Mike DAntoni, Renzo Bariviera, Vittorio Gallinari, Cedric Henderson ecc. Quindi Milano non pu vincere con una difesa come la nostra, basata sulluno contro uno. Questa Olimpia deve basarsi su una difesa collettiva. Contro Zagabria hanno giocato in maniera coordinata, a tutto campo, a met campo, a rimbalzo. Da qui nascono i recuperi e gli sfondamenti presi. E quando giochi collettivamente in difesa, cresce anche lattacco. Guarda caso, allintervallo, lArmani aveva una sola palla persa. Quindi poche forzature e buone scelte di tiro. Ha aumentato il numero di passaggi prima di tirare o entrare. Questo indebolisce la difesa. Da l viene fuori la squadra: altruismo. Cio: Tu hai fatto un bel passaggio, ora restituisco il favore. Alla fine, standing ovation per la squadra e per ogni giocatore che usciva dal campo. Anche noi, dietro i microfoni, abbiamo appreso questo entusiasmo. Bel segnale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

vuole battere la Juventus, deve giocare allattacco. Non dico aggredire, ma attaccare per evitare di subire il gioco dei bianconeri. La difesa juventina forte, ma qualche volta balla, creando tante azioni c pi possibilit di successo. I rossoneri dovrebbero entrare in campo come se si sentissero loro i favoriti, con una mentalit propositiva per non farsi imbrigliare dalle maglie del bel gioco dei ragazzi di Conte. E soprattutto devono stare attenti al centrocampo. Pirlo Marchisio e Vidal offrono una miniera di palloni, sono loro quelli da bloccare. Non ho mai fatto lallenatore, ma se mi chiamate ad esprimere un parere dico la mia: se fossi nei panni di Massimiliano Allegri organizzerei un centrocampo di grande quantit per non lasciare spazi liberi agli avversari nella zona in cui sono pi forti. Io schiererei un 4-4-2, senza un centravanti fermo davanti. Pazzini mi piace, un bravo giocatore, ma una sfida del genere me la giocherei un po come il Barcellona: non darei punti di riferimento. Metterei El Shaaravy a sinistra e Boateng a destra a correre e partire dietro la zona dattacco per spiazzare il pi possibile i difensori avversari e dare manforte ai centrocampisti quando serve. Una volta anchio nel Napoli giocai cos, si fece male Sivori e partivo sempre da dietro: segnai un sacco di gol ed era anche divertente. Molti si chiedono quale sia il ruolo migliore per Boateng, secondo me n centravanti e neppure interno di centrocampo: io lo vedo bene sulla fascia laterale destra perch corre, potente, pu creare scompiglio. Bojan potrebbe entrare a partita in corso, mi piace molto, ma deve dribblare un po meno. Se invece Allegri volesse partire con Pazzini metterei in campo un 4-3-1-2 con Montolivo dietro a El Shaarawy e Pazzini.

Limportante non sguarnire mai il centrocampo. Non sar facile scardinare questa Juventus. E fisica, ha fiducia in se stessa, le viene tutto facile, corrono tanto. Far il suo gioco, ma se viene attaccata da un Milan senza paura bisogna vedere come reagisce. La Juventus in gran forma, anche psicologica, gioca con sicurezza ed favorita, ma tutto possibile se latteggiamento mentale dei rossoneri sar positivo. Mi spiace tanto che Pato non sia della parita. Molti giocatori che arrivano in Italia allinizio sono velocissimi, poi diventano pesanti nei movimenti. Era successo anche a Kak. Mi chiedo perch. Non unaccusa, ma una domanda.
RIPRODUZIONE RISERVATA

in un momento positivo M ilan-Juve arriva La per entrambe le squadre. Juventus, come ha dimostrato nella partita contro il Chelsea, in grande condizione psicofisica ed ha una notevole lucidit mentale. Il Milan, dopo gli ultimi risultati positivi e la qualificazione in Champions League, pi tranquillo, ha pi consapevolezza e soprattutto El Shaarawy in condizione unica. Mi chiedo come mai abbia giocato cos poco la scorsa stagione... Forse cera un albero troppo alto che faceva ombra. Credo che Ibra gli abbia tolto spazio fisico e anche mentale.

Jos Altafini (in alto), 74 anni, 205 partite nel Milan e 74 nella Juve. Sotto Aldo Serena, 52 anni, 30 partite nel Milan e 51 con la Juve

laVignetta
di STEFANO FROSINI

Andrea Barzagli (a sinistra) e Sthephan El Shaarawy, nel derby di Coppia Italia dello scorso febbraio
LAPRESSE

laVignetta
di LORENZO CASTELLANI

La Juve dovr avere unattenzione maggiore nella zona del Faraone. Credo che a destra giocher Isla, Lichsteiner soffre un po troppo la concorrenza. La Juve non cambia canovaccio, ma Conte d qualche input in pi ai giocatori in base agli avversari. Credo che Barzagli, Isla e Vidal, sulla destra, dovranno stare pi attenti ai movimenti difensivi per arginare al meglio lo scatenato El Shaarawy. La Juventus vorr fare il suo gioco, ma credo che andr avanti con giudizio, mantenendo equilibrio dietro. Se spinge Isla, gli altri due non lo faranno per presidiare la zona dellattaccante rossonero. La Juve spesso attacca con sei, sette uomini, ma contro una punta cos veloce non potr permetterselo, dovr stare pi guardinga. Il Milan cercher di limitare Pirlo visto che quando gioca bene lui gira benissimo tutta la squadra. In attacco vedo Bojan al centro, El Shaarawy a sinistra e Boateng a destra. Pazzini ha il suo raggio dazione ben definito, contro difensori alti e veloci prevedibile: meglio non dare troppi riferimenti. Il movimento continuo dei tre attaccanti potrebbe creare problemi ai bianconeri, in pi Bojan o Boateng in fase di non possesso possono stare su Pirlo. Un altro pericolo per il Milan potrebbero essere i movimenti di Vucinic tra le due linee, lui cerca sempre luno-due in velocit; toccher a De Jong non perderlo di vista, i difensori centrali dovranno tenere la posizione perch gli inserimenti di Asamoah e Quagliarella sono sempre molto incisivi. Per concludere, la Juventus deve stare attenta a non sbilanciarsi quando in forcing per non subire il contropiede, il Milan non deve stare troppo attaccato alla propria area e deve viaggiare su linee strette facendo molta attenzione ad essere preciso nei passaggi a centrocampo. Mi aspetto una bella partita, mi aspetto spettacolo, gli ingredienti ci sono tutti.
RIPRODUZIONE RISERVATA

TwitTwit

IVAN BASSO
Campione di ciclismo

GIGI DATOME
Azzurro di basket

laPuntura
di ROBERTO PELUCCHI

IL CINGUETTIO DEL GIORNO

Pomeriggio in casa Sassi, con la moglie il figlio e le figlie. scoprire che Aldo c' ancora: la sua forza, il suo sorriso. IB
@ivanbasso

Dino Meneghin d l'addio alla FIP. Grazie presidente per questi difficili anni in cui ti sei esposto per noi.
@GigiDatome

f
Berlusconi vorrebbe Guardiola. Ne ha parlato anche con Allegri, ma chiaro che non si trattato di una cena elegante.

LANCE ARMSTRONG FERDINANDO DE GIORGI


Allenatore di pallavolo Ex campione di ciclismo travolto dalla bufera doping

LUCA DOTTO
Campione di nuoto

Arrivo a Noviy Urengoy ...per adesso -21 ..per adesso!!!


@fefedegio

Triste sapere della morte di Larry Hagman. Sono cresciuto a un miglio dal South Fork Ranch di Dallas. Quante corse l intorno.
@lancearmstrong

I miei genitori dovevano farmi pi alto!! Mannaggia a sto spilungone francese :) cmq ottima gara senza aver scaricato al 100%
@dottolck

22

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

SERIE BWIN 16a GIORNATA


lAnalisi
di NICOLA BINDA
twitter@Nickbinda

HANNO DETTO

d
S

SASSUOLO REGGINA

3 1

LA SORPRESA CADE LA JUVE STABIA

PRIMO TEMPO 1-1 MARCATORI Boakye (S) al 18, Ceravolo (R) al 22, Troianiello (S) al 32 p.t.; Boakye (S) al 3 s.t.

Che torneo ? Ve lo diciamo con tre spunti


Scende la nebbia sulla partita pi attesa della giornata, ma si schiarisce limmagine del campionato. Avete dei dubbi? Ormai siamo pronti a giurare su tre certezze. 1) Sassuolo, Livorno e Verona insieme hanno fatto 105 punti, da quando la vittoria ne vale 3 nessun trio di testa aveva superato quota 100: tre volte (anche la stagione scorsa) si arrivati a 99. Se il Verona non riuscir in 7 a rimettere in piedi il derby di Cittadella, ben poco cambier. Il distacco tra terzo e quarto posto da 8 punti sceso a 7 (il Padova ha preso il posto della Juve Stabia), ma anche da questo punto di vista la sostanza la stessa: se si vuole salvare i playoff ed evitare di andare a +10, occorre che chi insegue offra un rendimento pi costante. 2) Le partite senza gol sono una rarit. Gli 11 0-0 di questa stagione sono il minimo assoluto da quando ci sono i playoff (la stagione scorsa erano 14), quello di Ascoli sembra un porcino raccolto in un bosco ghiacciato. Il totale delle reti in linea con le altre stagioni (437, 4 in meno della passata stagione, ma con una partita da giocare), ma stavolta le abbiamo viste in 166 partite su 175. 3) Mai il campionato stato cos inospitale. Le 6 squadre nuove arrivate (2 dalla A e 4 dalla Prima divisione) sono tutte concentrate nella zona di centro-bassa classifica; piange in particolare il Piemonte, vista la classifica di Novara e Pro Vercelli malgrado gli sforzi societari. E vero che Abodi vuol far diventare il suo campionato come un circolo privato, che non proponga solo partite di calcio ma attivit di ogni tipo a 360 gradi, per la selezione dingresso e lambientamento sono davvero severissime, come se fossimo in un antico gentleman club dInghilterra. Insomma: il nuovo avanza o no?
RIPRODUZIONE RISERVATA

SASSUOLO (4-3-3) Pomini 6; Laverone 6, Bianco 6, Terranova 6, Longhi 6,5; Bianchi 6 (dal 29 s.t. Chibsah s.v.), Magnanelli 6, Missiroli 7,5; Troianiello 7 (dal 27 s.t. Berardi 5,5), Pavoletti 5 (dal 34 s.t. Troiano 5,5), Boakye 7,5. PANCHINA Pigliacelli, Marzorati, Frascatore, Catellani. ALLENATORE Pierini 7 (squalificato Di Francesco).

Saponara-gol e super Empoli


JUVE STABIA-EMPOLI 1-2
PRIMO TEMPO 1-0 MARCATORI Caserta (JS) all11 p.t.; Tavano (E) al 35, Saponara (E) al 45 s.t.

Pierini (vice allenatore del Sassuolo) Nel secondo tempo abbiamo fatto noi la partita, mentre nel primo abbiamo fatto fatica a tenere Sarno

REGGINA (3-4-1-2) Baiocco 5; Adejo


5, Lucioni 5, Di Bari 5; Melara 6,5 (dal 17 s.t. Rizzo 5,5), Armellino 5,5, Hetemaj 5,5, Barill 6; Sarno 7; Ceravolo 6,5 (dal 28 s.t. Fischnaller s.v.), Comi 6,5 (dal 37 s.t. Viola s.v.). PANCHINA Facchin, Freddi, Rizzato, DAlessandro. ALLENATORE Dionigi 6. ARBITRO Velotto di Grosseto 6,5. GUARDALINEE Manna 6 - Citro 6. ESPULSI nessuno. AMMONITI Hetemaj (R) per gioco scorretto. NOTE paganti 1.542, incasso di 6.865 euro; abbonati 1.528, quota di 4.118 euro. Tiri in porta 8-7 (con 1 traversa). Tiri fuori 10-5. In fuorigioco 1-4. Angoli 2-6. Recuperi: p.t. 0, s.t. 3.

JUVE STABIA (4-2-3-1) Nocchi 7; Maury 5,5, Scognamiglio 5,5,


Murolo 5,5, Dicuonzo 6; Mezavilla 5,5, Genevier 6 (dal 9 s.t. Gorzegno 5,5); Acosty 6, Danilevicius 5,5 (dal 27 s.t. Bruno 5,5), Caserta 7; Cellini 5 (dal 22 s.t. Improta 5,5). PANCHINA Seculin, Doninelli, Jidayi, Erpen. ALLENATORE Braglia 5,5.

EMPOLI (4-3-1-2) Bassi 6; Laurini 6,5, Tonelli 6,5, Regini 6,5, Hysaj 6,5; Moro 7, Valdifiori 7 (dal 34 s.t. Signorelli s.v.), Croce 6,5 (dal 40 s.t. Camillucci s.v.); Saponara 7; Tavano 6 (dal 47 s.t. Spinazzola s.v.), Maccarone 6,5. PANCHINA Pelagotti, Romeo, Pecorini, Pucciarelli. ALLENATORE Sarri 6,5.
ARBITRO Borriello di Mantova 5,5. GUARDAL. Segna 5,5 - Ceccarelli 6. AMMONITI Hysaj (E), Acosty (JS), Caserta (JS), Improta (JS), Gorzegno (JS) e Maury (JS) per gioco scorretto. NOTE paganti 1.130, inc. 18.440 euro; abb. 1.405, quota 15.989 euro. Tiri in porta 4-9, Fuori 3-5. Fuorigioco 3-3. Angoli 2-9. Rec.: p.t. 0, s.t. 5

Richmond Boakye, 19 anni, con la doppietta alla Reggina salito a 6 gol IPP

S
Dionigi (allenatore della Reggina) E sempre la solita storia, ma adesso sono stanco dei complimenti, vorrei meno gioco e pi punti

Che forza Boakye Sassuolo di lusso


Missiroli ispira, la capolista segna e spreca La Reggina tiene solo 45 e fa arrabbiare Foti
DAL NOSTRO INVIATO

DAL NOSTRO INVIATO

GAETANO IMPARATO CASTELLAMMARE DI STABIA (Napoli)

GUGLIELMO LONGHI MODENA

S
Laverone (difensore del Sassuolo) Sul gol del pareggio ho sbagliato io perch ho guardato lavversario e non sono salito insieme agli altri

I calci e i pugni che Di Francesco tira alla povera cabina tv che accoglie gli allenatori squalificati danno lesatta idea dello scempio. Uno, due, tre, quattro, cinque volte: davanti a Baiocco o alla porta spalancata, hanno sbagliato, in tempi e modi diversi, Troianiello, Pavoletti, Boakye, Troiano e Berardi. Avrebbe potuto finire cos: Sassuolo 8-Reggina 1. Ma non sarebbe stato giusto, perch il primo tempo si chiuso, correttamente, in parit.
Braglia vuoto e felice La capoli-

sta puntella il primato, tenendo a distanza il Livorno e confermando che in casa inarrestabile: in uno stadio semivuoto, e non ribollente di tifo, ha lasciato solo due punti in 8 partite. La dimostrazione che il pubblico non conta? Piuttosto che lorganizzazione e la geometrica potenza del gioco di Di Franceso sono variabili indipendenti dai biglietti venduti: questa una squadra che saprebbe dare spettacolo anche a

porte chiuse. Luomo in pi stato lattesissimo e rimpianto ex di giornata, Simone Missiroli: 4 assist (due sfruttati, due sciupati) e un gran movimento sulla sinistra. E lui a innescare Boakye in occasione del primo gol e poi Troianiello sul secondo: unazione abbastanza complicata, tiro, traversa e ribattuta al volo in condizioni precarie. Allalba della ripresa arriva il gioiello di Boakye da venti metri che ha chiuso la partita. La Reggina, che aveva speso molto, scompare poco per volta per assistere impotente al festival degli errori altrui. Nota di merito al talento ghanese che ha cominciato la stagione nella Juve: una marcia in pi e tanta voglia di stupire. Giudizio sospeso su Pavoletti, con Boakye capocannoniere della squadra: al netto degli errori, apparso troppo statico. Un cen-

travanti darea resta unanomalia in un 4-3-3 similzemaniano.


Reggina presuntuosa La squadra del modenese Dionigi costruita attorno al grande talento del piccolo Sarno. Piccolo e guizzante come unanguilla, tanto che Magnanelli e Bianchi hanno penato per contenere questo clone di Giovinco. Come Missiroli: Sarno uno che fa la differenza. Ha innescato il pari di Ceravolo e dato un pallone delizioso a Barill. La Reggina ha il merito di aver giocato per 45 minuti alla pari, stata anche sfortunata (traversa di Lucioni al 34), poi ha peccato di presunzione. Guardandosi allo specchio, si accorta di quanto era stata attraente e nel secondo tempo ha mollato. Gi incerta sull1-1, la difesa ha colpevolmente lasciato spazio a Boakye. Dionigi passato al 4-3-3, con Melara terzino e Sarno sposato a sinistra, ma non cera pi lucidit e, persa corsa e fiducia, la squadra ha rischiato il crollo. Il presidente Foti uscito nerissimo dal Braglia: il tecnico al momento non sembra rischiare, almeno fino al derby contro il Crotone.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LEmpoli aggiusta la mira in tempo, si prende vittoria e bottino sui titoli di coda. Saponara ribalta i sogni duna Juve Stabia che passa in vantaggio ma trascorre il resto della gara ospite fortunato alla sagra dello spreco toscano. Un dato indicativo: 2-9 il conto delle azioni gol. Se Tavano non avesse pareggiato solo al suo quinto pallone utile (a - 10 dalla fine manda in rete una respinta di un ottimo Nocchi su sassata di Saponara), racconteremmo unaltra trama. La Juve Stabia perde gara e quarto posto, nonostante la mossa di Braglia (assetto 4-2-3-1, muro a ridosso area empolese per attaccare difendendosi) dia i suoi frutti. Alla prima azione vera va in vantaggio: respinta della difesa, tiro al volo di Caserta con palla spedita dove Bassi non pu volare. Resta quello il vero sussulto dei campani, oltre alla replica nel finale (Caserta dal limite sfiora la trail migliore versa). Un riSAPONARA (Empoli) gore invocato Lui sgobba, mentre gli altri dai giallobl, sprecano. Mette lo zampino sul pari e poi segna il 2-1 ma il resto a tutto Empoli (sesta vittoria in sette gare). Con Saponara (Mezavilla lo blocca poco, male) dietro Tavano e Maccarone loffensiva trita la difesa stabiese: la palla in verticale che Maccarone serve a Saponara (beffa Nocchi in uscita) un classico del contropiede. Il resto lo fa il trio di mediana: impeccabile.

h7

h 7,5 il migliore
BOAKYE (Sassuolo) Incontenibile, classe e corsa. Mezzo voto in meno perch sbaglia tanto

Cocciuto vincente Sarri vince col 4-3-1-2 blindato per 90, Braglia invece cambia un bel po per aggiustarsi dopo un primo tempo in cui, i suoi, fanno tappezzeria. Avanza Dicuonzo in mediana inserendo in difesa Gorzegno, passa al 4-4-2 e migliora un po. Ma Cellini resta un fantasma sul campo tant che Braglia muta anche il tridente: Danilevicius centrale, con Improta inserito al lato per un 4-3-3 che dovrebbe tramutarsi, senza palla, in un 4-5-1 graffiante. Ma la fase difensiva diviene ancor pi friabile e il meritato colpo di scena, a favore di Sarri, gela gli stabiesi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RISULTATI
ASCOLI-VICENZA BARI-MODENA CESENA-SPEZIA CITTADELLA-VERONA CROTONE-PADOVA GROSSETO-BRESCIA JUVE STABIA-EMPOLI NOVARA-LIVORNO SASSUOLO-REGGINA TERNANA-LANCIANO VARESE-PRO VERCELLI 0-0 oggi, ore 12.30 1-1 sospesa sul 2-1 0-1 2-2 1-2 0-1 3-1 2-2 2-0

CLASSIFICA
PARTITE SQUADRE PUNTI
V IN CASA N P V FUORI N P G TOTALE V N P IN CASA F S

MARCATORI
RETI
FUORI F S TOTALI F S Diff. Reti

SASSUOLO LIVORNO VERONA PADOVA (-2) JUVE STABIA BRESCIA VARESE (-1) MODENA (-2) CITTADELLA EMPOLI (-1) SPEZIA TERNANA CROTONE (-2) VICENZA ASCOLI (-1) BARI (-7) CESENA REGGINA (-3) LANCIANO PRO VERCELLI NOVARA (-4) GROSSETO (-6)

38 35 32 25 24 23 23 22 21 21 20 18 17 17 17 15 15 14 13 11 10 8

7 5 5 4 4 4 3 3 4 3 4 2 4 3 4 4 3 3 0 3 2 2

1 1 3 4 1 3 4 4 2 2 1 3 2 2 1 1 3 3 5 0 3 5

0 2 0 0 3 0 1 1 1 3 3 3 2 3 3 2 3 2 3 5 3 1

5 6 4 3 3 1 3 3 2 3 1 2 1 0 1 2 0 1 2 0 1 0

1 1 2 2 2 5 2 2 1 2 4 3 2 6 2 3 3 2 2 2 2 3

2 1 1 3 3 3 3 2 5 3 3 3 5 2 5 3 4 5 4 6 5 5

16 16 15 16 16 16 16 15 15 16 16 16 16 16 16 15 16 16 16 16 16 16

12 11 9 7 7 5 6 6 6 6 5 4 5 3 5 6 3 4 2 3 3 2

2 2 5 6 3 8 6 6 3 4 5 6 4 8 3 4 6 5 7 2 5 8

2 3 1 3 6 3 4 3 6 6 6 6 7 5 8 5 7 7 7 11 8 6

15 15 11 14 10 9 12 9 10 11 11 7 13 11 11 10 10 9 6 9 10 11

3 14 3 8 10 3 8 4 7 15 12 9 10 11 11 7 14 8 13 13 10 10

14 16 15 7 14 13 8 12 10 16 8 7 4 5 7 11 3 6 6 5 8 8

5 7 8 8

29 31 26 21

8 21 11 16

21 10 15 5 2 3 -1 7 -1 -4 -1 -3 -1 -2 5

12 24 22 16 22 19 13 20 21 10 21 14 14 20 21 16 27 31 8 8 8 7 12 9 11 12 10 14 12 14 19 20 14 17 16 21 17 18 18 16

PROSSIMO TURNO
17 giornata Sabato 1 dicembre, ore 15 BARI-SASSUOLO BRESCIA-VERONA EMPOLI-SPEZIA JUVE STABIA-CITTADELLA LANCIANO-CESENA LIVORNO-GROSSETO MODENA-NOVARA PADOVA-ASCOLI VARESE-TERNANA ore 18 PRO VERCELLI-VICENZA Luned 3 dicembre, ore 20.45 REGGINA-CROTONE

18 23 -5 13 25 -12 15 20 -5 12 23 -11 14 27 -13 18 22 19 24 -4


5

10 RETI Sansovini (Spezia); Cacia (2, Verona). 9 RETI Sforzini (2, Grosseto). 8 RETI Siligardi (1, Livorno); Ardemagni (1, Modena). 7 RETI Zaza (Ascoli); Gabionetta (2, Crotone); Ebagua (2, Varese). 6 RETI Caputo (1, Bari); And. Caracciolo (2, Brescia); Di Roberto (3, Cittadella); Saponara e Tavano (1, Empoli); Danilevicius (Juve Stabia); Paulinho (2, Livorno); Gonzalez (Novara); Boakye e Pavoletti (Sassuolo); Malonga (Vicenza). 5 RETI Giannetti (Cittadella); Maccarone (Empoli); Dionisi (2, Livorno); Mehmeti (Novara); Farias (Padova); Neto Pereira (Varese); Gomez (3, Verona). 4 RETI Bellomo (Bari); Di Carmine (Cittadella); Cutolo (Padova); Ceravolo e Comi (1, Reggina); Terranova (4, Sassuolo); Di Gennaro (4, Spezia); Martinho (Verona). 3 RETI Feczesin e Soncin (Ascoli); Corvia (1, Brescia); Graffiedi (2) e Succi (1, Cesena); Maiello (Crotone); Caserta e Mbakogu (Juve Stabia); Mammarella (Lanciano); Lazarevic, Signori e Stanco (Modena); Raimondi (Padova); Berardi (Sassuolo); Antenucci (Spezia); Litteri, Nol e Vitale (1, Ternana); Kone (Varese).

domande a...
ELIO GUSTINETTI
ALLENATORE

Foscarini da applausi Bella lezione con Sarri


Elio Gustinetti, 57 anni, allenatore, commenta con noi la giornata di Serie B.
Gustinetti, che partita ha seguito? Le ho viste tutte in tv, mi tengo aggiornato. Ho seguito in particolare il Cittadella, che mi piace sempre, peccato per la nebbia: Foscarini non finisce di stupirmi, si sarebbe meritato di pi. Il Sassuolo che vola la colpisce? Il suo un vero strapotere, vince con grande disinvoltura, merita la A. Al secondo posto c il Livorno, che ha la panchina corta, ma ha rincalzi che quando entrano fanno sempre bene. Quali altre segnalazioni da questo turno? Bravo Padova, vincere a Crotone non facile e ora ha il compito di accorciare le distanze dalle prime tre. E poi lEmpoli: hanno fatto bene a dare fiducia al lavoro di Sarri, visto che cambiare allenatore non sempre la soluzione migliore?.

U PROMOSSE U PLAYOFF U PLAYOUT U RETROCESSE

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

23

SERIE BWIN 16a GIORNATA

La nebbia rimanda il trionfo Cittadella


Il derby con il Verona sospeso sul 2-1 a 7 dalla fine Laner-gol, poi Schiavon e Maah: si finisce il 12 o il 18
COSA DICE LA REGOLA

I NUMERI DELLA B

TUTTO NEL PRIMO TEMPO RIPRESA CON TANTI ERRORI

4
S

CITTADELLA 2 VERONA (sospesa al 38 s.t.) 1


PRIMO TEMPO 0-1 MARCATORI Laner (V) al 29 p.t.; Schiavon (C) al 2, Maah (C) al 29 s.t.

La ripresa delle partite interrotte avviene con queste modalit RIPRESA Si riprende dal minuto e dalla situazione di gioco esistenti al momento dellinterruzione, come da referto. Possono essere schierati tutti i tesserati che erano o non erano sulla distinta, ma non possono essere utilizzati i giocatori sostituiti, gli eventuali espulsi (nessuno in questo caso) e coloro che erano squalificati

CITTADELLA (4-3-3) Cordaz 6; Ciancio 5,5, Martinelli 6 (dal 17 s.t. Biraghi 6,5), Pellizzer 6, Sosa 6; Vitofrancesco 5,5, Baselli 6,5, Schiavon 6,5; Di Roberto 6, Maah 7, Giannetti 6 (dal 34 s.t. Bellazzini s.v.). PANCHINA Pierobon, De Vito, Gorini, Paolucci, Busellato. ALLENATORE Foscarini 7.

gli anni quasi trascorsi dallultima sospensione per nebbia in Serie B: era il 30 gennaio 2009 e Modena-Rimini venne sospesa sullo 0-0 dopo 15 minuti. Il recupero del 10 febbraio fin 1-1

Il Brescia scappa 4 Ma il Grosseto rimedia due volte


GROSSETO BRESCIA 2 2
tenzione. Il presidente Camilli ha regalato lincasso alle popolazioni colpite dallalluvione.
La chiave Dal punto di vista tattico, il Grosseto pi bravo, con Ronaldo che comanda a centrocampo, ma tutto salta a causa degli errori delle difese, uniti a quelli gravi dellarbitro Tommasi, che dopo pochi secondi, incredibilmente, non vede un fallo inutile di Olivi su Corvia (creduto in fuorigioco, ma in posizione regolare), rimedia lassistente Bernardoni che segnala il rigore. Caracciolo segna. Poi, Tommasi fa il bis al 12, quando Salamon atterra Sforzini in area. Ci vuole un altro errore, dei centrali difensivi bresciani, su cross di Ronaldo, insieme a un gran colpo di testa di Sforzini per l1-1 al 14. Il Grosseto ricambia al 18, lancio lungo di Bouy, la difesa sale scriteriatamente e Scaglia, solo, segna. Infine, al 22, punizione di Ronaldo per Olivi che fa il 2-2, con dormita generale dei difensori bresciani e in particolare di De Maio, che si prende un cazziatone da Calori. Sagra degli errori Il tecnico del
PRIMO TEMPO 2-2 MARCATORI And. Caracciolo (B) su rigore al 2, Sforzini (G) al 14, Scaglia (B) al 18, Olivi (G) al 22 p.t.

GROSSETO (3-4-3) Lanni 6,5; Padella


5,5, Olivi 6, Barba 5,5; Antonazzo 6,5, Obodo 6,5, Ronaldo 7,5 (dal 35 s.t. Bonanni s.v.), Calderoni 6; Lanzafame 6 (dal 23 s.t. Lupoli 6), Sforzini 7, Foglio 6 (dal 9 s.t. Quadrini 6,5). PANCHINA Franza, Iorio, Crimi, Donati. ALLENATORE Magrini 6,5.

VERONA (4-3-3) Rafael 6; Crespo 6, Moras 6, Maietta 5,5, Cacciatore 5; Bacinovic 5,5, Jorginho 6, Laner 6,5; Gomez 6 (dal 26 s.t. Rivas s.v.), Cacia 6, Grossi 7. PANCHINA Berardi, Ceccarelli, Albertazzi, Carrozza, Cocco, Bojinov. ALLENATORE Mandorlini 6. ARBITRO Palazzino di Ciampino 6. GUARDALINEE Bianchi 6 - Raparelli 6. AMMONITI Maietta (V) e Bacinovic (V) per gioco scorretto. NOTE paganti 2.290, incasso di 24.078,80 euro; abbonati 1.516, quota di 6.077,44 euro. Tiri in porta 4-5. Tiri fuori 2-3. In fuorigioco 0-2. Angoli 2-4. Recuperi: p.t. 0.

le giornate di fila nelle quali viene sbagliato almeno un rigore: ieri lerrore stato di Ebagua (primo per il Varese)

BRESCIA (3-5-2) Arcari 6; De Maio 5,


Salamon 5,5, Stovini 5,5; Zambelli 6, Lasik 6, Bouy 6,5 (dal 44 s.t. Benali s.v.), Scaglia 7 (dal 22 s.t. Martina Rini 6), Daprel 5; And. Caracciolo 6, Corvia 6 (dal 40 s.t. Picci s.v.). PANCHINA Cragno, Ant. Caracciolo, Finazzi, Mitrovic. ALLENATORE Calori 5,5. ARBITRO Tommasi di Bassano 5. GUARDALINEE Bernardoni 6,5 - Marinelli 6. AMMONITI Scaglia (B), Lasik (B), Stovini (B), Foglio (G), Bouy (B) e Corvia (B) per g.s. NOTE paganti 1.145, incasso di 9.650,50 euro; abb. 1.003, quota 12.179,89 euro. Tiri in porta 7 (con 1 traversa)-4. Fuori 3-4. In fuorigioco 4-2. Angoli 2-4. Recuperi: p.t. 1, s.t. 4.

E il 38 s.t.: larbitro Palazzino manda le squadre negli spogliatoi LAPRESSE

DAL NOSTRO INVIATO

GIULIO DI FEO CITTADELLA (Padova)

S
SANZIONI Le ammonizioni sono congelate fino a quando non saranno stati giocati i minuti rimanenti. Nel corso della ripresa della gara si potranno effettuare solo le sostituzioni non fatte ieri

Pareva un romanzo di Stephen King. La partita non cera pi, mangiata da un nebbione cos fitto che i giocatori facevano fatica a guardarsi. E dopo dieci minuti di moscacieca e altrettanti di conciliabolo, larbitro Palazzino ha detto stop: Cittadella-Verona sospesa al 38 del secondo tempo. I restanti sette minuti (pi recupero) dovrebbero giocarsi il 12 o il 18 dicembre. E chiss se basteranno al Verona per mettere una pezza a una gara che si era messa malissimo. La nebbia ci ha tolto la gioia, fa Schiavon, e in effetti vero: il Cittadella stava per centrare un ribaltone da libri di storia, ora deve metterci soltanto il sigillo, ma farlo a freddo sar molto pi difficile. Tant vero che voleva giocarla: Lho det-

to allarbitro, abbiamo giocato in condizioni peggiori. Adesso mi viene da ridere a preparare questo finale, non so nemmeno come si fa, dice Foscarini.
La gara Foscarini non solo ha

messo su una gran bella macchina da calcio, sa pure cambiarle marcia. Ha provato a fare la partita, per si trovato di fronte una squadra abituata a fare altrettanto: da queste parti non succede spesso, quindi Cittadella preparato, ma intimidito. Ne viene fuori una gara bella, ma fredda, dove il Cittadella ha Baselli in vena, ma le punte non si lasciano sem-

pre innescare. il Verona invece ha talento da (buona) A e dove ha spazio lo usa, prima sfonda a sinistra con Grossi e poi trova il gol da destra: cross di Gomez, la difesa si perde Laner che infila in tuffo di testa. Foscarini nellintervallo mette la quarta.
Mossa azzeccata Il Cittadella

i pareggi di giornata che portano il totale a 54, pi 4 rispetto alla passata stagione. Le vittorie in trasferta sono 11 in meno (44)

DAL NOSTRO INVIATO

GENNARO BOZZA GROSSETO

h7 il migliore
MAAH (Cittadella) Moto perpetuo, se non gli arriva la palla se la prende. Il 2-1 il giusto premio

si presenta almeno dieci metri pi avanti e molla il cazzotto dopo due minuti: Maah tenta il tacco, Giannetti la girata, palla comoda a Schiavon per il pari. Altra magata del Fosca: dentro Biraghi, si fa il 3-4-3. E lesterno scuola Inter se ne va a sinistra e serve un cioccolatino rasoterra a Maah: difesa di sale, 2-1. Qui il Verona ci capisce poco, ma con il potenziale che ha la gara non chiusa manco a parlarne. Poi arriva la nebbia, il finale fra un mesetto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

doppietta quella di Boakye del Sassuolo, che aveva segnato due gol anche a Grosseto il 6 ottobre scorso

Pi potente la fiammata, prima si spegne. Grosseto e Brescia sparano fuochi dartificio per 22, poi lentamente si addormentano. Resta per la bella impressione di un Grosseto rinato, sotto la guida di Magrini e Consonni (questultimo in tribuna, in un box che tempesta di pugni a ogni occasione mancata o errore dei suoi), che meriterebbe di vincere e che viene fermato, a 1 dalla fine, solo dalla traversa su punizione di Quadrini. Delude il Brescia, incapace di creare gioco e con pi di un equivoco tattico. Lazione pi bella dei bresciani resta lingresso in campo con uno striscione: Brescia abbraccia la Maremma. I tifosi insistono sul mancato minuto di silenzio: Lega e Federazione, i morti della povera gente meritano at-

Brescia si unisce alla sagra degli sbagli: passa alla difesa a 4 a inizio ripresa, con Salamon che sale a centrocampo, ma il Brescia scompare, poi sostituisce Scaglia, il migliore dei suoi, suo lunico tiro nel secondo tempo, al 4, respinto da Lanni. Invece il Grosseto, anche se in calo, fa un ultimo sforzo, ma sfortunato. D per la sensazione di poter risalire.
RIPRODUZIONE RISERVATA

h 7,5 il migliore
ROLANDO (Grosseto) Inventa i passaggi dei gol, d ordine alla squadra e domina a centrocampo

LALTRO 2-2 LA SQUADRA DI TOSCANO NON VINCE DAL 6 OTTOBRE

LA PARTITA DELLE 18 SUCCI RISPONDE A SANSOVINI

Ternana spreca Cuore Lanciano


TERNANA LANCIANO 2 2
MASSIMO LAURETI TERNI
PRIMO TEMPO 1-1 MARCATORI Litteri (T) al 39', Di Cecco (L) al 41' p.t.; Vitale (T) su rigore al 27, Falcone (L) al 43' s.t.

TERNANA (3-5-2) Ambrosi 5; Fazio 6,


Brosco 5, Ciofani 6; Dianda 6,5, Carcuro 6 (dal 40' s.t. Maniero s.v.), Miglietta 6,5, Botta 6, Vitale 6,5; Litteri 7 (dal 33 s.t. Ragusa s.v.), Alfageme 5 (dal 20' s.t. Dumitru 5). PANCHINA Brignoli, Ferraro, Galli, Ramberti. ALLENATORE Toscano 6.

LANCIANO (4-3-3) Leali 6; Almici 6,5,


Aquilanti 5, Amenta 6, Mammarella 6; Vastola 6 (dal 35' s.t. Fofana s.v.), D'Aversa 5,5 (dal 28' s.t. Falcone 6,5), Volpe 5,5 (dal 38' p.t. Minotti 5); Di Cecco 6,5, Falcinelli 6, Turchi 6. PANCHINA Casadei, Rosania, Ceccarelli, Paghera. ALLENATORE Gautieri 6,5. ARBITRO Castrignan di Roma 6. GUARDALINEE Del Giovane 6 - Alassio 6. ESPULSI nessuno. AMMONITI Turchi (L), Aquilanti (L) e Ragusa (T) per gioco scorretto; Vitale (T) e Mammarella (L) per comportamento non regolamentare. NOTE paganti 2.596, incasso di 20.891,50 euro; abbonati 2.557, quota di 15.620,41 euro. Tiri in porta 5-5. Tiri fuori 5-1. In fuorigioco 6-1. Angoli 9-2. Recuperi: p.t. 2', s.t. 5'.

Finisce in parit la partita che la Ternana avrebbe voluto e potuto vincere. In vantaggio due volte i rossoverdi hanno regalato i gol del pareggio agli abruzzesi che, bravi a sfruttare le opportunit, hanno finito col guadagnarsi quanto gli avversari hanno concesso. Perch il Lanciano ha tenuto bene per gran parte del primo tempo e non ha smesso di crederci nella ripresa quando aveva scelto di passare al 4-4-2. Certo che la Ternana ha prodotto di pi e la sua vittoria non avrebbe fatto scandalo. Ma ha sbagliato in modo grossolano e per l'ennesima volta s' fatta rimontare rinviando l'appuntamento con la vittoria che manca dal 6 ottobre.
La partita Una frenata pericolosa per gli umbri, un buon punto per il Lanciano in una partita sbloccata dal gol di Litteri

che sfrutta una bella combinazione Miglietta-Dianda conclusa con un cross che il centravanti infila in rete. Due minuti e il Lanciano pareggia con un guizzo di Di Cecco dopo un errore in disimpegno di Brosco e Carcuro. Nella ripresa la Ternana spinge di pi. Di Cecco salva sulla linea all'8' ma dall'altra parte Ambrosi deve superarsi per replicare alla zuccata di Amenta che sfugge a Brosco su azione d'angolo. In questa fase la Ternana gioca meglio e trova il gol del nuovo vantaggio. Lungo rilancio, Botta prolunga di testa, Aquilanti in vantaggio su Litteri ma si fa rimontare e in area stende l'attaccante. Vitale trasforma il rigore del 2-1. Sembra fatta per la Ternana che per al 43' confeziona la frittata. Dumitru perde palla sulla trequarti, Almici avanzato mette in mezzo, Ambrosi esce a vuoto e Falcone al volo infila in rete dal limite per il 2-2 finale.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Spezia sciupone Cesena in salvo


CESENA SPEZIA 1 1
DAL NOSTRO INVIATO

ANDREA TOSI CESENA

PRIMO TEMPO 0-1 MARCATORI Sansovini (S) al 5 p.t.; Succi (C) al 30 s.t.

le di Defrel garantisce qualche punizione. Con gli innesti di Succi e Rodriguez (a sua volta sostituito) il Cesena si butta in avanti nel secondo tempo. Il pareggio arriva allimprovvisto, con Ceccarelli che vince un contrasto con Garofalo (rimasto a terra) e centra per Succi, puntuale di testa ad ottimizzare lunico pallone scagliato verso la porta di Iacobucci.
Spezia immaturo Sansovini in

CESENA (3-5-2) Belardi 5,5; Brandao


6, Comotto 6, Caldirola 5,5; Ceccarelli 6, Djokovic 6, Iori 5,5, Meza Colli 4,5 (dal 12 s.t. Rodriguez 5; dal 40 s.t. Tabanelli s.v.), A. Rossi 5,5; Graffiedi 5 (dal 7 s.t. Succi 6,5), Defrel 6,5. PANCHINA Ravaglia, Favalli, Tonucci, Lapadula. ALLENATORE Bisoli 6.

SPEZIA (4-3-1-2) Iacobucci 6; Madonna 6, Pasini 6, Schiavi 6, Garofalo 6; Bovo 5,5, Porcari 6,5, Sammarco 6; Di Gennaro 6 (dal 26 s.t. Okaka 5); Sansovini 6,5 (dal 40 s.t. Crisetig s.v.), Antenucci 6. PANCHINA Russo, Piccini, Benedetti, Mandorlini, Pichlmann. ALLENATORE Serena 6. ARBITRO Di Bello di Brindisi 6. GUARDALINEE Bagnoli 5,5 - Santuari 6. ESPULSI nessuno. AMMONITI Madonna (S), Ceccarelli (C), Bovo (S) e Di Gennaro (S) per gioco scorretto. NOTE paganti 2.101, incasso di 9.958 euro; abbonati 7.245, quota di 67.512 euro. Tiri in porta 1-5 (con un palo). Tiri fuori 10-4. In fuorigioco 1-1. Angoli 4-4. Recuperi: p.t. 0, s.t. 5.

Basta un tiro in porta, dopo 75 di impotente sterilit offensiva, al Cesena per salvare il proprio campo dallennesimo raid esterno. Il colpo di testa di Succi agguanta un pari poco meritato punendo gli errori dello Spezia che non affonda i colpi del k.o. quando ha la partita in pugno. Alla fine il punto va meglio alla squadra di casa mentre gli ospiti possono solo recriminare su un palo nel primo tempo e su unaltra occasionissima sprecata nella ripresa che avrebbero messo il successo in cassaforte.
Cesena indecifrabile Bisoli vuo-

apertura illude la squadra ligure, deviando da sottomisura un bel cross di Madonna. Prima della pausa un gran siluro di Porcari dai 25 metri fa tremare il palo di un Belardi ormai battuto. Nel secondo tempo lo Spezia sembra in facile controllo, Sansovini ha la palla per chiudere i conti ma davanti a Belardi sceglie la conclusione di potenza alzando malamente la mira. Alla fine il pari una beffa ma nel calcio gli errori e i vizi di maturit si pagano sempre.
RIPRODUZIONE RISERVATA

h7 il migliore
LITTERI (Ternana) Segna di testa, si procura un rigore e regala lillusione della vittoria alla Ternana

le i tre punti ma con questi uomini deve accontentarsi di quello che viene. Il centrocampo povero e senza idee, le gambe girano spesso a vuoto, tre errori facilitano il vantaggio degli avversari, mentre davanti solo la dinamo inesauribi-

h 6,5 il migliore
DEFREL (Cesena) Il suo dinamismo a tutto campo tiene il Cesena in partita

24

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

SERIE BWIN 16a GIORNATA

Farias c sempre Il Padova quarto


Gol del brasiliano, Pea difende la vittoria in 10 Il Crotone attacca ma va a sbattere su Anania
CROTONE PADOVA
PRIMO TEMPO 0-1 MARCATORE Farias al 27 p.t.

0 1

CROTONE (4-3-3) Caglioni 5,5; Matute


5,5 (dal 33 s.t. Pettinari 5,5), Vinetot 5,5, Abruzzese 6, Mazzotta 5,5; Maiello 5,5 (dal 21 s.t. Ciano 5,5), Eramo 5, Galardo 5,5; Gabionetta 5,5, Caetano 5, De Giorgio 5,5 (17 s.t. Torromino 6). PANCHINA Concetti, Correia, Checcucci, Addae. ALLENATORE Drago 5,5.

il portiere padovano compie un mezzo miracolo per evitare il ko. Il Padova per non sta a guardare e produce gioco e anche di qualit grazie alla posizione di Galli che tra le linee fa la differenza. Ma il playmaker patavino condensa la sua gara in 24 quando prima colpisce un clamoroso palo da due metri dalla porta di Caglioni (assist di Cutolo) e poi quando d forfait per una distorsione. Pea inserisce Raimondi abbassando Farias che al 27 si trova sul destro il pallone buono da mettere dentro da 25 metri, quinta rete in stagione per il brasiliano. A nulla serve il tentativo di De Giorgio e la parata di Caglioni apparso in ritardo sul rasoterra micidiale. Il Crotone sbanda e rischia di prendere il secondo gol perch Legati sulla destra affonda con facilit. Drago mette Maiello sulle sue tracce per tentare di limitare le sfuriate.
Il muro Dopo il riposo il Crotone

BRIVIDI ROSSO A COSENZA, EBAGUA SBAGLIA IL RIGORE

Il Varese si rilancia Pro Vercelli furiosa


VARESE PRO VERCELLI 2 0
PRIMO TEMPO 1-0 MARCATORI Nadarevic al 45 p.t.; Ebagua al 20 s.t.

VARESE (4-4-2) Bressan s.v.; Fiamozzi


6,5, Troest 6, Corti 6,5, Grillo 6,5; Tripoli 6 (dal 23 s.t. Filipe 6), Damonte 6, Kone 5,5 (dal 34 s.t. Lazaar s.v.), Nadarevic 7 (dal 31 s.t. Kink s.v.); Martinetti 6,5, Ebagua 6. PANCHINA Bastianoni, Miceli, Moment, Eusepi. ALLENATORE Castori 6,5.

PRO VERCELLI (4-4-1-1) Valentini 6;


Cancellotti 6, Cosenza s.v., Masi 6, Scaglia 6 (dal 1 s.t. Modolo 6); Casoli s.v. (dal 5 p.t. Sini 6), Espinal 6, Rosso 6, Scavone 6; Fabiano 6 (dal 25 s.t. Di Piazza 6,5); Iemmello 6. PANCHINA Miranda, Calvi, Germano, De Silvestro. ALLENATORE Camolese 6. ARBITRO Roca di Foggia 5. GUARDALINEE Argiento 6 De Meo 6. ESPULSI Cosenza (PV) al 2 p.t. per gioco scorretto. AMMONITI Iemmello (PV) per gioco scorretto; Damonte (V) e Ebagua (V) per c.n.r. NOTE paganti 1.023, incasso di 5.094,79 euro; abbonati 2.599, quota di 16.256,32 euro. Tiri in porta 4-0. Tiri fuori 5-2. In fuorigioco 6-1. Angoli 4-4. Recuperi: p.t. 2, s.t. 2.

che ha battuto una Pro Vercelli furente per l'espulsione di Cosenza, di nuovo protagonista dopo la scaramuccia con il compagno Miranda che gli era costata la tribuna sabato scorso. Questa volta, il difensore si fatto cacciare al primo contrasto con Martinetti che, passati 50 secondi, si presentato davanti a Valentini, uscito in tuffo. Il rigore, calciato da Ebagua sul portiere, non parso cos limpido ma l'arbitro Roca non ha avuto dubbi, espellendo il centrale.
Gol e polemiche Nonostante l'in-

PADOVA (3-4-1-2) Anania 7; Cionek 6,5,


Piccioni 6,5, Trevisan 7; Legati 6,5, Z Eduardo 5, Nwankwo 6, Renzetti 6; Galli 6,5 (dal 24 p.t. Raimondi 6,5); Farias 6 (dal 24 s.t. De Vitis 6), Cutolo 6,5 (dal 18 s.t. Granoche 6). PANCHINA Silvestri, Rispoli, Franco, Feltscher. ALLENATORE Pea 6,5. ARBITRO Di Paolo di Avezzano 6,5. GUARDALINEE Avellano 6,5 Di Vuolo 6,5. ESPULSI Z Eduardo (P) al 19 s.t. per doppia ammonizione (entrambe per gioco scorretto). AMMONITI Cutolo (P), Vinetot (C), Maute (C) E Renzetti (P) per gioco scorretto; Anania (P) e Torromino (C) per comportamento non regolamentare. NOTE paganti 1.252, incasso di 4.653 euro; abbonati 2.454, quota di 13.639 euro. Tiri in porta 7-3 (con un palo). Tiri fuori 6-3. In fuorigioco 0-6. Angoli 4-3. RecuperI: p.t. 2, s.t. 4.

Diego Farias, 22 anni, il capocannoniere del Padova con 5 gol LAPRESSE

LUIGI SAPORITO CROTONE

Padova cinico e insuperabile: costruisce la vittoria nel primo tempo e la conserva nel secondo con una tattica cara a Nereo Rocco. Diciamo che da

padovano ho cercato di imitare il Paron, specie nel secondo tempo. Scherzi a parte, siamo stati bravi e anche fortunati, ha detto il tecnico. Il Padova cos si porta a casa una importantissima vittoria (la terza in trasferta), meritata pi per aver saputo soffrire nel secondo tempo che per il gioco mostrato nel primo. Adesso i veneti sono da soli al quarto posto. Il Crotone accusa il secondo k.o. in casa, ma non fa drammi. La gara stata bella nei primi 45, brutta e dannatamente utilitaristica per il Padova nella ripresa, specie dopo il rosso a Z Eduardo.

h7 il migliore
ANANIA (Padova) Super parata in apertura di gara su Caetano e in chiusura su Torromino

Qualit Entrambi gli allenatori

confermano le formazioni vittoriose sette giorni prima con lunica variante di Mazzotta in campo per Migliore nel Crotone. Linizio interessante per il Crotone che impegna Anania due volte in 10 con Caetano. Sul secondo tiro del brasiliano

comincia a schiacciare il Padova che arretra quasi fino alla propria area. Ma mentre il Crotone picchia violentemente contro il muro del Padova e denotando di non avere un attaccante degno di questo nome, dalla parte opposta lex Cutolo pericoloso nei contropiede. Al 10 il suo sinistro sfiora il palo e 2 dopo Caglioni para con qualche difficolt. Al 18 Cutolo lascia il posto a Granoche e poco dopo Z Eduardo frana su Maiello guadagnandosi il secondo giallo. Pea ordina il catenaccio a oltranza e grazie allinsuperabile Trevisan riesce a soffrire e a ribattere tutte le palle-gol (poche) che il Crotone costruisce. Super parata di Anania su Torromino proprio nel minuto finale. Crotone sconfitto, deluso e scontento; Pea sicuramente far visita alla statua del Paron con un cero e un fiore.
RIPRODUZIONE RISERVATA

FILIPPO BRUSA VARESE

il sorriso di Antonio Rosati a spalancarsi davanti al Varese che corre sotto la curva nord, dopo il 2-0 alla Pro Vercelli. Il presidente, ex dirigente dei piemontesi, ha seguito la gara nel settore caldo del tifo biancorosso, appena intitolato alla bandiera Peo Maroso, cantando con gli ultr per onorarne la memoria. Il ricordo di Maroso ha spinto la squadra di Castori

feriorit, la Pro ha retto bene, almeno fino al sinistro dell'1-0 di Nadarevic, da 25 metri, imprendibile per Valentini, fuori posizione (45'). Nella ripresa, gli ospiti hanno reclamato il penalty per un contatto, fuori area per, fra Fiamozzi e Iemmello (7'), subendo poi il 2-0 di Ebagua (20), a segno di petto. Il presidente piemontese Massimo Secondo mastica amaro non per la quarta sconfitta consecutiva ma per l'arbitraggio, ironizzando: Oltre a Cosenza, l'arbitro poteva cacciare anche Valentini. Se il calcio questo mi vien da vomitare.
RIPRODUZIONE RISERVATA

h7 il migliore
NADAREVIC (Varese) Si sveglia con il sinistro da campione dell1-0 e ispira il raddoppio di Ebagua

LOCMAN
ITALY

LUNICO 0-0 ESPULSO MARTINELLI DOPO 21 MINUTI

COSI OGGI ORE 12.30

LAscoli non fa male Il Vicenza tiene in 10


ASCOLI VICENZA 0 0
ASCOLI (3-4-1-2) Guarna 6; Ricci 6 (dal
12 s.t. Drame 6), Peccarisi 6, Faisca 6; Conocchioli 6 (dal 1 s.t. Scalise 6), Di Donato 6 (dal 28 s.t. Capece 5,5), Loviso 5,5, Giallombardo 5,5; Fossati 6; Zaza 5,5, Feczesin 5. PANCHINA Maurantonio, Prestia, Russo, Morosini. ALLENATORE Silva 5,5.

VICENZA (4-1-4-1) Pinsoglio 6,5; Brighenti 6, Camisa 6, Martinelli 5, Di Matteo 6; Giandonato 6 (dal 40 p.t. Pisano 6); Semioli 5,5, Padalino 6,5 (dal 19 s.t. Youssou 5,5), Castiglia 5,5, Pinardi 5,5; Malonga 6 (dal 35 s.t. Maiorino s.v.). PANCHINA Fortunato, Mustacchio, Giani, Danti. ALLENATORE Breda 6,5. ARBITRO Manganiello di Pinerolo 5,5. GUARDALINEE Melloni 6 Carbone 5,5. ESPULSI Martinelli (V) al 21 p.t. per gioco scorretto. AMMONITI Castiglia (V), Camisa (V) e Faisca (A) per gioco scorretto; Zaza (A), Scalise (A), Peccarisi (A) e Youssou (V) per comportamento non regolamentare. NOTE paganti 1.291, incasso di 10.858 euro; abbonati 1.365, quota di 14.631,12 euro. Tiri in porta 3-4. Tiri fuori 7-3. In fuorigioco 1-4. Angoli 4-5. Recuperi: p.t. 2, s.t. 2.

Ci ha provato nel primo tempo con uno scambio al 13 Fossati-Feczesin-Fossati il cui cross non ha trovato Zaza pronto alla deviazione vincente. Tutto qui il primo tempo bianconero. Vicenza pericoloso al 47 quando Guarna ha dovuto deviare in angolo un colpo di testa di Padalino su cross di Semioli.
Sacrificio Il Vicenza, privo di Plasmati, Giacomelli e Gentili e con limmediata espulsione di Martinelli, nella ripresa si chiuso, pur non disdegnando qualche contropiede. S sacrificato anche Malonga a inseguire sulla fascia Scalise. Al 13 tiro cross dal fondo di Dram col pallone che ha attraversato tutto lo specchio della porta finendo fuori dalla parte opposta. Il Vicenza ha proposto qualche azione di alleggerimento, ma ha badato pi a controllare. Match vivo nel finale. Al 43 un tiro di Fossati dal limite, deviato sulla traiettoria, ha colto il palo esterno finendo poi in angolo. Battuta di Loviso dalla bandierina, testa di Peccarisi, palo interno e Pinsoglio s ritrovato il pallone in mano.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Bari nei guai: tanti assenti Giorni caldi per il Modena


BARI MODENA
BARI (4-3-3) 1 LAMANNA 20 RISTOVSKI 23 CEPPITELLI 5 BORGHESE 14 POLENTA 10 BELLOMO 4 ROMIZI 8 SCIAUDONE 7 GALANO 18 CAPUTO 19 FEDATO All. TORRENTE PANCHINA 12 Pena, 26 Altobello, 24 Aprile, 29 Filkor, 16 Rivaldo, 25 Defendi, 13 Visconti. MODENA (4-3-3) 1 COLOMBI 25 GOZZI 6 ANDELKOVIC 28 ZOBOLI 13 PERNA 21 DALLA BONA 33 MORETTI 8 SIGNORI 31 PAGANO 9 ARDEMAGNI 32 LAZAREVIC All. MARCOLIN PANCHINA 12 Manfredini, 27 Gulan, 4 Nardini, 34 Osuji, 30 Surraco, 10 Greco, 11 Stanco.

PEPPE ERCOLI ASCOLI PICENO

ARBITRO Fabbri di Ravenna GUARDALINEE Gava-Colella PREZZI da 13 a 50 euro TV Sky Calcio 6 HD e Premium Calcio BARI Scelte obbligate per Torrente: squalificati Dos Santos e Sabelli, infortunati Ghezzal, Albadoro, Iunco e Grandolfo. In difesa certo il rientro di Ceppitelli, destinato a far coppia con Borghese al centro. Confermato il tridente offensivo Galano-CaputoFedato, con Bellomo a sostegno. Squalificati Dos Santos, Sabelli e De Falco. Diffidati Caputo e Iunco. MODENA Recuperato Lazarevic, ma Marcolin conferma la formazione delle ultime due partite. Novit societarie: tre consiglieri del Cda si sono dimessi, nella nuova assemblea dei soci fissata per sabato sar nominato un nuovo consiglio e un nuovo presidente, probabilmente lavvocato Pierluigi Grana al posto di Maurizio Rinaldi. Massimo Taibi sar il nuovo responsabile del settore giovanile al posto di Daniele Albinelli. Squalificati nessuno. Diffidati Andelkovic, Ardemagni, Dalla Bona, Lazarevic, Moretti e Osuji.

STEALTH TECNOLOGIA PURA


TITANIO CARBONIO ACCIAIO G SUBACQUEO G VETRO ANTIGRAFFIO

A partire da 195 euro.

WWW.LOCMAN.IT
L O C M A N S . P. A . M A R I N A D I C A M P O I S O L A D E L B A

BOUTIQUES LOCMAN: G MILANO: VIA M. GONZAGA, 5 G FIRENZE: VIA TORNABUONI, 76/R G BRESCIA: CORSO ZANARDELLI, 30 G MARINA DI CAMPO: PIAZZA G.DA V E R R A Z Z A N O , 7 G P O R T O F E R R A I O : C A L ATA M A Z Z I N I , 1 7 G P O R T O A Z Z U R R O : V I A G PORTO CER VO: VICOLO DEL CER VO G CER VINIA: VIA CARREL V I TA L I A N I , 2 0

E IN TUTTE LE MIGLIORI GIOIELLERIE

Lo 0-0 fa contento pi il Vicenza che lAscoli, che non ha saputo approfittare dellespulsione del vicentino Martinelli gi al 21 del primo tempo per fallo (contestato dai vicentini) da chiara occasione da gol su Zaza. Si lamentano i tifosi bianconeri che hanno beccato la squadra sia allintervallo sia alla fine. LAscoli doveva vincere questo match in vista delle prossime trasferte a Padova (dove mancher Zaza per squalifica) e Verona.

h 6,5 il migliore
PINSOGLIO (Vicenza) Non sbaglia un pallone aereo e (anche grazie al palo) evita la sconfitta

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

25

PRIMA DIVISIONE 13a GIORNATA (ore 14.30)

Primo k.o. e il riposo Lecce, come stai?


La capolista torna dopo 10 giorni: arriva la Reggiana Lerda avvisa: Dobbiamo eliminare tutte le tensioni
DAL NOSTRO INVIATO

GIRONE B

Oggi la sosta col recupero tra Carrarese e Gubbio


Oggi il girone B riposa: in programma c il recupero tra Carrarese e Gubbio, gara non giocata alla 10 giornata per la pioggia. La squadra di Di Costanzo insegue il secondo successo stagionale che le farebbe lasciare lultimo posto e il tecnico deve sostituire lo squalificato Pestrin e gli infortunati Corticchia, Merini, De Paola e Orlandi: gioca lultimo rinforzo Makinwa; per iniziativa di Alena Seredova, presidente onorario, allo stadio sar consegnata una rosa rossa a ciascuna spettatrice, per sensibilizzare la lotta contro la violenza sulle donne. Problemi per il Gubbio: con Bartolucci, Manzoni e Pacheco out, Sandreani e Venturi squalificati, Sottil passa al al trequartista (Baccolo) per il 4 3 1 2; in difesa gioca Grea a sinistra.
Cos oggi in campo (ore 14.30): CARRARESE (4-2-3-1) Piscitelli;

girone A (13a) Cremonese, guai a fallire Il Pavia assalta il Trapani


ALTO ADIGE-CREMONESE
ALTO ADIGE (4-3-3) Marcone; Cappelletti, Tagliani, Bassoli,
Martin; Uliano, Bertoni, Bont; Campo, Maritato, Thiam. (Tenderini, Kiem, Furlan, Branca, Fink, Timpone, Pasi). All. Vecchi. CREMONESE (3-5-2) Grillo; Sales, Cremonesi, Moi; Cangi, Baiocco, Buchel, Degeri, Visconti; Carlini, Djuric. (Quaini, Tedeschi, Armenise, Magallanes, Previtali, Martinez, Marotta). All. Scienza. ARBITRO Ripa di Nocera Inferiore (Mariani-Col).

GIUSEPPE CALVI SQUINZANO (Lecce)

E curioso di scoprire leffetto prodotto dalla prima sconfitta subita in campionato. Franco Lerda ricomincia dal paletto fissato nel k.o. di Lumezzane: si aspetta e propone un altro Lecce rispetto alla prestazione deludente dei giallorossi nel recupero perso contro la formazione di Festa. Dobbiamo temere noi stessi: mi preoccupa soprattutto lapproccio dei miei giocatori a questa sfida con la Reggiana dice lallenatore archiviata la prima battuta darresto, la squadra torner a essere concentrata ma guai se si lasciasse prendere dalleccessiva tensione, addirittura dallesasperazione legata al risulta-

posso contare su tutti gli altri giocatori: quindi, siamo quasi allabbondanza di soluzioni fa notare Lerda nel gruppo si crea pi competizione, quando ci sono tante opportunit di scelta. Ho ancora qualche dubbio. Di certo, non cambio il sistema di gioco, anche se nel corso della partita la squadra sa variare il modulo. Con gli esterni offensivi e con Bogliacino, il Lecce esalta le qualit del gioco in chiave offensiva.
Jeda milleusi La capolista, con

CARPI-FERALPI SAL
CARPI (4-4-2) Sportiello; Letizia, Poli, Terigi, Sperotto;
Cortesi, Perini, Bianco, Di Gaudio; Ferretti, Arma. (Guerci, Fusar Bassini, Pasciuti, Concas, Papini, Teggi, Potenza). All. Tacchini-Cioffi. FERALPI SAL (4-3-3) Gallinetta; Tantardini, Leonarduzzi, Malgrati, Falasco; Milani, Castagnetti, Schiavini; Bracaletti, Miracoli, Tarana. (Chimini, Caputo, Ilari, Finocchio, Fabris, Montella, Bentoglio). All. Remondina. ARBITRO Greco di Lecce (Lotierzo-Di Salvo).

LECCE-REGGIANA
LECCE (4-2-3-1) Benassi; Vanin, Diniz, Di Maio, Legittimo; De
Rose, Memushaj; Falco, Bogliacino, Chiric; Foti. (Petrachi, Esposito, Zappacosta, Giacomazzi, Pi, Jeda, Malcore). All. Lerda. REGGIANA (4-4-1-1) Bellucci; Iraci, Aya, Cossentino, Magliocchetti; Antonelli, Ardizzone, Viapiana, Matteini; Sprocati; Rossi. (Tomasig, Panizzi, Zini, Parola, Ferrara, Marcheggiani, De Cenco). All. Zauli. ARBITRO Minelli di Varese (Amato-Curatoli).

24 gol realizzati in 11 incontri, la formazione pi prolifica della Prima divisione. Accanto al capocannoniere Foti (8 centri), pronto a fare di nuovo la sua parte Jeda (nel Vicenza e nel Palermo sono stato compagno di squadra di Zauli, che

PAVIA-TRAPANI
PAVIA (5-3-2) Kovacsik; Lussardi, DOrsi, Ferrini, Meregalli,
Zanini; Statella, La Camera, Di Chiara; Beretta, Cesca. (Teodorani, Losi, Turi, Chiappella, Meza Colli, Radoi, Romano). All. Roselli. TRAPANI (4-4-2) Nordi; Lo Bue, Pagliarulo, DAiello, Rizzi; Basso, Caccetta, Spinelli, Madonia; Abate, Mancosu. (Morello, Filippi, Da, Pirrone, Tedesco, Docente, Romeo). All. Boscaglia. ARBITRO Lanza di Nichelino (Ponzeveroni-Larotonda).

Il tecnico: Avanti con il 4-2-3-1, ma sappiamo cambiare modulo anche in corsa


to negativo di Lumezzane. A tal proposito, sar fondamentale pure latteggiamento dei nostri tifosi, sempre straordinari, che ci rivedranno allopera dopo le due trasferte che hanno fruttato solo un punto.
Lecce che perde... Cambier

Franco Lerda, 45 anni, prima stagione a Lecce: in Prima divisione ha gi allenato il Pescara e la Pro Patria LEZZI

Giacomazzi verso la panchina. E Jeda ritrova da avversario lex compagno Zauli


adesso allena la Reggiana, sottolinea lattaccante brasiliano), gi in campo nella ripresa a Pavia e a Lumezzane. Lerda si gode lesplosivo reparto avanzato: Jeda si completerebbe bene con Foti ma pu disimpegnarsi benissimo anche da trequartista e da esterno. E lo stesso Foti, in genere vertice alto, ha dimostrato di sapersi muovere pure "sotto" una punta. Reduce dal turno di riposo, il Lecce riparte con 5 punti di vantaggio sul Carpi, secondo. Ci aspetta un compito ostico, perch la Reggiana, al di l dellattuale classifica, si rilanciata con il netto successo contro la Tritium e ha notevoli valori individuali, come Parola, Matteini e Antonelli, e l davanti il giovane Sprocati forma con Rossi un tandem di buona caratura.
RIPRODUZIONE RISERVATA

clic
TRITIUM-TREVISO, SFIDA AL TAB SONO LE SQUADRE (COL MILAZZO) RIMASTE ANCORA SENZA VITTORIE
AAA vittoria cercasi. Tritium e Treviso, in campo alle 14.30 al Brianteo di Monza, hanno un motivo in pi per darsi battaglia. Le due formazioni di Prima divisione, insieme al Milazzo (Seconda divisione), sono le sole a livello professionistico a non aver mai centrato i tre punti. Quattro pareggi (contro Como, Pavia, Portogruaro e Cuneo) e sette sconfitte per la Tritium, che terzultima in classifica. Peggio ha fatto solo il Treviso: in 12 gare sono arrivate 9 sconfitte e 3 pareggi (contro AlbinoLeffe, Portogruaro e Como). Oggi per entrambe loccasione buona per spezzare un tab e smuovere la classifica. Sempre che non finisca in parit...

qualche interprete per si affider al modulo-base, il 4-2-3-1. Il tecnico di Fossano non anticipa le scelte sullo schieramento: per quanto si visto nelle ultime sedute di allenamento, rischia di finire in panchina Giacomazzi, con il rilancio di De Rose, e in difesa sar sacrificato Esposito o Di Maio. Dopo Lumezzane, il presidente Savino Tesoro aveva espresso giudizi molto critici sul capitano giallorosso, sin qui strenuamente difeso dallallenatore. A parte Tomi, Chevanton e Ferrario,

Alcibiade, Benassi, Lanzoni, Pedrelli; Corrent, Venitucci; Makinwa, Belcastro, Mancuso; Malatesta. (Begotti, Bagnai, Bregliano, Melucci, Ciciretti, Margiotta, Tognoni). All. Di Costanzo. GUBBIO (4-3-1-2) Farabbi; Regno, Briganti, Radi, Grea; Malaccari, Boisfer, Palermo; Baccolo; Bazzoffia, Caccavallo. (Mancioli, Guerri, Galimberti, Semeraro, Nappello, Scardina, Galabinov). All. Sottil. ARBITRO Martinelli di Roma (Servilio Guarino). CLASSIFICA La situazione dopo 11 giornate: Pisa p. 22; Frosinone ( 1) e Latina ( 1) 20; Avellino 19; Paganese 18; Nocerina e Gubbio* 17; Viareggio 16; Prato 15; Benevento e Perugia ( 1) 14; Andria ( 1) 13; Catanzaro 11; Barletta e Sorrento 6; Carrarese* 4. (*una in meno). PROSSIMO TURNO Cos domenica 2 dicembre (ore 14.30): Avellino Latina; Benevento Frosinone (lunedi 3, ore 20.45); Carrarese Catanzaro; Gubbio Nocerina (venerd 30, ore 20.30); Paganese Andria; Prato Barletta; Sorrento Perugia; Viareggio Pisa.

PORTOGRUARO-ALBINOLEFFE
PORTOGRUARO (4-3-1-2) Tozzo; Blondett, Patacchiola,
Moracci, Licata; Herzan, Sampietro, Martinelli; Rolandone; Corazza, Della Rocca. (Bavena, Chesi, Santandrea, Zampano, Coppola, Salzano, Magrassi). All. Madonna. ALBINOLEFFE (4-3-1-2) Offredi; Salvi, M. Belotti, Ambra, Cortinovis; Taugourdeau, Maietti, Girasole; Martinovic; Cisse, A. Belotti. (Amadori, Allievi, Gazo, Cal, Corradi, Pontiggia, Diakite). All. Pala. ARBITRO Serra di Torino (Tudisco-Santoro).

TRITIUM-TREVISO
TRITIUM (4-4-2) Nodari; Martinelli, Bossa, Teso, Teoldi; E.
Bortolotto, Corti, A. Arrigoni, T. Arrigoni; Casiraghi, Spampatti. (Paleari, Cremaschi, Torno, Riva, R. Bortolotto, Fioretti, Chinellato). All. Magoni. TREVISO (4-4-2) Campironi; Cernuto, Stendardo, Zammuto, Beccia; Spinosa, Rosaia, Vailatti, Fortunato; Kyeremateng, Madiotto. (Merlano, P. Tarantino, Bini, Esposito, Brunetti, Rizzo, Picone). All. Ruotolo. ARBITRO Di Martino di Teramo (Cecconi-Di Lorenzo).

ANTICIPO, POSTICIPO E RIPOSO


Venerd sera il Cuneo ha vinto 4-1 a Como: due gol di Martini (un rigore) e uno di Ferrario (rigore) e Donida, pi Gammone per i locali. La 13a giornata del girone A si concluder domani sera (ore 20.45, con diretta su Rai Sport 1), quando si gioca il posticipo San Marino-Entella: arbitra Illuzzi di Molfetta. La squadra che oggi fa il turno di riposo il Lumezzane.

LA SITUAZIONE
CLASSIFICA Lecce p. 26; Carpi 21; Trapani, Entella* e Alto
Adige 18; Lumezzane* e Pavia* 17; Portogruaro e San Marino 16; Como (-1) e Cuneo* 15; Cremonese (-1), Reggiana e Feralpi Sal; Tritium 4; AlbinoLeffe (-10) 3; Treviso* (-1) 2. (* deve ancora riposare; Como e Cuneo hanno gi giocato). PROSSIMO TURNO Cos domenica 3 dicembre (ore 14.30): AlbinoLeffe-Pavia; Cremonese-Tritium; Cuneo-Carpi; Entella-Alto Adige; Feralpi Sal-Lecce; Lumezzane-Como; Reggiana-Portogruaro; Trapani-San Marino; riposa Treviso.

seconda divisione
13a giornata: lanticipo del girone B e le gare di oggi (14.30)

serie D
13a giornata (ore 14.30)
1-1

GIRONE A
BRA-TREZZANO Acquapendente di Genova CHIAVARI-BORGOSESIA Guddo di Palermo GOZZANO-SESTRI LEVANTE Zingarelli di Siena LAVAGNESE-FOLGORE CARATESE Mastrodonato di Molfetta (ore 15) NOVESE-BOGLIASCO Perrotti di Campobasso SANTHIA'-PRO IMPERIA Del Toso di Maniago TORTONA-CHIERI Capraro di Cassino VERBANIA-DERTHONA Cataldo di Bergamo VERBANO-ASTI De Remigis di Teramo CLASSIFICA Chieri p. 27; Bra, Santhi e Lavagnese 25; Verbania 23; Borgosesia 21; Tortona e Folgore Caratese 17; Derthona 16; Sestri Levante, Bogliasco e Chiavari 14; Gozzano e Verbano 12; Trezzano 11; Asti 10; Novese e Imperia 6.

GIRONE B

(15a)

GIRONE C

(15a)

GIRONE D
BAGNOLESE-RICCIONE Frasca di Sulmona CASTENASO-PAVULLESE 1-3 Giocata ieri FIDENZA-MEZZOLARA Panarese di Lecce FORCOLI-CASTELFRANCO Simiele di Albano Laziale FORMIGINE-MASSESE Corona di Oristano FORTIS JUVENTUS-CAMAIORE Moraglia di Verona LUCCHESE-TUTTOCUOIO Viotti di Tivoli ROSIGNANO-PRO PIACENZA Pirone di Ercolano SPAL-PISTOIESE Amabile di Vicenza CLASSIFICA Mezzolara, Pro Piacenza e Tuttocuoio p. 25; Pistoiese e Spal 22; Lucchese** e Castenaso* 19; Fidenza e Formigine 18; Fortis Juventus 17; Massese 15; Camaiore e Pavullese 12; Bagnolese 11; Castelfranco, Forcoli e Rosignano 10; Riccione (-1) 6. (* una gara in pi, ** una in meno)

Lucca, il derby finisce pari


BORGO A BUGGIANO-GAVORRANO
MARCATORI D'Antoni (BaB) al 44 p.t.; Peluso (G) su rigore al 37 s.t. BORGO A BUGGIANO (4-3-1-2) Gaffino Rossi 6; Manganelli 6,5, Di Giusto 5,5, Settepassi 6,5, Rolando 6; Caciagli 6, Corsi 7, Maretti 6,5 (dal 42 s.t. Candiano s.v.); Nol 7; D'Antoni 7 (dal 45 s.t. Santini s.v.), Dimas 6 (dal 30 s.t. Delporto 6). (Tonti, Annoni, Fonte, Papi). All. Masi 6. GAVORRANO (4-3-1-2) Addario 6; Mazzanti 6, Fatticcioni 6, Miano 5,5, Tognarelli 6 (dal 12 s.t. Romiti 6); Nicoletti 6, Zane 6 (dal 7 s.t. Peluso 6,5), Della Latta 6; Lo Sicco 6 (dal 30 s.t. Moscati 6,5); Gurma 5,5, Nocciolini 6,5. (Lanzano, Alderotti, Rosati, Rolando). All. Buso 6. ARBITRO Piscopo di Imperia 6. NOTE spettatori 250 circa, incasso di quasi 1.300 euro. Ammoniti Manganelli, Rolando, Caciagli, Dimas, Di Giusto, Miano, Nocciolini e Della Latta. Angoli 7-3. (l.s.)

La Gladiator con lIschia


La Gladiator di Santa Maria Capua Vetere l'unica imbattuta dalla A alla D e oggi ha il big match con lIschia (H). La Maceratese (F) ha battuto la capolista San Cesareo: adesso a -1. Oggi anche Vecomp-Sambonifacese, Lucchese-Tuttocuoio e Messina-Licata.

ALZANO CENE-PRO SESTO Loprete di Catanzaro ATLETICO MONTICHIARI-OLGINATESE Varola di Olbia LECCO-CARONNESE Cesaroni di Pesaro CARAVAGGIO-TRENTO Di Gioia di Nola DARFO-PONTISOLA DApice di Arezzo FERSINA PERGINESE-CASTELLANA Cavallina di Parma PERGOLETTESE-MAPELLOBONATE Campo di Trapani SANTANGELO-SERIATE Volpato di Merato SAN GIORGIO-MEZZOCORONA Meleleo di Cuneo (a Brunico) VOGHERA-SEREGNO Di Stefano di Brindisi CLASSIFICA Caronnese p. 33; Pontisola e Pergolettese 30; Voghera 29; Olginatese 25; Lecco (-3) 21; Caravaggio 20; Seregno 18; Mapellobonate e Atletico Montichiari 17; Seriate, Alzano Cene, Pro Sesto e San Giorgio 16; Fersina Perginese 15; Castellana 14; Darfo (-1) e Mezzocorona 13; Sant'Angelo 11; Trento (-1) 6.

BELLUNO-UNION QUINTO Garoffolo di Vibo Valentia CEREA-PORTO TOLLE Costantini di Ascoli CLODIENSE-SAN PAOLO Ibrahim di Torino ESTE-SANDONA JESOLO Doronzo di Barletta KRAS REPEN-TRISSINO VALDAGNO Andreini di Formia MONTEBELLUNA-LEGNAGO Minotti di Roma REAL VICENZA-GIORGIONE Palermo di Bari SACILESE-PORDENONE Pillitteri di Palermo SANVITESE-TAMAI 0-1 Giocata ieri VIRTUS VECOMP-SAMBONIFACESE Catona di Reggio Calabria CLASSIFICA Virtus Vecomp e Pordenone p. 29; Porto Tolle, Real Vicenza e Sambonifacese 28; Trissino Valdagno e Clodiense 23; Sandon Jesolo e San Paolo 21; Este 20; Legnago, Sacilese e Giorgione 19; Tamai* 18; Montebelluna e Belluno 17; Cerea 15; Sanvitese* e Kras Repen 8; Union Quinto 2. (* una gara in pi)

GIRONE A
ALESSANDRIA-RIMINI Rocca di Vibo Valentia BASSANO-CASALE Brodo di Viterbo BELLARIA-MANTOVA Baldicchi di Citt di Castello CASTIGLIONE-MONZA Bellotti di Verona FORL-VENEZIA DAngelo di Ascoli Piceno GIACOMENSE-VALLE DAOSTA Lazzeri di Arezzo MILAZZO-SANTARCANGELO Guccini di Albano Laziale PRO PATRIA-RENATE Ceccarelli di Rimini SAVONA-FANO Baroni di Firenze CLASSIFICA Savona p. 26; Castiglione 25; Pro Patria 23; Bassano 21; Renate 20; Forl 19; Alessandria 18; Mantova 16; Monza (-4), Venezia e Bellaria 15; Santarcangelo 12; Giacomense 11; Rimini 10; Fano (-1), Valle dAosta (-1) e Milazzo 7; Casale (-5) 5.

GIRONE B
APRILIA-MARTINA Fanton di Lodi ARZANESE-TERAMO Mainardi di Bergamo BORGO A BUGGIANO-GAVORRANO 1-1 Giocata ieri CAMPOBASSO-FOLIGNO Gentile di Lodi HINTERREGGIO-POGGIBONSI Di Ruberto di Nocera Inferiore LAQUILA-NORMANNA Lacagnina di Caltanissetta PONTEDERA-MELFI Formato di Benevento SALERNITANA-FONDI Soricaro di Barletta VIGOR LAMEZIA-CHIETI Intagliata di Siracusa CLASSIFICA Pontedera p. 27; Aprilia 26; Martina 24; Salernitana 22; Poggibonsi 21; LAquila 20; Gavorrano* 19; Chieti (-1) 18; Teramo 17; Foligno 14; Melfi e Normanna 13; V. Lamezia e Arzanese 12; Borgo a B.* 11; Fondi 9; Hinterreggio 6; Campobasso (-2) 5. (*una in pi)

GIRONE E
AREZZO-BASTIA Zingrillo di Seregno CASTEL RIGONE-PONTEVECCHIO Castello di Chivasso DERUTA-SCANDICCI Gosetto di Schio PIANESE-LANCIOTTO Molinaroli di Verona SPOLETO-SANSEPOLCRO Valiante di Nocera Inferiore SPORTING TERNI-PIERANTONIO Menguzzo di Arezzo TODI-FLAMINIA Frosini di Pistoia TRESTINA-FIESOLECALDINE Dalla Palma di Milano VITERBESE-CASACASTALDA Alfar di Mestre CLASSIFICA Sansepolcro p. 27; Casacastalda, Deruta e Viterbese 21; Trestina e Sporting Terni 20; Castel Rigone 19; Pontevecchio e Spoleto 17; Fiesolecaldine, Lanciotto e Pianese 16; Arezzo, Pierantonio e Bastia 13; Scandicci e Todi 11; Flaminia 6.

GIRONE F
ANCONA-RENATO CURI Ortuso di Ciampino CELANO-SAN NICOLO' Castello di Potenza CIVITANOVESE-AMITERNINA Agr di Terni FIDENE-SAMBENEDETTESE Viola di Bari (a Guidonia) JESINA-ASTREA SOMMESE Sommese di Nola MACERATESE-SAN CESAREO 2-1 Giocata ieri MARINO-RECANATESE Iovine di Napoli OLYMPIA AGNONESE-VIS PESARO Mangino di Tivoli TERMOLI-ISERNIA Scarpini di Arezzo CLASSIFICA San Cesareo* p. 27; Maceratese* 26; Samb 24; Termoli 22; Ancona, Vis Pesaro e Astrea 21; Agnonese 20; Isernia e Amiternina 18; Jesina 17; Fidene 12; Civitanovese e Renato Curi 11; Celano e Recanatese 8; San Nicol 6; Marino 3. (* una in pi)

GIRONE G
ARZACHENA-LUPA FRASCATI Annaloro di Collegno CASERTANA-TORRES Maggioni di Lecco CIVITAVECCHIA-ANZIOLAVINIO Moretti di Foligno HYRIA NOLA-CYNTHIA Sassanelli di Bari ISOLA LIRI-SANT'ELIA Vingo di Pisa PALESTRINA-SORA Detta di Mantova PORTO TORRES-OSTIA MARE De Angeli di Abbiategrasso SELARGIUS-SARNESE Bichisecchi di Livorno TORRE NEAPOLIS-BUDONI Provesi di Treviglio (ore 14) CLASSIFICA Sora p. 26; Sarnese e Torre Neapolis 25; Lupa Frascati 23; Torres 22; Casertana 20; Porto Torres, Palestrina e Budoni 18; Arzachena 15; Anziolavinio 14; Isola Liri 13; Ostia Mare 12; Selargius, Cynthia, Hyria Nola e SantElia 9; Civitavecchia (-1) 8.

GIRONE H
BATTIPAGLIESE-GROTTAGLIE Pirriatore di Bologna FOGGIA-NARDO' Pietropaolo di Modena FORTIS TRANI-POMIGLIANO Pasqua di LAquila FRANCAVILLA-BISCEGLIE Mancini di Fermo GLADIATOR-ISCHIA Guarino di Caltanissetta INTERNAPOLI-MATERA 1-2 Giocata ieri POTENZA-CTL CAMPANIA Urselli di Taranto (ore 14) SANTANTONIO ABATE-BRINDISI Colosimo di Torino TARANTO-MONOSPOLIS Cassar di Cuneo CLASS. Ischia e Gladiator p. 30; Matera* 28; Monospolis 23; Bisceglie 22; Foggia 19; Ctl Campania 17; Internapoli* e Pomigliano 16; Brindisi, Taranto, Battipagliese, Nard e Francavilla 14; SantAntonio Abate (-1) 13; Fortis Trani 8; Grottaglie 6; Potenza 5. (* una in pi)

GIRONE I
ACIREALE-VIBONESE Sartori di Padova AGROPOLI-COMPRENSORIO NORMANNO Bercigli di San Giovanni Valdarno NISSA-GELBISON Giua di Pisa NOTO-PALAZZOLO Saggese di Rovereto COSENZA-PRO CAVESE Balice di Termoli MESSINA-LICATA Patrignani di Roma RAGUSA-SAMBIASE Guida di Salerno RIBERA-COMPRENSORIO MONTALTO Celentano di Torre Annunziata SAVOIA-CITTA' DI MESSINA Prontera di Bologna (a porte chiuse) CLASSIFICA Gelbison p. 27; Messina 26; Cosenza 25; Comprensorio Montalto 21; Ribera e Citt di Messina 20; Savoia e Comprensorio Normanno 19; Ragusa 18; Licata e Agropoli 16; Vibonese 14; Pro Cavese 13; Sambiase e Palazzolo 11; Acireale 8; Nissa (-1) 4; Noto (-3) 2.

26

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

FORMULA 1 GP BRASILE
LA GARA IN DIRETTA SU RAI1 ALLE 17

INFOGRAFICA LA GAZZETTA DELLO SPORT - METEO: PIOGGIA 21

QUALIFICHE 1
PILOTA 1. HAMILTON 2. SENNA 3. BUTTON 4. HLKENBERG 5. VETTEL 6. DI RESTA 7. ROSBERG 8. PEREZ 9. SCHUMACHER 10. ALONSO 11. WEBBER 12. MASSA 13. MALDONADO 14. KOBAYASHI 15. RIKKNEN 16. VERGNE 17. RICCIARDO ELIMINATI 18. GROSJEAN 19. PETROV 20. KOVALAINEN 21. GLOCK 22. PIC 23. KARTHIKEYAN 24. DE LA ROSA TEMPO 115"075 115"333 115"456 115"536 115"644 115"901 115"929 115"974 116"005 116"097 116"180 116"263 116"266 116"400 116"432 116"722 116"744 116"967 117"073 117"086 117"508 118"104 119"576 119"699

IRIDATO SE...
Fernando Alonso per laurearsi campione del mondo deve recuperare 13 punti a Vettel e farne uno in pi perch a parit di punteggio, vincerebbe il tedesco per maggior numero di successi (5 contro 3). Ecco le combinazioni per scavalcarlo

4
Sebastian Vettel precede con la sua Red Bull la Ferrari di Fernando Alonso EPA

S
Vince Vettel 5 o peggio Conquistando 25 punti salirebbe a 285, contro i 283 di Sebastian che ne prenderebbe soltanto 10

QUALIFICHE 2
PILOTA 1. VETTEL 2. HAMILTON 3. BUTTON 4. WEBBER 5. RAIKKONEN 6. MALDONADO 7. HLKENBERG 8. ROSBERG 9. ALONSO 10. MASSA ELIMINATI 11. DI RESTA 12. SENNA 13. PEREZ 14. SCHUMACHER 15. KOBAYASHI 16. RICCIARDO 17. VERGNE TEMPO 1'13"209 1'13"398 1'13"515 1'13"667 1'13"698 1'13"698 1'13"704 1'13"848 1'13"856 1'14"048 1'14"121 1'14"219 1'14"234 1'14"334 1'14"380 1'14"574 1'14"619

S
Arriva 2 Vettel 8 o peggio Con 18 punti lo spagnolo arriverebbe a 280, contro i 278 del tedesco che invece ne prenderebbe 4

DUELLO FINA
PINO ALLIEVI INTERLAGOS (Brasile)

S
Finisce 3 Vettel 10 o peggio Fernando con 15 punti si isserebbe a quota 275, Sebastian con solo 1 si fermerebbe invece a 274

QUALIFICHE 3
PILOTA 1. HAMILTON 2. BUTTON 3. WEBBER 4. VETTEL 5. MASSA 6. MALDONADO 7. HLKENBERG 8. ALONSO 9. RAIKKONEN 10. ROSBERG TEMPO 112"458 112"513 112"581 112"760 112"987 113"174 113"206 113"253 113"298 113"489

La sveglia puntata alle 8.30, poi ci sar la colazione a base di cereali, caff e succo darancia. Fernando Alonso arriver al circuito attorno alle 10 per immettersi subito nella stanzetta dietro ai box dove si tengono le riunioni strategiche. Verso le 12.15 consumer un pasto leggero con riso e tuorlo duovo, quindi si sottoporr al massaggio e allo stretching; poco dopo salir sulla Ferrari per recarsi in griglia di partenza. Un cerimoniale identico agli altri gran premi.
Fattore C Nessuna differenza

Alonso 7o, Vettel 4o si giocano il titolo Hamilton in pole


PENALIT TERZA REPRIMENDA

Fernando deve guadagnare 14 punti a Sebastian La Ferrari spera nella pioggia e in un guaio dei rivali
Maldonado salta il peso Da sesto scivola sedicesimo
INTERLAGOS Ho regalato un posto ad Alonso.... Pastor Maldonado prova a scherzarci su, pochi minuti dopo aver saputo che oggi partir 16o invece che 6o. La Williams del venezuelano non si fermata alla verifica del peso durante le qualifiche: terza reprimenda dellanno (dopo Cina e Gran Bretagna) e, di conseguenza, secondo larticolo 18.2 del regolamento sportivo, penalizzazione di dieci posti sullo schieramento. Diciamo che la colpa al 50% mia e al 50% della Fia ha detto Pastor : io non ho visto il semaforo, ma loro lhanno acceso allultimissimo momento... Comunque non c nessun problema: la gara sar bagnata e io rimonter.
mau.ca.
RIPRODUZIONE RISERVATA

la guida
Oggi si corre a Interlagos (4.309 metri) il GP del Brasile, 20O e ultimo atto del Mondiale 2012. In programma 71 giri per 305,909 km. Gara alle 17 su Rai 1 e in tempo reale su www.gazzetta.it CLASSIFICHE Piloti 1. Vettel punti 273; 2. Alonso 260; 3. Raikkonen 206; 4. Hamilton 190; 5. Webber 167; 6. Button 163; 7. Massa 107. COSTRUTTORI 1. Red Bull (campione del mondo 2012) p. 440; 2. Ferrari 367; 3. McLaren 353

per quello di oggi, che conclude la sua migliore stagione di sempre in F.1, nella quale stato leader del Mondiale sino a cinque gare fa. Ma adesso la conquista del titolo legata solo al famoso e impronunciabile fattore C, ossia a una eventuale defaillance di Sebastian Vettel, a patto di finire nei primi tre. Alonso sa che terribilmente difficile spuntarla, motivo per cui non fa mistero di quello che gli servirebbe: La pioggia. Che sar un rischio anche per me, ma senza rischi limpresa sar ancora pi impossibile. Piover? Il meteo dice di s con certezza. Gli uomini della Ferrari si sfregano le mani, mentre Seba-

stian Vettel non fa una piega: Non sarebbe la prima volta. La pioggia non mi disturba. Io corro per vincere.
Superiorit Una sfida tra giganti. Alonso lo , lo ha dimostrato, mentre Vettel comunque bravissimo e in piena ascesa. Il Mondiale nelle sue mani non sarebbe affatto rubato perch vero che da fine settembre la macchina migliore la Red Bull, per con la RB8 ha vinto solo lui, stritolando il compagno di squadra Webber, che non certo un lento comprimario. La Red Bull nellultima parte della stagione ha messo alle corde una Ferrari, carente nellaerodinamica (quindi in tenuta di strada) che si fatta superare anche dalla McLaren

e talvolta da altri. Gli sviluppi tanto attesi per la F2012 non hanno funzionato e Alonso corre con la rabbia in corpo per questo. Ma non ha mai mollato e con una serie di miracoli andato sul podio 6 volte nelle ultime 7 gare: non gli bastato per colmare un divario salito a 13 punti.
Prove Oggi in pole ci sar Ha-

milton affiancato da Button: le McLaren, che non hanno nulla da perdere, volano. La seconda fila vede Webber davanti a Vettel, autore di una qualifica coronata da un errore e poi dalla paura di mandare tutto allaria. Quinto un magico Massa (a 5/10 dal leader) con Hulkenberg sesto. Poi 7 (a 8 decimi da Hamil-

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

27

CARTOLINE DA INTERLAGOS
1 2

GIOCA IN CASA PROBLEMI AL CAMBIO? ME LO TENGO ROTTO...

Massa 5o: Al via prover a sorpassare il leader, ma non lo speronerei mai: sono uno onesto
INTERLAGOS Forse ha davvero ragione Emerson Fittipaldi, quando dice che Massa ha trovato dentro di s la soluzione per andare forte con questa Ferrari. Felipe un altro rispetto a inizio stagione e a Interlagos ha replicato le qualifiche di Austin, finendo quinto davanti ad Alonso. Ci resterai o sarai ancora retrocesso per i problemi al cambio?, gli chiedono in tono ironico. Se succede, correr con il cambio rotto, risponde il brasiliano con una risata. Il cambio funziona bene e funzionava pure ad Austin. Non ci sar la stessa tattica, perch l cera un motivo per attuarla, legato alla pista sporca sul lato

Felipe Massa, 31 anni, si sgranchisce: in un buon momento


LIVERANI

di Fernando, mentre qui no. Semmai la strategia opposta. La Ferrari stavolta conta su Massa per infastidire Vettel e le McLaren. Corro in casa, di fronte alla torcida brasiliana, e voglio fare il massimo per la mia gente. Se al via avr lopportunit di superare Vettel, ci prover. Ma senza scorrettezze, non lo colpir mai di proposito, sono un pilota onesto e voglio rimanerlo. So che posso lottare perch ho una grande macchina, che finalmente sento mia. Far passare Alonso? Se fossi primo e lui secondo vedremo... Un Mondiale un Mondiale.
lu.pe.
RIPRODUZIONE RISERVATA

1. Hamilton in pole allultima con la McLaren; 2. Grosjean con lalettone anteriore rotto dopo il contatto con De la Rosa; 3. Webber (3o), Hamilton (1o) e Button (2o;); 4. Felipinho bacia pap Massa; 5. Dasha Kapustina, fidanzata di Alonso REUTERS COLOMBO IPP

Il tedesco: Devo solo attaccare, bagnato o asciutto non fa differenza. Marko: Webber far gioco di squadra
MARCO DEGLINNOCENTI INTERLAGOS

ALONSO 260
S
Fernando Alonso 31 anni, alla fine delle qualifiche di ieri. Lumore non sembra dei migliori
COLOMBO

VETTEL 273

In passato ho vinto pure partendo da dietro


senn sarebbe anche noioso.
Team Dallaustraliano, terzo in

Mi serve un GP caotico e che Seb finisca fuori


Lo spagnolo: La pista allagata un rischio pure per me, ma il fattore che rende meno impossibile limpresa
DAL NOSTRO INVIATO

LUIGI PERNA INTERLAGOS

LE

ton) c finalmente Alonso, agevolato dalla retrocessione per somma di ammonizioni di Maldonado, inizialmente 6.
Precedenti Le Ferrari scattano

dalla parte pulita, Vettel no. E Massa ha gi allontanato sdegnato loffensiva ipotesi di poter buttare fuori il campione del mondo alla prima curva. Cerca il podio, Felipe, dopo un anno amaro. Solo in una felice emergenza darebbe il passo ad Alonso. chiaro che lacqua appiattisce i valori e non a caso Fernando ha vinto in Malesia. La Ferrari spera che lo spagnolo si ripeta, augurandosi che Vettel si fermi.
Strategia Domenicali e i suoi uomini sanno che col pieno la F2012 va meglio che nei giri a serbatoi vuoti di qualifica. Ma Sebastian, tesissimo quanto Alonso, non ha alcuna voglia di fare una gara dattesa. Attaccher, che piova o sia asciutto: vuole chiudere con una vittoria. Tuttavia ci sono Hamilton e Button pronti a scannarsi per chiudere in bellezza. E poi c Webber che ambiguamente dice che correr per s, come se la Red Bull fosse lui. Interessi, egoismi, invidie si mescolano nellattesa di quella che sar anche lultima gara di Schumacher (ieri soltanto tredicesimo). Ma agli addii di Michael siamo gi abituati
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
Sebastian Vettel 25 anni, si tappa le orecchie allaccensione della sua Red Bull
COLOMBO

Nulla compromesso per il terzo titolo, ma certamente Sebastian Vettel tuttaltro che contento della sua qualifica: Dire che sono arrabbiato forse esagerato, ammette il tedesco della Red Bull ma sarei voluto stare volentieri un po pi avanti. Per, se la mia seconda qualifica stata ottima, nella terza non sono stato troppo brillante. Nel primo giro veloce della sessione decisiva ho fatto un errore alla curva 4, nel secondo non sono stato abbastanza veloce. Ma in passato abbiamo vinto anche partendo dal 4 posto. Dobbiamo solo fare la nostra gara, attaccare e dare del nostro meglio. E che ci sia asciutto o pioggia non far differenza.

Rossa Nessuna preoccupazione per Felipe Massa nella fila dietro gli far gli auguri di lui: Negli Futuro Proultimi tempi DIETRICH MATESCHITZ PADRONE TEAM RED BULL prio alla vigile mie partenlia dellultimo ze sono state GP, il padrone molto buone e lo sguardo rivolto davanti. della Red Bull Dietrich MateschiIo ho gli specchietti retroviso- tz ha ravvivato lipotesi di un posri in macchina, ma spero di sibile passaggio di Vettel alla Fernon doverli guardare troppo rari: Se fossi un pilota ha dispesso. Il campione del chiarato al quotidiano Salzburmondo in carica ammette, ger Nachrichten avrei forse per, che quando scender in anche io piacere di correre una pista, oggi, sar comunque volta per Maranello. Non solnervoso: Sarebbe brutto se tanto naturale, ma legittimo. uno non lo fosse. Io lo sono E se dovesse un giorno accadesempre alla partenza di una re, faremmo a Seb i nostri augugara. Ma c bisogno di tensio- ri e allora magari Alonso o Hane, perch se si fosse troppo milton correrebbero per noi. Alrilassati il treno partirebbe la fine si tratta di uno sport ed senza un passeggero. Quan- importante che rimanga appasto al fatto di avere accanto il sionante. In ogni caso Mateschicompagno di squadra Web- tz ha anche precisato che largober, che in qualifica stato in- mento ha solo una valenza medubbiamente pi veloce di diale e non reale. Seb non ha con lui, Sebastian se la cava con noi solo un contratto, ma ci uniuna battuta: Per quello che ri- sce anche lealt ed amicizia. Ci guarda il vicinato dico solo non esclude che riceva offerte. RIPRODUZIONE RISERVATA che in griglia non si mai soli,

qualifica, ovviamente nessuna esplicita promessa di aiuto a Seb, ma si capisce che non gli sar dostacolo: Mi concentrer su me stesso, per portare la macchina quanto pi velocemente possibile al traguardo, si limita a dire. Ma Helmut Marko, consulente Red Bull per il Motorsport sicuro: Mark sa benissimo che linteresse del team al primo posto. Credo ci sar un buon gioco di squadra. Vogliamo vincere la gara, ma con un rischio calcolato e senza stupidaggini. Quanto allalternatore, pensiamo di non dovere avere pi sorprese. Anche Christian Horner, responsabile del team, esprime fiducia: Se dovesse piovere sar uguale per tutti, comunque abbiamo un assetto che dovrebbe andare bene sia sullasciutto sia sul bagnato. Dobbiamo solo esseSeb a Maranello? re sicuri di poSe fossi un pilota ter ottenere il dalanchio lo vorrei, massimo parla nostra quando accadr tenza.

la resa dei conti. Una giostra di 71 giri per decidere una corsa lunga nove mesi. Davanti a Fernando Alonso c un altro Everest da scalare, unal- Sconsolato Il breve temporale tra rimonta disperata da af- che ieri ha bagnato Interlagos frontare, unaltra impresa im- non sufficiente. Ci vorrebbe possibile da rendere realt. una tempesta. Perch, quando Non gli basta la gara della vita, la pista si asciugata, sono vegli serve una corrida, una lotte- nuti fuori i soliti limiti in qualifiria. Deve invocare la pioggia ca della F2012. Tutto lanno come uno dei maghi di Bahia cos. Nessuna sorpresa. la nordescritti nei libri di Jorge Ama- ma per noi, dice Alonso con pado, o sperare in una macumba role che sembrano un refrain perch il rivale Sebastian Vet- pi sconsolato delle altre volte. tel e la sua Red Bull vadano Chi non vuole vedere che anfuori uso. La sensazione per che la Force India e la Williams questa sfida "tutto o niente". sono davanti a noi, non ha guarLa sola opzione reale che ab- dato le ultime gare. Da Austin a biamo per vincere il titolo un qui non poteva certo cambiare. suo ritiro con noi sul podio. Al- Per questo un miracolo che trimenti inutile anche il suo siamo arrivati a giocarci il titolo allultima stop. Le altre corsa. La difcombinazioni difficile che Lotter fino alla ferenza con si verifichino, bandiera. Grande Massa, che lha battuto perch Vettel stagione, certo come ad Audovrebbe finiche senza i guai stin, non dore troppo incon le Lotus... vuta a un didietro. verso assetto FERNANDO ALONSO Niente giochi PILOTA FERRARI in previsione I tedeschi di una gara lhanno dipinbagnata, perta come il duello tra il Bene e il ch oggi in F.1 il carico aerodiMale, neanche stessimo parlan- namico massimo su asciutto e do di un capitolo del Diavolo e bagnato. che Felipe ha fatto la Signorina Prym, tornando una qualifica straordinaria. Io a criticare i presunti giochi non potevo fare meglio. Non sporchi della Ferrari ad Au- credo che Vettel debba giustifistin. Tanto da supporre che la carsi se una o due volte in un penalit volontaria sul cambio anno va pi piano di Webber. per retrocedere al via la vettura di Felipe Massa, possa ripe- Orgoglio Non sar certo questo tersi anche stamattina. In gara a togliere qualcosa alla stagiotenteremo di rimontare in due. ne irripetibile di Alonso. Aver Meglio stare davanti e cercare fatto un campionato fuori dalla di battere la McLaren per il mondiale costruttori. Strate- norma e il fatto che ci sia ancora gie? Non ne abbiamo parlato tanta gente a sperare nel titolo, neppure ad Austin, chi tira in mi rende orgoglioso. Comunballo Felipe va ignorato perch que vada, sar una stagione da non corretto, replica infasti- ricordare. Senza gli incidenti dito Alonso, che scatter dalla provocati dalle due Lotus forse settima posizione per la pena- sarei diventato campione gi ad lizzazione di Maldonado. Il po- Austin. Ora o la va o la spacca. RIPRODUZIONE RISERVATA dio alla portata. A noi serve

una gara caotica. Perci la pioggia, di cui parliamo da una settimana, sarebbe la benvenuta, anche se un rischio pure per me. Per, senza questo rischio, spuntarla ancora pi impossibile.

28

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

FORMULA 1 GP BRASILE

Lewis felice a met Che caos se piove


Sar cauto al via perch il primo soffre di pi laquaplaning La pole? Qui di solito partivo 4o e mi ha sempre portato male
DAL NOSTRO INVIATO

IL PERSONAGGIO GUIDA UNA MERCEDES SLS AMG GT

La Safety Car sotto la pioggia battente al GP di Malesia 2012 COLOMBO


MAURO CASADIO INTERLAGOS (Brasile)

Lewis Hamilton pennella i saliscendi di Interlagos come fossero unopera darte. Linglese ama questa pista, lha sempre adorata, qui nel 2008 ha conquistato il Mondiale. Ma per gli strani casi dello sport, non ci aveva mai vinto n conquistato una pole. Beh, il difetto del sabato sparito. Ora c da completare il lavoro in gara. Grazie a tutta la squadra per questo grande risultato, ma per la gara il meteo potrebbe fare scherzi e quindi rischiamo una lotteria, ha detto linglese. Di solito qui partivo quarto, ed era una posizione che non mi portava molta fortuna. Cos, prima delle qualifiche, ho

Maylnder, luomo della Safety Car: Prevedo lavoro


Su questo circuito gli incidenti non sono rari. E poi c la variabile meteo... Ma sono contento se il GP regolare
MARCO DEGLINNOCENTI INTERLAGOS

Il problema per i piloti la distanza dalla sua vettura?

Hamilton ha sfatato un tab: in questa gara non era mai stato davanti al sabato
Lo sguardo di Lewis Hamilton, 27 anni: dopo la 7 pole, nella gara di addio alla McLaren insegue la 5 vittoria ANSA

Bernd Maylnder, 41 anni, tedesco ex pilota di vetture sport, con ottimi risultati nelle classiche di durata e nel Dtm, dal 2000 il pilota ufficiale della Safety Car, una Mercedes SLS AMG GT da 591 CV di potenza e 320 km/h di velocit massima.
Prevede lavoro a Interlagos?

S e c una regola non precisa: la distanza pu essere tra le 5 e le 10 lunghezze.


Sulla sua Mercedes c il logo: Action for road safety. Ce ne vuole parlare?

E una campagna voluta dal presidente della Fia Jean Todt per aumentare la sicurezza sul-

detto a Martin Whitmarsh (il responsabile del team; n.d.r.) che stavolta non volevo assolutamente scattare dal quarto posto... arrivata la pole e ne sono orgoglioso!. La pioggia potrebbe per azzerare questo sforzo: Dobbiamo essere cauti in partenza, perch sul bagnato la macchina che comanda la prima a fare aquaplaning. Ma di contro, non possiamo nemmeno rischiare di ritrovarci dietro, perch con la pioggia la visibilit cala....
Contrasto In queste ore, proba-

Raikkonen. Dallaltra parte si vede lontano un chilometro che turbato dal fatto di lasciare la McLaren per andare in Mercedes. In questi giorni ha passato molto tempo a farsi fotografare con gli ingegneri e i meccanici, si fatto appiccicare sul casco la scritta Grazie, McLaren, durante unintervista alla Bbc stato addirittura a un passo dalle lacrime. Torner sempre a pranzo o a cena nellhospitality di questo team, perch si mangia molto bene....
Futuro Whitmarsh se la ride mentre sorseggia un t, pensando che probabilmente molto presto la sua profezia Spero che Lewis capisca di aver commesso un errore andandosene da qui si avverer. Per tante piccole cose non sono riuscito a lottare per il Mondiale con Vettel e Alonso ha

detto Lewis e questo un peccato perch potevo essere l con loro, a questora. La macchina, in effetti, va come una scheggia. Tant che oltre alla pole di Hamilton - la 26, con cui ha raggiunto Mika Hakkinen all8 posto assoluto c da registrare la seconda posizione di Jenson Button.
Affidabilit Lunica incognita, ancora una volta, legata allaffidabilit, che troppe volte questanno ha tradito il team di Woking. Laerodinamica, invece, non un problema: dopo lesperimento del venerd, quando i piloti hanno girato con due differenti ali posteriori (Lewis con alto carico tipo Singapore, Jenson con il profilo di Spa), ieri entrambi hanno corso con lala di Singapore, che si rivelata molto pi adatta alle caratteristiche di Interlagos.
RIPRODUZIONE RISERVATA

BERNIE E IL FUTURO

Ecclestone certo: Quando lascer la F.1 rischier


(m.d.i.) Penso a ritirarmi, ma non lo far. Perch dovrei? ha detto Bernie Ecclestone al quotidiano inglese Independent, che chiedeva se il possibile processo per corruzione in Germania non lobbligherebbe a lasciare. Per Bernie, senza di lui la F.1 rischia la fine: Un giorno non ci sar pi e sar un grosso problema, molti organizzatori mi hanno detto che senza di me non ci saranno pi neppure loro. La procura di Monaco non ha comunque ancora deciso se rinviare a giudizio linglese.
RIPRODUZIONE RISERVATA

In effetti le probabilit di un mio impegno sono molte, sia per via della possibile pioggia, sia perch un circuito impegnativo, dove gli incidenti non sono rari. Ma io sono molto contento quando non devo lavorare, perch le gare migliori sono quelle senza Safety Car.
A decidere lentrata della Safety Car lei o la direzione?

A Interlagos sul dritto tocco i 250 km/h, ma a Monza arrivo anche a 280

Io seguo la gara su due monitor in macchina, ma a decidere solo la direzione corsa.


Quando lora di rientrare?
BERND MAYLNDER 41 ANNI, TEDESCO

bilmente, Lewis ha il cervello diviso in due. Da una parte felice perch sa di avere per le mani una McLaren velocissima, con cui potrebbe in un colpo solo regalare a Woking il secondo posto nel titolo costruttori un dono da circa 5 milioni di euro... nonch regalarsi il podio iridato a scapito di

Decide sempre la direzione, per io fornisco le mie informazioni sulla situazione della pista e sulla visibilit. Ma la direzione ascolta anche i piloti.
Quanto corre la Safety Car?

Sullasciutto guido alla massima velocit a seconda della pista: qui alla fine del rettilineo del traguardo tocco i 250 km/h. Monza la pista pi veloce con 280 km/h. Sul bagnato le condizioni cambiano.

le strada. Si tratta di propagandare regole semplici e cerchiamo di farlo in tutto il mondo, soprattutto con i giovani. importante soprattutto nei paesi emergenti ad alto tasso di traffico e di incidenti stradali. Il presidente del Brasile Dilma Roussef ha ringraziato la Fia per questa campagna alla recente assemblea generale Onu.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RALLY DI MONZA DOPO LA SECONDA GIORNATA

Gara tirata: Rossi in testa ma Capello l


Vale conquista 4 speciali, Dindo 3: tra i due solo 3"2. Dovizioso quarto Lorenzo 11o
GIOVANNI ZAMAGNI MONZA

Taccuino
RALLY

nomeno di Tavullia. stata una giornata molto positiva, iniziata con un vantaggio di 0"3 e conclusa con 3"2 di vantaggio: la prova che sono andato forte. Ma non basta, Dindo non molla: le due speciali conclusivi (tra cui una Grand Prix di 32,5 km; n.d.r.) saranno tiratissime. Bisogner spingere al 100%, ma senza fare errori.
Pronostico Al di l di quel che

Una gara tiratissima, tra due piloti altamente motivati: Valentino Rossi vuole tornare a vincere dopo due anni difficilissimi, Dindo Capello non ci sta a prendere paga da un motociclista, seppure titolato come Valentino. Il risultato una sfida di altissimo livello ed equilibrata: Rossi ha conquistato 4 speciali, Capello 3, per un margine di pochi secondi a favore del fe-

dice la classifica, i valori sono cos simili che dura fare pronostici. Ho fatto tante battaglie con Dindo: qualcuna lho vinta, ma stato pi spesso lui a battermi. Questanno, per, siamo vicini in tutto, come guida e come auto, la tesi di Vale. Confermata da Capello. La sfida non mai stata cos equilibrata. Purtroppo ho perso 3" nella GP per colpa di un altro pilota

Valentino Rossi, 33 anni, nellabitacolo della sua Ford Fiesta MILAGRO

che mi ha rallentato: sono arrabbiato. Insomma, anche se non conta nulla, sempre gara vera, che Rossi vuol a vincere a tutti i costi. Quando ti trovi a tuo agio con il mezzo mantieni pi facilmente la concentrazione: questo rally dimostra che

lattitudine sempre giusta si compiace Vale, che commenta anche le qualifiche di F.1: importante che Vettel non sia pole. Alonso abituato a partire dietro, tutto pu succedere.
Sorpresa Tra i colleghi, il pi

sorprendente Andrea Dovizioso, 4o a soli 3"5 da Pierino Longhi e dal podio: non male per un debuttante nelle WRC. Le speciali cambiano, ma le curve son sempre le stesse: riesco a portare pi al limite la macchina e mi sono avvicinato ai migliori. Lo ha fatto pure Jorge Lorenzo, che dopo un avvio difficile, nellultima speciale ha chiuso 4o a solo 1"5 dal vincitore. Non male, considerando che ho iniziato prendendo 15" si compiace liridato Yamaha. Oggi pomeriggio, poi, gran finale con il Master Show dedicato a Marco Simoncelli.
CLASSIFICA (dopo 7 speciali) 1. Rossi (Ford Fiesta RS), 2. Capello (Citron DS3) a 3"2, 3. Longhi (Citron C4) a 38"3, 4. Dovizioso (Citron DS3) a 41"8, 5. Bonanomi (Citron C4) a 50"5; 11.Lorenzo-Bariani (Citron Ds3) a 203"2.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Kubica in fuga al Var


Il dominio di Robert Kubica proseguito anche nella 2 giornata del Rally du Var, dove in gara con la stessa Citron C4 WRC con cui ha vinto la scorsa settimana a Co mo, il polacco, che ha vinto tutte e 5 le speciali di ieri, ora ha un margine di ben 513"2 sul primo inseguitore che per non pi il belga Freddy Loix, costretto al ritiro, ma il france se Cedric Robert (Peugeot 207 S2000). Oggi le ultime 3 speciali.

COPPA ITALIA

Bis per Cantamessa


Luca Cantamessa (con Lisa Bollito) a bordo di una Peugeot 207 S2000, si imposto nel Rally Due Valli, sulle colline di Verona, prece dendo Arbetti De Colle (Skoda Fa bia) di 41"6 e Smiderle Marchi di 50"4. Grazie a questo successo il piemontese ha vinto per la secon da volta di fila la Coppa Italia Rally.

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

29

FORMULA 1 GP BRASILE

Ehi piloti, chi vincer?


Qui Maranello
MAURO CASADIO MARCO DEGLINNOCENTI INTERLAGOS (Brasile)

I tifosi attesi allAuditorium Apre alle 16.30


ALESSANDRO STEFANINI MARANELLO

I tifosi della Ferrari potranno assistere alla rincorsa di Fernando Alonso al titolo mondiale direttamente dove le rosse nascono: il Comune di Maranello, come di consueto, aprir lAuditorium Enzo Ferrari di piazza Libert alle 16.30 per trasmettere il GP del Brasile in diretta (ore 17) e per chi non riuscisse ad entrare, niente paura perch le immagini saranno comunque ritrasmesse allesterno e proiettate sullo schermo (ledwall) del Maranello Made in Red Caf. Non ci sar invece un vero e proprio maxischermo, forse perch non attesa tantissima gente e forse per via della crisi economica. Dovesse poi vincere Alonso il Mondiale, quasi certo che il parroco suoner le campane.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il paddock di Interlagos sembra una fiera di paese: la Formula 1 contagiata dallatmosfera festosa tipica del Brasile e si allontana come per magia dagli stereotipi di sport inaccessibile e super blindato. Cos anche i piloti si fermano pi volentieri a parlare. Naturalmente la domanda del giorno : chi vincer questo benedetto Mondiale? La spunter la velocit di Vettel o la capacit di Alonso di leggere alla perfezione ogni situazione in pista? Lo abbiamo chiesto a 20 dei 24 protagonisti che compongono lo schieramento di partenza del GP Brasile, tralasciando ovviamente Sebastian, Fernando e i rispettivi compagni di squadra Mark Webber e Felipe Massa. Il quadro che ne viene fuori abbastanza chiaro, e non c pioggia che tenga: i piloti sono convinti che alla fine la spunter

La maggioranza pronostica Vettel Solo 4 per Alonso


Da Raikkonen a Maldonado: 11 dicono Seb Schumi combattuto tra Ferrari e Germania
Vettel, favorito dal fatto di correre lultima gara con 13 punti di vantaggio sul rivale. I colleghi che la pensano cos sono 11, contro i 4 alonsiani e 5 indecisi.
Vetteliani La Toro Rosso la fi-

gio Perez e Kamui Kobayashi, si schierano con liridato in carica. Vetteliani, infine, sono pure Kimi Raikkonen (Lotus), Nico Hlkenberg (Force India) e Heikki Kovalainen (Caterham).
Alonsiani Fernando pu conta-

liale italiana della Red Bull, ma ha i motori Ferrari. Alla fine, come logico che sia, Jean-Eric Vergne e Daniel Ric-

ciardo fanno pendere la loro bilancia dalla parte di Vettel: trionfa la ragion dazienda. Anche i due piloti della Williams Pastor Maldonado e Bruno Senna sono convinti che il Mondiale andr al tedesco, forte di una macchina pi veloce. Entriamo alla Marussia e i pronostici non cambiano di una virgola. Timo Glock pronun-

cia secco il nome del suo connazionale, e ai ferraristi torner un rigurgito di rabbia, visto che molti di loro hanno ancora negli occhi quellincredibile ultimo giro del Gran Premio del Brasile 2008, quando proprio Glock, penalizzato dalle gomme da asciutto mentre la pioggia si stava intensificando, perse 18 secondi in poche curve facendo diventare Lewis Hamilton campione del mondo al posto di Massa. Charles Pic invece un po pi diplomatico: Dico Vettel, ma la gara pu essere aperta a varie opzioni. Anche i due rappresentanti della Sauber, Ser-

re solo su quattro fedelissimi. C Romain Grosjean (Lotus), che forse cos vuole farsi perdonare lincidente di Spa: Spero davvero che alla fine vinca lui. C Paul Di Resta (Force India). E ci sono i due piloti della Hrt. Pedro de la Rosa non solo spagnolo come Fernando, ma soprattutto molto amico del fuoriclasse ferrarista (ricordate il carteggio via mail durante la Spy Story del 2007, quando erano alla McLaren?). Narain Karthikeyan, invece, non pu vedere Vettel: il tedesco infatti lo aveva definito cetriolo al termine del GP Malesia, e pure dopo Austin non stato tenero con lindiano.
Indecisi La McLaren non si sbilancia. Lewis Hamilton, ex nemico di Alonso quando erano insieme a Woking, ora sembra essersi avvicinato molto allasturiano. Ci non basta per fargli dire che Fernando il favorito. Jenson Button risponde ancora pi diplomaticamente: Sullasciutto vedo me-

Qui Oviedo

Tutti a pranzo poi GP insieme per i fedelissimi


MADRID

Spero che alla fine il titolo lo conquisti Alonso, il ferrarista se lo sta meritando
ROMAIN GROSJEAN PILOTA DELLA LOTUS

Lattesa grande, la fiducia un pochino ammaccata dal risultato delle prove di ieri. Per tutto pronto. A Oviedo, la citt dove Alonso nato e cresciuto, il club dei fans del pilota Ferrari ripeteranno il consueto rito. Oggi prima pranzo a prezzo modico, poi tutti allAuditorium Principe Felipe per tifare e sperare. Una poco oculata politica di orari ha fissato per le 18 il calcio dinizio della partita della squadra di casa, lOviedo appena salvato da una sottoscrizione internazionale e dallintervento del milionario messicano Carlos Slim, tra le altre cose grande appassionato di Formula 1. La concomitanza con la partita per non impedir il pienone allAuditorium: Oviedo tutta con Alonso.
f.m.r.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sullasciutto vedo meglio Sebastian, sul bagnato ce la fa Fernando


JENSON BUTTON PILOTA DELLA MCLAREN

Lultimo duello Lo spagnolo Fernando Alonso, 31 anni, stringe la mano al tedesco Sebastian Vettel, 25 anni. Ambedue sono a quota due titoli iridati e cercano il terzo IPP

glio Vettel, sul bagnato Alonso. Anche alla Mercedes non vogliono prendere posizione. Per quanto riguarda Michael Schumacher, c da capirlo. molto amico di Sebastian ma al tempo stesso stato una bandiera della Ferrari, quindi il suo cuore diviso esattamente a met, spiega la portavoce Sabine Kehm. Nico Rosberg si trincera invece dietro un pi laconico no comment. Come pure il russo della Caterham Vitaly Petrov: non sia mai che gli scappi il nome Vettel, dopo Abu Dhabi 2010 potrebbe essere un affronto troppo grande ai ferraristi...
RIPRODUZIONE RISERVATA

30

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

31

CICLISMO IL MANIFESTO DELLA SVOLTA


re l t nellaffa responsab conosca e cae Che l Uci r mmenda uff diversi e facc a una li di 4 Paesi la Wada Armstrong po di 5 g orna onsab l t de a) iamo un grup sotto la resp agna e Ital ente cost tuz one cia Gran Bret La ra e ind pend c clismo Be gio Fran la stor a del miss one neut ento mpagna o di una com natamente sul funz onam ng Abb amo acco mo appassio uninch esta so Armstro che faccia secolo Amia Uci nel Ca da oltre un fermamente onsab li dell al f ne e su le resp t e cred amo in genera e ques o spor ualmente ant doping e nel a lotta nire abusi ed even ri gli nel suo avve are gli erro e di denunc a situazion ccupati per le compl cit mo to preo doping del dop ng S amo per con ro li ant pagine nere zaz one dei unga l sta di ente e del ciclismo Che lorganiz attua e Alla ti sia direttam bra lorizzont g essioni p importan ti anni adom zie antidopin ng e conf delle corse che da mo a e delle agen so Armstro orto l t del a Wad unti il Ca dra e l rapp responsab si sono aggi di squa compagni Usada) naz onali di molti suoi l dop ng g amer cana ens one per a antidopin se non t dellAgenz e pene di sosp e d s unzioni i gruppi spor ro Che e re e che il di o cont nternaziona che punta s ano p seve ratt ne C clistica pesante pere il cont t de l Unio fi trano altre o a interrom la complic ova ntanto si mpegnin esta di Pad si aprir Uc ) Dall nchi giare e a gennaio e non ngag n ormaz oni rto racion Pue inqu etanti con s a ente esso a lOpe proc n Spagna il n d mostra nti rive a Queste rece

VERSO IL 2013

Bettini con i neopro Napoli lancia il Giro


Il c.t. Bettini (nel cerchio) e il presidente della Lega Scotti con i neopro: da sinistra (foto De Maio) Kristian Sbaragli (Mtn), Mattia Pozzo (Fantini), Enrico Barbin (Bardiani), Andrea Peron (Type 1), Edoardo Zardini (Bardiani), Stagi (direttore Tuttobici), Andrea Ciacchini (Type 1); sotto, il tricolore Manuel Bongiorno (Bardiani), Diego Rosa (Androni), Luca Wackermann e Mattia Cattaneo (Lampre), Scaglia (segretario Accpi), Luigi Miletta (Fantini). A fianco, Zanardi, Bugno e il sindaco de Magistris lanciano a Napoli il Giro

MANIFESTOREDIBILE OC UN CICLISM PER

Italbici unita: Basta, ora cambiamo


Lega, Fci, corridori, d.s., squadre e organizzatori: Riforme vere, no alle logiche di profitto
DAL NOSTRO INVIATO

PIER BERGONZI SALSOMAGGIORE (Parma) twitter: @pierbergonzi

Che il momento sia tra i pi delicati della storia ciclistica lo si capisce anche dalla partecipazione record al summit di Salsomaggiore. La nuova Lega del ciclismo professionistico di Vincenzo Scotti e Enzo Ghigo ha chiamato a raccolta tutte le parrocchie del mondo a due ruote e la risposta stata inedita. Oltre a Renato Di Rocco, presidente della federciclo, e Paolo Bettini, c.t. della Nazionale, hanno risposto allinvito in 200, in rappresentanza delle associazioni corridori, organizzatori, direttori e gruppi sportivi.
A gran voce La situazione complicata negli occhi e nelle parole di tutti. C la sensazione, anzi la convinzione, che il dopo tempesta Armstrong non pu pi essere uguale a prima.

Appoggio al Manifesto della Gazzetta: Le regole non siano calate dallalto


Dopo due giorni di riflessioni e discussioni, la Lega ha definito un documento di sintesi sottoscritto da tutti gli Stati Generali del ciclismo italiano che chiede a gran voce un cambiamento in piena adesione del Manifesto per un ciclismo credibile lanciato dalla Gazzetta dello Sport e da altri quattro giornali internazionali (Equipe, The Times, Le Soir, Het Nieuwsblad). Ho molto apprezzato lo spirito che ha animato il nostro incontro. C la voglia di tutti di fare un passo avanti verso una svolta concreta e c soprattutto la volont di trasformare questo momento di crisi in opportunit, spiega Vincenzo

Scotti, una lunghissima carriera politica ( stato anche sindaco di Napoli, ministro degli Interni e ministro degli Esteri) e attualmente presidente della Link Campus University. Ma non possiamo accettare che il cambiamento o la riforma del professionismo cadano sulla testa del movimento italiano come volevano fare con il ProTour... continua Scotti . Vigileremo e siamo pronti a contrastare le eventuali posizioni dominanti e i conflitti di interesse con gli strumenti che le leggi europee ci consentono. Nel documento finale, sottoscritto da Lega, Federciclo e da tutte le associazioni di categoria, si legge: Dobbiamo lavorare assieme come sistema per vincere una sfida globale: la nostra forza e il nostro futuro quello di coinvolgere le nuove generazioni in un ciclismo pulito e credibile, che selezioni per merito e che risponda alle sfide economiche in ter-

mini di sostenibilit finanziaria delle organizzazioni e di attrazione di sponsor.


SuperLega C poi un messag-

gio che sembra voler arrivare dritto allUci e al progetto della SuperLega lanciato da Zdenek Bakala, proprietario dellOmega-Quick Step. Ogni ipotesi di riforma annunciata non pu essere portata avanti con una deregolamentazione selvaggia e una concentrazione di potere in mano a pochi che perseguono soprattutto un obiettivo di profitto recita il documento . Le riforme che si annunciano non possono riprendere ricette gi bocciate dalla storia recente. Occorre che le riforme delle regole siano accompagnate da un cambiamento di governance mondiale del ciclismo che eviti posizioni dominanti sul mercato e dia spazio al merito, che alla base di ogni attivit umana.
RIPRODUZIONE RISERVATA

8 PUNTI GAZZETTA
1 LUci riconosca le responsabilit su Armstrong 2 Commissione Wada su Uci e antidoping 3 Controlli antidoping sotto gestione Wada 4 Pene pi severe per il doping pesante e stop ai ciclisti fermati pi di 6 mesi 5 Accordo tra le squadre su sospensione corridori 6 Responsabilit degli sponsor 7 Riforma del World Tour 8 Stati Generali

Taccuino
RICONOSCIMENTI IN TOSCANA

Moser premiato alla Castellina Domani Giglio dOro a Nibali


(f. cal.) Ciclismo in festa. Oggi alle 12, al Monaste ro della Castellina (Firenze), Moreno Moser ricever il premio Coraggio ed Avanti. Riconoscimenti ai tricolo ri Bongiorno (dilettanti) e Orsini (juniores), alla campio nessa europea su pista Cecchini, al team manager Sa vio, agli ex Zilioli e Motta. Domani, a Pontenuovo di Calen zano, nel ristorante di Saverio Carmagnini (ore 11) Vin cenzo Nibali ricever il 39 Giglio dOro riservato al miglior ciclista del 2012. Attestati pure al tricolore Pelli zotti; il memorial Gastone Nencini a Moreno Moser; il trofeo Ballerini a Joaquin Rodriguez.

CROSS

Nys in Belgio, il Giro a Brugherio


(m.gaz.) Il belga Sven Nys ha conquistato la 9 vittoria stagionale dominando la 3 prova di Coppa a Koksjide (Bel); a 15 liridato Albert; 19 a 313" Enrico Franzoi, Oggi al parco Increa di Brugherio (Monza) la 3 prova del Giro dItalia di ciclocross: 11.30 juniores, 12.15 allievi, 13.30 donne (con lesordio stagionale di Eva Lech ner) e 14.30 uomini, con Enrico Franzoi favorito dopo le vittorie a Paterno (Potenza) e Pezze di Grego (Brindisi).

Alberghi dItalia
Hotel al top dellospitalit
Lhotel a pochi minuti da Milano e in prossimit della tangenziale est, allinterno del prestigioso centro polifunzionale Torri Bianche di Vimercate. Dispone di 127 camere (tra cui 5 junior suite a tema), zona tness, wi- gratuito, parcheggio e garage. Il Ristorante San Valentino, affacciato sul giardino interno, offre menu esclusivi. Il Centro Congressi, 4 sale, ospita no a 220 persone.
Vimercate (MB) 039.69961 www.cosmohoteltorri.it

Prenota il tuo hotel


www.corriere.it/alberghiditalia

Seguici su facebook
facebook.com/alberghiditalia

Pubblicit a cura del Servizio Hotel Press.Gli alberghi interessati al programma Alberghi dItalia di Nexus For possono contattare:NEXUS FOR...S.r.l.- Tel.02.267131.005 - servizio_commerciale@nexusfor.com Nexus For esclusivista per Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport dal 1993

TRA APP E CARD Guide, applicazioni per dispositivi mobile,


carte multifunzione per visite in Lombardia
gni zona dItalia possiede un patrimonio di arte, tradizioni, natura, cucina, che oggi diventa sempre pi agevole conoscere con iniziative mirate e il supporto delle tecnologie. Per superare un tab ossia parlare di turismo nel proprio , territorio, la Provincia di Monza e Brianza ha pubblicato la guidaMonza e Brianza con la famiglia Brambilla.Itinerari,gastronomia,cultura e sport Scaricabile sotto forma di pdf dal sito . www.provincia.mb.it e disponibile nella versione cartacea su richiesta,grazie alleterogeneit dei personaggi del nucleo familiare,fa scoprire un territorio che patria della piccola e media impresa e che ha accolto nella storia e dato i natali a tanti personaggi illustri, da Leonardo da Vinci a Stendhal, da Manzoni a Parini. Si potr cos organizzare un giro tra ville di delizia, di cui la Brianza costellata, sentieri di fede, riserve naturali e oasi dello sport, nonch luoghi di interesse artistico, storico e architettonico e siti legati allarcheologia industriale. Perritagliarsiun itinerario su misura a Milano (foto in alto) sono a disposizione, gratuitamente, sul sito www.turismo.milano.it unApp per dispositivi mobile iPhone e iPod Touch e un widget per il desktop del proprio personal computer della programmazione degli eventi in citt. Inoltre, stata creata unApp milanomusei, scaricabile da iTunes App Store e da GooglePlay, per scegliere un percorso nelle pi importanti collezioni della citt: le famiglie dellarte, dallarcheologia al contemporaneo, guidano e accompagnano le famiglie di oggi in un affascinante gioco di continuit e confronto.Per soddisfare turisti che hanno poco tempo a disposizione,ma non vogliono perdere le attrazioni di Bergamo (foto di anco, Archivio Turismo Bergamo,Dimitri Salvi), stata lanciata Bergamo Card 24h. Dopo le versioni da 48 e 72 ore la nuova card permette laccesso a molti musei della citt, il trasporto sulla rete Atb e Teb, laccesso a prezzo ridotto a molti musei in provincia e sconti per un anno intero.
www.ospitalitalia.it - www.otravel.it
A cura di

Cosmo Hotel

Torri

Da novembre il vostro hotel all seasons si chiamer ibis Styles Milano Agrate Brianza, un nuovo marchio positivo e di tendenza. Entreremo cos a far parte della grande famiglia Ibis con pi di 1.500 alberghi nel mondo. Continueremo a offrirVi un ambiente dalla personalit del tutto unica, con colori vivaci e un design accattivante, e unampia gamma di extra senza costi aggiuntivi.
Agrate Brianza (MB) 039.68371 www.ibis.com

ibis Styles Milano

Agrate Brianza

Albergo di recente ristrutturazione e ampliamento situato nel quartiere Citt Studi-Loreto a pochi minuti dalle linee metropolitane 1 e 2 che permettono un rapido collegamento, con il centro citt e la era la prima, con la stazione Centrale e lAir Terminal la seconda.A soli 5 minuti dalla tangenziale est e a 10 dallaeroporto di Linate. Ristorante, bar, sale riunioni, lavanderia, garage privato.
Milano

Hotel

Lombardia

Holiday Inn Milan Nord Zara, sorgeanorddiMilano,inprossimit delluscita autostradale Sesto S.G.-Cinisello Balsamo. In pochi minuti di auto si raggiungono i poli commerciali e eristici dellhinterland milanese, il Palasesto e il Circuito di Monza. Rafnato hotel di design a vocazione business con wi- in tutte le aree, 5 sale meeting a luce naturale, ristorante, ecotaxi, parcheggio e garage.
Cinisello Balsamo (MI) 02.61291728 www.hizara.it

Holiday Inn

Milan Nord Zara

02.2892515 www.hotellombardia.com

Comfort, accoglienza, eleganza sono i tre aggettivi per descrivere al meglio le 102 camere del Rege Hotel. Un attento servizio personalizzato. Un quattro stelle lontano dal caos cittadino, a pochi minuti dal cuore di Milano. Ambienti luminosi e confortevoli, wellness per un totale relax di ne giornata. Sede ideale per ospitare meeting. Il prestigioso ristorante I Sapori de Milanne completa lofferta.
San Donato Milanese (MI) 02.51628184 www.regehotel.it

Hotel

Rege

Nel cuore della citt il BEST WESTERN PREMIER Hotel Cappello dOro stato ricavato dalla ristrutturazione di unantica locanda, trasformata in albergo nel 1900. Da 150 anni il suo impegno di unire il fascino di una tradizione di ospitalit a un comfort moderno, sia con il famoso ristorantedel Moro sia con un , servizio alberghiero forse unico in citt. Lhotel dispone di 89 camere e 1 sala meeting.
Bergamo 035.2289011
www.bwhotelcappellodoro-bg.it

BEST WESTERN Hotel

Cappello dOro

32

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

RUGBY TEST MATCH A FIRENZE


Il momento clou
Luciano Orquera nato a Cordoba (Argentina) il 12 ottobre 1981

Ripresa da leoni: subito in meta


E il 1 minuto della ripresa, lItalia ha del tutto cambiato attitudine rispetto al primo tempo: Robert Barbieri, 28 anni, schiaccia per lavvio della rimonta mancata FAMA

I volti: delusione a fine match


Tutta la speranza svanita degli azzurri sui volti di Simone Favaro, 24 anni, 3 linea, e del capitano, Sergio Parisse, 29 anni, terza centro LIVERANI

ITALIA BEFFATA
Orquera sbaglia di una spanna il calcio del pari
Bellissima rimonta azzurra da 3-22 a 19-22 con lAustralia: ma a 65" dalla fine lerrore
DAL NOSTRO INVIATO

ANDREA BUONGIOVANNI FIRENZE

Finisce con Luciano Orquera in lacrime e i compagni a consolarlo. Finisce male. Con il successo dellAustralia, il 17 in altrettanti scontri diretti. Ma limpresa sfugge per un nulla. Per una spanna o poco pi. Quella che manca allapertura italoargentina per centrare i pali con un piazzato da 40 metri a 65" dal termine di un match intensissimo. LItalia, sotto di 19 punti dopo 30 disastrosi (22-3), ha recuperato quasi tutto il disavanzo: le restano tre sole lunghezze. Dopo una super rimonta, si sul 22-19. I Wallabies sono in affanno da tempo, ma il cronometro loro alleato: un giro di lancette ed finita. Beale per, sullennesima sfuriata tricolore, placca Masi in modo irregolare e il fischio inevitabile.
Il calcio Orquera, fino l, dalla

lia non una squadra trascendentale, quella che poco pi di un mese fa ha costretto gli All Blacks al pareggio nel giorno del possibile record di vittorie consecutive e la settimana scorsa ha battuto lInghilterra a Twickenham.
In affanno Onore allItalia di Jac-

ques Brunel, dunque. Anche se la prima mezzora confusa, velleitaria, indisciplinata non fa che accrescere il rimpianto. I piedi di Barnes e di Beale (6 su 6), una meta di Cum-

ITALIA AUSTRALIA

19 22

MARCATORI: p.t. 4 c.p. Orquera, 6 e 15 c.p. Barnes, 19 m. Cummins tr. Barnes, 24 c.p. Barnes, 27 e 30 c.p. Beale, 33 c.p. Orquera; s.t. 1 m. Barbieri tr. Orquera, 9 e 14 c.p. Orquera. ITALIA: Masi; Venditti, Benvenuti, Sgarbi, Mi. Bergamasco (14 s.t. McLean); Orquera, Gori (35 s.t. Botes); Parisse, Barbieri (20 s.t. Favaro), Zanni (29 s.t. Vosawai); Minto, Geldenhuys (20 s.t. A. Pavanello); Castrogiovanni (22 s.t. Cittadini), Ghiraldini (20 s.t. Giazzon), Lo Cicero (34 p.t. Rizzo). All. Brunel. AUSTRALIA: Barnes; Cummins (29 s.t. Ioane), Ashley-Cooper, Tapuai, Mitchell; Beale, Sheehan (32 p.t. Phipps); Palu, Hooper, Higginbotahm (26 s.t. Dennis); Sharpe, Timani; Alexander (32 s.t. Kefu), Moore, Robinson (37 p.t. Slipper). All. Deans. ARBITRO: Van der Merwe (Sudafrica). NOTE: p.t. 6-22. Spettatori 34.850. Gialli: 29 p.t. Barbieri, 39 s.t. Ioane. Calci: Orquera 5 su 6 (punti 14); Barnes 4 su 4 (punti 11), Beale 2 su 2 (6 punti). Penalit concesse: Italia 7 (p.t. 7), Australia 13 (p.t. 5). Mischie: Italia 5 (perse 1), Australia 4 (perse 3). Touche: Italia 13 (perse 4), Australia 12 (perse 3). Uomo del match: Minto.

mins e una superiorit aussie assoluta: in avvio il temuto passo indietro azzurro dopo i botti contro la Nuova Zelanda si materializza in fretta. Tanta improvvisazione, problemi in touche, tanto nervosismo (giallo a Barbieri per antigioco), una palese inferiorit nei punti dincontro, fraseggi interrotti in mediana, poca concretezza e Lo Cicero fuori per un colpo al torace. Insomma: un pianto. E lAustralia padrona. Poi, di colpo, la musica cambia. A inizio ripresa c la meta azzurra: calcetto di Rizzo nei ventidue avversari, Benvenuti non ci arriva, Mitchell nemmeno, Barbieri s. In tempo per schiacciare a terra. Il Tmo conferma. Al resto ci pensa Orquera: la trasformazione, due piazzati e al 54, con un parziale di 16-0 in 21 a cavallo dellintervallo, 19-22.
Rinascita Mirco Bergamasco pe-

Bergamasco Taccuino
ALTRI TEST

Inglesi stesi in casa Tonga passa in Scozia


A Twickenham, Inghilterra Sudafri ca 15 16 (p.t. 6 9). Rosa coraggiosa ma sfortunata, punita da una meta fortuita di Alberts. Per lInghilterra calci di Flood (2) e Farrell (3), per i Boks anche 9 punti al piede di Lam bie. A Cardiff, Galles Nuova Zelanda 10 33 (0 23). Implacabili All Blacks, alla 20esima partita senza sconfit te, mentre il Galles al 7 k.o di fila. Mete nere di Messam, Woodcock e Romano, pi 18 punti di Cruden. Per il Galles mete nel finale di Scott Wil liams e Cuthbert. A Dublino, Irlanda Argentina 46 24 (p.t. 24 9). Pumas svuotati, Trifoglio 7 volte in meta con Sexton, Bowe (2), Gilroy, Strauss e Zebo, pi 9 punti di Sexton e 2 di OGara. Per lArgentina 4 calci di Sanchez e due mete di Leonardi e Fernandez Lobbe (1 tr. Hernandez). A Saint-Denis, Francia Samoa 22 14 (10 7). Un maestoso Michalak (meta, tr. e 4 c.p., pi uno di Parra) risolve contro le Samoa (m. Lemi e Tekori, 2 tr. Pisi). Ad Aberdeen, Scozia Tonga 15 21 (p.t. 6 3). Clamoroso k.o. per gli

piazzola stato perfetto: 5 su 5 per 14 preziosi punti. La posizione, centrale, non impossibile. Il n.10 tra i migliori in campo si disseta, direziona lovale, prende la rincorsa e va: la gittata buona, potente quanto basta. Il sogno, da certe angolazioni della tribuna, sembra realizzato. Per la prima volta nella storia lAustralia pare arrendersi. Ma la beffa in agguato: il pallone manca lobiettivo, accarezzando beffardo il palo destro. AllArena di Milano, nel novembre 1976 (arbitro italiano), fin con un -1 (16-15). A Brisbane, nel giugno 1994, contro lAustralia iridata in carica, con un altro -3 (23-20). Ma da un punto di vista mediatico e di popolarit, erano altri tempi. Unoccasione cos, di fatto, non c mai stata. E se vero che questAustra-

r esce a pezzi da un raggruppamento: frattura della rotula del ginocchio sinistro. Non basta per fermare il furore di unItalia che nel mentre (otto cambi, sei nel pacchetto) rivoluziona la squadra, con una prima linea negli ultimi 20 composta da Rizzo, Giazzon e Cittadini. E proprio la mischia, con un Minto in versione gigante, a salire in cattedra. I canguri non saltano pi. Solo un rimbalzo sfortunato impedisce a Parisse di raccogliere un ovale a pochi metri dal paradiso. Nel momento clou, quando mancano 5 alla fine, lItalia prima regala una touche e poi, con Venditti, un avanti. Ioane, a 2 dalla conclusione, stende Favaro con un placcaggio alto e si becca un giallo. Lassalto continua. C il calcio di Orquera. E un tab che non si infrange. Arrivederci al 3 febbraio, a Italia-Francia del Sei Nazioni. Questa Nazionale non teme pi nessuno.
RIPRODUZIONE RISERVATA

scozzesi: poche idee, troppi in avanti e nessuna meta (5 c.p. Laid law): probabile che lItalia li superi nel ranking. Trionfo storico per gli isolani nonostante tre gialli: mete Lo kotui e Vainikolo, 11 punti al piede di Apikotoa.

CELTIC LEAGUE

Zebre col Cardiff


(ma.p.) Le Zebre oggi a Parma (15, dir. Sportitalia 2), nella 9 di Celtic. Il XV: Odiete; Sarto, Garcia, Pace, Sinoti; Halangahu, Tebaldi; Van Schalkwyk, Cattina, Ferrarini; Caz zola, Sole; Ryan, Manici, Perugini. Al tra: Munster Scarlets. Class.: Ulster 39; Scarlets* 29; Glasgow 28; Leinster 26; Munster*, Ospreys 23; Edimburgo 17; Cardiff* 15; Con nacht, Treviso 14; Newport 13; Zebre* 3 (*una in meno). ECCELLENZA Il 7 turno: 14.30: R. Emilia LAquila. Ore 15: Moglia no Crociati; Viadana Rovigo; Pra to Lazio; Padova Calvisano; Fiamme Oro San Don. Classifica : Viadana 29; Padova 27; Prato 25; Calvisano 23; Ro vigo 18; Mogliano 14; Lazio 11; FF.OO. San Don 10; R. Emilia 4; LAquila 2; Crociati 1.

Rotula fratturata Mirco gi operato


E il 54: lItalia, sotto 2216, in rimonta. C un raggruppamento, Mirco Bergamasco non si rialza. Si intuisce subito che linfortunio grave: frattura della rotula del ginocchio sinistro. Due ore dopo, ricoverato al Cto, Mirco stato operato LIVERANI - ANSA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

33

ATLETICA GALA A BARCELLONA


CHE COSA VA E CHE COSA NON VA

Tanti giovani lanciati e gi protagonisti


Il successo su Tonga (3 di fila come non accadeva da 14 anni), il gran primo tempo contro gli All Blacks, limpresa sfiorata con lAustralia: la mischia si conferma, il gruppo si allargato con lesplosione di Minto e dei trequarti italiani

Atteggiamento pi aggressivo E la via giusta


I progressi maggiori stanno nel gioco e nella mentalit: questItalia, in campo, ha un atteggiamento nuovo. Attacca, crea, esplora il campo, lo allarga e non subisce passivamente le iniziative altrui. E un processo ancora lungo, ma la strada giusta

Manca ancora la continuit Serve esperienza


Quel che pi manca la continuit: a Brescia la squadra ha a lungo balbettato, a Roma crollata nel finale, a Firenze non esistita nella prima mezzora. Quando sar allaltezza per 80 contro chiunque, andr lontano. E mancanza di abitudine a certi livelli

HANNO DETTO

A
S

Luciano Orquera Piazzato da 40 metri

Brunel c.t. Italia Non riusciamo ancora a fare 80 di alto livello, ma dopo gli All Blacks cercavo una conferma. Siamo sulla buona strada

Bolt con Alberto di Monaco, la Felix ed il presidente della Iaaf Diack. Oltre a loro sono stati premiati altri atleti. Miglior performer: Rudisha (Ken). Miglior performer donna: 4x100 Usa (Felix, Madison, Knight e Jeter). Inspirational award: Merritt (Usa). Miglior atleta emergente uomo: Walcott (Tri). Miglior atleta emergente donna: Strachan (Bah). AFP

Forse ero stanco Da quella posizione di solito io segno


Lultima volta che ho pianto stato tanti anni fa, per un errore allesordio in prima squadra. Ma quel calcio era pi difficile
La sequenza del calcio piazzato e Rizzo che consola Orquera
LIVERANI

S
Parisse capitano Italia Non capita spesso che una potenza dellEmisfero Sud venga qui a calciare per tutta la partita per paura di perdere

Bolt fa il poker Per la Iaaf ancora atleta dellanno


Fra le donne la numero 1 la Felix Miglior prestazione: premiato Rudisha
GIANNI MERLO BARCELLONA

S
Gori mediano Italia Nel 1 tempo eravamo bloccati. Dopo questi test siamo fisicamente e mentalmente pi forti. Al Sei Nazioni andr meglio

DAL NOSTRO INVIATO

SIMONE BATTAGGIA FIRENZE

Luciano Orquera esce dal campo in lacrime. Non basta labbraccio della squadra, non lo confortano gli applausi che la gente del Franchi dedica agli azzurri. Non servono i tanti che lo avvicinano per una parola, una pacca sulla spalla. Luciano inconsolabile, sovrastato dalla rabbia per quel calcio da 40 metri centrale uscito di pochi centimetri alla destra dei pali. Il solo errore al termine di una partita fatta di coraggio, idee e precisione.
Dieci anni dopo Unora dopo la

fantasma del concittadino Diego Dominguez, a cercare di dimostrare ai c.t. azzurri che unapertura di livello internazionale pu essere alta solo 171 cm e pesare 79 kg anche nel rugby iperfisico di oggi. Mallett a questa teoria non credeva affatto e con lui Orquera stato sfortunato: nel 2008 a Padova, proprio contro lAustralia, colp un palo sul 20-20, prima che una meta (irregolare) di Cooper chiudesse la partita (20-30). Brunel invece sembra pi possibilista. In effetti ora

ci divertiamo di pi racconta lazzurro . Il messaggio degli allenatori chiaro: dobbiamo provare a giocare, sfidare lavversario. Nel primo tempo non labbiamo fatto anche perch faticavamo molto nei punti dincontro, non riuscivamo ad uscire dalla nostra met campo.
Movimento incompleto La fidu-

clic
COPPA DEL 2007 BORTOLUSSI SBAGLI CONTRO GLI SCOZZESI

fine dellincontro, quando si presenta in zona mista, Orquera ha la faccia ancora tesa e sente il bisogno di sfogarsi. No, non la prima volta che piango per una partita confida il 31enne mediano dapertura delle Zebre, ieri al 28 cap in azzurro . Mi era successo tanto tempo fa, quando ancora giocavo a Cordoba. Era il mio esordio in prima squadra col Palermo Bajo, sbagliai il calcio della vittoria contro La Tablada. La posizione per era pi angolata. Sono passati pi di dieci anni. Orquera nel 2002 sarebbe arrivato in Italia, per giocare una prima stagione a Mirano Francesco Minto, allora 15enne e ieri uomo the match, lo vedeva in campo ogni domenica in A-2 passando poi al Petrarca e quindi in Francia, ad Auch e Brive, dove ha conosciuto Alejandra, la ragazza di Rosario che a marzo lo render padre per la prima volta. Nel 2011 tornato in Italia, agli Aironi, e la scorsa estate passato alle Zebre.
Divertimento Anni a inseguire il

cia di Brunel stata ripagata anche al di l di quel maledetto 79 minuto, quando Luciano si trovato solo a quaranta metri di distanza dai pali. In quel momento ero rilassato racconta . Forse mi sentivo un po stanco, perch ero stato coinvolto nellazione che ci aveva portato quel calcio. Forse ho sbagliato perch ho voluto vedere subito se la palla fosse indirizzata bene. Cos mi sono "aperto", non ho chiuso il movimento come avrei dovuto. Di solito da quella posizione ci arrivo, anche a fine partita.
Maturit rimandata Eppure, come sottolineava Gori parafrasando Francesco De Gregori, non da un calcio di punizione che si giudica unapertura. Brunel ha elogiato Orquera, autore di una grande partita. Speriamo che anche in futuro sappia fare le scelte giuste e dia lo stesso ritmo alla squadra, come ha fatto contro lAustralia. Mi fanno piacere le parole di elogio replica litalo-argentino . Ho 31 anni, sono in forma e posso esprimermi secondo piani di gioco che mi piacciono, ma oggi sento comunque lamarezza. Sono dispiaciuto soprattutto per la squadra, per lo sforzo enorme che avevamo fatto tutti insieme nel secondo tempo. Quello che mi fa male dentro che sono proprio queste le occasioni che uno ha per dimostrare se davvero cresciuto o no.
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
Ghiraldini tallonatore Italia Siamo delusi e amareggiati, ci avevamo creduto. Le touche perse? Una su Zanni lho tirata lunga, eravamo lenti, leggibili

Usain Bolt ha fatto poker di titoli di miglior Atleta dellanno, un nuovo record, ma era scontato anche se aveva concorrenti eccellenti come David Rudisha e Aries Merritt, e si accompagnato ad Allyson Felix, reginetta dellanno. Usain, in completo scuro, ma senza cravatta, quando stato chiamato al microfono, ha cavato di tasca un foglio con il discorso di circostanza. Ha sorpreso ancora una volta, nato per le pubbliche relazioni. Poi si concesso come sempre alla stampa. E stata una stagione pesante ha ammesso e il premio un vero onore. Ho ripetuto le medaglie di Pechino, ma non stato semplice, 4 anni di attesa sono lunghi. Quando sono arrivato a Londra il coach mi diceva che andava tutto bene e che non dovevo preoccuparmi. Cos mi ha convinto a tenere la testa libera e a vivere da sveglio un sogno bellissimo.
Quali sono stati i momenti pi belli a Londra?

to pi pesante, che ti porta quasi allasfissia. Diciamo che mi accontento cos... Lo so, c chi dice che se facessi anche il record del mondo dei 400 diventerei il miglior atleta di tutti i tempi. Magari mi convinceranno, ma per ora non ci penso. Forse intanto potrei provare ancora i 300, gara che mi ha divertito quando lho provata a Ostrava. E una volata un poco pi lunga, ma sopportabile.
Ha gi discusso con il suo allenatore i programmi del 2013?

S. Cercher di essere ancora veloce, perch la concorrenza aumenta. Blake cresce. Io spero di potere esprimere il meglio ai Mondiali di Mosca, perch sono i grandi avvenimenti che caricano veramente. Record mondiali? Credo che sia relativamente pi semplice migliorare quello dei 200, perch in questa gara ci sono pi particolari che possono essere perfezionati. Il nuovo sogno andare sotto i 19 secondi.
Si parla spesso della sua passione per il calcio.

Loro e il record mondiale della 4x100, perch amo il gioco di squadra dove si condividono le emozioni.
Riuscir ad aspettare altri 4 anni per Rio?

Ci prover, ma non parlatemi di 400 e lungo. Mi sta bene quello che faccio ora. I 400 li correvo da giovane e sono unaltra storia. Un allenamen-

Sir Ferguson mi ha detto che quando vorr provare a giocare con i calciatori veri sar il benvenuto a Manchester. Lidea mi piace. Di tanto in tanto vado a giocare il mercoled e la domenica, ma solo per divertimento. Il pallone mi rilassa. Durante la premiazione abbiamo scoperto il nuovo talento di Ato Boldon, presentatore abile e preparato, padrone della scena.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LE GARE

Oggi si corre la maratona di Firenze Al via in 9667: differita su RaiSport 2


(si.ba.) La 29 Firenze Marathon, al via oggi alle 9.30 da Lungarno Pecori Giraldi e con arrivo a piazza Santa Croce, presenta al via 9667 iscritti, pi di duemila dei quali stranieri di 60 Paesi. Il record di atleti al traguardo in Italia di 12.688, registrato questanno a Roma. Meno rilevante il contenuto tecnico. Con i vincitori del 2011, gli etiopi Berga Bekele e Gigi, ci saranno il keniano Stephen Kibiwott (2h0754") e laltra etiope Dulume Deriba (2h2826"). In Tv, differita RaiSport 2 dalle 19.30 e RaiSport 2 dalle 22.30. CROSS ALCOBENDAS (pe.m.) Nel cross spagnolo di Alcobendas che vede in gara anche la nostra Nadia Ejjafini, favoriti leritreo Medhin che dovr vedersela con il copnnazionale Mesel ed il keniano Mutai. BRYGGARE BATTUTO (si.g.) A Vantaa, Vesa Harmaakorpi stato eletto presidente della federazione finlandese: battuto nel ballottaggio Arto Bryggare, campione europeo indoor 81 e 87 nei 60 hs, per 30 14.

Il calcio di Luciano Orquera come quello di David Bortolussi: settembre 2007, la fatal St. Etienne, coppa del Mondo. Italia-Scozia uno scontro diretto per laccesso ai quarti iridati. Gli Highlanders conducono 18-16. Lestremo italofrancese, a un niente dalla fine, ha a disposizione il piazzato del sorpasso. E difficile, non impossibile. Lo fallisce (di poco). La Scozia promossa, lItalia torna a casa.

34

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

NUOTO EUROPEI VASCA CORTA

Doppio oro
Scozzoli rana bis Paltrinieri domina sempre i 1500
Dopo i 100, conferma nei 50: ancora Fabio. Greg da 1427"78: Va davvero bene cos
DAL NOSTRO INVIATO

FRANCIA 354"85 NEI 400

La Muffat fa il mondiale Manaudou la pi amata


CHARTRES (Fra)

MARISA POLI CHARTRES (Fra)

Sono gli ori della conferma. Per Fabio Scozzoli, che alla sesta medaglia agli Europei in vasca corta centra la prima doppietta doro con i 100 di venerd e i 50 di ieri. Per Gregorio Paltrinieri, che nei 1500 resta davanti a tutti anche se in testa pi che queste gare di Chartres ha i Mondiali di Istanbul. Vale di pi, perch stato un fine stagione molto difficile la gioia di Scozzoli. Solita partenza da numero 1: 61 centesimi come tempo di reazione, uno in meno del norvegese Hetland, che al tocco finale gli dietro di 2. E poi la chiusura, perfetta, per mettere la mano davanti con un 26"18 che il secondo crono dellanno, a soli 7/100 dal suo record europeo. Solita analisi lucida della gara: Sapevo che in semifinale avevo risparmiato qualcosa, sapevo che potevo nuotare veloce. Avevo fatto un pensierino anche al record europeo, quello di Ostia, vuol dire che rinvio ai Mondiali.
Buco nero Il 24enne di San Martino di Villafranca ha i 5 cerchi olimpici tatuati sul petto, quello nero un orologio che segner per sempre lora della finale di Londra. Ce lho ancora qui dice indicando la testa , non mi tolgo dalla mente la sensazione che ho provato quando sono arrivato. Ci ho ripensato tanto, fai fatica a capire perch andata cos. Si trovano diverse motivazioni tecniche, per

13
Gregorio Paltrinieri, 18 anni di Carpi, 5 ai Giochi, oro in vasca corta dopo loro in vasca lunga. Fabio Scozzoli, 24, di Forl, alloro-bis INSIDE

medaglie individuali ai Mondiali o Europei in vasca corta e lunga per Fabio Scozzoli a rana

gli ori agli Europei per Gregorio Paltrinieri nei 1500: a maggio in vasca da 50 metri, ieri da 25

dentro rimane sempre un po di vuoto. Una delusione infinita, per mi ha dato tanta carica per ricominciare. Avevo talmente tanta voglia di rifarmi che sono riuscito a mettere ancora pi entusiasmo in allenamento. Sono cambiate delle cose, ma il lavoro continua a essere quello giusto, sono seguito da allenatori capaci e competenti. Li ringrazio tutti e 2 tantissimo. Tomas (Tamas Gyertyanffy, ndr) e Cesare Casella che si preso la responsabilit di seguirmi. Sempre con i programmi del neo responsabile del centro federale di Verona.
SuperGreg Nellaltro centro fe-

derale, a Ostia, cresce e si affina il talento di Gregorio Paltrinieri. Nei 1500 partito cos forte che fino ai 500 era sotto i passaggi del record del mondo di Hackett (446"49). Verso i 500 ho visto che gli altri non mi venivano dietro, non pensavo di es-

sere passato cos veloce e non mi aspettavo un tempo cos, ma almeno mi spiego perch gli ultimi 500 metri sono stati unagonia. Va davvero bene, sotto carico fare un 1427"... spiega Greg col tono di sempre, senza tirarsela dopo unoro frutto di un personale e record italiano al netto dei superbody. Da inizio stagione ci sono meno chilometri, pi palestra e pi tecnica, con il biomeccanico Ivo Ferretti che segue 2 volte alla settimana il gruppo di Stefano Morini. Ho migliorato la nuotata convinto Paltrinieri , lanno scorso andavo molto a scatti. Ora sono pi fluido, giro di pi le spalle, affondo di pi la bracciata e mi sento meglio in acqua, vado forte senza fare fatica. E alle spalle pure la crisi di inizio stagione. E stata dura. Per andare a scuola 2 volte alla settimana ci svegliamo alle 5 e 10 e alle 5 e 45 siamo in acqua. Non mi riusciva

un allenamento fatto bene, nelle ultime due settimane ha cominciato ad andare meglio.
Quarti Medaglia mancata di un

Laure Manaudou e la figlia Manon sul podio LAPRESSE

Chiss quanti record e medaglie dovr guadagnarsi Camille Muffat per sostituire nel cuore dei francesi Laure Manaudou. La 23enne allieva di Fabrice Pellerin ha nuotato un 400 sl da super primato del mondo (354"85, con lultimo 50 in 29"13), ma lapplausometro e le presenze su giornali e tv continuano a premiare la Manaudou, doro nei 50 dorso (26"78, record francese, 2 crono 2012), ben dieci anni dopo la doppietta ai Mondiali in corta di Riesa. Sono davvero contenta ha detto la Manaudou, al 22 titolo in carriera, il primo negli ultimi 4 anni mi sono piaciuti gli applausi e laffetto del pubblico, sono rimasta a lungo in acqua per godermi questo momenti. E la bella Laure, salita sul podio con la figlia (sua e di Fred Bousquet) Manon, ha deciso di posticipare a dicembre la decisione sul suo futuro. Sono in periodo di carico, non ho preparato questi Europei, ma in acqua ho sentito subito buone sensazioni e ho deciso di provarci, dopo quello degli 800 volevo anche questo il commento della Muffat, in gara oggi nei 200 sl.
Lucas A proposito di Francia,

centesimo invece per Arianna Barbieri nei 50 dorso: non le bastato il personale. Quarto anche Luca Dotto nei 100 sl con un crono (46"92) che da tempo non centrava. Meglio di lui la coppia di russi Morozov (45"62!, settimo crono di sempre) e Lagunov (46"52) su Agnel. Bilancio: Limportante esser tornati su tempi competitivi e riprendere fiducia. Strafelice per la finale ritrovata nei 100 dorso Damiano Lestingi: Sono rinato. Andr ai Mondiali di Istanbul, al contrario di Bocchia, chiuso da Dotto e Orsi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RISULTATI E PROGRAMMA

A PAGINA 37

sono in via di definizione i periodi di visita di Philippe Lucas a Verona. Dovrebbe seguire Federica Pellegrini (e Filippo Magnini) al centro federale in due visite di 2 e 3 settimane. Poi saranno i due a seguirlo a Narbonne per altri periodi di allenamento, pi intensi in concomitanza di manifestazioni internazionali. E mentre lItalia sta lavorando per organizzare allenamenti con i francesi a Nizza, al gruppo di Pellerin potrebbe aggiungersi presto Marco Belotti.
ma.po.
RIPRODUZIONE RISERVATA

PALLAVOLO SERIE A-1 DONNE: ANTICIPI 6 GIORNATA

Chieri e Modena convincono e salgono insieme al 3 posto


(n.zan.) Il bolognese Salvagni fa il profeta in patria e il primo successo esterno porta Chieri al terzo posto. La schiacciatrice lituana Sorokaite parte dalla panchina e diventa la mattatrice. Bologna si illude nel primo set ma colleziona la sesta sconfitta in 6 gare. La zona salvezza resta a 5 punti e rischia di allontanarsi ancora, nonostante tutto coach Simone resta alla guida delle rossobl.
BOLOGNA-CHIERI 1-3
(25-20, 14-25, 15-25, 22-25) IDEA BOLOGNA: Petrucci, Cvetanovic 19, Milo 13, Ginanneschi 5, Arimattei 5, Stufi 6; Minervini (L), Lavorenti, Korukovets 3, Vece. N.e. Alfonsi, Lapi, Severi. All. Simone. DUCK FARM CHIERI TORINO: Fernandez 12, Ravetta 16, Piccinini 13, Guiggi 3, Bechis 4, Vindevoghel; Sirressi (L), Potokar, Sorokaite 18, Borgogno 6, Fabris. N.e. Vietti, Zauri. All. Salvagni. ARBITRI: Piersanti, Bartoloni. NOTE - Spett. 2000. Durata Set: 26,

Uomini: in campo ore 18 Uomini: lanticipo Modena aspetta Cuneo con il dubbio Celitans Latina-Vibo sogni in grande
MODENA-CUNEO (p.r.-g.sca.) Modena riparte senza Kooy e col dubbio Celitans (reduce dalla tracheite), mentre Mani continua a convivere con una costola incrinata. Cuneo ritrova Wijsmans (tendine dAchille). Arbitri: Pol e Sampaolo. IN TV: ore 17.30 dir.Rai Sport 1 VERONA-MACERATA (r.pu.-m.g.) Verona cerca di recuperare Meoni, diversamente gioca laustraliano Peacock. Per Zingel stagione finita. Macerata non pu ancora schierare Kooy. Ultima vittoria di Verona nel 2008, con Giuliani in panchina. Arbitri: Santi e Castagna CASTELLANA-TRENTO (an.gal.-niba) Ci sar Offri un caff alla ricerca con lassociazione Giacomo Sintini. Pugliesi e trentini al completo: lItas a 14 vittorie di fila, Arbitri: Piana e Satanassi PIACENZA-PERUGIA (m.mar.-an.me.) Zlatanov si arrende al problema agli addominali (recenti vittime anche De Cecco, Fei e Tencati): in panchina va Tavana. Ballottaggio Maruotti-Ogurcak. Al Perugia manca Van Rekom. Arbitri: Balboni e Gnani LATINA-VIBO (a.li.-mi.fa.) Vale il 4 posto. Nel Latina che ha vinto gli ultimi 5 scontri diretti, ballottaggio Jarosz-Troy e tra Fragkos-Noda-Cisolla per un posto in banda. Calabresi al completo. Arbitri: Padoan e Sobrero CLASSIFICA: Macerata 19; Cuneo 15; Trento, Vibo 14; Latina, Piacenza 13; Perugia 10; San Giustino 8; Verona 7; Modena 6; Castellana 4; Ravenna 3.

del nuovo tecnico Di Pinto dopo l'esonero di Ettore Guidetti.


MODENA-URBINO 3-0
(25-21, 25-17, 25-14) ASS. MILANESE MODENA: Horvath 6, Paggi 7, Glass 7, Spasojevic 16, Barazza 10, Aguero 13; Croce (L). N.e. Valeriano, Mari, Rinieri, Harmotto, Scarabelli (L). All. Cuello. CHATEAU DAX URBINO: Negrini 4, Leggs 2, DallIgna 2, Petrauskaite 12, Dugandzic 8, Van Ecke 7; Giombetti (L), Santini 1, Partenio 1, Angelelli. N.e. Sykora (L), Gentili, Crisanti. All. Giardinieri ARBITRI: Boris e Montanari NOTE - Spettatori 2.500 circa, durata set 26, 25, 23, tot. 74; Modena b.s. 5, v. 5, m. 9, s.l. 9, e. 10 Urbino: b.s. 5, v. 3, m. 3, s.l. 7, errori 11. Trofeo Gazzetta: 6 Spasojevic, 5 Aguero, 4 Paggi, 3 Barazza, 2 Petrauskaite, 1 Dugandzic 1. IERI: Pesaro-Bergamo 1-3. OGGI: ore 18 Busto Arsizio-Piacenza; GiavenoVilla Cortese; Conegliano-Crema. Classifica: Bergamo 13; Piacenza 12; Chieri, Modena 11; Busto 10; Conegliano, Villa Cortese 9; Pesaro 7; Giaveno, Crema 6; Urbino 4; Bologna 1.

Maric fa volare San Giustino Ravenna resta in fondo Fresa: Eravamo assenti
ANTONELLO MENCONI SAN GIUSTINO (PG) Non praticamente mai entrata in partita Ravenna e per gli umbri stato sin troppo facile conquistare la seconda vittoria stagionale (dopo quella di due settimane fa in casa contro Verona). Fenoglio stato premiato nella scelta di affidare la regia a Torre (lasciando a riposo Mc Kibbin), che stato bravo nel variare il gioco e sfruttare la vena in attacco dei vari Van Den Dries, Maric e Bohme. Messo alle spalle il disastroso approccio alla gara, i romagnoli sono tuttavia cresciuti nel secondo set grazie soprattutto allinserimento di Bellei (6 punti) al posto di uno spento Moro e ad un ritrovato Zanuto (5 punti), ma senza creare apprensione agli umbri. Nel terzo set salito in cattedra Maric (8 punti), Fresa: non possibile nemmeno azzardare un commento alla prova della squadra. Giocatori assenti. SAN GIUSTINO- CMC RAVENNA 3-0 (25-12, 25-22, 25-20) ALTOTEVERE SAN GIUSTINO: Van Den Dries 11, Fiore 6, Bohme 8, Torre 3, Maric 13, De Togni 5; Cesarini (L), Guttmann. N.e. Mattioli, Mc Kibbin, Coali, Gradi, Lo Bianco. All. Fenoglio. CMC RAVENNA: Zhukouski, Sirri 5, Creus 6, Moro 6, Zanuto 9, Mengozzi 6; Tabanelli (L), Psarras 1, Bellei 13, Pelekoudas 1. N.e. Mazzotti, Radunovic. All. Fresa ARBITRI: Cardaci e Genna NOTE - Spettatori 990, incasso 2220. Durata set 23 , 29' , 26; tot. 78. Altotevere: b.s. 10, v. 3, m. 10, s.l. 2, e. 17. Cmc: b.s. 14, v. 2, m. 7, s.l. 1, e. 31. Trofeo Gazzetta: 6 Torre, 5 Van Den Dries, 4 Bellei, 3 Bohme, 2 De Togni, 1 Fiore

Indre Sorokaite, 24 anni TARANTINI


24, 21, 29, tot. 100. Idea: b.s. 12, v. 7, m. 6, s.l. 6, e. 9; Duck Farm: b.s. 8, v. 5, m. 11, s.l. 7, e. 13. T. Gazzetta: 6 Sorokaite, 5 Ravetta, 4 Bechis, 3 Cvetanovic, 2 Piccinini, 1 Stufi.

A Modena (p.r.) E la prima vittoria casalinga per Modena che ritrova una eccellente Spasojevic e una buona Aguero, ma soprattutto una identit di gioco, in attesa di Harmotto. Gara a senso unico con Urbino in attesa

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

35

SCI COPPA DEL MONDO

Sfrontata e vincente Maze, mani sulla Coppa


Seconda vittoria in gigante su due gare della slovena Ottima Irene Curtoni: quinta
DAL NOSTRO INVIATO

Altra neve
SCI DI FONDO: A GALLIVARE

Vince la Bjoergen Hofer 12 nella 15 km


A Gallivare (Sve) la Coppa del Mondo di fondo comincia per lItalia con ap pena due azzurri a punti: David Hofer e Roland Clara, 12 e 18 nella 15 km tl. Debora Agreiter 39 nella 10 km tl. Riparte vincendo la norvegese Marit Bjoergen, ed norvegese anche il successo maschile firmato da Jon rydn Sudby. Oggi staffette (10.30 e 12.30 Rai Sport 2 ed Eurosport): quel la maschile per la prima volta sui 4x7.5 km, Moriggl, Di Centa, Clara, Hofer; donne: De Martin, Brocard, Agreiter, Piller). 10 km tl donne: 1. Bjoergen (Nor) 2231"8; 2. Johaug (Nor) a 12"6; 3. Randall (Usa) a 25"9; 4. Kalla (Sve) a 26"9; 27. Kowalczyk (Pol) a 123"5; 39. Agreiter a 142"1; 51. Brocard a 159"1; 55. Piller a 210"2; 67. Cavallar a 244"2. CdM: 1. Bjoergen (Nor) 100. 15 km tl uomini: 1. Johnsrud Sun dby (Nor) 3037"; 2. Poltoranin (Kaz) a 8"9; 3. Hellner (Sve) a 11"1; 4. Heikki nen (Fin) a 30"2; 7. Northug (Nor) a 35"4; 12. Hofer a 45"7; 18. Clara a 105"5; 49. Di Centa a 139"6; 51. Mo riggl a 143"7; 62. Checchi a 215"9. CdM: 1. Sundby (Nor) 100; 2. Poltora nin (Kaz) 80; 3. Hellner (Sve) 60; 12. Hofer 22; 18. Clara 13.

La slovena Tina Maze, 29 anni, 13 successi in Coppa del Mondo

MASSIMO LOPES PEGNA Twitter @Pegnarol ASPEN (Colorado, Usa)

Altro che Lindsey Vonn, bella soprattutto sulle copertine dei magazine grazie a Photoshop. Tina Maze sexy anche in carne e ossa. E ora, dopo che lanno scorso aveva fatto labboSi rivede la Vonn, namento al podio senza mai otfelice per il 21 tenere un successo, ha iniziato posto: il problema questa stagione con il piglio di chi vuole portarsi a casa la Copera un batterio pa. Lo aveva ripetuto in questi intestinale giorni: Ci sono arrivata vicina negli ultimi anni, adesso ho let giusta per provarci. Cos, dopo Lindsey il gigante di Slden si prende an- Vonn, che quello di Aspen (oltre al 3 28 anni posto nello slalom di Levi) e si lascia alle spalle la solita austriaca Zettel (2 pure a Slden) e la tedesca Rebensburg a 1"54. Adesso sempre pi regina della generale e lancia la sfida a Vonn e Riesch. E non solo sulla neve. Insolente e provocante, come nel video su YouTube (cliccato da oltre 800 mila suoi ammiratori) in cui canta e balla My way is my decision come una rock star di professione.
Traino LItalia va al traino di Irene Curtoni, 5 a 1"80 (suo secondo miglior risultato in

Fuori la Karbon ed eliminata una Brignone furiosa: Che male la ciste al tendine

Coppa) e 4 dopo la prima manche. Con un sacco di rammarico per un erroraccio poco dopo la met della seconda discesa: l perde tempo prezioso, che probabilmente le costa il podio. E comunque contenta, perch le sensazioni sono quelle positive dellinizio 2012, quando centr il terzo posto a Ofterschwang in gigante e una serie di altri ottimi piazzamenti. Dice: Quando fai un risultato del genere tiri un sospiro di sollievo, perch capisci di appartenere al gruppo delle migliori e di valere quelle posizioni. Fa tanto morale e ti togli dallo stomaco la pressione. Questa unulteriore conferma e siamo solo allinizio.
Vonn Su questa pista, che ha sempre considerato ostica, ritrova il sorriso (s, quello delle pubblicit) anche la Vonn, soprattutto per il 10 posto dopo la prima discesa (poi sprofonder al 21). Perch non pu essere al top, dopo essere stata costretta ad abbandonare sci e allenamenti per un paio di settimane a causa di uninfezione intestinale. Il giorno prima aveva finalmente spiegato con pi dettagli ci che le era capitato: Un batterio allo stomaco. Non avevo mai avuto dolori tanto forti in vita mia. Non riusciva-

no a trovare il giusto antibiotico, poi una volta azzeccata la cura le cose si sono sistemate in fretta. Festeggia Lara Gut, la svizzera di Comano (Lugano), che rimonta dal 9 posto fino ai piedi del podio. Mentre c grande delusione per Denise Karbon e Federica Brignone. La prima, 32 anni, non molla un centimetro di neve: nella prima manche si piazza 7, staccata di 1"66.
La caduta A fregarla la 2, quel-

LA GUIDA

Oggi in tv slalom donne e superG uomini


GIGANTE DONNE (Aspen): 1. Maze (Slo) 159"39; 2. Zettel (Aut) a 90/100; 3. Rebensburg (Ger) 1"54; 4. Gut (Svi) 1"73; 5. I. CURTONI 1"80; 6. Worley (Fra) 2"00; 7. Barioz (Fra) e Goergl (Aut) 2"21; 9. Shiffrin (Usa) 2"34; 10. Poutiainen (Fin) 2"79; 11. Kirchgasser (Aut) 2"88; 12. Gisin (Svi) 3"00; 13. Prefontaine (Can) 3"08; 14. Marmottan (Fra) 3"17; 15. Mancuso (Usa) 3"20; 16. N. FANCHINI 3"22; 22. S. FANCHINI 3"64. Non qual. II m.: E. Curtoni, Brignone, Agerer. Rit. I m.: Moelgg. Rit. II m.: Karbon. Coppa del Mondo (3 pr.) : 1. Maze (Slo) p. 250; 2. Zettel (Aut) 160; 3. Riesch (Ger) 124; 5. I. Curtoni 89. OGGI slalom donne ad Aspen (Usa) e superG maschile a Lake Louise: TV Dirette su RaiSport 1 ed Eurosport: Ore 17.55 prima manche slalom donne; 19 superG maschile; 21 seconda manche slalom donne

COPPA ITALIA

Infortunio Pellegrino
(g.v.) Nella semifinale della sprint tl di Coppa Italia a Santa Caterina Val furva (So), Federico Pellegrino ha incespicato in un bastoncino: trau ma alla spalla sinistra, operata. Ho sentito un forte dolore, spero non sia nulla di grave. Domani visi ta al Galeazzi di Milano. Vincono Frasnell e Greta Laurent.

la tracciata dal nostro Costazza: urta una porta dopo appena 15" ruzzola per alcuni metri. Alla giovane Brignone, dieci anni meno della Karbon, scappa uno sci nella parte finale della prima discesa e quella frenata le costa lingresso fra le trenta. Ha un diavolo per capello e dice: Non minteressa se il primo intertempo era abbastanza buono, io sono qui per vincere non per prenderle. Era un tracciato molto veloce, non sono riuscita a trovare il ritmo e quando finalmente lho trovato forse mi sono appoggiata troppo sulla gamba debole. Perch la cistite tendinea non migliora, anzi: Peggiora di settimana in settimana. La frase del giorno della Curtoni: Avevo sempre avuto pettorali alti. Che bello avere davanti alla partenza una pista pulita: unaltra vita.
RIPRODUZIONE RISERVATA

David Hofer, ieri 12 NEWSPOWER COMBINATA NORDICA

DISCESA MASCHILE A LAKE LOUISE

Moan 1, Pittin 12
Ale Pittin parte con un 12 posto. Co s la prima di Coppa del Mondo di combinata nordica a Lillehammer. Hs 100 10 km: 1. Moan (Nor) 2446"2 (8); 2. Lamy Chappuis (Fra) a 1"0 (3); 3. Gruber (Aut) a 3"3 (5); 12. PITTIN a 11"7 (18); 31. bauer a 111"3 (45). CdM: 1. Moan 100; 12. Pittin 22. Oggi pro va penalty (9.15 11.30 Rai Sport 2 ed Eurosport).

Svindal il primo urlo della velocit


Ottavo Paris, quattordicesimo Fill. Brutta caduta per Casse: spalla sinistra lussata
PIERANGELO MOLINARO

Solita pazza Lake Louise, dove le condizioni atmosferiche non riescono mai a rimanere stabili per pi di 10 minuti. A dare credibilit alla discesa la vittoria del norvegese Aksel Lund Svindal, 30 anni fra un mese, che da stagioni fa ormai copia fissa con Julia Mancuso per la disperazione dei gossipari che non riescono mai a fare neppure un pettegolezzo. Svindal sceso nel periodo di peggior visibilit, ma ha costruito la sua 17 vittoria in Coppa del Mondo nelle sei curve da superG nella parte centrale della pista canadese.
Trappola La difficolt di Lake

messi e sotto i piedi aveva gli attrezzi che, compresi i cugini di marca, hanno occupato nove delle prime 10 posizioni. Lunico a rovinare la decina perfetta stato il nostro Paris, ottavo alla fine. Svindal, con 148"31, ha preceduto di 64/100 il 23enne austriaco Max Franz il pi esperto Kroell e lo statunitense Sullivan. Una prova di forza che lo candida alla vittoria anche nel superG di stasera. Comunque questo Svindal si candida nella corsa alla Coppa del Mondo, che ha gi fatto sua nel 2009. Hirscher ha dimostrato di essere in forma nelle prove tecniche, ma se Svindal sapr trovare punti anche in gigante oltre che nella velocit, diventer un osso molto duro. In precarie condizioni fisiche invece appare ancora Ivica Kostelic, in questa discesa addirittura fuori dalla zona punti.
Gli azzurri Una pista dove im-

LA GUIDA

Moelgg sempre secondo nella generale


DISCESA MASCHILE (Lake Louise): 1. Svindal (Nor) 148"31: 2. Franz (Aut) a 64/100; 3. K. Kroell (Aut) e Sullivan (Usa) 66/100; 5. Stechert (Ger) 85/100; 6. Guay (Can) 1"17; 7. Fayed (Fra) 1"21; 8. PARIS 1"24; 9. Jansrud (Nor) 1"28; 10. Clarey (Fra) 1"53; 11. Scheiber (Aut) 1"55; 12. Puchner (Aut) 1"58; 13 Theaux (Fra) 1"59; 14. FILL 1"65; 20. HEEL 2"06; 27. INNERHOFER 2"35; 34 Koltz 2"79; 37. Marsaglia 2"92. Rit. Casse. Coppa del Mondo (3 pr): 1. Hirscher (Aut) p. 140; 2. MOELGG 130; 3. Myhrer (Sve) 120. COPPA EUROPA (S.f.) Doppietta svedese nel primo slalom di coppa Europa a Levi (Fin): vittoria di Baeck con 26/100 su Hargin e 74/100 su Schmid (Ger); Tonetti 19 a 2"07. Oggi un altro slalom.

SALTO: DONNE E UOMINI

La Insam parte quinta


A Lillehammer, per la Coppa del Mon do di salto, la migliore azzurra Evelyn Insam, 5: per la diciottenne il miglior piazzamento in carriera, a 3,6 punti dal podio. Colloredo 23. (hs 100). Uomini: 1. Freund (Ger) 268.5 (99 + 100.5); 2. Morgenstern (Aut) 267.2; 3. Bardal (Nor) 267; 23. Colloredo 232.2 (92.5 + 92). CdM: 1. Freund (Ger) 100; 23. Colloredo 8. Donne: 1. Takanashi (Gia) 265.2; 2. Hendrickson (Usa) 261.4; 3. Sagen (Nor) 258.9; 5. Insam 255.3; 14. E.Runggaldier 226.9. CdM: 1. Taka nashi 100; 5. Insam 45. Oggi: grande trampolino (13.30 Eurosport).

Lo svedese Aksel Lund Svindal, 29 anni e 17 vittorie in Coppa EPA

Louise che troppo facile, gli errori non si recuperano e senza sci veloci non ci sono possibilit. Il norvegese non ne ha com-

portante saper far scorrere gli sci non certo lideale per le caratteristiche degli azzurri, a parte Paris, naturalmente. Dominik, il pi costante della squadra gi nella scorsa travagliata stagione, ha confermato la sua

crescita. Sono contento afferma Paris perch sono fra i primi nonostante non sia stato perfetto nelle curve pi chiuse. So di non essere ancora al massimo, ora posso solo crescere. Aspetto le piste europee, sono curioso di vedere gi cosa posso fare in Val Gardena fra tre settimane, dove lo scorso anno non ho potuto gareggiare.
Fill Importante pu essere il 14 posto di Peter Fill, atleta tecnicamente sempre raffinato ma che dopo una gravissi-

ma lesione muscolare non era pi riuscito ad essere aggressivo come richiesto nel contesto mondiale. La prestazione di ieri pu dargli fiducia per risalire la china. In crescita Innehofer, che ha perso lestate corroso dal mal di schiena, e Heel, ventesimo, in partenza con il 56. Lussazione invece alla spalla sinistra per il giovane Casse finito nelle reti. Oggi a Lake Louise come detto superG. si spera anche in un acuto di Matteo Marsaglia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

BIATHLON: A OSTERSUND

C la staffetta mista
Comincia ad Ostersund (Sve) la Cop pa del Mondo di biathlon: si comin cia con le staffette miste. Diretta ore 15.30 Eurosport. Prime due fra zioni donne con Ponza e Oberhofer, poi De Lorenzi e Lukas Hofer.

36

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

BASKET SERIE A: LA 9a GIORNATA

Ress
Dietro a Lavrinovic ho imparato qualcosa
Il lungo di Siena decisivo con il Maccabi. Domani c Cant: Altra partita da Eurolega
GIUSEPPE NIGRO

la 9a giornata
IN CAMPO ALLE 18.15

Oggi Montegranaro-Milano Varese contro Reggio Emilia


MONTEGRANARO-MILANO Arbitri: Cerebuch, Filippini, Ramilli. (a.p.) Nella Sutor, Slay rientrato gioved dagli Usa dove si era recato per la nascita del figlio. NellEA7 Gentile ha ripreso ad allenarsi con il gruppo, potrebbe rientrare. Tv: Milanow. SASSARI-CREMONA Arbitri: Cicoria, Giansanti, Terreni. (g.d.-a.r.) Banco di Sardegna al completo. Prima gara da capo allenatore della Vanoli per coach Gresta, promosso dopo lesonero di Caja. Squadra ancora senza Kotti (borsite alla spalla sinistra). Ruini non al meglio per un virus intestinale. Tv: Studio 1. PESARO-CASERTA Arbitri: Mattioli, Weidmann, Duranti. (cam.ca.-l.b.) Scavo al completo. Nella Juve, sempre senza due stranieri, indisponibile anche lunder 20 Cefarelli. Tv: Teleprima. BOLOGNA-ROMA Arbitri: Begnis, Vicino, Baldini. Siae3: Gigli non al 100 per cento. Acea al completo. Tv: RomaUno. VARESE-REGGIO EMILIA Arbitri: Sahin, Pozzana, Caiazza. (a.f.-d.b.) Cimberio al completo. Nella Trenkwalder, Taylor rimasto fermo fino a venerd per un acciacco muscolare. Tv: Teletricolore. AVELLINO-BRINDISI Arbitri: Taurino, Quacci, Borgioni. (l.z.-f.d.s.) La Sidigas ritrova Warren dopo i problemi al ginocchio. Spinelli, nonostante l'influenza, ci sar. A breve potrebbe risolversi la questione del passaporto di Hardy. Enel al completo. Tv: Studio 100. BIELLA-VENEZIA (ore 20.30) Arbitri: Seghetti, Aronne, Sardella. (ga.p.-m.c.) Angelico senza Soragna, Andrea Renzi verr tesserato in settimana. Umana con Clark in dubbio per un risentimento muscolare accusato al termine dellallenamento di gioved. Tv: LA7d e Sportitalia 2. CANT-SIENA Domani alle 20.30. CLASSIFICA Varese 16; Sassari, Siena, Cant 12; Roma, Reggio 10; Bologna, Brindisi, Milano 8; Venezia, Caserta 6; Cremona, Pesaro, Biella, Montegranaro, Avellino 4. MENEGHIN SALUTA LA FIPNellultimo consiglio federale presieduto, Dino Meneghin ha ringraziato commosso: Sono stati 4 anni estremamente difficili. Non so cosa far in futuro e se mi vedrete ancora sui campi di pallacanestro. So per che alla guida del pullman che partir il 12 gennaio prossimo ci sar una persona di assoluto valore e spessore, riferendosi al ritorno alla Fip di Gianni Petrucci. Il Consiglio ha ratificato le scelte per lingresso nella Hall of Fame Italia di Renzo Bariviera, Franco Bertini, Wanda Sandon (atleti), Stefano Cazzaro (arbitri), Dan Peterson (allenatori), Gianfranco Benvenuti (alla memoria) e Gilberto Benetton (Una vita per il basket). LEGADUE Alle 18.15 l8a giornata: Scafati-Jesi; Brescia-Ferentino; Veroli-Barcellona; Bologna-Trieste (diretta streaming su legaduebasket.it e sportube4); Imola-Verona; Capo dOrlando-Trento. Riposa Forl. Venerd: Casale-Pistoia 91-93. Classifica: Pistoia 14; Bologna, Casale 10; Brescia, Trieste, Verona, Barcellona, Scafati 8; Jesi, Trento, Forl 6; Veroli 4; Ferentino, Capo dOrlando 2; Imola 0. DONNE Alle 18 la 7a giornata: Parma-Lucca; Pozzuoli-Chieti; Orvieto-Cagliari; Umbertide-Schio; Romagna-Priolo. Riposa Taranto. Classifica: Lucca, Schio, Parma, Umbertide, Taranto 8; Orvieto 6; Pozzuoli 4; Cagliari, Chieti, Priolo, Romagna 2. IN CARROZZINA (g.d.) LAnmic Dinamo Sassari ha battuto il Santa Lucia Roma 55-51 e ha vinto la Supercoppa in carrozzina. Domani dalle 15 la differita su RaiSport 1.

Si vede che a giocare con Ksistof negli anni passati qualcosa ho imparato. Con Eze fuori per infortunio e Kasun da gestire per nasconderne i limiti e massimizzarne i punti di forza, tra le certezze su cui la Montepaschi ha costruito lultimo mese da 7 vittorie su 8 c anche Tomas Ress, che spostato stabilmente a fare il pivot si diverte a fare il Lavrinovic. In difesa avr qualche lacuna, a rimbalzo faccio fatica contro gente pi grossa e si visto anche contro il Maccabi dice il bolzanino cresciuto tra Virtus Bologna e

tirare per la vittoria. Con 4 tiri e in soli 13', quella di venerd la terza partita in doppia cifra della sua Eurolega in cui a 32 anni suonati e dopo una vita da mediano viaggia a 19' di media, 5 in pi dellanno scorso e pi o meno il doppio di quanti ne aveva 3, 4 o 5 anni fa.
Impatto Quello che le cifre non

Scudetti con Siena Ress ha vinto 5 dei 6 titoli italiani di fila dellera Pianigiani.
Texas A&M . Ma se c la squadra dietro che mi aiuta, io penso a non far prendere il rimbalzo al mio uomo e il compito fatto.
Atipico Perch altrove la squadra si avvantaggia della sua atipicit nel ruolo. Ribaltata da Hackett, la partita col Maccabi lha chiusa lui: 10 punti negli ultimi 4' e 7 negli ultimi 90". Allandata quei colpi del k.o. non entrarono, ma quella ormai la zona Ress: con Chalon a 2' dalla fine infil la tripla dopo cui i francesi non rimisero pi la testa avanti, a Berlino segn 6 punti negli ultimi 3' (anche l con una tripla) mettendo in condizione Hackett di

dicono limpatto tattico che ha sulle partite. Non di rado lui ad accendere la luce perch, prezioso per esperienza e intelligenza, anche unico nel roster per caratteristiche: alto e verticale per stare con i centri, ma anche mobile e atletico, scaltro per capire come costruirci un vantaggio per s e per la squadra. Quello che le cifre poi dicono solo in parte che, anche prima dei gran finali, Tomas aveva gi avuto impatto a Malaga, quando con lui arriv la doppia cifra di vantaggio, e a Gdynia, nel quintetto che ha girato la partita. Il ruolo di arma tattica che si ritagliato rester irrinunciabile anche quando finir lemergenza nel ruolo: Io mi adatto. Sono qui per aiutare la squadra: durante gli allenamenti, a urlare dalla panchina, a stare vocale, a far capire il sistema. il mio compito da "anziano".
Superstite Vicecapitano al sesto anno di militanza senese, uno dei pochi superstiti degli anni doro, ha avuto il compito improbo di trasmettere ai nuovi un metodo, unatmosfera, unidentit connaturati al club. Sto cercando di far capire come si gioca a Siena: si lotta su ogni pallone, ogni partita. difficile, perch se negli anni scorsi arrivavano giocato-

Tomas Ress, 32 anni, ha giocato due anni negli Usa, a Texas A&M CIAMILLO

clic
LA SORELLA KATHRIN APPENA TORNATA DOPO LA MATERNIT

Kathrin, sorella di Tomas Ress, rientrata in campo al Club Romagna dopo la maternit e la nascita di Sebastian lo scorso marzo. Lazzurra, 27 anni, 1.96, come il fratello ha fatto il college negli Stati Uniti, a Boston, e ha giocato anche nella Wnba a Minnesota.

ri con esperienza di Eurolega, ora sono arrivati ragazzi giovani molto esuberanti, che devono imparare a trovare le energie per due competizioni. Il tempo stato galantuomo. E soprattutto la palestra: Il tour negli Usa stato un onore, ma ha complicato le cose: a una squadra nuova serve tempo per allenarsi. Dopo qualche settimana piena in palestra siamo riusciti a trovare il nostro stile. Anche il play era nuovo, doveva capire il sistema e gli equilibri: gli allenamenti servono per questo. Non c tempo per godersela: domani tempo di big match a Cant: Un altro match di Eurolega, saranno molto arrabbiati per come andata venerd. Ci hanno gi battuto in Supercoppa e sar una rivincita: sempre un campo molto difficile per noi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

NBA E COLLEGE

Bargnani 34 punti, Gallinari 20 Primi 3 di Della Valle a Ohio St.


Andrea Bargnani (foto AP) ha segnato 34 punti, top stagionale, nella sconfitta di Toronto a Detroit. Il suo record 41. Vittoria di Denver con 20 punti di Danilo Gallinari (0/5 da 3). College: primi punti (3) di Amedeo Della Valle nella vittoria di Ohio State, 91 45 con Umkc. Dopo la seconda sconfitta consecutiva, mugugni nei Lakers: Pi gioco in post aiuterebbe, ha detto Pau Gasol (14 punti in 2 partite) in panchina tutto lultimo quarto. Venerd: Indiana San Antonio 97 104 (West 22; Parker 33); Detroit Toronto 91 90 (Monroe 19; Bargnani 34); Boston Oklahoma City 108 100 (Pierce 27; Durant 29); Brooklyn LA Clippers 86 76 (Lopez 26; Griffin e Paul 14); Portland Minnesota 103 95 (Matthews 30; Love 24); Phoenix New Orleans 111 108 dts (Morris 23; Anderson 34); Utah Sacramento 104 102 (Hayward 23; Evans 19); Denver Golden State 102 91 (Iguodala 29; Lee 21); Houston New York 131 103 (Harden 33; Anthony 37); Memphis LA Lakers 106 98 (Gay 21; Bryant 30); Orlando Cleveland 108 104 (Nelson 22; Waiters 25); Charlotte Atlanta 91 101 (Sessions 22; Horford 26).

DAN PETERSON SULLOLIMPIA MILANO

A PAGINA 21

TENNIS LA GIORNATA DI BENEFICENZA

Reggio per lEmilia con tutti gli azzurri in campo


DAL NOSTRO INVIATO

VINCENZO MARTUCCI Twitter@vincemartucci REGGIO EMILIA

Finisce come voleva la romagnola Sara Errani, la ragazza di Massalombarda salita fino al numero 6 del mondo di singolare e 1 di doppio, insieme allamica Roberta Vinci. Reggio per lEmilia, la giornata di beneficenza per sostenere la ricostruzione delle strutture tennistiche disastra-

te dalle scosse di terremoto dello scorso maggio finisce con labbraccio appassionato di tutto il tennis italiano, oltre 3000 persone sugli spalti del PalaBigi e decine di bambini delle scuole tennis locali che palleggiano felici con gli eroi visti alla tv in questo trionfale 2012. In unideale staffetta con la seconda edizione de La grande sfida di sabato prossimo al Forum di Assago con Maria Sharapova, Ana Ivanovic e, appunto, Errani e Vinci.

Gioco Con 2884 paganti per 10 euro a biglietto, pi 4000 euro dalle T-shirt, sono stati raccolti 32mila e 840 euro. Andreas Seppi ha battuto 6-3 Fabio Fognini, Sara ha superato Roberta 7-5, e nel doppio misto che pi misto non si pu, la coppia di azzurri di ieri e di oggi, Corrado Barazzutti-Daniele Bracciali, ha avuto la meglio sulle regine del computer, le campionesse di 2 Slam 2012, Errani-Vinci, per 6-3. Il gioco, su set secchi, stato piacevole e

G. Razzoli tra R. Vinci e S. Errani

interessante, nel contrasto di stili e di personalit cos netti come fra il solido, concreto, Andreas e lestemporaneo talento di Fogna, fra il muro Sara e il braccio doro di Roberta. Lo spettacolo ha soddisfatto, con anche un passante sotto le gambe, spalle a rete di Fognini e un paio di passanti e delizie a rete della Vinci. Ma il vero successo non stato il doppio misto, quanto lo spirito assolutamente festoso della rassegna, durata cinque ore.

Premi Nella festa con azzurri di ieri e di oggi (da Nicola Pietrangeli e Leo Pericoli a Filippo Volandri alle sorelle Adriana e Antonella Serra Zanetti, Tathiana Garbin, Daniele Bracciali e Colombo), sono stati anche assegnati i premi Fit 2012, alla presenza del presidente federale Angelo Binaghi, alle punte azzurre Errani, Vinci, e Seppi, a Simone Colombo, capitano della nazionale under 16, campione della Junior Davis, ai genitori dei promettenti Gianluigi Quinzi e Filippo Baldi, e alla Gazzetta dello Sport, con il premio Guido Oddo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

37

TUTTENOTIZIE & RISULTATI


Boxe SI SPEGNE A PORTORICO LEX CAMPIONE MORTO CEREBRALMENTE DA MARTEDI: HA SFIDATO I PIU GRANDI MA HA VISSUTO IN MODO SPERICOLATO

Camacho, stavolta finita davvero


I figli alla nonna: Tu lhai messo al mondo, tu decidi della sua vita. Lei d lok ai medici: Staccate la spina
Addio per sempre, Macho. Sabato mattina, a San Juan di Portorico, Hector Camacho ha perso il match della sopravvivenza: un secondo attacco di cuore dopo il quale il direttore dellospedale di San Juan di Portorico, Ernesto Torres, autorizzato dalla madre, ha staccato la spina: Non possiamo pi fare niente per lui. E Maria Matias, che ha chiesto la donazione degli organi del figlio, lo ha abbracciato: Dio se l portato via marted. I figli del campione avevano detto alla nonna, straziata: Tu lo hai creato, tu decidi quando staccare la spina.
Agonia Le condizioni del mancino ex campione del mondo di superpiuma, leggeri e superleggeri erano parse disperate sin da marted sera, quando Macho insieme ad un amico rimasto sorpreso e vittima di un agguato per un probabile regolamento di conti: questioni di droga. Che con lalcol sono state le ragioni della dissennatezza di un pugile che aveva creato tutto un suo modo di vi-

pericolosa. Da quando, probabilmente, aveva lasciato per sempre il ring, il 14 maggio 2010 contro Saul Duran a Kissimee: chiuse con 79 vittorie (38 k.o.), 6 sconfitte e 3 pari (96-4 da dilettante). Era un combattente che ha portato tanto entusiasmo per la boxe lo ricorda Ed Brophy, direttore della Hall of Fame.
Cuore Lamico di infanzia ed

Hector Camacho (a sinistra) contro De La Hoya. A destra da ex e sotto la madre Maria e il figlio Hector jr AP

vere esagerato attorno al quadrato. Dal coma profondo alla morte cerebrale, sono state giornate drammatiche, sino alla morte in questo 2012 pieno di tutto per Macho. A 50 anni, si spezza una vita esagerata, sfrenata. Un duro sul ring che ha combattuto contro due generazioni di grandi, da Sugar

Ray Leonard a Roberto Duran, da Julio Cesar Chavez a Felix Trinidad e Oscar De La Hoya, contro il quale nel 1997 tent per lultima volta di tornare campione del mondo. E una star fuori dal ring: adorato dagli ispanici per quella sua faccia da simpatico cattivo in Tv, nei reality, Mira quien

Baila e Es Macho time. No, non pi il tempo di Macho, cresciuto ad Harlem dove la famiglia si era trasferita e dove potrebbero svolgersi i funerali. Ma morto dove nato, nella sua isola dove si trovava per affari: resta senza sbocchi linchiesta della Polizia, che ha solo confermato di aver trovato

nellauto in cui si trovavano Macho e lamico Adrian Mojica Moreno, 49 anni, freddato sul colpo, 9 sacchetti di cocaina. Camacho stato colpito alla mascella: il proiettile ha poi fratturato 2 vertebre e danneggiato le arterie che portavano il sangue al cervello. Macho era finito in una storia troppo

ex iridato dei piuma Juan Laporte lo rimpiange cos: Non era arrogante come si pensava, ma aveva un gran cuore. Aspettava George Lozada, alluscita dal carcere: Macho ha aiutato tante persone. Anche Macho fu condannato a 7 anni nel 1997: in preda allecstasy, venne sorpreso a rubare computer nel 1997 in Missisipi. Non rispett una volta la libert vigilata: altre 2 settimane di carcere. La moglie Amy lo denunci per minacce nel 1998. Trentanni dopo quel primo titolo iridato contro Rafel Limon, era cambiato davvero. Dalla noble art alla fine.
Stefano Arcobelli

Golf FINALE A DUBAI

Ippica A MONTEGIORGIO

Slittino COPPA DEL MONDO A IGLS

Boxe Di Luisa era stirato


(g.l.g.) La sconfitta per abbandono all8 di Andrea Di Luisa venerd sera contro il francese Rebrasse, nella battaglia per il titolo dellUE del supermedi, ha un motivo molto semplice: stiramento del deltoide con interessamento del trapezio. Nei welter Nicchi ha battuto Santoro kot 3.

Donald-McIlroy Mack a caccia sempre duello di un altro Palio

Doppio: quinto Oggi Zoeggeler

Oggi (19.30) la sfida decisiva con il Neftekamsk Toros (Rus). La vincente alla Final Four (11-13 gennaio) a Donetsk (Ucr) con le gi qualificate Donbass Donetsk (Ucr) e i campioni in carica dei Rouen Dragons (Fra) oltre all'altra promossa dal Gruppo E. Classifica: Neftekamsk (Rus), Bolzano 6; Herning (Dan), Landshut (Ger) 0.

(Esposito); 4x50 sl U, 4x50 mx D (Italia). Tv: 15.30 diretta RaiSport 1.

Pallanuoto
EURO CUP Le italiane avanzano nelle semifinali di Euro Cup. Il ritorno dei quarti: Szolonk (Ung)-Florentia 10-9 dts, and. 6-8; Nizza (Fra)-Savona 9-12, and. 8-15.

Branco-Fragomeni rivincita a Riva


(r.g.) La OPI2000 ha definito la rivincita tra Silvio Branco (62-10-3) e Giacobbe Fragomeni (29-3-2) per il titolo Silver massimi leggeri Wbc, fissata a Riva del Garda (Tr), il 15 dicembre. Il primo confronto, lo scorso 17 marzo a Pavia, fin in parit, dopo 12 riprese. Nel programma, impegnati il superwelter Emanuele Della Rosa (30-1), il medio Emy Blandamura (17), il massimo leggero Mirko Larghetti (17) e il superpiuma Benoit Manno (9-1).

Hockey prato
BRA FERMATO (g.l.g.) Dopo un anno e mezzo e 28 partite il Bra perde limbattibilit, sconfitto dal Bonomi 2-1. Il campionato riprende a primavera. Tevere Eur-Amsicora 3-2, Suelli-De Sisti ACEA Roma 3-1, Bonomi-Bra 2-1, CUS Cagliari-Valverde 3-2. Catania-Cernusco (l8 dicembre). Oggi recupero Amsicora-Valverde. Classifica: Bra 24, Amsicora 18, Bonomi 17, De Sisti ACEA Roma 15, Suelli 14, Valverde 10, Tevere EUR e CUS Cagliari 9, HCU Catania 4, Cernusco 2.

Pallavolo
A-2 MASCHILE (f.c.) Riflettori puntati sullo scontro al vertice fra Ortona e Citt di Castello (gli umbri hanno gi riposato). Programma 9giornata (ore 18): Sora-Loreto; Potenza Picena-Padova; Monza- Reggio Emilia; CoriglianoMolfetta; Ortona- Citt di Castello;Brolo- Matera. Riposa: Sidigas Atripalda. Classifica: Citt di Castello, Ortona 20; Atripalda 19; Molfetta 15; Monza, Padova 13; Sora 12; Reggio Emilia 8; Corigliano 7; Brolo 5; Matera, Potenza Picena, Loreto 4. A-2 DONNE (m.l.) Oggi l'8 (ore 18): Novara-San Vito; Pavia-Casalmaggiore; Crovegli-Soverato; Montichiari- Sala Consilina; Mazzano-Fontanellato; Ornavasso-Frosinone; Marsala-San Casciano. Classifica: Novara 20; Ornavasso 17; Casalmaggiore 16; San Casciano, Mazzano 13; Pavia 12; Frosinone 11; Crovegli, Montichiari 10; Sala Consilina 8; Soverato 7; Fontanellato 5; San Vito 3; Marsala 2.

Una sfida fino allultimo giro quella tra Rory McIlroy e Luke Donald (foto Afp), rispettivamente numero uno e due al mondo, nella finale dello European tour a Dubai. Oggi partono appaiati in testa (-17) per le ultime 18 buche sul percorso del Jumeirah Estates che decideranno chi porter a casa il milione di euro della prima moneta. Se dovesse trionfare il nordirlandese, si ripeterebbe la doppietta di Lee Westwood che nel 2009 conquist trofeo e ordine di merito. Per Rory infatti la vittoria della money list gi matematica. Settimana difficile per gli unici due azzurri qualificati al torneo. Francesco Molinari e Matteo Manassero sono entrambi in 47 posizione con 214 colpi (-2). Mentre Francesco ha mantenuto la posizione conquistata venerd, per Manassero il giro in 73 colpi costato ben 11 posizioni.

Oggi il giorno del Palio dei Comuni di Montegiorgio. E cambiata la formula (due batterie anzich tre) e la speranza che con meno Comuni coinvolti la gente risponda con lo stesso entusiasmo degli anni passati. Sul piano tecnico la corsa abbastanza ben riuscita: il favorito Mack Grace Sm (abbinato al Comune di Fermo, a segno tre volte consecutive dal 2005) che questanno ha vinto Lotteria, Citt di Montecatini ed Europeo di Cesena e che nel 2010 ha conquistato il Palio per Montegranaro (foto FORNI). Ma hanno una chance anche la campionessa in carica Linda di Casei (Montegiorgio) e Looney Tunes (Monte San Giusto). I primi 4 delle due batterie passano alla finale delle 18.55.
NALDA SECONDA Ieri a Vincennes la nostra Nalda Nof (A. Abrivard) ottima seconda nel Prix de Chenonceaux (m 2700) vinto in 1.13.9 da Partout Simoni (D. Locqueneux). Settimo Oropuro Bar (M. Smorgon).

Nellapertura di Coppa del Mondo, a Igls (Aut), quinto posto nel doppio per Oberstolz-Gruber, appena davanti alla giovane coppia Rieder-Rastner. Vittoria tedesca con Wendl-Arlt, solo quarti i fratelli austriaci Linger, campioni in carica. Dopo 8 anni torna a vincere la tedesca Anke Wischnewski; la migliore azzurra la 16enne Sandra Robatscher, allesordio, 12 dopo un 8 tempo nella 1 discesa. Oggi (10-11.30, dir.RaiSport 1 e Eurosport 2) singolo uomini con Zoeggeler (nella foto), D.e K. Fischnaller, Mair ed E. Rieder.
Doppio: 1. Wendl-Arlt (Ger) 119"464; 2. Eggert-Benecken (Ger) a 0"033; 3. Penz-Fischler a 0"105; 5. OBERSTOLZ-GRUBER a 0"295; 6. RIEDER-RASTNER a 0"352; 16. FISCHNALLER-SCHWIENBACHER a 1"323. Donne: 1. Wischnewski (Ger) 119"836 (39"875/1)+39"961/2); 2. Geisenberger (Ger) a 0"074 (4+1); 3. Gough (Can) a 0"152; 12. ROBATSCHER a 0"746 (8+16); 15. GASPARINI a 0"811; 20. MESSNER a 1"019.

Coni Assemblee federali Rotelle e Badminton


Con il presidente uscente Sabatino Aracu unico candidato, si tiene oggi a Roma lassemblea della Fihp che rinnover le cariche per il prossimo quadrienno. A Milano invece elezioni federali del Badminton: candidati alla presidenza il numero uno uscente Alberto Miglietta e Domenico Romano.

Ippica Aversa: 6-3-14-8-7


8 corsa - m 1660: 1 Londonderry Font-(S. Gallo) 1.16.1; 2 Nibbio D'Asolo; 3 Memor Roc; 4 Flok di Azzurra; 5 Lester Grif; Tot.: 48,66; 9,92, 3,22, 8,52 (374,74). Quint: n.v. Quart: n.v. Tris: e 7.567,29. SI CORRE ANCHE Trotto: Montegiorgio (11 e 14.10), Milano (14.25), Bologna (14.30), Firenze (12.55), Foggia (15.05). Galoppo: Roma (14.35) e Siracusa (14.20).

Scherma
GAROZZO VINCE (m.l.) Alla Sala di scherma della Societ del Giardino di Milano si svolto ieri il Trofeo Alberto Pellegrino 2012 di spada maschile individuale. Ad imporsi stato Enrico Garozzo (Carabinieri-Giardino) vittorioso in finale 15-12 su Federico Bollati (Piccolo Teatro) che aveva trionfato lo scorso anno.

Ghiaccio Hanyu e Asada Figura giapponese


SENDAI (Giap) - A Sendai, doppia doppietta giapponese nelle prove individuali dellNhk Trophy, ultima tappa del Grand Prix di figura prima delle finali di Sochi del 6-9 dicembre. Nel corto delle coppie, settimi Nicole Della Monica-Matteo Guarise: oggi il libero (diff. RaiSport 2 ore 16.40, Eurosport 2 ore 15). Uomini. Finale: 1. (1.1.) Hanyu (Giap) 261.03; 2. (2.2.) Takahashi (Giap) 251.51; 3. (4.3.) Miner (Usa) 235.37. Donne. Finale: 1. (1.2.) Asada (Giap) 185.27; 2. (5.1.) Suzuki (Giap) 185.22; 3. (2.3.) Nagasu (Usa) 176.68. Coppie. Corto: 1. Bazarova-Larionov (Rus) 65.61; 2. Moore Towers-Moscovitch (Can) 65.14; 3. Castelli-Shnapir (Usa) 61.85; 7. Della Monica-Guarise 42.14. Danza. Finale: 1. (1.1.) Davis-White (Usa) 178.48; 2. (3.2.) Ilinykh-Katsalapov (Rus) 156.62; 3. (2.3.) Shibutani-Shibutani (Usa) 154.56.

Nuoto Risultati Europei


Finali. Uomini. 100 sl: 1. Morozov (Rus) 45"68 (7 t. alltime); 2. Lagunov (46"52); 3. Agnel (Fra) 46"80; 4. Dotto 46"92. 1500 sl: 1. Paltrinieri 1427"78 (p., passaggi 348"46, 741"51, 1133"83; 1 crono 2012); 2. Frolov (Ucr) 1430"87; 3. Pannier (Fra) 1441"97; 5. Detti 1445"72 (p.). 50 ra: 1. Scozzoli 26"18; 2. Hetland (Nor) 26"20; 3. Dugonjic (Slo) 26"24. 200 fa: 1. Cseh (Ung) 152"11; Bromer (Dan) 153"38; 3. Verlinden (Ola) 153"47; 7. Pavone 154"26 (p.) 4x50 sl (U/D): 1. Francia (F. Manaudou, Bousquet, Muffat, Santamans) 129"64; 2. Russia 130"41; 3. Finlandia 131"74; 4. Italia 132"40. Donne. 400 sl: 1. Muffat (Fra) 354"85 (record del mondo, prec. 354"92, Jackson, 8/8/2009; passaggi 56"24, 156"93, 256"01, 354"85); 2. Friis (Dan) 358"85; 3. Balmy (Fra) 359"80; 8. Carli 405"42 (b. 404"99, p.); 10. De Memme 407"44. 50 do: 1. Manaudou (Fra) 26"78; 2. Jovanovic (Cro) 26"84; 3. Baumrtova (R.Cec) 26"97; 4. Barbieri 26"98 (p.); 37. Esposito 29"41. 100 mx: 1. Hosszu (Ung) 58"83; 2. Jakabos (Ung) 59"15; 3. OConnor (Gb) 59"82. Semifinali. Uomini. 100 do: 1. Stravius (Fra) 50"96; 5. Lestingi 51"65; 8. Laugeni 51"96 (p.); 21. Bonacchi 53"33 (p.). 100 mx: 1. Mankoc (Slo) 52"84; 13. Turrini 54"38 (p.). Donne. 100 rana: 1. Pedersen (Dan) 104"49 (1 crono 2012); 11. Boggiatto 107"76. 100 fa: 1. Bianchi 57"18; 7. Di Pietro 58"52; 18. Polieri 59"92. Oggi: 50 sl D (Di Pietro); 50 fa U (Giordano, Dotto); 400 mx (Pirozzi, Polieri); 200 ra U; 200 sl D (Carli, De Memme); 200 sl U (DArrigo, Detti, Di Giorgio, Maestri); 200 do

Sport invernali Bob: Bertazzo 12


A Whistler (Can) terza tappa di Coppa del Mondo, vinta da Holcomb. Uomini. Bob a 2: 1. Usa 1 (Holcomb) 145"26 (52"54/1+52"72/1); 2. Can 1 (Rush) a 0"04 (52"57/2+52"73/2); 3. Ger 3 (Friedrich) a 0"34 (3+4); 12. ITALIA 1 (Bertazzo-Costa) a 1"14 (13+13). Donne: 1. Can 1 (Humphries) 148"68 (54"20/1+54"48/1); 2. Svizzera 1 (Meyer) a 0"69 (3+2); 3. Ger 1 (Kiriasis) a 0"82 (5+3); 10. Usa 2 (Meyers-Jones) a 2"14 (9+13). Skeleton. Donne: 1. Thees (Ger) 150"92 (1+2); 2. Reid (Can) a 0"17 (3+4); 3. Yarnold (Gb) a 0"25 (7+1).

IL GRAND PRIX DI GINNASTICA CON I MEDAGLIATI DI LONDRA

Farfalle azzurre, festa a Cagliari


Circa 3000 persone hanno riempito il PalaRockefeller di Cagliari per assistere al Grand prix Gioverde Cup di ginnastica. In pedana gli azzurri e azzurre della ginnastica artistica e le Farfalle della ritmica (foto Tomasi). Unovazione per le ragazze di Emanuela Maccarani, tre volte iridate e bronzo olimpico a Londra questanno. In pedana tra gli altri salito laltro medagliato azzurro dei Giochi, lannelista Matteo Morandi di bronzo a Londra. Applausi anche per la campionessa mondiale alla round 2006 Vanessa Ferrari e e per la giovanissima campionessa europea jr Enus Mariani

Vela
VENDEE GLOBE (r.ra.) Ancora problemi per gli skipper impegnati nel Vendee Globe. Ieri Vincent Riou su PRB ha comunicato che mentre si trovava in 4 posizione ha urtato una boa metallica che ha causato una delaminazione di circa un metro sulla fiancata destra dello scafo, successivamente si anche accorto di un serio problema allalbero. Riou sta tentando limpossibile per riparare i danni nella speranza di poter continuare la regata (in caso contrario sarebbe il 7 skipper a ritirarsi).In testa sempre Le Cleach (Banque Populaire), 14 Alessandro di Benedetto su Team Plastique.

Hockey ghiaccio Continental Cup Bolzano ok


(m.l.) Il Bolzano centra la seconda vittoria al Palaonda (4000 spettatori) nel Gruppo D di semifinale della Continental Cup. Ieri i campioni d'Italia hanno battuto 2-0 (0-0, 0-0, 2-0) il Landshut Cannibals (Ger) e rimangono al comando a punteggio pieno. Reti di Ryan Flynn e Mark Mc Cutcheon. Shutout per il goalie Tomas Duba. Altra: Herning Blue Fox-Toros Neftekamsk 1-3.

38

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

Gli annunci si ricevono tutti i giorni su:

www.piccoliannunci.rcs.it agenzia.solferino@rcs.it
oppure nei giorni feriali presso lagenzia:

AUTISTA Kb, iscrizione al ruolo, esperienza quinquennale, Milano / Hinterland. Disponibilit immediata. 333.14.18.761. AUTISTA magazziniere italiano patente C, ADR Base CQC, disponibile trasferte. Tel. 333.39.06.259. ADDETTO alla conduzione negozio abbigliamento, personale, cassa, vetrine, cinquantenne offresi anche altro settore sempre esercizio pubblico, Milano e hinterland. 347.25.71.429. ADDETTO alle vendite offresi in Milano. Ventenne milanese esperienza accoglienza gestione clienti anche settori turismo ristorazione. 345.44.11.251. CERCO lavoro come maggiordomo per casa/hotel, massima seriet, massime referenze. Cell. 338.31.72.925 CERCO lavoro come portinaio, giardiniere, pulizie, ottima esperienza, disponibilit immediata. Cell. 329.41.55.838. CERCO lavoro domestico, autista patente B - C - D esperienza, referenziato. Tel. 389.62.30.353. GOVERNANTE italiana referenziata offresi massima seriet. Tel. 345.01.12.424 CONTABILE pensionato offre collaborazione part-time a media piccola societ. Tel. 347.01.67.380. DIRIGENTE pensionando plurilingue collabora quale assistente personale alla gestione di propriet, attivit, contratti, societ, controversie e pratiche varie 334.68.30.693 PAGHE esperta programma Zucchetti esegue al proprio domicilio no contatti con clienti studio. Corriere 38-XZ - 20132 Milano PENSIONATO cerca lavoro come custode o altre mansioni di fiducia. Cell 338.82.57.481. BABY SITTER colf, assistenza persone, lingua russa poco italiano, seria, esperta, referenziata, onesta, part-time / fissa, offresi cell. 328.90.64.112

BABY SITTER italiana referenziata offresi anche famiglia in Germania. friceflo@gmail.com 0039.333.62.58.495 BABY SITTER signora tedesca, referenziata, esperienza, responsabile, lingue italiano, inglese, offresi. 331.80.97.790. BABY-SITTER colf, assistenza persone, seria, espertissima, referenziata, precisa, onesta offresi luned/venerd anche part-time, Milano. 339.60.19.354. LONDRA ristrutturazioni impresa artigianale italiana lunga esperienza - ristruttura, gestisce, eventuali compravendite case / appartamenti. Tel: 0044.777.83.54.048

compriamo contanti, supervalutazione gioielli antichi, moderni, orologi, oro, diamanti. Sabotino 14 Milano. 02.58.30.40.26.

PUNTO D'ORO

Milano Via Solferino, 22


tel.02/6282.7555 - 02/6282.7422, fax 02/6552.436
Si precisa che ai sensi dellArt. 1, Legge 903 del 9/12/1977 le inserzioni di ricerca di personale inserite in queste pagine devono sempre intendersi rivolte ad entrambi i sessi ed in osservanza della Legge sulla privacy (L.196/03).

BADANTE dama di compagnia. Donna 44enne di elevato livello culturale e sociale si propone per anziane signore bisognose di cure e di stimoli intellettuali per trascorrere insieme giornate tra conversazioni, letture, gite a mostre, musei, parchi, ecc. In Milano centro. Tel. 338.99.86.363 BADANTE fissa giorno / notte offresi. Persona seria, esperienza 7 anni, referenziata. 327.16.08.863 BADANTE pensionata italiana esperta disponibile anche brevi periodi a persona autosufficiente. 349.42.60.165 BADANTE srilankese esperienza 18 anni referenziata offresi Milano e provincia. Cell. 327.54.60.054 CAPANNONI 1000 - 2000 mq, affittansi Samarate (Va), vicinanze Malpensa, uso industriale, con carri ponte. CE-EPH Classe D, 32,08 Kwh/mca. Tel. 02.86.45.21.28. LONATE POZZOLO (Va) Via Magenta, 29 nuovo capannone vendesi/affittasi, 2.680 mq. + 450 mq. uffici arredati, 2 campate h. 12 mt, 1 campata h. 8.50 mt, completo di tutti gli impianti tecnici e cabina 630 Kw, CE D, 41,26 KWh/mc. Tel. 02.86.45.21.28.

ATTIVIT da cedere / acquistare artigianali, industriali, turistico alberghiere, commerciali, bar, aziende agricole, immobili. Ricerca soci. Business Services 02.29.51.80.14 di abbigliamento in Milano via Torino locale 409 mq, per contatti 328.30.23.049 CEDESI ristorante Arco della Pace posti 60/70, ottimo stato, affitto interessante, zona bar. 336.33.48.09

CEDESI ATTIVIT

automobili e fuoristrada, qualsiasi cilindrata, pagamento contanti. Autogiolli, Milano. 02.89504133 - 02.89511114.

ACQUISTIAMO

ACQUISTI e pianificazione in mobilit, esperienza ventennale multisettore, ottimo Excel, Office e AS400. Disponibilit immediata e flessibilit, offresi Milano e hinterland. Tel. 340.06.57.406. ADDETTA alla formazione, pluriennale esperienza organizzazione corsi anche finanziati. Disponibilit immediata. 388.42.14.743. ADDETTA ufficio acquisti, esperienza pluriennale con fornitori italiani ed esteri.Utilizzo AS400. Buona conoscenza inglese. Tel. 347.97.67.677. INTRODOTTISSIMO mercato cileno quarantenne italiano residente a Santiago esperienza cultura universitaria esaminerebbe proposte di seria azienda veramente interessata inserirsi mercato cono sudamericano fsp.italia@gmail.com RESPONSABILE vendite esperienza selezione creazione gestione reti vendita esamina proposte tel. 347.04.94.180 BROKER assicurativo ricerca portafoglio, zone Milano, Monza, Pavia, Basso Piemonte. Scrivere a Corriere 30-XZ - 20132 Milano Riservatezza COMMERCIALE vendite, sales manager. national key account senior, alto livello, settore consumer elettronics, consolidata esperienza, ottima introduzione a livello nazionale, ottime referenze, esamina proposte. Mail: cve2213@gmail.com ESPERIENZA ventennale vendite, presenza, cultura offresi a show-room, negozio, gestione clienti. 338.53.67.883 ASSEMBLATORE montatore, magazziniere, metalmeccanico, 20 anni di espereinza, serio, volenteroso, offresi ad azienda in Monza e hinterland. 333.24.53.520.

MASSAGGI rilassanti su futon euro 60 in ambiente raffinato. Sauna, bagno turco e idromassaggio. 02.66.98.13.15.

ACQUISTIAMO Argento, Oro, Monete, Diamanti. QUOTAZIONI:

ORO USATO: Euro 28,75/gr. ARGENTO USATO :

CONTATTO piccante 899.11.14.84. Esibizioniste 899.89.79.72. Euro 1,80 min./ivato. Solo Adulti. Mediaservizi, Gobetti 54 - Arezzo. PERVERSO pensiero 899.84.21.21. Casalinghe 899.84.21.22. Euro 1,30min/ivato. VM18. Futura Madama31 Torino.

A meno impossibile. Euro 99.000... quasi sulla spiaggia. Lago Garda, Golfo di Desenzano. Appartamento come nuovo affacciato piscina caraibica. Corri, cos ci fai Natale! CE: D IPE: 118 kWh/mqa. 030.91.40.277. LOANO bilocale termoautonomo a pochi passi dal mare, di recente ristrutturazione, ottimo arredamento. CE: G. Tel. 019.67.76.99 339.18.95.414 Appartamenti Residence Niro, prezzi scontati. Segreteria 019.67.33.45

Euro 475,00/kg. GIOIELLERIA CURTINI via Unione 6 - 02.72.02.27.36 335.64.82.765 MM Duomo-Missori

LOANO (SV) INVERNO

ACQUISTIAMO brillanti, gioielli firmati, orologi marche prestigiose, monete, argenteria. Il Cordusio 02.86.46.37.85.

www.piccoliannunci.rcs.it
Pochi click e il tuo annuncio su Corriere della Sera , Gazzetta dello Sport e tablet.
agenzia.solferino@rcs.it

Gli annunci si ricevono tutti i giorni feriali anche nella tua citt: BRESCIA : Sales Solutions T. 030/3758435, F 030/3758444 . COMO : T. 031/24.34.64, F 031/30.33.26 . CREMONA : Uggeri Pubblicit s.r.l. T. 0372/20.586, F 0372/26.610 . GENOVA : T. 010/218783 MONZA : SPM Monza Brianza s.r.l. T. 039/394.60.11, F 039/394.60.55 . OSIMO-AN : T. 071/72.76.077 071/72.76.084 PALERMO : T. 091/30.67.56, F 091/34.27.63 . PARMA : Publiedi srl T. 0521/46.41.11, F 0521/22.97.72 . RIMINI : InAdrias Servizi Pubblicitari s.r.l. T. 0541/56.207, F 0541/24.003 . ROMA : In Fieri s.r.l. T. 06/98.18.48.96, F 06/92.91.16.48 . TORINO : T. 011/50.21.16, F 011/50.36.09 .

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

39

TERZO TEMPO
GazzaFocus

LETTERE

Dopo lalluvione in Toscana che ha distrutto campo e spogliatoi

Non solo calcio


A cura di FAUSTO NARDUCCI Fax: 0262827917.Email: gol@rcs.it

Albinia, lurlo dal fango Rivogliamo il calcio


Il settore giovanile della squadra della frazione di Orbetello rischia di sparire: Qui manca tutto, i big di A e B ora ci aiutino
DAL NOSTRO INVIATO

Mia figlia cestista delusa perch non pu trasferirsi


Sono il pap di una ragazza di 14 anni che gioca a basket da 3 anni presso una societ di basket in provincia di Quartu S. Elena, lAntonianum Basket. Questanno mia figlia ha deciso di trasferirsi alla Virtus Cagliari. Con una stretta di mano, a fine agosto il presidente ci ha accordato il permesso ma non andata cos: altri atleti si sono trasferiti, a mia figlia stato impedito con la risposta che deve servire da esempio al fuggi fuggi gratuito dei ragazzi presso altre societ. Il regolamento Fip d ragione alla societ che, cartellinando mia figlia, proprietaria del suo cartellino sino alla et di 21 anni e non accetta nessun ragionamento di buon senso. Ho scoperto che per questo caso frequentissimo tanti ragazzi e ragazze di giovanissima et smettono di fare sport, ma io non intendo mollare: abbiamo iniziato una protesta su facebook tra i coetanei di mia figlia e tanti personaggi del basket ci confortano
Mario Pinna (Quartu SantElena, Ca)

GAETANO IMPARATO ORBETELLO (Gr)

GLI EFFETTI DELLA PIOGGIA CHE COSA RESTA


1

Caro Rivera, dopo le scarpette, regalami unaltra magia per i miei 250 ragazzi. Albinia, 4.000 anime in balia di una tragedia. Lalluvione dell11 e 12 novembre ha sommerso la frazione pi popolosa di Orbetello cancellando il calcio, affondando lUSD e i sogni dei suoi 250 ragazzi. Basta andare su YouTube per farsi unidea del dramma di chi evacuato su canotti e gommoni, salendo sui tetti aspettando un elicottero. Il mare di fango ha violato quel sogno: la prima squadra dellAlbinia in Eccellenza, ma rischia di svanire il gran serbatoio del settore giovanile. Al campo Combi si allenava Consonni e aveva giocato gi una gara prima che Camilli lo precettasse per essere lallenatore ombra del Grosseto. NellAlbinia ci sono anche Lorenzini, Dalle Nogare e Nieto (tornei in B e C). A dirigere le giovanili c Luciano Fusini, ex gloria del Bologna, e tra gli allenatori c Gabriello Carotti: fantasista fine Anni 70, realizz il primo gol in A, col Milan, rubando le scarpe da gioco a Rivera e azzerando una rete lampo di Paolo Rossi. Al Milan ero in camera con Baresi. Liedholm mi fece debuttare, nel 1978, a Bologna: con me Collovati, Capello, Bigon, Rivera, Maldera... Lanno dopo, a Perugia, segnai entrando al posto di Bigon: avevo preso in prestito dallarmadietto di Rivera, che aveva smesso, un suo paio di scarpette. Mi portarono fortuna. E mai restituite. Carotti, oggi 50enne, racconta: Sarebbe bello che Gianni, nella veste di presidente del settore giovanile della Federcalcio, ci desse una mano, come i miei ex compagni di squadra. Sarebbe un sogno se ogni giocatore regalasse un pallone a ogni nostro bambino. Non chiediamo palazzi, ricchezza, ma lopportunit di riprendere a giocare sul nostro campo. Ora ci manca tutto.
Dramma Gi, lesondazione dellAlbegna ha tramutato il Combi in unenorme piscina di

chevole di cartello del Grosseto con lincasso da devolvere alla nostra societ per riavere luce, acqua calda e docce, panche e armadietti. Se preferiscono possono anche non darci soldi, che io tra laltro non voglio gestire, ma aiuti precisi e non doppioni o migliaia di divise e tute. Serve che anche la politica si dia una mossa. Il sindaco di Orbetello, Monica Paffetti, quando ha visitato la frazione s beccata uno schiaffo per avere precisato, con chi polemizzava sul mancato stato di allerta, che del rischio allu-

Niente di nuovo sotto il sole, purtroppo. Questa rubrica ha gi trattato casi simili in altri sport e i regolamenti federali danno ragione ai club proprietari dei cartellini. Qualcosa si muove per aprire una breccia al Coni, quindi ben venga la sua protesta. Atmosfera mesta e spettatori in ribasso, anche perch Milano una piazza esigente. Per le critiche della Gazzetta ci sono sempre state e non tocca ai nostri commentatori chiedere la testa dellallenatore. Dopo la vittoria con Zagabria si pu pensare a risalire.

Gallinari star Tutto meritato?


Bel giocatore Gallinari, ok lorgoglio nazionale, ma non vi sembra che stiate esagerando con mega foto e articoli a lui dedicati? A mio avviso state costruendo un mito che (almeno per ora) non ha ragione di essere.
Nicola Ciompi (Cecina)

NEL GROSSETANO
2 3

La rinascita di Livorno
Sono il preparatore fisico della Pielle Pallacanestro Livorno che ricorderete negli Anni 80 col marchio Allibert (quella parte di Livorno che tuttoggi continua imperterrita a gioire dello scudetto vinto da Milano contro i nostri odiati cugini e che ancora affolla in 400 tifosi le gradinate del palazzetto, sventolando un bandierone di 19 metri per le partite di serie D). C di eccezionale che il 29 e 30 dicembre prossimi siamo stati invitati a Madrid a partecipare ad un torneo internazionale con la nostra squadra di serie D e U17 (opportunamente rinforzata dalle altre societ cittadine) insieme a Real Madrid, Mostoles ed Estudiantes Madrid nel nuovo Palas da 9000 posti che sar pronto ai primi di dicembre. Sarebbe bello mettere in risalto questo evento che sicuramente sarebbe daiuto per una piazza storica come Livorno che fatica a rientrare nel grande basket.
Andrea Falleni (Livorno)

Le drammatiche immagini di Albinia: 1 Il campo Combi ridotto a una poltiglia di fango; 2 Gabriello Carotti, 50 anni, ex Milan, uno dei tecnici dellUSD Albinia; 3 Il Combi sommerso dallacqua

GDS

DRAMMA IN MAREMMA

Sono morti in 5 Danni stimati per 225 milioni


La Toscana sta ancora facendo la conta dei danni procurati dallalluvione che ha colpito la regione l11 e il 12 novembre. Due giorni interminabili di piogge che hanno messo al tappeto gran parte del territorio. In Maremma per lalluvione sono morte 5 persone: qui mancata lacqua potabile, moltissimi campi sono stati devastati e tante strade sono state chiuse. Il cattivo tempo ha fatto danni stimati intorno ai 225 milioni di euro. Il Parlamento ha stanziato 250 milioni a favore di tutta la Regione Toscana, ritenuti, per, pochi dal governatore Enrico Rossi, secondo il quale ne servirebbero 360.

melma violando spogliatoi, sede, mini-palestra, campo e porte, sfiorando addirittura nel massimo della piena lincrocio dei pali. Non c pi nulla, c solo desolazione ammette il presidente Luca Vaselli. Un omone in ginocchio anche con la sua azienda (Tutto sommerso, spalo da giorni...), e che si commuove pensando alle mamme. Subito dopo la piena una cinquantina di madri venuta a ripulire per permettere ai loro bambini di tornare a giocare. E ancora lavorano: in sede. Ma il fango ha inghiottito i pulmini per le trasferte, il trattorino per lerba e semina, panche e scaffali, scrivanie, computer, documenti. Tutto impraticabile, come limpianto di riscaldamento e quello elettrico.
Servirebbe... LAlbinia ad un bivio: chiudere subito oppure provare a risorgere, ma servono aiuti mirati. Che cosa chiediamo? Magari lintervento di club professionistici, unami-

vione aveva avvisato tutti dal sito del Comune. Il pap del presidente Vaselli assessore allo sport (Ma decidono sindaci, presidenti di Provincia e Regione che ormai sono veri Dogi, spero si sensibilizzino, dice il numero uno del club).
SOS a Tommasi Se Carotti chia-

Risponde L. Chiabotti Siamo tifosi di Gallinari, non un mistero. E per lui abbiamo unattenzione accresciuta dal fatto che, a differenza di Andrea Bargnani del quale siamo ugualmente tifosi, gioca in una squadra di alto livello e certe prestazioni hanno anche unimportanza sulla stagione Nba. Crediamo che il primo a non sentirsi un mito sia lui, e che i tifosi italiani, come lei, capiscano che certe attenzioni esagerate non significano ritenere Danilo gi una stella della Nba.

ma a raccolta il suo vecchio Milan, ricordando come proprio a Grosseto c stato il decollo della carriera di Massimiliano Allegri, Lorenzini, invece, manda un messaggio direttamente allAssocalciatori. Ricordo che spesso, nello spogliatoio in B e C, passavano circolari in cui si chiedeva di dare anche un solo euro per aiutare chi era in difficolt... Spero ci aiutino, non per la prima squadra quanto per i ragazzini. Venivano al campo, ad allenarsi, tutti sognando un giorno di giocare in A. Se la Serie A si fermasse un attimo a guardare la loro disperazione e aiutarci, sarebbe un gesto nobile.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Pi duri con lArmani


Esterno il mio disappunto per quanto sta succedendo in casa Olimpia Milano. E giunto il momento che la societ dimostri di essere in grado di fare qualcosa per far svoltare una stagione che sembra avviarsi verso l'ennesimo disastro. E mi aspetterei che il vostro giornale prendesse una posizione ben definita. Perch ho la sensazione che ci sia una certa preoccupazione nellattaccare Milano, anche quando gli attacchi arrivano da ogni parte, ma soprattutto da noi tifosi. Vi sarete accorti dellatmosfera che si vive al Forum.
Francesco Zanchi (Milano)

Sembra una battuta e invece tutto vero scriveva Il Tirreno a proposito di questo invito della Pielle di serie D a giocare con Madrid ed Estudiantes (sia pure squadra B) in un palazzetto di 9000 posti. Quale miglior stimolo per provare a risalire nel grande basket?

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DIRETTORE RESPONSABILE ANDREA MONTI andrea.monti@gazzetta.it VICEDIRETTORE VICARIO Gianni Valenti gvalenti@gazzetta.it VICEDIRETTORI Franco Arturi farturi@gazzetta.it Stefano Cazzetta scazzetta@gazzetta.it Ruggiero Palombo rpalombo@gazzetta.it Umberto Zapelloni uzapelloni@gazzetta.it PRESIDENTE Angelo Provasoli VICE PRESIDENTI Roland Berger Giuseppe Rotelli AMMINISTRATORE DELEGATO Pietro Scott Jovane CONSIGLIERI Umberto Ambrosoli, Andrea Bonomi C., Fulvio Conti, Luca Garavoglia, Piergaetano Marchetti, Paolo Merloni, Carlo Pesenti, Giuseppe Vita DIRETTORE GENERALE Riccardo Stilli
Testata di propriet de "La Gazzetta dello Sport s.r.l." - A. Bonacossa 2012

RCS MediaGroup S.p.A. Divisione Quotidiani Sede Legale: Via A. Rizzoli, 8 - Milano Responsabile del trattamento dati (D. Lgs. 196/2003): Andrea Monti privacy.gasport@rcs.it - fax 02.62051000 COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sar perseguita a norma di legge DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA Via Solferino, 28 - 20121 Milano - Tel. 02.62821 DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A. Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano Tel. 02.25821 - Fax 02.25825306 SERVIZIO CLIENTI Casella Postale 10601 - 20110 Milano CP Isola Tel. 02.63798511 - email: gazzetta.it@rcsdigital.it PUBBLICIT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE PUBBLICIT Via A. Rizzoli, 8 - 20132 Milano Tel. 02.25841 - Fax 02.25846848

DIRETTORE GENERALE DIVISIONE QUOTIDIANI Alessandro Bompieri

EDIZIONI TELETRASMESSE Tipografia Divisione Quotidiani RCS MEDIAGROUP S.p.A. - Via R. Luxemburg - 20060 PESSANO CON BORNAGO (MI) - Tel. 02.95743585 S RCS PRODUZIONI S.p.A. - Via Ciamarra 351/353 - 00169 ROMA - Tel. 06.68828917 S SEPAD S.p.A. - Corso Stati Uniti, 23 - 35100 PADOVA - Tel. 049.8700073 S Editrice La Stampa SpA - Via Giordano Bruno, 84 10134 Torino S Tipografia SEDIT - Servizi Editoriali S.r.l. - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - 70026 MODUGNO (BA) - Tel. 080.5857439 S Societ Tipografica Siciliana S.p.A. - Zona Industriale Strada 5 n. 35 95030 CATANIA - Tel. 095.591303 S Centro Stampa Unione Sarda S.p.A. - Via Omodeo - 09034 ELMAS (CA) - Tel. 070.60131 S BEA printing bvba Maanstraat 13 - 2800 - MECHELEN (Belgio) S Speedimpex USA, Inc. - 38-38 9th Street Long Island City, NY 11101, USA S CTC Coslada - Avenida de Alemania, 12 - 28820 COSLADA (MADRID) S La Nacin - Bouchard 557 - 1106 BUENOS AIRES S Taiga Grfica e Editora Ltda - Av. Dr. Alberto Jackson Byington n. 1808 - OSASCO - SO PAULO - Brasile. S Miller Distributor Limited - Miller House, Airport Way, Tarxien Road - Luqa LQA 1814 - Malta S Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd - 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia - 1300 Nicosia - Cyprus

PREZZI DABBONAMENTO C/C Postale n. 4267 intestato a: RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI ITALIA 7 numeri 6 numeri 5 numeri Anno: e 299,40 e 258,90 e 209,10 Per i prezzi degli abbonamenti allestero telefonare allUfficio Abbonamenti 02.63798520

INFO PRODOTTI COLLATERALI E PROMOZIONI Tel. 02.63798511 - email: linea.aperta@rcs.it

COLLATERALI *con War Movies N. 37 e 11,19 - con Alberto Sordi N. 48 e 11,19 - con Aerei Collection N. 33 e 14,19 - con Calciatori Panini La Raccolta Completa N. 29 e 6,19 con Lupin N. 29 e 11,19 - con Le Stelle della NBA N. 23 e 6,19 - con Ferrari Racing N. 43 e 14,19 - con Adesso Fai da te N. 20 e 6,19 - con Spider-Man N. 21 e 11,19 - con Orologi Forze Armate N. 14 e 16,19 - con lUomo Tigre N. 14 e 11,19 - con Cucina Italiana N. 13 e 11,19 - con Hall of Fame N. 10 e 11,19 - con Cavalieri dello zodiaco N. 4 e 11,19 - con I love travel N. 8 e 5,19 - con Tutto il trio N. 3 e 12,19 - con Max e 3,50 con Sportweek e 2,70

Testata registrata presso il tribunale di Milano n. 420 dell1 settembre 1948 ISSN 1120-5067 CERTIFICATO ADS N. 7334 DEL 14-12-2011

PROMOZIONI

La tiratura di sabato 24 novembre stata di 360.452 copie

ARRETRATI Richiedeteli al vostro edicolante oppure ad A.S.E. Agenzia Servizi Editoriali - Tel. 02.99049970 - c/c p. n. 36248201. Il costo di un arretrato pari al doppio del prezzo di copertina per lItalia; il triplo per lestero.

PREZZI ALLESTERO: Albania e 2,00; Argentina $ 16,00; Austria e 2,00; Belgio e 2,00; Brasile R$ 7,00; Canada CAD 3,50; Cz Czk. 64; Cipro e 2,00; Croazia Hrk 15; Danimarca Kr. 18; Egitto e 2,00; Finlandia e 2,50; Francia e 2,00; Germania e 2,00; Grecia e 2,00; Irlanda e 2,00; Lux e 2,00; Malta e 1,85; Marocco g 2,20; Monaco P. e 2,00; Norvegia Kr. 22; Olanda e 2,00; Polonia Pln. 9,10; Portogallo/Isole e 2,00; Romania e 2,00; SK Slov. e 2,20; Slovenia e 2,00; Spagna/Isole e 2,00; Svezia Sek 28; Svizzera Fr. 3,00; Svizzera Tic. Fr. 3,00; Tunisia TD 3,50; Turchia e 2,00; Ungheria Huf. 600; UK Lg. 1,80; U.S.A. USD 4,00.

40

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

ALTRI MONDI

Il fatto del giorno


DI GIORGIO DELL'ARTI gda@gazzetta.it

_la consultazione di oggi

IL PDL IN DIFFICOLT

Le primarie del centrosinistra sicuro che Bersani vincer?


Si vota fino alle 20 Il segretario Pd in vantaggio, ma lalta affluenza pu aiutare Renzi I due dovrebbero sfidarsi domenica al ballottaggio
Oggi si vota per le primarie di centrosinistra, cio si sceglie il candidato premier della coalizione formata da Partito Democratico e Sinistra Ecologia Libert. I candidati sono cinque: Pier Luigi Bersani, 61 anni, da Bettola, in provincia di Piacenza, segretario del partito; Matteo Renzi, 37 anni, fiorentino e sindaco di Firenze; Nichi Vendola, 54 anni, barese e governatore della Puglia; Laura Puppato, 55 anni, da Crocetta del Montello, in provincia di Treviso, consigliere regionale del Veneto; Bruno Tabacci, 66 anni, da Quistello, in provincia di Mantova, assessore al Bilancio del comune di Milano.

E Berlusconi spiazza tutti Ora penso di ritornare

Silvio Berlusconi, 76 anni, non pi premier dal novembre 2011

DARCO

1ha elencati secondo lordine Li


di preferenza dei sondaggi.

Esattamente. Bersani viene dato in testa, un po da tutti, con una quota di preferenze che si aggira intorno al 45-47 per cento. Renzi prenderebbe un 27-30. Vendola in crescita nelle ultime rilevazioni un 17-21. Puppato e Tabacci stanno a mala pena sopra il 2 per cento. Un sondaggio che riguarda i social network, curato dal Politecnico di Milano (Blogmeter), vede per nettamente in testa Renzi tra i frequentatori del web, con il 38% dei voti e Bersani secondo col 29%. Il sistema prevede che, se nessuno supera il 50 per cento dei voti, si vada a un ballottaggio tra i primi due. I sostenitori del centrosinistra, in questo caso, torneranno alle urne domenica prossima, 2 dicembre. Mercoled dovrebbe esser-

ci in Rai un faccia a faccia tra i due finalisti (combinazione: proprio quel giorno dovrebbe essere nominato il nuovo direttore del Tg1). Ieri risultavano registrati per il voto un milione e mezzo di italiani, numero che ha fatto esultare Renzi: A questo ritmo domani sera saremo tre milioni. Secondo la vulgata, unalta partecipazione farebbe vincere Renzi.

2che pensa? Lei


Penso che questo turno lo vincer Bersani, perch mi parrebbe enorme che il segretario avesse messo in piedi tutto questo can can per rimetterci le penne. Come lei sa, lo statuto del Pd assegna automaticamente la candidatura per Palazzo Chigi a chi nominato segretario e, dunque, in astratto, non cera bisogno di correre rischi. Loperazione di Bersani risulta ben pensata perch ha messo al centro dellattenzione generale il partito e la serata su Sky con i cinque candidati a confronto ha senzaltro fatto bene al centrosinistra. Il se-

gretario anche riuscito, in questo modo, a tenere ben strette le anime dei suoi compagni di strada, da centanni piuttosto inclini alle scissioni. Ieri Bersani ha persino aperto allIdv, ammonendo naturalmente che il partito di Di Pietro, prima di essere ammesso nellalleanza, deve fare parecchi mea culpa. In questo quadro, lidea che poi vada a vincere Renzi appare piuttosto folle. E per qualche rischio c.

si presenteranno a queste primarie? Ecco una domanda chiave per sapere come andr.

4 si schierano i personagCome
gi notoriamente di sinistra? Dico cantanti, attori, eccetera?

3 esempio? Per
Un sondaggio inquietante commissionato dal professor DAlimonte, che una persona molto seria, mostra che se il centrosinistra andasse alle elezioni capeggiato da Renzi prenderebbe il 44% dei voti, mentre se andasse alle elezioni capeggiato da Bersani si fermerebbe al 35%. La ragione intuitiva: Renzi si colloca in una posizione pi centrale ed in grado di attrarre voti dellelettorato moderato, che non confluirebbero mai su un asse Bersani-Vendola. Quanti elettori moderati

Stando a un sondaggio della Stampa staranno con Bersani, per esempio, Marco Bellocchio, Sabrina Ferilli, Francesco Guccini, Dacia Maraini, Ennio Morricone, la Sandrelli, i fratelli Taviani, il comico Vergassola. Con Renzi: Jovanotti, Alessandro Baricco, Renzo Rosso (quello dei Diesel), Farinetti di Eataly, Pieraccioni, Faletti, Brizzi e Cesare Prandelli. Con Vendola: Serena Dandini, la Comencini, Gianni Amelio, Sergio Rubini. Con la Puppato: Nanni Moretti, Marco Paolini, Paolo Rumiz, Natalia Aspesi. Con Tabacci, finora, il solo Gianni Rivera.

5 costa tutta loperazioQuanto


ne di queste primarie?

dovrebbe essere largamente recuperato grazie ai due euro che ogni votante sar tenuto a versare prima di entrare in cabina. I soldi in pi saranno impiegati hanno promesso i dirigenti del Pd e di Sel nelle prossime campagne elettorali. Tenga conto che sono stati aperti 9.239 seggi, con altrettanti uffici elettorali annessi, coperti 7.949 comuni su 8.215, centomila i volontari impegnati. Ci sono anche i seggi esteri: 135 in 19 Paesi (6mila sono invece i concittadini all' estero che hanno chiesto di votare online) in cui lavorano 1281 volontari. Tra questi Charleroi, Il Cairo, Tunisi, Amman, New York. Le urne si aprono stamattina alle 8 e si chiudono stasera alle 20: si spera di avere unidea di come andata prima che i giornali vadano in tipografia. Per votare bisogna comunque registrarsi (anche online) e munirsi del certificato di elettore della coalizione di centrosinistra Italia Bene Comune. Chi non si preregistrato, non si allarmi: pu farlo anche oggi.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Inevitabile a Milanello il fuoco di domande, calcistiche e non, ma una risposta data ieri da Berlusconi pu pesare sul futuro del suo partito che da giorni si dibatte sulle primarie previste per il 16 dicembre: Tornare in campo? Vediamo, ci sto pensando. Lex premier ha dato una spiegazione sul perch il Pdl abbia subto una decadenza di immagine e risultati: Per il semplice motivo che non ci sono stato ha dichiarato . La gente molto delusa dalla politica, dai politici e da questi partiti. In pi, lattacco a un ex amico: Io mi sono tirato indietro perch il signor Casini aveva detto: "Se Berlusconi non c, io posso essere parte della coalizione dei moderati di centrodestra". Io mi sono tirato indietro una volta da segretario del Pdl, unaltra volta dal governo, unaltra volta da candidato premier. Il signor Casini manca di parola, non ha fatto una piega. Ecco, quindi, la soluzione prevista da Berlusconi: Credo di capire pi di qualsiasi altro in Italia quello che c' stato e quello che si deve fare, pronto a utilizzare la mia esperienza in maniera concreta. Parole che hanno spiazzato il segretario del Pdl, Angelino Alfano, costretto a rivedere pi di un piano: Se davvero dovesse tornare in campo il presidente, come ha annunciato, mi chiedo il significato di queste consultazioni, che hanno senso solo se non si candida. Altrimenti occorre ripensare tutto, ha chiarito.

Un milione e mezzo, pare, che

notizie Tascabili
Indagato per omicidio colposo

Stanno tutti bene

Linfiltrazione della ndrangheta

In 123 su barcone Soccorsi in mare a Lampedusa


Un barcone in avaria, con a bordo 123 migranti, tra quali 27 donne e alcuni bambini (uno di 2 mesi), stato soccorso ieri a circa 70 miglia a sud est di Lampedusa. A lanciare lallarme stato un peschereccio cipriota, che ha informato le autorit maltesi. Limbarcazione, in legno, era stata avvistata venerd notte da un aereo della Guardia costiera che stava sorvolando il canale di Sicilia. Sono quindi intervenute due motovedette della capitaneria di porto e una nave della Marina militare, che hanno scortato gli immigrati fino allarrivo sullisola: sono tutti in buone condizioni di salute.

Milano, il clan gestiva un grande call center: sequestro e 23 arresti


Unazienda milanese, la Blue Call, con sedi in tutta Italia, stata posta sotto sequestro per linfiltrazione della ndrangheta. Fino a due anni fa la societ contava quasi mille dipendenti, aveva un volume daffari di oltre 13 milioni di euro e gestiva call center per le primarie aziende italiane, anche nel settore delle telecomunicazioni. Ieri il blitz di polizia, carabinieri e Guardia di Finanza contro la cosca dei Bellocco ha portato a 23 arresti tra Calabria, Lombardia e Svizzera. Scrive il gip nelle quasi 500 pagine di misura cautelare: la mafia calabrese non un socio di capitali, un virus che ha come unico scopo quello di impossessarsi della societ e spolparla. Lazienda, dopo il sequestro, stata affidata agli amministratori giudiziari. Ora verr gestita dallo Stato, perch 600 dipendenti non possono rimanere senza lavoro, ha spiegato il capo della Dda di Milano.

Pantelleria: cacciatore uccide il figlio di 5 anni Stava pulendo larma


Un bambino di 5 anni, Manuel Belvisi, morto ieri a Pantelleria (Trapani), ucciso accidentalmente da un colpo esploso dal fucile del padre, dipendente della centrale elettrica dellisola. Luomo era tornato da una battuta di caccia e stava pulendo larma da fuoco, convinto che fosse scarica. In canna, per, era rimasta una cartuccia, che ha ammazzato il ragazzino sul colpo. In un primo tempo i genitori del bambino avrebbero riferito ai carabinieri che il fucile era custodito in un armadio e che sarebbe stato il piccolo a prenderlo e a maneggiarlo, finendo per uccidersi. Ora la procura della Repubblica di Marsala ipotizza per il padre il reato di omicidio colposo.

Mariano Abete, 21 anni, arrestato ieri. A destra, il nascondiglio del boss ANSA

Era a casa della madre

Il blitz a Napoli: catturato Abete, boss di Scampia


Ieri allalba stato arresta to Mariano Abete, uno dei cinque latitanti pi pericolosi della faida di Scampia. A soli 21 anni, era il reggente della cosca degli scissionisti, da mesi in guerra

con il clan dei girati. Abete era nascosto a casa della madre: quando i carabinieri hanno scoperto il suo nascondiglio, tra le intercapedini di due pareti, il latitante ha preferito arrendersi ed aprire con il telecomando la parete mobile. Ieri finito in manette anche Salvatore Paduano, 21 anni, latitante dal 2009, reggente del clan camorristico dei Gionta, attivo a Torre Annunziata (Napoli).

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

41

ALTRI MONDI

IL PRESIDENTE CONTESTATO

Morsi nella bufera: 100 feriti in Egitto


Lancio di lacrimogeni ieri al Cairo sulla folla di piazza Tahrir, radunata da venerd sera per protestare contro il colpo di mano

con cui il presidente egiziano Mohamed Morsi (nella foto Ansa) si attribuito poteri pi ampi. Contro Morsi si scagliato anche il Consiglio giudiziario supremo, depotenziato dal decreto presidenziale: i giudici hanno indetto uno sciopero. Circa 100 i feriti negli scontri in tutto il Paese.

SCANDALO NEGLI USA

Sesso con gli allievi Incriminata una prof


Unex insegnante di biologia di un liceo di Walton, nello stato di New York, stata incriminata per violenza carnale perch faceva

sesso con due studenti. Nelle aule, nel parcheggio della scuola, ma anche a casa, quando lei, Stephanie Fletcher, dava loro lezioni private. Diceva che ad ogni risposta esatta che le davo, avremmo potuto fare qualcosa, ha raccontato uno dei ragazzi. La donna inviava anche sms hard.

LINCIDENTE NEL COSENTINO SALVI IN DUE: ERANO SCESI PER APRIRE IL CANCELLO. APERTA UNINDAGINE IN PROCURA

Treno travolge un furgone in Calabria Morti 6 braccianti romeni, 3 sono donne


Il gruppo tornava da una giornata nei campi. Lurto in un passaggio a livello privato
DANIELE VAIRA

FIGURANTE IMPAZZITO

Le notizie che non lo erano


DI LUCA SOFRI

rito in maniera lieve anche il macchinista. I vigili del fuoco hanno lavorato per diverse ore per estrarre i cadaveri dalle lamiere. Ci sono volute ore anche per avere informazioni dai superstiti, che non parlano italiano ed erano in stato di shock. La Procura di Rossano ha aperto uninchiesta e sequestrato larea.
Le polemiche Secondo le Ferrovie dello Stato non sarebbero state rispettate le regole previste dalla convenzione per la gestione dei passaggi a livello privati. Ma le polemiche sulla sicurezza sono esplose. Il Pd ha chiesto che il ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera, e la.d. delle Ferrovie, Mauro Moretti, riferiscano in Parlamento sullincidente ferroviario e sulla gestione e il numero dei passaggi a livello privati.
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
Centurione danneggia una chiesa a Roma Momenti di follia ieri a Roma: un centurione, uno dei figuranti che si fanno fotografare dai turisti al Colosseo, ha fatto irruzione nella chiesa di Santa Francesca Romana, ha sollevato a mani nude una balaustra in marmo e lha rotta in diversi punti (nella foto) mentre il sacerdote celebrava la messa. Luomo, milanese di 30 anni, gi protagonista di episodi di autolesionismo, stato arrestato. A bloccarlo mentre gridava frasi blasfeme, alcuni vigili che, per ammanettarlo, hanno usato lo spray urticante

Baby suicida: prese in giro con tanti dubbi


La settimana scorsa il sito di
Repubblica ha mostrato un video delle manifestazioni di protesta degli studenti a Roma, in cui sembrava che dei lacrimogeni venissero gettati dalle finestre del ministero della Giustizia. Sono seguiti articoli, ricostruzioni e indagini: non stata fatta una chiarezza assoluta, ma oggi la spiegazione pi accreditata che fosse un effetto fuorviante, e che i lacrimogeni fossero rimbalzati sulla facciata del ministero dopo essere stati lanciati da terra. Ancora pi controversa la storia del ragazzo che si suicidato a Roma e che da subito molti giornali hanno spiegato con le persecuzioni contro la sua omosessualit. In realt, la pagina di Facebook che sembrava prenderlo in giro secondo alcuni suoi compagni era frequentata anche dal ragazzo, molti a scuola hanno negato persecuzioni, altri hanno escluso fosse omosessuale. La societ Ipsos ha diffuso un sondaggio sui candidati alle primarie del centrosinistra che stato ripreso dal sito di news Huffington Post, secondo il quale Bersani avrebbe un vantaggio sugli avversari vicino al 50%. La notizia stata poi ripresa da altri siti. Ma Ipsos ha negato, fornendo dati diversi e spiegando che quelli citati erano stati travisati ed equivocati.

Un treno travolge una monovolume: un urto fortissimo, dopo il quale lauto viene trascinata per 600 metri. Sei vittime (tre donne e tre uomini) e una scena raccapricciante, devastante che appare davanti agli occhi dei soccorritori. Sono alcuni elementi della tragedia ferroviaria che avvenuta ieri tra i comuni di Rossano e Mirto-Crosia, in provincia di Cosenza. Il convoglio, il regionale 7532 con due vagoni, partito da Sibari e diretto a Reggio Cala-

bria, verso le 17.15 ha colpito una vettura che era sui binari in un punto dove si trova un attraversamento privato dotato di cancello ad apertura manuale. Nessun passaggio a livello con barriere, nessun sottopassaggio, ma solo un cancello gestito dal proprietario del terreno. Le vittime erano tutte a bordo dellauto e si tratta di sei lavoratori romeni che stavano tornando

dopo una giornata di lavoro nei campi per raccogliere gli agrumi. Altre due persone si sono salvate perch sono scese dal mezzo per aprire il cancello del campo che d laccesso ai binari. Sul treno, passeggeri sotto shock, con dieci di loro leggermente contusi. Abbiamo sentito un gran botto, le stringate parole di alcuni viaggiatori che hanno raccontato limpatto. Fe-

A sinistra i vigili del fuoco estraggono i corpi dalle lamiere, dopo lurto con il treno a Rossano (Cs). A destra il convoglio dopo lurto
ANSA

Emergenza precari: superano i 4 milioni


La Cgil lancia lallarme: dal 2008 un aumento del 21,4% E questanno solo uno su 5 ha trovato un posto fisso
ELISABETTA ESPOSITO

SABATO DI PROTESTE

Il peso della crisi del lavoro non si misura soltanto dai numeri, disastrosi, della disoccupazione. In Italia c un mondo di insoddisfatti, economicamente e non solo, che continua a crescere. Vengono chiamati precari, una parola che in s gi raccoglie tutto il disagio possibile, e nella prima met del 2012 sono diventati oltre 4 milioni, esattamente 4 milioni e 80 mila. La cifra, che emerge dalla ricerca elaborata dallIres Cgil sui dati Istat,

Gli studenti anti-governo: cortei pacifici in tutta Italia


Studenti in piazza in tutta Italia, ieri, per protestare contro i tagli alla scuola pubblica. Ma i temuti scontri, soprattutto a Roma, per fortuna non ci sono stati. In migliaia (secondo gli organizzatori 20 mila) hanno animato il corteo non autorizzato che, in parte, ha incrociato quello dei Cobas, partito da piazzale Ostiense per arrivare al Colosseo, attraversando la citt e percorrendo anche via Arenula, davanti al ministero di Grazia e Giustizia. Molti gli slogan di solidariet alla Palestina e anche qualche coro contro Israele. Tranquilla pure la manifestazione organizzata nel pomeriggio nella Capitale dagli estremisti di destra di Casa Pound. E anche nel resto dItalia i cortei si sono svolti in maniera pacifica e il ministro Cancellieri ha potuto cos dichiarare: Ha vinto la democrazia. Le azione dimostrative pi dure si sono registrate a Firenze e Pisa. Nel capoluogo toscano, dove hanno sfilato in 2.500, un gruppo di 500 studenti entrato nella stazione e una parte scesa su un binario bloccando la partenza di un treno ad alta velocit per circa mezzora.

a Genova

17,2%

gli indeterminati Nel 2012 soltanto il 17,2% delle 5assunzioni stato a tempo indeterminato
comprende i dipendenti e i collaboratori con contratto a tempo determinato e i lavoratori che si sono accontentati di un part-time perch non hanno trovato nulla a tempo pieno. Sono tantissimi, ma quello che preoccupa davvero che diventano sempre di pi: dal 2008 sono cresciuti del 21,4% e la situazione non sembra destinata a migliorare in tempi brevi. Il quadro drammatico, tanto pi se allimpennata del precariato affianchiamo i numeri sulloccupazione, calata del 2% negli ultimi quattro anni (da 23 milioni 376 mila a 22 milioni 919mila), mentre le
Dal 2008 a oggi i precari sono cresciuti di 718 mila unit, arrivando a quota 4.080.000. I dipendenti stabili sono calati del 4,2%
LAPRESSE

persone in et di lavoro aumentavano di 500 mila unit. Moltissimi italiani dunque lavorano (e di conseguenza guadagnano) meno di quanto vorrebbero e a condizioni decisamente diverse da quelle desiderate. Un contratto a tempo indeterminato, per capirci, sta diventando una specie di figura mitologica, talmente raro che ormai ci credono in pochi. E fanno bene: nel 2012 solo il 17,2% dei dipendenti stabili ha conquistato un posto fisso.
Le reazioni Che cosa emerge dunque dallindagine? Allarea del mancato lavoro, di-

soccupati, scoraggiati e cassaintegrati, bisogna aggiungere quella del disagio nel lavoro, che coinvolge un enorme bacino di persone, commenta il segretario della Cgil con delega al lavoro, Serena Sorrentino. Non difficile comprendere quanto questa realt sia legata alla crisi economica, ma la Sorrentino va oltre: Per contrastarla sono state fatte scelte sbagliate che producono effetti negativi sulloccupazione. La riforma del mercato del lavoro, in particolare su precariet ed ammortizzatori sociali, si sta rivelando inadeguata.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Una fontana rosso sangue per dire basta ai femminicidi


Oggi la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Un dramma sentito ora pi che mai in Italia, dove sono state uccise 113 donne dal 1 gennaio, 73 dal proprio partner. Tante le iniziative, tra incontri, appelli e spettacoli. Ieri a Genova lacqua della fontana di piazza Ferrari stata tinta di rosso (nella foto), per ricordare le vittime dei femminicidi ANSA

42

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

ALTRI MONDI

IL SEQUEL TRA UN ANNO

Ritorna Pieraccioni I laureati di oggi


Sta nascendo il nuovo film di Leonardo Pieraccioni (foto LaPresse): sar una versione aggiornata de I laureati, con il

quale il comico toscano incass 15 miliardi di lire nel 1996. la storia di un 45enne dice Pieraccioni , che, passando nei posti frequentati da studente, ha nostalgia di quel periodo. Il copione gi pronto e il film dovrebbe uscire in sala nellottobre del prossimo anno.

LA F.RENAULT 2.0 ALPS PER I FUTURI CAMPIONI: KVYAT, NATO E CHATIN NEI TEST DELLA WS 3.5 AD ALCAIZ
russo ma vive a Roma, parla italiano, ha 18 anni compiuti ad aprile ed stato il secondo pilota a scrivere il proprio nome nellalbo doro della Formula Renault 2.0 ALPS. Un titolo, quello del 2012, che Daniil Kvyat (nella foto, al centro) ha ampiamente meritato.

BRIATORE: RIPARTIR IL TALENT

A
S

Addio a J.R.
Era cinico e spietato ma lo amavano tutti
A 81 anni morto Hagman, la star pi cattiva di Dallas Con la saga della famiglia texana ha segnato unepoca
FRANCESCO RIZZO

Sette vittorie, per il giovane pilota del team Koiranen Motorsport che corre con i colori Red Bull: bilancio sicuramente positivo, al termine di una stagione che lo ha visto protagonista di una volata conclusiva con i due transalpini Norman Nato (RC Formula) e Paul-Loup Chatin (Tech1 Racing), nellordine poi secondo e terzo. Un successo che valso a Kvyat un premio importante: il test con la F.Renault 3.5 sul circuito spagnolo di Alcaiz. In pista, assieme a lui, anche Nato e Chatin. La Formula Renault 2.0 ALPS traccia la strada pertanto ai futuri campioni, creando un percorso preferenziale che dalla serie della Fast Lane Promotion porta fino alle categorie pi vicine alla F.1.

Far il bis per cercare i nuovi manager Vivr una seconda stagione il talent The Apprentice, condotto da Flavio Briatore (nella foto), che mette in palio un contratto da manager ed reduce da un ottimo successo di pubblico su Cielo. Lo ha detto il vice presidente Sky, Andrea Scrosati, che ha anche annunciato una novit riguardante un altro talent, Masterchef: la prossima edizione del programma sulla cucina sar in esclusiva sulla pay tv, quindi senza finestre gratuite su Cielo

ICONA USA DA ASTRONAUTA A MAGNATE DEL PETROLIO


1 2

Se le sue volont saranno rispettate, Larry Hagman verr cremato e le ceneri sparse su un campo di frumento e marijuana. Cos spiegava lattore un giorno si cuciner una torta per 300 persone e tutte mangeranno un pezzo di me. Folle desiderio di immortalit degno del cattivo per eccellenza della tv, il J.R. Ewing di Dallas, vinto venerd da un cancro alla gola: aveva 81 anni, due figli, un passato da alcolista, un fegato trapiantato per battere un altro tumore. E un centinaio di film e telefilm interpretati in mezzo secolo. Anche se tutti lo ricordano per il ruolo del diabolico petroliere del serial Dallas, cuore nero di una saga familiare nata nel 1978, densa di alcol, intrighi, colpi bassi e colpi di scena, in onda per 13 anni in 90 Paesi. E capace di radunare 83 milioni di americani per la puntata del 21 novembre 1980, in cui veniva svelato chi aveva cercato di uccidere proprio J.R.
Eredit Hagman ha dato vita a un antieroe che tutti amavano odiare dice Leopoldo Damerini, autore del Dizionario dei telefilm : non ha eredi, semmai ha dei cloni, vedi certi personaggi di una serie di oggi come Revenge. J.R. era unicona degli Usa dei petroldollari di Ronald Reagan, ma rimasto tale anche dopo. Nel 1981 Dallas segn uno dei primi grandi successi di Canale 5 sulla Rai, e divenne il simbolo dellAmerica cinica, straricca e favolistica, un sogno nellItalia degli an-

Lo ha fatto in passato e continuer a farlo anche in futuro. E nel 2013 atteso anche il debutto della nuova monoposto (nella foto), inedita aerodinamica e maggiore performance, il tutto in un contesto di sette doppi appuntamenti sui tracciati pi blasonati in Italia ed una trasferta estera sul circuito belga di Spa-Francorchamps.

IL TROFEO ALGHISI CHIUDE E GI SI GUARDA ALLA CLIO CUP ITALIA 2013


Un trofeo per ricordare Bruno Alghisi: omaggio ad un personaggio straordinario che non c pi. Lo hanno voluto tutti, perch il preparatore lombardo era sicuramente una delle figure pi ben volute nel paddock della Clio Cup Italia. Lappuntamento per questo fine settimana a Vallelunga, nellambito della 2 Ore Endurance organizzata dal Gruppo Peroni Race. Per il monomarca della Fast Lane Promotion, si tratter di un ulteriore epilogo di una stagione che si era gi conclusa a inizio ottobre sulla pista del Mugello. Il tutto nellottica del 2013, ovvero lanno della grande sfida tra i campioni. Porte aperte, nella serie riservata alle berline 2 litri, anche ai precedenti vincitori. Sei gli appuntamenti in calendario, 12 le gare, con lapertura proprio a Vallelunga il 7 aprile. A Imola (12 maggio), Monza e Misano (7 e 28 luglio), le successive tre tappe che precederanno la pausa estiva. Quindi la resa dei conti definitiva al Mugello (8 settembre) e a Imola (6 ottobre). Con una novit: quella del gran finale di Navarra, in Spagna, il 2 e 3 novembre, che vedr al via i migliori piloti di ciascun campionato europeo, prima dellesordio (nel 2014) della nuova vettura.

1 Larry Hagman in una foto recente con un cappello texano della sua collezione 2 Lattore con Barbara Eden in Strega per amore, in cui interpretava un astronauta 3 Hagman, cerchiato in rosso, con il cast storico di Dallas

ni 80 che cercava evasione. Cresciuto in una cittadina del Texas divenuta meta turistica, figlio di una stella di Broadway, ex produttore di show per i piloti Usa in guerra, Larry si affermato in tv nel 1965 come astronauta con moglie "paranormale" in Strega per amore. Ha recitato al cinema, dal thriller sulla Guerra Fredda A prova di errore, con Walter Matthau, del 1964 a quello sui retroscena della politica I colori della vittoria, anno 1998, con John Travolta. comparso in Desperate Housewives e Nip/Tuck, finito nei Simpson e, nel 2012, tor-

nato con il sequel di Dallas, che ora andr in onda anche senza di lui ma su Canale 5 ha fatto flop. Non sono pi gli anni 80. Larry era un pifferaio che portava gioia, lo ricorda Linda Gray, ovvero Sue Ellen: lei e Patrick Duffy (Bobby) sono rimasti accanto allamico fino alla fine. Naturalmente in un ospedale di Dallas. Quale eredit lascia Hagman? Un ranch da emiri in California, alimentato a energia solare (bizzarro, per J.R.): ve lo assicurate per soli 6,5 milioni di dollari. In attesa della torta alla marijuana.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SU YOUTUBE SCALZATO BIEBER: OLTRE 800 MILIONI DI VISUALIZZAZIONI

OGGI BAND AL COMPLETO

Gangnam mania infinita Mai tanti clic per un video


Il video pi cliccato della storia di Youtube con oltre 803 milioni di contatti: Gangnam Style, hit planetaria del rapper sudcoreano Psy, non smette di stupire, di raccogliere adepti e di far ballare il pianeta. Si inchinato persino Justin Bieber, idolo delle adolescenti, che deteneva il podio di pi visto con Baby. Prima era stata invece On the floor di Jennifer Lopez ad arrendersi allesuberanza del 34enne sudcoreano nella classifica delle canzoni pi cliccate sul web.
Incetta di premi La canzone famosa per la mossa che imita una cavalcata, e prende di mira le manie e gli eccessi di un quartiere chic di Seul (Gangnam). Il brano, data-

Stones a Londra: il primo bassista torner sul palco


Dopo tante voci, la conferma ufficiale arrivata direttamente dal sito di Bill Wyman: il primo bassista dei Rolling Stones, che ventanni fa lasci la band per dedicarsi a una pi tranquilla carriera solista, torner a suonare coi vecchi compagni per le date londinesi di oggi e di gioved alla O2 Arena, allinterno del breve tour celebrativo per il cinquantenario dello storico gruppo. Confermata per le due serate anche la presenza, come ospite speciale, di Mick Taylor, che fu chitarrista degli Stones dal 1969 al 1974. Dopo gli appuntamenti londinesi, Mick Jagger e soci saranno a Brooklyn, al Barclays Center, l8 dicembre e al Prudential Center di Newark, vicino a New York, il 13 e 15 dicembre.

w w w. r e n a u l t s p o r t i t a l i a . i t

to 15 luglio, in poche settimane balzato in vetta alle classifiche mondiali, scatenando dei flash mob emulativi: da Melbourne fino a Kuala Lumpur, passando per Stoccolma, Roma, Usa e Singapore. Gangnam Style ha fatto incetta di dischi doro, dischi di platino e ha vinto il premio per il miglior video agli Ema di Mtv a Francoforte. La Corea del Sud ha assegnato a Park Jae-song (il vero nome del rapper) lordine di Okgwan, unonoreficenza culturale del Paese asiatico. Tra i fan della canzone anche Barack Obama, Ban ki-Moon, lartista dissidente cinese Ai Wei Wei e il sindaco di Londra Boris Johnson.
Il sudcoreano Psy, 34 anni
dan. va.
RIPRODUZIONE RISERVATA

a cura di RCS MediaGroup Pubblicit

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA SPORTIVA

43

ALTRI MONDI
Oroscopo
LE PAGELLE
21/3 - 20/4 21/4 - 20/5 21/5 - 21/6 22/6 - 22/7 23/7 - 23/8 20/2 - 20/3

Ariete 7
La mattina accresce il vostro attivismo, ma il pomeriggio porta ritmi pi sereni. La squadra aiuta, la famiglia rompe, il sudombelico vibra. Godetevelo!
23/9 - 22/10

Toro 6 +
Che fatica, stamane, quagliare e lavorare. Ma dal pomeriggio lo stress cala (forse) e lo charme cresce. Desuetudini suine vi tentano mucho.
23/10 - 22/11

Gemelli 6 +
Stamane tutto si incastra nel modo giusto, tutto vappaga e ristora. Dal pomeriggio gonfiore di zebedei nel lavoro, nel letto, everywhere.
23/11 - 21/12

Cancro 6 +
Il malumore, stamane vi rende un po facoceri mannari. Pomeriggio, invece, fattivo con gli amici. E col sudombelico che fa le feste...
22/12 - 20/1

Leone 6
Il sole sorge insieme al vostro buonumore. E tutto vi riesce benerrimo. Pomeriggio, per, di sfigoplumbeismo. Pure suino. State su.
21/1 - 19/2

Pesci 8
IL MIGLIORE. Se la mattina vi vede maestri nel gestire il denaro e nellorganizzare, il pomeriggio sancisce il vostro successo su ogni fronte. Pure amoroso-suino. Uau.
JURAJ KUCKA

DI ANTONIO CAPITANI
24/8 - 22/9

Vergine 6,5
Mattinata frenetica, anche per questioni di soldi. Pomeriggio di iniziative e momenti gustosi. Fornicazione ritmata e reiterata, da favola.

Bilancia 6 +
Contrasti e impicci potrebbero rendervi nervosi, maldestri, inclini agli errori: calmatevi e vigilate. Sollievi economici, desolazione suina.

Scorpione 6 Manca un mese esatto a Natale. Eppure voi avete un umore un po quaresimale, un po da 2 novembre. Reagite! Lamor, per fortuna, vi sa consolare.

Sagittario 6
Estro e talento vi fanno brillare ovunque. Ma nel pomeriggio sarete piacevoli come due foruncoli gluteici bilaterali: non pignoleggiate.

Capricorno 6 +
Stamane arrancherete un po, forse anche per via di una stanchezza atavica. Pomeriggio di fulgore, anche suino. Ogni progetto riesce!

Acquario 6 +
Tutto, in mattinata, avvantaggiato dalla vostra inventiva: dallo shopping al lavoro, fino allo sport. Ma nel pomeriggio lo zebedeo fumer. Mucho. Il centrocampista slovacco nato il 26 febbraio 1987. Il Genoa lo ha prelevato dallo Sparta Praga nella stagione 2010-2011.

Televisioni in chiaro
RAIUNO
TG1 LINEA VERDE A SUA IMMAGINE SANTA MESSA LINEA VERDE TELEGIORNALE DOMENICA IN TG1 F1: GP DEL BRASILE POLE POSITION L'EREDIT TG1 AFFARI TUOI TERRA RIBELLE IL NUOVO MONDO 23.30 SPECIALE TG1 0.35 TG1 - NOTTE 1.00 CINEMATOGRAFO. SPECIALE TORINO FILM FESTIVAL 9.00 10.00 10.30 10.55 12.20 13.30 14.00 16.10 16.15 18.45 19.00 20.00 20.40 21.30

Gazzetta.it
RAITRE
9.20 L'ISPETTORE... 10.15 LA CINA VISTA DALL'ITALIA 10.45 TGR - TG3 12.25 TELECAMERE 12.55 SE UNA FARFALLA BATTE LE ALI... 13.25 PASSEPARTOUT 14.00 TGR 15.05 ALLE FALDE DEL... 18.55 METEO 3 19.00 TG3 - TGR - BLOB 20.10 CHE TEMPO CHE FA 21.30 SPECIALE PRIMARIE CENTROSINISTRA 0.00 METEO 3 0.05 TG REGIONE 0.10 BORIS L'IMPORTANZA DI PIACERE AI NOTAI

RAIDUE
7.00 10.10 10.50 11.30 13.00 13.45 17.10 18.10 19.00 19.35 20.30 21.00 22.35 1.00 1.20 1.50 CARTONI RAGAZZI C' VOYAGER A COME AVVENTURA MEZZOGIORNO IN... TG2 QUELLI CHE STADIO SPRINT 90 MINUTO RAI SPORT GP DEL BRASILE COPS SQUADRA SPECIALE TG2 HAWAII FIVE-0 Telefilm LA DOMENICA SPORTIVA TG2 PROTESTANTESIMO METEO 2

CANALE 5
8.00 8.50 10.00 10.30 11.55 13.00 13.40 14.00 18.50 20.00 20.40 21.15 23.20 1.30 2.00 TG5 - MATTINA LE FRONTIERE DELLO SPIRITO BELLI DENTRO BENVENUTI A... MELAVERDE TG5 L'ARCA DI NO DOMENICA LIVE - 8A PUNTATA AVANTI UN ALTRO! TG5 STRISCIA LA... TI AMO IN TUTTE LE LINGUE DEL MONDO IL GIUDICE MASTRANGELO 2 TG5 - NOTTE STRISCIA LA DOMENICA

ITALIA 1
7.00 10.10 11.50 12.25 13.00 14.00 CARTONI BEETHOVEN 4 GRAND PRIX STUDIO APERTO SPORT MEDIASET THE IMMORTAL VOYAGE OF CAPITAN DRAKE 15.55 IL VIAGGIO DELL'UNICORNO 18.30 STUDIO APERTO 19.00 RITORNO AL FUTURO PARTE III

RETE 4
MAGNIFICA ITALIA S. MESSA LE STORIE DI... TG4 PIANETA MARE DONNAVVENTURA TG4 COME SI CAMBIA CAVALCA VAQUERO! DOWNTON ABBEY TG4 IL COMANDANTE FLORENT 21.30 ORGOGLIO E PREGIUDIZIO 23.45 TERRA! 0.45 I BELLISSIMI DI R4 0.50 THE INFORMANT! 1 PARTE 1.50 TG4 NIGHT NEWS 9.20 10.00 11.00 11.30 12.00 13.05 14.00 14.40 15.25 17.05 18.55 19.35

LA 7
7.30 TG LA7 10.00 TI CI PORTO IO... 11.45 JOSEPHINE ANGE GARDIEN 13.30 TG LA7 14.05 IL KENTUCKIANO IL VAGABONDO... 15.50 TI CI PORTO IO 16.10 THE DISTRICT 17.55 MOVIE FLASH 18.00 LISPETTORE BARNABY 20.00 TG LA7 20.30 IN ONDA Attualit 0.05 OMNIBUS NOTTE 1.10 TG LA7 SPORT 1.15 MOVIE FLASH 1.20 NIDO DI SPIE 3.05 LA7 DOC

I VIDEO La notte della Nba: highlights dei Bulls e poi tutto il meglio
Il meglio della notte Nba, con le pi belle azioni di giornata e gli highlights della sfida di Belinelli, Milwaukee Chicago.

IL VIDEO Dalla Palma ordina: Mio caro Faraone, tieni quella cresta

21.25 ARCHIMEDE - LA SCIENZA SECONDO... 0.20 ROBIN HOOD LA LEGGENDA 2.15 POKER1MANIA 3.10 SPORT MEDIASET 3.30 STUDIO APERTO

Film sul Digitale Terrestre

Lo Sport in chiaro, sul satellite e sul digitale terrestre


IN DIRETTA
CALCIO
11.00 TORINO FIORENTINA
Campionato Primavera SportItalia

PREMIUM
11.00 SEGNALI DAL FUTURO PREMIUM CINEMA 13.05 FINAL DESTINATION 5 PREMIUM CINEMA 14.45 CRAZY, STUPID, LOVE PREMIUM CINEMA 16.50 CONTAGION PREMIUM CINEMA 18.50 INSIDE MAN PREMIUM CINEMA 21.15 BACIATO DALLA FORTUNA PREMIUM CINEMA 23.15 THE BOURNE IDENTITY JOI 23.20 TUTTA COLPA DELLA MUSICA PREMIUM CINEMA 1.05 UN EROE BORGHESE PREMIUM CINEMA

15.00 SWANSEA LIVERPOOL


Premier League Sky Calcio 8

BASKET
12.00 MIRANDOLA CASALPUSTERLENGO
DNA maschile SportItalia 2

FOOTBALL
19.00 CHICAGO BEARS MINNESOTA VIKINGS
NFL ESPN America

RUGBY
15.00 ZEBRE PARMA CARDIFF BLUES
Celtic League SportItalia 2

SCI DI FONDO
10.30 COPPA DEL MONDO
4x5 km femminile. Da Gaellivare, Svezia Eurosport, Rai Sport 2

17.00 CHELSEA MANCHESTER CITY


Premier League Sky Sport 3, Sky Super Calcio, Sky 3D, Sky Calcio 8

19.00 VALENCIA BARCELLONA


Liga ACB SportItalia 2

12.30 BARI - MODENA


Serie B Sky Calcio 6

22.00 SAN FRANCISCO 49ERS NEW ORLEANS SAINTS


NFL SportItalia 2, ESPN America

15.30 LONDON WASPS LEICESTER TIGERS


AVIVA Premiership Sky Sport 2

12.30 COPPA DEL MONDO


4x7 km maschile. Da Gaellivare, Svezia Eurosport

15.00 ATALANTA - GENOA


Serie A MP Calcio 3, Sky Calcio 3

17.00 MONTPELLIER BORDEAUX


Ligue 1 SportItalia

20.30 ANGELICO BIELLA UMANA VENEZIA


Serie A maschile SportItalia 2, LA7d

Diego Dalla Palma, profe ta del make up italiano, "ordina" al rossonero El Shaarawy (nella foto) di non cambiare il suo look.

2.15

NEW YORK GIANTS GREEN BAY PACKERS


NFL ESPN America

SALTO CON GLI SCI


13.30 COPPA DEL MONDO
HS 138. Da Lillehammer, Norvegia Eurosport

SLITTINO
10.00 COPPA DEL MONDO
Uomini. Da Igls, Austria Eurosport 2, Rai Sport 1

IL BLOG In Challenger Italia c la prima finale (persa...) di Quinzi


Prima gioia rinviata per Gianluigi Quinzi, speranza del nostro tennis. In un Futures cileno, il 16enne marchigiano cede 6 4 6 4

15.00 CHIEVO - SIENA


Serie A Sky Calcio 5

20.45 MILAN - JUVENTUS


Serie A MP Calcio, MP Calcio HD, Sky Sport 1, Sky Super Calcio, Sky 3D, Sky Calcio 1

BIATHLON
15.30 COPPA DEL MONDO
Staffetta mista. Da Gaellivare, Svezia Eurosport

11.30 COPPA DEL MONDO


Uomini. Da Igls, Austria Eurosport 2, Rai Sport 1

GOLF
9.00 WORLD TOUR CHAMPIONSHIP
PGA European Tour. Da Dubai, Emirati Arabi Sky Sport 2

15.00 PESCARA - ROMA


Serie A MP Calcio 1, MP Calcio HD, Sky Sport 1, Sky Calcio 1

SCI ALPINO
18.00 COPPA DEL MONDO
Slalom femminile. Da Aspen, Stati Uniti Eurosport, Rai Sport 1

13.30 COPPA DEL MONDO


Team - Relay Eurosport 2, Rai Sport 1

21.00 MARSIGLIA - LILLA


Ligue 1 SportItalia

15.00 SAMPDORIA BOLOGNA


Serie A Sky Calcio 4

COMBINATA NORDICA
9.15 COPPA DEL MONDO
HS 100. Da Lillehammer, Norvegia Eurosport, Rai Sport 2

19.00 COPPA DEL MONDO

VOLLEY
17.30 CASA MODENA BRE BANCA LANNUTTI CUNEO
Serie A1 maschile Rai Sport 2

15.00 TORINO FIORENTINA


Serie A MP Calcio 2, Sky Calcio 2

AUTOMOBILISMO
16.15 F1 GP DEL BRASILE
Gara. Da San Paolo, Brasile Rai 1

NUOTO
15.30 EUROPEI VASCA CORTA
Da Chartres, Francia Rai Sport 1

Super G maschile Eurosport, Rai Sport 1

20.45 COPPA DEL MONDO


Slalom femminile Eurosport, Rai Sport 1

11.30 COPPA DEL MONDO


Eurosport, Rai Sport 2

www.gazzetta.it

GazzaMeteo
A CURA DI

Ieri
ALGHERO ANCONA AOSTA BARI

min max
7 6 6 11 7 7 7 9 8 13 6 6 10 14 7 6 13 8 4 1 10 7 19 14 10 17 15 19 13 19 17 16 14 13 19 19 10 13 20 17 12 13 15 10

Oggi
Nubi diffuse al Nord, pi dense sui settori di Nordovest con deboli piogge sulla Liguria. Qualche pioggia anche sul Friuli, schiarite sulla Romagna. Tempo asciutto e pi soleggiato al Centrosud.
Trieste Venezia
9 13 11 14

Domani
Peggiora il tempo al Nordovest soprattutto tra il Piemonte, l'alta Lombardia e la Liguria con piogge e rovesci. Nubi e locali piogge anche sul Trentino AA, Nord Veneto, Friuli; pi sole altrove, specie al Centrosud.

Dopodomani
Arriva una perturbazione pi intensa da Ovest con maltempo al Nord, anche forte tra Piemonte, alta Lombardia, Veneto e Friuli. Molte nubi e rovesci anche sul medio e alto Tirreno, isolati sull'area ionica e medio Adriatico; meglio altrove.

Trento Aosta
7 11 7 14

Legenda CIELO
Sole Nuvolo Rovesci Coperto Pioggia Temporali Neve Nebbia

BOLOGNA

Milano
10 12

VENTI
Deboli Moderati Forti Molto forti

CAGLIARI CAMPOBASSO CATANIA FIRENZE GENOVA L'AQUILA MILANO NAPOLI PALERMO PERUGIA POTENZA REGGIO CALABRIA ROMA TORINO TRENTO TRIESTE VENEZIA

Torino
7 12

Bologna Genova
14 15 9 16

Ancona

Firenze
9 16

Perugia
6 12

10 16

LAquila
3 13

MARI
Calmi Mossi Agitati

ROMA
8 17

Campobasso
7 13

Bari Potenza
5 13 9 18

Napoli
10 17

Cagliari
13 19

Catanzaro
8 16

Il sole oggi MILANO


Sorge Tramonta

ROMA
Sorge Tramonta

Palermo
12 20

Reggio Calabria
12 20

Il sole domani MILANO


Sorge Tramonta

La luna ROMA
Sorge Tramonta Nuova Primo quarto Piena Ultimo quarto

Catania
14 19

7:34

16:44

7:10

16:42

7:35

16:44

7:11

16:41

14 nov.

21 nov. 28 nov.

6 dic.

44

LA GAZZETTA SPORTIVA

DOMENICA 25 NOVEMBRE 2012

SCOMMETTI CHE IN SERIE A SEGNI QUANDO SEI STANCO?

Sisal Match Point S p A - PI 05199591008 - Conc GAD 15155

Da noi puoi avere tutte le informazioni per scommettere al meglio su oltre 1.000 eventi alla settimana, sia nei nostri 4.000 punti vendita che on line, grazie a 10.000 esperti al tuo servizio. , , , , SISAL MATCHPOINT. PERCHE C E UN INFORMAZIONE GIUSTA PER OGNI SCOMMESSA.

, CON MATCHPOINT SCOPRI CHE NEGLI ULTIMI SEI ANNI SI E SEGNATO , , , DI PIU TRA IL76 E IL 90 .

Gioca su www.sisal.it e scarica la App.

Interessi correlati