Sei sulla pagina 1di 40

www.gazzetta.

it venerd 23 novembre 2012 1,20


ITALIA

REDAZIONE DI MILANO VIA SOLFER NO 28 TEL. 0262821 REDAZIONE DI ROMA PIAZZA VENEZIA 5 TEL. 06688281 POSTE ITALIANE SPED. IN A.P. D.L. 353/2003 CONV. L. 46/2004 ART. 1, C1, DCB MILANO

anno n Anno 116 Numero 278

CALCIO VIOLENTO IL RAID NELLA NOTTE DI MERCOLEDI IN UN LOCALE DEL CENTRO DELLA CAPITALE

ilCommento

Roma: assalto razzista degli ultr Feriti in 11 (9 tifosi inglesi), 2 arrestati


Sostenitori del Tottenham, club della comunit ebraica londinese, aggrediti da 30 teppisti. In manette 2 romanisti. AllOlimpico cori antisemiti
BIANCHIN, CALABRESI, LICARI, ODDI, PUGLIESE, STOPPINI DA PAGINA 8 A PAGINA 10

VERGOGNA

NIENTE IPOCRISIA
di FRANCO ARTURI

Di intollerabile non c soltan to lassalto squadrista e vi gliacco e lincalcolabile danno di immagine internazionale con Roma che diventa sui me

POLIZIA AL LAVORO NE DOPO LA DEVASTAZIO


sterno e La polizia al lavoro alle n Ship nella nterno del pub Drunke alli de Fiori a Roma zona di Campo

dia inglesi the stab city, cio la citt degli accoltellamenti.


LARTICOLO A PAGINA 21

DOMENICA MILANJUVE DOPO I TRIONFI DI CHAMPIONS

EuropaLeague

EUROSFIDA
3 Stephan El
Shaarawy, 20 anni, cannoniere del Milan NEWPRESS

LAZIO Festa a Gascoigne Col Tottenham 00 e sedicesimi


CIERI A PAGINA 11

I bianconeri precedono di 17 punti in classifica i rossoneri: mai successo da quando ci sono i 3 punti, ma la grande classica tuttaltro che scontata. Anche grazie al Faraone...
BIANCHI, BOCCI, CENITI, GARLANDO, GRAZIANO, LAUDISA DA PAG. 2 A PAG. 7

3 Arturo Vidal, 25 anni, cileno, pilastro bianconero ANSA

NAPOLI Passa con Dzemaili e Cavani (21) Promosso al 94!


MALFITANO A PAGINA 14

INTER Tre sberle dal Rubin Kazan Avanti da seconda


DALLA VITE, ELEFANTE PAG. 1213

UDINESE E addio alla Coppa: lAnzhi non d scampo (20)


LICARI A PAGINA 15

MONDO TIFO PER XAVI,INIESTA, AGUERO

IL ROMPI PALLONE
DI GENE GNOCCHI

MESSI: Pallone dOro? Io non voterei per me


RICCI A PAGINA 20

Pato: Voglio giocare di pi. Ho gi chiesto al mio agente di parlare con suo pap Silvio.

F.1 AMICI CONTRO PER IL TITOLO IN BRASILE

SU SPORTWEEK

AlonsoVettel, qua la mano? IL TENNIS DA FAVOLA No, oggi neanche per sogno DI VINCI ED ERRANI
Domani in edicola a 1,50 col quotidiano. ALLIEVI, CASADIO, DEGLINNOCENTI, PERNA PAG. 2425

21 1 2 3> 9 771120 506000

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

PRIMO PIANO DOMENICA LA GRANDE SFIDA

Milan e Juve sono da


Dietro e in mezzo potere bianconero ma ai campioni manca un Faraone
La difesa rossonera ha subito il doppio dei gol e la mediana di Allegri ha cominciato a girare da poco. El Shaarawy, per, unico
LUIGI GARLANDO MILANO

Belle in Europa, Milan e Juve si specchieranno a San Siro. In crescita i rossoneri, vicino al top i bianconeri. Si vedranno i 17 punti di scarto che racconta la classifica dopo 13 partite? La spinta di San Siro e la probabile assenza di Chiellini restringeranno la forbice? Radiografia di due sfidanti.
Difesa I numeri dicono che la

difesa del Milan la met di quella della Juve: 18 gol subiti a 9. In 18 partite ufficiali, la porta del Milan stata inviolata solo 3 volte, quella della Juve 9 in 19 match. Allegri lha cambiata quasi sempre, Conte quasi mai: questa la vera differenza. Nessun allenatore

al mondo, difensivamente, ha perso quanto Allegri (Nesta, Thiago Silva). Al di l dei limiti dei successori, il reparto ha pagato la lunga ricerca di nuovi equilibri, necessaria dopo la rifondazione estiva. Lo sforzo di valorizzare il potenziale offensivo, anche per filosofia aziendale, ha scoperto una difesa apparsa spesso citt aperta. Il discusso ripiego nel 3-5-2 stato il tentativo disperato di fermare lemorragia. Al contrario la Juve sa difendersi con tutta la squadra, a cominciare dal pressing alto sostenuto dalle punte. Un anno e mezzo di felici collaudi hanno perfezionato i meccanismi difensivi di Conte. Domenica per dovrebbe mancare Chiellini, in forma mostruosa. Caceres affidabile, ma difficilmente pu dare la sensazione della linea titolare: un corpo a tre teste.

Centrocampo Anche qui il confronto spietato: la mediana il centro di potere di Conte, il regno di Pirlo, la diga per la difesa, un bottino di gol decisi, la rampa per esterni offensivi. Perso il rombo dello scudetto e lidea pi spiazzante (Boateng finto-trequartista), Allegri ha dovuto reinventarsi il cuore del Milan, con pezzi nuovi da

Le due squadre sono divise da 17 punti, una enormit, ma in una gara secca...

inserire: De Jong, Montolivo. Nocerino, il goleador inventato ad Ibra, si ritrovato sperduto, alla ricerca di una nuova identit tattica, come il Milan tutto, senza il suo leader tatuato. Dal 4-2-fantasia al saio triste del 3-5-2, Allegri ha provato di tutto. Napoli e Bruxelles hanno lasciato intravedere una via duscita, una certa continuit, finalmente. Montolivo, De Jong e Nocerino miscelano idee, ordine, potenza e sembrano assicurare sostegno al tridente senza denudare la difesa. E vero che anche a Bruxelles non sono mancati paurosi black-out, ma ora c unidea solida su cui lavorare e da rifinire magari con Boateng finto centravanti ed Emanuelson a destra. Con lenergico soccorso del Boa e gli abituali ripiegamenti del Faraone, la mediana avrebbe pi possibilit di reggere lurto della banda Vidal.

Attacco E qui che il Milan al-

za la cresta. Perch Conte un cannoniere di campionato in doppia cifra come El Shaarawy (10) non ce lha. Al massimo Quagliarella: 6. La Juve, spesso tradita dai suoi specialisti, ha una cooperativa di marcatori (12 gi a segno), il Milan ha il Faraone che da solo ha firmato la met dei 20. Tolta la goleada anomala di Pescara, nel numero di gol fatti non ci sarebbe il baratro che evidenziano i punti in classifica e i numeri difensivi. In attacco il Milan ha grandi margini di crescita perch conta potenzialit inespresse: Pato, Robinho, Pazzini (o chi arriver al posto loro). E soprattutto qui, in attacco, che domenica il Milan cercher di annullare in una notte sola 17 punti di distanza. Per crescere ancora.
RIPRODUZIONE RISERVATA

I PRECEDENTI

GDS

PERCH MILAN

QUI MILANO

QUI TORINO

Nuovo entusiasmo Berlusconi ha dato la ricarica a tutti


(lu.gar.) Scalare questa Juve, partendo da 17 gradini pi in basso ha il sapore dellimpresa. Ma il Diavolo ha le sue armi da spendere, a cominciare dallentusiasmo ritrovato. Aver centrato in anticipo gli ottavi di Champions ha ricaricato la truppa che, dopo lorgogliosa rimonta di Napoli e il felice arrembaggio allAnderlecht, cerca di completare il trittico della svolta: una grande prestazione con la Juve campione lancerebbe la rincorsa ai piani alti del campionato. Eccitato dalle prodezze del Faraone, il popolo rossonero potrebbe restituire domenica a San Siro una faccia intimidatoria. Se un bambino come De Sciglio guarda la telecamera a occhi fermi e dice: Non abbiamo dimenticato la partita del campionato scorso, cio il gol fantasma di Muntari e veleni vari, figuriamoci quanto spirito di rivincita circoli a Milanello. Lambiente si convinto che la visita di Berlusconi sia stata taumaturgica. Effetto placebo? Nel dubbio il Milan assumer unaltra dose di Silvio alla vigilia. Ma, a parte morale alto e motivazioni feroci, il Milan ha anche ragioni tecniche per crederci. LInter ha dimostrato che la Juve pu essere vulnerabile a un tridente che sappia allargare il campo e attaccare in corsa, al momento giusto, una difesa pi solida che reattiva. El Shaarawy ha tutto quel che serve per pungere ai fianchi un reparto che potrebbe soffrire lassenza di Chiellini. Ma prima che il Faraone affondi il colpo, la difesa dovr essere impeccabile e dimenticare le amnesie (specie sulle palle alte) che lhanno affossata spesso; e la mediana dovr reggere lurto della banda Vidal. Tutto dovr essere sincronizzato e girare al meglio. Solo al prezzo di unimpresa si pu scalare una parete di 17 punti.

El Shaarawy vola e pu sfiancare Bonucci e compagni


(lu.gar.) Il 14 febbraio 2010, quando Gasperini regal la seconda presenza in Serie A al diciottenne Stephan Kareem El Shaarawy, in un Juve Genoa 3 2, Buffon e Chiellini non potevano immaginarsi cosa sarebbe diventato nel giro di un paio di anni quel ragazzino gracile. diventato il capocannoniere del campionato, lunico giocatore della Serie A in doppia cifra: 10 gol, pi di Cavani, pi di Di Natale, pi di Milito, pi di Klose... diventato il bambino prodigio che scomoda paragoni ingombranti, da Meazza a Ronaldo, e aggiorna i record di precocit. diventato la speranza per lintero popolo rossonero, lappiglio cui aggrapparsi nel cuore di una stagione sofferta per convincersi che forse si pu programmare un futuro diverso, ma ugualmente allegro, anche senza Ibra e Thiago Silva. Se tutti i giovani sbocciano come il Faraone... Stephan El Shaarawy diventato il pericolo numero uno nella vigilia di Antonio Conte. Ricordate il gran rischio corso dalla Juve nel primo tempo contro il Chelsea? Imperiosa accelerazione da sinistra di Oscar, tecnica in velocit, e palla scaricata ad Hazard ipnotizzato da Buffon. Anche Palacio ha dimostrato che la Juve soffre quel tipo di aggressione. La difesa muscolare fatica ad intercettare un avversario che sgomma dalla fascia, nelle zone ambigue tra lesterno di centrocampo (Lichtsteiner) e quello di difesa (Barzagli), che prende velocit convergendo e penetra gli spazi di corsa palla al piede. Questa larte del Faraone. I difensori juventini, che lo hanno conosciuto da vicino in Nazionale, parlano spesso di lui in queste ore.

Macchina perfetta che ovunque giochi impone la sua legge


(lu.gar.) Diciassette punti di scarto sono tanti, roba da annali, per due squadre abituate a ragionare di scudetti guardandosi negli occhi. Ma per quanto strani, sono onesti visto ci che accaduto nelle prime 13 partite. E questa constatazione che costringe il pronostico a schierarsi platealmente dalla parte della Juve, anche se il Milan in crescita non assomiglia pi a quello allo sbando di inizio stagione. La Juve superiore come gioco di squadra e come qualit dei singoli. Diciamolo: solo El Shaarawy potrebbe strappare una maglia da titolare a Conte. Montolivo creerebbe dubbi. Ma al posto di chi? Anche Andrea Agnelli tradisce spesso animo da ultr, ma non ha mai avuto modo di parlare di Buffon come Galliani ha parlato di Abbiati. Per dire. La Juve pi attrezzata, pi organizzata e pi collaudata del Milan. Pi forte. Anche lAnderlecht, come il Napoli del primo tempo, ha dimostrato che il Milan soffre ancora i ritmi alti e la Juve resta una delle macchine da gioco dai ritmi pi alti in circolazione. La difesa rossonera non mai stata uguale a se stessa. Ad ogni gara Allegri ha dato un giro alla combinazione. Anche per questo non mai parsa una cassaforte. Impossibile raffinare nel tempo affiatamento e sincronie se cambiano sempre protagonisti e moduli. Comprensibile che la difesa abbia sofferto spesso linserimento degli incursori, perch il passaggio di consegne tra reparto e reparto richiede meccanismi messi a punto. E la Juve laureata in questo tipo di assalto: Pirlo lancia, Marchisio e Vidal simbucano al tiro. San Siro potr anche intimidire, ma Conte in trasferta ha segnato pi che a Torino (16 13) e ne ha presi di meno (4 5): la Signora si sente a casa ovunque.

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

avvero cos distanti?


IL ROMANZO DEL CALCIO ITALIANO NELLERA DEI 3 PUNTI MAI I BIANCONERI COSI AVANTI PRIMA DELLA SFIDA

GDS

LUNICA SCONFITTA NEL TROFEO BERLUSCONI

Il presidente-erede imbattuto a San Siro In gare ufficiali due vittorie e un pari


Da quando Andrea Agnelli presidente, la Juventus non ha mai perso a San Siro contro il Milan in partite ufficiali. Bilancio lusinghiero: due vittorie e un pareggio. Nel trofeo Berlusconi lunica sconfitta di Agnelli al Meazza. Campionato In Serie A, il 30 ottobre 2010, successo bianconero per 2-1 con reti di Quagliarella e Del Piero (rete rossonera di Ibrahimovic). Il 25 febbraio di questanno Milan-Juve 1-1, a segno Matri e Nocerino: la partita del clamoroso gol/non gol negato a Muntari. Coppa Italia L8 febbraio scorso, nelle semifinali di Coppa Italia, vittoria bianconera a Milano (1-2): doppietta di Caceres per i bianconeri e gol milanista di El Shaarawy. La Juve pass poi il turno pareggiando 2-2 (ai supplementari) nel ritorno di marzo a Torino. Trofeo Berlusconi In questo periodo Milan e Juve si sono affrontate anche destate nel trofeo Berlusconi. Nel 2010 vinse la Juve ai rigori (0-0 nei 90). Nel 2011 lunico k.o. di Andrea Agnelli a San Siro: 2-1 per i rossoneri. Questanno ancora Juve: 2-3.

Agnelli a +17 record Per solo se vince pareggia Galliani


Con Andrea recuperato il gap fra le superpotenze Ma negli ultimi 30 mesi Milan avanti 177 punti a 174
CARLO LAUDISA twitter@carlo laudisa MILANO

PERCH JUVE

Pirlo chiave di volta Boateng lo pressi se no sono dolori


(lu.gar.) Lultima volta che Andrea Pirlo passato da San Siro, il mese scorso, vestito dazzurro, sono piovute rose. Italia Danimarca 3 1. Dribbling e assist per il 2 0 di De Rossi, deliziosa stella filante per il 3 1 di Balotelli. Per i milanisti presenti fu unaltra pugnalata di nostalgia. Perch il Professore, accompagnato troppo frettolosamente al cancello di Milanello, in un anno ha svezzato la Juve di Conte, ha vinto scudetto e Supercoppa Italiana, ha illuminato il secondo posto dellItalia allEuropeo, con una scucchiaiata storica allInghilterra tra laltro, ed entrato tra i pretendenti al Pallone dOro. Domenica Pirlo torner a San Siro. Il popolo rossonero non lo ricoprir di rose, ma gli occhi ancora una volta saranno tutti per lui perch lui, ancora una volta, sar al centro di tutto. La salute tattica del Milan dipender dalla capacit dei rossoneri di arginarlo, di ostacolarlo per impedirgli di alzare il ritmo della circolazione e, soprattutto, di trovare Vidal e Marchisio che attaccheranno gli spazi come da copione. Il centrocampo di Allegri votato allinferiorit contro la mediana a cinque di Conte. Se Pirlo avr la libert per scatenare laggressione prima che gli attaccanti di Allegri rinculino in soccorso, per Abbiati saranno dolori. Toccher proprio al tridente il primo, importantissimo pressing sul Professore. Magari potrebbe farlo Boateng, se schierato in posizione di finto centravanti. Ghiotto anche lincrocio di idee con Montolivo che sta crescendo e stringe sempre di pi le redini del Milan. Pirlo e Montolivo tra due anni sfideranno il mondo insieme. Domenica saranno la luce di San Siro.

La metamorfosi di due superpotenze. Sottotitolo: laltalena del club pi scudettato dItalia e quello pi titolato al mondo. Un grande romanzo, innumerevoli atti. Lultimo cominciato il 19 maggio 2010, il giorno in cui Andrea Agnelli sinsedia alla presidenza bianconera. Raccoglie i cocci del dopo Calciopoli e una squadra alla deriva. Invece il Milan a fine agosto mette nel motore Ibra e Robinho, benzina a pieni ottani per la corsa scudetto. Il confronto immediato impietoso a favore dei rossoneri, vincitori del titolo 2010-11 con ben 82 punti e i bianconeri lontanissimi, a quota 58. Cio a 24 punti di distanza. Unenormit.
Contropiede Ma a 30 mesi dal suo insediamento le parti si sono invertite. Ora la squadra di Conte a spadroneggiare in campionato, conquistando lultimo titolo 2011-12 con 84 punti proprio davanti ai rossoneri, fermi a 80. E ora addirittura il distacco abissale. La capolista bianconera troneggia a 32 punti con il Milan, sofferente, a quota 15. Un margine di 17 lunghezze: un distacco record a questo punto della stagione da quando valgono i tre punti. Ma a consolare il club di Silvio Berlusconi c unaddizione trasversale sui punti conquistati dai due club in questi ultimi due campionati e mezzo. La sorpresa che i rossoneri sono ancora avanti: 177 punti contro 174. Un distacco risicatissimo. E la sfida di domenica sera diventa addirittura decisiva in questano-

Serie utile Ipotesi estreme, ma

che non cambiano gli umori dei vertici dei due club. In ogni caso Agnelli si pu godere un piccolo primato personale. Con lui in sella la Juve a San Siro ha vinto due volte (con Delneri in campionato e con Conte in Coppa Italia) e ha portato a casa un pareggio pesantissimo, quello dell1-1 che fa da il viatico allultimo scudetto. E con lombra del gol fantasma di Muntari ad agitare i tormenti rossoneri. Nel mezzo ci sono i rapporti tra le due societ. Sempre civili, nonostante i fatali alti e bassi legati alla rivalit del campo. Il barometro adesso d bel tempo. I freschissimi complimenti reciproci per le imprese in Champions League sono la riprova che tra via Turati e corso Galileo Ferraris c una sintonia di fondo. Unalleanza politica e commerciale nata nel 94, quando entra in scena la Triade, a gestire gli affari bianconeri per conto di pap Umberto Agnelli. E la.d. rossonero Adriano Galliani conserva quel legame anche con lerede Andrea. Eppure non sono mancati i momenti di tensione. Basta tornare indietro di un anno per rivivere mesi di battute al veleno. Apre le ostilit Conte con lo sfogo dopo la trasferta di Parma, chiamando in causa le decisioni arbitrali. Allegri non tarda a replicare. E i siparietti delle settimane successive danno fiato alle polemiche parallele.
Capitolo Tevez Cos va in scena il mercato. Nella lunga rincor-

numeri& STATISTICHE

mala sfida. O Allegri, con un sussulto, riapre il campionato e riallontana i bianconeri. Oppure gli ospiti possono addirittura portare il vantaggio a 20.

sa a Carlitos Tevez Adriano Galliani scopre che il management bianconero s mosso in parallelo. Unazione di disturbo che non in linea con lormai tradizionale politica di non aggressione. Lincidente viene chiuso in fretta. Andrea Agnelli simpegna ad evitare ulteriori equivoci e il Milan si rasserena, anche se poi largentino sfuggir per la sostanziale intromissione dellInter.
Nuova fiamma Dopo la tregua invernale, per, la temperatura risale il 25 febbraio per lo scontro diretto di San Siro, appunto. Lerrore degli errori sul gol di Muntari fa andare sulle furie i rossoneri. Nel bailamme c anche la richiesta di prova tv per Pirlo. E a Torino non gradiscono. Ancora una volta cala il silenzio tra Agnelli e Galliani. Ma anche in questo caso la frizione viene chiarita in fretta. La telefonata Il numero uno bianconero chiama la.d. rossonero per vicende di Lega e la pratica viene subito messa alle spalle. Non si sapr mai chi ha chiesto scusa per primo. A caldo da Torino si diffonde la versione di un indietreggiamento di Galliani, smentita dallinteressato. Questione di forma, ma solo lultimo intoppo. Nel frattempo i bianconeri centrano lattesissimo sorpasso in classifica. A denti stretti in casa Milan preferiscono dimenticare. Scivolano i mesi. Anche lultima campagna acquisti acuisce le differenze. Berlusconi costretto alle grandi vendite, i bianconeri continuano ad investire. Il Milan cura il bilancio, la Juve rincorre nuovi traguardi. Sino al prossimo sorpasso. Ma di chi?
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

PRIMO PIANO DOMENICA LA GRANDE SFIDA


il retroscena

Complimenti al Milan per la Champions Dopo il gol di Muntari, ora c un altro clima
ottavi per poter ricambiare i complimenti.
Distensione Insomma, inizia in

DAL NOSTRO INVIATO

MIRKO GRAZIANO TORINO

Il Milan vola agli ottavi di finale di Champions League e Andrea Agnelli esprime le sue congratulazioni al club rossonero. Mossa ufficiale questultima, ma gi mercoled sera, pochi minuti dopo la fine della gara vinta a Bruxelles, il presidente della Juventus aveva mandato un sms ad Adriano Galliani, amministratore delegato dei rossoneri. Un gesto particolarmente gradito e apprezzato dal Milan, che a sua volta ha augurato al club bianconero di raggiungere il traguardo degli

un clima disteso, ideale, lavvicinamento a una sfida che nella scorsa stagione fu invece caratterizzata da polemiche continue, a tratti anche piuttosto pesanti. Soprattutto dopo lo scontro diretto di San Siro,

Speriamo che la Juve raggiunga gli ottavi per poter ricambiare Andrea Agnelli
ADRIANO GALLIANI A.D. DEL MILAN

con il famoso gol di Muntari non visto dalla terna arbitrale e la gara che poi si chiuse 1-1. Frecciate e sberle fra vertici societari, vere e proprie risse verbali a distanza anche fra i due tecnici, Massimiliano Allegri e Antonio Conte. Tutto archiviato, dimenticato. Almeno per il momento. Forse anche grazie alla brutta partenza in campionato dei rossoneri, che sono usciti dai radar juventini e dalle zone di classifica che contano fin dalle primissime battute di questa stagione. Di sicuro, fra chi spera in una pace vera e molto duratura c Nicola Rizzoli, lesperto arbitro scelto dal designatore Braschi per dirigere la prestigiosa e potenzialmente insidiosa sfida

di domenica sera.
Viva lItalia un bene per il

calcio italiano che il Milan e la Juventus vadano avanti in Europa, aveva detto Antonio Conte poche ore prima della trasferta belga della banda Allegri. Mentre i club degli altri Paesi crescono economicamente e tecnicamente il Conte-pensiero , noi stiamo regredendo a livello internazionale. Ci vuole un cambio di mentalit generale, ma intanto sistemando il ranking Uefa faremmo gi un piccolo passo avanti. Adriano Galliani sottoscrive di sicuro. Viva lItalia.
Il gol fantasma di Muntari in Milan-Juventus 1-1 del 25 febbraio ANSA
RIPRODUZIONE RISERVATA

Caso Pato
Niente Juve niente feeling Adesso pu essere addio
Lagente: Se si lamenta ha i suoi motivi. Andare via? Ne parleremo.... Quella telefonata di Galliani per Balotelli
ALESSANDRA BOCCI MILANO

I NUMERI

4
0 2

IL VERDETTO DEL TNAS

i gol di Alexandre Pato in questo campionato. Sono solo 4 le presenze per lattaccante brasiliano

Coppola, squalifica ridotta: forse resta

le reti in Champions League per Pato con il Milan in questa stagione. Il brasiliano ha giocato 3 partite in Europa

Ferdinando Coppola, 34 anni


MILANO

Un colpo allorgoglio, pi che ai muscoli. Pato salter Milan-Juventus, ma sta relativamente bene. Ha subito un trauma contusivo alla coscia sinistra. Gli esami non hanno riscontrato alcuna lesione muscolare, dice il comunicato del Milan. Un trauma produce un ematoma, perci il giocatore salter la partita di dopodomani. Ma la questione dovrebbe risolversi in pochi giorni, quindi per Pato il danno peggiore di Anderlecht-Milan sta in un po di graffi sullanima. Dopo la partita, lattaccante si lasciato andare a dichiarazioni che non sono state gradite nellambiente Milan.
Faccia a faccia Voglio giocare, ne parler con il mio procuratore e poi vedremo, ha detto dopo la gara. E il procuratore, Gilmar Veloz, si subito accodato. Se Pato ha detto quelle cose, ha i suoi motivi ha detto a Tmw Vogliamo capire e valutare bene la situazione con il Milan, per adesso aggiungere altro sarebbe superfluo perch rischierei di dire cose inesatte. Marted arriver in Italia, parler con Alexan-

Linfortunio alla coscia meno grave del temuto Ma star a riposo con i bianconeri E Galliani a Raiola dopo Italia-Francia Montolivo-BaloEl Shaarawy, un trio di milanisti...

ni richiam indietro il suo amministratore delegato: laffare non si fece, ma la sintonia fra Allegri e lattaccante ex-bambino non mai sbocciata.
Gestione complicata La questione ancora pi antica: nel dicembre del 2011, Pato rilasci una discussa intervista. Ancelotti mi diceva cosa sbagliavo, Allegri non mi parla. Lallenatore, prevedibilmente, non la prese bene. Quando Pato si present nel ritiro di Dubai, giorni dopo, Allegri gli fece un discorso piuttosto duro. E tutto sistemato, dissero poi i protagonisti. Ma in pratica fu come nascondere la polvere sotto al tappeto. Nella lunga catena di infortuni e rientri a singhiozzo, Allegri si quasi sempre trovato sul banco degli imputati per la gestione del giocatore. Lultima volta accaduto dopo i minuti catastrofici di Barcellona, con Pato appena risanato (pareva) e subito rotto di nuovo (e questa una certezza). Questi avvenimenti non hanno favorito le relazioni diplomatiche: Allegri non fa mai mancare pubblici incoraggiamenti ed elogi al brasiliano, ma il suo rapporto con El Shaarawy, per fare un esempio, unaltra cosa. E Pato, gi demoralizzato dopo

S
Pato, 23 anni, arrivato al Milan nellestate 2007, ma ha debuttato in A nel 2008, perch il contratto non poteva essere depositato prima dei 18 anni
PHOTOVIEWS/AFP

lesclusione di Napoli (lultimo cambio in attacco stato il giovanissimo Niang), non ha retto al timore di un nuovo infortunio e alla tensione di una partita vissuta neppure a met. Da qui le dichiarazioni di Bruxelles e la richiesta implicita di un chiarimento con la societ.
Alternative Trovare una solu-

i minuti totali giocati dallattaccante rossonero in questa stagione: 255 in campionato e 134 in Champions

389

MARIO BALOTELLI MANCHESTER CITY

dre e con il Milan e valuteremo cosa fare. Se potrebbe andare via? Ne riparliamo dopo marted.... Il dilemma del futuro di Pato non di questi giorni: a gennaio Galliani aveva gi concluso la cessione del brasiliano al Psg, con relativo trasferimento di Carlitos Tevez dal City al Milan. Berlusco-

zione non facile: dopo tanto tempo lontano dai campi, cedere Pato a titolo definitivo sarebbe impensabile per un club che ha investito tanto su di lui. Ma il Milan continua a flirtare con Balotelli: sul settimanale Chi comparso il racconto di una telefonata di Galliani a Raiola dopo il gol di El Shaarawy in Italia-Francia. Caro Mino, Montolivo-Balotelli-El Shaarawy: una triangolazione milanista..... Pensare a scambi di prestiti a gennaio per giocatori come Pato o Balotelli difficile, anche per chi esperto di architetture di mercato assai ardite. Ma il giovane Pato forse si sente gi vecchio nel nuovo Milan. Un po messo da parte forse. Con in testa la voglia di essere coccolato come prima, per troppe cose sono successe in questi anni.
RIPRODUZIONE RISERVATA

le partite saltate per infortunio da Pato, 7 in Serie A e 2 in Champions League

Ancora qualche giorno, e poi la vita sportiva riprender interamente. Il Tnas ha ridotto la squalifica inflitta a Ferdinando Coppola, fermato per 6 mesi nellambito del processo sportivo legato al calcioscommesse e in relazione ad AlbinoLeffe-Siena del 29 maggio 2011. Il Tribunale nazionale di arbitrato per lo sport, in parziale accoglimento della domanda subordinata formulata, ha inflitto dunque allex portiere del Siena, tesserato per il Milan, la squalifica fino all8 dicembre 2012, riducendola da 6 a 4 mesi (medesimo trattamento anche per Nicola Belmonte, in relazione a Udinese-Bari del 9 maggio 2010 e Cesena-Bari del 17 aprile 2011). Per Coppola, deferito a luglio, il procuratore federale Palazzi aveva chiesto 3 anni e 6 mesi per illecito, ma la Disciplinare lo aveva punito con 6 mesi per omessa denuncia.
Bivio Rientrato al Milan in esta-

te dal prestito al Torino, Coppola si sempre allenato regolarmente a Milanello. Il club rossonero gli rimasto vicino e ora che sta per scadere la squalifica per lui, in scadenza in contratto, si aprono due strade: emigrare nuovamente in prestito a gennaio, oppure restare al Milan come terzo, dietro Abbiati e Amelia. La seconda opzione potrebbe essere quella pi percorribile, anche perch il club a gennaio ha intenzione di cedere in prestito il giovane brasiliano Gabriel, attuale terzo portiere, per fargli fare un po di esperienza. E Coppola accetterebbe volentieri di rimanere.
m.pas.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

PRIMO PIANO DOMENICA LA GRANDE SFIDA

MOSSE JUVE

Conte va in pressing Scordare il Chelsea per mordere il Milan


Il tecnico bianconero tiene a rapporto il gruppo: la testa gi ai rossoneri. Chiellini in forse: meglio non rischiarlo
DAL NOSTRO INVIATO

MIRKO GRAZIANO TORINO

La Juventus azzanna anche il Milan. Niente cali di tensione, fame ai massimi livelli, Chelsea subito alle spalle. questa la linea pretesa da Agnelli e Conte, che non intendono regalare nemmeno il minimo spiraglio di ottimismo alla concorrenza scudetto.
Il presidente Con il Chelsea sia-

sta ancora alla serata di Champions League. Rosa e uomini della formazione rossonera sono infatti di primissimo ordine, non facciamoci quindi ingannare dalla classifica.
Il discorsetto Pressing mentale che Conte ha trasferito direttamente sul campo ieri pomeriggio, a Vinovo, primo giorno di lavoro in vista della partitis-

mo stati grandi, una serata indimenticabile, ma conta vincere a maggio, non ora. Parole che mercoled notte Andrea Agnelli ha rivolto ai tifosi dello Juventus club Doc Mottarone, durante la consegna della Castagna doro. Cos il presidente bianconero ha voluto dare ulteriore forza al messaggio gi lanciato poche ore prima da Antonio Conte, presente allinaugurazione di corso Gaetano Scirea. Non abbiamo fatto nulla aveva detto il tecnico salentino , e con il Milan voglio la massima attenzione. Non ci faremo trovare distratti, con la te-

SEGUITO DA MAROTTA

Fifa, no a Drogba Nuovo club solo da gennaio 2013


La Fifa ha proibito a Didier Drogba di cambiare club prima di gennaio 2013. Livoriano dello Shanghai voleva firmare per unaltra squadra per mantenersi in forma per la Coppa dAfrica: lattaccante stato accostato a diversi club europei, tra i quali la Juventus e il Chelsea, sua ex squadra.

sima del Meazza. Poco spazio ai ricordi di Coppa, e via al tipico martellamento del Mou italiano, che con concetti chiari e decisi ha immediatamente dirottato la testa del gruppo al campionato. Poche le prove tattiche, oggi ne capiremo di pi a livello di formazione, ma qualche indizio porta alla conferma quasi totale dellundici di marted sera, con leccezione di Giorgio Chiellini, ancora bloccato da una contrattura al polpaccio. Giorgione vuole esserci a tutti i costi, facile per che lo staff medico e lo stesso Conte evitino, a dieci giorni dalla trasferta di Donetsk, di rischiare inutilmente una delle colonne difensive. Dietro, potrebbe quindi aprirsi la strada per luruguaiano Caceres, a meno che non venga scelto Marrone, con Bonucci spostato sul centro-sinistra. Vincere in Champions contro i campioni dEuropa stato fantastico dice proprio Bonucci attraverso il suo sito ufficiale . Ma stiamo sul pezzo, perch domenica c il Milan, squadra con tanta voglia di rivalsa. Sar una partita da affrontare con la massima intensit. Sotto laspetto motivazionale, loro sono pi carichi di noi, ma proprio qui che si vede se la Juve c o se siamo tutti solo un fuoco di paglia. A me stesso in primis, ai miei compagni, a tutto lo staff dico: la fame contro il Chelsea stata s grande, ma per rivedere una Juventus almeno uguale a quella di marted occorrer di pi, molto di pi a livello di fame. Giovinco parla, invece, a Sky: Abbiamo uomini e rosa per fare bene in ogni competizione. Il nostro obiettivo essere l davanti su tutti i fronti, campionato e Champions League. Musica per le orecchie di Conte.
RIPRODUZIONE RISERVATA

CALCIOPOLI LAPPELLO

Ieri la difesa di Lanese Il 29 Giraudo

Antonio Giraudo, 66 anni ANSA


NAPOLI Udienza del processo dappello del rito abbreviato di Calciopoli. Ieri spazio alle difese di Tullio Lanese e Paolo Dondarini. Il 29 sar la volta dellarringa del difensore di Antonio Giraudo, poi il 5 dicembre repliche e sentenza. Per Lanese i difensori Giuseppe Napoli e Giovanni Aric hanno puntato a smantellare le accuse e la sentenza di 1 grado soffermandosi sul ruolo di Lanese: Il presidente dellAia ha detto aveva al tempo un ruolo associativo, politico e amministrativo e non tecnico. Questo ruolo era in capo al presidente federale Franco Carraro che avrebbe dovuto controllare i due destinatari da lui nominati Bergamo e Pairetto. Lavvocato Aric ha puntato a contestare lesistenza del reato associativo per Lanese sia per il fatto temporale (il campionato 2004-05, ndr), sia per il fatto che Lanese non possedeva schede telefoniche riservate.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Antonio Conte, 43 anni, guida la Juve dal 2011 IMAGE

MARANELLO FIRENZE MILANO ROMA VENEZIA

Disponibile su Ferraristore.com e presso i selezionati rivenditori autorizzati.

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

PRIMO PIANO DOMENICA LA GRANDE SFIDA


LA DESIGNAZIONE BRASCHI SI AFFIDA AL NUMERO UNO DEI FISCHIETTI: PER I VERTICI ARBITRALI E COLLINA NON HA COLPE SULLA RETE TOLTA A BERGESSIO

Rizzoli dal caso Catania a San Siro. Galliani: Ottimo


La gara delicata: nel mirino ci sono il gol non dato a Muntari e gli equivoci juventini
FRANCESCO CENITI

Nella passata stagione stata la sfida scudetto, avvelenata dal gol non dato a Muntari (non visto dallassistente Romagnoli, arbitro Tagliavento). Lo scenario mutato, ma resta una gara molto delicata da gestire. Compito affidato dal designatore Braschi a Nicola Rizzoli, considerato anche in ambito europeo come il numero uno tra i nostri fischietti. Fatto normale, dun-

que? Non proprio, perch ieri la scelta stata contestata da molti tifosi: Internet e i social network hanno fatto da cassa di risonanza. Tutto legato al caso Catania: rete regolare annullata (fuorigioco inesistente di Bergessio) contro la Juve dopo 44 secondi. Rizzoli era giudice di porta: da qualcuno stato considerato almeno in parte colpevole del pasticcio. Equivoco andato avanti per giorni e spazzato via dalle spiegazioni di Braschi, Nicchi e persino Collina, che segue gli addizionali in Uefa e ha fornito le linee guida alla Figc.
Lok di Galliani passato quasi un mese da Catania-Juve, ma lequivoco torna prepotente appena le agenzie battono il nome di Rizzoli per domenica sera: Ma come lo rimandano a

fare la Juve..., la frase pi ricorrente. Considerazione ovvia: se Braschi avesse ritenuto Rizzoli responsabile anche in minima parte, di sicuro non lo avrebbe mai mandato a dirigere i bianconeri dopo poche settimane. In realt la ricostruzione dei vertici arbitrali sullaccaduto chiara: lassistente Maggiani (ritorna domenica in Chievo-Siena dopo lo stop inflitto per la svista) va in confusione per il doppio tocco in area dei giocatori catanesi. Nella sua testa il secondo (di Lodi) avrebbe messo in fuorigioco Bergessio, ma non ha certezze sulla deviazione. E i dubbi li rende pubblici: prima alza la bandierina, poi labbassa e va verso il centrocampo. Gol buono e Gervasoni lo assegna. Maggiani, per, si blocca davanti alla panchina della Juve: Pepe e

Polemiche Nicola Rizzoli, 41 anni, e lazione del gol annullato a Gonzalo Bergessio in Catania-Juventus (0-1), del 28 ottobre: quel giorno larbitro era il giudice di porta di Gervasoni ANSA/LAPRESSE

altri giocatori invocano il fuorigioco. Il guardalinee chiede a Rizzoli se c stato il secondo tocco, la risposta affermativa. A quel punto Maggiani trae le conclusioni. Allora fuorigioco, gol annullato. Rizzoli aveva solo dato un supporto richiesto da Maggiani e mai avrebbe potuto influenzare sul fuorigioco lassistente che ha una competenza totale su queste situazioni. Conclusioni: Rizzoli in ottima forma e la sua designazione per Milan-Juve stata quasi automatica. Contestarla non ha senso. La pensa cos anche la.d. del Milan, Adriano Galliani: Scelta ineccepibile: larbitro migliore, come ai tempi di Collina. Speriamo che il campo confermi. Rizzoli concorda.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SPALLETTI

Allegri ha qualit La Signora cattiva In Europa vedrete che sorprese...


Lallenatore dello Zenit: Il Napoli meriterebbe Quanto bella la Fiorentina di Montella e io vi svelo il suo segreto: si chiama Pizarro
DAL NOSTRO INVIATO

FABIO BIANCHI twitter @fabiowhites SAN PIETROBURGO (Russia)

Le mille luci sulla Neva occhieggiano poco lontano dallo stadio Petrovski. Luciano Spalletti non si ancora stancato di ammirare la sua nuova citt. San Pietroburgo meravigliosa e sicura: puoi girare tranquillo a ogni ora. Lestate poi, con le notti bianche, la gente che si riversa sul fiume e nei canali... non si va mai a letto. Ci sono negozi aperti 24 su 24. Vai a cena e poi fai la spesa. Ma io non esco molto. Sto a casa con la famiglia, soprattutto ora che c Matilde (lultima arrivata, un anno), grande accentratrice. Amici? Il console e pochi altri. LErmitage? Ci andiamo ogni volta che vengono amici e parenti. Ormai potrei fare la guida. Non ha perso la voglia di scherzare, anche se nello stadio le luci si sono spente con tristezza. Pari col Malaga, Zenit fuori dalla Champions. E c anche la batosta del petardo: 3-0 a tavolino e due gare in casa a porte chiuse. La prima contro la capolista Cska, distante 6 punti.
Spalletti, si aspettava questa sentenza?

nere conto di tutto questo. Speravo di non dover dire ai ragazzi che per vincere bisogna partire da -3 (successe anche lanno scorso, per una regola cambiata dalloggi al domani ndr).
Campionato pi complicato. E Champions finita. Cosa c che non va?

Peccato. Ma ero convinto che anche il Milan avrebbe fato bene. Lavevo battezzata come la migliore del nostro girone, anche per la sua storia.
Giusto tenere Allegri dunque?

Anche questa stagione eravamo partiti bene (dopo due scudetti consecutivi ndr). Abbiamo tentato di fare meglio, prendendo giocatori di livello ad hoc. Ma nonostante lattenzione nella scelta e i soldi spesi, gli acquisti hanno creato qualche piccolo disturbo nel gruppo. In pi, Danny rientrato ora e col Malaga ha giocato la prima buona gara. Hulk viene da un infortunio. Insomma, lo Zenit una squadra che ha perso un po dequilibrio. Sperava di poter mettere paura al Milan a San Siro, vero? Sinceramente, ero convinto di vincere col Malaga. Ma prendere due gol cos in dieci minuti ha scombussolato i piani. Dobbiamo accettare questo pari.

Era il minimo che potesse fare il Milan, per il bel lavoro compiuto lanno scorso da Massimiliano. Il gruppo si sta ritrovando. Il Milan ha tanti giocatori di qualit che se funzionano insieme possono portarlo lontano in Champions.
Anche la Juve pu farlo?

Luciano Spalletti, 53 anni, siede sulla panchina dello Zenit San Pietroburgo dalla stagione 2009-10. In Russia ha vinto due campionati, una coppa e una supercoppa AP

IL NUMERO

4
4

stato bravo a piantare nel progetto uno che conosce il segreto del gioco del calcio: Pizarro. Al mondo, ce ne sono pochi come lui. Mi piace molto anche Cuadrado, uno che cambia le partite.
Non ha nostalgia dellItalia?

PER IL PETARDO A MOSCA

Ha la cattiveria agonistica che in Europa aiuta molto. Si sta confermando un grande gruppo, con un grande carattere. S, pu sorprendere.
Avesse un bomber...

I russi puniti con il 3-0 a tavolino


Dopo luscita dalla Champions League, unaltra brutta notizia per lo Zenit. La Commissione Disciplinare della Federcalcio russa, riunitasi ieri a Mosca, ha sanzionato la squadra di Spalletti per quanto accaduto sabato scorso nella gara con la Dinamo Mosca: sconfitta a tavolino (0 3), due partite a porte chiuse (una anche per la Dinamo) e multa da 27 mila euro. Tutto a causa del petardo, arrivato dal settore dei tifosi dello Zenit, che ha ferito il portiere della Dinamo Shunin, costretto poi a 10 giorni di stop. Partita sospesa e polemiche sulla sicurezza a non finire, con lo Zenit, terzo in classifica dietro a Cska e Anzhi, che adesso fa ricorso e minaccia di lasciare il campionato. Intanto giocher senza il pubblico di casa proprio contro Cska e Anzhi.
Giorgio Kudinov
RIPRODUZIONE RISERVATA

Per togliere chi? Deve essere davvero un big per levare Vucinic o Quagliarella. Drogba? Sulla carta ci sta, poi bisogna vedere in pratica. Inserisci uno e magari ti si rompe lequilibrio. La Juve forte cos.
Chi le piace ancora in Italia?

Per me non cerano nemmeno i presupposti per la sospensione della gara. Il portiere si era rimesso fascia e guanti, poi gli hanno detto che se non poteva continuare la gara sarebbe finita l. Il petardo partito dalla nostra curva, ma i biglietti si vendevano online. Chiunque poteva comprarli. Si doveva te-

Il Milan? Ero sicuro che sarebbe passato. stato giusto confermare Max Alla Juve serve un bomber? Non direi, ci sono gi Quagliarella e Vucinic

Il Napoli. Mi piacerebbe che vincesse lo scudetto. La Juve di certo la squadra da battere, ma ha messo pesantemente la mano sulla rosa. Il Napoli ha fatto scelte oculate e lopera di Mazzarri, lavoro di crescita di talenti e continuit di risultati, andrebbe premiata. Anche perch il Napoli ha qualche mezzo in meno di altre. Poi penso alla Fiorentina. E quella che ha lavorato meglio sulla scelta dei giocatori e del tecnico. Prendendo Montella, la Viola ha scelto il bel gioco. E Vincenzo

Le stagioni in Russia Luciano Spalletti sta guidando lo Zenit, dove arrivato nel dicembre del 2009, per la quarta stagione consecutiva. Lallenatore toscano era rimasto 4 anni anche alla Roma, mentre allEmpoli era arrivato a 5 campionati di fila

Tanta, perch comunque gli affetti sono l. Anche del calcio, s. Ho avuto la fortuna di veder giocare bene le mie squadre. Con la Roma stato proprio un divertimento. Tifo per la Roma. E ancora in rodaggio, per il motore che ha. Zeman un tecnico di spessore, personalit e anche qualit. Ma ancora non si vede. Spero metta la squadra a puntino.
Chi le piacerebbe allenare?

Ride. Ah, domanda cattiva. Non si fa. Nel calcio si cambia idea facilmente ma per ora credo di restare allestero. Ho un contratto di 3 anni con lo Zenit e un grande presidente con una caratteristica fondamentale per me: vuole bene alla citt e alla squadra. E poi mi piace vincere, guadagnare e comandare. Sono viziato ormai. Ci tornerei anche in Italia, ma bisogna vedere come e con quali obiettivi. Una cosa certa: prima di chiudere mi garberebbe unesperienza in Inghilterra.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

VERGOGNA NELLA CAPITALE

Violenza a Roma
Ebrei, ebrei! Raid anti-inglesi: 11 feriti, 2 arresti
Aggrediti tifosi del Tottenham: pub devastato In manette due ultr romanisti. Uniti ai laziali?
DAVIDE STOPPINI ROMA

Lagguato ai tifosi del Tottenham di Campo de Fiori tutto negli occhi di ghiaccio di un ragazzo inglese, che si presenta davanti al Drunken Ship a fine mattinata. Ero qui durante lagguato. No, mi scusi, non voglio parlare, non voglio "ricordare". Sto cercando la mia giacca, lho lasciata nel pub e sono scappato. Entra, ma non la trova. Ritorna fuori, ci viene incontro, ci guarda e chiede: Why? Why?. Vuole sapere il perch dellagguato a Campo de Fiori, pieno centro di Roma, nella notte tra mercoled e gioved, con bersaglio circa 20 tifosi del Tottenham. Il bilancio di 11 feriti, di cui 9 inglesi, un californiano e un bengalese: il pi grave il fan degli Spurs Ashley Mills, 25 anni, tuttora ricoverato allospedale San Camillo dopo aver subito una coltellata allinguine e diver-

se ferite alla testa, medicate con 27 punti di sutura. Laltro bilancio, quello delle forze dellordine, di 15 identificati, sei fermi e due arresti: questi ultimi sono ultr romanisti, Francesco Ianari di 26 anni (gi colpito da Daspo nel 2007) e Mauro Pinnelli di 25, accusati di rissa, lesioni pluriaggravate e tentato omicidio.
La cronaca I due arrestati sono

stati incastrati grazie alle immagini delle telecamere di Campo de Fiori e allo scambio di sms: il telefonino di Ianari considerato elemento prezioso, perch il giovane avrebbe pianificato lazione con un ultr della Lazio. Per il suo arresto, poi, sarebbe stata fondamentale la testimonianza dellautista di un autobus, sul quale il giovane sarebbe salito dopo gli scontri, iniziandosi a vantare del raid. La guerriglia era iniziata alluna. Venti tifosi del Tottenham, a quellora, sono dentro al Drunken Ship,

pub di Campo de Fiori. Da piazza della Cancelleria arrivano circa 40 persone con il volto coperto da sciarpe e caschi. Cominciano a tirare sassi verso i tavolini allesterno, poi urlano: solo uno scherzo. Entrano nel pub dallingresso principale e dal secondario in vicolo del Gallo, spingono verso il fondo del locale i tifosi inglesi e li colpiscono con mazze da baseball e chiavi inglesi, oltre a sampietrini e spranghe di ferro rimediate nei dintorni. Lagguato dura 10 minuti, poi gli inglesi riescono a dileguarsi in via dei Cappellari. E l due inglesi vengono colpiti, uno dei quali finisce a terra in una pozza di sangue dopo una coltellata. Una decina di motorini cadono a terra, i fuggitivi si liberano di coltelli e spranghe, qualcuno perde per strada un casco con la scritta Gabriele Sandri. la chiusura del raid. Le forze dellordine, che io stessa avevo chiamato all1.10 dopo essere stata svegliata, sono arrivate solo al-

l1.30, a cose ormai finite e insieme alle ambulanze, racconta Emanuela De Pasquale, testimone e residente a Campo de Fiori. Urlavano "ebrei, ebrei di merda" e gli inglesi rispondevano con "You bastard", ricordano altri.
Il movente Ma lagguato non

opera dei tifosi della Lazio, che negli ultimi tempi hanno dimostrato di aver abbandonato manifestazioni violente, dice con certezza Claudio Lotito. Lantisemitismo il Tottenham il club del quartiere ebraico di Londra

una pista seguita dagli inquirenti, ma non lunica. Ieri sera, tra laltro, allOlimpico alcuni tifosi biancocelesti (gi puniti dallUefa per i buu razzisti dellandata) hanno intonato il coro Juden Tottenham ed esposto lo striscione Free Palestina. la ricostruzione, quello a sfondo razziale, che tiene dentro anche lipotesi di una partecipazione attiva al raid di esponenti dellestrema destra romana. Lagguato, per, secondo pi fonti sarebbe opera collegiale di tifosi di Roma, Lazio e West Ham, acerrimi rivali del Tottenham e

legati a quelli della Lazio da un gemellaggio, presenti in citt dal giorno dellultimo derby. E allora negli ambienti investigativi non vengono sottovalutati alcuni precedenti scottanti, con incidenti: due amichevoli estive della Roma, con il West Ham nel 2007 e con il Tottenham nel 2008. Le tifoserie, che ormai si accordano per incontrarsi lontano dagli stadi, sono da tempo diventate trasversali: oggi faccio un favore a te, domani lo fai tu a me. Un patto, che per puro caso non ha portato al morto.
RIPRODUZIONE RISERVATA

leTestimonianze IL PROPRIETARIO DEL PUB

IL SOCCORRITORE

Era un inferno, per fortuna non c scappato il morto


Cerano inglesi fin dal pomeriggio ma la piazza stranamente non era presidiata
ROMA

Spranghe, martelli, pietre Hanno usato persino del gas


Gli aggressori incappucciati e senza simboli. Ho visto solo una sciarpa della Lazio
ROMA

Marco Manzi il proprietario del Drunken Ship. Lha rilevato insieme al fratello Raffaele 4 anni fa da una donna americana che apr il pub nel 1995. E ora conto i danni. Quanti? Non lo so, 10-20 mila euro. una stima al ribasso. stato un inferno. Campo de Fiori una zona calda, ma una serata cos non mi era mai capitata. Sono arrivati in 30-40, allinizio hanno tirato sassi verso i tavolini allesterno, poi sono entrati nel locale dallingresso principale e da uno secondario.
Altro che scherzo Il raid era preparato: Nel locale sono stati ritrovati sampietrini, chiavi inglesi, pure alcune bombolette di gas urticante. I teppisti erano

tutti a volto coperto. Hanno provato a tranquillizzare i presenti, urlando "Tranquilli, uno scherzo". Altro che: La ragazza che serviva ai tavoli riuscita a scappare, altri due si sono nascosti dietro al bancone. Lazione, in tutto, durata 10 minuti: una vita. una fortuna che non ci sia scappato il morto. Gli inglesi allinterno del locale saranno stati una ventina, avevano intonato cori da stadio. Sono stati spinti verso il fondo del pub, presi di mira senza che nessuno intervenisse. Manzi ce lha con le forze dellordine: Qui cerano inglesi fin dal pomeriggio. Ma la piazza, stranamente, stavolta non era presidiata. Cera solo una volante della Municipale, filata via appena iniziato il raid. Le forze dellordine sono arrivate quando tutto era finito.
stop
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il Drunken Ship ieri mattina ANSA

Materiale sequestrato dalla polizia

Studiare pu salvare una vita. A.D.G., italo-americano, a 19 anni ha girato il mondo, parla linglese come litaliano e ha pure fatto un corso di primo soccorso. Ero a Piazza Farnese (a due passi da Campo de Fiori, ndr) con un amico racconta , quando dal "Drunken Ship" ho visto fuggire un gruppo di ragazzi. Non avevano segni di riconoscimento n calcistici n politici: erano incappucciati e con il volto coperto per proteggersi dai gas da loro stessi usati. Soltanto uno aveva un adesivo della Lazio sul casco e un altro una sciarpa della stessa squadra. Ho deciso di andare verso il pub e ho trovato la devastazione totale. La quiete dopo la tempesta. Quel locale lo frequento spesso, con i baristi ci siamo affrettati a chiude-

re le serrande, poi ho provato a tamponare la ferita di Ashley e chiesto al mio amico di accompagnarlo in ospedale.
Tragedia sfiorata A., invece, si precipitato al commissariato Trevi per sporgere denuncia e dare la sua testimonianza: Facevo fatica a respirare, quei gas sono maledetti. E a terra cera di tutto: sampietrini, spranghe, martelli. Avevano usato qualsiasi cosa, compresi gli sgabelli del locale. Quando ho visto Ashley ferito, per qualche minuto ho temuto il peggio. Dopo aver trascorso la notte in bianco, tornato ieri davanti al San Camillo per conoscere le condizioni dei feriti: Non mi sento assolutamente un eroe. Ma i tifosi degli Spurs lo abbracciano come se lo fosse.
m.cal.
RIPRODUZIONE RISERVATA

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

Allimprovviso sangue e coltelli Ci andata bene


Le vittime: Assaliti da 30-40 persone mentre bevevamo. E una volante ha lasciato correre
MARCO CALABRESI ROMA

INGLESI A ROMA
Non la prima volta che i tifosi inglesi, in trasferta a Roma, sono vittime di aggressioni. Questi sono gli episodi passati ricordati dalla Bbc.

IN INGHILTERRA COME PER LHEYSEL

E c chi propone lesclusione delle italiane dallEuropa


DAL NOSTRO INVIATO

LUCA BIANCHIN MANCHESTER (Inghilterra)

S
1984 Tifosi del Liverpool accoltellati dopo la vittoria della Coppa dei Campioni allOlimpico.

NEL CUORE DEL CENTRO

DARCO

1 Lesterno del pub Drunken


Ship dopo laggressione
REUTERS

2 Sangue sui sampietrini in Vicolo del Gallo REUTERS 3 Gli agenti che setacciano il luogo dellaggressione
REUTERS

Il 30enne Bradley Mills passeggia nel viale antistante il pronto soccorso dellospedale San Camillo. Ha i vestiti sporchi di sangue, qualche graffio sulla fronte e una felpa del Tottenham sotto braccio: gli porgono un camice, si toglie il maglione, ci sono segni e lividi sulle spalle, sul petto e sulla schiena. E mi andata anche bene, ammette. Ha tutti i motivi per dire una cosa del genere: il fratello minore, Ashley, 25 anni, dall1.42 al San Camillo in codice rosso (ma non in pericolo di vita), con 20 punti in testa e sette allinguine, dopo che una coltellata gli ha reciso unarteria. Delle vittime del raid al Drunken Ship, Ashley quello che ha davvero rischiato la vita: sotto choc, attaccato a una flebo. Non ha mangiato, ma ha chiesto di vedere la partita, dicono gli infermieri. Saranno stati 30, forse 40, ci hanno picchiati subito fuori dal pub, in tutti i modi, lunica ricostruzione lucida di Ashley. Che, per il resto, non ricorda niente.
Tutto tranquillo, poi... Sono confusi anche i ricordi di Bradley che, dopo aver iniziato a tossire sangue, chiede e ottiene di essere visitato. Ero con mio fratello, stavamo bevendo birra per conto nostro, nessuno indossava maglie o sciarpe del Tottenham, al massimo qualche coro racconta . Era una sera

tranquilla, siamo venuti qui solo per vedere la partita: nessuno aveva intenzione di provocare, invece siamo stati assaliti. Mio fratello ha preso una coltellata e ha perso tantissimo sangue, quello che ho sui pantaloni il suo. Fuori dal pronto soccorso ci sono altri 6 tifosi pi un dirigente del Tottenham, per portare la vicinanza del club: arrivano da Brentwood, cittadina a

clic
TOTTENHAM, IL CLUB DEGLI EBREI DI LONDRA

est di Londra. Uno di loro ha un tatuaggio in caratteri ebraici sullavambraccio destro, Bradley ferma il discorso sul nascere: La nostra famiglia non di origine ebraica. Ma i tifosi del Tottenham, per quello, vengono chiamati "Yids" e ne vanno fieri. I tifosi degli Spurs fugano ogni dubbio: Il motivo dellaggressione quello. Coi laziali, allandata, non era successo niente: solo qualche insulto, la Polizia aveva evitato ogni contatto. Tesi che, di fatto, apre alla presenza poi confermata dagli arresti dei tifosi della Roma.
Indifesi Gli altri, nel momento

S
2001 Sia a febbraio sia a dicembre tifosi del Liverpool vengono feriti alle natiche dopo le partite contro la Roma.

Il titolo quello: Stab City, la citt delle coltellate. La definizione non nuova ma si sentita parecchio, nelle tv inglesi e sui siti. Si parla di Roma, perch ieri le coltellate al Drunken Ship sono state larticolo di apertura della sezione sportiva del sito della Bbc e la prima notizia nel telegiornale di Sky Sport. Poi hanno lasciato spazio a Benitez, al caso-Clattenburg, allEuropa League. Si mosso anche il Foreign Office: Siamo in contatto con le autorit e la polizia italiana, che stanno indagando ha detto un portavoce a met giornata . Ci hanno confermato che per la partita saranno aumentate le misure di sicurezza.
A parti invertite Qualche sito di informazione si

S
2006 Tre supporter del Middlesbrough accoltellati, di cui uno nello stesso pub.

Uno striscione dedicato agli ebrei


Il Tottenham un club del nord di Londra fondato nel 1882. Nellomonimo quartiere risiede una comunit yiddish, con cui la squadra ha stretto un forte legame. Sugli spalti di White Hart Lane compaiono spesso grandi bandiere con la stella di David e il principale gruppo di ultr si chiama Yid army, larmata ebraica, anche se solo il 5% dei tifosi degli Hotspurs di religione ebraica.

4 Un coltello a serramanico,
non il solo rinvenuto davanti al Drunken Ship REUTERS 5/6 Linterno del pub di Campo de Fiori dove cerano i tifosi del Tottenham: stato devastato AP/ANSA

dellassalto al Drunken Ship, stavano brindando in uno dei tanti pub di Campo de Fiori, affollati di turisti e studenti, soprattutto stranieri, che l si ritrovano per sentire meno nostalgia di casa. Ci siamo precipitati a vedere quanto succedeva spiega Andrew, un altro del gruppo . La cosa assurda che nel momento dellaggressione non cerano poliziotti. Solo una volante, che sembrava come volesse lasciar correre, senza intervenire. Quando sono arrivati i rinforzi era tutto finito. Viaggiano solo per le partite importanti, ed erano stati gi a Milano: Non avevamo avuto problemi. Stasera (ieri, ndr) non andremo allo stadio, abbiamo paura. Gli amici dei due fratelli ripartiranno stamane; Bradley, invece, rester con Ashley finch non sar dimesso. Com lontana Brentwood.
RIPRODUZIONE RISERVATA

lanciato nella spiegazione di puncicate, termine un po oscuro anche per molti italiani, e tanti hanno ricordato i precedenti in citt: dalle coltellate ai tifosi inglesi per un Roma-Liverpool del 2001 agli scontri con i supporter dello United, arrivati a Roma per unaltra finale, quella della Champions 2009. Il Telegraph ci andato pesante (Non pensate sia lultima volta che succede) mentre i lettori, tra i commenti, erano un po rassegnati, un po scandalizzati. Qualcuno ha accusato la polizia italiana, altri hanno proposto lesclusione delle squadre italiane dalle coppe. Come successo da loro, in Inghilterra, dopo lHeysel.
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
2007 In aprile e dicembre, stessa sorte tocca a diversi tifosi del Manchester United.

La stampa inglese
LAGGRESSIONE SUL WEB

S
2009 Di nuovo Man Utd in trasferta a Roma: ancora aggressioni.

Cosa scrivono il Sun e il Telegraph


Il Sun: Tifoso accoltellato combatte per la vita. Il Telegraph: Lera oscura della violenza ultr, specie a Roma, la citt delle coltellate

leReazioni LE ISTITUZIONI

LA COMUNITA EBRAICA

Il Comune di Roma Il rabbino Di Segni: Questi sono barbari sar parte civile Adesso il clima non certo dei migliori
Lannuncio del sindaco Alemanno E Abete: Un atto inqualificabile, punizioni severe
Unazione terribile e disgustosa. Un episodio da teppismo da stadio trasportato nel cuore di Roma. Queste le parole del sindaco della Capitale, Gianni Alemanno, dopo aver appreso dellaggressione subita da alcuni tifosi del Tottenham. Mi auguro che la polizia e gli inquirenti trovino i responsabili, c una banda di pazzi e delinquenti che si aggira, coprendosi dietro il tifo, nei nostri impianti sportivi. Non ammissibile, una cosa grave. E lipotesi antisemita aumenta la gravit dellepisodio, aggiunge Alemanno. Il Comune di Roma ha annunciato che si costituir parte civile contro i responsabili dellaggressione, mentre il Pd ha chiesto al Governo di riferire in Parlamento.
Da via Allegri A sua volta, il presidente della Federazione, Giancarlo Abete, commenta: Laggressione ai danni dei tifosi del Tottenham un atto di inqualificabile violenza. La Federcalcio esprime la pi ferma condanna per laccaduto e la propria solidariet ai tifosi vittime di tale violenza; esprime altres il fortissimo auspicio che, grazie allopera sempre professionale delle forze dellordine, sia possibile individuare e punire nella maniera pi severa i colpevoli di un gesto che non corrisponde alle tradizioni di ospitalit e di accoglienza della citt di Roma.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Lo sport diventa solo un pretesto per fare la guerra, per sfogare tensioni e pulsioni

ANDREA PUGLIESE ROMA

Se abbiamo paura? Diciamo che negli ultimi tempi il clima non certo dei migliori. A parlare Riccardo Di Segni, dal 2001 rabbino capo della comunit di Roma, la pi antica della diaspora occidentale. Quello che successo a Campo de Fiori ingiudicabile. Tifosi? Piuttosto direi beceri. Ma non cadiamo nellerrore di pensare che sia gente ignorante, senza cultura, che non conosce la storia. Niente di pi falso, sarebbe sbagliato. L dentro ci sono anche ideologi, gente che si ispira al peggior passato.
Barbari Questa volta successo al centro di Roma e il calcio e il tifo sembra solo un pretesto per dar sfogo ad altro: ideologie, disagi sociali. Purtroppo

un fenomeno in costante crescita, il clima sempre pi pesante continua Di Segni, 63 anni compiuti da pochissimo . Io non sono un esperto di sport, per mi sembra ci sia una barbarie di fondo: lo sport un pretesto per fare la guerra, un contenitore per sfogare le peggiori tensioni e pulsioni. Oramai siamo abituati alle violenze tra tifoserie della stessa nazione o di Paesi differenti, sono quasi un fatto comune. E su questo esserci abituati, francamente, dovremmo rifletterci su molto di pi.
Striscione Gi, anche se stavolta lo sport, appunto, solo un pretesto e lo dimostra il fatto che ad aggredire i tifosi inglesi del Tottenham siano stati insieme ultr della Lazio e della Roma. Allultimo derby, tra laltro, ho visto uscire nella curva biancoceleste uno striscione ab-

bastanza eloquente: "C chi tifa Lazio e Kippah Roma", giocando sullaccento romanesco. Il clima questo ed, chiaro, anche gli ultimi fatti successi a Gaza hanno contribuito a peggiorarlo. Ripeto, non abbiamo paura. Per....
Come Tel Aviv Sullaggressione, tra laltro, ieri si espresso anche Riccardo Pacifici, il presidente della comunit ebraica di Roma, che dal palco della maratona oratoria per Israele (di scena davanti a Montecitorio) ha commentato cos i fatti di Campo de Fiori: Se possibile aggredire 50 tifosi del Tottenham nel cuore della Capitale, vuol dire che Roma in questo momento non meno pericolosa di Tel Aviv, paragonando cos laggressione al Drunken Ship ai razzi che da Gaza colpiscono Israele.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il rabbino Riccardo Di Segni EIDON

10

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

VERGOGNA NELLA CAPITALE

Lo striscione esposto dai tifosi della Lazio in curva Nord durante la partita contro il Tottenham, accompagnato da qualche bandiera della Palestina. Poco prima ne era stato esposto un altro: Free Palestine ANSA

Olimpico, non c pace


Dalla curva sale un coro antisemita
Juden Tottenham e striscione pro Palestina dagli ultr. Lotito: Poche decine di teppisti
STEFANO CIERI FRANCESCO ODDI ROMA

La mamma dei cretini sempre incinta. Il commento del presidente della Lazio Claudio Lotito non ha bisogno di ulteriori spiegazioni. Certo, dopo la nottata da incubo vissuta da Roma prima del match tra Lazio e Tottenham, di tutto cera bisogno allo stadio tranne che di cori antisemiti. La Curva Nord laziale, che gi in passato si era macchiata di simili episodi (quelli pi noti durante alcuni derby), lha intonato attorno al decimo minuto del primo tempo. Per la verit il coro incriminato stato uno solo, senza repliche, ma udito bene da tutti. Un Juden Tottenham scandito per almeno un minuto dalla curva laziale che chiaramente alludeva, con intenti antisemiti, alle origini del club londi-

Il presidente prende le distanze: Non va criminalizzata tutta la tifoseria


nese, fondato dalla comunit ebraica della capitale britannica. Un coro cui, qualche minuto dopo, ha fatto seguito lesposizione di uno striscione che inneggiava alla liberazione della Palestina: Free Palestine, cera scritto. Successivamente ne stato esposto uno simile, stavolta in italiano: Palestina libera. Striscioni, questi ultimi, che ovviamente antisemiti non sono, ma che hanno contributo a dare alla serata una ulteriore connotazione politica della quale si sarebbe volentieri fatto a meno.
Lotito prende le distanze La so-

ciet biancoceleste ha immediatamente preso le distanze dallaccaduto. A fine partita il presidente Lotito, come si diceva, ha dato degli idioti agli autori del gesto, ma ha anche tenuto a sottolineare che la stragrande maggioranza dei tifosi laziali non ha nulla a che spartire con certe situazioni. Criminalizzare unintera tifoseria per il gesto sconsiderato di qualche decina di teppisti, perch cos vanno definiti, unoperazione completamente sbagliata. Cos come stato vergognoso identificare gli autori degli episodi della scorsa notte (il raid a Campo de Fiori, ndr) con i tifosi laziali. Tanto che stato poi dimostrato che i laziali non centravano nulla.
Emozione Gazza Tra tanti inglesi arrabbiati con la Lazio, ieri allOlimpico ce nera anche uno letteralmente impazzito per i colori biancocelesti: Paul

LO STADIO RIABBRACCIA GASCOIGNE


1

1 Paul Gascoigne, 45 anni, alla Lazio dal 1992 al 1995, bacia Lotito sotto la curva nord INSIDE 2 Lex campione con uno dei suoi gadget preferiti: gli occhiali finti LIVERANI 3 In tribuna con il ds Tare PIERANUNZI

Gascoigne, tornato allOlimpico su invito della stessa Lazio in occasione del match che metteva di fronte i due club pi importanti della sua carriera. Listrionico Gazza (apparso in discrete condizioni dopo i problemi di salute degli anni scorsi) ha fatto un giro di campo prima della partita, ricevendo il boato della gente laziale e dei supporter inglesi. Poi ha assistito alla partita accanto a Lotito e al d.s. Tare. stata unemozione grandissima, stato bello ritrovare e riabbracciare tanta gente: ringrazio tutti. In particolare il team manager Manzini (lunico "superstite" della sua era, ndr). La Lazio sempre nel mio cuore, in Inghilterra mi informo sempre di quello che combina. Prometto di tornare ancora a Roma, ma quando lo far ci rester per parecchi giorni, almeno un paio di settimane.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LE EVENTUALI SANZIONI CHE COSA RISCHIA LA SOCIET BIANCOCELESTE

LUefa potrebbe multare la Lazio Nessuna responsabilit per il raid


Il club risponde solo per lo stadio e la partita. Violenze al pub: pu esserci il monito etico
DAL NOSTRO INVIATO

esempio, l'Uefa ha vietato le trasferte di coppa. Ma non sembra questo il caso.


Dinamo Zagabria La responsabi-

La squalifica del 1973

FABIO LICARI MOSCA

Non c' molto che l'Uefa possa fare riguardo alle violenze di Roma. In pratica, niente. Tutto successo in citt, a grande distanza dalla stadio e in ore lontane dalla partita. Si tratta quindi di una semplice questione di ordine pubblico che compete all'autorit di pubblica sicurezza italiana. Cos recitano articolo 1 e 8 del regolamento di sicurezza Uefa, per garantire tranquillit dentro e attorno allo stadio, prima, durante e dopo la partita, predisponendo una collaborazione tra club e autorit pubbliche anche lungo le strade da e per lo stadio. Discorso diverso per i cori antisemiti sugli spalti: gi all'andata a Londra, la Lazio era stata multata

lit del club si limita quindi a stadio e vicinanze dell'impianto. Se qui succedono guai, allora l'Uefa pu prendere provvedimenti. Ci sono tifoserie da tempo sotto osservazione: quelle croate e serbe. Hajduk Spalato (Croazia) e Slask Wroclaw (Polonia) hanno poi ricevuto il divieto Uefa di vendere biglietti in Europa ai loro tifosi: questa prevenzione. Per l'Uefa non pu impedire che un tifoso croato prenda un aereo e si presenti dovunque, senza biglietto, magari solo per fare confusione: questione d'ordine pubblico.
Divieti e consigli Qualche club, scottato dai precedenti, ha preso provvedimenti pi drastici: la Dinamo Zagabria per esempio ha deciso di non vendere ai suoi tifosi i biglietti per la trasferta a Parigi contro il Paris Saint Germain, temendo scontri. Per i tifosi del Tottenham, in un futuro immediato potrebbe essere consigliabile non andare a Roma. Ma, non essendo loro i violenti, difficilmente l'invito potrebbe trasformarsi in ordine: il povero tifoso inglese ha tutto il diritto di godersi Roma e vedere la partita. In un mondo civile, chiaro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gli incidenti con lIpswich Anno di stop


Era novembre anche nel 1973. Il 7, per lesattezza. AllOlimpico non cera il Tottenham come avversario, ma lIpswich Town. Era il ritorno dei sedicesimi di Coppa Uefa. Un rigore concesso agli inglesi dallarbitro olandese Van der Kroft scaten linferno, in campo (sei persone fermate per invasione), negli spogliatoi (il portiere avversario Brest rimedi la frattura della tibia) e fuori dallo stadio, con scontri tra tifosi biancocelesti e forze dellordine. LUefa us il pugno di ferro. La Lazio venne infatti punita con tre anni di squalifica dalle coppe europee, poi ridotti a uno. Uno stop pesante, che imped alla squadra campione dItalia di iscriversi alla Coppa Campioni della stagione successiva.
RIPRODUZIONE RISERVATA

La curva dellHajduk Spalato, nel mirino Uefa EPA

Ultr della Dinamo Zagabria: niente trasferte REUTERS

Per i tifosi di squadre come Hajduk, Slask e Dinamo Zagabria trasferte vietate

per lo stesso motivo, con la recidiva di ieri allOlimpico la posizione potrebbe aggravarsi. A meno che la Uefa non decida improvvisamente di applicare il famoso principio tolleranza zero, sinora praticamente non adottato.
Monito etico? La partecipazio-

ne di ultr della Roma allagguato di Campo de Fiori cambia poco: al massimo pu esse-

re utile agli inquirenti per le contiguit tra club. L'Uefa pu inviare un monito, diciamo cos, etico alla Lazio i cui tifosi non sono nuovi a situazioni del genere. Ma Lotito potrebbe rispondere che, finch allo stadio non accade nulla, lui non c'entra. Dovessero ripetersi incidenti, magari tra le stesse tifoserie, potrebbero essere vietate trasferte incrociate: ai tifosi di Hajduk e Slask, per

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

11

EUROPA LEAGUE GRUPPO J

Lazio sprecona e promossa


Kozak sbaglia 5 palle-gol, ma lo 0-0 con il Tottenham qualifica i biancocelesti
STEFANO CIERI ROMA

LAZIO TOTTENHAM
LAZIO (4-5-1)

0 0

Una notizia positiva c, per la Lazio, in fondo a una giornata segnata dal caso degli incidenti di Campo de Fiori prima e da certi cori allo stadio poi. E non una notizia da poco. Perch grazie allo 0-0 col Tottenham, e grazie all1-0 del Panathinaikos sul Maribor, la squadra biancoceleste ottiene con un turno danticipo la qualificazione ai sedicesimi di Europa League. Missione compiuta, dunque: il primo obiettivo stato centrato. Lultima partita del girone, tra due settimane a Maribor, non sar per superflua, perch pu regalare anche il primo posto nel girone (che si-

gnifica evitare gli avversari peggiori nel turno successivo): primo posto sicuro per i romani in caso di vittoria in Slovenia, ma possibile pure con un pareggio (dipende da cosa far il Tottenham col Panathinaikos).
Quante occasioni Certo, la Lazio poteva essere gi sicura del primo posto al 90 del match con gli inglesi. Sarebbe bastato capitalizzare una delle tante palle-gol create e malamente sciupate dai giocatori biancocelesti. Uno, in particolare: Kozak. Il gigante ceco, a segno 4 volte nelle precedenti sfide europee, stavolta fa scena muta: sui piedi gli capitano ben cinque occasioni, ma non ne azzecca una. In un paio di circostanze si fa ipnotizzare da Lloris, nelle al-

Libor Kozak, 23 anni, spreca davanti al portiere Hugo Lloris, 25 LIVERANI

tre non vede proprio la porta. La squadra di Petkovic ci prova fino alla fine, anzi proprio nel quarto dora finale che mette il Tottenham allangolo. Grazie anche agli innesti di Ederson (per uno spento e acciaccato Hernanes) e Floccari (proprio per lo sciagurato Kozak). Se

Petkovic li avesse fatti prima, questi cambi, probabilmente i tre punti sarebbero in qualche modo arrivati.
Esame superato Occasioni sciu-

pate a parte, Lazio promossa comunque. Pur priva di Dias, Konko e Klose, riesce a imporre

il suo gioco contro un Tottenham che fa paura solo nei venti minuti iniziali, quando viene prima annullato un gol a Bale per un fuorigioco che non c (gi allandata agli inglesi furono tolti due gol regolari) e poi Marchetti nega allo stesso Bale unoccasione importante. Da quel momento in poi c solo Lazio, con Kozak che sbaglia tutto il possibile e Lloris che abbassa la saracinesca e quando superato (sul tiro di Ledesma) lo salva il palo. Alla fine solo 0-0, ma quanto diverso da quello di sabato scorso a Torino con la Juve. L la Lazio si era solo difesa, stavolta ha (quasi) solo attaccato. Ma, soprattutto, ha ottenuto la qualificazione al turno successivo.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Marchetti; Cavanda, Biava, Ciani, Radu; Mauri, Gonzalez, Ledesma, Hernanes (dal 24 s.t. Ederson), Lulic (dal 34 s.t. Candreva); Kozak (dal 34 s.t. Floccari). PANCHINA Bizzarri, Scaloni, Onazi, Rozzi. ALLENATORE Petkovic. CAMBI DI SISTEMA nessuno. BARICENTRO MEDIO 53,5 metri ESPULSI nessuno. AMMONITI Floccari per proteste.

TOTTENHAM (4-4-2)
Lloris; Walker, Caulker, Vertonghen, Naughton; Sigurdsson (dal 19 s.t. Lennon), Sandro, Carroll (dal 32 s.t. Dembele), Bale; Dempsey (dal 19 s.t. Defoe), Adebayor. PANCHINA Cudicini, Huddlestone, Dawson, Livermore. ALLENATORE Villas Boas. CAMBI DI SISTEMA nessuno. BARICENTRO MEDIO 51,7 metri ESPULSI nessuno. AMMONITI Vertonghen per gioco scorretto. ARBITRO Teixeira (Spagna).
NOTE paganti 20.375, abbonati 2.943, incasso e quota abbonati non comunicati. Tiri in porta 4 (1 palo)-2. Tiri fuori 7-3. In fuorigioco 6-2. Angoli 5-9. Recuperi: p.t. 0, s.t. 3.

le Pagelle
di S.CIE.

MAURI INVENTA LEDESMA DIRIGE


LAZIO 6,5
MARCHETTI 6,5 Deve compiere un solo intervento ma decisivo, su Bale. CAVANDA 5 Bale sulla corsa una furia e gli scappa in pi di unoccasione. BIAVA 6 Attento, anche se poco impegnato. CIANI 6,5 In progresso. Annulla Adebayor. RADU 6 Limita prima Sigurdsson (ed tempestiva una chiusura sullislandese innescato da un cross di Bale), poi Lennon. IL MIGLIORE h 6,5 MAURI Abile a muoversi tra le linee. Nelle azioni pi importanti c il suo zampino. GONZALEZ 6 Tanta corsa, si inserisce il giusto. LEDESMA 6,5 Solita regia assennata e illuminata, sfiora il gol con un gran destro dalla distanza che Lloris corregge (con un po di fortuna) sulla traversa. HERNANES 5,5 Non si accende mai. Non era al meglio. EDERSON 6,5 D vivacit alla manovra nel finale. LULIC 6 Accelerazioni interessanti e qualche pausa. CANDREVA 6 Un paio di spunti buoni nello scorcio finale della partita, spingendo a sinistra. KOZAK 4,5 Irriconoscibile. Sbaglia davvero tutto. Compreso un gol facile facile da solo davanti a Lloris. FLOCCARI 6 Dentro negli ultimi dieci minuti con Candreva, sfiora il gol allo scadere. ALL. PETKOVIC 6,5 Lazio convincente e a tratti anche spettacolare. Manca soltanto il gol. Ma la qualificazione raggiunta.

TOTTENHAM 6
Lloris (il migliore) 7; Walker 6; Caulker 5,5; Vertonghen 5; Naughton 5,5; Sigurdsson 6 (Lennon 6); Sandro 6; Carroll 5,5 (Dembele s.v.); Bale 6,5; Dempsey 5,5 (Defoe 5,5); Adebayor 5. All. Villas Boas 6.

GLI ARBITRI: TEIXEIRA 5 Un errore, ma grave: il gol di Bale era regolare. Lo tradisce Martinez. Guadamuro 6 Martinez 4; Lahoz 6 Ferreira 6

ECOMMENDS

12

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

EUROPA LEAGUE GRUPPO H


le Pagelle
di A. E.

JONATHAN IN SOFFERENZA PER COUTINHO SOLO SPRAZZI


INTER 5
BELEC 6 Neanche il tempo di godersela un po e prende gol: senza colpe, come per gli altri due. Per il resto sta a guardare. IL MIGLIORE h 6,5 RANOCCHIA Capitano per una notte, sta sul pezzo e non concede quasi nulla. Anzi s: un quasi assist per Palacio. DONKOR 5 Gambe svelte, ma paga pi degli altri le ripartenze Rubin. Tampona su Karadeniz, non su Rondn: un 95, va perdonato. SILVESTRE 6 Da centrale dei tre sembra pi protetto, pi a suo agio. Gli scappa una volta Tore. JUAN JESUS 5,5 Falsa partenza con quel retropalo padre dell1 0 e non pi lui per un po. Poi cresce. JONATHAN 4,5 Limiti difensivi scoperchiati subito da Kasaev, ma balbetta anche molti metri pi avanti: pi ci prova e pi sbaglia. ROMANO 5,5 Sente la gara: impreciso e poco intenso. ZANETTI 5,5 Ingresso che sposta poco: manca la sua marcia in pi. BENASSI 6 Ci mette coraggio e idee, non sempre lucidit. GARGANO 5,5 Come sempre: corre, mena, ma sbaglia passaggi e perde palloni. Suo il primo tiro in porta: Ryzhikov ci arriva. PEREIRA 5 Aggredisce la fascia cavalcando, ma quando arriva laggi come se gli mancasse sempre un soldo per fare una lira. LIVAJA 5,5 Si impegna, sgomita, sbuffa, ma alla fine sono pi gli sfondamenti improbabili (come i palloni che deve giocare). PALACIO 6 Kazan non Belgrado: un palo e una girata abortita. COUTINHO 5,5 Sprazzi qua e l, quando riesce ad aprire i cancelli della gabbia russa dove spesso si trova rinchiuso. Ma sono sprazzi, appunto: il resto fatica e dribbling incompiuti. All. STRAMACCIONI 5,5 La coperta quella, la stende senza rischiare troppo, come pu. E gli tocca anche buttare nel fuoco Donkor.

Sbandata
Troppi ragazzini Inter travolta dal Rubin Kazan
Jesus favorisce il gol di Karadeniz al 2, nel finale doppietta di Rondon. Nerazzurri secondi
DAL NOSTRO INVIATO

ANDREA ELEFANTE KAZAN (Russia)

Ci sono sconfitte bugiarde nel punteggio, ma che dicono altre verit. Non solo quella del primato nel girone di Europa League ormai perduto: ora lInter sa con certezza di essere seconda alle spalle del Rubin Kazan a prescindere dallultima in casa con il Nefti Baku, dunque sa di poter incontrare nei sedicesimi le prime degli altri gruppi e le migliori quattro provenienti dalla Champions League.
Risposta a Parma Le altre veri-

za dei titolari, dunque di possibilit di dosare meglio uomini e forze. Di poter fare scelte non al risparmio come quelle di Strama, che si costretto a mettere in campo unInter ancor pi bis del solito. E quellInter ha rinviato a luned a Parma la risposta allinterrogativo rilanciato dalle ultime tre partite: si rotto qualcosa in quel meccanismo che sembrava aver regolato quasi tutti i suoi ingranaggi? O in realt quella serie di dieci vittorie consecutive ha soltanto prosciugato un po di energie, costretto uomini ad essere spremuti e dunque a infortunarsi, tolto opportunit pi che convinzioni?
Inter...rotta Sta di fatto che nel-

RUBIN KAZAN

INTER

PRIMO TEMPO 1-0 MARCATORI Karadeniz al 2 p.t.; Rondn al 41 e 47 s.t.

RUBIN KAZAN (4-2-3-1)


Ryzhikov; Kuzmin, Sharonov, Bocchetti, Ansaldi; Natcho, Orbaiz; Karadeniz, Eremenko (dall8 p.t. Carlos Eduardo), Kasaev (dal 16 s.t. Tore); Dyadyum (dal 14 s.t. Rondn). PANCHINA Arlauskis, Davydov, Marcano. ALLENATORE Berdyev. CAMBI DI SISTEMA nessuno. BARICENTRO BASSO 49.2 metri ESPULSI nessuno. AMMONITI nessuno.

INTER (3-5-2)
Belec; Silvestre, Ranocchia (dal 28 s.t. Donkor), Juan Jesus; Jonathan, Roman (dal 1 s.t. Zanetti), Benassi, Gargano, Pereira; Livaja (dal 1 s.t. Palacio), Coutinho. PANCHINA Castellazzi, Pasa, Bandini, Garritano. ALLENATORE Stramaccioni. CAMBI DI SISTEMA nessuno. BARICENTRO ALTO 55,1 metri ESPULSI nessuno. AMMONITI Livaja per c.n.r., Gargano e Silvestre per gioco scorretto.

t, si diceva: ieri sera lInter non meritava di perdere 3-0, ma lo ha fatto al termine di una partita che al netto di scusanti (non alibi) oggettive, ha confermato certi suoi limiti. Di organico, dunque di ricambi allaltez-

ARBITRO Skjerven (Nor).

le ultime tre partite lInter ha raccolto due sconfitte intervallate da un pareggio; che era dal 9 agosto (0-2 con lHajduk) che non perdeva in Europa, do-

NOTE Spettatori 10.000 circa. Tiri in porta 3-5. Tiri fuori 2-8. In fuorigioco 5-3. Angoli 2-6. Recuperi: p.t 1, s.t. 4.

ve in trasferta aveva vinto quattro volte su quattro; che segnava da 12 partite consecutive e fuori casa da 14 gare di fila, e ieri sera invece ha battuto in testa. C di pi: il game over stato scritto sul display da un Rubin Kazan che aveva s vinto le ultime sei gare consecutive, ma contro le italiane aveva sempre sbattuto male (cinque precedenti, tre con i nerazzurri e due con il Parma, e mai una vittoria) e ieri ha confermato di non essere squadra irresistibile. Solidit, corsa, buon pressing, ma pericolosit molto relativa, se non con le logiche ripartenze che nel finale hanno spaccato la squadra di Strama, sbilanciata alla ricerca almeno del pareggio.
E le fasce? Il fatto che lInter

non ha quasi mai trovato il modo di smascherarne certi limiti, fermandosi ad un comando del-

ilPersonaggio ANDREA STRAMACCIONI

la guida Stoccarda: 5 gol! Okay Bordeaux e Atletico Madrid


Clamoroso 5-1 dello Stoccarda sulla Steaua Bucarest. Olympique Marsiglia k.o.: qualificazione addio. GRUPPO B ACADEMICA-V. PILSEN 1-1 Horvath (P) 12 s.t.; Edinho (A) 43 s.t. ATL. MADRID-H. TEL AVIV 1-0 Suarez (A) al 7 p.t. GRUPPO C O.MARSIGLIA-FENERBAHE 0-1 Irtegun (F) al 40 p.t. BORUSSIA M.-AEL LIMASSOL 2-0 De Camargo al 34 e 46 s.t. GRUPPO D BRUGES-BORDEAUX 1-2 Jussie (Bo) al 3 e 40 p.t.; Lestienne (Br) al 41 s.t. NEWCASTLE-MARITIMO 1-1 Marveaux (N) 23 p.t.; Fidelis (M) 34 s.t. GRUPPO E MOLDE-COPENHAGEN 1-2 Santin (C) al 21 p.t.; Chima (M) al 17, Gislason (C) al 36 s.t. S. BUCAREST-STOCCARDA 1-5 Tasci al 5, Harnik al 18, Sakai al 23. Okazaki al 31 p.t. e 10 s.t.; Costea al 38 s.t. GRUPPO G BASILEA-SP. LISBONA 3-0 Schr al 23 p.t.; Stocker all 11, D. Degen al 26 s.t. VIDEOTON-GENK 0-1 Vossen (G) al 19 p.t. GRUPPO I KIR. SHMONA-ATH. BILBAO rinv. SPARTA PRAGA-LIONE 1-1 Benzia (L) al 1, Husbauer (S) all 8 s.t. GRUPPO K METALIST-B. LEVERKUSEN 2-0 Cristaldo al 1, Xavier al 40 s.t. ROSENBORG-RAPID VIENNA 3-2 Chibuike (R) al 28 p.t.; Schrammel (R) al 8, Boyd (R) al 21, Elyounoussi (R) al 31, Prica (R) al 34 s.t. GRUPPO L HANNOVER-TWENTE 0-0 HELSINGBORG-LEVANTE 1-3 Angel (L) all 8, Diop (L) al 37 p.t.; Iborra (L) al 36, Sorum (H) al 44 s.t.

RUBIN KAZAN 6,5


Ryzhikov 6,5; Kuzmin 6, Sharonov 6, Bocchetti 6, Ansaldi 6; Natcho 6,5, Orbaiz 6; Karadeniz 6,5, Eremenko s.v. (Carlos Eduardo 6), Kasaev 6,5 (Tore 6,5); Dyadyum 5,5 (Rondn 7). All. Berdyev 6,5.

Ironia oltre il k.o. Risultato falso Moratti mi caccia?


Qualificati e secondi in campionato, ci avrei messo la firma. Oggi il ricorso contro la squalifica: c ottimismo per lui, meno per Cassano
Corte di giustizia federale si pronuncer sulla richiesta da parte dellInter di annullamento della giornata di squalifica per Strama e di dimezzamento di quella di Cassano. La sensazione : per Strama ci sono possibilit che si arrivi allannullamento, mentre per Cassano le percentuali di riduzione da 2 a 1 sono molto basse. Se spero di essere in panchina a Parma? Gi sono a rischio? Che, si gi arrabbiato Moratti dopo una sconfitta a Kazan (ride, ndr.)? Penso non sia un risultato a farmi vacillare.... Battute, segno di ottimismo.
Bravi ragazzi Il resto un 3-0 da leggere e rileggere. Eravamo anche un po increduli nel commentarne le proporzioni del risultato: abbiamo preso gol al 1 e all86 e abbiamo fatto la partita per 85. Cerano
DAL NOSTRO INVIATO

GLI ARBITRI: Skjerven 6,5 Gestisce bene


una gara che non d problemi

Haglund 6-Wiken 6; Berntsen 6-Hafsas 6.

LALTRA DEL GIRONE

Nefti-Partizan, un gol a testa e un punto inutile


Pareggio ininfluente tra Nefti e Partizan, entrambe gi fuori dallEuropa League.
NEFTI-PARTIZAN 1-1 MARCATORI Flavinho (N) al 10 p.t.; Mitrovic (P) al 22 s.t. NEFTI (4-2-3-1) Stamenkovic; Mehdiyev, Yunuszade, Mitreski, Bertucci; Sadygov, T.Guliyev; Wobay, Imamverdiyev (dal 14 s.t. Abdullayev), Flavinho; Canales. All. Haiiyev. PARTIZAN (4-4-2) Petrovic; Miljkovic, Ostoijc, Ivanov, Volkov; Tomic, Jojic (dal 38 s.t. S. Markovic), Smiljanic, L. Markovic (dal 1 s.t. Mitrovic); Ilic, S. Scepovic (dal 21 s.t. M.cepovic). All. Vermezovic. ARBITRO Evans (Gal).

MATTEO DALLA VITE KAZAN (Russia)

Oggi il giorno del verdetto, e forse Strama se la caver. Quella di ieri invece stata la notte di un risultato negativo ma bugiardo. Andrea Stramaccioni applaude la sua baby-Inter e se ne va dalla sala stampa bisbigliando qualche epiteto in romanesco per una domanda di parte russa. Questa: ieri lei ha detto che Berdyev uno dei migliori tecnici dEuropa, quindi stasera ha preso qualche lezione da lui? Risposta: S, ma negli ultimi cinque minuti.... Azione e reazione. E finita l. E oggi finir anche il tormentone sul ricorso.
Ottimismo per Strama Perch

i k.o. di fila in trasferta Dopo 10 vittorie consecutive fuori casa, lInter caduta a Bergamo (3-2) e Kazan (3-0)
tanti giovani in campo, oggi contavamo sul decimo ragazzo che esordiva nella mia gestione: complimenti a Benassi, Roman e Donkor. Let media ad inizio gara era di 22,9 anni e questo importante. Tornassi indietro farei la stessa formazione, e se Palacio avesse segnato... Si vede che lavr tenuto per la prossima. Mou e la firma Mourinho ha parlato bene di lui. Se lha detto veramente sono molto contento. Lui un punto darrivo per un giovane allenatore come

me. Stare nella stessa societ in cui ha scritto la storia ti d la possibilit di seguire le sue esperienze. Lo ringrazio e spero di non deluderlo. Ora il Parma. Secondo me con lAtalanta e con il Cagliari in casa avevamo concesso troppo, ecco la verit, ma stasera parliamo di Europa. Ora pensiamo al Parma e vorrei fare una battuta: se mi avessero detto che il 22 novembre eravamo gi qualificati qui e secondi in campionato, avrei firmato. Ranocchia, adduttore Nel frattempo, una mezza tegola. Ranocchia aveva sentito prima del match un mezzo fastidio alladduttore, gli ho detto di non rischiare e lui appena ha sentito un dolorino ha chiesto il cambio. Lui importante per noi. Parma a rischio? Per ora no.
RIPRODUZIONE RISERVATA

nel primissimo pomeriggio la

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

13

la Moviola
DELLE ITALIANE IN EUROPA

DAL NOSTRO INVIATO

KAZAN (Russia)

Cavani rischia Bale, annullato un gol regolare


La moviola delle italiane. RUBIN KAZAN-INTER Gara assolutamente tranquilla e di facile gestione per larbitro norvegese Skjerven. Che, in occasione del secondo gol dei russi, valuta correttamente su Rondon, che si libera senza fallo dal difensore nerazzurro Donkor. ANZHI-UDINESE Sul primo gol Samba travolge Basta e Danilo ma per forza fisica e sembra senza fallo. Fiscali due gialli a Willians. LAZIO-TOTTENHAM Grave errore dellarbitro spagnolo Teixeira e del secondo assistente Martinez al 5 p.t.: annullato un gol regolare a Bale, che segnalato in fuorigioco sul filtrante di Carroll ma il gallese in linea con Cavanda. Qualche dubbio su un contatto Mauri Walker in area inglese al 28 p.t. AIK SOLNA-NAPOLI Gli episodi pi discussi tutti nella ripresa. Al 16 rischia grosso Cavani, gi ammonito, che tocca di mano un passaggio di Vargas. A 5 dalla fine Aronica stende Bangura lanciato in porta, inevitabile il rosso anche se quella evitata non sembra una chiara coasione da gol perch il giocatore decentrato sulla fascia destra. Goffo ma netto il fallo in area di Karlsson su Cavani che causa il rigore qualificazione allultimo minuto di recupero.

durissima, soprattutto perch sar una lotta contro il tempo. LInter ha capito da tempo di doversi munire di un laterale destro capace di imporsi nelle due fasi di gioco: proprio per questo ha pensato a Sebastian Jung dellEintracht Francoforte, e a maggior ragione ci ha riflettuto nelle ultime settimane che hanno visto Jonathan naufragare e Zanetti aver spesso quelle difficolt che da laterale alto non arrivano.
Necessit Ieri sera c stata

Fascia destra, allarme rosso Piace Jung dellEintracht


Bocciati Jonathan e Pereira, i nerazzurri vanno allassalto del laterale tedesco. Espanyol su Alvarez, ma lui vuole lInter
OSCURATO DA DUE MESI
sionare pi volte, ma non sar facile strapparlo ai tedeschi: perch le trattative di rinnovo sarebbero gi molto avanzate e perch ci vorranno tempismo e buoni argomenti per inserirsi in maniera vincente. I nerazzurri tenteranno il colpaccio a 2,5 milioni, ma di certo le piste non portano solo a Jung.
Alvarez resta Nelle ultime ore

le operazioni che si fatto ancora pi netto nella ripresa, dopo un primo tempo bruttino assai perch moscio da una parte e dallaltra. Come se il gol trovato dal Rubin dopo appena un minuto e mezzo (ciao ciao di Kasaev a Jonathan sulla sinistra, mezza svirgolata di Juan Jesus sul palo e tap in vincente di Karadeniz) avesse appagato i russi e scompaginato piani e idee ai nerazzurri: forse Strama poteva aspettarsi qualcosa in pi dai giovanissimi lanciati senza paura (Roman e Livaja pi che Benassi), ma ci che di sicuro gli mancato, al di l di qualche invenzione pi concreta di Coutinho, stato un contributo risolutivo sulle fasce di Pereira e Jonathan, per diradare la densit confezionata in mezzo dal Rubin.
Trenza si ferma al palo Nella ripresa il tecnico si giocato le

ultime carte a disposizione. A casa fra rinunce e infortuni Handanovic, Samuel, Nagatomo, Cambiasso, Mudingayi, Guarin, Sneijder, Obi, Cassano e Milito (pi assenti di lunga data e fuori lista come Alvarez e Mariga), non gli restavano che Zanetti e Palacio. Ma il Trenza stavolta non ha rivoltato la gara come un calzino come due settimane fa a Belgrado: la sua striscia senza peccato si fermata a 6 gol nelle ultime cinque gare, perch lui si fermato ad un palo (minuto 21, su invito di Ranocchia) e a una girata rimasta intenzione dopo stop di petto (37). Con metri di campo spalancati dalle voglie nerazzurre di pareggio, non si fermato invece Rondn, che ha colpito due volte nel giro di 7 per quel 3-0 finale che bugia: ora a Parma che lInter dovr dire la verit.
RIPRODUZIONE RISERVATA

unaltra prova sconsolante di Jonathan stesso e di Pereira, prove che hanno aperto ancora una volta il file del mercato legato alla fascia destra. E allora, dopo le idee legate al vice-Milito (ancora in essere) e al centrocampista incursore (Paulinho sta sempre pi volando verso Parigi), ecco affiorare una volta di pi la necessit di puntellare la fascia destra. Proprio per questo lobiettivo forte lui, Sebastian Jung, classe 90, terzino destro anche della nazionale tedesca, uno che lInter sta seguendo da tempo e che apprezza per corsa e duttilit.
Tempismo e argomenti Il problema? C, eccome: il suo contratto (momentaneamente fino al 2014) sta per essere rinnovato fino al 2016, evento che alzerebbe la clausola rescissoria ora fissata a 2,5 milioni di euro. Clausola bassissima, quella attuale, e proprio per questo lEintracht sta lavorando col giocatore e il suo manager per far s che il talento non scappi dalla Bundesliga. E lInter? LInter lo andato a vi-

Rosita Celentano: Sullinno lInter racconta bugie


Sono molto dispiaciuta che i dirigenti dellInter stiano divulgando false notizie riguardo a mie ipotetiche, inopportune richieste economiche. Cos Rosita Celentano risponde alle polemiche sui diritti dellinno nerazzurro Pazza Inter, che non viene pi proposto a San Siro dal match contro la Roma del 2 settembre scorso. Le edizioni musicali sono della Luna Park, casa discografica della figlia del Molleggiato. Quello che sto chiedendo dal 2003 spiega Rosita il pagamento di quanto previsto dalla legge e da sfruttamenti pubblicitari non autorizzati. Come lInter ha chiesto a me il pagamento dei diritti per lutilizzo del suo marchio.

tornato a galla il nome di Debuchy, ma difficile anche l: il terzino destro del Lilla non trova sufficiente spazio nel proprio club e sta aspettando che la trattativa col Newcastle andata a vuoto in estate possa entrare nel vivo concretamente. A lui, si sarebbe interessato pure il Barcellona. Nel frattempo, un tappo di mercato: lEspanyol vorrebbe mettere le mani su Alvarez in prestito a gennaio, ma dallentourage del giocatore fanno sapere che largentino non si muover dallInter.
m.d.v.
RIPRODUZIONE RISERVATA

14

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

EUROPA LEAGUE GRUPPO F

ilpersonaggio EDINSON CAVANI

DAL NOSTRO INVIATO

ALESSIO DURSO STOCCOLMA

La societ sta cercando un mio vice? Non serve


La gioia dellattaccante: Io vorrei giocare sempre. Poco spettacolo, ma contava soltanto passare il turno

Sul prato dove hanno danzato Pel e Hamrin, anche Edinson Cavani si regala una notte di gloria. Un gol allultimo assalto, una vittoria storica e una qualificazione ai sedicesimi di finale di Europa League che rilancia il Napoli in grande stile. La racconter ai nipotini la notte di Stoccolma, lattaccante uruguaiano. Sul proscenio del Rasunda Stadion, sul quale da oggi caler il sipario per sempre dopo 75 anni di calcio e storie, il Matador tra mille difficolt si prende lultima scena. E i sogni dei 600 tifosi napoletani venuti fin quass con il cuore colmo di speranze continueranno a correre sulle sue gambe. Luomo di maggior talento a disposizione di Walter Mazzarri, anche ieri migliore in campo, si dimostra ancora una volta pi forte di tutto. Decisivo. Non poteva

certo bastare la sua fiammata del primo tempo, da cui nato il gol di Dzemaili. Ci voleva il colpo risolutore. E Cavani si fatto trovare ancora una volta puntuale allappuntamento con la gloria. Cos, aggrappati alle sue prodezze, gli azzurri riescono a venire a capo dellAik Solna, in fondo a una partita che dopo il pari di Danielsson si trasformata in una bagarre sul terreno spelacchiato di Stoccolma.
E vai Tutti stretti attorno al mi-

taccante si procurato il rigore, trasformato poi con freddezza, mentre gi scorrevano i titoli di coda.
Obiettivo raggiunto Alla fine lovazione di una squadra sempre pi Cavani-dipendente: Non abbiamo giocato una grande partita racconta lattaccante , ci ha penalizzato il terreno e poi in campo internazionale non esistono avversarie facili. Contava per solo vincere, ed quello che abbiamo fatto. Era importante qualificarsi, solo quello, per dare unaltra gioia ai nostri splendidi tifosi che ci hanno seguito anche qui in Svezia. Il Napoli cerca un vice Cavani? Ma io vorrei giocare sempre, rendermi utile in ogni momento. E Mazzarri sorride: Felice per la qualificazione, si vede che siamo miglioEdinson rati nella gestione delle forze, Cavani, 25 abbiamo passato il turno e rianni, fa festa spetto allo scorso anno abbiadopo il gol mo 7 punti pi in classifica.
REPORPRESS
RIPRODUZIONE RISERVATA

glior cannoniere europeo nella storia del club: sono adesso 18 le sue reti tra due edizioni di Europa League e una di Champions League. Un premio meritato. Perch Edinson, pericoloso fin dallavvio, ci ha provato in tutti i modi, andando vicino al raddoppio gi a met ripresa, fidandosi del proprio istinto killer e ricorrendo pure al mestiere, al cospetto di difensori irriducibili. E in un fazzoletto derba, davanti a Karlsson, lat-

LA NOTTE SVEDESE DAL VANTAGGIO AZZURRO A QUEL MURALES CHE FA PAURA


1 2

LALTRA GARA

le Pagelle
di MI.MAL.

Dnipro perfetto Vince in Olanda e passa da primo


PSV-DNIPRO 1-2

1 Dzemaili raccoglie il pallone respinto dal portiere Turina su tiro di Cavani e sblocca il risultato FOTOAGENZIA 2 Il calcio di rigore della qualificazione, firmato da Cavani REPORPRESS 3 Il macabro murales dei tifosi svedesi: si vede un Cavani decapitato

MARCATORI Wijnaldum (P) al 18, Seleznyov (D) al 24 p.t.; Konoplyanka (D) al 29 s.t. PSV (4-3-3) Waterman; Manolev (dal 42 s.t. Locadia), Derijck, Marcelo, Bouma; Hutchinson, Wijnaldum, Engelaar (dal 22 s.t. Depay); Lens, Matavz, Mertens. All. Advocaat. DNIPRO (4-2-3-1) Latuvka; Mandzyuk, Mazuch, Cheberyachko, Strinic (dal 24 s.t. Denisov); Rotan, Kankava; Matheus, Giuliano, Konoplyanka (dal 40 s.t. Fedetskiy); Seleznyov (dal 32 s.t. Zozulya). All. J. Ramos. ARBITRO Clos (Spagna).

ROSATI INDECISO VARGAS LOTTA


NAPOLI 6,5
ROSATI 5,5 Resta a guardare sul gol di Danielsson e sbaglia un paio di uscite. GAMBERINI 6,5 Ha sovrastato Borges, concedendogli davvero poco. ARONICA 4,5 Sbaglia un rinvio e innesca la ripartenza di Bangura che, poi, costretto a stendere: giusto il rosso diretto. BRITOS 5,5 Qualche incertezza di troppo ne evidenzia uno stato fisico non ancora al meglio. MESTO 5 Resta confinato sulla linea dei difensori e non riesce mai a spingere. ZUNIGA 5 Entra lui, ma sulla fascia destra non ci sono benefici. DONADEL 5 Arriva sempre in ritardo sulla palla e perde la maggior parte dei contrasti: stavolta non c. INLER 6 Garantisce quellordine che non cera stato senza di lui. BEHRAMI 6 Spesso usa la fisicit per avere ragione di Moro. DOSSENA 6 Spinge fin quando pu e spesso non viene assistito dai centrocampisti. DZEMAILI 6 Ha il merito di trovarsi al posto giusto per ribadire in rete una respinta del portiere. HAMSIK 6 Con un paio di giocate delle sue crea scompiglio tra i difensori svedesi. VARGAS 6,5 Nel secondo tempo pi combattivo. Si segnala per il passaggio rigore per Cavani.

Cavani mette il sigillo nello stadio di Pel Napoli qualificato al 94


Avanti con Dzemaili, poi subisce il pari e resta anche in dieci Un rigore del Matador nel recupero d laccesso ai sedicesimi
AIK SOLNA NAPOLI 1 2
DAL NOSTRO INVIATO

la sinistra, dove Dossena, per, viene servito male e spesso a lui si sovrappone Dzemaili con scarsi risultati. Sullaltra fascia, Mesto si dedica alla marcatura di Quaison e supera la propria met campo soltanto in unoccasione. E Vargas? Lui, ce la mette tutta, corre, rincorre, ma il pallone lo tocca un paio di volte. Dalla panchina, Mazzarri gli fa segno di attaccare gli spazi, di essere pi incisivo. E qualcosa di buono lo far vedere soltanto nella ripresa.
Orgoglio Cavani Ci vuole Cavani, in ogni modo, per sbloccare la partita. E sua la volata sulla sinistra ed il cross che impone a Turina la respinta: pronto il tapin di Dzemaili per il vantaggio. Il gol rasserena la squadra, ma stuzzica lAik che comincia a pressare. Aronica sbaglia in uscita e crea il panico dinanzi a Rosati. Poi, tocca a Donadel fare lo stesso errore e, stavolta il cross di Lundberg trova la girata di testa di Danielsson sulla quale Rosati resta a guardare. La ripresa pi gagliarda, Mazzarri mette dentro Inler e Hamsik, Vargas d segnali di ripresa. Ma sempre Cavani ad essere determinante. Giusto il tempo per annotare lespulsione di Aronica, che il quarto uomo segnala il recupero: tre minuti, quanti ne bastano a Cavani per ammattire Karlsson e costringerlo al fallo in area proprio nel momento in cui larbitro sta per chiudere la contesa. La prodezza dagli 11 metri del Matador fa impazzire unintera citt.
RIPRODUZIONE RISERVATA

MIMMO MALFITANO STOCCOLMA (Svezia)

PRIMO TEMPO 1-1 MARCATORI Dzemaili (N) al 19, Danielsson al 35 p.t.; Cavani (N) su rigore al 49 s.t.

AIK SOLNA (4-4-2) Turina; Lorentzson, Karlsson, Bachman, Johansson; Lundberg, Danielsson, Moro, Quaison (dal 31 s.t. Karikari); Bangura, Borges. PANCHINA Stamatopoulos, Persson, Tjernstrom, Gustavsson, Ozkan, Majstorovic. ALLENATORE Alm. NAPOLI (3-4-1-2) Rosati; Gamberini, Aronica, Britos; Mesto (dal 19 s.t. Zuniga), Donadel (dal 17 s.t. Inler), Behrami, Dossena; Dzemaili (dal 27 s.t. Hamsik); Vargas, Cavani. PANCHINA De Sanctis, Cannavaro, Maggio, El Kaddouri. ALLENATORE Mazzarri.
ARBITRO Alin Hategan (Romania). ESPULSI Aronica (N) al 40 s.t. per gioco scorretto AMMONITI Moro (A), Bachman (A) e Behrami (N) per gioco scorretto; Cavani (N) per comportamento non regolamentare.
NOTE Spettatori 28.552. Tiri in porta: 4-3. Tiri fuori: 6-6. Angoli: 3-0. Fuorigioco: 1-1. Recupero: p.t. 1; s.t. 3

Missione compiuta: la vittoria di Stoccolma consente al Napoli di accedere ai sedicesimi di finale di Europa League con un turno di anticipo. Conta fino ad un certo punto, la prestazione. Stavolta s voluto solo badare al sodo, a quei tre punti che avrebbero dovuto consentire di andare avanti in questa competizione. Ed allora, niente preziosismi, ma tanto cuore e determinazione, componenti che hanno permesso a Edinson Cavani di procurarsi e realizzare il rigore della vittoria a tempo ormai scaduto (fallo al 48 e gol al 49 s.t.) e di scrivere lultima riga della storia del Rasunda: da oggi, inizieranno i lavori per abbatterlo. Dunque, il primo obbiettivo stato centrato e Walter Mazzarri pu godersi

un momento vero di soddisfazione: ancora una volta ha avuto ragione lui, al di l degli appunti che spesso s meritato per certe scelte non sempre condivisibili e mal supportate dai risultati.
Tanta noia Che noia, per, il primo tempo! LAik Solna evidenzia una maggiore determinazione, ma tutto si racchiuder, poi, nel pareggio di Danielsson (35). E privo didee, invece, il Napoli. Limpegno di Cavani non basta: da solo, l davanti, pu fare molto poco anche se il gol di Dzemaili nasce proprio da una sua incursione sulla sinistra (19). In difesa, la lentezza di Britos e le disattenzioni di Aronica preoccupano. Senza pretese Si dimostra

18 3

i gol europei di Cavani con la maglia del Napoli: 13 in Europa League e 5 in Champions

7 CAVANI

IL MIGLIORE

Quello scatto a pochi secondi dalla fine superbo. Karlsson costretto a stenderlo e lui trasforma il rigore della qualificazione. All. MAZZARRI 7 Non pi attendista, quando capisce che il momento dei titolarissimi non perde tempo ad inserirli: vincente.

qualificazioni consecutive ottenute da Mazzarri nelle fasi a gironi europee con il Napoli, dal 2010 al 2012
nadel e Behrami provano ad imporsi col fisico a Danielsson e Moro. Ma non basta loro la forza perch, a sorpresa, gli avversari palleggiano meglio, sono pi ordinati nella fase dimpostazione. Allora, si cercano gli spazi giusti sugli esterni e si finisce per giocare soltanto sul-

AIK SOLNA 6
Turina 6; Lorentzson 5,5, Karlsson 5, Bachman 6, Johansson 5; Lundberg 6, Danielsson 6,5, Moro 6, Quaison 6 (Karikari 5); Bangura 5,5, Borges 5. All. Alm 5,5.

lazione del Napoli. Dzemaili si allarga sulla fascia sinistra, quando si riparte, mentre Do-

GLI ARBITRI: HATEGAN 7 Coraggioso nel fischiare il rigore a tempo scaduto. Nica 6,5-Sovre 6; Dan Tudor 6,5-Coltescu 6.

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

15

EUROPA LEAGUE GRUPPO A


ANZHI UDINESE
PRIMO TEMPO 0-0 MARCATORI Samba 27, Etoo 30 s.t.

2 0

2-2 CON LO YOUNG BOYS

le Pagelle
di F.LI.

Il Liverpool si gioca tutto con i friulani


Pari a Liverpool e qualificazione incerta.
LIVERPOOL-YOUNG BOYS 2-2 MARCATORI Shelvey (L) al 33 p.t. Bobadilla (YB) al 7, J. Cole (L) al 27, Zverotic (YB) al 43 s.t. LIVERPOOL (4-3-3) Pepe Reina; Wisdom (dal 31.p.t. Gerrard), Skrtel, Carragher, Downing; Suso (dal 16 s.t. Suarez) , Sahin, Henderson; J.Cole (dal 30 s.t. Sterling), Shelvey, Assaidi. All. Rodgers. YOUNG BOYS (4-2-3-1) Wolfli; Sutter, Nef, Veskovac (dal 23 pt. Oyala), Lecjaks; Zverotic, Farnerud; Zarate, Schneuwly (dal 37 s.t. Vitkieviez), Nuzzolo (dal 32 s.t.Frey); Bobadilla. All. Rueda. ARBITRO Yefet (Isr). AMMONITI Sahin, Zverotic.

ANZHI (4-3-1-2) V. Gabulov; Logashov, Samba (dal 41 s.t. Lahiyalov), Joao Carlos, Tagirbekov; Shatov, Jucilei, Zhirkov; Boussufa; Etoo, Carcela (dal 23 s.t. Traor) PANCHINA Pomazan, Agalarov, Gadzhibekov, Muhammad, Burmistrov ALL. Hiddink CAMBIO DI SISTEMA 4-2-3-1 dal 1 s.t., 4-1-3-2 dal 23 s.t. BARICENTRO MOLTO ALTO 57,4 metri AMMONITI Zhirkov e Boussufa per comportamento non regolamentare. UDINESE (3-5-1-1) Brkic; Heurtaux, Danilo, Domizzi; Faraoni (dal 12 s.t. Basta, dal 33 s.t. Ranegie), Pereyra, Willians, Badu, Armero (dal 26 s.t. Pasquale); Fabbrini; Di Natale. PANCHINA Padelli, Coda, Reinthaler, Marsura. ALLENATORE Guidolin. CAMBIO DI SISTEMA 3-4-2-1 dal 33 s.t., 3-4-2 dal 35 s.t. BARICENTRO MEDIO 51,1 metri ESPULSI Willians (35 s.t.) per doppia ammonizione, entrambe per gioco scorretto AMMONITI Di Natale e Domizzi per c.n.r. ARBITRO Gumienny (Bel)
NOTE spett. 15mila. Tiri in porta 5 (una traversa)-3. Tiri fuori 6-1. Angoli 11-2. In fuorigioco 3-4. Rec. 2 pt, 4 st

BRKIC RISALE DI NATALE GIU


UDINESE 5

7 BRKIC

IL MIGLIORE

Da cineteca la parata distinto su Shatov al 12, con traversa che aiuta. I due gol non sono colpa sua. HEURTAUX 5,5 Resiste, ma poi Etoo entra dal suo lato. DANILO 5,5 Tiene in gioco Etoo sul 2 0. DOMIZZI 6 Il pi affidabile dietro: anche nel finale chiude lo scatenato Traor. FARAONI 5,5 Spingendo di pi, con la collaborazione di Pereyra, avrebbe creato pi guai a Tagirbekov. BASTA s.v. Poveraccio: dentro da 21, si rompe lo zigomo nellazione, un po indecifrabile, del primo gol. (Ranegie s.v.) PEREYRA 6 Bella spinta, ma a intermittenza. WILLIANS 5 Forse i due gialli sono troppo. Ma non sono disciplinari i problemi: che, da play, fa ben poco. BADU 5 Spinta, spinta, spinta. Errori, errori, errori. ARMERO 5 Shatov lo costringe basso. Lui sotto tono. PASQUALE 5,5 Nel finale, per soffrire anche lui sulla fascia. FABBRINI 6 Alla bella partenza palla difesa con coraggio segue un secondo round impreciso: ma sfinito e nessuno laiuta. DI NATALE 5 Giornataccia. Succede anche a lui che di situazioni ne ha risolte diverse. Qui non gli riesce niente. All. GUIDOLIN 6 Dentro il meglio che ha. Ma di questi tempi non il massimo. Cosa rimproverargli? V. Gabulov 6,5; Logashov 6, Samba 7 (Lahiyalov s.v.), Joao Carlos 6,5, Tagirbekov 5,5; Shatov 6,5, Jucilei 6,5, Zhirkov 6; Boussufa 6,5; Etoo 6,5, Carcela 5,5 (Traor 7). All. Hiddink 6,5.

Il secondo gol dellAnzhi allUdinese porta la firma di Samuel Etoo, che batte Brkic dopo uno slalom REUTERS

Samba-Etoo, lAnzhi va Udinese, addio Europa


La svolta arriva dalla panchina con lingresso di Traor Guidolin: Fatti errori in passato, pensiamo al campionato
DAL NOSTRO INVIATO

molto da inventarsi per replicare, il povero Guidolin: Willians ha un raggio dazione limitato e il 3-5-1-1 langue sulla sua trequarti, anche perch Pereyra non sempre innescato, Faraoni deve guardare anche Zhirkov, Badu sbaglia a raffica. E poi c Di Natale che non San Tot ma un essere umano: per una volta fatica da morire e, quando si libera, beccato in fuorigioco al millimetro. Si sbatte Fabbrini ma solo e le forze presto si prosciugano.
Ora attacco E forse quello che

FABIO LICARI MOSCA

Niente impresa. LUdinese dice addio allEuropa League, ma non lo 0-2 con lAnzhi la causa delleliminazione, n la serataccia di Di Natale. successo tutto prima, nel doppio k.o. con lo Young Boys. Recuperare tra qui e Liverpool, con una barca di indisponibili e il morale non a mille, era complicato assai. Guidolin lo sa bene: Abbiamo commesso errori che si sono rivelati fatali. Adesso ci dedicheremo al campionato, dove abbiamo altri pensieri. Ma, giocando con la stessa mentalit di Mosca, torneremo a far bene anche nella fase difensiva. Qualche dubbio sullultima opinione,

Leliminazione decisa nel doppio confronto perso con gli svizzeri dello Young Boys
per, resta: perch per difendersi occorre che la mediana protegga con ordine e rilanci. Contro lAnzhi, da questo punto di vista, la missione fallita.
Calma Hiddink Non sono fenomeni i compagni di Etoo, per hanno una manovra da grandi merito naturalmente del mago Hiddink e un paio di tizi notevoli. Su tutti, Traor: un simil Pogba, ruolo centravanti, che appena entra squarcia le maglie un po distratte dellUdinese, confezionando

successo e qualificazione. Solo che Traor rimane in panchina fino al 23 della ripresa, ancora 0-0, perch Hiddink evidentemente non si fida di Guidolin. E fino a quel momento anche una partitaccia, complice un terreno buono per le patate.
Limiti Udinese LAnzhi schiera-

to con un 4-3-1-2 che si modula bene ma lascia Etoo un po solo a destra, senza troppa collaborazione da Carcela. Doppio regista, non in linea: Jucilei davanti alla difesa e Boussoufa per lultimo tocco. La mossa a sorpresa sono gli inserimenti del centrale difensivo Samba, un gigante che di testa le prende tutte, e la velocit di Shatov che da destra sinfila tra Badu e Armero. Sul suo tiro, Brkic sembra Banks, con laiuto della traversa. Non ha

aveva in mente Hiddink. Stancare e aggredire. Il secondo tempo, infatti, comincia rimescolando gli stessi undici in un 4-2-3-1 pi offensivo, e poi passando a una specie di 4-1-3-2 mobilissimo che schiaccia lUdinese: Jucilei fa il play, mentre i trequartisti appoggiano Etoo e quel demonio di Traor. Non c pi partita. Al 27, su angolo, Samba vola dove solo lui pu e infila di testa (in una mischia nella quale Basta si rompe lo zigomo). Tre minuti dopo Traor lancia per Etoo che fa uno dei gol tipo Inter di Mou: 2-0. C il tempo per un secondo giallo a Willians ma larbitro Gumienny non convince e, come dice Guidolin, per cominciare a pensare (soltanto) al campionato.
Tot Di Natale, 35 anni PETRUSSI
RIPRODUZIONE RISERVATA

ANZHI 6,5

GLI ARBITRI: GUMIENNY 5 Insicuro, mostra poca personalit. Vromans 6-De Neve 6; Wouters 6 -Boucaut 5,5.

LA SITUAZIONE DEI GIRONI


GRUPPO A Gi giocate Young Boys-Liverpool UDINESE-Anzhi Anzhi-Young Boys Liverpool-UDINESE Liverpool-Anzhi Young Boys-UDINESE Anzhi-Liverpool UDINESE-Young Boys Anzhi-UDINESE Liverpool-Young Boys Classifica Pt Anzhi 10 Liverpool 7 Young Boys 7 UDINESE 4 Prossimo turno 3-5 1-1 2-0 2-3 1-0 3-1 1-0 2-3 2-0 2-2 Gf Gs 6 2 10 9 11 12 7 11 GRUPPO B Gi giocate Hapoel Tel Aviv-Atletico Madrid Viktoria Plzen-Academica Academica-Hapoel Tel Aviv Atletico Madrid-Viktoria Plzen Atletico Madrid-Academica Hapoel Tel Aviv-Viktoria Plzen Academica-Atletico Madrid Viktoria Plzen-Hapoel Tel Aviv Atletico Madrid-Hapoel Tel Aviv Academica-Viktoria Plzen Classifica Pt G V Atletico Madrid* 12 5 4 Viktoria Plzen* 10 5 3 Academica 5 5 1 Hapoel Tel Aviv 1 5 0 Prossimo turno 0-3 3-1 1-1 1-0 2-1 1-2 2-0 4-0 1-0 1-1 Gf Gs 7 3 10 4 6 7 2 11 GRUPPO C Gi giocate Ael Limassol-Borussia M. Fenerbahe-Marsiglia Marsiglia-Ael Limassol Borussia M.-Fenerbahe Borussia M.-Marsiglia Ael Limassol-Fenerbahe Marsiglia-Borussia M. Fenerbahe-Ael Limassol Borussia M.-Ael Limassol Marsiglia-Fenerbahe Classifica Pt G Fenerbahe* 13 5 Borussia M.* 8 5 Marsiglia 5 5 Ael Limassol 1 5 Prossimo turno 0-0 2-2 5-1 2-4 2-0 0-1 2-2 2-0 2-0 0-1 Gf Gs 10 4 8 6 9 8 1 10 GRUPPO D Gi giocate Maritimo-Newcastle 0-0 Bordeaux-Bruges 4-0 Bruges-Maritimo 2-0 Newcastle-Bordeaux 3-0 Newcastle-Bruges 1-0 1-1 Maritimo-Bordeaux Bruges-Newcastle 2-2 Bordeaux-Maritimo 1-0 Newcastle-Maritimo 1-1 Bruges-Bordeaux 1-2 Classifica Pt G V N P Gf Gs Bordeaux* 10 5 3 1 1 8 5 Newcastle* 9 5 2 3 0 7 3 Bruges 4 5 1 1 3 5 9 Maritimo 3 5 0 3 2 2 5 Prossimo turno 6 dicembre Maritimo-Bruges, Bordeaux-Newcastle *: qualificate. GRUPPO J Gi giocate Maribor-Panathinaikos Tottenham-LAZIO LAZIO-Maribor Panathinaikos-Tottenham Panathinaikos-LAZIO Maribor-Tottenham LAZIO-Panathinaikos Tottenham-Maribor Panathinaikos-Maribor LAZIO-Tottenham Classifica Pt G V N P LAZIO* 9 5 2 3 0 Tottenham 7 5 1 4 0 Panathinaikos 5 5 1 2 2 Maribor 4 5 1 1 3 Prossimo turno 6 dicembre Maribor-LAZIO, Tottenham-Panathinaikos *: qualificata. GRUPPO E Gi giocate Stoccarda-Steaua Bucarest Copenaghen-Molde Molde-Stoccarda Steaua Bucarest-Copenaghen Steaua Bucarest-Molde Stoccarda-Copenaghen Molde-Steaua Bucarest Copenaghen-Stoccarda Steaua Bucarest-Stoccarda Molde-Copenaghen Classifica Pt G V Steaua Bucarest 10 5 3 Stoccarda 8 5 2 Copenaghen 7 5 2 Molde 3 5 1 Prossimo turno 6 dicembre Stoccarda-Molde, Copenaghen-Steaua Bucarest GRUPPO K Gi giocate Rapid Vienna-Rosenborg Bayer Leverkusen-Metalist Metalist-Rapid Vienna Rosenborg-Bayer Leverkusen Rosenborg-Metalist Rapid Vienna-Bayer Leverkusen Metalist-Rosenborg Bayer Leverkusen-Rapid Vienna Rosenborg-Rapid Vienna Metalist-Bayer Classifica Pt G V N Metalist* 13 5 4 1 Bayer Leverkusen* 10 5 3 1 Rosenborg 6 5 2 0 Rapid Vienna 0 5 0 0 Prossimo turno 6 dicembre Rapid Vienna-Metalist, Bayer-Rosenborg. *: qualificate. 2-2 2-1 2-0 1-0 2-0 0-0 1-2 0-2 1-5 1-2 Gf Gs 8 8 9 5 4 5 5 8 GRUPPO F Gi giocate Dnipro-PSV NAPOLI-AIK AIK-Dnipro PSV-NAPOLI PSV-AIK Dnipro-NAPOLI AIK-PSV NAPOLI-Dnipro PSV-Dnipro AIK-NAPOLI Classifica Dnipro* NAPOLI* AIK PSV Prossimo turno 2-0 4-0 2-3 3-0 1-1 3-1 1-0 4-2 1-2 1-2 Gf Gs 12 8 11 9 5 10 5 6

G 5 5 5 5

V 3 2 2 1

N 1 1 1 1

P 1 2 2 3

N 0 1 2 1

P 1 1 2 4

V 4 2 1 0

N 1 2 2 1

P 0 1 2 4

N 1 2 1 0

P 1 1 2 4

Pt 12 9 4 4

G 5 5 5 5

V 4 3 1 1

N 0 0 1 1

P 1 2 3 3

6 dicembre Young Boys-Anzhi, UDINESE-Liverpool GRUPPO G Gi giocate Genk-Videoton 3-0 Sporting-Basilea 0-0 Basilea-Genk 2-2 Videoton-Sporting 3-0 Videoton-Basilea 2-1 Genk-Sporting 2-1 Basilea-Videoton 1-0 Sporting-Genk 1-1 Videoton-Genk 0-1 Basilea-Sporting 3-0 Classifica Pt G V N P Gf Gs Genk* 11 5 3 2 0 9 4 Basilea 8 5 2 2 1 7 4 Videoton 6 5 2 0 3 5 6 Sporting 2 5 0 2 3 2 9 Prossimo turno 6 dicembre Genk-Basilea, Sporting-Videoton *: qualificata.

6 dicembre Hapoel Tel Aviv-Academica, Viktoria Plzen-Atletico Madrid *: qualificate. GRUPPO H Gi giocate INTER-Rubin Partizan-Neftci Neftci-INTER Rubin-Partizan Rubin-Neftci INTER-Partizan Neftci-Rubin Partizan-INTER Rubin-INTER Neftci-Partizan Classifica Pt G V N P Rubin* 13 5 4 1 0 INTER* 10 5 3 1 1 Partizan 2 5 0 2 3 Neftci 2 5 0 2 3 Prossimo turno 6 dicembre INTER-Neftci, Partizan-Rubin *: qualificate. 2-2 0-0 1-3 2-0 1-0 1-0 0-1 1-3 3-0 1-1 Gf Gs 9 2 9 7 2 7 2 6

6 dicembre Ael Limassol-Marsiglia, Fenerbahe-Borussia M. *: qualificate. GRUPPO I Gi giocate Lione-Sparta Praga 2-1 Athletic Bilbao-Kiryat Shmona 1-1 Kiryat Shmona-Lione 3-4 Sparta Praga-Athletic Bilbao 3-1 Sparta Praga-Kiryat Shmona 3-1 Lione-Athletic Bilbao 2-1 Kiryat Shmona-Sparta Praga 1-1 Athletic Bilbao-Lione 2-3 Sparta Praga-Lione 1-1 Kiryat Shmona-Athletic Bilbao (rinviata) Classifica Pt G V N P Gf Gs Lione* 13 5 4 1 0 12 8 Sparta Praga* 8 5 2 2 1 9 6 Kirat Shmona 2 4 0 2 2 6 9 Athletic Bilbao 1 4 0 1 3 5 9 Prossimo turno 6 dicembre Lione-Kiryat Shmona, Athletic Bilbao-Sparta Praga. *: qualificate.

6 dicembre Dnipro-AIK, NAPOLI-PSV *: qualificate. GRUPPO L Gi giocate Levante-Helsingborg Twente-Hannover Hannover-Levante Helsingborg-Twente Helsingborg-Hannover Levante-Twente Hannover-Helsingborg Twente-Levante Helsingborg-Levante Hannover-Twente Classifica Pt G V N Hannover* 11 5 3 2 Levante* 10 5 3 1 Twente 4 5 0 4 Helsingborg 1 5 0 1 Prossimo turno 6 dicembre Levante-Hannover, Twente-Helsingborg. *: qualificate.

3-0 0-0 1-0 1-1 1-1 1-1 3-0 3-1 1-0 0-0 Gf Gs 5 1 5 3 3 8 5 6

P 0 1 3 5

1-2 0-0 2-0 0-1 1-2 0-4 3-1 3-0 3-2 2-0 Gf Gs 9 2 8 2 7 9 3 14

P 0 1 1 4

1-0 2-2 2-1 2-2 1-2 3-0 3-2 0-0 1-3 0-0 Gf Gs 9 6 8 3 4 7 6 11

REGOLAMENTO: Le prime due di ogni girone accedono ai sedicesimi di finale con le terze di Champions League. In caso di parit sono decisivi nellordine a) gli scontri diretti; b) la differenza reti negli scontri diretti; c) i gol in trasferta negli scontri diretti; d) la differenza reti; e) i gol segnati; f) il coefficiente Uefa di luglio 2011

16

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

SERIE A
sapore molto disneyano, immaginiamo con grande soddisfazione di Pallotta & UniCredit, che hanno proprio il colosso statunitense come partner commerciale. Insomma, la scalata verso il podio (attualmente il romanista quarto) potrebbe presto continuare a ritmo serrato, tanto pi che in questa stagione il capitano non ha saltato neppure una partita, risultando finora il pi impiegato tra gli uomini di Zeman.
Gol e non solo Ma Totti non si-

GLI AVVERSARI

Pescara, Bergodi lancia Bjarnason


PESCARA Bergodi cambia il volto del Pescara. Primi due giorni di lavoro per il nuovo allenatore che, tra squalifiche e infortuni (Capuano, Cascione, Zanon, Blasi e Colucci), costretto ad allestire la formazione per il suo esordio allAdriatico in piena austerity. La grande novit sar Birkir Bjarnason: lislandese arrivato dallo Standard Liegi, poco considerato da Stroppa, sostituir capitan Cascione nel ruolo di mezzala sinistra. Contro la Roma del grande ex Zeman, Bergodi proseguir con la difesa a tre e una mediana con 5 uomini. Le scelte dalla trequarti in su per non sono ancora fatte. Dipenderanno dal recupero di Vladimir Weiss: il talento slovacco, vittima di una sciatalgia, ristabilito ma non ha una gara intera nelle gambe. Se giocasse dallinizio, lex City sarebbe la seconda punta accanto a uno tra Abbruscato (favorito) e Jonathas. Con Quintero ancora nelle vesti di regista. Al momento, per, lallenatore di Bracciano non sa ancora se potr contare su Weiss e ha sperimentato una formazione con il brasiliano Togni metodista e il colombiano rifinitore per Abbruscato. Quintero mi piace molto davanti: ha dribbling e fantasia nel passaggio finale, non lo vedo come metodista. Bjarnason? Lo sto valutando, mentre Weiss ha grandi qualit, spiega Bergodi.
Orlando DAngelo
RIPRODUZIONE RISERVATA

Totti formato trasferta Insegue un altro record


Va a caccia di Del Piero e Baggio tra i goleador da viaggio Domenica Roma allAdriatico, dove il 10 non ha mai segnato
MASSIMO CECCHINI ROMA

C qualcuno che ha fatto appena in tempo a disfare la valigia (Luis Enrique), altri che per sicurezza ce lhanno gi in bella vista (Io di nuovo a Pescara? "Del doman non v certezza", ha detto due giorni fa Zeman al quotidiano Il Cen-

tro), ma probabilmente soltanto uno che la usa soltanto per andare in trasferta. un ragazzo di 36 anni che si chiama Francesco Totti, e ad andare in viaggio con la maglia giallorossa ci ha preso gusto, visto che lontano dallOlimpico tra Serie A e Coppe ha gi segnato cento gol (il 36,6% della sua produzione romanista, che annovera 273 reti), entrando in

un club assai ristretto che conta, nellordine, gente come Jos Altafini (121), Roberto Baggio (104) e Alessandro Del Piero (103).
Milano & Pescara Il dettaglio delle marcature lo potete vedere nella tabella in alto, ma noi vi aggiungiamo che se Milano la citt in cui il capitano della Roma ha realizzato pi gol fuo-

ri casa (12, segue Udine con 7), a Pescara dove la squadra giallorossa giocher domenica in una gara delicata per entrambe e considerata a rischio dal punto di vista dellordine pubblico Totti non ha mai segnato in partite ufficiali (vi ha disputato match amichevoli). Dal suo punto di vista, un ottimo motivo per provare a cercare quella carica dei 101 dal

gnifica solo certezza di reti. Non a caso una curiosa classifica pubblicata dal sito La Roma24 evidenzia come il capitano della Roma sia primo nella classifica dei passaggi filtranti (24 riusciti su 42 tentati) davanti a Cassano, Pirlo e Hamsik. Certo per che il fascino del gol impagabile, e per questo si nota con puntiglio come Totti abbia segnato pi nel secondo che nel primo tempo (57-43), che 26 reti siano state realizzate da fuori area, che 82 abbiano avuto il tocco inconfondibile del suo destro (14 invece di sinistro e 4 di testa) e che 40 siano arrivate da calcio piazzato (24 su rigore, 16 su punizione). Insomma, se lattacco della Roma super il migliore della Serie A e quello che ha sempre segnato giureremmo che lo zampino del numero dieci romanista si mostri quasi in ogni occasione. Anzi, se ieri il direttore commerciale giallorosso Cristoph Winterling, dallInternational Footbal Summit di Colonia, ha garantito come nel 2016 il nuovo stadio di propriet sar pronto, viene il magone al pensiero che capitan Totti debba entrarvi solo da spettatore. Ma ne siamo proprio sicuri oppure vero che la vita comincia a quarantanni?
RIPRODUZIONE RISERVATA

giudizio del Tombo


DI DANIELE TOMBOLINI

De Marco e Giacomelli una girandola di errori


Male anche Guida in Roma-Torino. Ottime le prestazioni di Orsato, Bergonzi, Irrati e Mazzoleni
13 GIORNATA
PARTITA ARBITRO BONUS ERRORI PUNTI

BOLOGNA-PALERMO CATANIA-CHIEVO FIORENTINA-ATALANTA INTER-CAGLIARI JUVENTUS-LAZIO NAPOLI-MILAN ROMA-TORINO SAMPDORIA-GENOA SIENA-PESCARA UDINESE-PARMA

VALERI PERUZZO DE MARCO GIACOMELLI ORSATO BERGONZI GUIDA MAZZOLENI IRRATI RUSSO

2 1 2 2 3 3 2 3 3 2

-6 -5 -2 -

2 1 -4 -3 3 3 0 3 3 2

LEGENDA Bonus gara facile 0; gara insidiosa 1; gara difficile 2; gara difficilissima 3. Errori su un gol -3; su un rigore -2; su unespulsione -1

La 13 porta male agli arbitri e non bastano le ottime prestazioni di Orsato, Bergonzi, Irrati e Mazzoleni a spegnere le polemiche. Tanti gli errori in FiorentinaAtalanta: gol in fuorigioco di Bonaventura convalidato (-3), rigore non fischiato (-2) per la trattenuta di Manfredini a Rodriguez e mancata espulsione di Pizarro per doppio giallo (-1). Pi pesanti le critiche sul giovane Giacomelli che a San Siro convalida il gol di Sau nonostante lo stop di braccio (-3) e non vede il fallo da rigore di Astori su Ranocchia (-2). Male anche Guida in Roma-Torino: su indicazione del giudice di porta Calvarese d alla Roma un rigore che non c' (-2).

CLASSIFICA GENERALE
ARBITRO GARE PUNTI

RIZZOLI ROCCHI ORSATO DAMATO GIANNOCCARO ROMEO TAGLIAVENTO BANTI VALERI BERGONZI PERUZZO MASSA MAZZOLENI CALVARESE CELI DE MARCO GUIDA OSTINELLI PINZANI TOMMASI DI BELLO RUSSO IRRATI GIACOMELLI DOVERI GERVASONI

6 6 7 6 6 6 5 6 6 6 5 5 7 5 5 7 6 1 1 1 1 6 2 6 6 6

13 13 12 10 9 9 8 8 8 8 7 6 6 5 4 3 3 2 1 1 1 1 1 0 -2 -2

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

17

ATALANTA - Largentino torna a Marassi dove debutt con una doppietta

Tutto ok per Maxi Moralez Gli manca solo il gol


GUIDO MACONI BERGAMO

Operazione rilancio per due. Per lAtalanta che vuole lasciarsi alle spalle subito il poker di Firenze e riprendere la serie di risultati positivi interrotta a cinque. Ma anche per Maxi Moralez (a destra, Fotopress) a cui il Genoa evoca dolci ricordi. Il Frasquito uno dei giocatori pi in forma della squadra di Colantuono: corre, inventa, diverte e si diverte. Gli manca solo il gol per sottolineare il suo momento. Per ora fermo allunico acuto nella partita persa a Catania il 26 settembre, un gol per altro

regalato da una papera di Andujar e inutile ai fini del risultato. Di fatto non segna da due mesi, ma lAtalanta nel frattempo ha scoperto la vena realizzativa di Bonaventura e ritrovato Denis, quanto basta per non sentire troppo il digiuno del suo folletto argentino. Colantuono nellultimo mese lo ha anche riportato pi vicino a Denis e di conseguenza anche alla porta avversaria per solleticare la voglia di segnare e labilit in fase conclusiva. Moralez lha ripagato con tante giocate di qualit e

soprattutto un assist e un rigore procurato nella vittoria sullInter. Il gol non unossessione o un problema, ma se arrivasse non sarebbe sgradito. E il Genoa pu essere lavversario giusto. Lanno scorso proprio a Marassi con i rossobl Moralez si present alla serie A: doppietta in meno di un tempo. Due gol allesordio, roba da stropicciarsi gli occhi. Maxi ritrova il Genoa dopo oltre un anno (al ritorno era rimasto in panca) e sogna il bis.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Genoa
ALESSIO DA RONCH GENOVA

Cominciato il ritiro Vargas la speranza


Delneri si aggrappa al peruviano per risalire dallultimo posto
Alla ricerca della serenit perduta. Il Genoa da ieri in ritiro a Coccaglio, a met strada tra Bergamo e Brescia, dove rester fino alla sfida di domenica contro lAtalanta. Delneri ha riunito i giocatori al mattino di buonora e alle 9 la comitiva partita da Pegli. Non si tratta di una fuga visto che i tifosi, in aperta contestazione a Preziosi, finora hanno sempre sostenuto la squadra ma di una sorta di ripartenza: in attesa dei rinforzi di gennaio, infatti, Delneri cerca di dare una svolta al suo campionato, fino a questo momento fatto soltanto di sconfitte, isolandosi e concentrandosi sul lavoro e sulla sistemazione dei particolari che possono finalmente rendere utile il suo 4-4-2. Ieri i rossobl hanno disputato una partitella con una mista di Primavera e Allievi del Brescia, Rossi e Jankovic hanno lavorato a parte ma per entrambi non dovrebbero esserci problemi di recupero. Antonelli e Piscitella, invece, cos come Anselmo, Ferronetti e Jorquera, sono rimasti a Genova infortunati. Sta bene, invece Vargas, schierato nel primo tempo nel suo ruolo sulla fascia sinistra. Potrebbe essere lui luomo chiave per il rilancio di Delneri.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Palermo il Montella style Quante reti da fermo Attacco in crisi


FABRIZIO VITALE PALERMO

Angoli, punizioni, rimesse: funzionano bene gli schemi di Vio, specialista voluto dal tecnico
Fiorentina
GIOVANNI SARDELLI FIRENZE

Miccoli prova a risollevarlo

Applicazione, posizione, fantasia. I calci piazzati in casa viola sono materia di studio. Nove delle 23 reti realizzate in campionato arrivano da palla inattiva. Una progressione mostruosa, considerando che delle 11 reti messe a segno nelle ultime tre gare, ben sette sono nate da corner, punizioni e rimesse laterali.
Il mago E dire che, al momento dellufficializzazione, c chi ha sorriso soffermandosi su alcune figure dello staff tecnico di Montella (a destra, foto Image Sport). Come quella che sotto la casella preparatore palle inattive, porta a Gianni Vio. Invece proprio il mago delle punizioni a consegnare gol e punti alla Fiorentina. Arriva a met settimana, quando gli allenamenti virano sulla parte tecnica, porta idee, schemi e soluzioni. E i risultati cominciano a dargli ragione. La palla inattiva un altro gioco, scrisse qualche tempo fa, Cambia il regolamento, il modulo, il ruolo. Ci vuole allenamento per realizzare il tutto in gara. E questo i viola fanno. Si allenano. Almeno in due sedute vengono provati i calci piazzati sotto la guida di Vio. Che prima illustra gli schemi della settimana, variando spesso di partita in partita. E poi li segue. Solo quelli per la fase offensiva per. Non avrebbe senso aiutare cos la difesa, sarebbe una perdita di tempo: perch le possibili soluzioni avversarie sono troppe. Risultati Sono l, basta osservare. Ser-

i viola sono stati pericolosi da subito, creando occasioni nitide a Napoli, a Parma (palo di Roncaglia), con la Juve (traversa di Jovetic). Alla settima giornata su corner di Mati, decide Jovetic in girata. A proposito del montenegrino, anche ieri allenatosi a parte: calano le speranze di vederlo domenica contro il Torino. Giornata successiva, lottava: angolo di Pasqual, tocco di Toni e rete di Rodriguez. Contro il Cagliari, lo scorso 4 novembre, i viola sfiorano il gol con Jovetic dopo una rimessa laterale. Trovandone due poco dopo con Rodriguez e lo stesso Jovetic sui corner di Borja Valero. Altro dato importante. Non esiste un unico uomo designato a calciare: i tiratori cambiano a seconda della situazione e della gara. Ad alternarsi almeno in cinque, Pasqual, Ljajic, Mati, Aquilani e Borja. La storia recente parla poi delle prime due reti di San Siro arrivate su sviluppi di rimesse laterali (sulla seconda gravi le colpe di Mexes). Anche se Roncaglia, poco prima, era stato liberato in area da uno schema con doppio tocco rasoterra su punizione. Domenica scorsa lAtalanta stata schiantata con tre gol provenienti da palla inattiva. Rodriguez e doppio Aquilani i marcatori. E se la stagione era iniziata alla grande (gol su punizione di Pasqual in Coppa Italia con il Novara), il cruccio porta al dischetto. Due rigori ai viola, altrettanti errori griffati Jovetic e Mati. L s che migliorare possibile.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Fabrizio Miccoli, 33 anni, capitano del Palermo ANSA

Il capitano rientra dopo due gare e punta al gol numero 100 in A


Sar il derby pi difficile degli ultimi nove anni. Per la prima volta il Palermo vede il Catania in zona Europa dai bassifondi della classifica. Il quartultimo posto non lunico dato negativo: c lattacco che deve ritrovare una spinta poderosa, perch il secondo peggiore del torneo dopo quello del Pescara. La.d. Pietro Lo Monaco ha dato il via alla sfida con schermaglie mediatiche contro le sua ex squadra. Ma alla fine sar il campo a decidere il derby e per uscire dalla bulimia offensiva Gian Piero Gasperini si affida a Fabrizio Miccoli che ha recuperato dallinfortunio muscolare che lo ha tenuto fuori per due partite (Sampdoria e Bologna) giusto in tempo per il derby.
Obiettivo Miccoli insegue il centesimo gol in Se-

IL 39% DEI GOL SU PALLE INATTIVE

Gigi Delneri, 52 anni: finora ha sempre perso ANSA

Bologna
NICOLA ZANARINI BOLOGNA

Sempre emergenza K.o. anche Garics


Nove indisponibili tra infortunati e squalificati: c il ritorno di Motta
La vittoria sul Palermo ha ridato fiducia al Bologna, che per continua a perdere pezzi in vista della nuova sfida-salvezza in casa Samp. Garics accusa un affaticamento ai flessori della coscia destra e fa salire a 9 il numero di indisponibili tra infortunati e squalificati. Lesterno destro cercher un difficile recupero, altrimenti dopo lesclusione per scelta tecnica di domenica sar reintegrato Motta. Per Pioli rientra almeno lemergenza sulla sinistra visto che Morleo tornato in gruppo insieme a Pazienza. E il tecnico fa gli scongiuri per evitare nuove defezioni in attacco vista lassenza di alternative a Gilardino e Gabbiadini per lassenza di Acquafresca e i problemi di Gimenez e Paponi. Per la prima volta potrebbe essere convocato Veratti, capitano della Primavera. A centrocampo mancher Taider, che deve scontare un turno di stop e torner ad allenarsi con un tutore alla mano sinistra dopo loperazione per la frattura allo scafoide. Al posto del centrocampista di fianco a Perez stato provato Guarente, favorito su Krhin. Agliardi in porta dopo lennesimo guaio muscolare di Curci.
RIPRODUZIONE RISERVATA

vono mesi per raccogliere il frutto del lavoro, disse lui: in realt bastato molto meno. Parlando del solo campionato,

GDS

Catania
GIOVANNI FINOCCHIARO CATANIA

Domani c il derby senza Bergessio


Largentino non ha recuperato, al suo posto si scalda Doukara
Bergessio si arrende. Fino allultimo istante lattaccante argentino (foto Forte) rischiava di diventare il tormentone rossazzurro. Gioca o rinuncia per forza di cose al derby? Un rebus che ieri sembrato terminare, visto che il giocatore del Catania si allenato ancora a parte. Difficile che in due giorni possa recuperare la condizione e scendere in campo, visto che contro Lazio e Chievo, in questultimo caso al rientro dal primo infortunio, uscito a met di tempo per un malanno al polpaccio. Sembrava un infortunio dimenticato, dopo due settimane: Vi assicuro che il ragazzo ha lavorato al massimo, avremmo potuto schierarlo a Cagliari aveva ammesso il tecnico Maran domenica e

dunque lo stop con il Chievo inatteso. E il giocatore, prima del silenzio stampa imposto dalla societ aveva ritrovato persino il sorriso: Mi sono fermato non appena ho avvertito un dolorino. Io spero e conto di esserci, al Barbera. E un derby che tutti vorrebbero disputare. Invece si arriver alla rinuncia. Lalternativa? Doukara, illustre sconosciuto che pochi mesi fa retrocedeva in Serie D con la Vibonese nonostante i 15 gol segnati in campionato. Il Catania che, intanto, presentava lamministratore delegato Sergio Gasparin al posto di Pietro Lo Monaco, oggi al Palermo, portava in dote questo ragazzo educato: Proviamolo, dissero lo stesso Gasparin e il capo degli osservatori Christian Argurio.
Soddisfatto Doukara a Maran piaciuto:

rie A ( a quota 99) e non pi tardi di una settimana fa si era augurato di raggiungere il traguardo prestigioso proprio contro il Catania. Un desiderio dichiaratamente espresso anche da Paulo Dybala che il giorno del suo compleanno si augurato di ripetere le gesta di Javier Pastore nel derby di due stagioni quando con una tripletta al Barbera stese i rossazzurri. Di sicuro, i due attaccanti non partiranno insieme dallinizio, non lo prevede il credo tattico del tecnico che in avvio preferir la punta salentina.
Sorpresa I problemi del tecnico in verit sono a met campo, dove lassenza di Barreto (squalificato) impone delle scelte, e potrebbero essere anche coraggiose. Perch nelle ultime ore sono salite le quotazioni di Nicolas Viola il quale potrebbe essersi tolto dal ballottaggio per una maglia spostandolo su Jasmin Kurtic e Arevalo Rios. Quello che appare chiaro che Massimo Donati, per loccasione, non torner a centrocampo ma continuer a giocare in difesa. Ieri, intanto, a fine allenamento una trentina di ultr hanno incontrato la squadra nellimpianto di Boccadifalco per caricarli in vista del derby.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Ha voglia di imparare, forza fisica e personalit. Cos eccolo collezionare 5 presenze, una da titolare, due quasi dallinizio. Se lemergenza dovesse restare quella emersa nella giornata di ieri, non ci saranno dubbi: Doukara sar il titolare, anche se Morimoto a segno tre stagioni fa rappresenta sempre unalternativa valida. Oggi, momento di rifinitura, Maran prover a capire se dovr convocare il suo numero nove o se lasciarlo direttamente a casa per averlo a pieno regime contro i Milan.
RIPRODUZIONE RISERVATA

SEGUI LA TUA SQUADRA tutte le notizie in tempo reale

www.gazzetta.it/Calcio/Squadre

18

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

SERIE A

14
SQUADRE JUVENTUS INTER FIORENTINA NAPOLI LAZIO ROMA CATANIA PARMA UDINESE CAGLIARI MILAN TORINO (-1) BOLOGNA PALERMO CHIEVO PESCARA SIENA (-6) GENOA PT 32 13 10 2 28 13 9 27 13 8 27 13 8 23 13 7 20 13 6 19 13 5 17 13 4 16 13 3 16 13 4 15 13 4 14 13 3 11 13 3 11 13 2 11 13 3 11 13 3 10 13 4 9 13 2 1 3 3 ATALANTA (-2) 18 13 6 7 SAMPDORIA (-1) 13 13 4 2

a
RETI 1 29 9 3 26 15 2 23 10 2 22 11

PALERMO (3-4-2-1) CATANIA (4-3-3)


DOMANI ORE 20.45 ARBITRO ROMEO
99 BENUSSI 6 MUNOZ 89 MORGANELLA 27 ILICIC 10 MICCOLI 23 DONATI 7 VIOLA 25 VON BERGEN 28 29 KURTIC GARCIA 21 BRIENZA

ATALANTA (4-4-1-1) GENOA (4-4-2)


DOMENICA ORE 15 ARBITRO DOVERI
47 CONSIGLI STENDARDO MANFREDINI 5 2 13 CARMONA 17 19 DENIS 17 IMMOBILE 33 11 KUCKA JANKOVIC PELUSO 10

CHIEVO (4-3-3) SIENA (3-4-2-1)


DOMENICA ORE 15 ARBITRO MASSA
54 SORRENTINO 12 2 3 ANDREOLLI DAINELLI CESAR 5 GUANA 10 LUCIANO 16 L.RIGONI 31 PELLISSIER 93 DRAM 14 COFIE 77 THRAU

PESCARA (3-5-1-1) ROMA (4-3-3)


DOMENICA ORE 15 ARBITRO GERVASONI
77 PERIN 6 ROMAGNOLI 14 88 TERLIZZI 15 BOCCHETTI

SAMPDORIA (4-5-1) BOLOGNA (3-4-1-2)


DOMENICA ORE 15 ARBITRO CELI
22 ROMERO GASTALDELLO ROSSINI 13 28 35 BERARDI 25 KRSTICIC MUNARI 11 OBIANG 14

GIORNATA
La Classifica
PARTITE G V N P F S

77

RAIMONDI CAZZOLA 7 44 SCHELOTTO

3 COSTA 16 POLI

NIELSEN 20 93 QUINTERO 10 TOTTI

BJARNASON 21 8 11 TOGNI 9 ABBRUSCATO 22 DESTRO 15 PJANIC MODESTO

11 MORALEZ

BONAVENTURA

BALZANO

MARESCA 98 ICARDI

17 GOMEZ 4 ALMIRON

35 28 DOUKARA BARRIENTOS 10 LODI 13 IZCO

22 BORRIELLO 8 14 VARGAS SEYMOUR

2 4 19 17 2 5 30 23 4 4 17 17 2 5 14 19 5 4 16 18 3 18 20 4 5 13 19 3 6 20 18 6 4 13 12 7 16 19 2 8 15 18 5 6 11 20 2 8 13 25 2 8 9 24 4 5 13 14 3 8 13 22

3 12 6 22 MARCHESE SPOLLI LEGROTTAGLIE ALVAREZ ANDUJAR 21

5 24 21 31 MORETTI CANINI GRANQVIST SAMPIRISI FREY 1

11 27 CALAI 7 ROSINA VALIANI ANGELO DEL GROSSO 3 36 8 6 BOLZONI VERGASSOLA 22 18 13 NETO FELIPE CONTINI PEGOLO 25

9 OSVALDO

10 GILARDINO MORLEO 3

4 77 BRADLEY TACHTSIDIS

PIRIS BALZARETTI 3 42 5 23 MARQUINHOS CASTAN GOICOECHEA 13

MOTTA 17 15 11 GUARENTE PEREZ 43 21 5 CHERUBIN SRENSEN ANTONSSON AGLIARDI 25

23 DIAMANTI

18 GABBIADINI

PANCHINA 22 Brichetto, 31 Pisano, 4 Cetto, 54 Aquino, 15 Milanovic, 18 Labrin, 20 Rios, 14 Bertolo, 17 Giorgi, 16 Zahavi, 9 Dybala, 19 Budan. ALLENATORE Gasperini. BALLOTTAGGI Ilicic-Giorgi 70-30 %, Kurtic-Rios 60-40%. SQUAL. Barreto (1), Ujkani (1), Labrin (1). DIFF. Miccoli, Donati. INDISP. Mantovani (120 giorni), Hernandez (120 giorni). ALTRI Sanseverino. PANCHINA 1 Frison, 31 Terracciano, 2 Potenza, 5 Rolin, 14 Bellusci, 33 Capuano, 27 Biagianti, 30 Salifu, 19 Castro, 24 Ricchiuti, 9 Bergessio, 15 Morimoto. ALLENATORE Maran. BALL. Doukara-Bergessio 60-40%, Barrientos-Castro 60-40%. SQUAL. nessuno. DIFF. Spolli, Castro, Alvarez, Gomez, Bellusci. INDISP. Sciacca (120 giorni). ALTRI Cabalceta, Messina, Augustyn, Keko.

PANCHINA 16 Polito, 78 Frezzolini, 25 Matheu, 32 Ferri, 3 Lucchini, 28 Brivio, 8 Radovanovic, 23 Scozzarella, 9 Troisi, 89 Marilungo, 91 De Luca. ALLENATORE Colantuono. BALL. nessuno. SQUAL. Cigarini (1). DIFFIDATI Carmona, Stendardo. INDISP. Capelli (30 giorni), Ferreira Pinto (10 giorni), Bellini (7 giorni), Biondini (7 giorni). ALTRI Gagliardini, Milesi, Palma. PANCHINA 33 Tzorvas, 32 Donnarumma, 7 Rossi, 28 Tozser, 10 Merkel, 91 Bertolacci, 9 Melazzi, 16 Hallenius, 23 Said. ALL. Delneri. BALLOTTAGGI Sampirisi-Rossi 60-40%, Seymour-Bertolacci 60-40%. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Kucka, Moretti, Borriello, Immobile. INDISP. (Ferronetti 15 giorni), Anselmo (15 giorni), Jorquera (30 giorni), Antonelli (7 giorni), Piscitella (7 giorni).

PANCHINA 1 Puggioni, 23 Viotti, 26 Farkas, 13 Jokic, 25 Vacek, 8 Cruzado, 6 M. Rigoni, 39 Stoian, 17 Di Michele, 11 Samassa, 43 Paloschi, 9 Moscardelli. ALLENATORE Corini. BALLOTTAGGI Dram-Jokic 55-45%. SQUALIFICATI Sardo (1), Hetemaj (1). DIFFIDATI Guana. INDISPONIBILI Frey (8 giorni), Papp (8 giorni). ALTRI Squizzi, Coulibaly, Dettori. PANCHINA 12 Farelli, 23 Campagnolo, 15 Dellafiore, 33 Rubin, 24 Rodriguez, 77 Sestu, 16 Verre, 5 Coppola, 10 DAgostino, 91 Reginaldo, 81 Bogdani. ALLENATORE Cosmi. BALLOTTAGGI Del Grosso-Rubin 60-40%. SQUALIFICATI Larrondo (30/11/12), Vitiello (9/9/16), Terzi (9/2/16), Belmonte (11/12/12). DIFFIDATI Neto, Calai, Pegolo, Vergassola. INDISPONIBILI Z Eduardo (7 giorni), Paci (7 giorni).

PANCHINA 1 Pelizzoli, 3 Crescenzi, 23 Cosic, 99 Caprari, 10 Celik, 7 Soddimo, 17 Weiss, 22 Vukusic, 16 Brugman, 80 Jonathas. ALL. Bergodi. BALL. Romagnoli-Cosic 60-40%, Modesto-Crescenzi 60-40%. SQUAL. Capuano (1), Cascione (1), Zanon (1). DIFF. Balzano, Quintero. INDISP. Blasi (60 giorni), Colucci (7), Savelloni (30), Chiaretti (7). ALTRI Falso, Berardocco, Lulli. PANCHINA 1 Lobont, 55 Svedkauskas, 11 Taddei, 27 Dod, 29 Burdisso, 46 Romagnoli, 48 Florenzi, 20 Perrotta, 7 Marquinho, 17 Lopez. ALL. Zeman. BALL. Balzaretti-Dod 60-40%, Tachtsidis-Florenzi 60-40%, Tachtsidis-Marquinho 60-40%, Destro-Lopez 80-20%. SQUAL. De Rossi (2), Guberti (8/2015). DIFF. Castan, Lamela. INDISP. Stekelenburg (7 giorni), Lamela (20).

PANCHINA 32 Berni, 1 Da Costa, 19 De Silvestri, 8 Mustafi, 7 Castellini, 15 Poulsen, 5 Renan, 12 Tissone, 21 Soriano, 2 Estigarribia, 29 Juan Antonio, 94 Austoni. ALL. Ferrara. BALLOTTAGGI Berardi-Mustafi 70-30%, Krsticic-Estigarribia 60-40%. SQUAL. nessuno. DIFF. Krsticic, Costa, Soriano. INDISP. Pozzi (10 giorni), Eder (2), Maxi Lopez (30). ALTRI nessuno. PANCHINA 22 Lombardi, 32 Stojanovic, 31 Radakovic, 20 Abero, 13 Pulzetti, 4 Krhin, 30 Pazienza, 33 Kone, 26 Veratti. ALL. Pioli. BALL. Guarente-Krhin 60-40%. SQUAL. Taider (1), Portanova (10/12/12). DIFF. Gabbiadini, Kone, Pazienza, Perez, Taider. INDISP. Natali (120 giorni), Acquafresca (10), Carvalho (30), Curci (20), Paponi (3), Gimenez (5), Garics (3). ALTRI Pasquato, Pisanu, Riverola.

CHAMPIONS PRELIMINARI CHAMPIONS EUROPA LEAGUE RETROCESSIONE


La classifica tiene conto di questordine preferenziale: 1) punti; 2) a parit di partite giocate, differenza reti; 3) gol segnati

MARCATORI
10 RETI El Shaarawy (Milan) 8 RETI Cavani (2) (Napoli); Lamela (Roma); Di Natale (3) (Udinese) 7 RETI Milito (3) (Inter); Klose (Lazio); Osvaldo (2) (Roma) 6 RETI Gilardino (Bologna); Jovetic (Fiorentina); Quagliarella (Juventus) 5 RETI Cassano e Palacio (Inter); Vidal (2) (Juventus); Hernanes (Lazio); Pazzini (1) (Milan); Hamsik (Napoli).

TORINO (4-2-4) FIORENTINA (3-5-2)


DOMENICA ORE 15 ARBITRO DAMATO
1 GILLET 36 25 4 BASHA 11 9 CERCI BIANCHI 30 TONI 6 14 GAZZI 7 SANTANA 3

MILAN (4-3-3) JUVENTUS (3-5-2)


DOMENICA ORE 20.45 ARBITRO RIZZOLI
32 ABBIATI 2 5 76 21

CAGLIARI (4-3-1-2) NAPOLI (3-4-1-2)


LUNED ORE 19 ARBITRO GIANNOCCARO
1 AGAZZI 8 15 13 PISANO ROSSETTINI ASTORI AVELAR 21 DESSENA 27 SAU 19 PANDEV 18 ZUNIGA 5 CONTI 7 COSSU 4 NAINGGOLAN 51 PINILLA 14

PARMA (3-5-2) INTER (3-4-1-2)


LUNED ORE 21 ARBITRO BANTI
83 MIRANTE 6 5 29 ZACCARDO PALETTA LUCARELLI MARCHIONNI ACQUAH 18 32 10 20 ROSI GOBBI VALDES 87 7 BIABIANY 22 MILITO 11 AMAURI 8 PALACIO

LAZIO (4-5-1) UDINESE (3-5-1-1)


MARTED ORE 20.45 ARBITRO CALVARESE
22 MARCHETTI 29 KONKO 20 BIAVA 2 CIANI 19 LULIC

DARMIAN GLIK

OGBONNA DAMBROSIO

DE SCIGLIO MEXES 18 MONTOLIVO 10 BOATENG

YEPES CONSTANT 28 EMANUELSON 92 EL SHAARAWY 9 VUCINIC

34 DE JONG 22 BOJAN

24 SANSONE

HERNANES GONZALEZ 87 8 24 15 6 MAURI LEDESMA CANDREVA 11 KLOSE 10 DI NATALE MAICOSUEL 77 PEREYRA BADU 26 7 3 37 6 ALLAN PASQUALE FARAONI 11 DOMIZZI 5 DANILO BRKIC 1 16 CODA

22 LJAJIC PASQUAL CUADRADO OLIVERA 23 20 5 10 11 BORJA VALERO AQUILANI 40 2 4 TOMOVIC RODRIGUEZ RONCAGLIA VIVIANO 1

27 QUAGLIARELLA

VIDAL MARCHISIO 8 23 22 21 26 PIRLO LICHTSTEINER ASAMOAH 4 CACERES 19 BONUCCI 1 15 BARZAGLI

24 17 INSIGNE HAMSIK 88 85 11 BEHRAMI MAGGIO INLER

55 28 14 GAMBERINI CANNAVARO CAMPAGNARO DE SANCTIS 1

NAGATOMO PEREIRA 31 4 55 19 CAMBIASSO ZANETTI 25 40 23 RANOCCHIA JUAN JESUS SAMUEL HANDANOVIC 1

7 COUTINHO

BUFFON

Alberto Gilardino, 30 anni AP

PROSSIMO TURNO
15a GIORNATA Venerd 30 novembre CATANIA-MILAN ore 20.45 Sabato 1 dicembre JUVENTUS-TORINO ore 20.45 Domenica 2 dicembre, ore 15 NAPOLI-PESCARA ore 12.30 BOLOGNA-ATALANTA GENOA-CHIEVO INTER-PALERMO LAZIO-PARMA SIENA-ROMA UDINESE-CAGLIARI FIORENTINA-SAMPDORIA ore 20.45

PANCHINA 23 L. Gomis, 5 Di Cesare, 2 Rodriguez, 31 Agostini, 17 Masiello, 33 Brighi, 19 Stevanovic, 86 Birsa, 20 Vives, 10 Sgrigna, 69 Meggiorini. ALL. Ventura. BALLOTTAGGI nessuno. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Bianchi, Gazzi e Meggiorini. INDISP. Suciu (7 giorni), Bakic (20 giorni). ALTRI A. Gomis, Migliorini, Caceres, Barbosa, De Feudis, Gorobsov, Verdi, Diop. PANCHINA 89 Neto, 12 Lupatelli, 3 Hegazy, 15 Savic, 16 Cassani, 92 Romulo, 21 Migliaccio, 14 Fernandez, 19 Llama, 9 El Hamdaoui, 8 Jovetic, 17 Seferovic. ALL. Montella. BALLOTTAGGI Tomovic-Savic 60-40%. SQUALIFICATI Pizarro (1). DIFFIDATI Jovetic, Tomovic, Cuadrado. INDISPONIBILI Camporese (7 giorni). ALTRI Capezzi, Della Rocca.

PANCHINA 1 Amelia, 59 Gabriel, 17 Zapata, 13 Acerbi, 8 Nocerino, 16 Flamini, 7 Robinho, 19 Niang, 11 Pazzini. ALL. Allegri. BALL. Emanuelson-Nocerino 80-20%. SQUALIFICATI nessuno. DIFF. De Jong, Mexes, Pazzini, Yepes. INDISP. Abate (15 giorni), Ambrosini (7 giorni), Antonini (7 giorni), Bonera (20 giorni), Mesbah (5 giorni), Didac Vil e Muntari (da valutare), Pato (5 giorni), Traor (10 giorni). PANCHINA 3O Storari, 34 Rubinho, 2 Lucio, 11 De Ceglie, 39 Marrone, 24 Giaccherini, 7 Pepe, 33 Isla, 6 Pogba, 12 Giovinco, 32 Matri, 17 Bendtner. ALL. Alessio (Conte squalificato). BALL. Caceres-Marrone 60-40%; Vidal-Pogba 60-40%; Lichtsteiner-Isla 60-40%; Quagliarella-Giovinco 60-40%. SQUAL. Conte (8/12/2012). DIFF. Chiellini. INDISP. Chiellini (3 giorni). ALTRI Padoin.

PANCHINA 25 Avramov, 24 Perico, 32 Casarini, 20 Ekdal, 23 Ibarbo, 19 Thiago Ribeiro, 18 Nen. ALLENATORI Pulga-Lopez. BALLOTTAGGI Dessena-Ekdal 60-40%; Pinilla-Nen 70-30%; Sau-Thiago Ribeiro 70-30%. SQUAL. Astori (1). DIFF. Pinilla, Dessena, Ekdal. INDISP. nessuno. ALTRI Anedda, Ariaudo, Camilleri, Eriksson, Murru, Larrivey, Del Fabro, Piredda. PANCHINA 22 Rosati, 15 Colombo, 2 Grava, 21 Fernandez, 6 Aronica, 5 Britos, 16 Mesto, 4 Donadel, 8 Dossena, 20 Dzemaili, 9 Vargas. ALLENATORE Mazzarri. BALLOTTAGGI nessuno. SQUALIFICATI Cavani (1). DIFFIDATI Inler, Vargas. INDISPONIBILI nessuno. ALTRI Uvini, Rinaudo, El Kaddouri.

PANCHINA 1 Pavarini, 91 Bajza, 28 Benalouane, 39 Fideleff, 4 Morrone, 19 Musacci, 77 Ninis, 21 Sansone, 17 Palladino, 88 Pabon, 9 Belfodil. ALL. Donadoni. BALL. Marchionni-Ninis 60-40%, Valdes-Musacci 55-45%, Rosi-Belfodil 55-45%. SQUAL. Parolo (1). DIFF. Galloppa, Rosi, Paletta. INDISP. Galloppa (180 giorni), Maceachen (da valutare). ALTRI Ferrari, Arteaga, Santacroce. PANCHINA 12 Castellazzi, 27 Belec, 6 Silvestre, 33 Mbaye, 42 Jonathan, 17 Mariga, 41 Duncan, 10 Sneijder, 11 Alvarez, 88 Livaja. ALLENATORE Baresi (Stramaccioni squalificato). BALL. Pereira-Mariga 70-30%. SQUAL. Cassano (2) Gargano (1). DIFFIDATI Ranocchia, Samuel, Guarin. INDISP. Chivu (20 giorni), Stankovic (25), Guarin (da valutare), Mudingayi (50), Obi (da valutare).

PANCHINA 1 Bizzarri, 84 Carrizo, 5 Scaloni, 26 Radu, 39 Cavanda, 27 Cana, 23 Onazi, 7 Ederson, 10 Zarate, 99 Floccari, 18 Kozak, 9 Rocchi. ALLENATORE Petkovic. BALLOTTAGGI Lulic-Radu 70-30 %. SQUAL. nessuno. DIFFIDATI Candreva. INDISPONIBILI Brocchi (30 giorni), Dias (40 giorni). ALTRI Diakite, Foggia, Matuzalem, Sculli, Stankevicius, Zauri. PANCHINA 25 Padelli, 93 Pawlowski, 43 Marsura, 4 Angella, 34 Gabriel Silva, 75 Heurtaux, 31 Fabbrini, 27 Armero, 94 Zielinski, 9 Barreto, 13 Ranegie. ALL. Guidolin. BALL. Pasquale-Armero 80-20%, Maicosuel-Fabbrini 70-30%. SQUAL. nessuno. DIFF. Allan, Pinzi. INDISPONIBILI Benatia (7 giorni), Lazzari (20), Pinzi (7), Muriel (20), Basta (da valutare). ALTRI Baldassin, Reinthaller, Berra.

IL PERSONAGGIO LESTERNO: SONO SICURO CHE IL CHIEVO USCIR DAL MOMENTO DIFFICILE. PALOSCHI LA NOSTRA ARMA IN PI

Taccuino
CAGLIARI

Infinito Luciano: Ho 37 anni, ma non lascio


FRANCESCO VELLUZZI

Il premio ricevuto luned al teatro comunale di Vicenza al Gal del Calcio Triveneto dellAic, come miglior calciatore del Chievo della passata stagione, non un riconoscimento alla carriera: Assolutamente. Il mio contratto scade a giugno del 2013, ma mi sento benissimo e voglio continuare a giocare, non intendo proprio smettere. Ricevere un premio ti fa sentire importante, ma io sento di condividerlo con i compagni e con la societ che dal 2000 ha creduto in me e continua a darmi fiducia. A giugno parleremo e vedremo cosa fare. Il 3 dicembre Lucia-

no compir 37 anni, ma lesterno offensivo del Chievo corre ancora pi di tanti altri. E infatti ha trovato spazio con Di Carlo e continua a trovarlo con Corini. Le nove presenze, tutte da titolare (661 minuti giocati), lo confermano.
Abbraccio con lex Proprio con

Di Carlo luned a Vicenza c stato un lungo abbraccio e un intenso colloquio, segno che il rapporto umano con il due volte ex tecnico giallobl rimasto forte. C chi, addirittura, ipotizza un Di Carlo ter, ma per ora Corini viaggia spedito alla ricerca della formula salvezza, non facile da trovare vista la classifica. Il Chievo in difficolt e Luciano lo sa bene:

Da questa situazione si esce solo con impegno e concentrazione. Il gruppo c. Sicuramente quella di Catania non era una partita facile. Ma dobbiamo stare pi attenti sulle palle inattive (quella del Chievo, con 25 gol subiti, la peggior difesa della serie A) e trovare un maggior equilibrio. La partita di domenica in casa con il Siena diventa una sfida determinante per la salvezza dalla quale dobbiamo uscire vincenti, perch altrimenti la situazione si complicherebbe parecchio.
Paloschi Ma lesterno brasilia-

berto Paloschi. Ha tanta qualit e si rimesso bene dal brutto infortunio che lo ha tenuto fuori a lungo. Credo che Alberto (andato in gol su rigore contro lUdinese due domeniche fa, ndr) possa darci davvero una grossa mano.
Mondiale Luned a Vicenza Luciano ha chiacchierato tanto anche con il commissario tecnico azzurro Cesare Prandelli. Argomenti? Il Brasile. Dove lItalia a giugno giocher la Confederations Cup e dove ci sar il Mondiale: Sicuramente nel 2014 andr da spettatore nel mio Paese. Il Mondiale a casa mia voglio proprio godermelo da vicino.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Sau, Ibarbo e Nen scaldano i motori


Lattacco rossobl si prepara al confronto con i tenori napoletani (ma allIs Arenas non ci sar Cava ni). La partitella di ieri ha visto prota gonisti Sau, Ibarbo e Nen: tutti a se gno. Nessun assente, per la gara di luned Pulga e Lopez dovranno rinun ciare al solo Astori (squalificato).

CALCIO DONNE

Verso Euro 2013 Sorteggi per U19 e U17


(f.sal.) Per la 2a fase di qualifi cazione allEuropeo 2013 in program ma ad aprile, lUnder 19 di Corradini affronter Svezia, Repubblica dIr landa e le padrone di casa dellOlan da. LUnder 17 di Sbardella sar inve ce impegnata contro Repubblica Ce ca (ospitante), Svezia e Svizzera.

no ha trovato luomo in pi per risolvere i guai del Chievo: Ho grandissima fiducia in Al-

Luciano: il brasiliano compir 37 anni il 3 dicembre LAPRESSE

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

19

MAGIC CHAMPIONS

Oscar o Yilmaz: addii di lusso


Dopo la fase a gironi, 20 Magic milioni extra per rimpiazzare i giocatori che non proseguono
ANDREA AMATO

Man mano che la Champions prosegue, tra le varie preoccupazioni di un Magic Manager c laddio di quei giocatori sui quali ha scommesso e a cui inevitabilmente, soprattutto quando la fiducia ripagata, si affezionato. per questo che, un po per consolazione e un po per necessit, al termine della fase a gironi verr concesso un budget extra di 20 Magic milioni, in modo da colmare il vuoto lasciato dai vostri gioiellini che, nonostante abbiano brillato individualmente, non hanno ottenuto buoni piazzamenti con le rispettive squadre.
Oscar sprecato Nel Gruppo E,

con un bottino di 4 gol e un assist: sempre presente e mai insufficiente, vanta numeri superlativi per un centrocampista 21enne. Dallaltra parte, invece, Quagliarella, autore di tre reti e incubo dei blues, sta mostrando un certo feeling con lEuropa che conta. Per gli amanti del calcio portoghese, Garay e Ola John hanno contribuito marted alla vittoria del Benfica. Proprio John il giocatore pi conveniente della Magic+3: valutato 6 Magic milioni, ha una media punti di 6.
Rui Pedro tra i grandi Il Cluj, nel

Gruppo H, si assicurato il ter-

sono Juventus e Chelsea a giocarsi lingresso agli ottavi. Quanti di voi hanno puntato su Oscar? Il giovane brasiliano potrebbe abbandonare il torneo

Nonostante grandi prove, perderete alcuni dei vostri migliori bomber: tempo di mercato
B B B B B B B C C C C C C C C C C C C C C C C C C C C C C C C D D D D D D D D D D D D D D D D D D D D D D D D D D D D D D E E E E E E E E E E E E E E E E E E E E E E E E E E F F F F F F F F F F F F F F F F F F F (SCH) (SCH) (SCH) (SCH) (SCH) (SCH) (SCH) (AND) (AND) (AND) (AND) (MAL) (MAL) (MAL) (MAL) (MAL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (ZEN) (ZEN) (ZEN) (ZEN) (ZEN) (ZEN) (AJAX) (AJAX) (AJAX) (AJAX) (AJAX) (AJAX) (BORD) (BORD) (BORD) (BORD) (BORD) (BORD) (BORD) (BORD) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (REA) (REA) (REA) (REA) (REA) (REA) (REA) (REA) (CHE) (CHE) (CHE) (CHE) (CHE) (CHE) (CHE) (CHE) (CHE) (JUV) (JUV) (JUV) (JUV) (JUV) (JUV) (JUV) (NORD) (NORD) (NORD) (NORD) (SHAD) (SHAD) (SHAD) (SHAD) (SHAD) (SHAD) (BAT) (BAT) (BAT) (BAT) (BAY) (BAY) (BAY) (BAY) (BAY) (BAY) (BAY) (LIL) (LIL) (LIL) (LIL) (LIL) (LIL) (LIL) (VAL) 263 268 274 318 325 343 387 258 297 338 398 257 285 332 340 399 201 202 208 227 255 324 326 402 404 209 231 248 275 302 307 204 223 226 259 331 390 276 292 303 342 351 369 370 380 241 293 295 300 310 335 362 403 210 236 242 315 347 360 371 391 212 221 234 243 253 280 289 346 383 217 229 232 238 254 301 304 339 345 365 385 239 298 357 359 372 378 230 352 354 374 214 224 245 252 299 356 388 218 220 228 237 256 364 373 216 ESCUDERO FUCHS HOWEDES MATIP METZELDER PAPADOPOULOS UCHIDA DESCHACHT KOUYATE' ODOI WASILEWSKI DEMICHELIS JESUS GAMEZ MONREAL ONYEWU WELIGTON ABATE ACERBI ANTONINI BONERA DE SCIGLIO MESBAH MEXES YEPES ZAPATA ANYUKOV BRUNO ALVES CRISCITO HUBOCAN LOMBAERTS LUKOVIC ALDERWEIRELD BLIND BOILESEN DIJKS MOISANDER VAN RHIJN HUMMELS KIRCH LOWE OWOMOYELA PISZCZEK SANTANA SCHMELZER SUBOTIC CLICHY KOLAROV KOMPANY LESCOTT MAICON D. NASTASIC RICHARDS ZABALETA ARBELOA CARVALHO COENTRAO MARCELO PEPE RAUL ALBIOL SERGIO RAMOS VARANE AZIPILICUETA BERTRAND CAHILL COLE DAVID LUIZ IVANOVIC KANE PAULO FERREIRA TERRY BARZAGLI BONUCCI CACERES CHIELLINI DE CEGLIE LICHTSTEINER LUCIO OKORE PARKHURST RUNJE TICINOVIC CHYGRYNSKIY KUCHER RAKITSKIY RAT SHEVCHUK SRNA BORDACHEV POLYAKOV RADKOV SIMIC BADSTUBER BOATENG J. CONTENTO DANTE LAHM RAFINHA VAN BUYTEN BASA BERIA BONNART CHEDJOU DEBUCHY ROZENHAL SIDIBE BARRAGAN 3 9 8 6 4 8 5 4 4 2 4 6 6 7 3 5 6 3 3 7 4 2 7 5 4 3 5 6 3 6 1 6 3 1 2 8 4 8 2 1 2 9 4 10 8 8 8 10 5 10 4 3 5 5 4 9 12 11 4 11 4 4 4 7 9 10 12 1 2 10 10 10 4 10 3 10 5 5 3 1 3 3 5 6 7 2 11 5 4 3 3 8 9 3 5 15 4 3 2 4 2 7 6 3 3 1 10 6,5 6 6 5,5 5 5,5 5 6,5 5,5 7,5 9,5 6 4,5 5 7,5 6,5 5 5 4 5 6 6,5 6,5 6 5,5 5,5 4,5 6 5 4,5 6 6 5,5 6 5 5 5,5 5 5,5 6,5 6,5 6 7,5 6,5 5 4,5 5,5 5 6 6 6 5 5 4,5 6 6,5 7 5,5 6 6 8,5 3

zo posto grazie a Rui Pedro, autore di una tripletta in 26 minuti: con un 8 in pagella, il prodotto del vivaio del Porto ha ottenuto 16,5 punti. Per poter proseguire il suo cammino, la squadra romena dovr necessariamente fare meglio del Galatasaray, dove, a proposito di triplette, Yilmaz sta collezionando reti a go-go. Con il gol contro il Manchester United, infatti, ha raggiunto quota 5 in altrettante partite, affermandosi momentaneamente capocannoniere del torneo al fianco di gente come Alan, Messi e C. Ronaldo. Il bomber turco, cos, si appresta ad affrontare il Braga sospeso tra lOlimpo degli dei e il limbo di una qualificazione incerta. Sar il prossimo turno, dunque, a dirci su chi di loro caler il sipario, con il proposito, nel peggiore dei casi, di darsi appuntamento alla prossima edizione.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GLI ASSIST

Sougou ne fa due Adesso in testa a quota quattro


Ventisei gli assistman: a quota 2 Joao Moutinho (Porto), Giroud (Arsenal), Gotze (Borussia Dortmund) e Sougou (Cluj). Un assist per gli altri: Di Maria (Real Madrid), Douglas Costa, Alex Teixeira e Willian (Shakhtar), De Sciglio, El Shaarawy e Montolivo (Milan), Luisao (Benfica), Mulgrew (Celtic), Asamoah e Vidal (Juventus), Eriksen (Ajax), Inan (Galatasaray); Hubocan (Zenit), Rafael Bastos (Cluj), Matuidi e Ibrahimovic (Psg), Ruben Micael (Braga), Pedro (Barcellona), John (Benfica), Gomez (Bayern) e Santa Cruz (Malaga).

Burak Yilmaz, 27 anni, festeggia il gol al Manchester United REUTERS


B B B B B C C C C C C C C C C C C C C C C C C C C C C C C C C C C C D D D D D D D D D D D D D D D D D D D D D D D D D D D D D D E E E E E E E E E E E E E E E E E E E E E E E E E E E E E F F F F F F F F F F F F (SCH) (SCH) (SCH) (SCH) (SCH) (AND) (AND) (AND) (AND) (AND) (MAL) (MAL) (MAL) (MAL) (MAL) (MAL) (MAL) (MAL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (ZEN) (ZEN) (ZEN) (ZEN) (ZEN) (ZEN) (ZEN) (ZEN) (AJAX) (AJAX) (AJAX) (AJAX) (AJAX) (BORD) (BORD) (BORD) (BORD) (BORD) (BORD) (BORD) (BORD) (BORD) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (REA) (REA) (REA) (REA) (REA) (REA) (REA) (REA) (CHE) (CHE) (CHE) (CHE) (CHE) (CHE) (CHE) (JUV) (JUV) (JUV) (JUV) (JUV) (JUV) (JUV) (JUV) (JUV) (JUV) (NORD) (NORD) (NORD) (NORD) (NORD) (SHAD) (SHAD) (SHAD) (SHAD) (SHAD) (SHAD) (SHAD) (BAT) (BAT) (BAT) (BAT) (BAT) (BAT) (BAY) (BAY) (BAY) (BAY) (BAY) (BAY) 591 592 606 647 653 523 581 607 613 617 535 561 599 604 672 704 725 729 511 526 544 549 562 573 646 654 533 547 553 567 692 694 714 719 528 550 564 673 690 522 525 583 584 587 615 626 667 678 520 548 601 644 652 682 695 717 554 565 608 611 616 645 659 715 589 622 633 656 657 676 683 515 579 600 632 634 660 665 668 671 708 503 541 623 629 700 502 558 570 593 596 699 713 529 590 628 710 720 721 506 602 621 631 649 679 HOGER HOLTBY JONES J. MORITZ NEUSTADTER BIGLIA GILLET JOVANOVIC KANU KLJESTAN CAMACHO ELISEU ISCO JOAQUIN PORTILLO TOULALAN ITURRA BUONANOTTE AMBROSINI BOATENG K. CONSTANT DE JONG N. EMANUELSON FLAMINI MONTOLIVO NOCERINO BYSTROV DANNY DENISOV FAYZULIN SEMAK SHIROKOV WITSEL ZYRIANOV BOERRIGTER DE JONG S. ERIKSEN POULSEN SCHONE BENDER BLASZCZYKOWSKI GOTZE GROSSKREUTZ GUNDOGAN KEHL LEITNER PERISIC REUS BARRY DAVID SILVA JAVI GARCIA MILNER NASRI RODWELL SINCLAIR YAYA TOURE' DI MARIA ESSIEN JUANFRAN KAKA' KHEDIRA MODRIC OZIL XABI ALONSO HAZARD LAMPARD MARIN OBI MIKEL OSCAR RAMIRES ROMEU ASAMOAH GIACCHERINI ISLA MARCHISIO MARRONE PADOIN PEPE S. PIRLO POGBA VIDAL ADU CHRISTENSEN LAUDRUP LORENTZEN STOKHOLM ALEX TEIXEIRA DOUGLAS COSTA FERNANDINHO HUBSCHMAN ILSINHO STEPANENKO WILLIAN BRESSAN HLEB LIKHTAROVICH VOLODKO OLEKHNOVICH PAVLOV ALABA JAVI MARTINEZ KROOS LUIZ GUSTAVO MULLER RIBERY 2 12 7 2 6 7 5 8 7 5 8 15 16 11 3 5 4 6 5 12 3 6 7 3 9 8 5 8 4 10 5 11 14 4 6 12 13 4 5 5 8 17 10 6 7 2 7 20 6 16 5 7 14 3 6 17 16 6 2 8 9 13 19 12 14 17 7 5 19 13 1 10 3 8 15 2 2 4 16 2 18 2 4 4 3 3 11 13 12 4 5 5 22 8 7 4 6 5 5 10 9 15 6 18 21 6 6 6 5 5,5 6 5,5 6 6 5,5 5,5 9,5 6 6 6,5 6 7,5 5,5 3 9 5 10 5,5 7 5 5,5 6,5 4,5 6 6,5 6 12,5 6,5 6,5 6 10 6 6 4 5,5 7 7 6,5 5,5 5 5 6,5 5 7,5 6 7 11,5 4,5 5,5 9 5 7,5 7 7 6,5 15 4,5 5 5 5,5 7 4,5 6 9,5 5,5 F F F F F F F F F F F F F F F F F F G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G H H H H H H H H H H H H H H H H H H H H H H H H H H H H H (BAY) (BAY) (BAY) (BAY) (LIL) (LIL) (LIL) (LIL) (LIL) (LIL) (VAL) (VAL) (VAL) (VAL) (VAL) (VAL) (VAL) (VAL) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (BEN) (BEN) (BEN) (BEN) (BEN) (BEN) (BEN) (CEL) (CEL) (CEL) (CEL) (CEL) (CEL) (SPAM) (SPAM) (SPAM) (SPAM) (SPAM) (SPAM) (SPAM) (SPAM) (CLUJ) (CLUJ) (CLUJ) (CLUJ) (CLUJ) (GAL) (GAL) (GAL) (GAL) (GAL) (GAL) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (SBRA) (SBRA) (SBRA) (SBRA) (SBRA) (SBRA) (SBRA) (SBRA) 681 691 693 705 517 586 618 635 639 664 508 518 568 576 585 661 703 709 532 545 566 598 605 698 701 716 505 531 536 577 637 655 666 530 543 614 625 640 712 524 551 609 612 619 641 675 684 557 582 650 674 727 510 563 569 597 680 724 513 537 542 574 580 610 651 689 706 718 507 512 546 594 624 648 663 686 ROBBEN SCHWEINSTEIGER SHAQIRI TYMOSHCHUK BALMONT GUEYE KLONARIDIS MARTIN MAVUBA PEDRETTI ALBELDA BANEGA FEGHOULI GAGO GUARDADO PAREJO TINO COSTA VIERA BUSQUETS CUENCA FABREGAS INIESTA JONATHAN SONG THIAGO ALCANTARA XAVI AIMAR BRUNO CESAR CARLOS MARTINS GAITAN MATIC NOLITO PEREZ BROWN S. COMMONS KAYAL LEDLEY MCCOURT WANYAMA BILYATEDINOV DE ZEEUW JURADO KALLSTROM KOMBAROV D. MCGEADY RAFAEL CARIOCA ROMULO DIOGO VALENTE GODEMECHE MURESAN RAFAEL BASTOS RUI PEDRO ALTINTOP EMRE COLAK FELIPE MELO INAN RIERA AMRABAT ANDERSON CARRICK CLEVERLEY FLETCHER GIGGS KAGAWA NANI SCHOLES VALENCIA YOUNG ALAN AMORIM CUSTODIO HUGO VIANA LEANDRO SALINO MOSSORO' PAULO CESAR RUBEN MICAEL 22 17 9 3 4 4 1 9 5 6 4 8 16 6 11 4 12 3 9 5 18 21 2 6 4 18 7 7 6 10 4 6 6 6 8 4 8 4 9 6 4 6 8 7 7 6 6 3 2 3 9 8 9 8 5 5 7 6 7 9 8 6 8 12 11 5 10 10 18 4 6 7 4 6 4 9 6 6 6 6 6 7 11 5,5 6 7 6,5 6,5 7 7,5 6 5,5 6 5,5 5 5,5 5,5 5 5 5,5 4,5 6 8 16,5 7 6 7 5,5 7 6 6,5 6,5 6 9 5 5 6 5 4,5 7 B B B B B B B B B B B C C C C C C C C C C C C C C C C D D D D D D D D D D D D D D D D D E E E E E E E E E E E E E E E E F F F F F F F F F F F F F F G G G G G G G G G G G G G G G G G G G H H H H H H H H H H H H H (MONT) (MONT) (MONT) (OLY) (OLY) (OLY) (SCH) (SCH) (SCH) (SCH) (SCH) (AND) (AND) (AND) (MAL) (MAL) (MAL) (MAL) (MAL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (MIL) (ZEN) (ZEN) (ZEN) (AJAX) (AJAX) (AJAX) (AJAX) (AJAX) (BORD) (BORD) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (MCITY) (REA) (REA) (REA) (REA) (REA) (CHE) (CHE) (CHE) (CHE) (CHE) (JUV) (JUV) (JUV) (JUV) (JUV) (NORD) (NORD) (SHAD) (SHAD) (SHAD) (SHAD) (BAT) (BAT) (BAY) (BAY) (BAY) (BAY) (LIL) (LIL) (LIL) (LIL) (VAL) (VAL) (VAL) (VAL) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (BEN) (BEN) (BEN) (BEN) (BEN) (CEL) (CEL) (CEL) (CEL) (CEL) (SPAM) (SPAM) (SPAM) (SPAM) (CLUJ) (CLUJ) (GAL) (GAL) (GAL) (GAL) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (SBRA) (SBRA) (SBRA) 917 930 931 826 873 880 834 850 867 877 888 815 824 870 835 856 879 903 904 813 831 881 883 890 816 849 859 806 901 906 907 912 862 905 801 807 827 842 914 811 818 823 846 894 864 868 911 915 921 810 839 869 889 923 809 854 825 830 865 874 875 891 836 841 866 886 857 882 896 916 855 885 908 918 871 884 902 913 922 820 863 878 892 899 848 900 910 924 929 803 828 833 926 858 909 808 817 832 928 844 895 919 925 821 829 843 UTAKA TINHAN CHARBONNIER DJEBBOUR MITROGLOU PANTELIC FARFAN HUNTELAAR MARICA OBASI PUKKI BRUNO DE SUTTER MBOKANI SEBA FERNANDEZ JULIO BAPTISTA OLINGA SANTA CRUZ SAVIOLA BOJAN EL SHAARAWY PATO PAZZINI ROBINHO BUKHAROV HULK KERZHAKOV BABEL SANA SERERO SIGHTORSSON SULEJMANI LEWANDOWSKI SCHIEBER AGUERO BALOTELLI DZEKO GUIDETTI TEVEZ BENZEMA CALLEJON CHERYSHEV HIGUAIN RONALDO LUCAS PIAZON MATA STURRIDGE TORRES VICTOR MOSES BENDTNER GIOVINCO MATRI QUAGLIARELLA VUCINIC BECKMANN JOHN DEVIC EDUARDO LUIZ ADRIANO MKHITARYAN MOZOLEVSKI RODIONOV FRIESENBICHLER GOMEZ MANDZUKIC PIZARRO KALOU PAYET ROUX TULIO DE MELO JONAS PIATTI SOLDADO VALDEZ MESSI PEDRO SANCHEZ TELLO VILLA CARDOZO LIMA OLA JOHN RODRIGO SALVIO HOOPER SAMARAS STOKES WATT MIKU FEDOR ARI DZYUBA EMENIKE WELLITON KAPETANOS SOUGOU BAROS BULUT ELMANDER YILMAZ B. HERNANDEZ ROONEY VAN PERSIE WELBECK CARLAO EDER HELDER BARBOSA 12 5 7 11 11 12 16 26 9 10 10 8 10 15 10 7 8 14 13 13 16 18 18 15 6 21 15 13 6 9 11 8 29 11 24 20 19 5 24 26 12 1 20 37 4 21 13 25 14 12 20 15 17 20 8 6 10 11 21 19 10 16 1 24 14 12 14 10 10 8 19 11 27 15 42 16 19 11 16 17 15 12 12 12 13 18 7 13 10 13 12 14 14 12 14 8 13 13 20 20 25 33 16 7 11 6 5 5,5 5,5 5,5 5,5 6 5,5 9 6 9 7,5 5 11,5 9 6 6 13,5 10 5 6 9,5 6 6,5 5,5 5 5,5 9 10 6,5 7 12,5 7 5,5 7 5,5 5,5 6 6 6 6 6 13,5 6,5 5,5 5 9,5 6,5 5,5 8,5 5 5 6 8,5 5 9,5 6 6 5 5

PORTIERI
Gr. Squ. A (DKIEV) A (DKIEV) A (DZAG) A (POR) A (PSG) A (PSG) B (ARS) B (ARS) B (ARS) B (MONT) B (OLY) B (OLY) B (SCH) B (SCH) C (AND) C (MAL) C (MAL) C (MIL) C (MIL) C (ZEN) D (AJAX) D (AJAX) D (BORD) D (MCITY) D (MCITY) D (REA) D (REA) E (CHE) E (CHE) E (JUV) E (JUV) E (NORD) E (SHAD) F (BAT) F (BAY) F (BAY) F (LIL) F (VAL) F (VAL) G (BAR) G (BAR) G (BEN) G (CEL) G (SPAM) G (SPAM) H (CLUJ) H (GAL) H (MUTD) H (MUTD) H (SBRA) H (SBRA) Cod. 128 139 127 123 114 140 116 143 149 125 108 150 124 145 136 107 126 101 103 131 111 146 148 122 134 102 109 110 144 106 142 121 137 119 133 141 129 113 120 135 147 104 118 115 151 117 132 112 130 105 138 Nome Costo Punti KOVAL 4 4 SHOVKOVSKIY 6 KELAVA 3 3 HELTON 14 6 DOUCHEZ 2 SIRIGU 16 7 FABIANSKI 2 SZCZESNY 11 6 MANNONE 4 JOURDREN 7 4 CARROLL 8 5 MEGYERI 4 HILDEBRAND 5 UNNERSTALL 7 6 PROTO 8 2,5 CABALLERO WILLY 11 5,5 KAMENI 3 ABBIATI 12 5 AMELIA 3 MALAFEEV 10 3 CILLESSEN 2 VERMEER 5 0,5 WEIDENFELLER 13 5 HART 12 4,5 PANTILIMON 2 ADAN 1 CASILLAS 13 5 CECH 14 3 TURNBULL 1 BUFFON 16 7 STORARI 1 HANSEN 1 0 PYATOV 7 4 GORBUNOV 4 3,5 NEUER 16 6 STARKE 1 LANDREAU 4 DIEGO ALVES 11 GUAITA 6 5,5 PINTO J. 1 VICTOR VALDES 17 6,5 ARTUR 12 5 FORSTER 9 4,5 DYKAN 5 4 REBROV 3 FELGUEIRAS 8 5 MUSLERA 13 6 DE GEA 15 LINDEGAARD 3 5 BETO 4 2 QUIM 2 -

F F F F F F G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G G H H H H H H H H H H H H H H H H H H H H H H

(VAL) (VAL) (VAL) (VAL) (VAL) (VAL) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (BAR) (BEN) (BEN) (BEN) (BEN) (BEN) (BEN) (BEN) (CEL) (CEL) (CEL) (CEL) (CEL) (SPAM) (SPAM) (SPAM) (SPAM) (SPAM) (CLUJ) (CLUJ) (CLUJ) (CLUJ) (GAL) (GAL) (GAL) (GAL) (GAL) (GAL) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (MUTD) (SBRA) (SBRA) (SBRA) (SBRA) (SBRA)

240 286 317 358 361 393 203 249 267 288 316 333 350 353 269 283 305 306 320 322 328 281 308 319 334 400 278 294 312 344 381 233 309 348 349 247 262 271 290 336 366 264 265 266 287 355 376 395 215 261 279 337 396

CISSOKHO JOAO PEREIRA MATHIEU RAMI RICARDO COSTA VICTOR RUIZ ADRIANO DANI ALVES FONTAS JORDI ALBA MASCHERANO MONTOYA PIQUE PUYOL GARAY JARDEL LUISAO LUISINHO MAXI PEREIRA MELGAREJO MIGUEL VITOR IZAGUIRRE LUSTIG MATTHEWS MULGREW WILSON INSAURRALDE KOMBAROV K. MAKEEV PAREJA SUCHY CADU' MAFTEI PICCOLO PINTO I. CRIS EBOUE HAKAN BALTA SEMIH KAYA DANY NOUNKEU SABRI SARIOGLU EVANS EVRA FERDINAND JONES P. RAFAEL SMALLING VIDIC BAIANO DOUGLAO ISMAILY NUNO COELHO VINICIUS

9 6 3 8 5 4 6 14 1 12 9 2 12 9 10 1 8 3 9 8 2 7 6 5 5 5 2 1 3 4 4 5 2 3 4 6 5 3 2 1 4 6 10 9 4 7 4 9 1 3 7 2 5

7 7 7 10 6,5 6,5 6,5 9,5 7 5,5 6 5,5 6,5 6 5 6 5 6,5 5,5 6 6 5,5 5,5 6 5,5 5,5 2 4 4 -

CENTROCAMPISTI
Gr. Squ. A (DKIEV) A (DKIEV) A (DKIEV) A (DKIEV) A (DKIEV) A (DKIEV) A (DZAG) A (DZAG) A (DZAG) A (DZAG) A (DZAG) A (POR) A (POR) A (POR) A (POR) A (POR) A (PSG) A (PSG) A (PSG) A (PSG) A (PSG) A (PSG) A (PSG) A (PSG) B (ARS) B (ARS) B (ARS) B (ARS) B (ARS) B (ARS) B (ARS) B (ARS) B (MONT) B (MONT) B (MONT) B (MONT) B (MONT) B (OLY) B (OLY) B (OLY) B (OLY) B (OLY) B (OLY) B (OLY) B (OLY) B (SCH) B (SCH) B (SCH) Cod. 560 578 588 620 643 723 509 516 627 670 688 538 552 571 603 630 527 540 638 642 662 697 702 707 514 539 555 658 677 685 711 728 521 534 636 669 687 501 556 572 575 595 696 722 726 504 519 559 Nome Costo Punti DUDU 5 6,5 GARMASH 4 5,5 GUSEV 10 6 KRANJCAR 7 MIGUEL VELOSO 10 6,5 VUKOJEVIC 5 ALISPAHIC 2 BADELJ 4 LEKO 2 PIVARIC 2 5,5 SAMMIR 7 5,5 CASTRO 2 DEFOUR 7 6,5 FERNANDO 6 6 JOAO MOUTINHO 14 12 LUCHO GONZALEZ 13 9,5 BODMER 4 CHANTOME 5 6 MATUIDI 9 6,5 MENEZ 13 PASTORE 16 SISSOKO 5 5 THIAGO MOTTA 6 VERRATTI 8 5,5 ARTETA 8 6 CAZORLA 12 5,5 DIABY 9 OXLADE-CHAMBERLAIN 8 5 RAMSEY 9 6 ROSICKY 6 WALCOTT 12 WILSHERE 10 9,5 BELHANDA 15 5,5 CABELLA 9 5 MARVEAUX 3 6 PITAU 4 SAIHI 6 ABDOUN 9 6 DIAKITE' 3 FETFATZIDIS 5 FUSTER 5 6 IBAGAZA 9 SIOVAS 4 5,5 GRECO 6 5,5 MACHADO 5 5,5 AFELLAY 10 BARNETTA 7 DRAXLER 12 7

DIFENSORI
Gr. Squ. A (DKIEV) A (DKIEV) A (DKIEV) A (DKIEV) A (DKIEV) A (DZAG) A (DZAG) A (DZAG) A (DZAG) A (POR) A (POR) A (POR) A (POR) A (POR) A (POR) A (POR) A (POR) A (PSG) A (PSG) A (PSG) A (PSG) A (PSG) A (PSG) A (PSG) A (PSG) B (ARS) B (ARS) B (ARS) B (ARS) B (ARS) B (ARS) B (ARS) B (ARS) B (ARS) B (MONT) B (MONT) B (MONT) B (MONT) B (MONT) B (MONT) B (OLY) B (OLY) B (OLY) B (OLY) B (OLY) Cod. 222 251 291 329 382 277 375 394 397 206 213 250 311 313 327 341 363 205 211 235 282 321 368 384 389 207 260 270 284 296 323 367 377 392 219 225 244 272 379 401 246 273 314 330 386 Nome BETAO DANILO SILVA KHACHERIDI MIKHALIK TAIWO IBANEZ SIMUNIC VIDA VRSALJKO ALEX SANDRO BA ABDOULAYE DANILO MAICON P. MANGALA MIGUEL LOPES OTAMENDI ROLANDO ALEX ARMAND CAMARA Z. JALLET MAXWELL SAKHO THIAGO SILVA VAN DER WIEL ANDRE SANTOS DJOUROU GIBBS JENKINSON KOSCIELNY MERTESACKER SAGNA SQUILLACI VERMAELEN BEDIMO BOCALY CONGRE' HILTON STAMBOULI YANGA MBIWA CONTRERAS HOLEBAS MANIATIS MODESTO TOROSSIDIS Costo Punti 3 5,5 4 4,5 5 5 4 6 5 2 2 5 5 6 3 6 6 6 1 5,5 8 6,5 4 3 6 2 9 6,5 6 10 6 3 2 5 7 6 4 15 6 7 6 4 3 6 5 4 6 6 6 8 6 2 11 6 4 4,5 3 4 5,5 5 3 6 5 4 5 4,5 7 6 4 6 7 5,5

ATTACCANTI
Gr. Squ. A (DKIEV) A (DKIEV) A (DKIEV) A (DKIEV) A (DZAG) A (DZAG) A (POR) A (POR) A (POR) A (POR) A (POR) A (POR) A (PSG) A (PSG) A (PSG) A (PSG) A (PSG) B (ARS) B (ARS) B (ARS) B (ARS) B (ARS) B (MONT) B (MONT) B (MONT) Cod. 814 872 897 927 812 898 805 852 853 860 893 920 837 847 851 861 876 804 822 838 840 887 802 819 845 Nome Costo Punti BROWN IDEYE 17 5,5 MILEVSKIY 8 5 RUBEN 11 YARMOLENKO 15 5,5 BEQIRAJ 7 6 RUKAVINA 8 ATSU 13 6 ITURBE 4 JACKSON MARTINEZ 17 5 KLEBER 10 RODRIGUEZ 16 6,5 VARELA 15 9 GAMEIRO 8 HOARAU 12 IBRAHIMOVIC 32 7,5 LAVEZZI 20 13,5 NENE' 12 5,5 ARSHAVIN 11 CHAMAKH 8 GERVINHO 18 6 GIROUD 22 8,5 PODOLSKI 25 9,5 AIT FANA 9 CAMARA S. 13 HERRERA 14 6

20

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

MONDO
CHELSEA IL SOSTITUTO DI DI MATTEO IERI HA DIRETTO IL PRIMO ALLENAMENTO

Benitez, unaccoglienza fredda. Ma vinceremo


Il tecnico non piace ai tifosi: che polemiche quando era sulla panchina del Liverpool...
STEFANO BOLDRINI LUCA BIANCHIN LONDRA

Qualcuno lo ha accolto con un cartello non proprio di benvenuto: Rafa out, one Di Matteo. Altri lo hanno definito Cameriere spagnolo ciccione. Rafa Benitez usando per un'espressione molto italiana se ne frega. Si presentato ieri a Cobham con tanto di auti-

sta. Ha diretto il primo allenamento del Chelsea con il giubbotto bianco e il fischietto. Ha strigliato a dovere Fernando Torres che con Rafa ha dato il meglio di s 1 gol ogni 107 minuti, con Di Matteo 1 rete ogni 212, con Ancelotti 1 ogni 762 e ha infine affrontato la prima conferenza stampa, tre giorni prima della gara dei Blues contro il City di Mancini, imbattuto in Premier dall8 aprile.
Staff e tifosi Rafa potrebbe inserire nel suo staff lolandese Boudevijin Zenden, ex Chelsea. Benitez ha parlato a tutto campo, esprimendo la convinzione di riuscire a portare i tifosi del Chelsea dalla sua parte: Io e loro vogliamo vincere.

Quando polemizzai con il Chelsea, non fu mancanza di rispetto nei confronti della sua gente, ma la semplice contrapposizione del tecnico che in quel momento guidava il Liverpool.
Le parole Benitez un allenato-

di Abramovich di schierare Torres contro la Juve, si congedato con un comunicato: E stato un onore guidare un club che sar sempre nel mio cuore. Abbiamo ottenuto successi fantastici. La notte di Monaco stata la pi importante della mia vita calcistica.
Clattenburg Il primo giorno di Benitez stato segnato dalla vicenda Clattenburg: l'arbitro di Chelsea-United di 25 giorni fa stato assolto dalle accuse di razzismo nei confronti di Mikel, mentre il nigeriano stato deferito. Mercato: si parla del ritorno, seppur per tre mesi, di Drogba. Ma il sogno gi svanito: ieri la Fifa gli ha negato questa possibilit.
RIPRODUZIONE RISERVATA

re ad interim e ha un contratto di 7 mesi: Ma non sono preoccupato. Non mi interessa il tempo breve a disposizione: so che possiamo lottare su diversi fronti e portare a casa qualcosa. Benitez torna in Premier dopo 3 anni e non risparmia qualche frecciata a Spagna e Italia: Da quelle parti, hanno l'abitudine di cambiare un tecnico ogni tre mesi. Benitez sa benissimo che viene considerato un parcheggio in attesa di

Rafa Benitez, 52 anni, ieri al primo allenamento col Chelsea OLYCOM

Guardiola: Con lui ho un ottimo rapporto. E' un grande manager. Non so che cosa accadr in futuro. Ha speso parole importanti per Di Matteo: Ha svolto un lavoro incredibile

conquistando successi importanti.


Lex Di Matteo, che secondo i

media britannici stato licenziato per aver rifiutato il diktat

La pulce punge
Messi: Pallone doro? Io non mi voterei...
Leo risponde a Ronaldo e sceglie Xavi, Iniesta e Aguero: Spero vinca uno dei miei compagni: mi fanno segnare tanto
DAL NOSTRO INVIATO

HA DETTO

d
S

IL CASO PER IL GOL ANTI FAIR PLAY

E Luiz Adriano ora ci ripensa: Chiedo scusa


Sono molto dispiaciuto per quello che successo, mi scuso con tutti i tifosi e con la Uefa. Niente di tutto questo mi era mai capitato prima, ho sempre rispettato, rispetto e rispetter le regole del fair play. Lattaccante brasiliano dello Shakhtar Donetsk, Luiz Adriano, ci ripensa, forse per rendere pi leggera la sua posizione in vista del procedimento disciplinare che verr discusso la settimana prossima, e chiede scusa per quel che successo marted sera. Lattaccante aveva segnato al Nordsjaelland nella maniera pi antisportiva possibile: palla a due lasciata cadere dallarbitro, Willian la lancia in avanti per ridarla agli avversari, ma Luiz Adriano si butta sul pallone segnando il gol dell1-1 con i difensori danesi fermi.
Marcia indietro Luiz Adriano inizialmente non

FILIPPO MARIA RICCI Twitter @filippomricci BARCELLONA

Leo Messi, 25, vince il Pallone dOro dal 2009 AP

mai. Per questo non mi fisso degli obiettivi: lunico quello di vincere.
I compagni Di Palloni dOro ne ha portati a casa gi tre, consecutivi, magari potrebbe lasciare questo a uno dei compagni: Mi piacerebbe che andasse a uno di loro, hanno diverse ragioni per meritarselo: per come giocano, per quello che hanno vinto, per laiuto che mi danno. Ho vinto la Scarpa dOro, ma non avrei segnato tanti gol senza laiuto dei compagni. E se segni tanto, se vinci la Scarpa dOro, molto probabile che tu possa entrare nella lista del Pallone dOro. tutto collegato, e lorigine la stessa, la squadra. Ha fatto 80 gol nel 2012, ne mancano solamente 5 per arrivare al record del 1972 del tedesco Gerd Mller, lo conosce? Personalmente no, ho visto delle immagini. Un goleador vero, uno che aveva bisogno di molto poco per segnare tanto, uno che in area aveva grandi capacit.

Su Ronaldo Io non gioco contro Cristiano, la competizione alimentata dai giornalisti, a me non interessa e penso neanche a lui

Se la crescita di un ragazzo si misura anche dal suo sapersi relazionare con la gente, allora la progressione del Leo Messi persona quasi pari a quella del calciatore. Il quasi dovuto alla straordinariet della seconda parabola. Intendiamoci: non che improvvisamente il miglior calciatore del mondo sia diventato anche un comunicatore universale, per ha perso quellinsicurezza, quella timidezza che lo facevano sentire mostruosamente fuori luogo di fronte ai giornalisti. Che ieri sono accorsi copiosi alla consegna di un assegno di 250 mila dollari da parte del colosso dei videogiochi Ea Sports alla Fondazione Leo Messi, denaro incassato grazie allacquisto virtuale del calciatore nel videogioco Fifa.
Spigliato Per Leo molti sorrisi, qualche risata, rigidit quando parsa necessaria, gli occhi ben dritti di fronte a s. Pronti via, la prima domanda subito scivolosa. Domenica ci sono le elezioni in Catalogna, levento del secolo per la Comunit che vuole diventare Stato: Stiamo viaggiando tanto, e lo faremo anche domenica, non so se riuscir a votare. Dribbling elegante. E i suoi voti per il Pallone dOro: Li avevo annunciati, li ho scritti sulla scheda. Quindi Xavi, Iniesta e Aguero. Potendo, avrebbe votato per se stesso come ha dichiarato Cristiano Ronaldo? No. Lavversario Basta coi voti ma

S
Su Guardiola Per me il miglior allenatore del mondo. Quindi, ovunque vada, Italia, Inghilterra o altrove, far sicuramente bene

aveva chiesto scusa, ma ci ha ripensato ieri. Non ho visto quanto accaduto allinizio ha spiegato , perch ero girato di spalle alla palla, verso la met campo avversaria. Stavo andando verso larea di rigore e non ho notato quello che avvenuto nella nostra met campo. Ero molto concentrato sul gioco e, quando la palla arrivata vicino a me e i difensori non hanno fatto nulla, lho presa, ho saltato il portiere e ho segnato. Io sono un attaccante. Pi tardi, dopo avere visto il replay e avere parlato con i miei compagni, ho capito quello che era successo, e ho completamente cambiato la mia visione sullepisodio.

Taccuino
SUPERCLASICO AI RIGORI

Il Brasile batte lArgentina S


Su David Villa Fra me e lui c un cattivo rapporto? Non rispondo, quello che avevo da dire lho gi detto. Poi la gente pensi ci che gli pare
BUENOS AIRES (m.can.) Il Brasile ha vinto il Superclasico delle Americhe battendo 4 3 l'Argenti na ai rigori. La gara, disputata alla Bombonera di Bue nos Aires, era finita 2 1 per gli argentini dopo i tempi regolamentari, stesso risultato della gara di andata giocata due mesi fa a Goiania. Ad andare in vantaggio stata l'Argentina, gol dell'attaccante dei Newell's Old Boys Scocco su rigore all'81', ma il Brasile ha pa reggiato con Fred due minuti dopo. Al 90 ancora Scoc co ha riportato in vantaggio i padroni di casa. Ai rigori gli errori dagli undici metri di Martinez e Montillo, il pe nalty decisivo invece stato realizzato da Neymar

A TIFOSO SORTEGGIATO

Pornostar offre sesso gratis se il Bara vince


Se il Barcellona vincer la Liga, Janeira Ventura, 27enne pornostar spagnola, offrir una notte di sesso gratis a un tifoso blaugrana, che sia uomo o donna, estratto a sorte. Per partecipare al concorso basta mandare una mail alla pornostar. Ci chiuderemo un intero fine settimana in albergo con caviale, champagne e fragole. Il primo che esce dalla stanza paga.

non con Ronaldo, competizio-

ne che stanca o alimenta? Io non gioco contro Cristiano, gioco per far meglio possibile con club e nazionale. La competizione alimentata da voi giornalisti, a me non interessa, e penso che sia lo stesso per lui. Lindurimento arriva quando gli chiedono di David Villa, del loro presunto pessimo rapporto. Sorrisi, zero, il messaggio deve arrivare forte e chiaro: Lho gi detto, e non ho nulla da aggiungere. Non devo spiegazioni a nessuno, poi che la gente pensi ci che le pare. Le motivazioni personali: Innate. Io sono cos sin da piccolo: mi piace allenarmi, giocare, vincere, sempre. Non mi piace perdere, mai. Non ho bisogno di stimoli, e non penso che cambier

Il migliore E Guardiola? Nel suo futuro potrebbe esserci lItalia, in caso, riuscir a impiantare il suo modello calcistico in una realt tanto diversa? S, perch per me il miglior allenatore del mondo e quindi vada dove vada, in Italia, in Inghilterra o altrove far bene. Magari ci metter un po a far passare il suo metodo, la sua filosofia, per sia dove sia, far bene. E il suo di futuro? Sta per rinnovare col Barcellona? Che io sappia no, ma il mio contratto non e non sar mai un problema, non c bisogno di dire molto altro. Sorride, Leo Messi. Molto pi del suo grande rivale portoghese.
RIPRODUZIONE RISERVATA

NOVIT

Sampaoli nuovo c.t. del Cile


La nazionale cilena sar guidata dallargentino Jorge Sampaoli, attuale allenatore dellUniversidad de Chile. Sampaoli, assieme al suo staff, guadagner 1,5 milioni di dollari lanno, pi un bonus di un milione di dollari se riuscir a classificarsi per il Mondiale 2014 in Brasile.

IN SPAGNA, GERMANIA E FRANCIA

Stasera tre anticipi


Gli anticipi di stasera: in Spagna Real Socie dad Osasuna, in Germania Fortuna Dusseldorf Am burgo, in Francia Saint Etienne Valenciennes.

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

21

Ildestino
di FAUSTO NARDUCCI

EPPURE CAMACHO NON SUBI MAI K.O. CI PENSA LA VITA, CHE CON I PUGILI...
non segue con continuit il pugilato sa di chi parliamo: un po per lassonanza del soprannome (Macho Camacho), un po perch le imprese del portoricano appartengono alla stagione della boxe pi televisiva e molti ricordano le sue esibizioni da Tarzan o centurione romano. Quel che pi conta che il portoricano, pur sedendo sul trono di categorie affollate di personaggi (superpiuma, leggeri e superleggeri), non ha mai subito il k.o., ha battuto fenomeni come Leonard, Duran e Mancini e ha tenuto testa a Chavez, Trinidad e De La Hoya. A metterlo k.o. stata poi la vita di tutti i giorni fino alla morte cerebrale. Con lui diventa ancora pi salato il conto del ring che continua a mettere in fila storie maledette: dallo stupratore Tyson alluxoricida Monzon, da Velero (suicidatosi in carcere) ad Arguello (suicida in circostanze misteriose), da Gatti (ucciso dallamante brasiliana) a Tapia (fatale un mix di medicinali). Lo stesso Mayweather, il pugile del momento, stato appena rimesso in libert. Da noi sono ancora in carcere Aurino e Galvano e la cronaca nera si incrocia spesso con nomi legati al pugilato. Noi per difendiamo ancora la statistica: Sono pi quelli che la boxe salva....
RIPRODUZIONE RISERVATA

unantica che Cdigira fra gli forma diaiautoincensamentoring: addetti lavori di tutti i Sono pi quelli che la boxe salva, di quelli che la boxe uccide. Affermazione statisticamente assolutamente veritiera ma che ogni tanto traballa di fronte alla concomitanza delle tragedie. Non avevamo ancora metabolizzato la brutta fine di Alessio Marinelli (campione youth e speranza della boxe pugliese), freddato in un regolamento di conti a Grottaglie, che marted notte a San Juan di Portorico le vie del crimine hanno lasciato per terra unaltra vittima e stavolta il nome roboante: Hector Macho Camacho. Anche chi

dallaPrima

laPuntura
di ROBERTO PELUCCHI

sopralapanca
di ARRIGO SACCHI

LE IPOCRISIE SULLA VIOLENZA ULTR UNA VERGOGNA DAVANTI AL MONDO


di FRANCO ARTURI

f
Pato vuole giocare di pi, ma Allegri non guarda in faccia a nessuno. Certo, si potrebbe fare uno strappo...

intollerabile non c D idristainternazionale,soltanto lassalto squae vigliacco e lincalcolabile danno di immagine con Roma che diventa sui media inglesi the stab city, cio la citt degli accoltellamenti. C anche limmancabile marea montante dei distinguo: Un gruppo di sedicenti tifosi, in realt teppisti... (sindaco Alemanno), Non risulta con certezza che laggressione sia stata opera di tifosi della Lazio (presidente Lotito), fatti che nulla possono avere a che fare con lo sport... (Osservatorio del Viminale). La conosciamo bene: il cloroformio con il quale lambiente sportivo e aree limitrofe tentano di addormentare la coscienza collettiva e il detersivo per lavare la propria. Oppure la drammatica mancanza di comprensione di questi fenomeni. In ogni caso soprattutto una mistificazione, condita da luoghi comuni. C molto da capire ancora sul barbaro raid che mette lItalia e il suo calcio ancora una volta alla gogna. La prima questione, fondamentale, stabilire quanto marcata sia la matrice razzista e antisemita della scorribanda e la composizione del-

la squadraccia con i suoi gi certi intrecci col tifo organizzato. Ma ci si chiede anche se vero che alcuni agenti municipali locali siano scappati allo scatenarsi dellincursione. Se vero che la prima Volante si sia materializzata dopo mezzora fra la rabbia e lo sconcerto degli abitanti della zona. Se vero che unarea tanto centrale ed esposta sia stata lasciata preventivamente sguarnita dalle forze dellordine nellimminenza di una partita fortemente a rischio, come sono tradizionalmente quelle delle squadre romane contro le inglesi. Interrogativi chiave per ricostruire i fatti e mettere a nudo eventuali lacune dei meccanismi di difesa da questi episodi di criminalit. Ma a noi tocca soprattutto loperazione opposta di quella in atto da parte di chi si premura di porre distanza fra lultima drammatica vicenda e lo sport: abbiamo cio il dovere di ricondurre in pieno laggressione del branco di Campo dei Fiori nellambito del calcio, ovvero della sua parte deviata. E non solo perch il tutto si manifesta alla vigilia di un incontro internazionale, ai danni di tifosi pacifici, visto che qualcuno gi finge di dimenticarlo. Ma perch esattamente in certi settori degli stadi, di quasi tutti gli stadi italiani, che si tiene in vita e si coltiva lantivalore della violenza e dellintolleranza e delle commistioni soprattutto con ambienti dellultradestra. Al punto, come pare il caso, che tifosi di fazioni opposte si uniscono per spedizioni punitive allinsegna dellodio. Le statistiche ufficiali ci raccontano di cali percentuali di incidenti connessi al calcio. Il percepito della gente comune tuttaltro e si riflette nellallontanamento costante dagli stadi, nel disgusto generalizzato di un clima incivile, nella quasi rassegnazione davanti allo scempio della extraterritorialit delle curve rispetto alle leggi dello Stato. Lopinione pubblica sa bene che gli accoltellati del Drunken Ship appartengono in pieno ad una scheggia di calcio malato da cui non riusciamo a liberarci. Il primo passo sarebbe ammetterlo. Senza vergogna.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il Milan non pu sfidare la Juve a tutto campo


Il calcio totale dei bianconeri impone ad Allegri di difendersi e ripartire

laVignetta
di VALERIO MARINI

TwitTwit

IL CINGUETTIO DEL GIORNO

BORIS BECKER
Leggenda del tennis

Ho sentito che Guardiola nel gennaio del 2013 firmer per il Chelsea. Spero sia vero!
@Becker_Boris

Paul Pogba e Kevin Boateng in occasione del Trofeo Berlusconi

Il pub inglese assaltato dagli ultr a Roma

RAFAEL NADAL
Fuoriclasse di tennis

e il Milan L a Juventus lematch diarrivano al big domenica dopo vittorie in Champions: esaltante quella bianconera, importante quella rossonera. I successi accrescono lautostima e le convinzioni e inoltre sono indicatori di uno stato di forma psico/fisico/tecnico ottimale. Pertanto ci sono i presupposti per assistere ad un incontro aperto e spettacolare. Gli uomini di Conte liberatisi del record dellimbattibilit e da un tentativo di vincere facendo il minimo indispensabile, sono ritornati quella stupenda macchina di gioco che li aveva avvicinati ai team pi allavanguardia dEuropa. Gli osservatori pi superficiali pensano che la Juventus vinca quasi esclusivamente per la grande quantit di corsa che produce senza pensare alla straordinaria organizzazione, collaborazione, connessione, collocazione e idea di gioco che li sospinge. Tutto ci gli consente a livello fisico di essere quasi sempre in aerobia, a livello psicologico di godere dellappoggio dei compagni, a livello tecnico/tattico di usufruire di passaggi di dieci quindici metri assai facili da effettuarsi e molto precisi. I bianconeri andranno a Milano cercando di imporre il proprio gioco: asfissiando i rossoneri con il pressing feroce, con i raddoppi e con marcature strette in fase difensiva. Men-

lAnalisi

Felicitazioni a Benitez, nuovo allenatore del Chelsea! E auguri per la nuova sfida.
@RafaelNadal

LEUROPA SORRIDE AL NOSTRO CALCIO MA ADESSO CI VUOLE ANCHE IL GIOCO


di ANDREA SCHIANCHI

GUIDO MEDA
Voce della moto su Mediaset

brilla nello stadio che L a firma di Cavanitramonto di Pel.partitafece conoscere al mondo un certo Stadio Rasunda di Stoccolma, una che non passer alla storia per la bellezza: el Matador si procura il rigore decisivo, lo trasforma e trascina il Napoli alla qualificazione. Applausi, abbracci, allegria! La squadra di Mazzarri raggiunge lInter e la Lazio nei sedicesimi e lItalia respira: soltanto lUdinese scivola allinferno (e pensare che i friulani hanno addirittura sognato, e sfiorato, lingresso in Champions League...). Considerando anche le due vittorie di Juve e Milan, non si pu certo dire che il nostro calcio sia in crisi a livello di risultati: sul piano del gioco e dello spettacolo, invece, si devono fare parecchi passi in avanti. Gi, perch vero che adesso tutti celebriamo il gol di Cavani che chiude (non solo metaforicamente) lo stadio di Pel, ma altrettanto vero che dove una volta ricamavano O Rei e Garrincha, ieri sera, cerano Donadel e Aronica. Paragone ingeneroso, daccordo, ma significativo: racconta la differenza di qualit tra il passato e il presente. Dove cerano dribbling e mage, ora ci sono pressing, raddoppi e ripartenze. Se cos vi piace... Certo, la vittoria dei partenopei zittisce i critici, cos come il pareggino della Lazio allOlimpico una boccata dossigeno: tuttavia, in un momento di crescita, non ci pu fermare a leggere soltanto il risultato finale. Servono pi

idee e pi coraggio se si desidera ritornare ad alto livello: basta speculare e giudicare in base a ci che resta nella sportina della spesa. Lo spettacolo un obiettivo da inseguire e raggiungere al pi presto: altrimenti il pubblico si allontana, e poi chi lo recupera pi? Sarebbe esagerato dare la croce addosso allInter che ne becca tre dal Rubin Kazan: i nerazzurri erano gi qualificati e si sono presentati con una formazione di ragazzini. Tuttavia, sempre per onest di osservazione, va anche detto che perdere (pur con una squadra rimaneggiata) non fa mai bene e che i giovani di Stramaccioni non hanno incantato. Magari diventeranno campioni, glielo auguriamo, ma per adesso non si vedono nemmeno i germogli di quei (potenziali) fiorellini. Inoltre, e questo un dato su cui riflettere. lInter colleziona la terza partita consecutiva senza vittorie: due sconfitte (in trasferta contro lAtalanta e il Rubin, appunto) e un pareggio (a San Siro contro il Cagliari). In totale, 7 gol subiti. C qualcosa da registrare, e non solo in difesa. Stramaccioni, dopo lexploit di Torino contro la Juventus, si ritrovato una squadra improvvisamente sgonfiata, come se per quella vittoria fossero state spese le ultime energie. Urge correre ai ripari, in chiave campionato, perch la strada non mica in discesa. Per raggiungere e superare la Juve ci vogliono gambe forti, si deve spingere sui pedali, chinare la testa e rialzarsi soltanto dopo aver passato il traguardo. Impresa possibile per lInter, a patto che si cambi marcia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il mio amico Marco Confortola, Grande amico del Sic, ha voluto portarlo con s a 8163 metri sul Manaslu
@guidomeda

STEPHAN EL SHAARAWY
Attaccante del Milan

In che partita stata scattata questa foto? Rispondete a questo tweet chi indovina potrebbe ricevere 1 invito special
@OfficialEl92

tre in fase offensiva tutti undici parteciperanno al gioco, sempre tutti ben posizionati e reattivi nellappoggio e smarcamento. Gli juventini sanno benissimo che si esaltano nel calcio totale meno in un football specialistico e discontinuo. Gli uomini di Allegri, confortati da risultati migliori ma non supportati ancora da una conoscenza ed un gioco conclamato, difficilmente potranno opporsi allo strapotere juventino affrontando la Juve a tutto campo. Oggi i rossoneri stanno meglio ma non bene: possono contare sul grande El Shaarawy, su una condizione psicofisica migliore ma ancora non sono riusciti a formare un gruppo granitico, compatto e ben collegato. In questo modo rischiano di esser sempre in inferiorit numerica nei pressi della palla e quindi di trovarsi in difficolt. Credo che i milanisti debbano restringere la zona in cui affrontare i temibili rivali ed affidarsi a contrattacchi rapidi sfruttando lo splendido momento di Stephan, la vivacit di Bojan e la velocit di Pato (se giocher). Le marcature, una squadra molto compatta nella zona tra la met campo e venti metri dietro e le ripartenze possono essere la carta vincente con la speranza che i bianconeri siano meno brillanti e famelici del solito.
RIPRODUZIONE RISERVATA

22

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

SERIE BWIN LANTICIPO DELLA 16a GIORNATA (ore 20.45)

Novara, una lunga giornata Prima il Tnas poi il Livorno


La societ punta sullo sconto, Aglietti debutta contro un avversario mai battuto
NOVARA LIVORNO
NOVARA (4-3-1-2) 22 BARDI 2 PERTICONE 4 LISUZZO 5 LUDI 15 GHIRINGHELLI 18 MARIANINI 23 PESCE 24 FARAG 20 LAZZARI 19 GONZALEZ 9 RUBINO All. AGLIETTI PANCHINA 1 Kosicky, 3 Alhassan, 29 Bastrini, 6 Buzzegoli, 8 Motta, 7 Piovaccari, 25 Mehmeti. LIVORNO (3-4-1-2) 12 FIORILLO 4 BERNARDINI 27 EMERSON 11 LAMBRUGHI 28 SCHIATTARELLA 16 GENTSOGLOU 10 LUCI 3 GEMITI 7 BELINGHERI 9 PAULINHO 8 DIONISI All. NICOLA PANCHINA 19 Mazzoni, 17 Ceccherini, 6 Salviato, 26 Siligardi, 24 Bigazzi, 23 Piccolo, 22 DellAgnello.

NICOLA BINDA

Una giornata cruciale per il Novara. Una giornata lunghissima, che inizia alle 13 a Roma con la riunione del Tnas contro la penalizzazione e finisce alla sera con il posticipo contro il Livorno, una partita che vede anche il debutto in panchina di Alfredo Aglietti. Una giornata fondamentale per il rilancio di un club che vuole fermare lascensore: due promozioni di fila fino alla Serie A, poi una discesa fino al penultimo posto in B.
Il Tnas Il Novara ha 4 punti di

rite dallo stesso Tnas) di tutti i tesserati coinvolti. La sentenza non dovrebbe arrivare in giornata, ma uno sconto sarebbe ossigeno per la classifica: senza il -4 il Novara sarebbe in zona salvezza. Certo, se oggi penultimo anche perch la squadra ha perso 7 gare su 15. Da qui il secondo cambio di allenatore. Il patron Massimo De Salvo ha sofferto le vicende del calcioscommesse (per dire: oggi sar al Tnas e non allo stadio), ma non ha perso il piglio per rimettere in carreggiata la squadra e in Aglietti ha scelto un allenatore che avesse anche un carattere tosto.
Il posticipo Il debutto di stasera carica particolarmente il nuovo allenatore, che in tre precedenti non ha mai battuto il Livorno (3 gare, 2 pareggi e 1 sconfitta). In conferenza

stampa Aglietti ha detto: Bisogna azzerare quello che stato fatto e ripartire con una diversa mentalit, con pi cattiveria. I mezzi per uscire da questa situazione ci sono, la squadra c e sta bene. Mai battuto il Livorno? C sempre una prima volta.... Aglietti ha lavorato a porte chiuse e dovrebbe scegliere la difesa a 4 (come faceva Tesser, mentre Gattuso giocava a 3) con la vecchia guardia in campo (Lisuzzo, Ludi, forse anche Rubino e Motta). Il suo compito motivare il gruppo e far migliorare laffiatamento tra vecchi e nuovi; anche per questo ha deciso di vivere a Novarello, per una full immersion con lambiente che non gli ha impedito di tastare la passione di una piazza preoccupata dalla classifica.
Il Livorno Certo ad Aglietti non poteva capitare un debutto peggiore, vista la condizione di un Livorno lanciatissimo. Davide Nicola ha tutta la rosa a disposizione e dovrebbe presentare formazione e modulo visti con il Varese, con Siligardi ancora in panchina; non per escluso un suo utilizzo con passaggio al 4-3-3 che prevederebbe Belingheri a centrocampo al posto di Gentsoglou.

ALLE 12 CON LA RUSSIA

Mercoled B Italia a Crotone davanti a 5 mila studenti


Dopo la netta vittoria a Malta (5 0), mercoled torna in campo la B Italia. A Crotone la squadra di Piscedda sfider la Fnl Russia, nazionale di seconda divisione allenata da Igor Shalimov. La partita si disputer in orario scolastico, alle 12, per permettere a 5.000 studenti dei plessi scolastici del comune di Crotone di assistere a una lezione di calcio. Una operazione possibile grazie alla collaborazione dellUfficio scolastico provinciale e del Crotone. Diretta su Rai Sport 2.
CONVOCATI Portieri Iacobucci (Spezia) e Silvestri (Padova). Difensori Benedetti (Spezia), Brosco (Ternana), Cancellotti (Pro Vercelli), Ghiringhelli (Novara), Bacchetti e Rosania (Lanciano). Centrocampisti Busellato (Cittadella), De Vitis (Padova), Fossati (Ascoli), Giandonato (Vicenza) e Maiello (Crotone). Attaccanti Bellomo e Galano (Bari), Giannetti (Cittadella), Pettinari (Crotone) e Zaza (Ascoli).

ARBITRO Ostinelli di Como GUARDALINEE Tasso-Cucchiarini PREZZI da 13 a 30 euro TV Sky Calcio 1 HD e Premium Calcio

penalizzazione per Chievo-Novara (Coppa Italia) e Novara-Siena. Lobiettivo dellavvocato Di Cintio unificare i due procedimenti e attendere le posizioni (gi in parte allegge-

Alfredo Aglietti, 42 anni LIVERANI

RIPRODUZIONE RISERVATA

Cos domani (ore 15) VERONA, INVASIONE DI TIFOSI PER IL DERBY DI CITTADELLA
CLASSIFICA
SQUADRE SASSUOLO VERONA LIVORNO JUVE STABIA MODENA (-2) PADOVA (-2) BRESCIA CITTADELLA VARESE (-1) SPEZIA EMPOLI (-1) CROTONE (-2) TERNANA VICENZA ASCOLI (-1) BARI (-7) REGGINA (-3) CESENA LANCIANO PRO VERCELLI NOVARA (-4) GROSSETO (-6) PT 35 32 32 24 22 22 22 21 20 19 18 17 17 16 16 15 14 14 12 11 10 7 PARTITE G V N P 15 11 2 2 15 9 5 1 15 10 2 3 15 7 3 5 15 6 6 3 15 6 6 3 15 5 7 3 15 6 3 6 15 5 6 4 15 5 4 6 15 5 4 6 15 5 4 6 15 4 5 6 15 3 7 5 15 5 2 8 15 6 4 5 15 4 5 6 15 3 5 7 15 2 6 7 15 3 2 10 15 3 5 7 15 2 7 6 RETI F S 26 7 26 11 30 21 23 20 21 14 20 16 20 17 20 21 18 21 18 19 25 30 17 17 12 15 16 18 18 23 21 16 14 17 12 24 10 21 14 25 18 21 17 22

LA STORIA IL DIFENSORE

ASCOLI VICENZA
Convocazione per Soncin Riecco Scalise e Faisca
ASCOLI Si allenato a parte Soncin, che dopo una lunga assenza potrebbe essere convocato; partirebbe comunque dalla panchina, con la conferma in attacco del duo formato da Zaza e Feczesin. Silva pu contare anche su Scalise e Faisca, che hanno scontato la squalifica. In dubbio Pasqualini e Colomba alle prese con problemi muscolari. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Di Donato, Ricci e Zaza. PROBABILE FORMAZIONE (3-5-2) Guarna; Ricci, Peccarisi, Faisca; Scalise, Russo, Loviso, Di Donato, Pasqualini; Feczesin, Zaza. All. Silva.

CITTADELLA VERONA
Di Carmine non ce la fa Fuori anche Biraghi
CITTADELLA Invasione di tifosi veronesi a Cittadella. Sono stati esauriti tutti i posti riservati al settore ospiti (1.144), i quali adesso si potranno accomodare nella tribuna ovest laterale nord, per altri 380 posti disponibili. Differenziato per Di Carmine, niente derby al pari di Biraghi, Coly, Martignago, Di Nardo e Perna. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Busellato, Di Carmine, Di Roberto, Schiavon e Sosa. PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3) Cordaz; Sosa, Martinelli, Pellizzer, De Vito; Vitofrancesco, Baselli, Schiavon; Di Roberto, Maah, Giannetti. All. Foscarini.

CROTONE PADOVA
Migliore, guai alla schiena Galardo e Caglioni ci sono
CROTONE Drago ha qualche problema con Migliore, che accusa un fastidio alla schiena. Al momento non disponibile, ma in quel ruolo pu puntare su Mazzotta che torna dopo la squalifica. C ancora un giorno per verificare le condizioni di Galardo e Caglioni, ma entrambi saranno della partita. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Correia, Eramo, Galardo e Maiello. PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3) Caglioni; Matute, Vinetot, Abruzzese, Mazzotta; Maiello, Eramo, Galardo; Gabionetta, Caetano, De Giorgio. All. Drago.

GROSSETO BRESCIA
Si ricomincia con il 3-4-3 Delvecchio e Bremec k.o.
GROSSETO La nuova coppia Magrini-Consonni riparte dal pi spregiudicato 3-4-3. Assenti Delvecchio, per un colpo al costato, e Jadid, i tecnici si affideranno a Obodo e Bonanni in mezzo al campo. Sar Lanzafame ad affiancare Lupoli e Sforzini nel tridente. Bremec non ce la fa. Dopo Asante reintegrato anche Crimi, SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Barba, Calderoni, Lupoli, Padella e Sforzini. PROBABILE FORMAZIONE (3-4-3) Lanni; Padella, Iorio, Barba; Donati, Obodo, Bonanni, Som; Lanzafame, Sforzini, Lupoli. All. Magrini.

Jella Gentili Un altro stop dopo i gol nel Vicenza

Breda ridisegna lattacco Semioli nel tridente?


VICENZA Si fermato Gentili: lesione alladduttore della coscia sinistra. Si aggiunge agli infortunati Gavazzi, Rigoni e Coser. La squalifica di Plasmati e Giacomelli obbliga Breda a reinventare lattacco: o a due con Pinardi e Malonga o a tre con lavanzamento di Semioli. SQUALIFICATI Giacomelli e Plasmati. DIFFIDATI Giani, Mustacchio, Padalino e Pinsoglio. PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3) Pinsoglio; Brighenti, Martinelli, Camisa, Di Matteo; Padalino, Giandonato, Castiglia; Semioli, Malonga, Pinardi. All. Breda. ARBITRO Manganiello di Pinerolo.

Martinho, poche speranze Bacinovic come regista


VERONA Si fa sempre pi problematica la situazione di Martinho. Anche ieri il brasiliano si allenato a parte a causa di un risentimento muscolare. Mandorlini confida in un recupero in extremis, ma le possibilit sono ridotte. Pronto Bacinovic in un centrocampo a tre con Jorginho e Laner. SQUALIFICATI Hallfredsson. DIFFIDATI Cacciatore, Laner, Maietta e Moras. PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3) Rafael; Crespo, Moras, Maietta, Cacciatore; Jorginho, Bacinovic, Laner; Gomez, Cacia, Rivas. All. Mandorlini. ARBITRO Palazzino di Ciampino.

Raimondi cerca conferme Galli far il trequartista


PADOVA Assenti solo gli infortunati Babacar, Viviani e Cuffa. Raimondi, dopo la doppietta nel derby contro il Cittadella, si candida per una maglia da titolare in attacco. Da verificare per se lallenatore Pea schierer le tre punte pure o due giocatori offensivi e Galli. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Cionek, Cutolo, Trevisan e Z Eduardo. PROBABILE FORMAZIONE (3-4-1-2) Anania; Cionek, Piccioni, Trevisan; Legati, Nwankwo, Z Eduardo, Renzetti; Galli; Farias, Cutolo. All. Pea. ARBITRO Di Paolo di Avezzano.

Calori, problemi in mezzo Out anche Saba, c Bouy


BRESCIA Problemi a centrocampo per Calori: squalificato Budel, convalescente Rossi, fuori causa anche Saba (fastidio alladduttore della coscia destra, senza lesioni). E probabile che Calori riproponga il 3-5-2, con il rilancio di Bouy in mezzo al campo. SQUALIFICATI Budel. DIFFIDATI And. Caracciolo, Corvia, De Maio, Lasik, Salamon, Stovini e Zambelli. PROBABILE FORMAZIONE (3-5-2) Arcari; De Maio, Salamon, Stovini; Zambelli, Lasik, Bouy, Scaglia, Daprel; Corvia, And. Caracciolo. All. Calori. ARBITRO Tommasi di Bassano.

Matteo Gentili, 23 anni LAPRESSE


VICENZA Matteo Gentili ha gio-

U PROMOSSE U PLAYOFF U PLAYOUT U RETROCESSE

PROSSIMO TURNO Sabato 1 dicembre, ore 15 BARI-SASSUOLO,BRESCIA-VERONA,EMPOLI-SPEZIA, JUVE STABIA-CITTADELLA,LIVORNO-GROSSETO,MODENA-NOVARA, PADOVA-ASCOLI, VARESE-TERNANA,LANCIANO-CESENA ore 18 PRO VERCELLI-VICENZA Luned 3, ore 20.45 REGGINA-CROTONE

JUVE STABIA EMPOLI


Braglia, niente modifiche Il club contro gli arbitri
JUVE STABIA Braglia sembra orientato a confermare la stessa formazione che ha vinto a La Spezia, un 4-3-3 con il tridente Acosty-Danilevicius-Cellini. Mbakogu e Figliomeni non ce la fanno. Polemico il presidente Manniello: Siamo stanchi di svezzare gli arbitri al primo anno di serie B. SQUALIFICATI Baldanzeddu. DIFFIDATI Erpen, Improta, Maury, Nocchi e Scognamiglio. PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3) Nocchi; Maury, Scognamiglio, Murolo, Dicuonzo; Mezavilla, Genevier, Caserta; Acosty, Danilevicius, Cellini. All. Braglia.

SASSUOLO REGGINA
Di Francesco in tribuna Torna Laverone in difesa
SASSUOLO Di Francesco squalificato (in panchina al suo posto il secondo Pierini) come Gazzola, assenti certi Laribi e Valeri, tutti disponibili gli altri compreso Masucci, ormai sulla via del completo recupero. Rispetto a Brescia, lex Laverone in campo dallinizio a destra della difesa e possibile turnover in attacco, con ballottaggio tra Catellani e Troianiello. SQUALIFICATI Gazzola. DIFFIDATI Troiano. PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3) Pomini; Laverone, Bianco, Terranova, Longhi; Chibsah, Magnanelli, Missiroli; Troianiello, Boakye, Berardi. All. Di Francesco.

TERNANA LANCIANO
Oggi provino per Maniero Anche Vitale in dubbio
TERNANA In difesa ballottaggio Ferraro-Ciofani per completare il reparto a tre. Ieri non si allenato Vitale, che in dubbio: per questo Toscano ha provato Dianda a sinistra, con Ragusa sulla destra. In attacco ci sono soltanto Litteri, Dumitru e Alfageme: anche Maniero rimasto fermo ieri, prover questa mattina, ma non al top della forma. SQUALIFICATI Sinigaglia e Nol. DIFFIDATI Carcuro, Ragusa e Vitale. PROBABILE FORMAZIONE (3-5-2) Ambrosi; Fazio, Brosco, Ciofani; Ragusa, Carcuro, Miglietta, Botta, Dianda; Litteri, Alfageme. All. Toscano.

VARESE PRO VERCELLI


Costola rotta per Pucino Nasce la curva Maroso
VARESE In difesa mancano Pucino, che si rotto una costola, e Rea, squalificato: al loro posto Fiamozzi e Troest. Zecchin si stirato, Rientra Ebagua, ma non c linfortunato Neto, sostituito da Martinetti. Stamattina dopo la rifinitura lintitolazione della curva nord a Peo Maroso, presidente onorario morto in settembre. SQUALIFICATI Rea. DIFFIDATI Carrozzieri, Damonte, Grillo e Nadarevic. PROBABILE FORMAZIONE (4-4-2) Bressan; Fiamozzi, Troest, Carrozzieri, Grillo; Tripoli, Damonte, Kone, Nadarevic; Ebagua, Martinetti. All. Castori.

CESENA SPEZIA

(ore 18)

DAlessandro infortunato Tonucci o Brandao dietro


CESENA DAlessandro rischia di saltare la sua prima partita della stagione a causa di una contrattura alladduttore. Se fosse cos, Bisoli opterebbe per il 3-5-2, con i soli Defrel e Graffiedi in avanti. In difesa c il dubbio Tonucci-Brandao: se giocasse il portoghese, il centrale lo farebbe Caldirola. SQUALIFICATI Morero. DIFFIDATI Brandao, Caldirola, Ceccarelli, Comotto, Iori e Tonucci. PROBABILE FORMAZIONE (3-5-2) Belardi; Comotto, Tonucci, Caldirola; Ceccarelli, Meza Colli, Iori, Djokovic, A. Rossi; Defrel, Graffiedi. All. Bisoli.

cato solo le ultime 4 gare col Vicenza ( in prestito dallAtalanta), ma gli bastato per mettersi in luce non solo come difensore, ma anche come goleador viste le reti a Cittadella (suo il 2-2 finale) e col Novara (2-1). Purtroppo per si fermato di nuovo: lesione all'adduttore della coscia sinistra. Come dire che per Gentili non c' pace e lui stesso ammette: Negli ultimi quattro anni ho giocato solo 33 partite, mi capitato di tutto, ma ho sempre rialzato la testa. Quello che colpisce che Gentili non fa mai la vittima, nonostante l'elenco dei suoi infortuni sembri un bollettino di guerra. Dopo lAtalanta, al Varese il primo anno si frattura la caviglia sinistra, il secondo il crociato (con doppio intervento); poi va allo Spezia e in ritiro si rompe la caviglia destra e quando rientra gli viene la pubalgia, che si riacutizza appena arrivato a Vicenza. Ma abituato a lottare: torner anche stavolta. E magari far ancora gol.
Alberta Mantovani

C un allarme per Tavano Si riscalda Pucciarelli


EMPOLI Tavano si ferma in allenamento, per un problema muscolare alla coscia. C' ottimismo. Gli altri attaccanti, a parte Maccarone, non stanno benissimo: Cori appena rientrato, per Mchedlidze si teme lo stiramento. Se Tavano non ce la dovesse fare pronto Pucciarelli. SQUALIFICATI Pratali. DIFFIDATI Maccarone, Saponara, Tonelli e Valdifiori. PROBABILE FORMAZIONE (4-3-1-2) Bassi; Laurini, Tonelli, Regini, Hysaj; Moro, Valdifiori, Croce; Saponara; Tavano, Maccarone. All. Sarri. ARBITRO Borriello di Mantova.

Dionigi confida in Sarno Viola cerca pi spazio


REGGINA Dionigi spera di recuperare Sarno. Uno dei tanti dubbi in difesa, con Lucioni in vantaggio su Freddi. In attacco non da scartare la conferma di Viola che, un po trascurato dalla societ dopo aver rifiutato in estate lEntella, ha giocato appena 128 e realizzato due reti, lultima sabato scorso. SQUALIFICATI Ely e Bergamelli. DIFFIDATI nessuno. PROBABILE FORMAZIONE (3-4-1-2) Baiocco; Adejo, Lucioni, Di Bari; Melara, Hetemaj, Armellino, Barill; Sarno; Ceravolo, Comi. All. Dionigi. ARBITRO Velotto di Grosseto.

Almici e Amenta ci sono In preallarme Di Cecco


LANCIANO I possibili rientri di Almici e Amenta dovrebbero dare consistenza alla difesa. Per il resto Gautieri non si sbilancia: Di Cecco in preallarme per un posto da titolare, in avanti impossibile intuire chi partir titolare tra i nove attaccanti. A parte Zeytulaev, sono tutti disponibili. Fofana dovrebbe essere preferito a Testardi. SQUALIFICATI nessuno. DIFFIDATI Di Cecco, Paghera e Vastola. PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3) Leali; Almici, Aquilanti, Amenta, Mammarella; Vastola, Paghera, Volpe; Falcinelli, Fofana, Turchi. All. Gautieri. ARBITRO Castrignan di Roma.

Caridi e il Tir in dubbio Camolese rimette Calvi


PRO VERCELLI Caridi e Tiribocchi in dubbio: il primo ha rimediato una botta in allenamento, il secondo affaticato. Di Piazza non al top. Assente nella mediana Appelt per linfortunio, Camolese si affider in regia a Calvi. Out anche Innocenti per un problema alla caviglia. SQUALIFICATI Ranellucci. DIFFIDATI Bencivenga, Caridi, Espinal, Fabiano e Ranellucci. PROBABILE FORMAZIONE (3-5-2) Valentini; Masi, Cosenza, Sini; Bencivenga, Espinal, Calvi, Scavone, Scaglia; Zigoni, Iemmello. All. Camolese. ARBITRO Roca di Foggia.

Lollo parte dallinizio Di Gennaro pi arretrato


SPEZIA Dopo la febbre di mercoled, torna in gruppo anche Sammarco. Sar disponibile anche Lollo: il giocatore potrebbe partire dal primo minuto sulla destra in un centrocampo che vedr il recuperato Di Gennaro in posizione pi arretrata. Madonna dovrebbe scalare in difesa al posto di Piccini. SQUALIFICATI Goian. DIFFIDATI Garofalo, Piccini e Mario Rui. PROBABILE FORMAZIONE (4-3-3) Iacobucci; Piccini, Schiavi, Benedetti, Garofalo; Madonna, Di Gennaro, Bovo; Sansovini, Antenucci, Okaka. All. Serena. ARBITRO Di Bello di Brindisi.

IL POSTICIPO

Domenica, 12.30: c Bari-Modena Larbitro Fabbri


Il programma della 16a giornata sar completato domenica con il posticipo, che avr inizio alle ore 12.30: la sfida Bari Modena. Arbitra Fabbri di Ravenna.

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

23

LEGA PRO I PREMI

SERIE D IL CASO
meno il 50% dei minuti del campionato. Classifica: Francesco Vassallo (1993, Foligno, 905), Giacomo Venturi (1992, Gubbio, 897) e Alessandro Piacenti (1992, Foligno, 540) 6,50; Mungo (1993, Chieti, 932) 6,46; A. Belotti (1993, AlbinoLeffe, 966), Iali (1992, Castiglione, 900), Thiam (1992, Alto Adige, 883) e Maltese (1992, Viareggio, 857) 6,45.
Premio Laudano Vince chi se-

Cestani-Laudano Tutti i migliori sono dellUmbria


Lega Pro e La Gazzetta dello Sport hanno istituito due premi anche per la stagione 2012-13. Alla fine dei campionati di Prima e Seconda divisione verranno premiati il miglior giovane (premio Cestani) e il miglior marcatore giovane (premio Laudano): sono ammessi i calciatori nati dal 1992 in poi, quelli che sono da utilizzare in campionato al fine di ricevere i contributi, compresi quelli in prestito e gli stranieri. E al momento, al vertice delle due graduatorie, ci sono atleti in forza alle tre squadre dellUmbria.
Premio Cestani Il miglior giova-

Daspo modificato per Arcidiacono: resta la squalifica


ALESSANDRO RUSSO

vieto ad assistere alle partite, ma consente ad Arcidiacono di tornare a giocare dopo la squalifica. Considerato che si legge nel dispositivo l'attivit lavorativa dalla quale il calciatore (pur dilettante, ndr) trae i mezzi di sussistenza, autorizza lo stesso alla preparazione e a disputare se convocato le partite del Cosenza.
La Procura Una decisione che

Premio Cestani Premio Laudano


to della Gazzetta. In caso di parit, vince il giovane che ha giocato pi minuti (tenendo presente che in Seconda divisione ci sono pi partite) e, in caso di parit, quello pi giovane. Vengono considerati solo i giocatori che hanno giocato al-

gna pi gol. In questo caso, se ci sono pi giovani a parit di reti, vince quello che ha giocato meno minuti (tenendo presente anche in questo caso che in Seconda divisione ci sono pi partite) e, in caso di parit, quello pi giovane. Classifica: Matteo Politano (1993, Perugia, 823), Giacomo Beretta (1992, Pavia, 958) e Andrea Belotti (1993, AlbinoLeffe, 966) 5 reti; DAppollonia (1993, Venezia, 208), Magnaghi (1993, Viareggio, 889) e Finotto (92, Monza, 894) 4.
RIPRODUZIONE RISERVATA

ne viene scelto con le medie vo-

Pietro Arcidiacono, 24 anni LAPRESSE

La vicenda di Pietro Arcidiacono, calciatore del Cosenza che sabato aveva mostrato una maglia con la scritta Speziale innocente (in solidariet a uno dei tifosi del Catania condannati per l'omicidio dell' ispettore Filippo Raciti) si arricchisce di nuovi elementi. Dopo le polemiche, le scuse del calciatore alla famiglia Raciti e alla Polizia, il Questore di Catanzaro gli aveva inflitto un Daspo di tre anni e il giudice sportivo una squalifica fino al 20 luglio 2013. Ieri invece il Questore ha modificato il Daspo, che lascia immutato il di-

modifica il provvedimento restrittivo e muta la situazione del calciatore che, seguito nella vicenda dall'avvocato Aristide Leonetti, si appresta ora a presentare ricorso contro la squalifica. Intanto ieri pomeriggio a Catanzaro sono stati ascoltati dalla Procura federale il capitano Mosciaro, lo stesso Arcidiacono e suo fratello Salvatore, con il team manager Perri. La Procura infatti aveva ricevuto gli atti della vicenda e di conseguenza, attraverso il delegato Walter Moretti, ha ascoltato la versione dei diretti interessati.
RIPRODUZIONE RISERVATA

prima divisione Girone A: lanticipo C Como-Cuneo in tv su Sportitalia


Importante anticipo per il Como che riceve il Cuneo e deve recuperare terreno per i playoff. Silvio Paolucci non ha solo Luoni, squalificato: gioca Del Pivo. Invece a Ezio Rossi mancano Danucci, squalificato, Ferri e Ruggeri, infortunati. Stasera il Como dar il via a una campagna di promozione dello sport giovanile (squadre accompagnate in campo da giovani calciatori e calciatrici) e prima della partita saranno premiati Dalida Vignando e Paolo Zaffaroni, nuotatori reduci con successo dai campionati mondiali per atleti con sindrome di Down. Cos in campo (ore 20.30, diretta su Sportitalia): COMO (4-3-3) Micai; Benvenga, Schiavino, Del Pivo, Marchi; Giamp, Ardito, Tremolada; Cia, A. Donnarumma, Lisi. (Perucchini, Ambrosini, D. Donnarumma, Fautario, Scialpi, Gammone, Torregrossa). All. Paolucci. CUNEO (4-3-1-2) F. Rossi; Di Lorenzo, Carretto, Scaglia, Donida; Cristini, Longhi, Lodi; Garavelli; Fantini, Ferrario. (Negretti, Sentinelli, Serino, Passer, Di Quinzio, Palazzolo, Martini). All. E. Rossi. ARBITRO Giovani di Grosseto (Hager-Pagnotta). LA SITUAZIONE Cos il girone A dopo 12 giornate: Lecce p. 26; Carpi 21; Alto Adige, Trapani ed Entella* 18; Pavia* e Lumezzane* 17; Portogruaro e San Marino 16; Como (-1) 15; Cremonese (-1), Reggiana, Feralpi Sal e Cuneo* 12; Tritium 4; AlbinoLeffe (-10) 3; Treviso* (-1) 2. (*deve ancora riposare). Cos domenica (ore 14.30): Alto Adige-Cremonese; Carpi-Feralpi Sal; Lecce-Reggiana; Pavia-Trapani; Portogruaro-AlbinoLeffe; San Marino-Entella (luned, ore 20.45); Tritium-Treviso; riposa Lumezzane. GIUDICE SPORTIVO

Squalificati 8 giocatori
FIRENZE Dopo il recupero Alto Adige-Feralpi Sal, squalificati per una giornata Cortellini (Feralpi Sal) e Iacoponi (Alto Adige). Sei gli squalificati in Coppa Italia. Espulsi: due giornate a Sacilotto (Latina); una a Gerbo (Latina) e Pagliarulo (Trapani); non espulsi: una giornata a Tondo (Aprilia), Lo Monaco e Pirrone (Trapani). GIRONE B

Rossi torna al Sorrento


SORRENTO Il Sorrento ha definito laccordo per il ritorno del portiere Generoso Rossi, 33 anni, gi in rossonero nelle ultime due stagioni, Rossi ha firmato fino a giugno e arriva dopo lattaccante Bernardo, preso marted. GIRONE B Domenica riposo: in campo solo Carrarese-Gubbio (ore 14.30) per il recupero della 10a giornata. Questa la classifica dopo 11 giornate: Pisa p. 22; Frosinone (-1) e Latina (-1) 20; Avellino 19; Paganese 18; Nocerina e Gubbio* 17; Viareggio 16; Prato 15; Benevento e Perugia (-1) 14; Andria (-1) 13; Catanzaro 11; Barletta e Sorrento 6; Carrarese* 4. (*una gara in meno). Cos domenica 2 dicembre (ore 14.30): Avellino-Latina; Benevento-Frosinone (luned 3, ore 20.45); Carrarese-Catanzaro; Gubbio-Nocerina; Paganese-Andria; Prato-Barletta; Sorrento-Perugia; Viareggio-Pisa.

24

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

FORMULA 1 GP BRASILE
lAnalisi
di PINO ALLIEVI

GARA ALLE 17
Domenica si corre a Interlagos (4.309 metri) il GP del Brasile, 20O e ultimo atto del Mondiale 2012. In programma 71 giri per 305,909 km

Lidea di Fernando Vincere il titolo per tenere il rivale lontano dalla rossa

La serenit di
Nessun dramma se perdo il Mondiale
Col Cavallino la seconda volta in 3 anni che me la gioco, per cui... Niente stretta di mano col tedesco
DAL NOSTRO INVIATO

S
Programma Oggi Prove libere dalle ore 13 alle 14.30 e dalle 17 alle 18.30 Domani Prove libere dalle ore 14 alle 15. Qualifiche alle 17 in diretta su Rai 2 e in tempo reale su www.gazzetta.it Domenica Gara alle ore 17 in diretta su Rai 1 e in tempo reale su www.gazzetta.it

La Ferrari di Alonso nei box di Interlagos REUTERS

Fa caldo, c un bel sole, ma domenica non sar cos. Piover, dice il meteo. E allora sia Ferrari sia Red Bull da stamattina, sullasciutto, si preoccuperanno di regolare le rispettive vetture per una corsa sotto lacqua. Come accaduto tantissime volte sul difficile circuito di Interlagos, con sconvolgimenti anche clamorosi di pronostici.
Su questo conta Alonso per conquistare quei 14 punti pi di Vettel che gli servono per il titolo. Ma Vettel non fa una piega: Piover? Beh, succede spesso anche a Spa Io affronto questa corsa come le altre, sapendo che dovremo essere pronti ad attaccare. Alonso, marpione, mette poi le mani avanti in prospettiva, chiarendo indirettamente i suoi piani a Vettel, che ha serie prospettive maranelliane: Se mi andr male pazienza, a 31 anni avr altre possibilit per riprovarci visto che rester in Ferrari altri 4-5 anni. Poi la frecciata diretta a Vettel, parlando di Hamilton: Ho sempre detto che Lewis il migliore. Ovvero, la lotta tra Vettel e Alonso per il titolo potrebbe avere ricadute in chiave futura (lo spagnolo non vuole Vettel in Ferrari sinch c lui) ed per questo che Fernando vorrebbe spuntarla, pur sapendo le difficolt oggettive che ci sono da affrontare. Sul piano tecnico non ci saranno tante differenze rispetto ad Austin, anche se si parla di una mossa a sorpresa Ferrari che si potrebbe materializzare in prova: augurio o realt tardiva? Difficili per sconvolgimenti gerarchici: la Red Bull, forte del carico aerodinamico, sar avvantaggiata pure sul bagnato, terreno sul quale Vettel fortissimo. Tuttavia questanno ci sono state due gare sotto la pioggia. Sia a Sepang, sia a Hockenheim ha vinto Alonso. Ma qui ci sono altri piloti in agguato che vorrebbero finire in bellezza: dal diavolo Hamilton, a Button, a Raikkonen, a Grosjean, allo stesso Massa, che per poco proprio qui non vinse il Mondiale sotto il diluvio, nel lontano 2008 Intanto, ci sono forti timori nel paddock per la sicurezza: la strada che porta dal circuito agli hotel costeggia una favela e negli scorsi anni ci sono stati vari tentativi di delinquenti di assalire taxi e auto con gente della F.1. Un paio di anni fa, la vettura che trasportava Button dovette svicolare a tutta velocit dinanzi a due gangster con la pistola: ora la McLaren fa viaggiare in auto blindate e sotto scorta i piloti. Qualche cautela la osservano anche gli altri, in una megalopoli in cui il capo della sicurezza si dimesso laltro ieri dopo che gli atti di violenza nel 2012 sono aumentati del 90% (92 i poliziotti uccisi) e marted c stata una sparatoria con 10 morti. Tornando alla pista, la F.1 ha finalmente ritrovato uno sponsor credibile tramite un marchio (della Coca Cola) rivale della Red Bull che sponsorizzer la Lotus dal 2013. In un momento in cui i finanziatori se ne vanno, incoraggiante. Tanto pi che la Lotus aveva tagliato gli stipendi ai dipendenti in modo pesante gi dallestate. Ma nellambiente i timori restano, con 70 uomini Hrt che luned perderanno il posto se non arriver un acquirente, mentre altri sponsor potrebbero lasciare. C molta elettricit, in un ambiente troppo abituato a navigare nelloro...
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
Classifiche Piloti 1. Vettel punti 273 2. Alonso 260 3. Raikkonen 206 4. Hamilton 190 5. Webber 167 6. Button 163 7. Massa 107 8. Grosjean 96 9. Rosberg 93 10. Perez 66 Costruttori 1. Red Bull (campione) punti 440 2. Ferrari 367 3. McLaren 353 4. Lotus 302 5. Mercedes 136 6. Sauber 124

LUIGI PERNA INTERLAGOS (Brasile)

un duello anche di sguardi, di atteggiamenti. Vettel scherza e Alonso serio. Vettel fa battute e Alonso sta zitto. Vettel dice una parolaccia (poi si scusa subito) e Alonso una maschera. Poi, quando a fine conferenza stampa gli chiedono una foto insieme, fingono di non sentire e si ignorano. Non c amore tra i rivali del Mondiale. Saranno il carattere, let, il passato in F.1 o le voci insistenti di un futuro del tedesco in Ferrari, che allo spagnolo non devono essere piaciute. Fatto sta che Fernando non perde occasione per punzecchiare Sebastian, preferendo fare comunella con lex nemico Lewis Hamilton, a cui rivolge continui attestati di stima.
Psicologia successo anche ieri a Interlagos, teatro della gara che decider una stagione da batticuore. Ho molto rispetto per Lewis, ho gi detto che stato lavversario pi forte. Siamo stati compagni un anno e non ha funzionato, perch alla McLaren non condividevamo la stessa filosofia, ma in unaltra squadra chiss, ha detto Alonso parlando del passaggio di Hamilton in Mercedes. Con Vettel, invece, continua la guerra psicologica: Credo sia il pi nervoso fra noi due. Ha 13 punti di vantaggio, una Red Bull vincente e i

IL CASCO DI MASSA

A
S

In onore di pap Ecco il casco di Felipe Massa per il GP di casa. Ha colori e grafica di quello del padre Antonio quando correva nel Turismo. Sul lato destro la scritta Titonio Spicca la M omaggio a Sid Mosca, morto nel 2011 a 74 anni, leggendario disegnatore dei caschi di Ayrton Senna, Mika Hakkinen e Michael Schumacher
COLOMBO

favori del pronostico. Sembra facile, ma in F.1 niente facile. Loro hanno molto da perdere e poco da guadagnare. Noi lopposto. Ci saranno stress e tensione fino allultimo giro. Dobbiamo andare sul podio, o sarebbe inutile anche un ritiro di Vettel, poi dopo il traguardo vedremo dov lui. Se sar sufficiente sar luomo pi felice del mondo, altrimenti ci riprover nel 2013. In tre anni con la Ferrari, anche se non abbiamo dominato, mi sono giocato il titolo due volte. Son certo che lo rivincer.
Polemiche Qualcuno insinua che in caso di trionfo i suoi meriti possano essere sminuiti dallepisodio di Austin, quando la Ferrari ha causato una penalit volontaria aprendo i sigilli del cambio di Felipe Massa. Divertente risponde ironico lo spagnolo . In passato abbiamo visto molte recite dei team. Non dobbiamo andare troppo lontano per trovare episodi dubbi anche questanno, perfino al sabato sera, dovuti al tentativo di cercare il limite nei regolamenti (la Red Bull ad Abu Dhabi; n.d.r.). Io sono orgoglioso del mio team. stata una scelta strategica per partire con due vetture sul lato pulito della pista, anche pensando al Mondiale Costruttori. E ha funzionato. Forse per questo gli altri non erano contenti. Ma la Ferrari ha detto la verit. Non molte altre squadre lo fanno.

Felipe Massa e Fernando Alonso, 31 anni, con Vettel, 25, sullo sfondo. Sotto lo spagnolo
REUTERS-AP

Diffusore La rossa ha nuovi dettagli aerodinamici sul diffusore posteriore. Ma Fernando non si aspetta ribaltoni. Non c un pezzo magico per portarci in pole. Ad Abu Dhabi eravamo settimi, ad Austin noni, sono le nostre posizioni. Non siamo contenti delle prestazioni nella stagione, in inverno avremo lavoro extra. Servono fattori imprevedibili. La pioggia pu darci un vantaggio perch aumenta il rischio rendendo la gara una lotteria. A Silverstone ho fatto la pole e in Germania ero davanti alle Red Bull. daccordo Massa, da cui pu arrivare l aiuto decisivo: Spero di vincere per la terza volta e che Fernando arrivi secondo conquistando il titolo. Ma laiuter, se servir.
RIPRODUZIONE RISERVATA

LANNUNCIO SARA IMPEGNATA CON IL MARCHIO BURN. IN PASSATO IL GRUPPO AVEVA FINANZIATO LE GARE

La Coca Cola rientra nei GP Diventa sponsor della Lotus


DAL NOSTRO INVIATO

INTERLAGOS

Cera una volta la F.1 delle sigarette: le bionde fino a pochi anni fa monopolizzavano le livree delle macchine, investendo un fiume di denaro nel campionato. Con le crescenti misure anti-tabacco, adottate ormai in gran parte del mondo, i produttori hanno dovuto man mano mollare la presa. E il loro posto stato preso dalle bevande energetiche. Ha iniziato la Red Bull, nel 2005, con risultati sportivi sempre pi importanti, culmi-

nati nei due Mondiali piloti e nei tre titoli costruttori. Poi stata la volta di Lucozade, che questanno si legata alla McLaren, e della Tnt, partner commerciale della Ferrari fino al 2014. Adesso scende in campo addirittura la Coca-Cola. Una novit assoluta, per la Formula 1. Il marchio leader nei soft drink sponsorizzer dal 2013 la Lotus attraverso il sotto marchio Burn, attivo appunto nel settore delle bibite energetiche.
Svolta Per la Coca-Cola una svolta importante. Finora infatti il colosso di Atlanta aveva

solo finanziato un paio di piloti (Lloyd Ruby sulla Lotus nel 1961 e Tomas Enge sulla Prost nel 2001) e alcuni GP come quello di Monza, vinto nel 1988 dal ferrarista Gerhard Berger , ma non aveva mai messo soldi nei team. Laccordo con Burn triennale, ma il marchio di Coca Cola non diventer lo sponsor principale e per ora non ha intenzione di acquistare quote della scuderia. Vogliamo rompere i tradizionali schemi delle sponsorizzazioni in F.1, ha detto il responsabile del marketing sportivo della Coca-Cola Emmanuel Seuge. Siamo fieri che il marchio di Atlanta abbia scelto noi, ha rilanciato il responsabile della Lotus Eric Boullier che sta trattando anche la sponsorizzazione di Samsung.
mau.ca.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Gerhard Berger, 1o a Monza 88 LAT

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

25

Alonso

IRIDATO SE...

y Vettel fa lo snob

Fernando Alonso per laurearsi campione del mondo deve recuperare 13 punti a Vettel e farne uno in pi perch a parit di punteggio, vincerebbe il tedesco per maggior numero di successi (5 contro 3). Ecco le combinazioni per scavalcarlo

Non mi curo della Ferrari


Ho paura della pioggia? La Pirelli assicura che le gomme ci sono e io resto tranquillo
MARCO DEGLINNOCENTI INTERLAGOS

S
Vince Vettel 5 peggio Conquistando 25 punti salirebbe a 285, contro i 283 di Sebastian che ne prenderebbe soltanto 10

S
Arriva 2 Vettel 8 o peggio Con 18 punti lo spagnolo arriverebbe a 280, contro i 278 del tedesco che invece ne prenderebbe 4

S
Finisce 3 Vettel 10 o peggio Fernando con 15 punti si isserebbe a quota 275, Sebastian con solo 1 si fermerebbe invece a 274

DallaCina

La gara domenica. Da domani (oggi, n.d.r.) ci sar la normale tensione, ma n pi, n meno che nelle altre gare. naturale che daremo il massimo anche stavolta. Siamo molto contenti nella posizione in cui siamo, abbiamo lottato duramente per arrivarci, nonostante ci dobbiamo prendere questa gara come qualsiasi altra, Il resto si vedr. Il segreto tutto qui. Appare pi che rilassato Sebastian Vettel, appena giunto sul circuito di Interlagos. Il count-down verso il match finale con Fernando Alonso per il Mondiale scattato. Ma tensione e nervosismo, se ci sono, sono ben dissimulati: Latmosfera nella Red Bull fantastica. Ieri sera (mercoled; n.d.r.) siamo andati tutti assieme a cena. Qui il cibo buonissimo, la pancia piena e ci sentiamo molto bene. Sa perfettamente, il tedesco, che Alonso e la Ferrari non saranno avversari facili da battere: Fernando uno dei migliori piloti, costantemente nelle posizioni di testa ed sempre in grado di estrarre il massimo dalla macchina. C una ragione perch negli ultimi anni abbia costantemente lottato per il titolo. facile da prevedere che ce la metteranno tutta per mettersi davanti. per, non dobbiamo preoccuparci della Ferrari, ma guardare soltanto a noi stessi.
Battute Neppure la possibilit

Sebastian Vettel, 25 anni, in ricognizione sulla pista con un tecnico AP

Non ho carisma? Spero di avere ancora un paio di anni per lasciare qualche traccia
SEBASTIAN VETTEL IRIDATO 2010-2011

Montezemolo: Abbiamo tutto da guadagnare


Il corpo al Salone dellauto di Canton, dove la Ferrari ha festeggiato poi davanti a 250 mila persone i 20 anni di presenza in Cina (oggi secondo mercato del Cavallino), ma il cuore di Luca di Montezemolo a San Paolo, dove Fernando Alonso si gioca la stagione: Ci aspetta un fine settimana di passione, ma non abbiamo nulla da perdere e tutto da guadagnare. Sar una gara in cui pu succedere di tutto. Detto questo, io voglio vincere.

che la pioggia, prevista per domenica, condizioni la gara, lo turba: Ho chiesto alla Pirelli se tutti i container con le gomme da pioggia sono arrivati. cosi, per cui sono tranquillo, risponde con il solito humor sottile. Cos come non teme scherzi dal maledetto alternatore: Ne avremo uno nuovo? Per ora dico solo che cercheremo di scegliere quello che durer.

Replica Bernie Ecclestone ha sostenuto, in unintervista uscita in Germania, che Sebastian non avrebbe ancora il carisma dei grandi piloti della generazioni passate come Hunt, Lauda, Senna. Sorride, Seb, osservando, con una frase in slang inglese non proprio da galateo (taking the piss out, lasciamo fuori le stupidaggini; n.d.r.) che ogni tanto a Bernie piace prendere in giro chi lo intervista. Poi torna serio e riflette sulle differenze

tra la sua generazione di piloti e quella evocata dallinglese: Credo che questi tempi siano molto diversi da quelli di allora per quanto riguarda la libert che abbiamo. Per esempio: immaginiamo che un giornalista trovi tutti noi riuniti il sabato sera a bere una birra, anche una sola. Altro esempio: lultimo vincitore in Texas, nel 1984 (a Dallas, n.d.r.) fu Keke Rosberg. Credo che abbia fumato sul podio. Non so se oggi la gente, che si indigna se talvolta il linguaggio di uno che appena sceso dalla macchina non del tutto appropriato, lapprezzerebbe. Quanto al suo preteso scarso carisma, si limita ad esprimere un desiderio, in tutta modestia: Spero di avere ancora un paio di anni per lasciare qualche altra traccia di me!.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RITIRO BIS IL SETTE VOLTE CAMPIONE DEL MONDO DOMENICA DISPUTA LULTIMA CORSA

Taccuino
RITORNO CON SCASSA

Schumi senza lacrime: Mi godo il duello


Sono contento di iniziare una vita differente. E gli preparano un finale a sorpresa
DAL NOSTRO INVIATO

La Mv in Supersport
(p.g.) La Mv Agusta, 75 titoli iridati, torna a correre nel Mondia le Supersport con la nuovissima F3 con motore tre cilindri. La guide r Luca Scassa, aretino di 29 anni che con la marca varesina ha gi vinto il Tricolore Superbike 2008, gareggiando anche nella serie Usa. A gestire lattivit in pista sar il te am ParkinGo che ha gi vinto il tito lo Supersport nel 2001 con la Yamaha guidata dal britannico Chaz Davies.

MAURO CASADIO INTERLAGOS

Rilassato, in pace con se stesso. Rassegnato, forse. Lo Schumacher che domenica correr lultima gara della carriera non ha pi negli occhi il sacro fuoco delle corse, che nel 2006 gli fece dire basta senza trop-

pa convinzione. Stavolta il basta vero, reale. Il percorso si compiuto, il cerchio si chiuso. Anche un po malamente, visti i risultati disastrosi del 2012. Tristezza? Non direi, ha gelato la platea che avrebbe magari voluto sentirsi dire ancora qualche frase intrisa di nostalgia. Ho una certa esperienza, ormai, quindi sono pi rilassato riguardo a ci che mi accade intorno. In pi stavolta non sono in lotta per il titolo, quindi penso solo a godermela al meglio.
Da grande Ormai il pensiero

dicher sempre pi tempo a seguire la grande passione della moglie Corinna, ovvero i cavalli, magari nel ranch appena comprato in Texas? Intanto quasi felice che la sua agonia sportiva finisca: Ho provato a chiudere bene questavventura, non ha funzionato e ora sono contento di iniziare una vita diversa.
Ricordi A Interlagos Schumi ha

commenti sottovoce. Non sono pi leroe nazionale e il bimbo che spopola sui kart a Kerpen. Sono due colleghi che si ammirano e si rispettano. Sar sempre una fonte di ispirazione per me, ha commentato Seb. Anche Fernando Alonso ha parole dolci per il Kaiser: stato un privilegio correre con il campione che ha cambiato questo sport. Intanto per domenica pronta una cerimonia speciale.
Perez Intanto Sergio Perez, par-

rivolto a cosa far da grande. Rimarr nella F.1, con un ruolo dirigenziale alla Mercedes? De-

gi vinto 4 volte, improponibile ipotizzare che domenica possa fare cinquina. Pi facile che la gara venga conquistata dal suo pupillo Sebastian Vettel, che gli siede accanto nella conferenza stampa Fia. I due scherzano, ridono, si scambiano

DOMENICA A BRISIGHELLA

Vini per il Sic


Si chiude domenica a Brisi ghella (Ra) la rassegna gastronomi ca con la vendita di vini il cui ricava to andr alla Fondazione Simoncel li. E alle 17 il dott. Costa presenter il suo libro su Marco.

lando con i giornalisti, ha confermato la voce secondo la quale a sostituirlo in Sauber sar il connazionale Esteban Gutierrez.
Michael Schumacher, 43 COLOMBO
RIPRODUZIONE RISERVATA

26

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

MOTORI OGGI IL VIA

CICLISMO
Mario Cipollini vince a Napoli al Giro 1996
BETTINI

Lorenzo a Monza per sfidare Rossi


Liridato MotoGP al rally su una Citron DS3 Vale, che qui ha vinto due volte, con la Fiesta
GIOVANNI ZAMAGNI MONZA

I NUMERI

4
5

Si chiama Rally di Monza, con i rally veri e propri centra poco ma agli appassionati piace da matti. Lappuntamento conclusivo della stagione dellautodromo lombardo infatti divenuto sempre pi importante, con oltre 30.000 appassionati sulle tribune la domenica per il Masters Show Trofeo Marco Simoncelli, sfida a eliminazione diretta tra i migliori protagonisti della gara vera e propria, che inizia oggi e si chiude domenica.
Anomalo un rally cos anomalo che, spesso, gli specialisti vengono battuti, anche se nel 2011 a dominare stato Sebastien Loeb, con la moglie come navigatrice. Questanno il fenomeno francese non sar al via, ma le stelle non mancano, a cominciare da Dindo Capello che, dopo aver corso la sua ultima 24 Ore di Le Mans, punta a chiudere al meglio la carriera da pilota. Capello, con il fido Luigi Pirollo col quale ha gi conquistato quattro edizioni del Rally di Monza e cinque del Rally Show, sar al via con una Citron DS3 WRC con i colori dellautodromo, che fe-

Valentino Rossi, 33 anni, ieri a Monza al volante della Ford Fiesta WRC ANSA

steggia i 90 anni di attivit.


Rossi Sar lui lavversario principale di Valentino Rossi, 2o nel 2011 dietro a Loeb. Il pesarese, su una Ford Fiesta RS WRC e il solito Carlo Cassina al suo fianco, si imposto nel 2006 e nel 2007 ed sempre stato un grande protagonista, la vera stella del Rally di Monza. I motociclisti al volante sono sempre di pi e in questa edizione Rossi dovr vedersela anche col neo iridato, nonch futuro compagno di team, Jorge Lorenzo e con Andrea

Dovizioso, cui ha ceduto il sellino della Ducati: entrambi guideranno una Citron DS3 WRC. In totale, 27 le WRC al via, mentre nella categoria S2000 correranno, tra gli altri, Loris Capirossi, Simone Corsi, Claudio Corti e il cantante Cesare Cremonini. Dopo le ricognizioni, dalle 15 le vetture saranno sulla griglia e alle 16.03 verr data la partenza della prima delle due prove speciali. Sabato 5 speciali; domenica 2. Dalle 13.30 il Masters Show. Biglietti da 20 euro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Napoli e il Giro 1963 Il salotto buono per la partenza


lanno dellunica partenza del Giro da Napoli, prima di quella del 2013: era il 19 maggio, Napoli-Potenza i chilometri della cronosquadre Ischia-Forio dIschia, seconda tappa domenica 5 maggio

i giorni in cui la carovana rosa si fermer a Napoli: le 22 squadre e i 198 corridori arriveranno gi mercoled 1 maggio. Sabato 4 maggio la prima tappa, Napoli-Napoli

Come nel 96

17,4 212

La prima tappa da piazza Plebiscito a via Caracciolo, dove vinse Cipollini


CLAUDIO GHISALBERTI

LOCMAN ITALY

i chilometri della terza tappa, SorrentoMarina di Ascea (Salerno), luned 6 maggio

le tappe del Giro 2013: arrivo finale a Brescia domenica 26 maggio, dopo 3405 chilometri

21

Lultima volta che il Giro arriv a Napoli (41 in totale) fu nel 1996: 26 maggio. A vincere fu Re Leone. Madonna che emozione racconta Mario CipolliSimboli Piazza del Pleni . Fu una giornata biscito il salotto buostrepitosa, una di quelno della citt partenole che mi porto di pi pea. Qui, tra Palazzo nel cuore. Il calore delReale e la Basilica di Napoli: il Vesuvio e Castel dellOvo la gente campana inSan Francesco di Paocredibile. Cera un mala, vengono allestiti i re di folla, forse neanpalchi dei grandi conche al Tour c cos tanIl circuito che certi (hanno cantato assegner la prima to affetto per i ciclisti. tra gli altri Elton John, Dopo le premiazioni rosa di 13,8 km. Paul McCartney, Laudovette arrivare la CeQuartiertappa ra Pausini, Massimo lere a prelevarmi per a Castel dellOvo Ranieri, Andrea Boceltornare in albergo perli e Jos Carreras), delch era impossibile le feste di Capodanno, muoversi. Che bei dei comizi elettorali. tempi per il ciclismo. Venerd 3, alla vigilia della corsa rosa, sul palco saliranno i 198 corridori per La pedalata In attesa di vivere il mola presentazione delle squadre mentre mento clou, domani in via Caracciolo nel resto della piazza ci sar il villaggio verr inaugurata la pista ciclabile, predi partenza, con il quartiertappa al Ca- sente il sindaco de Magistris. Per tutti sar possibile pedalare con Gianni Bustel dellOvo. La bandierina del via si abbasser il gno, gi maglia rosa nel 1990 e adesso giorno dopo quando il gruppo, dopo presidente mondiale dei corridori, e il un breve trasferimento, arriver in via due volte olimpionico Alex Zanardi. RIPRODUZIONE RISERVATA Caracciolo, il lungomare di Napoli, al-

Sar uno spettacolo magnifico. Stefano Allocchio, responsabile della gestione tecnico-sportiva delle corse Gazzetta, non ha dubbi appena concluso il sopralluogo decisivo. A Napoli, sabato 4 maggio, 1 tappa del Giro dItalia 2013, ci sar da divertirsi. Certo, mancano ancora 161 giorni al grande evento, ma i dettagli ormai vanno prendendo forma. Due i punti cardine dellevento: piazza del Plebiscito e via Caracciolo.

laltezza della Rotonda Diaz per il via effettivo. Qui a luglio hanno eletto Miss Napoli, a settembre hanno giocato lo spareggio di coppa Davis tra Italia e Cile. Qui, al termine di un circuito di 13,8 km (ancora da decidere il numero di giri), ci sar il traguardo che assegner la prima maglia rosa che, molto verosimilmente, andr sulle spalle di un velocista.
Lamarcord di Re Leone

DAL TRIBUNALE ANTIDOPING

MONTECRISTO PROFESSIONAL
Movimento meccanico automatico S.I.O. (Scuola Italiana di Orologeria) o cronografo al quarzo. Titanio e acciaio. Ghiera unidirezionale. Vetro zaffiro.

Il medico Manelli inibito a vita dal Coni Bertagnolli: Mi consigli Epo e ormoni
Laveva chiamato in causa Leonardo Bertagnolli, nella pesante deposizione del 18 maggio 2011 al pm Roberti della Procura di Padova. Ho iniziato a prendere lEpo dal 2003 su consiglio di Filippo Manelli, scritto nel verbale dellex professionista trentino, che svel il sistema doping del medico Ferrari, con il passaggio dallEpo alle trasfusioni di sangue. E poi: Filippo Manelli mi consigli lassunzione di Gh (ormone della crescita): sapeva dei miei problemi alla tiroide, ci nonostante mi consigli luso di Gh e altri ormoni. Fu Manelli a consigliarmi i farmaci nel suo studio privato di Gavardo. Si faceva pagare sia le visite che i farmaci. Ieri il tribunale antidoping del Coni, presieduto dal giudice Plotino, ha inibito a vita il medico bresciano Filippo Manelli, che non potr n tesserarsi n frequentare in Italia impianti sportivi e atleti. Come successo con Ferrari negli Stati Uniti.

WWW.LOCMAN.IT
LOCMAN S . P. A . MARINA DI CAMPO ISOLA DELBA
BOUTIQUES LOCMAN: MILANO: VIA M. GONZAGA, 5 - TEL 02 36512893 FIRENZE: VIA TORNABUONI, 76/R - TEL 055 211605 BRESCIA: CORSO ZANARDELLI, 30 - TEL 030 280055 MARINA DI CAMPO: PIAZZA G. DA VERRAZZANO, 7 - TEL 0565 977734 PORTOFERRAIO: CALATA MAZZINI, 17 - TEL 0565 915896 PORTO AZZURRO: VIA VITALIANI, 20 TEL 0565 920312 PORTO CERVO: VICOLO DEL CERVO - TEL 0789 92425 CERVINIA: VIA CARREL - TEL 0166 940195

IN

TUTTE

LE

MIGLIORI

GIOIELLERIE

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

27

28

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

BASKET EUROLEGA SETTIMO TURNO

Milano risale
Difende, batte Zagabria e riconquista il Forum
Il 20-3 del terzo quarto chiude la porta al Cedevita: lEA7 resta in corsa in Eurolega. Scariolo: Un altro passo avanti
MILANO ZAGABRIA
(20-18, 36-37; 61-46)
EMPORIO ARMANI EA7 MILANO: Cook 3 (1/2 da 3), Langford 11 (4/7, 1/3), Hairston 10 (2/2, 1/3), Fotsis 15 (2/5, 3/5), Hendrix 10 (4/5); Giachetti (0/1), Stipcevic 3 (0/1, 1/5), Chiotti 2 (1/1), Bourousis 11 (2/5, 1/3), Melli 5 (1/3, 1/3), Basile 5 (1/1, 1/5). All.: Scariolo. CEDEVITA ZAGABRIA: Green 5 (1/2, 1/4), Wright 9 (1/3, 1/2), Suput 9 (3/7, 1/5), Gelabale 6 (1/3, 0/1), Bilan 15 (6/12); Babic, Andric 2 (1/4, 0/1), Suton 5 (1/3, 1/1), Ilievski 5 (1/4, 1/3), Tomas 4 (0/1, 1/2). N.e.: Car, Nurkic. All.: Vulic. ARBITRI: Christodoulou (Gre), Kalpakas (Sve), Kartal (Tur). NOTE - T.l.: Mil 11/12, Zag 12/22. Rimb.: Mil 37 (Bourousis 12), Zag 36 (Bilan 9). Ass.: Mil 16 (Cook 6), Zag 8 (Ilievski 4). Progr.: 5 13-11, 15 29-25, 25 47-42, 35 70-51. Nessun uscito per 5 falli. Spett.: 3500.

MIGLIORI Cant-Panathinaikos a Desio

h
S

la guida Con Siena in tv su SportItalia


Non che ci fossero molti dubbi, ma Barcellona, Cska, Malaga sono gi aritmeticamente alle Top 16 di Eurolega. Stasera gara decisiva nella (lunga) corsa alla qualificazione della Mapooro Cant (ore 20 a Desio, SportItalia2). Arriva il Panathinaikos Atene senza lex Schortsanitis e il play Ukic, con lamericano Panko in dubbio per linfluenza. Dice Trinchieri: A Lubiana abbiamo perso una chance importante di conquistare il nostro primo successo esterno. Ora dobbiamo vincere contro il Panathinaikos con almeno tre punti di differenza per rimanere in corsa. Ad Atene abbiamo disputato una buona gara ma, negli ultimi minuti, abbiamo concesso a Diamantidis di rompere lequilibrio e decidere la partita. La chiave della sfida? Tentare di interrompere le connessioni che legano Diamantidis al resto della squadra. Partitone anche a Siena contro il Maccabi Tel Aviv (20.45. SportItalia 24), anche se la qualificazione della Mps non in pericolo: La gara contro il Maccabi apre un ciclo di tre sfide consecutive contro squadre che sono state gi capaci di batterci in Eurolega o nella finale di Supercoppa - dice Luca Banchi -. Il nostro desiderio quello di dimostrare sul campo di aver acquisito una migliore struttura di gioco e consapevolezza delle nostre potenzialit, pur dovendo ancora gestire lemergenza della rinuncia forzata ad Eze e Kemp. Girone A Fenerbahce Istanbul-Olimpia Lubiana 85-68 (Bogdanovic 19, McCalebb 13; Page 23). Oggi: Mapooro Cant-Panathinaikos Atene (Desio, ore 20), Real Madrid-Khimki. Classifica: Real, Khimki 4 vinte-2 perse; Fenerbahce 4-3; Panathinaikos 3-3; Cant 2-4; Lubiana 2-5. Girone B Chalon-Alba Berlino 82-87 (Schilb, Rush 21; Idbihi 16, Schaffartzik 13), Unicaja Malaga-Prokom Gdynia 63-48 (Perovic 12; Hrycaniuk 10). Oggi: Montepaschi Siena-Maccabi Tel Aviv (20.45). Classifica: Malaga 6-1; Maccabi 5-1; Siena 3-3; Alba 3-4; Chalon 2-5; Prokom 1-6. Girone C EA7 Milano-Cedevita Zagabria 75-60, Olympiacos Pireo-Efes Istanbul 75-53 (Papanikolaou 17, Spanoulis 14; Lucas 15). Oggi: Zalgiris Kaunas-Caja Laboral Vitoria. Classifica: Zalgiris 5-1; Olympiacos 5-2; Efes 4-3; Milano 3-4; Cedevita 2-5; Vitoria 1-5. Girone D Cska Mosca-Partizan Belgrado 78-61 (Weems 14, Christmas 13; Lucic, Milosavljevic 12), Barcellona-Lietuvos Vilnius 90-66 (Navarro 24; Radosevic 14). Oggi: Besiktas Istanbul-Bamberg. Classifica: Barcellona 7-0; Cska 6-1; Besiktas 3-3; Bamberg 2-4; Partizan, Lietuvos 1-6. * Si qualificano alle Top16 le prime 4 di ogni girone.

8 FOTSIS 7 punti dei primi 9 di Milano, triple senza la consueta esitazione. E torna a segnare nellallungo del terzo quarto

75 60

stribuisce due pregevoli assist anzich tirare. Omar Cook, ripresosi dalla febbre dei giorni scorsi, si butta per terra per rubare una palla allex avellinese Marques Green anzich lasciarlo passare. Hendrix piazza tre schiacciate nei primi 5 minuti, anzich vagare in attacco.
Convalescenza Indicazioni confortanti soprattutto dagli uomini pi in difficolt di questo periodo di malattia entrata in fase di convalescenza. Zagabria alla prima uscita con Jaksa Vulic: ha preso il posto di coach Bozo Maljkovic che ha lasciato lincarico luned senza spiegazioni. La squadra punge sotto canestro con il 23enne Miro Bilan nel primo quarto e con Bracey Wright da fuori nel secondo. Ma nel terzo sbatte contro la difesa di Milano che si alza di livello. Segna solo 9 punti ed esce di scena dopo aver sconfitto Vitoria e lallora imbattuto Zalgiris. Importante aver giocato cos contro uneccellente squadra dice Scariolo in un momento di forma. Questa la strada. Ora dobbiamo scegliere: se continuare cos, anche a costo di sacrificare un poco le nostre caratteristiche pi offensive. O tornare a giocare come prima e scivolare nelle sconfitte. Svolta Prima della svolta nel ter-

S
7.5 HAIRSTON Tira poco ma sbaglia poco soprattutto nelle scelte. In difesa si sbatte anche se Gelabale non d pensieri

PEGGIORI

PAOLO BARTEZZAGHI MILANO

Dopo la vittoria di 19 punti a Cremona, la seconda serata consecutiva in pochi giorni chiusa con un successo facile cementa la serenit di Milano. Prima di tutto perch la vittoria contro il Cedevita Zagabria un passo in avanti per il passaggio del turno in Eurolega visto che una delle avversarie dirette proprio la squadra croata. E poi perch rappresenta un momento di riconciliazione del Forum con una squadra che finora aveva fatto troppo poco per farsi volere bene.
Sollievo Nel momento migliore

S Taccuino 5
GELABALE Non tiene Hairston, in attacco non segna mai se non dalla lunetta. Solo una schiacciata a partita chiusa
IL CLUB

Il vice presidente Fip Laguardia: Nome Fortitudo a Romagnoli


Intervistato da PlayBologna.it, il vicepresidente vicario della Fip Gaetano Laguardia ha detto che la Fip pensa di garantire al presidente Romagnoli e Biancobl Basket il nome Fortitudo. La Eagles si sciolta. So be nissimo, e labbiamo spiegato pure a Gianni Petrucci che c una importante parte della tifoseria contraria, ma non so cosa farci. Le intenzioni erano di far conflui re Eagles e Biancobl in un unico contenitore ma non ci sono state le condizioni. A febbraio, nel primo consiglio federale dellera Petrucci, ratificheremo anche la possi bilit di ridare ai club storici la matricola originaria. Sia mo orientati a proporre unasta benefica, magari pro terremotati, per il 103 o altri che si facessero avanti.

Antonis Fotsis, 31 anni: 15 punti questanno non li aveva ancora fatti CIAM

e decisivo, quando nel terzo quarto Milano prende in mano la partita, il Forum applaude, si diverte, aleggia un grande sospiro di sollievo. Milano sta giocando bene, difende, recupera palloni, si passa la palla e segna da fuori. Di questi tempi, non poco. Un altro passo avanti dice Sergio Scariolo sia per il risultato sia nel modo di giocare, nellatteggiamento. Ultima-

Ora scegliamo: o continuiamo cos sacrificando un po lattacco o torniamo come prima, ricadendo nelle sconfitte

mente abbiamo messo unenfasi superiore nella parte difensiva, a costo di rinunciare a qualcosa in attacco. Devo congratularmi con i giocatori dopo essere stato duro con loro in qualche occasione. I segnali sono buoni fin dallinizio. Antonis Fotsis prende 5 tiri nel solo primo quarto anzich passarla come al solito. Keith Langford di-

zo quarto, la buona circolazione di palla aveva spinto Milano avanti di 7 punti al termine di un parziale di 8-0 a cavallo del primo e secondo quarto. In campo Stipcevic e Melli. Tornati in campo i titolari, il 10-1 era di Zagabria che spreca tanto ai liberi (3/8 del solo centro Bilan). Ma erano proprio i titolari a realizzare il parziale di 20-3 che nella seconda met del terzo quarto portava Milano a +16. il momento degli applausi e di un entusiasmo che vola sopra anche qualche rimbalzo offensivo di troppo comunque concesso ai lunghi croati.
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
5 ILIEVSKI Poca personalit, quattro assist, ma a partita finita. Sembra gi avviato sul viale del tramonto

LEGADUE

Anticipo Casale-Pistoia Alle 20.45 su Rai Sport 2


Oggi alle 20.45, diretta Rai Sport 2, anticipo del l8a giornata: Novipi Casale Monferrato Giorgio Tesi Grouo Pistoia. DIGIULIO Christian DiGiuliomaria, 33enne lo scorso an no a Verona, ha firmato con Lugano, in Svizzera.

NBA PARTITONI NELLA NOTTE DI MERCOLEDI, IERI STOP PER IL THANKSGIVIN

Gazzetta.it
ve (34 punti, 14 rimbalzi). Bene anche Bargnani, 25 punti con 7/14 e 2/3, ma Toronto perde anche con i Bobcats ed 3-9. Belinelli sta uscendo dalle rotazioni dei Bulls: solo 6, e zero punti.
Risultati: Charlotte-Toronto 98-97 (Walker 19; Bargnani 25), Houston-Chicago 93-89 (Harden 28; Deng 19), Minnesota-Denver 94-101 (Love 34; Gallinari 19), Orlando-Detroit 90-74 (Nicholson 15; Monroe 19), Cleveland-Philadelphia 92-83, (Pargo 28; Richardson, Holiday 16), Indiana-New Orleans 115-107 (George 37; R.Lopez 21), Boston-San Antonio 100-112 (Rondo 22; Parker 25), Atlanta-Washington 101-100 (Smith 25; Seraphin 21), Miami-Milwaukee 113-106 (Wade, James 28; Jennings 19), Oklahoma City-LA Clippers 117-111 d.t.s. (Durant 35; Griffin 23), Dallas-New York 114-111 (Mayo 27; Anthony 23), Phoenix-Portland 114-87 ( Gortat 22; Lillard 24), Sacramento-LA Lakers 113-97 (Thornton 23; Bryant 28), Golden State-Brooklyn 102-93 (Curry 25; B.Lopez 22).

Dallas stop ai Knicks DAntoni primo k.o. Bene Gallinari: 19


Vi ricordate Vince Carter, quello che volava e allinizio del secolo era dipinto come lerede di Michael Jordan? Gioca ancora. A 35 anni, ormai da anni entrato nel crepuscolo della carriera (che non fosse il nuovo MJ, invece, sera capito quasi subito), ha realizzato 25 in 23, dei quali 14 nellultimo quarto, contribuendo al successo di Dallas contro la capolista New York, al secondo k.o. stagionale. E una grande difesa di Shawn Marion su Carmelo Anthony, che a 4" dalla fine, prova il tiro del sorpasso, a tenere a galla i Mavs, che fino a met dicembre non avranno Dirk Nowitzki, dopo lennesima grande prestazione balistica di O.J.Mayo. Super prova degli Spurs che battono i Celtics col miglior Parker della stagione: Boston ha tagliato Darko Milicic che ha chiesto di andarsene, Super Durant nella vittoria dei Thunder sui Clippers. Segna 35 punti, dei quali 17 tra ultimo quarto e overtime, con 19/21 dalla lunetta, portando i finalisti 2012 a 9-3.

DAntoni k.o. Primo k.o. del-

lera DAntoni ai Lakers contro i Kings. Kobe Bryant ha realizzato 38 punti ma Dwight Howard e Pau Gasol, 15 in due con 5/14 al tiro, si sono fatti massacrare in area dai Kings: Nel primo tempo ero scioccato ha detto Mike sembrava stessimo lottando nel fango. Se siamo venuti qui per fare lo Showtime, Sacramento ci ha chiuso il teatro addosso. E subito scatta il problema dei troppi minuti giocati dai titolari, vicino ai 40 di media. Vero che Los Angeles corta per le assenze di Nash e Blake, ma in area dove il problema sembra pi grave. Ottima gara di Danilo Gallinari che realizza 7 punti nel 14-2 dei Nuggets che rimette in piedi una gara compromessa contro Minnesota che ritrova, con un mese di anticipo, Kevin Lo-

Nba e Eurolega: sul sito ogni mattina il meglio della sera precedente
Sul sito della Gazzetta, da questa mattina come in tutte quelle successive alle gare di Eurolega, troverete gli highlight delle partite della settima giornata delle squadre italiane impegnate. Per la Nba, su Gazzetta .it ogni notte online il tempo reale di tutte le partite e, la mattina successiva, il riassunto video, con commento in italiano, delle due principali sfide e il meglio della notte appena trascorsa, con gli highlight video di tutte le gare giocate.

Vince Carter, 35, vola ancora AP

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

29

BASKET LA CRISI TRA ISRAELE E GAZA

Maccabi e la guerra Blatt: La soluzione non militare


Oggi la sfida a Siena: Lultima settimana stata molto difficile: la situazione non nuova ma ti condiziona
GIUSEPPE NIGRO SIENA

VIA DA ISRAELE
Almeno tre giocatori americani hanno lasciato il campionato Israeliano prima del cessate il fuoco per motivi di sicurezza: si tratta di Chris Allen del Maccabi Ashdod, Ramone Moore dellHapoel Tel Aviv e Julien Mills dellElitzur Ashkelon. Altri erano pronti a partire, ma la situazione sembra tornata sotto controllo. Nel 2003 Blatt non nuovo a situazioni difficili: nel 2003, sempre alla guida del Maccabi, gioc le partite decisive di Eurolega a Salonicco per motivi di sicurezza e manc le Final Four di Barcellona perdendo in Grecia di 1 punto con la Benetton Treviso.

Uomo amabile e di rara educazione, David Blatt con un oro europeo e il bronzo a Londra il coach che ha riportato la nazionale russa ai fasti dell'era sovietica. Per molti sar il primo europeo ad allenare in Nba, o almeno lui si considera europeo pur essendo nato vicino Boston e avendo fatto il college a Princeton. Ed stato lallenatore degli ultimi trofei di Treviso. Ma oggi il tecnico che porta in Italia, a Siena per l'Eurolega, il suo Maccabi Tel Aviv: praticamente la nazionale israeliana, nel comune sentire di un popolo che sta vivendo giorni di guerra. Da uomo di campo, Blatt preferisce partire dal parquet: Il nostro obiettivo in Eurolega chiaro sin dal 5-0 del girone di andata dice . La sconfitta con Malaga piuttosto rende pi importante la gara di Siena, che in netta ascesa e non mi sorprende, dissi che le serviva tempo. Credo saranno confermati i valori attesi, con noi, Siena e Malaga avanti: lordine forse non far grande differenza nella nuova bellissima Top 16 con pi gare e pi squadre di qualit.
La sconfitta con Malaga arri-

HA DETTO
Non pu esserci una parte vittoriosa. Sun Tzu ci insegna che non puoi sconfiggere il nemico distruggendolo, devi trovare il modo di coesistere

d
S

vata nel giorno del primo razzo su Tel Aviv.

Ci ha bloccato. Malaga era in hotel, noi ne eravamo molto pi consapevoli: vivendo i giorni precedenti sapevamo cosa stava succedendo. Anche lultima settimana stata molto difficile: non una situazione nuova, ma ti condiziona. Sono felice che ora la situazione sembra essersi calmata e la vita pare tornata alla normalit per quanto possibile, ma non semplice.
Ci si abitua?

stranieri sono preoccupati: ci parlo, c chi mi ha risposto che alla violenza abituato, perch il contesto in cui cresciuto negli Usa. Divertente e allo stesso tempo triste. Pi tranquilli ora allestero? No, lo siamo perch lattivit pare essersi fermata. Ma io, cittadino israeliano da anni, so bene che una situazione temporanea, non la soluzione in cui speriamo.
La sua idea di una soluzione?

S
La situazione ci ha bloccato con Malaga, ora siamo pi tranquilli perch lattivit pare essersi fermata: ma non questa la soluzione in cui speriamo

Devi viverci. Fa parte delle nostre normali esistenze, la gente porta avanti le sue attivit: non affatto normale ma la realt. Ho vissuto anche la Guerra del Golfo e altre crisi, stavolta stato molto veloce e forte come un tornado: un minuto il sole splende e quello dopo una parte della tua citt, del tuo stato, distrutta. Non te laspetti, non hai tempo per organizzarti. Ma non tutti capiscono che, in qualche forma, pu succedere ovunque, a chiunque.
Fare sport in Israele significa vivere con la paura?

Sono preoccupato. Aggiornato, consapevole, perch ha effetto sulla gente che ho intorno, ma nessuna paura. I miei

Una soluzione non militare. Non pu esserci una parte vittoriosa. Sun Tzu ci insegna che non puoi sconfiggere il nemico distruggendolo, devi trovare il modo di coesistere. Si deve rispettare il diritto di chi ti sta accanto di vivere in un contesto libero, democratico e normale. Finch non troviamo questa formula, non ci sar una soluzione. Dal mio punto di vista, Israele non nega ad altri il diritto di esistere; dallaltra parte non c la stessa idea, gli stessi valori e lo stesso rispetto della vita umana. E la mia opinione e non mi vergogno a dirla. Non dico essere amici o piacersi, ma rispettarsi e lasciare agli altri di poter vivere la propria vita: nessuno pu negare il diritto a esistere di un altro.
RIPRODUZIONE RISERVATA

2 1. David Blatt, 53 anni, americano ma cittadino israeliano. Come c.t. russo ha vinto il titolo europeo e il bronzo olimpico nel 2012. 2. Blatt campione dItalia a Treviso nel 2006 3. Moran Roth, giocatore del Maccabi e riservista dellesercito israeliano: la sua presenza a Siena stata a lungo in dubbio AFP 3

PALLAVOLO DAL WEB ARRIVA UNA DENUNCIA PESANTISSIMA

Scandalo molestie in Cina Abusi sulle giocatrici?


Accuse anonime online dopo una strana sconfitta dello Shanghai Sospeso e trasferito il tecnico. Forse coinvolte atlete della nazionale
MARIO SALVINI

no che in quel momento aveva solo 22 follower. Ha anche cancellato il post poco dopo, ma ugualmente stato il classico battito dali di farfalla che ha scatenato il ciclone.
Le conseguenze Non c voluto

le Coppe Europee Bauer pi Arrighetti fanno 24 e Busto sorride in Champions


Busto Arsizio-Mulhouse 3-0 (25-13, 25-20, 25-17) YAMAMAY BUSTO: Marcon 6, Bauer 12, Lloyd 6, Faucette 10, Arrighetti 12, Kozouch 9; Leonardi (L), Lombardo, Bisconti. N.e. Brinker, Caracuta, Pisani. All. Parisi. ASPTT MULHOUSE: Sager Weider 5, Djilali 5, Ilie 2, Faesch 2, Bokan 14, Ferulik 7; Ortschitt (L), Haka, Nercher, Diarra 2, Dabic, Davidovic. All. Magail. ARBITRI: Micevski (Mac), Zahorcova (R.Cec). NOTE Spettatori 2906. Incasso 10.857. Durata set: 21, 29, 28; tot 78. Yamamay: battute sbagliate 3, vincenti 6, muri 9, 2 linea 2, errori 16. Asptt: b.s. 10, v. 6, m. 5, 2a l. 1, er. 20. BUSTO (m.b.l.) Les jeux sont faits. Missione (quasi) compiuta per la Unendo Yamamay che, superando fra le mura amiche le francesi del Mulhouse, ottiene con due turni la quasi certa qualificazione alla fase successiva di Champions (con un punto avr la matematica sulle transalpine, ieri prive di Rybaczewsi). Busto Arsizio ride in Europa al termine di un match in cui Bauer e Arrighetti (24 punti in due), ben servite in regia da Lloyd, hanno fatto la voce grossa fin dal via, trovando in Marcon e Faucette preziose alleate per ribaltare linerzia (7-13) del secondo set e chiudere agevolmente la pratica Asptt. SITUAZIONE (a.a.) Champions Maschile (4 giornata) GIRONE C Kedzierzyn Kozle-Trentino Diatec 1-3, Tours (Fra)-Belgrado (Ser) 3-0 (25-18, 25-15, 25-22). Classifica: Trento 12; Kedzierzyn Kozle, Tours 6; Belgrado 0. GIRONE E Fenerbahce Istanbul (Tur)-Costanza (Rom) 3-2, Mosca (Rus)-Belchatow (Pol) 1-3 (16-25, 25-22, 25-27, 21-25). Classifica: Belchatow 12; Mosca 6; Costanza 4; Istanbul 2. FORMULA le prime e le migliori sei seconde agli ottavi (le migliori quattro eliminate alla Cev Cup) Champions Femminile (4 giornata). GIRONE B Prostejov (R.Ceca)-Asystel Carnaghi Villa Cortese 0-3, Rabita Baku-Sopot (Pol) 3-1 (25-11, 23-25, 27-25, 25-21). Classifica: Baku 9; Villa 9; Sopot 3; Prostejov 0. GIRONE C Bucarest (Rom)-Galatasaray Istanbul 1-3, Unendo Yamamay Busto-Mulhouse 3-0. Classifica: Istanbul 10; Busto 9; Mulhouse 3; Bucarest 2. GIRONE D Gornicza (Pol)-Azerrail Baku 3-2, Eczacibasi Istanbul-Dresda (Ger) 3-2 (23-25, 25-18, 23-25, 25-22, 15-12). Classifica: Istanbul 11; Baku 7; Dabrowa, Dresda 3. FORMULA le prime due pi la migliore terza agli ottavi (le migliori quattro eliminate alla Cev Cup) PIACENZA OK Challange Cup maschile (ritorno 2 turno) BBSK Istanbul (Tur)-Copra Elior Piacenza 0-3 (25-27, 19-25, 18-25; and. 0-3)

Allinizio stata una strana partita, dal risultato improbabile. Ma dal giorno dopo tutta la pallavolo cinese ha cominciato a barcollare. E adesso che passata una settimana, il sito di Bloomberg rivela allOccidente che qualcuno gi ha esteso il discorso a tutto il sistema delle gerarchie e dei rapporti di potere tra capi uomini e donne subordinate in Cina. Ora che alcune giocatrici di serie A di pallavolo sono state abusate ha scritto Lin Xi, giornalista di Shanghai - tutti vedono quel che succede comunemente nella vita di tutti i giorni, a ogni livello. Perch questo quello che sarebbe successo venerd 9 novembre, 4 giorni prima di Tianjin-Shanghai, la partita dal risultato improbabile: i tecnici dello Shanghai, con la scusa dei massaggi, avrebbero molestato alcune loro giocatrici.
I fatti Marted 13 dunque lo

La Cina arrivata quinta allOlimpiade di Londra 2012 TARANTINI

Shanghai Dunlop era favorito nella sfide delle gomme, visto che Tianjin sponsorizzato Bri-

dgestone, girone B della serie A-1 (LEvergrande Guangdong di Carolina Costagrande nellaltro). E invece finita 3-0 per Tianjin: 25-10, 25-15, 25-15. Tutti sconcertati. Ma sarebbe finita l, se il giorno dopo tale SpeakOut111 non avesse postato un commento su Sina Weibo, il pi famoso social

network cinese. Quelle dello Shanghai non erano loro - ha scritto -. Forse perch alle solite punizioni corporali, il 9 novembre i tecnici hanno aggiunto qualche nuova idea, abusando sessualmente di alcune di loro con la scusa di rilassarle i muscoli. SpeakOut111 poi risultato essere un account di Pechi-

molto a collegare la denuncia con un messaggio criptico scritto sempre su Sina Weibo il giorno prima della partita, luned 12, da Ma Yunwen, nazionale, campionessa dAsia nel 2011, bronzo a Pechino: Il concetto di "essere puliti" ormai molto lontano da noi. E tragico. E bastato fare due pi due e anche i media pi tradizionali hanno cominciato a parlarne. LUfficio dello Sport di Shanghai allora ha annunciato (via Sina Weibo, ovvio) lapertura di unindagine. E subito dopo ha allegato una dichiarazione di uno dei tecnici sospettati: Quella sera abbiamo socializzato e bevuto troppo, ma non ricordo molto bene. Inizialmente lallenatore stato sospeso, poi stato trasferito. Proprio mentre su Sina Weibo appariva un altro post, di un giocatore di basket professionista dellHenan: Alla mia ragazza che giocava a pallavolo sempre qui ad Henan successa la stessa cosa, nellottobre nel 2011, ma siccome non era una delle migliori stata allontanata lei. Il suo tecnico ancora l, al suo posto. Il che conferma il sospetto che tra le vittime dei tecnici di Shanghai ci sarebbero anche delle nazionali. (ha collaborato Alessandro Antonelli)
RIPRODUZIONE RISERVATA

30

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

RUGBY TEST MATCH A FIRENZE


LE FORMAZIONI BRUNEL CAMBIA DUE UOMINI IN MISCHIA
spetto alla vittoria (20-14) in Inghilterra: ala sinistra torna Drew Mitchell, 61 caps e 30 mete, una anche due anni fa a Firenze; col n.9 esordisce dal 1 un 33enne, Brett Sheehan, mentre in terza linea ritorna Scott Higginbotham, inizialmente escluso dal tour dopo le due settimane di squalifica per brutalit verso il capitano degli All Blacks Richie McCaw nel 18-18 del 20 ottobre a Brisbane; esperienza anche da Stephen Moore (73 caps), tallonatore per Polota Nau.
RIPRODUZIONE RISERVATA

GOLF A DUBAI
DOMANI ORE 15 DIR. LA 7
ITALIA MASI VENDITTI BENVENUTI SGARBI MI. BERGAMASCO ORQUERA GORI PARISSE (cap). BARBIERI ZANNI MINTO GELDENHUYS CASTROGIOVANNI GHIRALDINI LO CICERO. AUSTRALIA 15 BARNES 14 CUMMINS 13 A.-COOPER 12 TAPUAI 11 MITCHELL 10 BEALE 9 SHEEHAN 8 PALU 7 HOOPER 6 HIGGINBOTHAM 5 SHARPE (cap) 4 TIMANI 3 ALEXANDER 2 MOORE 1 ROBINSON

Italia pi pesante: rientrano Geldenhuys e Barbieri


FIRENZE (si.ba.) Pavanello e Favaro in panchina, Geldenhuys e Barbieri titolari. Rispetto agli All Blacks, Brunel cambia due uomini in mischia, per essere pi pesanti allinizio. Barbieri (6 mete in 6 partite di Celtic con Treviso in questa stagione) al 26 caps e proprio contro i Wallabies a Firenze nel 2010 segn i soli 5 punti finora realizzati in azzurro. Non sono un leader spiega ma in campo cerco di dare lesempio. Con gli All Blacks ho giocato mezzora: sono furbi, fanno tanti piccoli falli tra ostruzioni, palle rallentate in ruck e maglie trattenute. Ma sono gli All Blacks, quindi gli arbitri lo permettono. In panchina spazio a Rizzo (Ha le potenzialit da titolare, avrei voluto vederlo prima ma era rotto dice il c.t.) e a Vosawai (viene da 4-5 grandi partite a Treviso) con Giazzon e Cittadini pronti per la prima linea, Botes a coprire i due ruoli in mediana e McLean jolly per i trequarti. Per lAustralia quattro novit ri-

Luke Donald, 34 anni REUTERS

Gori e lAustralia nel destino Stavolta niente camomilla


E di Prato e debutt in azzurro due anni fa proprio a Firenze e con i Wallabies Tutto cambiato. Ho regalato 40 biglietti agli amici, ma non sono bastati
DAL NOSTRO INVIATO

MEDIANI MISCHIA
LItalia, da quando Gori debutt due anni fa a Firenze contro lAustralia, ha disputato 23 partite (9 vinte-14 perse). Cos i mediani di mischia

A E sempre duello
S

tra Donald e McIlroy


Finale European: il n.2 avanti su Rory Molinari 42, Manassero 49
Con un -7 nel primo giro del Dubai World Champion Luke Donald si preso la vetta della leaderboard davanti a Rory McIlroy in ritardo di un colpo. Non altrettanto fiammante la partenza degli unici due italiani in gara. Francesco Molinari 42 con 72 (par), Matteo Manassero, 49 con 73 (+1).
Passeggiata E stato un inizio piacevole ha detto il numero 2 al mondo . Mi sono creato diverse opportunit di birdie e le ho sfruttate. La sfida con Rory McIlroy, che gli ha strappato il n.1 a inizio stagione, continua: Amo la sfida ha detto Donald . Spero che continui fino allultimo giro. Sarebbe divertente per me, per lui, per le televisioni e la gente. McIlroy ha avuto qualche difficolt nelle prime nove, dove ha messo a segno un solo birdie, ma nelle nove di ritorno ne ha infilato cinque. Lobiettivo per il 23enne nordirlandese imitare Lee Westwood che nel 2009 conquist oltre allordine di merito europeo, anche il torneo finale. Fuga Intanto sul Tour Europeo

ANDREA BUONGIOVANNI FIRENZE

Come sarebbe bello se quelle foto raccontassero (anche) di rugby. Ogni scatto, unimpresa: lItalia del calcio ne ha molte da ricordare. Lovale azzurro, al centro tecnico di Coverciano, nellattesa di scrivere qualche propria prestigiosa pagina di storia, per ora stato solo gradito ospite. E qui che Parisse e compagni hanno preparato limpossibile sfida di domani allAustralia. Al Franchi andr in onda la replica della partita di due anni fa, prima e per ora unica volta della Nazionale a Firenze. Allora i Wallabies, terza forza mondiale come oggi, si imposero 32-14. Quel match segn lesordio di Ugo Gori. Il c.t. Nick Mallett, uno che ama rischi e azzardi, lo volle mediano di mischia titolare a ventanni, nonostante non giocasse da nove mesi, prima fatto fuori da un infortunio alla spalla sinistra, poi dagli spazi che a Treviso, sua squadra, non cerano.
Analogie Da quei giorni per Gori,

lapertura: sono ben poche le volte che ricapitato. E va benissimo, perch con lui mi trovo a meraviglia. Parla molto, attacca la linea e aiuta la squadra. In tribuna non mancheranno pap Andrea e il suo vocione: Gli incitamenti dice Ugo a volte si sentono anche dalla tv. Ho comprato un sacco di biglietti, alcuni me li hanno regalati: ho accontentato quaranta persone, non abbastanza rispetto alle richieste. Spero che gli amici del Gispi, il settore giovanile dei Cavalieri Prato dove ho cominciato a giocare a cinque anni, mi dedichino un altro striscione.
Leader Gori, un fisi-

S
NUMERO 9 Edoardo Ugo Gori nato il 5 marzo 1990 a Prato. Alto 1.81 per 78 kg, mediano di mischia, gioca a Treviso. Celibe, diplomato allo Scientifico

co normale (1.81 per 78 kg) e un talento gi in luce con le Nazionali giovanili, sar titolare per lottava volta nelle undici partite della gestione-Brunel. Allinizio del Sei Nazioni 2011 ho subito un altro infortunio alla spalla sinistra ricorda mentre negli ultimi due mesi ho dovuto fare i conti con uno stiramento al collaterale del ginocchio destro. Ma certo non mi posso lamentare delle opportunit che sto avendo in azzurro. Cos come a Treviso. Mi dicono abbia doti da leader, ma ho ancora molto da imparare, sono un po timido e non sempre allaltezza. Contro gli All Blacks e Aaron Smith s mosso con autorit: ha pulito le ruck, ha aperto il pallone, ha creato spazi. Ora dovr sfidare Brett Sheehan, 33enne alla prima volta da titolare. Lo conosco poco ammette ma la Nazionale, nel complesso, a meritare rispetto. E solo chi non mastica

rugby pu ritenere che questa partita sia memo stimolante di quella con la Nuova Zelanda.
Tifoso speciale Brunel, di Gori,

un dichiarato estimatore: E uno dei giocatori che meglio interpreta la mia volont di imporre il gioco agli avversari sostiene chiunque essi siano, All Blacks e Wallabies compresi. E di non subirlo. Ha ritmo, rapidit e movimenti. Ed uno dei due o tre con la capacit di prendere in mano le redini della squadra in ogni circostanza. Contro gli All Blacks minimizza lui, studente fuori corso in scienze motorie ho disputato una partita da 6: ho commesso errori in difesa e non sempre ho spinto alla giusta velocit. E per quanto riguarda gli studi, dovrei prendere esempio dal mio attuale compagno di stanza, Luke McLean: tutte le sere sta sui libri unora e mezza per il suo corso di laurea on-line in economia. Basetta lunga e mani giuste: forse con Gori, per la maglia azzurra n. 9, c finalmente un dopo-Troncon.
RIPRODUZIONE RISERVATA

S
UGO GORI Treviso Anni 22 Titolare 12 volte Vinte-perse 5-7

S
FABIO SEMENZATO Treviso Anni 26 Titolare 9 volte Vinte-perse 2-7

toscano di Prato cresciuto allAccademia di Tirrenia, molto cambiato. Durante la settimana che precedette la partita sorride nel tentativo di calmarmi, andai avanti a camomilla. Ora tutto pi semplice, anche se non meno emozionante. Nel mentre credo di essere maturato. E ringrazio chi, nel club e in Nazionale, mi sta dando fiducia. Certo che le analogie sono tante: giocher di nuovo quasi in casa, davanti al mio pubblico, contro gli stessi avversari e con Luciano Orquera al-

16

Precedenti Italia e Australia si affrontano per la 17 volta: hanno sempre vinto i Wallabies.

17

Caps Ugo Gori ha debuttato in Nazionale il 20 novembre 2011 a Firenze contro lAustralia

TITO TEBALDI Zebre Anni 25 Titolare 1 volta Vinte-perse 1-0

S
TOBIAS BOTES Treviso Anni 28 Titolare 1 volta Vinte-perse 1-0

LA MATRICOLA RUGBISTICA
Due anni fa fu Ugo Gori a subire la matricola. Stavolta toccato a Francesco Minto (sinistra), 25 anni, e a Tommaso Iannone, 22 .

CELTIC LEAGUE

Nona giornata: a Treviso c lUlster capolista Alle 19.05 poi in differita tv

TREVISO (e.sp.) La Celtic torna con la 9 giornata. Al Monigo (19.05, diff. Sportitalia 2 alle 22.45) scende la capolista Ulster. Per il Benetton ritornano dopo infortuni Derbyshire e Van Zyl Formazione: Williams; Toniolatti, Loamanu, Vilk,

Nitoglia; Di Bernardo, Semenzato; Filippucci; Derbyshire, Bernab; Van Zyl, Fuser; Roux, Sbaraglini, Muccignat. Le altre: (oggi) Newport Connacht, Edimburgo Ospreys, Glasgow Leinster; (domenica)

Zebre Cardiff, Munster Scarlets. Classifica: Ulster 35, Scarlets 29, Glasgow 27, Munster e Ospreys 23, Leinster 22, Cardiff 15, Connacht 14, Treviso ed Edimburgo 13, Newport 9, Zebre 3.

si teme una emorragia di campioni in direzione Stati Uniti. Sette giocatori della squadra europea di Ryder Cup che ha trionfato a Medinah sono membri del PGA Tour, cinque di loro addirittura vivono negli Stati Uniti. Gli ultimi fuggiaschi sono Martin Kaymer, tedesco ex n.1, e Nicolas Colaserts il belga protagonista in Ryder. Lee Westwood sta lasciando lInghilterra per trasferirsi in Florida. Colsaerts, che ha avuto un 2012 esaltante ha annunciato che nel 2013 ridurr al minimo gli impegni con lo European Tour (13 tornei richiesti) per avere un calendario pi denso di appuntamenti sul Pga. Motivo? I soldi, ovviamente. I giocatori vanno dove i montepremi sono pi alti. Siamo ovviamente preoccupati ma non nel panico ha detto George OGrady, capo del circuito europeo . La crisi ha colpito diversi Paesi, tra Spagna e Repubblica Ceca abbiamo perso 4 appuntamenti. Dobbiamo riportare i tornei nel cuore dellEuropa e avere montepremi pi ricchi. Intanto nel 2013, ben 28 giocatori dei primi 30 al mondo saranno membri dellUs Pga Tour.
f.co.
RIPRODUZIONE RISERVATA

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

31

SPORT INVERNALI

INNERHOFER
Christof Innerhofer, 27 anni, campione del mondo di superG, a Garmisch pure bronzo in discesa e argento in supercombinata

ZOEGGELER
Armin Zoeggeler, 38 anni, 5 medaglie olimpiche e sei mondiali, 54 vittorie in Coppa del Mondo (10 sfere di cristallo)

SCI INNERHOFER

Domani prima discesa: Che mal di schiena! Ho cambiato anche modo di camminare
MASSIMO LOPES PEGNA Twitter @Pegnarol

SLITTINO ZOEGGELER

Non mi sono dimenticato come si vola


A meno che ti salti un legamento o ti fratturi, nello sci difficilmente ti fermi: non te lo puoi permettere. Se fai una pausa perdi il lungo lavoro di preparazione estiva, vai fuori forma e concedi manciate di secondi ai tuoi rivali. Christof Innerhofer dal gennaio scorso che stringe i denti per il mal di schiena. A marzo pure riuscito a vincere il superG di Schladming, ma forse rimpiange di non essersi concesso un po di riposo: Ho sicuramente peggiorato la situazione ostinandomi ad andare avanti e iniettandomi antidolorifici prima delle gare. Non solo la schiena, ma ho finito per compromettere le articolazioni e la postura. Ho cambiato persino il mio modo di camminare.
Medico In estate non ha mai potuto scia-

Rabbia Armin Siamo indietro di 15 anni


Domenica la prima a Igls: Chiusa Cesana e niente test, cos non si cresce
SIMONE BATTAGGIA

guardo ci che accaduto in estate, sono soddisfatto. A Copper Mountain ci siamo allenati bene. Io meno degli altri, ma non ho pi 18 anni e non ho bisogno di fare gli stessi chilometri con gli sci. Ho partecipato a quattro gare Fis, due superG e due discese: mi sono difeso bene. In SG ho fatto anche un secondo posto (alle spalle di Marsaglia, ndr) e cerano tanti dei migliori di Coppa.
Che test Il Canada sar un test importante. La neve non sar ideale, perch in questi giorni sono venuti gi 40 centimetri freschi e difficilmente avremo una pista ghiacciata. Punto ad arrivare fra i primi 15. Ma dopo le tre medaglie mondiali del febbraio 2011, Inner non deve pi dimostrare di essere un campione, tanto meno a se stesso. Sa bene che se non si piazza fra i primi solo per una questione fisica. Lanno scorso compromise tutta la stagione con una brutta caduta prima dellinizio: un trauma cranico che gli provoc per molti mesi pericolosi giramenti di testa. Dovette ricorrere anche allo psicologo per togliersi certe paure. Ora ho solo voglia di tornare dovero. Ne sono certo: se c la salute ci torno. Perch mica mi sono dimenticato come si fa a volare. Ha la voce simpatica e carica dei tempi pi felici. Merito, forse, di una situazione affettiva pi stabile. Il vecchio playboy si fidanzato: Stavolta vero: lho conosciuta in estate. E altoatesina e fa la giornalista. Basta, non fornisce nessun altro indizio. E ci ride su. Ma visto che si parla di donne, ci tiene a dire la sua su Lindsey Vonn, lamericana che vorrebbe competere con gli uomini: Non capisco, unatleta di successo come lei che spara una cosa simile. Ma non lo sa? Questa la Coppa del Mondo, il massimo livello. Credo sia stata solo una mossa pubblicitaria: lho trovata penosa.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il dato impressionante. Dal 1977, quando nacque la Coppa del Mondo di slittino, una sola stagione non ha registrato alcuna vittoria azzurra: lultima, il 2011-12. Zero successi dalle donne, con Sandra Gasparini che ancora fatica a sbocciare e i fasti di Maria-Luise Rainer e Gerda Weissensteiner troppo lontani. Zero dal doppio, con Oberstolz e Gruber a digiuno ormai da 2 anni. Zero, soprattutto, da Armin Zoeggeler. Il migliore, luomo delle cinque medaglie olimpiche, dei sei Mondiali, delle 10 Coppe, delle 54 vittorie nel circuito, a secco pure lui. Tutto o quasi cannibalizzato dai tedeschi.
Obiettivo Coppa Nella nuova Coppa del

si nella costruzione e nella gestione (Ma la coabitazione con bob e skeleton ci tutela, sostiene Zoeggeler) e dopo la tragedia di Kumaritashvili sotto osservazione per la questione sicurezza. Se poi vincono sempre i soliti, allora vacilla un altro dei principi che motivano la presenza nel programma olimpico. La prima contromisura stata una modifica al regolamento tecnico. Hanno vietato un piccolo pezzo di gomma tra il portapattini e la slitta, usato soprattutto dalla Germania. Secondo i tecnici, quello era il loro segreto. Francamente io non mi aspetto molto.
Quindici anni indietro Il segreto forse un

re pi di 3 o 4 giorni consecutivi, perch il dolore tornava insistente costringendolo alle infiltrazioni: Punture direttamente nella L5S1, spiega. Ormai, parla come un medico, Christof: L5 il numero della vertebra lombare e la S sta per vertebre sacrali Ma la sua voce che arriva da Lake Louise, dove domani debutta nella prima discesa di stagione (ieri sera seconda prova: primo il norvegese Svindal in 151"43, miglior azzurro proprio Innerhofer, 16 a 1"59, infortunio a un ginocchio per Daniel Albrecht caduto), non di una persona demoralizzata. Anzi. Dice: Essere in Canada e aprire il cancelletto per gareggiare gi una bella notizia. Un mese fa ero proprio a terra. Riprende: Un mese fa si riacutizzato il dolore e mi sono abbattuto. Invece, in America mi sono sentito meglio e luned ho preso la decisione di esserci. Fra laltro con una condizione atletica: Accettabile. Ovvio, non sono al 100%, ma se

Mondo che si aprir domani a Igls, in Austria, con la gara femminile e il doppio il singolo maschile sar domenica Armin Zoeggeler il primo a cercare una reazione a quello zero. Il carabiniere di Foiana ormai ha 38 anni, gli acciacchi si fanno sentire, ma la bussola resta puntata su Sochi 2014. Questestate ho avuto alcuni problemi alla schiena ma negli ultimi giorni li ho superati. Voglio partire bene e fare una buona Coppa. Oltre a Felix Loch e agli altri tedeschi, gli avversari principali saranno i lettoni. Li ho visti la settimana scorsa a Sochi: velocissimi. Per i Mondiali 2013 invece non ho molte speranze: a Whistler ci faranno gareggiare ancora dalla partenza bassa, come allOlimpiade (dopo la morte in allenamento del georgiano Nodar Kumaritashvili, ndr). Tre medaglie gi assegnate alla Germania, verrebbe da dire. In effetti il problema dello strapotere tedesco c, e non riguarda solo lItalia ma soprattutto la federazione internazionale. Gi lo slittino praticato in poche nazioni, si disputa su impianti costo-

altro. un paese che vanta quattro piste, migliaia di praticanti, collaborazioni con le aziende pi prestigiose. Fino allaltro ieri gli azzurri rispondevano con il genio artigianale di Walter Plaikner e il talento assoluto di Zoeggeler. Ora non basta pi. Anche perch negli ultimi anni lItalia ha potuto sfruttare un terzo, fondamentale fattore: Cesana, la pista pi tecnica al mondo. Quando ho sentito che stavano togliendo lammoniaca ci sono rimasto male prosegue laltoatesino . S, sono arrabbiato perch non possibile che in Italia non si riesca a gestire un solo impianto. Mi spiace soprattutto per i giovani. L facevamo i test, gli allenamenti, loro potevano crescere. Siamo tornati indietro di 15 anni. A Roma ricordano che lItalia dello slittino ha sempre portato medaglie olimpiche anche allenandosi allestero. la speranza di tutti. Sta di fatto per che la prima stagione senza Cesana coincisa con la prima stagione senza vittorie. Zoeggeler chiude con una nota di speranza. Giovani come Dominik e Kevin Fischnaller e Rieder stanno crescendo molto. Forse questanno Dominik salir sul podio. Non ne avrebbe bisogno solo lItalia.
RIPRODUZIONE RISERVATA

32

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

NUOTO EUROPEI VASCA CORTA

Le quattro perle dellItalia futura


Detti e DArrigo cedono solo ad Agnel nei 400 sl, Pirozzi e Polieri alla Hosszu nei 200 delfino. In tutto hanno 72 anni
DAL NOSTRO INVIATO

MARISA POLI CHARTRES (Fra)

laFotonotizia

Largo ai giovani. Settantadue anni in quattro, due argenti e due bronzi al collo, in coppia: Gabriele Detti e Andrea Mitchell DArrigo nei 400 stile libero, Stefania Pirozzi e Alessia Polieri nei 200 farfalla. Gli Europei in vasca corta di Chartres, con la Francia a caccia di record di medaglie e gi a quota tre ori, si aprono con il botto per i baby azzurri.
Rampanti Tra i normali ho vinto io, ci ha battuto solo quel fenomeno di Agnel scherza Gabriele Detti, diciottenne di Livorno che si allena a Ostia con lo zio Stefano Morini e il gemello Greg Paltrinieri (8 tempo in batteria, fuori perch terzo tra gli italiani). A suon di personali, si migliorato di 4 secondi in un giorno (341"46 in finale) e, prima di correre a seguire la sua Inter, spera di aver staccato anche il biglietto per i Mondiali con la prima medaglia in carriera: Io e Paltrinieri come Rosolino e Brembilla? Ci piacerebbe. Intanto voglio dire che qui conta, mancava solo Biedermann, idolo insieme a Phelps. Secondo Morini deve migliorare la partenza, ma aiutato da una grande intelligenza motoria e da un senso dellumorismo olimpico (una delle battute del giorno: Ho la pancetta? Me la tengo perch porta fortuna). In mattinata si permesso di toccare in batteria davanti a

Saga Manaudou: podi e coccole


Il fratello Florent onora loro olimpico nei 50 sl con il successo (20"70) bissato in staffetta. Il compagno Fred Bousquet bronzo nei 50 sl. E Laure nuota il 4 tempo di semifinale dei 100 dorso (57"85), poi scappa in tribuna dalla figlia Manon

Andrea Mitchell DArrigo (a sinistra) nato il 28-4-1995 a Roma: di madre americana, gareggia per lAurelia. Gabriele Detto nato il 29 agosto 1984 a Livorno. Gareggia per lo Sport Management INSIDE

Alessia Polieri (a sinistra) nata il 21 ottobre 1994 a Castel San Pietro (Bo), gi medagliata nel 2010. Stefania Pirozzi, mistista, nata il 16 dicembre 1993 a Benevento, di mamma slovena INSIDE

Agnel, nella finale del pomeriggio non ha mollato mai il secondo posto.
Emigrante Il compagno di po-

dio, Andrea Mitchell DArrigo, diciassettenne romano che da settembre si allena a Gainsville in Florida (con i Gators di Gregg Toy, tecnico di Lochte) e lanno prossimo andr allUniversit di Virginia con Mark Bernardino, il primo a essere sorpreso per il bronzo. Una spanna pi alto di Detti, Mitch uno di poche parole e tanti fatti: vedi la rimonta negli ultimi 100 metri della finale, era ottavo, ha chiuso terzo

con il record italiano juniores: Negli ultimi 100 ho messo le gambe. Frutto dei primi mesi negli Usa, nelle corsie accanto a Lochte, Vyatchanin, Beisel e Vanderkaay: Ho cambiato molto gli allenamenti, mi fanno fare molti misti, si lavora pi sulle gambe.
Farfalle Vanno di fretta anche le

ragazze. Stefania Pirozzi, ha stampato il 3 crono all time (206"09) per largento nei 200 farfalla nuotati per la prima volta in una gara internazionale. Ha unghie da sfilata e una dedica nel cuore: Per Curzio Bona-

iuto, il presidente del mio circolo, i Canottieri Napoli, scomparso da poco. Mistista per professione e farfallista da poco, la quasi 19enne di Apollosa (provincia di Benevento) che vive e si allena a Napoli, forse ha trovato una nuova via. Ha visto partire a razzo la Polieri, ha pensato che le ungheresi Hosszu e Jakabos le passassero, invece no: Peccato, ho fatto un sacco di errori nelle virate, potevo vincere. E il bronzo di Alessia Polieri, reduce da unannata nera con tanto di infortuni spalla, la conferma della scelta di Verona. E importante questa meda-

glia, la prima dopo il cambiamento da Imola al centro federale (sempre con lo stesso tecnico, Tamas Gyertyanffy, ndr). La prima dopo linfortunio alla spalla che mi aveva lasciato un po di paure.
Dotto e i delusi Il resto nella

gioia di un altro baby, Fabio Laugeni, 18enne e allesordio internazionale, che si regalato il quinto posto nei 200 dorso con il 2 crono italiano all time (152"81). Nel quinto posto nella finale dei 50 stile di Federico Bocchia, che con il 21"27 sparato in semifinale ha guadagnato

un posto per Istanbul, mentre Luca Dotto resta a rimpiangere i tanti errori: Troppi, in partenza, allarrivo. Peccato, perch la prima volta che riprovo le sensazioni di Shanghai. Nel conto delle medaglie c il buco della staffetta mista, ma la partenza falsa di Bonacchi ha messo fuorigioco gli azzurri dopo 5 centesimi. Oggi tocca a Scozzoli nella finale dei 100 rana.
RIPRODUZIONE RISERVATA

RISULTATI E PROGRAMMA

A PAGINA 33

&

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

33

TUTTENOTIZIE & RISULTATI


Boxe LA SPARATORIA DI MARTEDI A PORTORICO E STATA FATALE A MACHO: SARANNO DONATI GLI ORGANI

Camacho, morte cerebrale


La famiglia sta per autorizzare i medici a staccare la spina dellex campione iridato in coma
Stanno aspettando larrivo da New York del figlio maggiore Hector jr, anchegli pugile e bloccato da problemi di aereo, per decidere se staccare subito la spina. Perch ormai, purtroppo, anche i medici di Rio Piedras, a Suan Juan di Portorico, si sono arresi ed hanno dichiarato la morte cerebrale di Hector Camacho, il cui cervello totalmente danneggiato. La sparatoria di marted sera stata fatale allex campione del mondo di superpiuma, leggeri e superleggeri: il proiettile che lo aveva colpito nella Ford parcheggiata davanti a un bar, era entrato dalla mascella, ri-uscito dalla testa per poi colpire nuovamente una spalla e fratturare due vertebre.
Bollettino Il direttore del centro medico Ernesto Torres ha dichiarato che i risultati dellultimo encefalogramma non inducono all'ottimismo. Clinicamente, Camacho in stato di morte cerebrale, e ci sono state variazioni negative, dopo che ieri (mercoled, ndr) avevano

ca, il 49enne amico dinfanzia con cui Hector era in auto e che rimasto ucciso sul colpo, era noto alle forze dellordine come narcotrafficante: trovata droga in tasca e nellauto.
Spola Ma gli amici di Macho vicini alla famiglia per pregare per un uomo indistruttibile anche se ha avuto una vita complicata. Nellultimo periodo, Camacho continuava a fare la spola tra Portorico (dove viveva in una casa vicino la spiaggia di Isla verde), e Miami, dove era stato protagonista di un reality di successo, Es Macho Time. Lex iridato che ha avuto grandissimi rivali come Mano di Pietra Duran, Chavez, Trinidad, Mancini, Limon e De La Hoya, aveva chiuso definitivamente la carriera il 14 maggio 2010 contro Saul Duran. Ha chiuso la carriera con un record di 79-6-3, con 38 ko. Ora sta chiudendo con la vita.
s.a.

WORLD SERIES: DIRETTA SKY SPORT 3 ALLE 21

Italia Thunder, test britannico Stankovic e Modugno attesi


Primo impegno in trasferta stasera (diretta su Sky sport 3 dal le 21, commento tecnico di Cam marelle) per i detentori delle World Series, i Dolce & Gabbana Italia Thunder. La franchigia guidata al langolo da Francesco Damiani e Lello Bergamasco sfider al Celtic Manor Resort di Cardiff (Galles), i British Lionhearts che presentano due pericolosi irlandesi come Ne vin e Ward. LItalia, dopo il 3 2 desordio contro i tedeschi, schie ra il gallo Daniele Limone e il tricolo re dei massimi Matteo Modugno, nonch il forte leggero serbo Bra nimir Stankovic, il medio francese Michel Tavares e il mediomassimo magiaro Imre Szello. E proprio Stankovic cerca la rivincita contro Nevin, argento olimpico e due bronzi mondiali. Tavares, invece, incrocia i guantoni contro la star dei britannici, Freddie Evans, ar gento a Londra. Programma (ore 20 locali, ore 21 italiane, diretta Sky Sport 3), A Newport (Galles): Gran Bretagna contro Dolce&Gabbana Italia Thunder. Gallo (54): Selby (Gb, 53.8) c. Limone (53.7). Leggeri (61): Nevin (Irl, 60.4) c. Stanklovic (Ser, 60.6). Medi (73): Evans (72.8) c. Tavares (Fra, 72.9). Mediomassimi (85): Ward (Irl, 83.6) c. Szello (Ung, 84.5). Supermassimi (+91): Joyce (peso oggi) c. Mo dugno (125.1). Seconda giornata. Girone A: Po lonia Russi; Argentina Messico; rinv. al 30: Algeria Azerbaijan. Classifica: Azerbaijan, Russia e Messico 3; Polonia, Argentina e Al geria 0. Girone B: Kazakistan Usa; Ger mania Ucraina; Gran Breta gna D&G Italia Thunder. Class.: Gran Bretagna, Dolce&Gabbana Italia, Kazakistan 3; Ucraina e Ger mania 1; Usa 0.

Hector Camacho, 50 anni, portoricano, trasportato in ospedale marted AP

registrato attivit cerebrali deboli, e intermittenti. Tutto ci che bisognava fare per una diagnosi di morte cerebrale stato fatto, il paziente stato mantenuto in stato di coma profondo, senza alcun tipo di risposta. Dopo una visita neurologica verr fornita una comunicazione definitiva, ma ormai Macho spacciato anche perch

allalba di ieri, lex pugile avrebbe subito un arresto cardiaco. Torres ha poi spiegato che stiamo preparando la madre di Camacho, Maria, che presente in ospedale, a notizie sulle condizioni di suo figlio e le possibili conseguenze, inclusa la donazione degli organi. E davvero un momento difficile per tutti. Alberto Yamil Moji-

LOPINIONE di FAUSTO NARDUCCI

a pagina 21

&

Ippica FRANK AMONTE NEGLI USA

Hockey ghiaccio

Tennis DOMANI AL PALABIGI

Atletica
SETTIMANA CORTA (si.g.) Nuovo metodo di allenamento per i gemelli belgi Jonathan e Kevin Borle, che si alleneranno 5 giorni anzich 6 alla settimana: stato il padre allenatore Jacques a fare questa scelta, per favorire un miglior recupero. LUTTI EUROPA (si.g.) E morto a 69 anni Rashid Sharafetdinov, primo russo sotto i 28 minuti nei 10.000 metri (275625) nel 1971 agli Europei di Helsinki, dove fu terzo. Vinse anche un argento europeo sui 5000 nel 1969 ad Atene. A Satila si spento a 60 anni Hans Hoglund, 5 volte campione Ncaa nel peso e tuttora primatista svedese con 21.33 (1975).

10,34 (46,84). Quint: e 6.779,38. Quart: e 1.929,91. Tris: e 1.032,74. OGGI QUINT A FOLLONICA Al Dei Pini (inizio convegno alle 15.25) scegliamo Olaz (16), Lex Wise (15), Nadir dei Venti (13), Osiride Ron (4), Ippolito Jet (11) e Medium Lod (12). SI CORRE ANCHE Trotto: Milano (14.40), Montegiorgio (15.10) e Foggia (14.50). Galoppo: Roma (14.30).

Pallanuoto
COPPA ITALIA Sar Savona a ospitare la Final Four di Coppa Italia, l8 e 9 dicembre. Semifinali Savona-Posillipo e Brescia-Pro Recco.

Fantino di 76 anni Bolzano da oggi Reggio: azzurri lotta per un record in Continental per lEmilia
Negli Stati Uniti il pi vecchio fantino del mondo sta lottando per poter realizzare il sogno di diventare anche il pi vecchio professionista vincitore. Si tratta del 76enne Frank Amonte che dal 2005, quando ha ottenuto lultimo successo a 69 anni, alla caccia di un colpo storico, ma le autorit ippiche di Suffolk Down (Boston) gli impediscono di salire in sella per proteggere la sua incolumit. Amonte non si arreso ed attende ancora lesito di un ricorso. In Nord America divide il primato di jockey vincitore pi vecchio con Willie Clark, a segno a 69 anni nel 1991. Il mondiale invece dellungherese Pal Kallai, che vinse a 73 anni nel settembre 2006, poche settimane prima di morire per infarto. Un mese dopo si spense anche Clark, negli Usa 84 anni. In Italia Giuseppe Molteni ha vinto a 75 anni ma fra i dilettanti, cio i gentlemen riders.

Pallavolo
ANTICIPO A-1 DONNE (m.l.) Stasera a Pesaro alle 20.30, la KGS affronta nell'anticipo della 6 giornata la Foppapedretti Bergamo, dir. Rai Sport 1. Classifica: Piacenza 12; Bergamo, Busto 10; Conegliano, Villa C. 9: Torino, Modena 8; Pesaro 7; Giaveno, Crema 6; Urbino 4; Bologna 1. CORIGLIANO CAMBIA (fra.mazz.) Corigliano (quintultimo con 7 punti) e Nikolay Jeliazkov hanno deciso di dividersi. Squadra al secondo Giovanni Torchio.

Nuoto Risultati Europei


Chartres (25 m). Finali. Uomini. 50 sl: 1. F. Manaudou (Fra) 20"70; 2. Morozov (Rus) 20"89; 3. Bousquet (Fra) 20"97; 5. Bocchia 21"67 (s. 21"27, p. e 4 t. italiano alltime); 9. Dotto 21"64 (b. 21"50). 400 sl: 1. Agnel (Fra) 337"54; 2. Detti 341"66 (p., 6 t. ital. alltime); 3. DArrigo 342"32 (r.i. juniores, prec. 344"47 del 2012). 200 do: 1. Kawecki (Pol) 148"51; 2. Bernek (Ung) 149"41; 3. Stasiulis (Fra) 151"81; 5. Laugeni 152"81 (p., 2 t. italiano alltime); 25. Mencarini 157"57. 200 mx: 1. Cseh (Ung) 152"74; 2. Stravius (Fra) 154"00; 3. Nevo (Isr) 155"14; 7. Turrini 156"71; 4x50 mx: 1. Francia (Stravius, Perez Dortona, Bousquet, Manaudou) 132"35; 2. Russia 133"87; 3. R.Ceca 135"18 (batt.: squal. Italia: part. anticipata Bonacchi). Donne, 200 fa: 1. Hosszu (Ung) 205"78; 2. Pirozzi 206"09 (p., 3 t. ital. alltime); 3. Polieri 206"63. 50 ra: 1. Chocova (R.Cec) 30"02; 2. Pedersen (Dan) 30"25; 3. McMahon (Irl) 30"34; 17. Boggiatto 31"91. 200 mx: 1. Hosszu (Ung) 205"78; 2. Miley (Gb) 206"21; 3. Jakabos (Ung) 206"66. 4x50 sl: 1. Danimarca (Ottesen, Rasmussen, Levisen, Blume) 138"10; 2. Russia 139"41; 3. Bielorussia 139"69. Semifinali. Uomini. 50 sl: 1. F. Manaudou 20"77 (1 crono 2012); 3. Bocchia 21"27 (p., 4 crono italiano all time); 10. Dotto 21"69 (b. 21"50). 100 ra: 1. Kovalenko (Rus) 57"96; 3. Scozzoli 58"07. 100 fa: 1. Munoz Perez (Spa) 50"61; 19. Giordano 53"29; 21. Pavone 53"35. Donne. 100 do: 1. Zevina (Rus) 57"19; 9. BARBIERI 58"54; 29. Esposito 101"68. Oggi (batt. dalle 9, semifinali e finali dalle 16.30): 50 do U (Bonacchi, Laugeni, Lestingi, Mencarini); 50 fa D (Bianchi); 400 mx (Marin, Turrini); 200 ra; 100 sl (Di Giorgio, Dotto, Maestri, Bocchia); 4x50 mista U e D; 800 sl (Carli, De Memme). Tv: diretta 16.30 su RaiSport 1 ed Eurosport. IN EUROPA (al.f.) A Mosca (Rus, 25 m). Uomini: 50-100 sl, 50 fa Fesikov 2143, 4757, 2318; 50-100 do Donets 2324, 5007; 100-200 ra Lobanov 5779 (4 t. 2012), 2'0551; 200 fa Skvortsov 1'5116 (3 t. 2012). Donne: 200 sl Belyakina 1'5614; 400 sl Sokolova 4'0308; 100 do Moskvina 5859; 50-100 ra Artemyeva 3041, 1'0657; 100 fa Bespalova 5823. A Helsinborg (Sve, 25 m). Donne: 200 sl Sjostroem 1'5478 (5 t. 2012); 100 do Coleman 5817 200 ra Hostman 2'2166; 200 fa Granstrom 2'0814. A Wuppertal (Ger, 25 m). Uomini: 400 mx Lebherz 4'0528.

Boxe Ue: Di Luisa in Tv


(g.l.g.) Titolo dellUnione Europea stasera a Viterbo per Di Luisa contro il Francese Rebrasse. Organizzazione Conti Cavini. Palamal, ore 20.30. Programma - Medi (campionato Ue, 12 t): Andrea Di Luisa (13 (11 ko) - 1) c. Christopher Rebrasse (18 (4 ko) 22). Superwelter, 6 t. Nicchi (18 (7 ko)-3-2) c. Santoro (7 1D). Piuma 6 t.: Ardito (5-4-1) c. Mantegna (1-32). Tv Raisport 1 ore 22,30.

Scacchi
CARUANA PARI Iniziata la lunga corsa al titolo mondiale per Fabiano Caruana. Nel primo turno a Taskent (Uzb), il 20enne n.5 al mondo con il bianco ha pattato contro il russo Svidler.

Christian Walcher, 32 anni HCB

Errani (a sin) e Vinci star 2012

Lultima vittoria di Amonte nel 2005

(m.l.) Il Bolzano campione d'Italia da oggi al Palaonda nel Gruppo D di semifinale della Continental Cup 2012/13. Per l'occasione coach Brian McCutcheon potr contare anche sue due giocatori in arrivo dal farm team del Pergine: il 31enne difensore canadese Troy Barnes e l'attaccante svedese Pontus Moren. L'esordio (ore 20.30) contro l'Herning Blue Fox (Dan). Altre avversarie: domani (sabato 24 novembre, 20.30) Landshut Cannibals (Ger) e domenica (19.30) Neftekamsk Toros (Rus). Solo le vincenti dei 2 gruppi (D-E) alla Final Four (11-13 gennaio) a Donetsk (Ucr) con le gi qualificate Donbass Donetsk (Ucr) e i campioni in carica Rouen Dragons (Fra).

Fondo europeo di sviluppo regionale

Ministero dellIstruzione, dell Universit e della Ricerca

Ministero dello Sviluppo Economico

Aspettando La Grande Sfida del 1 dicembre al Forum di Assago con Maria Sharapova, Ana Ivanovic, Sara Errani e Roberta Vinci, il tennis azzurro abbraccia domani Reggio Emilia per sostenere la ricostruzione di scuole tennis danneggiate dal sisma. Dalle 14.30 al PalaBigi, oltre alle protagoniste italiane, Errani n. 6 del mondo e Vinci 16, regine anche di due titoli Slam stagionali di doppio, si esibiranno in un set di singolare femminile, uno di singolare maschile ed uno di doppio misto insieme ad Andreas Seppi, Fabio Fognini, Simone Bolelli, Flavio Cipolla, Filippo Volandri, Paolo Lorenzi, Karin Knapp, gli ex azzurri Omar Camporese, Paolo Can e Giorgio Galimberti, e Flavia Pennetta (dopo loperazione). Al costo del biglietto di 10 euro (settore unico), gli spettatori potranno palleggiare con i giocatori e catturare foto ed autografi. Diretta SuperTennis.
Chiarino La manifestazione

Ghiaccio Sendai, Gp figura Gli ultimi verdetti


Oggi e domani a Sendai (Giap), con lNhk Trophy, sesta e ultima tappa del Grand Prix di figura. In palio gli ultimi posti per le finali del 6-9 dicembre a Sochi. Tra gli uomini Takashi, Hanyu (Giap) e Fernandez (Spa), tra le donne su Asada e Suzuki (Giap), nelle coppie su Bazarova-Larionov (Rus) e nella danza su Davis-White (Usa). Unici italiani, nelle coppie, Nicole Della Monica-Matteo Guarise. In tv: RaiSport 2, ore 11.15; Eurosport 2, ore 8.45.

Sport invernali Bob: nella notte Bertazzo nel due


Lo skeleton femminile (dalle 18 italiane, dir. RaiSport 2) e il bob a 2 (da mezzanotte; diff. domani alle 7.40 su RaiSport 2) aprono oggi a Whistler (Can) la terza tappa di Coppa del Mondo. Nel due, Simone Bertazzo e Francesco Costa sono reduci dallincoraggiante 5 posto di Park City. Domani il quattro (Bertazzo-Romanini-Pagin-Costa), mentre domenica in programma lo skeleton maschile.

Pioggia Lillehammer
La pioggia complica la vigilia di saltatori e combinatisti per lapertura di Coppa del mondo a Lillehammer. Oggi linedita gara di salto a squadre mista (2 uomini e 2 donne) introdotta questanno: si attende lultimo allenamento per definire il quartetto italiano, nel quale saranno presenti sicuramente Colloredo, Morassi e Elena Runggaldier. L'ultimo dubbio riguarda la scelta fra Evelyn Insam e Lisa Demetz. Sempre oggi le qualificazioni maschili dallhs-100 che si disputer domani insieme alla gara femminile, mentre domenica toccher all'hs 138 maschile. PODIO BARUFFALDI (s.f.) Nel secondo gigante di coppa Europa a Levi (Fin) successo casalingo per Victor Malmstrom con 12/100 su Lindh (Swe) e 65/100 su Zuev (Rus); azzurri ancora lontani: il migliore sempre Patscheider, 33 a 333. Intanto nel gigante Fis di Davos (Svi) arriva il primo centro per il gruppo FuturFisi: successo del 20enne Stefano Baruffaldi davanti a Michael Eisath e allo svizzero Vincent Gaspoz; 4 e 6 gli altri azzurrini Zingerle e Ravelli. Oggi si replica.

Hockey ghiaccio
19 GIORNATA (m.l.) Senza il portiere Parise (sostituito da Rivoira) e il top scorer Sirianni (squalificato) il Valpellice (Ihnacak 3) passa all'Agor interrompendo la serie positiva del Milano (assente Luca Ansoldi per la morte del pap Alberto) che durava da 4 turni. L'Asiago con la tripletta di Layne Ulmer stende il Val Pusteria. Risultati: Asiago-Val Pusteria 5-2 (4-1, 1-1, 0-0); Cortina-Val di Fassa 5-0 (4-0, 1-0, 0-0); Milano-Valpellice 2-6 (1-1, 1-4, 0-1); Renon-Pontebba 10-0 (3-0, 4-0, 3-0). Giocata marted: Bolzano-Alleghe 3-1. Classifica: Val Pusteria 48; Alleghe 37; Renon 35; Valpellice 34; Bolzano 33; Milano, Asiago 28; Cortina 21; Val di Fassa 13; Pontebba 8.

Il Comitato Tecnico Scientifico del Progetto: DIGICULT - Valorizzazione di Giacimenti Culturali Diffusi emana un Avviso pubblico per la partecipazione al corso di Formazione DIGICULT - Valorizzazione di Giacimenti Culturali Diffusi connesso al progetto di ricerca DIGICULT. Poste Italiane, Protom Group S.p.A., Interact S.p.A., CRMPA e CEMSAC realizzano un Corso di Formazione dal titolo DIGICULT - Valorizzazione di Giacimenti Culturali Diffusi a valere sul Programma Operativo Nazionale Ricerca e Competitivit 2007-2013 (D.D. Prot. n. 01/Ric del 18.01.2010). A tal fine indicono una procedura finalizzata alla selezione di dieci candidati da ammettere al predetto Corso di Formazione. Il corso persegue il fine di formare 10 ricercatori nella Valorizzazione di Beni Culturali con Tecnologie ICT. Per la partecipazione alla selezione sono richiesti i seguenti requisiti: possesso della laurea in Matematica, Ingegneria, Fisica, Informatica, Economia, Scienze della Comunicazione, Beni Culturali, Architettura, Scienze del Turismo, Archeologia; cittadinanza di uno dei Paesi membri dellU.E. alla data di scadenza del bando; assenza di qualsivoglia rapporto lavorativo con le strutture coinvolte nel progetto DIGICULT. I Candidati dovranno presentare domanda di ammissione entro e non oltre le ore 14:00 del giorno 21 DICEMBRE 2012, e dovranno indicare sulla busta a pena di esclusione la dicitura Domanda di partecipazione alle selezioni per il Corso di Formazione connesso al Progetto DIGICULT. La selezione sar effettuata attraverso valutazione dei titoli, una prova pratica ed un successivo colloquio orale. Il corso avr inizio nel mese di Gennaio 2013 e sar svolto in 1600 ore. La frequenza del corso obbligatoria. E inoltre riconosciuta agli allievi una borsa di studio subordinatamente alla regolare partecipazione al corso di formazione. Il bando integrale e le modalit di selezione sono pubblicate sul sito www.crmpa.it.

in nome del compianto Chiarino Cimurri, grandissimo sportivo e amico del tennis italiano, e riporta a Reggio Emilia il grande tennis. Nel ricordo delle fortunate rassegne degli anni 80 quando sul medesimo parquet si esibivano Bjorn Borg, Adriano Panatta, Yannick Noah ed Ilie Nastase.

Hockey pista
VIETATA Per il posticipo di marted Novara-Lodi, il questore ha vietato la trasferta ai tifosi lodigiani.

Ippica Livorno 12-8-14-13-4


6 corsa - m 1950: 1 Glasser (Ant. Fresu); 2 Genti dAbruzzo; 3 Tamarix Boy; 4 Provide; 5 Ksenia; Tot.: 5,49; 2,94, 2,82,

Pallamano
AZZURRE KO (an.gal.) A Rovereto (Tn) Italia-Bielorussia 16-30 (9-11) nella gara valida per la 3^ giornata del girone C delle qualificazioni ai Mondiali donne di Serbia 2013. Classifica: Polonia 6; Bielorussia 4; Italia 2; Lituania 0.
La societ B.E.S.T. e il Comitato Organizzatore Coppa del Mondo - Bormio partecipano al dolore per la scomparsa del

Cavaliere della Repubblica

Angelo Vergani
- Bormio, 22 novembre 2012.

34

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

Gli annunci si ricevono tutti i giorni su:

www.piccoliannunci.rcs.it agenzia.solferino@rcs.it
oppure nei giorni feriali presso lagenzia:

Milano Via Solferino, 22


tel.02/6282.7555 - 02/6282.7422, fax 02/6552.436
Si precisa che ai sensi dellArt. 1, Legge 903 del 9/12/1977 le inserzioni di ricerca di personale inserite in queste pagine devono sempre intendersi rivolte ad entrambi i sessi ed in osservanza della Legge sulla privacy (L.196/03).

BROKER assicurativo ricerca portafoglio, zone Milano, Monza, Pavia, Basso Piemonte. Scrivere a Corriere 30-XZ - 20132 Milano Riservatezza COMMERCIALE milanese 40enne, inglese francese perfetti, empatia, presenza, dialettica, elasticit valuto nuova nuova assunzione. Categorie protette. ricercacorriere@fastwebnet.it ASSEMBLATORE montatore, magazziniere, metalmeccanico, 20 anni di espereinza, serio, volenteroso, offresi ad azienda in Monza e hinterland. 333.24.53.520. ADDETTO alla conduzione negozio abbigliamento, personale, cassa, vetrine, cinquantenne offresi anche altro settore sempre esercizio pubblico, Milano e hinterland. 347.25.71.429. CHEF /cuoco valuta serie proposte di lavoro in Italia ed estero. 334.19.07.354 CERCO lavoro come portinaio, giardiniere, pulizie, ottima esperienza, disponibilit immediata. Cell. 329.41.55.838. CONTABILE pensionato offre collaborazione part-time a media piccola societ. Tel. 347.01.67.380. DIRIGENTE pensionando plurilingue collabora quale assistente personale alla gestione di propriet, attivit, contratti, societ, controversie e pratiche varie 334.68.30.693 BABY SITTER colf, assistenza persone, lingua russa poco italiano, seria, esperta, referenziata, onesta, part-time / fissa, offresi cell. 328.90.64.112

LA SCUOLA paritaria Vittorio Montiglio di Santiago del Cile cerca docenti per scuola nido, infanzia, primaria, educazione fisica e musica. Inviare cv a: scuola.italiana@scuola.cl SOCIET leader settore cerca giovane contabile. Richiesta massima disponibilit. Previsto colloquio in inglese e test tecnico. Inviare CV a ufficio.personale.milano@gmail.com

LONATE POZZOLO (Va) Via Magenta, 29 nuovo capannone vendesi/affittasi, 2.680 mq. + 450 mq. uffici arredati, 2 campate h. 12 mt, 1 campata h. 8.50 mt, completo di tutti gli impianti tecnici e cabina 630 Kw, CE D, 41,26 KWh/mc. Tel. 02.86.45.21.28. automobili e fuoristrada, qualsiasi cilindrata, pagamento contanti. Autogiolli, Milano. 02.89504133 - 02.89511114. HOTEL LATEMAR zona skiistica Obereggen/Val di Fiemme. Prima neve fino al 22 dicembre 2012, 4 giorni mezza pensione, 4 giorni skipass da euro 265,00. 0471.61.57.40 - www.hotellatemar.it

ACQUISTIAMO

ZARA attico nuovo, luminosissimo, 3 locali, ampi terrazzi. CE: F - IPE: 156,52 kWh/mqa. 02.88.08.31. CANONICA D'ADDA Villetta a schiera mq. 120 + lavanderia e box, vendo euro 270.000. CE: D - IPE: 109 Kwh/ Mqa. 02.33.90.144 SOCIET d'investimento internazionale acquista direttamente appartamenti e stabili in Milano. 02.46.27.03.

A AABAA Naturalmente relax. Lasciatevi coccolare dai massaggi rilassanti. www.tantrabodymassage.it 02.29.40.17.01 - 366.33.93.110. ABBANDONATI ai massaggi ayurvedici. Percorsi di bellezza scontati del 20%. Info 02.91.43.76.86. ACCOGLIENTE e prestigioso centro benessere italiano massaggi olistici. Ambiente elegante. Milano 02.39.40.00.18. IDRORELAX centro climatizzato, ambiente elegante, raffinato, massaggi olistici, rilassanti. Zona fiera. 02.33.49.79.25. NUOVA apertura centro italiano, body massage, benessere per corpo. 02.20.40.30.88 - 366.42.13.395

ACQUISTI e pianificazione in mobilit, esperienza ventennale multisettore, ottimo Excel, Office e AS400. Disponibilit immediata e flessibilit, offresi Milano e hinterland. Tel. 340.06.57.406. ADDETTA alla formazione, pluriennale esperienza organizzazione corsi anche finanziati. Disponibilit immediata. 388.42.14.743. GEOMETRA , responsabile cantiere, inglese - francese, trasfertista, edilizia infrastrutture - impianti industriali, Milano. 339.88.01.433 IMPIEGATA pluriennale esperienza segreteria commerciale, logistica, buon inglese, Word, Excel. Disponibilit immediata. 340.31.46.044 RAGIONIERA 39enne pluriennale esperienza Co.Ge., iva e bilancio esamina proposte anche part-time. 333.42.81.507 RESPONSABILE gestione globale area amministrazione e finanza, media impresa, pluriennale esperienza, propensione al problem solving, consolidato, start up, liquidazione, esamina proposte. 331.81.37.515 SEGRETARIA direzione/commerciale estero, eccellente inglese, ottimo francese, PC, SAP, pluriennale esperienza offresi. 347.90.18.734 INTRODOTTISSIMO mercato cileno quarantenne italiano residente a Santiago esperienza cultura universitaria esaminerebbe proposte di seria azienda veramente interessata inserirsi mercato cono sudamericano fsp.italia@gmail.com MERCATI ESTERI esperto internazionalizzazione imprese e sviluppo mercati esteri mette in contatto domanda estera con aziende italiane. 339.45.75.102 RETI VENDITA - Esperto creazione, sviluppo, gestione reti commerciali per PMI (qualsiasi mercato) desidera contattare aziende che devono rafforzare le vendite. 338.37.66.816

RICEVITORIA storica, Milano centro, tutti i giochi, interessante opportunit, cedesi. Tel. 339.52.03.941.

REPUBBLICA affittasi/vendesi splendido appartamento CE G, IPE 217,15 kWh/mqa. 02.87.28.14.89

ACQUISTIAMO Argento, Oro, Monete, Diamanti. QUOTAZIONI:

ORO USATO: Euro 28,75/gr. ARGENTO USATO :


Euro 475,00/kg.

GIOIELLERIA CURTINI
CAP MARTIN novit! Esclusivi appartamenti nuovi. Mare a piedi. Da Euro 140.000 italgestgroup.com 0184.05.55.50

via Unione 6 - 02.72.02.27.36 335.64.82.765 MM Duomo-Missori

CERCHI nuove donne da incontrare? Scopri il piacere di parlare con una sconosciuta. Semplice, veloce, economico. Chiama 899.996.101 da 32 centesimi/minuto. VM18 MCI. CONTATTO piccante 899.11.14.84. Esibizioniste 899.89.79.72. Euro 1,80 min./ivato. Solo Adulti. Mediaservizi, Gobetti 54 - Arezzo. PERVERSO pensiero 899.84.21.21. Casalinghe 899.84.21.22. Euro 1,30min/ivato. VM18. Futura Madama31 Torino. TROVA nuove ragazze intriganti! Se hai voglia di qualcosa di nuovo chiama 899.996.101 e troverai la donna giusta! Da 32 centesimi/minuti. VM18 MCI.

ACQUISTIAMO brillanti, gioielli firmati, orologi marche prestigiose, monete, argenteria. Il Cordusio 02.86.46.37.85.

IMPRESA edile Falduto F.lli ricerca geometra gestione cantieri edili e geometra preventivista entrambi con pluriennale esperienza ristrutturazioni/manutenzioni stabili. Inviare C.V. email info@faldutofratelli.it

CAPANNONI 1000 - 2000 mq, affittansi Samarate (Va), vicinanze Malpensa, uso industriale, con carri ponte. CE-EPH Classe D, 32,08 Kwh/mca. Tel. 02.86.45.21.28.

compriamo contanti, supervalutazione gioielli antichi, moderni, orologi, oro, diamanti. Sabotino 14 Milano. 02.58.30.40.26.

PUNTO D'ORO

Annunci Giallo Evidenziato


FAI RISALTARE I TUOI ANNUNCI! Rendili riconoscibili e di sicuro impatto, evidenziandoli di giallo! Sulle edizioni stampa e Digital Edition di Corriere della Sera e Gazzetta dello Sport
www.piccoliannunci.rcs.it agenzia.solferino@rcs.it

Gli annunci si ricevono tutti i giorni feriali anche nella tua citt: BARI : tel. 080/57.60.111, fax 080/57.60.126 BOLOGNA : tel. 051/42.01.711, fax 051/42.01.028 BRESCIA : Sales Solutions tel. 030/3758435, fax 030/3758444 COMO : tel. 031/2287911, fax 031/262272 CREMONA : Uggeri Pubblicit s.r.l. tel. 0372/20.586, fax 0372/26.610 FIRENZE : tel. 055/55.23.41, fax 055/55.23.42.34 GENOVA : tel. 010/218783 MONZA : SPM Monza Brianza s.r.l. tel. 039/394.60.11, fax 039/394.60.55 NAPOLI : tel. 081/497.7711, fax 081/497.7712 OSIMO-AN : tel. 071/72.76.077 071/72.76.084 PARMA : Publiedi srl tel. 0521/46.41.11, fax 0521/22.97.72 RIMINI : InAdrias Servizi Pubblicitari s r.l. tel. 0541/56.207, fax 0541/24.003 ROMA : In Fieri s.r.l. tel. 06/98.18.48.96, fax 06/92.91.16.48 TORINO : tel. 011/50.21.16, fax 011/50.36.09 TARIFFE PER PAROLA IVA ESCLUSA Rubriche in abbinata obbligatoria: Corriere della Sera - Gazzetta dello Sport: n. 0: euro 4,00 - n. 1: euro 2,08; n. 2, 3, 14: euro 7,92 n. 5, 6, 7, 8, 9, 12, 20: euro 4,67 n. 10: euro 2,92 - n. 1: euro 3,25 - n. 13: euro 9,17 - n. 15: euro 4,17 - n. 17: euro 4,58 - n. 18, 19: euro 3,33 - n.21: euro 5,00 n. 24: euro 5,42. Rubriche in abbinata facoltativa: n. 4: euro 4,42 sul Corriere della Sera; euro 1,67 sulla Gazzetta dello Sport; euro 5,00 sulle due testate. n.16: euro 1,67 sul Corriere della Sera; euro 0,83 sulla Gazzetta dello Sport; euro 2,08 sulle due testate. n.22: euro 4,08 sul Corriere della Sera; euro 2,92 sulla Gazzetta dello Sport; euro 4,67 sulle due testate. n.23: euro 4,08 sul Corriere della Sera; euro 2,92 sulla Gazzetta dello Sport; euro 5,00 sulle due testate.

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

35

LETTERE
Porto Franco
A CURA DI FRANCO ARTURI Twitter: @arturifra

TERZO TEMPO
DITE LA VOSTRA
INDIRIZZO Via Solferino, 28 20121 Milano Fax 02.62.82.79.17 Email: gol@rcs.it

ECCO LA RETE

PROGETTO LAUREUS

La difesa a 5 un ritorno al catenaccio?


Ho letto le recenti discussioni e i pareri di giornalisti e opinionisti eccellenti riguardo al ritorno di moda della (finta) difesa a 3 adottata da molte squadre in Italia e da nessuna grande allestero. La scorsa settimana un grande mister come Capello ha addirittura rincarato la dose sostenendo che in Italia si tornati indietro di 20 anni, quando si giocava col libero e quindi 5 difensori puri. Ricordi di catenaccio insomma. Non sono daccordo. Anche Guardiola allultimo anno a Barcellona utilizz in pi situazioni (dallinizio e in corsa) la difesa a 3: catenacciari? Spesso si detto nel calcio moderno che conti pi latteggiamento (pressing alto, aggressivit, inserimenti, possesso palla e verticalizzazioni) che la tattica e quindi il modulo di gioco. Prendiamo come esempio la Juventus di Conte: si pu realmente dire che giochi un calcio vecchio e che rinunci ad attaccare lavversario, attendendolo per poi partire in contropiede? Si pu dire che non ci sia spinta da parte degli esterni e che
in una serata peraltro poi finita benissimo, il Milan ha presentato la sua tradizionale difesa a 2 sul campo dellAnderlecht. Ebbene era da brividi constatare come, nella fase di non possesso, le due linee di 4 giocatori fossero vicine 10 metri luna dallaltra e schierate nei pressi della propria area, senza la minima idea di pressare alto e accorciare sui portatori di palla avversari. Morale: i belgi, prima di crollare, hanno sfiorato il 2-2 giocando in 10 contro 11. E evidente quindi che di per s schierare tre difensori piuttosto che due dice poco. Per ben poche squadre sono in grado di avere in rosa quattro terzini esterni intercambiabili nei ruoli chiave come la Juve (De Ceglie-Asamoah, Isla-Lichtsteiner, per non parlare di Giaccherini e Pepe) consentendo a chi viene scelto di volta in volta un dispendio energetico straordinario e un apporto di fatto doppio in difesa e in attacco. Ed vero che in generale la disposizione a 3 viene interpretata in modo molto pi prudenziale, allinsegna del meglio non prenderle. In questo senso, ha perfettamente ragione Capello.

non ci siano inserimenti in area avversario? No e no. Eppure la Juventus ora gioca sistematicamente a 3 (o a 5, come dicevamo allinizio). Poi ci sono la Fiorentina di Montella, il Napoli di Mazzarri, lInter di Stramaccioni: non sar che anche stavolta i tecnici italiani si sono confermati quelli pi allavanguardia e hanno posto le basi per la nascita di un sistema diverso ed efficace? Altro che tornati indietro di ventanni.
Riccardo Russo
dra di prima fascia italiana ed europea. E non credo che abbia avuto offerte concrete che soddisfacessero entrambe le condizioni. In generale, soltanto negli ultimi mesi la gerontocrazia del calcio italiano ha visto una sostanziale inversione di tendenza. Le nostre squadre hanno troppo timore di lanciare con convinzione gli Under.

Tema molto vivo, certamente pi interessante di tanto trash su arbitri, rigori e complotti. Mi pare che lei ponga bene la questione: la modernit di un tipo di gioco sta tutta in quello che accade quando si perde il pallone. Cos ha insegnato e insegna il Barcellona. Da questo punto di vista, e anche da ogni altra angolazione, la Juve mette sul campo latteggiamento migliore e pi europeo. Bravissimo Conte, bravissimi i giocatori. Controprova: mercoled sera,

Verratti e i giovani
Provo un certo fastidio nel continuare a sentire interviste in cui Verratti o il suo procuratore dicono che in Italia non si d fiducia ai giovani e che quindi lui dovuto scappare allestero. In realt in Italia squadre come Napoli o Fiorentina lo hanno cercato e lo avrebbero accolto a braccia aperte, solo che poi sono arrivati i soldoni degli sceicchi del PSG, e lui, giustamente, ha preferito accasarsi in Francia dove pu guadagnare molto di pi di quello che avrebbero potuto offrirgli le suddette squadre italiane. A volte basterebbe dire le cose con un po di sincerit, virt del quale il ragazzo, forse, manca un po, anche solo per rispetto verso quei milioni di suoi coetanei che non hanno la fortuna di avere i suoi piedi e che, probabilmente, non hanno neanche un lavoro che permetta loro di vivere degnamente.
Stefano Molinari (Millesimo, Sv)

Il gol pi bello? Ve lo racconto io


Io ancora non ho capito quali sono i confini all'interno dei quali deve rientrare il gol pi bello di sempre. Mi pare chiaro, ormai, che se un giocatore di Centesima Categoria segna un gol di tacco in rovesciata da una porta all'altra questo non potr mai concorrere. Dunque si sta parlando solo di gol pi bello di sempre dalla Serie A in su. Se questi sono i parametri allora il gol di Maradona contro l'Inghilterra quasi imbattibile, perch segnato in una semifinale Mondiale, e per me Ibra non supera nemmeno il gol di Van Basten nella finale dell'Europeo del 1988 e quello di Baggio contro la Cecoslovacchia a Italia 90. Per me il gol pi bello di sempre arriva da un campo di terra e polvere di cui pieno il nostro Paese, lunico luogo in cui il dio del Calcio non si vergogna di farsi vivo. Era una domenica italiana, stagione 1985-86, Casola Valsenio-Modigliana. Rilancio lungo di Albonetti, detto La Bomba, la palla scende come una mongolfiera in miniatura e uno di cui non so il nome, ma che il Mister chiamava oh te, la calcia al volo di collo pieno quasi da met cam-

po infilandola sotto la traversa nell'angolo destro. Erano le quattro e sei minuti.


Claudio

Nove associazioni sportive (ViviBasket, Pro Cangiani, Don Bosco, No Limits, Virtus Piscinola, Virtus Futsal Flegrea, Ristori, Partenope e Mascalzone Latino), cinque cooperative (La Locomotiva, Obiettivo Uomo, La Gioiosa, Progetto Uomo e Orsa Maggiore) e due plessi scolastici (Istituto Ristori e Neghelli Collodi). Sono loro a formare Una rete a Napoli, il progetto che coinvolge circa 250 bambini e adolescenti tra i 6 e 17 anni e in cui la Fondazione Laureus Italia ha investito oltre 400mila euro per il biennio 2011-13 mettendo a disposizione uno staff psicologico ed uno staff pedagogico.

Napoli, sport per i quartieri pi disagiati

I ragazzi con Carboncini (sin.), Sarmiento e Desailly


LEONARDO BALLETTA NAPOLI

Accettiamo in pieno la sua nomination, anche per la brillantezza con la quale presentata.

Lo sport ha il potere di cambiare il mondo. Sono le parole con cui Nelson Mandela tenne a battesimo la Laureus, fondazione onlus che opera nel mondo con oltre 100 progetti volti alla crescita dei bambini attraverso lattivit sportiva e percorsi di sostegno educativi e psicologici . Concetto ribadito ieri mattina a Forcella da Alessia, ex studentessa 14enne della scuola Ristori, uno degli istituti che fa parte di Una Rete a Napoli, progetto che il movimento internazionale ha voluto dedicare alla citt e ai suoi quartieri difficili. Quando quattro anni fa ho conosciuto il basket aderendo ad un laboratorio facoltativo di pallacanestro la mia vita cambiata ha detto la ragazzina, commossa . Ho imparato a riconoscere i frutti del sacrificio e del sudore, ho trovato nei miei istruttori dei punti di riferimento importanti ma soprattutto ho capito di essere diversa. Io e le mie compagne ci siamo ritrovate lontano anni luce da quelle nostre coetanee che hanno conosciuto altri destini, che hanno pagato purtroppo scelte diverse.
Campioni Parole che hanno emozionato tutti,

Numeri magici in Champions


Per quanto riguarda l'albo d'oro della Champions League o ex Coppa dei Campioni, vi porto a conoscenza una mia statistica: negli anni che finiscono con il numero 3 c' sempre stata in finale una squadra italiana se non addirittura due: 1963 Milan-Benfica, 1973 Ajax-Juventus, 1983 Amburgo-Juve, 1993 Marsiglia-Milan, 2003 Milan-Juventus. Altra coincidenza collegata riguarda il numero 8. L'anno 1963 era l'ottava edizione, il 1973 la diciottesima, il 1983 la ventottesima, il 1993 la trentottesima, il 2003 la quarantottesima. La prossima 2013 sar la cinquantottesima. Possiamo contarci? Speriamo.
Vittorio Favret (Lucca)

Milito e larbitro
L'errore dell'arbitro sul rigore conta di pi di quello di Milito solo davanti alla porta vuota?
Piero Moretto (Lonigo)

Una domandina semplice semplice che molte persone di buon senso hanno proposto. Cadr nel nulla, come sempre. Questo il nostro calcio.

M venuto un RompiPato
Sono stato contagiato dal Rompi Pallone, e mi venuto in mente questo: Pato dichiara che vuole giocare di pi e Allegri lo accontenta: ieri gli ha regalato una scatola di Lego. Scusatemi.
Gianluca Ferioli (Ferrara)

Le sue ultime considerazioni sociali mi sembrano alquanto fuori tema. La verit credo sia vicina alla tesi del centrocampista di Ancelotti: evidente che Verratti si riteneva maturo (a ragione, possiamo dire a posteriori) per essere titolare di una squa-

Se una delle nostre, o entrambe, arriveranno a maggio in finale, confido che linvitino. Se lo sarebbe meritato.

Niente scuse. Piacer anche a Pato. Almeno credo.

compresi il campione dEuropa e del Mondo di calcio Marcel Desailly e gli olimpici di taekwondo e canottaggio Mauro Sarmiento e Lorenzo Carboncini, testimonial Laureus per questa giornata in cui la fondazione, in occasione dellanniversario della dichiarazione dei diritti del fanciullo dellOnu (20 novembre), ha voluto tracciare un bilancio delle sue attivit a Napoli. Dalla scuola Ristori di Forcella al centro polifunzionale di Soccavo, dove il movimento affianca diverse societ sportive. Il nostro intento non formare dei campioni, noi non insegniamo lo sport ha detto il presidente di Laureus Italia Ruggero Magnoni , noi consideriamo lo sport un veicolo per crescere e quindi forniamo educatori, allenatori e psicologi che possano aiutare e supportare i ragazzi che ne hanno maggiore bisogno. Ma ieri come detto i campioni cerano comunque, hanno passato del tempo con i bambini e giocato con loro. Desailly e Sarmiento si sono anche sfidati in una frenetica partita di calcio a 5: Per me sempre bellissimo vivere queste iniziative ha detto lex centrocampista del Milan e della nazionale francese, membro storico della fondazione . Trovo che lo sport sia fondamentale per la crescita dei ragazzi in tutte le parti del mondo, ma soprattutto in quei posti dove crescere pi difficile. Ho visto tanto entusiasmo anche oggi, bello ed emozionante sentir parlare di sacrificio e sudore da ragazzi cos giovani, cos che si raggiungono le soddisfazioni della vita.
RIPRODUZIONE RISERVATA

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DIRETTORE RESPONSABILE ANDREA MONTI andrea.monti@gazzetta.it VICEDIRETTORE VICARIO Gianni Valenti gvalenti@gazzetta.it VICEDIRETTORI Franco Arturi farturi@gazzetta.it Stefano Cazzetta scazzetta@gazzetta.it Ruggiero Palombo rpalombo@gazzetta.it Umberto Zapelloni uzapelloni@gazzetta.it PRESIDENTE Angelo Provasoli VICE PRESIDENTI Roland Berger Giuseppe Rotelli AMMINISTRATORE DELEGATO Pietro Scott Jovane CONSIGLIERI Umberto Ambrosoli, Andrea Bonomi C., Fulvio Conti, Luca Garavoglia, Piergaetano Marchetti, Paolo Merloni, Carlo Pesenti, Giuseppe Vita DIRETTORE GENERALE Riccardo Stilli
Testata di propriet de "La Gazzetta dello Sport s.r.l." - A. Bonacossa 2012

RCS MediaGroup S.p.A. Divisione Quotidiani Sede Legale: Via A. Rizzoli, 8 - Milano Responsabile del trattamento dati (D. Lgs. 196/2003): Andrea Monti privacy.gasport@rcs.it - fax 02.62051000 COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano pu essere riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione sar perseguita a norma di legge DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA Via Solferino, 28 - 20121 Milano - Tel. 02.62821 DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A. Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano Tel. 02.25821 - Fax 02.25825306 SERVIZIO CLIENTI Casella Postale 10601 - 20110 Milano CP Isola Tel. 02.63798511 - email: gazzetta.it@rcsdigital.it PUBBLICIT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE PUBBLICIT Via A. Rizzoli, 8 - 20132 Milano Tel. 02.25841 - Fax 02.25846848

EDIZIONI TELETRASMESSE Tipografia Divisione Quotidiani RCS MEDIAGROUP S.p.A. - Via R. Luxemburg - 20060 PESSANO CON BORNAGO (MI) - Tel. 02.95743585 S RCS PRODUZIONI S.p.A. - Via Ciamarra 351/353 - 00169 ROMA - Tel. 06.68828917 S SEPAD S.p.A. - Corso Stati Uniti, 23 - 35100 PADOVA - Tel. 049.8700073 S Editrice La Stampa SpA - Via Giordano Bruno, 84 10134 Torino S Tipografia SEDIT - Servizi Editoriali S.r.l. - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - 70026 MODUGNO (BA) - Tel. 080.5857439 S Societ Tipografica Siciliana S.p.A. - Zona Industriale Strada 5 n. 35 95030 CATANIA - Tel. 095.591303 S Centro Stampa Unione Sarda S.p.A. - Via Omodeo - 09034 ELMAS (CA) - Tel. 070.60131 S BEA printing bvba Maanstraat 13 - 2800 - MECHELEN (Belgio) S Speedimpex USA, Inc. - 38-38 9th Street Long Island City, NY 11101, USA S CTC Coslada - Avenida de Alemania, 12 - 28820 COSLADA (MADRID) S La Nacin - Bouchard 557 - 1106 BUENOS AIRES S Taiga Grfica e Editora Ltda - Av. Dr. Alberto Jackson Byington n. 1808 - OSASCO - SO PAULO - Brasile. S Miller Distributor Limited - Miller House, Airport Way, Tarxien Road - Luqa LQA 1814 - Malta S Hellenic Distribution Agency (CY) Ltd - 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia - 1300 Nicosia - Cyprus

PREZZI DABBONAMENTO C/C Postale n. 4267 intestato a: RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI ITALIA 7 numeri 6 numeri 5 numeri Anno: e 299,40 e 258,90 e 209,10 Per i prezzi degli abbonamenti allestero telefonare allUfficio Abbonamenti 02.63798520

INFO PRODOTTI COLLATERALI E PROMOZIONI Tel. 02.63798511 email: linea.aperta@rcs.it

COLLATERALI * con War Movies N. 37 e 11,19 - con Alberto Sordi N. 48 e 11,19 - con Aerei Collection N. 32 e 14,19 - con Calciatori Panini La Raccolta Completa N. 29 e 6,19 con Lupin N. 29 e 11,19 - con Le Stelle della NBA N. 23 e 6,19 - con Ferrari Racing N. 43 e 14,19 - con Adesso Fai da te N. 20 e 6,19 - con Spider-Man N. 21 e 11,19 - con Orologi Forze Armate N. 14 e 16,19 - con lUomo Tigre N. 14 e 11,19 - con Cucina Italiana N. 13 e 11,19 - con Hall of Fame N. 10 e 11,19 - con Cavalieri dello zodiaco N. 4 e 11,19 - con I love travel N. 8 e 5,19 - con Tutto il trio N. 3 e 12,19 - con Max e 3,50 con Sportweek e 2,70

Testata registrata presso il tribunale di Milano n. 419 dell1 settembre 1948 ISSN 1120 5067 CERTIFICATO ADS N. 7334 DEL 14 12 2011

PROMOZIONI

DIRETTORE GENERALE DIVISIONE QUOTIDIANI Alessandro Bompieri

La tiratura di gioved 22 novembre stata di 395.862 copie

ARRETRATI Richiedeteli al vostro edicolante oppure ad A.S.E. Agenzia Servizi Editoriali - Tel. 02.99049970 - c/c p. n. 36248201. Il costo di un arretrato pari al doppio del prezzo di copertina per lItalia; il triplo per lestero.

PREZZI ALLESTERO: Albania e 2,00; Argentina $ 9,20; Austria e 2,00; Belgio e 2,00; Brasile R$ 7,00; Canada CAD 3,50; Cz Czk. 64; Cipro e 2,00; Croazia Hrk 15; Danimarca Kr. 18; Egitto e 2,00; Finlandia e 2,50; Francia e 2,00; Germania e 2,00; Grecia e 2,00; Irlanda e 2,00; Lux e 2,00; Malta e 1,85; Marocco g 2,20; Monaco P. e 2,00; Norvegia Kr. 22; Olanda e 2,00; Polonia Pln. 9,10; Portogallo/Isole e 2,00; Romania e 2,00; SK Slov. e 2,20; Slovenia e 2,00; Spagna/Isole e 2,00; Svezia Sek 28; Svizzera Fr. 3,00; Svizzera Tic. Fr. 3,00; Tunisia TD 3,50; Turchia e 2,00; Ungheria Huf. 600; UK Lg. 1,80; U.S.A. USD 4,00.

36

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

ALTRI MONDI

Il fatto del giorno


DI GIORGIO DELL'ARTI gda@gazzetta.it

_cambiano i contratti

Ma i salari si ridurranno dopo lintesa tra padroni e sindacati?


Meno tasse se si produce di pi: oltre due miliardi disponibili. La Cgil, per, non ha firmato. Teme che i lavoratori avranno meno soldi e solo pi obblighi
I lettori continuano ad assediarci e a chiederci stavolta che cos mai questa storia dei salari diminuiti, degli orari di lavoro stravolti, delle telecamere in azienda per sorvegliare quello che fanno i lavoratori, insomma tutta una serie di nuove regole che sarebbero state sottoscritte da padroni e sindacati con la benedizione del governo. scelte per uscire dalla crisi. Si persa unoccasione. Badi che Camusso stavolta potrebbe avere ragione: formulata nel modo in cui stata formulata, lintesa potrebbe davvero produrre una diminuzione delle buste paga. Il segretario della Cgil aveva proposto di detassare le tredicesime, in modo da mettere un po di soldi in tasca ai lavoratori e aiutare un minimo la domanda. Monti ha risposto che la condizione delle finanze pubbliche non lo permette.
Il tavolo a Palazzo Chigi tra i sindacati Cisl e Uil e le organizzazioni imprenditoriali LAPRESSE

lafrase DEL GIORNO

Il risparmatore

DI FRANCESCO CARL

Quei coupon da maneggiare con molta cura


MONTI NON PU ESSERE CANDIDATO Monti senatore a vita: non si pu candidare al parlamento perch gi parlamentare. Non un particolare da poco, anche se qualche vota lo si dimentica. Dopo le elezioni chiunque volesse potr chiedergli un contributo. E quando il mio successore far le consultazioni, quella la sede in cui si pu esprimere la preferenza sullincarico del nuovo governo
GIORGIO NAPOLITANO
PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

IL NUMERO

1 che storia ? Gi,


Stiamo parlando dellintesa sulla produttivit, sottoscritta da tutte le organizzazioni padronali: Abi, cio le banche, Ania, cio le assicurazioni, Confindustria, Lega delle Cooperative e Rete Imprese Italia, un moloch che mette insieme 4 milioni e mezzo di piccole e medie aziende, dai carrozzieri ai commercianti. E firmata pure da tre sindacati dei lavoratori su quattro, cio Cisl, Uil e Ugl (il sindacato di destra, quello che un tempo era capitanato dalla Polverini). Manca il quarto sindacato, cio la Cgil. Ed un guaio: che succeder quando, sul territorio, la Cgil si metter di traverso? Non lo sa nessuno. Del resto la Cgil descrive questi accordi un po come ha fatto lei allinizio, e giura oltre tutto che produrranno una diminuzione netta dei salari e degli stipendi. Camusso ha detto: Lintesa sulla produttivit (si chiama cos) coerente con la politica del governo che scarica sui lavoratori i costi e le

2 intesa sulla produttiviDunque


t. Ma che significa?

Per produttivit si intende quanto segue. Se lei spende un euro per produrre un certo bene e poi questo sul mercato vale due euro, ebbene la sua produttivit pari al 100 per cento. La produttivit italiana, cos calcolata, bassissima. Senza inondarla dei numeri che lIstat laltro giorno ha opportunamente scaraventato su tutti i tavoli, le baster sapere che la produttivit italiana dal 1996 a oggi aumentata al ritmo dello 0,1 per cento lanno. Cio, niente. La recessione in cui ci troviamo adesso il frutto di questo basso indice. Detto pi brutalmente: i lavoratori lavorano il meno possibile, gli imprenditori tirano fuori i soldi col contagocce, tutti pensano al proprio tornaconto immediato senza dotarsi di un minimo di prospettiva. A parte legoismo di ciascu-

Laumento della produttivit in un anno La produttivit italiana dal 1996 a oggi aumentata a ritmi bassissimi, soltanto dello 0,1 per cento lanno. La recessione in cui si trova adesso il Paese anche il frutto di questo basso indice

0,1

no, sul quale non c governo che possa intervenire, questo dipende anche dalle enormi rigidit del sistema, che riguardano non solo limpossibilit di licenziare, ma anche le regole ferree e uguali per tutti sullorganizzazione del lavoro, sugli orari, sui diritti acquisiti da ciascuno eccetera. Totem di questa rigidit sono i contratti nazionali di lavoro, a cui tutti devono obbedire, sia che siano impiegati al confine con la Svizzera, in territori capaci di battere il Pil della Germania, sia che si trovino sullo Stretto, in zone dal Pil iper depresso.

3 Quindi?
Quindi, questo accordo sulla produttivit stabilisce che si possa fissare una parte del salario a livello nazionale e che si lasci la parte restante della busta paga alla contrattazione aziendale o territoriale. Qui imprenditori e rappresentanze sindacali si giocheranno al tavolo questo residuo tesoretto, che dovrebbe essere succoso perch gravato di una tassazione di appena il 10%.

resse di tutti e due. vero che il governo promette di vigilare perch le intese defiscalizzate siano veramente intese di produttivit. E, a questo proposito, sar possibile stravolgere il vecchio statuto dei lavoratori ammettendo sempre previo accordo tra le parti che lorario di lavoro sia modificato, nei turni e nella durata; che un impiegato possa svolgere un lavoro inferiore alla sua qualifica, guadagnando meno, per esempio un quadro in banca essere messo allo sportello (questo punto stava particolarmente a cuore allAbi, dato che le banche, in affanno per via dei troppi crediti inesigibili, vogliono espellere dal sistema almeno 20 mila lavoratori); che si possano piazzare telecamere in azienda per sorvegliare landamento del lavoro. Eccetera. Cos su due piedi si direbbe meglio pensato il trattato-capestro preparato da Marchionne per Pomigliano e gli altri centri Fiat. Aspettiamo per di vedere il decreto con cui il governo impegnato a precisare nel dettaglio tutte queste intese. Sperando che sia scritto in un italiano comprensibile.

4 sarebbe sottratto allIr- 5 coster allo Stato defiQuanto Cio


pef?

Esattamente. Per i salari fino a 40 mila euro lanno, per. E in ogni caso: chiaro che padroni e lavoratori si metteranno daccordo. Pagare meno tasse inte-

scalizzare questa parte della busta paga?

Per ora sono disponibili due miliardi e cento milioni in tre anni. Qualcuno azzarda gi che resteranno del tutto inutilizzati.

Con la crisi diventata una mania quella di spulciare siti come Groupon alla ricerca di occasioni. Groupon, un gioco di parole con riferimento al coupon di sconto, il maggior sito del mondo focalizzato sui daily deals, appunto saldi e promozioni speciali di ogni genere. Fondato nel 2008, impiega pi di 12mila persone ed arrivato a Wall Street dopo aver rifiutato unofferta di sei miliardi di dollari da Google. Negli ultimi 12 mesi ha venduto coupon per un totale di 2.2 miliardi di dollari. Ma in Borsa non andata altrettanto bene. Quotato dal novembre 2011 al Nasdaq, un anno dopo aveva gi perso il 90% del suo valore, precipitando da 26 dollari per azione a meno di 3. Poi, come spesso accade per questo genere di creature digitali a Wall Street, il rimbalzo. In sei giorni Groupon ha guadagnato il 48%, tornando a quota 3.88 dollari per azione. Che successo? Un grosso fondo hedge, Tiger Global, ha annunciato di aver comprato il 9,9% delle azioni. Speculazione a breve o occasione anche per gli investitori motivati a scoprire in anticipo il nuovo Amazon e a lucrare di conseguenza? Groupon davvero a prezzo di saldo? Per saperlo bisogner darsi convincenti risposte ad un paio di questioni chiave. La concorrenza: Groupon controlla il 53% del mercato dei coupon. Ma solo tre mesi fa era al 56%. Amazon (20%) e LivingSocial (22%) stanno dando gatte da pelare. I clienti: secondo uno studio non sono contenti. Il 39% dei negozianti considerano improbabile rifare promozioni con Groupon. E quelli che usano i coupon, spesso li hanno trovati meno convenienti di quello che sembravano a prima vista. In attesa di sviluppi linvestimento non adatto a chi non sopporta oscillazioni anche forti.

notizie Tascabili
Convinto anche Berlusconi

A Roma: era deriso dai compagni

LA PRECISAZIONE

Sei gay su Facebook Casa Pound: Si suicida a 15 anni no al razzismo Riceviamo e pubblichiaAperta uninchiesta mo: Sullarticolo "Come mai in
Lincontro bilaterale tra Angela Merkel e Mario Monti ieri a Bruxelles AP
La Procura di Roma ha avviato una inchiesta sul suicidio del 15enne deriso su Facebook e additato dai compagni come gay per la sua passione per lo smalto e i capelli lunghi. Le indagini sono al momento senza indagati o ipotesi di reato. Non si esclude che si possa successivamente arrivare ad ipotizzare listigazione al suicidio. Gli inquirenti, coordinati dal procuratore aggiunto Pierfilippo Laviani, hanno gi avviato una serie di accertamenti per tentare di capire quali siano le ragioni che hanno portato il giovane al gesto estremo. Oltre ai familiari, potrebbero essere ascoltati a breve anche gli amici e compagni di classe del ragazzo. Il 15enne si ucciso marted pomeriggio nella sua casa a Roma Sud, impiccandosi con una sciarpa alla scala interna. Il sindaco della Capitale Alemanno ha commentato cos: una tragedia per tutti. tutta Europa scoppiata una guerriglia?" del 15 novembre si precisa che n i militanti di CasaPound Italia n quelli di Blocco Studentesco hanno rivolto insulti razzisti alla Scuola Ebraica durante le manifestazioni del 14 novembre a Roma (...) Vero poi che la manifestazione degli studenti da noi coordinata si sia svolta a piazza del Popolo, distante dal Lungotevere Sanzio (...) Le due associazioni non sono naziste, ma condannano razzismo e discriminazioni.
Gianluca Iannone presidente CasaPound

Vince la linea Alfano: il Pdl avr le primarie Si vota il 16 dicembre


Anche il Pdl avr le sue primarie e si svolgeranno il 16 dicembre in un unico turno. La decisione arrivata al termine di un incontro tra i coordinatori nazionali, regionali e provinciali del partito. Il presidente Berlusconi condivide, anche la data, ha assicurato Angelino Alfano, che ha sempre spinto per andare presto al voto e che ieri ha avuto un duro confronto con lex premier durato pi di sei ore. E mentre nel partito crescono le tensioni (a partire da Cicchitto e Bondi), la procura di Milano indaga su Alessandro Proto, uno dei candidati, con lipotesi di truffa e aggiotaggio.

Il vertice di Bruxelles

Italia allattacco sul bilancio Ue: No a troppi tagli


unEuropa profondamen te divisa quella che ieri ha iniziato a negoziare ad oltranza per cercare un difficilissimo accordo sul bilan cio 2014-2020. A Bruxelles dopo una giornata, le distanze sono

ampie. A tenere in scacco il vertice la Gran Bretagna che considera insufficienti i tagli per 80 miliardi proposti al bilancio pluriennale Ue dal presidente del Consiglio Van Rompuy. Monti, che ieri ha avuto incontri bilaterali con Merkel, Hollande e Rajoy, ha dichiarato: Non accetteremo soluzioni che consideriamo sproporzionatamente penalizzanti. Avremo verso la Ue lo stesso rigore che abbiamo verso di noi.

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

37

ALTRI MONDI

INVENTATA DA UN RAGAZZO

Lapp superpremiata rimossa dagli store


Dal sogno allincubo per An drea Giarrizzo (in foto), il 20enne ennese che ha vinto un premio di 100mila dollari per aver inventato

unapplicazione che scarica file da YouTube su tablet e telefonini su piattaforma Android: lapp stata tolta dal Samsung Store perch sarebbe illegale (infrange la regola per cui non si possono scaricare i video nella piattaforma). Troppo stress, mi prendo una pausa e ho rimosso lapp, ha detto Giarrizzo.

IN UN MARKET A LIVORNO

Lasciano figli in auto Coppia denunciata


Hanno lasciato i due figli piccoli chiusi in auto per unora nel parcheggio di un supermerca to di Livorno per andare a fare la

spesa e la polizia li ha denun ciati per abbandono di minori: successo mercoled sera a un livornese di 41 anni e alla moglie di 39. Ad accorgersi dei bimbi, di un anno e mezzo e due anni e mezzo, chiusi in auto, alcuni clienti: hanno avvisato la polizia che intervenuta subito.

Milano nel sangue Altri due omicidi: Allarme violenza


Un uomo ucciso per strada. Poi, il cadavere di una donna trovata in casa di un rapinatore

LA SFIDA A ROMA PREVISTI TRE CORTEI

GELATAIA KILLER

A
S

IL DDL PASSA AL SENATO

S alla "Salva direttori" I giornalisti: sciopero il 26


Passa al Senato la norma salva-direttori (quella voluta per Alessandro Sallusti, nella foto Ansa) inserita nel ddl sulla diffamazione, nonostante il no deciso del governo Monti. Lemendamento approvato con 122 s (111 i no, 6 astenuti) e presentato dal relatore della legge Filippo Berselli ottiene i consensi di Pdl e Lega, contrari Pd, Idv, Udc, Api-Fli. Molte le polemiche sul contenuto e sulle modalit del voto che ha rivisto in azione a Palazzo Madama i cosiddetti pianisti. Lemendamento Berselli prevede che i direttori non rischino pi il carcere per il reato di diffamazione ma solo una multa dai 5 ai 50 mila euro, mentre rimarrebbe la pena detentiva per il giornalista che ha scritto il pezzo. Condizionale dobbligo, visto che solo luned si arriver al s definitivo, per il quale il Pd ha chiesto il voto segreto.
Fiaccolata Intanto, si mobilit

Gli scontri con gli studenti di sabato scorso a Roma

Polizia in rivolta dopo gli scontri Domani in ferie


Crescono le polemiche sulla sicurezza dopo gli scontri della scorsa settimana e soprattutto in vista della giornata di domani, che si annuncia caldissima. Ieri il ministro dellInterno Annamaria Cancellieri, complice pure laggressione nella notte ai tifosi del Tottenham a Roma, ha risposto al Senato alle interrogazioni in merito alle misure da prendere in occasione delle manifestazioni di piazza: La situazione preoccupante, da mesi ci prepariamo a momenti difficili, sapevamo che la crisi avrebbe portato a questo. Non possiamo consentire alla piazza di fare scelte che deve fare la politica. E per spiegare quanto accaduto il 14 novembre dice: Fra gli studenti pacifici si sono infiltrati movimenti antagonisti che da sempre cercano di portare instabilit. Ma il ministro fa di pi e propone: Una soluzione a questo problema, anche se parziale, c, e io intendo portarla avanti: larresto differito. efficace, negli stadi ha gi dato risposte positive. Il Daspo? Stiamo valutando anche quello.
Manette agli Indignati Le parole della Cancellie-

A sinistra, il cadavere di Diego Preda, lassicuratore ucciso in strada a Milano, nella zona Fiera. A destra, il condominio in cui stato trovato il corpo di Lourenca, una badante capoverdiana ANSA/FOTOGRAMMA
STEFANIA ANGELINI

Due omicidi in meno di 24 ore a Milano: il cadavere di una donna trovato per caso dalla polizia con mani e piedi legati dietro la schiena a casa di un pregiudicato e un assicuratore di 68 anni freddato in strada con un colpo alla nuca a 200 metri dal suo ufficio. Questultimo, in particolare, non ha fatto altro che alimentare la paura tra i cittadini: si tratta, infatti, del quarto agguato in due mesi in citt. E mentre gli investigatori cercano di far luce sui due casi, il questore di Milano, Luigi Savina, assicura: Tra i due episodi non c nessun legame. Sono entrambi di natura privata e non c nessun collegamento con la criminalit organizzata. C soltanto una concentrazione in un breve periodo dellanno, allarmante ma connessa a una metropoli.
Sparatoria La sparatoria di mer-

della citt, in zona Fiera, costata la vita a Diego Preda, assicuratore con la passione del golf e con un precedente per reati contro la persona che risale a dieci anni fa. Finora, per, non per niente chiaro il movente e gli investigatori non si sentono di escludere nessuna pista. Il killer lo ha seguito alluscita dallufficio e ha aspetta-

Il questore frena: Ci preoccupa laumento dei casi, ma tipico delle metropoli


to che Preda girasse langolo per prendere lauto e poi ha sparato, come in una spietata esecuzione, fuggendo poi a piedi.
Omicidio rituale Sembra avere i

coled sera, in via Monte Rosa, in uno dei quartieri residenziali

contorni pi definiti, invece, la vicenda del ritrovamento del cadavere di Lourenca Adelaide Lima, 40 anni, una badante di Capo Verde. Il cadavere della

donna, infatti, stato trovato in un appartamento di piazzale Lagosta, nella zona nord di Milano da alcuni poliziotti dopo larresto di Vincenzo Vergata, di 56 anni, tossicodipendente, con precedenti per stupefacenti e rapine. Nel tardo pomeriggio di mercoled luomo aveva tentato di rapinare un supermercato con un cacciavite. Dopo averlo fermato gli agenti hanno perquisito la sua abitazione e hanno fatto la macabra scoperta. La polizia scientifica, inoltre, avrebbe riscontrato nellomicidio degli elementi di tipo rituale a sfondo sessuale: il cadavere era infatti coperto da pezzi di stoffa e da sacchetti della spazzatura sulla testa. quindi probabile che la badante capoverdiana sia morta per asfissia. Pare che frequentasse la casa di Vergata solo da pochi giorni. Nellappartamento, infine, stato trovato un biglietto aereo per Istanbul, con partenza fissata per il 27 novembre. Non escluso, quindi, che luomo avesse gi in mente la fuga.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Fece a pezzi marito e amante: ergastolo Estibaliz Carranza (nella foto), la 34enne viennese di origini messicane che ha confessato di aver ucciso, tagliato in pezzi, surgelato e sepolto il marito e il suo amante nel seminterrato delledificio della gelateria che gestiva, stata condannata allergastolo. pena che la donna sconter in una clinica psichiatrica per criminali pericolosi. Dopo quattro giorni di udienze si concluso cos a Vienna il processo alla donna che la stampa ha ribattezzato killer dalla faccia dangelo

ri arrivano nel giorno in cui cinque persone ritenute vicine ad ambienti anarchici e delle tifoserie violente sono state arrestate tra Roma, Savona, Milano e Cosenza per gli scontri del 15 ottobre 2011, quando scesero in piazza gli Indignati. Non solo, sempre ieri i poliziotti dei Reparti mobili hanno annunciato lo stato di agitazione, promettendo di mettersi in ferie domani, quando a Roma manifesteranno Cobas, studenti e Casa Pound. La provocazione dei sindacati di polizia arriva dopo le polemiche di cui sono stati protagonisti per gli scontri del 14, a partire dalle critiche ricevute dal ministero e dal capo della polizia Manganelli fino allipotesi sempre pi concreta di codici identificativi sui caschi degli agenti. Proprio Manganelli, per calmare gli animi, ha annunciato che ricompenser i poliziotti che si sono distinti per coraggio, correttezza e capacit di mediazione. Baster?

la Fnsi, il sindacato dei giornalisti, che per luned, il 26, ha proclamato uno sciopero generale della categoria contro il provvedimento sulla diffamazione in discussione al Senato che limita gravemente lautonomia dellinformazione. Prevista anche una fiaccolata dei giornalisti per luned sera nell'area del Pantheon, a Roma, per illuminare quello che gli altri vogliono oscurare ha spiegato il segretario della Fnsi Franco Siddi. Allo sciopero parteciperanno anche i giornalisti della Rai.

CESSATE IL FUOCO MALGRADO LO STOP, DA GAZA SPARATI UNA DECINA DI RAZZI CADUTI IN ZONE NON ABITATE

IN GUERRA DA 20 MESI

PER IL RINGRAZIAMENTO

Hamas, festa in piazza Israele: Tregua debole


Nella Striscia il giorno della vittoria E Tel Aviv: Se salta, pronti a colpire

Migliaia di palestinesi hanno festeggiano la tregua a Gaza City REUTERS

Sembra tenere la tregua scattata mercoled sera tra Israele e Hamas. E cos la Striscia di Gaza ieri ha potuto festeggiare nelle piazze il ritorno alla normalit, dopo otto giorni di raid. Hamas ha infatti proclamato una giornata di festa nazionale e sono scesi in strada persino simpatizzanti di Fatah, la fazione rivale fedele al presidente dellAnp, Abu Mazen, il quale si congratulato per quella che ha definito una vittoria. Il primo ministro del movimento islamico, Ismail Haniyeh, ha comunque esortato tutti i gruppi palestinesi a rispettare il cessate il fuoco. Saluto le fazioni della resistenza che hanno rispettato laccordo dalla sua entrata in vigore e chiedo a tutti di rispettarlo e di comportarsi di conseguenza, ha detto in un discorso a Gaza. Intanto, un ufficiale dellesercito israeliano

morto per le ferite riportate nellesplosione di un razzo, lanciato dalla Striscia di Gaza prima dellentrata in vigore del cessate il fuoco. Il totale di morti israeliani sale cos a sei, contro i 164 palestinesi, di cui 43 bambini. Nonostante la tregua, comunque, una decina di razzi sparati dalla Striscia sono caduti su Israele, ma sono finiti tutti in zone disabitate. Intanto in Israele le reazioni dopo il cessate il fuoco sembrano esprimere prudenza. Lesercito e i vertici si dicono convinti di aver inferto un colpo decisivo alle strutture militari di Hamas. Il ministro della Difesa, Ehud Barak, ha avvertito che qualora la tregua non tenesse riprenderebbero i raid su Gaza. Gli fa eco anche il primo ministro Beniamyn Netanyahu: Se la tregua sar violata, Israele ben preparata ad entrare in azione.

Strage in Siria Ci sono gi 40 mila morti


Sono oltre 40 mila i morti del conflitto in Siria, iniziato 20 mesi fa. I civili uccisi sono 28.026, i soldati 10.150 e i disertori 1.379. Se si aggiungono 574 persone non identificabili si arriva al drammatico bilancio di 40.129, a cui vanno aggiunte le migliaia di persone scomparse e le vittime tra le milizie paramilitari filo regime. Numeri spaventosi, diffusi dallOsservatorio siriano per i diritti umani, che sono purtroppo destinati a crescere: anche ieri ci sono stati scontri con feriti tra i civili e i ribelli anti Assad.

Polemica Usa Obama mangi i tacchini


Le famiglie americane ieri hanno celebrato la festa del Ringraziamento imbandendo le tavole con 45 milioni di tacchini, ma almeno due, anche questanno, si sono salvati. Di fronte alle telecamere, infatti, il presidente Barack Obama, accompagnato dalle figlie Sasha e Malia, ha infatti graziato due esemplari, Cobbler e Gobbler, che finiranno in uno zoo. Ma il Washington Post solleva la polemica nei confronti della cerimonia annuale del turkey pardon: Forse venuto il momento per Obama di mettere fine a questa pagliacciata.

38

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

ALTRI MONDI

STRONCATA COME TAYLOR

La Liz della Lohan non piace ai critici


Un altro fiasco per Lindsay Lohan (nella foto). Lattrice americana, pi conosciuta per i problemi con la

giustizia causati dallabuso di alcool e droga, tornata sul set, nel film per la tv Liz & Dick in cui interpreta Liz Taylor che sar trasmesso in America il 25 novembre. Ma la critica lo ha definito ridicolo. LHollywood Reporter ha definito linterpre tazione della Lohan penosa.

MAXI PROGETTO IN 70 PAESI

Rai, 8 documentari raccontano i poveri


Otto documentari dauto re, trasmessi in contemporanea in 70 Paesi, per sensibilizzare lopinione pubblica sulla povert.

il progetto globale Why poverty?, che coinvolger 70 network in tutto il mondo come Al Jazeera, Bbc e per lItalia, Rai Storia: il progetto nato nel 2009 punta a una platea di 500 milioni di persone. Si parte domenica alle 21 con il primo documentario: Poor us? di Ben Lewis

AMELIO: LOACH NARCISO

MOSTRO SACRO NUOVO CD IL 4 DICEMBRE

Mina americana Il primo singolo da oggi in radio


Lei pu permettersi davvero tutto. A lei, Mina, concesso pure di prendere le canzoni che hanno fatto grande la musica americana e interpretarle a modo suo. Con la certezza che non deluder nessuno. Il 4 dicembre uscir 12 (american song book), un nuovo particolarissimo album realizzato con Danilo Rea al piano, Alfredo Golino alla batteria, Massimo Moriconi al contrabbasso e gli archi arrangiati da Gianni Ferrio. Il meglio del meglio insomma, di cui oggi avremo un ottimo assaggio. In radio verr infatti trasmesso il primo singolo, limmortale Over the Rainbow. Una canzone strafamosa, che nel 1939 venne premiata con lOscar come miglior brano per Il mago di Oz e che stata interpretata da voci immortali come Ella Fitzgerald, Aretha Franklin, Frank Sinatra, Ray Charles, Barbra Streisand e Placido Domingo. Mina in una delle 12 copertine Nellalbum poi saranno presenti brani culto come Ive got you under my skin, Just a Gigolo o Love me tender, rivisti con immancabile originalit dalla voce femminile italiana per eccellenza. Ma Mina, per quanto continui instancabilmente a nascondersi dalla vita pubblica, stavolta non rinuncia a un vezzo smaccatamente femminile e con la prima tiratura del disco propone anche 12 stupende copertine dautore, curate da Mauro Balletti, ispirate alla discografia jazz dagli Anni 30. E lei lassoluta protagonista, bellissima, con enormi fiori in testa, ammiccante o concentrata di fronte a giganteschi microfoni. Un magnifico modo per stupire ancora.

S
A sinistra Kristen Stewart e Robert Pattinson in una scena di Twilight - Breaking Dawn Part 2. Sopra unimmagine del cartoon Hotel Transylvania e un disegno di Guido Crepax in mostra alla Triennale di Milano AP

Saghe, film, mostre I vampiri mordono ancora il successo


Dietro il trionfo un po imprevisto dellultimo Twilight E dai cartoon ad Argento, Dracula di nuovo star
FILIPPO CONTICELLO

dalla vetta di casa nostra il fortunatissimo cartoon-horror Hotel Transylvania: nellopera del genio russo Genndy Tartakovsky, il vampirismo vive la crisi e il conte Dracula, convertito al plasma artificiale, racimola spiccioli aprendo un hotel, dove mummie e lupi mannari si riposano lontano dal razzismo degli umani.
Pi dei morsi Altro che cartoni,

Gole tentatrici, canini affilati nella carne, sangue caldo e sane paure che diventano insane attrazioni. Il romanticismo misterioso e proibito dei vampiri attraversa le epoche e appassiona anche chi non maneggia di solito lhorror. Un occhio, ad esempio, ai frequentatori di multisala che in tutto il pianeta fanno la fila per lultimo capitolo di Twilight, la saga ispirata ai romanzi di Stephenie Meyer che ha segnato unepoca. Non si sa se il nuovo Breaking Dawn Part 2, diretto dal premio Oscar Bill Condon, raccoglier un successo analogo ai predecessori (oltre due miliardi e mezzo di dollari totali), ma i numeri iniziali fanno intravedere il boom: nel primo fine settimana nei cinema mondiali ha

incassato 341 milioni di dollari (circa 270 milioni di euro). Di certo, ha giovato il chiacchiericcio patinato attorno a Kristen Stewart e Robert Pattinson, coppia al cinema e pure nella vita: tradimenti, separazioni, riappacificazioni e foto ammiccanti alla premire di Los Angeles hanno reso pi golose le gotiche avventure dei loro personaggi. Cos, Edward e Bella hanno fatto sorridere al debutto i botteghini americani con la cifra impressionante di 141,3 milioni (meglio di Breaking Dawn Part 1 che lanno scorso sera fermato a 138,1 milioni), mentre quelli italiani fanno ancora le capriole per la gioia: in tempi di vacche magrissime, raccolti oltre 10,4 milioni di euro in 5 giorni. Un morso alla classifica e gi

Dario Argento, 72 anni con la figlia Asia, 37 AP

altro che amori languidi in stile Twilight: alla voce vampiri il vocabolario di Dario Argento ha una definizione sanguinosa. Devono essere cattivi, richiamare il sangue, ripete il 62enne maestro dellhorror. Per questo, ha rispolverato il capostipite del genere adattandolo allebbrezza delle nuove tecnologie: in Dracula 3D, uscito ieri, c abbondanza di mostri, teste mozzate, dentoni spalancati fino al grottesco. Lappassionato vampirologo, uscito dal cinema, pu fare un giro a Milano: da oggi alla Triennale c la mostra Dracula e il mito dei vampiri. Loccasione il centenario della morte dello scrittore irlandese Bram Stoker, che nel 1897 pubblic il romanzo sul famigerato signore della Transilvania. Per lui sono esposte oltre cento opere, tra dipinti, incisioni, oggetti storici. Lo si trova anche in 18 disegni di Guido Crepax e nei costumi dei tanti film sul conte: negli anni sono fioccati come i morsi dei canini.
RIPRODUZIONE RISERVATA

Il rifiuto del premio al Festival di Torino Gianni Amelio (nella foto in alto) non ci sta al gran rifiuto di Ken Loach (nella foto in basso) di ricevere al Festival di Torino lambito Gran Premio per la solidariet ai lavoratori usati dalla manifestazione che sarebbero, a suo dire, sfruttati e sottopagati. E cos il 67enne regista e direttore artistico ha attaccato il 76enne maestro inglese: Il suo stato un gesto narcisistico con una punta di megalomania. Ha grandissimo talento ma stavolta ha preso una cantonata

TOP TEN VOLA LA BOY BAND INGLESE

Boom One Direction: lalbum subito in vetta


Un terremoto tra gli album pi venduti, con ben 5 new entry nei primi 8 posti secondo la rilevazione Fimi Gfk: subito in vetta la baby band One Direction con Take me home, seguito da un altro debutto, Noi di Eros Ramazzotti. Terzo Una storia semplice dei Negramaro, seguito dallennesima new entry, i Green Day con Dos!, mentre scivola di tre posizioni ed quinto Robbie Williams con Take the crown. Debuttano al sesto posto gli inossidabili Rolling Stones con la raccolta Grrr!, seguiti da Apriti Sesamo di Franco Battiato, settimo. Ultima new entry, allottavo posto, Era tutto un sogno, nuovo album del rapper Ensi.

VENERD 23 NOVEMBRE 2012

LA GAZZETTA DELLO SPORT

39

ALTRI MONDI
Oroscopo
LE PAGELLE
21/3 - 20/4 21/4 - 20/5 21/5 - 21/6 22/6 - 22/7 23/7 - 23/8 24/8 - 22/9

Ariete 7+
Giornata OK. Nel lavoro, innanzitutto. Specie se avrete la diplomazia dellambasciatore e non quella del puma. Moscerie suine, per.
23/10 - 22/11

Toro 6,5
Stare da soli conviene. Anche perch gli altri potrebbero olezzar di carogna. Magari nel lavoro. C un florilegio fornicatorio, per!
23/11 - 21/12

Gemelli 7
Lumore buono. E questo allontana la sfiga. Amici, clienti, capi e colleghi vinfondono fiducia, ma sex e amore sono una pallissima.
22/12 - 20/1

Cancro 6Lumore grigio, il tempo scarso, lo stress tanto. Stabilite le priorit e riuscirete in tutto. C calma suina, ma non del tutto piatta.
21/1 - 19/2

Leone 8
IL MIGLIORE. Tutto si incastra in modo utile. E un imprevisto olezza di fortuna. Cuore e sudombelico fanno festa come se avessero vinto lo scudetto suino. Uau.
CESARE PRANDELLI

Vergine 5,5
Occhio alle fregature economiche e alle mosse altrui poco pulite. I conforti amorosi, per non mancano. E la fornicazione vi tonifica.
20/2 - 20/3

DI ANTONIO CAPITANI
23/9 - 22/10

Bilancia 5,5
I rapporti con gli altri stressano: sfoderate furbizia in salsa di pazienza. E siate cauti sia coi contratti sia col sudombelico, muy impulsivo.

Scorpione 6,5
Il lavoro richiede impegno: organizzatevi con fare asburgico e sbrigherete tutto, risparmiando tempo. Fortune in arrivo, ormone giulivo.

Sagittario 7,5
La vostra creativit rende il lavoro un capolavoro. E il vostro nome pu essere scelto per un compito prestigioso. Sudombelico ruspante.

Capricorno 6
Il lavoro stressa, lumore singrigisce un po. Ma non c sfiga, anzi, tutto procede in modo utile. E anche un po folle, suinally too.

Acquario 6,5
Nel lavoro tutto pu andare a buon fine, specie se sfrutterete il vostro fascino sulfureo. Fornicazione in estinzione, per. Ahia. Cesare Prandelli nato ad Orzinuovi (Brescia) il 19 agosto 1957: il c.t. della Nazionale dal 2010 (Leone)

Pesci 7
Molte cose prendono la forma che desiderate, voi acquisite punti su punti su punti. Aleggiano pure ristori sudombelicali maximi. Uau.

Televisioni in chiaro
RAIUNO
TG1 UNOMATTINA LA PROVA DEL CUOCO TG1 TG1 ECONOMIA VERDETTO FINALE LA VITA IN DIRETTA TG PARLAMENTO TG1 LO ZECCHINO D'ORO L'EREDIT TELEGIORNALE AFFARI TUOI TALE E QUALE SHOW Variet 23.30 TG1 60 SECONDI 23.40 TV 7 0.40 CINEMATOGRAFO. SPECIALE TORINO FILM FESTIVAL 8.00 10.00 12.00 13.30 14.00 14.10 15.15 16.35 16.45 17.00 18.50 20.00 20.30 21.10

Gazzetta.it
RAITRE
AGOR LA STORIA SIAMO NOI CODICE A BARRE BUONGIORNO ELISIR TG3 LA STRADA PER... TG REGIONE TG3 - TGR LA CASA NELLA... GEO & GEO METEO 3 TG3 - TGR - BLOB UN POSTO AL SOLE AMORE CRIMINALE Attualit 23.10 CORREVA L'ANNO 0.00 TG3 LINEA NOTTE 0.10 TG REGIONE 1.00 METEO 3 1.05 APPUNTAMENTO... 8.00 10.10 11.00 11.30 12.00 13.10 14.00 14.20 15.10 15.50 18.10 19.00 20.35 21.05

RAIDUE
CARTONI TGR - TG2 I FATTI VOSTRI TG2 SELTZ SENZA TRACCIA COLD CASE NUMB3RS LAS VEGAS TG 2 SQUADRA SPECIALE IL COMMISSARIO REX TG2 ARMAGEDDON GIUDIZIO FINALE 23.30 TG 2 23.45 L'ULTIMA PAROLA 1.15 RAI PARLAMENTO TELEGIORNALE 1.25 CLOSE TO HOME 6.40 9.30 11.00 13.00 14.00 14.45 15.30 16.15 17.00 18.15 18.45 19.35 20.30 21.05

CANALE 5
8.50 10.00 11.00 13.00 13.40 14.10 14.45 16.20 18.00 18.05 18.50 20.00 20.40 21.10 MATTINO CINQUE TG5 '12 - ORE 10 FORUM TG5 BEAUTIFUL CENTOVETRINE UOMINI E DONNE POMERIGGIO CINQUE TG5 '12 - 5 MINUTI POMERIGGIO CINQUE AVANTI UN ALTRO! TG5 STRISCIA LA NOTIZIA I CESARONI V Fiction tv 23.40 SUPERCINEMA 0.05 TG5 0.35 STRISCIA LA NOTIZIA 1.25 UOMINI E DONNE 2.50 CIRCLE OF LIFE

ITALIA 1
6.40 8.45 10.30 12.10 12.25 13.00 13.40 15.00 16.00 16.50 17.45 18.30 19.20 21.10 CARTONI ER GREY'S ANATOMY COTTO E MANGIATO STUDIO APERTO SPORT MEDIASET CARTONI FRINGE SMALLVILLE NATIONAL MUSEUM TRASFORMAT STUDIO APERTO C.S.I. C.S.I. MIAMI Telefilm 22.00 C.S.I. NEW YORK 22.55 PERSON OF INTEREST 23.55 L'ITALIA CHE FUNZIONA

RETE 4
9.50 10.50 11.30 12.00 12.55 14.00 14.45 15.35 18.55 19.35 20.30 21.10 23.55 0.00 1.45 2.25 CARABINIERI RICETTE DI FAMIGLIA TG4 DETECTIVE IN CORSIA LA SIGNORA IN... TG4 LO SPORTELLO DI FORUM AIRPORT TG4 TEMPESTA D'AMORE WALKER TEXAS RANGER QUARTO GRADO Attualit I BELLISSIMI DI R4 NET 2.0 TG4 NIGHT NEWS IL GATTO DAGLI OCCHI DI GIADA

LA 7
7.30 9.55 11.00 12.30 13.30 14.05 16.30 18.20 19.15 20.00 20.30 21.10 22.20 22.55 0.25 1.30 TG LA7 COFFEE BREAK LARIA CHE TIRA I MEN DI BENEDETTA TG LA7 CRISTINA PARODI LIVE IL COMMISSARIO CORDIER I MEN DI BENEDETTA G DAY TG LA7 OTTO E MEZZO CROZZA NEL PAESE DELLE MERAVIGLIE ITALIAND REMIXATA ZORO 2011. FINALE DI PARTITA OMNIBUS NOTTE TG LA7 SPORT

IL SONDAGGIO Secondo voi il Milan dovrebbe vendere il brasiliano Pato?


Secondo voi il Milan dovrebbe vendere Pato a gennaio? Finora i nostri lettori sono divisi a met

IL VIDEO Ronaldo promuove il Mondiale: Sar il migliore

Film sul Digitale Terrestre

Lo Sport in chiaro, sul satellite e sul digitale terrestre


IN DIRETTA
CALCIO
20.45 NOVARA - LIVORNO
Serie B MP Calcio, Sky Calcio 1

PREMIUM
13.50 COME AMMAZZARE IL CAPO... E VIVERE FELICI PREMIUM CINEMA 15.50 36 - QUAI DES ORFEVRES PREMIUM CINEMA 17.20 CHATEAU MEROUX IL VINO DELLA VITA MYA 17.50 CARNAGE PREMIUM CINEMA 19.25 IL CUORE GRANDE DELLE RAGAZZE PREMIUM CINEMA 21.15 LA TALPA PREMIUM CINEMA 22.50 LA ZONA MORTA STEEL 23.30 UN AMORE SENZA TEMPO PREMIUM CINEMA

BOXE
21.00 BRITISH LIONHEARTS DOLCE & GABBANA ITALIA THUNDER
World Series Sky Sport 3

GOLF
9.00 WORLD TOUR CHAMPIONSHIP
PGA European Tour. Da Dubai, Emirati Arabi Sky Sport 2

16.30 MONDIALE
Gruppi misti HS 100 Rai Sport 2

11.00 CALCIO: LAZIO TOTTENHAM


Europa League

SKELETON
18.00 MONDIALE
Da Whistler, Canada Rai Sport 2

20.45 COMO - CUNEO


Lega Pro. Prima divisione. Girone A SportItalia

22.30 DI LUISA - REBRASSE


Titolo Unione Europea. Pesi Supermedi Rai Sport 1

NUOTO
16.30 EUROPEI VASCA CORTA
Da Chartres, Francia Rai Sport 1

VOLLEY
20.30 ROBURSPORT PESARO FOPPAPEDRETTI BERGAMO
Serie A1 femminile Rai Sport 1

BASKET
20.00 MAPOORO CANT PANATHINAIKOS ATENE
Eurolega SportItalia 2

FOOTBALL
18.00 IOWA - NEBRASKA
NCAA ESPN America

PATTINAGGIO ARTISTICO
08.45 GRAND PRIX
Programma corto uomini. Dal Giappone Eurosport 2

15.00 CALCIO: FAN CLUB MILAN 15.30 CALCIO: FAN CLUB ROMA 16.00 CALCIO: FAN CLUB INTER 16.30 CALCIO: FAN CLUB LAZIO. 17.00 CALCIO: FAN CLUB NAPOLI 20.45 CALCIO: JUVENTUS CHELSEA
Champions League

14.00 BASKET: LOS ANGELES LAKERS BROOKLYN NETS


NBA

16.30 GOLF: WORLD TOUR CHAMPIONSHIP


PGA European Tour. Da Dubai, Emirati Arabi

Sempre sovrappeso, Ronaldo (nella foto) promuove il Mondiale brasiliano: Sar il migliore mai visto

22.45 BASKET: BOSTON CELTICS SAN ANTONIO SPURS


NBA

IL BLOG Atleti paralimpici: Mille storie di sport e di vita


Per riflettere assieme a Claudio Arrigoni: nel suo blog ci racconta le storie di vita e di sport di atleti paralimpici

21.30 ARKANSAS - LSU


NCAA ESPN America

SKY SPORT 1
8.30 CALCIO: RUBIN KAZAN INTER
Europa League. Highlights

2.30

20.45 CASALE MONFERRATO PISTOIA


Lega Due. Rai Sport 2

11.15

GRAND PRIX
Programma corto donne Eurosport 2, Rai Sport 2

CALCIO: VERONA CESENA


Serie B

SKY SPORT 3
9.00 CALCIO: ARSENAL MONTPELLIER
Champions League

1.00

CINCINNATI SOUTH FLORIDA


NCAA ESPN America

1.30

BROOKLYN NETS LOS ANGELES LAKERS


NBA Sky Sport 2

SALTO CON GLI SCI


11.45 COPPA DEL MONDO
Qualifiche HS 100. Da Lillehammer, Norvegia Eurosport

SKY SPORT 2
7.30 RUGBY: IRLANDA SUDAFRICA
Test Match

4.00

ARIZONA ARIZONA STATE


NCAA ESPN America

09.00 CALCIO: AIK STOCCOLMA NAPOLI


Europa League

11.00 CALCIO: AIK STOCCOLMA NAPOLI


Europa League. Highlights

www.gazzetta.it

GazzaMeteo
A CURA DI

Ieri
ALGHERO ANCONA AOSTA BARI

min max
8 8 6 11 5 8 9 9 4 12 6 6 12 16 5 9 15 8 5 0 11 8 19 14 10 18 13 19 13 20 15 13 15 12 19 20 13 13 21 18 11 14 16 13

Oggi
Tempo ancora a tratti instabile al Sud e sul basso versante adriatico con qualche pioggia o rovescio. Asciutto sul resto del Paese con ampie schiarite al Nordovest e sui settori occidentali. Trieste Temperature ancora sopra la media, specie al Sud.
Venezia
10 14 12 16

Domani
Nubi in aumento al NOrdovest e ancora qualche addensamento al Centro ma con rischio di pioggia molto basso. Per il resto schiarite alternate a parziali annuvolamenti e nebbie sulla Val Padana. Clima ancora relativamente mite al Centrosud.

Dopodomani
Ulteriore peggioramento del tempo al Nord, specie sulle regioni nord-occidentali e dal pomeriggio anche sul Triveneto. Piogge comunque deboli e a carattere sparso. Schiarite che persisteranno su Alto Adige, Romagna e su tutto il Centrosud.

Trento Aosta
4 11 10 14

Legenda CIELO
Sole Nuvolo Rovesci Coperto Pioggia Temporali Neve Nebbia

BOLOGNA

Milano
9 13

VENTI
Deboli Moderati Forti Molto forti

CAGLIARI CAMPOBASSO CATANIA FIRENZE GENOVA L'AQUILA MILANO NAPOLI PALERMO PERUGIA POTENZA REGGIO CALABRIA ROMA TORINO TRENTO TRIESTE VENEZIA

Torino
4 12 9

Bologna Genova
15 9 14

Ancona

Firenze
9 16

Perugia
8 13

12 15

LAquila
10 14

MARI
Calmi Mossi Agitati

ROMA
11 18

Campobasso
9 14

Bari Potenza
8 13 11 17

Napoli
13 18

Cagliari
12 19

Catanzaro
10 17

Il sole oggi MILANO


Sorge Tramonta

ROMA
Sorge Tramonta

Palermo
13 20

Reggio Calabria
15 21

Il sole domani MILANO


Sorge Tramonta

La luna ROMA
Sorge Tramonta Nuova Primo quarto Piena Ultimo quarto

Catania
15 20

7:31

16:46

7:08

16:43

7:33

16:45

7:09

16:42

14 nov.

21 nov. 28 nov.

6 dic.

40

LA GAZZETTA DELLO SPORT

VENERD 23 NOVEMBRE 2012