Sei sulla pagina 1di 8

il giornale dei giovani di Pantelleria

anno 1 - n. 11 - Novembre 2012


agorapnl.it | agorapnl@gmail.com

La Voce di Agor - Novembre 2012

Nasce Pantelleria360.it di FollowMe Communication Noi come Alice di Samuela Guida

Opportunit di Danilo Ruggero Il sogno americano di Angelo Casano

indice

Nasce Pantelleria360.it - di FollowMe Communication

Nasce Pantelleria360.it

Un modo nuovo di scoprire lisola


albergo, oppure uno spazio aperto come i luoghi di interesse naturalistico o archeologico. Un pre-viaggio virtuale che permette di vedere i luoghi che potrebbero diventare meta di una vacanza reale. Pantelleria360.it non soltanto panorami e belle foto, ma anche cultura Lisola di Pantelleria, famosa e conosciuta da sempre per le bellezze naturali che la contraddistinguono viene invece spesso sottovalutata per le grandezze artistiche e architettoniche di cui essa ricca, tra cui le piccole ma caratteristiche chiesette rurali sparse per buona parte del nostro territorio. Per tutti coloro che, pur essendo stati in vacanza sullisola non hanno avuto il tempo, il piacere, la voglia o la possibilit di conoscere anche questa piccola parte storica nascosta e, azzardiamo, trascurata del territorio pantesco, abbiamo pensato ad un progetto analogo e legato a stretto filo con Pantelleria360.it che abbraccia la singolare bellezza di anni di storia la cui importanza va scemando sempre pi. Il progetto Chiesette di Pantelleria 360, che conterr un percorso interattivo nellattraente e meraviglioso mondo del verde e delle campagne in cui le nostre chiesette sono immerse. Esso infatti prevede la realizzazione di un sito parallelo al Pantelleria360.it e interamente dedicato a questa nuova ed affascinante iniziativa con cui daremo, la possibilit di osservare da vicino e nel dettaglio gli spazi interni ed esterni delle piccole chiesette sparse sul territorio, cos da poter avere

ensazioni uniche quelle regalate dagli scatti e dalle pagine di pantelleria360.it, il nuovo sito realizzato dallAssociazione Culturale Follow Me Communication. Pantelleria360. it nuovo modo di far conoscere tutte le bellezze dellantica Cossyra. I suoi panorami mozzafiato, gli angoli pi suggestivi, come lAltura di Scauri, il Lago di Venere, Balata dei Turchi o lArco dellElefante, sono solo alcuni dei virtual-tour che mostrano uninedita Pantelleria vista a 360. La nuova tecnologia che sta alla base del sito, utilizza immagini panoramiche navigabili a 360, grazie alle quali il visitatore si immerger nel luogo ricercato, sia esso un interno come uno dammuso, un museo, un

Nasce Pantelleria360.it - di FollowMe Communication

una visualizzazione globale dellintero edificio e del suo sfondo. Un museo in rete dunque, aperto sul web al mondo intero. Affinch liniziativa possa concretizzarsi e prendere vita, abbiamo bisogno del sostegno di tutti. Certi della fiducia, della disponibilit e della collaborazione di tutti, abbiamo aperto una campagna di sot-

toscrizione volontaria finalizzata a finanziare almeno parzialmente il progetto. Per chi volesse dare il proprio contributo, possibile farlo tramite bonifico bancario, carta di credito o paypal o pu contattarci al 339.608.50.37 o su internet: http://panorami. pantelleria360.it/lechiesette-di-pantelleriail-progetto/ Alcune aziende e pro-

fessionisti dellisola hanno gi sottoscritto liniziativa, e nomi dei sostenitori faranno ingresso allinterno del sito. Intestazione: Follow Me Communication Causale: Progetto Chiesette Pantelleria IBAN: IT 76 w 02008 81900 000102069656

Noi come Alice - di Samuela Guida

Noi come Alice


Se io avessi un mondo come piace a me, l tutto sarebbe assurdo: niente sarebbe com, perch tutto sarebbe come non , e viceversa! Ci che , non sarebbe e ci che non , sarebbe! cos dice Alice nel paese delle meraviglie fornendoci lo spunto per delle domande che adesso diventano di necessaria importanza: cosa non nella nostra isola? non sono i trasporti, da sempre temporanei, precari, quasi inesistenti; non sono i politici, interessati pi al loro tornaconto che al bene comune e non sono i cittadini, uniti sempre nellinventare lultimo pettegolezzo e mai quando bisogna impegnarsi per andare avanti e migliorare. E se davvero avessimo la possibilit di cambiare? La nostra isola dovrebbe essere in primis collegata con il mondo cos da poter essere finalmente considerata meno isola che non c e pi paese delle meraviglie. Per far ci servono trasporti funzionanti, meno elitari e soprattutto pi costanti. Altro ruolo di fondamentale importanza quello rivestito dalla classe dirigente, perch ci siamo stancati delle regine di cuori che giocano a cricket nel loro giardino personale mentre il popolo piange miseria fuori dalle mura del palazzo. Adesso basta! Bisogna smettere di leccarsi le ferite e guardare finalmente avanti agendo e soprattutto ragionando come insieme e non pi come singolo. Per

questo si dovrebbe scommettere sulla novit, su qualcuno che come il cappellaio matto sappia stravolgere le cose una volta per tutte. Ma soprattutto ci che non ed invece dovrebbe il nostro modo di essere panteschi poich c ancora chi non crede che davvero lunione che fa la forza, che siamo noi che possiamo fare la differenza lottando affinch nessuno ci tagli la testa. Un cambiamento quindi che abbracci tutto e tutti quello che serve veramente, ricordando, a chi non sapesse da dove partire, il consiglio che Lewis Carroll fa pronunciare al Re del suo straordinario libro: Inizia dallinizio e vai avanti finch non arrivi alla fine: poi, fermati.

Opportunit - di Danilo Ruggero

opportunit
paese perch tintralcia la strada. Miriadi dopportunit che si perdono o si perderanno solo per superficialit, per pregiudizio, per impreparazione, per orgoglio, o per chiss quantaltro. Fa parte di un naturale processo, di una costante vitale. Alcuni hanno e avranno sempre un chances in pi rispetto ad altri non perch sono pi furbi o pi veloci ma semplicemente perch avranno preso pi opportunit al volo, senza pregiudicare, senza scrupoli. Siccome esistono delle opportunit che, a mio parere, non possono andare perdute doveroso che siano messe in luce, per far si che al loro arrivo quellinvito, quel consiglio, di un amico, di un parente, di un compagno di studi, di un collega di lavoro oppure un semplice volantino di un passante per strada che incomincer con YourTrainersGruop non vadano sprecati, pregiudicati, scherniti, o persi come un qualsiasi altro messaggio pubblicitario. YourTrainersGroup unazienda di formazione, leader nel suo campo, in Italia e non solo, che ha come obiettivo, con un corso chiamato Yourmagister, di diffondere nuove metodologie dapprendimento, tecniche di memorizzazione efficace, lettura veloce, public speaking, comunicazione, gestione e risparmio del tempo, strategie di pianificazione e soprattutto crescita motivazionale, emotiva e personale. Lo scetticismo in questi casi comprensibile, quasi dobbligo, perch chi mai crederebbe allipotetica possibilit che una persona possa migliorare davvero in cos tanti ambiti con un corso? Il pensiero comune che con la crisi finanziaria che avanza la gente si inventerebbe qualsiasi cosa pur di vendere un prodotto e di restare a galla, ma questa invenzione, nata una dozzina di anni fa, ha fatto breccia e continua a farla nella realt deglitaliani, lasciando un segno indelebile su tutte le persone che hanno deciso di frequentare i loro corsi. Sarebbe riduttivo e ineffi-

os unopportunit? Lopportunit un occasione priva di pregiudizio, priva di scrupoli, presa al volo, senza macchinosi e scomodi crucci. Lopportunit quel momento che passa una volta soltanto e che bussa quando meno lo si aspetta. Lopportunit pu essere il consiglio di un amico o di un parente caro che incondizionatamente ti invita a vivere quello che lui ha gi vissuto; lopportunit quella voglia emulatrice che si prova quando nasce quel pizzico dinvidia guardando le gesta eroiche di un collega universitario che da sette esami in una sola sessione studiando tre quarti meno di quanto studi tu; lopportunit pu essere un foglio volante, un foglio di carta stracciato, un volantino rubato due secondi prima linizio di una lezione universitaria ad un passante allingresso; lopportunit un invito di uno sconosciuto che ti ferma per strada e ti dice: Scusa ti lascio un invito e che tu prontamente mandi a quel

Opportunit - di Danilo Ruggero


cace scrivere le modalit di funzionamento di tutte le tecniche e le nozioni che vengono insegnate al corso, soprattutto perch risulterebbe impossibile in termini pratici. Pi vantaggioso sarebbe invece esplicare in che modo esse possono essere applicabili ed efficaci nel lavoro o nello studio iniziando ad elencare le cose pi comuni e scontate come: - memorizzare in tempo brevissimo qualsiasi cosa, come testi, formule, codici, definizioni, numeri, elenchi, immagini ecc ecc senza mai pi doverle ripetere, rileggere, e senza mai poterle dimenticare; leggere al doppio della velocit a cui si normalmente abituati; - gestire il tempo in maniera ottimale; - imparare nuove lingue straniere in tempi brevissimi e chi riesce ad immaginare qualsiasi altra cosa che adesso nella propria mente crede impossibile, beh si si pu fare. Si dice che chi immagina PUO, per cui da primo scettico, ai miei tempi, dico che si PUO restare ogni giorno sempre pi sorpresi delle potenzialit che pu avere il cervello umano. Quelli su citati sono solo alcuni esempi di cosa YourMagister fornisce ad una persona. Bisognerebbe citare anche la spinta motivazionale, emotiva e i messaggi di crescita ma, mi sembra opportuno prima di tutto chiarire il perch scrivere di un azienda di questo tipo su La voce di Agora. E un dato in continua crescita ma sono circa 20 i ragazzi di Pantelleria che hanno deciso, nellarco degli ultimi due anni, di frequentare questo corso. Il bagaglio che hanno acquisito e che adesso si portano alla spalle, come per tutti i corsisti, ha un valore talmente elevato da volerlo incondizionatamente dare e consigliare. Per cui oltre alla validit dellinformazione, che potrebbe risultare futile in se per se, scrivere di questa esperienza un modo per poter consigliare a chiunque di darsi lopportunit di vivere qualcosa che potrebbe cambiare molti aspetti della propria vita.

Il sogno americano - di Angelo Casano

Il sogno AMERICANO
ergeva sul sogno, sulla speranza dei cittadini la campagna elettorale del presidente uscente Obama. Il 6 Novembre e ancora lui ad avere la meglio. La folla grida a squarcia gola: <<Altri 4 anni. Altri 4 anni>>. A vincere non solo Obama ma la voglia di lottare , di cambiare davvero. Di continuare a sognare ancora. Mi verrebbe da dire la forza del sogno, la forza della speranza. Vince in America la voglia di continuare a poter pensare che tutto sia possibile che i sogni possono pure diventare realt. non da poco. Non un cieco ottimismo- dir Obama nel suo primo discorso da presidente appena eletto- ma la speranza che il meglio per lAmerica deve ancora venire.Segna un passaggio epocale la vittoria di Obama,forse la chiusura di epoca e linizio di una nuova che vede un America nuova,un Europa diversa, un globo in cambiamento. Le elezioni americane hanno visto anche la partecipazione di tutti i cittadini che continuano a mostrarsi parte attiva della societ. Pochi giorni prima abbiamo assistito alle regionali.. Il confronto,ahim, diventa dobbligo. Vince Rosario Crocetta ma a votare meno del 50%. Lassenteismo sovrano se si contano pure una parte di voti di protesta che riceve il movimento 5 stelle.. Perch tanta differenza? A cambiare chiaramente la portata dellevento. In Sicilia non si certo votato per eleggere il Presidente degli Stati Uniti. Tuttavia, vorrei cercare di scavare pi a fondo. In Italia, in Sicilia, la gente stanca, disillusa, in altri termini ha smesso gi da un pezzo di sognare, di sperare che le cose possano pure cambiare. A quelli che pensano che la strada giusta da percorrere sia quella del non voto risponderei che non sono daccordo, che il cambiamento possa avvenire solo con una presa di coscienza e una partecipazione attiva,invece, la storia ce lo ha da sempre insegnato. Il mio amico Umberto direbbe:<< se si mangia male in un ristorante, la soluzione non penso sia quella di non andare pi in alcuno, ma di cambiare locale. Questo chiaramente non vale solo per i ristoranti!>> Dobbiamo ritornare tutti, grandi e piccoli, a sperare, a lottare affinch i sogni possano ancora una volta tornare a vincere,ad avere la meglio.