Sei sulla pagina 1di 11

Le Vittoria mie petizioni Modifica il profilo 8,787 Impostazioni firme Esci change.org 1. Lancia una petizione. 2.

Sfoglia le petizioni 1. Ital Rolando

A Vicepresidente Mediaset Questa petizione sar consegnata a: Pier Silvio Berlusconi Vicepresidente Mediaset Fedele Confalonieri Presiente Mediaset

Ultime firme

Matteo Ribolzi ritira la ITALY Mediaset: MACCAGNO, ITdenuncia contro il giornalista 41m Pablo Herreros. #SiamotuttiPablo Stefano Zanella MILANO, IT ITALY 1h elisabetta masiero VENEZIA, IT ITALY Lanciata da 2h Stefano Corradino emanuela toffolon LUCCA, IT ITALY

Roma,2h Italy Laura Sommaruga Moltiplica il tuoCANNOBIO VB, IT ITALY impatto 2h

Condividi questa petizione e invita le persone che conosci a firmare.


barbara damato BARI, IT ITALY TU 2h I TUOI AMICI 170 medio I LORO AMICI 10,000 circa

Novembre 2012

Vittoria
Mediaset ha ritirato la denuncia sporta contro il blogger spagnolo Pablo Herreros, dopo la mobilitazione svoltasi su Change.org che ha portato alla raccolta di migliaia di firme. " una vittoria per la societ civile spagnola ma che coinvolge anche il nostro Paese perch riguarda la societ Mediaset di Berlusconi, perch riguarda il bavaglio allinformazione - modalit che in molti anche in Italia vorrebbero applicare ai cronisti e perch se circa 9mila persone in 24 ore hanno firmato lappello su Change.org vuol dire che c unopinione pubblica italiana che ha a cuore la libert di espressione." Stefano Corradino Nel Novembre 2011 un programma della spagnola Telecinco (societ del gruppo Mediaset) decide di pagare 10mila euro per intervistare la madre di uno degli imputati dell'assassinio di Marta Del Castillo, 17enne sivigliana uccisa da un ex fidanzato e un amico, e il cui corpo non mai stato ritrovato.

All'opinione pubblica spagnola, molto sensibile su questo tema, non affatto piaciuto che questa emittente abbia dato 10mila euro alla madre di uno degli assassini della giovane. Il blogger Pablo Herreros disgustato dalla trasmissione lanci un appello su Change.org affinch gli inserzionisti del programma si ritirassero, per non essere confusi con un programma "che paga gli assassini per intervistarli". All'appello aderirono decine di migliaia di persone in poche ore tanto da convincere alcuni dei pi grandi marchi presenti in Spagna, a ritirare i propri spot dal programma. Poche settimane dopo il programma, La Noria, venne definitamente chiuso. L'emittente Telecinco, fondata da Silvio Berlusconi nel 1989, non nuova a pesanti cadute di stile tanto da meritarsi l'appellattivo di "telebasura" (tv spazzatura). Mediaset, piuttosto che scusarsi con i propri telespettatori per l'ennesima figuraccia, questa settimana ha denunciato per minacce e coercizione nei confronti degli inserzionisti il blogger Pablo Herreros e chiede 3,7 milioni di euro e 3 anni di carcere. E cos quel virus tutto italiano del "bavaglio" e della cancellazione delle voci sgradite e fuori dal coro che qualcuno in Italia vorrebbe trasformare in legge dello Stato sta contagiando anche altri Paesi europei, tra cui, per l'appunto, la Spagna. E chi si permette di rivendicare il primato dell'etica e della deontologia professionale su quello del denaro e della speculazione sulle tragedie viene denunciato, intimidito, per costringerlo al silenzio. Sono Stefano Corradino, direttore di Articolo21, un giornale on line che da oltre dieci anni si batte per un'informazione libera e autonoma, n sotto dittatura n sotto dettatura. Per questa ragione anche dall'Italia, Paese che conosce bene il padrone di Telecinco e le sue crociate contro la libert di informazione, ho deciso di lanciare questa petizione a sostegno del blogger Herreros e del suo diritto alla critica e alla libert di espressione chiedendo che i vertici di Mediaset ritirino subito la denuncia. Se in Italia il servizio d'ordine mediatico di Berlusconi chiede che Sallusti non vada in carcere quantomeno per coerenza dovrebbe rifiutare la galera anche per il collega spagnolo. #SiamotuttiPablo A: Vicepresidente Mediaset (Pier Silvio Berlusconi) Presiente Mediaset (Fedele Confalonieri) Nel Novembre 2011 un programma della spagnola Telecinco (societ del gruppo Mediaset) decide di pagare 10mila euro per intervistare la madre di uno degli imputati dell'assassinio di Marta Del Castillo, 17enne sivigliana uccisa da un ex fidanzato e un amico, e il cui corpo non mai stato ritrovato. All'opinione pubblica spagnola, molto sensibile su questo tema, non affatto piaciuto che questa... Nel Novembre 2011 un programma della spagnola Telecinco (societ del gruppo Mediaset) decide di pagare 10mila euro per intervistare la madre di uno degli imputati dell'assassinio di Marta Del Castillo, 17enne sivigliana uccisa da un ex fidanzato e un amico, e il cui corpo non mai stato ritrovato. All'opinione pubblica spagnola, molto sensibile su questo tema, non affatto piaciuto che questa emittente abbia dato 10mila euro alla madre di uno degli assassini della giovane. Il blogger Pablo Herreros disgustato dalla trasmissione lanci un appello su Change.org affinch gli inserzionisti del programma si ritirassero, per non essere confusi con un programma "che paga gli assassini per intervistarli". All'appello aderirono decine di migliaia di persone in poche ore tanto da convincere alcuni dei pi grandi marchi presenti in Spagna, a ritirare i propri spot dal programma. Poche settimane dopo il programma, La Noria, venne definitamente chiuso. L'emittente Telecinco, fondata da Silvio Berlusconi nel 1989, non nuova a pesanti cadute di stile tanto da meritarsi l'appellattivo di "telebasura" (tv spazzatura). Mediaset, piuttosto che scusarsi con i propri telespettatori per l'ennesima figuraccia, questa settimana ha denunciato per minacce e coercizione nei

telespettatori per l'ennesima figuraccia, questa settimana ha denunciato per minacce e coercizione nei confronti degli inserzionisti il blogger Pablo Herreros e chiede 3,7 milioni di euro e 3 anni di carcere. E cos quel virus tutto italiano del "bavaglio" e della cancellazione delle voci sgradite e fuori dal coro che qualcuno in Italia vorrebbe trasformare in legge dello Stato sta contagiando anche altri Paesi europei, tra cui, per l'appunto, la Spagna. E chi si permette di rivendicare il primato dell'etica e della deontologia professionale su quello del denaro e della speculazione sulle tragedie viene denunciato, intimidito, per costringerlo al silenzio. Sono Stefano Corradino, direttore di Articolo21, un giornale on line che da oltre dieci anni si batte per un'informazione libera e autonoma, n sotto dittatura n sotto dettatura. Per questa ragione anche dall'Italia, Paese che conosce bene il padrone di Telecinco e le sue crociate contro la libert di informazione, ho deciso di lanciare questa petizione a sostegno del blogger Herreros e del suo diritto alla critica e alla libert di espressione chiedendo che i vertici di Mediaset ritirino subito la denuncia. Se in Italia il servizio d'ordine mediatico di Berlusconi chiede che Sallusti non vada in carcere quantomeno per coerenza dovrebbe rifiutare la galera anche per il collega spagnolo. #SiamotuttiPablo Cordiali saluti, [Il tuo nome] Leggi tutto Meno

Sostenitori
Motivi per firmare
I pi popolari Ultimi

Perch questo importante per te? Pubblica

Inviami aggiornamenti sul perch le persone stanno firmando

Felice Celestino BERZANO ( ASTI ), ITALY 2 giorni fa Mi piace Piaciuto di pi 3 Perch la libert di opinione non un optional,perch avere tanti soldi non d il diritto di prevaricare SEGNALA QUESTO COMMENTO:
Questo commento non appropriato

Cancella Carmelo Bordonaro AUGUSTA, ITALY 2 giorni fa


Segnala

2 giorni fa Mi piace Piaciuto di pi 2 se permetteremo al denaro di spegnere le voci dissonanti li lasceremo dominare su una massa di lobotomizzati SEGNALA QUESTO COMMENTO:
Questo commento non appropriato

Cancella ciro sannino CERNUSCO SUL NAVIGLIO, ITALY 2 giorni fa Mi piace Piaciuto di pi 2
Segnala

no al bavaglio sull'informazione!!!! SEGNALA QUESTO COMMENTO:


Questo commento non appropriato Segnala

Cancella

Perch questo importante per te?

Inviami aggiornamenti sul perch le persone stanno firmando


Pubblica

Pierino Forno VIA DEL MAR, CHILE circa 3 ore fa Mi piace Piaciuto di pi 0 Penso che le ragioni siano chiarissime: chi fa finta di non capire un farabutto. SEGNALA QUESTO COMMENTO:
Questo commento non appropriato

Cancella serena carmilla CAMPIGLIA MARITTIMA LI, ITALY circa 3 ore fa Mi piace Piaciuto di pi 0
Segnala

C' ancora gente che si indispone quando si violano diritti... Evviva! SEGNALA QUESTO COMMENTO:

SEGNALA QUESTO COMMENTO:


Questo commento non appropriato

Cancella serena carmilla CAMPIGLIA MARITTIMA LI, ITALY circa 3 ore fa Mi piace Piaciuto di pi 0
Segnala

Basta, non se ne pu pi, ormai bisogna lottare anche per il mantenimento dei pi elementari diritti ogni stramaledetto giorno! Ma esiste ancora chi ha dignit da difendere, rispetto per il prossimo, senso del prossimo e per fortuna siamo rognosi da imbavagliare! SEGNALA QUESTO COMMENTO:
Questo commento non appropriato

Cancella walter savio MONFALCONE, ITALY circa 3 ore fa Mi piace Piaciuto di pi 0


Segnala

perch non sopporto le usanze di Berlusconi,affinch non venga condannato per quel che si merita SEGNALA QUESTO COMMENTO:
Questo commento non appropriato

Cancella luca arnuzzo GENOVA, ITALY circa 4 ore fa Mi piace Piaciuto di pi 0


Segnala

perch ora di finirla con questa gentaglia! SEGNALA QUESTO COMMENTO:


Questo commento non appropriato Segnala

Cancella

Altri motivi

Notizie
1. Raggiunte 5,000 firme 2. La campagna su il Fatto Quotidiano

da Salvatore Barbera Campaigns Director, Italy Il post di Stefano Corradino sul blog del Fatto Quotidiano.

Mediaset vuole mettere il bavaglio al blogger: #siamotuttipablo Una tv (gruppo Mediaset) sfrutta una disgrazia. Un blogger invita gli sponsor a boicottarla e si becca una sonora denuncia. 3. Raggiunte 4,000 firme Ottiene il codice da incorporare Segnala come inappropriato

Invita i tuoi amici a partecipare a questa campagna:


Utilizza Facebook per connettersi con gli amici e invitarli ad unirsi a questa campagna.
Condividi su Facebook

Collegare la tua rubrica per inviare una e-mail ai tuoi contatti.


Servizi supportati
newsall@virgilio.it Invia password via e-mail

Loading contacts. This may take a few minutes...


Ottieni i contatti e-mail

Non memorizziamo mai la tua password. Usa il tuo client di posta elettronica I tuoi inviti sono stati spediti! Crea un account per salvare i tuoi contatti: Non vuoi ricaricare tutti i tuoi contatti la prossima volta che condividi una petizione? Imposta una password per creare un account e salva i tuoi contatti per usarli di nuovo in futuro. La tua e-mail newsall@virgilio.it Nuova password Password
Salva i contatti

Preferisco condividere su Facebook, Twitter o sul mio sito web o blog

Preferisco condividere su Facebook, Twitter o sul mio sito web o blog Preferisco condividere con i miei contatti e-mail, Twitter o sul mio sito web o blog Preferisco condividere con i miei contatti e-mail, condividere su facebook or Twitter

Invita i tuoi amici a partecipare a questa campagna:


Trova gli amici per nome ... Search

1. A-led Tecnologie A Led non ha ancora firmato questa petizione


Il tuo commento personale CONDIVIDI

2. Aldo Sottofattori non ha ancora firmato questa petizione


Il tuo commento personale CONDIVIDI

3. Alessandro Fersini non ha ancora firmato questa petizione


Il tuo commento personale CONDIVIDI

4. Alessandro Lo Proto non ha ancora firmato questa petizione

non ha ancora firmato questa petizione


Il tuo commento personale CONDIVIDI

5. Andrea Moretti non ha ancora firmato questa petizione


Il tuo commento personale CONDIVIDI

6. Anglica DeLa Pica Morales non ha ancora firmato questa petizione


Il tuo commento personale CONDIVIDI

7. Axel Ritt non ha ancora firmato questa petizione


Il tuo commento personale CONDIVIDI

8. Bast Matt non ha ancora firmato questa petizione


Il tuo commento personale CONDIVIDI

Oggi puoi ancora condividere con un massimo di 16 amici. Se firmano, ottiene i punti di riconoscimento. ! Seleziona gli amici da invitare

! Seleziona gli amici da invitare

Raccogli altre firme per questa petizione:


Aggiungi questo widget al tuo sito web o blog. Personalizza il widget della tua petizione qui sotto: Larghezza 300px Colore Royal Blue Copia il codice ed incollalo sul tuo blog o sito internet
<div id="change_BottomBar"> <span id="change_Powered"><a href="http://www.change Anteprima Widget .org/" target="_blank">Change. org</a></span><a>| </a><span id="change_Start">Inizia una <a href='http://www.change .org/petition'>Petizione Online</a></span> </div> <script type="text/javascript" src="http://e.change.org: 80/flash_petitions_widget .js? Preferisco condividere width=300&petition_id=8 Preferisco condividere 88362&color=1A3563"> </script> Preferisco condividere

su Facebook, Twitter o sul mio sito web o blog con i miei contatti e-mail, Twitter o sul mio sito web o blog con i miei contatti e-mail, condividere su facebook or Twitter

change.org Incoraggiare ogni persona, in tutto il mondo, a creare il cambiamento che vuole vedere. 1. Su di noi 2. Team 3. Lavora con noi B Corp Siamo orgogliosi di essere certificati come una impresa sociale che usa le potenzialit di un'azienda per il bene della societ.

Lancia una petizione.


1. Vittorie 2. Guide e suggerimenti Change.org per

Organizzazioni Contattaci
1. 2. 3. 4.
Italiano

Aiuto Media Legale Pubblicit

Sui media
The New York Times CNN Bloomber Buidnessweek
2012, Change.org Inc. Tutti i diritti riservati.

1. 2. 3. 4.

Privacy Policy Termini di servizio Linee guida sugli annunci Sviluppatori