Sei sulla pagina 1di 2

1

Nicola Peirce 21/11/2012

"MONUC, for example, has one of the largest budget of any of the over fifteen UN peacekeeping missions around the globe, absorbing roughly US$ 1,4 billion in 2012/2013..." (fonte: sito ufficiale dellONU - www.un.org) Vale a dire che per il periodo Luglio 2012-Giugno 2013, sono stati stanziati (nda: approvato dallAssemblea Generale con la risoluzione 50/221 B), per questa missione nella R.D. del Congo, la bellezza di 1,4 miliardi di US$ su un totale di oltre 10 miliardi di US$ di finanziamenti per le missioni di cosi detta: peacekeeping. Ora, da alcuni giorni, in quel paese dellAfrica centrale, nel silenzio assordante dei nostri media impegnati a seguire le imperdibili primarie del PD e le solite evoluzioni dei nostri politici, si riaccesa la guerra tra bande per il controllo delle enormi risorse minerarie. Dietro queste bande si celano le multinazionali di quegli stessi paesi che attraverso lONU finanziano la missione di pace. In pratica noi occidentali con una mano finanziamo la pace e con laltra finanziamo la guerra. Queste multinazionali sono interessate a mettere le mani, a condizioni vantaggiose, sui giacimenti di petrolio, diamanti, oro, rame e soprattutto del preziosissimo e rarissimo Coltan (columbotantalite), minerale necessario allindustria elettronica, di cui la R.D. del Congo uno dei maggiori produttori. Il MONUC il pi imponente contingente di forze di pace ONU mai impiegato nella storia degli interventi di peacekeeping, oltre 22.000 uomini tra militari e osservatori (fonte: sito ufficiale dellONU - www.un.org).

Nicola Peirce 21/11/2012

Bene, come risposta allescalation di violenza, con i ribelli che entrano nei villaggi alla periferia di Goma, citt teatro degli scontri pi violenti e rapiscono donne e bambini, uccidendo gli uomini, questa forza di pace, costosa e super - attrezzata, si ritirata nelle proprie caserme dislocate in Uganda senza accogliere o aiutare nessun profugo, lasciando solo pochi addetti nel Head Office di Kinshasa, per evacuare i civili stranieri presenti sul territorio, tra cui alcuni vulcanologi italiani. Provate a indovinare, invece, chi rimasto ad accogliere i profughi locali, quelle migliaia di donne e bambini sfuggiti a stupri e massacri? I missionari della Chiesa Cattolica! I tanto odiati pretacci", in questo caso salesiani, che a rischio della vita hanno aperto le porte della loro missione di Goma a quelle donne e a quei bambini fuggiti dai villaggi presi dassalto dai ribelli. Ora, conti alla mano, la Chiesa Cattolica con l'8xmille ha ricevuto nel 2011, in totale, circa 1,1 miliardi di Euro, da dividere tra sostentamento del clero, manutenzione immobili di culto e opere caritative tra queste, solo in Africa: 964 ospedali, 5.018 dispensari, 270 lebbrosari, 655 case per anziani e disabili, 791 orfanatrofi e 2.036 giardini dinfanzia (fonte: OMS e UNHCR). Questi 1,1 miliardi di Euro sono pari, al cambio attuale, a circa 1,4 miliardi di US$, cio quanto coster in un anno la sola MONUC, la missione di pace dell'ONU in Congo che per non ha salvato nessuno, mentre i "pretacci" stanno salvando centinaia di profughi. Scusate dimenticavo dal 2007 a oggi, in cinque anni il MONUC ha speso 8,73 miliardi di US$ (fonte: sito ufficiale dellONU - www.un.org), ai quali bisogna aggiungere il nuovo stanziamento di 1,4 miliardi, in totale, allincirca, quanto ricevuto in dieci anni dalla Chiesa Cattolica con l8xmille! Meditate gente, meditate soprattutto prima di spararle grosse contro i pretacci!