Sei sulla pagina 1di 6

IL GIOCO

dei
Enrico Linaria

TITOLI

cambiare una lettera del titolo di un libro o un film

Mary Pompins la succhia rapita


di Enrico Linaria Allindomani delluscita in Italia del film Mary Poppins di Robert Stevenson con Julie Andrews e Dyck van Dyke nel 1965, in altre sale (quelle vietate ai minori di diciotto specializzate in porno e horror trash) usc Mary Pompins. Non era una parodia tipo Ultimo tango a Zagarol (1973) di Nando Cicero con Franco Franchi, memorabile rilettura casareccia del celebre film di Bertolucci basata sulla teoria dei bisogni. Come si pu immaginare, la vicenda aveva poco o nulla a che fare con il libro della Travers. Riguardava una governante assai propensa al sesso orale. Mary Pompins non certo entrato negli annali del cinema. per entrato nella storia dei giochi di parole. In particolare nella storia di quel vecchio gioco di cambiare una lettera, una sola, del titolo di un film o di un libro ottenendone tuttaltri significati. un gioco che, tra goliardia e intellettualismi, ogni tanto torna in auge.

Sfiga allO.K. Corral


Da noi riesplose sul finire degli anni Novanta con luscita di quel divertente libro che fu Sfiga allO.K. Corral (Einaudi 1998, tascabili stile libero, lire 15.000) dove erano raccolte, sotto la regia di Stefano Bartezzaghi, variazioni di titoli di celebri film ottenute modificando una sola lettera. Autori di queste modifiche Roberto Benigni, Umberto Eco e tanti navigatori capitati sulla rivista web (allora si diceva telematica) Golem. Alcuni esempi: Inciampa e cade nel letame in scuderia: Sfiga allO.K. Corral Essere un fan di Ombre rosse: Amar Ford Fila di paparazzi: Processione: reporter Stupido dun felino!: Il gatto tardo Bianchi e Legnano: Padri di biciclette Il flagello della mucca pazza: Apocalypse cow Fine stagione: A qualcuno piace saldo Pedofilia estrema: Attrazione fetale Morte di una scintosa: La mossa finita... Esauriti i film, Benigni, Eco & company, erano passati ai libri. Queste alcune delle variazioni. Indigestione di Calvino: Le cosmicoliche Miseria e nobilt: Il barone campante Indagine comunale a Palermo: LOrlando curioso Merola: De bello fallico Antibagno kafkiano: Il precesso Ritratto dellomosessuale da giovane: Pedalus Spedizione Nobile al Polo: Sei personaggi in cerca di aurore Silvio Berlusconi rivuole i soldi dati a suo fratello: Paolo, il saldo! Sistema PAL: La cognizione del colore Denigrazione colombiana: Luovo senza qualit Belle. Con la possibilit di ulteriori elaborazioni frutto delle nostre diverse formae mentis. A proposito di Brancati e Calvino ad esempio, subito me ne frullarono per la mente due che ovviamente erano di tuttaltro genere: Paolo dopo il climaterio: Paolo il calmo Un grosso baco emulo di Cosimo: Il bacone rampante

Ventimila seghe sotto i mari


Sul sito www.eseresi.it nato sul finire del 1998 da unidea di Francesco Varanini e del sottoscritto dedicammo un certo spazio a quel libro. Ovviamente, a proposito di titoli di libri, dovetti dire le mie. Jacques decide le candidature: Jacques il fa la lista Specificit botanica: Il meraviglioso mugo di Oz La ti scritta con grande cura: Ti con zelo Ammissione di colpevolezza: Il ladrone sono me In relazione a pesi e misure curiali: La stazza del vescovo Da alpino a marinaio: Il sergente nella nave Versione apocrifa francese del libro sacro dellIslam: Corano de Bergerac Guerra tra allevatori di mitili: Cozze di sangue Insuccesso fotografico: La camera mossa Masturbazioni di massa in fondo agli abissi: Ventimila seghe sotto i mari Una porcona davanti alla fava: La succhia rapita Mi rendevo conto di rischiare. Con le ultime due variazioni, omaggi sporcaccioni a Jules Verne e ad Alessandro Tassoni, mi precludevo gli ambiti scolastici dove i giochi di parole (dopo il grande successo del libro I draghi locopei di Ersilia Zamponi) andavano per la maggiore. Ma non osai fino in fondo. Ce lavevo e come in mente passando dalla letteratura al cinema quel Mary Pompins. Invece neanche lo nominai. Non perch non fosse farina del mio sacco. Lo sarebbe diventata a tutti gli effetti con Julie Andrews lo prende in bocca: Mary Pompins. Neanche lo nominai perch mi frull nella testa, mettendo assieme una variaziane cinematografica e una letteraria, un abbinamento niente male:

Mary Pompins la succhia rapita.


Ero certo che sarei incappato in consistenti perdite di tempo per rispondere a quanti si sarebbero scatenati nel nome della sacralit della cosiddetta cultura. E lasciai l la cosa. In quel 1998, quando la rete rassomigliava poco al mondo, anzi se ne distingueva parecchio, e non era sovraccarica come adesso, tantissimi navigatori mandarono delle belle variazioni. Facevamo cos concorrenza a www.rivistagolem.com. Specificit di sartoria: Lasola di Arturo (Giovanna Fumanelli)

Comera verde la mia calle


Notevole fu il contributo di Giulia Dagradi e di Riccardo Bocci che ne inviarono parecchie. Eccone alcune: Aerofagia turbolenta: Aria letale Arroganza ortodossa: Bulli e pope Prete del porto: Don Camallo Autunno automatizzato: Ascensore per linverno Nostalgie veneziane: Comera verde la mia calle Bisboccia infrasettimanale: Un mercoled da beoni Epico serial killer acheo: Omerican Psycho Le vacche, lamore, la morte: Rodeo e Giulietta James Stewart inebriato: La vite una cosa meravigliosa Spionaggio sicuro: I tre giorni del condom Monasteri di montagna: Dove orano le aquile Megalomania agricola: Quarto podere Innate doti marinaresche: Il senso di Smilla per la nave

Sulla scia di Giulia e Riccardo, Corrado rimase nellambito dei film: Forcipe assasino: Arma fetale

Se questo un uovo
Mauro riport invece il gioco sulla letteratura: Imparando a fare il meccanico: La vite, istruzioni per luso Scultore in pensione: Addio alle arti Il primo viaggio del mozzo: Il secchio e il mare Riposo della carovaniera: La duna e i fal Coccod: Se questo un uovo A fari spenti nella notte: Muore di tenebra

Patrimonio allitaliana
Grazie a Timoteo Motta tornammo al cinema: Limpero di Berlusconi: Patrimonio allitaliana Silvio Berlusconi: Quanto potere Giuliano Ferrara: Ciccia tragica Il cavallo del mio vicino: Il baio oltre la siepe Tutto esaurito al Cairo: Pienone dEgitto Furto al caseificio: Caci rubati Dolci siciliani in Grecia: I cannoli di Navarone Maniaco uccide nella capitale cubana: Il mostro agente allHavana Sicura parata di Toldo: La magnifica presa Figlia di pirata rovinata dal gioco: La figlia del corsaro perde Era allergico allalbume e non lo sapeva: Bianco fatale Luniverso meraviglioso: Dio Bravo Alla Caritas: C pasto per tutti Sottana riciclata: La gonna che visse due volte Mici dellalta societ: Gatti di gente perbene Aperto calzaturificio in Umbria: Tacchi a Spello Incertezze geometriche: I solidi sospetti Eminenza compra supermercato: La Standa del vescovo Dopo i saldi: La ressa finita Il nonno surgelato: Avo sodo Entusiasmato dal gioco, Timoteo Motta ce ne mand altri: cambiando una lettera, s, ma anche con sottrazioni (vedi A qualcuno piace Aldo e Sandalo al sole) e con aggiunte, vedi I magnifici setter. Istituto di credito introvabile: La banca degli onesti La prima goccia di pioggia: nata una stilla Lettere anonime: I fogli di nessuno Adolescenti innamorati a Rimini: Giovent, amore e sabbia In sala parto: Ecce bimbo Pranzo dietetico: Il pastino Allenamento della Roma: Palla coi lupi Dieta monocorde: Un uovo per tutte le stagioni Esibizionista olandese: Pene e tulipani Aldo Busi: Il grande ano rosso Periodico malanno degli avvocati: Febbre da cavillo Ubriaco nella bufera: Il vento e il beone Pesca miracolosa: I quattrocento polpi Due con sottrazione di una lettera: Biscardi ha ancora dei fans: A qualcuno piace Aldo

Calzatura dimenticata sulla spiaggia: Sandalo al sole E uno con laggiunta di una lettera: Bellisimi cani da caccia: I magnifici setter

Il sesso di Smilla per la neve


Guido Lion a cui era sempre piaciuto il gioco dei titoli, ci ricondusse a un libro e al film: Quella ragazza nordica che si prostituiva per andare a sciare:

Il sesso di Smilla per la neve

Viti da cani
Si fece avanti anche Giulio Ascanio Perini che, ci confess, era da quando aveva sedici anni che andava pazzo per sto gioco e ci mand quelli che si ricordava: Materiale scadente in una ferramenta: Viti da cani Tossica a rischio: La fatta sul tetto che scotta Battezzato nel fiume fiorentino: NellArno del signore Attricetta si aggiunge al cast di un film porno: La nona porca Goniometria onirica: La vita sognata degli angoli Prostituta riceve fiumi di clienti in albergo: Camera con lista Ricordi di agricoltori nostalgici: Come aravamo Corso di mineralogia per principianti: Tutto quello che avreste volu-

to sapere sul sasso ma non avete mai osato chiedere Ci si coglie luva fragola: La dolce vite Gnocche in Friuli: Il tempo delle mule Stagione di mostre pittoriche: Il tempo delle tele Scrivania ad elle: Un angolo alla mia tavola Prova esperienze omosessuali: Training gay Incendio in una balera: Brucio nel lento Leghisti ripristinano la vecchia politica: Ritorno al fu duro Energia dei pannelli solari: Potere assolato Il destino di una spirale: Vivere in f iga Mendicante ubriacone: Prendi i soldi e stappa Furto durante una svendita: Prendi i saldi e scappa

Avviso di chiavata
Altri titoli arrivarono da Giorgia Tarascio, dal suo bellissimo indirizzo e-mail che era lanagramma del suo nome e cognome. Giorgia disobbediva spesso alle regole canoniche del gioco dei titoli. Era il il caso di Lezioni di ano dove, anzich cambiare una lettera, ne toglieva due. In altre occasioni ne aggiungeva. Ma andava benissimo. Nel caso poi dellUltimo bacio: Fronte del morto cera un titolo vero e uno storpiato: una nuova frontiera per questo gioco? Cellulare ninfomane: Avviso di chiavata Imparare dal basso: Lezioni di ano Dostoevskij razzista: Le fotti bianche Pene di un povero morto: Il glande freddo Lultimo bacio: Fronte del morto Scivolone francese: Ultimo fango a Parigi Il retto racconta: Retti selvaggi (questo con due titoli variati)

Francis, il muto parlante


A distanza di tempo, nel riprendere in mano questo gioco, mi piace rispolverare qualche variazione cinematografica venuta fuori negli anni: Scelta naturalista: Vado nudo Ossimoro estremo: Francis, il muto parlante Ambito primo premio alla lotteria di Porkys: F iga per la vittoria Bella signora borghese balla la lap-dance dalle 14 alle 17 in un locale parigino: Balla di giorno Eccedere nel bere a mezzod: Balla di giorno Rogne grosse per la chiesa: Il prete bullo Sorta di bordello a cielo aperto: Il posto delle fregole Nessuna specialit e calorie nella norma: Un pasto tranquillo Dallantipasto al dolce, tutto a base di mitili: Pranzo di cozze Meglio che una gallina domani: Un uovo, oggi In cucina con un debole per il cianuro: Cuoco assassino Discutibile scelta culinaria: Niente lesso, siamo inglesi Farla bucolicamente nei campi: Niente cesso, siamo inglesi Maniaco del travesti: Luomo che amava le gonne Considerazione non proprio poetica: Il favoloso fondo di Amelie Geologia impazzita: Sassomatto Aspirazione agricolo-floreale: Serra promessa Regola pedagogica: Mai gridare al pupo Cosmesi naturale: La maschera di farro Problemi grossi in quel di Los Angeles: Cazzi a Beverly Hills Il cane Peter sa volare: Peter Can Plagiato in Per un pugno di dollari: La sfiga del samurai Passatempo prediletto da Penelope: Il gioco della tela Commento di una sorella puritana: Porco mio fratello a fare sesso Abissi che fanno paura: Il mare oscuro Non rispetto della fisiologia sudoripara: Oltraggio al sudore I piraa e lorca che si era smarrita: I predatori dellorca perduta Non di solo pane vive luomo: Marcellino rane e vino Ritorno alla calma: La ressa finita Residue speranze maschiliste: Lultima figa Confusione in geografia: La monaca di Ponza Genitori con la divisa: Guardie e padri I golpisti riconoscenti: Grazie Cia Urologo & sessuologo: Il medico dei cazzi il momento dellaperitivo: I due campari Furto dal ferramenta: Viti rubate Stallone che la tira per le lunghe: Fotte senza fine Ensemble vocale fuori controllo: Coro scatenato Nuova frontiera leghista: Oltre il duro Quella s che era una signora resina: Lambra del passato Non volere proprio sentire ragioni: Sordi a ogni costo Attilio Regolo sillude: Tenera la botte Attilio Regolo realista: Una botte per morire Attilio Regolo, lepilogo: La botte assassina Ventanni dopo: Paolo il calvo

Interessi correlati