Sei sulla pagina 1di 7

TECNICHE E LINGUAGGI DEI MEDIA

Prof. Franco Iseppi

ANALISI DI UN PRODOTTO TELEVISIVO

CORSO IN INGEGNERIA DEL CINEMA E DEI MEZZI DI COMUNICAZIONE

POLITECNICO DI TORINO

Indice
Scheda del programma Analisi Sitografia Bibliografia pag. 2 3 7 7

Pasquale LISENA
(matricola 164400)

SCHEDA DEL PROGRAMMA


X FACTOR
RETE DI TRASMISSIONE: DURATA:

Rai Due

3 ore ca. FASCIA ORARIA: prima serata (Prime Time), preserale (Day Time)1 PERIODICIT: settimanale (per il Prime Time), giornaliera (per il Day Time) PRODUZIONE: Rai in collaborazione con Magnolia AUTORI: Angelo Ferrari, Domenico Liggeri, Peppi Nocera, Cristiano Rinaldi, Andrea Marchi, Paola Costa REGISTA: Egidio Romio PRESENTATORI E/O ATTORI: Francesco Facchinetti (presentatore), Mara Maionchi, Morgan, Claudia Mori (guidici di gara) GENERE: Talent Show musicale CRONISTORIA: The X Factor (questo il nome originale del format) nasce in Gran Bretagna nel 2004, da unidea del manager discografico e produttore artistico britannico Simon Cowell, gi giudice nei programmi, da cui tra laltro ha preso spunto, Pop Idol e American Idol. Il format stato adattato e trasmesso in oltre 15 paesi tra cui Spagna, Belgio, Olanda, Australia, Islanda, Russia, Finlandia, Marocco, Colombia, Germania, Arabia Saudita, Danimarca, Repubblica Ceca e Italia.2 CONTENUTI PRINCIPALI: X Factor il Talent Show musicale che ha come obiettivo quello di scoprire e lanciare un cantante che abbia le caratteristiche per diventare una vera e propria Popstar. 3 Le aspiranti star scelte dopo migliaia di provini e divise in tre categorie (16-24, 25+ e Gruppi Vocali) si affrontano, puntata dopo puntata, in una gara canora, giudice della quale il pubblico, che esprime il proprio gradimento attraverso il televoto. A decidere quale tra i due partecipanti meno apprezzati deve essere eliminato dalla gara sono i giudici/capitani delle tre categorie. Tra i concorrenti che giungono allultima puntata, il pubblico decreter il vincitore, al quale spetta un importante contratto discografico e (a partire dallultima edizione conclusasi il 2 dicembre 2009) la possibilit di partecipare al Festival di Sanremo nella sezione Artisti.

1 2 3

Per la distinzione tra Prime Time e Day Time, cfr. lanalisi del programma. http://www.xfactor.rai.it/category/0,1067207,1067235-1086307,00.html http://www.xfactor.rai.it/category/0,1067207,1067235-1086308,00.html

X FACTOR E LA MULTIMEDIALIT
X Factor sfrutta totalmente quelle che sono le risorse della multimedialit, scomponendo il programma per inserirne le varie parti sulle diverse piattaforme mediali. Queste parti sono inoltre incatenate tra loro cos da generare un flusso continuo di comunicazione. Possiamo pensare ad una applicazione della teoria definita Sindrome di Sherazade, elaborata da Norbert Gonzles Gaitano considerando la sola televisione4. Nel nostro caso il tentativo di tenere lo spettatore il pi possibile allinterno del flusso comunicativo si estende a tutta la matrice mediale che comprende televisione, radio, web, telefono...
X FACTOR IN TV

Ovviamente la piattaforma televisiva quella pi utilizzata. Tuttavia anche nel contesto del medesimo medium X Factor utilizza canali diversi per ottenere il massimo riscontro dal pubblico, o meglio dai diversi tipi di pubblico. Il pubblico della prima serata, il pi vasto ed eterogeneo, segue la Prime Time, la gara vera e propria. Se si ha uno sguardo attento, si pu rintracciare allinterno della trasmissione i diversi generi televisivi che oggi come ieri godono di un ampio consenso di pubblico. Cos la gara canora (genere: game) ricorda il Festival di Sanremo; il conduttore, gli ospiti e le chiacchierate tra i vari personaggi ci fanno sentire di fronte ad uno spettacolo di variet; la crescita degli aspiranti cantanti, lattenzione al fattore emozione e il televoto ci rimandano alle matrici tipiche del reality show. Lattenzione dunque rivolta alla totalit del pubblico. Gli stessi ospiti invitati puntata dopo puntata fanno ci fanno comprendere lintenzione di soddisfare il pubblico di ogni et: si passa da Mogol ad Anastacia, da Fiorella Mannoia a J Ax. Il formato tradizionale 4:3 conferma quando gi detto. Nella fascia preserale giornaliera si colloca il Day Time, un riassunto della giornata, non presente nel format originale ma solo nelledizione italiana, che mostra le decisioni dei coach e i progressi dei cantanti. Lobiettivo quello di creare aspettative per il successivo Prime Time. In questa fase il linguaggio del programma si avvicina maggiormente a quello del reality show, entrando a stretto contatto con i protagonisti del programma e mostrandone le difficolt e le emozioni nel quotidiano. Il pubblico quello dei pi affezionati e assidui utenti del medium.

Secondo la Sindrome di Sherazade, la televisione cerca di trattenere davanti allo schermo lo spettatore e impedire che cambi canale, agendo in maniera analoga alla protagonista de Le Mille e Una Notte che, per aver salva la vita, ogni sera racconta al sultano una storia, rimandando il finale al giorno dopo, e tenendo quindi viva la sua attenzione e curiosit.

Il sabato alle ore 14:00 va in onda X Factor Il Processo, anchesso tutto italiano, condotto dallo stesso Facchinetti. Si cambia ancora genere poich il programma altro non che un talk show che ha lobiettivo di indagare e mettere sotto la lente dingrandimento X Factor, i suoi protagonisti, loperato dei giudici, le coreografie, il look ed in generale tutto ci che pu generare un dibattito costruttivo.5 Il formato 16:9 fa capire come Il Processo voglia andare incontro alla parte di pubblico pi attenta agli sviluppi del medium, ovvero il pubblico giovanile. Non un caso che durante la trasmissioni vengano trasmesse le pagelle dei concorrenti redatte dai pi famosi dj italiani. Da sottolineare quanto Il Processo voglia presentarsi come complemento piuttosto che come appendice al programma principale: infatti durante lultima puntata de Il Processo viene assegnato, da una giuria composta da esperti musicali quali giornalisti, rappresentanti dei network radiofonici, direttori dorchestra, un proprio premio, il Premio della Critica, che contribuisce alla fortuna del concorrente che lo riceve6. La presenza di X Factor nel mezzo televisivo continua anche attraverso altre trasmissioni. Infatti i concorrenti sono spesso ospiti della trasmissione Quelli che il calcio, il vincitore partecipa al Festival di Sanremo e numerosi talk show discutono sullandamento e sulle finalit del programma.
X FACTOR IN RADIO

Altra tipologia di pubblico quella della radio: un pubblico composto da giovani, da chi vuole essere aggiornato sulle hit del momento e da gente a cui piace ascoltare distrattamente (magari mentre si alla guida o si sta lavorando) le trasmissioni radiofoniche. pertanto per conquistare questo pubblico che gli autori di X Factor hanno pensato di far entrare gli aspiranti cantanti negli studi di alcune importanti stazioni (principalmente Radio Due e Radio Deejay). 7Ospiti di diversi programmi, i concorrenti sono stati intervistati e mandati in onda sulle frequenze radiofoniche, iniziando a entrare in quella che larena privilegiata per la comunicazione musicale. Da sempre infatti la radio , tra tutti i media,
5 6

http://www.xfactor.rai.it/category/0,1067207,1067235-1086354,00.html

Nella 2^ edizione The Bastard Sons of Dioniso, vincitori del Premio della Critica, hanno avuto un successo radiofonico maggiore rispetto a Matteo Beccucci, vincitore di X Factor. Nella classifica FIMI del 29 aprile 2009 si piazzano pi in alto di una posizione rispetto a questultimo. (http://www.fimi.it/classifiche_result_artisti.php?anno=2009&mese=04&id=241)
7

I Bastard Sons of Dioniso a Radio Deejay: http://www.youtube.com/watch?v=IE96BA1J10w&feature=player_embedded#

quello che influisce maggiormente sul successo di un artista in questo campo, il quale ne ha bisogno per farsi conoscere. Si pu facilmente comprendere come ad un aumento di popolarit radiofonica dei concorrenti segua un aumento di ascolti del programma stesso.
X FACTOR SUL WEB

Www.xfactor.rai.it il sito ufficiale della trasmissione, una vera e propria finestra sul mondo di X Factor. Allinterno, notizie, curiosit, informazioni, la possibilit di rivedere i momenti pi importanti del programma, wallpaper da scaricare, un blog in cui il popolo del web pu inserire i propri commenti, un forum e tanto altro.

Attraverso Internet, X Factor diventa accessibile al pubblico sempre e ovunque, con contenuti multimediali integrati nellunica piattaforma, consentendo allutente di interagire in prima persona con la trasmissione.8 Interessante il blog di Francesco (http://xfactor1.blog.rai.it/) attraverso il quale il conduttore pu avere un contatto diretto e personale con chiunque navighi sul sito, superando il limite televisivo e radiofonico della comunicazione uno-a-molti per avvicinarsi al modello molti-a-molti. Il web utilizzato anche per il casting: gruppi e cantanti possono inviare il proprio video e inviarlo alla redazione del sito, la quale provveder a caricarlo su rai.tv9. Ma X Factor presente anche su due delle piattaforme dalla gi confermata popolarit: Facebook e MySpace. Tutto questo permette non solo di raggiungere gli utenti della rete, adeguando il

Per i concetti di accessibilit, multimedialit e interattivit della comunicazione elettronica cfr. Cantoni L., Di Blas N., Comunicazione. Teoria e pratiche, Apogeo, Milano, 2006, pagg. 164-165.
9

Alcuni esempi su http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-e321a3c3-d47d-4d83-a6f9de3526c00b5a.html.

proprio linguaggio anche a chi si serve di questo media, ma anche ad avere un ulteriore feedback del consenso: su Facebook il gruppo XFactor Italia ha 12.340 membri mentre il profilo di MySpace conta 6.646 amici.
X FACTOR NEL CAVO TELEFONICO

Spesso si tende a trascurare il fatto che le trasmissioni che utilizzano i sistema del televoto, in realt occupano due media: la televisione e il telefono. Il vantaggio principale, oltre i consistenti introiti economici, riguarda la possibilit di un feedback immediato non solo quantitativo (quanti tra i telespettatori vogliono partecipare attivamente al programma) ma anche qualitativo (il televoto influenza landamento stesso del programma, decretando eliminazioni o salvataggi dei concorrenti). Allo spettatore tele-votante sembrer di aver dato un contributo alla trasmissione e che lemittente gli abbia concesso uno spazio di libera espressione 10 , fatto che molto probabilmente si concretizzer in uno stimolo in pi allascolto.
X FACTOR SU ALTRI MEDIA

Essendo una trasmissione musicale, potrebbe sembrare abbastanza naturale che essa utilizzi le esibizioni dei propri cantanti per leditoria musicale, promuovendo audio-cd con il logo di X Factor in copertina, logo visibile anche nelle versioni iTunes, acquistabili online per la riproduzione sulliPod di Apple11. Non bisogna per dimenticare che le copertine dei dischi nelle vetrine costituiscono un vero e proprio medium-immagine, cos come la riproduzione dei supporti funziona come un mediumsuono. Il messaggio trasmesso genera un ritorno dal supporto alla trasmissione, creando una circolarit positiva per il format. La stessa cosa accade quando il programma ha una certa visibilit su giornali e riviste (media a stampa).

10

Il giornalista Edmondo Berselli spiega Con il televoto il gusto si esprime senza filtri. Si riconosce nei protagonisti che ballano, cantano, litigano. (Il Paese del televoto, in La Repubblica, 24 marzo 2009, pag.33)
11

Lo stesso sito www.xfactor.rai.it promuove lacquisto su iTunes.

BIBLIOGRAFIA
Cantoni L., Di Blas N., Comunicazione. Teoria e pratiche, Apogeo, Milano, 2006 Gonzles Gaitano N., La sindrome di Sherazade e altri effetti diseducativi della televisione, in Cristianit n. 290-291, 1999 Borselli E., Il Paese del televoto, in La Repubblica, 24 marzo 2009, pag. 33

SITOGRAFIA
www.xfactor.rai.it Sito ufficiale di X Factor. www.fimi.it Fimi, acronimo di federazione industria musicale italiana, organo che tutela e promuove le attivit connesse all'industria discografica in generale. xfactor1.blog.rai.it Il blog del conduttore Francesco Facchinetti. www.rai.tv La Rai in diretta e on demand sul web www.youtube.com Servizio di condivisione video.

Potrebbero piacerti anche