Sei sulla pagina 1di 2

Al Sig.

Sindaco del Comune di Sommatino


Oggetto: Ricorso avverso la cartella di pagamento n. Iscritte a ruolo n. 2012/ relativo alle somme

per la tassa rifiuri solidi urbani per lanno 2011.

Il sottoscritto ______________________ nato a ________________ il __________ e residente in via _________________ a _______________, avendo ricevuto, in data ___________, mediante notifica a mano, la cartella di pagamento n. alle somme iscritte a ruolo n. 2012/ relativo per la tassa rifiuri solidi urbani per lanno 2011.

Osserva e ritiene che: La tariffa per la tassa dei rifiuti solidi urbani per lanno 2011 stata determinata con la determina sindacale n. 43 Reg. Gen. n.429 del 30 giugno 2011 mentre la tariffa doveva essere deliberata dal Consiglio Comunale come da varie sentenze del TAR sezione di Palermo e come da decisioni prese dall On. Commissione Tributaria Provinciale di Caltanissetta che Ella, probabilmente, ben conosce. Gi nel conto consuntivo del 2010 si erano incassati, per la TARSU, euro 866.662,23 a fronte di spese per euro 687.817,60 con una copertura al 126% e un maggiore esborso per i contribuenti di euro 178.844,73. Tale maggior esborso per i contribuenti andava scalato nella bolletta del 2011 unitamente alle somme introitate in pi per laddizionale ex-ECA, che fa parte della TARSU e non qualcosa in pi. Di tutto ci non si tenuto conto nel determinare la tariffa per la TARSU 2011 e non c traccia in bolletta, nonostante la segnalazione fatta dai revisori dei conti nella relazione al conto consuntivo 2010.( vedasi a tal proposito la delibera della Corte dei Conti sez. regionale di controllo per la Campania del 07/06/2011 n.274). In uno dei prospetti che sono a compendio della determina Sindacale sopra citata, si legge che le spese previste per costi per la tarsu 2011, ammontano a euro 805.081,39 a fronte di somme pari come entrate per la totale copertura dei costi. Genericamente, nella determina de quo, si procede a una riduzione dello 0.80% delle tariffe limitatamente allabitazione unica e si mantengono inalterate le tariffe relative alle altre categorie, senza fornire alcuna motivazione per la scelta e in considerazione di che cosa. In un altro prospetto, si vorrebbe dimostrare come si arriva alla cifra di euro 805.081,39, ed dallesame dello stesso che emerge, ancora una volta, come laddizionale ex-ECA viene calcolata a parte e in aggiunta alla cifra di euro 805.081,39. Cosa verificatesi anche negli anni precedenti. Esistono due scuole di pensiero a proposito della liceit della riscossione delladdizionale ex-ECA. Una, ritiene che non debba pi essere pagata in quanto la legge 9 del 18/02/2009 ( Allegato 1 voce 21996 ) ha abrogato la legge istitutiva delladdizionale ( L. 614 del 1938 e successive modificazioni.). Laltra favorevole al pagamento, ma essa va computata e concorre al raggiungimento del 100% del costo del servizio Tarsu, come peraltro deliberato da diverse Sezioni della Corte dei Conti, delibera 146 del 24.4.2009 Lombardia; delibere n.182 del 21/10/2010 e n. 274 del 07/06/2011 Campania; decisione n.89 del 07/11/2011 Puglia. Laddizionale ex-ECA ha perso la sua natura di tributo autonomo per risolversi

in una mera appendice della TARSU, di cui condivide ormai i presupposti, funzioni e limiti. Lente per lanno 2011 ha lobbligo della copertura integrale del costo della Tarsu, ma con il criterio di calcolo adottato, va ben al di l, ponendo a carico dei contribuenti somme che superano ampiamente il 100% del costo del servizio. Ci in contrasto con il disposto di cui allart. 61 del D. Lgs. n.507/93 secondo il quale il gettito complessivo della tassa non pu superare il costo di esercizio del servizio Dalla relazione dei revisori dei conti al conto consuntivo del 2011 infatti si legge che il tasso di copertura stato del 125%; Come volevasi dimostrare! Pertanto ricorre avverso tale cartella di pagamento

e, per le ragioni su esposte , ne chiede lannullamento, in autotutela da parte della Amministrazione Comunale al fine di ristabilirne la regolarit e la legittimit. La presente, vale ad ogni effetto di legge quale formale diffida e messa in mora, anche ai fini interruttivi della prescrizione per lanno in corso e gli anni precedenti: per la richiesta di rimborsi per le somme versate a causa delle addizionali ex-ECA, per le maggiori somme richieste e ottenute dallA.C. a copertura di spese non dovute per il servizio attinente la Tarsu, per gli interessi legali. Si richiede, altres, risposta ai sensi e nei termini di legge previsti, riservandosi di tutelare i propri interessi in ogni e qualsiasi sede.

Sommatino l ______________ Distinti Saluti Per eventuali comunicazioni rivolgersi a: _____________________ _____________________ _____________________ tel. __________________