Sei sulla pagina 1di 5

PRESENTAZIONE DEL FORUM GIOVANI 16 E 17 NOVEMBRE 2012

Chi ci ha ridotti in questo Stato? Esistono, tra giovani e adulti, altri modi di abitare il paese?

1. La tematica
Dopo aver posto laccento nel forum locale dellottobre 2011 Giovani che cercano un paese; un paese che cerca i giovani su alcune esperienze locali e nazionali di partecipazione, incontro e scambio tra giovani e adulti allinterno della comunit locale, la Consulta Giovani di Mezzolombardo e il Progetto Giovani Ritorno al Futuro, gestito dalla cooperativa Kaleidoscopio, propongono una nuova due giorni di riflessione, dibattito e confronto sulle buone pratiche che favoriscono la generativit delle politiche giovanili nel territorio. Stiamo attraversando un periodo caratterizzato da elementi di criticit per certi versi inediti, che coinvolgono tanto la Pubblica Amministrazione e le Istituzioni Locali, quanto i giovani e coloro che nei loro confronti rivestono un ruolo di responsabilit educativa e di riferimento allinterno delle comunit. La minore disponibilit di risorse pubbliche, la contrazione in atto nel mercato del lavoro, la maggiore incertezza nei confronti del futuro impongono a tutti gli attori interessati e interessanti rispetto al tema delle politiche giovanili locali una riflessione capace di individuare elementi di analisi e di prospettiva comune, con particolare riferimento alla valorizzazione dei giovani come capitale sociale e alla creazione di opportunit capaci di generare partecipazione, cittadinanza, rapporti fiduciari tra generazioni e beni collettivi sul territorio. Il Forum giovani 2012 intende affrontare tale questione proponendo, attraverso incontri in plenaria e laboratori tematici, quattro ambiti di approfondimento: la compressione dei diritti di cittadinanza: chi ci ha ridotti in questo stato? Perch appare cos difficile partecipare e far partecipare? Quali mutamenti dello scenario culturale, sociale ed economico hanno portato allattuale situazione? Quanto e come siamo chiamati in causa in quanto giovani o adulti di riferimento - con i nostri comportamenti di ogni giorno? possibile recuperare e valorizzare una politicit dellagire dei giovani allinterno delle comunit? Le buone prassi della Pubblica Amministrazione: partendo dallanalisi di alcune esperienze concrete di politiche giovanili, quali sono gli elementi qualificanti che riescono a fare spazio ai giovani, a valorizzare le loro competenze e i loro desideri, a creare opportunit, a favorire la loro partecipazione democratica alla vita della comunit locale? Il presidio educativo e formativo: di quali dispositivi una comunit, un territorio devono dotarsi per favorire la creazione di palestre di cittadinanza dentro cui allenare i ragazzi a trasformare i sogni in progetti?
Presentazione del Forum Giovani - Mezzolombardo 16 e 17 novembre 2012

Kaleidoscopio s.c.s.

Dal progetto allimpresa culturale. Un progetto nato dai giovani pu diventare incubatore per unimpresa di carattere culturale? Quali reti di supporto (a livello istituzionale e associativo) possono incentivare la nascita di imprese giovanili? Che tipo di patto con i vari soggetti del territorio pu essere intrapreso?

2. A chi si rivolge il Forum Giovani? Studenti della scuola superiore e universitari Giovani lavoratori Istituzioni Locali Associazioni e Oratori Adulti significativi (animatori, educatori, insegnanti, genitori)

3. Gli obiettivi Valorizzare esperienze e buone pratiche di attivazione e partecipazione dei giovani nel territorio della Piana Rotaliana. Favorire il confronto e lo scambio tra le esperienze di partecipazione e cittadinanza locali e quelle di giovani provenienti da altre zone dItalia. Promuovere il confronto e il dibattito culturale su temi quali: diritti e responsabilit, partecipazione, cittadinanza. Aumentare le occasioni di incontro e scambio tra giovani e realt del mondo adulto locale interessate e interessanti rispetto alla formazione dei giovani alla partecipazione attiva nella comunit. Individuare priorit e possibili indirizzi sugli ambiti di riflessione proposti, utili a perseguire la lefficacia sostenibilit di progetti e iniziative future.

4. I risultati attesi Migliore visibilit esperienze e buone pratiche di attivazione e partecipazione dei giovani nel territorio della Piana Rotaliana. Sviluppo di connessioni stabili tra gruppi di giovani locali e nazionali attivi sul territorio. Creazione/miglioramento di relazioni fiduciarie e di reciproco riconoscimento tra giovani e adulti significativi coinvolti. 2
Presentazione del Forum Giovani Mezzolombardo, 16 e 17 novembre 2012

Kaleidoscopio s.c.s.

Avvio/sviluppo di ulteriori percorsi di approfondimento e riflessione nelle comunit locali sui temi della partecipazione e della cittadinanza giovanile, dei diritti e della responsabilit sociale. Individuazione, allinterno dei momenti di confronto, di priorit e possibili indirizzi sugli ambiti di riflessione proposti.

5. Il programma ORARIO 9.3012.30 VENERD 16 NOVEMBRE Saluti Istituzionali SABATO 17 NOVEMBRE Filmato introduttivo sui lavori del giorno precedente

Intervento introduttivo: desideri, utopie, libert, responsabilit sociale (a cura di Restituzione dei quattro laboratori del venerd pomeriggio. Chiavi di lettura e ipotesi Gaetano Giunta) di lavoro. Racconto di alcune esperienze di impresa Apertura di un dibattito/confronto con culturale giovanile in Italia votazione in plenaria per ciascuno dei quattro Le buone prassi della Pubblica laboratori Amministrazione (a cura di Avviso pubblico) Presentazione delle proposte emerse dalla Intervento finale: i diritti di cittadinanza ricerca intervento svolta presso lIstituto compressi. Libert dei cittadini e libert dei Martini servi (a cura di Livio Pepino) Ipotesi per un contenitore di imprese giovanili dentro a un contesto di economia civile (a cura di Paolo Segnana) Considerazioni finali parziali, possibili, provvisorie (a cura del Gruppo Abele)

12.30-14 14-16.30

Buffet presso lIstituto Martini Laboratori di approfondimento La riflessione sullo scenario: chi ci ha ridotti in questo stato? Cittadinanza, partecipazione, diritti, responsabilit La dimensione educativa e formativa: di quali dispositivi un territorio deve dotarsi per costruire palestre di cittadinanza dentro a cui i giovani possano sperimentarsi nel passare dal sogno al progetto? I giovani che fecero limpresa: quali 3
Presentazione del Forum Giovani Mezzolombardo, 16 e 17 novembre 2012

Kaleidoscopio s.c.s.

presupposti, risorse e accorgimenti hanno permesso ad alcune esperienze di passare dal progetto allimpresa culturale? Quanto sono replicabili? Le buone prassi della Pubblica Amministrazione: quali sono gli elementi qualificanti che riescono a fare spazio ai giovani, a valorizzare le loro competenze e i loro desideri, a creare opportunit, a favorire la loro partecipazione democratica alla vita della comunit locale? 21.0023.00 Serata musicale in un locale della zona a cura del gruppo organizzativo del festival Flatstock

6. La rete dei partner a) I promotori Piano Giovani di Zona per le Politiche Giovanili Consulta Giovani di Mezzolombardo Cassa Rurale di Mezzolombardo e San Michele a/A Istituto di Istruzione Martino Martini Progetto Giovani Ritorno al Futuro coop. Kaleidoscopio s.c.s.

b) I sostenitori/collaboratori locali Comuni afferenti al PGZ Oratori di Mezzocorona, Mezzolombardo e San Michele a/A Associazione studenti Istituto Agrario San Michele a/A Istituto Agrario San Michele a/A Cooperativa The Hub Rovereto

4
Presentazione del Forum Giovani Mezzolombardo, 16 e 17 novembre 2012

Kaleidoscopio s.c.s.

c) Partner Nazionali Ass. Gruppo Abele onlus

d) Le realt del terzo settore coinvolte Cooperativa HG80 - Bergamo Cooperativa Vedogiovane - Borgomanero (NO)

e) Gli esperti coinvolti Livio Pepino Magistrato. Dal 2006 al 2010 stato membro del Consiglio Superiore della Magistratura, lorgano di autogoverno dei giudici. In passato ha ricoperto i ruoli di consigliere di Cassazione, sostituto procuratore generale a Torino e presidente di Magistratura Democratica. E' direttore di Questione Giustizia (Franco Angeli editore), rivista bimestrale promossa da Magistratura Democratica e codirettore di Narcomafie (Gruppo Abele Editore), mensile redatto in stretta collaborazione con Libera: associazioni, nomi e numeri contro le mafie. E' co-direttore scientifico di Diritto, immigrazione e cittadinanza (Franco Angeli editore), rivista trimestrale promossa da ASGI e Magistratura Democratica. Gaetano Giunta Gi assessore alle politiche sociali del Comune di Messina, fondatore della cooperativa ECOS.MED, impegnata nella promozione dei diritti di cittadinanza attraverso la realizzazione progetti di carattere culturale volti a restituire dignit e valore alle risorse, alla storia e alle peculiarit del territorio messinese. Avviso Pubblico Associazione Nazionale di Enti Locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie (www.avvisopubblico.it).

5
Presentazione del Forum Giovani Mezzolombardo, 16 e 17 novembre 2012